La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40"

Transcript

1 31 gennaio 2014 Il Resto del Carlino La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40 QUELLO che non ha potuto il cambio di ospedale, da via Giovecca a Cona, e il terremoto, lo ha fatto la crisi. Questa la tesi addotta dall esperto, Stefano Caracciolo, docente del dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche a Unife, sui dati forniti dall azienda ospedaliera. Le nascite di bei pargoli ferraresi numericamente crollano: nel 2009 erano 1630, oggi Centosessantasei parti in meno in cinque anni, una media all incirca di 33 gravidanze in meno portate a termine ogni anno. «Il trasferimento di ospedale spiega Caracciolo non ha avuto nessun effetto sulle nascite al Sant Anna di Ferrara. E neppure il terremoto. I motivo possono essere diversi ma più di tutto ha inciso la crisi. GLI STRANIERI. Nel panorama che emerge incrociando i dati dell azienda ospedaliera spicca la sostanziale tenuta, in alcuni casi una leggera diminuzione, della percentuale dei nati da donne straniere. In nove anni dal 2001 al 2010 il numero di gravidanze di mamme di altre etnie era letteralmente lievitato dal 2,7% del 2001 al 28% del Da allora con leggere flessioni e riprese il numero si è sostanzialmente mantenuto, arrestando la vorticosa salita del periodo precedente. «Negli anni che vanno dal 2011 al 2013 ci si sarebbe dovuti attendere un calo più drastico spiega il docente. Le ondate migratorie si stanno fermando, soprattutto nel Ferrarese, data la mancanza di posti di lavoro». Un altra interessante curiosità riguarda l età delle mamme: pochissime le ragazze madri al di sotto dei vent anni. Novantotto mamme su 1464 che hanno partorito nel 2013 avevano al momento del parto un età superiore ai 40. Mentre scendono le puerpere tra i 21 e i 30 anni, 469 sul totale, aumentano le gravidanze per le donne tra i trenta e i 40, ben 867. «È chiaro dice Caracciolo che la situazione è consentita da quelli che nell ambiente definiamo fattori sociali correttivi, ad esempio i contraccettivi. Perché normalmente l età più ferile è tra i 20 e i 30 anni». Su una popolazione di oltre 130mila abitanti, le interruzioni di gravidanza sono state quasi 400 solo nel Per l esattezza 398. ABORTO. Il dato è in calo, secondo i numeri forniti dal Sant Anna, perché nel 2012 gli aborti sono stati 425. «Il fenomeno è antico come il mondo commenta il professor Caracciolo. Abbiamo testimonianze di aborti fin dall antichità in Grecia. La legge italiana, risalente alla fine degli anni Settanta, serviva per regolare i casi di infanticidio, quei casi, ancora presenti, di mamme che gettano il loro bimbo nel cassonetto». La diminuzione degli aborti nel nostro territorio è, secondo il docente, «un segnale del cambiamento di mentalità che si è verificato negli ultimi tempi, merito anche delle campagne di prevenzione a favore di metodi contraccettivi». Ma su questo interviene Chiara Mantovani, presidente ferrarese di Scienza e vita: «Non è la diffusione dei contraccettivi la causa della riduzione di alcuni metodi d aborto spiega il medico. Non solo non abbiamo prove di una correlazione tra aborto e contraccettivi, ma ci sono alcuni casi paradigmatici, come il caso inglese. L Inghilterra è tra gli stati in Europa con più incidenza di gravidanze in età giovanile. Hanno pensato di risolvere con il profilattico e non hanno avuto risultati».

2 Leonardo Trombelli è il nuovo presidente IL PROFESSOR Leonardo Trombelli è stato eletto ieri presidente della Scuola di Medicina dell Università di Ferrara. Per i prossimi tre anni guiderà l istituto che si occupa del coordinamento dei tre Dipartimenti di area medica (Morfologia, chirurgia e medicina sperimentale; Scienze biomediche e chirurgico specialistiche; Scienze mediche) in merito alle tematiche di carattere didattico e assistenziale sanitario. L elezione è avvenuta all unanimità. IL DOCENTE ha 50 anni, è sposato, ha due figli. Laureato in Odontoiatria a Ferrara, ricercatore nel 1990, poi associato nel 1995 all Università di Loma Linda (California), dal 2000 è di nuovo a Ferrara, come ordinario di Malattie Odontostomatologiche dal 2010 e direttore dell U.O. di Odontoiatria dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e Coordinatore del corso di Studi in Odontoiatria. «Esprimo ha affermato Trombelli il più sentito ringraziamento al Rettore, a tutti i colleghi del Consiglio della Scuola e a tutta la ex facoltà di Medicina e Chirurgia, per aver sostenuto compatti sia l esigenza della creazione della scuola stessa, sia per la fiducia accordatami personalmente per la sua conduzione. Sono convinto che la scuola di Medicina saprà al meglio rappresentare nel contesto della città, dell ateneo ferrarese e della sanità territoriale, il valore aggiunto di competenza e professionalità che la ex facoltà medica ha sempre prodotto». Appena informato della sua nomina il sindaco Tiziano Tagliani ha subito inviato al neo presidente della scuola di Medicina e al rettore Pasquale Nappi, le proprie congratulazioni: «La nomina all unanimità del professor Trombelli, ottimo clinico e ricercatore, ma anche docente motivato e capace di raccogliere ampi consensi ha espresso il sindaco Tagliani prelude ad una stagione nuova della quale si sente urgentemente la necessità». «I DIPARTIMENTI medici sono infatti chiamati, con le istituzioni locali e sanitarie continua il primo cittadino, ad una fase di confronto serrato sugli scenari regionali e non solo. In questo contesto non facile, la coesione è la più convincente e necessaria delle condizioni di avvio. Sullo sfondo, in primo luogo, c è sicuramente la qualità dei servizi sanitari per i cittadini di questo territorio, ma anche il futuro stesso della ricerca e della presenza a Ferrara di una esperienza accademica straordinaria che deve vivere in un sistema oggi in fase di totale trasformazione. L auspicio è che queste trasformazioni avvengano senza sudditanze ma anche con grandi capacità di relazioni». Ospedale, sindacato in allarme «Troppo caos in area medica» «CARI direttori, è mancata la capacità di gestire la fusione tra il reparto di cardiologia e il reparto di medicina». A denunciare la confusione che regna nell ospedale Santissima Annunziata, dopo l inaugurazione dell area medica da parte del sindaco Piero Lodi e il direttore generale Paolo Saltari sono Marco Blanzieri e Luca Minelli dell Fp Cigl che elencano in una lettera le criticità ad oggi emerse. «Si riscontrano spiegano i sindacalisti grosse difficoltà organizzative, in quanto, nonostante siano stati fatti precedentemente alla fusione dei reparti gruppi di lavoro per uniformare le procedure assistenziali, ancora oggi ognuno balla con sua nonna. Per fare qualche esempio, la scheda di somministrazione della terapia, dove si segnano le medicine da dare ai pazienti ai diversi orari, doveva essere unica ed uguale in tutta l area medica ed invece ogni reparto ha mantenuto la sua; per gli esami proseguono, se un infermiere della ex cardiologia deve prenotare per un paziente della medicina o viceversa deve farsi prestare il codice personale di un altro infermiere, atto che, secondo noi, li sottopone a rischi». BLANZIERI e Minelli ravvisano problemi anche nel caso si debba impiantare un pace

3 maker esterno in urgenza, «perché l infermiere dell area deve lasciare il posto di lavoro e trasferirsi in sala operatoria. E, inoltre, Non è mai stata fatta una riunione sull organizzazione del lavoro con tutti gli operatori insieme». Secondo i sindacalisti è stato buttato a mare il lavoro, durato sei mesi, dei gruppi professionali, i cui elaborati e le proposte fatte per arrivare ad un modello di area per intensità di cura sono state lasciate nel cassetto, «questo, comunicando i turni di lavoro giorno per giorno e togliendo inoltre la presenza importante dell operatore socio sanitario dal turno notturno». MA continuano a vedere l ospedale di Cento strategico per quel territorio, dati i problemi legati al terremoto che ha penalizzato le strutture di Finale Emilia, Mirandola e Bondeno ed alcune scelte strategiche della sanità Bolognese che hanno depotenziato alcuni presidi limitrofi. «Crediamo concludono Blanzieri e Minelli che, se se ben governata e integrata nella rete provinciale, Santissima Annunziata può rappresentare un volano di sviluppo per tutta la provincia. Una certezza noi la abbiamo: la preparazione e la professionalità del personale dei reparti e dei servizi è sicuramente quella giusta per un salto di qualità». «Un nuovo medico: quanto resterà?» GLI ABITANTI di Coronella vivono col fiato sospeso l arrivo del nuovo medico di famiglia. A fronte della nuova assegnazione, dopo la messa a concorso del posto, auspicano un assistenza di base finalmente continua. Lo stato d animo è evidente nella testimonianza che giunge da un gruppo di cittadini. «Negli ultimi 8 anni si legge in una lettera altrettanti medici si sono succeduti nel nostro paese, dei quali ben 5 da giugno 2013 a ora. Come non comprendere l importanza della continuità di questo servizio, come non pensare ai benefici di un medico di riferimento, che nel tempo conosce alla perfezione i suoi assistiti. Come non valutare che tutto ciò possa anche essere un diritto dei cittadini, diritto che da tempo, diverse persone del paese vanno a cercare altrove (i mutuati attualmente in carico sono scesi a 382, ndr). E, per finire, come non capire che decisioni corrette o sbagliate possono far fiorire o far anche morire un paese come il nostro, peraltro in espansione». I coronellesi lo avevano ribadito nel gremito incontro di ottobre a cui avevano partecipato anche il sindaco Paolo Pavani e Mauro Manfredini, direttore del Distretto Ovest dell Ausl. «Allora riferiscono - le autorità competenti avevano manifestato il loro massimo interessamento, naturalmente nel rispetto delle leggi». La graduatoria, nel frattempo, è stata scorsa e un professionista ha accettato l incarico. «In questi giorni quindi arriverà un nuovo medico incaricato: per quanto tempo nessuno lo può dire. Per parte nostra speriamo interpreti il suo lavoro come chi per ultimo lo ha preceduto. L ultimo medico assegnato rimarcano aveva con la sua dedizione, disponibilità e grande professionalità, ridato serenità al nostro paese. Risulta incomprensibile, pur in presenza di ottimo punteggio, come non possa trovare occupazione, magari da noi, un professionista esemplare, che ringraziamo profondamente e sentitamente per il pur breve periodo trascorso a Coronella». Ambulanza bloccata nella sede dei pompieri: pronta nuova protesta COMACCHIO non si ferma e continua a far sentire la propria voce sulla questione sanitaria. Principale oggetto di attenzione è in questo momento la mancanza dell autoambulanza all ospedale San Camillo. L ambulanza è attualmente ospitata nella sede locale dei vigili del fuoco, trasferita lì, dopo gli eventi dell 8 gennaio, con la chiusura improvvisa del punto di primo soccorso del nosocomio e la contestazione della popolazione. Per portare avanti la protesta contro tale decisione di tenere l ambulanza lontana dal San Camillo, è prevista per l 8 di febbraio, a un mese di distanza da quelle

4 vicende, un altra manifestazione popolare. Gli stessi accordi regionali hanno stabilito che il mezzo debba rimanere collocato all interno della struttura, ma essi sono così disattesi perché, secondo l Asl al momento mancherebbero le condizioni che non ne permetterebbero il collocamento dove stabilito. A più riprese e da più parti a Comacchio si sono alzate voci che hanno sottolineato l assenza di rischi di qualsiasi sorta. Anche mercoledì scorso, nel corso del consiglio comunale, lo stesso sindaco Marco Fabbri ha sottolineato l assenza di ostacoli al ritorno dell ambulanza nell ospedale e ha sottolineato che continuerà a chiederne il ripristino e ha annunciato a breve l invio di un esposto per le modalità di chiusura del pronto soccorso. Trapelano, intanto, anche indiscrezioni su nuovi pesanti esposti a carico dell Ausl da parte della Consulta. La Nuova Ferrara Quinta ambulanza dai risparmi su trasporti e Ps L impegno a salire da 4 a 5 ambulanze sempre a disposizione per l emergenza territoriale, così come indicato dalla Conferenza sanitaria, è confermato, ma le risorse in termini di personale e mezzi dovranno venire fuori dalla riorganizzazione del servizio. L indomani del trasferimento della centrale operativa del 118 al Maggiore di Bologna, l incontro di ieri mattina tra i vertici dell Asl, la dirigenza del Sant Anna e i sindacati, ha posto le basi per le riorganizzazione del Sistema di emergenza-urgenza pre ospedaliera di Ferrara. Entro febbraio il piano sarà pronto, è l impegno preso dal direttore generale Asl, Paolo Saltari, con tanto di riferimento al documento della Conferenza sanitaria che prevede, appunto, l aumento della pronta disponibilità di ambulanze. «È un riferimento incoraggiante, anche se è meglio attendere il piano prima di sbilanciarsi - ha sottolineato Claudia Canella (Cisl) - Ci sono altri punti importanti, come i mezzi con 300mila chilometri alle spalle e alcuni aspetti delle convenzioni con le associazioni, in quanto i criteri per gli accreditamenti nel tempo sono stati aggiornati». Stando alle prime indicazioni ancora non esplicitate, in effetti, proprio dal riordino delle convenzioni, ed in particolare dei servizi di trasporto secondari tra ospedali che vengono effettuati con i mezzi dell emergenza, si cercherà di liberare risorse per il potenziamento del soccorso. Tornerà utile in questo quadro anche la chiusura del Pronto soccorso di Comacchio, al proposito del quale Saltari ha ribadito la linea già più volte espressa: non c è stato un blitz, le informazioni erano state fornite preventivamente alle istituzioni locali. La riunione è servita anche a fare il punto sui Dipartimenti interaziendali: Informatica ed Economato, istituiti nel 2010, sono finalmente sul punto di far uscire i bandi per le posizioni organizzative, mentre si comincia a discutere anche del Dipartimento interaziendale del personale, uno dei più complessi. È stato poi trovato un accordo per i tempi determinati che riguarda una quindicina di addetti. Il cordone ombelicale Oggi alle 18.30, presso la Caffetteria Oficina 24, in via Borgo dei Leoni 24, gli specialisti di Cryo-Save saranno a disposizione del pubblico con il seminario informativo Conservare il cordone ombelicale, una scelta consapevole. La scelta relativa alla conservazione delle cellule staminali cordonali deve essere presa nella piena consapevolezza sulla tematica. A tal fine Cryo-Save, società leader in Italia e in Europa nel settore dell informazione medicoscientifica sui temi dell utilizzo delle cellule staminali e della loro conservazione, organizza un fitto calendario di incontri in tutta Italia che consentono di approfondire la materia. L incontro è gratuito e dedicato ai futuri genitori, per conoscere tutti gli aspetti medici, scientifici e legali relativi alla conservazione delle cellule staminali neonatali.

5 «A chi urlava contro i medici esprimo solo il mio disprezzo» Nessuno (se non chi l ha provato) può immaginare cosa può essere questo dolore. È un dolore atroce che ti porta via dal tuo mondo fatto della tua quotidianità, ad un altro dove trovi solo angoscia, disperazione ed infine il vuoto dentro di te. È questo il dolore che ogni genitore prova nel vedere il proprio figlio, nel pieno della sua giovinezza, privo di vita su di un lettino di un ospedale. Ti rendi conto in quel momento che tutta la vita che hai dato per quel figlio se n è andata insieme a lui. Mentre scrivo, piango, ma sento che devo andare avanti perchè, chi purtroppo ha avuto il coraggio in quella notte del 21 luglio 2013, entrando di prepotenza con urla e insolenze nella sala di rianimazione dell ospedale di Cona, disturbando l operato dei medici nell intento di rianimare Denis (non solo coi loro mezzi) ma con tanta umanità, sappia che io come mamma non posso fare altro che esprimere il più grande disprezzo, perchè oltre ad avere fatto questo, quel qualcuno ha avuto il coraggio di rivolgersi sarcasticamente a chi lo invitava ad uscire. Concludo dicendo che in un mondo come il nostro dove l egoismo prevale ormai sull altruismo, si cominci a pensare che oltre quella porta d ospedale ci può essere una vita da salvare. Approfitto comunque per ringraziare, non solo lo staff medico di Cona, ma anche tutte le autorità competenti, i vigili del fuoco e tutti coloro che ci sono stati vicini nella nostra disperazione. Silvia Bassi la mamma di Denis Scuola di medicina, Trombelli presidente Il professor Leonardo Trombelli è stato eletto presidente della Scuola di Medicina dell'università di Ferrara. Per i prossimi tre anni guiderà l'istituto che si occupa del coordinamento dei tre Dipartimenti di area medica (Morfologia, chirurgia e medicina sperimentale; Scienze biomediche e chirurgico specialistiche; Scienze mediche) in merito alle tematiche di carattere didattico e assistenziale sanitario. L'elezione è avvenuta all'unanimità (18 voti su 18). Cinquant anni, sposato con due figli, laureato in Odontoiatria a Ferrara, ricercatore nel 1990, poi associato nel 1995 all'università di Loma Linda (California), dal 2000 di nuovo a Ferrara, Trombelli è ordinario di Malattie Odontostomatologiche dal 2010 e Direttore dell'u.o. di Odontoiatria dell'azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e Coordinatore del Corso di Studi in Odontoiatria. «Esprimo - ha affermato il prof. Trombelli - il più sentito ringraziamento al Rettore, a tutti i colleghi del Consiglio della Scuola e a tutta la ex Facoltà di Medicina e Chirurgia, per aver sostenuto compatti sia l'esigenza della creazione della Scuola stessa sia per la fiducia accordatami personalmente per la sua conduzione». Il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani ha inviato al prof. Leonardo Trombelli e al rettore prof. Pasquale Nappi, le proprie congratulazioni. «La nomina all'unanimità del prof. Trombelli, ottimo clinico e ricercatore, ma anche docente motivato e capace di raccogliere ampi consensi prelude ad una stagione nuova della quale si sente urgentemente la necessità». Ospedale, misteri e polemiche COMACCHIO L impegno in difesa dell ospedale San Camillo non cala. Così partiti, movimenti, cittadini che hanno partecipato alle ultime iniziative stanno organizzando una nuova manifestazione che dovrebbe svolgersi sabato 8 febbraio. Intanto c è da registrare che l altra sera in consiglio comunale alcuni componenti della Consulta hanno aspettato la fine della seduta, con le risposte relative alle interpellanze presentate sulle sorti dell ospedale a seguito della chiusura del pronto soccorso, poi si sono rivolti direttamente al sindaco Fabbri. Sulla rimozione dei segnali stradali, da strade provinciali e statali,

6 indicanti la direzione da seguire per arrivare all ospedale. «Non riusciamo a capire perché la rimozione dei segnali con la scritta ospedale - ha sottolineato una delle fondatrici della Consulta -. Il San Camillo è ancora attivo: non c'è più il pronto soccorso, ma in nessuno dei cartelli tolti vi era la scritta pronto soccorso, ma solo ospedale. Secondo noi non andavano tolti, perché così si toglie la possibilità a chi magari deve anche solo sostenere una visita specialistica in uno degli ambulatori del San Camillo, e viene da fuori territorio, di non riuscire ad arrivare a destinazione. Si è stato creato un disservizio». Ieri mattina poi, clima ancora teso all ospedale dopo che, per un paventato infarto, un 30enne di San Giuseppe è stato accompagnato in auto da un amico al punto di primo intervento, notoriamente chiuso. I diverbi tra alcuni sostenitori della Consulta che stanno turnandosi da ormai tre mesi, per impedire la trasformazione dell ospedale in casa della salute e un dipendente hanno avuto origine dopo che si è reso necessario chiamare l ambulanza, per trasportare il giovane a Valle Oppio, dato che l amico si era allontanato per recarsi al lavoro. «Automedica e ambulanza sono arrivate in pochi minuti riconosce Fabrizio Guidi, uno dei volontari della Consulta presenti in quel frangente -, ma dopo un po è sceso un dipendente e davanti alla nostra domanda perché l ambulanza non fosse nel parcheggio dell ospedale, ci ha risposto che non rimane perché ci siamo noi ad occupare l ospedale. Poi si è bloccato di colpo, perché ha capito la gaffe commessa». Secondo Guidi si ripetono negli ultimi tempi le accuse rivolte alla Consulta, secondo le quali sarebbero gli occupanti dell ospedale a far arrivare pazienti benché il punto di primo intervento sia stato chiuso. «Siamo stufi di essere tacciati ingiustamente di cose che non facciamo si sfoga Guidi e non è vero che intralciamo le attività dei medici e dei dipendenti».

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza ESSERE AIUTA

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1 Tiratura 09/2015: 391.681 Diffusione 09/2015: 270.207 Lettori Ed. II 2015: 2.458.000 Quotidiano - Ed. nazionale Dir. Resp.: Ezio Mauro da pag. 37 24/11/2015 Responsabilità professionale. Intervista a Trojano

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Nomina Presidente Eugenio Gaudio

RASSEGNA STAMPA. Nomina Presidente Eugenio Gaudio RASSEGNA STAMPA Nomina Presidente Eugenio Gaudio Data: 06/03/2014 Media: Quotidiano online Economia: Gaudio neo presidente Associazione Progresso Mezzogiorno 17:07 MILANO (MF-DJ)--L'assemblea ordinaria

Dettagli

U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA E NEURORIABILITAZIONE

U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA E NEURORIABILITAZIONE TERZA SESSIONE IL PERCORSO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE: I NODI DELLA RETE Giovanna Beretta Dirigente Struttura Complessa Medicina Fisica e Riabilitativa. A.O. Niguarda, Milano Buongiorno a tutti. Ringrazio

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono:

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono: ABSTRACT Dal titolo del presente elaborato, già si può intuire che l argomento di cui si andrà a trattare è l analisi degli aspetti che ruotano intorno alla maternità multiculturale. Viene presa in considerazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 118 - SCHEDA N.1 CHE COS È IL NUMERO 1-1-8 1-1-8 è il numero telefonico, unico su tutto il territorio nazionale, di riferimento per tutti i casi di richiesta di soccorso sanitario in una situazione di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 6 Al Pronto Soccorso CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani Spunto per uno studio comparativo tra la scuola degli anni 60 e quella di oggi A cura dell OSP di Pisa 1 Premessa

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA Dott. Mirio Camuzzi L area relativa alla emergenza/urgenza rappresenta uno dei nodi più critici della programmazione sanitaria e si propone come una delle

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Federica Danesi federica.danesi@unife.it. Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014

Federica Danesi federica.danesi@unife.it. Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014 Federica Danesi federica.danesi@unife.it Telelavoro: perché? Ferrara, 27/10/2014 Com è cominciata Ho due bimbe, una di 6 e l altra di 2 anni, mio marito spesso lavora fuori città e da febbraio 2013 IO

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza Contenuti informativi Pagina 1 di 9 L accesso all informazione favorisce

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI:

DIVENTARE GENITORI OGGI: In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: ASPETTI MEDICO-SANITARI Sintesi della ricerca Roma, 2 aprile 2015 Che il nostro Paese viva un problema di scarsa natalità è un opinione che la grande parte

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Sintesi dei risultati di ricerca Preparata per O.N.Da Milano, 20 gennaio 2011 SCENARIO E OBIETTIVI

Dettagli

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI Settembre/Ottobre 2009 QUESTIONARIO: Analisi della soddisfazione del paziente sul servizio. U.O. coinvolte

Dettagli

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO DIRETTORE Prof. Pasquale Di Pietro Ospedale Accreditato Joint Commission International PREMESSA I dati nazionali e internazionali disponibili dimostrano

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL REGNO SIMONE Indirizzo Telefono cell. az. 3284206123 Fax Lavoro 055 5662559 E-mail s.delregno@meyer.it

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Assistenza ai malati oncologici. Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio

Assistenza ai malati oncologici. Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio Conferenza Stampa Assistenza ai malati oncologici Il Dr. Vittorio Franciosi all ospedale di Vaio Mercoledì 23 luglio 2008 - ore 11 sala A Ospedale di Fidenza Alla Conferenza Stampa intervengono: Maria

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Rubrica Primo Piano 41 Il Messaggero - Cronaca di Roma 11/06/2015 "MI HANNO

Dettagli

Curriculum Associazione Belluno-DONNA

Curriculum Associazione Belluno-DONNA Curriculum Associazione Belluno-DONNA 1. L Origine dell Associazione L Associazione Belluno-DONNA onlus è nata nel 2003 dal Gruppo di lavoro sulla violenza alle donne che nel 2001, insieme ai Medici di

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA Se mi ammalo cosa faccio? Ti rivolgi alla famiglia che ti ospita e poi all accompagnatore e/o al tutor dell ente di accoglienza, che provvederanno, se è il caso,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado 5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado Percorso didattico: Accogliere e orientare Autore Corrado Marchi e Franca Regazzoni Scuola Scuola secondaria di secondo grado Classi Prima, terza, quarta

Dettagli

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro Le riflessioni del Gruppo Geode Anna Porta Psicologa Hospice l Orsa Maggiore Biella HOSPICE EQUIPE Psicologo Medici Infermieri OSS Volontari

Dettagli

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia

Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia PROGRAMMA Percorso di aggiornamento e confronto per Responsabili Sanitari delle Strutture Socio-Sanitarie della Lombardia Anno 2013 2014 PREMESSA L ASL di Brescia, in collaborazione con SItI - Società

Dettagli

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Conoscenza e consapevolezza per un migliore vivere sociale Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Convegno giovani Palazzo Mezzanotte, Milano

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PECORARO SCANIO. Istituzione delle scuole di sessuologia clinica presso le università

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PECORARO SCANIO. Istituzione delle scuole di sessuologia clinica presso le università Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 6253 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato PECORARO SCANIO Istituzione delle scuole di sessuologia clinica presso le università Presentata

Dettagli

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri Organizzazione dei servizi sanitari Dr. Silvio Tafuri Premessa metodologica Classificazione dei sistemi sanitari in base alle fonti di finanziamento: n n n n Sistemi assicurativi Sistemi finanziati dalla

Dettagli

Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117

Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117 Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117 Animatore di formazione: dottor Michele Di Paolantonio Docente: dottor Walter Palumbo Il passato prossimo I riferimenti

Dettagli

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Le opinioni degli studenti raccolte tramite i gruppi Facebook Sondaggio promosso dai Rappresentati degli Studenti nel

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Servizio di Accoglienza Informazioni-Accompagnamento. Report II Semestre

Servizio di Accoglienza Informazioni-Accompagnamento. Report II Semestre Servizio di Accoglienza Informazioni-Accompagnamento Report II Semestre Brindisi 06.05.2011 Indice Premessa.pag. 1 Metodologia lavorativa..pag. 2 Informazioni logistiche..pag. 3 / 8 Informazioni Amministrative

Dettagli

Assessorato Lavoro, Cultura e Identità dei Territori Assessorato Politiche di coesione sociale, Pari Opportunità e Formazione Professionale

Assessorato Lavoro, Cultura e Identità dei Territori Assessorato Politiche di coesione sociale, Pari Opportunità e Formazione Professionale Provincia di Mantova Assessorato Lavoro, Cultura e Identità dei Territori Assessorato Politiche di coesione sociale, Pari Opportunità e Formazione Professionale IO SCELGO 2016 GUIDA ALL ORIENTAMENTO Percorsi

Dettagli

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori Massimo Annicchiarico è nato a Taranto nel 1958. Si è laureato in medicina e chirurgia presso l Università degli Studi di Bologna e successivamente specializzato in Medicina Interna e in Cardiologia. Dal

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CLAUDIA LEPRATTO Indirizzo ASL AL SEDI DI OVADA E ACQUI TERME Telefono 0143/826402-0144 777374 Fax 0143 /826404-0144

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it

Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it 12 Istituto Comprensivo A.Moro 1 Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it GIANNA BERETTA MOLLA - Via N. Sauro, 1 - Sabbio

Dettagli

Tecnico per l amministrazione Economico- finanziaria

Tecnico per l amministrazione Economico- finanziaria in collaborazione con: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI SACRO CUORE di MILANO CFP. IAL. LOMBARDIA IMPRESE DEL TERRITORIO VIADANESE - CASALASCO ORDINI PROFESSIONALI Istruzione Formazione Tecnica Superiore Tecnico

Dettagli

Criteri irrinunciabili nella ridefinizione dei

Criteri irrinunciabili nella ridefinizione dei Commissione Nazionale Corsi di Laurea in Infermieristica Milano 10 giugno 2011 Criteri irrinunciabili nella ridefinizione dei protocolli d intesa d Università - Regioni Valerio Dimonte Legge 30 DICEMBRE

Dettagli

EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA. Afd Moreno Saccon Coordinatore Infermieristico Direzione Medica. Copia in distribuzione controllata

EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA. Afd Moreno Saccon Coordinatore Infermieristico Direzione Medica. Copia in distribuzione controllata Pag 1 di 6 TRASPORTO DEL PAZIENTE per l esecuzione di esami / visite specialistiche / trasferimenti / esami radiologici all interno. EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA FUNZIONE Afd Paolo Scattolin

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Provincia Autonoma TRENTO

Provincia Autonoma TRENTO Provincia Autonoma TRENTO 1 INDICE :::::::::::::: 1. Introduzione a. processo di ascolto 2. Principali temi emersi 3. Le buone pratiche regionali 2 Introduzione 1La Provincia Autonoma di Trento ha attivato

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma)

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Polo Universitario Aretino (PUA) Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Arezzo, Febbraio-Marzo 2014 1 Il Polo Universitario Aretino www.polo-uniar.it I Soci del Polo (Istituzioni,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 17 GENNAIO 2013 L anno 2013 il giorno 17 del mese

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

claudia.sfiligoi@ass2.sanita.fvg.i paolo.luppieri@ass2.sanita.fvg telefono:0481 592247-48

claudia.sfiligoi@ass2.sanita.fvg.i paolo.luppieri@ass2.sanita.fvg telefono:0481 592247-48 * SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA Azienda per l Assistenza Sanitaria n2 Bassa Friulana -Isontina Ospedale San Giovanni di Dio Gorizia Unita Operativa di Odontostomatologia

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso Cognome Nome Qualifica SSD Poli Albino Prof. Ordinario

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI...

SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI... Pag. 1 di 8 SOMMARIO PRESENTAZIONE...2 PARTE I: PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE...3 PARTE II: LE NOSTRE ATTIVITÀ...5 PARTE III: I NOSTRI STANDARD ED IMPEGNI...7 PARTE IV: LA VERIFICA DEGLI IMPEGNI ASSUNTI...8

Dettagli

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE Università degli Studi di Bari Il giorno 29.09.2010 alle ore 19.00, presso l aula delle cliniche ortopediche della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Policlinico di Bari, in seguito a convocazione del

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO Il panorama che stiamo osservando in questi ultimi anni aumenta la diseguaglianza sociale ed allarga la forbice delle povertà. Le azioni del non profit stanno diventando

Dettagli

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO PER 2009 SCUOLA - 2010 PRIMARIA Il di Centro Gruppo Matematica di ricerca F. Enriques sulla didattica dell'università della matematica degli Studi nella scuola di Milano,

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

COSP-CENTRO DI SERVIZIO DI ATENEO PER L ORIENTAMENTO ALLO STUDIO E ALLE PROFESSIONI

COSP-CENTRO DI SERVIZIO DI ATENEO PER L ORIENTAMENTO ALLO STUDIO E ALLE PROFESSIONI Newsletter orientamento UniMi Anno accademiico 2011-2012 Ai Presidi e ai Delegati per l orientamento Gentili Professori, segnaliamo le iniziative di orientamento promosse dal Cosp e organizzate in collaborazione

Dettagli

TUMORI: PANCREAS, ITALIA ULTIMA IN UE PER TEMPI ACCESSO CURE

TUMORI: PANCREAS, ITALIA ULTIMA IN UE PER TEMPI ACCESSO CURE 08-04-2014 LETTORI 495.000 TUMORI: PANCREAS, ITALIA ULTIMA IN UE PER TEMPI ACCESSO CURE (ANSA) - ROMA, 08 APR - I pazienti italiani che soffrono di tumore al pancreas, uno dei piu' letali, hanno la maglia

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

ASSOCIAZIONE VOLONTARIATO FIORANESE ONLUS

ASSOCIAZIONE VOLONTARIATO FIORANESE ONLUS ASSOCIAZIONE VOLONTARIATO FIORANESE ONLUS Via Cameazzo, 6 CAP 41042 Fiorano Modenese (MO) Autorizz. n 50 del 24 marzo 1997 R.P. del Volontariato C.F. 93015330363 Tel. 0536.910386 Fax 0536.838245 amministrazione@avfiorano.it

Dettagli

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009.

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie  presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009. C U R R I C U L U M P R O F E S S I O N A L E Giorgi Federica nata a Velletri il 05.05.1950. Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico

Dettagli