Sistemi di riscaldamento a pavimento FLOORTEC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi di riscaldamento a pavimento FLOORTEC"

Transcript

1 Sistemi di riscldmento pvimento FLOORTEC Indice 53 Aspetti generli Informzioni prodotto 54 Dti tecnici e istruzioni di montggio Impinti, componenti e ccessori 58 Progettzione 70 1 ULOW-E2 Rditori profilti Rditori superficie pin Rditori verticli 2 Sistem Noppen 89 Sistem Tcker 99 Sistem Trocken 109 Prestzioni Clcolo rpido 71 Tempertur superfi cile 83 Modulo di progettzione 121 Testi cpitolto scricbili d Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

2 54 FLOORTEC Informzioni Norme e direttive Tutte le componenti del sistem di riscldmento pvimento sono conformi lle norme DIN, lle direttive, i decreti e lle leggi reltive Germni e Austri l fine di grntire un sistem che duri nel tempo. Nell fse di progettzione e relizzzione di sistemi di riscldmento pvimento i progettisti e gli ddetti ll relizzzione devono scegliere ccurtmente gli strti isolnti (pnnelli del sistem) e le reltive dimensioni nel rispetto di norme e direttive. Durnte quest fse devono essere rispettte le seguenti norme DIN/ÖNORMEN: DIN 10 DIN 4102 DIN 4108/ ÖNORM B8110 DIN 4109 Crichi teorici per strutture edilizie Protezione ntincendio nelle costruzioni edili Isolmento termico nelle costruzioni edili Isolmento custico nelle costruzioni edili DIN 4726 ÖNORM EN bis 4 DIN 161 DIN 164 DIN 165 DIN 195 DIN 2 DIN 336 DIN 352 DIN 353 Condotte in plstic per il riscldmento pvimento Riscldmento pvimento, impinti e componenti Elementi in sugherite come mterile isolnte per l edilizi Polistirene espnso come mterile isolnte per l edilizi Elementi isolnti in fibr per l edilizi Impermebilizznte strutturle Tollernze nell edilizi per il soprsuolo Opere di impermebilizzzione Lvori di pos pistrelle e pnnelli VOB, prte C: lvori di pvimentzione smlto DIN 356 DIN 560/ ÖNORM B32 EnEV Preprzione del sottofondo Mssetti in edilizi Normtiv sul risprmio energetico L corrett progettzione dell impinto e l utilizzo di componenti conformi lle norme tecniche rientrno fr le responsbilità del progettist. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

3 FLOORTEC Informzioni prodotto / Dti tecnici e istruzioni di montggio Informzioni generli A second dell disposizione dei tubi di riscldmento e dello strto di distribuzione di crico gli impinti di riscldmento pvimento si distinguono in: sistemi di pos umido sistemi di pos secco Gli impinti di riscldmento pvimento FLOORTEC Noppen e Tcker sono sistemi di pos umido e vengono utilizzti insieme mssetti umidi. Il sistem Trocken è un sistem secco: i tubi in multistrto sono inseriti in pnnelli preformti in SPS rivestiti d lmine in lluminio. 1 ULOW-E2 Rditori profilti Rditori superficie pin Rditori verticli Dimensionmento dell isolmento termico Ai sensi dell normtiv ÖNORM EN 1264 T4, rchitetti, progettisti e instlltori di impinti di riscldmento possono integrre le componenti per l isolmento termico nel progetto di costruzione e, in bse lle esigenze, dttrne lo spessore fino d un isolmento termico minimo. I requisiti minimi in mteri di isolmento sono previsti dll normtiv sul risprmio energetico (EnEV). In cso di soffitti dicenti locli non riscldti nonché per superfici diretto conttto con il terreno l normtiv ÖNORM EN 1264 T4 prescrive un resistenz ll trsmittnz termic minim dell isolmento di RλDämm = 1,25 m 2 K/W. In presenz di preti esposte ll ri estern (tempertur dell ri estern di progetto d -5 C - C) l suddett normtiv prevede un resistenz ll trsmittnz termic minim di RλDämm = 2,0 m 2 K/W. Tli vlori rppresentno i requisiti minimi d isolmento. Per l isolmento effettivo, invece, si deve tener conto dell situzione energetic dell intero edificio, l qule deve essere indict in un ttestto di certificzione energetic. Tle ttestto deve essere consegnto il più presto possibile l progettist o gli ddetti ll relizzzione per consentire loro di determinre l qulità del mterile isolnte e lo spessore. Le resistività termiche reltive d ulteriori csi di ppliczione di impinti di riscldmento pvimento sono contenute nell normtiv ustric ÖNORM EN Di ftto è rilevnte solo l resistenz ll conduttività termic, l qule deve essere grntit per mezzo dello strto isolnte. Per questo motivo nell tbell 1 (v. pg. 11) viene indict l resistenz residu dello strto isolnte e del rispettivo rivestimento nel cso in cui l impinto di riscldmento si trovi (ll interno di un pvimentzione post) sopr uno scntinto non riscldto. Inoltre, nell tbell 1 si prevede un rivestimento in clcestruzzo di cm. L resistenz ll conduttività termic R viene indict dl vlore k in bse ll seguente relzione: R = 1/k [m 2 K/W] Resistenz ll conduttività termic R: R = 1/k [m 2 K/W] L resistenz ll conduttività termic complessiv consiste nell somm di tutte le resistenze przili presenti ll interno dell struttur del pvimento: R totle = Rλcoibentzione + R copertur + Rα Si deve tener conto delle resistenze Rλcoibentzione e Rα soltnto nel cso in cui l impinto di riscldmento pvimento si trovi sopr uno scntinto non riscldto o un superficie espost ll ri estern. L suddett normtiv prevede quindi Rλ = 0,17 m 2 K/W nel cso di prossimità d uno scntinto e Rλ = 0,04 m 2 K/W in presenz di superficie espost ll ri estern. Il vlore R dei singoli strti vengono clcolti in bse ll seguente formul: Vlore R dei singoli strti: R = d/λ [W/m 2 ] 2 Informzioni generli Isolmento termico e nticlpestio L corrett insonorizzzione di un edificio influisce notevolmente sull su bitbilità. Al fine di grntire un deguto isolmento nticlpestio è quindi necessrio dottre prticolri misure. Il mssetto gllegginte del riscldmento pvimento miglior l isolmento nticlpestio del soffitto in qunto impedisce l propgzione di rumori trsmessi per vi strutturle. Per migliorre insonorizzzione è necessrio un isolmento privo di ponti custici, il qule richiede un relizzzione prticolrmente ccurt. L isolmento nticlpestio deve ricoprire l inter superficie e vviene per mezzo di mterili che svolgono nche un funzione termoisolnte. Al contrrio, non tutti i mterili termoisolnti in commercio/d uso commercile hnno proprietà nticlpestio. Lo strto PST dei pnnelli del sistem FLOORTEC è conforme i dti tecnici riportti. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

4 56 FLOORTEC Dti tecnici e istruzioni di montggio Istruzioni di relizzzione e di montggio Per l instllzione di impinti di riscldmento pvimento si deve tener conto dei seguenti punti già nell fse di progettzione dell edifi cio: isolmento termico dell edifi cio destinzione dei vri mbienti ltezz necessri dell struttur tipo di edifi cio infl uenz di fonti di clore esterne tipologi di riscldmento. Impermebilizzzione dell struttur Gli elementi costruttivi diretto conttto con il terreno, quli pvimenti di scntinti e pinterreni di edifi ci privi di pino interrto, devono essere isolti contro umidità e infi ltrzioni d cqu i sensi dell normtiv DIN 195. È di competenz dell rchitetto determinre l tipologi d isolmento, relizzto successivmente d un ditt specilizzt. Sottofondo portnte per pvimenti non finiti Il pvimento non fi nito deve essere conforme ll normtiv DIN 560, suffi cientemente sciutto e solido. L superfi cie non deve presentre irregolrità mggiori rispetto quelle stbilite dll normtiv DIN 2. Tollernze nelle costruzioni edili, tbell 3. Prim di montre l impinto di riscldmento il sottofondo deve essere pulito con un scop d eventuli residui di intonco e mlt. L pos di tubzioni e di tubi vuoto sull superfi cie non fi nit deve essere evitt il più possibile, poiché il dnneggimento degli elementi del sistem comporterebbe l riduzione delle proprietà termoisolnti e nticlpestio. Prerequisiti per l costruzione Nel cso in cui si previsto l utilizzo di intonco prete, questo deve essere steso fi no l pvimento non fi nito i sensi dell normtiv DIN 560 prte 2, Requisiti per l costruzione. Le porte esterne e le fi nestre devono essere già montte e tutte le perture provvisorimente chiuse per proteggere l pos del mssetto d eventuli dnni rrecti d umidità e forti escursioni termiche. Fino ll pos del mssetto è vietto l ccesso l cntiere i non ddetti i lvori, l fi ne di evitre il dnneggimento dell impinto. Il responsbile dei lvori deve contrssegnre chirmente il pino di bttut in tutti i locli. Tutti i lvori di instllzione vnno ultimti e verifi cti tenendo conto dei requisiti per l costruzione conformi ll normtiv DIN 560 prte 2, prgrfo 4. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

5 FLOORTEC 57 Dti tecnici e istruzioni di montggio / Componenti del sistem e ccessori Disposizione dei giunti Nel cso di superfici di grosse dimensioni o form geometric srà necessrio montre sui muri esterni dell stnz ulteriori fughe superficili (giunti di diltzione). Il rpporto fr lunghezz e lrghezz di ogni singol superficie non deve essere superiore 1:2 (Fig.1). Le fughe di costruzione devono riprendere congruentemente il mssetto superiore. Dimensioni mmesse Le dimensioni dei singoli pnnelli non devono superre i 40 m 2. Se i pnnelli sono di form qudrt (6, m x 6, m) si h un inquinmento termico ridotto (Fig.2). Fig. 1: Disposizione delle fughe Informzioni generli Connessione dei tubi di riscldmento per mezzo di giunti di diltzione Nel cso dei mssetti di riscldmento i giunti di espnsione dovrebbero essere ttrversti soltnto d tubi di connessione e solo d un livello. È ssolutmente necessrio dttre l disposizione del circuito di riscldmento d ogni mssetto. I tubi di connessione che ttrversno un giunto di diltzione devono essere ricoperti d un guin (sistem Tcker) o un tubo di protezione flessibili (sistem Noppen) dell lunghezz di circ 0,4 m (Fig.3). 8 m 8 m Fig. 2: Dimensioni dei pnnelli 8 m 8 m Pos dei mssetti di riscldmento In seguito l montggio del sistem di riscldmento pvimento è vietto eseguire ulteriori lvori sulle superfici instllte prim dell pos dei mssetti. Spessore dei mssetti Nei sistemi di riscldmento pvimento i mssetti si collocno direttmente sopr i tubi fissti in precedenz. Non è necessrio ggiungere un pellicol protettiv. Lo spessore dei mssetti è conforme ll normtiv DIN 560 (prte 2, tbell 1). Il sistem FLOORTEC corrisponde l tipo di costruzione A1. Generlmente insieme i mssetti ZE /AE si utilizz uno spessore sopr i tubi di lmeno 45 mm che, in conformità ll normtiv DIN 560, può essere ridotto d lmeno 30 mm nel cso di mssetti con un clsse di resistenz ll flessione mggiore che bbino superto il test d idoneità (si preg di tenere conto delle direttive dell ditt produttrice). Nel cso di crichi dinmici più elevti del normle (1,5 kn/m2) srnno necessri rivestimenti per tubi più spessi o mssetti con un clsse di resistenz ll flessione mggiore (DIN 10). Il mssetto serve non solo per l suddivisione del crico m nche per l trsmissione di clore di tubi ll stnz ttrverso il rivestimento del pvimento. Per un ottimle trsmissione di clore fr i tubi e i mssetti questi ultimi devono circondre completmente i tubi. 0,4 m Fig. 3: Giunti di diltzione Tipo di clcestruzzo Tipo di costruzione Clsse di resistenz ll flessione e clsse di durezz conforme DIN EN Spessore nominle del mssetto in mm min. Rivestimento dei tubi in mm min. Mssetto di flusso solfto di clcio CAF Mssetto di solfto di clcio Mssetto di clcestruzzo Mssetto di sflto colto A B, C A B, C A B, C F4 F4 F4 F4 F4 F d d d A B, C IC 10 IC d 25 1) d è il dimetro esterno degli elementi rdinti 2) L comprimibilità degli strti isolnti non deve superre i 5 mm. 3) L distnz complessiv fr gli elementi rdinti dell superficie inferiore e quell superiore dei mssetti deve essere di lmeno 45 mm. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

6 58 FLOORTEC Impinti e componenti Prim pos dei mssetti di riscldmento Emulsioni per mssetti di riscldmento Gli dditivi servono per l plstificzione dei mssetti riscldnti di clcestruzzo. Per i mssetti di clcestruzzo convenzionli con un rivestimento per tubi di 45 mm serve l dditivo W0. ll dosggio consiglito in bse llo spessore dei mssetti è di 0,2 litri/m 2. Armtur (di rinforzo) In conformità DIN 560 i mssetti posti su strti isolnti non necessitno di rmture di rinforzo, che possono però essere indicte/sono però consiglibili per mssetti di clcestruzzo su cui ndrnno posti pvimenti in pietr o cermic. Un rmtur non h un funzione sttic: non può impedire il formrsi di crepe nei mssetti, m soltnto ridurre l lrghezz delle crepe. Se è previst un rmtur in mgli d cciio deve essere inserit metà dello spessore del mssetto. Sollecitzione termic dei mssetti È proprio nelle strutture con riscldmento pvimento che bisogn fissre dei giunti di diltzione i mssetti, cus dell sollecitzione e dell diltzione termic cui questi ultimi sono sottoposti. Si prl di giunti di diltzione qundo mssetti dicenti fr loro si possono vvicinre e llontnre libermente in corrispondenz dei punti di connessione senz ostcolrsi. Tli giunti possono rrivre rggiungere un lrghezz di c. 10 mm second delle circostnze e del mterile utilizzto. Un mssetto h un coefficiente di diltzione pri 0,012 mm/ mk. Sull bse di questi dti un mssetto con un lto di 8 m si dilterà di 8 m x 0,012 mm/ mk x 30 K innlzndo l tempertur d 10 C 40 C per mezzo di un struttur pvimento riscldt. È necessrio mntenere questo spzio minimo più un mrgine di sicurezz in tutte le direzioni. Regolndo l tempertur in mnier impropri, soprttutto nel cso di un mlfunzionmento del limittore di tempertur mssim, è possibile che il mssetto veng sollecitto mggiormente e che quindi cresc di volume più del previsto. Si preg di tenere conto delle direttive di lvorzione dell ditt produttrice utilizzndo mssetti utolivellnti in nidrite. Solitmente in questo cso bisogn mntenere un dimensione superficile mssim. Se si desider inserire giunti di contrzione, si preg di considerre che si può incidere l mssimo 1/3 dello spessore del mssetto. È inoltre necessrio compilre uno schem d cui si poss comprendere il tipo e l posizione dei giunti. Tle schem deve essere creto dl progettist e deve essere presentt ll esecutore in veste di componente ll interno del cpitolto d pplto. Riscldre Prim di inizire l pos del rivestimento bisogn riscldre i mssetti: con quelli in clcestruzzo bisogn ttendere lmeno 21 giorni dl termine dei lvori, mentre con quelli in nidrite si può inizire già dopo 7 giorni. Il processo di riscldmento inizi con un tempertur di mndt 25 C che deve essere mntenut costnte per 3 giorni consecutivi. Poi viene fisst l tempertur di mndt stbilit nel progetto e mntenut costnte per ltri 4 giorni. L intero processo deve essere protocollto. È possibile scricre un modello ll pgin Novità! Kit di misurzione mssetti Codice rticolo: FBRADDISCMSET0A0 Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

7 FLOORTEC Impinti e componenti 59 Pos dei mssetti di riscldmento Consigli utili per l utilizzo di mssetti utolivellnti: In generle i mssetti più dtti per i sistemi FLOORTEC sono quelli in nidrite, m bisogn soprttutto essere sicuri che l zon intorno lle fughe si ben isolt Ai mssetti in nidrite non viene mischito di solito lcun dditivo. Conformemente ll normtiv DIN 560 (prte 2) è necessrio sottoporre i mssetti in nidrite un test d idoneità rigurdnte l cpcità di crico se si intende ridurne lo spessore nominle. Percentule mx di umidità consentit nei mssetti per l idoneità ll pos Informzioni generli Per qulunque sistem di riscldmento che utilizzi mssetti gllegginti si deve tener conto dell loro stgiontur, d controllrsi prim dell pos dei pvimenti. Mnto superficile Mssetto di clcestruzzo [%] Mssetto di solfto di clcio [%] Mnt. sup. 1 Rivestimenti in tessuto ed elstici 1,8 0,3 Mnt. sup. 2 Prquet in legno 1,8 0,3 Mnt. sup. 3 Lminti 1,8 0,3 Mnt. sup. 4 Pistrelle in cermic e msselli in pietr/in cemento 2,0 0,3 Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

8 60 FLOORTEC Impinti e componenti Componenti del sistem Peso e dimensioni spessore dell prete 2 mm densità 938 kg/m 3 rggio minimo di curvtur 5 x d Tubi per riscldmento pvimento Pe-Xcellent 5 strti - Dti tecnici Dti tecnici Sistem Noppen Sistemi Noppen e Tcker Sistem Tcker Informzioni termiche e meccniche coefficiente di espnsione linere: 1,5 x 10-4 [K-1] conducibilità termic: 0,41 W/m 2 K tempertur di esercizio: fino 90 C pressione mx. d esercizio: 8 br ruvidezz superficile (secondo Prndtl-Colebrook): ε = 0,00 mm Dimensioni 14 x 2 17 x 2 x 2 Coefficiente di diltzione linere in mm/m x K ( tempertur mbiente) 0, Conducibilità termic in W/m x K 0,41 Tempertur mx. d esercizio in C 90 Pressione mx. d esercizio in br 8 Diltzione dei tubi Pe-Xcellent 5 strti FLOORTEC Contenuto d cqu l / m 0,079 0,133 0,1 Diltzione in mm / m Rggio di curvtur in mm Grdo di reticolzione in % 5 x d Differenz dell tempertur in C Permebilità di ossigeno in mg/m 2 x d < 0,32 Tubi multistrto - Dti tecnici Dti tecnici Sistem Noppen, Tcker, e Trocken Dimensioni 16 x 2 Coefficiente di diltzione linere in mm/m x K 0,026 Conducibilità termic in m2 K/W 0,43 Tempertur mx. d esercizio in C 70 Pressione mx. d esercizio in br 6 Contenuto d cqu l / m 0,113 Rggio di curvtur in mm 5 x d Tubo Pe-Xcellent 5 strti per sistemi di riscldmento pvimento L scelt dei tubi di riscldmento impiegti è determinnte per l qulità dell impinto: Tutti i tubi di riscldmento FLOORTEC si contrddistinguono per h: eccezionle resistenz llo scorrimento elevt cpcità di crico fcilità d instllzione Il tubo di sicurezz FLOORTEC è disponibile nelle misure nominli 14 x 2 mm, 17 x 2 mm e x 2 mm. Le misure vengono fornite in rotoli di m. Lo svolgitubo FLOORTEC consente di svolgere il tubo più fcilmente. I tubi per il riscldmento pvimento Pe- Xcellent 5 strti (DIN 4729) sono prodotti nel rispetto dell normtiv DIN e impermebili ll ossigeno i sensi dell norm DIN Nell fse di produzione i tubi vengono sottoposti continui controlli per grntirne l qulità nel tempo. Si preg di fre ttenzione ll diltzione termic durnte il posizionmento dei tubi per il riscldmento pvimento. Per evitre elevte pressioni sui punti fi ssi quli collettori ecc. bisogn instllre dei compenstori ttrverso cmbi di direzione e nelli di diltzione. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

9 FLOORTEC Impinti e componenti 61 Istruzioni per il montggio dei tubi di riscldmento Attenzione: Scegliendo i tubi si preg di verificre che questi sino conformi lle norme e che le dimensioni corrispondno lle misure nominli del rccordo. 1. Tglio dei tubi Tglire il tubo utilizzto con il tglitubi d ngolo retto in corrispondenz dell sse medino. 2. Sbvtur e clibrtur Scegliere lo strumento per l sbvtur e l clibrtur dtto lle dimensioni del tubo, inserirlo completmente l suo interno e girrlo in senso orrio così d clibrre e smussre l estremità del tubo. Ad operzione termint eliminre dl tubo gli eventuli residui. Verifi cre che le estremità del tubo sino pulite e che l sbvtur si priv di di fetti (visibile dllo smusso circolre). 3. Applicre ddi e nelli di serrggio Inserire il ddo e l nello di serrggio ll estremità del tubo nel giusto ordine. Nel cso dei tubi multistrto si preg di prestre ttenzione ll seprzione glvnic, pplict per mezzo di un disco isolnte in plstic tr il beccuccio del tubo e lo strto intermedio di lluminio. In seguito inserire completmente il beccuccio nell estremità del tubo con il disco isolnte. 4. Rccordo conico Introdurre, senz esercitre pressione, l ltr estremità nel rccordo conico insieme l cono del beccuccio e vvitrl l ddo posto ll estremità del tubo. 5. Avvitmento dei ddi Stringere i ddi con un chive forchett tenendo conto dei dti dell tbell sottostnte. Attenzione: l misur minim dell estremità diritt dei tubi curvi di llccimento, in seguito ll vvitmento, dev essere un volt e mezz quell del dimetro esterno del tubo! Not: Stringendoli, si devono tenere premuti insieme il tubo e il beccuccio lmeno fi no l momento in cui l nello di serrggio viene conttto con il tubo. Senz l dovut ttenzione il tubo potrebbe uscire dl rccordo. Se necessrio tenerlo unito l nipplo vite o l gruppo vlvol. 6. Istruzioni per prov di tenut L prov di tenut per l instllzione del riscldmento vviene in conformità lle disposizioni VOB (DIN 380), mentre quell per l instllzione di snitri viene relizzt in bse ll normtiv DIN 1988 TI 2, prgrfo Tipo di filetttur M x 1,5 G 3/4 G 1 Angolo di giro con chive forchett Giro 1 1 /4 1 1 Grdo Informzioni generli Figur Modello/Descrizione Codice rticolo FLOORTEC clibrtore per tubi di riscldmento 16 x 2 mm FAYTTCA16000A0 FLOORTEC rccordo diritto pressre multipinz per tubi multistrto 16 x 2 mm FAY5S16M16M0A0 FLOORTEC Pinz per presstrice per tubi multistrto 16 x 2 mm FAYTTJPML00016A0 FLOORTEC Tglitubi per tubi di dimensioni fino < 63 mm FAYTA00CUTTER1A0 Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

10 62 FLOORTEC Impinti e componenti Collettore di distribuzione in cciio inox Fig. 1: Mndt componente di bilncimento integrt Fig. 2: Ritorno vlvole integrte regolzione mnule Collettore per riscldmento pvimento in cciio inox (EN1264-4) I moderni impinti di distribuzione di clore FLOORTEC ssicurno un perfett distribuzione del clore in tutt l cs. Descrizione L tecnic innovtiv dell impinto lo rende sicuro, soddisf ogni tipo di esigenz e consente di risprmire sui costi.. L chiusur integrt di ogni singolo circuito f si che le funzioni di rresto e bilncimento sino indipendenti (EN ). Le vlvole del collettore sono predisposte per l instllzione di ttutori. Le vlvole di intercettzione dotte di volntini consentono un regolzione del fl usso mnule. Il diverso posizionmento delle vlvole produce volumi di fl usso differenti, grntendo così un regolzione di fl usso nonché un tempertur mbiente personlizzt che soddisfi le esigenze di ogni singolo cliente. Le vlvole di sfi to mnuli consentono lo sfi to di mndt e ritorno, umentndo l sicurezz e l fcilità d uso. I collettori di distribuzione sono premontti su znche in plstic, consegnti ll interno di un imbllggio di crtone stbile e ntiscivolo, predisposto per 2 fi no 12 derivzioni così d soddisfre le esigenze di effi cienz e durt nel tempo. I moderni collettori di distribuzione FLOORTEC per impinti di riscldmento grntiscono l perfett distribuzione del clore in tutt l cs. Posizione d instllzione Adtto per instllzione destr, sinistr e soprtest di tubzioni verticli con fl usso scendente. Funzionmento I collettori di mndt e ritorno vengo llcciti ll impinto di riscldmento. Allo stesso modo i circuiti di riscldmento e rffreddmento vengo collegti gli llccimenti Euroconus d 2 12 vie. Il volume di fl usso di ogni circuito viene impostto per mezzo dell vlvol di bilncimento TopMeter, l cui chiusur indipendente può essere effettut per mezzo dell chive in dotzione. I volntini mnuli o i termostti muniti di ppositi ttutori grntiscono il mssimo comfort. Ctegorie Strutture bittive, bitzioni unifmiliri e condomini Cse di riposo e ospedli Strutture mministrtive e di servizio pubblico Alberghi e ristornti Scuole, plestre e impinti sportivi Strutture commercili e industrili Vntggi è conforme ll EN collettori in cciio inossidbile più leggeri, moderni e robusti Bilncimento per mezzo di vlvole testte TopMeter munite di indictore di posizione rosso su collettore di mndt vlvol conic per un trsmissione di fl usso precis il comndo mnule volntino consente un regolzione del fl usso mnule premontto su stff in plstic per un montggio insonorizzto impermebile l100% Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

11 FLOORTEC Impinti e componenti 63 Collettore in cciio inox Collettore in cciio inox Dti tecnici Generli: Tempertur del fluido fr -10 C + 70 C Pressione mx. d esercizio P B mx : - High End: 6 br - Vlue: 6 br - Connect: 8 br Accurtezz del disply: ±10% del vlore indicto Vlore k VS e cmpo di misur cfr. tbell Digrmm di perdit di crico Collettori per il ciclo termodinmico: ¾ Eurokonus Mterili: Collettori: cciio inox Componenti interne: ottone nichelto, plstic resistente l clore e gli urti. Gurnizioni: O-Ring EPDM Stff di sostegno: plstic rinforzt in fibre di vetro Informzioni generli Fluidi di trsmissione: cqu di riscldmento (conforme VDI 35; SIA Richtlinie 384/1; ÖNORM H ) cqu di rffreddmento conforme DIN Digrmm di perdit di crico Forme e effetti del disco di vlvol Perdit di crico con pertur mssim dell ventol in lmbr Cors dell vlvol convenzionle (pitto) nuovo (conico) Volumi Portt l/min 1 TopMeter Supply 0 5 l/min: k VS = 0, Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

12 64 FLOORTEC Impinti e componenti Collettore in cciio Circuiti Lrghezz in mm Profondità in mm Allccimento cldi in pollici Allccimento circuito di riscldmento mm Codice rticolo /4 FBVMSST02313A /4 FBVMSST03313A /4 FBVMSST04313A /4 F BVMSST05313A /4 F BVMSST06313A /4 F BVMSST07313A /4 F BVMSST08313A /4 F BVMSST09313A /4 F BVMSST10313A /4 F BVMSST11313A /4 F BVMSST12313A0 Tipi Funzione Codice rticolo FLOORTEC Attutore V FLOORTEC Attutore 230 V Attutore per collettore di distribuzione in cciio inox L ttutore trsmette ll vlvol ttrverso un movimento linere ogni vrizione del vlore nominle dell tempertur mbiente estern. Regoltore ed ttutore funzionno in bse l principio di regolzione ON/ OFF, regolndo costntemente il flusso di clore in bse ll res termic richiest. NC NC FBVAMEOA0NC2A0 FBVAMEOA230NC2A0 Dti tecnici Principio di funzionmento: corrente debole neutr (NC) Tensione nominle (AC o DC): V o 230 V Vrizione di tensione mmess ± 10% Picco di ccensione (<1 ms): 1,5 A (V) / 0,3 A (230V) Fusibile consiglito: 0,35 A ritrdto, secondo DIN Tempo di pertur: c. 3 min. 3 W Tempo di pertur: c. 3 min. Tempo di chiusur: c. 9 min. Alzt nominle: 4 mm Forz di serrggio nominle: 100 N ± 7% Tempertur mbiente: 0... C Lunghezz chive di collegmento: 1m Cvo di collegmento:2 x 0,75 mm 2, PVC binco Tipo di protezione motore: IP 44 Tipo di protezione componenti elettrici IP 65 Clsse di protezione: II I dti tecnici sono conformi ll normtiv EN e il prodotto è munito di certificzione di conformità CE. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

13 FLOORTEC Impinti e componenti 65 Gruppo di miscelzione comptto Gruppo di miscelzione comptto dtto per impinti di riscldmento monotubo e bitubo di mbienti con un superficie mx. di c. 25 m 2 ( tubo di lluminio 16 x 2 mm di mx. 80 m o mx. 2 x 80 m con rccordo Y ). 1 Limite dell tempertur di sovrpressione e di mndt C 2 Rilevtore di tempertur 3 Perfett distribuzione del clore per mezzo di un pomp silenzios motore sferico 4 Bypss regolbile per ll llccimento d impinti monotubo Vntggi fcile llccimento impinti di riscldmento perfett distribuzione del clore per mezzo di un pomp silenzios motore sferico egolzione tempertur mbiente incl. interruttore di sovrtempertur Proprietà tecniche Unità di miscelzione (Allccimento 3/4 Euroconus) incl. pomp di circolzione motore sferico priv di lbero Regolzione dell tempertur costnte/stndrd integrt ( 70 C) per l eventule llccimento di un termostto per l regolzione dell tempertur mbiente Sostegno fissbile sul lto nteriore o posteriore Anticongelmento Limite dell tempertur di sovrpressione e di mndt C Bypss regolbile per ll llccimento d impinti monotubo Rilevtore di tempertur Mndt principle Ritorno principle Mndt Riscldmento pvimento Ritorno Riscldmento pvimento Informzioni generli Dti tecnici Pressione mx. di sistem Tempertur mx. di sistem Differenz mx di pressione Allccimento elettrico Prestzione 1 MP (10 Br) 80 C (nel circuito del rditore o dell cldi), C (circuito del riscldmento pvimento) 100 kp (1 Br) nel circuito del rditore o dell cldi 1x 230 V / Hz 8 Wtt Figur Modello/Descrizione Codice rticolo Gruppo di miscelzione comptto FLOORTEC Mini unità di miscelzione FBH 3/4 Kit di miscelzione con controllo integrto di tempertur costnte ( 70 C) per l eventule llccimento di un termostto per regolre l tempertur mbiente. FBRMANIKRST010A0 Optionl: Rccordo Y FLOORTEC (Kit di 2 pz.) FBVAMFNE34M340A0 Cssett comptt per collettori Pistr in cciio (strto di fondo binco) FBVCWS00F40040A0 in RAL 9010 Misure nicchi intern: H 330 x L 3 x P mm Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

14 66 FLOORTEC Impinti e componenti Twintec TWINTEC, l elemento di rccordo intelligente fr rditore e riscldmento pvimento. TWINTEC colleg il rditore con il riscldmento pvimento e grntisce un efficce regolzione termic e un elevto benessere. Un unic testin termosttic permette di regolre l tempertur senz sforzo, in tutt semplicità e comodità. Grzie l collegmento in serie si può degure l tempertur del riscldmento pvimento quell del rditore. Il sistem di limitzione dell portt grntisce un protezione ulteriore. L portt nei rditori (di design e non) è grntito nche qundo il sistem di limitzione è ttivo. TWINTEC è dtto non solo per edifici di nuov costruzione m nche per strutture d rinnovre ed lo si può combinre con un mpi gmm di rditori. TWINTEC in combinzione con rditori superfi cie pitt TWINTEC in combinzione con convettori e pnnelli rdinti TWINTEC in combinzione con rditori per snitri e di design Figur Modello/Descrizione Codice rticolo Volume di consegn TWINTEC con rivestimento e test termosttic in RAL binco trffi co FBROTHETWITE2GAR9016 1x 1x TWINTEC con rivestimento e test termosttic cromti FBROTHETWITE2GASCHRO 1x 2x 1x Accessori opzionli TWINTEC - in combinzione con i rditori pnnelli e i mod. Kontec/Vonris 2 rccordi di pssggio incl. 2 gurnizioni pitte FBROTHETWITECAA0 Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

15 FLOORTEC Impinti e componenti 67 Cssett per collettori per instllzione sotto intonco- Stndrd Codice rticolo Modello FBVCFS03A63040A0 400 Cssett per collettori FLOORTEC 2-3 circuiti 393 FBVCFS05A630A0 0 Cssett per collettori FLOORTEC 4-5 circuiti 493 Lrghezz Lrghezz Altezz intern FBVCFS07A63070A0 700 Cssett per collettori FLOORTEC 6-7 circuiti 693 FBVCFS10A63085A0 8 Cssett per collettori FLOORTEC 8-10 circuiti 843 FBVCFS12A63100A Cssett per collettori FLOORTEC circuiti 993 FBVCFS00A631A0 10 Cssett per collettori FLOORTEC 12 + circuiti Cssett per collettori per instllzione sotto intonco- Profondità 80 mm Codice rticolo Modello Profonditá Lrghezz Lrghezz Altezz intern Informzioni generli FBVCFS03H63040A0 400 Cssett per collettori FLOORTEC 2-3 circuiti 393 FBVCFS05H630A0 0 Cssett per collettori FLOORTEC 4-5 circuiti 493 FBVCFS07H63070A0 700 Cssett per collettori FLOORTEC 6-7 circuiti 693 FBVCFS10H63085A0 8 Cssett per collettori FLOORTEC 8-10 circuiti 843 FBVCFS12H63100A Cssett per collettori FLOORTEC circuiti 993 FBVCFS00H631A0 10 Cssett per collettori FLOORTEC 12 + circuiti Cssett di contenimento in solid lmier zinct. Il telio dell cssett di contenimento per collettori per instllzione sotto intonco - Stndrd, completo di portin, h un profondità regolbile di mm e un profondità d incsso di 80 mm regolbile di mm; è disponibile nell versione lmint (RAL 9010/Binco puro). I supporti universli predisposti per il fi ssggio verticle sono dtti ll mggior prte dei modelli di collettori. Le lette defl ettrici servono nche per devire i tubi. Znche punzonte grntiscono l inserimento più sicuro di mndt e ritorno. L portin è dott inoltre di un chiusur chivistello e l cssett port collettore ( murre) dispone di piedini regolbili. Cssett per collettori per instllzione sotto intonco - Stndrd Codice rticolo Modello FBVCWS03F63040A0 473 Cssett per collettori FLOORTEC 2-3 Circuiti 393 FBVCWS05F630A0 573 Cssett per collettori FLOORTEC 4-5 Circuiti 493 Profonditá Lrghezz Lrghezz Altezz intern Profonditá FBVCWS07F63070A0 773 Cssett per collettori FLOORTEC 6-7 Circuiti 693 FBVCWS10F63085A0 923 Cssett per collettori FLOORTEC 8-10 Circuiti FBVCWS12F63100A Cssett per collettori FLOORTEC Circuiti 993 FBVCWS00F631A Cssett per collettori FLOORTEC 12 + circuiti 1193 Cssett di contenimento in solid lmier zinct. L cssett, portin inclus, h un profondità di 130 mm (non regolbile) ed un ltezz fi ss di 645 mm (prete posteriore non smontbile); è disponibile versione lmint (RAL 9010/Binco puro). I supporti universli predisposti per il fi ssggio verticle sono dtti ll mggior prte dei modelli di collettori. L portin è dott inoltre di un chiusur chivistello. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

16 68 FLOORTEC Impinti e componenti Tecniche di regolzione Per l mggior prte dell nno l res termic effettiv del sistem di sviluppo e distribuzione del clore rppresent solo un minim percentule dell potenz instllt. Per questo motivo l potenz dell impinto di riscldmento deve essere clcolt in bse del rele fbbisogno termico. Inoltre, l termoregolzione ll interno dei locli deve vvenire utomticmente l fi ne di grntire un elevto Informzioni generli benessere ed un mggiore risprmio energetico. A questo proposito l legislzione prevede, inoltre, che l termoregolzione dell cldi e dell superfi cie rdinte vveng in funzione ll tempertur estern l fbbisogno termico del momento. Per mggiore risprmio e benessere l regolzione termic ll interno dei locli deve vvenire utomticmente. L legislzione esige, inoltre, che l regolzione dell cldi e dell superfi cie rdinte subordint ll tempertur estern. Per un ottim distribuzione del clore è necessrio instllre sistemi funzionmento utomtico per il controllo dell tempertur mbiente. Uno di questi è il sistem FLOORTEC, il qule oltre d essere norm di legge è effi cce in termini di risprmio energetico. Architetti e progettisti devono fr si che l progettzione dei sistemi di termoregolzione si in line con le direttive di riferimento. Allo stesso modo il costruttore deve occuprsi dell ppliczione di tutti gli elementi necessri per il perfetto funzionmento dell impinto. A tl proposito è necessrio ttenersi lle seguenti norme: Norme e direttive EnEV DIN 380 DIN 382 DIN 386 VDI 0100 VDI 73 VDE Normtiv sul risprmio energetico sistemi di riscldmento e impinti centrlizzti di produzione e di riscldmento dell cqu snitri Impinti elettrici e di conduzione in edifici instllzione di dispositivi utomtici Relizzzione di impinti d lt tensione con tensioni nominli fino V collegmento idrulico per impinti di riscldmento e di condizionmento ri riscldmento elettrico sistem di comndo cricmento per riscldmenti d ccumulo Regolzione dell tempertur Il sistem di termoregolzione locle per locle si bs su un funzionmento due punti ed è quello più usto nell ingegneri energetic. Qundo l tempertur mbiente è troppo bss l vlvol regoltrice si pre consentendo l ffl usso del fl uido riscldnte, chiudendosi poi un volt che l dovut tempertur mbiente è stt rggiunt. All interno di questo sistem è il termostto d occuprsi dell tempertur dell ri e ttiv l ttutore ll interno del collettore nel cso in cui l tempertur mbiente scend l di sotto dei vlori impostti. Dopo lo spegnimento, l retrozione termic ll interno del termostto simul il recupero del clore e impedisce in tl modo le sovroscillzioni di tempertur. Unità di llccimento L unità di llccimento serve l cblggio centrle, conforme ll norm VDE, dei termostti FLOORTEC e degli ttutori ( V e 230 V). Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

17 FLOORTEC Impinti e componenti 69 Regolzione - NOVITÀ Regoltore di tempertur con funzione click d V e 230V. Per fcilitre il montggio i regoltori cblti sono composti d un sostegno per il montggio muro e l elemento corrispondente per l zionmento. In questo modo i regoltori sono rimovibili in qulunque momento. Tle crtteristic fcilit, d esempio, i lvori di ritinteggitur e protegge gli pprecchi d eventuli dnni. Il rivestimento protettivo in dotzione preserv inoltre il gncio di supporto. Termostto mbiente FLOORTEC nlogico V / 230 V regoltore elettronico rilevtore di tempertur funzionmento clic, unità d llccimento UP profondità: solo 25 mm limitzione meccnic min./mx. indictore di stto ON/OFF LED Informzioni generli Termostto mbiente FLOORTEC nlogico V NA / 230 V NA Stesse funzioni del modello nlogico, in ggiunt: regoltore elettronico (2 punti o PWM) con bbssmento notturno dtto per riscldre e rffreddre indictore LED (LED rosso = riscldmento, LED blu = rffreddmento) Termostto mbiente nlogico Termostto mbiente FLOORTEC digitle V / 230 V regoltore elettronico (2 punti o PWM) disply LCD con retroilluminzione rncione dtto per riscldre e rffreddre rilevtore di tempertur con llccimento opzionle il rilevtore pvimento 3 temperture impostbili: 1. regolzione tempertur mbiente 2. regolzione tempertur mbiente e limitzione dell tempertur del pvimento (min./mx.) 3. regolzione tempertur del pvimento Termostto mbiente FLOORTEC Touchscreen V / 230 V Stesse funzioni del modello digitle, in più: disply LCD grfico gestione utomtic estte/inverno progrmmbile (3 fsce orrie) funzione d ottimizzzione progrmm settimnle e modlità vcnz igrostto integrto in modlità rffreddmento ttiv Termostto mbiente digitle Mnopol Termostto mbiente TouchScreen FLOORTEC Crono-termostto V / 230 V Stesse funzioni del modello digitle, in più: disply LCD grfico gestione utomtic estte/inverno progrmmbile (3 fsce orrie) funzione d ottimizzzione progrmm settimnle e modlità vcnz igrostto integrto in modlità rffreddmento ttiv Crono-termostto Sensore per pvimenti FLOORTEC tipologi d llccimento stndrd fino 6 indictori con unità cldi e pomp integrt modulo di estensione 4 o 6 indictori modulo di estensione per riscldmento e rffreddmento montggio su guid DIN Modulo di llccimento Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

18 70 FLOORTEC Progettzione Progettzione Per strutture portnti stndrd vlgono le seguenti misure: per mssetti umidi con su = 45 mm e U = 1,2 W/m 2 K R o dell struttur del pvimento verso l lto R λb 0,00 0,05 0,10 0, R o 0,1305 0,05 0,2305 0,2805 R u dell struttur del pvimento verso il bsso ÖNORM EN 1264 R u = 0,75 pri tempertur, stess destinzione d uso R u = 1,25 R u = 2,00 conttto con l ri estern diretto conttto con il terreno, temperture diverse, divers destinzione d uso, conttto con locli non riscldti Crichi dinmici L ubiczione dell struttur del pvimento infl uenz i requisiti minimi di crico dell inter pvimentzione. L normtiv di riferimento è l DIN 10, prte 3, riprodott przilmente qui di seguito. I volumi mssimi di crico dinmico mmessi per le singole strutture sono specifi cti nell tbell esplictiv sottostnte per poter scegliere l tipologi più dtt l tipo di intervento. Crichi utili perpendicolri per soffiti i sensi DIN 10-3 (estrtto) A B Ctegori Destinzione Esempio Crico di re qk (kn/m²) Crico unitrio Qk (kn) A1 Sottotetto ccessibile Altezz liber del locle fino 1,8 m 1,0 1,0 A2 Spzi con un riprtizione trsversle dei crichi sufficiente come stnze e corridoi in edifici residenzili, e in ospedli e cmere d lbergo Spzi bittivi e spzi vitli 1,5 - A3 come A2 m senz riprtizione trsversle sufficiente 2,0 1,0 B1 B2 Uffici e luoghi di lvoro, corridoi Corridoi di edifici mministrtivi, uffici, studi medici, reprti, spzi vitli ll interno dei corridoi, stlle per nimli di dimensioni ridotte Corridoi di ospedli, lberghi, cse di riposo, internti, etc.; cucine e locli di cur, comprese sle opertorie prive di strumenti pesnti 2,0 2,0 3,0 3,0 B3 come B2, m con strumenti pesnti 5,0 4,0 C1 Superfici provviste di tvoli, d es. ule scolstiche, br, ristornti, mense, sle di lettur, sle di ricevimento 3,0 4,0 C C2 C3 C4 Sle, sle di riunione/ superifici che possono servire l riunirsi di persone (eccettute le ctegorie fisste i punti A, B,D e E) Superfici posti fissi, d es. ll interno di chiese, tetri o cinem, sle congressuli, uditori, sle riunioni, sle d ttes Superfici gibili, d es. ll interno di musei, spzi espositivi etc. e ree d ingresso di edifici pubblici e hotel ree per lo sport e giochi, d es. sle d bllo, per l ginnstic corpo libero e con ttrezzi, plchi 4,0 4,0 5,0 4,0 5,0 7,0 C5 Superfici dove si riuniscono grndi quntità di persone, d es. in plzzi e sle per concerti 5,0 4,0 D E D1 Superfici di spzi commercili fino m², superfici di bse ll interno di edifici residenzili, mministrtivi e simili 2,0 2,0 D2 Spzi commercili Superfici di negozi e mgzzini 5,0 4,0 D3 Superfici come in D2, m con un crico unitrio mggiore in seguito scfflture per mgzzini più lte 5,0 7,0 Superfici ll interno di piccole imprese e superfici ll interno di E1 5,0 4,0 Fbbriche, officine, stlle, stlle per nimli di grndi dimensioni mgzzini e superfici con E2 Superfici di mgzzinggio biblioteche incluse 6,0 7,0 un elevto numero di persone Superfici ll interno di grndi e medie imprese, superfici d utilizzo E3 7,5 10,0 costnte in rgione di considerevoli folle, tribune posti mobili Riprodott su licenz del DIN Deutsches Institut per Normung e.v. Per l ppliczione dell normtiv DIN f fede il testo più recente reperibile presso l Beuth Verlg GmbH, Burggrfenstr. 6, Berlino Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

19 FLOORTEC Clcolo rpido N. reg. 7F Clcolo rpido per sistem Tcker (testto DIN N. reg 7F147) Rivestimento: es. privo di rivestimento - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0,00 m 2 K/W Tubi per riscldmento pvimento Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Rivestimento: es. in cermic - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0,05 m 2 K/W Tubi per riscldmento pvimento Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] Informzioni generli A 40 C R 30 C A 40 C R 30 C A 45 C R 35 C A 45 C R 35 C A C R 40 C A C R 40 C A C R 45 C A C R 45 C A 60 C R C A 60 C R C Informzioni utili per il clcolo rpido: È necessrio conoscere l res termic specific q/m 2 e il tipo di pvimentzione. Tle clcolo preliminre può essere effettuto solo per determinte temperture stbilite in precedenz. A un tempertur di mndt corrisponde soltnto un blocco orizzontle di temperture. Conoscendo l densità di flusso termico dtt i n q/m 2, l tempertur mbiente e il rivestimento per pvimenti desiderti è possibile scegliere l grigli di pos per il riscldmento pvimento. A = Mndt R = Ritorno Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

20 72 FLOORTEC Clcolo rpido N. reg. 7F147 Clcolo rpido per sistem Tcker (testto DIN N. reg 7F147) Rivestimento: es. moquette - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0,10 m 2 K/W Tubi per riscldmento pvimento Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Rivestimento: es. prquet, moquette spess - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0, m 2 K/W Tubi per riscldmento pvimento Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] A 40 C R 30 C A 40 C R 30 C A 45 C R 35 C A 45 C R 35 C A C R 40 C A C R 40 C A C R 45 C A C R 45 C A 60 C R C A 60 C R C Informzioni utili per il clcolo rpido: È necessrio conoscere l res termic specific q/m 2 e il tipo di pvimentzione. Tle clcolo preliminre può essere effettuto solo per determinte temperture stbilite in precedenz. A un tempertur di mndt corrisponde soltnto un blocco orizzontle di temperture. Conoscendo l densità di flusso termico dtt i n q/m2, l tempertur mbiente e il rivestimento per pvimenti desiderti è possibile scegliere l grigli di pos per il riscldmento pvimento. Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp. A = Mndt R = Ritorno

21 FLOORTEC Clcolo rpido N. reg. 7F271-F 73 Clcolo rpido per il sistem Noppen UNI 14 x 2 mm DIN Rivestimento: es. privo di rivestimento - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0,00 m 2 K/W Pnnello bugnto FLOORTEC UNI 30-2 per riscldmento pvimento con tubi Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] Rivestimento: es. in cermic - res termic Tbelle delle prestzioni i sensi dell ÖNORM EN 1264 per R λ,b = 0,05 m 2 K/W Pnnello bugnto FLOORTEC UNI 30-2 per riscldmento pvimento con tubi Pe-Xcellent FLOORTEC 5 strti 14 x 2 mm Pos rpid (solo per un pos pprossimtiv) Tbell delle prestzioni W/m 2 ] per l redzione di un propost Vlido per mssetti con un rivestimento per tubi di 45 mm Tempertur mx mmess per pvimenti: 29 C negli spzi vitli con un tempertur mbiente = C 33 C nei bgni con un tempertur mbiente = C 35 C sui bordi con un tempertur mbiente = C in csi prticolri nche 35 C per es. in piscine con un tempertur mbiente più elevt Tempertur medi [ C] Tempertur mbiente [ C] Res termic l mq Distnz di pos [mm] Informzioni generli 35 A 40 C R 30 C A 40 C R 30 C A 45 C R 35 C A 45 C R 35 C A C R 40 C A C R 40 C A C R 45 C A C R 45 C A 60 C R C A 60 C R C Informzioni utili per il clcolo rpido: È necessrio conoscere l res termic specific q/m 2 e il tipo di pvimentzione. Tle clcolo preliminre può essere effettuto solo per determinte temperture stbilite in precedenz. A un tempertur di mndt corrisponde soltnto un blocco orizzontle di temperture. Conoscendo l densità di flusso termico dtt i n q/m2, l tempertur mbiente e il rivestimento per pvimenti desiderti è possibile scegliere l grigli di pos per il riscldmento pvimento. A = Mndt R = Ritorno Con riserv di modifi che tecniche ed errori di stmp.

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Ventilazione residenziale. VMC con recupero di calore. I benefici. Valore aggiunto all edificio

Ventilazione residenziale. VMC con recupero di calore. I benefici. Valore aggiunto all edificio I benefici L VMC (Ventilzione Meccnic Controllt) doppio flusso con recupero di clore è un soluzione semplice d instllre, ltmente efficce per grntire il ricmbio d ri continuo, 24 ore su 24, in tutt l cs

Dettagli

Linea di mobili in metallo per la realizzazione di postazioni di lavoro complete

Linea di mobili in metallo per la realizzazione di postazioni di lavoro complete Line di mobili in metllo per l relizzzione di postzioni di lvoro complete NEW Nuovi cssetti Cssetti con mniglie in lluminio. Nuovo sistem di guide Guide telescopiche con ortizzmento in fse di chiusur.

Dettagli

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio 1 Problemi di collegmento delle strutture in cciio Unioni con bulloni soggette tglio Le unioni tglio vengono generlmente utilizzte negli elementi compressi, quli esempio le unioni colonn-colonn soggette

Dettagli

Attuatori pneumatici fino 700 cm 2 Tipo 3271 e Tipo 3277 per montaggio integrato del posizionatore

Attuatori pneumatici fino 700 cm 2 Tipo 3271 e Tipo 3277 per montaggio integrato del posizionatore Attutori pneumtici fino cm Tipo e Tipo per montggio integrto del posiziontore Appliczione Attutore linere per il montggio su vlvole di regolzione, soprttutto per l Serie,, e vlvol microflusso Tipo dimensione

Dettagli

Pareti verticali Cappotto esterno

Pareti verticali Cappotto esterno Preti verticli Cppotto esterno L isolmento termico dei fbbricti dll esterno, comunemente detto cppotto, h vuto le sue prime ppliczioni lcuni decenni f e ncor oggi costituisce uno dei sistemi di isolmento

Dettagli

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri Coientzione 50 mm Cnne fumrie in cciio Inox Cnne fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri INDICE 1 Elemento diritto mm 500... pg. 3 2 Elemento diritto mm 1000... pg. 3 3 Elemento

Dettagli

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273 Attutori pneumtici 00, 00 e x 00 cm² Tipo Comndo mnule Tipo Appliczione Attutore linere per il montggio su vlvole di regolzione Serie 0, 0 e 0 Dimensione: 00 e 00 cm² Cors: fino 0 mm Gli ttutori pneumtici

Dettagli

Dati elettrici Tensione nominale AC/DC 24 V Frequenza della tensione nominale 50/60 Hz. Nota riguardante il segnale di comando Y Impedenza 100 kω

Dati elettrici Tensione nominale AC/DC 24 V Frequenza della tensione nominale 50/60 Hz. Nota riguardante il segnale di comando Y Impedenza 100 kω Sched ecnic NV4A-SR-PC Attutore modulnte per vlvole gloo -vie e 3-vie Forz di zionmento 000 N ensione nominle AC/DC 4 V Comndo: modulnte DC (0) V...0 V Cors nominle 0 mm Dti tecnici Note di sicurezz Dti

Dettagli

Figura 47: i ponti termici possono essere causati da discontinuità dei materiali o da discontinuità geometriche.

Figura 47: i ponti termici possono essere causati da discontinuità dei materiali o da discontinuità geometriche. Prestzioni PONTI TERMICI Normlmente il clcolo delle dispersioni termiche di un edificio viene svolto considerndo che le temperture interne ed esterne sino costnti (Regime Termico tzionrio). Questo signific

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Gruppo Imr ISTRUZIONI DI MONTAGGIO collettori sul tetto Figur 1 - I collettori DB possono essere montti fcilmente con il sistem di montggio per l sovrpposizione ll fld d due persone, senz necessità di

Dettagli

Sistema d'ancoraggio Monotec Cassaforma a telaio Framax Xlife

Sistema d'ancoraggio Monotec Cassaforma a telaio Framax Xlife 999805705-03/2014 it I tecnici delle csseforme. Sistem d'ncorggio Monotec ssform telio rmx Xlife Informzioni prodotto Istruzioni di montggio e d'uso 9764-445-01 Introduzione Informzioni prodotto Sistem

Dettagli

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate Lezione n. 7 Le strutture in cciio Le unioni bullonte Le unioni sldte Unioni Le unioni nelle strutture in cciio devono grntire un buon funzionmento dell struttur e l derenz dell stess llo schem sttico

Dettagli

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE UNITÀ DI GUIDA E SLITTE TIPOLOGIE L gmm di unità di guid e di slitte proposte è molto mpi. Rggruppimo le guide in fmiglie: Unità di guid d ccoppire cilindri stndrd Si trtt di unità indipendenti, cui viene

Dettagli

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8.

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8. VALORI TABELLARI DA UTILIZZARSI PER LE STIME DI UNITA IMMOBILIARI RIENTRANTI NELLE CATEGORIE A DESTINAZIONE SPECIALE O PARTICOLARE PER LA PROVINCIA DI VERONA. (VALORI DI COSTRUZIONE A NUOVO RIFERITI AL

Dettagli

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65%

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L gevolzione consiste nel riconoscimento di detrzioni dll impost IRPEF / IRES,

Dettagli

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Coibentzione 25 mm Cnne fumrie in cciio Inox CERTIFICAZIONI Cnne fumrie Doppi Prete INDICE 1 Elemento diritto mm 250... pg. 4 2 Elemento diritto mm 500... pg. 4 3 Elemento dritto

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI

RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI RISPARMIO ENERGETICO EDIFICI COME FACCIO A RISPARMIARE ENERGIA? COME FACCIO AD AVERE AGEVOLAZIONI? COME UTILIZZARE LE ENERGIE ALTERNATIVE? INSERTO A CURA DI CONFCONSUMATORI DELL EMILIA ROMAGNA Decreto

Dettagli

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1 Sched tecnic rev. 1 EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE ncornte chimico d iniezione in resin epossicrilto/vinilestere bicomponente d ltissim resistenz Che cos'è È un ncornte chimico d iniezione composto

Dettagli

PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120

PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120 PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120 14 15 INDICE PORTE PROGET PAGINA INDICE PORTE PROGET 16 ILLUSTRAZIONI PORTE PROGET 17 18 TIPOLOGIE/CERTIFICATI PORTE PROGET REI 30 E REI 60 AD UNA ANTA 19

Dettagli

Larghezza 910 mm. Grafi9 ARMADI A 3 VANI

Larghezza 910 mm. Grafi9 ARMADI A 3 VANI 9 103 Grfi 9 Lrghezz 910 L serie è crtterizzt d un lrghezz estern di 910 (892 utile interno). 6 ltezze di ingomro disponiili d 490 1840. Tutte le esecuzioni sono disponiili in due profondità: 330 e 460.

Dettagli

Gioco Interno Tipologie e Norme

Gioco Interno Tipologie e Norme Gioco Interno Tipologie e Norme Per gioco interno si intende l misur complessiv di cui un nello si può spostre rispetto ll ltro in direzione oppost. E necessrio distinguere fr gioco rdile e gioco ssile.

Dettagli

tubi corrugati in polietilene

tubi corrugati in polietilene tubi corrugti in polietilene Sistemi integrli per trsporto ed il trttmento dei fluidi tubi corrugti in polietilene istino cvidotti e drenggi PERETE INTERNA PRODOTTA CON PE ADDITIVATO PER FACIITARE O SCORRIMENTO

Dettagli

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101 2-35 Sttic 36-49 Resistenz l fuoco 50-53 Estetic 54-55 Ecologi 56-73 Isolmento custico 74-89 Acustic del locle 90-101 Isolmento termico 102-113 Progettzione esecutiv Workook 114-121 122-127 Montggio Multifunzionle

Dettagli

L'innovazione nel design delle centraline

L'innovazione nel design delle centraline L'innovzione nel design le centrline Tecnologi Oleonmic nel Mondo Grzie d un numero ridotto componenti in movimento, un migliore nmic dei flui e d un minor ttrito, le centrline Z-Clss funzionno più lungo,

Dettagli

Movimentazioni lineari

Movimentazioni lineari Sistemi lineri I sistemi lineri ACK sono costituiti d 2 brre d cciio sezione circolre temprte e rettificte in tollernz h e nche cromte nei dimetri. A richiest in ccioi inox. Sono montte rigide e prllele

Dettagli

PARTE SECONDA Adempimenti D.Lgs. 311/06

PARTE SECONDA Adempimenti D.Lgs. 311/06 COMUNE DI PADOVA SETTORE EDILIZIA PRIVATA GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLE NORME TRANSITORIE DI CUI AL D.LGS. N.192 DEL 19 AGOSTO 2005 E AL D.LGS. N.311 DEL 29 DICEMBRE 2006 PARTE SECONDA Adempimenti D.Lgs.

Dettagli

Distributori per serie R2 - WR2

Distributori per serie R2 - WR2 Distributori per serie - Il distributore BC, il cuore dell serie / Il distributore BC dell serie CMB-P-V-G colleg sino d un mssimo di 16 unità e con l unità estern e distribuisce efficcemente il refrigernte

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di Marcianise Provincia di Caserta. Lavori di Manutenzione Straordinaria -Parco Mazziotti Edificio B OGGETTO:

COMPUTO METRICO. Comune di Marcianise Provincia di Caserta. Lavori di Manutenzione Straordinaria -Parco Mazziotti Edificio B OGGETTO: Comune di Mrcinise Provinci di Csert pg. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Lvori di Mnutenzione Strordinri -Prco Mzziotti Edificio B COMMITTENTE: I.A.C.P. di Csert Dt, 01/04/2008 IL TECNICO PriMus by Guido Cinciulli

Dettagli

A Ftn,aEtE. PQArcQA architettura ecologica e risparmio energetico www. prooere, it info@prooere,it pag. I. Coso unifomigliare a Givoletto (TO)

A Ftn,aEtE. PQArcQA architettura ecologica e risparmio energetico www. prooere, it info@prooere,it pag. I. Coso unifomigliare a Givoletto (TO) A Ftn,EtE Edif izio ecologico ed o bosso consumo energetico Coso unifomiglire Givoletto (TO) P r ogett zione b iocf imotico ed orch ítettonico, direzíone lovori: Tng. Clemente Rebor - ProAere - Avigliono

Dettagli

kyla collaudata gamma Mixproof

kyla collaudata gamma Mixproof . kyl colludt gmm Mixproof Vlvol Mixproof SMP-BC Concetto SMP-BC è un vlvol sede pneumtic per ppliczioni snitrie progettt per grntire sicurezz e rilevmento di eventuli perdite qundo due prodotti diversi

Dettagli

LINEA Aquera Soluzioni modulari di griglie di drenaggio e ventilazione.

LINEA Aquera Soluzioni modulari di griglie di drenaggio e ventilazione. Aquer LINEA Aquer Soluzioni modulri di griglie di drenggio e ventilzione. L'mbiente urbno è prte integrnte dell nostr società modern. Questo h portto d un incremento delle zone edificte crtterizzte d superfici

Dettagli

Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro)

Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro) 0.0 Scle di legno 9 0.0 Scle di legno Le scle servono superre le differenze di ltezz. Nelle cse unifmiliri sono sovente costruite in legno. Un scl è definit tle se formt d lmeno tre sclini consecutivi,

Dettagli

. Rxt-90 smaltata nera

. Rxt-90 smaltata nera TERMOCUCINE SERIE Rxt/Rxtd Rxt-60 Rxt-80 Rxt-90 Bse (mm) 600 800 900 Altezz (mm) 850/860 850/860 850/860 Profondità (mm) 600 600 600 Altezz zoccolo di serie (mm) 100 100 100 Peso (Kg) 179 218 229 Pistr

Dettagli

Catalogo Tecnico R PANEL PIASTRE RADIANTI A BASSA TEMPERATURA CLASSE A R PANEL. Modello Scaldasalviette da ST2 a ST9 R PANEL. Modello Orizzontale

Catalogo Tecnico R PANEL PIASTRE RADIANTI A BASSA TEMPERATURA CLASSE A R PANEL. Modello Scaldasalviette da ST2 a ST9 R PANEL. Modello Orizzontale R PANEL PIASTRE RADIANTI A BASSA TEMPERATURA CLASSE A R PANEL Modello Scldslviette d ST2 ST9 R PANEL Modello Orizzontle R PANEL Modello Sottofinestr verticle d ST2 d ST9 R PANEL è intermente costruit in

Dettagli

Disposizioni inerenti all efficienza energetica in edilizia Regione Lombardia DGR 8745 del 22 dic 2008

Disposizioni inerenti all efficienza energetica in edilizia Regione Lombardia DGR 8745 del 22 dic 2008 Attività di di FORMAZIONE tecnici comunli Disposizioni inerenti ll efficienz energetic in edilizi Regione Lombrdi DGR 8745 del 22 dic 2008 BANDO CARIPLO Audit Energetico degli edifici comunli AUDIT AUDITEECERTIFICAZIONE

Dettagli

STUDIO TECNICO INGEGNERIA IMPIANTISTICA

STUDIO TECNICO INGEGNERIA IMPIANTISTICA vi spromonte, 29-23900 LECCO - tel. 0341-282334 / 365570 fx c.f. - p. i.v.. vi colonn, 29-22100 COMO - tel. 031-505548 / 505410 fx 01985140134 e-mil : scilecco@tin.it - scicomo@tin.it Dt : 6 luglio 2009

Dettagli

4.1 Caldaie a basamento a gasolio a condensazione in acciaio. STRATON 11 30 kw

4.1 Caldaie a basamento a gasolio a condensazione in acciaio. STRATON 11 30 kw 4.1 Cldie smento gsolio condenszione in cciio STRATON 11 30 kw Dir. Rend. 92/42/CEE 4.1-2 Descrizione del prodotto 4.1-3 Codici prodotto e prezzi 4.1-4 Stndrds STRATON 4.1-7 Accessori 4.1-9 Dti Tecnici

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012 TABELLA DEGLI ANNO 0 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05).

Dettagli

Sistemi modulari a condensazione MODULO NOVAKOND

Sistemi modulari a condensazione MODULO NOVAKOND M A D E I N I TA LY Sistemi modulri condenszione MODULO NOVAKOND SoluzioniIntegrte per il riscldmento GENERATORI SISTEMI MODULARI DI ARIA A CONDENSAZIONE CALDA A PAVIMENTO Combinndo i genertori NOVAKOND

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Lunghezza con Attacco A1 Attacco A2 Lc [mm] 142 + Corsa 150 + Corsa T [mm] 129 + Corsa 136 + Corsa

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Lunghezza con Attacco A1 Attacco A2 Lc [mm] 142 + Corsa 150 + Corsa T [mm] 129 + Corsa 136 + Corsa ATTUATORE A VITE TRAPEZIA CLA 20 DIMENSIONI DI INGOMBRO Cors L =Lc + Cors Lc T L =Lc + Cors Lc T Supporto posteriore SP Perno Interruttori FC e potenziometro Attcco A1 Attcco A2 Lunghezz cvo motore 0.3

Dettagli

REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI. 1. Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale

REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI. 1. Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale Allegto C REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI 1. Indice di prestzione energetic per l climtizzzione invernle 1.1 Edifici residenzili dell Clsse E1, esclusi collegi, conventi, cse di pen e cserme Tbell 1.1

Dettagli

Istruzioni per l'installazione del kit valvola TBVL GOLD/COMPACT

Istruzioni per l'installazione del kit valvola TBVL GOLD/COMPACT IT.TBV.10929 Istruzioni per l'instllzione del kit vlvol TBVL GOLD/COMPACT 1. Generlità Il kit di vlvole TBVL è un kit di componenti per il controllo di un btteri di riscldmento/rffreddmento e consiste

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "FERMI"

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE FERMI ISTITUTO TECNICO INDUSTIALE STATALE "EMI" TEVISO GAA NAZIONALE DI MECCANICA 212 ropost di soluzione rim rov cur di Benetton rncesco (vincitore edizione 211 unzionmento: L gru bndier girevole sopr riportt

Dettagli

Emozioni da abitare.

Emozioni da abitare. Emozioni d bitre. L o s p i t l i t à, l n o s t r p s s i o n e Fre dell ccoglienz e dell ttenzione l cliente il proprio obiettivo professionle. Proprio su questi spetti si concentr, d sempre, l impegno

Dettagli

Copyright by Allestimenti Palladio snc

Copyright by Allestimenti Palladio snc I principli tipi d interventi mmessi ll detrzione Irpef del 36% Ecco un elenco esemplifictivo d interventi mmissibili fruire dell detrzione Irpef. In ogni cso, deve essere verifict l conformità lle normtive

Dettagli

3 Geberit Mepla. 3.1 Sistema... 125 3.1.1 Descrizione del sistema... 125 3.1.2 Dati tecnici... 127 3.1.3 Dati chimici... 128 3.1.4 Omologazioni...

3 Geberit Mepla. 3.1 Sistema... 125 3.1.1 Descrizione del sistema... 125 3.1.2 Dati tecnici... 127 3.1.3 Dati chimici... 128 3.1.4 Omologazioni... 3.1 Sistem........................................... 125 3.1.1 Descrizione del sistem.............................. 125 3.1.2 Dti tecnici........................................... 127 3.1.3 Dti chimici...........................................

Dettagli

TUBI MULTI-CALOR ISOLINE PE-X/Al/PE-X - PN 10-95 C in rotoli (Ø da 14 a 32) - RIVESTITI

TUBI MULTI-CALOR ISOLINE PE-X/Al/PE-X - PN 10-95 C in rotoli (Ø da 14 a 32) - RIVESTITI (Ø d 14 32) - RIVESTITI DESCRIZIONE I tubi multi-clor dei dimetri compresi tr i 14 e i 32 mm vengono forniti nche due versioni pre-isolte l cui denomzione è tubi multi-clor isole: - con gu di colore verde

Dettagli

Espansione del sistema. Sistema di controllo configurabile PNOZmulti. Istruzioni per l'uso-1002217-it-06

Espansione del sistema. Sistema di controllo configurabile PNOZmulti. Istruzioni per l'uso-1002217-it-06 Espnsione del sistem Sistem di controllo configurbile multi Istruzioni per l'uso- Prefzione Questo è un documento originle. Tutti i diritti di questo documento sono riservti Pilz GmbH & Co. KG. E' possibile

Dettagli

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano Scl di sicurezz, Plzzo dell Rgione, Milno Er importnte che l scl fosse progettt in modo d essere legger, trsprente e visivmente utonom rispetto l contesto storico. In seguito ll intervento di conservzione

Dettagli

Istruzioni per l installazione e la manutenzione. Spaziozero Solar System 4

Istruzioni per l installazione e la manutenzione. Spaziozero Solar System 4 Istruzioni per l instllzione e l mnutenzione Spziozero Solr System 4 IT INDICE AVVERTENZE SULLA DOCUMENTAZIONE 1 Avvertenze per l sicurezz e prescrizioni... 4 1.1 Consevzione dell documentzione... 4 1.2

Dettagli

Lavorazioni delle materie plastiche

Lavorazioni delle materie plastiche Lvorzioni delle mterie plstiche CONTENUTI Lvorzione delle mterie plstiche con prticolre rigurdo llo stmpggio iniezione PREREQUISITI Conoscenz delle proprietà dei mterili Conoscenz degli elementi costituenti

Dettagli

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 QUADERNO III Strutture in clcestruzzo rmto e legno CALCESTRUZZO ARMATO Sched N : NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 Not generle: le indiczioni nel seguito riportte sono trtte dlle norme frncesi BAEL 91

Dettagli

RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI

RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI PRODOTTI E SISTEMI PER L IDROTERMICA WELCO-Idro Rubinetti d rresto d incsso per impinti idrici I rubinetto d'rresto è un importnte orgno d'intercettzione

Dettagli

Alcune nostre realizzazioni

Alcune nostre realizzazioni L nostr stori L Mistem di Pelizzri M. & C snc. relizz impinti ed utomzioni elettriche, impinti fotovoltici, impinti domotici, clen-rooms. Nostro impertivo è quello di diventre l unico intermedirio elettrico

Dettagli

grawo -Il modulo salva energia

grawo -Il modulo salva energia grwo -Il modulo slv energi per il risprmio energetico Profilo superiore d incstro Mrctur d incstro (devono sempre coincidere!) Mrctur d tglio orizzontle Mrctur d tglio verticle Mrctur di giunzione verticle

Dettagli

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici.

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici. Il Primo Principio dell Termodinmic non fornisce lcun indiczione rigurdo d lcuni spetti prtici. l evoluzione spontne delle trsformzioni; non individu cioè il verso in cui esse possono vvenire. Pistr cld

Dettagli

La saldatura: Pregi e difetti dei collegamenti saldati:

La saldatura: Pregi e difetti dei collegamenti saldati: L sldtur: Pregi e difetti dei collegmenti sldti: Vntggi: sono di rpid esecuzione permettono strutture più leggere consentono l perfett tenut richiedono poche lvorzioni meccniche hnno un bsso costo complessivo

Dettagli

drylin madreviti e viti drylin

drylin madreviti e viti drylin drylin Funzionmento secco esente d mnutenzione Filettture destre e sinistre Leggere e silenziose Insensibili sporco e polveri Inossidbili Disponibili nche con filettture multiprincipio Disponibili nche

Dettagli

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provincia di Reggio Calabria)

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provincia di Reggio Calabria) COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provinci di Reggio Clbri) Ristrutturzione locli comunli di vi Frtelli Rosselli, rchivio, per l relizzzione di un centro giovnile "You & Me" Progetto Giovni, leglità,

Dettagli

Potenza assorbita In funzione Mantenimento Dimensionamento. Contatto ausiliario. l'alimentazione!) Dati funzionali

Potenza assorbita In funzione Mantenimento Dimensionamento. Contatto ausiliario. l'alimentazione!) Dati funzionali Sched ecnic RFD23A-3-S2(-O) Attutore rottivo 3-punti con funzione di emergenz per vlvole sfer di regolzione 2 e 3 vie Coppi oppi 5 m ensione nominle AC 23 V Comndo: omndo 3-punti Due conttti usiliri integrti

Dettagli

«ECOFILLER» Iniezione diretta di cariche minerali o di poliuretano riciclato. Eraldo Greco. Guido Podrecca. Commercial Director.

«ECOFILLER» Iniezione diretta di cariche minerali o di poliuretano riciclato. Eraldo Greco. Guido Podrecca. Commercial Director. «ECOFILLER» Iniezione dirett di criche minerli o di poliuretno riciclto Erldo Greco Commercil Director Guido Podrecc R&D Mnger ANPE - 2 2 Conferenz Conferenz Nzionle Nzionle Premess Nei vri processi produttivi

Dettagli

Eccellente qualità delle immagini

Eccellente qualità delle immagini www. dr wi ng c d. c om/ pr i m p g i n t e r moc me r e. ht ml Eccellente qulità delle immgini Il sensore è il cuore dell termocmer. Testo ttribuisce un enorme vlore ll mssim qulità possibile. Testo 890

Dettagli

Accoppiamento pompa e sistema

Accoppiamento pompa e sistema Accoppimento pomp e sistem 1/9 Considerimo il sistem idrulico dell Fig. 1 costituito d due bcini, mbedue soggetti ll pressione tmosferic e collegti tr loro d un tubzione: si vuole portre l cqu dl bcino

Dettagli

Veneziane e tende tecniche

Veneziane e tende tecniche DECORAZIONE 04 Montre Venezine e tende tenihe 1 Gli ttrezzi LIVELLA A BOLLA RIGHELLO METRO TRAPANO VITI E TASSELLI MATITA CACCIAVITE SEGA PER METALLO TAGLIALAMELLE PER VENEZIANE FORBICI PER TENDE A RULLO

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

THISION L THISION L. ELCO Solutions

THISION L THISION L. ELCO Solutions 6 7 8 11 15 16 THISION L Descrizione del prodotto Codici prodotto e prezzi Accessori Proposte di sistem THISION L Dimensioni di ingombro e ttcchi THISION L Dti Tecnici Dir. Rend. 92/42/CEE Le illustrzioni

Dettagli

R30. R30 64,5-119,4 kw Dir. Rend. 92/42/CEE

R30. R30 64,5-119,4 kw Dir. Rend. 92/42/CEE 6 7 8 1 15 16 R30 64,5-119,4 kw Dir. Rend. 9/4/CEE Descrizione del prodotto Codici prodotto e prezzi Proposte di sistem RENDMX ccessori Funzionlità e regolzioni Dti Tecnici Dimensioni di ingombro e ttcchi

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

FASCICOLO TECNICO PRESTAZIONI ENERGETICHE SOLAI

FASCICOLO TECNICO PRESTAZIONI ENERGETICHE SOLAI Pgin di 7 Rel. ermic soli Fscicolo tecnico per il clcolo delle prestzioni energetiche di soli lstre trliccite ( predlles ) IN ACCORDO ALLA NORMA UNI EN ISO 6946:008 0 07.0.00 Rev. Dt Descrizione Redtto

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO settembre 2010 aggiornamento

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO settembre 2010 aggiornamento l genzi in f orm ggiornmento settembre 2010 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm INDICE INTRODUZIONE 5 1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 6 In cos consiste

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Perno. Lunghezza cavo motore 0.3 m. T [mm]

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Perno. Lunghezza cavo motore 0.3 m. T [mm] ATTUATORE A VITE TRAPEZIA ATL 02 Cors Attutore con motore CC L =Lc + Cors Lc T DIMENSIONI DI INGOMBRO Supporto posteriore SP Perno Attutore con motore CA 1-fse o 3-fsi Condenstore Interruttori reed finecors

Dettagli

Guida di riferimento per l'installatore

Guida di riferimento per l'installatore + ERHQ0-04-06BA ERLQ0-04-06CA EHVH/X6S8+6CA Itlino Sommrio Sommrio Note reltive ll documentzione.... Informzioni su questo documento... Precuzioni generli di sicurezz.... Note reltive ll documentzione.....

Dettagli

Corso di Componenti e Impianti termotecnici IL PROGETTO TERMOTECNICO PARTE SECONDA

Corso di Componenti e Impianti termotecnici IL PROGETTO TERMOTECNICO PARTE SECONDA IL PROGETTO TERMOTECNICO PARTE ECONDA 1 I ponti termici Il ponte termico può essere definito come: un elemento di elevt conduttività inserito in un prete o elemento di prete di minore conduttività. I ponti

Dettagli

CA SA A NZIA NI C A S L A NO - 2

CA SA A NZIA NI C A S L A NO - 2 S NZI NI S L NO - 2 LEGEND :. NUOV S NZINI. INGRESSO PRINIPLE. INGRESSO ENTRO DIURNO E NOTTURNO D. PRHEGGI E. INGRESSO VEIOLRE UTORIMESS F. ORTE G. GIRDINO OMUNE H. GIRDINO PROTETTO D + 0.00 H + 6.50 G

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

Scheda tecnica. art. 92150-92155 TESTINA ELETTRICA DESCRIZIONE. SPECIFICHE PRODOTTO MISURE (in mm.) 47,0 54,0 4,0

Scheda tecnica. art. 92150-92155 TESTINA ELETTRICA DESCRIZIONE. SPECIFICHE PRODOTTO MISURE (in mm.) 47,0 54,0 4,0 rt. 92150-92155 DESCRIZIONE L'utilizzo delle stine elettriche quchnik instll sui singoli circuiti di collettori perettono, con l'usilio degli ppositi condi elettronici, l gestione di ogni singol zon/nello.

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014 TABELLA DEGLI ANNO 04 criteri di ppliczione (estrtto rt. 5ter, lett. "" del Regolmento Edilizio vigente) Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DIREZIONE DI AREA 3 Orgnizzzione e Risorse SETTORE SEDI, LOGISTICA E INTERVENTI PER LA SICUREZZA SERVIZIO DI INDAGINI PRELIMINARI AL PROGETTO DI RESTAURO DELLE SUPERFICI DECORATE DI ALCUNE SALE DEI PALAZZI

Dettagli

Linea contattori Tipo SEC

Linea contattori Tipo SEC O M P O N E N T I Line contttori Tipo SE Informzioni generli Il contttore SE è un componente per impieghi molto grvosi, progettto per funzionre in condizioni estremmente difficili si dl punto di vist mientle

Dettagli

Progetto LO 100 di Andrea Sacchetti andreasacchetti1965@gmail.com scala 1:4 Tavola 4 S 6061 sp 9% al 31% 1b

Progetto LO 100 di Andrea Sacchetti andreasacchetti1965@gmail.com scala 1:4 Tavola 4 S 6061 sp 9% al 31% 1b tgli d effetture per fcilitre l'sportzione prim del rivestimento del dorso e crere lo spzio per i portionett 1 1 le centine d 1 4 sono di compensto di etull d 4 mm, per le centine d 5 15 si può usre compensto

Dettagli

W116.ch. W11.ch Pareti autoportanti Knauf. Novità

W116.ch. W11.ch Pareti autoportanti Knauf. Novità W11.ch Sistemi di costruzione secco 03/2016 W11.ch Preti utoportnti Knuf W111.ch W112.ch W113.ch W115.ch Novità - Preti Knuf orditur metllic semplice e rivestimento monostrto - Preti Knuf orditur metllic

Dettagli

Hörmann schede tecniche

Hörmann schede tecniche Porte tglifuoco Sfer e Mtrix Rei 60-120 Vlido dl 01. 06. 2009 2009 Hörmnn schede tecniche PORTE SFERA INDICE PORTE SFERA ILLUSTRAZIONI - PORTE SFERA TIPOLOGIE/CERTIFICATI - PORTE SFERA AD UNA E DUE ANTE

Dettagli

ELENCO PREZZI. Comune di Palmi Provincia di Reggio Cal. Riqualificazione e adeguamento campo "Lo Presti". OGGETTO: Comune di Palmi COMMITTENTE:

ELENCO PREZZI. Comune di Palmi Provincia di Reggio Cal. Riqualificazione e adeguamento campo Lo Presti. OGGETTO: Comune di Palmi COMMITTENTE: Comune Plmi Provinci Reggio Cl. pg. 1 ELENCO PREZZI OGGETTO: Riqulificzione e degumento cmpo "Lo Presti". COMMITTENTE: Comune Plmi Dt, 27/07/2012 IL TECNICO Ing. A. Scrfone - Geom. F. Scozzrr - Geom. F.

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

MGMD srl PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO. Via Libertà, 171-90143 Palermo. Tel. 091.343828-091.349929 Fax. 091.6265934 e-mail: info@mgmd.

MGMD srl PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO. Via Libertà, 171-90143 Palermo. Tel. 091.343828-091.349929 Fax. 091.6265934 e-mail: info@mgmd. MGMD srl Vi Liertà, 171-90143 Plermo Tel. 091.343828-091.349929 Fx. 091.6265934 e-mil: info@mgmd.it PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO Tutte le misure indicte si intendono in mm ILLUSTRAZIONI Porte

Dettagli

CIRCOLATORI D ARIA PER APPLICAZIONI AGRICOLE ED INDUSTRIALI

CIRCOLATORI D ARIA PER APPLICAZIONI AGRICOLE ED INDUSTRIALI Circolzione Versioni, supplementi e ccessori TRZ. DIRETT TRZ. CINGHI Versioni ple U leg d lluminio U leg d lluminio U leg d lluminio (Versione rccomndt per leggerezz e roustezz) TRZ. CINGHI GV cciio zincto

Dettagli

N Tariffa Descrizione articolo Unita' di misura

N Tariffa Descrizione articolo Unita' di misura Elenco Prezzi Intervento reltivo ll qulità delle infrstrutture scolstiche, l'ecostostenibilità e l sicurezz degli edifici scolstici; potenzire le strutture per grntire l prtecipzione delle persone diversmente

Dettagli

CONDIZIONATORE D ARIA (TIPO SPLIT)

CONDIZIONATORE D ARIA (TIPO SPLIT) OWNER S MANUAL MANUALE DI ISTRUZIONI CONDIZIONATORE D ARIA (TIPO SPLIT) Per l uso in generle Unità intern RAS-07PKVP-E RAS-10PKVP-E RAS-13PKVP-E RAS-16PKVP-E RAS-18PKVP-E RAS-07PKVP-ND RAS-10PKVP-ND RAS-13PKVP-ND

Dettagli

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA Scuol di specilizzzione in: Allevmento, igiene, ptologi delle specie cqutiche e controllo dei prodotti derivti TECNOLOGIE PER L ACUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI Anno ccdemico 007-008 L movimentzione meccnic

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prov n. 1 LEGER TEST Descrizione L prov si svolge su un percorso delimitto d due coni, posti ll distnz di 20 mt l uno dll ltro. Il cndidto deve percorrere spol l distnz tr i due coni, pssndo dll velocità

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. Comune di Mcherio Provinci di Monz e Brinz Allegto 3 PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (i sensi dell rt. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) ELENCO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica. Tesina del corso di

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica. Tesina del corso di UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di lure in Ingegneri Meccnic Tesin del corso di TRASMISSIONE DEL CALORE Docente Prof. Ing. Gennro Cuccurullo Tesin n.7a Effetti termici del

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli

www.frank-italy.com egcobox isolamento termico calcolo secondo EC 2

www.frank-italy.com egcobox isolamento termico calcolo secondo EC 2 www.rnk-itly.com egcobox isolmento termico clcolo secondo EC 2 FRANKtem Tecnologie per l` edilizi FRANK Itly S.r.l. D ormi oltre 40 nni l ditt FRANK è l ditt leder nell mbito di costruzioni in cemento

Dettagli

Dati elettrici Tensione nominale AC/DC 24 V Frequenza della tensione nominale 50/60 Hz. Nota riguardante il segnale di comando Y Impedenza 100 kω

Dati elettrici Tensione nominale AC/DC 24 V Frequenza della tensione nominale 50/60 Hz. Nota riguardante il segnale di comando Y Impedenza 100 kω Sched ecnic NVKA--PC Attutore per vlvole gloo e 3-vie con funzione di emergenz e con possiilità di comuniczione us Forz di zionmento 000 N ensione nominle AC/DC V Comndo modulnte DC (0) 0. V... 0 V, vriile

Dettagli

LFS Catalogo 2011. Sistemi di canalizzazioni LFS

LFS Catalogo 2011. Sistemi di canalizzazioni LFS LFS Ctlogo 2011 Sistemi di cnlizzzioni LFS Benvenuti l servizio di ssistenz clienti Telefono per ssistenz: 011-95 48 811 Fx per domnde: 011-95 48 899 Fx per ordini: 011-95 48 899 E-Mil: info@obo.it Internet:

Dettagli