WEB REPUTATION. Il tutto attinente al campo della rappresentazione che richiama l antica Noematica di Aristotele.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WEB REPUTATION. Il tutto attinente al campo della rappresentazione che richiama l antica Noematica di Aristotele."

Transcript

1 WEB REPUTATION Reputazione in Rete o nella Rete? La questione non è di poco conto se affrontiamo il tema di come la Rete e in essa il Mondo del web 2.0 stia modificando il significato del termine reputazione ed il suo ancoraggio ai processi di costruzione della immagine e della identità a seconda di come si gestisca o subisca il processo di comunicazione della rete telematica. Il Comunicatore Italiano ha sottoposto a verifica utilizzando gli strumenti e la metodologia oggi corrente che cosa sia successo nella competizione tra i partiti durante l ultima campagna elettorale, proprio in termini di web reputation. Vale solo la premessa che ci troviamo dinnanzi ad un nuovo modo di intendere la reputazione che non coincide più con la sua accezione giuridica, né tanto meno con quella economica connessa al fenomeno del rischio reputazionale, ma trova uno spiraglio di comprensione se leghiamo la reputazione allo status delle persone e dei sistemi e quindi ai paradigmi della sociologia e della psicologia cognitiva. La web reputation è data da una parte dalla relazione ed integrazione tra variabili psicosociali quali autorevolezza, stima, credibilità, leadership, comando, conoscenza, esistenza, riconoscimento, notorietà, gradimento, identificazione individuazione che attengono al costrutto di immagine e attribuzione di identità e dall altra a stimoli neurologici attinenti l accettazione o il rifiuto dell oggetto rappresentato valutato sulla base di indicatori come l attenzionalità e il ricordo. Il tutto attinente al campo della rappresentazione che richiama l antica Noematica di Aristotele. L intenzione dell attore del web 2.0 dovrebbe dare vita a costrutti di comunicazione che, corretti dal punto di vista della rappresentazione, dovrebbero indurre feedback altrettanto corretti in un mondo di ipercodificazione che poco spazio lascia alla libertà di espressione ed interpretazione, di errore e di manifestazione della falsa coscienza. In un mondo dove tutto è codificato e corretto la reputazione è la rappresentazione di comportamenti e modi di pensare corretti e universalmente condivisi. Per fortuna non è così e la costruzione di senso domina ancora lo spazio relazionale tra le due scatole nere dell emissione e della ricezione del messaggio, di ego e alter e di me, i sistemi sociali le istituzioni e la società. Alla costruzione di senso non sfugge nemmeno la comunicazione veicolata tramite artefatti telematici collegati tra di loro, uno a molti e molti a molti che si chiama tekno-rete.

2 Anche la tecnologia sta operando una morfogenesi della specie umana, che non ha mai avuto pari riscontro nella storia dell umanità, abbandona il sogno di dominio del Grande Fratello quando i mondi vitali irrompono in rete. In questo senso commentare dal punto di vista della web reputation la dinamica della rappresentazione politica pone il dibattito ermeneutico e filologico al livello più alto della riflessione della integrazione tra comunicazione ed informazione e non solo nel sistema sociale della politica. In Italia, proprio nella vicenda delle elezioni politiche appena terminate, abbiamo dato un contributo notevolissimo alla modernizzazione del dibattito politico, alla sua ricerca di creazione di una interattività sconosciuta in altri Paesi ed al passaggio dalla democrazia rappresentativa a quella diretta che non ha precedenti in nessuna parte nel mondo. Senza ombra di dubbio, siamo il Paese più contemporaneo che esista quanto a creazione della complessità, ma al tempo stesso usa gli strumenti più arcaici per la sua riduzione in termini di possibilità e capacità di rappresentare stati del mondo attualizzabili e quindi politicamente gestibili. La vicenda delle elezioni e del dibattito in Rete merita quindi di essere analizzato a prescindere dalle mode e dagli utilizzi strumentali. Si sono contrapposte tra l altro quattro formazioni con caratteristiche eterogenee. Un partito, PDL, nato come primo partito mediatico puro, che nel 1994 aveva inventato un nuovo genere di comunicazione politica. Il Movimento-partito 5 Stelle che ha combinato la potenza referenziale dell agorà greca con quella ultra moderna della comunità telematica. Un Partito il PD fortemente radicato nel territorio diremmo in modo ANALOGICO e con un forte richiamo alla tradizione. Un partito come quello del Presidente Monti, che camuffato da lista Civica di fatto cercava di riesumare i fasti di una tradizione centrista che sembrava ormai scomparsa dall Italia. Ebbene, la Rete impietosa nella sua crudezza della rappresentazione, ci ha mostrato in modo apparentemente enigmatico la relazione tra queste Forze Politiche e il loro elettorato e degli italiani con la Politica, nella costruzione del consenso e nell orientamento all azione di voto. Il quadro che è emerso è quello che vediamo riprodotto nelle tavole e in esse in particolare quali sono le aree valoriali che sono state agite dal Movimento 5 Stelle rispetto al suo posizionamento, alle aspettative suscitate ed al rapporto con l informazione.

3 Il quadro che emerge è che il Movimento 5 Stelle, nonostante le petizioni rivoluzionarie, si è attestato su una posizione riformista di correzione e controllo delle storture della democrazia rappresentativa, veicolando le istanze che dagli elettori non trovavano modo di dare un impulso di trasformazione al potere statico e reazionario dei partiti. L aspettativa è di portare avanti istanze di rinnovamento anche con un contributo al governo di centro sinistra badando bene al non finire nelle trappole dei media e dei lobbisti radicati. Fin qui tutto chiaro. L analisi invece si fa più intrigante se esaminiamo che cosa è successo nella dinamica della rete nella costruzione del consenso relativo alle forze in campo. A questo scopo l analisi ha avuto questa tipologia di realizzazione. Evidenze della ricerca La Rete costituisce un nodo nevralgico di integrazione e approccio analitico multivariato, in quanto comprende elementi sempre più visibili di interazione e integrazione con i media tradizionali, di riferimenti costanti a diversi contesti territoriali, all interno di strutture preesistenti di relazioni entro un particolare contesto sociale e culturale, avvalendosi di strumenti interattivi basati principalmente sulla componente linguistica e audio-visiva, in un processo mai statico e in continua trasformazione. Il sistema Rete comprende in sé un numero infinito di universi della realtà umana, alcuni altamente visibili e altri ancora marginali, inesplorati e non connessi al flusso di comunicazione, ma pur sempre presenti. In questo contesto di difficile interpretazione e lettura, il monitoraggio di sei della Rete sui diversi attori e partiti politici analizzati, permette di offrire un ampia lettura e una visione di insieme della composizione strutturale quantitativa e di interesse del medium. Ovviamente, questi dati sono da considerarsi una prima fase esplorativa, in quanto per la prima volta lo spazio virtuale italiano affronta una campagna politico-elettorale in Rete. Old e New Media: influenza o interazione? Non si può parlare di una totale campagna politica in Rete, ma solo successivamente al termine della diffusione e pubblicazione dei sondaggi politico-elettorali del 9 febbraio, che hanno contribuito alla contrazione dell attività della Rete o almeno a un mantenimento delle diversità tra le tendenze in relazione ai soggetti monitorati, è stato possibile osservare il reale potenziale dell attività della Rete anche in relazione a possibili sfere previsionali delle elezioni politiche. In un certo senso, i flussi di informazione mediatica orientati alla diffusione dei dati dei sondaggi, hanno portato a una sorta di ridimensionamento dell attività della Rete, livellando, pur con le dovute differenze, l attenzione degli utenti. Al riguardo, una prima riflessione da compiere sul web

4 comprende l importanza di effettuare un approccio interpretativo, proprio per la natura interattiva del mezzo, comprensivo di riflessioni e analisi di natura polimediale. Sono i vecchi media a influenzare l attività della Rete o forse sarebbe meglio considerare l intervento di altri fattori, le cosiddette variabili intervenienti, per una lettura più esaustiva e metodologicamente corretta degli andamenti? Tra identità mediatica tradizionale e identità di Rete e territorio Dal rapporto di ricerca è possibile osservare la particolarità dell evento polimediale. Nella fase di diffusione delle intenzioni di voto si assiste paradossalmente a un contrazione delle citazioni (keywords analizzate) della Rete. Quindi, a una forte spinta comunicativa del sistema mediatico tradizionale a livello di informazione e ricerca, la Rete risponde con una contrazione delle attività. Gli utenti della Rete prendono tempo e osservano. I sondaggi hanno sicuramente avuto un effetto sull opinione pubblica definibile in termini di creazione delle opinioni piuttosto che informazioni sulle stesse, oppure i sondaggisti non hanno analizzato sufficientemente la Rete per rendersi conto del cambiamento progressivo delle tendenze in atto e quindi non considerando l influenza del contesto socio-territoriale di riferimento, struttura quadro dell interazione di singole predisposizioni individuali tra loro connesse anche in Rete. Per approfondire la questione occorre prima di tutto constatare che l interesse e l attività della Rete verte principalmente su Grillo e Berlusconi. Interessanti i picchi di interesse di riferimento. Mentre per Berlusconi si osserva un picco di attenzione in seguito alla trasmissione Servizio Pubblico di Santoro, che ha creato un ampio spazio di discussione sul web, l interesse della Rete su Grillo cresce sempre più in relazione a due particolari momenti, ovvero nel momento di inizio dell ancoraggio al territorio con lo Tsunami Tour a partire dal 14 Gennaio (non sufficientemente comunicato dal sistema mediatico tradizionale) e la fine del periodo di pubblicazione e diffusione dei sondaggi politico-elettorali del 9 febbraio L evidenza è inoltre corroborata non solo dal numero di citazioni, ma dal numero followers sul Social Network Twitter (in special modo intorno al 18 Febbraio con il tour in Lombardia) e sulle visualizzazioni di informazioni su Wikipedia. In questo senso, mentre Berlusconi in Rete risulta avvantaggiato dall influenza/interazione del mezzo televisivo sul e con il web, per Grillo il quadro analitico-interpretativo risulta differente. La forza di Grillo in Rete esplode nel momento in cui i media tradizionali sono obbligati a fare silenzio, ovvero nel momento in cui si decompone la spirale del silenzio dei vecchi media. Riassumendo, in questo caso si assiste a un boom di interesse virtuale determinato da un diverso intreccio di condizioni:

5 - informazione e diffusione dei sondaggi politico-elettorali (agenda setting della ricerca?) - riduzione dell informazione sulla campagna del M5S da parte dei media tradizionai (spirale del silenzio) - tour sul territorio del M5S (territorio) - termine della diffusione dell informazione sondaggistica - esplosione delle dinamiche di interesse del web. Terminata la diffusione dei sondaggi, esplode il silenzio contenuto e compresso della Rete. In questo quadro, è venuta a mancare in Italia un analisi degli effetti territoriali dovuti al tour di Beppe Grillo, già ampiamente visibili e analizzabili nel web. La comunicazione di Beppe Grillo In questo contesto, occorre porre in evidenza la differenziazione tra lo stile di comunicazione di Beppe Grillo rispetto agli altri leader politici analizzati. È possibile rimandarla in un certo senso al modo di interagire e di stare in Rete di Grillo. Non ancora analizzato, è possibile però osservare in prima battuta una visione integrata della comunicazione tra i diversi social network. A differenza degli altri leader/partiti politici, la campagna politico elettorale di Grillo in Rete si è caratterizzata per l utilizzo di un ritmo temporale predefinito nella scelta della comunicazione, nella diversificazione dei contenuti e soprattutto, in una coerenza comunicativa tra le diverse fonti web utilizzate. Considerando o no il clima definito di anti-politica o di malcontento dei cittadini nei confronti della classe politica italiana, rimane il valore aggiunto della reputazione politico-elettorale del M5S avvalorata e garantita dal sistema informativo utilizzato e articolato in componenti strutturaliquantitave e contenutistiche capaci di compenetrare più profondamente nel mezzo e di resistere comunicativamente, con un risposta virtuale e territoriale nelle sue relazioni con gli utenti/cittadini, agli impulsi mediatici degli stakeholder tradizionali o se vogliamo dell agenda setting o spirale del silenzio del sistema comunicativo tradizionale. Immagine di leadership Ad eccezione del M5S in cui si osserva un picco di attenzione nel post elezioni politiche nazionali, gli utenti mostrano scarso interesse per gli altri partiti. Infatti, è interessante osservare l attenzione del web in relazione alle figure di leadership politica piuttosto che sui singoli partiti. In Rete diventa importante l immagine del leader politico (non autoreferenziale nello stile comunicativo), inteso come attori di interazione per lo scambio e il confronto orizzontale delle opinioni e informazioni con i diversi stakeholder di riferimento.

6 Si evidenzia la differenza dell evoluzione dei partiti in campo, in particolare ci siamo trovati di fronte a un PdL che ha utilizzato prevalentemente il mezzo televisivo secondo le modalità classiche dei messaggi di comunicazione di massa, un PD che, forte della sua presenza di rete analogica sul territorio ha usato la Rete come medium aggiunto e non integrato con un linguaggio proprio e una specificità propria la comunicazione. Inoltre, non essendo nella sua identità l utilizzo di un linguaggio di massa come quello usato da Berlusconi, ci si è orientati a veicolare messaggi sulla Rete come se la Rete fosse un mass media. Ad esempio, si è utilizzato un genere di linguaggio come quello delle vignette, tipico della Rete, ma non coerente, posticcio, sovrastrutturale e artefatto e quindi sbagliato, tanto che la Rete lo ha rigettato e ne ha fatto oggetto di scherno. L anacronismo informativo: il confronto con l estero In Rete la comunicazione deve essere trattata in modo complesso a prescindere dal sistema di riferimento. Come per l economia e per l impresa, essere in Rete vuol dire essere una multinazionale anche se sei un artigiano, la stessa cosa vale, a maggior ragione, per un attore politico, per cui il fenomeno della globalizzazione costituisce un fenomeno fondamentale da analizzare se si vuol comprendere la Rete come scambio di relazione tra individui, stakeholder e sistemi. Da questo punto di vista, si marcano due elementi interessanti nella campagna politica italiana: il primo consiste nella rilevanza della presenza di Silvio Berlusconi nella comunicazione globale, l altra nel richiamo a Grillo non tanto sui contenuti, quanto sulla metodologia dell approccio in Rete, che indica modalità di trasformazione sociale e non solo politica, cosa che non è riuscita al Presidente Obama e a tutti coloro che hanno cercato di utilizzare la Rete in chiave di trasformazione sociale. Misurare la Reputazione in Rete? Dallo studio effettuato emerge che esaminare la comunicazione in Rete è estremamente complesso e che la metodologia per poter validare correttamente la reputazione è molto sofisticata, infatti, lo studio complesso della Reputazione in Rete consiste in realtà non in una misurazione quantitativa, così come riportato dalle evidenze empiriche di diversi campi applicativi di ricerca, ma in una comprensione di un attività dinamica di relazione, nel significato dell interazione tra le componenti ontologicamente diverse che la compongono, ovvero: - caratteristiche strutturali e compositive del medium - interazione polimediale - contesto territoriale di riferimento - variabili socio-anagrafiche dell utenza - processi trasformativi di costruzione e de-costruzione identitaria in Rete (identità di Rete) e di relazione

7 - componenti del linguaggio e della struttura linguistica - fenomeni di significazione e struttura dei flussi comunicativi (costruzione simbolica di senso). Queste diverse componenti pongono altre questioni di interesse scientifico, relative all identità politica in Rete o di qualsiasi altro oggetto di studio, in cui sarà fondamentale l utilizzo progressivo e cumulato di un approccio di ricerca e di conoscenza di natura integrata, che abbia come punto costante di riferimento la natura dei contenuti presenti all interno della Rete, ovvero forme di comunicazione linguistico-simboliche che per la propria natura necessitano di essere comprese e analizzate attraverso studi delle diverse componenti di natura linguistico-strutturale e semiotica. Nota metodologica Periodo di monitoraggio: 1 Settembre Marzo 2013 Fonti: 85% traffico internet Italia fonti web; 65% fonti web 1.0; 35% fonti web 2.0 Parole chiave della ricerca: Partiti: PD PdL M5S Scelta Civica Leader: Pier Luigi Bersani Silvio Berlusconi Beppe Grillo Prof. Michelangelo Tagliaferri Accademia di Comunicazione di Milano

Gruppo parlamentare del PD della Camera. Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto. 30 giugno 2015

Gruppo parlamentare del PD della Camera. Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto. 30 giugno 2015 Gruppo parlamentare del PD della Camera Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto 30 giugno 2015 Le unioni civili Nota di commento 3 Le unioni civili Il family day ha riproposto

Dettagli

I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città

I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città Anche se l espressione flussi elettorali viene spesso usata impropriamente per intendere qualsiasi analisi

Dettagli

Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet

Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet extrapola ed presentano Blogmetrics Politica Online, un nuovo servizio di monitoraggio di online news da blog, forum e siti internet. OBIETTIVO

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

Comunicazione di massa

Comunicazione di massa Persuadere per prevenire: tecniche di comunicazione nelle campagne di prevenzione. Fiorenzo Ranieri 1 Le campagne di prevenzione in Italia sono fortemente condizionate dalla impostazione legislativa. Le

Dettagli

I media e la politica

I media e la politica I media e la politica Rapporto media e politica 1) Media subordinati al sistema politico 2) Media che influenzano il sistema politico 3) Rapporto di negoziazione e reciproca influenza tra media e politica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Politiche e Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Mediazione Linguistica e Culturale LA STAMPA TRA GENERE E IMMIGRAZIONE: IMMAGINI DI DONNE MIGRANTI

Dettagli

Il voto di preferenza nelle sette regioni

Il voto di preferenza nelle sette regioni Il voto di preferenza nelle sette regioni Stefano Rombi 8 giugno 2015 Per quanto possa sembrare dissonante rispetto all ampio dibattito giornalistico, bisogna innanzitutto constatare che, se si escludono

Dettagli

Introduzione. Sul piano analitico, l improvvisazione è un concetto multidimensionale che può assumere diverse forme. Può essere vista come:

Introduzione. Sul piano analitico, l improvvisazione è un concetto multidimensionale che può assumere diverse forme. Può essere vista come: Disciplina, inciampo felice, responsabilità: i tre contributi che fanno da prefazione a questo mio testo colgono ciascuno una componente rilevante del tema dell improvvisazione. Punti di vista peculiari

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Chi siamo. La normativa ESOMAR (European Society For Opinion And Marketing Research), della quale istituzione Quaeris ha un membro associato.

Chi siamo. La normativa ESOMAR (European Society For Opinion And Marketing Research), della quale istituzione Quaeris ha un membro associato. Chi siamo Quaeris è un istituto di ricerca specializzato nel settore del marketing research e dei sondaggi. Nato a Treviso nel 1996 opera a livello nazionale ed internazionale. Quaeris fornisce servizi

Dettagli

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA ESERCITAZIONE La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA Il World Wide Web, come abbiamo visto, costituisce sicuramente un ambiente che offre importanti opportunità e risorse per lo

Dettagli

Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica

Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica Lucido 153 Argomenti trattati e livelli della ricerca empirica Le unità Campione e casi Unità di rilevamento e di analisi Le proprietà La definizione operativa Il rapporto di indicazione Validità e attendibilità

Dettagli

APPRENDIMENTO COOPERATIVO E DIDATTICA INCLUSIVA

APPRENDIMENTO COOPERATIVO E DIDATTICA INCLUSIVA APPRENDIMENTO COOPERATIVO E DIDATTICA INCLUSIVA Quali metodi e strategiepossiamo adottare per l'inclusione delle diverse abilità? Difficoltà di Apprendimento LOW ACHIEVERS sono ragazzi che incontrano difficoltà,

Dettagli

Social media management Social Media Strategy Proff. Giovanni Ciofalo, Stefano Epifani a.a. 2014/2015

Social media management Social Media Strategy Proff. Giovanni Ciofalo, Stefano Epifani a.a. 2014/2015 Social media management Social Media Strategy Proff. Giovanni Ciofalo, Stefano Epifani a.a. 2014/2015 IL PIANO DI COMUNICAZIONE prima di cominciare 3 4 Le fasi 1. Pianificazione 1.1 Strategica 1.2 Operativa

Dettagli

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO giuseppe dal ferro ELABORAZIONE DI UN PROGETTO Gli anni dal 2002 al 2015 della Federazione tra le Università della terza età (Federuni) hanno elaborato, con il contributo di studio di docenti universitari,

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

Riunione di benvenuto

Riunione di benvenuto Riunione di benvenuto Aspetti generali del MoVimento 5 Stelle princìpi e organizzazione Cos'è il MoVimento 5 Stelle? Presentato al Teatro Smeraldo di Milano, il 4 ottobre 2009 Il M5S e una libera associazione

Dettagli

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA ROMA 23 OTTOBRE 2008 Vorrei ringraziare gli intervenuti, i relatori, le Istituzioni ed il GSE che con la sua collaborazione

Dettagli

La gestione del reclamo in Emilia-Romagna: una procedura concordata fra i rappresentanti dei cittadini e i servizi

La gestione del reclamo in Emilia-Romagna: una procedura concordata fra i rappresentanti dei cittadini e i servizi Programma a finanziamento ministeriale Percezione di qualità e risultato delle cure: costituzione di una rete integrata di osservatori regionali Seminario interregionale IL CIRCOLO VIRTUOSO DEL RECLAMO

Dettagli

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono:

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono: ABSTRACT Dal titolo del presente elaborato, già si può intuire che l argomento di cui si andrà a trattare è l analisi degli aspetti che ruotano intorno alla maternità multiculturale. Viene presa in considerazione

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

per una buona politica nella Regione Umbria Sara Bentivegna Tutti pazzi per Twitter?

per una buona politica nella Regione Umbria Sara Bentivegna Tutti pazzi per Twitter? Una buona comunicazione Scuola di formazione politica Perugia, 18-19 ottobre 2013 per una buona politica nella Regione Umbria Sara Bentivegna Tutti pazzi per Twitter? Tutti pazzi per Twitter?... LA POLITICA

Dettagli

Servizio Sociale e Ricerca 20 e 27 novembre 2009

Servizio Sociale e Ricerca 20 e 27 novembre 2009 Università degli Studi di Firenze Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea Magistrale in Disegno e Gestione degli Interventi i Sociali Corso di Biografia, Cultura e Servizio Sociale Servizio Sociale

Dettagli

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI:

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: Reputazione online NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: FONDAMENTI DI COMUNICAZIONE DIGITALE: LE REGOLE DEL WEB NUOVI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE: DAL BRAND ALL IDENTITÀ DIGITALE DEFINIZIONE DI WEB REPUTATION

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

Elezioni Comune di Napoli 2011

Elezioni Comune di Napoli 2011 Elezioni Comune di Napoli 2011 Alcune riflessioni sulle tendenze emerse dai sondaggi elettorali a cura di Michele Caiazzo, componente Assemblea Nazionale PD / responsabile Centro Studi e Ricerche PD Campania

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione PREMESSA Cittadinanza e Costituzione è una disciplina di studio introdotta in

Dettagli

Elementi di successo e di ostacolo alla comunicazione efficace in un processo educativo

Elementi di successo e di ostacolo alla comunicazione efficace in un processo educativo Elementi di successo e di ostacolo alla comunicazione efficace in un processo educativo Gabriella Geraci La comunicazione La comunicazione serve per trasmettere delle informazioni per mezzo di messaggi

Dettagli

Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO

Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO 1 giugno 2015 Analisi dei flussi di voto in LIGURIA 1 giugno 2015 LIGURIA i flussi di voto tra 2014 e 2015 Come si sono mossi gli elettori liguri rispetto

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO. LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA

PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO. LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA Dr. Andrea Bertucci Psicologo e Dottore di Ricerca in Scienze Cognitive E mail: andrea.bertucci@yahoo.com

Dettagli

Aula reale, aula virtuale e mailing list. Cosa si intende per politica dei servizi sociali. Uso professionale della legislazione

Aula reale, aula virtuale e mailing list. Cosa si intende per politica dei servizi sociali. Uso professionale della legislazione 1 Università di Milano - Bicocca Laurea in Servizio Sociale, 3 anno Laboratorio POLITICHE LEGISLATIVE E SERVIZI SOCIALI: METODI DI ANALISI E CASI PRATICI Ottobre/ A cura di Paolo Ferrario Dispensa n. 1

Dettagli

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Toni Muzi Falconi Methodos SpA New York University Firenze, 17 maggio 2009 Alla fine del secolo scorso lo sviluppo delle nuove

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO Tamara Mazzoleni Convegno C.e.s.c. Lombardia Formatori in rete Costruzione di un percorso. Formazione generale

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE

PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE Scuole dell infanzia di Baraggiole e Calderara PROGETTO EDUCATIVO TRIENNALE Anni scolastici 2012-13/2014-15 Le scuole dell infanzia dell Istituto Comprensivo T. Croci si pongono come obiettivo, nel corso

Dettagli

Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR)

Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR) Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR) UNA CULTURA, UNA TRADIZIONE, UN SISTEMA PRODUTTIVO LOCALE: IL CASO DI CASTELLI (TE) Indicazioni progettuali per un analisi territoriale, per un progetto di

Dettagli

L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE

L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE PRESENTAZIONE N #2 L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE 30 novembre 2015 SOMMARIO #1. LO SCENARIO NELL ERA DIGITALE #2. DALLA RECLAME ALLA WEB REPUTATION #3. DALL OUTBOUND MARKETING ALL

Dettagli

Le tre componenti del successo del Movimento 5 Stelle:

Le tre componenti del successo del Movimento 5 Stelle: Le tre componenti del successo del Movimento 5 Stelle: 1) l assunzione di un ruolo di imprenditore politico da parte di une comico conosciuto e affermato. 2) la costruzione di un movimento a partire dal

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

DELIBERA N. 175/14/CONS

DELIBERA N. 175/14/CONS DELIBERA N. RICHIAMO ALLA SOCIETA RAI-RADIOTELEVISIONE ITALIANA S.P.A. ALL IMMEDIATO RIEQUILIBRIO DELL INFORMAZIONE DURANTE LA CAMPAGNA PER L ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL ITALIA

Dettagli

CAVALCANDO LO STRESS CONOSCERE LO STRESS LAVORO-CORRELATO PER PARTECIPARE POSITIVAMENTE ALLA SUA VALUTAZIONE ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO

CAVALCANDO LO STRESS CONOSCERE LO STRESS LAVORO-CORRELATO PER PARTECIPARE POSITIVAMENTE ALLA SUA VALUTAZIONE ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO CAVALCANDO LO STRESS CONOSCERE LO STRESS LAVORO-CORRELATO PER PARTECIPARE POSITIVAMENTE ALLA SUA VALUTAZIONE d intesa con nell ambito della Campagna Lombardia ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO www.amblav.it

Dettagli

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I)

Istituto Paritario Minerva. Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) Istituto Paritario Minerva Progetto Educativo di Istituto (P.E.I) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA La legge 62 del 10 Marzo 2000, recante Norme sulla parità scolastica e disposizioni sul diritto allo

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura Corso di formazione specialistica su dialogo, tecnologie e comunicazione globale promosso dalla rete nazionale di scuole Rete Dialogues (retedialogues.it) Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura INTRODUZIONE

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 Comune di Pontecagnano Faiano Ufficio di Gabinetto BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 QUADRO NORMATIVO In relazione alla legge 150 del 7 giugno 2000, Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione

Dettagli

Organizzazione aziendale e sistemi informativi. Prof. Luca Gnan

Organizzazione aziendale e sistemi informativi. Prof. Luca Gnan Organizzazione aziendale e sistemi informativi Prof. Luca Gnan Agenda Una definizione Divisione del lavoro e coordinamento Le regole nella progettazione Gli ambiti della progettazione organizzativa Modelli

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto SOGGETTO PROPONENTE MUBA nasce nel 1995 con l'obiettivo di realizzare un Museo dei Bambini a Milano e per primo ha proposto con successo mostre

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione CIRPA / 10 Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione Master di II livello in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie DAOSan

Dettagli

LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3. Gaia Vicenzi - Laboratorio di psicologia cognitiva - a.a. 2004-05

LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3. Gaia Vicenzi - Laboratorio di psicologia cognitiva - a.a. 2004-05 LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3 1 LA FONTE 2 LA FONTE Fabris (1992) identifica tre principali tipi di fonte che possono interferire sul messaggio che comunicano: 1) l impresa 2) il

Dettagli

Master in Counseling per Migranti

Master in Counseling per Migranti sispi attività - a.a. 2012-13 PROGETTO MIGRANTI Master in Counseling per Migranti corso annuale 210 ore Scuola accreditata S.I.Co. Società Italiana Counseling Via C.Menotti 11/c, Milano P.za Ruggero di

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA NAZIONALE SERVIZI PUBBLICI E PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA a cura di ATTAC ITALIA

PROGETTO DI RICERCA NAZIONALE SERVIZI PUBBLICI E PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA a cura di ATTAC ITALIA PROGETTO DI RICERCA NAZIONALE SERVIZI PUBBLICI E PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA a cura di ATTAC ITALIA 1. Premessa L Associazione Attac Italia è parte della rete internazionale di Attac (Associazione per la

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

XV CONGRESSO UNIONE CAMERE PENALI ITALIANE

XV CONGRESSO UNIONE CAMERE PENALI ITALIANE XV CONGRESSO UNIONE CAMERE PENALI ITALIANE Venezia 19, 20 e 21 settembre 2014 OSSERVATORIO PER LE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE 2 RELAZIONE SULL ATTIVITÀ DELL OSSERVATORIO DAL SETTEMBRE 2013 AL SETTEMBRE 2014

Dettagli

COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU

COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU Prof. Mario Mazzoleni mario.mazzoleni@mmsolutions.eu 18 Novembre 2013 1 STAKEHOLDER Finanziator i Personal e Collettività Soci

Dettagli

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione Ornella Nicotra a.a. 2001-2002 Modulo europeo Action Jean Monnet Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari

Dettagli

RELAZIONE FINALE 1 ANNO DOL Progetto BIM BUM BAM.SPOT. 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti

RELAZIONE FINALE 1 ANNO DOL Progetto BIM BUM BAM.SPOT. 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti RELAZIONE FINALE 1 ANNO DOL Progetto BIM BUM BAM.SPOT 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Questa esperienza didattica ha preso spunto dallo studio del fenomeno

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

Socializzare la conoscenza comunità online

Socializzare la conoscenza comunità online Socializzare la conoscenza 14 dicembre 2012 Le fasi del processo Socializzazione (da conoscenza tacita a tacita, in persone diverse che interagiscono) Esteriorizzazione o esternalizzazione (da conoscenza

Dettagli

XXXVI Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani FOCUS: ECCO I CIVES.NET, LA COMMUNITY POLITICA

XXXVI Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani FOCUS: ECCO I CIVES.NET, LA COMMUNITY POLITICA XXXVI Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani FOCUS: ECCO I CIVES.NET, LA COMMUNITY POLITICA gennaio 2013 NOTA INFORMATIVA L Osservatorio sul Capitale Sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione

Dettagli

LA RICERCA DI MERCATO NEL TERRITORIO RISTRETTO

LA RICERCA DI MERCATO NEL TERRITORIO RISTRETTO PROGRAMMAZIONE + COMPETENZE APPLICATE LA RICERCA DI MERCATO NEL TERRITORIO RISTRETTO StudiAssociati 2013 PARLEREMO DI: Il villaggio globale e il social media marketing La ricerca di marketing nel territorio

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Capitolo 3. L amministrazione verso i cittadini e le imprese

Capitolo 3. L amministrazione verso i cittadini e le imprese Capitolo 3 L amministrazione verso i cittadini e le imprese Capitolo 3 L amministrazione verso i cittadini e le imprese 3.1 La comunicazione istituzionale Il Dipartimento della Funzione Pubblica si propone

Dettagli

Mozione presentata al Collegio dei Docenti dell istituto Albert di Lanzo

Mozione presentata al Collegio dei Docenti dell istituto Albert di Lanzo Lettera aperta ai colleghi dell Istituto Albert, al Preside, al Direttore scolastico regionale, alla Ministra della Pubblica Istruzione, Al mondo sindacale e politico, ai giornali. Mozione presentata al

Dettagli

Parte II Le aree della comunicazione d impresa

Parte II Le aree della comunicazione d impresa Parte II Le aree della comunicazione d impresa Cap.3 La comunicazione istituzionale Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 fabio.forlani@uniurb.it La comunicazione istituzionale: definizione

Dettagli

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 1 PREMESSA Il CNSA riconosce e valorizza le specificità di ciascun Ente Locale, delle singole professionalità e delle

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

Come iscriversi al M5S. Gruppi di Lavoro PROSPETTO ORGANIZZATIVO COMUNICAZIONE. Come funzionano le consultazioni via web

Come iscriversi al M5S. Gruppi di Lavoro PROSPETTO ORGANIZZATIVO COMUNICAZIONE. Come funzionano le consultazioni via web Come iscriversi al M5S Gruppi di Lavoro PROSPETTO ORGANIZZATIVO COMUNICAZIONE Come funzionano le consultazioni via web Come iscriversi al M5S Il MoVimento 5 Stelle è una non Associazione. Rappresenta una

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

MONIWEB Analisi dell immagine in Web 2.0

MONIWEB Analisi dell immagine in Web 2.0 MONIWEB Analisi dell immagine in Web 2.0 Eikon Strategic Consulting. Nessuna parte di questo documento puo essere usato o riprodotto senza permesso scritto INDICE Cos è il Web 2.0? Web 2.0 e la sua influenza

Dettagli

Pratiche socialmente responsabili

Pratiche socialmente responsabili Pratiche socialmente responsabili I risultati di un indagine tra 28 multinazionali europee Milano, 3 dicembre 2003 EUROPEAN UNION European Social Fund Article 6 Innovative Measures Prime evidenze dalla

Dettagli

PRESENTAZIONE Time & Mind

PRESENTAZIONE Time & Mind PRESENTAZIONE Time & Mind Febbraio 2008 Time & Mind srl C.so Svizzera, 185 10149 Torino T +39 011 19505938 www.timeandmind.com - info@timeandmind.com Ecosistemi Digitali al servizio delle aziende L agenzia

Dettagli

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful Stefanel Progetto website, ecommerce & social Documento di presentazione del progetto Milano, 6 febbraio 2012 Articolazione dei contenuti 1. Cenni sull azienda 2. Cenni sull agenzia 3. Strategia: Seduction

Dettagli

CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA.

CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA. CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA. CHE COS'E' IL CYBER PR? Il CYBER PR è una campagna di promozione discografica digitale il cui scopo è quello di sfruttare

Dettagli

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ La qualità dei servizi e delle politiche pubbliche è essenziale per la competitività del sistema economico e per il miglioramento delle condizioni di vita dei

Dettagli

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori:

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori: 1 INTRODUZIONE Prima di predisporre il Bilancio delle Competenze, sento la necessità di ripercorrere brevemente il mio percorso lavorativo, che non si è svolto solo in ambito scolastico. Dalla prima metà

Dettagli

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG 16 gennaio 2015 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG Introduzione Le attività dei blogger I social influencer

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE 5 Direttore Roberto Chionne Professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese Facoltà di Lingua e Cultura Italiana Università per Stranieri di Perugia Comitato

Dettagli

Scheda di Progettazione di un Curricolo verticale

Scheda di Progettazione di un Curricolo verticale Scheda di Progettazione di un Curricolo verticale ISTITUTO COMPRENSIVO Taverna di Montalto Uffugo (CS) Anno Scolastico 2013-2014 Docenti: Anna Maria Santoro e Silvia Mazzeo Nel nostro tempo, dove situazioni

Dettagli

Antonella Foco Relazione finale 2 Anno 2008/2009 Classe E12 Tutor: Angela Passoni Allegato 2

Antonella Foco Relazione finale 2 Anno 2008/2009 Classe E12 Tutor: Angela Passoni Allegato 2 Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti 1 Il Progetto è nato dall esigenza di sperimentare nuove strategie per implementare nei ragazzi il desiderio di avvicinarsi

Dettagli

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi*

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il segretariato sociale ha una storia e una tradizione che hanno accompagnato la professione dalla sua nascita, e pertanto

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

Centro Formazione Insegnanti Rovereto. Relatrice: Dr.ssa Serena Valorzi www.serenavalorzi.it

Centro Formazione Insegnanti Rovereto. Relatrice: Dr.ssa Serena Valorzi www.serenavalorzi.it Centro Formazione Insegnanti Rovereto Relatrice: Dr.ssa Serena Valorzi www.serenavalorzi.it Gli uomini non vengono angosciati dalle cose, bensì dalle opinioni che si fanno su di esse. Epitteto, filosofo

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

Stoccolma 2010 e Melbourne 2012: un riposizionamento strategico delle RP

Stoccolma 2010 e Melbourne 2012: un riposizionamento strategico delle RP Stoccolma 2010 e Melbourne 2012: un riposizionamento strategico delle RP 14 ottobre 2013 Prof. Giampaolo Azzoni Giampaolo Azzoni 2 RELATORI: GIAMPAOLO AZZONI - TONI MUZI FALCONI Indice degli argomenti

Dettagli

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi.

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. Obiettivi generali Obiettivi specifici 5. Target: chi può partecipare 6. Progetto Pianifica T.U.:

Dettagli

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME ANALISI DI ECONOMICITÀ, EFFICACIA ED EFFICIENZA

Dettagli

Relazione del Presidente della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Professor Giovanni Tria

Relazione del Presidente della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Professor Giovanni Tria DISPA Meeting of Directors of School and Institutes of Public Administration The role of Public management training in the current economic situation Madrid, 27 e 28 maggio 2010 Relazione del Presidente

Dettagli

La comunicazione del rischio

La comunicazione del rischio La comunicazione del rischio Di Mauro Palazzi (modificata) A cura di Luigi Triggiano Medico di medicina generale 1 OBIETTIVI DEL CORSO migliorare le conoscenze sulla comunicazione e sulle sue criticità

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GlocalzzAzione SETTORE e Area di Intervento: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione COMUNE DI TRENTO Servizio Programmazione e Controllo via Belenzani 22 38100 Trento Telefono: 0461-884162; Fax: 0461-884168 e_mail: servizio_programmazione@comune.trento.it Sito internet dell amministrazione:

Dettagli