COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI"

Transcript

1 Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA Foggia Via Nicola Delli Carri, 15 sito internet: Tel e fax Foggia COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI In vista della ormai prossima emanazione del D.M. con cui saranno disciplinate le cessazioni dal servizio del personale della scuola dal 1^ Settembre 2016, riteniamo utile fornire sia i riferimenti normativi che le indicazioni per il personale interessato. In ogni caso, ricordiamo che la FLP Scuola Foggia ha organizzato un servizio di assistenza pensionistica, disponibile a fornire ogni utile indicazione, con il calcolo anche presumibile dell importo della pensione e del Trattamento di Fine Servizio (T.F.S.) o di Fine Rapporto (T.F.R.) La FLP Scuola, inoltre, è convenzionata con il PATRONATO SIAS di Foggia (distante 50 metri dalla nostra sede) che fornisce la dovuta assistenza gratuita per la presentazione della domanda ON-LINE di pensione all I.N.P.S. e segue costantemente tutto l iter del procedimento di conferimento del trattamento pensionistico e l erogazione del TFS/TFR. Per questo, invitiamo tutti coloro che desiderano essere assistiti, in questo delicato momento di cessazione del rapporto di lavoro, a rivolgersi al nostro sindacato per una corretta preparazione della documentazione, controllo delle domande di riscatto, computo, ricongiunzione, presentate o in corso di definizione da parte dell UST di Foggia e/o dell INPS LE CESSAZIONI DEL PERSONALE DELLA SCUOLA Con la riforma Fornero del sistema previdenziale (DL 201/2011, art. 24, convertito nella Legge 214/2011), è stato modificato il sistema pensionistico pre-vigente, riducendo la possibilità di accesso alla pensione di anzianità ed elevando l età per quella di vecchiaia. Partendo da questo presupposto iniziamo a trattare inizialmente DEL SISTEMA DI CALCOLO, accennando alla differenza fra: SISTEMA RETRIBUTIVO SISTEMA CONTRIBUTIVO PRO-RATA SISTEMA CONTRIBUTIVO

2 SISTEMA CONTRIBUTIVO Tutto il personale della scuola ha, dal 1 gennaio 2012, l a p e n s i o n e c a l c o l a t a E S C L U S I V A M E N T E c o n i l m e t o d o c o n t r i b u t i v o, c i o è i n b a s e a l l i m p o r t o d e i c o n t r i b u t i v e r s a t i. D i f a t t o, t a l e s i s t e m a p e n a l i z z a s o l o c o l o r o c h e al 31/12/1995 hanno almeno 18 anni di contributi, anche se gli stessi non hanno una grossa perdita, considerato che il calcolo della pensione in ragione dei soli contributi versati opera solo per il servizio reso dal alla data di cessazione (nel nostro caso sino al ). Per il personale della scuola che al non poteva vantare alcun contributo operava già il sistema contributivo puro. SISTEMA CONTRIBUTIVO PRO-RATA Per il personale che al vantava una contribuzione inferiore ai 18 anni, operava già un sistema misto, in base al quale tutti i periodi di servizio coperti da contribuzione (ruolo, pre-ruolo riscattato, computo e ricongiunto, etc) sino alla predetta data del , erano calcolati con il sistema retributivo (cioè l ultimo stipendio percepito alla data della cessazione percentualizzato in base agli anni di servizio vantati al ), mentre il servizio reso dal era calcolato prendendo a base l importo dei contributi versati. Tale ultimo personale si vede, quindi, calcolata la pensione con un sistema misto che prende a base l ultimo stipendio annuo lordo percepito alla data di cessazione e percentualizzato in base agli anni di contribuzione (ruolo, pre ruolo riscattato o computato, ricongiunto) vantati al Tutto il periodo di contribuzione dal viene calcolato con il sistema contributivo ossia, come detto, in base ai contributi versati dal a quello di cessazione (nel nostro caso sino al ). Fatta questa precisazione circa il sistema di calcolo della pensione passiamo ad esaminare le novità introdotte per quanto attiene alle tipologie di accesso al trattamento di pensione. Infatti parliamo di: DI VECCHIAIA; DI ANZIANITA E utile però evidenziare che sono esclusi da queste due tipologie di accesso al trattamento pensionistico, coloro che al potevano vantare: 40 anni di contribuzione;

3 Ovvero raggiungevano quota 96 sommando l età anagrafica (60 o 61 anni di età) con quella contributiva (rispettivamente 36 o 35 anni). Per tale personale valgono le regole ante-riforma Fornero, motivo per cui il collocamento a riposo avverrà al compimento del 65^ anno di età. In ogni caso, anche per detto personale il calcolo della pensione avverrà con il sistema misto (retributivo per il servizio sino al e contributivo per l anzianità dal ). LA DI VECCHIAIA In virtù della riforma Fornero, la pensione di vecchiaia, fatta eccezione per la categoria sopra indicata, si consegue non più al maturare del 65^ anno di età ma secondo il seguente scadenzario: Decorrenza trattamento di pensione DI VECCHIAIA Età anagrafica UOMINI ANTICIPATA Anzianità contr.va Requisito raggiunto entro il Dal 1/9/2016 e sino 66 anni e 7 mesi 42 anni e 10 mesi 31/12/ /12/2017- Al 1/9/ /12/2018 1/9/ anni e 11 mesi 43 anni e 2 mesi 31/12/2019 1/9/ anni e 11 mesi 43 anni e 2 mesi 31/12/2020 1/9/ anni e 2 mesi 43 anni e 5 mesi 31/12/2021 1/9/ anni e 2 mesi 43 anni e 5 mesi 31/12/2022 1/9/ anni e 5 mesi 43 anni e 8 mesi 31/12/2023 1/9/ anni e 5 mesi 43 anni e 8 mesi 31/12/2024 1/9/ anni e 8 mesi 43 anni e 11 mesi 31/12/2025 1/9/ anni e 8 mesi 43 anni e 11 mesi 31/12/2026 1/9/ anni e 11 mesi 44 anni e 2 mesi 31/12/2027 1/9/ anni e 11 mesi 44 anni e 2 mesi 31/12/2028 1/9/ anni e 1 mese 44 anni e 4 mesi 31/12/2029 1/9/ anni e 1 mese 44 anni e 4 mesi 31/12/2030

4 Decorrenza trattamento di pensione DI VECCHIAIA Età anagrafica DONNE ANTICIPATA Anzianità contr.va Requisito raggiunto entro il Dal 1/9/2016 E sino Al 1/9/ anni e 7 mesi 41 anni e 10 mesi 31/12/ /12/ /12/2018-1/9/ anni e 11 mesi 42 anni e 2 mesi 31/12/2019 1/9/ anni e 11 mesi 42 anni e 2 mesi 31/12/2020 1/9/ anni e 2 mesi 42 anni e 5 mesi 31/12/2021 1/9/ anni e 2 mesi 42 anni e 5 mesi 31/12/2022 1/9/ anni e 5 mesi 42 anni e 8 mesi 31/12/2023 1/9/ anni e 5 mesi 42 anni e 8 mesi 31/12/2024 1/9/ anni e 8 mesi 42 anni e 11 mesi 31/12/2025 1/9/ anni e 8 mesi 42 anni e 11 mesi 31/12/2026 1/9/ anni e 10 mesi 43 anni e 2 mesi 31/12/2027 1/9/ anni e 10 mesi 43 anni e 2 mesi 31/12/2028 1/9/ anni e 1 mese 43 anni e 4 mesi 31/12/2029 1/9/ anni e 1 mese 43 anni e 4 mesi 31/12/2030

5 ANTICIPATA Per coloro che intendono, rispetto all età anagrafica indicata nella tabella, cessare dal servizio, occorre: Essere in possesso dell anzianità contributiva indicata nelle sopra elencate tabelle. Sino al non opererà la decurtazione (prevista dalla legge Fornero) del 1% per ogni anno di anticipo rispetto al 62 anno di età ovvero del 2% per ogni altro anno di anticipo oltre i primi due. La riduzione non si applica se l anzianità minima prevista è costituita da periodi di: effettivo servizio o lavoro, servizio di leva, astensione obbligatoria di maternità, infortunio, malattia, cassa integrazione ordinaria. Sono utili ai fini del pensionamento (quindi per raggiungere l anzianità prevista dalla tabella) ma non sono assimilati ad effettivo servizio i riscatti di laurea e astensione facoltativa, le maggiorazioni e le supervalutazioni, l aspettativa e i permessi retribuiti, le giornate di sciopero, ed altro. Di conseguenza, coloro che alla data di pensionamento non hanno compiuto i 62 anni di età e raggiungono il requisito contributivo previsto comprendendo periodi non equiparati al servizio effettivo, possono andare in pensione con l applicazione della riduzione suddetta. OPZIONE DONNA: CIOE ANTICIPATA CON OPZIONE CONTRIBUTIVA In base al DDL di stabilità 2016, in approvazione da parte del Parlamento, le donne in servizio nel comparto scuola, che maturano i seguenti requisiti: entro il 31 dicembre 2015, i 57 anni e 3 mesi di età e 35 di contributi potranno esercitare ancora l Opzione donna e così accedere al pensionamento con il ricalcolo contributivo dell assegno, nonostante la pensione decorrerà soltanto dopo questa data. Il trattamento di pensione, però, sarà calcolato interamente con il sistema CONTRIBUTIVO. In virtù di tale sistema la perdita secca, confrontando tale sistema, con quello misto, che spetterebbe aspettando il normale collocamento a riposo per vecchiaia, riduce il trattamento pensionistici di circa al 35% in meno rispetto a quello spettante con il sistema misto.

6 LA DAL 1 SETTEMBRE 2016 REQUISITI PER IL DIRITTO A : RICAPITOLANDO Potrà accedere al trattamento pensionistico il personale che entro il 31/12/2011 possedeva i requisiti previsti dalle norme vigenti fino a tale data, per la precisione: DI VECCHIAIA: 65 anni di età per gli uomini e 61 anni per le donne (quelle nate prima dell 1/1/1951); 20 anni di contribuzione (minimo 15 anni per il personale in servizio anteriormente all 1/1/1993). DI ANZIANITA : almeno 60 anni di età e 35 anni di contribuzione; inoltre, è indispensabile anche il raggiungimento della quota 96 senza arrotondamento. L ulteriore anno necessario per raggiungere la quota 96 può essere ottenuto sommando frazioni di età e contribuzione che eccedono i requisiti minimi. Per esempio: 60 anni di età e 36 di contributi oppure 61 anni di età e 35 di contributi; ma anche 60 anni 4 mesi e 12 giorni di età e non meno di 35 anni 7 mesi e 18 giorni di contributi. DI ANZIANITA : almeno 40 anni di contribuzione senza limiti di età al ACQUISISCE IL DIRITTO A, IL PERSONALE CHE, ENTRO IL 31/12/2016, MATURERÀ I SEGUENTI REQUISITI PREVISTI DALLA RIFORMA IN VIGORE DALL 1/1/2012: DI VECCHIAIA: 66 anni e 7 mesi di età per le donne e gli uomini, con almeno 20 anni di contribuzione. ANTICIPATA: 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva per le donne, 42 anni e 10 mesi per gli uomini. OPZIONE DONNA: Rimane in vigore fino al 31/8/2016 la norma che consente alle lavoratrici che possiedono almeno 35 anni di contributi e hanno almeno 57 anni di età al di accedere al trattamento economico di pensione, a condizione che opti per il sistema di calcolo totalmente contributivo. Di conseguenza, se i requisiti sono maturati entro il 31/12/2015, il diritto alla pensione decorre dall 1/9/2016. Inoltre, è opportuno precisare che i l T r a t t a m e n t o d i f i n e s e r v i z i o viene e r o g a t o dopo 24 mesi dalla cessazione dal servizio. Le norme in vigore prima della riforma Fornero riguardano anche il personale docente che, ai sensi del comma 20-bis dell art. 14 della Legge 135/2012, si trova nelle condizioni di esubero per l anno scolastico e che non può essere utilizzato secondo i criteri stabiliti dal comma 17 - lett. a), b), c) - dello stesso art. 14; a condizione che abbia maturato entro il 31/8/2012 i requisiti per l accesso al trattamento di pensione previsti dalle norme previgenti.

7 LA CESSAZIONE D UFFICIO Il MIUR dispone la cessazione dal servizio al raggiungimento dei requisiti previsti dalle attuali norme: per la pensione di vecchiaia (66 anni e 7 mesi entro il 31/8/2016 e almeno 20 anni di contribuzione) o per quella anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne, 42 anni e 10 mesi per gli uomini sempre entro il 31/8/2016). Nei casi di pensione anticipata, la cessazione d ufficio non può essere disposta per il personale di età inferiore a 62 anni qualora sia prevista la penalizzazione. Resta altresì in vigore il diritto del dipendente di chiedere il trattenimento in servizio oltre il limite di età fino alla maturazione dell anzianità contributiva minima di 20 anni, indispensabile ai fini del trattamento di pensione, ma non oltre il 70 anno di età, quando si accede al trattamento di pensione con 5 anni di contributi. Per coloro che hanno maturato i requisiti per la pensione di anzianità entro il 31/12/2011, sulla base delle norme previgenti la riforma Fornero, se ancora in servizio, la cessazione d'ufficio avviene a condizione che raggiungano il 65esimo anno di età entro il 31 agosto TABELLE DI SINTESI PER COLLOCAMENTO A RIPOSO DAL 1^ SETTEMBRE 2016 TIPOLOGIA DI CESSAZIONE ANTICIPATA ANTICIPATA REQUISITI LEGGE FORNERO 42 ANNI E 10 MESI A PRESCINDERE ETA ANAGRAFICA 41 ANNI E 10 MESI A PRESCINDERE ETA ANAGRAFICA 66 ANNI E 7 MESI 20- ANNI CONTRIBUTI VECCHIAIA OPZIONE DONNA 57 ANNI E 3 MESI 35 ANNI CONTRIBUTI CONSEGUITI DESTINATARI ENTRO UOMINI DONNE UOMINI E DONNE DONNE LA SECONDO LA PREVIGENTE NORMATIVA TIPOLOGIA DI CESSAZIONE DI ANZIANITA DI VECCHIAIA REQUISITI ANTE - LEGGE FORNERO 40 ANNI DI CONTRIBUZIONE OPPURE QUOTA 96 (CIOE 61 ANNI E 35 DI CONTRIBUTI OVVERO 60 ANNI E 36 DI CONTRIBUTI) 61 ANNI E 20 DI CONTRIBUZIONE CONSEGUITI ENTRO DESTINATARI UOMINI E DONNE DONNE

8 CESSAZIONE D UFFICIO IN BASE ALL ETA TIPOLOGIA DI CESSAZIONE OBBLIGATORIA OBBLIGATORIA OBBLIGATORIA OBBLIGATORIA VOLONTARIA VOLONTARIA VOLONTARIA CESSAZIONE AL COMPIMENTO AL COMPIMENTO DEL 65 ANNI DI ETA SE IN POSSESSO DELLA QUOTA 96 O 40 ANNI DI CONTRIBUZIONE AL COMPIMENTO DEL 65 ANNO DI ETA SE IN POSSESSO DELL ANZIANITA CONTRIBUTIVA DI ANNI 41 E 10 DI CONTRIBUZIONE AL COMPIMENTO DEL 65 ANNO DI ETA SE IN POSSESSO DELL ANZIANITA CONTRIBUTIVA DI ANNI 42 E 10 DI CONTRIBUZIONE AL COMPIMENTO DI 66 ANNI E 7 MESI E 20 ANNI DI CONTRIBUZIONE SE IN POSSESSO DELL ANZIANITA CONTRIBUTIVA DI ANNI 42 E 10 DI CONTRIBUZIONE SE IN POSSESSO DELL ANZIANITA CONTRIBUTIVA DI ANNI 41 E 10 DI CONTRIBUZIONE SE IN POSSESSO DELL ANZIANITA CONTRIBUTIVA DI ANNI 40 REQUISITI CONSEGUITI ENTRO DESTINATARI UOMINI E DONNE DONNE UOMINI UOMINI E DONNE UOMINI DONNE UOMINI E DONNE LA PROROGA DEL COLLOCAMENTO A RIPOSO AD ISTANZA DI PARTE AL COMPIMENTO DEL 66 ^ ANNO DI ETA E 7 MESI SE NON SI E IN POSSESSO DI 20 ANNI DI CONTRIBUZIONE UOMINI E DONNE L INDENNITA DI BUONUSCITA L INPS con la circolare n.154 del , ha fornito chiarimenti in ordine alla tempistica e alle modalità di erogazione della buonuscita al personale del pubblico impiego (quindi anche della scuola). Il personale è stato classificato e distinto in ragione della maturazione del diritto a pensione, requisiti che si riflettono anche sulla erogazione della indennità di buonuscita. In particolare: Personale che ha maturato il diritto a pensione entro il : Termine di erogazione: 105 giorni per cessazione di vecchiaia; Termine di erogazione: 9 mesi cessazione per dimissioni Personale che ha maturato il diritto a pensione entro il : Termine di erogazione: 9 per cessazione di vecchiaia; Termine di erogazione: 24 mesi cessazione per dimissioni Personale che ha maturato il diritto a pensione dal Termine di erogazione: 12 per cessazione di vecchiaia; Termine di erogazione: 24 mesi cessazione per dimissioni

9 TABELLA A) DI RIEPILOGO E DI SINTESI TIPOLOGIA DI CESSAZIONE INABILITA O DECESSO CESSAZIONE PER CHI VANTA 40 ANNI DI CONTRIBUZIONE AL DIMISSIONI VOLONTARIE PER CHI VANTA QUOTA 96 AL CESSAZIONE VOLONTARIA PER MASSIMA ANZIANITA CONTRIBUTIVA DIRITTO A MATURATO ENTRO DIRITTO A MATURATO DAL AL DAL 1^ GENNAIO GIORNI 105 GIORNI 105 GIORNI 105 GIORNI 105 GIORNI 105 GIORNI 9 MESI 9 MESI 9 MESI 24 MESI 24 MESI LIMITI DI ETA 66 ANNI E 7 MESI 9 MESI 24 MESI RATEIZZAZIONE IN BASE ALLA SOMMA DA CORRISPONDERE RATE DIRITTO A MATURATO DIRITTO A ENTRO IL MATURATO DAL PRIMA RATA FINO A 90 MILA EURO LORDE FINO A 50 MILA EURO LORDE SECONDA RATA SOMMA ECCEDENTE 90 MILA E SOMMA ECCEDENTE 50 SINO A 150 MILA EURO MILA E SINO A 100 MILA TERZA RATA RESTANTE IMPORTO ECCEDENTE I 150 MILA EURO SOMMA ECCEDENTE 100 MILA EURO Per le liquidazioni dei trattamenti di importo lordo superiori a: 50 mila euro ai tempi di liquidazione indicati nella tabella A bisogna aggiungere altri 12 mesi dalla 1 liquidazione per percepire l importo compreso tra i 50 mila e i 100 mila euro ed attendere ulteriori 12 mesi per la liquidazione della parte eccedente, cioè oltre i 100mila euro. LA SEGRETERIA PROVINCIALE A CURA DEL SERVIZIO PENSIONI RESPONSABILE DOTT. G.DE SABATO REFERENTE SIG.RA MARGHERITA FALCO REFERENTE SIG.RA ANTONELLA RIZZI

10

11 Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA Foggia Via Nicola Delli Carri, 15 sito internet: Tel e fax Cell

Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014

Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014 Ente Nazionale di Assistenza Sociale ai Cittadini Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014 Ho 66anni e 3mesi d età Dal 01/09/2014 Vado in pensione RIUNIONE PERSONALE SCUOLA Dove vi rivolgete

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall INPS al raggiungimento di una determinata età anagrafica ed anzianità

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA 71121 Foggia Via Nicola Delli Carri, 15 sito internet: www.flpscuolafoggia.it Email: info@flpscuolafoggia.it

Dettagli

BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. a cura di Rosario Cutrupia

BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. a cura di Rosario Cutrupia BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola a cura di Rosario Cutrupia TIMBRO SEDE PROVINCIALE Cari colleghi, la riforma Fornero del sistema previdenziale (DL 201/2011, art. 24, convertito

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno qualche frecciata sulle pensioni. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2014, in modo schematico e il più chiaro possibile.

Dettagli

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE Considerata la moltitudine di norme e di disposizioni operative in materia previdenziale che hanno sostanzialmente modificato, nel corso del

Dettagli

GILDA DEGLI INSEGNANTI MODENA LE NUOVE REGOLE PER LE PENSIONI

GILDA DEGLI INSEGNANTI MODENA LE NUOVE REGOLE PER LE PENSIONI LE NUOVE REGOLE PER LE PENSIONI Personale della scuola norme in vigore dal 1 gennaio 2012 L articolo 24 del decreto legge n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni dalla legge n. 214 del

Dettagli

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA NAZIONALE FLP SCUOLA 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flpscuola.org Email: info@flpscuola.org tel. 06/42000358 06/42010899 fax.

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

LE PENSIONI ANTICIPATE NEL 2017 E 2018, COME E PER CHI

LE PENSIONI ANTICIPATE NEL 2017 E 2018, COME E PER CHI LE PENSIONI ANTICIPATE NEL 2017 E 2018, COME E PER CHI PENSIONE DI VECCHIAIA Per ottenere questa prestazione è necessario avere l età e almeno 20 anni di contributi versati. I requisiti differiscono a

Dettagli

CONFEDERAZIONE SINDACATO AUTONOMO EUROPEO

CONFEDERAZIONE SINDACATO AUTONOMO EUROPEO CONFEDERAZIONE SINDACATO AUTONOMO EUROPEO Cosenza, 21/12/2016 Piazza Loreto, 30-87100 Cosenza Tel & fax: 0984-33325 Cell.: 3478504747 e-mail: anpacosenza@alice.it Pensioni scuola: pubblicata la circolare

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B Anche quest anno sono cambiate alcune regole per l accesso alle pensioni. Ho cercato anche di esporre una sintesi delle possibili uscite nel 2011 e delle varie finestre, in modo chiaro e schematico. Spero

Dettagli

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni.

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni. Direzione centrale delle Prestazioni Roma, 31-12-2007 Messaggio n. 30923 Allegati 2 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 41 03.03.2016 Amianto, opzione donna e pensione anticipata: istruzioni dall INPS Categoria: Previdenza e Lavoro Sottocategoria:

Dettagli

Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/ Termini e modalità di presentazione e/o revoca delle istanze di cessazione

Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/ Termini e modalità di presentazione e/o revoca delle istanze di cessazione Prot. n. 6017 Forlì, 20/12/2016 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Provincia Loro Sedi p.c. alle OO.SS. della Scuola Loro Sedi Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2017 D.M.

Dettagli

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni 1 Prot. n. 13 /P/ C2 Forlì, 02/01/2014 AI DIRIGENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA LORO SEDI p.c. ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA LORO SEDI OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2014

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 131 30.06.2014 Personale in esubero: i termini di liquidazione L Istituto previdenziale riepiloga i termini di liquidazione

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA 71121 Foggia Via Nicola Delli Carri, 15 sito internet: www.flpscuolafoggia.it Email: info@flpscuolafoggia.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area Personale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area Personale Prot. n VII-8 2980 del 12.02.2014 Circolare n 3 del 12.02.2014 Allegati n A A Tutto il Personale Docente Tutto il Personale Tecnico Amministrativo LORO SEDI OGGETTO: Legge di Stabilità 2014: novità in

Dettagli

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni 1 Prot. n. 8786/P/C2 Forlì, 28 dicembre 2012 AI DIRIGENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA LORO SEDI p.c. ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA LORO SEDI OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA

Dettagli

CUMULO Note e Quesiti. Roma 13 Novembre 2017

CUMULO Note e Quesiti. Roma 13 Novembre 2017 CUMULO Note e Quesiti Roma 13 Novembre 2017 MATURAZIONE REQUISITI TRATTAMENTO ANTICIPATO ENPAM QUOTA A La pensione ordinaria di vecchiaia Quota A e la pensione ordinaria di vecchiaia Quota B sono concesse

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B Quest anno sono cambiate alcune regole per l accesso alle pensioni. Ho cercato anche di esporre una sintesi delle possibili uscite nel 2010 e delle varie finestre, in modo chiaro e schematico. Spero di

Dettagli

News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata.

News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata. News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata. Consulta l'approfondimento riguardante: - PENALIZZAZIONI - PENSIONE ANTICIPATA PENALIZZAZIONI Normativa e Commenti TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE

Dettagli

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n.

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. N.4/2008 Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. 60 del 15/5/2008 Il 29 dicembre 2007 è stata pubblicata nella Gazzetta

Dettagli

NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI

NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI BERGAMO NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI Neanche le modifiche apportate alla Camera con la conversione del Decreto migliorano la finanziaria del Governo

Dettagli

A cura della RSU UPS Italia Milano e Vimodrone. Febbraio 2017

A cura della RSU UPS Italia Milano e Vimodrone. Febbraio 2017 A cura della RSU UPS Italia Milano e Febbraio 2017 Alcuni criteri generali ed essenziali: 1) adozione del sistema contributivo per tutti: sistema basato sui contributi versati, piuttosto che sulla media

Dettagli

PENSIONI PERSONALE AGGIORNAMENTO DOPO

PENSIONI PERSONALE AGGIORNAMENTO DOPO PENSIONI PERSONALE CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO COMPARTO S C U O L A DAL 01/09/2012 AGGIORNAMENTO DOPO LA PUBBLICAZIONE IN G.U. N.155 DEL 06/07/2011 DELLA MANOVRA ESTIVA 2011 Gli interventi in materia

Dettagli

UFFICIO VIII - AMBITO TERRITORIALE DI VICENZA

UFFICIO VIII - AMBITO TERRITORIALE DI VICENZA Prot. n. 254 del 14/01/2016 Settore: pensioni-riscatti Ai Dirigenti Scolastici Istituti Scolastici ogni ordine e grado della provincia di Vicenza LORO SEDI e, p.c. All INPS Gestione ex INPDAP Corso SS

Dettagli

TFS: BREVI INDICAZIONI SULLE MODALITA DI CALCOLO E SUI TEMPI DI LIQUIDAZIONE

TFS: BREVI INDICAZIONI SULLE MODALITA DI CALCOLO E SUI TEMPI DI LIQUIDAZIONE TFS: BREVI INDICAZIONI SULLE MODALITA DI CALCOLO E SUI TEMPI DI LIQUIDAZIONE Con la doverosa premessa che trattasi di materia complessa ed in continua evoluzione, intendiamo offrire alcune sintetiche e

Dettagli

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Oggetto: L. n. 247/2007 - Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l equità e

Dettagli

Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto

Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto di Alberto Forti A tutti i dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000 l INPDAP eroga la cosiddetta

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2017, in modo schematico e il più chiaro possibile. Non ho preso in considerazione

Dettagli

Ufficio VII - Ambito territoriale di Forlì-Cesena e Rimini sede provinciale di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni

Ufficio VII - Ambito territoriale di Forlì-Cesena e Rimini sede provinciale di Forlì-Cesena. Ufficio Pensioni Prot. n. 7106/C2/Pens. Forlì, 28/12/2015 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Provincia Loro Sedi p.c. alle OO.SS. della Scuola Loro Sedi OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2016

Dettagli

Prot. n. AOODRCAL Catanzaro, 09/01/2014

Prot. n. AOODRCAL Catanzaro, 09/01/2014 Prot. n. AOODRCAL - 362 Catanzaro, 09/01/2014 AI DIRIGENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE CALABRIA LORO SEDI AL DIRIGENTE DELL UFFICIO IX ATP DI REGGIO CALABRIA AI RESPONSABILI

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2016, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

Loro sedi. Oggetto: Campagna pensionamento scuola 2012- invio testo volantone.

Loro sedi. Oggetto: Campagna pensionamento scuola 2012- invio testo volantone. Roma, 17 marzo 2012 Circ. n. 30 Inca prot. n. 23 All'attenzione dei responsabili delle strutture territoriali di Flc - Inca - Spi Loro sedi Oggetto: Campagna pensionamento scuola 2012- invio testo volantone.

Dettagli

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE

Dettagli

SCHEDA DELLE NOVITA PREVIDENZIALI INTRODOTTE DALLA L. 111/2011 (D.L. 98/2011) E DALLA L. 148/2011 (D.L.138/2011).

SCHEDA DELLE NOVITA PREVIDENZIALI INTRODOTTE DALLA L. 111/2011 (D.L. 98/2011) E DALLA L. 148/2011 (D.L.138/2011). SCHEDA DELLE NOVITA PREVIDENZIALI INTRODOTTE DALLA L. 111/2011 (D.L. 98/2011) E DALLA L. 148/2011 (D.L.138/2011). Modifiche per chi dovrà accedere alla pensione (dipendenti del settore pubblico) 1. Anticipo

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 77 24.04.2015 Pensione: importo massimo e riduzione percentuale Via libera al ricalcolo delle pensioni troppo alte. Gli importi

Dettagli

Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/ Termini e modalità di presentazione e/o revoca delle istanze di cessazione

Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/ Termini e modalità di presentazione e/o revoca delle istanze di cessazione Prot. n. 5558 Forlì, 28/11/2017 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Provincia Loro Sedi p.c. alle OO.SS. della Scuola Loro Sedi Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2018 D.M.

Dettagli

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.)

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) I lavoratori che alla data del 31.12.1995 hanno un anzianità contributiva inferiore a 18 anni possono optare per il sistema

Dettagli

A cura di Villiam Zanoni

A cura di Villiam Zanoni 1 2 Le norme ordinamentali lavoristiche D.P.R. n 1092/1973, articolo 4 (STATO - 65 anno di età) Legge n 70/1975, articolo 12 (EPNE - 65 anno di età) D.P.R. n 761/1979, articolo 53 (SANITA - 65 anno di

Dettagli

OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2007- D.M. n.67 del 6/11/2006 e C.M. N. 68 del 9/11/2006.

OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2007- D.M. n.67 del 6/11/2006 e C.M. N. 68 del 9/11/2006. Prot. n. 10469/P/C2 Forlì, 13 novembre 2006 AI DIRIGENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA p.c. ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA p.c. AGLI ENTI DI PATRONATO OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA

Dettagli

VADEMECUM PENSIONE 2018

VADEMECUM PENSIONE 2018 Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche COORDINAMENTO NAZIONALE FLP SCUOLA Roma,12 novembre 2017 VADEMECUM PENSIONE 2018 IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA NEL 2018 Come già

Dettagli

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI La liquidazione è un diritto di ogni lavoratore certo ed esigibile dal momento in cui cessa dal servizio Il datore di lavoro privato è tenuto

Dettagli

Area E- Attività relative al trattamento di fine rapporto, riscatti e gestione giuridica del

Area E- Attività relative al trattamento di fine rapporto, riscatti e gestione giuridica del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA Ufficio XVII Ambito Territoriale di Milano Area E- Attività relative al trattamento di fine rapporto,

Dettagli

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti)

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) pagina 1 INDICE INDICE: La Previdenza di base Evoluzione storica Iscrizione e contributi Gestione Speciale Commercianti Il procedimento

Dettagli

Prot. n. 47/c14 Cesena, 8 gennaio CIRCOLARE N. 78 Al personale dell Istituto - Sede. Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2013.

Prot. n. 47/c14 Cesena, 8 gennaio CIRCOLARE N. 78 Al personale dell Istituto - Sede. Oggetto: Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2013. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "Blaise Pascal" P.le Macrelli, 100-47521 Cesena Tel. 0547 22792 Fax 0547 24141 - Cod.fisc. 81008100406 - Cod.Mecc. FOTF010008 e-mail: fotf010008@istruzione.it Prot.

Dettagli

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2011

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2011 PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2011 Personale docente, educativo e ATA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E LORO EVENTUALE REVOCA dal 12 gennaio 2011 all 11 febbraio 2011 ESCLUSIVAMENTE ON LINE CON POLIS MODALITA

Dettagli

QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE?

QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE? QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE? Estratto della relazione di Marco Perelli Ercolini tenuta al Convegno su La previdenza del Medico e dell Odontoiatra tenuta il giorno 13 ottobre

Dettagli

La Riforma del sistema previdenziale

La Riforma del sistema previdenziale La Riforma del sistema previdenziale Decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 Manovra del governo Monti Dal 1 gennaio 2012: introduzione del metodo contributivo di calcolo delle pensioni, secondo il meccanismo

Dettagli

Pensione di vecchiaia: requisiti dal 2017 in poi

Pensione di vecchiaia: requisiti dal 2017 in poi Pensione di vecchiaia: requisiti dal 2017 in poi Requisiti di età per la pensione di vecchiaia ordinaria, contributiva, anticipata per invalidità, con Ape: quali sono e come aumenteranno negli anni. La

Dettagli

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente DL 201 DEL 6/12/2011 E N 216/2011 E DELLE PRIME INDICAZIONI AMMINISTRATIVE (circolare INPS 14 marzo 2012, n 35) 1995 - DINI L. 335 (CONTRIBUTIVO/GESTIONE

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI CATANIA

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI CATANIA Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI CATANIA Via Campania 16 95014 Giarre (CT) www.flpscuolacatania.weebly.com - email: flpscuolact@tiscali.it - pec:flpscuolacatania@pec.it

Dettagli

ENPAM E CUMULO. Dott. Vittorio Pulci

ENPAM E CUMULO. Dott. Vittorio Pulci ENPAM E CUMULO Dott. Vittorio Pulci CUMULO: UNA CONQUISTA PER LE CATEGORIE PROFESSIONALI. LE PROSPETTIVE DELLA LEGGE DI BILANCIO Roma 13 Novembre 2017 LA RICONGIUNZIONE DEI CONTRIBUTI Legge 7 febbraio

Dettagli

15 MARZOO 2012 Numero 2

15 MARZOO 2012 Numero 2 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo http://www.cgil.bergamo.it/sito_inca/index.htm 15 MARZOO 2012 Numero 2 CIRCOLARE INPS n 35-14 MARZO 2012 LEGGE 214

Dettagli

Roma, 01/10/2003. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Roma, 01/10/2003. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Trattamenti Pensionistici Ufficio I Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 01/10/2003 Ai Direttori

Dettagli

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Oggetto: Manovra Finanziaria Novità in materia previdenziale Facciamo seguito alle precedenti comunicazioni

Dettagli

Ufficio 6 ruolo e pensioni Via Coazze n. 18 10138 Torino

Ufficio 6 ruolo e pensioni Via Coazze n. 18 10138 Torino Ufficio 6 ruolo e pensioni Via Coazze n. 18 10138 Torino. Torino, 16 marzo 2012 Circolare n.191 Prot. n. 2758 AI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO LORO SEDI OGGETTO:

Dettagli

SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza. La previdenza del Medico e dell Odontoiatra

SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza. La previdenza del Medico e dell Odontoiatra SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza sabato 13 ottobre 2012 La previdenza del Medico e dell Odontoiatra Un mio collegiale saluto a tutti i Colleghi presenti Chissà se

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PENSIONISTICHE (forme esclusive dell AGO)

LE NUOVE REGOLE PENSIONISTICHE (forme esclusive dell AGO) 2012 - LE NUOVE REGOLE PENSIONISTICHE (forme esclusive dell AGO) Con decorrenza dal 1.1.2012 le tipologie di pensione a cui si potrà accedere saranno due: - Pensione di vecchiaia - Pensione anticipata

Dettagli

Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero

Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero Come è oramai noto il protocollo sul Welfare firmato da Governo e sindacati e trasformato in legge n. 247 del 24 dicembre 2007,

Dettagli

Roma, 08/01/2008. e, p.c.

Roma, 08/01/2008. e, p.c. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 08/01/2008

Dettagli

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007)

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) Tab. 1 nuovi requisiti per le pensioni di anzianità ANNO REQUISITI (età + anni di contribuzione) Dal 1/1/08 al 30/6/09 58

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio VII Ambito Territoriale Avellino

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio VII Ambito Territoriale Avellino Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio VII Ambito Territoriale Avellino Area 1 Ufficio Pensioni e Riscatti Ai DIRIGENTI Scolastici

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca C.M. n. 98 Roma, 20 dicembre 2012 Prot. n. AOODGPER 9733 Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Ai DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI Al Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di TRENTO Alla Sovrintendenza

Dettagli

Come si va in pensione nel 2017

Come si va in pensione nel 2017 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 178 Marzo 2017 Questo articolo è stato redatto da Salvatore Martorelli per la rivista Dirigenti Industria Come si va in pensione nel 2017 Diciotto

Dettagli

I SISTEMI PREVIDENZIALI INPDAP ed ENPAM, DOPO LE RIFORME

I SISTEMI PREVIDENZIALI INPDAP ed ENPAM, DOPO LE RIFORME XXIII CONGRESSO NAZIONALE SIMET Roccella Ionica, 12/16 settembre 2012 I SISTEMI PREVIDENZIALI INPDAP ed ENPAM, DOPO LE RIFORME modifiche INPDAP (e INPS) sistema previdenziale INPDAP modifiche recenti e

Dettagli

Opzione donna. Ultime novità anno 2017

Opzione donna. Ultime novità anno 2017 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 168 Gennaio 2017 Opzione donna Ultime novità anno 2017 La legge 11 dicembre 2016 n 232 Legge di bilancio 2017 commi 222 e 223 ha portato importanti

Dettagli

OGGETTO: D.M. N. 941 DEL 1/12/2016 CESSAZIONI DAL SERVIZIO DAL 1 SETTEMBRE 2017

OGGETTO: D.M. N. 941 DEL 1/12/2016 CESSAZIONI DAL SERVIZIO DAL 1 SETTEMBRE 2017 AI DOCENTI INTERESSATI AL PERSONALE ATA INTERESSATO SEDE CIRCOLARE N.39 OGGETTO: D.M. N. 941 DEL 1/12/2016 CESSAZIONI DAL SERVIZIO DAL 1 SETTEMBRE 2017 Oggetto: D.M. 941 del 1 dicembre 2016. Cessazioni

Dettagli

PENSIONANDI DAL 01/09/2018 DAL 02/09/2017 E' POSSIBILE PRESENTARE ON LINE. DOMANDA DI PENSIONE INPS gestione Pubblica-Cassa Stato

PENSIONANDI DAL 01/09/2018 DAL 02/09/2017 E' POSSIBILE PRESENTARE ON LINE. DOMANDA DI PENSIONE INPS gestione Pubblica-Cassa Stato Sede di Verona: via E. Duse, 20 37124 Verona tel. 045915777 e 0458340923 fax 045915907 Sede di Legnago: (@mail): veneto.vr@snals.it PEC (@mail certificata):veneto.vr@pec.snals.it via Frattini, 78 37045

Dettagli

Scritto da Perziani Domenica 01 Aprile 2012 18:18 - Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Aprile 2012 08:16

Scritto da Perziani Domenica 01 Aprile 2012 18:18 - Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Aprile 2012 08:16 IL VECCHIO MONDO - I DIRITTI ACQUISTI di PIETRO PERZIANI (Aprile 2012) La legge 214/2011 fissa i confini tra il vecchio e il nuovo sistema, tra il vecchio e il nuovo mondo, al comma tre dell art. 24, primo

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 198 25.10.2016 INPGI: primi chiarimenti sulla riforma previdenziale Dal 1 gennaio 2017, la pensione dei giornalisti sarà calcolata

Dettagli

CIRCOLARE INPS DEL 05/06/2014 PAGAMENTO TFS E TFR PER I DIPENDENTI PUBBLICI. INPS n. 73 del 5 giugno 2014 recante le nuove regole introdotte dalla

CIRCOLARE INPS DEL 05/06/2014 PAGAMENTO TFS E TFR PER I DIPENDENTI PUBBLICI. INPS n. 73 del 5 giugno 2014 recante le nuove regole introdotte dalla FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

I nuovi requisiti per la pensione dal 2016

I nuovi requisiti per la pensione dal 2016 I nuovi requisiti per la pensione dal 2016 Aumentano dal 2016 i requisiti per andare in pensione, in attuazione dell alle, con quattro mesi in più di età e un di 0,3 punti per chi ancora si ritira con

Dettagli

INFORMATICONUIL CHI PUO ANDARE IN PENSIONE

INFORMATICONUIL CHI PUO ANDARE IN PENSIONE Agli istituti in indirizzo, con preghiera di affissione all'albo sindacale. Cordiali Saluti Roberto Rossi Uil Scuola Cesena Via Dell'Amore 42/A - 47521 - Cesena (FC) Mail: uilscuola@uilcesena.it Mail:

Dettagli

I criteri di pensionamento Fornero

I criteri di pensionamento Fornero Le schede della Fisac Cgil Roma e Lazio Versione ottobre 2016 I criteri di pensionamento Fornero Indice 1. I nuovi criteri pensionistici 2. La pensiona anticipata 3. La pensione di vecchiaia 4. Accesso

Dettagli

Pensione Anticipata senza requisito di età e PENALIZZAZIONI

Pensione Anticipata senza requisito di età e PENALIZZAZIONI Pensione Anticipata senza requisito di età e PENALIZZAZIONI la presentazione è stata conclusa in data 31 luglio 2014 ogni successiva disposizione normativa e amministrativa che ne modifichi significativamente

Dettagli

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima Sistema retributivo = anzianità pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema misto = anzianità inferiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema contributivo = chi inizia per la prima volta a lavorare dal

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 44 03.03.2017 INPGI: la nuova riforma previdenziale Ecco le novità principali sulla nuova riforma previdenziale dell INPGI Categoria:

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1606000000 - Direzione Risorse Umane e Finanziarie SERVIZIO 1606080000 - SERVIZIO AMMINISTRAZIONE GIURIDICA DEL PERSONALE N DETERMINAZIONE 1625 OGGETTO: dipendente dott.ssa Maria Angela

Dettagli

Prot. n. 206 U.O. IX lì, 13/1/2009

Prot. n. 206 U.O. IX lì, 13/1/2009 MINISTERO dell ISTRUZIONE dell UNIVERSITA e della RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Ufficio Scolastico Provinciale di Bari Prot. n. 206 U.O. IX lì, 13/1/2009 Ai Dirigenti Scolastici delle

Dettagli

dello Snals Confsal di Verona a cura del Prof. Renzo Boninsegna CESSAZIONI e PENSIONI INPS

dello Snals Confsal di Verona a cura del Prof. Renzo Boninsegna CESSAZIONI e PENSIONI INPS Sede di Verona: via E. Duse, 20 37124 Verona tel. 045915777 e 0458340923 fax 045915907 veneto.vr@snals.it veneto.vr@pec.snals.it Sede di Legnago:via Frattini, 78 37045 Legnago tel.0442601546 fax 044228999

Dettagli

Cessazioni dal servizio con decorrenza 1 settembre 2015

Cessazioni dal servizio con decorrenza 1 settembre 2015 Con D.M. n. 886 del 01/12/2014 il M.I.U.R. ha fissato al 15 gennaio 2015, il termine entro cui il personale docente, educativo ed A.T.A. può presentare domanda di cessazione dal servizio a decorrere dal

Dettagli

Roma, 17 gennaio 2017

Roma, 17 gennaio 2017 Roma, 17 gennaio 2017 n.04/2017 Pensioni: novità dal 1 gennaio 2017 Con l entrata in vigore della legge n. 232/2016 (legge di bilancio 2017) ci troviamo di fronte ad alcune novità in materia pensionistica

Dettagli

LA DISCIPLINA DEL CUMULO LEGGE N. 232 (LEGGE BILANCIO 2017)

LA DISCIPLINA DEL CUMULO LEGGE N. 232 (LEGGE BILANCIO 2017) LA DISCIPLINA DEL CUMULO LEGGE 11.12.2016 N. 232 (LEGGE BILANCIO 2017) LEGGE N. 228/2012 L istituto del cumulo gratuito è stato introdotto dall art. 1, comma 239 e seguenti, della legge 24 dicembre 2012,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO X AMBITO TERRITORIALE LECCE Via Cicolella, 11 73100 Lecce Tel. Centralino:

Dettagli

VENEZIA Mestre via della Montagnola 37 - tel. 041 544 11 33

VENEZIA Mestre via della Montagnola 37  - tel. 041 544 11 33 VENEZIA Mestre via della Montagnola 37 www.liberosinfub.com - tel. 041 544 11 33 Notizi e e d a ppro fo ndi m e nti p er i Lavor a to ri de l Gruppo V e ne to Ba nc a 7 n o v e m b r e 2 0 1 3 Gli argomenti

Dettagli

LE NUOVE PENSIONI.

LE NUOVE PENSIONI. LE NUOVE PENSIONI Dalla legge di Bilancio per il 2017 le misure per aumentare le possibilità di lasciare il lavoro prima dei requisiti fissati dalla riforma Fornero www.antoniodepoli.it Cumulo dei contributi

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 217 02.12.2015 Facoltà di computo: le linee guida dell INPS Categoria: Previdenza e Lavoro Sottocategoria: Inps L INPS, con la

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Schede informative: PREVIDENZA - La pensione Dopo il Decreto Salva Italia Monti - Legge n. 214/2011 Dal 2012 la riforma previdenziale impone un sistema fondato su due pilastri: la nuova pensione di vecchiaia

Dettagli

MIUR.AOOUSPFG.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOOUSPFG.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOOUSPFG.REGISTRO UFFICIALE(U).0012294.22-12-2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Ufficio V - Ambito territoriale per la Provincia

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 PRIMA e DOPO La legge di stabilità 2016 Art. 24, comma 10, DL 201/2011 Art. 1, comma 113, L. 190 /2014) La pensione anticipata La pensione anticipata si consegue con un requisito contributivo uguale per

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il Personale scolastico C.M. n. 23 Prot. n. AOODGPER. 1814 Roma, 12 marzo 2012 Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Ai DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI Al Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di TRENTO Alla Sovrintendenza

Dettagli

Legge n. 214 del (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011)

Legge n. 214 del (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Legge n. 214 del 22.12.2011 (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Interventi in materia previdenziale Giulianova, 26 febbraio 2012 Legge n. 214 del 22.12.2011 Dal 2012 nuovi requisiti

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI SEDE

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI SEDE Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Contributi e Prestazioni Direzione Prestazioni Previdenziali CIRCOLARE N. 1, DEL 14/01/2009

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Trattamento Economico del Personale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Trattamento Economico del Personale USG 246 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Trattamento Economico del Personale Servizio Trattamento di Quiescenza OGGETTO: Novità introdotte dal D.R. n 78 del 31/05/2010, convertito con modifiche

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 73 19.04.2016 Part-time agevolato: firmato il Decreto Via libera all invecchiamento attivo: potranno sceglierlo i lavoratori

Dettagli

Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi.

Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi. Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi. Pubblicata dall INPDAP, in data 9 novembre 2011, la circolare n 16, avente come oggetto Interventi in 1.1) Documentazione disponibile > INPDAP, 9 novembre

Dettagli

Prot. n. 26 Area IV Pensioni e Riscatti Bari, 09 /01/2013 Coordinatore Angela Battista

Prot. n. 26 Area IV Pensioni e Riscatti Bari, 09 /01/2013 Coordinatore Angela Battista MINISTERO dell ISTRUZIONE dell UNIVERSITA e della RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO VII Ambito Territoriale per la Provincia di Bari Via Re David, 178/f c.a.p. 70125 e-mail: usp.ba@istruzione.it

Dettagli