Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q H I K 5F J L 11F 11F 15F 15F 5F 5F 11F 11F 11F 26F 26F 15F F G 2F 5F 11F 5F 5F 15F 26F C 3W D E 5F 11F 26F 15F 5F 2F 2 5F 10F 2F 2 A B 10F 25/2F 33/2F 11F 3/2F 3/2F 3/2F 3/2F 15F 10F 10F 10F 3/2F 3/2F 10F 2 5F 12F ϕ,w x,u,h,p H H = 5F V J = - H G = 2F W D = -3W = -3F x AC x CF x FI x HI Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. x IJ x JK x KL x BE x EG x GK x CD x DE 25/2F 5F 33/2F 12F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

11 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI 15 F 15 F H A = 5F V A = -25/2F H B = -12F V B = 33/2F H AC = 5F V AC = -25/2F W AC = 0 H CA = -5F V CA = 25/2F W CA = -10F H CF = -5F V CF = -11F W CF = 10F H FC = 5F V FC = 11F W FC = -5F H FI = -5F V FI = -11F W FI = 5F H IF = 5F V IF = 11F W IF = 0 H HI = 5F V HI = 0 W HI = 0 H IH = -5F V IH = 0 W IH = 0 H IJ = 0 V IJ = -11F W IJ = 0 H JI = 0 V JI = 11F W JI = -11F H JK = 0 V JK = -15F W JK = 11F H KJ = 0 V KJ = 15F W KJ = -26F H KL = 0 V KL = 0 W KL = 0 H LK = 0 V LK = 0 W LK = 0 H BE = -12F V BE = 33/2F W BE = 0 H EB = 12F V EB = -33/2F W EB = 2 25 F H EG = -2F V EG = 15F W EG = -2 H GE = 2F V GE = -15F W GE = 26F H GK = 0 V GK = 15F W GK = -26F H KG = 0 V KG = -15F W KG = 26F H CD = 10F V CD = -3/2F W CD = 0 H DC = -10F V DC = 3/2F W DC = -3/2F H DE = 10F V DE = -3/2F W DE = -3/2F H ED = -10F V ED = 3/2F W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AC = 25/2F T AC = -5F M AC = -5Fx N HI = -5F T HI = 0 M HI = 0 N KL = 0 T KL = 0 M KL = 0 N GK = -15F T GK = 0 M GK = 26F N CF = 11F T CF = 5F M CF = -10F +5Fx N IJ = 0 T IJ = -11F M IJ = -11Fx N BE = -33/2F T BE = 12F M BE = 12Fx N CD = -10F T CD = -3/2F M CD = -3/2Fx N FI = 11F T FI = 5F M FI = -5F +5Fx N JK = 0 T JK = -15F M JK = -11F -15Fx N EG = -15F T EG = 2F M EG = 2 +2Fx N DE = -10F T DE = -3/2F M DE = 3/2F -3/2Fx

12 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q H I J K L 5F 5F 5F F 2W G 19F 1 29/2F 5F 3F 29/2F 1 C D E 16F 29/2F 2 8F 16F A B 8F 8F 16F 3/2F 3/2F 3/2F 3/2F 29/2F 8F 8F 8F 3/2F 3/2F 8F 16F 8F ϕ,w x,u,h,p H H = V L = -5F V D = -3F W G = 2W = 2F x AC x CF x FI x HI Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. x IJ x JK x KL x BE x EG x GK x CD x DE 8F 16F 8F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

13 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI 15 F 8 F H A = V A = -8F H B = -8F V B = 16F H AC = V AC = -8F W AC = 0 H CA = - V CA = 8F W CA = -8F H CF = - V CF = - W CF = 8F H FC = V FC = W FC = - H FI = - V FI = - W FI = H IF = V IF = W IF = 0 H HI = V HI = 0 W HI = 0 H IH = - V IH = 0 W IH = 0 H IJ = 0 V IJ = - W IJ = 0 H JI = 0 V JI = W JI = - H JK = 0 V JK = - W JK = H KJ = 0 V KJ = W KJ = -19F H KL = 0 V KL = 5F W KL = 5F H LK = 0 V LK = -5F W LK = 0 H BE = -8F V BE = 16F W BE = 0 H EB = 8F V EB = -16F W EB = 16F 15 F H EG = 0 V EG = 29/2F W EG = -16F H GE = 0 V GE = -29/2F W GE = 16F H GK = 0 V GK = 29/2F W GK = -1 H KG = 0 V KG = -29/2F W KG = 1 H CD = 8F V CD = 3/2F W CD = 0 H DC = -8F V DC = -3/2F W DC = 3/2F H DE = 8F V DE = -3/2F W DE = -3/2F H ED = -8F V ED = 3/2F W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AC = 8F T AC = - M AC = -x N HI = - T HI = 0 M HI = 0 N KL = 0 T KL = 5F M KL = -5F +5Fx N GK = -29/2F T GK = 0 M GK = 1 N CF = T CF = M CF = -8F +x N IJ = 0 T IJ = - M IJ = -x N BE = -16F T BE = 8F M BE = 8Fx N CD = -8F T CD = 3/2F M CD = 3/2Fx N FI = T FI = M FI = - +x N JK = 0 T JK = - M JK = - -x N EG = -29/2F T EG = 0 M EG = 16F N DE = -8F T DE = -3/2F M DE = 3/2F -3/2Fx

14 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 5F H I 2W J K L 5F 5F 5F 9/2F 5F 29/2F 25/2F 22F 22F F G 9/2F 22F 3F C D E 9/2F 22F 2 8F 22F A B 8F 9/2F 9/2F 11F 11F11F 11F 22F 11F ϕ,w x,u,h,p H C = 3F V H = -5F H L = W J = -2W = -2F x AC x CF x FI x HI Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. x IJ x JK x KL x BE x EG x GK x CD x DE 9/2F 11F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

15 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI 10 F 10 F H A = V A = -9/2F H B = -11F V B = H AC = V AC = -9/2F W AC = 0 H CA = - V CA = 9/2F W CA = -8F H CF = - V CF = -9/2F W CF = 8F H FC = V FC = 9/2F W FC = - H FI = - V FI = -9/2F W FI = H IF = V IF = 9/2F W IF = 0 H HI = 0 V HI = -5F W HI = 0 H IH = 0 V IH = 5F W IH = -5F H IJ = - V IJ = - W IJ = 5F H JI = V JI = W JI = -29/2F H JK = - V JK = - W JK = 25/2F H KJ = V KJ = W KJ = -22F H KL = - V KL = 0 W KL = 0 H LK = V LK = 0 W LK = 0 H BE = -11F V BE = W BE = 0 H EB = 11F V EB = - W EB = 22F 20 F H EG = 0 V EG = W EG = -22F H GE = 0 V GE = - W GE = 22F H GK = 0 V GK = W GK = -22F H KG = 0 V KG = - W KG = 22F H CD = 11F V CD = 0 W CD = 0 H DC = -11F V DC = 0 W DC = 0 H DE = 11F V DE = 0 W DE = 0 H ED = -11F V ED = 0 W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AC = 9/2F T AC = - M AC = -x N HI = 0 T HI = -5F M HI = -5Fx N KL = T KL = 0 M KL = 0 N GK = - T GK = 0 M GK = 22F N CF = 9/2F T CF = M CF = -8F +x N IJ = T IJ = - M IJ = -5F -x N BE = - T BE = 11F M BE = 11Fx N CD = -11F T CD = 0 M CD = 0 N FI = 9/2F T FI = M FI = - +x N JK = T JK = - M JK = -25/2F -x N EG = - T EG = 0 M EG = 22F N DE = -11F T DE = 0 M DE = 0

16 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q H I 2F K L 3F J 5W 7/2F 7/2F 3/2F 3/2F 2 ϕ,w H H = -3F V J = -2F H F = W L = 5W = 5F x AC x CF x FI x HI Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. F C A D x IJ x JK x KL x BE B G E x EG x GK x CD x DE x,u,h,p 3F 3F 2F 3F 7/2F 7/2F 7/2F 7/2F 7/2F 7/2F 3F 2F 3F 3F F F F F 7/2F 7/2F 5F 3/2F 3/2F 3/2F 3/2F 3/2F 3/2F 5F 5F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

17 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI 3 F 3 F H A = -F V A = 7/2F H B = 0 V B = -3/2F H AC = -F V AC = 7/2F W AC = 0 H CA = F V CA = -7/2F W CA = 2F H CF = -F V CF = 7/2F W CF = -2F H FC = F V FC = -7/2F W FC = 3F H FI = 3F V FI = 7/2F W FI = -3F H IF = -3F V IF = -7/2F W IF = 0 H HI = -3F V HI = 0 W HI = 0 H IH = 3F V IH = 0 W IH = 0 H IJ = 0 V IJ = 7/2F W IJ = 0 H JI = 0 V JI = -7/2F W JI = 7/2F H JK = 0 V JK = 3/2F W JK = -7/2F H KJ = 0 V KJ = -3/2F W KJ = 5F H KL = 0 V KL = 0 W KL = -5F H LK = 0 V LK = 0 W LK = 5F H BE = 0 V BE = -3/2F W BE = 0 H EB = 0 V EB = 3/2F W EB = 0 5 F H EG = 0 V EG = -3/2F W EG = 0 H GE = 0 V GE = 3/2F W GE = 0 H GK = 0 V GK = -3/2F W GK = 0 H KG = 0 V KG = 3/2F W KG = 0 H CD = 0 V CD = 0 W CD = 0 H DC = 0 V DC = 0 W DC = 0 H DE = 0 V DE = 0 W DE = 0 H ED = 0 V ED = 0 W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AC = -7/2F T AC = F M AC = Fx N HI = 3F T HI = 0 M HI = 0 N KL = 0 T KL = 0 M KL = 5F N GK = 3/2F T GK = 0 M GK = 0 N CF = -7/2F T CF = F M CF = 2F +Fx N IJ = 0 T IJ = 7/2F M IJ = 7/2Fx N BE = 3/2F T BE = 0 M BE = 0 N CD = 0 T CD = 0 M CD = 0 N FI = -7/2F T FI = -3F M FI = 3F -3Fx N JK = 0 T JK = 3/2F M JK = 7/2F +3/2Fx N EG = 3/2F T EG = 0 M EG = 0 N DE = 0 T DE = 0 M DE = 0

18 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 3/2q 0 A B C 8W D ϕ,w 2 x,u,h,p W C = -8W = -8F q AB = -3/2q = -3/2F/ q BA = 0 x AB x BC x CD 0 Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 3/2q 7F 5/2F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

19 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = -5/2F W A = -7F V D = H AB = 0 V AB = -5/2F W AB = -7F H BA = 0 V BA = W BA = 0 H BC = 0 V BC = - W BC = 0 H CB = 0 V CB = W CB = - H CD = 0 V CD = - W CD = - H DC = 0 V DC = W DC = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = -5/2F -3/2qx +3/8qx 2 / M AB = 7F -5/2Fx -3/4qx 2 +1/8qx 3 / N BC = 0 T BC = - M BC = -x 4 F N CD = 0 T CD = - M CD = -x 6 F

20 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 4/5q A B C 0 20W D 10F ϕ,w 2 x,u,h,p W C = -20W = -20F q AB = -4/5q = -4/5F/ q BA = 0 x AB x BC x CD 10F 10F 10F 10F 10F 0 10F Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 4/5q 46/5F 292/15F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

21 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = -46/5F W A = -292/15F V D = 10F H AB = 0 V AB = -46/5F W AB = -292/15F H BA = 0 V BA = 10F W BA = 0 H BC = 0 V BC = -10F W BC = 0 H CB = 0 V CB = 10F W CB = -10F H CD = 0 V CD = -10F W CD = -10F H DC = 0 V DC = 10F W DC = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = -46/5F -4/5qx +1/5qx 2 / M AB = 292/15F -46/5Fx -2/5qx 2 +1/15qx 3 / 10 F N BC = 0 T BC = -10F M BC = -10Fx N CD = 0 T CD = -10F M CD = 10F -10Fx 15 F

22 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 5/7q A B C 0 28W D 1 ϕ,w 2 x,u,h,p W C = -28W = -28F q AB = -5/7q = -5/7F/ q BA = 0 x AB x BC x CD Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 5/7q 93/7F 578/21F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

23 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = -93/7F W A = -578/21F V D = 1 H AB = 0 V AB = -93/7F W AB = -578/21F H BA = 0 V BA = 1 W BA = 0 H BC = 0 V BC = -1 W BC = 0 H CB = 0 V CB = 1 W CB = -1 H CD = 0 V CD = -1 W CD = -1 H DC = 0 V DC = 1 W DC = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = -93/7F -5/7qx +5/28qx 2 / M AB = 578/21F -93/7Fx -5/14qx 2 +5/84qx 3 / 12 F N BC = 0 T BC = -1 M BC = -1x N CD = 0 T CD = -1 M CD = 1-1x 25 F

24 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 6/7q 0 A B C 24W D 12F ϕ,w 2 x,u,h,p W C = -24W = -2 q AB = -6/7q = -6/7F/ q BA = 0 x AB x BC x CD 12F 12F 12F 12F 12F 0 12F Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 6/7q 78/7F 164/7F MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

25 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = -78/7F W A = -164/7F V D = 12F H AB = 0 V AB = -78/7F W AB = -164/7F H BA = 0 V BA = 12F W BA = 0 H BC = 0 V BC = -12F W BC = 0 H CB = 0 V CB = 12F W CB = -12F H CD = 0 V CD = -12F W CD = -12F H DC = 0 V DC = 12F W DC = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = -78/7F -6/7qx +3/14qx 2 / M AB = 164/7F -78/7Fx -3/7qx 2 +1/14qx 3 / N BC = 0 T BC = -12F M BC = -12Fx 10 F N CD = 0 T CD = -12F M CD = 12F -12Fx 20 F

26 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 3q q q 2q A B C D E 3/2q ϕ,w x,u,h,p q BC = -3q q CB = -q q CD = -q q DC = -2q x AB x BC x CD x DE 3/2q 3/2q 2 3/2q 2 2q 3/2q q 13/6q 2 13/6q 2 q 3q 2q 4/3q 2 4/3q 2 2q Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 2q 2/3q 2 MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

27 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = 2q W A = 2/3q 2 V E = 3/2q H AB = 0 V AB = 2q W AB = 2/3q 2 H BA = 0 V BA = -2q W BA = 4/3q 2 H BC = 0 V BC = 2q W BC = -4/3q 2 H CB = 0 V CB = 0 W CB = 13/6q 2 H CD = 0 V CD = 0 W CD = -13/6q 2 H DC = 0 V DC = 3/2q W DC = 3/2q 2 H DE = 0 V DE = -3/2q W DE = -3/2q 2 H ED = 0 V ED = 3/2q W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = 2q M AB = -2/3q 2 +2qx N BC = 0 T BC = 2q -3qx +qx 2 / M BC = 4/3q 2 +2qx -3/2qx 2 +1/3qx 3 / 2 q N CD = 0 T CD = -qx -1/2qx 2 / M CD = 13/6q 2-1/2qx 2-1/6qx 3 / N DE = 0 T DE = -3/2q M DE = 3/2q 2-3/2qx 2 q 2

28 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 4q 2q 2q 3q A B C D E 5/2q ϕ,w x,u,h,p q BC = -4q q CB = -2q q CD = -2q q DC = -3q x AB x BC x CD x DE 5/2q 5/2q 2 5/2q 2 3q 5/2q 2q 11/3q 2 11/3q 2 2q 4q 3q 7/3q 2 7/3q 2 3q Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 3q 2/3q 2 MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

29 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = 3q W A = 2/3q 2 V E = 5/2q H AB = 0 V AB = 3q W AB = 2/3q 2 H BA = 0 V BA = -3q W BA = 7/3q 2 H BC = 0 V BC = 3q W BC = -7/3q 2 H CB = 0 V CB = 0 W CB = 11/3q 2 H CD = 0 V CD = 0 W CD = -11/3q 2 H DC = 0 V DC = 5/2q W DC = 5/2q 2 H DE = 0 V DE = -5/2q W DE = -5/2q 2 H ED = 0 V ED = 5/2q W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = 3q M AB = -2/3q 2 +3qx N BC = 0 T BC = 3q -4qx +qx 2 / M BC = 7/3q 2 +3qx -2qx 2 +1/3qx 3 / 3 q N CD = 0 T CD = -2qx -1/2qx 2 / M CD = 11/3q 2 -qx 2-1/6qx 3 / N DE = 0 T DE = -5/2q M DE = 5/2q 2-5/2qx 3 q 2

30 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 5q q q 4q A B C D E 5/2q ϕ,w x,u,h,p q BC = -5q q CB = -q q CD = -q q DC = -4q x AB x BC x CD x DE 5/2q 5/2q 2 5/2q 2 4q 5/2q q 7/2q 2 7/2q 2 q 5q 3q 7/3q 2 7/3q 2 3q Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 3q 2/3q 2 MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

31 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = 3q W A = 2/3q 2 V E = 5/2q H AB = 0 V AB = 3q W AB = 2/3q 2 H BA = 0 V BA = -3q W BA = 7/3q 2 H BC = 0 V BC = 3q W BC = -7/3q 2 H CB = 0 V CB = 0 W CB = 7/2q 2 H CD = 0 V CD = 0 W CD = -7/2q 2 H DC = 0 V DC = 5/2q W DC = 5/2q 2 H DE = 0 V DE = -5/2q W DE = -5/2q 2 H ED = 0 V ED = 5/2q W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = 3q M AB = -2/3q 2 +3qx N BC = 0 T BC = 3q -5qx +2qx 2 / M BC = 7/3q 2 +3qx -5/2qx 2 +2/3qx 3 / 3 q N CD = 0 T CD = -qx -3/2qx 2 / M CD = 7/2q 2-1/2qx 2-1/2qx 3 / N DE = 0 T DE = -5/2q M DE = 5/2q 2-5/2qx 3 q 2

32 Politecnico di Milano (sede di Mantova) ME=TePCeS REAZIONI VINCOLARI ME=TePCeS y,v,v,q 5q q q 3q A B C D E 2q ϕ,w x,u,h,p q BC = -5q q CB = -q q CD = -q q DC = -3q x AB x BC x CD x DE 2q 2q 2 3q 2q 2 2q q 17/6q 2 17/6q 2 q 5q 3q 5/3q 2 5/3q 2 3q Verso effettivo dei carichi riportato nel disegno. Calcolare reazioni vincolari della struttura e delle aste. Tracciare i diagrammi delle azioni interne nelle aste. Esprimere le funzioni delle azioni interne nelle aste. J AB x AB ϑ AB riferimento locale asta AB con origine in A. 3q 4/3q 2 MANTENERE I RISULTATI IN FORMA FRAZIONARIA

33 DIAGRAMMI AZIONI INTERNE ME=TePCeS RISULTATI NUMERICI ME=TePCeS REAZIONI H A = 0 V A = 3q W A = 4/3q 2 V E = 2q H AB = 0 V AB = 3q W AB = 4/3q 2 H BA = 0 V BA = -3q W BA = 5/3q 2 H BC = 0 V BC = 3q W BC = -5/3q 2 H CB = 0 V CB = 0 W CB = 17/6q 2 H CD = 0 V CD = 0 W CD = -17/6q 2 H DC = 0 V DC = 2q W DC = 2q 2 H DE = 0 V DE = -2q W DE = -2q 2 H ED = 0 V ED = 2q W ED = 0 AZIONI INTERNE (coordinate locali) N AB = 0 T AB = 3q M AB = -4/3q 2 +3qx N BC = 0 T BC = 3q -5qx +2qx 2 / M BC = 5/3q 2 +3qx -5/2qx 2 +2/3qx 3 / 3 q N CD = 0 T CD = -qx -qx 2 / M CD = 17/6q 2-1/2qx 2-1/3qx 3 / N DE = 0 T DE = -2q M DE = 2q 2-2qx 2.5 q 2

Histórico e criação do acordo TRIPS/OMC

Histórico e criação do acordo TRIPS/OMC ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 12/03/2013 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/34763-hist-rico-e-cria-o-do-acordo-trips-omc Autore: Thiago Gonçalves Paluma Rocha Histórico e criação do acordo TRIPS/OMC

Dettagli

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 27/12/2013

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 27/12/2013 ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 27/12/2013 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/35807-profili-essenziali-delle-intercettazionitelematiche-dalla-tutela-costituzionale-della-segretezza-ed-inviolabilit-di-qualasisi-formadi-comunicazione-alla-disciplina-ex-art-266-bis-c-p-p

Dettagli

STRUTTURE ISOSTATICHE REAZIONI VINCOLARI ED AZIONI INTERNE

STRUTTURE ISOSTATICHE REAZIONI VINCOLARI ED AZIONI INTERNE ESERCIZI SVOLTI O CON TRACCIA DI SOLUZIONE SU STRUTTURE ISOSTATICHE REAZIONI VINCOLARI ED AZIONI INTERNE v 1.0 1 I PROVA DI VALUTAZIONE 15 Novembre 2006 - Esercizio 2 Data la struttura di figura, ricavare

Dettagli

Report proprietà CAdES [ProtocolloDintesaAmbientiConfinatiINAILRegionePuglia...

Report proprietà CAdES [ProtocolloDintesaAmbientiConfinatiINAILRegionePuglia... Pagina 1 di 5 Documento PKCS#7: Status Firmato digitalmente documento: Nome file C:\Users\dpp1050132.BAWKS01079 p7m: \Desktop\ProtocolloDintesaAmbientiConfinatiINAILRegionePugliaPrefetturaBari20marzo2015.pdf.p7m

Dettagli

Cap. OPERE DA LATTONIERE

Cap. OPERE DA LATTONIERE Cap. V OPERE DA LATTONIERE PAG. 1 5.2 OPERE COMPIUTE Prezzi medi praticati dalle ditte del ramo per ordinazioni dirette (di media entità) da parte del committente, escluse assistenze murarie, compresi

Dettagli

Anche il nascituro e i suoi fratelli hanno diritto al risarcimento dei danni causati dall omessa diagnosi di malformazioni congenite

Anche il nascituro e i suoi fratelli hanno diritto al risarcimento dei danni causati dall omessa diagnosi di malformazioni congenite ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 12/11/2012 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/34236-anche-il-nascituro-e-i-suoi-fratelli-hannodiritto-al-risarcimento-dei-danni-causati-dall-omessa-diagnosi-di-malformazioni-congenite

Dettagli

! '"##)+*%#,%% '"##,%,**&-

! '##)+*%#,%% '##,%,**&- ! "##$%&""%#% '"##(($!()*! '"##)+*%#,%% %**, '"##,%,**&- &&*(%&.//01.//2 0 3 **(4%%*,,*),4%* *%*#!,,**(4%%!*5&!#!##%& 6 #-%,!77*,,**(4%% *'!4%%*,,**(4%% #7*##%*%&#&%(**&(7*#%**,,**(4%% #&%,%444%**,,**(4%%

Dettagli

Italdata S.p.A. Gruppo Siemens Business Services www.italdata.it www.sbsitalia.it

Italdata S.p.A. Gruppo Siemens Business Services www.italdata.it www.sbsitalia.it !"!!" "##!!$"%$& &'' "'' ' #('!!" "##!!$"%%"#)"* &'' "'' +!!" "##!!$"%%", %' ' #-' "''./(/!!" "##!!$"%%"."#)#" &'' "'' # $! "# $ % & % "# % & -'01!20'''34!/!/'25-' 603' 3' 444 ''7 8/' 34 / /'7-'' */9#73/7"!%7''

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

TASSI DI ASSENZA, MAGGIOR PRESENZA E ASSENTEISMO NETTO DEL PERSONALE DIPENDENTE DIVISO PER AREE DIRIGENZIALI (compresi i Dirigenti)

TASSI DI ASSENZA, MAGGIOR PRESENZA E ASSENTEISMO NETTO DEL PERSONALE DIPENDENTE DIVISO PER AREE DIRIGENZIALI (compresi i Dirigenti) CAMERA DI COMMERCIO NUMERO UNITA' DI PERSONALE 333 333 333 329 332 332 329 328 363 365 360 358 1.256 996 896 1.691 879 1.089 1.736 3.368 1.157 817 1.049 1.543 B) GIORNI LAVORATI COMPLESSIVI 5.709 5.962

Dettagli

ASSURANCE BROKER S.R.L.

ASSURANCE BROKER S.R.L. ASSURANCE BROKER S.R.L. Sede Legale VIA ZOE FONTANA 220 ROMA (RM) Iscritta al Registro Imprese di ROMA C.F. e n. iscrizione 09649681005 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n. 1179490 Capitale Sociale Euro 100.000,00

Dettagli

CALCOLO COMBIN I A N T A O T RIO

CALCOLO COMBIN I A N T A O T RIO CALCOLO COMBINATORIO Disposizioni Si dicono disposizioni di N elementi di classe k tutti quei gruppi che si possono formare prendendo ogni volta k degli N elementi e cambiando ogni volta un elemento o

Dettagli

Generale: Documento PKCS#7: Status documento: Nome file p7m: Impronta SHA1 (hex): Impronta SHA256 (hex): Contenuto: Tipo documento: Dimensioni: Impronta SHA1 (hex): Impronta SHA256 (hex): Firmato digitalmente

Dettagli

Os novos direitos da empregada doméstica

Os novos direitos da empregada doméstica ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 12/04/2013 All'indirizzo http://ww.diritto.it/docs/34918-os-novos-direitos-da-empregada-dom-stica Autore: Vólia Bomfim Cassar Os novos direitos da empregada doméstica A B

Dettagli

Differenza in punti percentuali 25,0 20,0 15,0 10,0 5,0 0,0 -5,0 -10,0 -15,0 -20,0. B3_a. A5_f. B3_d. B3_b. A5_i. A5_a. A5_e. A5_h. A5_d. A5_b.

Differenza in punti percentuali 25,0 20,0 15,0 10,0 5,0 0,0 -5,0 -10,0 -15,0 -20,0. B3_a. A5_f. B3_d. B3_b. A5_i. A5_a. A5_e. A5_h. A5_d. A5_b. A1 A2 A3 A4 A5_a A5_b A5_c A5_d A5_e A5_f A5_g A5_h A5_i B1 B2 B3_a B3_b B3_c B3_d B4 B5 B6 B7 B8 B9 B10 B11 B12 B13 B14 C1 C2 C3 C4 C5 C6 Differenza in punti percentuali Media punteggi classe per ambito

Dettagli

Il formato BITMAP. Introduzione. Il formato BITMAP

Il formato BITMAP. Introduzione. Il formato BITMAP Il formato BITMAP Introduzione Il Bitmap è il formato di visualizzazione delle immagini dei sistema operativo Windows e, anche se è uno dei formati più vecchi, è ancora molto utilizzato e soprattutto è

Dettagli

DISTANZA TRA DUE PUNTI NEL PIANO CARTESIANO

DISTANZA TRA DUE PUNTI NEL PIANO CARTESIANO Geogebra DISTANZA TRA DUE PUNTI NEL PIANO CARTESIANO 1. Apri il programma Geogebra, assicurati che siano visualizzati gli assi e individua il punto A (0, 0). a. Dove si trova il punto A? b. Individua il

Dettagli

Reti Logiche A Appello del 24 febbraio 2010

Reti Logiche A Appello del 24 febbraio 2010 Politecnico di Milano Dipartimento di Elettronica e Informazione prof.ssa Anna Antola prof. Fabrizio Ferrandi Reti Logiche A Appello del 24 febbraio 2010 Matricola prof.ssa Cristiana Bolchini Cognome Nome

Dettagli

Note per il corso di Geometria e algebra lineare 2009-10 Corso di laurea in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni

Note per il corso di Geometria e algebra lineare 2009-10 Corso di laurea in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni Note per il corso di Geometria e algebra lineare 009-0 Corso di laurea in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni Spazi di n-uple e matrici. I prodotti cartesiani RR R e RRR R 3, costituiti dalle coppie

Dettagli

Servizio ISEE Invio comandi alla carta

Servizio ISEE Invio comandi alla carta Servizio ISEE Invio comandi alla carta Versione 1.1 04/12/2012 RTI Funzione Nome Redazione Approvazione Capo progetto RTI (Aruba) Esperto di dominio (Actalis) Capo progetto CMS (Engineering) Esperto architetture

Dettagli

7 Applicazioni ulteriori

7 Applicazioni ulteriori 7 Applicazioni ulteriori 7 Applicazioni ulteriori 7.1 Strutture con maglie chiuse 7.1.1 Analisi cinematica Si consideri la struttura in figura 7.1: i gradi di libertà sono pari a l =3n c v =3 0 3 = 0,

Dettagli

FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO

FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO Sede Legale Via Rossini n. 12 - Torino C.F. 08762960014 Iscritta al R.E.A. di Torino al n. 1002937 Bilancio al 31/12/2008 Stato Patrimoniale 31/12/2008 31/12/2007

Dettagli

FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO

FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO FONDAZIONE DEL TEATRO STABILE DI TORINO Sede Legale Via Rossini n. 12 - Torino C.F. 08762960014 Iscritta al R.E.A. di Torino al n. 1002937 Bilancio al 31/12/2009 Stato Patrimoniale 31/12/2009 31/12/2008

Dettagli

Mutui e conti correnti in corso e tassi di interesse usurari. Torna in auge la vexata questio dellўїusurarietё sopravvenuta!

Mutui e conti correnti in corso e tassi di interesse usurari. Torna in auge la vexata questio dellўїusurarietё sopravvenuta! 1 3ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 27/02/2013 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/34690-mutui-e-conti-correnti-in-corso-e-tassi-diinteresse-usurari-torna-in-auge-la-vexata-questio-dell-usurariet-sopravvenuta

Dettagli

Tecniche Reticolari. Problema: determinare l istante di inizio di ogni attività in modo che la durata complessiva del progetto sia minima

Tecniche Reticolari. Problema: determinare l istante di inizio di ogni attività in modo che la durata complessiva del progetto sia minima Project Management Tecniche Reticolari Metodologie per risolvere problemi di pianificazione di progetti Progetto insieme di attività A i di durata d i, (=,...,n) insieme di relazioni di precedenza tra

Dettagli

M/46800/PM LINTRA Cilindri pneumatici per impieghi pesanti

M/46800/PM LINTRA Cilindri pneumatici per impieghi pesanti M/46800/PM LINTR Cilindri pneumatici per impieghi pesanti Doppio effetto - dimensioni cilindro: 16, 5, 40 & 63 Guida lineare precisa Le scanalature a T poste all'esterno della struttura consentono diverse

Dettagli

Compito A. Esercizio 1 (13 punti) Minimizzare l automa descritto dalla seguente tabella degli stati

Compito A. Esercizio 1 (13 punti) Minimizzare l automa descritto dalla seguente tabella degli stati Compito A Esercizio 1 (13 punti) Minimizzare l automa descritto dalla seguente tabella degli stati stato/input x=0 x=1 A B/0 A/0 B C/0 A/0 C B/0 D/1 D B/0 E/0 E B/0 D/1 Esercizio 2. (17 punti) Realizzare

Dettagli

Ambiguità delle parole. Ambiguità. Omografia e ambiguità. Ambiguità grammaticale. Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate:

Ambiguità delle parole. Ambiguità. Omografia e ambiguità. Ambiguità grammaticale. Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate: Ambiguità Ambiguità delle parole Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate: Una parola può avere più di una funzione o più di un significato Una frase può avere più di un significato ella lingua

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

RELAZIONI BINARIE. Proprietà delle relazioni Data una relazione R, definita in un insieme non vuoto U, si hanno le seguenti proprietà :

RELAZIONI BINARIE. Proprietà delle relazioni Data una relazione R, definita in un insieme non vuoto U, si hanno le seguenti proprietà : RELAZIONI INARIE Dati due insiemi non vuoti, A detto dominio e detto codominio, eventualmente coincidenti, si chiama relazione binaria (o corrispondenza) di A in, e si indica con f : A, (oppure R ) una

Dettagli

,&&-&.$$/!. 0) (./21.///"3/$.3.3 2 ))&. $!#! /22%)0) 4 $!#! /22 )) $!#! /22 &7()8 ))&) 0))0&)3#9 293! #9 293!

,&&-&.$$/!. 0) (./21.///3/$.3.3 2 ))&. $!#! /22%)0) 4 $!#! /22 )) $!#! /22 &7()8 ))&) 0))0&)3#9 293! #9 293! !"# $!%&'()*+,&&-&.$$/!. ))0)&.#/ 0) (./2.///"3/$.3.3 2 ))&. $!#! /22%)0) 4 $!#! /22 )) $!#! /22 5&)0)%&46 &7()8 ))&) 0))0&)3#9 293! %():00,&(&)&&)&.! ;;#/! #9 293!! "#$%&"#'$ ( )*+!, ----. )/0))0+. 2##'34"35)/))0))0+!

Dettagli

! "## $"#%# $& ! # (.) (! + /!! ,&' 233-2452 ,'&.' " &'&!+!+ '! +7&+"! & &7&' ! 6 &&& &+ &' &'"%!& %!"!'!&!%!&& +'!7 '&!' %!" &&! +! 67 %!

! ## $#%# $& ! # (.) (! + /!! ,&' 233-2452 ,'&.'  &'&!+!+ '! +7&+! & &7&' ! 6 &&& &+ &' &'%!& %!!'!&!%!&& +'!7 '&!' %! &&! +! 67 %! ! "## $"#%# $&!"# $%!&'&! # (") # ()# *+)#,!''')) -))) (.) (! + /!!,+# #) 0!&+) 0&&&#,&' (&# 1&) 233-2452 '($)'*$+,$*$((-$.//(' - &6)7%!7 (&!8 &6 &+'#7#7&!&&+ "79,'&.' " &'&!+!+ '! +7&+"! & &7&'!677 &&%!'8

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CORSI DI RECUPERO DAL 29 GIUGNO AL 04 LUGLIO 2015

LICEO SCIENTIFICO CORSI DI RECUPERO DAL 29 GIUGNO AL 04 LUGLIO 2015 ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

Tar Lazio, Roma, 28.01.2010 n. 1084 ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 25/02/2010

Tar Lazio, Roma, 28.01.2010 n. 1084 ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 25/02/2010 ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 25/02/2010 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/28959-pur-in-assenza-della-firma-del-rappresentantedel-garante-importante-la-certezza-in-ordine-alla-provenienza-della-fideiussione-prestatadal-soggetto-legittimato-ad-impegnare-l-istituto-stesso-ill

Dettagli

ESERCIZI PER IL RECUPERO DEL DEBITO FINALE. Esercizio n.1

ESERCIZI PER IL RECUPERO DEL DEBITO FINALE. Esercizio n.1 Esercizio n.1 Un appezzamento di terreno quadrilatero ABCD è stato rilevato andando a misurare: AB = 345,65 m AD = 308,68 m CD = 195,44 m a = 95,3852 gon g = 115,5600 gon Rappresentare in scala opportuna

Dettagli

MARINE COMMANDER 3000

MARINE COMMANDER 3000 CONTENUTI Introduzione 2 Avviamento 2 Iniziare una partita 3 La battaglia 5 Varietà di gioco 6 Scegliere il tipo di gioco 8 Impostate una vostra posizione iniziale 8 Quasi mancato 10 Verificare le vostre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - "L.LANZA-B. DI CARINI" CARINI (PA) Titolario

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - L.LANZA-B. DI CARINI CARINI (PA) Titolario Titolo: A - AFFARI GENERALI A-01 Fascicoli del personale di ruolo e non di ruolo dell amministrazione scolastica periferica A-02 Personale dell' amministrazione scolastica periferica A-02-a Pratiche generali

Dettagli

APPUNTI DI ALGEBRA B

APPUNTI DI ALGEBRA B APPUNTI DI ALGEBRA B Prof. Gloria Rinaldi dal testo Algebra autori P.Quattrocchi, G.Rinaldi, ed. Zanichelli Dipartimento di Scienze e Metodi dell Ingegneria Università di Modena e Reggio Emilia, Via Amendola

Dettagli

CAD Tutor LT Claudio Gasparini ( ) # * * " + ), &-.. "... /0*&# 1 2/34/ 4056/73#" 8 2& 2 "* 9 : / );))) ; "<4 -"= " 3 -&-..,,," ".

CAD Tutor LT Claudio Gasparini ( ) # * *  + ), &-.. ... /0*&# 1 2/34/ 4056/73# 8 2& 2 * 9 : / );))) ; <4 -=  3 -&-..,,, . www.corsiinrete.it CAD Tutor LT Claudio Gasparini! ## ##$%& # '! ( ) # * * + ), &..... /0*&# 1 2/34/ 4056/73# 8 2& 2 * 9 : / );))) ; 4) )) $ & ) & 9 ) $ ) 4 )4 )) $ & ) & )

Dettagli

determinare le coordinate di P ricordando la relazione che permette di calcolare le coordinate del punto medio di un segmento si

determinare le coordinate di P ricordando la relazione che permette di calcolare le coordinate del punto medio di un segmento si PROBLEMA Determinare il punto simmetrico di P( ;) rispetto alla retta x y =0 Soluzione Il simmetrico di P rispetto ad una retta r è il punto P che appartiene alla retta passante per P, perpendicolare ad

Dettagli

Italia e Polonia: un'analisi comparata di diritto commerciale

Italia e Polonia: un'analisi comparata di diritto commerciale ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 03/01/2016 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/37687-italia-e-polonia-un-analisi-comparata-di-dirittocommerciale Autore: Lombardi Francesco Italia e Polonia: un'analisi

Dettagli

2.1 Definizione di applicazione lineare. Siano V e W due spazi vettoriali su R. Un applicazione

2.1 Definizione di applicazione lineare. Siano V e W due spazi vettoriali su R. Un applicazione Capitolo 2 MATRICI Fra tutte le applicazioni su uno spazio vettoriale interessa esaminare quelle che mantengono la struttura di spazio vettoriale e che, per questo, vengono dette lineari La loro importanza

Dettagli

Or STEP STEP 1 E20 67R 01 0478. Or Tugra Makina T.M.S. E37 67R 01 0018. Or M.T.M. s.r.l. 87/C E13 67R 01 0043

Or STEP STEP 1 E20 67R 01 0478. Or Tugra Makina T.M.S. E37 67R 01 0018. Or M.T.M. s.r.l. 87/C E13 67R 01 0043 Pompa per carburante GPL Senza Multivalvola, con i seguenti accessori: M.T.M. s.r.l. EUOPA Version 2 E13 67 1 4 Camera Stagna STAKO STAKO POL E2 67 1 324 (da usarsi con serbatoio toroidale STAKO) Or STEP

Dettagli

4. Confronto tra medie di tre o più campioni indipendenti

4. Confronto tra medie di tre o più campioni indipendenti BIOSTATISTICA 4. Confronto tra medie di tre o più campioni indipendenti Marta Blangiardo, Imperial College, London Department of Epidemiology and Public Health m.blangiardo@imperial.ac.uk MARTA BLANGIARDO

Dettagli

Allegato C : Relazione del Direttore Generale (i valori sono espressi in unità di euro) alla delibera del Direttore Generale n.

Allegato C : Relazione del Direttore Generale (i valori sono espressi in unità di euro) alla delibera del Direttore Generale n. Allegato C : Relazione del Direttore Generale (i valori sono espressi in unità di euro) alla delibera del Direttore Generale n. 116 del 30/04/09 Pag. 1 di !"!!#! $%!#!%! & '!(! ) (!!!!(* %!% #!'!!!"! &!!%"

Dettagli

SIELTE S.P.A. Sede Legale VIA CERZA 4 SAN GREGORIO DI CATANIA CT Capitale Sociale Euro 28.000.000,00 interamente versato P.IVA n.

SIELTE S.P.A. Sede Legale VIA CERZA 4 SAN GREGORIO DI CATANIA CT Capitale Sociale Euro 28.000.000,00 interamente versato P.IVA n. Reg. Imp. 00941910788 Rea 243862 SIELTE S.P.A. Sede Legale VIA CERZA 4 SAN GREGORIO DI CATANIA CT Capitale Sociale Euro 28.000.000,00 interamente versato P.IVA n. 03600700870 Bilancio al 31/12/2012 STATO

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Energia. Costruttore Unità esterna Unità interna. Bassi consumi. Alti consumi

Energia. Costruttore Unità esterna Unità interna. Bassi consumi. Alti consumi UNEP 7H UNEP 7HI UNEP 7HE 390 2.06 2.64 Potenza di kw 2.20 ABC EG UNEP 9H UNEP 9HI UNEP 9HE 520 2.50 2.40 Potenza di kw 2.85 ABC EG UNEP 12H UNEP 12HI UNEP 12HE 675 3.20 2.37 Potenza di kw 3.70 ABC EG

Dettagli

I SISTEMI TRIFASE SIMMETRICI ED EQUILIBRATI E MISURA DI POTENZA DI UN SISTEMA TRIFASE SIMMETRICO ED EQUILIBRATO CON IL METODO ARON

I SISTEMI TRIFASE SIMMETRICI ED EQUILIBRATI E MISURA DI POTENZA DI UN SISTEMA TRIFASE SIMMETRICO ED EQUILIBRATO CON IL METODO ARON "#$%##$&'$#'$ '# $%##$ &'$ # $ ( A.A. 2008/2009 Indirizzo Tecnologico Classe di abilitazione: A035 TESI DI SPECIALIZZAZIONE I SISTEMI TRIFASE SIMMETRICI ED EQUILIBRATI E MISURA DI POTENZA DI UN SISTEMA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - PADRE GABRIELE M. ALLEGRA VALVERDE (CT) Titolario

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - PADRE GABRIELE M. ALLEGRA VALVERDE (CT) Titolario A - AFFARI GENERALI A-1 Fascicoli del personale di ruolo e non di ruolo dell amministrazione scolastica periferica in ordine alfabetico. A-10 - A-10-a A-10-b Biblioteca dell'amministrazione scolastica

Dettagli

Ottimizzazione Combinatoria

Ottimizzazione Combinatoria Ottimizzazione Combinatoria Esercitazione AMPL A.A. 2009-2010 Esercitazione a cura di Silvia Canale contatto e-mail: canale@dis.uniroma1.it Università di Roma La Sapienza Dipartimento di Informatica e

Dettagli

" ##$! " % &' ## & & (# !"&". """"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""+ ( )& (

 ##$!  % &' ## & & (# !&. + ( )& ( !! #$#% $ #$%& ''!! ( )* ''!+!, + $ $- '!&! %!!!. +!+ / %!, #. *!0! ##$! % &' ## & & (#!&. + ( )& ( + #.. +, + # +1 +!,1 ++. & * +, &!, &! +( &,+$,! -& &1!! ,+ & )&1& + $ & 2 0 &. 2 0 &! *01. / 1 ( %!

Dettagli

INDICATORI DI INTASAMENTO RIEPILOGO DESCRIZIONE

INDICATORI DI INTASAMENTO RIEPILOGO DESCRIZIONE RIEPILG INDICATRI DI INTASAMENT INDICATRI DI PRESSINE Differenziale visivo Differenziale elettrico Differenz. elet. con LED Differenz. elet. con termostato Differenz. elet. visivo Differenz. elet. antimanomissione

Dettagli

Vettori e matrici. Lorenzo Pareschi. Dipartimento di Matematica & Facoltá di Architettura Universitá di Ferrara

Vettori e matrici. Lorenzo Pareschi. Dipartimento di Matematica & Facoltá di Architettura Universitá di Ferrara Vettori e matrici Lorenzo Pareschi Dipartimento di Matematica & Facoltá di Architettura Universitá di Ferrara http://utentiunifeit/lorenzopareschi/ lorenzopareschi@unifeit Lorenzo Pareschi Univ Ferrara

Dettagli

Marine Commander 4000 MANUALE D ISTRUZIONE

Marine Commander 4000 MANUALE D ISTRUZIONE Marine Commander 4000 MANUALE D ISTRUZIONE CONTENUTI Introduzione...3 Approntamento...3 Scelta Della Lingua...4 Iniziare una Partita...5 La battaglia...6 Varietà di gioco...7 Scegliere il tipo di gioco...9

Dettagli

Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo. Calcolo Combinatorio

Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo. Calcolo Combinatorio Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo Calcolo Combinatorio Calcolo Combinatorio ü Molti dei problemi classici di calcolo delle probabilità si riducono al calcolo dei casi favorevoli e di quelli

Dettagli

LICEO STATALE - "M.L. KING" FAVARA (AG) Titolario

LICEO STATALE - M.L. KING FAVARA (AG) Titolario A - AFFARI GENERALI A-1 PIANO OFFERTA FORMATIVA - P.O.F. A-1-a CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO - DELEGAZIONE TRATTANTE - PIANO DELLE ATTIVITA' A-11 SCARTO ATTI DI ARCHIVIO A-12 Ispezioni amministrative

Dettagli

HONDA MOTOR CODE 1980-2007

HONDA MOTOR CODE 1980-2007 HONDA MOTOR CODE 1980-2007 Il documento è stato redatto da Valvolin e Voodooo (membri del club honda granturismo italia), utilizzando informazioni reperite sia in siti internet sia nei manuali Honda. Alcuni

Dettagli

Fisica Generale I (primo e secondo modulo) A.A. 2009-10, 30 Agosto 2010

Fisica Generale I (primo e secondo modulo) A.A. 2009-10, 30 Agosto 2010 Fisica Generale I (primo e secondo modulo) A.A. 009-10, 30 Agosto 010 Esercizi di meccanica relativi al primo modulo del corso di Fisica Generale I, anche equivalente ai corsi di Fisica Generale 1 e per

Dettagli

B1. Monomi - Esercizi

B1. Monomi - Esercizi B1. Monomi - Esercizi Scrivere le espressioni algebriche di seguito indicate: 1 Sommare al triplo di a il doppio di b e dividere il risultato per 5. Sottrarre da c il quadrato di a. Sottrarre dal doppio

Dettagli

Senza fumo avanti a tutto gas

Senza fumo avanti a tutto gas N 20 Dc 2010 L P Nf www.-f.ch C f Cc c cff y S f I c cndc DI T LLNN c M C c ch ù 3000 è f f. L, N P. S B c cc '8. f c q cc OXY! I q, 0 2 è Q ch. V c c à f c, c! S ù.ch). c f@- ( à c fck f A C c. T è f

Dettagli

Progetto di Reti di Telecomunicazione Modelli in Programmazione Lineare Problemi di Localizzazione

Progetto di Reti di Telecomunicazione Modelli in Programmazione Lineare Problemi di Localizzazione Progetto di Reti di Telecomunicazione Modelli in Programmazione Lineare Problemi di Localizzazione Posizionamento di antenne È dato un insieme A di possibili siti in cui installare antenne, a ciascuno

Dettagli

C.A.V. S.p.A. Concessioni Autostradali Venete SERVIZIO DI PULIZIA AUTOSTRADALE E GESTIONE RIFIUTI - PROGRAMMA 2015 MESE MESE DI GENNAIO MESE DI FEBBRAIO SETTIMANA 1 2 3 4 5 6 7 8 9 v s d l ma me g v s

Dettagli

Analisi. Calcolo Combinatorio. Ing. Ivano Coccorullo

Analisi. Calcolo Combinatorio. Ing. Ivano Coccorullo Analisi Ing. Ivano Coccorullo Prof. Ivano Coccorullo ü Molti dei problemi classici di calcolo delle probabilità si riducono al calcolo dei casi favorevoli e di quelli possibili. Quando le situazioni diventano

Dettagli

Potenze - Monomi - Polinomi - Operazioni tra Polinomi - Quadrato e Cubo del Binomio - Quadrato del Trinomio

Potenze - Monomi - Polinomi - Operazioni tra Polinomi - Quadrato e Cubo del Binomio - Quadrato del Trinomio Potenze - Monomi - Polinomi - Operazioni tra Polinomi - Quadrato e Cubo del Binomio - Quadrato del Trinomio Francesco Zumbo www.francescozumbo.it http://it.geocities.com/zumbof/ Questi appunti vogliono

Dettagli

Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo. Calcolo Combinatorio

Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo. Calcolo Combinatorio Prof.ssa Laura Pagnozzi Prof. Ivano Coccorullo Calcolo Combinatorio Calcolo Combinatorio ü Molti dei problemi classici di calcolo delle probabilità si riducono al calcolo dei casi favorevoli e di quelli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MAT.ELEM.E MEDIA - "G. MARCONI" LICATA (AG) Titolario

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MAT.ELEM.E MEDIA - G. MARCONI LICATA (AG) Titolario A - DITTE VARIE -ALBO FORNITORI- A-10 MIUR. comunicazioni misure igieniche e comportamentali da adottare a scuola. A-10-a Biblioteca dell'amministrazione scolastica periferica A-10-b Bollettino ufficiale

Dettagli

9$<.$"-0',&".$$."'.$."=)*+,-.(&>1.9*).?"@'%,1*,+6.",'(,(*).","-&2,$$*"2*"910*6*&+,"+,$"4*2,&" )&+(,-%&1.+,& +,$0346.$I1=,

9$<.$-0',&.$$.'.$.=)*+,-.(&>1.9*).?@'%,1*,+6.,'(,(*).,-&2,$$*2*910*6*&+,+,$4*2,& )&+(,-%&1.+,& +,$0346.$I1=, !""#$%%&'$()&*!"#$%&! '#$()*$+,& +,$-./$01234,2,! -.&%$+,&!"#$"%&'(")*+,-."+,$$."'.$. "516,371$3$6843$+,$-./$01234,2, 9"/0&1*","2,+(1&"$."'.$."#-%.((&"'&)*&!013.+*'(*)&",")0$(01.$,"+,*"+0&4*","4,))5*"'%.6*"2*"4*'*&+,

Dettagli

Prodotto elemento per elemento, NON righe per colonne Unione: M R S

Prodotto elemento per elemento, NON righe per colonne Unione: M R S Relazioni binarie Una relazione binaria può essere rappresentata con un grafo o con una matrice di incidenza. Date due relazioni R, S A 1 A 2, la matrice di incidenza a seguito di varie operazioni si può

Dettagli

A B AC D EFA B C BF F D A AA D A B E C B DD A C CC A B A E A A A C BF F A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED

A B AC D EFA B C BF F D A AA D A B E C B DD A C CC A B A E A A A C BF F A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED A B AC D EFA B DD C BF F D A AA D A B E C B DD A B AC D B A A E B B DD A C CC A B A E A A A C BF F C B CC C D A A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED F BBA E D A F B

Dettagli

./#0 +,11,.&, ! " #$ % & ''() ' '*+"&,'*$() -$$!*) $'# ''() ' '*+

./#0 +,11,.&, !  #$ % & ''() ' '*+&,'*$() -$$!*) $'# ''() ' '*+ ! #$ % & ''() ' '*+&,'*$() -$$!*) $'# ''() ' '*+.+*(./#0 +,11,.&, ! # $ % & ''() ' '*+&,'*$() -$$!*) $'# ''() ' '*+.+*(./#0+,11,.&, ,21#3,,/1./#0+,11,.&, 3 5 21 22 2 25 26 27 28 30 30 30 31 39 1 1 57

Dettagli

/1/ 22 9379"#98++9"3999389",&&.&

/1/ 22 9379#98++93999389,&&.& !!!"#" $%'())#)*+"#",* *()-.$ $/'(**(*(./0#) /1/ 22 *)(+3"++*4 *))#)*+"#"(5,*,**(*.).**!,,.,4 *(/*66(+77"78+"(5,.)!*.4 *(/*66(+)73"38"(5,.)!*.(*4 *(/*66(,73"##"(,) ').4 *()*.7)*"++"(5.9+9" 9379"#98++9"3999389",.

Dettagli

+, $ -. +/ 0 3/4 5 - '""7"%&##"&7&)#&.&% 2 $6 22 2 0-6 05

+, $ -. +/ 0 3/4 5 - '7%&##&7&)#&.&% 2 $6 22 2 0-6 05 !"#$%&'("!)&*!"# +, $ -. +/ 0 /12 3/4 5 - +3 2 /+.+6 '""7"%&##"&7&)#&.&% 2 $6 22 2 0-6 05 www.sulpalco.it redazione@sulpalco.it 2 ++) 3,*1! " # $% & ' ( ) ) *" * + *+ ', $ -! -. -/) 0,/' & 2( 3-! /)4 56

Dettagli

COMPONENTI PRESENTI NELLA STAZIONE DI RICARICA COLONNINA (0B2A)

COMPONENTI PRESENTI NELLA STAZIONE DI RICARICA COLONNINA (0B2A) COMPONENTI PRESENTI NELLA STAZIONE DI RICARICA COLONNINA (0B2A) Postazi 1 Postazi 2 AC monofase AC trifase DC bassa tensi (5 o 12 o 24V) Magneto termico intelligente I/O COMPONENTI PRESENTI NELLA STAZIONE

Dettagli

Studio relativo all applicazione della tariffa pro capite del servizio idrico integrato

Studio relativo all applicazione della tariffa pro capite del servizio idrico integrato Studio relativo all applicazione della tariffa pro capite del servizio idrico integrato Gennaio 2012 ! " # $ % '% ( %) * + %, -. # % /%0 % +% % %) % ...5...6...8 112'+$%.''/$-2%...8 132'+$%.'$+.2%...10

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

ESEMPI DI TEST PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE MATEMATICHE PRIMO CICLO Scuola Secondaria di primo grado - Scuola Media

ESEMPI DI TEST PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE MATEMATICHE PRIMO CICLO Scuola Secondaria di primo grado - Scuola Media Allegato 1A 1 anno Il numero (a cura di L. Cerutti) Obiettivo: eseguire le quattro operazioni con i numeri interi 3 + 3 = 6 4-2 = 2 3x2=6 6/2=3 4:2=2 4/2=2 2x2=4 12x (4-2)-20+10:2+6x3-1= 25 2x2-20 +2x

Dettagli

Comune di Praiano Provincia di Salerno Costa d Amalfi ANTICA PLAGIANUM

Comune di Praiano Provincia di Salerno Costa d Amalfi ANTICA PLAGIANUM Allegato A L A V O R I TABELLA SINTETICA DELLE CATEGORIE CATEGORIE GENERALI OG 1 Edifici civili e industriali OG 2 Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela. OG 3 Strade, autostrade,

Dettagli

Droghe, proibizionismo e prevenzione in kantonappenzell ausserrhoden

Droghe, proibizionismo e prevenzione in kantonappenzell ausserrhoden 1 3ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 25/02/2013 All'indirizzo http://xn--leggedistabilit2013-kub.diritto.it/docs/34677-droghe-proibizionismoe-prevenzione-in-kantonappenzell-ausserrhoden Autore: Baiguera Altieri

Dettagli

!"#$%"&'('%")%*%+%",-$$(".('-/%("-"%"0(**(11%",%"*'('2

!#$%&'('%)%*%+%,-$$(.('-/%(-%0(**(11%,%*'('2 !"#$%"&'('%")%*%+%",-$$(".('-/%("-"%"0(**(11%",%"*'('2!3!"#$%"*'('%")%*%+%!"#$"%&'("#)*+#%',-"'.(#(/#%'&#.%"%(#0(#"11'&1"2(,/&#0(-&'.(3#.,4(0,5#4(6*(0,5#1".7#8(#6*&.%(#%'&#.%"%(#),..("$,#0"'&#"49*/&# (/:,'$"2(,/(#0"4#)*/%,#0(#-(.%"#0&44;,'1"/(22"2(,/&#0&44&#)"'%(9&44&#

Dettagli

Antincendio Estintori portatili. Estintore a Polvere da kg 2. Codice prodotto. Carica nominale. Agente estinguente Polvere ABC. Diametro serbatoio

Antincendio Estintori portatili. Estintore a Polvere da kg 2. Codice prodotto. Carica nominale. Agente estinguente Polvere ABC. Diametro serbatoio Antincendio Estintori portatili Estintore a Polvere da kg 1 E50 8 A 34 BC 2,1 kg 1 kg 6,2 secondi 80 mm 310 mm 15 bar > 55 bar 4 mt Estintore a Polvere da kg 2 E51 13 A 89 BC 3,5 kg 2 kg 12,6 secondi 105

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) E g: L ASSOCIAZIONE IL SENTIERO f u gg gg f g g b f h,, u ( g),, g gu : ) u gg; b) u g ; ) uu, uu u à f ; ) u ugug, gà u

Dettagli

za Bozza - Appunti di Meccanica dei Solidi/Statica, dalle lezioni del prof. P. Podio-Guidugli, a.a. 2007/8 - Travature Piane con Elementi Elastici

za Bozza - Appunti di Meccanica dei Solidi/Statica, dalle lezioni del prof. P. Podio-Guidugli, a.a. 2007/8 - Travature Piane con Elementi Elastici 6 Travature Piane con Elementi Elastici 24 Introduzione La meccanica, sotto lo stimolo delle diverse applicazioni, costruisce modelli di comportamento dei corpi materiali che si possono ordinare per complessità

Dettagli

COMPRESSORS. Parts and Accessories CATALOGO - CATALOGUE

COMPRESSORS. Parts and Accessories CATALOGO - CATALOGUE COMPRESSORS Parts and Accessories CATALOGO - CATALOGUE 2012-2013 INDICE INDEX Applicazioni compressori Compressors application 3 Compressori Compressors 147 Cross references 263 Tabella comparativa Comparative

Dettagli

Servizio Stage e Mondo del lavoro SEZIONE Z: Dati generali

Servizio Stage e Mondo del lavoro SEZIONE Z: Dati generali Servizio Stage e Mondo del lavoro SEZIONE Z: Dati generali Z.1 Ragione sociale: Z.2 Indirizzo: Z.3 Numeri di telefono: / / Z.4 Si tratta di: 1. Albergo 2. Ristorante/bar/pizzeria 3. Agenzia viaggi Registrare

Dettagli

Lettura musicale e sviluppo della musicalità

Lettura musicale e sviluppo della musicalità Lettura musicale e sviluppo della musicalità Corso di alfabetizzazione musicale SECONDO LIVELLO Lettura musicale e sviluppo della musicalità Corso di alfabetizzazione musicale SECONDO LIVELLO Copyright

Dettagli

11 Teorema dei lavori virtuali

11 Teorema dei lavori virtuali Teorema dei lavori virtuali Teorema dei lavori virtuali Si consideri una trave ad asse rettilineo figura.). Per essa si definisce sistema carichi sollecitazioni CS) l insieme di tutte le grandezze di tipo

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Confrontare angoli Indica, colorando il quadratino, quali sono gli angoli retti tra quelli che vedi qui sotto.

Confrontare angoli Indica, colorando il quadratino, quali sono gli angoli retti tra quelli che vedi qui sotto. Confrontare angoli Indica, colorando il quadratino, quali sono gli angoli retti tra quelli che vedi qui sotto. R V T P S U Z Colora di verde le caselle corrispondenti agli angoli piatti e di rosso quelle

Dettagli

Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force

Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force Dott. Daniele Ortolani - 3 luglio 2010 US Preventive Service Task Force È un organismo autonomo composto da esperti

Dettagli

Testi verifiche 3 C 3 I a. s. 2008/2009

Testi verifiche 3 C 3 I a. s. 2008/2009 Testi verifiche 3 C 3 I a. s. 2008/2009 1) Sono assegnati i punti A(- 1; 3) C(3; 0) M ;1 a) Ricavare le coordinate del simmetrico di A rispetto a M e indicarlo con B. Verificare che il segmento congiungente

Dettagli

" # "$$%! & # ' ( ' ) #! ' % ' # *! * & & & # & ,-! . / # # "$$0!

 # $$%! & # ' ( ' ) #! ' % ' # *! * & & & # & ,-! . / # # $$0! ! " # o! " o! o! o o!# $ o! # & o o!# ( 1 Testi elaborati sulla base dei contributi trasmessi dalle amministrazioni dello Stato interessate. 2 Testi elaborati sulla base dei contributi trasmessi dalle

Dettagli

+, -. 2 3// +. 4-4+. / 7 8 /4, 3,9 24 /4 / : ;8$.. 7 3 $ + :.$ 7 <=/> 77 7. $1 9

+, -. 2 3// +. 4-4+. / 7 8 /4, 3,9 24 /4 / : ;8$.. 7 3 $ + :.$ 7 <=/> 77 7. $1 9 !"#$%&'("!)&*!"# +, -. /01 2 3// +. /1 44/ 4-4+. 42356 / 7 8 /4, 3,9 24 /4 / 5444 7 : ;8$.. 7 3 $ + :.$ 7 77 7. $1 9 /'""!""") 97 8 www.sulpalco.it redazione@sulpalco.it 2 1+ 87 : 4+. 8;:1:3., +.9

Dettagli

Prot. n. 5900/F3 Cologno Monzese, 09 Dicembre 2013

Prot. n. 5900/F3 Cologno Monzese, 09 Dicembre 2013 Oggetto: richiesta preventivo viaggio d istruzione a FIRENZE. Classi: 4AC Località: FIRENZE Mezzo di trasporto: TRENO N. giorni viaggio: 3 Pernottamenti: 2 (ZONA STAZIONE FS) Studenti partecipanti: 22

Dettagli

CONVENZIONI STIPULATE PRIMA DEL 7 SETTEMBRE 2010 E PRIMA DELLA PREDISPOSIZIONE SISTEMA SIMOG

CONVENZIONI STIPULATE PRIMA DEL 7 SETTEMBRE 2010 E PRIMA DELLA PREDISPOSIZIONE SISTEMA SIMOG CONVENZIONI STIPULATE PRIMA DEL 7 SETTEMBRE 010 E PRIMA DELLA PREDISPOSIZIONE SISTEMA SIMOG 1 CITY CAR COMPATTE 00176C8F CITY CAR 00176C8F BERLINE PICCOLE 00176C8F BERLINE MEDIE 00176C8F ACQUISTO AUTOVEICOLI

Dettagli

x y z F x y z F 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 1 1 1 0 1 0 1 1 0 1 1 1 1 F = x z + y z + yz + xyz G = wyz + vw z + vwy + vwz + v w y z Sommario

x y z F x y z F 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 1 1 1 0 1 0 1 1 0 1 1 1 1 F = x z + y z + yz + xyz G = wyz + vw z + vwy + vwz + v w y z Sommario Esercitazione di Calcolatori Elettronici Prof. Gian Luca Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica Sommario Mappe di Karnaugh Analisi e sintesi di reti combinatorie Analisi e sintesi di reti sequenziali

Dettagli

Prontuario Alfabetico delle applicazioni ed esenzioni dell imposta di bollo

Prontuario Alfabetico delle applicazioni ed esenzioni dell imposta di bollo !"!# ( )*+,!+!-,"# )*-!!#-#!-. / )*-!#++!- - #"#-# - #"#-# - )!,"##-+## 0 1!--, " 3 344 " /* " 1 " - Settore Affari Generali ed Istituzionali Servizi Demografici e Statistici Ufficio Anagrafe 1 . 15* 5

Dettagli