Protezione differenziale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Protezione differenziale"

Transcript

1 Protezione differenziale Interruttori differenziali puri DomB2 30 Interruttori differenziali puri ID C40 32 Interruttori differenziali puri ID 34 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED, REDs, REDtest 36 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED 38 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDs 39 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDs 4 poli 40 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDtest 41 Int. magnetotermici differenziali DomC45 42 Int. magnetotermici diff. DomC42 44 Int. magnetotermici differenziali C40a Vigi 46 Int. magnetotermici differenziali C40N Vigi 48 Blocchi differenziali Vigi C40 50 Blocchi differenziali Vigi C60 52 Blocchi differenziali Vigi C Blocchi differenziali Vigi NG Blocchi differenziali Vigi NSA e NSX 58 Ausiliari elettrici per C40, C60, C120, ID C40 e C40 Vigi 60 Ausiliari elettrici per interruttori NG Ausiliari elettrici per interruttori NSA e NSX 64 Accessori meccanici per C40, ID C40 e C40 Vigi 66

2 Interruttori differenziali puri DomB2 CEI EN Classe AC Funzioni Indicati per applicazioni nel domestico e residenziale. Assicurano l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali. Corrente nominale: 25 e 40A; sensibilità: 30mA; tensione di impiego nominale: 230V CA; classe di impiego: C; assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): cicli; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 10mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità. Per un impiego ottimale Installare gli interruttori differenziali DomB2 in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). 30

3 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Codifica memotecnica = semplicità di scelta Dom B C Dom = Gamma Domae B = apparecchiatura B = Interruttore Differenziale puro Applicazione 2 = Numero di poli e larghezza in moduli: 2 = 2P, 2 moduli 25 = Corrente nominale (In) 25 = 25A 40 = 40A 30 = Sensibilità: (IDn) 30 = 30mA C = Classe di impiego C = C Tens [V] In [A] Interruttori DomB2 I n [ma] C 2P p DomB22530C p DomB24030C p = prodotti certificati con marchio di qualità. 31

4 Interruttori differenziali puri ID C40 Funzioni Indicati per applicazioni nel residenziale e terziario. CEI EN Per un impiego ottimale Classe AC Classe A Classe A si Installare gli interruttori differenziali ID C40 in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). Corrente nominale: 25 e 40A; sensibilità: 30 e 300mA; tensione di impiego nominale: 230V CA; classe di impiego: C: assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali, : assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti, tipo si: assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti, garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle installazioni con linee disturbate da apparecchi utilizzatori generatori di armoniche, correnti di sovratensione di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra, correnti di scarica generate da sovratensioni atmosferiche, impieghi a basse temperature (fino a 25 C); la versione selettiva s consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi da 30mA installati a valle; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: C e : 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs, tipo si: 3.000A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs, tipo si selettivo s: 5.000A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): cicli; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 16mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità ; gli interruttori differenziali puri ID C40 possono essere equipaggiati con ausiliari elettrici di segnalazione e di sgancio. 32

5 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Utilizzato come interruttore di protezione di gruppi di partenze, semplifica le operazioni di cablaggio impiegando i ripartitori RP C40. Possibilità di inserire ausiliari elettrici ed apparecchiature di controllo e comando direttamente a fianco del relativo interruttore di protezione. Tens [V] In [A] Applicazione I n [ma] C Interruttori ID C40 si si s 2P p p p p p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. 33

6 Interruttori differenziali puri ID CEI EN Classe AC Funzione e impiego Assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali. Per impieghi nei settori civile, terziario e industriale. Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi sulla rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; visualizzazione del guasto: sul fronte dell apparecchio tramite indicatore meccanico; elevati valori di tenuta alle correnti di cortocircuito; durata elettrica (O-C): cicli; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 35 mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità. Classe A Funzione e impiego Assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti. Altre caratteristiche Identiche a quelle del tipo AC. Classe AC Classe A Classe A si Classe A Classe A tipo si Funzione e impiego Assicura la protezione differenziale garantendo l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti alternate sinusoidali differenziali pulsanti, garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle installazioni con linee disturbate da: apparecchi utilizzatori generatori di armoniche; correnti di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra; correnti di scarica generate da sovratensioni atmosferiche; impieghi a basse temperature (fino a -25 C). Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 3000 A secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 ms; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo AC. Classe A s tipo si Funzione e impiego Consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi differenziali istantanei da 10 e 30mA installati a valle. Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 5000A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 ms; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo A si istantaneo. Classe A tipo e s tipo Indicati per l installazione in ambienti umidi e/o con presenza di agenti atmosferici aggressivi: piscine, luoghi termali e parchi divertimento, industrie agroalimentari, stazioni di trattamento delle acque, ecc. Altre caratteristiche Identiche a quelle dei tipi A si e A s si. Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Sicurezza e continuità di servizio in ogni condizione. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Possibilità di inserire ausiliari elettrici ed apparecchiature di controllo e comando direttamente a fianco del relativo interruttore di protezione. 34

7 Tens [V] In [A] I n [ma] classe AC si si s Interruttori ID s 2P p p p p p p P p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. 35

8 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED, REDs, REDtest PB I RED, REDs e REDtest, Riarmo E Differenziale, offrono le seguenti funzioni: protezione delle persone contro i contatti diretti e indiretti; protezione delle installazioni elettriche contro i guasti di isolamento; interruzione dei circuiti di carico già protetti contro sovraccarichi e cortocircuiti; riarmo automatico in seguito a controllo isolamento del circuito a valle; verifica automatica e periodica del dispositivo, senza interruzione dell alimentazione del circuito a valle (REDtest). RED Specifiche tecniche Protezione differenziale conforme alle norme CEI EN Corrente nominale (In) Sensibilità Classe Numero di poli b 25, 40 A 30 ma A 2P Dispositivo di riarmo b Autotest - Alimentazione (1) A monte A valle b b Segnalazione Meccanica Leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso) Luminosa 1 LED A distanza - (1) RED, REDs (2P) e REDtest non sono adatti all utilizzo in circuiti a 230 V fase-fase. 36

9 PB REDs PB REDtest Guida alla scelta b 25, 40, 63, 100 A 25, 40 A 30, 300 ma 30 ma A A 2P e 4P 2P b b con controllo isolamento prolungato b - b b b b - Leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso) Leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso) 2 LED 2 LED 1 contatto ausiliario integrato 1 contatto ausiliario integrato Nel caso di impianti aventi valori di isolamento eccessivamente bassi (impianti vecchi con isolamento degradato, impianti con elevata presenza di utenze contenenti capacità collegate a terra), si consiglia l utilizzo del REDs. 37

10 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED Funzioni e impiego I RED, Riarmo E Differenziale, sono composti da un dispositivo a corrente residua associato ad un dispositivo di riarmo. CEI Per un impiego ottimale Classe A Installare gli interruttori differenziali RED insieme ai limitatori di sovratensione Quick PF. RED e Quick PF fanno parte del Kit Energia Sicura. Indicati per applicazioni nel residenziale e piccolo terziario per la protezione delle persone contro i contatti diretti e indiretti e degli impianti elettrici contro i guasti d isolamento. Il riarmo automatico viene effettuato in seguito alla verifica dell isolamento del circuito a valle. Alimentazione: a monte e a valle; corrente nominale: 25, 40A; tensione nominale: 230V CA, +10 %, -15 %; frequenza nominale: 50 Hz; tensione nominale di tenuta ad impulso: 4 kv; tensione d isolamento: 500 V; classe di impiego:, assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti; livello di immunità: 250 A di cresta secondo un onda periodica 8/20 µs; temperatura di funzionamento: da -5 C a +40 C; temperatura di immagazzinamento: da -20 C a +60 C; classe di protezione: IP20 ai morsetti; collegamento: morsetti a gabbia per cavi flessibili da 25 mm 2 e rigidi da 35 mm 2. Tabella di coordinamento, corrente di corto-circuito max (ka eff.) Interruttore Multi 9, fusibile / Coordinamento RED Classe A Interruttori Multi 9 Fusibile DOMA45 DOMA47 DOMA42 C40a C40N C60N C120 NG125 gl 63 RED Rete 25A 4, V L/N 40A 4, A Tens [V] In [A] I n [ma] 2P p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. Interruttori RED dispositivo differenziale Tenuta alle correnti di cortocircuito secondo la tabella di coordinamento riportata; numero di cicli (O-C): meccanici 1.000; tensione d impiego min. pulsante Test: 100 V. tecniche dispositivo di riarmo Durata max ciclo riarmo: 90 s; numero max di tentativi di riarmo consecutivi (senza guasto differenziale): 3; tempo min tra due operazioni di riarmo: 180 s; controllo presenza guasto isolamento: Si; riarmo in caso di guasto transitorio: Si; Interruzione ciclo riarmo in caso di guasto differenziale: Si. Visualizzazione Segnalazione stato RED: meccanica: leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso); elettrica: con 1 spia sul fronte. 38

11 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDs CEI Per un impiego ottimale Classe A Installare gli interruttori differenziali REDs insieme ai limitatori di sovratensione Quick PF. REDs e Quick PF fanno parte del Kit Energia Sicura. Con il Kit Energia Sicura l energia è sempre disponibile grazie al REDs e gli apparecchi elettrici sono protetti 24 ore al giorno dal Quick PF. Non si avranno più spiacevoli sorprese. Funzioni e impiego I REDs, Riarmo E Differenziale, sono composti da un dispositivo a corrente residua associato ad un dispositivo di riarmo, con contatto di segnalazione dello stato. Indicati per applicazioni nel residenziale e terziario per la protezione delle persone contro i contatti diretti e indiretti e degli impianti elettrici contro i guasti d isolamento. Il riarmo automatico viene effettuato in seguito alla verifica dell isolamento del circuito a valle. Alimentazione: a monte e a valle; corrente nominale: 25, 40A; tensione nominale: 230 V CA, +10 %, -15 %; frequenza nominale: 50 Hz; tensione nominale di tenuta ad impulso: 4 kv; tensione d isolamento: 500 V; classe di impiego:, assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti; livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica 8/20 µs; temperatura di funzionamento: da -5 C a +40 C; temperatura di immagazzinamento: da -20 C a +60 C; classe di protezione: IP20 ai morsetti; collegamento: morsetti a gabbia per cavi flessibili da 25 mm 2 e rigidi da 35 mm 2. dispositivo differenziale Tenuta alle correnti di cortocircuito secondo la tabella di coordinamento riportata; numero di cicli (O-C): meccanici 1.000; tensione d impiego min pulsante Test: 100V. Tabella di coordinamento, corrente di corto-circuito max (ka eff.) Interruttore Multi 9, fusibile / Coordinamento REDs Classe A Interruttori Multi 9 Fusibile DOMA45 DOMA47 DOMA42 C40a C40N C60N C120 NG125 gl 63 RED Rete 25A 4, V L/N 40A 4, A Tens [V] In [A] I n [ma] Interruttori REDs 2P p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. tecniche dispositivo di riarmo Durata max ciclo riarmo: 90 s; numero max di tentativi di riarmo consecutivi (senza guasto differenziale): 3; tempo min tra due operazioni di riarmo: 180 s; controllo presenza guasto isolamento: Si; riarmo in caso di guasto transitorio: Si; Interruzione ciclo riarmo in caso di guasto differenziale: Si, per 15 minuti. Visualizzazione Segnalazione stato REDs: meccanica: leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso); elettrica: con 2 spie sul fronte, led rosso a sinistra, led verde a destra; a distanza: 1 contatto ausiliario integrato. Dati tecnici contatto ausiliario Tensione nominale: V CA/CC; tensione d isolamento: 350V corrente nominale: min: 0,6mA max: 100mA, cosj = 1; tipo: configurabile NA o NC o in commutazione 1 Hz; collegamento: con morsettiera a gabbia per cavo flessibile o rigido da 2,5 mm 2 max. 39

12 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDs 4 poli CEI Per un impiego ottimale Classe A 1 N N Funzioni e impiego I RED, Riarmo E Differenziale, sono composti da un dispositivo a corrente residua associato ad un dispositivo di riarmo. Il riarmo automatico viene effettuato in seguito alla verifica dell isolamento del circuito a valle. Alimentazione: a monte e a valle; corrente nominale: 25, 40, 63, 100A; tensione nominale: 400V CA, +10 %, -15 %; frequenza nominale: 50 Hz; tensione nominale di tenuta ad impulso: 4 kv; tensione d isolamento: 500 V; classe di impiego:, assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti; livello di immunità: 250 A di cresta secondo un onda periodica 8/20 µs; temperatura di funzionamento: da -5 C a +40 C; temperatura di immagazzinamento: da -20 C a +60 C; classe di protezione: IP20 ai morsetti; collegamento: morsetti a gabbia per cavi flessibili da 25 mm 2 e rigidi da 35 mm 2. Installare gli interruttori differenziali REDs 4P insieme ai limitatori di sovratensione; in questo modo l energia è sempre disponibile grazie al REDs e gli apparecchi elettrici sono protetti 24 ore al giorno dal limitatore di sovratensione. Non si avranno più spiacevoli sorpese. Tabella di coordinamento, corrente di corto-circuito max (ka eff.) Interruttore Multi 9, fusibile / Coordinamento REDs 4Poli Classe A Interruttori Multi 9 Fusibile DOMA45 DOMA47 C40a C40N C60N C120 NG125 gl 63 gl 100 DOMA42 REDs 4P Rete 25A 4, V 40A 4, L/N 63A A Tens [V] In [A] Interruttori REDs 4 Poli I n [ma] 4P p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. dispositivo differenziale Tenuta alle correnti di cortocircuito secondo la tabella di coordinamento riportata; numero di cicli (O-C): meccanici 4.000; tensione d impiego min. pulsante Test: 100 V. tecniche dispositivo di riarmo Durata max ciclo riarmo: <10 s; numero max di tentativi di riarmo consecutivi (senza guasto differenziale): 3; tempo min tra due operazioni di riarmo: 30 s; controllo presenza guasto isolamento: Si; riarmo in caso di guasto transitorio: Si; Interruzione ciclo riarmo in caso di guasto differenziale: Si, per 15 minuti. Visualizzazione Segnalazione stato RED: meccanica: leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso); elettrica: con 2 spie sul fronte led rosso a sinistra, led verde a destra; a distanza: 1 contatto ausiliario integrato. Dati tecnici contatto ausiliario Tensione nominale: 230V CA/ 30V CC Tensione isolamento :500V Corrente nominale: - min: 0,1mA - max: 0,4A CA / 1,5A CC tipo: NA e NC collegamento: con morsettiera a gabbia per cavo flessibile o rigido da 2,5mm 2 max. Nota: Disponibile da maggio

13 Interruttori differenziali a riarmo automatico REDtest CEI Per un impiego ottimale Classe A Installare gli interruttori differenziali REDtest insieme ai limitatori di sovratensione Quick PF. REDtest e Quick PF fanno parte del Kit Energia Sicura. Con il Kit Energia Sicura l energia è sempre disponibile grazie al REDtest e gli apparecchi elettrici sono protetti 24 ore al giorno dal Quick PF. Non si avranno più spiacevoli sorprese! Tabella di coordinamento, corrente di corto-circuito max (ka eff.) Interruttore Multi 9, fusibile / Coordinamento REDtest Classe A Interruttori Multi 9 Fusibile DOMA45 C40a C40N C60N C120 NG125 gl 63 DOMA47 DOMA42 REDtest Rete 25A 4, V L/N 40A 4, Tens [V] In [A] Interruttori REDtest I n [ma] 2P Funzioni e impiego I REDtest, Riarmo E Differenziale, sono composti da un dispositivo a corrente residua associato ad un dispositivo di riarmo e ad una funzione automatica di test senza interrompere l alimentazione del circuito a valle. Indicati per applicazioni nel residenziale e piccolo terziario per la protezione delle persone contro i contatti diretti e indiretti e degli impianti elettrici contro i guasti d isolamento. Il riarmo automatico viene effettuato in seguito alla verifica dell isolamento del circuito a valle. Alimentazione: a monte; corrente nominale: 25 e 40 A; tensione nominale: 230 V CA, +10 %, -15 %; frequenza nominale: 50 Hz; tensione nominale di tenuta ad impulso: 4 kv; tensione d isolamento: 500 V; classe di impiego:, assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti; livello di immunità: 250 A di cresta secondo un onda periodica 8/20 µs; temperatura di funzionamento: da -5 C a +40 C; temperatura di immagazzinamento: da -20 C a +60 C; classe di protezione: IP20 ai morsetti; collegamento: morsetti a gabbia per cavi flessibili da 25 mm 2 e rigidi da 35 mm 2. dispositivo differenziale Tenuta alle correnti di cortocircuito secondo la tabella di coordinamento riportata; numero di cicli (O-C): meccanici 1.000; tensione d impiego min pulsante Test: 195 V. tecniche Autotest e dispositivo di riarmo Autotest Test automatico: Si, senza interruzione dell alimentazione; durata max ciclo di Autotest: minore di 5 min. Dispositivo di riarmo Durata max ciclo riarmo: 90 s; numero max di tentativi di riarmo consecutivi (senza guasto differenziale): 3; tempo min tra due operazioni di riarmo: 180 s; controllo presenza guasto isolamento: Si; riarmo in caso di guasto transitorio: Si; Interruzione ciclo riarmo in caso di guasto differenziale: Si. Visualizzazione Segnalazione stato REDtest: - meccanica: leva a 2 posizioni O-l (aperto-chiuso); - elettrica: con 2 spie sul fronte, led rosso/ giallo a sinistra, led verde a destra; - a distanza: 1 contatto ausiliario integrato. Dati tecnici contatto ausiliario Tensione nominale: V CA/CC; tensione d isolamento: 600 V corrente nominale: - min: 0,6 ma - max: 100 ma, cosj= 1; tipo: configurabile NA o in commutazione 1 Hz; collegamento: con morsettiera a gabbia per cavo flessibile o rigido da 2,5 mm 2 max. 41

14 Interruttori magnetotermici differenziali DomC45 CEI EN 61009: 4500 Per un impiego ottimale Classe AC T R Installare gli interruttori magnetotermici differenziali DomC45 in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). N N 1 2 Funzioni Indicati per applicazioni nel domestico e residenziale. La sensibilità 30mA assicura la protezione delle persone contro i contatti indiretti ed è la sensibilità prescritta dal regolamento di attuazione della legge 46/90 per l adeguamento degli impianti esistenti (dispositivo differenziale ad alta sensibilità). Realizzano la protezione dei circuiti contro i guasti di terra, oltre alla protezione contro i sovraccarichi ed i corto-circuiti fornita dallo sganciatore magnetotermico garantendo le funzioni di: protezione delle persone contro i contatti indiretti, protezione complementare contro i contatti diretti. Corrente nominale: da 6 a 32A; tensione di impiego nominale: 230V CA; potere di interruzione secondo CEI EN 61009: 4.500A; curva di intervento: caratteristica C; gli sganciatori intervengono tra 5 e 10 In; classe di impiego: C; assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): y 20A: cicli, u 25A: cicli; contatto di neutro a chiusura anticipata ed apertura ritardata rispetto alla fase; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 10mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità. 42

15 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Codifica memotecnica = semplicità di scelta Dom C 4 5 C 6 30 C Dom = Gamma Domae C = apparecchiatura C = Interruttore magnetotermico differenziale 4 = Potere di interruzione nominale: 4 = 4500A 5 = Numero di poli e larghezza in moduli: 5 = 1P+N, 2 moduli C = Curva di intervento: C = C (Im: 5 10 In) Applicazione I n [ma] Interruttori DomC45 In [A] curva C C 1P+N p DomC45C630C 10 p DomC45C1030C 16 p DomC45C1630C 20 p DomC45C2030C 25 p DomC45C2530C 32 p DomC45C3230C p = prodotti certificati con marchio di qualità. 6 = Corrente nominale (In): 6 = 6A 10 = 10A 16 = 16A 20 = 20A 25 = 25A 32 = 32A 30 = Sensibilità (IDn): 30 = 30 ma C = Classe di impiego: C = Classe AC 43

16 Interruttori magnetotermici differenziali DomC42 CEI EN 61009: 4500 Per un impiego ottimale Classe AC T R Installare gli interruttori magnetotermici differenziali DomC42 in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.) Funzioni Indicati per applicazioni nel domestico e residenziale. La sensibilità 30mA assicura la protezione delle persone contro i contatti indiretti ed è la sensibilità prescritta dal regolamento di attuazione della legge 46/90 per l adeguamento degli impianti esistenti (dispositivo differenziale ad alta sensibilità). Realizzano la protezione dei circuiti contro i guasti di terra, oltre alla protezione contro i sovraccarichi ed i corto-circuiti fornita dallo sganciatore magnetotermico garantendo le funzioni di: protezione delle persone contro i contatti indiretti, protezione complementare contro i contatti diretti. Corrente nominale: da 6 a 32A; tensione di impiego nominale: 230V CA; potere di interruzione secondo CEI EN 61009: 4.500A; curva di intervento: caratteristica C; gli sganciatori intervengono tra 5 e 10 In; classe di impiego: C; assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): y 20A: cicli, u 25A: cicli; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 10mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità. 44

17 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Codifica memotecnica = semplicità di scelta Dom C 4 5 C 6 30 C Dom = Gamma Domae C = apparecchiatura C = Interruttore magnetotermico differenziale 4 = Potere di interruzione nominale: 4 = 4500A 2 = Numero di poli e larghezza in moduli: 2 = 2P, 3,5 moduli (y25a) 2P, 4 moduli (32A) C = Curva di intervento: C = C (Im: 5 10 In) Applicazione I n [ma] In [A] Interruttori DomC42 curva C C 2P 3, p DomC42C630C 10 p DomC42C1030C 16 p DomC42C1630C 20 p DomC42C2030C 25 p DomC42C2530C 4 32 p DomC42C3230C p = prodotti certificati con marchio di qualità. 6 = Corrente nominale (In): 6 = 6A 10 = 10A 16 = 16A 20 = 20A 25 = 25A 32 = 32A 30 = Sensibilià (I n): 30 = 30 ma C = Classe di impiego: C = Classe AC 45

18 Interruttori magnetotermici differenziali C40a Vigi CEI EN 61009: 4500 CEI EN : 6kA Per un impiego ottimale Classe AC T R Installare gli interruttori magnetotermici differenziali C40a Vigi in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). N N 1 2 Funzioni Indicati per applicazioni nel domestico e residenziale. La sensibilità 30mA assicura la protezione delle persone contro i contatti indiretti ed è la sensibilità prescritta dal regolamento di attuazione della legge 46/90 per l adeguamento degli impianti esistenti (dispositivo differenziale ad alta sensibilità). Realizzano la protezione dei circuiti contro i guasti di terra, oltre alla protezione contro i sovraccarichi ed i corto-circuiti fornita dallo sganciatore magnetotermico garantendo le funzioni di: protezione delle persone contro i contatti indiretti, protezione complementare contro i contatti diretti. Corrente nominale: da 6 a 40A; tensione di impiego nominale: 230V CA; potere di interruzione secondo CEI EN 61009: 4.500A, secondo CEI EN : 6 ka; curva di intervento: caratteristica C; gli sganciatori intervengono tra 5 e 10 In; classe di impiego: C; assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): y 20A: cicli, u 25A: cicli; contatto di neutro a chiusura anticipata ed apertura ritardata rispetto alla fase; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 16mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità ; gli interruttori magnetotermici differenziali C40a Vigi possono essere equipaggiati con ausiliari elettrici di telecomando, di segnalazione e di sgancio. 46

19 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Operazioni di cablaggio ridotte al minimo utilizzando i ripartitori RP C40. Possibilità di inserire ausiliari elettrici ed apparecchiature di controllo e comando direttamente a fianco del relativo interruttore di protezione. Applicazione I n [ma] Interruttori C40a Vigi In [A] curva C C 1P+N p p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. 47

20 Interruttori magnetotermici differenziali C40N Vigi CEI EN 61009: 6000 CEI EN : 10kA Per un impiego ottimale Classe AC T R Installare gli interruttori magnetotermici differenziali C40N Vigi in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). N N 1 2 Funzioni Indicati per applicazioni nel domestico e residenziale. La sensibilità 30mA assicura la protezione delle persone contro i contatti indiretti ed è la sensibilità prescritta dal regolamento di attuazione della legge 46/90 per l adeguamento degli impianti esistenti (dispositivo differenziale ad alta sensibilità). Realizzano la protezione dei circuiti contro i guasti di terra, oltre alla protezione contro i sovraccarichi ed i corto-circuiti fornita dallo sganciatore magnetotermico garantendo le funzioni di: protezione delle persone contro i contatti indiretti, protezione complementare contro i contatti diretti. Corrente nominale: da 6 a 40A; tensione di impiego nominale: 230V CA; potere di interruzione: secondo CEI EN 61009: 6.000A, secondo CEI EN : 10kA; curva di intervento: caratteristica C; gli sganciatori intervengono tra 5 e 10 In; classe di impiego: C; assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): y 20A: cicli, u 25A: cicli; contatto di neutro a chiusura anticipata ed apertura ritardata rispetto alla fase; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 16mm 2 ; prodotti certificati con marchio di qualità ; gli interruttori magnetotermici differenziali C40N Vigi possono essere equipaggiati con ausiliari elettrici di telecomando, di segnalazione e di sgancio. 48

21 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Operazioni di cablaggio ridotte al minimo utilizzando i ripartitori RP C40. Possibilità di inserire ausiliari elettrici ed apparecchiature di controllo e comando direttamente a fianco del relativo interruttore di protezione. Applicazione I n [ma] Interruttori C40N Vigi In [A] curva C C 1P+N p p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. 49

22 Blocchi differenziali Vigi C40 Funzioni Indicati per applicazioni nel residenziale e terziario. CEI EN All. G N N N N T Per un impiego ottimale Classe AC Classe A Classe A si Installare gli interruttori magnetotermici differenziali C40 corredati di blocco Vigi in centralini e quadri modulari delle serie Pragma e Kaedra. Differenziare i circuiti da proteggere (esempio circuito luci, prese, bagni, prese cucina, lavatrice, ecc.). N N N N T Corrente nominale: y25 e y40a; sensibilità: 30, smA; tensione di impiego nominale: 230/400 V CA; classe di impiego: C: assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali, : assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti, tipo si: assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti, garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle instal-lazioni con linee disturbate da apparecchi utilizzatori generatori di armoniche, correnti di sovratensione di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra, correnti di scarica generate da sovratensioni atmosferiche, impieghi a basse temperature (fino a 25 C); la versione selettiva s consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi da 30mA installati a valle; protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: C e : 250A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs, tipo si: 3.000A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs, tipo si selettivo s: 5.000A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; durata elettrica (O-C): cicli; collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 16mm 2 ; un dispositivo di interdizione impedisce il montaggio della versione y 25A sugli interruttori con In superiore. L associazione tra interruttore e blocco Vigi è inviolabile come richiesto dalla Norma CEI EN All.G; segnalazione di intervento per guasto con indicatore meccanico di colore rosso sulla leva di riarmo; riarmo del blocco Vigi simultaneo a quello dell interruttore associato; prodotti certificati con marchio di qualità. 50

23 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Possibilità di comandare sotto carico i differenti circuiti. Spazio per apporre etichette identificative sul fronte degli interruttori. Operazioni di cablaggio ridotte al minimo utilizzando i ripartitori RP C40. Possibilità di inserire ausiliari elettrici ed apparecchiature di controllo e comando direttamente a fianco del relativo interruttore di protezione. La versione con uscita a monte, utilizzata come interruttore di protezione di gruppi di partenze, semplifica le operazioni di cablaggio impiegando i ripartitori RP C40. Applicazione Blocchi differenziali Vigi C40 uscita a valle per protezione di singole partenze Tens [V] In [A] I n [ma] C si 1P+N p p p p p p p p p p P+N 2 230/ p p p p p p p p p p si s Blocchi differenziali Vigi C40 uscita a monte per protezione di gruppi di partenze Tens [V] In [A] I n [ma] C si si s 1P+N p p p p p p p p p p P+N 3 230/ p p p p p p p p p p p = prodotti certificati con marchio di qualità. 51

24 Blocchi differenziali Vigi C60 CEI EN All. G Per un impiego ottimale Classe AC Classe A Classe A si Classe A Come realizzare un interruttore magnetotermico differenziale L interruttore differenziale C60 è composto da un interruttore di base alla destra del quale viene adattato il dispositivo differenziale a corrente residua (blocco Vigi). I blocchi adattabili Vigi C60 si presentano in 3 versioni: blocco Vigi per interruttori C60 In y25 A; blocco Vigi per interruttori C60 In y40 A; blocco Vigi per interruttori C60 In y63 A. Un dispositivo di interdizione impedisce il montaggio delle versioni y25 A e y40 A sugli interruttori C60 con In superiore. L associazione tra interruttore e blocco Vigi è inviolabile, come richiesto dalla norma. Funzione e impiego Oltre a realizzare la protezione dei circuiti da sovraccarichi e sovracorrenti, l interruttore differenziale svolge le seguenti funzioni: protegge le persone dai contatti indiretti; assicura una protezione complementare contro i contatti diretti (10 ma, 30 ma); riarmo su guasto differenziale: un apposito dispositivo collocato sulla leva di manovra ne consente il riarmo simultaneo o indipendente dall interruttore automatico. Classe AC I blocchi differenziali Vigi di C assicurano l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenti. Lo sganciatore differenziale (blocco Vigi) a corrente residua di tipo elettromeccanico funziona senza bisogno di alimentazione ausiliaria; è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi sulla rete, ecc.); Collegamento: morsetti a gabbia per conduttori di 25 mm 2 fino a 25 A, di 35 mm 2 da 32 a 63 A. Per Vigi C60 con uscita a monte: 10 mm 2. Classe A I pericoli delle componenti continue Nel caso in cui dispositivi elettrici, che potrebbero essere fonti di una corrente asimmetrica in grado di produrre componenti continue (diodi, tiristori, ecc.), siano installati a valle di un dispositivo di protezione differenziale a corrente residua, occorre adottare delle precauzioni per far sì che, in caso di guasto di terra, le componenti continue non perturbino il funzionamento dei dispositivi di protezione al punto da compromettere la sicurezza dell impianto. Classe A tipo si Sicurezza e continuità di servizio ottimali Assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle installazioni con linee disturbate da: apparecchi utilizzatori generatori di armoniche; correnti di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra; correnti di scarica generate da sovratensioni atmosferiche; impieghi a basse temperature (fino a -25 C). Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 3000 A secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo AC. Classe A s tipo si Funzione e impiego Consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi differenziali istantanei da 10 e 30 ma installati a valle. Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 5000 A secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo A si istantaneo. Classe A tipo e s tipo Indicati per l installazione in ambienti umidi e/o con presenza di agenti atmosferici aggressivi: piscine, luoghi termali e parchi divertimento, industrie agroalimentari, stazioni di trattamento delle acque, ecc. Identiche a quelle dei tipi A si e A s si. 52

25 Tens [V] In [A] I n [ma] classe AC si Blocchi differenziali Vigi C60 si s s 2P 1,5 220/415 y p p p /415 y y P 3 220/415 y p p p ,5 220/415 y y p = prodotti certificati con marchio di qualità. Blocchi differenziali Vigi C60 uscita a monte per protezione di gruppi di partenze Tens [V] In [A] I n [ma] C si si s 4P 3 220/400 y Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore Dispositivo d interdizione che consente il solo accoppiamento di interruttori e blocchi Vigi compatibili sia per corrente nominale sia per numero di poli, nessun declassamento dell interruttore dovuto alla presenza del blocco differenziale. Inviolabilità dell insieme interruttore automatico + blocco Vigi: garantisce che la protezione differenziale non venga rimossa o bypassata. Collegamenti rigidi prefabbricati che semplificano l accoppiamento tra blocco differenziale e interruttore automatico: agganciando il blocco differenziale sull interruttore automatico, i collegamenti vanno a posizionarsi autonomamente nei morsetti dell interruttore, impossibilità di inversione dell ordine delle fasi. La versione con uscita a monte, utilizzata come interruttore di protezione di gruppi di partenze, semplifica le operazioni di cablaggio impiegando i ripartitori RP C40. 53

26 Blocchi differenziali Vigi C120 CEI EN All. G T Classe AC Classe A Classe A si Classe A T Classe A Funzione e impiego Il blocco differenziale in assicura lo sgancio dell interruttore a cui è associato in presenza di correnti di guasto di tipo alternato sinusoidale differenziale ed anche per correnti unidirezionali differenziali pulsanti. Identiche a quelle del tipo AC. Classe A tipo si Funzione e impiego Assicura l apertura su guasto per correnti alternate sinusoidali differenziali e per correnti unidirezionali differenziali pulsanti garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle installazioni con linee disturbate da: apparecchi utilizzatori generatori di armoniche; correnti di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra; correnti di scarica generate da sovratensioni atmosferiche; impieghi a basse temperature (fino a -25 C). Per un impiego ottimale Come realizzare un interruttore differenziale L interruttore differenziale C120 è composto da un interruttore di base alla destra del quale viene adattato il dispositivo differenziale a corrente residua (blocco Vigi). Classe AC Funzione e impiego Il blocco differenziale in C assicura lo sgancio dell interruttore a cui è associato in presenza di correnti di guasto di tipo alternato sinusoidale differenziale. Il blocco Vigi C120 realizza: la protezione delle installazioni elettriche dai guasti di isolamento; la protezione delle persone contro i contatti indiretti; la protezione complementare delle persone contro i contatti diretti (30 ma). Un dispositivo di interdizione impedisce il montaggio dei blocchi Vigi C120 sugli interruttori C60 e viceversa. L associazione tra blocco Vigi ed interruttore è inviolabile come richiesto dalla Norma CEI EN All. G. Il dispositivo differenziale è protetto contro gli scatti intempestivi dovuti a sovratensioni transitorie (fulmine, disturbi della rete, ecc.); livello di immunità: 250 A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; segnalazione di intervento per guasto con indicatore meccanico di colore rosso sulla leva di riarmo; riarmo del blocco differenziale a scelta dell utilizzatore: simultaneo con la leva dell interruttore, in modo indipendente dall interruttore; collegamento: morsetti a gabbia per cavi flessibili: da 1,5 a 35 mm 2, cavi rigidi: da 1 a 50 mm 2. Livello di immunità: 3000 A secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo AC. Classe A s tipo si Funzione e impiego Consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi differenziali istantanei installati a valle: 300 ma s con 10 e 30 ma, 1A s con 10, 30, 300 e 500 ma. Livello di immunità: 5000 A secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo A si istantaneo. Classe A tipo e s tipo Indicati per l installazione in ambienti umidi e/o con presenza di agenti atmosferici aggressivi: piscine, luoghi termali e parchi divertimento, industrie agroalimentari, stazioni di trattamento delle acque, ecc. Identiche a quelle dei tipi A si e A s si. 54

27 Vantaggi Cliente Identificazione immediata del circuito guasto. Ripristino del servizio rapido e sicuro. Apertura certa di fase e neutro in caso di guasto. Vantaggi Installatore È disponibile una gamma di blocchi differenziali Vigi C120, con valori di In y125 A, associabili agli interruttori automatici C120. Nota I blocchi differenziali Vigi C120 sono dotati di dispositivi di interdizione che ne impediscono il montaggio su interruttori con numero di poli non compatibili tra di loro e con interruttori automatici serie C60. Applicazione Installazione Togliere la copertura adesiva posta sul lato destro dell interruttore; inserire le connessioni rigide presagomate nei morsetti a valle dell interruttore (fig. 1); agganciare il blocco Vigi all interruttore tramite la clip arancione di blocco (fig. 2); serrare a fondo i morsetti a valle dell interruttore; segregare i morsetti a valle dell interruttore con l apposito coprimorsetti piombabile (fornito con il blocco differenziale) e bloccare quest ultimo al corpo dell interruttore agendo sull apposito dispositivo arancione (fig. 3 e 4). Tale operazione garantisce l inviolabilità dell insieme e può essere eseguita una sola volta. Un e ventuale smontaggio dell insieme interruttore + blocco Vigi ne danneggia in modo visibile e permanente il coprimorsetti. Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3 Fig. 4 Tens [V] In [A] I n [ma] classe AC si Blocchi differenziali Vigi C120 si s s 2P 3,5 220/415 y P 5 220/415 y

28 Blocchi differenziali Vigi NG125 CEI EN All. B Per un impiego ottimale Il blocco Vigi NG125 funziona normalmente anche negli ambienti più gravosi: in presenza di apparecchiature elettroniche che generano correnti di dispersione permanenti ( secondo la norma IEC 755) o ad alte frequenze; in presenza di apparecchiature elettromeccaniche che generano sovratensioni (interruttori, contattori ); in caso di sovratensioni di origine atmosferica; con temperature fino a -25 C. I blocchi differenziali regolabili permettono di impostare i tempi di intervento: istantaneo; 60 ms (S); 150 ms (R). Grazie a questo ritardo volontario, se il guasto differenziale è rilevato da un apparecchio posto sulle partenze, l interruttore generale NG125 non interviene. T Classe A tipo si Funzione e impiego Il blocco differenziale in tipo si assicura lo sgancio dell interruttore a cui è associato in presenza di correnti di guasto di tipo alternato sinusoidale differenziale ed anche per correnti unidirezionali differenziali pulsanti, garantendo, allo stesso tempo, un livello di sicurezza ed una continuità di servizio ottimali nelle installazioni con linee disturbate da: apparecchi utilizzatori generatori di armoniche; correnti di tipo transitorio dovute a sovratensioni di manovra; correnti di scarico generate da sovratensioni atmosferiche; impieghi a basse temperature (fino a -25 C). Il blocco differenziale a corrente residua Vigi NG125 è di tipo elettromeccanico, pertanto non necessita di alimentazione ausiliaria; segnalazione di intervento per guasto con indicatore meccanico di colore rosso sulla leva di riarmo; livello di immunità 3000 A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; collegamento: morsetti a gabbia per: cavi flessibili: da 10 a 50 mm 2, cavi rigidi: da 16 a 50 mm 2 ; contatto di segnalazione preallarme: morsetti serrafilo per 2 cavi da 1,5 mm 2. Ausiliari elettrici I blocchi Vigi istantanei e selettivi da 125 A possono essere equipaggiati con ausiliari elettrici montabili internamente: sganciatore a lancio di corrente MXV; contatti di segnalazione di avvenuto intervento differenziale SDV. Classe A tipo si regolabili I/S e I/S/R Funzione e impiego Consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi differenziali istantanei e selettivi da 10, 30, 300, 500 e 1000 ma installati a valle scegliendo e regolando i blocchi Vigi con 1 gradino di scarto in sensibilità e tempo di intervento. dei blocchi Vigi regolabili Livello di immunità 5000 A di cresta secondo un onda periodica a fronte ripido 8/20 µs; sensibilità IDn regolabile per gradini: versione I/S: ma, versione I/S/R: ma; tempi di intervento regolabili: versione I/S: 0-60 ms, 56

29 push to trip push to trip 0,300 A push to trip versione I/S/R: ms; segnalazione del raggiungimento della soglia d intervento (preallarme): disponibile sulla versione I/S/R, regolabile, a mezzo potenziometro, da 10 a 50% di IDn, segnalazione sul fronte mediante LED, riporto a distanza: mediante contatto libero da potenziale di portata 1 A 250V; dispositivo per disconnettere il dispositivo di preallarme del blocco Vigi durante i test dielettrici; altre caratteristiche: identiche a quelle del tipo Classe A tipo si. Applicazione Installazione Togliere la copertura adesiva posta sul lato destro dell interruttore; Inserire le connessioni rigide presagomate nei morsetti a valle dell interruttore (fig. 1); Agganciare il blocco Vigi all interruttore tramite le clips di accoppiamento (fig. 2); Serrare a fondo i morsetti a valle dell interruttore; Coprire i morsetti a valle dell interruttore con l apposito coprimorsetti piombabile (fornito con il blocco differenziale) (fig. 3). Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3 SCH 2/5 Tens [V] In [A] I n [ma] Blocchi differenziali Vigi NG125 si si s regolabili 4P 5,5 230/ / I/S I/S/R / I/S/R (1) (1) Tensione di impiego 440/500 V ca, senza funzione di preallarme. 57

30 Blocchi differenziali Vigi NSA e NSX CEI EN All. B Per un impiego ottimale La protezione differenziale si ottiene: associando il blocco Vigi sul lato destro dell interruttore Compact NSA160; installando il blocco Vigi direttamente sui morsetti a valle dell interruttore Compact NSX160/250. I blocchi Vigi sono alimentati dalla tensione della rete protetta. Non necessitano dunque di alimentazione ausiliaria esterna. Funzionano anche in presenza della tensione di due sole fasi e possono essere alimentati indifferentemente da monte o da valle. N T Classe A Funzione e impiego Consente di realizzare la selettività verticale totale con i dispositivi differenziali istantanei e selettivi da 10, 30, 300, 500 e 1000mA installati a valle scegliendo e regolando i blocchi Vigi con 1 gradino di scarto in sensibilità e tempo di intervento. blocco Vigi non regolabile per NS160 Sensibilità IDn fissa: versione ME per NSX160: 0,3 A; tempo di intervento fisso: versione ME per NSX160: istantaneo; riarmo: tramite pulsante; test: tramite pulsante; ausiliari elettrici: contatto di segnalazione di avvenuto intervento differenziale SDV. blocco Vigi regolabili per NSA160 e NS160/250 Sensibilità IDn regolabile per gradini: versione NSA160: 0,03-0,3-1-3 A, versione MH per NSX160/250: 0,03-0, A; tempi di intervento regolabili: versione NSA160 : ms, versione MH per NSX160/250: ms; riarmo: tramite pulsante; test: tramite pulsante; ausiliari elettrici: contatto di segnalazione di avvenuto intervento differenziale SDV. Collegamento Blocco Vigi NSA160 e NSX160/250: possibilità di collegamento identiche all interruttore. I blocchi differenziali sono regolabili in soglia IDn e in temporizzazione (tranne Vigi ME per NSX160): istantaneo; 60 ms; 150 ms; 310 ms (solo Vigi MH per NSX160/250). Grazie a questo ritardo volontario, se il guasto differenziale è rilevato da un apparecchio posto sulle partenze (Vigi C60, ID, DPN Vigi) l interruttore generale NSA160 o NSX160/250 non interviene. 58

Protezione differenziale

Protezione differenziale Protezione differenziale Interruttori differenziali puri DomB2 32 Interruttori differenziali puri ID C40 34 Interruttori differenziali puri ID 36 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED, REDs,

Dettagli

Protezione differenziale

Protezione differenziale Protezione differenziale Interruttori differenziali puri DomB2 30 Interruttori differenziali puri ID C40 32 Interruttori differenziali puri ID 34 Interruttori differenziali a riarmo automatico RED, REDs,

Dettagli

Protezione differenziale Acti 9

Protezione differenziale Acti 9 Protezione differenziale Acti 9 Interruttori differenziali puri DomB2 30 Interruttori differenziali puri ID C40 Interruttori differenziali puri iid 32 novità 34 novità Interruttori differenziali a riarmo

Dettagli

Interruttori differenziali puri DomB 46 Interruttori differenziali puri ID C40 47 Interruttori differenziali puri ID 49 Interruttori magnetotermici

Interruttori differenziali puri DomB 46 Interruttori differenziali puri ID C40 47 Interruttori differenziali puri ID 49 Interruttori magnetotermici Interruttori differenziali puri DomB 46 Interruttori differenziali puri ID C40 47 Interruttori differenziali puri ID 49 Interruttori magnetotermici differenziali DomC45 51 Interruttori magnetotermici differenziali

Dettagli

Protezione dei circuiti

Protezione dei circuiti Protezione dei circuiti Interruttori automatici DomA45 2 Interruttori automatici DomA42, DomA47 4 Interruttori automatici C40a 6 Interruttori automatici C40N 8 Interruttori automatici C60a 10 Interruttori

Dettagli

Prodotti e soluzioni per l installatore

Prodotti e soluzioni per l installatore Prodotti e soluzioni per l installatore Guida pratica 2017 schneider-electric.com/it Indice Generale Panoramica prodotti Come leggere la guida Focus Efficienza Energetica Apparecchiature per impianti

Dettagli

Protezione dei circuiti

Protezione dei circuiti Protezione dei circuiti Interruttori automatici DomA5 Interruttori automatici DomA2, DomA7 6 Interruttori automatici C0a 8 Interruttori automatici C0N 10 Interruttori automatici C60a 12 Interruttori automatici

Dettagli

Caratteristiche elettriche Interruttori differenziali ID

Caratteristiche elettriche Interruttori differenziali ID Guida tecnica Caratteristiche elettriche Interruttori differenziali ID tipo ID norma di riferimento CEI EN 61008-1 classe AC corrente nominale [A] In 25 40 63 80 100 d impiego massima [V] Ue 2P 230 230

Dettagli

90 RCD INTERRUTTORI MODULARI PER PROTEZIONE DIFFERENZIALE

90 RCD INTERRUTTORI MODULARI PER PROTEZIONE DIFFERENZIALE INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI DIFFERENZIALI COMPATTI MDC Dati tecnici TIPO MDC 45 MDC 60 MDC 100 MDC 100 MA Norma di riferimento EN 61009-1 EN 61009-1 EN 61009-1 EN 61009-1 Corrente nominale (In) (A) 6-32

Dettagli

Interruttori differenziali puri: Blocchi differenziali: Interruttori differenziali magnetotermici:

Interruttori differenziali puri: Blocchi differenziali: Interruttori differenziali magnetotermici: Gli interruttori differenziali assicurano la protezione delle persone e degli impianti dalle correnti di guasto a terra, dividendosi in tre categorie. - Interruttori differenziali puri: sono sensibili

Dettagli

Panorama sulla protezione differenziale 0

Panorama sulla protezione differenziale 0 Protezione differenziale Panorama sulla protezione differenziale 0 La protezione differenziale viene determinata in funzione del livello desiderato di: b protezione contro i contatti diretti accidentali

Dettagli

Protezione dei circuiti Acti 9

Protezione dei circuiti Acti 9 Protezione dei circuiti Acti 9 Interruttori automatici DomA45 2 Interruttori automatici DomA42, DomA47 4 Interruttori automatici C40a Interruttori automatici C40N Interruttori automatici ic60a Interruttori

Dettagli

INSTALLAZIONE CIVILE Protezione

INSTALLAZIONE CIVILE Protezione Protezione Limitatore di sovratensione (SPD) Campo di applicazione L apparecchio fornisce la protezione delle prese di alimentazione di tutti i tipi di elettrodomestici ed in particolare di quelli contenenti

Dettagli

Interruttore C40a CEI EN (CEI a ed.): 4500 CEI EN : 6 ka

Interruttore C40a CEI EN (CEI a ed.): 4500 CEI EN : 6 ka Protezione dei circuiti Interruttore C40a CEI E 60898 (CEI - 4 a ed.): 4500 CEI E 60947-: 6 ka tipo largh. In cod. cod. in passi [A] curva curva C B P+ 750 7504 7505 4 7506 6 7507 7475 0 7508 7476 6 7509

Dettagli

Interruttori magnetotermici differenziali DS 901 L La nuova protezione per gli ambienti domestici

Interruttori magnetotermici differenziali DS 901 L La nuova protezione per gli ambienti domestici Interruttori magnetotermici differenziali DS 901 L La nuova protezione per gli ambienti domestici Interruttori magnetotermici differenziali DS 901 L In due soli moduli, una sicurezza completa per la tua

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Quadri Stringa Conext 150 Interruttori automatici in CC C60PV-DC 152 Interruttore non automatico in CC C60NA-DC 153 Interruttore non automatico in CC SW60-DC 154 Basi

Dettagli

Interruttori differenziali per uso mobile

Interruttori differenziali per uso mobile Interruttori differenziali per uso mobile di Gianluigi Saveri Pubblicato il: 31/07/2006 Aggiornato al: 31/07/2006 La Norma CEI 23-78 si occupa dei dispositivi differenziali mobili che vengono interposti

Dettagli

Apparecchi. Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE. Portafusibili. Conformità normativa Direttiva BT

Apparecchi. Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE. Portafusibili. Conformità normativa Direttiva BT Apparecchi Protezione - CARATTERISTICHE TECNICHE Portafusibili Sostituzione del fusibile Scudo Campo di applicazione Protezione delle prese di alimentazione di tutti i tipi di elettrodomestici ed in particolare

Dettagli

Interruttori magnetotermici Serie S 290 caratteristiche tecniche

Interruttori magnetotermici Serie S 290 caratteristiche tecniche Interruttori magnetotermici Serie S 90 caratteristiche tecniche S 90 Norme di riferimento CEI EN 60898, CEI EN 60947- Corrente nominale In [A] 80 In 100 Poli P. 4P Tensione nominale Ue P, 4P [V] 30-400

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE INTERRUTTORI MODULARI

CARATTERISTICHE TECNICHE INTERRUTTORI MODULARI 31 CARATTERISTICHE TECNICHE INTERRUTTORI MODULARI MODELLO DZ47-60 NB1-63 (6kA) Norme di riferimento IEC/EN 60898-1 IEC/EN 60898-1 Poli 1P 1P+N 2P 3P 4P 1P 1P+N 2P 3P 4P Moduli DIN 1 2 2 3 4 1 2 2 3 4 Tensione

Dettagli

Pag. 13-2 Pag. 13-6. Pag. 13-7

Pag. 13-2 Pag. 13-6. Pag. 13-7 Pag. -2 Pag. -6 INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI FINO A 63A Versioni: 1P, 1P+N, 2P, 3P, 4P. Corrente nominale In: 1 63A. Potere di interruzione nominale Icn: 10kA (6kA per 1P+N). Curva di intervento: tipo B,

Dettagli

Serie 90 MCB Apparecchi modulari per protezione circuiti

Serie 90 MCB Apparecchi modulari per protezione circuiti Apparecchi modulari per protezione circuiti La consente di soddisfare qualsiasi esigenza di protezione da sovraccarico e cortocircuiti, per tutte le applicazioni civili, terziarie e industriali. La gamma

Dettagli

Interruttori non automatici I 116 Accessori per interruttori non automatici I 117 Interruttore non automatico a sgancio libero I-NA 118 Interruttore

Interruttori non automatici I 116 Accessori per interruttori non automatici I 117 Interruttore non automatico a sgancio libero I-NA 118 Interruttore Interruttori non automatici I 6 Accessori per interruttori non automatici I 7 Interruttore non automatico a sgancio libero I-NA 8 Interruttore non automatico 9 a sgancio libero NG5NA Commutatori rotativi

Dettagli

INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA

INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA INTERRUTTORI AD USO DOMESTICO CON POTERE DI INTERRUZIONE 4,5KA Italclem ha introdotto nella propria gamma una rinnovata versione di interruttori automatici e differenziali magnetotermici con potere di

Dettagli

Limitatori di sovratensione Combi PRF1/PRF1/PRF1 12.5r/ PRF1 Master/PRD1 25r/PRD1 Master SPD di Tipo 1 e di Tipo 1 + 2

Limitatori di sovratensione Combi PRF1/PRF1/PRF1 12.5r/ PRF1 Master/PRD1 25r/PRD1 Master SPD di Tipo 1 e di Tipo 1 + 2 I limitatori di sovratensione di 1 sono testati con forme d onda 10/350 μs (8/20 μs per i limitatori di sovratensione di 2). Sono adatti alla protezione delle installazioni elettriche per i diversi sistemi

Dettagli

S 200 L, S 200, S 200 M

S 200 L, S 200, S 200 M Gli interruttori magnetotermici proteggono le installazioni da sovraccarichi e corto circuiti, assicurando affidabilità e sicurezza nelle operazioni. La nuova serie S 00 System pro M compact soddisfa le

Dettagli

Guida agli interruttori differenziali - prima parte -

Guida agli interruttori differenziali - prima parte - Guida agli interruttori differenziali - prima parte - Pubblicato il: 06/06/2005 Aggiornato al: 06/06/2005 di Gianlugi Saveri 1. Generalità La somma vettoriale delle correnti che percorrono i conduttori

Dettagli

Interruttori magnetotermici Serie S 280 caratteristiche tecniche

Interruttori magnetotermici Serie S 280 caratteristiche tecniche Interruttori magnetotermici Serie S 80 caratteristiche tecniche S 80 CSC400474F001 S 80 80-100 A Dati generali Norme di riferimento CEI EN 60898-1, CEI EN 60947- Poli 1P, P, 3P, 4P Caratteristiche di intervento

Dettagli

INTERRUTTORI MAGNETOTERMIC I ser ie NB1-63

INTERRUTTORI MAGNETOTERMIC I ser ie NB1-63 CARATTERISTICHE GENERALI Gli interruttori modulari NB1-63, garantiscono la protezione dalle sovracorrenti secondo quanto stabilito dalla norma IEC/EN 60898-1 ed IEC/EN 60947. Questi prodotti sono destinati

Dettagli

Serie 90 RCD Apparecchi modulari per protezione differenziale

Serie 90 RCD Apparecchi modulari per protezione differenziale 90 RCD Apparecchi modulari per protezione differenziale La 90 RCD si compone di: MDC. Interruttori magnetotermici differenziali compatti monoblocco da 6 a 32 A, in curva B e C, potere di interruzione fino

Dettagli

Interruttori differenziali di Tipo B+

Interruttori differenziali di Tipo B+ Interruttori differenziali di Tipo B+ BETA Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti e Centralini Nel settore industriale, del terziario e in quello medicale, è sempre più frequente l impiego di utilizzatori

Dettagli

Protezione della distribuzione

Protezione della distribuzione Funzioni e caratteristiche Protezione della distribuzione Sganciatori magnetotermici TM o magnetici MA Tutti gli interruttori Compact NSX100/160/250 possono essere equipaggiati di sganciatori magnetotermici

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori

Protezione degli apparecchi utilizzatori Protezione degli apparecchi utilizzatori Interruttori per protezione motore P25M 68 Ausiliari per interruttore P25M 70 Sezionatori-fusibili STI 72 Limitatori di sovratensione PRF1 Master 74 Limitatori

Dettagli

Sovracorrenti negli edifici

Sovracorrenti negli edifici Sovracorrenti negli edifici Generalità E trattato l impiego degli interruttori magnetotermici modulari (MCBs: Miniature Circuit Breakers) nell edilizia residenziale, intendendo per edifici residenziali

Dettagli

2CSC421002B0901. Protezione differenziale senza interventi intempestivi Interruttori e blocchi differenziali AP

2CSC421002B0901. Protezione differenziale senza interventi intempestivi Interruttori e blocchi differenziali AP 2CSC421002B0901 Protezione differenziale senza interventi intempestivi Interruttori e blocchi differenziali AP Il problema Gli interventi intempestivi In caso di perturbazioni sulla rete elettrica, gli

Dettagli

Terasaki Italia Srl via Campania, Segrate (MI) Tel Fax

Terasaki Italia Srl via Campania, Segrate (MI) Tel Fax Sovracorrenti Generalità E trattato l impiego degli interruttori magnetotermici modulari (MCBs: Miniature Circuit Breakers) nell edilizia residenziale, intendendo per edifici residenziali quelli che contengono

Dettagli

Scaricatori e limitatori di sovratensione

Scaricatori e limitatori di sovratensione 5SD741 e 5SD748 Scaricatori di sovratensione di origine atmosferica Tipo 1 / 2 Caratteristiche Gli scaricatori di Tipo 1 / 2 sono dispositivi, in esecuzione compatta, che possono essere installati sia

Dettagli

Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore fluorescenti compatte (CFL) W

Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore fluorescenti compatte (CFL) W Serie - Contattori modulari 25 A SERIE Caratteristiche.32.0.xxx.1xx0.32.0.xxx.4xx0 Contattore modulare 25 A - 2 contatti Larghezza 17.5 mm Apertura contatti NO 3 mm, doppia rottura Bobina e contatti per

Dettagli

Interruttori magnetotermici differenziali DS201 Caratteristiche tecniche

Interruttori magnetotermici differenziali DS201 Caratteristiche tecniche Interruttori magnetotermici differenziali Caratteristiche tecniche CARATTERISTICHE TECNICHE Norme di riferimento Caratteristiche Tipo (forma d onda del guasto a terra) elettriche Poli Corrente nominale

Dettagli

Commutatori motorizzati 3KA71

Commutatori motorizzati 3KA71 Descrizione Impiego I commutatori motorizzati della serie 3KA71, permettono di realizzare con comando a distanza il sezionamento, l interruzione e la commutazione di linee in bassa tensione. I commutatori

Dettagli

Protezione differenziale

Protezione differenziale 70 Protezione differenziale Sommario Acti 9 Sistema apparecchi modulari 2 Protezione differenziale Panorama sulla protezione differenziale pagina 72 Interruttori differenziali puri pagina 74 Interruttori

Dettagli

GE Industrial Solutions. Novità. TeleREC. GE imagination at work. TeleREC 2 / TeleREC Top / TeleREC Plus Sistemi di riarmo automatico

GE Industrial Solutions. Novità. TeleREC. GE imagination at work. TeleREC 2 / TeleREC Top / TeleREC Plus Sistemi di riarmo automatico GE Industrial Solutions Novità TeleREC TeleREC 2 / TeleREC Top / TeleREC Plus Sistemi di riarmo automatico GE imagination at work 1 Introduzione 2 Caratteristiche e vantaggi GAMMA 4 TeleREC 2 - Differenziali

Dettagli

LIMITATORI DI SOVRATENSIONE (SPD)

LIMITATORI DI SOVRATENSIONE (SPD) LIMITATORI DI SOVRATENSIONE (SPD) SCARICATORE DI CORRENTE DA FULMINE classe I (B) SCARICATORE con circuito composto da spinterometro autoestinguente non soffiante, per la protezione da sovratensione di

Dettagli

Pag Pag Pag

Pag Pag Pag Pag. -2 Pag. -10 INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI FINO A 63A Versioni: 1P, 1P+N, 2P, 3P, 4P. Corrente nominale In: 1 63A. Potere di interruzione nominale Icn: 10kA (6kA per 1P+N). Curva di intervento: tipo

Dettagli

Progettazione elettrica, lezione 2. Prof. Mario Angelo Giordano

Progettazione elettrica, lezione 2. Prof. Mario Angelo Giordano Progettazione elettrica, lezione 2 Prof. Mario Angelo Giordano Le sovracorrenti La sovracorrente è una qualsiasi corrente superiore alla portata I z che può circolare nel cavo. Si tratta di correnti dannose

Dettagli

S800 PV-S, S800 PV-M, F200 PV B

S800 PV-S, S800 PV-M, F200 PV B S800 PV-S, S800 PV-M, F200 PV B Interruttori, sezionatori e interruttori differenziali tipo B per impianti fotovoltaici 2CSC413001B0902 Interruttori magnetotermici e sezionatori per corrente continua specifici

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI 40 CDe - Centralini da parete standard Spagnolo Normativa: EN 60670-1; IEC 60670-24 Grado di protezione: IP 40 Protezione contro i contatti indiretti: doppio isolamento - Temperatura di installazione:

Dettagli

Interruttore Scatolato TemBreak2. Benefici per utenti e progettisti

Interruttore Scatolato TemBreak2. Benefici per utenti e progettisti Interruttore Scatolato TemBreak2 Benefici per utenti e progettisti Contenuti 1. L Interruttore Sicuro 2. Norme e Certificati 3. Caratteristiche Uniche 4. Gamma 5. Accessori 6. Installazione 7. Protezione

Dettagli

Telecomando TM per interruttori C Ausiliario di riarmo ATm per telecomandi Tm C Teleruttore TL, Teleruttore-invertitore TLI 86

Telecomando TM per interruttori C Ausiliario di riarmo ATm per telecomandi Tm C Teleruttore TL, Teleruttore-invertitore TLI 86 Telecomando Telecomando TM per interruttori C60 84 Ausiliario di riarmo ATm per telecomandi Tm C60 85 Teleruttore T, Teleruttore-invertitore TI 86 Teleruttori ad alte prestazioni T+ 88 Teleruttori a funzione

Dettagli

STR23SE STR53UE STR23SE STR53UE

STR23SE STR53UE STR23SE STR53UE Sganciatori per Compact NS4 e NS63 Sganciatori per Compact NS4 e NS63 Per la protezione di reti in corrente alternata, gli interruttori Compact NS4 e NS63 sono equipaggiati di sganciatori elettronici STR3SE

Dettagli

Btdin Modulo differenziale associabile 63A per interruttori 1,5 moduli per polo

Btdin Modulo differenziale associabile 63A per interruttori 1,5 moduli per polo Sommario Pagine 1. Descrizione... 2 2. Gamma... 2 3. Dati dimensionali... 2 4. Messa in opera - collegamento... 3 5. Caratteristiche generali... 4 6. Conformità e certificazioni... 6 7. Curve caratteristiche...

Dettagli

Comando e segnalazione

Comando e segnalazione Comando e segnalazione nterruttori di manovra/sezionatori nterpact S nterruttori non automatici nterruttori non automatici a sgancio libero -A 8 Commutatori CM 9 Commutatori rotativi, supporti per pulsanti

Dettagli

Interruttori magnetotermici con comando integrato Reflex ic60. Telecomando RCA per ic60. Ausiliario di riarmo automatico ARA ic60

Interruttori magnetotermici con comando integrato Reflex ic60. Telecomando RCA per ic60. Ausiliario di riarmo automatico ARA ic60 Telecomando Acti 9 Interruttori magnetotermici con comando integrato Reflex ic60 Telecomando RCA per ic60 Ausiliario di riarmo automatico ARA ic60 Relè passo-passo TL C40 Relè passo-passo ad alte prestazioni

Dettagli

xxx.1xx xxx.4xx0. Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore

xxx.1xx xxx.4xx0. Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore Serie 22 - Contattori modulari 25-40 - 63 SERIE 22 Caratteristiche 22.32.0.xxx.1xx0 22.32.0.xxx.4xx0 Contattore modulare 25-2 contatti arghezza 17.5 mm pertura contatti NO 3 mm, doppia rottura Bobina e

Dettagli

Btdin Modulo differenziale associabile 125A per interruttori 1,5 moduli per polo

Btdin Modulo differenziale associabile 125A per interruttori 1,5 moduli per polo Sommario Pagine 1. Descrizione... 2 2. Gamma... 2 3. Dati dimensionali... 2 4. Messa in opera - collegamento... 3 5. Caratteristiche generali... 4 6. Conformità e certificazioni... 6 7. Curve caratteristiche...

Dettagli

Interruttore differenziale

Interruttore differenziale Interruttore differenziale Dispositivo meccanico destinato a connettere e a disconnettere un circuito all alimentazione, m ediante operazione manuale, e ad aprire il circuito auto m atica m ente quando

Dettagli

Alte prestazioni. Flessibili e compatti. Nuovi interruttori magnetotermici S800 e blocchi differenziali DDA800

Alte prestazioni. Flessibili e compatti. Nuovi interruttori magnetotermici S800 e blocchi differenziali DDA800 Nuovi interruttori magnetotermici S800 e blocchi differenziali DDA800 Alte prestazioni 2CSC400010B0901 Flessibili e compatti I nuovi interruttori automatici S800 comprendono due serie, entrambe con valori

Dettagli

Interruttori magnetotermici

Interruttori magnetotermici Curve caratteristiche di intervento secondo CEI EN 0 e DIN VDE 0 parte Caratteristiche di intervento B Caratteristiche di intervento C Caratteristiche di intervento D Curve caratteristiche di intervento

Dettagli

Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore. 2 NO 1 NO + 1 NC 2 NC (x3x0) (x5x0) (x4x0)

Materiale contatti AgNi, adatto per carichi resistivi, debolmente induttivi e carichi motore. 2 NO 1 NO + 1 NC 2 NC (x3x0) (x5x0) (x4x0) Serie - Contattori modulari 25-40 - 63 SERIE Caratteristiche Contattore modulare 25-2 contatti.32.0.xxx.1xx0.32.0.xxx.4xx0 Larghezza 17.5 mm pertura contatti NO 3 mm, doppia rottura Bobina e contatti per

Dettagli

Comando e segnalazione

Comando e segnalazione Comando e segnalazione nterruttori di manovra/sezionatori nterpact S 6 nterruttori non automatici 8 nterruttore non automatico a sgancio libero -A 0 Commutatori CM Commutatori rotativi, supporti per pulsanti

Dettagli

Panorama sulla protezione dei circuiti 0

Panorama sulla protezione dei circuiti 0 Panorama sulla protezione 0 La scelta di un interruttore modulare si basa su criteri diversi b Utilizzo: v CEI EN 60898, quadro accessibile da personale non esperto v CEI EN 60947, in tutte le installazioni

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P25M 68 Ausiliari per interruttore P25M 70 Sezionatori-fusibili STI 72 novità Limitatori di sovratensione di Tipo 1 PRF1

Dettagli

POWER CATALISTINO 2016 CATALISTINO 2016 LIGHTING CATALISTINO POWER 2016 CATALISTINO

POWER CATALISTINO 2016 CATALISTINO 2016 LIGHTING CATALISTINO POWER 2016 CATALISTINO CATALISTINO 2016 Abbiamo fatto una scelta ben precisa: innovare. Creare ogni giorno qualcosa di meglio rispetto al giorno precedente. Esplorare nuove strade che nessuno ha mai percorso. Questa è la nostra

Dettagli

SIDERMAT. Interruttori di manovra sezionatori con bobina di sgancio da 250 a 1800 A. Interruttori-sezionatori per la distribuzione di energia

SIDERMAT. Interruttori di manovra sezionatori con bobina di sgancio da 250 a 1800 A. Interruttori-sezionatori per la distribuzione di energia SIDERMAT Interruttori-sezionatori per la distribuzione di energia appli_316_a sdmat_066_a_1_cat Interruttori di manovra sezionatori con bobina di sgancio da 250 a 1800 A  Funzione  Caratteristiche generali

Dettagli

System pro M compact Interruttori magnetotermici, differenziali e apparecchi modulari per impianti in bassa tensione

System pro M compact Interruttori magnetotermici, differenziali e apparecchi modulari per impianti in bassa tensione Contact us Document ID I Catalogo 2013 System Interruttori magnetotermici, differenziali e apparecchi modulari per impianti in bassa tensione La gamma di interruttori differenziali System pro M compact

Dettagli

Programma svolto - Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione Docentte:: PERAZZOLO GIANTONIO

Programma svolto - Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione Docentte:: PERAZZOLO GIANTONIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "G. VERONESE - G. MARCONI" SEZIONE ASSOCIATA G. MARCONI Via T. Serafin, 15-30014 CAVARZERE (VE) Tel. 0426/51151 - Fax 0426/310911 E-mail: ipsiamarconi@ipsiamarconi.it -

Dettagli

Indice. Interruttori sezionatori E E /2. Interruttori sezionatori rotativi RS /4

Indice. Interruttori sezionatori E E /2. Interruttori sezionatori rotativi RS /4 Altri apparecchi modulari Apparecchi di comando Indice Interruttori sezionatori E 0 - E 70.../ Interruttori sezionatori rotativi RS 70.../ Interruttori, deviatori, commutatori E 0... /6 Pulsanti e gemme

Dettagli

Prese serie Unika 88 Prese serie Unika con trasformatore SELV 90 Accessori prese serie Unika 91 Prese serie Compact 92 Prese serie Isoblock 93 Prese

Prese serie Unika 88 Prese serie Unika con trasformatore SELV 90 Accessori prese serie Unika 91 Prese serie Compact 92 Prese serie Isoblock 93 Prese Prese serie Unika 88 Prese serie Unika con trasformatore SELV 90 Accessori prese serie Unika 91 Prese serie Compact 92 Prese serie Isoblock 93 Prese serie Isoblock con trasformatore SELV 96 Accessori prese

Dettagli

SENTRON Interruttori di manovra-sezionatori 3L, 3K, 3N

SENTRON Interruttori di manovra-sezionatori 3L, 3K, 3N SENTRON Interruttori di manovra-sezionatori L, K, N n Impiego I commutatori motorizzati della serie SENTRON KA7, permettono di rea lizzare con comando a distanza il sezionamento, l interruzione e la commutazione

Dettagli

Interruttori magnetotermici MS 132 La protezione Prima di tutto

Interruttori magnetotermici MS 132 La protezione Prima di tutto Interruttori magnetotermici MS 132 La protezione Prima di tutto Versatilità straordinaria in un unica larghezza. La flessibilità di utilizzo di una gamma sempre efficace per motori fino a 15kW (32A-400Vca)

Dettagli

Compact NSX DC Masterpact NW DC

Compact NSX DC Masterpact NW DC Bassa Tensione Compact NSX DC Masterpact NW DC Interruttori in corrente continua da 16 a 4000 A Catalogo 2012-2013 TM Compact NSX e Masterpact NW in corrente continua Un offerta completa in corrente continua

Dettagli

1 contatto, 10 A Contatti in AgNi + Au Morsetti a vite Montaggio su barra 35 mm (EN 60715) 7.xxx.5050

1 contatto, 10 A Contatti in AgNi + Au Morsetti a vite Montaggio su barra 35 mm (EN 60715) 7.xxx.5050 Serie 49 - Interfaccia modulare a relè 8-10 - 16 A 49 Caratteristiche 49.31-50x0 49.52/72-50x0 1 o 2 contatti - Interfaccia modulare a relè Contatti dorati (5 µm) per la commutazione di bassi carichi 49.31-50x0-1

Dettagli

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Fupact Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Catalogo 2012-2013 TM Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili Un nuovo approccio alla protezione elettrica Fupact INF da 32

Dettagli

System pro M Compact Massima compattezza, massima protezione. DS203NC: nuovi interruttori magnetotermici differenziali 3P+N in 4 moduli

System pro M Compact Massima compattezza, massima protezione. DS203NC: nuovi interruttori magnetotermici differenziali 3P+N in 4 moduli System pro M Compact Massima compattezza, massima protezione DS203NC: nuovi interruttori magnetotermici differenziali 3P+N in 4 moduli Introduzione DS203NC è la nuova linea di interruttori magnetotermici

Dettagli

Proteggere dai temporali OVR PLUS: la protezione dalle sovratensioni per la casa

Proteggere dai temporali OVR PLUS: la protezione dalle sovratensioni per la casa Proteggere dai temporali : la protezione dalle sovratensioni per la casa Scaricatore di sovratensioni per centralini domestici. è uno scaricatore di sovratensioni autoprotetto per sistemi TT monofase.

Dettagli

Tecnologia delle protezioni Modalità di verifica strumentale

Tecnologia delle protezioni Modalità di verifica strumentale VENETO Mestre, 13 novembre 2004 Tecnologia delle protezioni Modalità di verifica strumentale Giacomo Stefani ABB 04-04 Agenda 1 2 3 4 CLASSIFICAZIONE DEI DISPOSITIVI CONCETTI GENERALI TIPOLOGIE DI SELETTIVITA

Dettagli

Selettività rinforzata

Selettività rinforzata Selettività rinforzata Compact NSX Caratteristiche complementari Sommario Funzioni e caratteristiche A- Guida tecnica B- Dimensioni ed ingombri C- Schemi elettrici D- Curve di intervento Compact NSX/ protezione

Dettagli

System pro M compact Interruttori magnetotermici S A-100A

System pro M compact Interruttori magnetotermici S A-100A System pro M compact Interruttori magnetotermici S 200 80A-100A Introduzione Perfettamente integrati nella gamma System pro M compact, gli interruttori S 200 nascono per proteggere gli impianti dalle condizioni

Dettagli

Interruttori differenziali di Tipo B e di Tipo F

Interruttori differenziali di Tipo B e di Tipo F GE Industrial Solutions Interruttori differenziali di Tipo B e di Tipo F La protezione completa per le persone e gli impianti ge.com/it/industrialsolutions Tipo B applicazioni Inverter e azionamenti Caricatori

Dettagli

Interruttori di manovra-sezionatori

Interruttori di manovra-sezionatori Siemens S.p.A. 2014 Nuovo design per un utilizzo più confortevole Comando affidabile I nuovi interruttori di manovra-sezionatori 5TL1 vengono installati per il comando di impianti di illuminazione, per

Dettagli

Scaricatori e limitatori di sovratensione

Scaricatori e limitatori di sovratensione Campo d impiego Limitatori per la protezione delle reti e dei circuiti di segnalazione, misura e trasmissione dati. Questi scaricatori trovano largo impiego nella protezione delle reti e nelle alimentazioni

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori

Protezione degli apparecchi utilizzatori Protezione degli apparecchi utilizzatori Interruttori per protezione motore P25M 70 Ausiliari per interruttore P25M 72 Sezionatori-fusibili STI 74 Scaricatori di sovratensione PRF1 Master 76 Scaricatori

Dettagli

Scaricatori e limitatori di sovratensione

Scaricatori e limitatori di sovratensione Caratteristiche Rispondenza normativa: SPD Classe di prova II secondo IEC 61 3-1; scaricatore Classe C secondo DIN VDE 06754-6; SPD Tipo 2 secondo CEI EN 61 3- I limitatori di Tipo 2 sono costruiti con

Dettagli

cavo quadripolare a quattro anime (tre conduttori di fase + conduttore di protezione)

cavo quadripolare a quattro anime (tre conduttori di fase + conduttore di protezione) Conduttori Le linee di distribuzione interne all'appartamento sono realizzate con cavi che alimentano le prese e i circuiti per l'illuminazione. conduttore costituito da più fili materiale isolante intorno

Dettagli

Nuovi interruttori magnetotermici differenziali 1P+N e 2P in soli due moduli Integrazione perfetta

Nuovi interruttori magnetotermici differenziali 1P+N e 2P in soli due moduli Integrazione perfetta Nuovi interruttori magnetotermici differenziali 1P+N e 2P in soli due moduli Integrazione perfetta Nuovi DS201 e DS202C Massima protezione in soli due moduli I nuovi interruttori magnetotermici differenziali

Dettagli

Protezione differenziale

Protezione differenziale 70 Protezione differenziale Sommario Acti 9 Sistema apparecchi modulari 2 Protezione differenziale Interruttori differenziali puri Domae pagina 74 Interruttori differenziali puri ID C40 pagina 76 Interruttori

Dettagli

Apparecchi di manovra

Apparecchi di manovra Apparecchi di manovra Apparecchi di Manovra: Classificazione (1) Dispositivo in grado di eseguire manovre di apertura e chiusura di un circuito: Manovra a carico, e manovra a vuoto; Manovra nel normale

Dettagli

Prese con interruttore di blocco

Prese con interruttore di blocco Prese con interruttore di blocco Prese Unika senza protezione 276 Prese Unika protette con portafusibili 278 Prese Unika con vano DIN 280 Prese Unika con trasformatore SELV 281 Accessori per serie Unika

Dettagli

Relè differenziali. I dettagli che fanno la differenza Un unica e completa gamma per la protezione differenziale

Relè differenziali. I dettagli che fanno la differenza Un unica e completa gamma per la protezione differenziale Relè differenziali. I dettagli che fanno la differenza Un unica e completa gamma per la protezione differenziale La connessione avviene tramite comode morsettiere estraibili per l alimentazione e per i

Dettagli

Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012 1

Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012 1 1 Introduzione 2 Trasformatori per campanello Caratteristiche generali Il tipico impiego dei trasformatori per campanello è l alimentazione, per brevi periodi, di dispositivi come campanelli, ronzatori,

Dettagli

RETE DI ENERGIA DEHNguard modular con fusibile di protezione integrato. con fusibile di protezione integrato

RETE DI ENERGIA DEHNguard modular con fusibile di protezione integrato. con fusibile di protezione integrato RETE DI EERGIA DEHguard modular con fusibile di protezione integrato LIMITATORE DI SOVRATESIOE TIPO 2 Limitatore di sovratensione modulare con fusibile di protezione integrato Tipo 2 secondo CEI E 61643-

Dettagli

INTERRUTTORI SALVAMOTORI MAGNETOTERMICI

INTERRUTTORI SALVAMOTORI MAGNETOTERMICI INTERRUTTORI SALVAMOTORI MAGNETOTERMICI Gli interruttori salvamotori magnetotermici LOVATO Electric sono idonei per i nuovi motori ad alti valori di efficienza IE3. INTERRUTTORI SALVAMOTORI MAGNETOTERMICI

Dettagli

Nasce l interruttore SN201

Nasce l interruttore SN201 Nasce l interruttore SN201 Profilo ideale 2CSC402001B0901 Nuovi interruttori automatici magnetotermici 1P+N in un modulo SN201 Armonia tecnologica La serie SN201 è conforme alle Norme CEI EN 60898-1 e

Dettagli

55.34T. SERIE 55 Relè per applicazioni ferroviarie 7 A. Relè per impieghi generali Montaggio ad innesto su zoccolo 4 scambi, 7 A

55.34T. SERIE 55 Relè per applicazioni ferroviarie 7 A. Relè per impieghi generali Montaggio ad innesto su zoccolo 4 scambi, 7 A SERIE Relè per applicazioni ferroviarie 7 A SERIE Relè per impieghi generali Montaggio ad innesto su zoccolo 4 scambi, 7 A Conformi alle normative EN 445-2:2013 (protezione contro fuoco e fumi), EN 61373

Dettagli

Informazione Tecnica. 6. Relè differenziali di terra

Informazione Tecnica. 6. Relè differenziali di terra Informazione Tecnica 6. Relè differenziali di terra Contenuti 6.1 Relè ELR-3C 6.1.1 Generalità 6.1.2 Schema di inserzione 6.1.3 Legenda 6.1.4 Dimensioni di ingombro 6.2 Relè ELRC-1 6.2.1 Generalità 6.2.2

Dettagli

SERIE 22 Contattori modulari 25-40 - 63 A

SERIE 22 Contattori modulari 25-40 - 63 A SERIE SERIE Contattore modulare 25 A - 2 contatti arghezza 17.5 mm Apertura contatti NO 3 mm, doppia rottura Bobina e contatti per servizio continuo Bobina AC/DC silenziosa (con varistore di protezione)

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

L INTERRUTTORE DIFFERENZIALE

L INTERRUTTORE DIFFERENZIALE L INTERRUTTORE DIFFERENZIALE 1 INTERRUTTORE DIFFERENZIALE L'interruttore tt differenziale, i chiamato comunemente salvavita, è un dispositivo capace di interrompere (aprire) un circuito in caso di contatti

Dettagli

Norma CEI : Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua

Norma CEI : Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 2012: Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua Norma CEI 64-8 Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori

Dettagli

Nuova gamma System pro M compact. 2CSC400002B0901

Nuova gamma System pro M compact. 2CSC400002B0901 Nuova gamma System pro M compact. 2CSC400002B0901 I nuovi apparecchi System pro M compact costituiscono la gamma più completa di interruttori automatici e differenziali disponibile sul mercato. Una gamma

Dettagli