Loriana Manfredi Paola Paoletti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Loriana Manfredi Paola Paoletti"

Transcript

1 Loriana Manfredi Paola Paoletti Uomo Salute Malattia Proposte di assistenza

2 QUANDO quando non mi meraviglierò più del sole del vento di un volto e non vibrerò nell'incrociar lo sguardo di chi mi passa accanto allora sarò vecchio sepolto. (da Frammenti di Silvia Bernardi)

3 Le innovazioni apportate in questa nuova edizione non riguardano soltanto l aggiornamento dei contenuti, ma anche la loro modalità di presentazione nelle u.d. e la loro organizzazione nei moduli. In particolare la revisione è stata mirata a: - aggiornare largamente le informazioni; - semplificare il linguaggio rendendo fluida e scorrevole la lettura e limitando alcune trattazioni ai concetti fondamentali; - arricchire l iconografia per renderla sempre efficace: figure disposte in successione per evidenziarne i particolari e con un ampia didascalia che permette di approfondire i concetti. Per favorire l apprendimento dell anatomia, ad esempio, la nuova proposta è quella di invitare l alunno all osservazione delle tavole anatomiche, di guidarlo nel commento e, poi, di fare riferimento al testo; - riunire in un unico modulo la problematica della disabilità infantile e della senescenza con un arricchimento di casi e di patologie per ampliare la possibilità di scelta del docente in relazione alle esperienze di stage degli allievi; - favorire la messa a punto di un metodo di studio e verificare l apprendimento dei concetti. Complessivamente l aggiornamento ha interessato più del 40% dell opera. Copyright 1997 CLITT srl Tutti i diritti letterari ed artistici sono riservati. Nessuna parte può essere riprodotta, in alcun modo, senza specifica autorizzazione scritta dell Editore. CLITT srl Via Appiano, Roma Tel. 06/ fax 06/ Impaginazione: Daniele Ghiazza (Clitt) Progettazione copertina: Giovanna Mancini (Clitt) Tavole anatomiche: Daniela Caretti L Editore ha cercato di reperire tutte le fonti delle illustrazioni ed è comunque a disposizione di eventuali aventi diritto nell ambito delle leggi internazionali. La complessa redazione di un testo richiede ripetuti controlli, ma per quanto attenti essi siano, è praticamente impossibile evitare errori. Fin d ora ringraziamo chi vorrà segnalarceli per una loro correzione in occasione di prossime ristampe o nuove edizioni. Le riproduzioni effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilaciata da AIDRO, Corso di Porta Romana n. 108, Milano 20122, e sito web Il Sistema di Qualità CLITT è certificato UNI EN ISO 9001:2000

4 Loriana Manfredi Paola Paoletti Uomo Salute Malattia Proposte di assistenza

5 PRESENTAZIONE I programmi ministeriali non sono cambiati in questi ultimi anni, ma i giovani che frequentano la scuola avvertono sempre più l esigenza di una comunicazione particolarmente attenta alle immagini e proposta con un linguaggio diretto e semplice. Ed è anche per corrispondere a questa richiesta che è nata la nuova edizione del testo. L opera è suddiviso in moduli, ognuno dei quali è articolato in unità didattiche. Il primo modulo, dedicato al corpo umano è finalizzato all acquisizione di una visione globale dell organismo, alla consapevolezza dell interfunzionalità e dell interdipendenza dei sistemi; gli inserti permettono di conoscere a grandi linee le più frequenti patologie a carico degli organi. In questo modulo sono state totalmente riformulate molte unità didattiche. Il secondo modulo dedicato all Igiene, che si sviluppa in due unità didattiche Epidemiologia e profilassi, Igiene degli alimenti permette di acquisire, grazie alla conoscenza dei fattori che influenzano lo stato di salute, gli strumenti per attuare la prevenzione e i comportamenti per conservare il benessere psico-fisico anche attraverso un corretto comportamento alimentare. Il terzo modulo, dedicato al bambino prima e dopo la nascita, permette di conoscere come si forma e cresce il bambino dal concepimento alla seconda infanzia, i fattori positivi e negativi che possono agire nelle diverse fasi e gli interventi preventivi da attuarsi a livello individuale e sociale. Il modulo è stato interamente reimpostato, per renderne più agevole la comprensione; i temi sono stati affrontati nelle linee essenziali con un linguaggio sempre semplice e chiaro. Il quarto modulo, dedicato alla disabilità, si articola in 5 unità didattiche: la prima rappresenta una premessa con i concetti generali su assistenza, bisogni, problemi, interventi e riabilitazione; le altre sono dedicate alla disabilità e alle principali patologie del bambino e dell anziano. La presentazione delle patologie sottoforma di casi ha l obiettivo di rendere attivo l apprendimento in quanto lo studente è guidato ad estrapolare le conoscenze e ad organizzarle; viene così favorita la memorizzazione e le capacità di analisi e di rielaborazione. Le autrici ritengono che il testo possa essere considerato uno strumento di consultazione, agile e pratico, per tutti coloro che si pongono il problema dell assistenza e della competenza nell assistenza; quindi non soltanto per gli studenti del terzo anno dell I.P.S.S., ma anche per tutti coloro che, dopo il conseguimento del diploma, proseguono gli studi in ambito assistenziale. le autrici 5

6 INDICE Indice MODULO 1 IL CORPO COME UN UNITÀ FUNZIONANTE Il corpo umano: piani di orientamento e regioni del corpo Tavole anatomiche: Tavola 1 Sistema muscolare e scheletrico Tavola 2 Visione d insieme dei sistemi Tavola 3 Cavità toracica ed addominale viste posteriormente Tavola 4 Cavità toracica ed addominale viste di fronte LIVELLI DI ORGANIZZAZIONE U.d. 1 Dall atomo al sistema Atomi e molecole Le macromolecole biologiche Glucidi o zuccheri o carboidrati (C,H,O) Lipidi (C,H,O) Protidi (C,H,O,N) Enzimi Acidi Nucleici ATP Acqua e sali minerali Un aiuto al ripasso La cellula Struttura della cellula Funzioni cellulari Il metabolismo La comunicazione cellulare Il movimento delle sostanze attraverso le membrane cellulari L attività di sintesi La divisione delle cellule somatiche: la mitosi La divisione delle cellule sessuali: la meiosi

7 Indice La cellula si specializza La cellula muta La cellula muore Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova spunti per una ricerca Tessuto Organo Sistema COMUNICAZIONE CONTROLLO INTEGRAZIONE U.d. 2 Sistema Nervoso Il tessuto nervoso Il neurone: struttura, eccitabilità, propagazione dell impulso Sistema nervoso centrale Le strutture di protezione e di nutrizione del SNC Circolazione cerebrale Organi e funzioni dell encefalo Telencefalo Diencefalo Il cervelletto Tronco encefalico Midollo spinale Sistema nervoso periferico Nervi cranici Nervi spinali Sistema nervoso autonomo Inserto Cenni sulle vie motrici somatiche Inserto Cenni su alcuni disturbi a carico del sistema nervoso: Patologia del sistema della motricità Disturbi delle funzioni simboliche o delle attività nervose superiori Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca U.d. 3 Organi speciali di senso Premessa I recettori sensitivi Gli organi speciali di senso Occhio Organi accessori Il globo oculare Mezzi di rifrazione dell occhio Il meccanismo della visione Inserto Cenni su alcune patologie

8 Indice Orecchio Struttura Funzioni: udito, equilibrio Inserto Cenni su alcune delle più comuni alterazioni Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca U.d. 4 Sistema endocrino Premessa: gli ormoni Natura chimica degli ormoni Meccanismo d azione e controllo Rapporti tra l unità secernente e il bersaglio Principali ghiandole endocrine Ipofisi Tiroide Le paratiroidi Le surrenali: corteccia surrenale, midollare surrenali Pancreas endocrino Le gonadi: testicolo, ovaio Inserto Alcune patologie endocrine Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca TRASPORTO DI MATERIALI E IL COLLEGAMENTO TRA LE CELLULE U.d. 5 Sistema Cardiocircolatorio Il sangue I componenti del sangue Le cellule del sangue Gli antigeni dei globuli rossi (gruppi sanguigni) Emostasi Un aiuto allo studio Inserto Anemia Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova Cuore e circolazione: posizione, forma, involucri, vascolarizzazione, struttura Fisiologia cardiaca: rivoluzione o ciclo cardiaco Automatismo del cuore e controllo della frequenza cardiaca I vasi e la circolazione sanguigna, il microcircolo Pressione sanguigna, omeostasi della pressione sanguigna Inserto Cenni su situazioni patologiche dei vasi e sulle loro conseguenze sulla circolazione, sul cuore (angina, infarto) e sul s.n.c. (attacco ischemico transitorio, ictus)

9 Indice Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova U.d. 6 Sistema Linfatico La linfa e i vasi linfatici Organi linfatici Linfonodi Milza Timo Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova APPORTO ENERGETICO ED ELIMINAZIONE DEI RIFIUTI U.d. 7 Sistema Respiratorio Organi e funzioni Meccanica dell atto respiratorio Scambi gassosi negli alveoli e nei tessuti Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova U.d. 8 Sistema Digerente Gli organi della digestione Ghiandole annesse al sistema digerente Fegato Pancreas Fisiologia del canale digerente Digestione orale Digestione gastrica Digestione intestinale Assorbimento Defecazione Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova U.d. 9 Sistema Urinario Organi del sistema urinario Funzioni: formazione dell urina e sue caratteristiche Per fissare i concetti Un aiuto allo studio Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca

10 Indice PROTEZIONE, SOSTEGNO E MOVIMENTO U.d. 10 Sistema Tegumentario Struttura e funzioni dei costituenti del sistema tegumentario Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova spunti per una ricerca U.d. 11 Sistema Scheletrico L osso: organo del sistema scheletrico Lo scheletro Articolazione Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova U.d. 12 Sistema Muscolare Il tessuto muscolare Cellule muscolari scheletriche Muscoli scheletrici La contrazione muscolare Fonti di energia per la contrazione muscolare Tono muscolare e postura Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova DIFESA E ADATTAMENTO U.d. 13 Sistema Integrato di Difesa Difese aspecifiche Difese specifiche La risposta del sistema immunitario Antigeni ed anticorpi La risposta umorale e cellulare Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca U.d. 14 Sistema di termoregolazione Temperatura e febbre Meccanismi di produzione e di perdita del calore Omeostasi della temperatura corporea Controllo nervoso ed umorale della temperatura Febbre, rilevazione della temperatura, interventi

11 Indice Un aiuto allo studio: obiettivi cognitivi Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova RIPRODUZIONE DELLA SPECIE U.d. 15 Sistema Riproduttore Morfologia e struttura Gli organi maschili Gli organi femminili Le funzioni dell apparato riproduttore Produzione di gameti Funzione endocrina: estrogeni, progestinici, androgeni Cicli sessuali femminili Organi accessori: le ghiandole mammarie Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca MODULO 2 IGIENE U.d 1 Epidemiologia e prevenzione delle malattie Nozioni di igiene Malattie infettive Nozioni di epidemiologia Nozioni di profilassi Vaccinazione Inserto Agenti eziologici delle malattie infettive: batteri, virus Inserto Il bambino con malattie infettive: malattie esantematiche, infezioni delle prime vie aeree, il bambino con AIDS Malattie cronico-degenerative Epidemiologia Prevenzione Inserto Il fumo di tabacco Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: mettiti alla prova spunti per una ricerca U.d. 2 Igiene degli alimenti Gli alimenti: funzioni e costituenti Il fabbisogno energetico Le regole del mangiar bene Un aiuto allo studio Per fissare i concetti Al lavoro: indaga mettiti alla prova spunti per una ricerca

12 Indice MODULO 3 PUERICULTURA U.d. 1 Il bambino prima di nascere Il concepimento e lo sviluppo embriofetale Le fasi dello sviluppo embrio-fetale: Fase dello zigote Fase dell embrione Fase del feto Gli annessi fetali: placenta, liquido amniotico amnios, cordone ombelicale La prevenzione Prevenzione preconcezionale Prevenzione prenatale Controlli medici e di laboratorio Gravidanza a rischio e diagnosi prenatale Al lavoro: mettiti alla prova U.d. 2 Il bambino dopo la nascita La nascita L ora della nascita Il parto e le sue cause Assistenza e prevenzione Il periodo neonatale Adattamento alla vita extrauterina Assistenza e prevenzione Cure igieniche del neonato e del lattante Fenomeni fisiologici e patologici neonatali Al lavoro: mettiti alla prova proposta di approfondimento La crescita e lo sviluppo Alimentazione nell età evolutiva Allattamento Divezzamento Alimentazione del bambino Modificazioni degli organi e degli apparati durante lo sviluppo Pediatria preventiva Screening e bilanci di salute Profilassi delle malattie infettive Al lavoro: proposte di approfondimento MODULO 4 DISABILITÀ U.d. 1 Menomazione disabilità handicap Definizioni Al lavoro L assistenza Bisogni - problemi - obiettivi - interventi Riabilitazione: finalità, obiettivi, aree d intervento

13 Indice U.d. 2 La disabilità nel bambino: cause bisogni interventi Le cause della disabilità Alterazioni da cause genetiche Alterazioni da cause esogene Bisogni interventi Riabilitazione in età evolutiva Al lavoro U.d. 3 Principali patologie del bambino Paralisi cerebrali infantili: P.C.I. di tipo atetosico, P.C.I. di tipo atassico, Paraplegia, Tetraplegia Il bambino con emiplegia spastica: Il caso Al lavoro Epilessie Il bambino con grande male epilettico Il caso Al lavoro Piano di assistenza per bambino/ragazzo con crisi di grande male Il bambino con piccolo male puro Il caso Al lavoro Bambini con problemi nella sfera intellettiva Il bambino Down Il caso Al lavoro Il bambino con fenilchetonuria Il caso Al lavoro Distrofia muscolare Il bambino con distrofia muscolare di Duchenne Il caso Al lavoro Piano di assistenza per il bambino distrofico Il bambino con nanismo da insufficienza ormonale: I casi Al lavoro Il bambino con diabete insulino dipendente (ID) Il caso Al lavoro Il bambino con fibrosi cistica Il caso Al lavoro Piano di assistenza per bambino con fibrosi cistica

14 Indice Il bambino celiaco Il caso Al lavoro Il bambino con anemia mediterranea Il caso Al lavoro Il bambino emofilico Il caso Al lavoro Bambini con problemi nella sfera sensoriale: problemi visivi, problemi uditivi Al lavoro Bambini con problemi di linguaggio U.d. 4 La disabilità nell anziano: cause bisogni interventi Modificazioni fisiologiche età-correlate L anziano fragile La malattia come fattore di rischio per invalidità e dipendenza Interventi in età geriatria Valutazione multidimensionale Terapia farmacologia Riabilitazione Problemi interventi Al lavoro: spunti per una ricerca U.d. 5 Principali patologie dell anziano L anziano con problemi neurologici Morbo di Parkinson Il caso Piano di assistenza per il paziente parkinsoniano Al lavoro Demenza Demenza aterosclerotica (multi-infartuale) L anziano con demenza di Alzheimer Il caso Al lavoro Piano di assistenza per il paziente con demenza L anziano emiplegico Il caso Al lavoro Piano di assistenza per il paziente emiplegico L anziano con diabete Il caso Al lavoro Piano di assistenza per il paziente diabetico

15 Indice L anziano infartuato Il caso Al lavoro L anziano con problemi respiratori L anziano con disturbi della minzione e dell alvo: - Incontinenza Ritenzione urinaria L alvo degli anziani L anziano con problemi osteoarticolari: - Osteoporosi Artrite reumatoide Artrosi L anziano con problemi nella sfera sensoriale: problemi di udito, problemi alla vista L anziano fratturato L anziano con sindrome da immobilizzazione Al lavoro L anziano con lesioni da pressione Glossario

16 Indice CD INDICE CD Nella maggior parte delle pagine, sono presenti esercizi, siti internet da consultare e inviti alla lettura TAVOLE ANATOMICHE Visione d insieme dei visceri e degli organi della testa, anteriore e posteriore ATOMI E MOLECOLE Le radiazioni CELLULA E TESSUTI Respirazione e fotosintesi Cellule staminali Apoptosi SISTEMA NERVOSO Valutazione neurologica Afasia Memoria Sonno e veglia Sistema extrapiramidale Diventare mamma con l epilessia ORGANI DI SENSO Problemi della vista Problemi dell udito Equilibrio SISTEMA ENDOCRINO Stress Diabete Diventare mamma con il diabete SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Pressione del sangue Globuli rossi veicoli di farmaci Malattie delle coronarie Tecniche salvacuore SISTEMA RESPIRATORIO Malattie da raffeddamento Riabilitazione respirazione e drenaggio posturale SISTEMA DIGERENTE Stipsi Esami per il tubo digerente Accertamenti clinici per il fegato SISTEMA URINARIO Continenza urinaria- Enuresi Insufficienza renale- Dialisi SISTEMA TEGUMENTARIO La pelle al sole Autoesame della pelle SISTEMA LOCOMOTORE Fratture e riparazioni Articolazioni e modelli meccanici SISTEMA RIPRODUTTORE Contraccezione Sterilità e Fecondazione artificiale IMMUNITÀ SALUTE MALATTIA Reazione da ipersensibilità Allergia al polline Batteri e virus a confronto Epatite B-C AIDS Malattie rare Vaccini Fumo Tumore - Tumore alla mammella BAMBINO SANO E CON PROBLEMI Vita intrauterina Geni architetto Indagini prenatali delle aneuploidie Convulsioni da febbre Deficit visivo Distrofia muscolare Fenilchetonuria Malattia celiaca Malattie infettive dell infanzia Malattie soggette a vaccinazione obbligatoria Malformazioni - Deformazioni Spina bifida ANZIANO CON PROBLEMI Broncopneumopatia cronica ostruttiva Cadute fratture Denutrizione 16

17 Disidratazione Emiplegia Posture M. di Parkinson Piaghe da decubito Sindrome da immobilizzazione Osservazione dell anziano durante lo stage Strutture Socio-Sanitarie ATTIVITÀ DI VITA (problemi, complicanze, interventi) Respirazione/ eliminazione/ alimentazione riposo e sonno/ temperatura/ mobilizzazione comunicazione/ igiene personale/ Come riconoscere il personale medico sanitario ALIMENTAZIONE Alcool/ Colesterolo/ Fibre/ Radicali liberi e antiossidanti Minaccie alla salubrità degli alimenti Anoressia e Bulimia BIOTECNOLOGIE Ingegneria genetica Clonazione Organismi geneticamente modificati DOLORE Dolore e Eutanasia DONAZIONE E TRAPIANTI Donazione del sangue Sangue dal cordone ombelicale Donazione e trapianto di midollo osseo Trapianto di rene ESAMI STRUMENTALI Biopsia/ ecografia/ elettromiografia/ mammografia M.O.C./ paptest/ RMN/ Scintigrafia/ Termografia/ TAC/ Tomografia ad emissione di positroni esami per funzionalità cardiocircolatoria/ tubo digerente/ valutazione neurologica/ valutazione dell udito FARMACI Automedicazione e farmaci da banco Impariamo ad usarli come leggere le istruzioni per l uso Glossario Farmaci nell età senile PRIMO SOCCORSO TEMPERATURA E FEBBRE Omeostasi della temperatura febbre Rilevazione della temperatura corporea Come intervenire in caso di febbre 17

18 IL CORPO UMANO COME UNITÀ FUNZIONANTE 1 La complessità strutturale e funzionale del corpo umano raggiunge il massimo nella scala evolutiva. Per esigenze didattiche l organismo è diviso in sistemi raggruppati sulla base delle funzioni che esplicano, ma è necessario ricordare che ogni essere è un unità inscindibile, nel quale tutti gli organi concorrono, con un efficiente estrinsecazione delle loro funzioni, a soddisfare le necessità della vita. La mancata o ridotta partecipazione di uno o più sistemi al complesso unitario altera la qualità della vita o l annulla. fig Materiale genetico: le informazione della vita. In alto i cromosomi come si vedono al microscopio; con l ingrandimento i bracci del cromosoma mettono in evidenzia la loro struttura: sono formati da un numero enorme di spire raggomitolate, a loro volta le spire sono il risultato di un processo di avvolgimento della lunghissima molecola di DNA a forma di doppia elica attorcigliata. Durante la vita cellulare (interfase) il DNA forma la cromatina la cui lunghezza si riduce a pochi micrometri, grazie alla presenza di particolari proteine, gli istoni, attorno alle quali il filamento di DNA si avvolge (processo di addensamento). La scoperta che il DNA contiene le informazioni genetiche è dovuta all inglese Avery e risale al La molecola del DNA è una sequenza di geni, ogni gene, formato da circa nucleotidi, codifica una determinata catena polipetidica; due o più polipetidi costituiscono una molecola proteica avente funzione strutturale o enzimatica. Al termine del modulo dovrai: conoscere i sistemi dal punto di vista anatomico e funzionale, conoscere a grandi linee le principali patologie a carico dei sistemi, avere una visione globale del corpo umano, essere consapevole dell interfunzionalità e dell interdipendenza dei sistemi, essere consapevole che un adeguato stile di vita può prevenire diverse patologie. 19

19 1 Il corpo umano come unità funzionante PIANI DI ORIENTAMENTO E REGIONI DEL CORPO fig Nella descrizione della struttura esterna del corpo umano si distingue una superficie anteriore (ventrale o frontale), una posteriore (dorsale) e i lati destro e sinistro. Esternamente, il corpo è divisibile in due parti tra loro simmetriche, internamente, però, gli organi non sono disposti in modo simmetrico, differiscono per posizione, forma e numero. Agli organi pari, come i polmoni, i reni, le ovaie, si contrappongono quelli impari, cioè presenti in un unico esemplare (cuore, fegato, milza, ecc...) e disposti nella parte destra, sinistra o mediana del corpo. La conoscenza anatomica del corpo, dei suoi componenti, è possibile solo se lo si seziona. Sono stati individuati e convenzionalmente accettati dei piani di taglio: piano sagittale divide il corpo nella parte destra e sinistra, attraversandolo in senso antero-posteriore; piano mediano è un piano sagittale che passa attraverso la linea mediana del corpo dividendolo nella metà destra e in quella sinistra; piano frontale è perpendicolare a quello sagittale, decorre da destra a sinistra dando origine ad una parte anteriore e ad una posteriore, piano trasversale o orizzontale divide il corpo in una parte superiore o cefalica e inferiore o caudale. prossimale distale parte laterale parte cefalica o superiore piano trasversale piano frontale piano sagittale parte caudale o inferiore tab Il corpo non è una struttura compatta, ma presenta al suo interno due grandi cavità (ventrale e dorsale), ulteriormente suddivisibili, che contengono gli organi. La cavità toracica presenta nella parte mediana il mediastino e lateralmente le cavità pleuriche. La cavità addominopelvica è suddivisa in cavità addominale, posta superiormente, e in cavità pelvica situata nella parte inferiore. La cavità dorsale comprende quella cranica e il canale vertebrale. CAVITÀ ORGANI cav ità pleurica destra, sinistra - polmone destro e sinistro CAVITÀ VENTRALE cavità toracica m e d i a s t i n o - trachea, bronchi, polmoni - timo, linfonodi, dotto toracico - cuore - arco aortico, aorta toracica, vene cave - esofago cavità addominopelvica c avità a d d o mi n al e cavità pelvica - fegato, colecisti - stomaco, intestino - pancreas, milza - parte terminale intestino - reni, ureteri, vescica - organi genitali cavità cranica - encefalo CAVITÀ DORSALE cavità vertebrale - midollo spinale 20

20 Il corpo umano come unità funzionante 1 fig Per localizzare gli organi addominali, l anatomia suddivide l addome in regioni. fig Regioni specifiche del corpo. È prossimale la parte dell arto più vicina al punto di attacco al tronco; è distale quella più lontana. cranio testa faccia testa collo collo ascella spalla torace dorso braccio mammella arto superiore gomito avambraccio tronco olecrano ombelico polso addome anca lombare palmo pelvi mano dita palmare coscia superficie dorsale della mano ginocchio pube arto inferiore gamba gamba caviglia piede dorso del piede pianta del piede 21

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Università degli Studi MagnaGr MagnaGræcia di Catanzaro Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Organizzazione e struttura generale del corpo Livelli di organizzazione, terminologia e

Dettagli

Indice generale. Introduzione 2. Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5. Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2

Indice generale. Introduzione 2. Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5. Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2 Introduzione 2 Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2 Organizzazione regionale 2 Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5 Visione d'insieme 6 Circolazione sanguigna e vasi linfatici

Dettagli

CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DEI PRINCIPALI ORGANI E APPARATI DEL CORPO UMANO

CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DEI PRINCIPALI ORGANI E APPARATI DEL CORPO UMANO CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DEI PRINCIPALI ORGANI E APPARATI DEL CORPO UMANO 7.1. Cenni di Anatomia e Fisiologia L anatomia umana studia e definisce la morfologia del corpo umano nei suoi aspetti macroscopici

Dettagli

Curricolo Verticale di Igiene e Cultura Medico Sanitaria. Triennio IPSS G. Severini

Curricolo Verticale di Igiene e Cultura Medico Sanitaria. Triennio IPSS G. Severini Curricolo Verticale di Igiene e Cultura Medico Sanitaria Triennio IPSS G. Severini Igiene ed Anatomia Classe Terza COMPETENZE - competenze linguistiche - comprensione di testi - ricerca di informazioni

Dettagli

LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!!

LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!! LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!! Tutte le vene sistemiche (ad eccezione delle VENE CARDIACHE che drenano il loro sangue nel SENO CORONARIO)

Dettagli

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Versione 27.03.02 Allegato 4 Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Sulla base dell'art. 9, cpv. 7, lett. g del contratto base TARMED del 27.03.02, dell'art. 42 LAMal e dell'art. 59 OAMal, le

Dettagli

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI IIS SELLA AALTO LAGRANGE Sezione associata L.Lagrange a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI IGIENE E CULTURA MEDICO SANITARIA CLASSI QUINTE SOCIALI DOCENTE: BENVENUTI CLASSI: 5R, 5S SCANSIONE DEI CONTENUTI

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO E QUELLO ENDOCRINO SVOLGONO QUESTE FUNZIONI.

IL SISTEMA NERVOSO E QUELLO ENDOCRINO SVOLGONO QUESTE FUNZIONI. IL CORPO UMANO FUNZIONA CORRETTAMENTE SOLO SE TIENE CONTO DELLE CARATTERISTICHE DELL AMBIENTE SIA INTERNO CHE ESTERNO E SE GLI ORGANI DEI SUOI DIVERSI APPARATI SONO COORDINATI TRA LORO. IL SISTEMA NERVOSO

Dettagli

AGO ASPIRATO 100.00 ECOGRAFIA TIROIDEA 50.00 ECOCOLORDOPPLER TIROIDEO 60.00 ECOCOLORDOPPLER SCROTALE 60.00 ECOCOLORDOPPLER PENIENO BASICO 60.

AGO ASPIRATO 100.00 ECOGRAFIA TIROIDEA 50.00 ECOCOLORDOPPLER TIROIDEO 60.00 ECOCOLORDOPPLER SCROTALE 60.00 ECOCOLORDOPPLER PENIENO BASICO 60. ENDOCRINOLOGIA AGO ASPIRATO 100.00 ECOGRAFIA TIROIDEA 50.00 ECOCOLORDOPPLER TIROIDEO 60.00 ECOCOLORDOPPLER SCROTALE 60.00 ECOCOLORDOPPLER PENIENO BASICO 60.00 GINECOLOGIA ECOGRAFIA PELVICA 60.00 ECOGRAFIA

Dettagli

prefazione Milano, settembre 2015 Gli Autori FRONTE.indd 3 05/10/2015 12:21:55

prefazione Milano, settembre 2015 Gli Autori FRONTE.indd 3 05/10/2015 12:21:55 prefazione Questo Atlante vuole essere un ausilio allo studente di Medicina e di altri corsi di laurea scientifica, che abbia già acquisito nozioni di base di Istologia e di Anatomia umana, ma dovendo

Dettagli

PROGRAMMA DI SCIENZE DELLA TERRA

PROGRAMMA DI SCIENZE DELLA TERRA PROGRAMMI DELLE DISCIPLINE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME INTEGRATIVO AI FINI DELL AMMISSIONE AI PERCORSI DIDATTICI CURRICOLARI DELLA SCUOLA SUPERIORE EMPEDOCLE PROGRAMMA DI SCIENZE DELLA TERRA 1. La terra

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI. Radiologia Convenzionale. 8705 Dacriocistografia. 87061 Scialografia. 8707 Laringografia 4 proiezioni

ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI. Radiologia Convenzionale. 8705 Dacriocistografia. 87061 Scialografia. 8707 Laringografia 4 proiezioni ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI Radiologia Convenzionale 8705 Dacriocistografia 87061 Scialografia 8707 Laringografia 4 proiezioni 87091 Esame diretto ghiandole salivari 87091 Rinofaringe - Laringe -

Dettagli

ORE) 8,4 31,8 144,1 155,8 ECOGRAFIA DELL' ADDOME INFERIORE (INCLUSO: URETERI, VESCICA E PELVI MASCHILE O FEMMINILE, PROSTATA)

ORE) 8,4 31,8 144,1 155,8 ECOGRAFIA DELL' ADDOME INFERIORE (INCLUSO: URETERI, VESCICA E PELVI MASCHILE O FEMMINILE, PROSTATA) DESCRIZIONE U - NEL PIU' BREVE TEMPO POSSIBILE (ENTRO 72 B - ENTRO 10 D - ENTRO 30 (VISITE), ENTRO 60 GIORNI P - ENTRO 180 GIORNI ORE) GIORNI (ESAMI) COLONSCOPIA - ILEOSCOPIA RETROGRADA 21,5 7,0 COLONSCOPIA

Dettagli

TARIFFARIO PRIVATO VILLA SANTA TERESA - U.O. DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Convenzione SANIT CARD CONVENZIONE SANIT CARD

TARIFFARIO PRIVATO VILLA SANTA TERESA - U.O. DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Convenzione SANIT CARD CONVENZIONE SANIT CARD CONVENZIONE SANIT CARD 87.37.01 MAMMOGRAFIA BILATERALE 30,00 88.71.41 Ecografia di: ghiandole salivari 35,00 88.71.42 Ecografia di: collo per linfonodi 35,00 88.71.43 Ecografia di: tiroide paratiroidi

Dettagli

Indice generale. Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati. Indice generale

Indice generale. Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati. Indice generale Indice generale Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati 1 Sistemi e apparati e sviluppo delle cavità corporee 1.1 Definizione, quadro riassuntivo ed evoluzione delle

Dettagli

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 Classe 1 odontotecnico 1 quadrimestre MODULO 1: Concetti base- definizioni 1. Le si per lo studio dell anatomia e della fisiologia 2. Il concetto di salute e malattia. 3.

Dettagli

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano Le ossa e i muscoli Le ossa Le ossa sono formate da tessuto osseo compatto e spugnoso. All interno delle ossa c è il midollo irrorato dai vasi sanguigni. I muscoli I muscoli dello scheletro sono collegati

Dettagli

Indice. Torace. Introduzione all anatomia clinica. Addome

Indice. Torace. Introduzione all anatomia clinica. Addome Indice Prefazione / ix Presentazione all edizione italiana / xiii Ringraziamenti / xv Crediti fotografici / xix Introduzione all anatomia clinica Breve storia dell anatomia / 3 Criteri di studio dell anatomia

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI E TEMPI DI CONSEGNA

TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI E TEMPI DI CONSEGNA Ecografia ECO(COLOR)DOPPLER FEGATO E V.B 43,38 Risposta immediata ECO(COLOR)DOPPLER PANCREAS 43,38 Risposta immediata ECO(COLOR)DOPPLER RENI E SURR. 34,09 Risposta immediata ECO(COLOR)DOPPLER DELLA MILZA

Dettagli

Cod. Prestazioni erogate Tempi di risposta (referto) Utenti esterni. INTERVENTISTICA... .. Pazienti ricoverati

Cod. Prestazioni erogate Tempi di risposta (referto) Utenti esterni. INTERVENTISTICA... .. Pazienti ricoverati Cod. Prestazioni erogate Tempi di risposta (referto). INTERVENTISTICA.... 40.19.1 AGOBIOPSIA LINFONODALE ECO-GUIDATA 40.19.2 AGOBIOPSIA LINFONODALE TC-GUIDATA 54.24.1 BIOPSIA (PERCUTANEA) (AGOBIOPSIA)

Dettagli

CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2. DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008

CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2. DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008 CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2 DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008 24 APPARATO SCHELETRICO Lo scheletro umano, formato da circa 206 ossa (circa il 20% del nostro peso corporeo),

Dettagli

Cod. Prestazioni erogate Tempi di risposta (referto) (in giorni feriali).. Pazienti

Cod. Prestazioni erogate Tempi di risposta (referto) (in giorni feriali).. Pazienti .. Pazienti. INTERVENTISTICA.. 40.19.1 AGOBIOPSIA LINFONODALE ECO-GUIDATA 40.19.2 AGOBIOPSIA LINFONODALE TC-GUIDATA 54.24.1 BIOPSIA (PERCUTANEA) (AGOBIOPSIA) ECO- GUIDATA DI MASSA INTRAADDOMINALE Escluso:

Dettagli

I.R.C.C.S. "BURLO GAROFOLO" Elenco Prestazioni RADIOLOGIA

I.R.C.C.S. BURLO GAROFOLO Elenco Prestazioni RADIOLOGIA 40.19.1 Agobiopsia agoaspirato ecoguidata linfonodi - 40.19.1 75,7 40.19.2 Agobiopsia agoaspirato TC guidata linfonodi - 40.19.2 133,4 06.01 Alcolizzazione noduli tiroidei e/o regione del collo eco-guidata-

Dettagli

ASPIRAZIONE. Descrizione Onorario LP (es. 150,00 ) ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA ECO-GUIDATA DX

ASPIRAZIONE. Descrizione Onorario LP (es. 150,00 ) ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA ECO-GUIDATA DX RADIOLOGIA DOTT.SSA FURFARO DANY ASPIRAZIONE ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA ECO-GUIDATA DX ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA ECO-GUIDATA SX TC TC ORBITE (SENZA CONTRASTO) TC

Dettagli

ASLCN1 RILEVAZIONE TEMPI ATTESA RILEVATI A GIORNO INDICE 03/12/2014 PAG.1 DI 6

ASLCN1 RILEVAZIONE TEMPI ATTESA RILEVATI A GIORNO INDICE 03/12/2014 PAG.1 DI 6 Allergologia 30 71 92 70 84 75 70 Cardiologia 30 118 1 188 117 65 97 100 49 90 1 Chirurgia Generale 30 8 1 1 6 8 1 Chirurgia Vascolare 30 76 69 37 64 42 113 37 Endocrinologia 30 69 42 21 37 5 5 Pneumologia

Dettagli

ASLCN1 RILEVAZIONE GIORNO INDICE 18 LUGLIO 2012; 1

ASLCN1 RILEVAZIONE GIORNO INDICE 18 LUGLIO 2012; 1 CEVA Visita Allergologia 96 61 64 91 113 49 29 30 63 14 61 75 110 68 79 19 Chirurgia Generale 5 27 1 1 2 8 8 Chirurgia Vascolare 76 69 44 36 42 12 Endocrinologia 33 42 9 47 2 Pneumologia 62 63 43 19 64

Dettagli

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA SAPERI CONTENUTI Fisica: - La Luce - Le onde e i suoni - Meccanica (forze, leve, moti) Chimica: - Principi di chimica generale

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 45.13 45.13 45.16 45.16 45.23 45.24 45.24 45.25 ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGD]. Endoscopia dell' intestino tenue Escluso: Endoscopia con biopsia

Dettagli

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI MASSAGGIAPIEDI LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI Fin dai tempi più antichi, l uomo ha imparato ad adoperare i suoi piedi per reggersi col corpo, ma poche persone hanno cercato di capire la struttura e l importanza

Dettagli

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 Concetto Origine Storia Principi Sviluppi Influenze della Riflessologia Disciplina riequilibrante e contro lo stress Cos è la Riflessologia e come funziona: Basi

Dettagli

CUP/BACK OFFICE Gestione agende TEMPI D'ATTESA PRESTAZIONI AL 30.10.15 P.O. DI CRISTINA

CUP/BACK OFFICE Gestione agende TEMPI D'ATTESA PRESTAZIONI AL 30.10.15 P.O. DI CRISTINA 30.10.2015 CARDIOLOGIA PEDIATRICA 89.7 VISITA CARDIOLOGICA 15 N.D. 225 1 88.72.1 ECOGRAFIA CARDIACA 15 N.D. 225 1 89.52 ELETTROCARDIOGRAMMA- 11 N.D. 225 1 ECG CARDIOLOGIA PEDIATRICA 89.52 ELETTROCARDIOGRAMMA-

Dettagli

Cellule: morfologia ed organizzazione funzionale NEUROFISIOLOGIA capitolo 1 Cellule nervose capitolo 2 Recettori cellulari

Cellule: morfologia ed organizzazione funzionale NEUROFISIOLOGIA capitolo 1 Cellule nervose capitolo 2 Recettori cellulari Cellule: morfologia ed organizzazione funzionale Membrana plasmatica: struttura e funzione Reticolo endoplasmatico Citoscheletro Proteine di membrana Proteine di membrana e segnali Strutture di contatto

Dettagli

INDICE. 1 Anatomia e fisiologia: 4 Metabolismo cellulare 107. 5 Tessuti 133. Cellule 71. Introduzione 134. Le basi chimiche della vita 49

INDICE. 1 Anatomia e fisiologia: 4 Metabolismo cellulare 107. 5 Tessuti 133. Cellule 71. Introduzione 134. Le basi chimiche della vita 49 INDICE Autori xiii Curatori dell edizione italiana xvii Prefazione xix Presentazione xx Impara, metti in pratica, verifica xxii Risorse digitali xxv LIVELLI DI ORGANIZZAZIONE 1 I 1 Anatomia e fisiologia:

Dettagli

AREA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

AREA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI AREA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI N. prestaz ANGIO-RMN DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO 15 6,6% 28 12 16,6% 75 23 100,0% 69 ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO 62 82,2% 2 284 20,0% 51 196 13,7% 142 183 99,4% 109

Dettagli

COMPITI ESTIVI ASSEGNATI: - preparare una mappa concettuale per ogni unità didattica svolta - ripasso di tutti gli argomenti

COMPITI ESTIVI ASSEGNATI: - preparare una mappa concettuale per ogni unità didattica svolta - ripasso di tutti gli argomenti UD.1: le basi per lo studio dell anatomia e fisiologia I livelli di organizzazione I processi della vita I piani di riferimento I termini anatomici Le cavità del corpo UD.2: l apparato tegumentario La

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s. ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO a.s. 2O13-2014 Materia : Chimica e Biologia Classe : II sez. B Rimini,05/06/2014

Dettagli

SCHEDA MEDICA INFORMATIVA

SCHEDA MEDICA INFORMATIVA IdL 8 Edizione n 07 del 01/01/2009 Pagina 1 di 7 REDAZIONE RQ APPROVAZIONE DG Dott.ssa Gavioli Roberta Dott.ssa Cavalieri Luisa Idl 8 Edizione n 07 del 01/01/2009 Pag.2 di 6 SCHEDA MEDICA INFORMATIVA (

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI E RELATIVI IMPORTI AGGIORNATO AL 27.12.2010 RADIOLOGIA TRADIZIONALE

ELENCO PRESTAZIONI E RELATIVI IMPORTI AGGIORNATO AL 27.12.2010 RADIOLOGIA TRADIZIONALE 1 ELENCO PRESTAZIONI E RELATIVI IMPORTI AGGIORNATO AL 27.12.2010 RADIOLOGIA TRADIZIONALE Rx OPT 40,00 Rx TELECRANIO L.L. / P.A. / A.P. 40,00 Rx ATM MONOLATERALE 40,00 Rx ATM BILATERALE 50,00 Rx EMIMANDIBOLA

Dettagli

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI NOMENCLATORE TARIFFARIO 2011 ECOGRAFIA EURO ECOGRAFIA STANDARD 60,00 (tiroidea, ghiandole salivari bilaterali- parotidea, mammaria, aorta addominale, renale, epatica e vie biliari,

Dettagli

Analisi quali-quantitativa su tempi attesa per le. 43 prestazioni critiche in ambito provinciale

Analisi quali-quantitativa su tempi attesa per le. 43 prestazioni critiche in ambito provinciale Analisi quali-quantitativa su tempi attesa per le 43 critiche in ambito provinciale 1 Sommario Analisi della domanda... 3 Metodologia di analisi... 3 Tabelle Strutture provinciali esclusi stabilimenti

Dettagli

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 102.FELTRE - 1 Trimestre 2012

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 102.FELTRE - 1 Trimestre 2012 Branca: 08. Carologia 88.72.3 - ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 89.43 - TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON CICLOERGOMETRO

Dettagli

...3...4...6...7...8...9...10...12

...3...4...6...7...8...9...10...12 ...3...4...6...6...7...8...8...9...10...12 Carta dei servizi della Gemini RX pagina 2 di 18 Aggiornata al 18/01/2013 Carta dei servizi della Gemini RX pagina 3 di 18 Aggiornata al 18/01/2013 - - - - -

Dettagli

SERVIZIO DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI RADIOLOGIA DIGITALE - SCONTO 20%

SERVIZIO DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI RADIOLOGIA DIGITALE - SCONTO 20% SERVIZIO DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI RADIOLOGIA DIGITALE - SCONTO 20% DESCRIZIONE ESAME CRANIO RX TELECRANIO IN LATERO LATERALE RX TELECRANIO + RX OPT RX CRANIO E SENI PARANASALI RX SELLA TURCICA RX CRANIO

Dettagli

PRINCIPI DI NEUROLOGIA

PRINCIPI DI NEUROLOGIA Indice 1 2 INTRODUZIONE........................... 1 1.1 Sviluppo della tecnica del massaggio connettivale................ 1 1.2 Diagnostica dell area del riflesso............ 4 Cambiamenti di tipo nervoso

Dettagli

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9]

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 1.37 ) Uomini, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli.

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. LE FUNZIONI DEL CORPO UMANO Questo nuotatore ha la bocca aperta. Perché? Perché deve coordinare i movimenti del corpo con una

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA ESAMI DI PER IMMAGINI PER IMMAGINI REVISIONE 2 RADIOLOGIA CONVENZIONALE ADDOME DIRETTO 1 e 2 20 digiuno da 5 ore 0 ANCA DX 1 e 2 10 nessuna 0 ANCA SX 1 e 2 10 nessuna 0 APPARATO URINARIO 1 e 2 20 digiuno

Dettagli

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75]

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 0.15 ) Donne, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I Programma di Fisiologia CDL Medicina e Chirurgia Versione 2011 PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I 1. Fisiologia cellulare 1.1.La cellula ed i compartimenti liquidi dell'organismo 1.1.1. Volume e composizione dei

Dettagli

Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare?

Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare? Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare? Per le persone, sappiamo che solo 1 incidente con colpo di frusta può provocare sofferenza e dolore a lungo termine. L anatomia del cane

Dettagli

I.R.C.C.S. "BURLO GAROFOLO"

I.R.C.C.S. BURLO GAROFOLO per l'utente Cons inf S.C. Radiologia 06.01 Alcolizzazione noduli tiroidei - 06.01 no *** no 36,00 75,80 06.11.2 Biopsia della tiroide eco-guidata - 06.11.2 1 3 si si 36,00 75,80 40.19.1 Agobiopsia linfonodale

Dettagli

INDICE CAPITOLO 1 IL DANNO ALLA PERSONA IN RESPONSABILITÀ CIVILE

INDICE CAPITOLO 1 IL DANNO ALLA PERSONA IN RESPONSABILITÀ CIVILE Prefazioni alla seconda edizione............................ XI Prefazione alla prima edizione............................. XIX Introduzione....................................... 1 CAPITOLO 1 IL DANNO

Dettagli

TEMPI D'ATTESA DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI

TEMPI D'ATTESA DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI Chirurgia A 10 6,3 7,5 5,0 COLONSCOPIA CON ENDOSCOPIO FLESSIBILE. Escluso: Colonscopia transaddominale o attraverso stoma artificiale, Sigmoidoscopia con endoscopio flessibile (45.24), Proctosigmoidoscopia

Dettagli

Tecnica di scansione in ecografia e punti di repere ecografici

Tecnica di scansione in ecografia e punti di repere ecografici 4 e punti di repere ecografici Federica Rossi PREPARAZIONE DEL PAZIENTE Per facilitare l esame ecografico dell addome vanno presi i seguenti accorgimenti. Digiuno Antimeteorici Acqua Contenuto fecale nel

Dettagli

Il sistema endocrino

Il sistema endocrino Il sistema endocrino 0 I messaggeri chimici 0 I messaggeri chimici coordinano le diverse funzioni dell organismo Gli animali regolano le proprie attività per mezzo di messaggeri chimici. Un ormone è una

Dettagli

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo)

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) L APPARATO DIGERENTE Tubo digerente (dalla bocca all ano) e ghiandole annesse; epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) Epitelio

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME OSTEOPATIA IV Osteopatia strutturale: l arto inferiore Piede: Test di mobilità e tecniche di riduzione di: o Astragalo o Calcagno o Scafoide

Dettagli

Malformazioni fetali

Malformazioni fetali Malformazioni fetali Indagine morfologica precoce Via transaddominale Sonde a elevata risoluzione Via transvaginale Epoca gestazionale 11-14 settimane Translucenza nucale Indagine morfologica precoce Strutture

Dettagli

Media - Giorni Attesa Minimi Descrizione ANGIO RMN DELL'ADDOME SUPERIORE BIOPSIA [ENDOSCOPICA] DELL' INTESTINO CRASSO (BIOPSIA DI SEDI INTESTINALI

Media - Giorni Attesa Minimi Descrizione ANGIO RMN DELL'ADDOME SUPERIORE BIOPSIA [ENDOSCOPICA] DELL' INTESTINO CRASSO (BIOPSIA DI SEDI INTESTINALI Media - Giorni Attesa Minimi Descrizione ANGIO RMN DELL'ADDOME SUPERIORE BIOPSIA [ENDOSCOPICA] DELL' INTESTINO CRASSO (BIOPSIA DI SEDI INTESTINALI ASPECIFICHE - BRUSHING O WASHING PE COLONSCOPIA - ILEOSCOPIA

Dettagli

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 Var.% DIAGNOSI 11.493 11.745 +2.19 INTERVENTI 3.543 3.582 +1.10 TOTALE 15.036 15.327 +1.94 Diagnosi Interventi Nuovi codici Nuove descrizioni Diagnosi Capitoli Nuovi Nuove Codici codici descrizioni

Dettagli

IL CORPO UMANO. è formato da

IL CORPO UMANO. è formato da IL CORPO UMANO è formato da CAPO TRONCO ARTI COM È FATTO IL CORPO UMANO? Tante CELLULE che sono piccolissime e ce ne sono tantissime formano TESSUTI: sono formati da cellule con la stessa FUNZIONE formano

Dettagli

LA CODIFICA DEI TUMORI

LA CODIFICA DEI TUMORI LA CODIFICA DEI TUMORI San Severino Marche, 22 novembre 2007 Stefano Brocco Obiettivo Evidenziare le peculiarità ed i principi nella codifica dei tumori nella schede di morte con ICD10 - Classificazione

Dettagli

Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi

Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi Istituto Comprensivo di Majano e Forgaria (UD) Katia Iacuzzo STRUMENTO DIDATTICO Verifica degli apprendimenti La verifica scritta è stata assegnata alla

Dettagli

tessuto muscolare 600 l apparato locomotore

tessuto muscolare 600 l apparato locomotore SISTEMA MUSCOLARE INDICE Muscolo striato Muscolo liscio Muscolo cardiaco Come si contrae un muscolo I muscoli scheletrici lavorano in coppia I muscoli del capo e del collo I muscoli del tronco I muscoli

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria Classe 2^ Scuola Secondaria Scienze COMPETENZA DI RIFERIMENTO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita

Dettagli

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

Il sistema nervoso. Simpatico

Il sistema nervoso. Simpatico Il sistema nervoso Centrale Periferico Cervello Midollo spinale Somatico Autonomo Simpatico Parasimpatico Il sistema nervoso Periferico Somatico Autonomo Simpatico Parasimpatico Il sistema nervoso somatico

Dettagli

Il sistema nervoso. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara

Il sistema nervoso. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara Il sistema nervoso Il neurone È costituito da: Corpo cellulare (o soma) Neurite o Assone (è la fibra nervosa) Dendriti (sono brevi prolungamenti) Le fibre nervose Le fibre nervose, riunite in fasci, formano

Dettagli

segni e sintomi la base del ragionamento clinico il dolore sintomo cardine della semeiotica addominale e digestiva

segni e sintomi la base del ragionamento clinico il dolore sintomo cardine della semeiotica addominale e digestiva segni e sintomi la base del ragionamento clinico 1 il dolore sintomo cardine della semeiotica addominale e digestiva 2 Dolore Addominale Dolore misto a carattere prevalentemente nocicettivo 3 Dolore Addominale

Dettagli

Tariffa Campania Lire. Pagina 1 di 7

Tariffa Campania Lire. Pagina 1 di 7 06.01 ASPIRAZIONE NELLA REGIONE TIROIDEA L. 95.200 49,17 70,00 40.19.1 AGOBIOPSIA LINFONODALE ECO-GUIDATA L. 91.840 47,43 70,00 40.19.2 AGOBIOPSIA LINFONODALE TC-GUIDATA L. 162.000 83,67 90,00 BIOPSIA

Dettagli

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S.

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. Protocollo Autoptico ALLEGATO 7 PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. AUTOPSIA n data ora SETTORE DR.... DEL SERVIZIO... ASL ANAGRAFICA PAZIENTE: Cognome... Nome... Età ( in

Dettagli

Il corpo umano. Istituto Comprensivo n 1 Classe Quinta B Anno Scolastico 2015-2016

Il corpo umano. Istituto Comprensivo n 1 Classe Quinta B Anno Scolastico 2015-2016 Il corpo umano Istituto Comprensivo n 1 Classe Quinta B Anno Scolastico 2015-2016 MAPPE Il sistema nervoso svolge diverse funzioni: percepisce gli stimoli, li memorizza e formula risposte adeguate. Il

Dettagli

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAP 5 LA MORTALITA EVITABILE 5.1 LA MORTALITA EVITABILE PER TIPOLOGIA D INTERVENTO In accordo con quanto indicato dalla letteratura internazionale più recente e accreditata,

Dettagli

Report Analitico "RICAVI" per Prestazioni Intermedie 2013

Report Analitico RICAVI per Prestazioni Intermedie 2013 RADIOLOGIA MONTEFIASCONE AREA DELLA RIABILITAZIONE 88.77.2 ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DIST 4,0 43,90 175,60 88.76.1 ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO GASTROENTEROLOGIA - CHIRURGIA

Dettagli

STAMPA PRIME DISPONIB. PRESTAZIONI "Ripartizione Presidio" STAMPA PRIME DISPONIBILITA' PRESTAZIONI

STAMPA PRIME DISPONIB. PRESTAZIONI Ripartizione Presidio STAMPA PRIME DISPONIBILITA' PRESTAZIONI //25 di 44 Prestazione Coda Utente GG Primo giorno Raggruppamento - ESAME COLTURALE APPARATO GENITOURINARIO //25 - ESAME COLTURALE APPARATO GENITOURINARIO //25 - ESAME COLTURALE APPARATO GENITOURINARIO

Dettagli

70,00. Pagina 1 di 7

70,00. Pagina 1 di 7 Descrizione Onorario LP (es. ) ORTOPANORAMICA DELLE ARCATE DENTARIE TELERADIOGRAFIA DEL CRANIO ESAME DIRETTO OSSA NASALI CRANIO (3 PROIEZIONI) SENI PARANASALI (3 PROIEZIONI) COLONNA CERVICALE COLONNA CERVICALE

Dettagli

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA ANGIOGRAFIA AORTA ADDOMINALE 596,00 Prescrizione medica ANGIOGRAFIA ARTERIE PERIFERICHE (VASI ILIACI FEMORALI 478,00 POPLITEI TRONCHI TIBIALI) Prescrizione medica ANGIOGRAFIA DISTRETTO SOPRAAORTICO (CAROTIDI

Dettagli

Tumori e Cause di Morte, Aspetti Problematici: I Tumori Maligni Multipli

Tumori e Cause di Morte, Aspetti Problematici: I Tumori Maligni Multipli Modena 21 maggio 2015 Giornata di Studio Registri Tumori / Registri di Mortalità) Tumori e Cause di Morte, Aspetti Problematici: I Tumori Maligni Multipli A cura di Pier Carlo Vercellino S.O.S. Epidemiologia

Dettagli

ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO. a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli

ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO. a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli Sistema Nervoso DISPOSITIVO DI RECEZIONE (AFFERENTE) SISTEMA DI ELABORAZIONE DISPOSITIVO DI TRASMISSIONE (EFFERENTE) SISTEMA

Dettagli

Turbe del sistema nervoso, coma, epilessia,il soggetto con crisi ipoglicemica e iperglicemica, segni e sintomi di altre patologie mediche in funzione

Turbe del sistema nervoso, coma, epilessia,il soggetto con crisi ipoglicemica e iperglicemica, segni e sintomi di altre patologie mediche in funzione Turbe del sistema nervoso, coma, epilessia,il soggetto con crisi ipoglicemica e iperglicemica, segni e sintomi di altre patologie mediche in funzione di una corretta gestione del soccorso Corso BASE Relatore:

Dettagli

Radiologia Cavalcanti Studio Radiologico Via Taranto, 58 00182 ROMA Tel. 06 / 77204735

Radiologia Cavalcanti Studio Radiologico Via Taranto, 58 00182 ROMA Tel. 06 / 77204735 Radiologia Cavalcanti Studio Radiologico Via Taranto, 58 00182 ROMA Tel. 06 / 77204735 RADIOLOGIA Anca (Dx o Sn) Anche Anca Sotto carico (Dx o Sn) Anche Sotto carico Articolazione coxo-femorale dx o sn

Dettagli

Modulo Prestazioni DOTT.SSA BOCCHIO ANNAPAOLA. Descrizione Onorario LPI TC ORBITE (SENZA CONTRASTO) 250,00 TC CRANIO OSSEO ( SENZA CONTRASTO)

Modulo Prestazioni DOTT.SSA BOCCHIO ANNAPAOLA. Descrizione Onorario LPI TC ORBITE (SENZA CONTRASTO) 250,00 TC CRANIO OSSEO ( SENZA CONTRASTO) ORBITE (SENZA CONTRASTO) CRANIO OSSEO ( SENZA CONTRASTO) CEREBRALE (SENZA CONTRASTO) SELLA TURCICA (SENZA CONTRASTO) SELLA TURCICA (SENZA E CON CONTRASTO) ORBITE (SENZA E CON CONTRASTO) ATM MONOLATERALE

Dettagli

Tempi di attesa delle prestazioni specialistiche

Tempi di attesa delle prestazioni specialistiche 008. Cardiologia 009. Chirurgia generale 014. Chirurgia vascolare 88.72.3 ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 88.73.5 ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA

Dettagli

Piano INTERRATO MAMMOGRAFIE+ ECO MAMMARIE CUP. ambulatorio. tariffe prestazioni ticket priv. conv. modalità prenotazione CUP Unificato ULSS12

Piano INTERRATO MAMMOGRAFIE+ ECO MAMMARIE CUP. ambulatorio. tariffe prestazioni ticket priv. conv. modalità prenotazione CUP Unificato ULSS12 branca RADIOLOGIA DIAGNOSTICA ECOGRAFIE DR. BUSATTO CUP 7.30 10.40 7.30 10.40 7.30 10.40 88.71.4 ECO PAROTIDEA 28,95 31,30 88.79.6 ECO TESTICOLARE 31,60 34,15 88.74.1 ECO ADDOME SUPERIORE 36,15 79,75 88.71.4

Dettagli

Sistema nervoso autonomo

Sistema nervoso autonomo Sistema nervoso autonomo Provvede alla regolazione delle funzioni viscerali dell organismo, finalizzate al mantenimento dell omeostasi del mezzo interno L omeostasi è mantenuta grazie all equilibrio tra

Dettagli

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007)

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) Capitolo 1 Funzioni mentali FUNZIONI CORPOREE Funzioni mentali globali (b110-b139) b110 Funzioni della coscienza b114 Funzioni dell orientamento

Dettagli

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA ANGIOGRAFIA AORTA-ADDOMINALE 596,00 ANGIOGRAFIA ARTERIE PERIFERICHE (VASI ILIACI FEMORALI 478,00 POPLITEI TRONCHI TIBIALI) ANGIOGRAFIA DISTRETTO SOPRAAORTICO (CAROTIDI 596,00 SUCCLAVIE VERTEBRALI E CIRC.INTRACR.)

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

TORSI UMANI CON CD E MODELLI MUSCOLARI

TORSI UMANI CON CD E MODELLI MUSCOLARI TORSI UMANI CON CD E MODELLI MUSCOLARI 0003 0008 0005 0008 0009 0019 0001 0000 0000 0001 0003 0005 0008 0009 0019 TORSI UMANI *FORNITI CON GUIDA SU CD ROM MINI-TORSO MINI-TORSO - africano TORSO UNI SEX*

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE)

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ORMONI FEMMINILI Altri effetti Gli estrogeni hanno inoltre importanti effetti metabolici: ad alte concentrazioni riducono

Dettagli

Radiologia Tradizionale

Radiologia Tradizionale Radiologia Radiologia Tradizionale TARIFFA STUDIO Anca (Dx o Sn) Anche ( 17,56 + 17,56) 50,00 Arti Inferiori sotto carico Articolazione coxo-femorale dx o sn Articolazioni coxo-femorali 50,00 Assiale di

Dettagli

tariffa ASP dal 1/1/2010

tariffa ASP dal 1/1/2010 codice terapia descrizione tariffa ASP dal 1/1/2010 8722 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA CERVICALE 20,00 8723 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA DORSALE 20,00 8724 RADIOGRAFIA DELLA COLONNA LOMBOSACRALE 20,00 8729 RADIOGRAFIA

Dettagli

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO Tessuto epiteliale TESSUTO Ogni cellula del nostro organismo ha lo stesso patrimonio genetico ma, allora, perché ogni cellula è diversa da un altra? Del messaggio genetico ricevuto ogni cellula legge un

Dettagli

IRCSS SAN RAFFAELE PRESIDIO TERMINI Via Giolitti 16 LISTINO VALIDO FINO AL 31/12/2013

IRCSS SAN RAFFAELE PRESIDIO TERMINI Via Giolitti 16 LISTINO VALIDO FINO AL 31/12/2013 IRCSS SAN RAFFAELE PRESIDIO TERMINI Via Giolitti 16 LISTINO VALIDO FINO AL 31/12/2013 Tariffe Tariffe in ordinarie convenzione VISITE SPECIALISTICHE ALLERGOLOGIA [89.37.1] SPIROMETRIA SEMPLICE 45,00 36,00

Dettagli