Atti della Accademia Peloritana dei Pericolanti Classe II di Scienze Medico-Biologiche Vol. XCIV, Anno Accademico CCLXXIX (2006) (DOI: 10.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Atti della Accademia Peloritana dei Pericolanti Classe II di Scienze Medico-Biologiche Vol. XCIV, Anno Accademico CCLXXIX (2006) (DOI: 10."

Transcript

1 Atti della Accademia Peloritana dei Pericolanti Classe II di Scienze Medico-Biologiche Vol. XCIV, Anno Accademico CCLXXIX (2006) (DOI: /57373) Pubertà e celiachia La Fauci Giovanna, Faraci Simona, Rossi Paolo, Rudi Stefania, Saverino Marilena (U.O. di Gastroenterologia e Fibrosi Cistica Pediatrica - Policlinico Universitario di Messina) Parole chiave: celiachia, pubertà, autoimmunità Abstract Premessa e Obiettivi: Diversi studi riportano un significativo ritardo nella comparsa del menarca in pazienti celiache sia diagnosticate prima che dopo la pubertà. La pubertà precoce, pertanto, dovrebbe rendere meno probabile la diagnosi di celiachia. Lo scopo dello studio è stato: 1) valutare la prevalenza di celiachia in una popolazione di ragazze con pubertà precoce vera idiopatica; 2) valutare l età del menarca in una coorte di pazienti con celiachia diagnosticate prima e dopo la pubertà; 3) valutare nei 2 gruppi la relazione tra l insorgenza della pubertà tra madri e figlie. Pazienti e metodi: E stata studiata una casistica di 282 pazienti con diagnosi di pubertà precoce vera seguite presso l ambulatorio di endocrinologia Pediatrica del Policlinico Universitario Messina. In questo gruppo è stato valutato il menarca delle pazienti e delle loro madri. In 131 di queste pazienti è stata eseguita la determinazione di Anticorpi Anti Endomisio (EMA) misurati mediante un metodo di immunofluorescenza indiretta e Anticorpi Antitransglutaminasi eseguiti con test ELISA del commercio. La prevalenza di celiachia in questo gruppo è stata paragonata a quella di una popolazione di ragazze sane sottoposte a screening per celiachia. Parallelamente, sono state prese in esame 234 pazienti con diagnosi di celiachia, che già hanno presentato il menarca e che sono seguite presso il Centro Regionale di Riferimento per la Celiachia del Policlinico Universitario di Messina dall epoca della diagnosi. La popolazione è stata suddivisa in 2 gruppi in base all età alla diagnosi di celiachia: gruppo A con diagnosi dopo gli 8 anni (n.159), Gruppo B con diagnosi prima degli 8 anni (n.70). Di entrambi i gruppi è stata valutata l epoca di comparsa del menarca nelle pazienti e nelle loro madri. I risultati sono stati valutati mediante Test di Fisher e test ANOVA con calcolo di medie, mediane, deviazioni Standard. Risultati: La prevalenza di celiachia nelle ragazze affette da pubertà precoce, 7/131, è risultata significativamente superiore rispetto a quella delle ragazze controllo, 24/1370 (OR 3,16 95% IC 1,34-7,5). L età di menarca nel gruppo di pazienti con pubertà precoce non era differente da quella delle loro madri. L età del menarca delle pazienti celiache ( 12,4 ± 1,3 anni; range 9,0-17,0) era sovrapponibile a quello delle loro rispettive madri ( 12,2 ± 1,3 anni; range 9,0-16,0) e non differente rispetto a quello registrato in un estesa popolazione scolastica della nostra città ( 12,1 ± 1,1 anni) (dati non pubblicati). Conclusioni: L elevata prevalenza di celiachia in ragazze con pubertà precoce necessita di una conferma in altra popolazione e di una plausibilità biologica. In atto, la pubertà precoce non esclude la possibilità di una diagnosi di celiachia. L età di comparsa del menarca non è influenzata dall età alla diagnosi di celiachia, ma rispecchia l età del menarca della madre. Introduzione

2 La celiachia è una intolleranza permanente al glutine geneticamente determinata (HLA di classe II DQ-2 e DQ-8) (1). L incidenza è stata stimata essere da 1:100 a 1:200 nella razza Caucasica (2), con rapporto di soggetti diagnosticati/non diagnosticati di 1:7(3). Uno studio italiano effettuato su una coorte prospettica di 3188 bambini in età scolare di età compresa tra 6-12 aa ha mostrato una prevalenza di celichia nelle bambine di 1:57 (24/1370 bambine) ed in generale su tutta la popolazione analizzata di 1:106 (19). Dal punto di vista patogenetico, la celiachia, vede l interazione di fattori ambientali, genetici e immunologici (4) i quali sono allabase del diverso e variegato spettro clinico che contraddistingue la malattia celiaca. Le manifestazioni cliniche della malattia celiaca sono estremamente varie (1, 5, 6). Nell ambito degli studi concernenti disturbi ginecologici in donne affette da celiachia è stata sottolineata la relazione tra una diagnosi tardiva di celiachia e l insorgenza di menarca posticipato, menopausa anticipata, accresciuta prevalenza di amenorrea e maggiore incidenza di aborti spontanei (7-15).

3 In particolare, riguardo la relazione tra menarca e celiachia a diagnosi tardiva, Kotze, in uno studio caso-controllo, dimostrava che pazienti celiache adulte, indipendentemente dallo stato nutrizionale, presentavano un menarca ritardato, rispetto a pazienti non celiache con sindrome dell intestino irritabile. Tuttavia, le ipotesi riguardo ai meccanismi fisiopatologici rimangono tali, lasciando spazio a tanti interrogativi ancora aperti. (16).

4 In un altro studio caso-controllo, Toscano ipotizza che la produzione di autoanticorpi (glutinedipendente) e l infiammazione dell intestino tenue nella celiachia (parimenti a quanto accade nel morbo di Crhon) con l elevata secrezione di citochine proinfiammatorie, possa coinvolgere anche le ghiandole endocrine, giustificando il ritardo puberale (14). Solo un altro studio, non pubblicato in lingua inglese, il cui full text non è rintracciabile, riporta che l età media del menarca in pazienti celiache e a dieta senza glutine è anticipata rispetto a quella materna, ma è più tardiva in pazienti celiache non trattate e nelle loro madri, supportando l ipotesi che l età del menarca nelle ragazze celiache è regolata non solo dalla dieta senza glutine ma anche da fattori genetici ed ambientali (17). De Vries ipotizza che il carattere pubertà precoce familiare si erediti con una modalità a trasmissione autosomica dominante a penetranza incompleta e sesso dipendente (18). L osservazione casuale di celiachia in una bambina con pubertà precoce, contrariamente a quanto sostenuto in letteratura, ha fornito lo spunto a verificare in una adeguata casistica la prevalenza di celiachia in soggetti affetti da pubertà precoce. Scopo del lavoro è stato quello di: 1) Verificare prevalenza di celiachia alla diagnosi in una popolazione di ragazze con pubertà precoce vera idiopatica; 2) valutare l età del menarca in una coorte di pazienti con celiachia diagnosticate prima e dopo la pubertà; 3) valutare nei 2 gruppi la relazione tra l insorgenza della pubertà tra madri e figlie.

5 Pazienti e metodi In una popolazione di pazienti con pubertà precoce vera, seguite presso l ambulatorio di endocrinologia pediatrica del policlinico di Messina ( n. 282), è stata presa in esame l età del menarca in rapporto all età del menarca delle madri su 131 pazienti. Tutte sono state sottoposte a prelievo per la determinazione di EMA e TGA. Gli EMA sono stati determinati mediante analisi di immunofluorescenza su cordone ombelicale umano (26) e Anticorpi Antitransglutaminasi eseguiti con test ELISA del commercio. La prevalenza di celiachia in questo gruppo è stata paragonata a quella di una popolazione di ragazze sane in età scolare sottoposte a screening per celiachia (19). Sono state reclutate 229 femmine su un totale di 1318 pazienti (M 395 e F 923) con diagnosi di celiachia seguiti presso del Centro Regionale di Riferimento per la Celiachia del Policlinico Universitario di Messina. La diagnosi di celiachia è stata posta sulla base di biopsie duodenodigiunali in accordo ai gradi II e III della classificazione di Marsh (20) e EMA e TGA positivi (21-26). Lo studio retrospettivo ha valutato l età del menarca delle pazienti e delle loro madri e l età alla

6 diagnosi. In base all età alla diagnosi, i soggetti sono stati divisi in due gruppi: gruppo A con età > 8 anni ( n.159) e Gruppo B con età < 8 anni (n.70). I risultati sono stati valutati mediante Test di Fisher e test ANOVA con calcolo di medie, mediane, deviazioni Standard. Risultati Abbiamo osservato che su 131 pazienti sottoposte a prelievo per determinazione di EMA e TGA, 7 (5.3%) sono risultate positive e tutte sottoposte a biopsia intestinale che ha confermato la diagnosi di celiachia. Tale prevalenza è risultata significativamente superiore rispetto a quella delle ragazze controllo, 24/1370 (OR 3,16 95% IC 1,34-7,5) (19). Nella casistica di pazienti con pubertà precoce vera (n 282), non abbiamo riscontrato una differenza statisticamente significativa tra l età media del menarca e quello delle rispettive madri (11,66±0,96 vs età media menarca madri 11,64±1,13 Dal versante celiachia, abbiamo notato che nel gruppo A l età media del menarca delle pazienti è risultata 12.4 ± 1.3 anni vs un età media del menarca delle madri di 12.3 ± 1.3 anni, nel gruppo B è stata riscontrata una età media del menarca nelle pazienti di 12.1 ± 1.1 anni vs una età del menarca delle madri di 12.1± 1.2 anni. Nel gruppo A la diagnosi di celiachia è stata posta ad una età media di anni 20.4 ± 10 ( range anni), nel gruppo B età media alla diagnosi anni 3.3 ± 2.3 (range mesi 11- anni 8).

7 Età Media Menarca Gruppo A Gruppo B Pazienti 12.4 ± 1.3 Pazienti 12.1 ± 1.1 Madri 12.3 ± 1.3 Madri 12.1 ± 1.2 Conclusioni Per quanto il campione sia piccolo la prevalenza di celiachia in una casistica di pazienti con pubertà precoce è di 1:18 versus una prevalenza di celiachia nella popolazione generale di1/100-1/200. L elevata prevalenza di celiachia in ragazze con pubertà precoce necessita diuna conferma in altra popolazione e di una plausibilità biologica. In atto si può concludere chela pubertà precoce non esclude la possibilità di una diagnosi di celiachia. L età di comparsa del menarca non è influenzata dall età alla diagnosi di celiachia, marispecchia l età del menarca della madre. Bibliografia 1. Fasano A. Clinical Presentation of Celiac Disease in the Pediatric Population. Gaestroenterology, 2005;128:S68 S73 2. Fasano A., Catassi C., Current approaches to diagnosis and treatment of celiac disease: an evolving spectrum. Gastroenterology 2001; 120: Maranello D. et al.,celiac Disease screening:exploring the iceberg with salivary antigliadin antibodies. J Pediatr Gastroenterol Nutr 2001;32: Kagnoff MF. Celiac disease. A gastrointestinal disease with environmental, genetic, and immunologic components. Gastroenterol Clin North Am 1992;21: David H. et al. Clinical features of celiac disease. Gastroenterology 2005; 128:S19-S24 6. Fasano A, et al. Prevalence of celiac disease in at-risk and not-at-risk groups in the United States: a large multicenter study. Arch Intern Med 2003;163: Smecuol et al. Gynaecological and obstetric disorders in coeliac diasease: frequent clinical onset durino pregnancy or the puerperium. Eur J Gastroenterol Hepatol 1996;8(1):63-89 Ferguson RGK et al. Coeliac disease, fertilità and pregnancy Scand J Gastroenterol 1982;17: Ersoy B et al. The factors affecting the relation between the menarcheal age of mother and daughter. Child Care Health and Develop 2005;31(3): ). 9. Infertilities an CD (editorial). Lancet 1983; 1:453

8 10.Gasbarrini A et al. Recurrent spontaneous abortion and intrauterine fetal growth retardation as symptoms of coliac disease. Lancet 2000; Ciacci C et al. Celiac disease and pregnancy outcome. Am J Gastroenterol 1996; 91: Bona G. et al. Mechanism of abnormal puberty in celiac disease. Horm Res 2002; 57 suppl 2: Farthing MJ et al. Male gonadal function in celiac disease.2 Sex hormones. Gut 1983; 24: Toscano et al. Importance of gluten in the induction of endocrine autoantibodies and organ dysfunction in adolescent celiac patients. Am J Gastroenterol 2000;95: Seracchi et al. Abnormal growth hormone responsiveness to stimuli in women with active celiac sprue. Am J Gastroenterol. 1992: L.M.S. Kotze. Gynecologic and Obstetric Findigs Related to Nutritional Status and Adherence to a Gluten Free Diet in Brasialian Patients with Celiac disease. J Clin Gastroenterol, (7): ). 17. Rujner J. Age at menarche in girls with celiac disease Ginekol Pol 1999; 70(5): Liat de Vries. Familial Central Precocious Puberty Suggests Autosomal Dominant Inheritance J Clin Endocrinol Metab 89: , 2004); 19. Tommasini A., et al. Mass screening for coeliac disease using antihuman transglutaminase antibody assay. Arch Dis Child 2004;89: Marsh MN. Gluten, major histocompatibility complex, and thesmall intestine. A molecular and immunobiological approach tothe spectrum of gluten sensitivity. Gastroenterology 1992;102: Sulkanen S et al. Tissue transglutaminase autoantibody enzyme-linked immunosorbent assay in detecting celiac disease. Gastroenterology 1998; 115: Troncone R et al. IgA antibodies to tissue transglutaminase: an effective diagnostic test for celiac disease. J. Pediatr 1999; 134: Fasano A. Tissue transglutaminase: The holy grail for the diagnosis of celiac disesase, at last? J Pediatr 1999; 13: Sblattero D et al. Human tissue transglutaminase ELISA: a powerful mass screening diagnostic assay celiac disease. Am J Gastroenterol 2000; 98: Rostom A et al. The Diagnostic of Serologic Tests for Celiac Disease: A systematic Review. Gastroenterology 2005; 128:S38-S Not T, Horvath K, Hill ID, Partanen J, Hammed A, Magazzu G,Fasano A. Celiac disease risk in the USA: high prevalence of antiendomysium antibodies in healthy blood donors. Scand J Gastroenterol 1998;33:

Cattedra di Pediatria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Chieti. La Malattia Celiaca. F. Chiarelli

Cattedra di Pediatria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Chieti. La Malattia Celiaca. F. Chiarelli PROGETTO e-learning IN PEDIATRIA Cattedra di Pediatria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Chieti La Malattia Celiaca F. Chiarelli Definizione La Malattia Celiaca è una condizione

Dettagli

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI?

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? Firenze, 31 marzo 2012 Francesco Valitutti UOC Gastroenterologia ed Epatologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria

Dettagli

Lo screening della Celiachia in una popolazione con Diabete Mellito tipo 1. Epidemiologia, follow-up clinico e ruolo della tipizzazione HLA.

Lo screening della Celiachia in una popolazione con Diabete Mellito tipo 1. Epidemiologia, follow-up clinico e ruolo della tipizzazione HLA. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Tesi di laurea Lo screening della Celiachia in una popolazione con Diabete Mellito tipo 1. Epidemiologia, follow-up clinico e ruolo della

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

Malattia celiaca. Conoscere la Celiachia. La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta

Malattia celiaca. Conoscere la Celiachia. La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta Malattia celiaca Conoscere la Celiachia La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta Dott.ssa Roberta Maccaferri U.O. di Pediatria Ospedale di Mirandola DEFINIZIONE La malattia celiaca (MC) è una enteropatia

Dettagli

Curriculum Vitae di Valentina Baldas

Curriculum Vitae di Valentina Baldas Curriculum Vitae di Valentina Baldas DATI PERSONALI: Nome e cognome: Valentina Baldas Luogo e data di nascita: Trieste, 4 dicembre 1971 Stato civile: Coniugata. Cittadinanza: Italiana Residenza: Via dell

Dettagli

MARCATORI AUTOANTICORPALI PER LA DIAGNOSI DEL DIABETE TIPO I: CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE E APPLICAZIONI CLINICHE. E.

MARCATORI AUTOANTICORPALI PER LA DIAGNOSI DEL DIABETE TIPO I: CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE E APPLICAZIONI CLINICHE. E. MARCATORI AUTOANTICORPALI PER LA DIAGNOSI DEL DIABETE TIPO I: CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE E APPLICAZIONI CLINICHE E. Tonutti (Udine) 10 42 L incidenza di DT1 in Europa ed in altri Paesi del Mediterraneo.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014

ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014 DOCUMENTO DI INQUADRAMENTO PER LA DIAGNOSI ED IL MONITORAGGIO DELLA CELIACHIA Quesito 1 Qual è il protocollo diagnostico

Dettagli

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 La celiachia è un intolleranza permanente al glutine presente negli alimenti. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

Manifestazioni cliniche e diagnosi della Celiachia in età pediatrica

Manifestazioni cliniche e diagnosi della Celiachia in età pediatrica Manifestazioni cliniche e diagnosi della Celiachia in età pediatrica F.Ferretti U.O. di Mal Epatometaboliche Osp. Pediatrico Bambino Gesù - Roma Palazzo dei Congressi EUR 10.10.2015 Malattia celiaca (MC)

Dettagli

Cosa succede quando la celiachia È donna

Cosa succede quando la celiachia È donna Cosa succede quando la celiachia È donna Menopausa, osteoporosi, rischi legati alla gravidanza. La celiachia nei soggetti femminili si accompagna a una serie di problemi aggiuntivi. Un Gruppo Clinico formato

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO CONDIVISO E CELIACHIA

PERCORSO DIAGNOSTICO CONDIVISO E CELIACHIA PERCORSO DIAGNOSTICO CONDIVISO E CELIACHIA LA DIAGNOSTICA SIEROLOGICA A. BIANO LAB. PATOLOGIA CLINICA P.O. CAIRO MONTENOTTE La CELIACHIA è l intolleranza permanente al glutine, sostanza di natura proteica

Dettagli

Dossier N.12. Malattia Celiaca. Aggiornamento tecnico scientifico A cura della: D.ssa Simonetta Signorini

Dossier N.12. Malattia Celiaca. Aggiornamento tecnico scientifico A cura della: D.ssa Simonetta Signorini Dossier N.12 Malattia Celiaca Aggiornamento tecnico scientifico A cura della: D.ssa Simonetta Signorini Dossier N. 12 Febbraio 2011 Indice Introduzione 4 Genetica 5 Fattore Ambientale e Processi Infiammatori

Dettagli

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA 1 ottobre 2011 IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA Dott.ssa Elena Fachinat DATI EPIDEMIOLOGICI : Prevalenza stimata di ipotiroidismo conclamato in gravidanza : 0,3-0,5% Prevalenza stimata di ipotiroidismo subclinico

Dettagli

CELIACHIA. Corsi di Formazione/Informazione per operatori della ristorazione e albergatori (ex L. 123/05) Margherita Bonamico

CELIACHIA. Corsi di Formazione/Informazione per operatori della ristorazione e albergatori (ex L. 123/05) Margherita Bonamico CELIACHIA Corsi di Formazione/Informazione per operatori della ristorazione e albergatori (ex L. 123/05) Margherita Bonamico U.O.D. Celiachia e Patologie da Malassorbimento D. A. I. di Pediatria e Neuropsichiatria

Dettagli

Celiachia e sicurezza alimentare in EXPO: l eccellenza italiana

Celiachia e sicurezza alimentare in EXPO: l eccellenza italiana Celiachia e sicurezza alimentare in EXPO: l eccellenza italiana Dr.ssa Simona De Stefano Ministero della Salute Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Ufficio V Nutrizione

Dettagli

Ruolo diagnostico degli autoanticorpi anti- domini I e IV/V della β 2 GPI

Ruolo diagnostico degli autoanticorpi anti- domini I e IV/V della β 2 GPI Spoleto, 8 maggio 2009 Ruolo diagnostico degli autoanticorpi anti- domini I e IV/V della β 2 GPI Nicola Bizzaro Laboratorio di Patologia Clinica Ospedale Civile Tolmezzo Tridimensional structure of human

Dettagli

UO IMMUNOLOGIA CLINICA - OP PRONTUARIO DEGLI ESAMI DI LABORATORIO E REPERTORIO DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI E DI CONSULENZA

UO IMMUNOLOGIA CLINICA - OP PRONTUARIO DEGLI ESAMI DI LABORATORIO E REPERTORIO DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI E DI CONSULENZA AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA UO IMMUNOLOGIA CLINICA - OP PRONTUARIO DEGLI ESAMI DI LABORATORIO E REPERTORIO DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI E DI CONSULENZA ultimo aggiornamento 04.02.2008

Dettagli

Dott. R. Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli

Dott. R. Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli Dott. R. Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli Agadir, 18 25 luglio 2008 Malattia celiaca Aberrante risposta immune mucosale, secondaria all ingestione di gliadina di grano

Dettagli

IL PUNTO DI PARTENZA

IL PUNTO DI PARTENZA IL PUNTO DI PARTENZA Convocare o ricevere una convocazione durante l attesa di un esito di diagnosi prenatale è sempre difficile, fonte di angoscia o perlomeno di preoccupazione. Obiettivo delle donne:

Dettagli

PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA PATOLOGIA RARA DERMATOLOGICA RARA: DERMATITE ERPETIFORME

PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA PATOLOGIA RARA DERMATOLOGICA RARA: DERMATITE ERPETIFORME Allegato 4 PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA PATOLOGIA RARA DERMATOLOGICA RARA: DERMATITE ERPETIFORME 1) Percorso Assistenziale Com è noto, la DE è una dermatosi rara, attualmente considerata come l espressione

Dettagli

Celiachia ed Endocrinopatie

Celiachia ed Endocrinopatie Celiachia ed Endocrinopatie Laura Vuolo Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica, Università Federico II di Napoli Pazienti con Celiachia hanno Endocrinopatie Pazienti con Endocrinopatie

Dettagli

Celiachia e Gluten Sensitivity: Dubbi o certezze? Maria Teresa Bardella

Celiachia e Gluten Sensitivity: Dubbi o certezze? Maria Teresa Bardella Congresso Regionale AIC Lombardia Milano, Sabato 23 Marzo 2013 Celiachia e Gluten Sensitivity: Dubbi o certezze? Maria Teresa Bardella Centro per la Prevenzione e Diagnosi della Malattia Celiaca IRCCS

Dettagli

Annamaria De Bellis SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI

Annamaria De Bellis SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI Annamaria De Bellis SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI Le malattie autoimmuni endocrine possono essere isolate o frequentemente associate ad altre patologie autoimmuni

Dettagli

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano Timing e outcome della gravidanza dopo carcinoma Inquadramento ed Entità

Dettagli

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Seconda Università di Napoli Università di Salerno LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Dott.ssa Monica Siniscalchi Psicologa Psicoterapeuta IL CIBO SIMBOLO DELLA VITA L idea del cibo deriva da eventi che

Dettagli

PERCORSO PER LA DIAGNOSI ED IL FOLLOW-UP DELLA MALATTIA CELIACA

PERCORSO PER LA DIAGNOSI ED IL FOLLOW-UP DELLA MALATTIA CELIACA PERCORSO PER LA DIAGNOSI ED IL FOLLOW-UP DELLA MALATTIA CELIACA Umberto Volta Resp. Amb. Diagnosi e Studio complicanze Malattia Celiaca MI Bianchi Pd 11 Presidio della Rete Regionale delle Malattie Rare

Dettagli

SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI (SPA)

SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI (SPA) SINDROMI POLIENDOCRINE AUTOIMMUNI (SPA) Codice di esenzione: RCG030 Definizione. Con tale termine vengono definite varie sindromi cliniche caratterizzate da insufficienze funzionali a carico di una o più

Dettagli

Audizione Commissione Igiene e Salute Senato della Repubblica. 8 Ottobre 2013

Audizione Commissione Igiene e Salute Senato della Repubblica. 8 Ottobre 2013 Audizione Commissione Igiene e Salute Senato della Repubblica 8 Ottobre 2013 1 Definizione di celiachia, epidemiologia e patologie glutine correlate 2 3 Breve presentazione dell Associazione Italiana Celiachia,

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA IL RUOLO DEGLI ANTICORPI ANTI PEPTIDI DEAMIDATI DI GLIADINA NELL'ITER DIAGNOSTICO DELLA MALATTIA CELIACA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA IL RUOLO DEGLI ANTICORPI ANTI PEPTIDI DEAMIDATI DI GLIADINA NELL'ITER DIAGNOSTICO DELLA MALATTIA CELIACA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA Dottorato di ricerca in Gastro-Endocrinologia Pediatrica Ciclo XXV IL RUOLO DEGLI ANTICORPI ANTI PEPTIDI DEAMIDATI DI GLIADINA NELL'ITER DIAGNOSTICO DELLA MALATTIA CELIACA

Dettagli

SIEDP JOURNAL CLUB IPOFISI. Febbraio 2013

SIEDP JOURNAL CLUB IPOFISI. Febbraio 2013 SIEDP JOURNAL CLUB IPOFISI Febbraio 2013 Central Hypothyroidism: Pathogenic, Diagnostic, and Therapeutic Challenges Luca Persani J Clin Endocrinol Metab 97: 3068-3078, 2012 A cura di Anna Grandone, Dipartimento

Dettagli

Dr. Francesco Cosentino

Dr. Francesco Cosentino Malattia Celiaca ENTEROPATIA CRONICA DA INTOLLERANZA PERMANENTE AL GLUTINE ED ALLE PROTEINE AFFINI IN SOGGETTI GENETICAMENTE PREDISPOSTI HLADQ2 HLADQ8 Dr. Francesco Cosentino Incidenza M.Celiaca 1980-2005

Dettagli

Maurizio Gasperi Dipartimento di S.pe.S. Cattedra di Endocrinologia Università del Molise. Genere ed ormoni. Campobasso 15/05/2008

Maurizio Gasperi Dipartimento di S.pe.S. Cattedra di Endocrinologia Università del Molise. Genere ed ormoni. Campobasso 15/05/2008 Maurizio Gasperi Dipartimento di S.pe.S. Cattedra di Endocrinologia Università del Molise Genere ed ormoni Campobasso 15/05/2008 Aspetti di fisiologia Aspetti di patologia Aspetti di fisiologia Aspetti

Dettagli

AUTOMAZIONE DEI PERCORSI DIAGNOSTICI PER LA DIAGNOSI DI LABORATORIO DELLA MALATTIA CELIACA. E. Tonutti (Udine)

AUTOMAZIONE DEI PERCORSI DIAGNOSTICI PER LA DIAGNOSI DI LABORATORIO DELLA MALATTIA CELIACA. E. Tonutti (Udine) AUTOMAZIONE DEI PERCORSI DIAGNOSTICI PER LA DIAGNOSI DI LABORATORIO DELLA MALATTIA CELIACA E. Tonutti (Udine) Flow chart for the diagnosis of of celiac disease ttg IgA + total IgA ttg negative non IgA

Dettagli

LIBRO degli ABSTRACTS

LIBRO degli ABSTRACTS 8 NOVEMBRE Diagnosi 2013/VENERDÌ 2 convegno: CELIACHIA E RETE MEDICO- SCIENTIFICA ITALIANA di celiachia - normativa, approcci e metodologia. LIBRO degli ABSTRACTS Promosso da Con il patrocinio di 2 CONVEGNO

Dettagli

Dai dati disponibili

Dai dati disponibili Gruppi a rischio aumentato: familiarità, genetica, densità, abitudini di vita Dai dati disponibili Daniela Turchetti UO e Cattedra di Genetica Medica Università di Bologna-Policlinico S.Orsola-Malpighi

Dettagli

CELIACHIA E TEST HLA RACCOMANDAZIONI

CELIACHIA E TEST HLA RACCOMANDAZIONI CELIACHIA E TEST HLA RACCOMANDAZIONI a cura di Maria Cristina Mazzilli 1 Antonio Calabrò 2 Carlo Catassi 2 Luigi Greco 2 Riccardo Troncone 2 Umberto Volta 2 Valerio Misefari 3 Antonio Amoroso 4 Ettore

Dettagli

Non solo celiachia: il glutine e i suoi eccessi nella pratica del farmacista.

Non solo celiachia: il glutine e i suoi eccessi nella pratica del farmacista. Non solo celiachia: il glutine e i suoi eccessi nella pratica del farmacista. In Italia come ad Haiti guarire carenze ed eccessi nel rispetto della persona Celiachia vs Gluten sensitivity Una nuova malattia,

Dettagli

MALATTIA CELIACA. Il test HLA per la celiachia. Le malattie genetiche si distinguono tra monogeniche e multifattoriali

MALATTIA CELIACA. Il test HLA per la celiachia. Le malattie genetiche si distinguono tra monogeniche e multifattoriali MALATTIA CELIACA La ricerca della malattia celiaca si esegue evidenziando nel sangue e quindi nel DNA gli alleli che codificano per le molecole DQ2 DQ8. La presenza di questi determina la possibilità che

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Fusetti Carla Garavaglia Maria Teresa. Azienda Ospedaliera L. Sacco Polo Universitario- Milano

Fusetti Carla Garavaglia Maria Teresa. Azienda Ospedaliera L. Sacco Polo Universitario- Milano TRATTAMENTO ROUTINARIO DEL MONCONE OMBELICALE DEL NEONATO VERSUS NESSUN TRATTAMENTO: UNO STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO Fusetti Carla Garavaglia Maria Teresa Azienda Ospedaliera L. Sacco Polo Universitario-

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO. Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV)

CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO. Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV) CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE MELLITO Dottoressa BOVERO Anna Medicina Interna III Negri Ospedale Santa Corona Pietra Ligure ( SV) Il diabete mellito è formato da un gruppo eterogeneo di disturbi metabolici

Dettagli

HBV. Il problema di sanità pubblica mondiale rappresentato dalle epatiti virali

HBV. Il problema di sanità pubblica mondiale rappresentato dalle epatiti virali http://www.aslromaa.it/auslrma/ farmaanotizie Periodico mensile di informazione della ASL ROMA A su argomenti di farmacoepidemiologia/farmacoeconomia/farmacovigilanza Agosto 2014 anno 5 n 8 Il problema

Dettagli

Quali sono gli effetti collaterali a lungo termine del trattamento dei tumori cerebrali pediatrici?

Quali sono gli effetti collaterali a lungo termine del trattamento dei tumori cerebrali pediatrici? Quali sono gli effetti collaterali a lungo termine del trattamento dei tumori cerebrali pediatrici? I late effects influiscono solo sulla qualità di vita o anche sulla sopravvivenza a lungo termine dei

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

Ritardo costituzionale di crescita e pubertà. Serie N.10

Ritardo costituzionale di crescita e pubertà. Serie N.10 Ritardo costituzionale di crescita e pubertà Serie N.10 Guida per il paziente Livello: medio Ritardo costituzionale di crescita e pubertà - Serie 10 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

La crisi morde la salute dei bambini

La crisi morde la salute dei bambini Intervista a Mario De Curtis, Ordinario di Pediatria dell' Università di Roma Sapienza La crisi morde la salute dei bambini I figli di madri straniere più a rischio di parto prematuro anche per carenza

Dettagli

La sindrome da intolleranza al glutine in assenza di celiachia

La sindrome da intolleranza al glutine in assenza di celiachia La sindrome da intolleranza al glutine in assenza di celiachia Umberto Volta Presidente CSN-AIC Resp. SSO Malattia Celiaca e Sindrome da Malassorbimento Policlinico S.Orsola-Malpighi Università degli Studi

Dettagli

NEWSLETTER US AIC. La Newsletter dell Ufficio Scientifico AIC RETE NAZIONALE CELIACHIA. n.1 dicembre 2012

NEWSLETTER US AIC. La Newsletter dell Ufficio Scientifico AIC RETE NAZIONALE CELIACHIA. n.1 dicembre 2012 1 RETE NAZIONALE CELIACHIA NEWSLETTER US AIC La Newsletter dell Ufficio Scientifico AIC n.1 dicembre 2012 parte il nuovo Ufficio Scientifico AIC Rete Nazionale medico-scientifica Celiachia: rete di persone

Dettagli

CATCH 22 altre indagini genetiche nel counceling dopo diagnosi di malformazioni fetali. Silvia Sansavini

CATCH 22 altre indagini genetiche nel counceling dopo diagnosi di malformazioni fetali. Silvia Sansavini CATCH 22 altre indagini genetiche nel counceling dopo diagnosi di malformazioni fetali Silvia Sansavini CATCH 22 FIBROSI CISTICA DISTROFIA MIOTONICA CATCH 22: microdelezione 22q11 Diagnosi Counceling Diagnosi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONTE DARIO Indirizzo VIA EUSTACHI 19-20129 MILANO Telefono 02.55033418 Fax 02.55033644 E-mail dario.conte@unimi.it

Dettagli

5 modulo didattico - Patologia cromosomica.

5 modulo didattico - Patologia cromosomica. 5 modulo didattico - Patologia cromosomica. G0 IL CICLO CELLULARE DI UNA CELLULA DI MAMMIFERO Avviene ogni volta che la cellula si divide Le tappe fondamentali del processo sono: Separazione dei due filamenti

Dettagli

1. LO STUDIO DELLA CRESCITA NEL SOGGETTO SANO

1. LO STUDIO DELLA CRESCITA NEL SOGGETTO SANO 1. LO STUDIO DELLA CRESCITA NEL SOGGETTO SANO F. LA CAUZA, R. SALTI, S. STAGI U.O. Endocrinologia Pediatrica, Dipartimento di Pediatria A.O. Meyer Introduzione La crescita è un fenomeno dinamico che inizia

Dettagli

La celiachia o malattia celiaca (MC) è un intolleranza

La celiachia o malattia celiaca (MC) è un intolleranza Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica I n t r o d u z io n e La celiachia o malattia celiaca (MC) è un intolleranza alimentare autoimmune permanente, scatenata in soggetti geneticamente predisposti,

Dettagli

Linee guida per la diagnosi ed il follow-up della celiachia

Linee guida per la diagnosi ed il follow-up della celiachia Linee guida per la diagnosi ed il follow-up della celiachia pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 7 febbraio 2008 Comitato Scientifico Nazionale (CSN-AIC): Antonio Calabrò, Carlo Catassi, Italo De Vitis,

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE A ress Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari Assessorato Tutela della salute e Sanità Direzione Sanità PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE della MALATTIA CELIACA Rev. 01/2008 SOMM ARIO SOMMARIO...1

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

Health Impact Assessment. L impatto ambientale e sanitario da diossine e PCB in Valle di Susa. Cuneo, 18 Giugno 2010

Health Impact Assessment. L impatto ambientale e sanitario da diossine e PCB in Valle di Susa. Cuneo, 18 Giugno 2010 Dipartimento di Prevenzione S.C. Igiene e Sanità Pubblica Health Impact Assessment L impatto ambientale e sanitario da diossine e PCB in Valle di Susa Cuneo, 18 Giugno 2010 Ambiente e Salute Enrico Procopio

Dettagli

Il donatore di emocomponenti e di cellule staminali emopoietiche: attualità e prospettive Compatibilità nel trapianto di CSE e sistema HLA

Il donatore di emocomponenti e di cellule staminali emopoietiche: attualità e prospettive Compatibilità nel trapianto di CSE e sistema HLA Il donatore di emocomponenti e di cellule staminali emopoietiche: attualità e prospettive Compatibilità nel trapianto di CSE e sistema HLA Nicoletta Sacchi Italian Bone Marrow Donor Registry E.O. Ospedali

Dettagli

CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE

CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE Padova 11 giugno 2007 Conferma di Laboratorio della Rosolia e Significato del Dosaggio degli Anticorpi Anna Piazza Giorgio Palù

Dettagli

CAUSE DI MALNUTRIZIONE

CAUSE DI MALNUTRIZIONE CAUSE DI MALNUTRIZIONE INADEGUATO INTROITO DI NUTRIENTI DIFFICOLTA AD ALIMENTARSI Insufficiente introito di energia e proteine con gli alimenti MALNUTRIZIONE CORRELATA ALLA MALATTIA Malnutrizione: conseguenze

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONTE DARIO Indirizzo VIA EUSTACHI 19-20129 MILANO Telefono 02.55033418 Fax 02.55033644 E-mail dario.conte@unimi.it

Dettagli

LE POLIENDOCRINOPATIE AUTOIMMUNI

LE POLIENDOCRINOPATIE AUTOIMMUNI LE POLIENDOCRINOPATIE AUTOIMMUNI Ovvero: quando 1+1 potrebbe fare più di 2 Alice Monzani alice.monzani@med.uniupo.it Clinica Pediatrica di Novara Università del Piemonte Orientale SINDROMI POLIENDOCRINE

Dettagli

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Pesaro, 20 Marzo 2015 Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Dott. Andrea Lisotti UOC Gastroenterologia

Dettagli

6.2 Eziologia. sotto dei 35 anni presentano un rischio relativo del 2.8 di sviluppare un infarto miocardico.

6.2 Eziologia. sotto dei 35 anni presentano un rischio relativo del 2.8 di sviluppare un infarto miocardico. 6 Menopausa precoce 6.1 Introduzione L età media di inizio della menopausa è, in Italia, intorno ai 50 anni (+ o - 5 anni). Si intende per menopausa prematura quella che si verifica prima dei 40 anni,

Dettagli

The Endocrine Aspects of Duchenne Muscular Dystrophy

The Endocrine Aspects of Duchenne Muscular Dystrophy Con il patrocinio di: Comune di Firenze October 29th - 2009 Castello di Calenzano - Calenzano, Italy October 30th - 2009 Palazzo Vivarelli Colonna - Florence, Italy The Endocrine Aspects of Duchenne Muscular

Dettagli

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti CELIACHIA E una enteropatia autoimmune geneticamente determinata,caratterizzata da una risposta autoimmune contro la glutine, contenuto nel grano, orzo, segale, farro ed altri cereali minori. E caratterizzata

Dettagli

TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo?

TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo? 3 Giornate Gastro-epatologiche Cuneesi Vicoforte, 19-20 febbraio 2010 TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo? Carlo Sguazzini, Marco Astegiano, Renato Bonardi, Daniele Simondi S.C. Gastro-epatologia 1 U.

Dettagli

Conclusioni scientifiche

Conclusioni scientifiche Allegato II Conclusioni scientifiche e motivi della modifica dei riassunti delle caratteristiche del prodotto e dei fogli illustrativi presentati dall EMA 69 Conclusioni scientifiche Riassunto generale

Dettagli

HS-Newsletter HS-Newsletter

HS-Newsletter HS-Newsletter Gennaio - Febbraio - 2014 2014 Numero 1 1 HS-Newsletter HS-Newsletter Health Search, istituto di ricerca della S.I.M.G. Health Search, istituto di ricerca della S.I.M.G. (Società Italiana di Medicina Generale)

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE SERVIZIO DI ECOGRAFIA E DIAGNOSI PRENATALE DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE 1 CROMOSOMI Cosa sono i cromosomi? I cromosomi si trovano nel nucleo della cellula, sono costituiti da proteine

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Amministrazione Telefono dell Ufficio Fax dell Ufficio E-mail istituzionale DI CAMILLO MAURO msdicamillo@hotmail.com Nazionalità Italiana

Dettagli

Per la valutazione statistica del test è necessario conoscere alcune caratteristiche del risultato del test quali:

Per la valutazione statistica del test è necessario conoscere alcune caratteristiche del risultato del test quali: Per la valutazione statistica del test è necessario conoscere alcune caratteristiche del risultato del test quali: la sensibilità diagnostica o clinica, la specificità diagnostica o clinica, l incidenza

Dettagli

CONCILIARE CELIACHIA E DIABETE TIPO 1 A TAVOLA

CONCILIARE CELIACHIA E DIABETE TIPO 1 A TAVOLA COELIAC FORUM EDIZIONE NR 03_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA CONCILIARE CELIACHIA E DIABETE TIPO 1 A TAVOLA Diabete mellito di tipo 1 e malattia celiaca costituiscono un binomio di patologie

Dettagli

LIVELLI CIRCOLANTI DI PROGENITORI DELLE CELLULE ENDOTELIALI IN PAZIENTI CON DIABETE TIPO 1 E DISFUNZIONE ERETTILE

LIVELLI CIRCOLANTI DI PROGENITORI DELLE CELLULE ENDOTELIALI IN PAZIENTI CON DIABETE TIPO 1 E DISFUNZIONE ERETTILE LIVELLI CIRCOLANTI DI PROGENITORI DELLE CELLULE ENDOTELIALI IN PAZIENTI CON DIABETE TIPO 1 E DISFUNZIONE ERETTILE Michela Petrizzo, Giuseppe Bellastella, Maurizio Gicchino, Rosanna Orlando, Carmela Mosca,

Dettagli

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione Il ruolo del chirurgo generale in chirurgia oncologica dell'adolescente

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva Dr.ssa Chiara Ricci Università di Brescia Spedali Civili, Brescia Definizione La sindrome dell intestino irritabile Disordine funzionale dell intestino

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

2060. E IO COME SARO?

2060. E IO COME SARO? 2060. E IO COME SARO? La Sindrome di Down nell età adulta e anziana LA MEDICINA DI GENERE E SINDROME DI DOWN Dott. Roberto Fraioli Treviso sede della Provincia 21 marzo 2013 2060. E IO COME SARO? La Sindrome

Dettagli

IL NEONATO FIGLIO DI MADRE IPERTIROIDEA: Che rischi corre? Come va monitorato? Quando va trattato?

IL NEONATO FIGLIO DI MADRE IPERTIROIDEA: Che rischi corre? Come va monitorato? Quando va trattato? IL NEONATO FIGLIO DI MADRE IPERTIROIDEA: Che rischi corre? Come va monitorato? Quando va trattato? Dott.ssa Paola Polo Perucchin UO Neonatologia IRCCS - AOU San Martino - IST Genova CASO CLINICO: Neonato

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Corsi di Laurea Triennale. Corso di Statistica e Biometria. Elementi di Epidemiologia

Università del Piemonte Orientale. Corsi di Laurea Triennale. Corso di Statistica e Biometria. Elementi di Epidemiologia Università del Piemonte Orientale Corsi di Laurea Triennale Corso di Statistica e Biometria Elementi di Epidemiologia Corsi di Laurea Triennale Corso di Statistica e Biometria: Elementi di epidemiologia

Dettagli

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O.

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. OSPEDALI GALLIERA DEFINIZIONE RIPIENEZZA POST-PRANDIALE PRANDIALE CORTEO SINTOMATOLOGICO

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA Andrea MAGNANO Dirigente Nefrologo UOC Medicina Interna Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro Azienda USL di Parma DEFINIZIONE THE

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO?

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? LIDIA ROVERA UOA Gastroenterologia Dietetica e Nutrizione Clinica ASO Ordine Mauriziano-Torino I.R.C.C. Candiolo LUCIA FRANSOS Dietista AIC -Piemonte e

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Programmi Corsi AA 2012/2013 3 ANNO CORSO INTEGRATO COORDINATORI Psicopedagogia II Salis Francesca Pagina 2 Scienza della riabilitazione psichiatrica

Dettagli

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE CARLO BERTULESSI SS Ginecologia Oncologica Clinica Ostetrica e Ginecologica M. Melloni Università di Milano Bergamo, 7 marzo 2014 TERAPIA MEDICA NELL

Dettagli

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R.

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R. Valutazione tossicologica, tecnologica e agronomica di cereali per lo sviluppo di genotipi a basso contenuto di fattori tossici connessi alla intolleranza al glutine Triennio 2002 / 2004 (Attività di ricerca

Dettagli

Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI

Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI Introduzione Cromosoma Cellula Nucleo Ormai a tutti è noto il ruolo del

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Fax E-mail MARIA PONTILLO maria.pontillo@opbg.net maria.pontillo@uniroma1.it Nazionalità Data di nascita

Dettagli

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT I nuovi agenti biologici offrono un alternativa importante nel della psoriasi; spesso però, il profilo rischio-beneficio non è bene

Dettagli

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 2 Too much information, too little time THE COCHRANE LIBRARY - Pubblicazione elettronica aggiornata ogni

Dettagli

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Semplice Dipartimentale di genetica medica fa parte del Dipartimento di Medicina dei

Dettagli

Ritardo di crescita intrauterino e bambini piccoli per età gestazionale. Serie N.14

Ritardo di crescita intrauterino e bambini piccoli per età gestazionale. Serie N.14 Ritardo di crescita intrauterino e bambini piccoli per età gestazionale Serie N.14 Guida per il paziente Livello: medio Ritardo di crescita intrauterino- Serie 14 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo

Dettagli

12 Congresso Nazionale AME

12 Congresso Nazionale AME 12 Congresso Nazionale AME Bari, 7-10 novembre 2013 Iperplasia surrenalica congenita: Diagnosi e gestione Epoca prenatale G. Russo Centro di Endocrinologia dell Infanzia e dell Adolescenza Università Vita-Salute

Dettagli

Alla ricerca delle prove di efficacia

Alla ricerca delle prove di efficacia Ozzano dell Emilia EBVM e accesso a informazioni evidence-based 14 marzo 2009 Claudio Fabbri Biblioteca Centralizzata Polo Scientifico-Didattico di Rimini Università degli Studi di Bologna Alla ricerca

Dettagli