COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012"

Transcript

1 COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012 SONO 105 MILIONI I PRODOTTI CONTRAFFATTI O PERICOLOSI SEQUESTRATI NEL DALLA GUARDIA DI FINANZA. LE FIAMME GIALLE A TUTELA DELLA COLLETTIVITA E DELLA SICUREZZA DEI MERCATI. VIDEO IN SINTESI: FALSARI DENUNCIATI ALL AUTORITA GIUDIZIARIA, DI CUI 121 ARRESTATI PERCHE AFFILIATI AD ORGANIZZAZIONI CRIMINALI DEDITE ALLA CONTRAFFAZIONE; Il mercato del falso, nel, non ha conosciuto crisi o flessioni: anche in questo ultimo anno, infatti, la Guardia di Finanza ha intercettato oltre 105 milioni di tarocchi, tra prodotti contraffatti e pericolosi, supporti pirata e falsi made in Italy. Stando alle stime del Ministero dello Sviluppo Economico, in oltre 13mila operazioni anticontraffazione portate a termine nel (40 al giorno, sabati, domeniche e festivi inclusi), la Guardia di Finanza ha sottratto al giro d affari dell economia criminale un controvalore di falsi quantificabile, in media, in oltre 2 milioni di euro per ciascuna operazione. E preoccupante che oltre la metà (ben 60 milioni) delle merci intercettate sono beni di consumo, ossia articoli per la casa e per la scuola, cosmetici, farmaci, pezzi di ricambio: prodotti, insomma, di uso comune, anzi comunissimo da parte di qualsiasi consumatore. Non più solo capi firmati e articoli di pregio, ma anche detersivi, saponi, penne, accendini, profumi, cerchioni e centraline elettroniche, fino ad arrivare alle figurine per gli album dei calciatori. Giusto un paio di settimane fa, ad esempio, i Baschi verdi di Napoli hanno sequestrato, presso un operatore dell hinterland partenopeo, quasi pezzi di ricambio per aspirapolvere contraffatti, tra cavi di alimentazione, sacchetti, filtri, motori e parti di elettrodomestico. Tutti prodotti destinati a finire nelle case dei consumatori italiani, totalmente ignari non solo della loro scarsa qualità, ma nemmeno consapevoli della intrinseca pericolosità di questi pezzi non conformi agli standard comunitari di sicurezza.

2 La sicurezza è proprio uno degli aspetti del fenomeno illecito che preoccupa maggiormente. Unico obiettivo dei trafficanti di falsi è massimizzare il profitto illecito; poco, anzi, nulla importa della qualità, della salubrità e dell incolumità di chi utilizzerà i loro prodotti e di ricerca, sviluppo e tecnologia applicata, nemmeno a parlarne. Giocattoli che si frantumano in pezzi molto piccoli, ed il gioco può diventare pericolo e tragedia, caffettiere che esplodono al contatto con la fiamma, saponi e detergenti irritanti per la pelle, cuscinetti per auto a rischio rottura, rubinetti che rilasciano sostanze metalliche ed articoli di pelletteria contaminati dal cromo esavalente, come le falde acquifere del film Erin Brocovich magistralmente interpretato da Julia Roberts. Il coinvolgimento della criminalità organizzata, anche di stampo mafioso, nella gestione di questi traffici illeciti è sempre più intenso: gli appartenenti alle bande delinquenziali di contraffattori finiti in manette sono aumentati di oltre il 20% nel, mentre i patrimoni criminali sequestrati ai trafficanti dall entrata in vigore del pacchetto anticontraffazione dell estate 2009 ad oggi ammontano già a oltre 250 milioni di euro tra beni immobili, autovetture, conti correnti e altre disponibilità. Solo nel corso dell operazione Attaccabottone, ad esempio, le investigazioni dei Reparti alla sede di Napoli hanno condotto a scoprire ben 4 sodalizi criminali, con base nel napoletano e ramificazioni in cinque Regioni italiane, dedite alla fabbricazione, allo stoccaggio e alla distribuzione di capi d abbigliamento contraffatti: 47 persone sono finite agli arresti, con il sequestro di 12 milioni di tarocchi e 30 unità immobiliari adibite a fabbriche clandestine, depositi e laboratori del falso. Nel era stato per la prima volta acclarato il pieno e diretto coinvolgimento della Camorra napoletana nel controllo della pirateria, il è stato l anno in cui, a seguito di un importante indagine condotta dal Comando di Arezzo, è emersa la presenza di importanti clan della ndrangheta nell importazione di capi contraffatti prodotti in Turchia e sdoganati - per eludere i controlli alle frontiere nazionali - nei porti del Nord Europa. Il business del falso è lucrosissimo, ma solo per i trafficanti. Enormi squilibri che il fenomeno porta con sé e che danneggiano il mercato, l economia nel suo complesso e la collettività: evasione fiscale e contributiva, riciclaggio, sfruttamento dell immigrazione clandestina e del lavoro nero che, in alcuni casi, è a limite della schiavitù. Le fabbriche clandestine di tarocchi sono vere e proprie isole di illegalità : locali sporchi ed inadeguati, lavoratori stipati all interno di spazi angusti, capannoni-dormitorio ai piani superiori, interi nuclei familiari segregati per sfuggire alle retate anti-clandestini, frequenti episodi di violenza; poche settimane fa, in un capannone alle porte di Milano ne sono stati scovati 21, tutti

3 di nazionalità cinese, costretti a lavorare senza alcuna misura di igiene e sicurezza ed in condizioni di schiavitù. In un altra occasione, nel corso di un controllo notturno, i finanzieri hanno sventato un furto di merce in zona industriale: il bottino del colpo, che stava per essere portato a segno da una gang con a capo un cinese irregolarmente presente sul territorio nazionale, era per di più costituito da capi e accessori d abbigliamento contraffatti, immagazzinati all interno di un deposito. I TRUCCHI. I trafficanti hanno diversificato sensibilmente le rotte e le modalità di introduzione della merce sul territorio nazionale. Oltre all utilizzo dei grandi scali portuali del nord europa e della Grecia, sono stati riscontrati anche altri due trucchi. Il primo è quello di frazionare i carichi illeciti, in modo da minimizzare le perdite nel caso in cui la partita venga intercettata: non di rado, infatti, capita di fermare corrieri che trasportano poche centinaia di pezzi all interno dell auto, o qualche migliaia a bordo di furgoncini e veicoli commerciali. L altro, ancora più insidioso, è quello di spedire separatamente la merce: il prodotto di base (è accaduto, ad esempio, con le motoseghe e gli utensili elettrici per il fai-da-te ) passa in Dogana senza marchi o segni distintivi che possano destare sospetti, mentre le etichette contraffatte, gli imballaggi ed il libretto di istruzioni vengono parallelamente spediti per via postale. Giunto il tutto a destinazione, si procede all assemblaggio definitivo in un magazzino clandestino e, da quel momento, il tarocco è pronto a viaggiare in tutta Europa. Non a caso, la stessa Commissione europea ha evidenziato, nell ultimo rapporto sulla tutela della proprietà industriale/intellettuale, un impennata di oltre il 200% delle spedizioni postali di merce illecita in tutti i 27 Paesi membri. LA RETE INTERNET, NUOVA FRONTIERA DEL FALSO Ultima, ma non per importanza, la rete internet, vera e propria nuova frontiera del falso. Dietro l apparente anonimato di un nickname, i trafficanti smistano grandi volumi di merce al sicuro dai controlli sul territorio e confidando nell impossibilità di essere rintracciati, anche nel caso in cui il pacco venga intercettato ai varchi di frontiera. Le Fiamme Gialle sono ormai quasi quotidianamente al lavoro sulla rete, per monitorare il web ed intercettare le spedizioni sospette: tra il 2010 e il, sono stati portati a termine oltre 500 sequestri di prodotti contraffatti illecitamente commercializzati on line, mentre sono ben 54 i siti web oscurati o sequestrati nello stesso periodo. Di questi, una buona parte erano utilizzati per

4 l abusiva condivisione e l illecito downloading di film, musica, programmi software e ogni altro contenuto protetto dal diritto d autore. Sul fronte della tutela della concorrenza e della difesa dei consumatori, infine, l impegno della Guardia di Finanza è rimasto costante: controlli anti-carovita, con la constatazione di quasi violazioni alla disciplina in materia di pubblicità dei prezzi: in pratica, il 7% degli operatori controllati non esponeva correttamente il prezzo dei prodotti posti in vendita negli esercizi commerciali. In un periodo difficile come quello attuale, peraltro, è notevolmente più alta la probabilità di manipolazioni del mercato e di realizzazione di veri e propri cartelli di prezzo, anche sui prodotti e sui servizi indispensabili ai cittadini: alimentari, beni di consumo, energia, trasporti etc. Proprio per tale motivo, sin dall inizio dell anno le attività di monitoraggio dei prezzi al consumo, svolte principalmente nell ambito dei piani di intervento a massa per il contrasto all evasione, sono state indirizzate verso i settori di mercato più sensibili: carburanti e prodotti alimentari, su tutti. I NUMERI I prodotti illegali sequestrati sono suddivisi come segue: contraffatti, importati e commercializzati in violazione delle norme a tutela del Made in Italy e dell indicazione d origine, pericolosi. Si tratta principalmente di beni di consumo, come alimenti, articoli per la casa e la scuola, ricambi, farmaci e cosmetici ( ), abbigliamento ed accessori di moda ( ), giocattoli ( ) e prodotti elettronici ( ). In interventi sono stati denunciati responsabili che, nei casi più gravi, quelli legati alla sistematicità ed all organizzazione in forma imprenditoriale, sono stati tratti in arresto, grazie ai più incisivi strumenti normativi concessi negli ultimi anni. Tra questi, si evidenziano 121 affiliati ad organizzazioni criminali dedite alla contraffazione, in aumento del 20% rispetto al 2010; le indagini hanno, infatti, dimostrato il sempre maggiore coinvolgimento della criminalità organizzata, attratta dagli ingenti profitti e dalla crescita del mercato dei falsi. LA GUARDIA DI FINANZA E ANCHE La Guardia di Finanza, nel, ha eseguito anche altre attività a tutela della sicurezza

5 collettiva e del rispetto delle regole. Le Fiamme Gialle hanno, infatti, svolto attività ispettive, sia d iniziativa che su delega delle Authority per la concorrenza ed il mercato, la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, l energia elettrica ed il gas, la privacy e le comunicazioni, cui hanno fatto seguito gli specifici provvedimenti sanzionatori. Nel contrasto al gioco ed alle scommesse illegali sono stati eseguiti interventi che hanno portato alla denuncia di responsabili, al sequestro di videogiochi truccati ed all individuazione di punti di raccolta delle scommesse clandestine. L azione di tutela della sicurezza collettiva ha visto la Guardia di Finanza fortemente impegnata nel contrasto all immigrazione clandestina, con particolare riferimento al confine marittimo ed all ondata migratoria conseguente ai mutamenti geopolitici nei paesi del Nord Africa. Nel corso del sono stati individuati e soccorsi clandestini, arrestati 308 responsabili del traffico di vite umane e sequestrati 225 mezzi utilizzati per i viaggi della speranza ; soltanto in Sicilia i clandestini fermati sono , i trafficanti arrestati 113 ed i mezzi sequestrati 139. Le Fiamme Gialle hanno, inoltre, salvato, in mare persone in 299 interventi mentre gli interventi in montagna, tramite le Stazioni del Soccorso Alpino, sono stati a beneficio di persone a rischio della vita. Questo, in estrema sintesi il bilancio dell azione svolta dalla Guardia di Finanza nel per la sicurezza del mercato, il rispetto delle regole e la tutela della collettività insieme alla lotta all evasione fiscale, agli sprechi di denaro pubblico ed alla criminalità organizzata ed economica.

6 SICUREZZA DEL MERCATO CONTRASTARE IL MERCATO DEL FALSO E LA CIRCOLAZIONE DI PRODOTTI PERICOLOSI - TUTELA DEL "MADE IN ITALY" CONTRAFFAZIONE, SICUREZZA PRODOTTI E TUTELA DEL MADE IN ITALY INTERVENTI PERSONE SEGNALATE ALL AUTORITÀ GIUDIZIARIA PRODOTTI SEQUESTRATI PER :. CONTRAFFAZIONE TUTELA DEL MADE IN ITALY SICUREZZA PRODOTTI TOTALE SEQUESTRATO DI CUI :. MODA ELETTRONICA BENI DI CONSUMO GIOCATTOLI LOTTA AL CAROVITA INTERVENTI SOGGETTI VERBALIZZATI PER VIOLAZIONE ALLA DISCIPLINA PREZZI RISPETTO DELLE REGOLE LA COLLABORAZIONE CON LE AUTHORITY

7 COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO ACCERTAMENTI ED INDAGINI D INIZIATIVA 78 ACCESSI EFFETTUATI 173 ACCERTAMENTI ED INDAGINI SU RICHIESTA DELL AUTORITÀ GARANTE 64 SEGNALAZIONI PERVENUTE DA ALTRI ENTI E/O REPARTI 68 COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ DI VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE ATTIVITÀ A RICHIESTA. RICHIESTE PERVENUTE 118. RICHIESTE EVASE 96 COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E GAS ATTIVITÀ SU RICHIESTA. INTERVENTI SVOLTI IN 47 COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ. INTERVENTI SVOLTI PER DELEGA 56 COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ GARANTE PER LA PRIVACY ACCERTAMENTI E CONTROLLI AI SENSI DELL ART. 157 E 158 D. LGS. N. 196/03 ACCERTAMENTI DELEGATI AI REPARTI TERRITORIALI

8 IRREGOLARITÀ VERBALIZZATE. OMESSA O INCOMPLETA NOTIFICAZIONE DI TRATTAMENTO DATI. OMESSA O INIDONEA INFORMATIVA ALL INTERESSATO AL TRATTAMENTO. TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI (ART. 162 COMMA 2BIS D.LGS. N. 196/03) COLLABORAZIONE CON L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI ATTIVITÀ SU RICHIESTA DELEGHE PERVENUTE 255 DELEGHE EVASE 212 ATTIVITÀ D'INIZIATIVA INTERVENTI CONCLUSI 323 MONOPOLIO STATALE GIOCHI/SCOMMESSE/PRONOSTICI VIOLAZIONI RISCONTRATE SOGGETTI VERBALIZZATI PRINCIPALI GENERI SEQUESTRATI: VIDEOGIOCHI ILLEGALI PUNTI RACCOLTA SCOMMESSE CLANDESTINE TUTELA DELLA COLLETTIVITA' IL CONTROLLO DEI CONFINI ED IL SOCCORSO ATTIVITA' DI CONTRASTO ALL'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA CONSUNTIVO NAZIONALE

9 PERSONE FERMATE PERSONE ARRESTATE 308 MEZZI SEQUESTRATI 225 ATTIVITA' DI CONTRASTO ALL'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA REGIONE SICILIA PERSONE FERMATE PERSONE ARRESTATE 113 MEZZI SEQUESTRATI 139 POLIZIA MARITTIMA E SOCCORSO MISSIONI CONDOTTE NATANTI CONTROLLATI INTERVENTI DI SOCCORSO 299 PERSONE SALVATE ATTIVITA' DI SOCCORSO IN MONTAGNA SVOLTA DALLE STAZIONI S.A.G.F. INTERVENTI PERSONE SOCCORSE POLIZIA AMBIENTALE INTERVENTI EFFETTUATI SOGGETTI VERBALIZZATI VIOLAZIONI RISCONTRATE 3.422

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415

Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415 Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415 CONSUNTIVO DELL ATTIVITA OPERATIVA DEI REPARTI DEL TRIVENETO (periodo 1 gennaio

Dettagli

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA.

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA. CENTRO ALTI STUDI PER LA DIFESA Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze 31 Corso di Cooperazione Civile Militare (COCIM) DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE.

PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE. COMUNICATO STAMPA Crotone, 14 aprile 2015 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE. 1. Contrasto alle frodi fiscali e all economia sommersa. Il contrasto alle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 GUARDIA DI FINANZA: TUTELA DEI MERCATI FINANZIARI, CONTRASTO AL RICICLAGGIO, AGGRESSIONE AI PATRIMONI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LOTTA AL CONTRABBANDO ED AL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013 CONSUNTIVO DELL ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013 CONSUNTIVO DELL ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia

Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia Ufficio Operazioni Sezione Stampa e Relazioni Esterne Milano, 5 febbraio 2014 LA GUARDIA DI FINANZA IN LOMBARDIA BILANCIO 2013 Nel 2013 la Guardia di Finanza

Dettagli

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure Cosmetici e contraffazione 20 dicembre 2013 Cosmetici e contraffazione Definizione Per cosmetico contraffatto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012

COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012 COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012 NON SOLO CONTRASTO ALL EVASIONE FISCALE E AGLI SPRECHI DI DENARO PUBBLICO. LA GUARDIA DI FINANZA È ANCHE LOTTA ALLE MAFIE, AL RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO, ALL USURA,

Dettagli

Trade in Counterfeit and Pirated Goods MaPPinG The economic impact Contents Trade in Counterfeit Commercio di merci contraffatte

Trade in Counterfeit and Pirated Goods MaPPinG The economic impact Contents Trade in Counterfeit Commercio di merci contraffatte Trade Commercio in Counterfeit di merci contraffatte and e di merci Pirated usurpative: Goods MaPPinG UNA MAPPA The DELL IMPATTO economic ECONOMICO impact Aprile 2016 SINTESI Questo studio analizza l impatto

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA Ancor più significativo, a questo proposito, appare l azione di contrasto all economia sommersa, il cui dato finale (128 milioni di Euro, pari al 58% della

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino COMUNICATO STAMPA Avellino, 23 giugno 2015 LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Il Comando Provinciale

Dettagli

Gli investimenti delle mafie

Gli investimenti delle mafie Progetto PON Sicurezza 2007-2013 I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento della criminalità all impiego di

Dettagli

Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale

Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale Guardia di Finanza Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale sicurezza prodotti e contraffazione dei giocattoli Torino, 9 novembre 2015 Tenente Colonnello Pietro Romano AGENDA premessa Il S.I.A.C.

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011 DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UIBM PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PR LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

Dettagli

INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA

INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA INVASIONE DI FALSE BORSE GRIFFATE MA 1 SU 4 NON CI RINUNCIA ROMA - Alla borsa griffata 'taroccata' non rinuncia un consumatore italiano su quattro. Emerge da un'indagine Confcommercio- Format. Oltre alle

Dettagli

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001:

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001: MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 ADECCO ITALIA S.P.A. - ELENCO DEI REATI 231 - Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione

Dettagli

2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica

2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica Guardia di Finanza Comando Regionale Abruzzo RENDICONTAZIONE DELL ATTIVITÀ OPERATIVA COMANDO REGIONALE ABRUZZO - ANNO 2012 2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica Accanto alla lotta all'evasione

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT: CON LA CRISI SI ACQUISTANO PIÙ PRODOTTI E SERVIZI ILLEGALI

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT: CON LA CRISI SI ACQUISTANO PIÙ PRODOTTI E SERVIZI ILLEGALI DIREZIONE COMUNICAZIONE E IMMAGINE UFFICIO STAMPA 221/13 Roma, 4.11.2013 Nonostante la consapevolezza dei pericoli per la salute e la sicurezza, gli acquisti illegali rischiano di diventare normalità.

Dettagli

Conferenza stampa «Contraffazione dei prodotti farmaceutici sanitari e diritto alla salute» per il Master II livello Università degli Studi di Bari

Conferenza stampa «Contraffazione dei prodotti farmaceutici sanitari e diritto alla salute» per il Master II livello Università degli Studi di Bari Gen.D. Gennaro Vecchione Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza Conferenza stampa «Contraffazione dei prodotti farmaceutici sanitari e diritto alla salute» per il Master II livello Università

Dettagli

15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA

15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA 15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA CARI VISITATORI, in passato il Museo delle dogane di Gandria è stato un vero ufficio doganale. I

Dettagli

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti 15 aprile 2015 LE FRODI ALL IVA LA LOTTA ALLE FRODI ALL IVA ESIGENZE

Dettagli

Le presenti disposizioni di applicazione sono finalizzate a:

Le presenti disposizioni di applicazione sono finalizzate a: OGGETTO: Protocollo di intesa tra il Gruppo Antipirateria e Contraffazione della Polizia Municipale di Pescara, denominato per brevità Gruppo Antipirateria da una parte la S.I.A.E. (Società Italiana Autori

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

RAIUTILE INFORMAZIONE

RAIUTILE INFORMAZIONE RAIUTILE INFORMAZIONE - Martedì 3 ottobre 2006 - NAPOLI: Scoperto un falso dentista. I capillari controlli economico-finanziari, effettuati sul territorio dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli,

Dettagli

Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza

Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza I risultati conseguiti nei primi 5 mesi del 2014 (I) Indice 1. Premessa pag. 1 2. Il consolidamento ed il rafforzamento della lotta all evasione e all elusione fiscale pag. 1 3. L intensificazione del

Dettagli

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 . Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 I cinesi fuori dalla Cina 9,3 milioni sono i cinesi emigrati nel mondo oggi, pari allo

Dettagli

ATTIVITÀ DI INDAGINE SUL FENOMENO DELLA CONTRAFFAZIONE

ATTIVITÀ DI INDAGINE SUL FENOMENO DELLA CONTRAFFAZIONE ATTIVITÀ DI INDAGINE SUL FENOMENO DELLA CONTRAFFAZIONE IMPRESE E CONSUMATORI FOCUS CALZATURE E OCCHIALI SINTESI La Direzione Generale per la lotta alla contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi

Dettagli

PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE

PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI LIVORNO COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE

Dettagli

Abstract indagine sulla contraffazione in Italia

Abstract indagine sulla contraffazione in Italia Abstract indagine sulla contraffazione in Italia Roma Palazzo Valentini 1 marzo - 2011 ABSTRACT INDAGINE SULLA CONTRAFFAZIONE IN ITALIA Nell ambito del Progetto IO NON VOGLIO IL FALSO, realizzato da ADICONSUM,

Dettagli

Relazione 2015 sullo stato attuale della contraffazione nell UE

Relazione 2015 sullo stato attuale della contraffazione nell UE Relazione 2015 sullo stato attuale della contraffazione nell UE Aprile 2015 Premessa I diritti di proprietà intellettuale (DPI) contribuiscono a garantire che gli innovatori e i creatori ottengano una

Dettagli

ANALISI RICAMBI AUTO E MOTO 2008 2012

ANALISI RICAMBI AUTO E MOTO 2008 2012 Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per l Impresa e l Internazionalizzazione Direzione Generale per la lotta alla contraffazione UIBM ANALISI RICAMBI AUTO E MOTO AUTO E MOTO. RICAMBI E ACCESSORI

Dettagli

AGLI ITALIANI PIACE TAROCCATO, CRESCE IL MERCATO DEI FALSI

AGLI ITALIANI PIACE TAROCCATO, CRESCE IL MERCATO DEI FALSI AGLI ITALIANI PIACE TAROCCATO, CRESCE IL MERCATO DEI FALSI SCRITTO DA ANDREA MARTIRE ON 04 NOVEMBRE 2013 Gli italiani rinunciano ai viaggi, ad andare al ristorante, ad investire nel mattone ma non alla

Dettagli

Workshop Economia e Legalità

Workshop Economia e Legalità Workshop Economia e Legalità 31 maggio 2013 Direttore Generale Giuliano Palagi L usura è un problema in costante crescita, favorito dall attuale crisi economica sul quale occorre agire con velocità e comprensione.

Dettagli

Made in Italy e nuove disposizioni doganali ex Reg. UE 603/2013

Made in Italy e nuove disposizioni doganali ex Reg. UE 603/2013 Made in Italy e nuove disposizioni doganali ex Reg. UE 603/2013 Avv. Elio De Tullio Progetto 2013 Camera di Commercio Italo Orientale Camera di Commercio Italo Lituana Camera di Commercio Italo Bosniaca

Dettagli

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto);

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); APPENDICE 1 REATI ED ILLECITI (Generale)* I II Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); Reati informatici e trattamento illecito di dati (art. 24 bis del

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà sui requisiti di onorabilità articolo 6 del regolamento (CE) 1071/2009, art. 6 co. 2 DD n. 291/11 Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE

Dettagli

LA MINACCIA DELLA CONTRAFFAZIONE IN ITALIA di Luca Fucini * * * Il fenomeno della contraffazione in Italia costituisce un vero e proprio sistema

LA MINACCIA DELLA CONTRAFFAZIONE IN ITALIA di Luca Fucini * * * Il fenomeno della contraffazione in Italia costituisce un vero e proprio sistema LA MINACCIA DELLA CONTRAFFAZIONE IN ITALIA di Luca Fucini * * * Il fenomeno della contraffazione in Italia costituisce un vero e proprio sistema commerciale ed industriale che si sviluppa attraverso tutta

Dettagli

del bacino del Mediterraneo

del bacino del Mediterraneo Centro Studi Anticontraffazione Proprietà Intellettuale e Competitività delle piccole e medie imprese nel settore tessile e dell abbigliamento dei Paesi del bacino del Mediterraneo Prato, Teatro Politeama

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli

Il ruolo dell autorità doganale nella lotta alla contraffazione. Bologna 23 aprile 2013

Il ruolo dell autorità doganale nella lotta alla contraffazione. Bologna 23 aprile 2013 Il ruolo dell autorità doganale nella lotta Bologna 23 aprile 2013 La contraffazione non conosce crisi Il numero dei prodotti sequestrati è cresciuto nel 2011 di circa il 10% rispetto all anno precedente;

Dettagli

Gli investimenti delle mafie

Gli investimenti delle mafie . Gli investimenti delle mafie Ernesto Savona ernesto.savona@unicatt.it Transcrime - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano www.transcrime.it Milano, 16 gennaio 2013 Da dove partiamo Background

Dettagli

La Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM

La Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM La Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM Strategie e strumenti di tutela della PI Firenze, 29 settembre 2014 Dr. Mariano G. Cordone Direttore Divisione VI Istituita con il DPR 28 novembre

Dettagli

Rischi derivanti dalla pirateria informatica: come proteggersi

Rischi derivanti dalla pirateria informatica: come proteggersi Rischi derivanti dalla pirateria informatica: come proteggersi Matteo Mille Presidente BSA Quanto vale la pirateria globale? Dal 7% al 9% è la valutazione della quota di vendite di merci contraffatte sull'intero

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

La violazione del marchio

La violazione del marchio +39.06.97602592 La violazione del marchio Le Sanzioni previste in tema di marchi d impresa Le sanzioni comminate a seguito delle violazioni previste in tema di marchi sono disciplinate dal codice civile,

Dettagli

contrasto alla contraffazione

contrasto alla contraffazione Il database integrato sull attività di contrasto alla contraffazione www.uibm.gov.it/iperico Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che non lo è. Galileo Galilei La contraffazione è ormai

Dettagli

Gen.B. Gennaro Vecchione

Gen.B. Gennaro Vecchione Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza Gen.B. Gennaro Vecchione Convegno «Dall Asia con furore best & worst practices della proprietà intellettuale nel Far Est» Vicenza, 19 novembre 2014

Dettagli

17. Criminalità: i reati economici e finanziari

17. Criminalità: i reati economici e finanziari 17. Criminalità: i reati economici e finanziari Nel triennio 2001-2003 si registra complessivamente, nel territorio provinciale, una riduzione dei reati fiscali non depenalizzati (quei delitti in maniera

Dettagli

Contraffazione dei Marchi in Internet Analisi del fenomeno e soluzioni possibili

Contraffazione dei Marchi in Internet Analisi del fenomeno e soluzioni possibili Contraffazione dei Marchi in Internet Analisi del fenomeno e soluzioni possibili Consulenti in proprietà intellettuale dal 1882 INDICE - PREMESSA Gli obiettivi di questo ebook - CONTESTO I numeri del fenomeno

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

ESPOSTO-DENUNCIA. in considerazione dei poteri di indagine della AGCM, di cui all'art. 12 della l. 287/'90, diretti a

ESPOSTO-DENUNCIA. in considerazione dei poteri di indagine della AGCM, di cui all'art. 12 della l. 287/'90, diretti a Spett.le AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma Alla c.a. dell Ill.mo Presidente ESPOSTO-DENUNCIA Ill.mo Sig. Presidente, in considerazione dei poteri di indagine

Dettagli

8.996 milioni di euro consumo nel 2007. ( dati UNIPRO) Incremento medio annuo +3,5% di cui 1792 milioni di euro in farmacia ( dati IMS)

8.996 milioni di euro consumo nel 2007. ( dati UNIPRO) Incremento medio annuo +3,5% di cui 1792 milioni di euro in farmacia ( dati IMS) UN PO DI DATI 6.667 milioni di euro consumo nel 2005 8.996 milioni di euro consumo nel 2007 ( dati UNIPRO) Incremento medio annuo +3,5% di cui 1792 milioni di euro in farmacia ( dati IMS) = Mercato ampio

Dettagli

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza PROGETTO PRELIMINARE

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza PROGETTO PRELIMINARE COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza PROGETTO SICUREZZA CASTELL ARQUATO SICURA PROGETTO PRELIMINARE DESCRIZIONE DEL PROGETTO Il Comune di Castell Arquato ha da tempo avviato un percorso volto

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Provinciale Trieste. Operazione Cucciolo d Oro

Guardia di Finanza Comando Provinciale Trieste. Operazione Cucciolo d Oro Guardia di Finanza Comando Provinciale Trieste Operazione Cucciolo d Oro Indagini condotte dalla Sezione Operativa Pronto Impiego del Gruppo di Trieste su delega della Procura della Repubblica presso il

Dettagli

BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE PROGRAMMATICHE PER IL CORRENTE ANNO

BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE PROGRAMMATICHE PER IL CORRENTE ANNO Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE MANTOVA Corso Giuseppe Garibaldi 44, 46100 Mantova - Tel./Fax 0376/322770-328691 mn0500000p@pec.gdf.it - mn0500007@gdf.it BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE

Dettagli

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA APPELLO PER UN PIANO D AZIONE GLOBALE PER PROTEGGERE I BAMBINI DEL MONDO E PER FERMARE LA VIOLAZIONE DEI LORO DIRITTI Roma, Italia 3 novembre 2011 Ogni bambino è

Dettagli

INDICE RELAZIONE ANNUALE 2007

INDICE RELAZIONE ANNUALE 2007 RELAZIONE ANNUALE 2007 e PIANO DI ATTIVITÀ 2008 INDICE RELAZIONE ANNUALE 2007 1. CONTRAFFAZIONE IN ITALIA...3 1.1. La contraffazione in cifre...3 1.2. Quantità di prodotti sequestrati nel 2006 2007 Tabelle

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2009 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres CASA E FISCO VADEMECUM SCUDO FISCALE 2009 Lo scudo fiscale prevede la possibilità di regolarizzare le attività finanziarie o patrimoniali detenute all estero in violazione della normativa relativa al monitoraggio

Dettagli

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 Sommario 1. Chi siamo Istituzione e obiettivi Quadro comunitario (focus DDA) 2. Come

Dettagli

Ten.Col. Angelo Russo Comandante Gruppo della Guardia di Finanza Milano

Ten.Col. Angelo Russo Comandante Gruppo della Guardia di Finanza Milano La contraffazione dei prodotti per il consumo. Le dimensioni del fenomeno ed i sistemi di contrasto. Le Tecniche di indagine in materia di contraffazione. Ten.Col. Angelo Russo Comandante Gruppo della

Dettagli

Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato.

Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato. Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato. Decreto legislativo 15 novembre 2000, n. 373 OBIETTIVO Armonizzazione delle

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 ATTIVITA UNITA SEGRETERIA NOTIFICHE - CONTENZIOSO CODICE DELLA STRADA 2009 2010 VIOLAZIONI ACCERTATE 16.292 16.721 DIVIETI DI SOSTA 15.784 15.679 PARCHEGGI

Dettagli

ECOMAFIE DEL NORD. Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia

ECOMAFIE DEL NORD. Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia ECOMAFIE DEL NORD Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia La parola ecomafia è un termine coniato da Legambiente nel 1994 per indicare le organizzazioni criminali e altri soggetti che commettono reati arrecanti

Dettagli

Le segnalazioni di operazioni sospette: ambito dell analisi finanziaria e nuove aree di approfondimento

Le segnalazioni di operazioni sospette: ambito dell analisi finanziaria e nuove aree di approfondimento Claudio Clemente Unità di Informazione Finanziaria per l Italia (UIF) Le segnalazioni di operazioni sospette: ambito dell analisi finanziaria e nuove aree di approfondimento Convegno «Economia illegale

Dettagli

ULTIMI SVILUPPI NELLA LOTTA CONTRO LA MAFIA E CORRELATE ATTIVITA DELLA D.I.A.

ULTIMI SVILUPPI NELLA LOTTA CONTRO LA MAFIA E CORRELATE ATTIVITA DELLA D.I.A. INTERVENTO DEL CAPO CENTRO OPERATIVO D.I.A. DI PALERMO COL. GIUSEPPE D AGATA PRESSO LA COMMISSIONE SPECIALE SULLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LA CORRUZIONE E IL RICICLAGGIO DI DENARO - (CRIM) DEL PARLAMENTO

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013.

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013. COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA COMUNICATO STAMPA Pistoia, 24 febbraio 2014 GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013. Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza

Dettagli

PRIVACY-VIDEOSORVEGLIANZA

PRIVACY-VIDEOSORVEGLIANZA Circolare n. 1/08 del 20 novembre 2008* PRIVACY-VIDEOSORVEGLIANZA Riferimenti normativi La forma di sorveglianza legata all utilizzo di sistemi di ripresa delle immagini, definita videosorveglianza, è

Dettagli

UFFICIO VIGILANZA SULLA SICUREZZA E CONFORMITA' DEI PRODOTTI - ATTIVITA ISPETTIVE:

UFFICIO VIGILANZA SULLA SICUREZZA E CONFORMITA' DEI PRODOTTI - ATTIVITA ISPETTIVE: LISTA DEI CONTROLLI ALLE IMPRESE EFFETTUATI DALLA CAMERA DI PARMA (art. 14, comma 2, D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito dalla L. 4 aprile 2012, n. 35) Sono di seguito elencate le competenze camerali

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

VUOI VINCERE BELLISSIMI PREMI? PARTECIPA AL NOSTRO CONCORSO!

VUOI VINCERE BELLISSIMI PREMI? PARTECIPA AL NOSTRO CONCORSO! VUOI VINCERE BELLISSIMI PREMI? PARTECIPA AL NOSTRO CONCORSO! Partecipare è facilissimo, clicca qui e registrati per rispondere ai quiz su temi legati alla lotta ai falsi che ti permetteranno di entrare

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005) Marca da Bollo 14,62 ALLA PROVINCIA DELLA SPEZIA UFFICIO TRASPORTI Via V. Veneto, n 2 19100 LA SPEZIA tel.0187-742217 fax. 0187-742359 DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER

Dettagli

Osservatorio Sicurezza Carte Valori. L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza

Osservatorio Sicurezza Carte Valori. L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza Osservatorio Sicurezza Carte Valori L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza Analisi delle segnalazioni (al 30 aprile 2010) La fonte delle segnalazioni Compilazione questionario on

Dettagli

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2010 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

RIUNIONE COMITATO PROVINCIALE PER L ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA ROGHI TOSSICI PREFETTURA DI CASERTA

RIUNIONE COMITATO PROVINCIALE PER L ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA ROGHI TOSSICI PREFETTURA DI CASERTA RIUNIONE COMITATO PROVINCIALE PER L ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA ROGHI TOSSICI PREFETTURA DI CASERTA La materia dei roghi tossici si presta ad una prima applicazione del «processo di legalità» che abbiamo

Dettagli

Circolazione e tutela del software nella federazione russa

Circolazione e tutela del software nella federazione russa Circolazione e tutela del software nella federazione russa Nell esercizio di attività di impresa e commerciali nella Federazione Russa rivestono crescente importanza i software e le banche dati. Presentiamo

Dettagli

ITALIAN SPREAD OVVERO LA DIFFERENZA TRA RICCHEZZA, REDDITI DICHIARATI E TENORE DI VITA

ITALIAN SPREAD OVVERO LA DIFFERENZA TRA RICCHEZZA, REDDITI DICHIARATI E TENORE DI VITA ITALIANSPREAD OVVERO LADIFFERENZATRARICCHEZZA,REDDITIDICHIARATIETENOREDIVITA Con la crisi economica oltre allo spread sui titoli di Stato cresce anche quello tutto italiano tra ricchezza reale,redditidichiaratietenoredivitadellefamiglieitaliane,undifferenzialeche,soprattuttonelleregioni

Dettagli

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali Dott.ssa Maria Pia Papa MARIA PIA PAPA 1 DPCM 3/12/2013: MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI In attuazione del DPCM 3/12/2013, entro ottobre

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA. Nucleo Polizia Tributaria Roma G.I.C.O. PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA

GUARDIA DI FINANZA. Nucleo Polizia Tributaria Roma G.I.C.O. PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA MODUS OPERANDI LE CONDOTTE ILLECITE Imprenditori diretta espressione del clan dei casalesi; Costituzione di società

Dettagli

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili Meda Pharma SpA - Allegato A al Modello Organizzativo Reato non rilevante Reato rilevante Articolo D.Lgs Fattispecie iilecito amministrativo Anno introduzione Reato Articolo 23 D. Lgs. Inosservanza delle

Dettagli

Master Executive in Criminologia e Sicurezza Ambientale

Master Executive in Criminologia e Sicurezza Ambientale Dipartimento di Scienze della Security, Investigazione e Intelligence Bando del Master Executive in Criminologia e Sicurezza Ambientale Direttore: Prof. MASSIMO BLANCO Coordinamento Scientifico: IRIADA

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

Scheda pratica Aduc. E' bene quindi fare chiarezza sulla portata del provvedimento e sui suoi programmati sviluppi futuri.

Scheda pratica Aduc. E' bene quindi fare chiarezza sulla portata del provvedimento e sui suoi programmati sviluppi futuri. http://www.aduc.it 9 marzo 2012 Denaro contante e nuove norme. Scheda pratica Aduc Tra le varie riforme del Governo Monti c'è la cosiddetta "stretta sui contanti", una normativa che ha modificato il tetto

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO. avv. Paolo Tosoni

LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO. avv. Paolo Tosoni LA TUTELA PENALE DEL COMMERCIO DEL VINO PREMESSA a) la genuinità e la bontà del vino che quotidianamente consumiamo determinano lo stato fisico e la condizione del cittadino-consumatore; b) il consumatore

Dettagli

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013 GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE Reggio Calabria, 5 aprile 2013 Introduzione L obiettivo della lezione odierna è individuare: i motivi per cui le mafie investono nell

Dettagli

ASPETTI GIURIDICI DEL SISTEMA DI ALLERTA ROVIGO 28.5.2010

ASPETTI GIURIDICI DEL SISTEMA DI ALLERTA ROVIGO 28.5.2010 ASPETTI GIURIDICI DEL SISTEMA DI ALLERTA ROVIGO 28.5.2010 OCCORRE PARTIRE DA QUALI SONO LE CONDIZIONI ALLE QUALI SI ATTIVA IL SISTEMA DI ALLERTA L ART. 11 D.LGS. 123/1993 (ORA ABROGATO) posizionava il

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO

PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO DENOMINAZIONE DEL PROGETTO: CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LA CONTRAFFAZIONE E L ABUSIVISMO COMMERCIALE. 1 LUGLIO - 31 OTTOBRE 2011 (1 STEP 15/06/2011) (2 STEP 24/06/2011)

Dettagli

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO COME FUNZIONA IL COME FUNZIONA IL «NUOVO» REDDITOMETRO PERCHE REDDITOMETRO OGGI BUDGET SU ACCERTAMENTI INVIO DELLE LISTE AGLI UFFICI Circolare 18/E/2012 Avvio controlli DA COSA PARTIAMO NORMA BASE DM 24

Dettagli

Codice doganale dell Unione e distruzione di merci illegali: osservazioni a caldo

Codice doganale dell Unione e distruzione di merci illegali: osservazioni a caldo Codice doganale dell Unione e distruzione di merci illegali: osservazioni a caldo Mario Antinucci In data 12 giungo 2013 il Palmento Europeo ed il Consiglio hanno adottato il Regolamento n. 608 del 2013

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A PRATO 8 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A PRATO 8 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA MISSIONE A PRATO 8 FEBBRAIO 2012 1/12 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 12.40. Audizione del dottor Gino Reolon, comandante provinciale della Guardia di finanza. PRESIDENTE.

Dettagli

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI Realizzazione di programmi di formazione e di servizi a favore del personale finanziati con contributi pubblici Area di attività a rischio diretto con riferimento ai Corruzione pubblica 1 Truffa in danno

Dettagli

3. Napoli e la contraffazione

3. Napoli e la contraffazione 3. Napoli e la contraffazione Le tasse, l IVA, il carico massimo di ogni Tir sono zavorre al profitto, vere e proprie dogane di cemento armato alla circolazione di merci e denaro. Le grandi aziende allora

Dettagli

Consulenza per la gestione dei rifiuti

Consulenza per la gestione dei rifiuti Consulenza per la gestione dei rifiuti ECORADAR DI GRAMEGNA ALESSANDRO - VIA DELLA REPUBBLICA, 41/A 20011 CORBETTA TEL. 02.97272190 MOB. +393661585997 - e-mail: info@ecoradar.it P.IVA 08738030967 - C.F.

Dettagli

Indagine Confcommercio-Format su contraffazione e abusivismo

Indagine Confcommercio-Format su contraffazione e abusivismo Argomenti: Sala stampa Comunicati stampa Indagine Confcommercio-Format su contraffazione e abusivismo 188/15 Roma, 19.11.2015 Aumenta l'acquisto illegale di abbigliamento, calzature e pelletteria, mentre

Dettagli

FALSITÀ IN MONETE, IN CARTE DI PUBBLICO CREDITO, IN VALORI DI BOLLO E IN STRUMENTI O SEGNI DI RICONOSCIMENTO

FALSITÀ IN MONETE, IN CARTE DI PUBBLICO CREDITO, IN VALORI DI BOLLO E IN STRUMENTI O SEGNI DI RICONOSCIMENTO FAMIGLIA DI REATI FALSITÀ IN MONETE, IN CARTE DI PUBBLICO CREDITO, IN VALORI DI BOLLO E IN STRUMENTI O SEGNI DI RICONOSCIMENTO NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI L art. 25 bis disciplina le ipotesi in cui

Dettagli