La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40"

Transcript

1 31 gennaio 2014 Il Resto del Carlino La crisi taglia i parti: a picco le nascite Le mamme? Over 40 QUELLO che non ha potuto il cambio di ospedale, da via Giovecca a Cona, e il terremoto, lo ha fatto la crisi. Questa la tesi addotta dall esperto, Stefano Caracciolo, docente del dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche a Unife, sui dati forniti dall azienda ospedaliera. Le nascite di bei pargoli ferraresi numericamente crollano: nel 2009 erano 1630, oggi Centosessantasei parti in meno in cinque anni, una media all incirca di 33 gravidanze in meno portate a termine ogni anno. «Il trasferimento di ospedale spiega Caracciolo non ha avuto nessun effetto sulle nascite al Sant Anna di Ferrara. E neppure il terremoto. I motivo possono essere diversi ma più di tutto ha inciso la crisi. GLI STRANIERI. Nel panorama che emerge incrociando i dati dell azienda ospedaliera spicca la sostanziale tenuta, in alcuni casi una leggera diminuzione, della percentuale dei nati da donne straniere. In nove anni dal 2001 al 2010 il numero di gravidanze di mamme di altre etnie era letteralmente lievitato dal 2,7% del 2001 al 28% del Da allora con leggere flessioni e riprese il numero si è sostanzialmente mantenuto, arrestando la vorticosa salita del periodo precedente. «Negli anni che vanno dal 2011 al 2013 ci si sarebbe dovuti attendere un calo più drastico spiega il docente. Le ondate migratorie si stanno fermando, soprattutto nel Ferrarese, data la mancanza di posti di lavoro». Un altra interessante curiosità riguarda l età delle mamme: pochissime le ragazze madri al di sotto dei vent anni. Novantotto mamme su 1464 che hanno partorito nel 2013 avevano al momento del parto un età superiore ai 40. Mentre scendono le puerpere tra i 21 e i 30 anni, 469 sul totale, aumentano le gravidanze per le donne tra i trenta e i 40, ben 867. «È chiaro dice Caracciolo che la situazione è consentita da quelli che nell ambiente definiamo fattori sociali correttivi, ad esempio i contraccettivi. Perché normalmente l età più ferile è tra i 20 e i 30 anni». Su una popolazione di oltre 130mila abitanti, le interruzioni di gravidanza sono state quasi 400 solo nel Per l esattezza 398. ABORTO. Il dato è in calo, secondo i numeri forniti dal Sant Anna, perché nel 2012 gli aborti sono stati 425. «Il fenomeno è antico come il mondo commenta il professor Caracciolo. Abbiamo testimonianze di aborti fin dall antichità in Grecia. La legge italiana, risalente alla fine degli anni Settanta, serviva per regolare i casi di infanticidio, quei casi, ancora presenti, di mamme che gettano il loro bimbo nel cassonetto». La diminuzione degli aborti nel nostro territorio è, secondo il docente, «un segnale del cambiamento di mentalità che si è verificato negli ultimi tempi, merito anche delle campagne di prevenzione a favore di metodi contraccettivi». Ma su questo interviene Chiara Mantovani, presidente ferrarese di Scienza e vita: «Non è la diffusione dei contraccettivi la causa della riduzione di alcuni metodi d aborto spiega il medico. Non solo non abbiamo prove di una correlazione tra aborto e contraccettivi, ma ci sono alcuni casi paradigmatici, come il caso inglese. L Inghilterra è tra gli stati in Europa con più incidenza di gravidanze in età giovanile. Hanno pensato di risolvere con il profilattico e non hanno avuto risultati».

2 Leonardo Trombelli è il nuovo presidente IL PROFESSOR Leonardo Trombelli è stato eletto ieri presidente della Scuola di Medicina dell Università di Ferrara. Per i prossimi tre anni guiderà l istituto che si occupa del coordinamento dei tre Dipartimenti di area medica (Morfologia, chirurgia e medicina sperimentale; Scienze biomediche e chirurgico specialistiche; Scienze mediche) in merito alle tematiche di carattere didattico e assistenziale sanitario. L elezione è avvenuta all unanimità. IL DOCENTE ha 50 anni, è sposato, ha due figli. Laureato in Odontoiatria a Ferrara, ricercatore nel 1990, poi associato nel 1995 all Università di Loma Linda (California), dal 2000 è di nuovo a Ferrara, come ordinario di Malattie Odontostomatologiche dal 2010 e direttore dell U.O. di Odontoiatria dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e Coordinatore del corso di Studi in Odontoiatria. «Esprimo ha affermato Trombelli il più sentito ringraziamento al Rettore, a tutti i colleghi del Consiglio della Scuola e a tutta la ex facoltà di Medicina e Chirurgia, per aver sostenuto compatti sia l esigenza della creazione della scuola stessa, sia per la fiducia accordatami personalmente per la sua conduzione. Sono convinto che la scuola di Medicina saprà al meglio rappresentare nel contesto della città, dell ateneo ferrarese e della sanità territoriale, il valore aggiunto di competenza e professionalità che la ex facoltà medica ha sempre prodotto». Appena informato della sua nomina il sindaco Tiziano Tagliani ha subito inviato al neo presidente della scuola di Medicina e al rettore Pasquale Nappi, le proprie congratulazioni: «La nomina all unanimità del professor Trombelli, ottimo clinico e ricercatore, ma anche docente motivato e capace di raccogliere ampi consensi ha espresso il sindaco Tagliani prelude ad una stagione nuova della quale si sente urgentemente la necessità». «I DIPARTIMENTI medici sono infatti chiamati, con le istituzioni locali e sanitarie continua il primo cittadino, ad una fase di confronto serrato sugli scenari regionali e non solo. In questo contesto non facile, la coesione è la più convincente e necessaria delle condizioni di avvio. Sullo sfondo, in primo luogo, c è sicuramente la qualità dei servizi sanitari per i cittadini di questo territorio, ma anche il futuro stesso della ricerca e della presenza a Ferrara di una esperienza accademica straordinaria che deve vivere in un sistema oggi in fase di totale trasformazione. L auspicio è che queste trasformazioni avvengano senza sudditanze ma anche con grandi capacità di relazioni». Ospedale, sindacato in allarme «Troppo caos in area medica» «CARI direttori, è mancata la capacità di gestire la fusione tra il reparto di cardiologia e il reparto di medicina». A denunciare la confusione che regna nell ospedale Santissima Annunziata, dopo l inaugurazione dell area medica da parte del sindaco Piero Lodi e il direttore generale Paolo Saltari sono Marco Blanzieri e Luca Minelli dell Fp Cigl che elencano in una lettera le criticità ad oggi emerse. «Si riscontrano spiegano i sindacalisti grosse difficoltà organizzative, in quanto, nonostante siano stati fatti precedentemente alla fusione dei reparti gruppi di lavoro per uniformare le procedure assistenziali, ancora oggi ognuno balla con sua nonna. Per fare qualche esempio, la scheda di somministrazione della terapia, dove si segnano le medicine da dare ai pazienti ai diversi orari, doveva essere unica ed uguale in tutta l area medica ed invece ogni reparto ha mantenuto la sua; per gli esami proseguono, se un infermiere della ex cardiologia deve prenotare per un paziente della medicina o viceversa deve farsi prestare il codice personale di un altro infermiere, atto che, secondo noi, li sottopone a rischi». BLANZIERI e Minelli ravvisano problemi anche nel caso si debba impiantare un pace

3 maker esterno in urgenza, «perché l infermiere dell area deve lasciare il posto di lavoro e trasferirsi in sala operatoria. E, inoltre, Non è mai stata fatta una riunione sull organizzazione del lavoro con tutti gli operatori insieme». Secondo i sindacalisti è stato buttato a mare il lavoro, durato sei mesi, dei gruppi professionali, i cui elaborati e le proposte fatte per arrivare ad un modello di area per intensità di cura sono state lasciate nel cassetto, «questo, comunicando i turni di lavoro giorno per giorno e togliendo inoltre la presenza importante dell operatore socio sanitario dal turno notturno». MA continuano a vedere l ospedale di Cento strategico per quel territorio, dati i problemi legati al terremoto che ha penalizzato le strutture di Finale Emilia, Mirandola e Bondeno ed alcune scelte strategiche della sanità Bolognese che hanno depotenziato alcuni presidi limitrofi. «Crediamo concludono Blanzieri e Minelli che, se se ben governata e integrata nella rete provinciale, Santissima Annunziata può rappresentare un volano di sviluppo per tutta la provincia. Una certezza noi la abbiamo: la preparazione e la professionalità del personale dei reparti e dei servizi è sicuramente quella giusta per un salto di qualità». «Un nuovo medico: quanto resterà?» GLI ABITANTI di Coronella vivono col fiato sospeso l arrivo del nuovo medico di famiglia. A fronte della nuova assegnazione, dopo la messa a concorso del posto, auspicano un assistenza di base finalmente continua. Lo stato d animo è evidente nella testimonianza che giunge da un gruppo di cittadini. «Negli ultimi 8 anni si legge in una lettera altrettanti medici si sono succeduti nel nostro paese, dei quali ben 5 da giugno 2013 a ora. Come non comprendere l importanza della continuità di questo servizio, come non pensare ai benefici di un medico di riferimento, che nel tempo conosce alla perfezione i suoi assistiti. Come non valutare che tutto ciò possa anche essere un diritto dei cittadini, diritto che da tempo, diverse persone del paese vanno a cercare altrove (i mutuati attualmente in carico sono scesi a 382, ndr). E, per finire, come non capire che decisioni corrette o sbagliate possono far fiorire o far anche morire un paese come il nostro, peraltro in espansione». I coronellesi lo avevano ribadito nel gremito incontro di ottobre a cui avevano partecipato anche il sindaco Paolo Pavani e Mauro Manfredini, direttore del Distretto Ovest dell Ausl. «Allora riferiscono - le autorità competenti avevano manifestato il loro massimo interessamento, naturalmente nel rispetto delle leggi». La graduatoria, nel frattempo, è stata scorsa e un professionista ha accettato l incarico. «In questi giorni quindi arriverà un nuovo medico incaricato: per quanto tempo nessuno lo può dire. Per parte nostra speriamo interpreti il suo lavoro come chi per ultimo lo ha preceduto. L ultimo medico assegnato rimarcano aveva con la sua dedizione, disponibilità e grande professionalità, ridato serenità al nostro paese. Risulta incomprensibile, pur in presenza di ottimo punteggio, come non possa trovare occupazione, magari da noi, un professionista esemplare, che ringraziamo profondamente e sentitamente per il pur breve periodo trascorso a Coronella». Ambulanza bloccata nella sede dei pompieri: pronta nuova protesta COMACCHIO non si ferma e continua a far sentire la propria voce sulla questione sanitaria. Principale oggetto di attenzione è in questo momento la mancanza dell autoambulanza all ospedale San Camillo. L ambulanza è attualmente ospitata nella sede locale dei vigili del fuoco, trasferita lì, dopo gli eventi dell 8 gennaio, con la chiusura improvvisa del punto di primo soccorso del nosocomio e la contestazione della popolazione. Per portare avanti la protesta contro tale decisione di tenere l ambulanza lontana dal San Camillo, è prevista per l 8 di febbraio, a un mese di distanza da quelle

4 vicende, un altra manifestazione popolare. Gli stessi accordi regionali hanno stabilito che il mezzo debba rimanere collocato all interno della struttura, ma essi sono così disattesi perché, secondo l Asl al momento mancherebbero le condizioni che non ne permetterebbero il collocamento dove stabilito. A più riprese e da più parti a Comacchio si sono alzate voci che hanno sottolineato l assenza di rischi di qualsiasi sorta. Anche mercoledì scorso, nel corso del consiglio comunale, lo stesso sindaco Marco Fabbri ha sottolineato l assenza di ostacoli al ritorno dell ambulanza nell ospedale e ha sottolineato che continuerà a chiederne il ripristino e ha annunciato a breve l invio di un esposto per le modalità di chiusura del pronto soccorso. Trapelano, intanto, anche indiscrezioni su nuovi pesanti esposti a carico dell Ausl da parte della Consulta. La Nuova Ferrara Quinta ambulanza dai risparmi su trasporti e Ps L impegno a salire da 4 a 5 ambulanze sempre a disposizione per l emergenza territoriale, così come indicato dalla Conferenza sanitaria, è confermato, ma le risorse in termini di personale e mezzi dovranno venire fuori dalla riorganizzazione del servizio. L indomani del trasferimento della centrale operativa del 118 al Maggiore di Bologna, l incontro di ieri mattina tra i vertici dell Asl, la dirigenza del Sant Anna e i sindacati, ha posto le basi per le riorganizzazione del Sistema di emergenza-urgenza pre ospedaliera di Ferrara. Entro febbraio il piano sarà pronto, è l impegno preso dal direttore generale Asl, Paolo Saltari, con tanto di riferimento al documento della Conferenza sanitaria che prevede, appunto, l aumento della pronta disponibilità di ambulanze. «È un riferimento incoraggiante, anche se è meglio attendere il piano prima di sbilanciarsi - ha sottolineato Claudia Canella (Cisl) - Ci sono altri punti importanti, come i mezzi con 300mila chilometri alle spalle e alcuni aspetti delle convenzioni con le associazioni, in quanto i criteri per gli accreditamenti nel tempo sono stati aggiornati». Stando alle prime indicazioni ancora non esplicitate, in effetti, proprio dal riordino delle convenzioni, ed in particolare dei servizi di trasporto secondari tra ospedali che vengono effettuati con i mezzi dell emergenza, si cercherà di liberare risorse per il potenziamento del soccorso. Tornerà utile in questo quadro anche la chiusura del Pronto soccorso di Comacchio, al proposito del quale Saltari ha ribadito la linea già più volte espressa: non c è stato un blitz, le informazioni erano state fornite preventivamente alle istituzioni locali. La riunione è servita anche a fare il punto sui Dipartimenti interaziendali: Informatica ed Economato, istituiti nel 2010, sono finalmente sul punto di far uscire i bandi per le posizioni organizzative, mentre si comincia a discutere anche del Dipartimento interaziendale del personale, uno dei più complessi. È stato poi trovato un accordo per i tempi determinati che riguarda una quindicina di addetti. Il cordone ombelicale Oggi alle 18.30, presso la Caffetteria Oficina 24, in via Borgo dei Leoni 24, gli specialisti di Cryo-Save saranno a disposizione del pubblico con il seminario informativo Conservare il cordone ombelicale, una scelta consapevole. La scelta relativa alla conservazione delle cellule staminali cordonali deve essere presa nella piena consapevolezza sulla tematica. A tal fine Cryo-Save, società leader in Italia e in Europa nel settore dell informazione medicoscientifica sui temi dell utilizzo delle cellule staminali e della loro conservazione, organizza un fitto calendario di incontri in tutta Italia che consentono di approfondire la materia. L incontro è gratuito e dedicato ai futuri genitori, per conoscere tutti gli aspetti medici, scientifici e legali relativi alla conservazione delle cellule staminali neonatali.

5 «A chi urlava contro i medici esprimo solo il mio disprezzo» Nessuno (se non chi l ha provato) può immaginare cosa può essere questo dolore. È un dolore atroce che ti porta via dal tuo mondo fatto della tua quotidianità, ad un altro dove trovi solo angoscia, disperazione ed infine il vuoto dentro di te. È questo il dolore che ogni genitore prova nel vedere il proprio figlio, nel pieno della sua giovinezza, privo di vita su di un lettino di un ospedale. Ti rendi conto in quel momento che tutta la vita che hai dato per quel figlio se n è andata insieme a lui. Mentre scrivo, piango, ma sento che devo andare avanti perchè, chi purtroppo ha avuto il coraggio in quella notte del 21 luglio 2013, entrando di prepotenza con urla e insolenze nella sala di rianimazione dell ospedale di Cona, disturbando l operato dei medici nell intento di rianimare Denis (non solo coi loro mezzi) ma con tanta umanità, sappia che io come mamma non posso fare altro che esprimere il più grande disprezzo, perchè oltre ad avere fatto questo, quel qualcuno ha avuto il coraggio di rivolgersi sarcasticamente a chi lo invitava ad uscire. Concludo dicendo che in un mondo come il nostro dove l egoismo prevale ormai sull altruismo, si cominci a pensare che oltre quella porta d ospedale ci può essere una vita da salvare. Approfitto comunque per ringraziare, non solo lo staff medico di Cona, ma anche tutte le autorità competenti, i vigili del fuoco e tutti coloro che ci sono stati vicini nella nostra disperazione. Silvia Bassi la mamma di Denis Scuola di medicina, Trombelli presidente Il professor Leonardo Trombelli è stato eletto presidente della Scuola di Medicina dell'università di Ferrara. Per i prossimi tre anni guiderà l'istituto che si occupa del coordinamento dei tre Dipartimenti di area medica (Morfologia, chirurgia e medicina sperimentale; Scienze biomediche e chirurgico specialistiche; Scienze mediche) in merito alle tematiche di carattere didattico e assistenziale sanitario. L'elezione è avvenuta all'unanimità (18 voti su 18). Cinquant anni, sposato con due figli, laureato in Odontoiatria a Ferrara, ricercatore nel 1990, poi associato nel 1995 all'università di Loma Linda (California), dal 2000 di nuovo a Ferrara, Trombelli è ordinario di Malattie Odontostomatologiche dal 2010 e Direttore dell'u.o. di Odontoiatria dell'azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e Coordinatore del Corso di Studi in Odontoiatria. «Esprimo - ha affermato il prof. Trombelli - il più sentito ringraziamento al Rettore, a tutti i colleghi del Consiglio della Scuola e a tutta la ex Facoltà di Medicina e Chirurgia, per aver sostenuto compatti sia l'esigenza della creazione della Scuola stessa sia per la fiducia accordatami personalmente per la sua conduzione». Il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani ha inviato al prof. Leonardo Trombelli e al rettore prof. Pasquale Nappi, le proprie congratulazioni. «La nomina all'unanimità del prof. Trombelli, ottimo clinico e ricercatore, ma anche docente motivato e capace di raccogliere ampi consensi prelude ad una stagione nuova della quale si sente urgentemente la necessità». Ospedale, misteri e polemiche COMACCHIO L impegno in difesa dell ospedale San Camillo non cala. Così partiti, movimenti, cittadini che hanno partecipato alle ultime iniziative stanno organizzando una nuova manifestazione che dovrebbe svolgersi sabato 8 febbraio. Intanto c è da registrare che l altra sera in consiglio comunale alcuni componenti della Consulta hanno aspettato la fine della seduta, con le risposte relative alle interpellanze presentate sulle sorti dell ospedale a seguito della chiusura del pronto soccorso, poi si sono rivolti direttamente al sindaco Fabbri. Sulla rimozione dei segnali stradali, da strade provinciali e statali,

6 indicanti la direzione da seguire per arrivare all ospedale. «Non riusciamo a capire perché la rimozione dei segnali con la scritta ospedale - ha sottolineato una delle fondatrici della Consulta -. Il San Camillo è ancora attivo: non c'è più il pronto soccorso, ma in nessuno dei cartelli tolti vi era la scritta pronto soccorso, ma solo ospedale. Secondo noi non andavano tolti, perché così si toglie la possibilità a chi magari deve anche solo sostenere una visita specialistica in uno degli ambulatori del San Camillo, e viene da fuori territorio, di non riuscire ad arrivare a destinazione. Si è stato creato un disservizio». Ieri mattina poi, clima ancora teso all ospedale dopo che, per un paventato infarto, un 30enne di San Giuseppe è stato accompagnato in auto da un amico al punto di primo intervento, notoriamente chiuso. I diverbi tra alcuni sostenitori della Consulta che stanno turnandosi da ormai tre mesi, per impedire la trasformazione dell ospedale in casa della salute e un dipendente hanno avuto origine dopo che si è reso necessario chiamare l ambulanza, per trasportare il giovane a Valle Oppio, dato che l amico si era allontanato per recarsi al lavoro. «Automedica e ambulanza sono arrivate in pochi minuti riconosce Fabrizio Guidi, uno dei volontari della Consulta presenti in quel frangente -, ma dopo un po è sceso un dipendente e davanti alla nostra domanda perché l ambulanza non fosse nel parcheggio dell ospedale, ci ha risposto che non rimane perché ci siamo noi ad occupare l ospedale. Poi si è bloccato di colpo, perché ha capito la gaffe commessa». Secondo Guidi si ripetono negli ultimi tempi le accuse rivolte alla Consulta, secondo le quali sarebbero gli occupanti dell ospedale a far arrivare pazienti benché il punto di primo intervento sia stato chiuso. «Siamo stufi di essere tacciati ingiustamente di cose che non facciamo si sfoga Guidi e non è vero che intralciamo le attività dei medici e dei dipendenti».

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Nomina Presidente Eugenio Gaudio

RASSEGNA STAMPA. Nomina Presidente Eugenio Gaudio RASSEGNA STAMPA Nomina Presidente Eugenio Gaudio Data: 06/03/2014 Media: Quotidiano online Economia: Gaudio neo presidente Associazione Progresso Mezzogiorno 17:07 MILANO (MF-DJ)--L'assemblea ordinaria

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 6 Al Pronto Soccorso CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso

Dettagli

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori Massimo Annicchiarico è nato a Taranto nel 1958. Si è laureato in medicina e chirurgia presso l Università degli Studi di Bologna e successivamente specializzato in Medicina Interna e in Cardiologia. Dal

Dettagli

OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA)

OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA) Assessorato politiche per la salute Situazione terremoto 31 maggio 2012 ore 17 Provincia di Modena Ospedale di Mirandola OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA) Evacuato dopo la prima scossa del 20 maggio.

Dettagli

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale CONVEGNO INTERNAZIONALE ACCREDITAMENTO, PROGRAMMI DI VALUTAZIONE ESTERNA E SICUREZZA DEL PAZIENTE Roma, 7-8 marzo 2011 Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 5 Novembre 2014. Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 5 Novembre 2014. Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana Pagina 1 di 7 rassegna stampa Data 5 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana Lettere & opinioni Rossi proprio come Renzi non si confronta con il sindacato Codogno

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL REGNO SIMONE Indirizzo Telefono cell. az. 3284206123 Fax Lavoro 055 5662559 E-mail s.delregno@meyer.it

Dettagli

Il Policlinico nelle tue mani. Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina

Il Policlinico nelle tue mani. Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina Il Policlinico nelle tue mani Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina UNA BREVE INTRODUZIONE Il Policlinico Universitario Gaetano Martino è una

Dettagli

Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi

Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi C.A. Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi Argomento: Curriculum Vitae come da richiesta Dr. STEFANO SPECIALE - Medico Chirurgo Ordine di appartenenza: MEDICI CHIRURGHI

Dettagli

L e lauree biennali specialistiche per le professioni

L e lauree biennali specialistiche per le professioni editoriale Lauree specialistiche un traguardo importante per la professione Corsa ad ostacoli all italiana per l accesso Giovanni Muttillo, Presidente L e lauree biennali specialistiche per le professioni

Dettagli

IL DOLORE. Come riconoscerlo, come combatterlo. 17 ottobre 2015 Hotel The Queen Pastorano (CE)

IL DOLORE. Come riconoscerlo, come combatterlo. 17 ottobre 2015 Hotel The Queen Pastorano (CE) IL DOLORE Come riconoscerlo, come combatterlo 17 ottobre 2015 Hotel The Queen Pastorano (CE) Ble Consulting srl id. 363 numero ecm 136405, edizione 1 Responsabile scientifico Prof. Andrea Di Lauro Destinatari

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO TURNI DI GUARDIA E PRONTA DISPONIBILITÀ QUESITO (posto in data 4 gennaio 2014) Lavoro in una struttura complessa di Cardiologia con unità di terapia intensiva coronarica in un'azienda Ospedaliera

Dettagli

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna CERIMONIA DI APERTURA DEI CORSI E DI CONSEGNA DEI DIPLOMI Anno Accademico 2010 / 2011 Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna Pisa, 4 dicembre 2010 1 Autorità, Rettori,

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

Medicina, laurea honoris causa ai professori Bousquet e Drazen

Medicina, laurea honoris causa ai professori Bousquet e Drazen 22 novembre 2013 Il Resto del Carlino Il vecchio Sant Anna si ripopola con gli ambulatori della Prospettiva AUMENTANO i servizi sanitari all interno dell area ex Sant Anna, in corso Giovecca. In alcuni

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio. Vasco Errani convochi un tavolo per discutere dell ospedale del Delta»

Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio. Vasco Errani convochi un tavolo per discutere dell ospedale del Delta» 13 febbraio 2013 Il Resto del Carlino Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio NONOSTANTE lo sciopero nazionale delle sale parto, indetto dai sindacati di categoria per l intera

Dettagli

Sicuro di averti fornito utile informazione, Ti auguro un buon lavoro. Cordiali Saluti. Dott. Fabrizio Bozza

Sicuro di averti fornito utile informazione, Ti auguro un buon lavoro. Cordiali Saluti. Dott. Fabrizio Bozza Caro Collega, in qualità di Delegato del Presidente C.A.O. dell Ordine Provinciale dei Medici e degli Odontoiatri di Roma nella Commissione Prevenzione e Cura dei Tumori del Cavo Orale, Ti comunico che

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 9 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 9 Settembre 2015 Pagina 1 di 8 rassegna stampa 9 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi Maculopatia, i farmaci disponibili anche a Lodi Dona il sangue e scopre il virus: è il quinto caso della West Nile Parla Il primario «Evitiamo

Dettagli

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa dott. Marco Galbusera STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri dott. Graziano Gabetta

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Pagina 1 di 6 rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Codogno Il caso ospedale finisce ancora sotto i riflettori Casalpusterlengo

Dettagli

PARMA CURRICOLO VERTICALE DELLE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE UNA GABBIA DI LEONI. Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi

PARMA CURRICOLO VERTICALE DELLE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE UNA GABBIA DI LEONI. Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi Titolo Autrici Destinatari Dimensione UNA GABBIA DI LEONI Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi Secondaria di Primo Grado Interazione positiva e senso di appartenenza Obiettivi - Interagisce e si

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso Pagina 1 di 6 rassegna stampa 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Un trattamento del paziente attento e dignitoso Tre reparti formati da persone di qualità Codogno Medici di talento, premio ganelli a laura

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali?

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali? In questa pagina pubblichiamo le risposte alle domande più frequenti poste dai cittadini. Per altre informazioni potrete contattare l Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero telefonico 0331 751525.

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO DIRETTORE Prof. Pasquale Di Pietro Ospedale Accreditato Joint Commission International PREMESSA I dati nazionali e internazionali disponibili dimostrano

Dettagli

CLINICAL RISK MANAGEMENT AND TRIAGE: A SURVEY ON ITALIAN MINISTERIAL RECOMMENDATIONS

CLINICAL RISK MANAGEMENT AND TRIAGE: A SURVEY ON ITALIAN MINISTERIAL RECOMMENDATIONS CLINICAL RISK MANAGEMENT AND TRIAGE: A SURVEY ON ITALIAN MINISTERIAL RECOMMENDATIONS V Marinelli1, G. Beltrami2, F Lari3, A Vesprini4, F Giostra2 1 Università Politecnica delle Marche; 2 UOC MCAU ASUR

Dettagli

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci progetto di: LEELOO e STUDIOMAKER Ogni anno a Roma nascono circa 70 bambini al giorno. Anche oggi ne stanno nascendo 70. Se analizzassimo questo dato facendo un balzo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CLAUDIA LEPRATTO Indirizzo ASL AL SEDI DI OVADA E ACQUI TERME Telefono 0143/826402-0144 777374 Fax 0143 /826404-0144

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Conoscenza e consapevolezza per un migliore vivere sociale Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Convegno giovani Palazzo Mezzanotte, Milano

Dettagli

mercoledì 25 settembre 2013

mercoledì 25 settembre 2013 Rassegna Stampa CISL Bergamo mercoledì 25 settembre 2013 mercoledì 25 settembre 2013 CASAZZA La Diocesi di Bergamo nomina Enrico Madona amministratore delegato della Fondazione Piccinelli. Ma Madona

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.)

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.) Pagina 1 di 11 REGIONE LAZIO PROCEDURA PER LA NECROSCOPICA RELATIVA AI (C.O.B.) Data Rev. Redatto Verificato e approvato 10/10/2003 01/12/2011 0 1 Dott. Luca Guerini Dirigente Medico D.S. COB Dott. Franco

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA 2006 PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA tra La Regione Emilia-Romagna, in persona del Presidente della Giunta Regionale in carica Vasco Errani e L'Università

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo

RASSEGNA STAMPA Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 3/4/5 Gennaio 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo (05/01/2015) La Befana dei pompieri in ospedale, appuntamento con l Abio in pediatria

Dettagli

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale La CARTA dei SERVIZI del Medico di Medicina Generale Caro Cittadino, questa breve Carta dei Servizi è stata preparata per fornirti tutte le informazioni utili a garantire, tra te assistito e il tuo medico,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. leo.doc73@libero.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. leo.doc73@libero.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALESSANDRO LEONIDA Indirizzo VIA VOGHERA 9/A MILANO Telefono +393342147595 Fax E-mail leo.doc73@libero.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Laurea Specialistica in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche

CURRICULUM VITAE. Laurea Specialistica in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Luciana Andreis Data di nascita 12.12.1952 Amministrazione ASLCn1 Incarico attuale Coordinatore Risk Management Numero telefonico ufficio 0174676411 Fax dell

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE Università degli Studi di Bari Il giorno 29.09.2010 alle ore 19.00, presso l aula delle cliniche ortopediche della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Policlinico di Bari, in seguito a convocazione del

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARCHETTI FEDERICA Indirizzo PIAZZA DELLE VETTOVAGLIE, 35 56126 PISA Telefono cell. 347/3658099 ufficio 050/995751

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL Ansa SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL 2012 'EFFETTO BLOCCO DEL TURN-OVER, TAGLIO DEI COSTI PER 25 MILIONI' BOLOGNA, 28 GIU - A fine 2012, come effetto del blocco del turn-over, il sistema

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

Folgheraiter Giorgio

Folgheraiter Giorgio F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Folgheraiter Giorgio ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 05 aprile 2008 ad oggi 06.10.2010 Tipo di azienda

Dettagli

Rassegna Stampa. Lunedì 25 marzo 2013

Rassegna Stampa. Lunedì 25 marzo 2013 Rassegna Stampa Lunedì 25 marzo 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 25 marzo 2013

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Cognome(i) / Nome(i) Amico Mario Indirizzo(i) Via della Treggia, 110-06125 Perugia (Italia) Telefono(i) 075/5899471

Dettagli

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SCHEDA SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA Questo sistema è detto Sistema di EMERGENZA URGENZA e fa capo al numero UNICO 118. Il 118 è un numero telefonico attivo 24 ore su

Dettagli

Dott Enzo CONTENTI Referente Provinciale dell Associazione Italiana Fisioterapisti AIFI di

Dott Enzo CONTENTI Referente Provinciale dell Associazione Italiana Fisioterapisti AIFI di Verbale 5 Pag. n. 1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA ATTI della Riunione di consultazione del Comitato di indirizzo della Facoltà di Medicina e Chirurgia L anno 2010 (Duemiladieci) in questo giorno di

Dettagli

DOCENZE. Data 2008 Ente organizzatore Istituto clinico Città di Brescia s.p.a.

DOCENZE. Data 2008 Ente organizzatore Istituto clinico Città di Brescia s.p.a. DOCENZE Data 2010 Ente organizzatore Montedomini, centro servizi e formazione Titolo del corso Aggiornamento teorico pratico per personale operante in strutture sanitarie riabilitative Docenza Riprogettazione

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

CV Docenti Dott. ROBERTO BANDELLONI

CV Docenti Dott. ROBERTO BANDELLONI CV Docenti Dott. ROBERTO BANDELLONI nato a Santa Margherita Ligure il 5.11.1949. Maturità classica 1969. Laurea nel 1975 in Medicina e Chirurgia Università di Genova. Specializzato nel 1980 in Anatomia

Dettagli

Curriculum professionale

Curriculum professionale Curriculum professionale Dott. Stefano De Luca Via di Valle Alessandra, 38 00133-Roma Tel. 062030975 (Abitazione) cell. 3356529744 Dati personali Stato civile: coniugato Nazionalità: italiana Luogo di

Dettagli

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI GHIRETTI GIORGIA ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Sesso Femminile Data

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 4/5/6/7 Aprile 2015 IL CITTADINO Lodi In ospedale cantieri avanti tutta (04/04/2015) Foroni respinge il matrimonio con pavia: «lodi autonoma» (04/04/2015) Lettere & opinioni

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ARRAS MARIALUISA Data di nascita 20-09-1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Dirigente Medico ASL

Dettagli

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA) Livello I Crediti Formativi Universitari 60 Direttore Prof. Gabriele Romano

Dettagli

COMITATO DEI GENITORI LICEO SCIENTIFICO - CLASSICO - LINGUISTICO PRIMO LEVI DI SAN DONATO MILANESE Anno scolastico 2009-2010

COMITATO DEI GENITORI LICEO SCIENTIFICO - CLASSICO - LINGUISTICO PRIMO LEVI DI SAN DONATO MILANESE Anno scolastico 2009-2010 COMITATO DEI GENITORI LICEO SCIENTIFICO - CLASSICO - LINGUISTICO PRIMO LEVI DI SAN DONATO MILANESE Anno scolastico 2009-2010 18 genitori, di cui 18 Rappresentanti di Classe su 78 eletti, pari al 23 % ca.

Dettagli

SCOMPENSO CARDIACO. Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo. Bologna, 30 novembre 2015. convegno 6 CREDITI FORMATIVI

SCOMPENSO CARDIACO. Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo. Bologna, 30 novembre 2015. convegno 6 CREDITI FORMATIVI Sezione di Management della Sanità & Sezione di Cardiologia convegno SCOMPENSO CARDIACO Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo, 30 novembre 2015 6 CREDITI FORMATIVI Con il

Dettagli

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA Direzione Medica di Presidio ARCISPEDALE SANT'ANNA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI FERRARA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA A cura

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/09/1958 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero di telefono e fax dell ufficio

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA ASL BOLOGNA NORD GLI INTEROSPEDALIERI: PERCHE' CENTRALIZZARE?

REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA ASL BOLOGNA NORD GLI INTEROSPEDALIERI: PERCHE' CENTRALIZZARE? REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA ASL BOLOGNA NORD GLI INTEROSPEDALIERI: PERCHE' CENTRALIZZARE? Aree di intervento Decentramento amministrativo Semplificazione amministrativa Miglioramento della gestione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Cognome e Nome. Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Cognome e Nome. Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961 INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale In servizio presso l Unità Operativa/Unità Organizzativa Numero telefonico dell

Dettagli

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno Azienda Usl 7 di Siena Azienda Sanitaria delle zone Senese, Alta Val d'elsa, Amiata Val d'orcia e Valdichiana Senese DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Il libretto è stato elaborato dal gruppo di lavoro multidisciplinare

Dettagli

Scheda Curriculum Vitae

Scheda Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ferrari Ermanno Data di nascita 17/03/1963 Qualifica Collaboratore Sanitario Infermiere Esperto Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell Ufficio/U.O./Servizio

Dettagli

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone 7.1.2011 Divisione Patenti Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone Introduzione Questo opuscolo è stato predisposto per spiegarvi le regole principali del Codice della Strada giapponese. Tenete

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax e-mail Nazionalità Data di nascita Seligardi Matteo via Giovanni Falcone 3, Rio Saliceto (RE) 3478710887 seligardi.matteo@asmn.re.it

Dettagli

In breve gli OBIETTIVI GENERALI del progetto LA SOLIDARIETA' SI TINGE DI VIOLA sono:

In breve gli OBIETTIVI GENERALI del progetto LA SOLIDARIETA' SI TINGE DI VIOLA sono: CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: LA SOLIDARIETA' SI TINGE DI VIOLA 2014 Settore di intervento del progetto: a) Tutela dei diritti sociali e di cittadinanza delle persone, anche mediante la

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ

DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ 1. Premessa generale sulla comunicazione in Sanità 1.1 I diritti di salute e informazione La salute è un diritto fondamentale della persona

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in ANESTESIA, TERAPIA INTENSIVA NEONATALE E PEDIATRICA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA. La riforma sanitaria e socio-sanitaria

LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA. La riforma sanitaria e socio-sanitaria LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA La riforma sanitaria e socio-sanitaria Per iniziare a parlare di riforma sanitaria, socio-sanitaria e sociale nel nostro territorio dobbiamo

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006

RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006 RISK MANAGEMENT Relazione anno 2006 INDICE: 1. Premessa 3 1.1. Linea guida di prevenzione delle cadute accidentali del paziente ricoverato 3 1.2. Progetto di Gestione dei rischi in sala operatoria 4 1.3.

Dettagli

Ospedale di Comunità

Ospedale di Comunità Casa della Salute di San Secondo Parmense Ospedale di Comunità Liguria DALL OSPEDALE AL TERRITORIO Genova 18 marzo 2014 Remo Piroli Il contesto normativo Delibera 14/03/2013 N.159 Oggetto : CASA DELLA

Dettagli

CONTESTO EDUCATIVO E BENESSERE PSICOLOGICO

CONTESTO EDUCATIVO E BENESSERE PSICOLOGICO CONTESTO EDUCATIVO E BENESSERE PSICOLOGICO Prima rilevazione nell istituto comprensivo Virgilio di Roma a cura di Pietro Lucisano Università degli studi di Roma La Sapienza, con la collaborazione di Emiliane

Dettagli

CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO

CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" uuu Segreteria Generale Vico del Fiore, 21/23-54011 - Aulla (MS) Tel. 0187-421814 - Fax 0187-424008 Tel. cell.

Dettagli

DELL IMPATTO DELLE ONDATE DI CALORE ESTIVO

DELL IMPATTO DELLE ONDATE DI CALORE ESTIVO Pag. 1/10 PIANO PER LA GESTIONE DELL IMPATTO DELLE ONDATE DI CALORE ESTIVO Un piano a favore delle Persone con età 75 anni di età, residenti nel Comune di Ferrara, per superare i disagi legati all eccessivo

Dettagli

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori porta avanti da diversi anni interventi di informazione-educazione nelle scuole di ogni ordine e grado, tenuti da un medico

Dettagli

Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali

Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali 4/02/2015 Bruna Zani (Presidente della Scuola di Psicologia e di Scienze della Formazione Università di Bologna,

Dettagli

Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte

Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte La Cultura della Sicurezza in sala Operatoria Fondazione A.Pinna Pintor 22 Novembre 2008 Lo sviluppo del Risk Management in Regione Piemonte Marco Rapellino Coordinatore Scientifico Gruppo Rischio Clinico

Dettagli