Esami preventivi. Il nostro impegno per la diagnosi precoce delle malattie.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esami preventivi. Il nostro impegno per la diagnosi precoce delle malattie."

Transcript

1 Esami preventivi Il nostro impegno per la diagnosi precoce delle malattie.

2 1. Perché sottoporsi a esami preventivi? 3 2. Esami preventivi per l individuazione di fattori di rischio o malattie del sistema cardiovascolare Misurazione della pressione arteriosa Misurazione del colesterolo Misurazione della glicemia Screening per aneurisma dell aorta addominale 3 3. Esami preventivi per la diagnosi precoce di tumori maligni Carcinoma del collo dell utero (carcinoma della cervice uterina) Cancro al seno (carcinoma mammario) Cancro alla prostata Cancro della pelle (melanoma): ispezione cutanea Cancro all intestino (carcinoma del colon): ricerca della presenza di sangue occulto nelle feci, colonscopia 8 4. Screening per l individuazione di glaucomi 8 5. Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) 8 6. Vantaggi e svantaggi della diagnosi precoce 9 7. Chi può aiutare a prendere una decisione? 9 8. Panoramica degli esami consigliati in assenza di fattori di rischio Panoramica degli esami consigliati in presenza di fattori di rischio 11 12

3 Esami preventivi Le seguenti raccomandazioni per gli esami preventivi sono state estratte dalle linee guida sui check-up di medix (elaborate dai medici Uwe Beise e Felix Huber). medix Svizzera è un unione di reti di medici e medici individuali al passo coi tempi che collabora da molti anni con Helsana. 1. Perché sottoporsi a esami preventivi? Gli esami preventivi sono volti a individuare possibili malattie prima che si manifestino i loro sintomi o disturbi, dunque quando il paziente appare ancora in buona salute. Nel gergo specialistico, gli esami medici preventivi vengono spesso denominati «screening». 2. Esami preventivi per l individuazione di fattori di rischio o malattie del sistema cardiovascolare 2.1 Misurazione della pressione arteriosa La pressione alta o ipertensione è uno dei fattori di rischio più importanti per il sistema cardiocircolatorio. Una terapia efficace dell ipertensione significa intervenire con misure preventive atte a ridurre nettamente le malattie del sistema cardiovascolare e il numero di decessi. 2.2 Misurazione del colesterolo Uno stato cronico di colesterolo elevato è un fattore di rischio per una patologia delle coronarie (cardiopatia coronarica), un infarto cardiaco (infarto del miocardio) o un ictus (apoplessia). A seconda del rischio individuale la terapia con farmaci per la riduzione del colesterolo (statine) può diminuire il numero di eventi cardiovascolari. A causa dell elevata evidenza, agli uomini tra i 35 e i 65 anni si raccomanda la misurazione del colesterolo e del valore HDL (il colesterolo cui viene attribuita una funzione protettiva) ogni cinque anni. Nelle donne l evidenza dell utilità dello screening e di un intervento preventivo è minore. Per le donne questa raccomandazione vale per la fascia d età tra i 45 e i 65 anni (cfr. medix GL Hyperlipidämie, 2011). 2.3 Misurazione della glicemia Il 3-4 per cento della popolazione svizzera soffre di diabete di tipo 2. La malattia ha una lunga fase asintomatica ed è per questo che spesso viene individuata solo quando è tardi. Un comportamento attento al tasso glicemico è molto importante e può ritardare o addirittura evitare l insorgere di disturbi circolatori dei piccoli vasi sanguigni con conseguenze tardive. Pare quindi evidente l utilità di una diagnosi precoce. A partire dai 45 anni d età tutti dovrebbero sottoporsi ogni 3 anni a uno screening del diabete con misurazione del tasso glicemico a digiuno. Un osservazione: fino ad oggi l utilità degli esami preventivi della glicemia non è stata dimostrata in studi clinici finali. In caso di ipertensione nota si consiglia una misurazione della glicemia. 2.4 Screening per aneurisma dell aorta addominale (AAA) Con aneurisma dell aorta addominale si intende la dilatazione patologica dell aorta addominale. Un aneurisma dell aorta addominale è il più delle volte asintomatico, ragione per cui spesso non viene identificato. Vi è però il rischio che la parete arteriosa si rompa nel punto della dilatazione causando un emorragia interna. Il tasso di mortalità dei pazienti che subiscono un aneurisma dell aorta addominale è superiore al 90%. Un aneurisma dell aorta addominale può essere diagnosticato in modo semplice, sicuro ed economico con un esame ecografico. Si consiglia dunque un esame unico nei pazienti a rischio a partire dai 65 anni. A rischio sono i fumatori e gli ex fumatori, le persone con casi di aneurisma in famiglia (il 10-20% di tutti i casi di AAA), i soggetti con un ipertensione non controllata o con una grave malattia vascolare (ad es. cardiopatia coronarica). 3

4

5 Riconoscimento tempestivo Prima di decidere se effettuare un esame di diagnosi precoce, il paziente deve essere informato sulla validità dei risultati sia positivi che negativi del test, sulle misure eventualmente necessarie (ad es. biopsie = campioni di tessuto), sui possibili trattamenti e sui loro rischi. 3. Esami preventivi per la diagnosi precoce di tumori maligni 3.1 Carcinoma del collo dell utero (carcinoma della cervice uterina) I fattori di rischio per il carcinoma del collo uterino sono l inizio precoce dei rapporti sessuali, il cambio frequente di partner sessuali e la scarsa igiene intima. Questi fattori aumentano la trasmissione del virus del papilloma umano (HPV), responsabile di gran parte dei carcinomi del collo uterino. Il rischio di contrarre l HPV si può ridurre utilizzando il profilattico, che non garantisce però una protezione assoluta. Il cancro del collo uterino è il secondo tipo di tumore maligno più frequente nelle donne a livello mondiale. Pap test Lo striscio delle cellule del collo uterino si è affermato come esame per la diagnosi precoce del carcinoma squamocellulare della cervice uterina. Grazie allo screening e a un trattamento mirato in caso di referto positivo, la frequenza di nuovi casi di questo tipo di cancro (il più frequente) viene ridotta del 20-60%. Il Pap test viene consigliato come esame di routine a tutte le donne a partire dai primi rapporti sessuali. Il primo e il secondo striscio vengono effettuati a distanza di un anno, i successivi ogni tre anni fino ai 65 anni. Vaccinazione contro il cancro al collo dell utero È consigliata alle ragazze e alle giovani donne prima del primo rapporto sessuale. Il vaccino si limita ai tipi 16 e 18 che presentano un rischio maggiore e sono responsabili del 70% dei carcinomi della cervice uterina. I tipi ad alto rischio possono causare stadi tumorali precoci e cancro. 3.2 Cancro al seno (carcinoma mammario) Molti fattori di rischio per il cancro al seno sono inevitabili, fra di essi la frequenza dei casi registrati in famiglia, il mancinismo o l esposizione a radiazioni. Diversa è invece la situazione per quanto riguarda i fattori legati allo stile di vita. Il rischio di tumore al seno aumenta con l elevato consumo cronico di sigarette. Anche il consumo quotidiano di alcool per molti anni è un fattore di rischio e l incidenza di tumore al seno nelle donne in sovrappeso è di 2,5 volte maggiore rispetto alle donne con un peso normale. Autopalpazione del seno Sono le donne stesse, con l autopalpazione, a scoprire la maggior parte dei tumori al seno. Solo un tumore su 12 è maligno, ma è già troppo avanzato per una previsione favorevole sul decorso. L autoesame del seno mediante autopalpazione sistematica seguendo le istruzioni fornite viene consigliato spesso, non contribuisce però a una riduzione del tasso di mortalità. Lo stesso vale per la palpazione effettuata dal medico. Nonostante la dimostrabilità (evidenza) sia discutibile, una parte delle donne trae vantaggio dall autoesame regolare in quanto acquisisce una maggiore consapevolezza del proprio corpo e assume una responsabilità attiva della propria salute. In altre donne, invece, la raccomandazione dell autoesame regolare del seno crea paure e preoccupazioni eccessive. 5

6 Mammografia La mammografia continua ad essere oggetto di discussione, ma attualmente costituisce la migliore possibilità di individuare un tumore al seno in uno stadio precoce. Con una terapia adeguata il tasso di sopravvivenza quinquennale è di oltre il 90%. Le attuali conoscenze possono essere riassunte come segue: per le donne tra i 40 e i 49 anni senza rischio elevato non vi è alcuna evidenza attestante l utilità di una mammografia. All utilità della mammografia si contrappongono alcuni svantaggi, soprattutto l elevato numero di referti «falsi positivi» che si potrebbero in parte ridurre con elevati standard qualitativi. Un referto «falso positivo» significa che la paziente esaminata è sana, ma che viene erroneamente classificata come malata. Ne conseguono biopsie ingiustificate, oneri psichici evitabili e talvolta anche trattamenti superflui. In conclusione, non si possono emettere raccomandazioni generali sulla mammografia. È importante rivolgersi al medico e informarsi su vantaggi e svantaggi. Alle donne con un elevato rischio di cancro al seno si consiglia di sottoporsi regolarmente alla mammografia. 3.3 Cancro alla prostata Il fattore di rischio principale del cancro alla prostata è l età. Inoltre, il rischio di ammalarsi di cancro alla prostata aumenta con il numero di familiari diretti (padre o fratelli) affetti dalla stessa malattia. Test PSA Finora non vi è alcuna evidenza univoca circa l utilità di uno screening esteso a tutta la popolazione. Palpazione (esplorazione rettale digitale o ERD) Non vi è alcuna evidenza che l esplorazione rettale digitale possa prolungare la vita. La palpazione da sola rileva solo una percentuale esigua dei carcinomi, i quali sono spesso in uno stadio avanzato. Pertanto l ERD non si presta per una diagnosi precoce. 3.4 Cancro della pelle (melanoma): ispezione cutanea Le probabilità di guarigione nel cancro della pelle sono elevate se il tumore viene individuato in uno stadio precoce. Uno screening è quindi opportuno e si può effettuare senza grandi oneri. Alle persone a rischio si consigliano controlli regolari ogni anno o ogni due anni. Sono considerate a rischio di melanoma le persone: con pelle chiara e capelli rossi; con lentiggini; con tendenza alle scottature; con molti nei e/o nei atipici (nevi); la cui famiglia presenta una storia clinica di melanomi o altri tipi di cancro della pelle. Regola ABCDE A: asimmetria (anomalie della normale forma rotonda od ovale) B: bordi (bordi irregolari o indistinti) C: colore (colorazione non uniforme) D: diametro superiore ai 6 mm E: evoluzione (neo di nuova formazione e comparso in breve tempo; deve essere esaminato da un dermatologo) Se un neo o una macchia presenta due di queste cinque caratteristiche, si consiglia di asportarlo e di effettuare la biopsia del tessuto. In conclusione, l esame del sangue per la rilevazione del valore PSA può essere proposto quando un uomo esprime esplicitamente il desiderio di diagnosi precoce e se è disposto a sottoporsi a ulteriori accertamenti (palpazione, ecografia, biopsia) nonché a una terapia, qualora sia necessaria. Alla luce dei dati disponibili, una raccomandazione estesa dell esame del PSA non è indicata. Un eccezione è data dagli uomini con un elevato rischio genetico. 6

7

8 3.5 Cancro all intestino (carcinoma del colon): ricerca della presenza di sangue nelle feci, colonscopia Il cancro all intestino ha un lungo decorso clinico. Nel 90% dei casi, si sviluppa da escrescenze benigne della mucosa o del tessuto ghiandolare (adenomi), spesso sotto forma di polipi. Lo sviluppo da tumore benigno a cancro è un processo che avviene nel corso di diversi anni, offre per questo buone possibilità di diagnosi precoce e dunque di guarigione. La frequenza di questo tipo di carcinoma nella popolazione è un ulteriore argomento a favore dell esecuzione di controlli di routine. Vi sono due metodi di screening: Esame del sangue occulto nelle feci (FIT) Il cancro all intestino causa molto spesso perdite di sangue che possono essere rilevate nelle feci. Tuttavia un referto FIT positivo (ossia presenza di sangue nelle feci) non è molto significativo poiché solo nel 10% dei casi si tratta di carcinoma. Ciononostante si dovrebbe effettuare sempre una colonscopia. Un test FIT dall esito negativo (ossia assenza di sangue occulto nelle feci) non diminuisce la probabilità che vi sia un cancro all intestino in uno stadio avanzato. Colonscopia Il metodo maggiormente usato nella profilassi del cancro all intestino è la colonscopia poiché consente un ispezione dell intero intestino crasso. Se durante l esame si constata la presenza di escrescenze della mucosa (polipi), queste possono essere asportate immediatamente. Si evita così in maniera efficace l insorgere di un tumore maligno. In conclusione, la colonscopia può essere proposta a uomini e donne a partire dai 50 anni d età, poiché a partire da tale età il rischio di cancro all intestino nella popolazione aumenta considerevolmente. In caso di referto normale, l esame va ripetuto solo dopo 10 anni. Sono diverse invece le raccomandazioni per coloro che presentano un rischio elevato. Sono considerate persone a rischio elevato le persone con almeno un familiare di primo grado affetto da cancro all intestino o polipi prima dei 60 anni nonché le persone che soffrono di colite ulcerosa o morbo di Crohn. 4. Screening per l individuazione di glaucomi Con glaucoma si intendono le malattie agli occhi accomunate dalla presenza di un danno cronico e progressivo delle fibre nervose della retina. Ne derivano alterazioni della testa del nervo ottico, limitazioni del campo visivo e nel peggiore dei casi cecità. Quando ci si accorge della malattia, i danni agli occhi sono spesso già troppo avanzati e irreversibili. L insorgere del glaucoma aumenta con l età. Una pressione oculare elevata si verifica nel 25-50% dei pazienti ed è dunque solo uno dei diversi fattori di rischio. Attualmente non è possibile esprimere alcuna raccomandazione basata sull evidenza dello screening per glaucoma per tutta la popolazione. Un esame oculistico è opportuno solo dai 50 anni d età o dai 40 nei pazienti a rischio. Sono considerate a rischio le persone con casi di glaucoma in famiglia, ipertensione di grado elevato, forte miopia, lunga terapia a base di steroidi e le persone di colore. AIle persone a rischio il gruppo Helsana consiglia inoltre un esame di Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) La BPCO si verifica di norma quale conseguenza di un danno progressivo delle vie respiratorie in seguito all inalazione di sostanze nocive, spesso contenute nei tabacchi. Non c è dunque da stupirsi se nove pazienti su dieci sono fumatori o ex fumatori. Nel restante 10% la BPCO va attribuita a influssi ereditari o ad altre irritazioni dei polmoni. La malattia non è curabile, ma se ne può rallentare il decorso adottando misure adeguate. Fonte: legapolmonare.ch/it/malattie-e-conseguenze/ bpco/sintomi.html In conclusione, un esame preventivo per la BPCO è opportuno per i fumatori, in particolar modo in caso di sintomi quali tosse e espettorato (catarro) al mattino. 8

9 6. Vantaggi e svantaggi della diagnosi precoce Vantaggi La malattia viene rilevata in uno stadio precoce e curabile: una guarigione è più frequente o è possibile con un onere inferiore. Il trattamento allo stadio precoce pregiudica meno la qualità della vita, poiché non richiede né un intervento radicale né una chemioterapia. Spesso si evitano anche danni successivi. Il trattamento allo stadio precoce genera inoltre meno costi. Il paziente esaminato si sente tranquillo in caso di risultato normale. Il medico conosce meglio il suo paziente e più avanti, in situazioni incerte, potrà consultare i referti precedenti per avere più chiarezza. Se la persona esaminata appartiene a un gruppo a rischio, può essere informata in merito a possibili autoesami e a misure profilattiche. Svantaggi L esame stesso può rappresentare un peso per il paziente. Nel caso di risultati «falsi negativi», il paziente malato viene tranquillizzato erroneamente poiché nell esame è sfuggito un valore della malattia. Al contrario, nel caso di risultati «falsi positivi» il paziente si preoccupa senza motivo. Ne derivano accertamenti gravosi e cari. Diagnosi «in eccesso»: può avvenire che vengano diagnosticati stadi precoci di una malattia che pur essendo ben curabile non avrebbe mai causato sintomi. La diagnosi precoce non apporta alcuna utilità, ma può compromettere la qualità della vita. Se viene anticipato solo il momento della diagnosi senza che ciò aumenti l aspettativa di vita, il riconoscimento tempestivo può essere ritenuto uno svantaggio. È ciò che avviene quando la malattia ha già raggiunto uno stadio ormai incurabile. Fonte dei vantaggi e degli svantaggi: Screening: it.wikipedia.org/wiki/screening [dati aggiornati: ] 7. Chi può aiutare a prendere una decisione? Se avete domande sugli esami preventivi, chiedete consiglio al vostro medico di famiglia. Trovate link informativi anche sul sito di Helsana: helsana.ch/esami-preventivi 9

10 Esami consigliati in assenza di fattori di rischio Esame (per) Età Chi? Con quale frequenza? Misurazione della pressione arteriosa dai 18 in su tutti, uomini e donne ogni 3-5 anni Misurazione del uomini tra uomini e donne senza FR ogni 5 anni (in caso di colesterolo 35 e 65 anni rischio basso secondo il (colesterolo totale, donne tra calcolo automatico del HDL, LDL) 45 e 65 anni rischio cardiovascolare) tra 65 e 75 anni controverso, dopodiché ogni 2-5 anni (in caso di non più necessario rischio intermedio) Screening del diabete (glicemia a digiuno) dai 45 in su uomini e donne senza FR ogni 3 anni Screening per il glaucoma (diversi esami dall oculista) dai 50 in su uomini e donne senza FR ogni 2-3 anni Cancro al seno dai 50 in su nessuna raccomandazione generale ogni 2 anni (mammografia) per donne senza FR (personalizzato, previa definizione di utilità e rischi) Cancro all intestino dai 50 in su uomini e donne. ogni 2 anni Test immunochimico test non specifico; solo se vi è disponi- fecale (FIT) bilità a sottoporsi a una colonscopia in caso di referto positivo Cancro all intestino (colonscopia/ sigmoidoscopia) dai 50 in su uomini e donne ripetere dopo 10 anni (fino ai 69 anni) Carcinoma del collo dell utero (Pap test) dai 20 in su donne sessualmente attive 2 o striscio dopo 1 anno, in seguito ogni 3 anni, dai 65 anni solo pazienti a rischio FR = fattore di rischio 10

11 Esami consigliati in presenza di fattori di rischio Esame (per) Chi? Età Con quale frequenza? Misurazione del Persone con FR o malattia esistente del sistema dalla diagnosi del individuale colesterolo cardiovascolare fattore di rischio (colesterolo totale, (FR cardiovascolari) o della malattia HDL, LDL) cardiovascolare Screening del diabete Persone con FR: dal momento della individuale (glicemia a digiuno) ipertensione diagnosi colesterolo alto sovrappeso, BMI > 27kg/m 2 casi di diabete di tipo 2 in famiglia diabete durante la gravidanza etnia tamil Screening per il glaucoma Persone con FR: nei pazienti a rischio individuale (diversi esami dall oculista) casi di glaucoma in famiglia (!) dai 40 in su pressione oculare elevata forte miopia terapia con steroidi di lunga durata persone di colore Osteoporosi Donne con valori elevati secondo il rischio di dai 65 in su individuale (densitometria = fratture adeguato all età definito da FRAX misurazione della (modello di calcolo, usato dal medico) densità ossea) Aneurisma dell aorta Uomini e donne con FR: dai 65 in su un unica volta (sonografia = ecografia) fumatori (ex fumatori) diversi casi in famiglia gravi malattie vascolari (ad es. cardiopatia coronarica) Cancro al seno in caso di rischio elevato dai 40 anni in su ogni 2 anni (mammografia) (diversi casi in famiglia, altri FR) (individuale) in caso di predisposizione genetica (BRCA1/BRCA2) dai 30 in su ogni anno 11

12 Esami consigliati in presenza di FR Esame (per) Chi? Età Con quale frequenza? Cancro all intestino (colonscopia) Pazienti a rischio: almeno un familiare di primo grado con cancro all intestino o polipi, se la diagnosi è stata formulata prima dei 60 anni colite ulcerosa / morbo di Crohn 10 anni prima della malattia del familiare ripetizione dopo 5 anni Tumore alla prostata (test PSA) uomini con precedenti in famiglia: un familiare di primo grado ammalatosi prima dei 65 anni, o più familiari di primo grado affetti dalla malattia (a prescindere dall età) dai 50 anni o 10 anni prima del momento in cui è stata formulata la diagnosi per il familiare individuale tratto dalle linee guide sui check-up Allestito da: Uwe Beise / Felix Huber In presenza di fattori di rischio Helsana consiglia anche Esame (per) Chi? Età Con quale frequenza? BPCO (spirometria = test della funzione polmonare) persone con FR: fumatori tosse frequente senza raffreddore tosse mattutina accompagnata da espettorato frequente insufficienza respiratoria fumatori a partire dai 45 anni individuale BPCO = broncopneumopatia cronica ostruttiva FR = fattore di rischio 12

13 HEL it Avete domande o desiderate una consulenza? Rivolgetevi al vostro servizio clienti, telefono Gruppo Helsana Casella postale 8081 Zurigo Il gruppo Helsana comprende Helsana Assicurazioni SA, Helsana Assicurazioni integrative SA, Helsana Infortuni SA e Progrès.Assicurazioni SA.

Diagnosi precoce di malattie grazie a esami preventivi

Diagnosi precoce di malattie grazie a esami preventivi Diagnosi precoce di malattie grazie a esami preventivi Indice 1. Perché esami preventivi? 3 2. Esami preventivi per l individuazione di fattori di rischio o malattie del sistema cardiovascolare 3 2.1 Misurazione

Dettagli

Screening oncologico gratuito

Screening oncologico gratuito Screening oncologico gratuito AL VIA CAMPAGNA INFORMATIVA DELLA REGIONE MARCHE Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha illustrato la campagna informativa del Servizio Sanità della Regione

Dettagli

PARTECIPASALUTE Istituto Mario Negri 3 aprile 2007

PARTECIPASALUTE Istituto Mario Negri 3 aprile 2007 PARTECIPASALUTE Istituto Mario Negri 3 aprile 2007 Paolo Longoni CSeRMEG, Milano P.L. 2007 1 Questa mattina Certezza e incertezza in Medicina Generale Gli screening Il caso del PSA P.L. 2007 2 interventi

Dettagli

INCONTRO SCIENTIFICO SUL TEMA "ATTUALITA' IN GASTROENTEROLOGIA" San Pietro di Legnago, 15 settembre Dott.ssa Carla Terrin MMG

INCONTRO SCIENTIFICO SUL TEMA ATTUALITA' IN GASTROENTEROLOGIA San Pietro di Legnago, 15 settembre Dott.ssa Carla Terrin MMG INCONTRO SCIENTIFICO SUL TEMA "ATTUALITA' IN GASTROENTEROLOGIA" San Pietro di Legnago, 15 settembre 2012. Dott.ssa Carla Terrin MMG SCREENING DEL CANCRO COLO-RETTALE IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

Obiettivi di Salute & Informazione Epidemiologica

Obiettivi di Salute & Informazione Epidemiologica Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria Obiettivi di Salute & Informazione Epidemiologica Roma, 12 Ottobre 2004 Principali Cause di Morte Digerente Traumi MASCHI FEMMINE Respiratorie Tumori Cardiovascolari

Dettagli

Infermieristica basata sulle prove di efficacia

Infermieristica basata sulle prove di efficacia Corso di Laurea in: Infermieristica (Presidente Prof. G. La Torre) Infermieristica basata sulle prove di efficacia Prof.ssa Carolina Marzuillo Prof.ssa Alice Mannocci Prof. Giuseppe Catalano carolina.marzuillo@uniroma1.it

Dettagli

Epidemiologia e prevenzione dei tumori colorettali e urogenitali

Epidemiologia e prevenzione dei tumori colorettali e urogenitali Epidemiologia e prevenzione dei tumori colorettali e urogenitali Mauro Palazzi Direttore U.O. Epidemiologia e Comunicazione Centro Screening Oncologici -Cesena AUSL Romagna Epidemiologia e tendenze Fattori

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del colonretto

Diagnosi precoce delle neoplasie del colonretto Diagnosi precoce delle neoplasie del colonretto Le neoplasie del colon-retto rappresentano la seconda causa di morte per tumore sia negli uomini (0 dei decessi oncologici) sia nelle donne () e sono a livello

Dettagli

LA RETE TERRITORIALE: INNOVAZIONE NELL ASSISTENZA AI PAZIENTI CON PATOLOGIE RESPIRATORIE E NELLA PRESA IN CARICO DEGLI STESSI

LA RETE TERRITORIALE: INNOVAZIONE NELL ASSISTENZA AI PAZIENTI CON PATOLOGIE RESPIRATORIE E NELLA PRESA IN CARICO DEGLI STESSI LA RETE TERRITORIALE: INNOVAZIONE NELL ASSISTENZA AI PAZIENTI CON PATOLOGIE RESPIRATORIE E NELLA PRESA IN CARICO DEGLI STESSI L OMS stima la BPCO come quarta causa di morte nel mondo e l unica causa di

Dettagli

La BPCO e le comorbilità. Federico Sciarra

La BPCO e le comorbilità. Federico Sciarra La BPCO e le comorbilità Federico Sciarra La BPCO, essendo una malattia cronica con caratteristiche di infiammazione sistemica, facilmente coesiste con altre patologie sia acute che croniche, che influenzano

Dettagli

LO SCREENING A BRESCIA: DAL LABORATORIO ALLA CLINICA. Dr. Fabrizio Speziani Direttore Dipartimento di Prevenzione Medico ASL Brescia

LO SCREENING A BRESCIA: DAL LABORATORIO ALLA CLINICA. Dr. Fabrizio Speziani Direttore Dipartimento di Prevenzione Medico ASL Brescia LO SCREENING A BRESCIA: DAL LABORATORIO ALLA CLINICA Dr. Fabrizio Speziani Direttore Dipartimento di Prevenzione Medico ASL Brescia mercoledì 21 gennaio 2015 Il tumore del colonretto rappresenta un rilevante

Dettagli

programmi di prevenzione individuale

programmi di prevenzione individuale programmi di prevenzione individuale diagnosi precoce del tumore della mammella 42 diagnosi precoce del tumore del collo dell utero 44 diagnosi precoce del tumore del colon-retto 46 vaccinazione antinfluenzale

Dettagli

Screening oncologico di popolazione: principi e valutazione

Screening oncologico di popolazione: principi e valutazione Screening oncologico di popolazione: principi e valutazione Screening oncologico organizzato: definizione Somministrazione attiva e periodica di un test diagnostico di provata efficacia ad una popolazione

Dettagli

Il modello di seno percorribile. Un offerta della Lega contro il cancro

Il modello di seno percorribile. Un offerta della Lega contro il cancro Il modello di seno percorribile Un offerta della Lega contro il cancro Fornito della: Cos è il cancro del seno? Il cancro del seno è il tumore più diffuso e la causa di morte tumorale più frequente tra

Dettagli

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Sezione di Epidemiologia e Statistica Medica, Università di Verona Storia naturale di una malattia (Rothman,

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. Regione_ER_Opuscolo_Colon_14,7x19,7.indd 1 30/03/10 15.17 programmi di screening, che propongono controlli

Dettagli

Copia. Diabete in breve. «Passo dopo passo per una salute migliore!»

Copia. Diabete in breve. «Passo dopo passo per una salute migliore!» Diabete in breve «Passo dopo passo per una salute migliore!» Associazione Svizzera per il Diabete Schweizerische Diabetes-Gesellschaft Association Suisse du Diabète Cos è il diabete? Esistono due tipi

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche CONDIZIONI DI SALUTE E RICORSO AI SERVIZI SANITARI. ANNO 2013 1 Indice delle tavole statistiche Parte prima - Le condizioni di salute della popolazione 1.1 La salute percepita Tavola 1.1.1 Tavola 1.1.2

Dettagli

Lo screening fa la differenza? La diagnosi è oggi più precoce? Corradini Rossella Paolo Trande Rita Conigliaro Alberto Merighi

Lo screening fa la differenza? La diagnosi è oggi più precoce? Corradini Rossella Paolo Trande Rita Conigliaro Alberto Merighi Lo screening fa la differenza? La diagnosi è oggi più precoce? Corradini Rossella Paolo Trande Rita Conigliaro Alberto Merighi Il programma regionale Emilia Romagna Prevenzione e diagnosi precoce del

Dettagli

Differenze di genere in salute

Differenze di genere in salute Differenze di genere in salute dati provinciali Aldo De Togni, Paolo Pasetti Differenze biologiche e funzionali un approccio di genere non è un approccio per sesso Il genere è una costruzione sociale sesso

Dettagli

RISCHIO CARDIOVASCOLARE KILLER SILENZIOSO!

RISCHIO CARDIOVASCOLARE KILLER SILENZIOSO! RISCHIO CARDIOVASCOLARE KILLER SILENZIOSO! CENNI INTRODUTTIVI: Le malattie cardiovascolari sono la causa più importante di mortalità,, morbosità e invalidità nella popolazione italiana... vediamo perché!

Dettagli

I numeri del cancro in Italia Sandro Barni

I numeri del cancro in Italia Sandro Barni I numeri del cancro in Italia 2017 Sandro Barni I quesiti in Sanità Pubblica nel 2017 Quale è l impatto della patologia neoplastica in Italia? Come si è modificato l andamento per le diverse neoplasie

Dettagli

Gli screening oncologici nella provincia di Reggio Emilia. Reggio Emilia, aprile 2016

Gli screening oncologici nella provincia di Reggio Emilia. Reggio Emilia, aprile 2016 Gli screening oncologici nella provincia di Reggio Emilia Reggio Emilia, aprile 2016 Programmi di sanità pubblica Programmi di prevenzione secondaria: diagnosi precoce di lesioni tumorali e di lesioni

Dettagli

Prevenzione delle Malattie Coronariche. Introduzione Valutazione del rischio per la selezione dei pazienti da sottoporre a trattamento clinico

Prevenzione delle Malattie Coronariche. Introduzione Valutazione del rischio per la selezione dei pazienti da sottoporre a trattamento clinico Indice Introduzione Valutazione del rischio per la selezione dei pazienti da sottoporre a trattamento clinico XIII Tabella 1 Che cosa caratterizza un paziente ad alto rischio? 1 Tabella 2 Diabete mellito

Dettagli

Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico

Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico Nevi I nevi (o nei) melanocitici sono delle formazioni

Dettagli

Prevenzione e solidarietà nella comunità di lavoro: l'impegno congiunto AVIS MIUR

Prevenzione e solidarietà nella comunità di lavoro: l'impegno congiunto AVIS MIUR Prevenzione e solidarietà nella comunità di lavoro: l'impegno congiunto AVIS MIUR Roma, 14 luglio 2011 Dott.ssa Alessandra Moscaroli Segreteria Scientifica SEDE CENTRALE LILT La Lega Italiana per la Lotta

Dettagli

Le malattie del sangue, vascolari e del cuore

Le malattie del sangue, vascolari e del cuore Le malattie del sangue, vascolari e del cuore MALATTIE DEL SANGUE Le malattie dell'apparato circolatorio sono la prima causa di morte, specie nei Paesi industrializzati. Dal buon funzionamento dell'apparato

Dettagli

Direttore Sanitario: Dr.ssa Silvia Campagnari MAMMOGRAFIA

Direttore Sanitario: Dr.ssa Silvia Campagnari MAMMOGRAFIA Direttore Sanitario: Dr.ssa Silvia Campagnari MAMMOGRAFIA INFORMAZIONI COS E E un indagine che utilizza radiazioni ionizzanti (Raggi X), a basso dosaggio, per la diagnosi della patologia mammaria. Poiché

Dettagli

Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci.

Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci. COME SI ESEGUE IL TEST SUL SANGUE OCCULTO Innanzitutto procurarsi il flacone apposito in farmacia. A casa, raccogliere in un contenitore pulito e asciutto, un campione di feci. Poi si procede aprendo il

Dettagli

LA VISTA PUÒ VOLARE VIA.

LA VISTA PUÒ VOLARE VIA. LA VISTA PUÒ VOLARE VIA. Previeni il glaucoma. SETTIMANA MONDIALE DEL GLAUCOMA 12-18 Marzo 2017 Non perdere nulla: prevenire è semplice. Il glaucoma è una malattia degli occhi molto frequente. Si calcola

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Il carcinoma del collo dell utero a livello mondiale è il secondo tumore maligno della donna, con circa 5. nuovi casi stimati all anno, l 8 dei quali

Dettagli

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO Impatto sulla Medicina Generale SCOPI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI Uno screening è un esame sistematico della popolazione per individuare le persone affette da una

Dettagli

Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute

Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute 1. indice A-Z 2. 3. A 4. B 5. C 6. D 7. E 8. F 9. G 10. H 11. I

Dettagli

Capitolo 1. Le carte del rischio e lo score: le linee guida Europee Prof. Mauro Borzi

Capitolo 1. Le carte del rischio e lo score: le linee guida Europee Prof. Mauro Borzi Capitolo 1 Le carte del rischio e lo score: le linee guida Europee Prof. Mauro Borzi Linee guida europee Linee guida europee 3 Le linee guida Europee sono state pubblicate nel 2012 e sono il riferimento

Dettagli

IldocumentoGOLD completo(w ORKSHOPREPORTS)èconsultabilesulsitowww.goldcopd.it

IldocumentoGOLD completo(w ORKSHOPREPORTS)èconsultabilesulsitowww.goldcopd.it GUIDA RAPIDA PER LA GESTIONE AMBULATORIALE DELLA BPCO Basatasuprogettoglobaleperladiagnosi,gestionee prevenzionebpco (Aggiornamento2007) IldocumentoGOLD completo(w ORKSHOPREPORTS)èconsultabilesulsitowww.goldcopd.it

Dettagli

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Prof. Giuseppe Verlato Sezione di Epidemiologia e Statistica Medica, Università di Verona Storia naturale di

Dettagli

Fedra Mori UOC Endocrinologia Ospedale Sant Andrea Roma. Bari, 7-10 novembre 2013

Fedra Mori UOC Endocrinologia Ospedale Sant Andrea Roma. Bari, 7-10 novembre 2013 Fedra Mori UOC Endocrinologia Ospedale Sant Andrea Roma Bari, Cancro della mammella Bari, Il cancro della mammella è una neoplasia ormono-sensibile Nel mondo è la seconda causa di morte dopo il tumore

Dettagli

Policlinico di Monza Istituto ad Alta Specializzazione NEVI E CAPELLI. La tecnologia VIDIX VTRACK a servizio del dermatologo

Policlinico di Monza Istituto ad Alta Specializzazione NEVI E CAPELLI. La tecnologia VIDIX VTRACK a servizio del dermatologo Policlinico di Monza Istituto ad Alta Specializzazione NEVI E CAPELLI La tecnologia VIDIX VTRACK a servizio del dermatologo INTRODUZIONE Da diversi anni si registra l'aumento dei casi di melanoma, un tumore

Dettagli

IL CIRCOLO DEL VOLONTARIATO E DELL ANZIANO VINCENZO BORGHESE

IL CIRCOLO DEL VOLONTARIATO E DELL ANZIANO VINCENZO BORGHESE IL CIRCOLO DEL VOLONTARIATO E DELL ANZIANO VINCENZO BORGHESE in collaborazione con CREDIMA SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Anziani e tumori Prendersi cura del paziente anziano con malattie neoplastiche 28 /

Dettagli

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA Allegato A PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA Background Epidemiologico Esclusi i carcinomi della cute, In Italia i cinque tumori più frequentemente diagnosticati tra

Dettagli

Rischio Cardiovascolare. Dr.ssa Gabriella Masciocco Cardiologia II Dip. Cardiologico De Gasperis Ospedale Niguarda Ca Granda (Milano)

Rischio Cardiovascolare. Dr.ssa Gabriella Masciocco Cardiologia II Dip. Cardiologico De Gasperis Ospedale Niguarda Ca Granda (Milano) Rischio Cardiovascolare Dr.ssa Gabriella Masciocco Cardiologia II Dip. Cardiologico De Gasperis Ospedale Niguarda Ca Granda (Milano) Introduzione Le patologie cardiovascolari sono la prima causa di morte

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del colon-retto nell Azienda ULSS 1 Dolomiti Distretto di Belluno

Diagnosi precoce delle neoplasie del colon-retto nell Azienda ULSS 1 Dolomiti Distretto di Belluno Diagnosi precoce delle neoplasie del colon-retto nell Azienda ULSS 1 Dolomiti Distretto di Belluno Dati del sistema di sorveglianza Passi 01-015 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Dettagli

Indice. Prefazione Salute dalla natura... LA CHIAVE DELLA SALUTE

Indice. Prefazione Salute dalla natura... LA CHIAVE DELLA SALUTE Indice Prefazione Salute dalla natura....................................... XI LA CHIAVE DELLA SALUTE La nuova vitamina dei miracoli?... 2 Fonte di salute e benessere... 2 Vitamina o ormone?... 3 Molte

Dettagli

SO e MMG. nicoletta fratti 21 novembre 2013

SO e MMG. nicoletta fratti 21 novembre 2013 SO e MMG nicoletta fratti 21 novembre 2013 L importanza dell apporto del MMG La raccomandazione ad eseguire un accertamento (o ad assumere una terapia) da parte di un medico e il fattore piu importante

Dettagli

rischio cardiovascolare

rischio cardiovascolare rischio cardiovascolare rischio cardiovascolare 30 ipertensione arteriosa 31 ipercolesterolemia 32 calcolo del rischio cardiovascolare 33 29 Rischio cardiovascolare Le malattie cardiovascolari rappresentano

Dettagli

Sistema di sorveglianza PASSI Tabella riassuntiva anno 2009

Sistema di sorveglianza PASSI Tabella riassuntiva anno 2009 Descrizione del campione (%) Sistema di sorveglianza PASSI Tabella riassuntiva anno 2009 Numerosità 330 5.399 39.231 Uomini 50% 50,2% 49,3% Donne 50% 49,8% 50,7% Età media 44 anni 45 anni 44 anni 18-34

Dettagli

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV)

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Medicina Scolastica S.S. Profilassi delle Malattie Infettive COS E L HPV E UN VIRUS Si conoscono circa 120

Dettagli

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per area di residenza: proporzione di eventi

Dettagli

Sintesi dei risultati della sorveglianza PASSI

Sintesi dei risultati della sorveglianza PASSI Sintesi dei risultati della sorveglianza PASSI 2010-2013 Descrizione campione (%-IC 95%) Numerosità 1208 22087 151688 Uomini 50,5 (47,6-53,4) 49,4 (48,7-50,0) 49 Donne 49,5 (46,6-52,4) 50,6 (50,0-51,3)

Dettagli

Comunicato stampa. 14 Salute N. 0352-0903-10. Tassi di mortalità ancora in leggero calo. Cause di morte nel 2007. Embargo: 23.03.

Comunicato stampa. 14 Salute N. 0352-0903-10. Tassi di mortalità ancora in leggero calo. Cause di morte nel 2007. Embargo: 23.03. Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 23.03.2009, 9:15 14 Salute N. 0352-0903-10 Cause di morte nel 2007 Tassi di mortalità ancora in leggero

Dettagli

Il tumore al seno in Liguria: dall epidemiologia alla diagnosi precoce

Il tumore al seno in Liguria: dall epidemiologia alla diagnosi precoce TUMORE AL SENO & BREAST UNIT IN LIGURIA Il tumore al seno in Liguria: dall epidemiologia alla diagnosi precoce Genova, 28 novembre 2015 Luigina Bonelli, IRCCS AOU San Martino-IST, Genova; Coordinamento

Dettagli

SESSIONE 2. Riconoscere i soggetti a rischio per BPCO: il case finding opportunistico. Lezione di sintesi

SESSIONE 2. Riconoscere i soggetti a rischio per BPCO: il case finding opportunistico. Lezione di sintesi SESSIONE 2 Riconoscere i soggetti a rischio per BPCO: il case finding opportunistico Lezione di sintesi BPCO: opportunità ed efficacia del case-finding in medicina generale Mortalità in Italia Le malattie

Dettagli

IL TUMORE DELLA PROSTATA

IL TUMORE DELLA PROSTATA IL TUMORE DELLA PROSTATA Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Che cos è il cancro della prostata? Cancro significa crescita incontrollata di cellule

Dettagli

APPROPRIATEZZA ALL'ESAME ENDOSCOPICO DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE

APPROPRIATEZZA ALL'ESAME ENDOSCOPICO DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE APPROPRIATEZZA ALL'ESAME ENDOSCOPICO DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE DOCUMENTO DEL GRUPPO DI LAVORO INTERAZIENDALE PER L APPROPRIATEZZA CLINICA EPAGE 99 ASGE 2000 ASGE 2006 SETTEMBRE 2006 APPROPRIATEZZA

Dettagli

8 marzo Incontro con le dipendenti per presentare il tema della medicina di genere

8 marzo Incontro con le dipendenti per presentare il tema della medicina di genere 8 marzo 2011 Incontro con le dipendenti per presentare il tema della medicina di genere 5 5 Prevalenza dei Fattori di Rischio in Italia (Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare) DONNE SBDP mmhg BLOOD

Dettagli

Mortalità. Tab.1 Tasso standardizzato* (x ) di mortalità generale, per Regioni. Anno 1994

Mortalità. Tab.1 Tasso standardizzato* (x ) di mortalità generale, per Regioni. Anno 1994 Mortalità La riduzione della mortalità è un fenomeno ampiamente generalizzato su tutto il territorio regionale e nazionale. Il tasso standardizzato (sulla popolazione mondiale) di mortalità generale in

Dettagli

5. LA PREVENZIONE E GLI STILI DI VITA DEI VALDOSTANI

5. LA PREVENZIONE E GLI STILI DI VITA DEI VALDOSTANI 5. In questa sezione sono descritti, e brevemente commentati, i dati relativi all attitudine verso alcuni controlli periodici per il monitoraggio del proprio stato di salute da parte della popolazione

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI

SINTESI DEI RISULTATI Nell 22 in provincia di Modena sono stati diagnosticati 4138 nuovi casi di tumore, 2335 tra gli uomini e 183 tra le donne. Sempre nello stesso periodo sono deceduti per tumore 1159 uomini e 811 donne.

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz DIABETE MELLITO Ne sono affetti 14 milioni di americani Ogni anno 8.000 individui vanno incontro a cecità da retinopatia Patogenesi Elevati livelli glicemici potrebbero danneggiare

Dettagli

SERVICE NAZIONALE ROTARACT

SERVICE NAZIONALE ROTARACT SERVICE NAZIONALE ROTARACT PARTE DIVULGATIVA SULLA PREVENZIONE DA ATTUARE IN OGNI DISTRETTO IVANA FICO RRD A.R. 2017/2018 - DISTRETTO 2120 PUGLIA E BASILICATA INFARTO PRINCIPALE CAUSA DI MORTE IN ITALIA

Dettagli

INTRODUZIONE. Le malattie cardiovascolari costituiscono oggi il problema sanitario

INTRODUZIONE. Le malattie cardiovascolari costituiscono oggi il problema sanitario INTRODUZIONE Le malattie cardiovascolari costituiscono oggi il problema sanitario numero uno: In Europa è responsabile del 40% dei decessi, circa due milioni all anno. Nel nostro Paese sono la prima causa

Dettagli

LA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO. Anna Caparra

LA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO. Anna Caparra LA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO Anna Caparra OSAS LA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO e una condizione morbosa caratterizzata da episodi ricorrenti di ostruzione completa (apnea)

Dettagli

RAPPORTO DI VISITA MEDICA. Nome e cognome dell assicurando Data di nascita

RAPPORTO DI VISITA MEDICA. Nome e cognome dell assicurando Data di nascita RAPPORTO DI VISITA MEDICA Nome e cognome dell assicurando Data di nascita C.F. Lei è il Medico curante dell assicurando? In caso affermativo La preghiamo di specificare da quanto tempo conosce l assicurando,

Dettagli

Fattori di rischio per Aterosclerosi: IPERTENSIONE ARTERIOSA E DISLIPIDEMIE

Fattori di rischio per Aterosclerosi: IPERTENSIONE ARTERIOSA E DISLIPIDEMIE Fattori di rischio per Aterosclerosi: IPERTENSIONE ARTERIOSA E DISLIPIDEMIE Definizione L ipertensione arteriosa è definita da un aumento dei livelli pressori al di sopra dei valori che sono comuni nella

Dettagli

2 congresso nazionale Centro Studi e Ricerche AMD

2 congresso nazionale Centro Studi e Ricerche AMD 2 congresso nazionale Centro Studi e Ricerche AMD DIADEMA Da alterata omeostasi glicemica a diabete nella popolazione italiana : ruolo dei modelli assistenziali Gerardo Medea Lucca 15 ottobre 2004 OBIETTIVI

Dettagli

Sviluppo di un tumore

Sviluppo di un tumore TUMORI I tumori Si tratta di diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e che colpiscono organi e tessuti differenti Caratteristica di tutti i tumori è la proliferazione incontrollata di cellule

Dettagli

Tindaro Iraci L uso di strumenti informatici nello screening opportunistico del Diabete non diagnosticato e delle condizioni di disglicemia.

Tindaro Iraci L uso di strumenti informatici nello screening opportunistico del Diabete non diagnosticato e delle condizioni di disglicemia. Tindaro Iraci L uso di strumenti informatici nello screening opportunistico del Diabete non diagnosticato e delle condizioni di disglicemia. ------------------------------ Risultati a 18 mesi dello studio

Dettagli

Allegato 1 CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL

Allegato 1 CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL ICD-9-CM COSTO Codice Definizione di malattia Codice esenzione Malattia o Condizione

Dettagli

C.I. Promozione della Salute e Sicurezza. Corso di IGIENE. Docente: Prof.ssa C. Marzuillo

C.I. Promozione della Salute e Sicurezza. Corso di IGIENE. Docente: Prof.ssa C. Marzuillo C.I. Promozione della Salute e Sicurezza Corso di IGIENE Docente: Prof.ssa C. Marzuillo RECAPITI Prof.ssa C. Marzuillo Azienda Policlinico Umberto I Roma c/o Ist. G Sanarelli Sezione di Igiene P.Le Aldo

Dettagli

QUESTIONARIO EDUCAZIONALE

QUESTIONARIO EDUCAZIONALE QUESTIONARIO EDUCAZIONALE 1) Che cos è la BPCO? Una malattia dovuta alla bronchite cronica ed a ripetute infezioni polmonari Una malattia causata dalla formazioni di cicatrici dovute a ripetute bronchiti

Dettagli

Tindaro Iraci. Medicina d iniziativa e informatizzazione: due aspetti essenziali per la Best Practise nello screening del Diabete Mellito di tipo 2

Tindaro Iraci. Medicina d iniziativa e informatizzazione: due aspetti essenziali per la Best Practise nello screening del Diabete Mellito di tipo 2 Tindaro Iraci Medicina d iniziativa e informatizzazione: due aspetti essenziali per la Best Practise nello screening del Diabete Mellito di tipo 2 Commissione nazionale diabete PIANO SULLA MALATTIA DIABETICA

Dettagli

BENESSERE UOMO LA SALUTE DELLA PROSTATA. Dr. E. Cirillo Marucco Specialista in Urologia Già direttore U.O. Urologia ASL BAT

BENESSERE UOMO LA SALUTE DELLA PROSTATA. Dr. E. Cirillo Marucco Specialista in Urologia Già direttore U.O. Urologia ASL BAT BENESSERE UOMO LA SALUTE DELLA PROSTATA Dr. E. Cirillo Marucco Specialista in Urologia Già direttore U.O. Urologia ASL BAT Riceve: c/o LOCAZIONE SERVIZI SANITARI via Principe Amedeo n.7 tel. 080 5237302

Dettagli

Il Diabete come fattore di rischio per le malattie cardiovascolari

Il Diabete come fattore di rischio per le malattie cardiovascolari SANT ALBINO Giovedì 14 Aprile 2016 Centro Civico Giornata di screening metabolico multifattoriale ad indirizzo cardiovascolare Il Diabete come fattore di rischio per le malattie cardiovascolari Dott. Luigi

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIEE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIEE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIEE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I

Dettagli

PROGETTO SULLA SINDROME METABOLICA INFORMATIVA

PROGETTO SULLA SINDROME METABOLICA INFORMATIVA PROGETTO SULLA SINDROME METABOLICA INFORMATIVA La Sindrome Metabolica (SM) è una condizione clinica complessa, che consiste nella contemporanea presenza di alterazioni metaboliche, ipertensione arteriosa,

Dettagli

Obesità: i bambini imitano le cattive abitudini dei genitori

Obesità: i bambini imitano le cattive abitudini dei genitori Obesità: i bambini imitano le cattive abitudini dei genitori http://bambini.guidone.it/2013/02/13/obesita-i-bambini-imitano-le-cattive-abitudini-d... Page 1 of 4 13/02/2013 Obesità: i bambini imitano le

Dettagli

Campagna informativa e comunicativa sugli screening oncologici SORRIDI ALLA VITA FAI PREVENZIONE

Campagna informativa e comunicativa sugli screening oncologici SORRIDI ALLA VITA FAI PREVENZIONE PROGETTO DI PROMOZIONE DEGLI SCREENING ONCOLOGICI DATI GENERALI DEL PROGETTO TITOLO: Campagna informativa e comunicativa sugli screening oncologici SORRIDI ALLA VITA FAI PREVENZIONE ENTE PARTNER: Regione

Dettagli

COM E FATTA LA MAMMELLA?

COM E FATTA LA MAMMELLA? COM E FATTA LA MAMMELLA? Spesso una donna giustifica il mancato controllo del seno col fatto di sentire la mammellapienadinoduliconconseguenteansiaespavento. Ciò è dovuto alla conformazione stessa della

Dettagli

Il paziente con problema renale: non solo Insufficienza Renale Cronica ma Malattia Renale Cronica

Il paziente con problema renale: non solo Insufficienza Renale Cronica ma Malattia Renale Cronica Il paziente con problema renale: non solo Insufficienza Renale Cronica ma Malattia Renale Cronica I miei riferimenti per questa relazione: le linee-guida nazionali e internazionali Clinical Practice Guidelines

Dettagli

Presentazione del Protocollo di intesa per la valorizzazione dei farmacisti e delle farmacie territoriali nell educazione terapeutica

Presentazione del Protocollo di intesa per la valorizzazione dei farmacisti e delle farmacie territoriali nell educazione terapeutica DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA

Dettagli

Sei nato nel 1952? Sarai chiamato ad eseguire una rettoscopia: leggi sotto

Sei nato nel 1952? Sarai chiamato ad eseguire una rettoscopia: leggi sotto Sei nato nel 1952? Sarai chiamato ad eseguire una rettoscopia: leggi sotto Sei nato tra il 1941 ed il 1951? Sarai chiamato ad eseguire il sangue occulto delle feci: leggi sotto Numeri allarmanti Sono più

Dettagli

Responsabile scientifico: S. Ronsivalle

Responsabile scientifico: S. Ronsivalle Obiettivo Finalità del Progetto Materiale e Metodo Risorse Conclusioni Presidio Ospedaliero di Cittadella Dipartimento Cardiovascolare Unità Operativa Autonoma CHIRURGIA VASCOLARE ED ENDOVASCOLARE Direttore:

Dettagli

Figura 1. Fattori di rischio comuni alle principali patologie non trasmissibili

Figura 1. Fattori di rischio comuni alle principali patologie non trasmissibili GLI STILI DI VITA I comportamenti personali legati alla salute sono in grado di spiegare una quota consistente di morbosità. La programmazione sanitaria nazionale, sulla base dell analisi del quadro epidemiologico

Dettagli

Convenzione. Casa di Cura Privata SALUTE

Convenzione. Casa di Cura Privata SALUTE DEDICATO AI SOCI Convenzione Casa di Cura Privata SALUTE Clinica Fornaca Casa di Cura Privata Situata nel cuore di Torino, facilmente raggiungibile dalla rete autostradale e dalle stazioni ferroviarie

Dettagli

Obiettivi. Metodologia

Obiettivi. Metodologia 1 Studio promosso dal FASI e realizzato da G&G Associated. Obiettivi Lo studio ha esplorato le opinioni e i comportamenti di un campione di Dirigenti romani del settore manifatturiero nel campo degli stili

Dettagli

GLI SCREENING TUMORALI NELLA ASL 4 DI TERNI

GLI SCREENING TUMORALI NELLA ASL 4 DI TERNI GLI SCREENING TUMORALI NELLA ASL 4 DI TERNI Il profilo di salute 09-10 volume 3 A cura di: Marco Cristofori Vincenzo Casaccia Hanno collaborato per il livello regionale: Stefania Prandini Carla Bietta

Dettagli

Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi

Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi Glaucoma Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi Cosa è il Glaucoma? Gruppo di malattie in cui la pressione intraoculare è sufficientemente elevata da causare

Dettagli

Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita

Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno Paola Mosconi, Claudia Braun e Maria Grazia Buratti Laboratorio di ricerca per

Dettagli

29/03/2015. FtR LAZZERI MARTA. 7.5 milioni gli italiani con malattie respiratorie croniche come asma o BPCO

29/03/2015. FtR LAZZERI MARTA. 7.5 milioni gli italiani con malattie respiratorie croniche come asma o BPCO FtR LAZZERI MARTA 7.5 milioni gli italiani con malattie respiratorie croniche come asma o BPCO 1 OSTRUZIONE POLMONARE Cos è l asma Malattia infiammatoria cronica caratterizzata da attacchi acuti ( mancanza

Dettagli

Ca endometrio - incidenza

Ca endometrio - incidenza Ca endometrio Il cancro dell'endometrio o del corpo dell'utero trae origine dalle ghiandole della mucosa (endometrio) che riveste la cavità del corpo dell'utero Ca endometrio - incidenza Ca endometrio

Dettagli

Bandiere rosse, ossia campanelli d allarme, per la pratica clinica - guida agli indicatori che suggeriscono una condizione genetica nel tuo paziente

Bandiere rosse, ossia campanelli d allarme, per la pratica clinica - guida agli indicatori che suggeriscono una condizione genetica nel tuo paziente Bandiere rosse, ossia campanelli d allarme, per la pratica clinica - guida agli indicatori che suggeriscono una condizione genetica nel tuo paziente Campanelli d allarme generali La presenza di uno o più

Dettagli

4, milioni. milioni. POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri residenti 7,4% 14% 64,8% 21,2% più di

4, milioni. milioni. POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri residenti 7,4% 14% 64,8% 21,2% più di POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri 60milioni più di 60.782.668 residenti Al 1 gennaio 2014 la popolazione residente supera i 60 milioni Continua il processo di invecchiamento della popolazione

Dettagli

PRESENTAZIONE DI DANIELA BIANCO 11^ FORUM MERIDIANO SANITÀ. Palazzo Rospigliosi - Roma

PRESENTAZIONE DI DANIELA BIANCO 11^ FORUM MERIDIANO SANITÀ. Palazzo Rospigliosi - Roma PRESENTAZIONE DI DANIELA BIANCO AL 11^ FORUM MERIDIANO SANITÀ Palazzo Rospigliosi - Roma 15 novembre 2016 Questa documentazione costituisce la base sintetica di una presentazione, ed è incompleta senza

Dettagli

Indicatori di qualità nei carcinomi genitali femminili"

Indicatori di qualità nei carcinomi genitali femminili Indicatori di qualità nei carcinomi genitali femminili" Corso DAS Oncologia 19.04.2010 Registro Tumori Canton Ticino Istituto Cantonale di Patologia Via in Selva 24 6600 Locarno Indicatori di qualità Introduzione"

Dettagli

X Giornata Mondiale contro l Ipertensione. Campagna Mondiale di sensibilizzazione per la lotta all ipertensione arteriosa.

X Giornata Mondiale contro l Ipertensione. Campagna Mondiale di sensibilizzazione per la lotta all ipertensione arteriosa. X Giornata Mondiale contro l Ipertensione 17 Maggio 2014 Campagna Mondiale di sensibilizzazione per la lotta all ipertensione arteriosa Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Con il patrocinio

Dettagli

I TUMORI DEL COLON-RETTO: LA DIAGNOSI PRECOCE E POSSIBILE

I TUMORI DEL COLON-RETTO: LA DIAGNOSI PRECOCE E POSSIBILE I TUMORI DEL COLON-RETTO: LA DIAGNOSI PRECOCE E POSSIBILE I tumori del colon- retto rappresentano nel mondo occidentale una delle principali cause di morbilità e mortalità: in Italia vengono segnalati

Dettagli

Lo Studio QUADRI. Castelfranco Veneto, 13 dicembre 2004 Il diabete nel Veneto: dalla conoscenza del problema al miglioramento dell assistenza

Lo Studio QUADRI. Castelfranco Veneto, 13 dicembre 2004 Il diabete nel Veneto: dalla conoscenza del problema al miglioramento dell assistenza Castelfranco Veneto, 13 dicembre 2004 Il diabete nel Veneto: dalla conoscenza del problema al miglioramento dell assistenza Lo Studio QUADRI Federica Michieletto Servizio sanità pubblica Direzione per

Dettagli

Esenzione Ticket Sanitario, chi ne ha diritto?

Esenzione Ticket Sanitario, chi ne ha diritto? Esenzione Ticket Sanitario, chi ne ha diritto? Autore: Redazione In: Focus Esenzione ticket sanitario. Ecco un elenco completo delle categorie di pazienti che hanno diritto a non pagare la prestazione

Dettagli

Sovrappeso e obesità nell ASL 1 Belluno I dati del sistema di sorveglianza PASSI 2011 e OKKIO 2010

Sovrappeso e obesità nell ASL 1 Belluno I dati del sistema di sorveglianza PASSI 2011 e OKKIO 2010 Sovrappeso e obesità nell ASL 1 Belluno I dati del sistema di sorveglianza PASSI 2011 e OKKIO 2010 Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Qual è lo stato nutrizionale nella popolazione

Dettagli

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute. Tavolo Tecnico Oncologia 20 Marzo 2014

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute. Tavolo Tecnico Oncologia 20 Marzo 2014 Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Tavolo Tecnico Oncologia 20 Marzo 2014 INDICE Contesto ed epidemiologia Il percorso del paziente Gestione appropriata e sostenibilità: - Requisiti

Dettagli