MASTER IN AREA CRITICA E 118 R.Mannella Responsabile 118 Caserta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER IN AREA CRITICA E 118 R.Mannella Responsabile 118 Caserta"

Transcript

1 4 Congresso Nazionale SOCIETA ITALIANA SISTEMA 118 BARI Dicembre 2006 La Professione Infermieristica Ieri,Oggi,Domani MASTER IN AREA CRITICA E 118 R.Mannella Responsabile 118 Caserta

2 Che Cos è un Master? DM 22 0ttobre 2004,n.270 (GU n.266 del 12/11/2004): Modifiche al regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei, approvato con DM dell università e della Ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999,n.509

3 Art.3 comma 9 DM n.270:..le Università possono attivare disciplinandoli nei regolamenti didattici di ateneo, corsi di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente, successivamente al conseguimento della laurea, alla conclusione dei quali sono rilasciati i master universitari di primo e secondo livello.

4 Per conseguire il master universitario : Art.7 comma 4 :Lo studente deve aver acquisito almeno 60 crediti oltre a quelli acquisiti per conseguire la laurea Art 5.comma 1: Al credito formativo universitario, di seguito denominato credito, corrispondono 25 ore di impegno complessivo per studente. Nello stesso decreto è sancita una variazione possibile del 20 % (assenze) Quindi il master deve essere di : 25x60 =1500 ore -300(20%)= 1200 ore.

5 Quindi ricapitolando : I master sono :corsi: di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente, rilasciati dall Università successivi al conseguimento della laurea. danno 60 crediti, con un impegno orario totale di 1200 ore per discente. Possono essere di primo o secondo livello

6 Struttura del Master: DURATA DI UN ANNO ACCADEMICO ( SETTEMBRE GIUGNO ) Lezioni, seminari,esercitazioni, laboratori, tirocini Gruppo didattico : formazione in process process Si articola in due semestri( 1 set-27 gen/2 feb-29giugno ) Ogni semestre è composto di 5 insegnamenti suddivisi in lezioni tematiche della durata di 10 settimane(120 ore) Ogni semestre consta di un modulo didattico intensivo di 1 settimana Al termine di ogni semestre c è un periodo dedicato allo studio individuale e agli esami E prevista l integrazione del corso con attività ausiliarie: -Fad con tutor sulla base di una reading list obbligatoria -laboratorio -elaborato finale

7 Definizione di Area Critica e 118 Per area critica intendiamo l area che offre cure ai pazienti in condizioni vitali instabili e/o critiche. Extraospedaliera ( territorio, PSAUT) Ospedaliera ( pronto soccorso,rianimazione, terapie intensive specialistiche e superspecialistiche)

8 Finalità del Master in area critica e 118 : E un corso di formazione avanzata, nel quale l infermiere deve acquisire competenze assistenziali specifiche negli ambiti operativi dell Area Critica, in cui è necessario gestire strategie assitenziali globali, continue,tempestive e di elevata qualità,in risposta ai bisogni di salute e ai problemi fisici e psicosociali complessi, reali e potenziali, che possono manifestarsi nelle persone dalla nascita alla fine della vita e che possono essere riferiti a particolari condizioni di elevata dipendenza della persona assistita.

9 Obiettivi del master Permettere all infermiere di potersi muovere con disinvoltura e sufficienza in tutti i settori dell area critica Specializzarsi nel campo di interesse

10 La necessità di specializzazione : Prestazioni complesse Competenze specifiche Responsabilità professionale Professioni intellettuali

11 L Impulso alle specializzazioni Nuove conoscenze Progressi delle tecnologie Domande e bisogni della popolazione

12 Forze che portano alle creazioni delle specializzazioni infermieristiche Forze esterne Complessità dell assistenza sanitaria Cambiamenti dei bisogni Domanda da parte degli utenti Politica sanitaria Nuove tecnologie Progresso della medicina Risorse finanziarie Interessi politici Forze interne Ampliamento dei limiti della pratica infermieristica Evoluzione dei livelli di studio Progressioni di carriera Ricerca di migliore riconoscimento (remunerazione,status, autorità) Affiliazioni Sviluppo della ricerca infermistica

13 L Infermiere specializzato (International Council of Nurses,1987) Ha una formazione superiore a quella dell infermiere generalista generalista È autorizzato ad esercitare come specialista particolarmente esperto in uno specifico ramo dell assistenza infermieristica Svolge ruoli clinici, di insegnamento,di amministrazione, di ricerca e di consulenza Ha effettuato studi ufficialmente riconosciuti, in istituti di formazione superiore

14 L Infermiere specializzato (International council of Nurses,1987) La formazione e l autorizzazione ad esercitare dovrebbero essere conformi all ampiezza dello specifico settore, all insegnamento, alle politiche di regolamentazione e alla pratica degli specialisti di altre professioni,

15 Contesto legislativo professionale, sanitario e universitario Professionale DM 739/1994 ;legge 42/1999;Legge 251/2000;Legge 43/2006 Sanitario D.L.vo 502/1992 DLvo 229/1999 Universitario Legge 341/1990 Tab.XXXIX.XXXIX-Ter/1991 Tab.. XVIII Ter/1996 D.Murst 509/1999

16 Decreto MURST n. 509/1999 e legge n.43 /2006 Laurea Master I livello Master I livello Laurea magistrale Master II Livello Dottorato di ricerca Professionisti generalisti Professionisti specialisti Professionisti coordinatori Professionisti dirigenti

17 Art1 DM Sanità del 14/09/1994 n. 739: Regolamento concernente l individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell infermiere Comma 5 :la formazione infermieristica post base per la pratica specialistica è intesa a fornire agli infermieri di assistenza generale delle conoscenze cliniche avanzate e delle capacità che permettano loro di fornire specifiche prestazioni infermieristiche nelle seguenti aree: 1. Sanità pubblica: infermiere di sanità pubblica 2. Pediatria : infermiere di pediatria 3. Salute mentale-psichiatria: infermiere psichiatrico 4. Geriatria : infermiere geriatrico 5. Area critica : infermiere di area critica Nel comma 6 : possono con decreto del Ministero della Sanità essere individuate altre aree, richiedenti una formazione complementare specifica Nel comma 7: si individua il percorso formativo

18 Questioni critiche Fabbisogno di formazione infermieristica Riconoscimento economico correlato all esercizio delle funzioni specialistiche Rapporto tra infermieri esperti ed infermieri specializzati Ambiti di autonomia e collaborazione con gli altri professionisti sanitari Ripercussioni organizzative derivanti dalla presenza di infermieri ri specializzati Afferenza disciplinare alle competenze specialistiche Orientamento disciplinare all evidence based practice e alla gestione del rischio clinico Rapporti con le sedi istituzionali preposte all attivazione e alla la gestione della formazione specialistica Criteri per la definizione dei titoli, per l accreditamento delle e sedi formative e per il reclutamento del personale docente Necessità di presidiare la regolamentazione delle aree assistenziali che necessitano di conoscenze specialistiche e il rapporto con le stesse con la regolamentazione globale della professione.

19 Dal momento che l area critica e il 118 sono sistemi ad alta complessità è necessario ipotizzare un master in due livelli

20 Master di I Livello in area critica e 118: struttura Percorso didattico comune Indirizzo intensivistico Indirizzo cure intensive e subintensive polivalenti e specifiche Indirizzo chirurgico generale e chirurgia dei trapianti Indirizzo cardiologico-cardiochirurgico cardiochirurgico Indirizzo emergenza sanitaria Indirizzo tossicologia Indirizzo Hospice e home care ( Oncologia e cure Palliative) Indirizzo Nefrologia e dialisi

21 Percorso didattico Comune I Livello Epidemiologia Metodologia di analisi Sistema informativo Gestione sui processi assistenziali Sviluppo della qualità in area critica La persona in condizioni critiche Medicina del lavoro in area critica Medicina legale in area critica Infermieristica basata sull evidenza Scienze infermieristiche in area critica Psicologia Ricerca ed educazione nell infermieristica

22 Indirizzo Terapia Intensiva I Livello Terapia Intensiva polivalente e postchirurgica Scienze infermieristiche in ambito intensivologico Terapia intensiva medica Terapia intensiva pediatrica e neonatale

23 Indirizzo :Chirurgia I Livello Assistenza infermieristica in Chirurgia Generale Assistenza infermieristica in Chirurgia Specialistica Scienze Infermieristiche

24 Indirizzo in Emergenza Sanitaria I Livello Emergenza preospedaliera,centrale operativa e mezzi di soccorso Emergenze di massa ed in situazioni particolari Emergenza Intraospedaliera

25 Indirizzo cure intensive e subintensive polivalenti e specifiche I Livello Fisiopatologia sistema nervoso Accidenti cerebrovascolari acuti Traumi cranici e spinali Comi metabolici Infezioni ospedaliere Nozioni di farmacologia Scienze infermieristiche generali e cliniche

26 Indirizzo cardiologia e cardiochirurgia I Livello Il trapianto di cuore La CEC Il pacemaker L Unità coronarica L emodinamica La t.i.p.o. Scienze infermieristiche generali e cliniche

27 Indirizzo chirurgia e chirurgia dei trapianti I Livello La cura preoperatoria del pz L intervento chirurgico L assistenza postoperatoria Scienze infermieristiche generali e cliniche

28 Indirizzo tossicologico I Livello Intossicazione da alcool.droghe farmaci I veleni Il Centro Antiveleni Scienze infermieristiche generali e cliniche

29 Indirizzo Hospice e Home Care I Livello Scienze infermieristiche Terapia del dolore Accanimento terapeutico ed eubiosia Psicologia

30 Master di II Livello in area critica e 118 Percorso didattico comune Indirizzo intensivistico II Livello Indirizzo cure intensive e subintensive polivalenti e specifiche II Livello Indirizzo chirurgico e chirurgia dei trapianti II Livello Indirizzo cardiologico-cardiochirurgico cardiochirurgico II Livello Indirizzo emergenza sanitaria II Livello Indirizzo tossicologia II Livello Indirizzo Hospice e home care II Livello

31 Percorso didattico comune II Livello Il management della persona in condizioni critiche Casi particolari di gestione di persone in condizioni critiche Aspetti Medico legali e di Bioetica in area critica(testamento biologico.eutanasia accanimento terapeutico..) La medicina dell evidenza in area critica specialistica Aspetti avanzati di scienze infermieristica in area critica Psicopatologia dell età evolutiva : approccio al pz pediatrico/ disabile..

32 Indirizzo di terapia Intensiva II Livello Scienze infermieristiche in ambito intensivologico avanzato Tecniche avanzate di monitoraggio in ambito intensivistico polivalente e postchirurgico Tecniche avanzate di monitoraggio in ambito intensivistico polivalente e postchirurgico pediatrico e neonatale Nuove frontiere farmacologiche in ambito intensivistico medico

33 Indirizzo Chirurgia II Livello Assistenza Infermieristica nella chirurgia dei trapianti e degli espianti Assistenza Infermieristica nella chirurgia dei trapianti e degli espianti di fegato Assistenza Infermieristica nella chirurgia dei trapianti e degli espianti di rene Assistenza Infermieristica nella chirurgia dei trapianti e degli espianti di polmone Aspetti particolari nella chirurgia dei trapianti Scienza infermieristica avanzata in chirurgia

34 Indirizzo in Emergenza Sanitaria di II Livello Il Management nell emergenza Preospedaliera, centrale operativa e mezzi di soccorso Il Management nelle maxiemergenze e nelle emergenze NBCR Il Management nelle emergenze intraospedaliere : PEIMAF;PEVAC;PEI

35 Indirizzo cure intensive e subintensive polivalenti e specifiche Il Management dell accidente cerebrovascolare acuto: La Stroke Unit Il Management dei traumi cranici e spinali: Il Trauma Center Il management dei comi metabolici Il Management delle infezioni ospedaliere La razionalizzazione nell utilizzo dei farmaci

36 Indirizzo cardiologia e cardiochirurgia II livello Management del trapiantato di cuore Management della CEC in situazioni particolari Management pacemaker Management U.T.I. Management emodinamico Problemi particolari della TIPO Management del valvulopatico complicato Management del coronarico complicato

37 Indirizzo chirurgia dei trapianti II Livello La cura preparatoria del pz Management infermieristico dell intervento chirurgico Management infermieristico dell assistenza postoperatoria Il management di pazienti particolari

38 Indirizzo tossicologico II Livello Intossicazioni Veleni Antidoti Organizzazione dei centri antiveleni in Italia Management del paziente nella fase successiva all intossicazione

39 Indirizzo Hospice e Home Care II Livello Scienze infermieristiche Terapia del dolore: tecniche particolari Accanimento terapeutico ed eubiosia Psicologia avanzata Management e problematiche di assistenza domiciliare

40 Al Termine del Master i partecipanti dovranno essere in grado di : Realizzare un assistenza infermieristica centrata sui problemi/bisogni di salute delle persone assistite in area critica Pianificare,gestire, valutare i processi assistenziali nei pazienti critici Favorire la conoscenza delle caratteristiche organizzative e della gestione del DEA e delle Terapie Intensive Fare acquisire elementi legislativi che determinano e influenzano l ambito operativo dell emergenza Partecipare alle attività di formazione e ricerca Fornire consulenza agli operatori di altri servizi.

41 Nel dettaglio:

42 Master I Livello Indirizzo :Emergenza Sanitaria- I Modulo:Emergenza Preospedaliera -La morte inattesa:dimensione;cause; conseguenze; La prevenzione -La catena della sopravvivenza:l organizzazione;il fattore tempo ;il ruolo del cittadino;l incolumità dei soccorritori;i rischi ambientali;la trasmissione delle infezioni;i DPI;Quando non rianimare;quando sospendere la rianimazione;norme per i soccorritori occasionali e professionisti

43 II Modulo: La Centrale Operativa Allarme e organizzazione dei soccorsi Il numero unico 118 La centrale Operativa : -codifica dell intervento -competenze territoriali -rete telefonica e radiocollegamenti -sistema informativo La gestione telefonica dell allarme: -raccolta dati -raccolta informazioni in caso di incidente -algoritmi decisionali -istruzioni salvavita

44 III Modulo: I Mezzi di soccorso Il personale Gli automezzi Gli equipaggiamenti Le fasi dell intervento L elisoccorso Linee guida,protocolli di RCP

45 MODULO IV: Emergenze di Massa La Storia di Medicina delle catastrofi Le Catastrofi Naturali,tecnologiche,conflittuali Il soccorso extraospedaliero in caso di catastrofi Il Triage sul campo Le risorse umane sul campo I piani di emergenza sul campo Materiali e farmaci Autoprotezione e rischio evolutivo La gestione delle informazioni Aspetti psicologici La formazione in medicina delle catastrofi Aspetti etici Aspetti legislativi Emergenze NBCR

46 V Modulo: L emergenza Intraospedaliera Il triage intraospedaliero in caso di catastrofe Utilizzo delle risorse ospedaliere Piani Ospedalieri di emergenza Piano di Massiccio afflusso di Feriti Il rischio intraospedaliero Piano di emergenza interno Piano di evacuazione

47 Master II Livello Indirizzo Emergenza Sanitaria I Modulo: Emergenza Preospedaliera -organizzazione territoriale dei soccorsi -il ruolo dei cittadini e delle istituzioni - allocazione defibrillatori sul territorio -piani di emergenza generici -piani di emergenza specifici del territorio

48 II Modulo Organizzazione della rete cuore Organizzazione della rete ictus Organizzazione della rete trauma Analisi dati statistici ed orogeografici per la prevenzione degli incidenti stradali Analisi e validità dei fattori di correzione

49 III Modulo La formazione e la gestione del personale La verifica periodica dei mezzi di soccorso I dispositivi di protezione individuale

50 IV MODULO Il DPC e la formazione in tema di protezione civile Il Management e organizzazione dei soccorsi nelle Maxiemergenze Il rischio industriale Il rischio chimico e idrogeologico Gli scenari di rischio e il metodo augustus Modello organizzativo e strumenti di supporto all intervento di P.C. Aspetti legislativi L intervento militare Il rischio nucleare,biologico e chimico Il volontariato Enti locali I VV.FF. La comunicazione degli eventi: teoria e pratica Comunicazioni radio aspetti tecnologici e protocolli di comunicazione I piani di emergenza in aeroporto L emergotrain sistem Stesura di un piano di emergenza extraospedaliero e discussione con i tutor

51 V Modulo Formazione del personale ospedaliero Utilizzo risorse ospedaliere Elaborazione di un PEIMAF Elaborazione di un PEVAC Elaborazione di un PEI Prova sul campo in qualità di MDM- HDM

Master Universitari in. Assistenza Infermieristica

Master Universitari in. Assistenza Infermieristica Anno accademico 2005-2006 Master per Infermiere di sanità pubblica e di comunità (ISPeC) Master Universitari in Assistenza Infermieristica autonomia didattica LAUREA RIFORMA UNIVERSITARIA crediti formativi

Dettagli

I master infermieristici in Area Critica

I master infermieristici in Area Critica WORKSHOP NAZIONALE ANIARTI Firenze 24 giugno 2006 - Palazzo dei Congressi I master infermieristici in Area Critica I corsi master per l area critica nelle università italiane: dove, quanti, come. Un indagine

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2014-2015

ANNO ACCADEMICO 2014-2015 ANNO ACCADEMICO 2014-2015 Sistema di coordinamento Donazione e Trapianto (L.91/99) Centro Nazionale Trapianti (CNT) Centri Interregionali Centri Regionali Trapianti Coordinamenti Locali Interfaccia Operativa

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI SCAGLIA MARCO. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI SCAGLIA MARCO. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità SCAGLIA MARCO Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA Data di nascita 17

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 PERSONALE COMPARTO

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 PERSONALE COMPARTO CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA Semestre integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale richiesto 1 I Scienze infermieristiche Metodologia

Dettagli

Fare clic sull'icona per inserire un'immagine. La formazione come crescita professionale. Ana Shiella C. Rivera Infermiera

Fare clic sull'icona per inserire un'immagine. La formazione come crescita professionale. Ana Shiella C. Rivera Infermiera Fare clic sull'icona per inserire un'immagine La formazione come crescita professionale Ana Shiella C. Rivera Infermiera La formazione Si definisce formazione il processo del formarsi con la maturazione

Dettagli

Roma 29 marzo 2011. L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative

Roma 29 marzo 2011. L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative Roma 29 marzo 2011 L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative Prof. ROSARIA ALVARO Associato Scienze Infermieristiche Università

Dettagli

MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP

MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP Master di I Livello in distance - IV EDIZIONE - A.A. 2015/2016 Premessa Le ragioni della realizzazione di un percorso formativo per un Master di primo

Dettagli

Il Corso di Laurea in Infermieristica

Il Corso di Laurea in Infermieristica Sessione V: Il ruolo della formazione nella costruzione di una cultura geriatrica e multiprofessionale Il Corso di Laurea in Infermieristica Dott.ssa Paola Ferri Corso di Laurea in Infermieristica Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso

Dettagli

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO BRESCIA 6 OTTOBRE 2006 LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO PROF. FRANCESCO DONATO Sezione di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Brescia

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma

UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma OSPEDALE COTTOLENGO - Torino Corso di Laurea in Infermieristica Corso infermieri guida di tirocinio novembre 2014

Dettagli

Università degli Studi dell'insubria Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università degli Studi dell'insubria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi dell'insubria Facoltà di Medicina e hirurgia ORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTIA (Abilitante alla professione sanitaria di Infermiere) Presidente Prof. Maurizio hiaranda Manifesto degli

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL REGNO SIMONE Indirizzo Telefono cell. az. 3284206123 Fax Lavoro 055 5662559 E-mail s.delregno@meyer.it

Dettagli

L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche

L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche Dott. A. Zagari Giardini Naxos 2013 Alcune diapositive di questa presentazione

Dettagli

1) Diploma di Infermiere Professionale conseguito nell anno 1981/82, presso la scuola Infermiere Professionale di Sezze.

1) Diploma di Infermiere Professionale conseguito nell anno 1981/82, presso la scuola Infermiere Professionale di Sezze. 1 Curriculum vitae composto da 51 voci, presentato da: Antonio Mattei nato a Sezze, il 04/02/1962, residente a Sezze, in Via della Speranza 14 C.A.P 04018. 1) Diploma di Infermiere Professionale conseguito

Dettagli

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE Dal mese di Giugno 1997 al mese di Novembre 2007 Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità In servizio presso la Neurochirurgia

Dettagli

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto nella prevenzione e gestione delle infezioni correlate all assistenza in area critica.

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto nella prevenzione e gestione delle infezioni correlate all assistenza in area critica. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo LANZARONE SALVATORE Telefono 011 6933445 Cellulare 393 8727518 VIA ILARIO VERNERO 2,10090 ROSTA (TO) E-mail lanzarone.salvatore77@gmail.com

Dettagli

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante:

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 PERSONALE COMPARTO

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 PERSONALE COMPARTO CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA - SEDE FORMATIVA DI ALBA Semestre integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale richiesto 1 I Scienze infermieristiche Metodologia

Dettagli

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO DIRETTORE Prof. Pasquale Di Pietro Ospedale Accreditato Joint Commission International PREMESSA I dati nazionali e internazionali disponibili dimostrano

Dettagli

vilio.simonini@gmail.com

vilio.simonini@gmail.com CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Simonini Vilio E-mail Nazionalità vilio.simonini@gmail.com Italiana Data di nascita 26 Febbraio 1957 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 1979 2007 Nome

Dettagli

CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO

CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO Telefono 3389688974 Fax E-mail chiara.boggiogilot@tin.it

Dettagli

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Satta Hai Anna SDD A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Nella legge n, 42 del 26/02/ 99 scompare la parola

Dettagli

Curriculum vitae Europass

Curriculum vitae Europass Curriculum vitae Europass INFORMAZIONI PERSONALI Nome(i) / Cognome(i) GIROTTO CHIARA ] Indirizzo Telefono casa 0425/27721 Telefono ufficio 0442/622016 Telefono mobile 3472966653 Fax 0442622721 E-mail Viale

Dettagli

Brescia, 11 febbraio 2012

Brescia, 11 febbraio 2012 Brescia, 11 febbraio 2012 Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Requisiti per l ammissione al Corso di Laurea

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE. Facoltà di Medicina e Chirurgia "A. Gemelli" Centro di Ricerche Oncologiche Giovanni XXXIII

UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE. Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Centro di Ricerche Oncologiche Giovanni XXXIII UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia "A. Gemelli" Centro di Ricerche Oncologiche Giovanni XXXIII Istituto di Patologia Generale Master Universitario di primo livello in

Dettagli

Diploma di Vigilatrice di Infanzia. Professionale ospedale Pediatrico Bambin Gesù Roma-1996. Diploma di Infermiere Professionale

Diploma di Vigilatrice di Infanzia. Professionale ospedale Pediatrico Bambin Gesù Roma-1996. Diploma di Infermiere Professionale F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita ISTRUZIONE E FORMAZIONE Scuola Diploma di Vigilatrice di Infanzia Infermiera

Dettagli

F O R M AT O E U R O P E O

F O R M AT O E U R O P E O F O R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I TA E INFORMAZIONI PERSONALI Nome LORENZETTI CLAUDIA Cellulare Aziendale 3357243274 Telefono lavoro 06 58704503 Fax Lavoro 06 58704503 E-mail

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Amministrazione PENNACCHI DANILA A.O. SAN CAMILLO FORLANINI Telefono dell Ufficio 065870 3699 Fax dell Ufficio 065870 2684 E-mail istituzionale

Dettagli

DOCENZE. Data 2008 Ente organizzatore Istituto clinico Città di Brescia s.p.a.

DOCENZE. Data 2008 Ente organizzatore Istituto clinico Città di Brescia s.p.a. DOCENZE Data 2010 Ente organizzatore Montedomini, centro servizi e formazione Titolo del corso Aggiornamento teorico pratico per personale operante in strutture sanitarie riabilitative Docenza Riprogettazione

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL CORSO E CONTENUTI GENERALI

PRESENTAZIONE DEL CORSO E CONTENUTI GENERALI Titolo del Master Titolo (traduzione in lingua inglese) Livello Durata Scienze dell'area Critica Critical Care Sciences I livello Annuale Crediti 93 Settori scientifici disciplinari coinvolti - Anestesiologia

Dettagli

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma)

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Febbraio Agosto 2011 Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFERMIERISTICA

Dettagli

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità ENRICA PODAVINI Italiana Data di nascita 8/06/1963 Date (da a) Nome e indirizzo del datore di

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli

scaricato da www.sunhope.it Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli Attività di Interazioni con le Professioni Sanitarie a.a. 2008-2009 LAUREA IN.. SAPERE SAPER FARE SAPER ESSERE SAPER DIVENIRE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo 57/31, VIA VOLTA, 20049, CONCOREZZO (MI) Telefono 02/64488149 Fax 039/2332576 E-mail stefania.dimauro@unimib.it

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

Il master in oncologia e cure palliative. I.L. A.F.D. Bulfone Teresa B.T. 20.11.04

Il master in oncologia e cure palliative. I.L. A.F.D. Bulfone Teresa B.T. 20.11.04 Il master in oncologia e cure palliative I.L. A.F.D. Bulfone Teresa Obiettivo generale: Formare infermieri con competenze professionali avanzate e funzionali, secondo le indicazioni del Curriculum essenziale

Dettagli

Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico

Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico Rita Laccoto CURRICULUM VITAE Nata a Brolo il 28/05/1950 Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico Universitario di Messina con la qualifica di Coordinatore

Dettagli

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 2 E 3 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (VECCHIO ORDINAMENTO)

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 2 E 3 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (VECCHIO ORDINAMENTO) Universita Di Roma Sapienza Facolta Di Medicina e Psicologia Corso Di Laurea di I livello nelle Professioni Sanitarie in Infermieristica c/o Ospedale S. Pietro della Provincia Religiosa di S. Pietro -

Dettagli

Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU)

Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU) Master di I livello in Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva

Dettagli

Università degli Studi di Siena FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MODULO PROFESSIONALIZZANTE

Università degli Studi di Siena FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MODULO PROFESSIONALIZZANTE Università degli Studi di Siena FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT PER LE PROFESSIONI SANITARIE MODULO PROFESSIONALIZZANTE Management nelle scienze Infermieristiche ed Ostetriche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

Sede del corso : NOVARA Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute ALBA - ALESSANDRIA BIELLA VERBANIA - TORTONA

Sede del corso : NOVARA Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute ALBA - ALESSANDRIA BIELLA VERBANIA - TORTONA La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Dettagli

Nome FAGIANI ANNA Indirizzo ALESSANDRIA, via Mazzini 30 Telefono 3392958783

Nome FAGIANI ANNA Indirizzo ALESSANDRIA, via Mazzini 30 Telefono 3392958783 FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Aggiornamento Novembre 2015 INFORMAZIONI PERSONALI Nome FAGIANI ANNA Indirizzo ALESSANDRIA, via Mazzini 30 Telefono 3392958783 Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie Testo aggiornato al 13 novembre 2012 Decreto ministeriale 4 aprile 2012 Gazzetta Ufficiale 16 aprile 2012, n. 89 Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore

Dettagli

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA) Livello I Crediti Formativi Universitari 60 Direttore Prof. Gabriele Romano

Dettagli

Curriculum Vitae: VIRZI ANTONIO Data di nascita 09/11/1954. Curriculum Studiorum. Carriera Accademica ed attività didattiche

Curriculum Vitae: VIRZI ANTONIO Data di nascita 09/11/1954. Curriculum Studiorum. Carriera Accademica ed attività didattiche Curriculum Vitae: VIRZI ANTONIO Data di nascita 09/11/1954 Luogo di nascita Curriculum Studiorum Catania Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1978 con il massimo dei voti. Dall anno accademico 1978/79

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 008/009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA PREMESSA CARATTERISTICHE E FINALITA DEL CORSO Il di Laurea in Infermieristica Pediatrica, appartenente alla Classe delle

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FUGGETTA LEONARDO Telefono Cell. 335 777 3704 Fax Uff. 011 2402067 E-mail leonardo.fuggetta@unito.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E M.04.P.01.064 rev.02/all. 04 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome PAOLA BOSCO Telefono 329/8603898 Fax 02/55033261 E-mail paola.bosco@policlinico.mi.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA I ANNO Corso Integrato area pre-clinica Tipologia: attività formative di base Ore: 40/0/0/0

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. H al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 ART. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Area

Dettagli

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2 DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Sono ammessi alle scuole dirette a fini speciali i diplomati degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado in conformità con le disposizioni vigenti per l ammissione

Dettagli

Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it

Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it KETTI OTTOLITRI INFORMAZIONI PERSONALI KETTI OTTOLITRI Via Vittorio Veneto, n. 21 Albignasego (PD) C.A.P. 35020 +39 3409867729 ketty.ottolitri@sanita.padova.it Sesso F Data di nascita 31/03/1971 Nazionalità

Dettagli

Diploma di Vigilatrice di Infanzia. Infermiera Pediatrica Professionale ospedale Pediatrico Bambin Gesù Roma-1996. Diploma di Infermiere Professionale

Diploma di Vigilatrice di Infanzia. Infermiera Pediatrica Professionale ospedale Pediatrico Bambin Gesù Roma-1996. Diploma di Infermiere Professionale F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Plaja Francesca Indirizzo Telefono Cellulare 339.52.97.173 E-mail Nemo997@vodafone.it fplaja@scamilloforlanini.rm.it

Dettagli

ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI VILLANI MIRIAM. Nome

ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI VILLANI MIRIAM. Nome F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome VILLANI MIRIAM ESPERIENZA LAVORATIVA Dal 3 Giugno 2014 RAD DIPARTIMENTO EMERGENZA-URGENZA A.O. LODI Dal 1996 al 3 Giugno 2014 INFERMIERA

Dettagli

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Odontoiatria e protesi dentaria Medicine and Surgery Medicina e chirurgia MEDICINA E CHIRURGIA MEDICINA E CHIRURGIA

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro

Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro 6 TURIN CARDIOVASCULAR NURSING CONVENTION Sessione Etica professionale Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro Torino, 14 ottobre 2010 Valerio Dimonte Valerio.dimonte@unito.it

Dettagli

bea.mazzoleni@gmail.com Corso di Laura in Infermieristica Università degli Studi Milano Bicocca Sezione di corso di Bergamo

bea.mazzoleni@gmail.com Corso di Laura in Infermieristica Università degli Studi Milano Bicocca Sezione di corso di Bergamo C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MAZZOLENI BEATRICE RESIDENZA : VIA VENETO, 3 24035 CURNO (BG) Telefono 346/9630675 E-mail bea.mazzoleni@gmail.com Nazionalità Codice

Dettagli

E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello

E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello E ora?!? cosa fare dopo la Laurea di I livello Uno dei primi obiettivi della formazione è permettervi, come professionisti, di agire in scienza e coscienza. Esistono, in Italia, due percorsi che consentono

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in OSTETRICIA

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITÀ SVOLTA DAL CENTRO FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO - ANNO 2008- SEDE PIETRA LIGURE

RELAZIONE ATTIVITÀ SVOLTA DAL CENTRO FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO - ANNO 2008- SEDE PIETRA LIGURE RELAZIONE ATTIVITÀ SVOLTA DAL CENTRO FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO - 008- SEDE PIETRA LIGURE. FORMAZIONE UNIVERSITARIA L attività riguardante la Formazione Universitaria prevede principalmente che il Centro

Dettagli

Partecipazioni a comitati consigli Convegni e Corsi di aggiornamento. Date Anno 2011

Partecipazioni a comitati consigli Convegni e Corsi di aggiornamento. Date Anno 2011 Partecipazioni a comitati consigli Convegni e Corsi di aggiornamento Date Anno 2011 Partecipazio ne al Corso Aziendale ECM Funzioni e compiti del Coordinatore Infermieristico Partecipazione al Corso Aziendale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Balsanelli Mario Data di nascita 22/08/1950. Dirigente ASL I fascia - Diabetologia Distretto XIII

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Balsanelli Mario Data di nascita 22/08/1950. Dirigente ASL I fascia - Diabetologia Distretto XIII INFORMAZIONI PERSONALI Nome Balsanelli Mario Data di nascita 22/08/1950 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico ASL DI RM/D Dirigente ASL I fascia - Diabetologia

Dettagli

FORMAZIONE SANITARIA SPECIALISTICA IN SPAGNA: NUOVI PERCORSI FORMATIVI. Pilar Carbajo Congresso CALASS Granada, 5 settembre 2014

FORMAZIONE SANITARIA SPECIALISTICA IN SPAGNA: NUOVI PERCORSI FORMATIVI. Pilar Carbajo Congresso CALASS Granada, 5 settembre 2014 FORMAZIONE SANITARIA SPECIALISTICA IN SPAGNA: NUOVI PERCORSI FORMATIVI Pilar Carbajo Congresso CALASS Granada, 5 settembre 2014 Formazione dei professionisti della sanità Formazione di base Specializzazione

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura Allegato 3 requisiti organizzativi di personale minimi per le attività ospedaliere Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura 1 Gli schemi

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Sede: via Olgettina 58, 20132 Milano Sito internet: www.unisr.it Numero Iscritti : 2.480 circa (pre e post lauream) Numero verde

Dettagli

dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014

dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014 La proposta di regolamento europeo sulle sperimentazioni cliniche: nuove opportunità per i pazienti e per la ricerca dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014 Clinical research nurse: (UK e USA) Contesto Italiano:

Dettagli

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE DIRETTORE Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE VISTO VISTA CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA RITENUTA l Art. 3, comma 8 del D.M. 509/99 attraverso il quale le Università possono attivare, disciplinandoli

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il corso di studio, per gli studenti che si immatricolano nell a. a. 2013/14 prevede 17 esami con voto e esami con idoneità

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Istituto di Igiene FONDAZIONE POLIAMBULANZA ISTITUTO OSPEDALIERO BRESCIA 10 corso parallelo di Laurea triennale in Infermiere

Dettagli

Cultura del lavoro e formazione universitaria

Cultura del lavoro e formazione universitaria Conferenza dei Servizi Sanitari Aziendali Bracciano 30 Novembre 1 Dicembre 2015 Cultura del lavoro e formazione universitaria Dott.ssa Maria Antonietta Lai, Dott.ssa Marina Manna Dott.ssa Serenella Savini

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Destrebecq Anne Lucie Indirizzo Via Dante n.3/13 cap. 20068 Peschiera Borromeo (Milano) Italy Telefono

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

Posizione Organizzativa - Infermieristica Territoriale - Staff Direzione Infermieristica

Posizione Organizzativa - Infermieristica Territoriale - Staff Direzione Infermieristica INFORMAZIONI PERSONALI Nome De Fusco Giuditta Data di nascita 17/06/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio infermiere ASL DI PRATO Posizione Organizzativa - Infermieristica

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Manifesto degli studi Anno Accademico 2014-2015 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE INFERMIERISTICHE

Dettagli

Settore Formazione Universitaria Az.Ospedaliero-Universitaria di Parma, via Gramsci 14, Parma 0521 703235 elisa.vetti@unipr.it

Settore Formazione Universitaria Az.Ospedaliero-Universitaria di Parma, via Gramsci 14, Parma 0521 703235 elisa.vetti@unipr.it INFORMAZIONI PERSONALI Vetti Elisa Settore Formazione Universitaria Az.Ospedaliero-Universitaria di Parma, via Gramsci 14, Parma 0521 703235 elisa.vetti@unipr.it POSIZIONE RICOPERTA ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

Terapia del dolore e cure palliative

Terapia del dolore e cure palliative Terapia del dolore e cure palliative { Legge 38/10 e alcuni dati sulla sua applicazione Dott. Angelo G. Virtuani Ordine dei Medici Chirurghi Monza Sabato 9 novembre 2013 Legge N.38 del 15/03/2010 - G.U.

Dettagli

Organizzazione e gestione delle Malattie Rare nella Regione Emilia-Romagna: esperienza e prospettive

Organizzazione e gestione delle Malattie Rare nella Regione Emilia-Romagna: esperienza e prospettive Organizzazione e gestione delle Malattie Rare nella Regione Emilia-Romagna: esperienza e prospettive Elisa Rozzi Servizio Presidi Ospedalieri Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Assessorato Politiche

Dettagli

THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE. Dottor Mario Costa

THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE. Dottor Mario Costa THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA COME NUOVA RISORSA NELLE CURE PRIMARIE LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE Dottor Mario Costa Presidente Società Italiana Sistema 118 Vice

Dettagli

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009.

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie  presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009. C U R R I C U L U M P R O F E S S I O N A L E Giorgi Federica nata a Velletri il 05.05.1950. Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico

Dettagli

Esperienze Professionali

Esperienze Professionali M ODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome RAFFAELI Massimo Data di nascita 19/05/54 Qualifica Dirigente Medico Amministrazione Azienda Opedaliera Ospedale S. Carlo Borromeo Incarico

Dettagli

FILE. Esperienza nella Formazione. Fondazione FILE - Firenze

FILE. Esperienza nella Formazione. Fondazione FILE - Firenze XIX Congresso Nazionale SICP Torino 9 12 Ottobre 2012 Focus on: Fisioterapia in Cure Palliative: quali esperienze e quale formazione specifica? Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema

Dettagli

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE dal Dott..... nato a. il. ricercatore per il raggruppamento disciplinare n.. (D.M. 4 ottobre 2000 e modifiche D.M. 18 marzo 2005). Da consegnare

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE LM-51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale

Dettagli

Master di I livello in: Funzione Sanità nelle Maxi Emergenze Modulo I: Classificazione dei rischi

Master di I livello in: Funzione Sanità nelle Maxi Emergenze Modulo I: Classificazione dei rischi Modulo I: Classificazione dei rischi Il rischio sismico Geologo, Professionista Il rischio idrogeologico: fenomeni franosi, idraulici ed erosivi Geologo, Professionista Il rischio idrogeologico: fenomeni

Dettagli

L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie

L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie 1 INFERMIERE E un professionista che lavora in ambito sanitario. E' responsabile della assistenza generale infermieristica. prevenzione delle malattie,

Dettagli

L INFERMIERE COORDINATORE E DI TRIAGE NELL AMBITO DELL ELISOCCORSO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA

L INFERMIERE COORDINATORE E DI TRIAGE NELL AMBITO DELL ELISOCCORSO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA L INFERMIERE COORDINATORE E DI TRIAGE NELL AMBITO DELL ELISOCCORSO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA Superficie: 7855 Km 2 Abitanti: 1.202.870 Montagna: 43% Collina: 19% Pianura: 38% Udine Trieste Gorizia

Dettagli

- dal dicembre 2005 sono stata infermiera presso i reparti di Rianimazione e Anestesia Pediatrica;

- dal dicembre 2005 sono stata infermiera presso i reparti di Rianimazione e Anestesia Pediatrica; F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome VISANI SARA E-mail sara.visani71@gmail.com Nazionalità italiana Data di nascita 11/10/1971 Luogo di nascita Brescia) Codice Fiscale

Dettagli

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto. OFTALMICO DI MILANO Posizione Organizzativa - Corso di Laurea in Infermieristica

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto. OFTALMICO DI MILANO Posizione Organizzativa - Corso di Laurea in Infermieristica INFORMAZIONI PERSONALI Nome Fanari Francesco Data di nascita 20/06/1962 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Professionale Sanitario Esperto AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Corso di Laurea in Fisioterapia

Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso di Laurea: Prof. Piero Zannini PRESENTAZIONE Il

Dettagli

JOB DESCRIPTION Personale Infermieristico Centrale Operativa SUES 118 Messina

JOB DESCRIPTION Personale Infermieristico Centrale Operativa SUES 118 Messina SUES 118 C.O. Messina Regione Sicilia Azienda Ospedaliera Papardo - Piemonte Rev. 00 del 29/01/2013 JOB DESCRIPTION Personale Infermieristico Centrale Operativa SUES 118 Messina Redazione Coordinatore

Dettagli

BREVE CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

BREVE CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Annalisa Bargellini Ricercatore confermato - Settore Scientifico Disciplinare MED/45 (Settore Concorsuale 06/M1) afferente al Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e di Sanità Pubblica, Università

Dettagli