Settembre Anno 10 - Numero 3 Periodico a cura dell Amministrazione comunale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settembre 2005 - Anno 10 - Numero 3 Periodico a cura dell Amministrazione comunale www.cerromaggiore.org"

Transcript

1 Settembre Anno 10 - Numero 3 Periodico a cura dell Amministrazione comunale

2 SOMMARIO 2 pag. 3 EDITORIALE - La semina e il raccolto pag. 4 INTERVISTA ALL ASSESSORE LEGNANI - Riflessioni a un anno di distanza del responsabile dei Servizi Sociali pag. 8 ASSOCIAZIONI - Storica promozione dell Aurora Cantalupo, Festa dei Nonni e Pranzo di Mezza Estate. pag. 10 NOI E IL SINDACO - Lettere dei cittadini con risposta pag. 11 CORSI PER IL TEMPO LIBERO - Le proposte del 2005/2006 pag. 12 SCUOLA - Le novità per il nuovo anno scolastico pag. 14 GRUPPI CONSILIARI - Opinioni a confronto fra maggioranza e opposizione pag. 16 SUONO SOLIDALE - Un grande evento musicale di musica Jazz e Blues in collaborazione con il comune di San Vittore Olona Periodico a cura dell Amministrazione comunale di Cerro Maggiore N 112 Reg. Tribunale del 16/3/77 Direttore editoriale: Claudio Rorato Direttore responsabile: Antonio Lazzati Impaginazione e grafica: Giordano Ceriani Fotolito e stampa: Ortolan - Opera - MI Orari uffici Ricevimento assessori Affari generali: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 16 alle Finanziario: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 16 alle Culturale: lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 16 alle Sociale: lunedì e giovedì dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 14 alle Demografico: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 16 alle 18, sabato dalle 9 alle 12 Lavori pubblici, urbanistica, edilizia privata ed ecologia: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle alle Per l esame delle pratiche edilizio-urbanistiche di maggiore complessità, i tecnici ricevono su appuntamento il mercoledì dalle 9.15 alle e dalle alle Polizia Municipale: da lunedì a sabato dalle 9.15 alle 12.15, giovedì (solo per il settore commercio) dalle 17 alle 18 Biblioteca: da lunedì a venerdì dalle 15 alle 18.30, sabato dalle 10 alle Sede di Cantalupo: martedì dalle 9.30 alle Antonio Lazzati Sindaco Mantiene le deleghe a Polizia Locale, Sicurezza e Personale Martedì dalle 9.20 alle 11 (su appuntamento) Claudio Rorato vice Sindaco Assessore Istruzione, Cultura, Sport e Tempo Libero (su appuntamento) Calogero Mantellina Assessore Lavori Pubblici e Ecologia Martedì dalle 10 alle 12 Giovedì dalle 16 alle 18 (su appuntamento) Maria Cristina Legnani Assessore ai Serivizi Sociali (su appuntamento) Teresina Vittoria Rossetti Assessore a Bilancio, Programmazione e Affari Generali (su appuntamento) Giuseppe D Anna Assessore Industria, Commercio e Artigianato Mercoledì dalle alle 18 (su appuntamento) Grazia Ghirimoldi Assessore Urbanistica e Edilizia Privata Lunedì dalle 16 alle Giovedì dalle 9.30 alle (su appuntamento) Per appuntamenti: Tel (centralino)

3 3 TERZA PAGINA I Ibam forte via sacra (me ne andavo per caso per la via sacra)... Così inizia una famosa satira di Orazio. Anche a me, passeggiando una sera per Cerro, è successa una cosa simile al poeta: sono stato avvicinato da una vecchia conoscenza, che parlando del più e del meno mi chiede dove sono la caserma, le nuove strade e via dicendo; mi domanda di tutte le iniziative che ognuno vorrebbe vedere crescere e realizzare da una amministrazione, insomma il concretizzarsi dei programmi. Purtroppo le cose stanno diversamente dall immaginario collettivo. Finora abbiamo tracciato gli indirizzi, le direttive, la filosofia politica: lavoro non esprimibile in qualcosa di visibile, comunque uno sforzo enorme non evidenziabile (visibile) nell immediato. Per comprendere meglio ciò bisogna calarsi nella mentalità del contadino: arare, seminare, aspettare che il seme attecchisca; da lì nascerà la pianta che darà poi i suoi frutti. Così è il lavoro di chiunque progetta un opera proponendosi un fine: è così per qualsiasi lavoratore di ogni categoria, per ogni studente, per un genitore, per un amministratore. Il seme è l indirizzo politico cui accennavo sopra, appunto qualcosa che non si vede, ma di massima importanza; l ascoltare, il prendere in considerazione, il condividere, sono per l appunto impalpabili, invisibili, ma fondamentali. Si tratta della fase utopistica della germogliazione dell idea o dell indirizzo che dir si voglia. UNA BUONA SEMINA dà sempre un buon raccolto Sono stati dati gli indirizzi per la nuova caserma, per un centro integrato diurno, per il parco del cimitero, per la ristrutturazione dei campisanti, per la viabilità, la sicurezza, l edilizia convenzionata, per uno sviluppo armonico del paese partendo dalla valorizzazione del centro storico arrivando all espansione della periferia. La collaborazione con le amministrazioni limitrofe e con le strutture già esistenti nel nostro territorio nella ricerca di una comune strategia di sviluppo è stata avviata. Il solco è stato tracciato, il seme piantato. Questo lavoro (indirizzo) sta coinvolgendo anche la macchina comunale al suo interno rispettando e valorizzando la professionalità di ogni lavoratore in relazione alla propria attitudine e capacità. Questo logicamente è l impegno mio come sindaco; la fase operativa basa- ta sui contatti con le realtà pubbliche e private, è compito delle diverse aree dell amministrazione con il contributo dei rispettivi assessori. Qualcuno di questi semi trovando terreno fertile è già germogliato. livello della pubblica istruzione A segnalo, ad esempio, il trasferimento della direzione didattica con la creazione di nuovi spazi per la scuola dell infanzia. Per i servizi sociali ha avuto successo l istituzione del doposcuola e l individuazione del nostro comune, quale capofila per il N.I.L. (Nucleo Inserimento Lavorativo), in una rosa di dieci comuni comprendente anche Legnano. Sono a buon punto i contatti presi con l opera don Gnocchi per la realizzazione sul nostro territorio di una struttura riabilitativa per portatori di handicap. Per quanto riguarda la cultura abbiamo ottenuto un successo con le manifestazioni per il Giorno della Memoria e del Ricordo. Un messaggio esplicito è giunto da alcuni cittadini che hanno elogiato un maggior spessore culturale nelle manifestazioni finora svolte. Per Commercio e Cultura, la così detta Fiera del formaggio, nel nostro intento è destinata a divenire una manifestazione internazionale, nel disegno di portare il nostro paese ad un livello di più ampio respiro. Il Sindaco Antonio Lazzati

4 PRIMO PIANO 4 Prosegue con l intervista all Assessore ai Servizi Sociali Maria Cristina Legnani l impegno a rendere completa e dettagliata l informazione sull operato della Giunta. Assessore A Legnani, è trascorso più di un anno dal 13 giugno 2004: è possibile una riflessione su quanto sin qui fatto e, in particolar modo, rispetto a quanto esposto in campagna elettorale? In tutta sincerità posso affermare che molti dei punti esposti nel nostro programma sono già stati concretizzati ma, durante questo anno, una più approfondita analisi dei bisogni della cittadinanza, che scaturisce dal contatto costante e diretto col territorio, ha fatto emergere nuove problematiche alle quali si è cercato e, ove non è stato possibile farlo nell immediatezza, si cerca di dare una risposta concreta. SERVIZI SOCIALI e dintorni Riflessioni a un anno di distanza Vogliamo, in sintesi, riassumere quanto è stato compiuto? Possiamo certamente partire da ciò che riguarda l AREA DELLA COO- PERAZIONE INTERCOMUNALE, e nello specifico, dal Piano di Zona. Si è supportata l attività dell Ufficio di Piano partecipando al tavolo politico al fine di promuovere le iniziative programmate a livello distrettuale, nonchè all analisi dei bisogni per stendere il nuovo piano di zona e l eventuale costituzione di un ente per la gestione a livello distrettuale di alcuni servizi sociali. In concreto sono stati attivati e distribuiti i: BUONI SOCIALI, VOUCHER SOCIALI e BUONI NA- TALITA indirizzati alle categorie di persone più bisognose. Nell ambito delle leggi di settore è stato protratto il progetto MOSAI- CANDO di prevenzione al disagio minorile, che si realizza nella scuola media; è inoltre stato avviato il progetto AFFIDO che, conclusosi positivamente dopo un anno, ha dimostrato la necessità di essere protratto per altri due anni con una evoluzione in Sportello Affido, vista la elevata partecipazione e l interesse suscitato. Area Minori... Per quanto riguarda questo importante e delicato settore, posso affermare che molto è stato fatto, nonostante siamo perfettamente consapevoli che molto ancora ci sarà da fare. Brevemente, possiamo così riassumere. TUTELA MINORI: è stata allargata ai Comuni dell ambito territoriale del distretto n. 4 (con esclusione dei Comuni di Legnano e Nerviano), la convenzione precedentemente approvata con il Comune di Parabiago per la gestione del servizio di Tutela minori. Nel corso dell anno il servizio ha avuto in carico 18 minori. MICRONIDO: nel corso dell anno scolastico 2004/05 tutti i posti disponibili sono stati coperti. Si è modificato il regolamento di ammissione introducendo, nel caso di disponibiltà di posti e completa evasione delle domande giacenti, l ammissione di bambini non residenti. PROGETTO PEDAGOGIA: in seguito al mancato rinnovo della delega all ASL, si è garantita la prosecuzione delle attività con affidamento di incarico professionale a una pedagogista. L incarico si è concluso nel giugno Con decorrenza settembre 2004 è stato siglato un accordo con l Istituto Comprensivo Statale per la gestione delle attività pedagogiche. L accordo è stato rinnovato per l anno scolastico 2005/2006. SPORTELLO ASCOLTO: il servizio è stato garantito nell ambito del progetto Mosaicando. Le attività saranno finanziate con i fondi della L. 285/97 e proseguiranno fino al termine dell anno scolastico 2005/06. CENTRI ESTIVI: è stato attivato per tutto il mese di luglio il Centro estivo per i bambini dai 3 ai 6 anni presso la scuola dell infanzia W. Tobagi. Hanno frequentato in media 65 bambini per turno. Per i ragazzi dai 7 ai 14 anni, si è rinnovata la convenzione con i Centri Parrocchiali di Cerro e Cantalupo. I Centri hanno avviato la propria attività il 14/06/2005, che si è conclusa il 23 luglio per il capoluogo e il 30 luglio per la frazione. PROGETTO DOPOSCUOLA: iniziato nel 2005 con la finalità di seguire più da vicino bambini in difficoltà scolasti-

5 5 PRIMO PIANO ca, ha visto coinvolti educatori specializzati e insegnanti che si sono dedicati, per il momento, solo agli alunni della prima media. Passiamo a un altro fondamentale settore, quello dell AREA DEL DISAGIO. Anche qui, oltre ad alcune novità, abbiamo mantenuto ciò che avevamo promesso ai cittadini. Per quanto riguarda gli ASSEGNI E CONTRI- BUTI DA STATO E REGIONI, sono state raccolte, elaborate e trasmesse all INPS per la liquidazione, le domande di assegno di maternità e per il nucleo familiare numeroso (37). Le domande si sono raccolte, senza interruzioni, durante l intero corso dell anno. Si sono inoltre effettuati controlli sugli aventi diritto (43) ai contributi sul Fondo sostegno affitto 2003, con particolare riguardo sulle situazioni definite di grave disagio socio-economico e si è quindi proceduto alla liquidazione dei contributi. E stato altresì emanato il bando 2004 per il quale sono state presentate 56 domande. Sono state accolte le domande di buono sociale, elaborata la graduatoria degli aventi diritto ed erogato il contributo. Si è quindi avviato il sistema di monitoraggio sull acquisto dei buoni mediante la distribuzione domiciliare di un questionario ai beneficiari ed è stato avviato, a livello distrettuale, il lavoro di revisione del sistema di erogazione dei buoni. Rispetto all ASSISTENZA ECO- NOMICA, gli interventi di assistenza erogati ai nuclei familiari in difficoltà, sono stati più consistenti rispetto alle previsioni di inizio anno. Per quanto riguarda il PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUB- BLICA (ERP), in seguito all entrata in vigore del nuovo regolamento regionale per le assegnazioni degli alloggi ERP, è stato indetto un nuovo bando per la raccolta delle domande di alloggio con la stesura della relativa graduatoria. Vengono sempre mantenuti i rapporti con l ALER di Busto Arsizio per la gestione degli sportelli comunali di ERP e si è valutata la situazione economica degli utenti morosi. E stato aperto lo SPORTELLO AFFITTO su indicazione regionale, che avrà la funzione di rilevare le situazioni di disagio socio-economico, trasmettere le domande alla regione e liquidare i contributi regionali agli aventi diritto. EUROLAVORO: lo Sportello Lavoro ha mantenuto l apertura settimanale, su appuntamento, per la compilazione dei curricula di coloro che sono alla ricerca di una nuova occupazione. Dall agosto, è stato avviato il PRO- GETTO VOLONTARI del servizio civile che ha visto giovani ventenni, dopo essere stati formati e coordinati, svolgere la loro attività soprattutto nell ambito dell assistenza domiciliare agli anziani, ai disabili e ai minori in difficoltà. Il SOSTEGNO ECONOMICO AI NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOL- TA e ai singoli con reddito inferiore al minimo vitale, vede coinvolte le assistenti sociali che accolgono le istanze, verificano i requisiti e, in accordo e seguendo gli indirizzi della giunta comunale, concedono i contributi o le agevolazioni; vengono inoltre stesi progetti finalizzati come borse-lavoro per soggetti momentaneamente in difficoltà lavorative. A questo proposito è aperto al pubblico il servizio di segretariato sociale con colloqui su appuntamento con l assistente sociale. Area Disabili... Per quanto riguarda quest area, sono state rinnovate le convenzioni con i Servizi Formazioni all Autonomia (SFA) privati per la frequenza dei disabili medio gravi già inseriti e non sono effettuati nuovi inserimenti nell anno in corso. Sono state rinnovate le convenzioni per gli inserimenti in struttura protetta (RSH) di disabili gravi e gravissimi, privi di famiglia o con genitori incapaci di provvedere alle loro esigenze. Abbiamo potenziato il ser-

6 PRIMO PIANO 6 vizio dei trasporti con l acquisto di un nuovo automezzo per gli anziani di Cantalupo. Attualmente il Centro Anziani di Cerro effettua i trasporti verso le strutture ospedaliere della zona, mentre il servizio trasporti dei disabili, frequentanti i Centri Socio Educativi (CSE), i SFA o i servizi di fisioterapia, è gestito direttamente dall Ente locale. Per i trasporti dei malati cronici che necessitano di terapia a carattere continuativo in strutture relativamente distanti, ci si è avvalsi della collaborazione della Croce Azzurra di San Vittore Olona. NIL (Nuclei Inserimenti Lavorativi): sarebbe scaduta a fine anno la delega, ma l ASL ha dismesso in luglio improvvisamente il servizio. Il Tavolo Politico dell ambito distrettuale, essendo stato rinviato l avvio dell Ente strumentale, ha deciso di gestire il servizio in forma associativa, affidando al nostro comune il ruolo di capofila, che ospiterò la sede sul nostro territorio. CSE: anche in questo caso la delega all ASL per la gestione delle strutture è scaduta il 31/12/2004 e è stato ottenuto dall ASL un differimento della scadenza della delega al 31/05/2005. Veniamo ai nostri cari anziani. Già, i nostri vecchi... Sono stati mantenuti e incentivati, ove possibile, i seguenti servizi: servizio assistenza domiciliare, servizio pasti, trasporti, centro diurno anziani, assistenza allo svolgimento delle pratiche per l invalidità civile, progetti di inserimento in strutture protette per non autosufficienti. Usufruiscono dell assistenza domiciliare circa 50 persone mentre molto più numerosi sono coloro ai quali viene consegnato il pasto giornaliero dal lunedì al venerdì; sempre nell ambito del SAD, essendo stata rilevata una disponibilità di ore di servizio superiore alla richiesta che potrebbe essere legata all erogazione dei buoni sociali dei voucher, si è predisposto un piano di riorganizzazione del servizio stesso. E stata rinnovata la convenzione con il Coordinamento Anziani per la gestione annuale del Centro diurno e delle attività collegate. In conclusione, Assessore? C è da segnalare che da giugno 2005 è stata assunta con contratto libero professionale un altra assistente sociale con la finalità di occuparsi di tutti i servizi proposti dall Ufficio di Piano. Sin qui tutto quanto è già stato realizzato. In fieri vi sono ancora molti progetti, la cui ideazione dipende dall emergere di nuove problematiche la cui realizzazione richiede più tempo. Per esempio lo Sportello Immigrati, il potenziamento dello sportello lavoro in associazione alle ACLI del territorio, la costituzione della consulta del volontariato, il progetto educativo per arginare il disagio giovanile, un nuovo pulmino per il Coordinamento Anziani e la creazione di mini-alloggi per anziani con un centro diurno. Tutti questi progetti richiedono un notevole sforzo da parte degli operatori del settore comunale e un notevole impiego di risorse economiche; molti altri progetti potrebbero essere però iniziati se più persone di buona volontà partecipassero come volontari. A tale proposito infatti va il nostro grazie all associazione ACLI per l impegno e la serietà con le quali sta collaborando per potenziare lo sportello lavoro, nonchè agli anziani del Centro di Coordinamento Anziani che assicurano sempre il trasporto verso le strutture sanitarie di Legnano e dintorni ai coetanei meno fortunati, nonchè a tutte le associazioni di volontariato operanti sul nostro territorio (Caritas, S. Vincenzo, Anfas, Volontari Cottolenghini, Associazione per la Pace e Comitato accoglienza bambini di Cernobyl). Vorrei concludere con un appello ai miei concittadini affinchè mettano a disposizione della collettività le loro capacità e il loro tempo libero con generosità. Da parte nostra l impegno per gli anni a venire sarà sempre basato sull ascolto delle esigenze dei cittadini.

7 7 SERVIZI SOCIALI A Anche quest anno si sono svolti, durante l estate, i Centri Estivi. I bambini e i ragazzi che vi hanno preso parte sono stati numerosi: 550 circa i ragazzi che hanno partecipato ai Centri Parrocchiali mentre il Centro Estivo delle Scuole Materne ha visto la presenza di quasi 100 bambini. IL CENTRO L obiettivo del Centro Estivo è sempre stato quello di far divertire i bambini, creando un ambiente accogliente e stimolante nel rispetto della sicurezza e delle esigenze di tutti. Si è scelto quindi, come ogni anno, ESTIVO un tema da cui ideare attività educative, di apprendimento e ludiche. Quest anno è stato scelto Il Circo degli visto da noi Animali, utilizzando un personaggio fantastico: il pagliaccio Beniamino. Beniamino ha indicato, attraverso dei messaggi, le attività giornaliere giocando con la curiosità dei bambini che ogni giorno controllavano la posta, stupendo tutti presentandosi come figura reale durante lo spettacolo finale con canti, balli e giochi. Coordinatrice ed educatrici hanno programmato ogni singola attività sfruttando le capacità dei bambini gratificandoli con le opere realizzate. Molto gradite sono state anche le uscite, specialmente la gita allo Zoo Safari, durante la quale i bambini hanno potuto vedere gli animali liberi, il rettilario, l acquario, assistere a uno spettacolo di magia e fare un giro sulle giostre. Dopo quattro anni a Cerro la nostra maggiore gratificazione è la fiducia dei genitori che continuano a iscrivere i propri figli al Centro Estivo. Un ringraziamento anche al Comune che ci ha permesso, tramite il giornale, di parlare di noi. Le educatrici Coop. Stripes del Centro Estivo B uono sociale: consiste in una provvidenza economica mensile che può B essere erogata alle famiglie residenti per favorire il mantenimento a domicilio dei soggetti in condizioni di fragilità. Può presentare la domanda chi ha: - ISEE non superiore a ,00 euro - Invalidità al 100% (attestata da relativo verbale). Per informazioni rivolgersi all Ufficio Servizi Sociali nei giorni e negli orari di apertura. Progetto affido: in seguito alla realizzazione delle azioni previste nel progetto 2004 si è formato un gruppo di 40 persone disponibili all affido, che hanno già effettuato un percorso formativo. E stato inoltre predisposto e approvato un progetto finanziato con fondi L. 285/97 per l anno 2005, che è focalizzato su azioni di sistema nella costruzione di protocolli e procedure condivise di ambito in tema di affido, propedeutico all attivazione di un nucleo affidi che vedrà la sua operatività entro dicembre M Mosaicando: questo progetto si è concluso a giugno con ottimi in breve informazioni dal sociale risultati e è stato ripresentato per l anno scolastico 2005/06 e rifinanziato (sportello di ascolto) con fondi della L. 285/97. Le attività ripartiranno con l apertura dell anno scolastico alla scuola media. Bambini per crescere: l amministrazione ha aderito a un progetto sovradistrettuale rivolto ai bambini da 0 a 3 anni e alle loro famiglie, con l obiettivo di promuovere una genitorialità più consapevole e attiva attraverso la condivisione e l orientamento educativo. Lo spazio in cui programmare e realizzare le attività è il micronido comunale, che per l occasione sarà aperto nei prossimi mesi, a scadenze predeterminate, anche a coloro che non usufruiscono del servizio. P Percorsi interculturali per bambini stranieri: è un progetto di mediazione culturale finalizzato a facilitare l inserimento scolastico dei minori stranieri. Il progetto integrerà l attività già avviata e finanziata dall Amministrazione comunale nell ambito della scuola elementare. Progetto pedagogia: Anche per l anno scolastico 2005/06 è stato rinnovato l accordo con l Istituto A. Strobino per lo svolgimento delle attività pedagogiche. Il progetto pedagogia si pone come obiettivo quello di favorire l integrazione scolastica dei soggetti portatori di handicap o con difficoltà nell apprendimento attraverso l erogazione di prestazioni educative. S Selezione di un soggetto del terzo settore per la coprogettazione e gestione di un servizio socio-educativo per minori a rischio di emarginazione: l Amministrazione Comunale di Cerro Maggiore indice istruttoria pubblica per l individuazione di un soggetto del terzo settore disposto a coprogettare e successivamente gestire un servizio socio educativo sperimentale finalizzato a favorire l integrazione sociale dei minori a rischio di emarginazione. Il bando integrale è disponibile presso l Ufficio Servizi Sociali e pubblicato sul sito del comune

8 ASSOCIAZIONI 8 AURORA CANTALUPO storica promozione L Assessorato ai Servizi Sociali, la Parrocchia S.S. Cornelio e Cipriano, La Parrocchia San Bartolomeo e il Centro Anziani organizzano LA FESTA DEI NONNI C Carissimi Concittadini, finalmente ci siamo: sono passati poco più di due mesi dalla tanto sospirata ufficializzazione del passaggio in Prima Categoria, e già ci accingiamo più fiduciosi e stimolati che mai ad affrontare la nuova stagione. Prima di iniziare, è doveroso porgere un plauso e un sincero grazie a tutti i ragazzi che hanno contribuito attivamente a raggiungere la storica promozione, arrivata dopo ben 42 anni, e che continueranno altrove il proprio cammino sportivo: a loro un augurio di cuore. Tornando al presente, abbiamo svolto un vero e proprio tour de force per AFFRONTARE AL MEGLIO LA NUOVA AVVENTURA: vogliamo debuttare col vestito più bello! Per questo motivo la squadra è stata ulteriormente rafforzata e ringiovanita per continuare a toglierci molte soddisfazioni e assicurare divertimento puro a tutti i nostri affezionatissimi sostenitori. Abbiamo completato la rosa di tutte le rappresentative del settore giovanile, che diverrà sempre di più la nostra punta di diamante e una vera e propria fucina di giovani promesse per la prima squadra. Partendo dai più piccoli, è bellissimo pensare che bambini dell ultimo anno di asilo potranno iniziare a cimentarsi nei primi calci a questa magica palla tonda senza neppure attraversare la strada: passando semplicemente dalla palazzina dell asilo alla palestra! I più grandicelli calceranno ancora il campo da gioco dell Oratorio (rinnoviamo al Parroco il nostro ringraziamento), mentre, dagli Esordienti in poi, i nostri ragazzi si alleneranno nel Centro Sportivo di via IV Novembre, assistiti da collaboratori capaci e muniti di patentino. Le prime due settimane di ottobre, come da tradizione, si terrà il tesseramento soci in Piazza della Chiesa: vi aspettiamo sempre più numerosi sicuri di superare il record di iscritti che puntualmente ogni anno viene stracciato. Accanto all attività agonistica stiamo ideando una serie di iniziative volte a creare un vero e proprio cordone ombelicale tra la nostra Associazione Sportiva e tutta la Comunità. Oltre all iniziativa già partita in collaborazione col Podere dei Croci (a proposito, controllate ogni giorno la Vs. casella postale) e alle mailing indirizzate ai commercianti, quest anno pubblicheremo un mensile tutto nostro e Vs., il Giornalino dell Aurora con tantissime notizie, foto e... di tutto, di più! Insomma, Vi terremo sempre aggiornati. A tutti un augurio di un anno ricco di soddisfazioni calcistiche e non solo! Il Presidente Marino Ceriani Spettacoli di magia e rinfresco Venerdì 30 settembre 2005 alle ore Centro Parrocchiale Don Branca Cerro Maggiore Domenica 2 ottobre 2005 alle ore Parrocchiale Don G. Bosco Cantalupo Si ringrazia il Sig. Michele Castellano della DSA - prodotti dolciari di Villacortese, per aver offerto il rinfresco L URP a Cantalupo Da settembre lo sportello per i cittadini anche nella frazione L Ufficio per le Relazioni con il Pubblico, inaugurato dal Comune di Cerro Maggiore nello scorso mese di febbraio, dall 8 settembre sarà attivo anche presso la palazzina comunale di Cantalupo, in Piazza San Bartolomeo. Lo sportello sarà aperto al pubblico il giovedì dalle ore 9.00 alle ore Per informazioni è possibile contattare i numeri telefonici: (ufficio di Cerro Maggiore), (ufficio di Cantalupo) o inviare una mail all indirizzo

9 9 ASSOCIAZIONI SIPARIO SULLA SAGRA e già si pensa al futuro C onclusasi con i tradizionali fuochi d artificio, la Sagra di San Bartolomeo a Cantalupo ha visto, anche in questa edizione, una notevole partecipazione di pubblico, da sempre curioso e attirato dal programma proposto dal circolo culturale Il Campanile e dalla Parrocchia. A Gianni Croci, presidente del circolo che da 19 anni organizza gli eventi, abbiamo chiesto come è andata. Direi sicuramente bene, anche se sinceramente quest anno non eravamo poi così sicuri di ripeterci. In che senso? Voglio dire che non è mai semplice scegliere gli artisti e gli spettacoli da proporre, senza correre il rischio di essere scontati o banali. Le scelte questa volta avevano il sapore dell azzardo, ma diciamo pure che è andato tutto parecchio bene. Abbiamo avuto un riscontro di pubblico e di critica estremamente positivi: segno che l originalità paga comunque. Nel concreto? Puntando sulla qualità delle offerte, abbiamo proposto quattro mostre, tre delle quali di artisti tra loro eterogenei, saltando dall astrattismo estremo alla tecnica dell affresco fino a giungere all incisione pittorica su cuoio. La quarta era un omaggio alle tradizioni contadine del territorio (esistenti fino agli anni 60) sull allevamento dei bachi da seta. Per quanto riguarda le manifestazioni musicali, beh, anche qui, mettere in cartello rock, liscio, lirica e fusion non era certo come andare sul velluto. Devo dire che abbiamo assistito, a parte il mancato spettacolo di ballo liscio del sabato dovuto al mal tempo, a serate eccezionali. Pensare di coniugare la lirica con una festa di piazza poneva qualche legittima apprensione: ci ha pensato un fantastico e attento pubblico a toglierci ogni paura. Una serata stupenda. Così come quella di lunedì, con un gruppo di giovani musicisti molto preparati che ha proposto originali rivisitazioni di musica popolare di tutto il mondo. Siamo poi giunti alla 10^ edizione del Campanile d Oro che ha visto la partecipazione di 29 poeti con 61 opere dialettali di pregevole fattura che, quest anno, affrontavano anche temi di attualità solitamente inusuali per questo genere letterario. Qual è il segreto del successo? Nonostante l esiguità di risorse economiche e fisiche, la ricetta è semplice: la solidità di un piccolo gruppo di persone che, sacrificando tempo libero (rubandolo purtroppo qualche volta alle proprie famiglie) e a volte ferie, non ha mai mollato l obiettivo di tradurre in realtà i propri desideri, dare cioè alla gente divertimento, cultura e voglia di stare assieme. Tutto qui. Non c è nient altro? Si. C è anche il lavoro anonimo di tanti amici e sostenitori e, naturalmente, la fattiva collaborazione dell amministrazione comunale di Cerro Maggiore, dall ultimo operaio al primo cittadino. CENTRO ANZIANI pranzo di mezza estate I In occasione della festività di FERRA- GOSTO il Consiglio di Amministrazione della nostra Società ha deciso di organizzare un pranzo, aperto a tutta la popolazione comunale, presso il Ristorante LA VECCHIA CERRO. Hanno risposto all appello ben 118 cerresi. Abbiamo potuto incontrare anche persone che non hanno mai frequentato il nostro ambiente, e questo ci ha molto gratificato. Se ci fossimo fermati al solito pranzo presso la nostra sede, non avremmo certo riscontrato così numerosa adesione. Abbiamo persino avuto l occasione di fare quattro salti, dimenticando a casa tutti i nostri acciacchi! Con poca spesa, con tanta musica e moltissima allegria siamo tornati alle nostre case tutti contenti e soddisfatti... Erano presenti al banchetto anche ultranovantenni e molti ottantenni! Per questa riuscitissima iniziativa ci corre l obbligo di ringraziare anche i proprietari del Ristorante che hanno fatto l impossibile per rallegrare con squisiti piatti la nostra insaziabile fame! Altre iniziative del Coordinamento Anziani di Cerro Maggiore Sono stati organizzati i seguenti soggiorni: MARINA DI PIETRASANTA dal 4/9 al 18/ 9/2005 con 52 partecipanti SIRACUSA dal 18/9 al 2/10/2005 con 78 partecipanti LANZAROTE dal 3/10 al 17/10/2005 con 8 partecipanti FESTA DEI NONNI: il 30 settembre a Cerro Maggiore e il 2 ottobre a Cantalupo.

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli