Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità"

Transcript

1 Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità

2 2 obiettivi strategici + 4 priorità 1. Promuovere salute e ridurre le inequità 2. Rafforzare la governance per la salute

3 Allattamento al seno: forma di alimentazione eco sostenibile e paritaria ènaturale e non produce sprechi non richiede particolari strumentazioni che poi necessitano di essere smaltite èla forma più economica di alimentazione perché non prevede costi, ed èa Km zero! veicola i sapori della dieta materna e rappresenta quindi un esperienza di preparazione per la successiva introduzione dei cibi solidi èalimento trans culturale riduce le diseguglianze in quanto garantisce il miglior inizio vita possibile sia in paesi ad alto che a basso reddito, sia in famiglie ricche che povere

4

5

6

7

8 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 1 Allattamento esclusivo al seno: per i primi sei mesi di vita. Poi, integrazione con cibi solidi, come purè di frutta e verdura, fino a due anni o più; Inizio entro un'ora dalla nascita e poi "on demand. /

9 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 2 Il latte materno è: l'alimento ideale per lo sviluppo sano di neonati e lattanti; èprontamente disponibile ed accessibile; è sicuro e contiene anticorpi che proteggono i bambini da malattie come la diarrea e la polmonite.

10

11 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 3 L'allattamento al seno fa bene anche alle madri: è associato ad una naturale metodo di controllo delle nascite (il 98% di protezione nei primi sei mesi dopo la nascita); riduce i rischi di cancro al seno e alle ovaie, il diabete di tipo 2, la depressione post partum, l osteoporosi e le malattie cardiovascolari.

12 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 4 Benefici a lungo termine: Adolescenti e adulti allattati al seno da bambini, hanno minori probabilità di essere in sovrappeso o obesi, e di sviluppare il diabete di tipo 2; Dimostrano anche una migliore performance nei test di intelligenza.

13 Durata dell allattamento materno: 12 mesi vs 1 mese > quoziente di intelligenza > livello di istruzione > reddito Victora CG et al., the Lancet, vol 3. April 2015, e

14 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 5 Il latte artificiale: non contiene gli anticorpi presenti nel latte materno, quindi non benefici a lungo termine nè per i bambini, nè per le madri; se non adeguatamente preparato, rischi dovuti all'uso di acqua non potabile e strumenti non sterilizzati, e potenziale presenza di batteri nel latte in polvere; suo uso associato a diminuita disponibilità di latte materno.

15 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 6 Allattamento e HIV una madre affetta da HIV può trasmettere l'infezione al suo bambino durante la gravidanza, il parto e l'allattamento al seno; la somministrazione di farmaci antiretrovirali (ARV) o alla madre o al bambino riduce il rischio di trasmissione; l'allattamento al seno e ARV migliorano in modo significativo le possibilità di sopravvivenza del bambino.

16 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 7 Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno: necessità di fornire chiare informazioni sui benefici dell'allattamento al seno ed i rischi associati all uso dei sostituti; è vietata la promozione dei sostituti del latte materno; divieto per le industrie produttrici di latte artificiale di fornire campioni gratuiti a donne in gravidanza, madri o alle loro famiglie; non èconsentita la distribuzione dei sostituti del latte materno gratuiti o sovvenzionati agli operatori sanitari o alle strutture sanitarie.

17 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 8 Essenziale il supporto alle madri Strutture sanitarie che supportano l'allattamento al seno, evitano la separazione della madre dal bambino, e mettono a disposizione consulenti per le neo mamme, incoraggiano le buone pratiche; Per fornire questo supporto e migliorare la cura per le madri e i neonati, sono stati creati servizi "baby friendly in circa 152 paesi, grazie alla Iniziativa OMS UNICEF Ospedale Amico dei Bambini.

18

19 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 9 Lavoro e allattamento il ritorno al lavoro comporta spesso l abbandono parziale o totale dell'allattamento al seno per mancanza di tempo o di un luogo sicuro, pulito e privato dove allattare al seno; Condizioni in ambito lavorativo come congedo di maternità retribuito, contratti di lavoro part time, asili nido sul posto, e pause per l allattamento, possono senz altro contribuire ad implementare questa pratica.

20

21 ...le 10 evidenze e raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 10...E dopo i primi sei mesi A sei mesi di età, cibi solidi sotto forma di purè dovrebbero essere introdotti come un complemento all'allattamento al seno; L'allattamento al seno non deve essere ridotto quando si inizia la somministrazione di cibi solidi; Il cibo deve essere somministrato con un cucchiaio o in tazza, non in bottiglia e deve essere pulito e sicuro; Deve essere dato ai bambini tutto il tempo necessario per imparare a mangiare cibi solidi.

22 Percentage of infants aged 0 5 months that are exclusively breastfed Source: UNICEF global databases, 2015

23 2014

24 ...cosa fare praticamente Limitare il marketing del latte artificiale Garantire il congedo retribuito alle neo mamme per 6 mesi Rafforzare i sistemi sanitari Dare supporto alle neo mamme

25 target 2025/ infographic_breastfeeding.pdf?ua=1

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino Direzione Generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione e Direzione Generale della comunicazione e relazioni istituzionali Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino www.salute.gov.it

Dettagli

Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali

Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di svilup È vero che l Organizzazione Mondiale della Sanità

Dettagli

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento L allattamento al seno esclusivo è il modello di riferimento o normativo rispetto al quale tutti i metodi alternativi di alimentazione devono essere misurati in termini di crescita, salute, sviluppo, e

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno.

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Beatrice Dalla Barba Formatore Azienda Ospedaliera: Ostetrica E.Righetti PERCHE E COSI IMPORTANTE PROMUOVERE L ALLATTAMENTO AL SENO? L AS nei

Dettagli

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino 1giovedì, 21/05/2015 Daniela Carraro Direttore Generale Ulss4 23 maggio 2015 Perché aderire all iniziativa Ospedale Amico del Bambino? Obiettivo tutela della salute

Dettagli

Perché è. meglio. allattare. al seno?

Perché è. meglio. allattare. al seno? meglio Perché è allattare al seno? Il latte materno è l'alimento perfetto creato da Madre Natura per nutrire il tuo bambino e farlo crescere in salute. Non a caso l'organizzazione Mondiale della Sanità

Dettagli

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione del neonato,

Dettagli

RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA

RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XXIV-bis n. 2 RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA d iniziativa della senatrice VALPIANA approvata il 2 ottobre 2007

Dettagli

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE 1. Perché l allattamento al seno è importante 3 Sessione 1 PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE Introduzione Prima di imparare come aiutare le madri, dovete capire perché l allattamento al seno è

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA Programma Regionale GenitoriPiù quali novità? ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS 15 Alta Padovana Dipartimento

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Il Programma d Azione per l allattamento al seno in Europa è un progetto che mira ad aiutare le donne ad avere

Dettagli

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Discutere la politica sanitaria nazionale o locale sull allattamento al

Dettagli

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno Azienda Usl 7 di Siena Azienda Sanitaria delle zone Senese, Alta Val d'elsa, Amiata Val d'orcia e Valdichiana Senese DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Il libretto è stato elaborato dal gruppo di lavoro multidisciplinare

Dettagli

L'allattamento in Italia

L'allattamento in Italia XXXIX congresso dell Associazione Italiana di Epidemiologia Alimentazione e salute nell era della globalizzazione SEMINARIO SATELLITE 27 ottobre 2015 Allattamento e alimentazione infantile come strategia

Dettagli

Il Piano d Azione per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini

Il Piano d Azione per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Il Piano d Azione per l allattamento al seno

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI REVISIONE MARZO 2014 INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione

Dettagli

La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini

La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini Ospedali & Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione

Dettagli

Pediatria Preventiva e Sociale

Pediatria Preventiva e Sociale allattamento al seno è il modo naturale di alimentare L il lattante ed il bambino. L allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi assicura una crescita, uno sviluppo ed una salute ottimali. Dopo

Dettagli

Progetto aziendale anni 2010-2011

Progetto aziendale anni 2010-2011 Rev. 11.02.10 Pag. 1 di 12 Indice 1.0 Premessa Pag. 2 2.0 Introduzione Pag. 3 3.0 Obiettivo generale Pag. 5 4.0 Obiettivi specifici Pag. 5 5.0 Destinatari Pag.6 6.0 Azioni Pag. 6 7.0 Responsabilità e tempi

Dettagli

L allattamento al seno: una risorsa cm 0. Leonardo Speri

L allattamento al seno: una risorsa cm 0. Leonardo Speri L allattamento al seno: una risorsa cm 0 Leonardo Speri, e il latte materno? Benché sia già stato detto continuiamo a sprecare non solo e non tanto un nutrimento, ma una sorgente (stra)ordinaria di energie

Dettagli

IL MELOGRANO. alimentazione sicura per i nostri bambini. IBFAN Italia International Baby Food Action Network. Centro Informazione Maternità e Nascita

IL MELOGRANO. alimentazione sicura per i nostri bambini. IBFAN Italia International Baby Food Action Network. Centro Informazione Maternità e Nascita International Baby Food Action Network Chi è? E' un'associazione di volontariato che fa parte dell'international Baby Food Action Network, rete presente a livello mondiale che ha lo scopo di migliorare

Dettagli

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Premessa Migliorare la salute delle madri e dei loro bambini è uno dei principali obiettivi di salute. Proteggere, promuovere e sostenere

Dettagli

Frequently Asked Questions le domande più frequenti, 2008 successivamente aggiornate al 2012

Frequently Asked Questions le domande più frequenti, 2008 successivamente aggiornate al 2012 IL CODICE INTERNAZIONALE SULLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI SOSTITUTI DEL LATTE MATERNO Frequently Asked Questions le domande più frequenti, 2008 successivamente aggiornate al 2012 Documento originale: WHO,

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI)

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) L Asilo Nido Comunale Girotondo VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) 1 PREMESSA L allattamento al seno costituisce il miglior metodo alimentare per garantire una sana crescita ed un sano sviluppo

Dettagli

LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA

LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA Comune di Modena LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA 1-11 ottobre 2005 Il COMUNE DI MODENA promuove e coordina una serie di iniziative in occasione della settimana mondiale

Dettagli

COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION

COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION Stillempfehlungen Informazioni per für die l'allattamento Säuglingszeit materno Commissione nazionale per l'allattamento materno presso l'istituto federale

Dettagli

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Nella odierna seduta del 20 dicembre 2007: Visti gli articoli 2, comma 1, lettera b) e 4 del

Dettagli

Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1

Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1 Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1 A cura di: Distretti e Direzione Sociale - Consultori Familiari Asl Milano 1 Direzione Sanitaria - UOC Promozione

Dettagli

Linee guida per l'allattamento al seno

Linee guida per l'allattamento al seno Politica aziendale relativa all allattamento al seno e all alimentazione dei bambini adottata presso l Ospedale di Lucca Linee guida per l'allattamento al seno Allegato alla deliberazione del Direttore

Dettagli

25 settembre 2014. Segnalazione in home page

25 settembre 2014. Segnalazione in home page 25 settembre 2014 Segnalazione in home page Il progetto della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica Carenza di iodio nell alimentazione Ne soffre più di un italiano su dieci Al via

Dettagli

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE 27. Aumentare la produzione di latte e riallattare 129 Sessione 27 AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE Introduzione Se l offerta di latte di una madre si riduce, è necessario aumentarla. Ciò

Dettagli

Delibera Regionale n. 1177 del 23/11/2007 Piano Regionale della Prevenzione Sanitaria 2005-2007

Delibera Regionale n. 1177 del 23/11/2007 Piano Regionale della Prevenzione Sanitaria 2005-2007 Regione Abruzzo Delibera Regionale n. 1177 del 23/11/2007 Piano Regionale della Prevenzione Sanitaria 2005-2007 2007 Attuazione Progetto Obesità Regione Abruzzo Affidamento ASL Chieti Linea Operativa 4

Dettagli

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano.

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano. DAL 18 AL 20 ORE: NOVITÀ IN TEMA DI ALLATTAMENTO MATERNO secondo le indicazioni OMS/UNICEF TIPOLOGIA FORMATIVA: Corso di aggiornamento residenziale per infermieri infermieri pediatrici assistenti sanitari

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 163 del 14 Luglio 2008

Gazzetta Ufficiale N. 163 del 14 Luglio 2008 Gazzetta Ufficiale N. 163 del 14 Luglio 2008 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 aprile 2008 Istituzione del Comitato nazionale multisettoriale per l'allattamento materno. IL MINISTRO DELLA SALUTE Premesso

Dettagli

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Dettagli

Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS

Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte

Dettagli

Baby Pit Stop. Biblioteche e musei veneti a misura di bambino!

Baby Pit Stop. Biblioteche e musei veneti a misura di bambino! Baby Pit Stop Biblioteche e musei veneti a misura di bambino! Iniziativa editoriale REGIONE DEL VENETO Assessorato al Territorio, alla Cultura, agli Affari Generali Dipartimento Cultura Sezione Beni Culturali

Dettagli

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno Informazioni per le strutture interessate al riconoscimento Introduzione... p. 2 I. Proposte... p. 2 II. Prospettive.

Dettagli

Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA

Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA 1 2 MEDELA Con Calma, il vostro bambino può respirare, alimentarsi e fare una pausa proprio come al seno.

Dettagli

Mangio bene con voi!

Mangio bene con voi! Mangio bene con voi! Informazioni per mamma e papà (a partire dai 6 mesi di vita del proprio bambino) Inizia a introdurre gli alimenti solidi intorno ai 6 mesi Segnali per capire se il tuo bambino è pronto

Dettagli

ALLATTARE AL SENO ITALIANO

ALLATTARE AL SENO ITALIANO ALLATTARE AL SENO ITALIANO Il latte materno è un investimento prezioso per il benessere e la salute tua e del tuo bambino. Presso i nostri Centri potete contare sull aiuto per consigli di operatori esperti

Dettagli

Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS

Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno con le successive pertinenti Risoluzioni dell AMS Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte

Dettagli

Il neonato: istruzioni per l uso. Dott. Gennaro Salvia Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli

Il neonato: istruzioni per l uso. Dott. Gennaro Salvia Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli Il neonato: istruzioni per l uso Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli Percorso di accompagnamento alla nascita Allattamento materno Formazione a piccoli

Dettagli

Direzione Generale del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietà. Gentile Docente,

Direzione Generale del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietà. Gentile Docente, Direzione Generale del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietà Gentile Docente, Nell ambito del Progetto di Ricerca Europeo n. 2004326 denominato Promozione dell allattamento al Seno in Europa:

Dettagli

Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana

Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana Dalla sperimentazione allo sviluppo e diffusione delle

Dettagli

Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008.

Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008. Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008. Regione Emilia Romagna Associazione Pediatria di Comunità (APeC) A cura di: Chiara Cuoghi Pediatria di Comunità - Azienda

Dettagli

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 SCHEDA DATI UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 Trasformare il circolo vizioso in un circolo virtuoso ha benefici enormi: - Si

Dettagli

PREMESSA FINALITA. S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza

PREMESSA FINALITA. S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza C onoscenza R esponsabilità E quità A ppartenenza R elazione E ccellenza S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza POLICY E LINEE GUIDA DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI PORDENONE E DELL

Dettagli

Modelli Educazione Alimentare: Terzo settore, Formazione e Imprese a confronto. Programmi di educazione alimentare

Modelli Educazione Alimentare: Terzo settore, Formazione e Imprese a confronto. Programmi di educazione alimentare Modelli Educazione Alimentare: Terzo settore, Formazione e Imprese a confronto Programmi di educazione alimentare Milano 7-8 ottobre 2014 Dott.ssa Maria Antonia Marongiu Educazione alimentare L OMS (Organizzazione

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Allattamento al Seno Alcuni suggerimenti per le mamme Regione Lazio La Regione Lazio, nel suo Piano Sanitario 2002-2004 e con la Delibera n. 1741 del 20 Dicembre

Dettagli

Mamma che latte! www.salute.gov.it

Mamma che latte! www.salute.gov.it Consigli alle mamme sull'allattamento al seno Mamma che latte! Mamma che latte! 3 INDICE Allattare al seno il tuo bimbo con amore e facilità pag 4 Allattamento al seno unico e speciale pag 6 Vicino al

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Allattamento materno. I dati disponibili e e le azioni auspicabili. Silvano Piffer Laura Battisti. Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento

Allattamento materno. I dati disponibili e e le azioni auspicabili. Silvano Piffer Laura Battisti. Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento Allattamento materno I dati disponibili e e le azioni auspicabili Silvano Piffer Laura Battisti Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento Una priorità di sanità pubblica Miglior nutrimento per i neonati

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Alimentazione e salute. Le politiche per il controllo dell obesità

Alimentazione e salute. Le politiche per il controllo dell obesità Salute Globale e Sviluppo Corso Pilota transnazionale e interculturale Alimentazione e salute. Le politiche per il controllo dell obesità Prof. Eduardo Missoni Juan - Waslala, Nicaragua, 1983 La Globalizzazione

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014 Istruzioni per la stesura dei programmi regionali Il documento rappresenta una guida per la stesura dei programmi da parte dei

Dettagli

Strategia della Fondazione svizzera per la promozione dell allattamento al seno

Strategia della Fondazione svizzera per la promozione dell allattamento al seno Strategia della Fondazione svizzera per la promozione dell allattamento al seno Scopo della Fondazione La persegue quale scopo la promozione dell allattamento in Svizzera, in particolare mediante un informazione

Dettagli

L Alimentazione dei Lattanti nei Paesi in Via di Sviluppo

L Alimentazione dei Lattanti nei Paesi in Via di Sviluppo L Alimentazione dei Lattanti nei Paesi in Via di Sviluppo 1 L Alimentazione dei Lattanti nei Paesi in Via di Sviluppo Introduzione a cura di Peter Brabeck L allattamento al seno è la scelta migliore per

Dettagli

STRATEGIA GLOBALE PER L ALIMENTAZIONE DEI NEONATI E DEI BAMBINI

STRATEGIA GLOBALE PER L ALIMENTAZIONE DEI NEONATI E DEI BAMBINI STRATEGIA GLOBALE PER L ALIMENTAZIONE DEI NEONATI E DEI BAMBINI Organizzazione Mondiale della Sanità ii. STRATEGIA GLOBALE PER L ALIMENTAZIONE DEI NEONATI E DEI BAMBINI Organizzazione Mondiale della Sanità

Dettagli

Alimentazione e accudimento: circuiti emotivi e circostanze

Alimentazione e accudimento: circuiti emotivi e circostanze Alimentazione e accudimento: circuiti emotivi e circostanze Maria Enrica Bettinelli pediatra, neonatologo, consulente professionale allattamento (IBCLC),coordinatore BFCI UNICEF Italia Luisa Scuratti psicologa,

Dettagli

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO Il reparto Maternità del Gaslini favorisce l'allattamento al seno, in base alle norme definite dall'oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dall'unicef (Fondo

Dettagli

ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT

ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT Prevention of Mother To Child Transmission of HIV/AIDS Prevenzione della Trasmissione da Mamma a Bambino Periodo coperto: maggio 2008 aprile 2009 BACKGROUND

Dettagli

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Allattare quando c è una labiopalatoschisi: quali sono le difficoltà? Dipende dalla posizione e l entità della schisi

Dettagli

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit Organizzazione ed erogazione delle cure e audit LG SIGN 9 M.Mercuri 21/11/2010 IL CONTROLLO MEDICO E L EDUCAZIONE DEL PAZIENTE Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Dettagli

Azienda USL 2 Lucca Area Materno Infantile Responsabile Dott. Raffaele Domenici il latte della Mamma è naturale, completo, buono, economico e sempre pronto, in una parola: perfetto 1 il latte della Mamma

Dettagli

Seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione. Roma, 19-21 novembre 2014. Documento finale della Conferenza Quadro d azione

Seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione. Roma, 19-21 novembre 2014. Documento finale della Conferenza Quadro d azione Ottobre 2014 ICN2 2014/3/Corr.1 Seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione Roma, 19-21 novembre 2014 Documento finale della Conferenza Quadro d azione DALL IMPEGNO ALL AZIONE Contesto 1. Fame e

Dettagli

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE È considerato lattante un individuo fra 0 e 1 anno di età. Le esigenze e quindi gli apporti nutrizionali in questa fase della crescita sono correlati a caratteristiche

Dettagli

LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO

LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO Alice De Luca LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO Promozione, sostegno e protezione dell allattamento al seno Ora so che l allattamento non è uno sforzo, e men che meno un sacrificio che la donna fa per il bene

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Ulteriori idee. Pubblicazioni sul Codice

Ulteriori idee. Pubblicazioni sul Codice Ulteriori idee parla alle tue amiche dell importanza dell allattamento al seno e del Codice Internazionale. documentati sullo stato attuale del Rispetto del Codice visitando il sito di IBFAN Italia (www.ibfanitalia.org)

Dettagli

Il diabete gestazionale

Il diabete gestazionale Il diabete gestazionale informazioni per la gestante Cosa è il diabete gestazionale? Con il termine di diabete gestazionale (DG) si definisce un disordine della regolazione del glucosio di entità variabile,

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE

DIABETE GESTAZIONALE DIABETE GESTAZIONALE SOMMARIO DEFINIZIONE 03 PERCHÈ VIENE IL DIABETE GESTAZIONALE E COME GESTIRLO 04 COME CONTROLLARE IL DIABETE 06 UN CORRETTO STILE DI VITA 08 DALLA NASCITA DEL BAMBINO IN POI 10 DEFINIZIONE

Dettagli

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano Clementina, 82 anni VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: Martino COSA È NECESSARIO Giancarla CONOSCERE Milena Ivano Vaccinazione antinfluenzale cosa è necessario conoscere. 2 La vaccinazione antinfluenzale è il

Dettagli

Giornata mondiale dell AIDS 1 dicembre 2008. Diego Ripamonti, Malattie Infettive Ospedali Riuniti di Bergamo

Giornata mondiale dell AIDS 1 dicembre 2008. Diego Ripamonti, Malattie Infettive Ospedali Riuniti di Bergamo Giornata mondiale dell AIDS 1 dicembre 2008 Diego Ripamonti, Malattie Infettive Ospedali Riuniti di Bergamo Epidemiologia della infezione da HIV Diagnosi di infezione Terapia antiretrovirale Gravidanza

Dettagli

Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile

Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile Convegno Carte in Tavola Due anni di CCM e di Sanità Pubblica Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile Renato Pizzuti Gaetano Sicuranza Assessorato alla Sanità Agenzia Regionale Sanitaria

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Solo 4 Fattori di Rischio!

Solo 4 Fattori di Rischio! Ministero della Salute Solo 4 Fattori di Rischio! Almeno l 86% delle NCDs, condivide solo 4 fattori di rischio modificabili Ministry of Health Italy - Presidency 2014 1 Health spending Average annual growth

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della prevenzione e comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l Unione Europea e per i rapporti internazionali UFFICIO III Strategia Globale per la salute

Dettagli

UNFPA, UNICEF, WHO. La salute Una priorità per la DSC

UNFPA, UNICEF, WHO. La salute Una priorità per la DSC UNFPA, UNICEF, WHO La salute Una priorità per la DSC Perché la salute è una priorità per la DSC? All inizio del XXI secolo, l ONU ha adottato gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM). Tre di questi

Dettagli

FALCRI. donna I NOSTRI CONGEDI. Bianca Desideri. a cura di. Rosaria Capodanno. a cura di DONNE E SALUTE. Coordinamento Nazionale FalcriDonna

FALCRI. donna I NOSTRI CONGEDI. Bianca Desideri. a cura di. Rosaria Capodanno. a cura di DONNE E SALUTE. Coordinamento Nazionale FalcriDonna FALCRI donna I NOSTRI CONGEDI a cura di Bianca Desideri Coordinamento Nazionale FalcriDonna DONNE E SALUTE a cura di Rosaria Capodanno Centro Studi La Fenice I NOSTRI CONGEDI 1. Permessi visita medica

Dettagli

Dai dati alle politiche. La promozione della sana alimentazione e dell'attività fisica nel Piano per la salute del Trentino 2015-2025

Dai dati alle politiche. La promozione della sana alimentazione e dell'attività fisica nel Piano per la salute del Trentino 2015-2025 Dai dati alle politiche La promozione della sana alimentazione e dell'attività fisica nel Piano per la salute del Trentino 2015-2025 Dipartimento salute e solidarietà sociale Il contesto A livello globale

Dettagli

Carta Europea sull azione di contrasto all obesità

Carta Europea sull azione di contrasto all obesità TRADUZIONE NON UFFICIALE A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE Carta Europea sull azione di contrasto all obesità Per affrontare l epidemia di obesità, che rappresenta una minaccia per la salute, l economia

Dettagli

Alimentazione e sicurezza

Alimentazione e sicurezza Alimentazione e sicurezza I prodotti destinati ad una alimentazione particolare R&D Plada H.J.Heinz I prodotti destinati ad una alimentazione particolare Che cos è un prodotto destinato ad una alimentazione

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure

INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure Maternity, 1963, 2003 Estate of Pablo Picasso/Artists Rights Society (ARS), New York Strategia

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO ALLATTAMENTO E CARCINOMA DELLA MAMMELLA Relatore: Prof. Biglia Nicoletta Candidata: Spina Federica ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Nei Paesi industrializzati circa il 10% delle

Dettagli

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può Sale e salute Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può causare gravi problemi alla salute. La quantità

Dettagli

PREVENZIONE: Tumori del Seno

PREVENZIONE: Tumori del Seno PREVENZIONE: Tumori del Seno Francesco Paolo Pantano (Chirurgo Oncologo) Il tumore al seno rappresenta il 27% dei tumori del sesso femminile. Ogni anno vi sono circa 36.000 nuovi casi distribuiti nelle

Dettagli

Martedì 26 settembre, alle ore 12 (11.45 per radio e televisioni), presso la Sala del Vecchio Consiglio della Residenza Municipale

Martedì 26 settembre, alle ore 12 (11.45 per radio e televisioni), presso la Sala del Vecchio Consiglio della Residenza Municipale RASSEGNA STAMPA DELLA SETTIMANA PER L ALLATTAMENTO MATERNO 2006 PROMOSSA DAL COMUNE DI MODENA 23/09/2006 MARTEDI 26 SETTEMBRE, ORE 12 (11,45 PER RADIO e TV) Sala del Vecchio Consiglio Residenza Municipale

Dettagli

Introduzione degli alimenti complementari in una coorte di bambini italiani: i genitori rispettano le raccomandazioni dell OMS?

Introduzione degli alimenti complementari in una coorte di bambini italiani: i genitori rispettano le raccomandazioni dell OMS? XXXIX CONGRESSO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI EPIDEMIOLOGIA ALIMENTAZIONE E SALUTE NELL ERA DELLA GLOBALIZZAZIONE MILANO 28-30 OTTOBRE 2015 Introduzione degli alimenti complementari in una coorte di bambini

Dettagli

A cura di: Dr. Alberto Donzelli - Responsabile Dipartimento Servizi Sanitari di Base ASL Città di Milano

A cura di: Dr. Alberto Donzelli - Responsabile Dipartimento Servizi Sanitari di Base ASL Città di Milano A cura di: Dr. Alberto Donzelli - Responsabile Dipartimento Servizi Sanitari di Base ASL Città di Milano Supervisione scientifica di: Dr. Franco Berrino - Direttore della Divisione di Epidemiologia dell

Dettagli

XX Congresso SIPPS. Caserta. 30 maggio 2 giugno. Prendersi cura del bambino: prevenire, comunicare, ascoltare la famiglia

XX Congresso SIPPS. Caserta. 30 maggio 2 giugno. Prendersi cura del bambino: prevenire, comunicare, ascoltare la famiglia XX Congresso SIPPS Caserta 30 maggio 2 giugno Prendersi cura del bambino: prevenire, comunicare, ascoltare la famiglia XX Congresso SIPPS Egisto Scalini UO di Pediatria e Neonatologia dir. dott. M. Manzionna

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei ed internazionali INFORMATIVA OMS: MALTRATTAMENTI INFANTILI Traduzione non ufficiale a cura di Katia Demofonti - Ufficio

Dettagli

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo Giornata di Studio in ricordo della Professoressa Fernanda ergamini Milano, 7 aprile 9 Vaccinazione anti-epatite : una strategia di successo Prof. Alessandro Zanetti Dipartimento di Sanità pubblica Microbiologia

Dettagli

Stime del bisogno di farmaci antiretrovirali (milioni di persone)

Stime del bisogno di farmaci antiretrovirali (milioni di persone) PROGETTI DELL ASSOCIAZIONE PER COMBATTERE L AIDS NELLA DIOCESI DI MONZE Franco Maggiolo Le Nazioni Unite, tramite la loro organizzazione per la lotta all AIDS (UNAIDS) hanno lanciato una campagna per la

Dettagli

CAMBIAMENTI DEL CLIMA E SALUTE

CAMBIAMENTI DEL CLIMA E SALUTE Associazione IBFAN Italia Via Treggiaia 11 Romola 50026 San Casciano VP (FI) E-mail: segreteria@ibfanitalia.org C.F. 94123650020 CAMBIAMENTI DEL CLIMA E SALUTE This document has been produced by the International

Dettagli

Bambini si nasce, grandi si diventa?

Bambini si nasce, grandi si diventa? Bambini si nasce, grandi si diventa? World Social Agenda 2011-2012 Nel 2000, 189 paesi membri dell'assemblea delle Nazioni Unite hanno sottoscritto la Dichiarazione del Millennio. Si sono impegnati a eliminare

Dettagli

Le strategie dell Unione Europea Per una sana alimentazione

Le strategie dell Unione Europea Per una sana alimentazione Le strategie dell Unione Europea Per una sana alimentazione Dr.ssa Maria Elisa Pinna Agenzia Laore Sardegna U.O. Informazione Comunitaria Servizio di Sviluppo Rurale Nel mondo ed in Italia L OMS ha definito

Dettagli