COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia"

Transcript

1 COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Marca da bollo da 11,00. Al Comune di Monsummano Terme Settore Gestione e Pianificazione del Territorio DOMANDA DI CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA relativa alla definizione degli illeciti edilizi ai sensi della Legge Regione Toscana n. 53 del 20/10/2004 Dati relativi al richiedente: Il Sottoscritto : cognome o denominazione nome codice fiscale / partita i.v.a. luogo di nascita data di nascita Comune di residenza indirizzo di residenza c.a.p. in qualità di (1) in nome e per conto di codice fiscale / partita i.v.a. in qualità di (1) CHIEDE il rilascio della concessione edilizia in sanatoria ai sensi della Legge Regionale Toscana n. 53 del 20/10/2004, in conformità ai principi dell art. 32 del D.L. 30/09/2003 n. 269, come convertito con 1

2 modificazioni dalla L. 24/11/2003 n. 326 e modificato dalla L. 24/12/2003 n. 350, ed in attuazione dell art. 5 del D.L. 12/07/2004 n.168, convertito con modifiche dalla L. 30/07/2004 n. 191, per le opere abusivamente realizzate in Comune di Monsummano Terme nella unità immobiliare di seguito descritta: Dati relativi all illecito edilizio: Localizzazione: Indirizzo dell unità immobiliare Catasto Fabbricati Foglio di mappa particella sub. Catasto Terreni Foglio di mappa particelle Destinazione urbanistica: Immobile soggetto a vincoli di tutela no si Specificare quale tipo di vincolo: Idrici - ambientali paesaggistici infrastrutturali:.. Descrizione sintetica dell illecito edilizio: Destinazione d uso residenziale non residenziale Tipologie di abuso Classificazione giuridica dell intervento abusivo ( artt. 3e 4, L.R. n.52 e s.m. ed integrazioni, ovvero artt. 2 e 3 del Vigente Regolamento Comunale). - Opere soggette a Concessione edilizia come indicato nel R.E. vigente art.2 comma.. lettera ; - Opere soggette a Denuncia Inizio Attività come indicato nel R.E. vigente art.3 comma.. lettera ; 2

3 stato dei lavori alla data del 31 marzo 2003 ultimati SI NO parzialmente Per le opere di cui all art.2, comma 1, lettera a) L.R. n.53/2004 indicare il titolo edilizio in difformità dal quale sono state realizzate: Licenza edilizia n. del Concessione edilizia n. del Ai fini della verifica della volumetria complessiva ammessa a sanatoria ai sensi delll art.2 comma 2 lettere a) e c) (200 mc. per destinazioni residenziali ) e (300mc. per destinazioni non residenziali) indicare se l unità abitativa oggetto di sanatoria ricade all interno di un complesso condominiale e se l edificio comprendente le unità immobiliare è stato realizzato con un unica concessione edilizia. Precedenti atti abilitativi concessioni edilizie del Denuncia d Inizio d attività presentata: Precedenti condoni presentati : Procedimenti in corso: Allegati: Il sottoscritto allega la seguente documentazione obbligatoria per la validità della presente domanda: 1. Fotocopia di valido documento di riconoscimento dell intestatario della domanda ; 2. Attestazione del versamento oblazione allo Stato sul C/C postale n intestato a - Poste Italiane - Oblazione Abusivismo Edilizio ; 3. Attestazione del versamento del 10% dell oblazione dovuta allo stato, al Comune di Monsummano Terme sul C/C n Servizio Tesoreria Comune Monsummano Terme specificando nella causale che si tratta del 10% oblazione condono 2004 ; 4. Attestazione del versamento degli oneri concessori al Comune di Monsummano Terme sul C/C n Servizio Tesoreria Comune Monsummano Terme determinati secondo le tabelle oneri aggiornate ai nuovi costi medi regionali di cui alle LRT n.52/99 e 71/99 con determina dirigenziale n.6 del 09/01/2004, (Allegato E) specificando nella causale del versamento che si tratta di oneri concessori condono 2004 e gli importi distinti in : 5. Oneri di urbanizzazione primaria 6. Oneri di urbanizzazione secondaria 3

4 7. Costo di costruzione 8. Dichiarazione ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, nella quale il richiedente attesti di non avere carichi pendenti in relazione ai delitti di cui agli artt. 416 bis (associazione di tipo mafioso), 648 bis (riciclaggio) e 648 ter (impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita) del Codice Penale (Allegato A) ; 9. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta, ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, dalla quale risulti la descrizione dell opera per la quale si chiede il titolo abilitativo edilizio in sanatoria e lo stato dei lavori relativo, oltre alle altre informazioni indicate nel facsimile di questo Comune di Monsummano Terme (Allegato B); 10. Documentazione fotografica in originale e ben leggibile delle opere abusive, con schema grafico dei punti di ripresa; 11. Perizia giurata sulle dimensioni e sullo stato delle opere alla data del 31/03/2003 se i lavori sono da completare, ancorché ultimati al rustico o non ultimati ai sensi dell art. 43 della legge 47/85; 12. Altra documentazione prescritta dal Comune: (vedi allegato C) Data firma del richiedente 4

5 (Allegato A) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28/12/2000 n.445) Relativamente al comma 1.a dell art.39 Legge724/94 come modificato dal comma 37 lett. b) art.2 Legge 662/96 Il sottoscritto.. nato a.. il residente a..via..... in qualità di: (a) proprietario (b) comproprietario (c) erede (d) coerede (e) socio (f) amministratore (g) usufruttuario (h) altro.. dell unità immobiliare posta in.via..., ai sensi e per gli effetti dell art. 46 D.P.R. 28/12/2000 n.445, al fine di non incorrere nelle esclusioni disposte dal primo comma dell art.39 Legge 724/94 DICHIARA - di non essere sottoposto a procedimento penale per gli artt 416 bis Associazione di tipo mafioso- 648 bis Riciclaggio e 648 ter del Codice Penale. - di non aver subito condanne con sentenza passata in giudicato per i reati di cui agli artt. 416 bis e 648 bis del Codice Penale. - di essere consapevole delle sanzioni penali cui può andare incontro in caso di falsità e di dichiarazioni mendaci, come previsto dall art. 76 D.P.R. 28/12/2000 n.445; - di essere consapevole che in caso di dichiarazioni non veritiere il sottoscritto decade dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base della presente dichiarazione, come previsto dall art. 75 D.P.R. 28/12/2000 n.445; Si avverte che in caso di dichiarazione mendace, il dichiarato sarà perseguito ai sensi e per gli effetti dell art. 483 del Codice Penale. Data Firma - Si allega copia di documento di riconoscimento in corso di validità. 5

6 Allegato C La domanda (come sopra presentata, completa di tutti gli allegati suddetti, con la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà compilata in ogni sua parte) deve essere integrata entro 180 giorni dal 10/12/2004 con: denuncia in catasto dell immobile oggetto di illecito edilizio e della documentazione relativa all attribuzione della rendita catastale e del relativo eventuale frazionamento (denuncia e planimetria con inserite le opere abusive dichiarata conforme all originale presentato in catasto da parte di un tecnico abilitato all esercizio della libera professione); denuncia ai fini dell imposta comunale degli immobili (I.C.I.) di cui al D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504; ove dovuto, le denunce ai fini della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e per l occupazione del suolo pubblico; elaborati grafici quotati in triplice : copia stato precedente all abuso stato attuale stato sovrapposto - (più ulteriore copia per ogni vincolo) idonei ad illustrare l intervento, correlati dal calcolo delle superfici e delle volumetrie abusive conformemente a quanto dichiarato nella istanza di condono; se l opera è stata dichiarata da completare (lavori ultimati al rustico o non ultimati ai sensi dell art. 43 della legge 47/85) all atto di presentazione dell istanza di condono, copia del progetto di completamento presentato al competente Ufficio del Servizio Edilizia Privata del Comune di Monsummano Terme; per la sanatoria di illeciti edilizi di volumi pertinenziali la cui destinazione d uso è a diretto servizio dell abitazione, è necessario atto pubblico di vincolo pertinenziale del manufatto all edificio principale, registrato e trascritto. Successivamente al rilascio della concessione edilizia in sanatoria, viene rilasciata, l abitabilità o l agibilità ai sensi dell art.35 comma 19 della legge n. 47/85 in deroga ai requisiti igienici sanitari fissati da norme regolamentari. Il proprietario dovrà fare domanda in bollo allegando dichiarazione del tecnico ai sensi dell art.35 comma 19 Legge n.47/85 : Le opere sanate non contrastano con le disposizioni vigenti in materia di sicurezza statica di prevenzione degli incendi e degli infortuni. 6

7 Allegato B DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) Il sottoscritto nato a il codice fiscale e residente in Via N C.a.p. nella sua qualità di (1) in nome e per conto di c.f./partita i.v.a., ai sensi e per gli effetti dell art. 47 del D.P.R. 28/12/2000 n.445, sotto la propria responsabilità DICHIARA 1. che l illecito edilizio oggetto della domanda di concessione edilizia in sanatoria, della quale la presente dichiarazione è parte integrante, è stato realizzato nella unità immobiliare posta in Monsummano Terme : via N piano, destinata a (2) censita al Catasto Fabbricati nel foglio di mappa n alla particella/e subalterno categoria catastale (ovvero insistente su terreno censito al Catasto Terreni nel foglio di mappa n alla particella ), di proprietà del Sig. nato a il codice fiscale/partita i.v.a. ; 2. che l illecito edilizio è stato commesso su un edificio composto da: una sola unità abitativa; n unità abitative, di cui quella in questione ha quale quota millesimale /1000; nessuna unità abitativa; 3. che l area e/o l immobile nel quale è posta l unità immobiliare oggetto di illecito edilizio è sottoposta ai seguenti vincoli: 7

8 4. che la destinazione urbanistica della zona e la classe dell edificio nella quale è posta l unità immobiliare oggetto di illecito edilizio in riferimento allo strumento urbanistico è la seguente: che l illecito edilizio oggetto della presente domanda in sanatoria è stato realizzato in assenza di titolo ovvero in difformità da ; 5. di aver presentato n domande di concessione in sanatoria ai sensi della Legge Regione Toscana n. 53 del 20/10/2004 pubblicata sul B.U.R.T. n. 40 del 27/10/2004; 6. che le illecito edilizio oggetto della presente domanda in sanatoria consiste in: ed è classificabile giuridicamente ai sensi degli ( artt. 3e 4, L.R. n.52 e s.m. ed integrazioni, ovvero agli artt.2 e 3 del Regolamento comunale vigente) e che le stesso alla data del 31/03/2003 risultava: ultimato in data ; non ultimato; parzialmente ultimato; 7. che la tipologia di abuso (di cui all allegato 1 del D.L. 30/09/2003 n. 269 come convertito con modificazioni dalla Legge 24/11/2003 n. 350), in riferimento all illecito edilizio sopra descritto, è la n (4): 8. che le dimensioni dell abuso, in riferimento all illecito sopra descritto sono le seguenti: mq. (netti) mc. (lordi) e, ai fini del calcolo degli oneri concessori: S.U.L. (Superficie Utile Lorda) mq. Altezza ml. Volume mc. 9. che, in riferimento all illecito sopra descritto, l oblazione di competenza statale, stabilita nella tabella C allegata al D.L. 30/09/2003 n. 269 e versata sul c/c postale n , è pari ad. (5); 8

9 10. che, in riferimento all illecito sopra descritto, l oblazione di competenza comunale, stabilita dall art. 3 della Legge Regione Toscana n. 53 del 20/10/2004 nella misura del 10% di quella di competenza statale e versata sul c/c postale n , è pari ad. ; 11. che gli oneri concessori dovuti ai sensi dell art. 4 della Legge Regione Toscana n. 53 del 20/10/2004 e versati sul c/c postale n , in riferimento all illecito sopra descritto e alla destinazione urbanistica della zona e alla classe dell edificio (vedi determina dirigenziale n.6 del 09/01/2004, applicando la maggiorazione del 100% dei valori vigenti in riferimento alle tabelle parametriche comunali ), sono pari ad. (6) 12. che, ai fini del calcolo del contributo sul costo di costruzione (quale quota parte degli oneri concessori suddetti), per le sole unità abitative: a) la nuova superficie utile complessiva dell unità immobiliare oggetto delle opere abusive, determinata dalla realizzazione delle stesse, è pari a mq. ; b) la nuova superficie accessoria dell unità immobiliare oggetto delle opere abusive, determinata dalla realizzazione delle stesse, è pari a mq. ; c) l unità immobiliare oggetto delle opere abusive, ai sensi della normativa vigente: non ha caratteristiche di lusso, ha caratteristiche di lusso; 13. che lo stato dei lavori, al momento della presentazione del presente condono in relazione alle opere abusive, è il seguente: lavori ultimati anche nelle finiture; lavori ultimati al grezzo e occorrenti dell inoltro, entro 120 gg. dalla data di presentazione del presente condono, del progetto di completamento, ai sensi dell art. 35 della Legge 28/02/1985 n. 47; Data firma Da allegare fotocopia di valido documento di riconoscimento. 9

10 NOTE ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA : (1) Soggetti legittimati alla richiesta di sanatoria: proprietario dell opera abusiva, comproprietario dell opera abusiva (indicando obbligatoriamente il nominativo e il codice fiscale degli altri comproprietari), amministratore di condominio, proprietario del suolo su cui sorge l opera abusiva, titolare del diritto di usufrutto, di enfiteusi, di superficie, di abitazione, titolare di concessione di bene pubblico, inquilino (locatario) creditore congiunto o rappresentante di soggetto impedito, assente, malato, immigrato, minore, socio di cooperativa, legale rappresentante, presidente di società, procuratore speciale, committente delle opere abusive, direttore dei lavori delle opere abusive, costruttore delle opere abusive, possessore o detentore dell immobile a titolo precario, qualsiasi soggetto avente un interesse diretto e patrimonialmente rilevante. (2) Destinazione dell unità immobiliare: residenziale (civili abitazioni e pertinenze) commerciale direzionale (uffici) turistico-ricettiva o agrituristica industriale o artigianale 10

11 (3) Classificazione dell intervento ai sensi degli ( artt. 3e 4, L.R. n.52 e s.m. ed integrazioni, ovvero agli artt.2 e 3 del Regolamento comunale vigente). manutenzione ordinaria manutenzione straordinaria conservazione, restauro e risanamento conservativo ristrutturazione edilizia ristrutturazione urbanistica variazione della destinazione d uso nuova edificazione nuovo impianto sistemazione delle aree scoperte uso e tutela delle risorse naturali (4) Tipologie di opere abusive suscettibili di sanatoria: TIPOLOGIA 1 Opere realizzate in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio e non conformi alle norme urbanistiche e alle prescrizioni degli strumenti urbanistici; TIPOLOGIA 2 - Opere realizzate in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio, ma conformi alle norme urbanistiche e prescrizioni degli strumenti urbanistici alla data di entrata in vigore del presente provvedimento (D.L. 30/09/2003 N 269 pubblicato sulla G.U. N 229 del 02/10/2003); TIPOLOGIA 3 Opere di ristrutturazione edilizia come definite dall art. 3 comma 1 lettera d) del D.P.R. 06/06/2001 n. 380 realizzate in assenza o in difformità dal titolo abilitativo edilizio; TIPOLOGIA 4 Opere di restauro e risanamento conservativo come definite dall art. 3 comma 1 lettera c) del D.P.R. 06/06/2001 n. 380 realizzate in assenza o in difformità dal titolo abilitativo edilizio, nelle zone omogenee A di cui all art. 2 del D.M. 02/04/1968 n. 1444; TIPOLOGIA 5 Opere di restauro e risanamento conservativo come definite dall art. 3 comma 1 lettera c) del D.P.R. 06/06/2001 n. 380 realizzate in assenza o in difformità dal titolo abilitativo edilizio; TIPOLOGIA 6 Opere di manutenzione straordinaria come definite dall art. 3 comma 1 lettera b) del D.P.R. 06/06/2001 n. 380 realizzate in assenza o in difformità dal titolo abilitativo edilizio; opere o modalità di esecuzione non valutabili in termini di superficie o di volume. 11

12 (5) Misura dell oblazione in relazione alle tipologie di abuso: TIPOLOGIE DI ABUSO IMMOBILI RESIDENZIALI IMMOBILI NON RESIDENZIALI TIPOLOGIA /mq. 150./mq. TIPOLOGIA 2 80./mq. 100./mq. TIPOLOGIA 3 60./mq. 80./mq. TIPOLOGIA forfait forfait TIPOLOGIA forfait forfait TIPOLOGIA forfait 516. forfait Per il calcolo dell oblazione vedi tabella allegata (ALLEGATO D) 6) Il contributo commisurato all incidenza del costo di costruzione e quello commisurato agli oneri di urbanizzazione, se dovuti al comune ai sensi del Titolo IV della L.R per gli interventi oggetto di domanda di sanatoria edilizia sono incrementati del 100% in base ai valori vigenti ed alle tabelle parametriche comunali (ALLEGATO E). 12

13 Allegato D IMMOBILI RESIDENZIALI: TABELLA PER IL CALCOLO DELL OBLAZIONE Superficie utile abitabile (mq.) ovvero Tipologia dell abuso Misura oblazione (./mq.) Importo oblazione (.) Superficie non residenziale (mq. X 0,60) 1 100, , , , , ,00 N.B.: cerchiare la tipologia che interessa se si allega la tabella alla domanda! IMMOBILI NON RESIDENZIALI: Superficie utile abitabile (mq.) ovvero Tipologia dell abuso Misura oblazione (./mq.) Importo oblazione (.) Superficie non residenziale (mq. X 0,60) 1 150, , , , , ,00 N.B.: cerchiare la tipologia che interessa se si allega la tabella alla domanda! Oblazione da versare al Comune (10% dell oblazione definita dalla tipologia). Utilizzare una scheda per singolo illecito edilizio e conseguentemente per ogni singola domanda 13

14 Allegato E COMUNE DI MONSUMMANO TERME (Provincia di Pistoia) SETTORE PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO UOC EDILIZIA PRIVATA Tabelle oneri aggiornate ai nuovi costi medi regionali di cui alle LRT 52/99 e 71/99 Per Residenze a mc Lordo Nota: I criteri seguiti sono l applicazione dei nuovi costi, del nuovo coefficiente territoriale, dei nuovi coefficienti della tabella C, applicati secondo i criteri e le scelte di sviluppo e di recupero del patrimonio edilizio esistente contenuti nelle precedenti tabelle approvate dal Consiglio Comunale, dall applicazione delle definizioni delle NTA del RU che tengono conto degli interventi normati e ammessi nelle varie zone in analogia alla loro specificità. Coefficienti: D1=1271x01= D2=1271x025= D3= 1271x04=05084 RU-NC= Aumento ISTAT nov = 7,4% Zona - intervento Primaria Secondaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale ZONA A - B - D - D0 D 1,83 5,58 7,42 7,4% 1,97 5,99 7,96 RU - NC 6,11 18,62 24,73 7,4% 6,56 20,00 26,56 ZONA C D 3,06 5,58 8,64 7,4% 3,29 5,99 9,28 RU - NC 10,19 18,62 28,81 7,4% 10,94 20,00 30,94 ZONE E - F D 1,83 5,58 7,42 7,4% 1,97 5,99 7,96 RU - NC 6,11 18,62 24,73 7,4% 6,56 20,00 26,56 14

15 Per Insediamenti Artigianali o Industriali a mq Sup Di Calpestio ZONA A Primaria Secondaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale D 4,82 4,77 9,59 7,4% 5,18 5,12 10,30 RU - NC 19,29 19,12 38,40 7,4% 20,72 20,53 41,25 ZONA B - C D 4,82 4,77 9,59 7,4% 5,18 5,12 10,30 NC - RU 16,07 15,93 32,00 7,4% 17,26 17,11 34,37 ZONA D - F D 2,37 2,34 4,71 7,4% 2,55 2,51 5,06 NC - RU 7,89 7,82 15,71 7,4% 8,47 8,40 16,87 ZONA E D 4,82 4,77 9,59 7,4% 5,18 5,12 10,30 NC - RU 19,29 19,12 38,40 7,4% 20,72 20,53 41,25 15

16 Per Insediamenti Artigianali o Industriali a mq Sup Di Calpestio Interventi che comportino il cambiamento della originaria destinazione residenziale ZONA A Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Primaria Secondaria D 7,23 7,17 14,40 7,4% 7,77 7,70 15,47 RU - NC 28,93 28,67 57,60 7,4% 31,07 30,79 61,86 ZONA B-C- D0 D 7,23 7,17 14,40 7,4% 7,77 7,70 15,47 RU - NC 24,11 23,89 48,00 7,4% 25,89 25,66 51,55 ZONA E D 7,23 7,17 14,40 7,4% 7,77 7,70 15,47 RU - NC 28,93 28,67 57,60 7,4% 31,07 30,79 61,86 16

17 Per Insediamenti Artigianali o Industriali a mq Sup Di Calpestio Interventi per attività categorie ISTAT Alimentari Tessili Calzature Chimiche e affini - Cartiere e Cartotecniche ZONA A Primaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Secondaria D 5,43 4,77 10,21 7,4% 5,83 5,12 10,95 RU - NC 21,75 19,12 40,87 7,4% 23,36 20,53 43,89 ZONA B-C- D0 D 5,43 4,77 10,21 7,4% 5,83 5,12 10,95 NC - RU 18,13 15,93 34,06 7,4% 19,47 17,11 36,58 ZONA D-F D 2,67 2,34 5,01 7,4% 2,87 2,51 5,38 NC - RU 8,90 7,82 16,72 7,4% 9,56 8,40 17,96 ZONA E D 5,43 4,77 10,21 7,4% 5,83 5,12 10,95 NC - RU 21,75 19,12 40,87 7,4% 23,36 20,53 43,89 17

18 Per Insediamenti Artigianali o Industriali a mq Sup Di Calpestio Interventi che comportino il cambiamento della originaria destinazione residenziale Interventi per attività categorie ISTAT Alimentari Tessili Calzature Chimiche e affini - Cartiere e Cartotecniche ZONA A Primaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Secondaria D 8,16 7,17 15,32 7,4% 8,76 7,70 16,46 RU - NC 32,63 28,67 61,31 7,4% 35,04 30,79 65,84 ZONA B-C- D0 D 8,16 7,17 15,32 7,4% 8,76 7,70 16,46 RU - NC 27,19 23,89 51,09 7,4% 29,20 25,66 54,86 ZONA E D 8,16 7,17 15,32 7,4% 8,76 7,70 16,46 RU - NC 32,63 28,67 61,31 7,4% 35,04 30,79 65,84 18

19 Per Insediamenti Commerciali - Turistici - Direzionali a mc Lordo ZONA A Primaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Secondaria D 4,11 2,14 6,25 7,4% 4,41 2,30 6,71 RU 13,70 7,13 20,83 7,4% 14,71 7,66 22,37 NC 16,44 8,56 25,00 7,4% 17,66 9,19 26,85 ZONA B-C- D0 D 5,02 2,61 7,63 7,4% 5,39 2,80 8,19 RU e NC 16,75 8,72 25,47 7,4% 17,99 9,37 27,35 ZONA D-F D 4,11 2,14 6,25 7,4% 4,41 2,30 6,71 RU e NC 13,70 7,13 20,83 7,4% 14,71 7,66 22,37 ZONA E D 5,02 2,61 7,63 7,4% 5,39 2,80 8,19 RU e NC 20,10 10,46 30,56 7,4% 21,59 11,23 32,82 19

20 Per Insediamenti Commerciali - Turistici - Direzionali a mc Lordo che comportino il cambiamento della originaria destinazione residenziale ZONA A Primaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Secondaria D 6,16 3,20 9,36 7,4% 6,62 3,44 10,05 RU - NC 24,67 12,84 37,51 7,4% 26,50 13,79 40,29 ZONA B-C D 7,54 3,92 11,46 7,4% 8,10 4,21 12,31 RU - NC 25,12 13,08 38,20 7,4% 26,98 14,05 41,03 ZONA E D 7,54 3,92 11,46 7,4% 8,10 4,21 12,31 RU - NC 30,15 15,69 45,84 7,4% 32,38 16,85 49,23 20

21 Insediamenti Commerciali all ingrosso a mq Di superficie di calpestio ZONA A Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Primaria Secondaria D 8,51 3,12 11,62 7,4% 9,14 3,35 12,49 RU - NC 34,06 12,48 46,54 7,4% 36,58 13,40 49,98 ZONA B-C D 8,51 3,12 11,62 7,4% 9,14 3,35 12,49 RU e NC 28,38 10,40 38,79 7,4% 30,48 11,17 41,65 ZONA D D 6,96 2,55 9,52 7,4% 7,48 2,74 10,21 RU e NC 23,22 8,51 31,73 7,4% 24,94 9,14 34,08 ZONA E - F D 8,51 3,12 11,62 7,4% 9,14 3,35 12,49 RU e NC 34,06 12,48 46,54 7,4% 36,58 13,40 49,98 21

22 Insediamenti Commerciali all ingrosso a mq Di superficie di calpestio Che comportino il cambiamento della originaria destinazione d uso residenziale ZONA A Primaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale Secondaria D 12,77 4,68 17,45 7,4% 13,71 5,03 18,74 RU 51,09 18,72 69,81 7,4% 54,87 20,11 74,98 ZONA B - C D 12,77 4,68 17,45 7,4% 13,71 5,03 18,74 RU 42,57 15,60 58,18 7,4% 45,72 16,75 62,47 ZONA D D 10,43 3,82 14,26 7,4% 11,20 4,10 15,30 RU 34,83 12,77 47,60 7,4% 37,41 13,71 51,12 ZONA E - F D 12,77 4,68 17,45 7,4% 13,71 5,03 18,74 RU 51,09 18,72 69,81 7,4% 54,87 20,11 74,98 22

23 Insediamenti Commerciali all ingrosso in zona D come da delibera CC n 17 del a mq Di superficie di calpestio ZONA D Primaria Secondaria Totale istat 00/03 Primaria Secondaria Totale D 6,96 2,55 9,52 7,4% 7,48 2,74 10,21 RU e NC 23,22 8,51 31,73 7,4% 24,94 9,14 34,08 ONERI CONNESSI AL MIGLIORAMENTO AMBIENTALE art 5 ter comma 3 LRT 25/97 zone E - F 1)- Mutamento di destinazione d uso a civile abitazione A mc 7,42 7,4% 7,96 2)- Mutamento di destinazione d uso ad artigianale - industriale A mq 25,79 7,4% 27, Interventi per attività categorie ISTAT A mq 27,25 7,4% 29,27 3)- Mutamento di destinazione d uso a commerciale - turistico - direzionale A mc 20,37 7,4% 21, Insediamenti commerciali all ingrosso A mq 31,03 7,4% 33,33 188,66 7,4% 202,62 COSTO BASE per contributo costo costruzione MONETIZZAZIONE PARCHEGGI 1.500,00 5,1% 1.577,00 23

CITTA DI VENTIMIGLIA

CITTA DI VENTIMIGLIA Imposta di bollo CITTA DI VENTIMIGLIA PROVINCIA DI IMPERIA Ufficio Edilizia Privata & Urbanistica Numero progressivo (1) (1) il soggetto richiedente dovrà numerare (segnare con numeri progressivi) le domande

Dettagli

Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria.

Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria. Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria. Legge regionale 20 ottobre 2004, n. 53 Pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana n. 40 del 27 ottobre 2004 Approvata dal Consiglio

Dettagli

Comune di Provincia di. Domanda di condono edilizio

Comune di Provincia di. Domanda di condono edilizio stemma comune Comune di Provincia di Domanda di condono edilizio ai sensi dell art. 32 del D.L. 269/2003 (conv. L. 326/2003 e mod. L. 191/2004) e ai sensi della Legge Regionale n. 23/2004 marca da bollo

Dettagli

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi del D.L. n. 269/2003 convertito nella Legge n.326 e ai sensi della L.R n.

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi del D.L. n. 269/2003 convertito nella Legge n.326 e ai sensi della L.R n. ORIGINALE/COPIA AL COMUNE DI MILANO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA UFFICIO CONDONO EDILIZIO Via Edolo,19-20125 Milano PROTOCOLLO GENERALE Imposta di bollo PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi del

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 20 ottobre 2004, n. 53 Norme in materia di sanatoria edilizia straordinaria. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA la seguente

Dettagli

DEFINIZIONE DELL ILLECITO EDILIZIO

DEFINIZIONE DELL ILLECITO EDILIZIO ESEMPIO N. 1 - Opera realizzata in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio e non conforme alle norme urbanistiche ed alle prescrizioni degli strumenti urbanistici (tipologia 1) Il sig.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIUSEPPE VESUVIANO PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI SAN GIUSEPPE VESUVIANO PROVINCIA DI NAPOLI MOD 01 PARTE PRIMA PARTE GENERALE DA COMPILARE PER SINGOLA PRATICA IL SOTTOSCRITTO COGNOME NOME NATO A IL RESIDENTE IN ALLA VIA N. IS. LETT. CAP. TEL./FAX INDIRIZZO E-MAIL: CODICE FISCALE: PARTITA I.V.A.:

Dettagli

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA COMUNE DI PISA apple apple Allo Sportello unico dell Edilizia Allo Sportello unico delle Attività Produttive AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA ai sensi dell art. 152 della LRT 10 Novembre 2014 n 65 Dati relativi

Dettagli

ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO

ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO Comune di S. Maria la Carità Riservato al Protocollo Generale del Comune Prot. n. del Riservato all ufficio ISTANZA DI CONDONO EDILIZIO Pratica: N. prot. n. del / / IV Settore Urbanistica - PROGETTO CONDONO

Dettagli

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA IN SANATORIA. Art. 209 della L.R n 65 Aggiornamento DICEMBRE 2014 I PARTE

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA IN SANATORIA. Art. 209 della L.R n 65 Aggiornamento DICEMBRE 2014 I PARTE Pag. 1 di 6 Spazio riservato all'ufficio COMUNE DI PIAZZA MARCONI 51 58053 2 copie in carta semplice originale copia I PARTE sottoscritt_...... (C.F.......) nat_ a...... il...... e residente in (1)........

Dettagli

Città di Palermo. Ufficio Statistica Unità Organizzativa Toponomastica Sistema Statistico Nazionale

Città di Palermo. Ufficio Statistica Unità Organizzativa Toponomastica Sistema Statistico Nazionale Città di Palermo Ufficio Statistica Unità Organizzativa Toponomastica Sistema Statistico Nazionale Richiesta assegnazione numeri civici (Modello AP/7b) L assegnazione dei numeri civici si può richiedere

Dettagli

CHIEDE. , opere meglio descritte nella allegata relazione tecnica

CHIEDE. , opere meglio descritte nella allegata relazione tecnica Modello 04: Cambio di destinazione d uso Ai sensi dell art. 10 della L. R. 37/85 (a firma del proprietario dell unità immobiliare) Marca da bollo 14,62 Oggetto: Richiesta Autorizzazione edilizia ex art.10

Dettagli

DOMANDA DI AGIBILITA (art. 8 Regolamento Edilizio e D.p.r.380/2001)

DOMANDA DI AGIBILITA (art. 8 Regolamento Edilizio e D.p.r.380/2001) AREA 3 PIANIFICAZIONE, GESTIONE, TUTELA DEL TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO : Sportello Unico Edilizia ed Attività Produttive Il Responsabile TITOLO VI CLASS 3 Aggiornato il 05/05/14 Marca da bollo

Dettagli

CHIEDE Il rilascio del certificato di agibilità

CHIEDE Il rilascio del certificato di agibilità Opere per le quali si chiede l agibilità Titolarità Richiedente Dati Richiedente RICHIESTA AGIBILITÀ AI SENSI ART. 37) L.R. 16/08 ART. 27 L.R. 9/12 Al COMUNE DI BARGAGLI EDILIZIA PRIVATA Via A.Martini,

Dettagli

Comune di Buggiano Provincia di Pistoia Ufficio Tecnico Sezione Urbanistica MODELLO CALCOLO CONTRIBUTO

Comune di Buggiano Provincia di Pistoia Ufficio Tecnico Sezione Urbanistica MODELLO CALCOLO CONTRIBUTO Comune di Buggiano Provincia di Pistoia Ufficio Tecnico Sezione Urbanistica MODELLO CALCOLO CONTRIBUTO CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI CUI ALL ART.183 DELLA L.R. 65/2014 E RATEIZZAZIONE IN BASE A QUANTO PREVISTO

Dettagli

A V V I S O CON DELIBERA DI C.S.G. N 157 DEL 9/4/2010 I DIRITTI DI SEGRETERIA PER INTERVENTI DI NATURA EDILIZIO-URBANISTICA

A V V I S O CON DELIBERA DI C.S.G. N 157 DEL 9/4/2010 I DIRITTI DI SEGRETERIA PER INTERVENTI DI NATURA EDILIZIO-URBANISTICA A V V I S O CON DELIBERA DI C.S.G. N 157 DEL 9/4/2010 I DIRITTI DI SEGRETERIA PER INTERVENTI DI NATURA EDILIZIO-URBANISTICA SONO STATI RIMODULATI COME DA TABELLA SEGUENTE: DIRITTI DI SEGRETRERIA (TABELLA

Dettagli

DOMANDA RELATIVA ALLA DEFINIZIONE DEGLI ILLECITI EDILIZI

DOMANDA RELATIVA ALLA DEFINIZIONE DEGLI ILLECITI EDILIZI da compilarsi a cura del richiedente COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE CENTRALE SPORTELLO UNICO Marca da bollo 11,00 DOMANDA RELATIVA ALLA DEFINIZIONE DEGLI ILLECITI EDILIZI ai sensi dell art. 32 del D.L. 30-9-2003

Dettagli

TABELLE ONERI E CONTRIBUTI. aggiornamento Maggio 2010

TABELLE ONERI E CONTRIBUTI. aggiornamento Maggio 2010 Legge Regionale 03 Gennaio 2005 n 1 - Norme per il governo del territorio art. 120 e seguenti TABELLE ONERI E CONTRIBUTI allegate alla deliberazione del C.C. n 25 del 31/03/2005 aggiornamento Maggio 2010

Dettagli

residente a via n. CAP tel. in qualità di (1) codice fiscale residente a via n. CAP tel. in qualità di (1)

residente a via n. CAP tel.  in qualità di (1) codice fiscale residente a via n. CAP tel.  in qualità di (1) responsabile del procedimento: TIMBRO DEL PROTOCOLLO responsabile Marca dell istruttoria: da bollo 6,00 Protocollo Particolare n..:! TOTALE PARZIALE PERSONE FISICHE:. cognome e nome codice fiscale : residente

Dettagli

DOMANDA DI ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA PAESAGGISTICA (ai sensi degli artt. 167 comma 5 e 181 comma 1-quarter del D.Lgs.42/2004 e s.s.mm.ii.

DOMANDA DI ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA PAESAGGISTICA (ai sensi degli artt. 167 comma 5 e 181 comma 1-quarter del D.Lgs.42/2004 e s.s.mm.ii. Esente da bollo Ai sensi del D.P.R. 642/72 punto 16 della Tabella Allegato B Comune di oppure Marca da bollo da 14,62 DOMANDA DI ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA PAESAGGISTICA (ai sensi degli artt. 167 comma

Dettagli

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE E ONERI VERDI PER INTERVENTI SOTTOPOSTI A:

Dettagli

P r o v i n c i a d i P i s t o i a C O M U N E D I Q U A R R A T A S e r v i z i o E d i l i z i a P r i v a t a

P r o v i n c i a d i P i s t o i a C O M U N E D I Q U A R R A T A S e r v i z i o E d i l i z i a P r i v a t a Marca da bollo P r o v i n c i a d i P i s t o i a C O M U N E D I Q U A R R A T A S e r v i z i o E d i l i z i a P r i v a t a Pratica N. (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato al

Dettagli

CHIEDE IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA. Relativo ALL IMMOBILE O ALLE PORZIONI D IMMOBILE identificati nella tabella che segue:

CHIEDE IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA. Relativo ALL IMMOBILE O ALLE PORZIONI D IMMOBILE identificati nella tabella che segue: RIFERIMENTO INTERNO PROTOCOLLO GENERALE MARCA DA BOLLO 14,62 GESTIONE DEL TERRITORIO EP AL COMUNE DI CONEGLIANO AREA SERVIZI AL TERRITORIO Sportello Unico per l Impresa e l Edilizia I sottoscritt (1) 1

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PER LA MODIFICA INTESTAZIONE CONTRATTO (Art. 45 e 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PER LA MODIFICA INTESTAZIONE CONTRATTO (Art. 45 e 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PER LA MODIFICA INTESTAZIONE CONTRATTO (Art. 45 e 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Con la presente istanza, consapevole delle responsabilità e delle sanzioni penali previste

Dettagli

RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA

RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA Prroviinciia dii Roma) Marca da bollo 14.62 - SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO - DA CONSEGNARE A: ===================================================================================== Ufficio Tecnico

Dettagli

CERTIFICATO DI ABITABILITÀ / AGIBILITÀ. Il sottoscritto... nato a... il..

CERTIFICATO DI ABITABILITÀ / AGIBILITÀ. Il sottoscritto... nato a... il.. Marca da bollo 16,00 AL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI IMPRUNETA CERTIFICATO DI ABITABILITÀ / AGIBILITÀ ai sensi dell art. 149 della L.R. 65/2014) ai sensi dell

Dettagli

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti)

CHIEDE l autorizzazione edilizia per l esecuzione dei lavori di cui alla seguente categoria: Impianti tecnologici (al servizio di edifici esistenti) Marca da Bollo 16,00 Al Sindaco del Comune di Quartu Sant Elena Al Dirigente del Settore Pianificazione e Edilizia Privata OGGETTO: Richiesta di autorizzazione edilizia (art. 39 del Regolamento Edilizio)

Dettagli

DOMANDA DI AGIBILITÀ SU CONDONO

DOMANDA DI AGIBILITÀ SU CONDONO DOMANDA DI AGIBILITÀ SU CONDONO AL SETTORE SPORTELLO UNICO EDILIZIA COMUNE DI GENOVA Ufficio Agibilità Via di Francia, 1 16149 GENOVA MARCA DA BOLLO RISERVATO AL PROTOCOLLO QUADRO 1 DATI ANAGRAFICI DEL

Dettagli

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n.

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n. I dati acquisiti saranno trattati in conformità alla normativa sulla Privacy (D. Lgs. 196 del 2003). Si veda http://territorio.comune.bergamo.it/privacy APT-SGT-AGI/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina

Dettagli

REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO. Provincia di Catania PERIZIA GIURATA. sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria

REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO. Provincia di Catania PERIZIA GIURATA. sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania PERIZIA GIURATA sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria ai sensi dell art.17 comma 1 della L.R. 16 aprile 2003, n. 4 e ss.mm. ed ii. ***********

Dettagli

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria.

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria. Tabella C/A - ONERI DI URBANIZZAZIONE - RESIDENZIALE (per ogni metro cubo di volume) COSTI MEDI COMUNALI PER URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA AGGIORNATI LUGLIO 00 RIDOTTI DEL 0% (Da applicare nella

Dettagli

Al Comune di Sospirolo

Al Comune di Sospirolo MARCA DA BOLLO DI VALORE LEGALE Al Comune di Sospirolo ISTANZA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi dell art.36 del D.P.R. 06.06.2001 n.380 e ss.mm.ii. IL/LA SOTTOSCRITTO/A richiedente avente

Dettagli

COMUNE DI MISILMERI (Provincia di Palermo) AREA 4 URBANISTICA

COMUNE DI MISILMERI (Provincia di Palermo) AREA 4 URBANISTICA A - Modulo di comunicazione Al Responsabile dell Area 4 Urbanistica Arch. Giuseppe Lo Bocchiaro Oggetto: Abitabilità/agibilità di immobile - Comunicazione del proprietario ai sensi dell'art. 3, comma 5

Dettagli

ATTESTAZIONE DI AGIBILITA -ABITABILITA

ATTESTAZIONE DI AGIBILITA -ABITABILITA 1 ATTESTAZIONE DI AGIBILITA -ABITABILITA art. 149 la L.R.T. 10.11.2014 n 65 Protocollo generale: Pratica n. Al Responsabile l AREA TECNICA Marca da Bollo 16,00 N.B. 1. La presente è valida per una sola

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFIORITO

COMUNE DI CAMPOFIORITO COMUNE DI CAMPOFIORITO marca da bollo 6,00 Al Comune di CAMPOFIORITO Pratica edilizia SUE PEC / Posta elettronica del Protocollo da compilare a cura del SUE/SUAP DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI

Dettagli

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE * * * * *

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE * * * * * COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PROVINCIA DI PALERMO SANATORIA ABUSIVISMO E CONTROLLO DEL TERRITORIO CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA N 24 DEL 13 Novembre 2009 Trascritta alla Conservatoria ai RR.II.. di

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE EDILIZIA E SANATORIA PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RESTAURO. l sottoscritt Chiede Autorizzazione Edilizia per:

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE EDILIZIA E SANATORIA PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RESTAURO. l sottoscritt Chiede Autorizzazione Edilizia per: Marca da bollo Data di presentazione PROTOCOLLO N RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE EDILIZIA E SANATORIA PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RESTAURO l sottoscritt Chiede Autorizzazione Edilizia per: Dichiarazione

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO Spett.le UFFICIO EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO VIA G. VACCARI 2 31053 PIEVE DI SOLIGO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A.) La sottoscritta Ditta: (nel caso di

Dettagli

ISTANZA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITA Ai sensi degli articoli 36 o 37 del DPR 06/06/2001 N 380 e ss. mm.e ii

ISTANZA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITA Ai sensi degli articoli 36 o 37 del DPR 06/06/2001 N 380 e ss. mm.e ii marca da bollo AL COMUNE DI CANDELO SETTORE TECNICO ISTANZA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITA Ai sensi degli articoli 36 o 37 del DPR 06/06/2001 N 380 e ss. mm.e ii Il sottoscritto residente in Via.. n..c.a.p..codice

Dettagli

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA

ACCERTAMENTO DI CONFORMITA COMUNE DI PISA apple apple Allo Sportello unico dell Edilizia Allo Sportello unico delle Attività Produttive ACCERTAMENTO DI CONFORMITA ai sensi dell art. 209 della LRT 10 Novembre 2014 n 65 Dati relativi

Dettagli

IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTE COMUNICAZIONE

IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTE COMUNICAZIONE IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTE COMUNICAZIONE (da presentare 30 giorni prima dell inizio dei lavori) Al Responsabile S.U.A.P. del Comune di Vecchiano Il/La sottoscritto/a, Cognome Nome Nato/a: Comune

Dettagli

COMUNE di SAN MARCELLO P.SE

COMUNE di SAN MARCELLO P.SE aggiornamento 24/03/2015 COMUNE di SAN MARCELLO P.SE Provincia di Pistoia SETTORE EDILIZIA ED URBANISTICA Marca da bollo 16,00 PRATICA N. ANNO (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato

Dettagli

D.I.A. - DENUNCIA D INIZIO DI ATTIVITÀ

D.I.A. - DENUNCIA D INIZIO DI ATTIVITÀ COMUNE DI VOLANO SERVIZIO TECNICO COMUNALE SPAZIO RISERVATO AL COMUNE Via Santa Maria, 36 38060 VOLANO (TN) Tel. 0464 419312 - Fax 0464 413427 e-mail: info@comune.volano.tit e-mail PEC: comune@pec.comune.volano.tit

Dettagli

COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO. Provincia di Firenze

COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO. Provincia di Firenze COMUNE DI BARBERINO DI MUGELLO Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, AL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE ED ONERI VERDI PER INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI VALDERICE Provincia di Trapani. SETTORE IV Urbanistica Edilizia Privata Sito Internet (

COMUNE DI VALDERICE Provincia di Trapani. SETTORE IV Urbanistica Edilizia Privata Sito Internet ( COMUNE DI VALDERICE Provincia di Trapani Riservato all Ufficio Protocollo SETTORE IV Urbanistica Edilizia Privata Sito Internet ( www.utcvalderice.altervista.org ) Applicare marca da Bollo di. 16,00 AL

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA COMUNICAZIONE FINE LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA COMUNICAZIONE FINE LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante e del direttore dei lavori COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA Sportello per: Edilizia sede di: Venezia - San Marco 4023 Campo Manin

Dettagli

Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza Italiana Luogo di nascita: Provincia Comune Residenza: Comune via C.A.P.

Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza Italiana Luogo di nascita: Provincia Comune Residenza: Comune via C.A.P. Sportello Unico per le attività produttive di Allo Sportello Unico per le attività produttive di DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER ALBERGO Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza

Dettagli

MOD.E060 rev. 01. Il/La sottoscritto/a nato/a a ( ) il CF residente a, Via, n

MOD.E060 rev. 01. Il/La sottoscritto/a nato/a a ( ) il CF residente a, Via, n MOD.E060 rev. 01 Marca da bollo A - Dichiarazione di fine lavori B - Richiesta Certificato di Agibilità (Art. 24 e 25 del D.P.R. n 380 del 6 Giugno 2001, e successive modifiche ed integrazioni) Permesso

Dettagli

RICHIESTA DI IDONEITA ALLOGGIATIVA C H I E D E

RICHIESTA DI IDONEITA ALLOGGIATIVA C H I E D E bollo Il/la sottoscritto/a AL COMUNE DI SAN MAUROPASCOLI RICHIESTA DI IDONEITA ALLOGGIATIVA nato/a a il cittadinanza residente a San Mauro Pascoli in via Codice Fiscale Telefono Permesso di soggiorno n.

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell economia Unita Operativa Edilizia Privata

COMUNE DI PERUGIA Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell economia Unita Operativa Edilizia Privata RISERVATO ALL UFFICIO NUMERO PRATICA COMUNE DI PERUGIA Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell economia Unita Operativa Edilizia Privata CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA IN MATERIA IDROGEOLOGICA (art.

Dettagli

COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio

COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio PROTOCOLLO GENERALE UFFICIO TECNICO Gestione del territorio Pratica Edilizia n Responsabile del procedimento Anno. Il Capo

Dettagli

C O M U N E D I M E D E P R O V I N C I A D I P A V I A

C O M U N E D I M E D E P R O V I N C I A D I P A V I A S.U.E. - Modello F.1.0 AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO URBANISTICA SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO C O M U N E D I M E D E P R O V I N C I A D I P A V I A bollo OPERE IN PARZIALE DIFFORMITA DAL TITOLO ABILITATIVO

Dettagli

Provincia di Pistoia COMUNE DI QUARRATA

Provincia di Pistoia COMUNE DI QUARRATA Servizio Edilizia Privata Provincia di Pistoia COMUNE DI QUARRATA DEPOSITO DI VARIANTE IN CORSO D OPERA E COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI (ai sensi dell art. 142 L.R. n. 1/2005 e s.m.i.) CON CERTIFICAZIONE

Dettagli

Comune di Fiorano Modenese. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente

Comune di Fiorano Modenese. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente Timbro protocollo Marca da Bollo 16,00 Comune di Fiorano Modenese PRATICA EDILIZIA N. Servizio Urbanistica Sportello Unico Edilizia - Ambiente Al Responsabile del DOMANDA PER IL RILASCIO DEL PERMESSO DI

Dettagli

Marca da bollo.16,00. Oggetto: domanda per singola concessione fornitura acqua per uso domestico, non domestico, uso rurale.

Marca da bollo.16,00. Oggetto: domanda per singola concessione fornitura acqua per uso domestico, non domestico, uso rurale. Marca da bollo.16,00 Al Sig. Sindaco Comune di Raddusa Via Garibaldi, 2 95040 RADDUSA (CT) Oggetto: domanda per singola concessione fornitura acqua per uso domestico, non domestico, uso rurale. Il/La sottoscritt_:

Dettagli

ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A

ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del 05.04.2012 e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A marca da bollo in vigore Allo Sportello Unico per le

Dettagli

Il nuovo condono edilizio

Il nuovo condono edilizio Il nuovo condono edilizio Legge provinciale 8 marzo 2004, n. 3 Disposizioni in materia di definizione degli illeciti edilizi (condono edilizio) entrata in vigore il 10 marzo 2004 Piergiorgio Mattei Direttore

Dettagli

Comune di Giba. (C.A.P ) Tel. (0781) Fax REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DELLE AREE PER PARCHEGGI

Comune di Giba. (C.A.P ) Tel. (0781) Fax REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DELLE AREE PER PARCHEGGI Comune di Giba (C.A.P. 09010) Tel. (0781) 964023-964057 - Fax 964470 REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DELLE AREE PER PARCHEGGI (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 04/03/2013)

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA (ai sensi del D.P.R n 380 e s.m.i. Titolo III art. 24 in vigore dal )

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA (ai sensi del D.P.R n 380 e s.m.i. Titolo III art. 24 in vigore dal ) Protocollo di presentazione CITTA di GIAVENO Area Urbanistica e Gestione del Territorio Ufficio Edilizia Privata Diritti di segreteria 30,00 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA (ai sensi del D.P.R. 06.06.2001

Dettagli

il residente in via/piazza n proprietario, amministratore, legale rappresentante di : ente, società, associazione, ecc. altro :

il residente in via/piazza n proprietario, amministratore, legale rappresentante di : ente, società, associazione, ecc. altro : ROMA CAPITALE Municipio Roma VIII Spazio riservato all Ufficio Protocollo n. del Marca da bollo ( 16,00 MODELLO (A) : RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA DI UN PASSO CARRABILE Al Dirigente dell

Dettagli

CERTIFICATO DI AGIBILITA'/ABITABILITA' per immobili di vecchia costruzione e/o oggetto di condono edilizio

CERTIFICATO DI AGIBILITA'/ABITABILITA' per immobili di vecchia costruzione e/o oggetto di condono edilizio AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO URBANISTICA ED EDILIZIA DEL COMUNE DI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA CERTIFICATO DI AGIBILITA'/ABITABILITA' per immobili di vecchia costruzione e/o oggetto di condono edilizio

Dettagli

DOCUMENTI NECESSARI PER LA RIATTIVAZIONE FORNITURA

DOCUMENTI NECESSARI PER LA RIATTIVAZIONE FORNITURA DOCUMENTI NECESSARI PER LA RIATTIVAZIONE FORNITURA Codice Fiscale - Partita I.V.A. e certificato iscrizione C.C.I.A.A. per Persone Giuridiche. Carta d identità non scaduta; per cittadini Extracomunitari

Dettagli

COMUNICA DICHIARA IL DICHIARANTE. Il sottoscritto, codice fiscale iscritto all ordine professionale

COMUNICA DICHIARA IL DICHIARANTE. Il sottoscritto, codice fiscale iscritto all ordine professionale Al Signor Sindaco del Comune di Pedara Ufficio Tecnico -Urbanistica Oggetto: D.I.A. (Denuncia di Inizio Attività) RELATIVA ALLA SEGUENTE ATTIVITA EDILIZIA. IL_ sottoscritt_ nat_ a prov.. il.. e residente

Dettagli

DOMANDA DI AGIBILITÀ art. 37 L.R. 16/2008

DOMANDA DI AGIBILITÀ art. 37 L.R. 16/2008 DOMANDA DI AGIBILITÀ art. 37 L.R. 16/2008 AL SETTORE SPORTELLO UNICO EDILIZIA COMUNE DI GENOVA Ufficio Agibilità Via di Francia, 1 16149 GENOVA MARCA DA BOLLO RISERVATO AL PROTOCOLLO QUADRO 1 DATI ANAGRAFICI

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA MARCA DA BOLLO 16,00 Diritti di Segreteria da assolvere come da Prospetto Allegato B Regione Lombardia Provincia di Monza e Brianza Città di Desio Area Governo del Territorio Settore Edilizia Privata e

Dettagli

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di

con sede in via/piazza n. che rappresenta in qualità di Comune di Villata Provincia di Vercelli Sportello Unico edilizia P.G. Marca da bollo da euro 10,33 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (articoli da 11 a 15 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinario per interventi

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA. (articoli 22 DPR n.380 del 2001 e s.m.i.)

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA. (articoli 22 DPR n.380 del 2001 e s.m.i.) DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 DPR n.380 del 2001 e s.m.i.) Comune di Ardea COMUNE DI ARDEA AREA TECNICA PROVINCIA DI ROMA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Il/ La sottoscritto/a 1 codice fiscale

Dettagli

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso )

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) Via Don. G. Minzoni, 12 31057 Silea Tel. 0422/365731 Fax 0422/460483 e-mail: urbanistica@comune.silea.tv.it- sito internet: www.comune.silea.tv.it AREA 4^ - GESTIONE

Dettagli

PRATICA INTESTATA A (Indicare Cognome/Nome o Impresa)

PRATICA INTESTATA A (Indicare Cognome/Nome o Impresa) Al Sig. Sindaco del Comune di Serravalle Pistoiese Marca da bollo 14,62 VINCOLO IDROGEOLOGICO E FORESTALE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE di cui alla L.R. 39/2000 e succ. L.R. 1/2003 art. 101 Regolamento di

Dettagli

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05)

Copia per: Comune Denunciante PRATICA EDILIZIA INTESTATA A: ... (ai sensi della L.R. n.1/05) Al Comune di... Provincia di... Sportello unico per l Edilizia o Servizio Edilizia Pubblica e Privata (n.1 copia in carta bollata e n.1 copia in carta semplice) Sportello Unico per le Attività Produttive

Dettagli

Protocollo. Residente in Comune Via/Piazza Civico CAP Provincia. Titolare: Legale rappresentante: Per conto di:

Protocollo. Residente in Comune Via/Piazza Civico CAP Provincia. Titolare: Legale rappresentante: Per conto di: Modello H926SCIA (07/01/2014) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 5 COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO SETTORE TECNICO - URBANISTICO AMBIENTE - PATRIMONIO Protocollo Esente da bollo Cod. Fisc.

Dettagli

Anno. Comune di nascita (o stato estero) Prov. Data nascita Sesso. Codice Fiscale Tel. CAP Domicilio. Residenza (via, piazza, civico) Comune Prov.

Anno. Comune di nascita (o stato estero) Prov. Data nascita Sesso. Codice Fiscale Tel. CAP Domicilio. Residenza (via, piazza, civico) Comune Prov. Comma 34 art. 14 dl n. 201/2011 e smi DICHIARAZIONE TARES Anno COMUNE DI MACERATA FELTRIA cod. cliente 1-DICHIARANTE (di norma intestatario della scheda famiglia o titolare attività produttiva) COMPILARE

Dettagli

C H I E D E DI ESERCITARE IL DIRITTO DI ACCESSO AI SEGUENTI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

C H I E D E DI ESERCITARE IL DIRITTO DI ACCESSO AI SEGUENTI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI SPAZIO RISERVATO AL COMUNE LA PRESENTE RICHIESTA PUO ESSERE INVIATA ANCHE PER PEC ALL INDIRIZZO: comune.sanminiato.pi@postacert.toscana.it RICHIESTA VISURA E/O ESTRAZIONE COPIA DI PRATICA EDILIZIA (DA

Dettagli

il residente in via/piazza n proprietario amministratore legale rappresentante di ente, società, associazione, ecc. altro :

il residente in via/piazza n proprietario amministratore legale rappresentante di ente, società, associazione, ecc. altro : ROMA CAPITALE Municipio Roma VIII Spazio riservato all Ufficio Protocollo n. del Marca da bollo ( 16,00) MODELLO (C) : RICHIESTA DI REGOLARIZZAZIONE PASSO CARRABILE Al Dirigente dell Unità Organizzativa

Dettagli

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA DICHIARAZIONE CONFORMITA URBANISTICA ASSEVERAZIONE AI REQUISITI TECNICI DELLE OPERE EDILIZIE ED AI PARAMETRI PREVISTI DAL PSC E DAL RUE VIGENTI (ai sensi art. 481

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO TABELLE PER APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/0) Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

sull edificio riportato nel N.C.E.U: al foglio particella sub ed ubicato in Via n SEGNALA

sull edificio riportato nel N.C.E.U: al foglio particella sub ed ubicato in Via n SEGNALA Allo Sportello Unico Edilizia Comune di Atripalda Oggetto: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) PER IL SEGUENTE INTERVENTO EDILIZIO, RICADENTE NEI CASI DI CUI ALL'ART. 22 (commi 1 e 2) DEL

Dettagli

COMUNE DI CANAL SAN BOVO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI CANAL SAN BOVO UFFICIO TECNICO COMUNALE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI CANAL SAN BOVO UFFICIO TECNICO COMUNALE SPAZIO RISERVATO AL COMUNE Via Roma, 58 38050 Canal San Bovo (TN) Tel. 0439.719904 - Fax. 0439.719999 e-mail: ediliziaprivata@comune.canalsanbovo.tn.it

Dettagli

DOMANDA PER OTTENERE L AUTORIZZAZIONE DI AGIBILITÀ ai sensi degli artt. 24 e 25 del D.P.R. 380/2001

DOMANDA PER OTTENERE L AUTORIZZAZIONE DI AGIBILITÀ ai sensi degli artt. 24 e 25 del D.P.R. 380/2001 AL COMUNE DI PIEVE EMANUELE Via Viquarterio, 1 20090 Ufficio Edilizia Privata DOMANDA PER OTTENERE L AUTORIZZAZIONE DI AGIBILITÀ ai sensi degli artt. 24 e 25 del D.P.R. 380/2001 Il/La sottoscritto/a codice

Dettagli

ATTESTAZIONE DI AGIBILITA

ATTESTAZIONE DI AGIBILITA Protocollo Generale marca da bollo 16,00 ATTESTAZIONE DI AGIBILITA (ai sensi dell art. 25 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia come

Dettagli

COMUNE DI SAN VERO MILIS Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO Area Gestione del Territorio

COMUNE DI SAN VERO MILIS Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO Area Gestione del Territorio Spazio Riservato all Ufficio Protocollo COMUNE DI SAN VERO MILIS Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO Area Gestione del Territorio Via Eleonora d Arborea n.5 09070 San Vero Milis tel. 0783460-110 -125

Dettagli

DOMANDA DI CERTIFICATO DI DESTINAZIONE URBANISTICA

DOMANDA DI CERTIFICATO DI DESTINAZIONE URBANISTICA Spazio per la Marca da Bollo (importo 16,00 Euro) Spazio per il protocollo AL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI DESTINAZIONE URBANISTICA Ufficio Gestione e Attuazione della Strumentazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del )

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PIANO ATTUATIVO (Allegato 1 Suppl. ordinario BUR n. 10 del 7.3.2012) Il sottoscritto Cognome Nome Volpi Luca Nato a Terni Il 29/07/1967 Codice fiscale/ P.IVA Residente in

Dettagli

DOMANDA ALLACCIO ACQUA. Il/la sottoscritto/a. nato/a il a. residente in via. titolare del codice fiscale tel. in qualità di dell immobile sito nella

DOMANDA ALLACCIO ACQUA. Il/la sottoscritto/a. nato/a il a. residente in via. titolare del codice fiscale tel. in qualità di dell immobile sito nella DOMANDA ALLACCIO ACQUA Registrata al. N. In data Al Sig. Sindaco del Comune di San Pietro in Guarano (CS) Il/la sottoscritto/a nato/a il a residente in via titolare del codice fiscale tel. in qualità di

Dettagli

Comune di Sabaudia Provincia di Latina

Comune di Sabaudia Provincia di Latina Protocollo generale Comune di Sabaudia Provincia di Latina N del Sportello Unico Attività Produttive SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI SABAUDIA Piazza del Comune 04016 Sabaudia (LT) OGGETTO:

Dettagli

ALSIG. SINDACO DEL COMUNE DI GRIGENTO

ALSIG. SINDACO DEL COMUNE DI GRIGENTO ALSIG. SINDACO DEL COMUNE DI GRIGENTO LUDOTECA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi della legge n. 241/1990, art. 19 e s.m. e i. IL SOTTOSCRITTO Cognome Nome Data di nascita / / Cittadinanza

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale n. 12 del 11 marzo 2005 e s.m.i.

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale n. 12 del 11 marzo 2005 e s.m.i. Spett.le Responsabile del Settore Territorio e Ambiente presso COMUNE DI BREMBATE SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (D.I.A) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale

Dettagli

CERTIFICATO DI AGIBILITA (ex Abitabilità)

CERTIFICATO DI AGIBILITA (ex Abitabilità) Ultimo aggiornamento 26/10/16 Direzione Urbanistica - Area Sportello Unico per l Edilizia NOTE INFORMATIVE CERTIFICATO DI AGIBILITA (ex Abitabilità) Il Certificato di Agibilità (ex Abitabilità) è rilasciato

Dettagli

Segnalazione certificata di agibilità

Segnalazione certificata di agibilità Al Comune di Codice ISTAT Ufficio destinatario Segnalazione certificata di agibilità Ai sensi dell'articolo 24 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380 Il sottoscritto Cognome Nome

Dettagli

D A T I R E L A T I V I A L L 'I M M O B I L E

D A T I R E L A T I V I A L L 'I M M O B I L E %% Copia per: COMUNE DICHIARANTE Fasc. Edilizio n... Protocollo generale Pratica n... Bollo 14,62!"" #$ &% %(') ')*"+ D A T I R E L A T I V I A L L 'I M M O B I L E Località... Via... n.c... piano... Dati

Dettagli

Città di POMPEI Provincia di Napoli

Città di POMPEI Provincia di Napoli Città di POMPEI Provincia di Napoli V Settore Tecnico P.G. Marca da bollo Comunicazione di interventi di manutenzione straordinaria ex art. 6, comma 2, DPR 380/2001 come modificato dalla L. 73 del 22 maggio

Dettagli

Al RESPONSABILE Comune di Capriolo Servizio di Edilizia Privata - Urbanistica

Al RESPONSABILE Comune di Capriolo Servizio di Edilizia Privata - Urbanistica COMUNE DI CAPRIOLO 25031 CAPRIOLO (BS) - Via Vitt. Emanuele - Tel. 030/74641 Cod. Fisc. e Partita IVA 00635680176 «Sportello unico Urbanistica Edilizia privata» Al RESPONSABILE Comune di Capriolo Servizio

Dettagli

DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ AI SENSI DEL D.P.R n. 380 artt. 24 e 25

DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ AI SENSI DEL D.P.R n. 380 artt. 24 e 25 Timbro del Protocollo Generale Marca da Bollo Euro 14,62 Allo Sportello Unico per l Edilizia del Comune di Terrassa Padovana - PADOVA DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA Ai sensi art. 24 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA Ai sensi art. 24 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. Settore Governo del Territorio Mod Scia Agib_01 / 02.2017 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA Ai sensi art. 24 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. (Da presentare entro 15 giorni dalla comunicazione di fine

Dettagli

COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma)

COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma) COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma) Piazza C. Battisti, 14-00010 Marcellina Rm tel. 0774/427037 fax 0774/426075 Cod. Fisc. 86002050580 Partita IVA 02146041005 COSTO DI COSTRUZIONE ONERI CONCESSORI Diritti

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE SERVIZIO URBANISTICA -Sportello Unico Edilizia CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Pratica edilizia n Anno Richiedente Intervento: in via Oneri di Urbanizzazione: EDILIZIA RESIDENZIALE COMMERCIALE DIREZIONALE

Dettagli

ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE. Segnalazione certificata di inizio attività

ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE. Segnalazione certificata di inizio attività ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE Segnalazione certificata di inizio attività S.C.I.A. (articolo 19, comma 1, della legge 7/8/1990, n. 241 e s.m.i.) (articolo 4, comma 2 del decreto legge 4 luglio 2006 n. 223,

Dettagli

COMUNE DI ALESSANDRIA

COMUNE DI ALESSANDRIA COMUNE DI ALESSANDRIA Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art.11, L.431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone di locazione riferito all'anno 2012) NOMINATIVO RICHIEDENTE:

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE EDILIZIA. (articolo 36 L.R. n. 71/78 e s.m.i.)

DOMANDA DI CONCESSIONE EDILIZIA. (articolo 36 L.R. n. 71/78 e s.m.i.) BOLLO DOMANDA DI CONCESSIONE EDILIZIA (articolo 36 L.R. n. 71/78 e s.m.i.) COMUNE DI PATERNO U.O. URBANISTICA E TERRITORIO Il/ La sottoscritto/a 1 codice fiscale2 nato/a a 3 Prov. il 4 / / Residente in:

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI ai sensi dell art. 80 comma 2 L.R.T. n.01/2005 e s.m.i. (ex. art. 6 comma 2 lettera a) D.P.R. n.

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI ai sensi dell art. 80 comma 2 L.R.T. n.01/2005 e s.m.i. (ex. art. 6 comma 2 lettera a) D.P.R. n. "!#$ %'&)(*% +-,.$/0/1.324, 56578, 7:9-?A@-B @DCCFEHGIDJKGLNM-IOQP, @R5S,)>T. U@B VMGW$XDXYGWAZ O-OTJ [*.R\]MGTW-X^XGTW$ZT.Vaj-,)Va,

Dettagli