PROCEDURE ADEMPIMENTO CASI PARTICOLARI RIFERIMENTI SCADE SOGGETTI OBBLIGATI. Fisco. Bilancio. Fallimento. Lavoro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURE ADEMPIMENTO CASI PARTICOLARI RIFERIMENTI SCADE SOGGETTI OBBLIGATI. Fisco. Bilancio. Fallimento. Lavoro"

Transcript

1 SETTIMANALE DI AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI E AZIENDE 1 6 gennaio 2014 Anno XI - Direzione e redazione Strada 1 Palazzo F Milanofiori Assago Tariffa R.O.C.: Poste Italiane Spa - Spedizione in abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano Fisco Bilancio 23 Acconto IVA 2013: ravvedimento operoso 28 Dichiarazione integrativa rimborso/compensazione 32 Spesometro: comunicazione operatori finanziari 37 Abitazione principale: esonero e IMU Scelta del regime contabile 50 Rettifica di errori contabili Fallimento Lavoro 58 Crisi da sovraindebitamento 67 Lavoro dei familiari nell impresa Le rubriche 7 Novità 11 Scadenze 73 Quesiti SCADE SOGGETTI OBBLIGATI ADEMPIMENTO PROCEDURE CASI PARTICOLARI RIFERIMENTI

2 EDITORIALE Nasce la nuova Pratica Fiscale Pratica Fiscale si rinnova: per essere al fianco dei professionisti, in uno scenarioincontinuaevoluzione, la sintesi operativa è stata resa ancora più incisiva e di immediata consultazione. Per questo motivo, la struttura, contenutistica e grafica, della Rivista è stata completamente ripensata: all inizio di ogni articolo, una vera e propria griglia di sintesi opera da guida all analisi successiva. Il testo, arricchito con esempi pratici, tavole e schemi, spiega con un linguaggio operativo l adempimento; allo stesso modo la disposizione normativa viene elaborata, semplificata e quindi tradotta a misura dell operatore professionale. È stata inoltre arricchita la platea degli autori e degli argomenti trattati - fisco, bilancio, società, lavoro, finanziamenti e fallimento -, dando voce chiara e forte a chi, per il ruolo svolto nel rispettivo campo di attività e la specifica competenza acquisita in relazione ai singoli temi trattati, rappresenta un sicuro punto di riferimento. Dalla sinergia fra due brand storici quali IPSOA e il fisco nasce la nuova Pratica Fiscale, che viene ora distribuita non solo insieme al Corriere Tributario e Azienda & Fisco ma anche alla rivista il fisco. Unostrumentoindispensabileperrispondere alla sempre maggiore esigenza professionale di coniugare l approfondimento con le soluzioni pratiche, che fornisce tutti gli elementi necessari per prendere con sicurezza le giuste decisioni operative. Buon anno e buon lavoro! L Editore Gianfranco Ferranti

3 SOMMARIO NOVITÀ News a cura del Quotidiano IPSOA... 7 " Fisco Beni ai soci: proroga al 31 gennaio IFEL: aliquote IMU ordinarie Bozza modello di dichiarazione Tobin Tax... 7 TARES: ultima rata e maggiorazione... 7 Maggiorazione acconti IRES e accise benzina... 8 Adempimenti fiscali sospesi in Sardegna... 8 Studi di settore: software Segnalazioni Antiriciclaggio: regime sanzionatorio... 8 Equitalia, al via lo Sportello Amico Imprese... 9 " Bilancio e società Misure antiriciclaggio per i professionisti... 9 Bozza nuovo OIC 12 sugli schemi di bilancio... 9 " Fallimento Imprese cancellande : PEC non obbligatoria " Lavoro Associati in partecipazione con apporto di lavoro Contratto di inserimento: agevolazioni INPS Contratto di solidarieta e recupero quote TFR LE SCADENZE " Gli adempimenti del mese " Dal 6 al 20 gennaio RAVVEDIMENTO ACCONTO IVA Come determinare e versare il ravvedimento operoso sull acconto IVA 2013 di Riccardo Rizzi e Valerio Artina DICHIARAZIONE INTEGRATIVA Integrativa rimborso/compensazione entro il 28 gennaio 2014 di Antonio Mastroberti SPESOMETRO Spesometro: al 31 gennaio la comunicazione delle operazioni IVA da parte degli operatori finanziari di Roberto Fanelli VERSAMENTO IMU Abitazione principale: esonero e IMU 2014 di Paolo Parisi e Paola Mazza SCELTA DEL REGIME CONTABILE Inizio anno, tempo di test per i regimi contabili da adottare di Tonino Morina e Salvina Morina Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

4 SOMMARIO RETTIFICA DI ERRORI CONTABILI Correzioni di errori in bilancio per omessi componenti negativi di reddito di Giancarlo Modolo CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO L attivazione del piano di composizione della crisi delle persone non fallibili di Marcello Pollio IMPRESA FAMILIARE Il lavoro dei familiari nell impresa e nello studio di Maria Rosa Gheido e Alfredo Casotti QUESITI Pratica Fiscale risponde Imputazione costi studi di fattibilità... Fatture emesse con aliquota IVA al 21% SETTIMANALE DI AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI E AZIENDE Rivista licenziata per la stampa l 11 dicembre 2013 Editrice Wolters Kluwer Italia s.r.l. Strada 1, Palazzo F Milanofiori Assago (MI) Direttore responsabile Giulietta Lemmi Realizzazione grafica Ipsoa - Gruppo Wolters Kluwer Fotocomposizione Sinergie Grafiche Srl Viale Italia, Corsico (MI) Tel. 02/ Stampa ROTO 2000 S.p.A. Via Leonardo Da Vinci, 18/20 Casarile (Milano) Redazione Carla Brunazzi, Rosa Ronsivalle Autorizzazione Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 632 del 5 dicembre 1994 Tariffa R.O.C.; Poste Italiane Spa - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano Iscritta nel Registro Nazionale della Stampa con il n vol. 34 Foglio 417 in data 31 luglio 1991 Iscrizione al R.O.C. n Contributi redazionali Per informazioni in merito a contributi, articoli ed argomenti trattati scrivere o telefonare a: Ipsoa Redazione Pratica Fiscale e Professionale Tel Fax Casella postale Milano Amministrazione Per informazioni su gestione abbonamenti, numeri arretrati, cambi d indirizzo, ecc. scrivere o telefonare a: Ipsoa Servizio Clienti Tel Fax Servizio risposta automatica: Tel Casella postale Milano Pubblicità via Leopoldo Gasparotto Varese tel. 0332/ fax 0332/ Abbonamenti Gli abbonamenti hanno durata annuale, solare: gennaiodicembre; rolling: 12 mesi dalla data di sottoscrizione, e si intendono rinnovati, in assenza di disdetta da comunicarsi entro 60 gg. dalla data di scadenza a mezzo raccomandata A.R. da inviare a Wolters Kluwer Italia s.r.l. strada 1 Pal. F6 Milanofiori Assago (MI). Servizio Clienti: tel Compresa nel prezzo dell abbonamento l estensione on-line della Rivista, consultabile all indirizzo praticafiscale Italia Abbonamento annuale D 186,00 Estero Abbonamento annuale D 372,00 Prezzo copia D 11,00 Arretrati: prezzo dell anno in corso all atto della richiesta DISTRIBUZIONE Vendita esclusiva per abbonamento. Il corrispettivo per l abbonamento a questo periodico e` comprensivo dell IVA assolta dall editore ai sensi e per gli effetti del combinato disposto dell art. 74 del D.P.R. 26/10/1972, n. 633 e del D.M. 29/12/1989 e successive modificazioni e integrazioni. Egregio abbonato, ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196,La informiamo che i Suoi dati personali sono registrati su database elettronici di proprietà di Wolters Kluwer Italia S.r.l., con sede legale in Assago Milanofiori Strada 1-Palazzo F6, Assago (MI), titolare del trattamento e sono trattati da quest ultima tramite propri incaricati. Wolters Kluwer Italia S.r.l. utilizzera` i dati che La riguardano per finalità amministrative e contabili. I Suoi recapiti postali e il Suo indirizzo di posta elettronica saranno utilizzabili, ai sensi dell art. 130, comma 4, del D.Lgs. n. 196/2003, anche a fini di vendita diretta di prodotti o servizi analoghi a quelli oggetto della presente vendita. Lei potrà in ogni momento esercitare i diritti di cui all art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003, fra cui il diritto di accedereaisuoidatieottenernel aggiornamento o la cancellazione per violazione di legge, di opporsi al trattamento dei Suoi dati ai fini di invio di materiale pubblicitario, vendita diretta e comunicazioni commerciali e di richiedere l elenco aggiornato dei responsabili del trattamento, mediante comunicazione scritta da inviarsi a: Wolters Kluwer Italia S.r.l. - PRIVACY - Centro Direzionale Milanofiori Strada 1-Palazzo F6, Assago (MI), o inviando un Fax al numero: Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

5 NOVITÀ News a cura della Redazione di IPSOA QUOTIDIANO FISCO Agenzia delle Entrate, comunicato stampa 6 dicembre 2013 Beni ai soci: proroga al 31 gennaio 2014 I contribuenti avranno tempo fino al 31 gennaio 2014 per l invio della comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci e la segnalazione dei finanziamenti e delle capitalizzazioni. Per la comunicazione dei beni concessi in godimento e dei finanziamenti relativi al 2012, si ricorda, la scadenza originaria era fissata al 12 dicembre. A regime, invece, il termine per l invio del modello è individuato nel 30 aprile di ogni anno. L adempimento riguarda la comunicazione all Anagrafe tributaria delle informazioni relative ai beni d impresa in godimento ai soci o ai familiari dell imprenditore e ai finanziamenti e alle capitalizzazioni da parte di soci o familiari dell imprenditore che abbiano un valore complessivo pari o superiore a euro. La comunicazione deve essere effettuata avvalendosi dell apposito modello messo a disposizione dall Agenzia delle Entrate e disponibile sul sito Internet, da inviare, direttamente o per il tramite di intermediari abilitati, attraverso i canali Entratel o Fisconline. Istituto per la Finanza e l Economia Locale (IFEL), sito internet IFEL: aliquote IMU ordinarie 2013 Sono pubblicate sul sito dell IFEL (l Istituto per la Finanza e l Economia Locale, dell Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ANCI) le delibere, i regolamenti e le aliquote IMU (2012 e 2013) di più di Comuni italiani. Le informazioni riportate sono per la gran parte riprese dalle deliberazioni inviate dai Comuni e pubblicate via via sul sito internet del Ministero delle Finanze. Agenzia delle Entrate, comunicato stampa 4 dicembre 2013 Bozza modello di dichiarazione Tobin Tax L Agenzia delle Entrate ha reso pubblica la bozza del modello di dichiarazione Tobin Tax (art. 1, commi , Legge n. 228/2012) comprensiva delle istruzioni per la compilazione. Il modello riepilogativo, FTT ( Financial transaction tax ), deve essere presentato in via telematica entro il 31 marzo I soggetti obbligati sono gli intermediari e gli altri soggetti che abbiano condotto operazioni di trasferimento di proprietà di azioni e altri strumenti finanziari partecipativi, operazioni su strumenti finanziari derivati e altri valori mobiliari, nonché negoziazioni ad alta frequenza. (provvedimento direttoriale del 18 luglio 2013), nel periodo d imposta La trasmissione della dichiarazione può essere effettuata: direttamente dal contribuente; da parte degli intermediari abilitati; per il tramite di una società del gruppo, se il soggetto tenuto a presentare la dichiarazione appartiene a un gruppo societario; Con la stessa dichiarazione è, inoltre, possibile chiedere il rimborso dell imposta versata in eccesso oppure riportare il credito all anno successivo. Nessun obbligo dichiarativo è, tuttavia, previsto laddove l imposta liquidata risulti di importo inferiore a 50 euro. Min. Finanze, risoluzione 2 dicembre 2013, n. 10/DF TARES: ultima rata e maggiorazione I Comuni devono riscuotere l ultima rata TARES esclusivamente con mod. F24 ocon bollettino postale entro il 16 dicembre Laddove il versamento non possa essere effettuato nelle suddette modalità, i contribuenti devono procedere a contattare direttamente i Comuni; nel caso in cui il versamento della Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

6 NOVITÀ maggiorazione TARES sia riferito ad immobili ubicati nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Valle d Aosta, nonché nelle province autonome di Trento e di Bolzano, i contribuenti devono attenersi alle specifiche istruzioni fornite dai Comuni medesimi, anche in ordine all eventuale annullamento della maggiorazione stessa. Min. Finanze, decreto 30 novembre 2013 (G.U. 2 dicembre 2013, n. 282) Maggiorazione acconti IRES e accise benzina Per il periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2013 e per il successivo, la misura dell acconto IRES per gli esercenti attività finanziarie, creditizie e assicurative è aumentata di 1,5 punti percentuali; quindi essi effettuano il versamento dell acconto IRES nella misura del 130%, mentre tutti gli altri soggetti IRES nella misura del 102,5%. L incremento delle aliquote vale anche ai fini dell IRAP. Per il periodo d imposta 2014, invece, tutti i soggetti IRES, compresi quelli esercenti attività nei settori finanziari, creditizi e assicurativi, calcolano l acconto dell IRES (e, conseguentemente, dell IRAP) in misura pari al 101,5%. Il MEF prevede, inoltre, che l Agenzia delle Dogane e dei Monopoli disponga, entro il 31 dicembre 2014, l ulteriore aumento, a decorrere dal 1º gennaio 2015 e fino al 15 febbraio 2016, dell aliquota dell accisa sulla benzina e sulla benzina con piombo, nonché dell aliquota dell accisa sul gasolio usato come carburante. Min. Finanze, decreto 30 novembre 2013 (G.U. 3 dicembre 2013, n. 283) Agenzia delle Entrate, sito Internet Min. Finanze - Ragioneria generale dello Stato, circ. 29 novembre 2013, n. 40 Adempimenti fiscali sospesi in Sardegna Stop ai versamenti e agli adempimenti fiscali per i contribuenti residenti nei comuni della Sardegna colpiti dall alluvione del mese di novembre La sospensione riguarda i termini in scadenza dal 18 novembre al 20 dicembre. La sospensione riguarda, tra l altro, i versamenti degli acconti delle persone fisiche ai fini IRPEF (termine scaduto il 2 dicembre), delle società ai fini IRES e IRAP (termine scaduto il 10 dicembre), delle ritenute dei sostituti d imposta (termine scaduto il 16 dicembre), e dell IMU relativa agli immobili diversi dall abitazione principale. Studi di settore: software Segnalazioni 2013 È disponibile sul sito dell Agenzia delle Entrate il software Segnalazioni 2013, con il quale è possibile comunicare all Agenzia gli elementi giustificativi relativi a situazioni di non congruità, non normalità e incoerenza, nonché le cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi di settore per il periodo di imposta L invio telematico delle comunicazioni è possibile dal 5 dicembre 2013 fino al 28 febbraio Il programma è disponibile sul sito Internet delle Entrate seguendo il percorso: Home - Cosa devi fare - Dichiarare - Studi di settore e parametri - Studi di settore - Applicazioni informatiche di supporto - Segnalazioni Antiriciclaggio: regime sanzionatorio La Ragioneria generale dello Stato richiama l attenzione sulla necessità di procedere a una puntuale e attenta esecuzione degli adempimenti relativi al procedimento sanzionatorio antiriciclaggio. Nel dettaglio, occorre che gli uffici territoriali si dotino dell applicativo informatico SIVA-RGS, mediante il quale è possibile seguire l intero processo gestionale, dall alimentazione delle banche dati fino alla comunicazione delle operazioni sospette, af- 8 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

7 NOVITÀ finché possa aver luogo un corretto flusso informativo dei dati dei decreti nei confronti della Guardia di Finanza, alla quale occorre garantire un riscontro dei processi verbali da loro inviati per la definizione amministrativa da parte del MEF. La contestazione è un atto recettizio, il quale produce effetti solamente a partire dal momento di avvenuta notifica; pertanto, prima di procedere all emanazione del decreto, occorre verificare che la parte abbia effettivamente ricevuto l atto di contestazione, anche allo scopo di evitare l archiviazione per difetto di notifica. Infine, per l osservanza dell obbligo previsto di comunicazione alla Guardia di Finanza delle violazioni riguardanti contanti e titoli al portatore, si raccomanda l inserimento, in fase di protocollazione dei dati contenuti nelle segnalazioni dei soggetti obbligati (nominativo segnalato, importo della presunta violazione), anche nel caso delle comunicazioni non atte a produrre contestazione. Equitalia, comunicato stampa 30 novembre 2013 Equitalia, al via lo Sportello Amico Imprese È attivo in via sperimentale lo Sportello Amico Imprese, il nuovo punto di ascolto di Equitalia dedicato a PMI, artigiani e commercianti. Lo sportello, presente al momento a Bari, Bologna, Firenze, Roma e Varese, sarà gradualmente replicato anche in altre città e si affianca a Sportello Amico, nato nella primavera del 2012 e presente in tutte le province italiane per dare assistenza mirata alle esigenze particolari dei contribuenti, e si aggiunge alle convenzioni che Equitalia stipula con associazioni di categoria e ordini professionali. Gli imprenditori potranno avere consulenza sulle novità normative in materia di riscossione dei tributi, in particolare sulle modalità di rateizzazione, di compensazione e sulle possibilità di sospensione della riscossione. Il servizio sarà prestato nei consueti orari di apertura delle sedi di Equitalia, in punti facilmente identificabili grazie a specifiche insegne e cartelli. BILANCIO E SOCIETÀ IRDCEC, circolare 3 dicembre 2013, n. 36/IR Organismo Italiano di Contabilità Misure antiriciclaggio per i professionisti L IRDCEC ripercorre i tratti essenziali delle ultime risposte fornite dal Ministero delle Finanze, dell UIF e della Guardia di finanza (in data 11 novembre 2013) in tema di misure antiriciclaggio. Le tematiche affrontate rispecchiano i problemi comunemente riscontrati dai professionisti: dalla corretta individuazione delle prestazioni oggetto di adeguata verifica; all identificazione del titolare effettivo; dalla conservazione dei dati nel fascicolo della clientela; alla registrazione delle operazioni; dalla segnalazione di operazioni sospette alle transazioni in denaro contante. Particolare attenzione è rivolta, inoltre, al pesante regime sanzionatorio introdotto dal legislatore per le violazioni dell obbligo di registrazione, con la prevista applicazione (ex art. 55, comma 4, D.Lgs. n. 231/2007) di una sanzione penale variabile da a euro a carico di chi ometta di effettuare la registrazione, ovvero la effettui in modo tardivo o incompleto. Bozza nuovo OIC 12 sugli schemi di bilancio L Organismo italiano di contabilità ha reso noto l avvio delle consultazioni sulla bozza del nuovo OIC 12, relativo alla composizione e agli schemi del bilancio d esercizio. Le consultazioni sul documento resteranno aperte fino al 28 febbraio Queste le principali novità in arrivo : la scomparsa del relativo documento interpretativo n.1, incorporato all interno del principio contabile; Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

8 NOVITÀ l eliminazione di alcune appendici (come ad esempio quelle relative all analisi dei movimenti delle poste del PN e all informativa per area geografica), ulteriori precisazioni riguardanti i principi di classificazione e rappresentazione delle voci negli schemi di stato patrimoniale e conto economico (contenuti nell art ter c.c.), con particolare riguardo a suddivisione, raggruppamento, aggiunta, adattamento e comparazione delle voci; per quanto concerne la nota integrativa, viene previsto che le informazioni siano presentate secondo l ordine in cui le relative voci sono indicate negli schemi di SP e CE e con l inserimento di ulteriori precisazioni in merito ai criteri di valutazione adottati. FALLIMENTO Min. Sviluppo Economico, circ. 2 dicembre 2013, n Imprese cancellande : PEC non obbligatoria Il Ministero dello Sviluppo Economico chiarisce le problematiche connesse all obbligo di iscrizione dell indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al Registro delle imprese delle imprese individuali per quanto concerne le imprese cosiddette cancellande. Sotto il profilo letterale, si deve rilevare, infatti, che la legge fallimentare (art. 10) dispone che: Gli imprenditori individuali e collettivi possono essere dichiarati falliti entro un anno dalla cancellazione dal registro delle imprese, se l insolvenza si è manifestata anteriormente alla medesima o entro l anno successivo. Sotto tale aspetto dunque, avrebbe un senso logico oltre che giuridico, l obbligo di richiedere anche per un impresa in sede di cancellazione l adempimento dell obbligo di dotarsi di un indirizzo di PEC. LAVORO INPS, circolare 5 dicembre 2013, n. 167 Associati in partecipazione con apporto di lavoro L INPS definisce i passaggi operativi da compiere per l accesso alle procedure di stabilizzazione di associati in partecipazione con apporto di lavoro. L inoltro telematico all INPS della documentazione necessaria deve essere effettuato entro il 31 gennaio INPS, circolare 5 dicembre 2013, n. 166 Contratto di inserimento: agevolazioni INPS Diramate dall INPS le istruzioni operative per la concreta fruizione dei benefici contributivi legati all assunzione di manodopera femminile con contratto di inserimento per il periodo Le imprese che hanno necessità di regolarizzare la propria situazione devono provvedere entro il 16 marzo Fondazione studi consulenti lavoro, circ. 4 dicembre 2013, n. 17 Contratto di solidarietà e recupero quote TFR La Fondazione Studi dei consulenti del lavoro analizza la nuova disposizione INPS (Messaggio 8 novembre 2013, n ) circa il Fondo di Tesoreria. In particolare, vengono forniti utili chiarimenti riguardanti il recupero immediato delle quote di TFR connesse alla retribuzione persa dai lavoratori alla conclusione del periodo di vigenza del contratto di solidarietà assistito dalla CIGS (Legge n. 863/1984). 10 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

9 LE SCADENZE Gli adempimenti del mese a cura di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) 2gennaio giovedì 9gennaio giovedì 10gennaio venerdì 15gennaio mercoledì 16gennaio giovedì " Cfr. P. Parisi e P. Mazza a pag gennaio lunedì " Ravvedimento versamento acconti imposte entro 30 giorni " Ravvedimento versamento acconti imposte entro 30 giorni " Comunicazione dati contabili per nuove iniziative produttive " Ravvedimento sprint acconto IVA " Versamento secondo acconto IRES ed IRAP soggetti a cavallo " Fatturazione differita " Annotazione separata nel registro corrispettivi " Assistenza fiscale sostituti d imposta " Ravvedimento relativo al versamento delle ritenute e dell IVA mensile " Ravvedimento tardivo versamento saldo IMU " Versamento imposte da parte degli eredi con maggiorazione 0,40% a titolo di interesse corrispettivo " Versamento imposta di produzione e consumo " Liquidazione periodica IVA per soggetti con obbligo mensile " Ritenute sui redditi di lavoro autonomo, di dipendente e su provvigioni " Versamento del contributo alla gestione separata INPS " Versamento imposta unica " Versamento delle ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre solare precedente " Versamento imposta sostitutiva sul risultato maturato (risparmio gestito) in caso di revoca del mandato di gestione avvenuta nel secondo mese precedente " Versamento imposta sostitutiva su plusvalenze per cessioni a titolo oneroso di partecipazioni (risparmio amministrato) " Versamento della ritenuta su proventi derivanti da O.I.C.R. effettuate nel mese precedente " Versamento ritenuta sui capitali corrisposti da imprese di assicurazione " Versamento conguaglio dell IMU " Comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute " Versamento IRES, imposta sostitutiva e IRAP risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2013 società di capitali, enti commerciali ed enti non commerciali con esercizio a cavallo " Imposta sulle transazioni finanziarie " Trasmissione telematica dati relativi alle operazioni di verificazione periodica degli apparecchi misuratori fiscali (*) Dottori Commercialisti in Bergamo Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

10 LE SCADENZE 25gennaio sabato 27gennaio lunedì " Presentazione degli elenchi riepilogativi acquisti e cessioni intracomunitarie per operatori con obbligo mensile/trimestrale " Ravvedimento versamento acconto IVA annuale " Cfr. R. Rizzi e V. Artina a pag gennaio martedì " Integrativa UNICO 2013, IRAP 2013 per modifica compensazione/rimborso " Cfr. Antonio Mastroberti, a pag gennaio giovedì 31gennaio giovedì " Registrazione contratti di locazione e versamento dell imposta di registro " Ravvedimento entro 15 giorni " Adempimenti contabili di fine mese " Emissione delle fatture IVA per imballaggi non restituiti " Comunicazione al Ministero per erogazioni liberali beni culturali " Redditi fondiari: denuncia e variazione del reddito dei terreni " Denuncia riepilogativa tassa sui contratti di borsa " Comunicazione periodica intermediari finanziari " Comunicazione alle Agenzie fiscali dell impronta relativa ai documenti informatici rilevanti ai fini tributari " Dichiarazione annuale imposta di bollo assolta in modo virtuale " Imposta comunale sulla pubblicità " Versamento tassa per l occupazione di spazi ed aree pubbliche " Presentazione UNICO 2013 società a cavallo " INTRA 12 " Comunicazione delle operazioni con soggetti in Paesi a fiscalità privilegiata " Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA da parte degli operatori finanziari " Comunicazione integrativa annuale dell archivio dei rapporti finanziari " Comunicazione all Anagrafe tributaria dei dati relativi ai beni dell impresa concessi in godimento a soci o familiari per il 2012 " Comunicazione all Anagrafe tributaria dei dati relativi ai soci o familiari dell imprenditore che effettuano finanziamenti o capitalizzazioni nei confronti dell impresa 12 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

11 LE SCADENZE Dal 6 al 20 gennaio gennaio giovedì SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Ravvedimento - Acconti imposte UNICO 2013 entro 30 gg I soggetti che non hanno effettuato il versamento degli acconti delle imposte risultanti dal Mod. UNICO 2013 entro il termine ultimo del 10 dicembre 2013 possono regolarizzare gli omessi o insufficienti versamenti, effettuando il pagamento delle imposte dovute, unitamente agli interessi, e della sanzione ridotta. Tutti i soggetti obbligati al versamento del secondo acconto di IRES ed IRAP tenuti alla presentazione della dichiarazione Mod. UNICO 2013 che non hanno eseguito l adempimento entro il termine ultimo del 10 dicembre Deve essere eseguito utilizzando il mod. F24 il pagamento: del tributo degli interessi moratori con maturazione giorno per giorno (3%) della sanzione del 30% ridotta al 3% (1/10 del minimo). La somma a titolo di interessi deve essere versata cumulativamente al tributo Sanzione pecuniaria IRES Sanzione pecuniaria IRAP Sanzione pecuniaria altre imposte dirette Interessi sul ravvedimento - IRES Interessi sul ravvedimento - IRAP 10 gennaio venerdì SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Nuove iniziative produttive - Comunicazione dati contabili I contribuenti soggetti ai regimi fiscali per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (art. 13 legge n. 388/2000) devono trasmettere i dati contabili relativi al trimestre precedente delle operazioni effettuate. Le persone fisiche che si avvalgono dei regimi fiscali per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo e che usufruiscono dell assistenza fiscale dell Agenzia delle Entrate. Per la trasmissione dei dati, da effettuarsi tramite apposito software scaricabile dal sito dell Agenzia delle Entrate, le operazioni effettuate ai fini dell IVA sono distinte tra imponibili secondo l aliquota, esenti, non imponibili e non soggette; le operazioni rilevanti ai fini delle imposte dirette sono classificate per voci di costi e ricavi. Per la definizione e la classificazione di dette operazioni, i contribuenti si avvalgono dell assistenza fornita dal tutor anche mediante l utilizzo della posta elettronica. Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

12 LE SCADENZE Ravvedimento - Versamento dell acconto IVA entro 15 gg " Cfr. R. Rizzi e V. Artina, a pag. 23 SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Versamento, entro 15 giorni, del tributo omesso unitamente alla sanzione ridotta (importo pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo) dell imposta non versata e gli interessi moratori calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. La convenienza ad utilizzare tale regolarizzazione si ha quindi effettuando il versamento entro il quattordicesimo giorno successivo al termine. Tutti i contribuenti che intendono regolarizzare eventuali omissioni ed irregolarità in relazione al versamento dell acconto dell IVA che andava versato entro il 27 dicembre Il pagamento del tributo omesso o versato in misura insufficiente, maggiorato degli interessi (calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno), e delle sanzioni connesse (pari a 0,2% per ogni giorno di ritardo dell imposta non versata), è eseguito esclusivamente con modalità telematiche Sanzione pecuniaria IVA Interessi sul ravvedimento - IVA. Versamento - Secondo acconto IRES e IRAP a cavallo SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento degli acconti di imposta ai fini IRES ed IRAP dovuti dalle società di capitali, le persone giuridiche, le associazioni non riconosciute, i consorzi e le società ed enti di ogni tipo non residenti, aventi esercizio sociale o periodo di gestione 1º febbraio gennaio NOVITÀ: il Decreto IMU e acconti (D.L. n. 133/ 2013, art. 2, comma 4) ha disposto che: per i soggetti il cui periodo d imposta non coincide con l anno solare, il versamento va effettuato entro il 10º giorno del 12º mese dello stesso periodo d imposta. La proroga dei termini di versamento riguarda esclusivamente i soggetti IRES e ha effetto anche sul versamento della seconda o unica rata di acconto dell IRAP. l ulteriore incremento, rispetto alle misure previste dalle disposizioni di legge vigenti, dell acconto dell IRES di 1,5 punti percentuali per il periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2013 (quindi pari al 102,5%) e per quello successivo. Le società di capitali, le persone giuridiche, le associazioni non riconosciute, i consorzi e le società ed enti di ogni tipo non residenti, aventi esercizio sociale o periodo di gestione 1º febbraio gennaio Per le società di capitali, gli enti commerciali ed i consorzi, l importo da versare a titolo di IRES è pari al 102,5% dell imposta relativa all esercizio precedente da UNICO 2013 Società di capitali, incrementato del 70% delle eventuali ritenute sugli interessi ed altre somme delle obbligazioni pubbliche e private scomputate nel periodo precedente, dedotti gli importi già versati come prima rata, pari al 40% del totale dell acconto dovuto. Per il periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2013, la misura dell acconto IRES per gli enti creditizi e finanziari, per la Banca d Italia e per le società e gli enti che esercitano attività assicurativa è aumentata al 128,5%. Pertanto, per tale periodo d imposta, gli esercenti attività finanziarie, creditizie e assicurative effettuano il versamento dell acconto dell IRES nella misura del 130% e tutti gli altri soggetti IRES nella misura del 102,5%. L incremento delle aliquote vale anche ai fini dell IRAP. Per il periodo d imposta 2014, invece, tutti i soggetti IRES, compresi quelli 14 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

13 LE SCADENZE esercenti attività nei settori finanziari, creditizi e assicurativi, calcolano l acconto dell IRES (e, conseguentemente, dell IRAP) in misura pari al 101,5%. L acconto IRAP è pari al 102,5% dell imposta relativa all esercizio precedente dedotto l importo già versato come prima rata, pari al 40% del totale dell acconto dovuto. CODICI TRIBUTO " IRES acconto - Seconda rata o acconto in unica soluzione; IRAP acconto - seconda rata o acconto in unica soluzione. 15 gennaio mercoledì SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Assistenza fiscale - Sostituti d imposta Comunicazione dei sostituti d imposta di voler prestare assistenza fiscale. I sostituti d imposta che prestano l assistenza fiscale. I sostituti d imposta possono, entro il 15 gennaio di ogni anno, richiedere ai soggetti interessati la preventiva comunicazione che gli stessi intendono avvalersi dell assistenza fiscale. Fatturazione - Fattura differita SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Emissione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese precedente. I contribuenti che effettuano cessioni di beni, la cui consegna o spedizione risulta da documento di trasporto o da altro documento idoneo. Tali soggetti hanno facoltà di emettere fattura differita, entro il giorno 15 del mese successivo a quello di consegna o spedizione della merce. La fattura deve essere registrata entro il termine di emissione, ma con riferimento al mese di consegna o spedizione dei beni. Ne segue che l IVA, relativa alle fatture differite, dovrà essere conteggiata nella liquidazione del mese di consegna, o di spedizione del bene, e non in quella del mese di emissione o registrazione della stessa. Ravvedimento - Versamento ritenute e IVA mensile SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " I contribuenti possono effettuare l adempimento omesso o insufficiente del mese precedente versando il tributo unitamente alla sanzione ridotta pari al 3% dell imposta non versata e gli interessi moratori calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Tutti i contribuenti che intendono regolarizzare eventuali omissioni ed irregolarità in relazione al versamento delle ritenute alla fonte e/o dell IVA che andavano versate entro il 16 dicembre Il pagamento del tributo omesso o versato in misura insufficiente, maggiorato degli interessi, e delle sanzioni pecuniarie connesse pari al 3% (un decimo del minimo - 30%), è eseguito esclusivamente con modalità telematiche. Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

14 LE SCADENZE CODICI TRIBUTO " Sanzione pecuniaria sostituti d imposta; Sanzione pecuniaria IVA; Sanzione addizionale comunale all IRPEF - ravvedimento; Interessi sul ravvedimento - IVA. Ravvedimento - Versamento saldo IMU 2013 SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Ravvedimento versamento del saldo, per il 2013, dell imposta municipale propria con sanzione ridotta pari al 3% (1/10 del 30%). I contribuenti soggetti al pagamento dell imposta che non hanno effettuato l adempimento nei termini ordinari (16 dicembre 2013). Devono essere versati cumulativamente i seguenti importi: saldo dovuto, che doveva essere versato entro il 16 dicembre 2013; sanzione ridotta pari ad un decimo del minimo (3%); interessi calcolati al tasso di interesse legale. I contribuenti hanno la possibilità di effettuare il pagamento dell IMU con il mod. F IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e pertinenze; 3913 IMU - imposta municipale propria per i fabbricati rurali ad uso strumentale - COMUNE; 3914 IMU - imposta municipale propria per i terreni - COMUNE; 3916 IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - COMUNE; IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - COMUNE; IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - STATO; IMU - imposta municipale propria INTERESSI DA ACCERTAMENTO-COMUNE; IMU - imposta municipale propria SANZIONI DA ACCERTAMENTO-COMUNE. Registro corrispettivi - Annotazione separata SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Termine per la registrazione nel registro corrispettivi delle operazioni effettuate nel mese solare precedente per le quali è stato rilasciato scontrino o ricevuta fiscale. I commercianti al minuto che emettono lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale. Le operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate in ciascun mese solare, possono essere annotate, anche con unica registrazione, nel registro dei corrispettivi, entro il giorno 15 del mese successivo. Versamento - Imposte dichiarazioni eredi con maggiorazione SOGGETTI OBBLIGATI " Ultimo giorno utile per effettuare il versamento degli importi relativi alle dichiarazioni dei redditi del de cuius da parte degli eredi dei soggetti deceduti successivamente al 16 febbraio 2013 con la maggiorazione dello 0,40%. Gli eredi del contribuente che rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa. 16 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

15 LE SCADENZE MODALITÀ OPERATIVE " Gli eredi del contribuente devono effettuare il versamento delle imposte dovute utilizzando il modello di pagamento F gennaio giovedì SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Comunicazione - Dichiarazioni d intento Trasmissione dei dati contenuti nella comunicazione entro il termine di effettuazione della prima liquidazione periodica IVA, mensile o trimestrale, nella quale confluiscono le operazioni realizzate senza applicazione dell imposta. Soggetti che cedono beni o forniscono servizi nei confronti di contribuenti che si avvalgono della facoltà di effettuare acquisti senza applicazione dell imposta. I soggetti obbligati devono trasmettere esclusivamente in via telematica i dati contenuti nella comunicazione entro il termine di effettuazione della prima liquidazione periodica IVA, mensile o trimestrale, nella quale confluiscono le operazioni realizzate senza applicazione dell imposta. Imposta sostitutiva - Risparmio gestito SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Versamento dell imposta sostitutiva sui risultati della gestione patrimoniale (risparmio gestito) in caso di revoca del mandato avvenuta nel secondo mese precedente da parte delle banche, SIM e società fiduciarie. Banche, SIM e società fiduciarie. I versamenti dell imposta sostitutiva devono essere effettuati con modalità telematiche Imposta sostitutiva sui risultati da gestione patrimoniale. Imposta sostitutiva - Risparmio amministrato SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Versamento dell imposta sostitutiva su plusvalenze per la cessione a titolo oneroso di partecipazioni da parte degli intermediari (banche, SIM ed altri intermediari autorizzati) applicata nel secondo mese precedente. Banche, SIM ed altri intermediari autorizzati. I versamenti dell imposta sostitutiva devono essere effettuati con modalità telematiche Imposta sostitutiva su plusvalenze per cessione a titolo oneroso di partecipazioni da parte degli intermediari Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

16 LE SCADENZE Ritenute - Redditi autonomi, dipendente e provvigioni SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " I soggetti che hanno corrisposto compensi per prestazioni di lavoro dipendente e assimilato a lavoro dipendente, compensi per prestazioni di lavoro autonomo a professionisti, artisti, inventori e a lavoratori autonomi occasionali e provvigioni, assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere, applicando la ritenuta nella misura del 20%, devono effettuare il versamento delle ritenute esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Società di capitali, enti commerciali di diritto pubblico o privato, enti non commerciali di diritto pubblico o privato, associazioni non riconosciute, consorzi, società non residenti, società di persone, associazioni per l esercizio di arti e professioni, società di armamento, società di fatto, persone fisiche che esercitano imprese commerciali, arti, professioni o imprese agricole, condomini. Tutti i titolari di partita IVA sono obbligati ad effettuare i versamenti fiscali e previdenziali, esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. I non titolari di partita IVA possono effettuare i versamenti con modello F24 presso gli sportelli dell ufficio postale, della banca o del concessionario della riscossione, ovvero con modalità telematiche. Ritenute - Proventi derivanti da O.I.C.R. SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Versamento delle ritenute sui proventi derivanti da Organismi di investimento collettivo del risparmio (O.I.C.R.) effettuate nel mese precedente. Incaricati al pagamento dei proventi o alla negoziazione di quote relative ad O.I.C.R. I versamenti delle ritenute devono essere effettuati con modalità telematiche Ritenuta sui proventi derivanti dalla partecipazione ad Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto estero; Ritenuta sui titoli atipici emessi da soggetti residenti; Ritenuta sui titoli atipici emessi da soggetti non residenti. Ritenute - Capitali imprese di assicurazione SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento da parte delle imprese di assicurazione delle ritenute alla fonte su redditi di capitale derivante da riscatti o scadenze di polizze vita stipulate entro il 31 dicembre 2000 (escluso evento morte) corrisposti o maturati nel mese precedente. Imprese di assicurazione. Sui capitali corrisposti in dipendenza di contratti di assicurazione sulla vita, esclusi quelli corrisposti a seguito di decesso dell assicurato, le imprese di assicurazione devono operare una ritenuta, a titolo di imposta e con obbligo di rivalsa, del 20%. La ritenuta va commisurata alla differenza tra l ammontare del capitale corrisposto e quello dei premi riscossi, ridotta del 2% per ogni anno successivo al decimo se il 18 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

17 LE SCADENZE capitale è corrisposto dopo almeno dieci anni dalla conclusione del contratto di assicurazione. CODICE TRIBUTO " Ritenute operate sui capitali corrisposti in dipendenza di assicurazione sulla vita Versamento - Conguaglio IMU 2013 " Cfr. P. Parisi e P. Mazza a pag. 43 SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento del conguaglio dell imposta municipale propria Sono soggetti passivi dell IMU i proprietari di immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l attività dell impresa, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi tenuti al versamento del conguaglio IMU Il Decreto IMU e acconti (D.L. 30 novembre 2013, n. 133) ha deliberato che per l anno 2013 non è dovuta la seconda rata dell imposta municipale propria in scadenza il 16 dicembre 2013 per abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, l assegnazione della casa coniugale al coniuge. L eventuale differenza tra l ammontare dell IMU risultante dall applicazione dell aliquota e della detrazione per ciascuna tipologia di immobile sopra riportate (di cui al comma 1 del D.L. n. 133/2013) deliberate o confermate dal comune per l anno 2013 e, se inferiore, quello risultante dall applicazione dell aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia di immobile è versata dal contribuente, in misura pari al 40%, entro la data odierna. I contribuenti hanno la possibilità di effettuare il pagamento dell IMU utilizzando il modello di pagamento F24, in modo da poter compensare eventuali eccedenze d imposta con il debito IMU. Versamento - Imposta di produzione e consumo SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento dell imposta di produzione e consumo sui prodotti cui si applica il regime fiscale delle accise immessi in consumo nel territorio dello Stato nel mese precedente. a) il titolare del deposito fiscale dal quale avviene l immissione in consumo e, in solido, i soggetti che si siano resi garanti del pagamento ovvero il soggetto nei cui confronti si verificano i presupposti per l esigibilità dell imposta; b) il destinatario registrato che riceve i prodotti soggetti ad accisa; c) relativamente all importazione di prodotti sottoposti ad accisa, il debitore dell obbligazione doganale individuato in base alla relativa normativa e, in caso di importazione irregolare, in solido, qualsiasi altra persona che ha partecipato all importazione. Il pagamento delle accise può essere effettuato: presso la competente sezione di tesoreria provinciale dello Stato; presso gli uffici delle poste italiane mediante versamento sul conto corrente postale intestato alla competente sezione di tesoreria provinciale dello Stato; Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

18 LE SCADENZE presso gli sportelli bancari o presso gli uffici delle poste italiane mediante il modello F24 utilizzando la apposita Sezione Accise/Monopoli ed altri versamenti non ammessi in compensazione del modello F/24 accise. Versamento - Imposta sulle transazioni finanziarie SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin tax) relativa alle operazioni poste in essere nel mese precedente e compilazione prospetto analitico L imposta è dovuta dai soggetti in favore dei quali avviene il trasferimento della proprietà delle azioni, degli strumenti partecipativi e dei titoli rappresentativi, indipendentemente dalla residenza dei medesimi e dal luogo di conclusione del contratto. L imposta sulle transazioni è dovuta con modalità diverse per: azioni ed altri strumenti finanziari: entro il giorno 16 del mese successivo a quello del trasferimento della proprietà; strumenti derivati ed altri valori mobiliari: entro il giorno 16 del mese successivo a quello della conclusione del contratto; operazioni ad alta frequenza: entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui cade la data di invio dell ordine annullato o modificato. CODICI TRIBUTO " 4058 Imposta sulle transazioni di azioni e di altri strumenti partecipativi - art. 1, comma 491, Legge n. 228/2012 ; 4059 Imposta sulle transazioni relative a derivati su equity - art. 1, comma 492, Legge n. 228/2012 ; 4060 Imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative ad azioni e strumenti partecipativi - art. 1, comma 495, Legge n. 228/2012. Versamento - Imposta unica SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " L imposta unica è versata in unica soluzione entro il giorno 16 del mese successivo a quello di riferimento, annotandone gli estremi su uno dei prospetti o fogli previsti. I soggetti passivi all imposta unica per i quali si sono svolti gli avvenimenti oggetto delle scommesse al totalizzatore ed a quota fissa ovvero dei concorsi pronostici Il versamento (tramite modello F24 accise) può essere effettuato presso gli sportelli di qualunque concessionario o banca convenzionata e presso gli uffici postali. I titolari di partita IVA sono obbligati ad effettuare i versamenti fiscali e previdenziali esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari Imposta unica sui concorsi del Totip; Diritto fisso erariale sui concorsi del Totip; Imposta unica sulle scommesse ippiche; Imposta unica sulle scommesse sportive; Imposta unica su altre scommesse diverse dalle ippiche e dalle sportive, nonché altri concorsi pronostici; Imposta unica sui concorsi del Totip di competenza Regione Sicilia; Imposta unica sulle scommesse ippiche di competenza Regione Sicilia; 20 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

19 LE SCADENZE Imposta unica sulle scommesse sportive di competenza Regione Sicilia; Imposta unica su altre scommesse diverse dalle ippiche e dalle sportive, nonché su altri concorsi pronostici, di competenza della Regione Sicilia. Versamento - IVA con obbligo mensile SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " Versamento dell IVA dovuta per il mese di dicembre (per il mese di novembre nel caso in cui la contabilità sia affidata a terzi). Sono tenuti ad effettuare la liquidazione con obbligo mensile i contribuenti che nell anno solare precedente o nella dichiarazione di inizio attività presentata nel corso dell esercizio in corso hanno indicato un volume d affari superiore ai seguenti limiti: Imprese che prestano servizi euro; Esercenti arti o professioni euro Tutti gli altri soggetti euro; Soggetti che, pur non superando i limiti, non abbiano optato per il regime trimestrale. Il versamento si determina quale differenza tra imposta a debito ed imposta a credito del periodo di riferimento, scomputando l eventuale ammontare del credito del periodo precedente e l eventuale acconto versato entro il 27 dicembre Nel caso in cui tale differenza sia positiva deve essere effettuato il relativo versamento esclusivamente mediante modalità telematiche Versamento IVA mensile dicembre. Versamento - UNICO 2013 SC EC ENC società a cavallo SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO" Versamento di IRES, IRAP ed imposta sostitutiva risultanti dalla dichiarazione UNICO 2013 (Società di capitali, enti equiparati ed enti non commerciali) da parte dei soggetti con periodo d imposta 1º agosto luglio I versamenti delle imposte risultanti dalle predette dichiarazioni possono essere effettuati anche entro il 17 febbraio 2014 con l applicazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Le società di capitali, le persone giuridiche, le associazioni non riconosciute, i consorzi e le società ed enti di ogni tipo non residenti, gli enti non commerciali, con periodo d imposta 1º agosto luglio Il versamento delle imposte in scadenza in data odierna riguarda i saldi IRES, IRAP ed imposte sostitutive e gli eventuali acconti IRES ed IRAP. I versamenti vanno effettuati esclusivamente con modalità telematiche IRES - Saldo; IRES - Acconto prima rata; IRAP Saldo; IRAP Acconto - prima rata; Interessi per il pagamento dilazionato degli importi rateizzabili indicati nella sezione 2 - Erario del modello di versamento unitario; Interessi per il pagamento dilazionato degli importi rateizzabili indicati nella sezione 4 - Regioni del modello di versamento unitario. Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio

20 LE SCADENZE INPS - Versamento contributo gestione separata SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " CODICI TRIBUTO " 20 gennaio lunedì SOGGETTI OBBLIGATI " MODALITÀ OPERATIVE " Versamento del contributo previdenziale alla gestione separata INPS relativo ai compensi soggetti a tale contribuzione corrisposti nel mese precedente. Tutti i committenti che hanno corrisposto nel mese precedente compensi inerenti ai venditori porta a porta ed ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa per i quali sussiste l obbligo contributivo. Tutti i titolari di partita IVA sono obbligati ad effettuare i versamenti fiscali e previdenziali, esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. C10 - per i collaboratori già iscritti ad altra forma pensionistica obbligatoria e per gli associati in partecipazione per i quali non è dovuto il contributo dello 0,50%; CXX - per i collaboratori privi di altra copertura previdenziale, con contribuzione comprensiva di aliquota pensionistica e di aliquota assistenziale (inclusi gli associati in partecipazione). Misuratori fiscali - Operazioni di verificazione periodica Trasmissione dei dati relativi alle operazioni di verificazione periodica degli apparecchi misuratori fiscali con riferimento ai dati relativi al quarto trimestre I fabbricanti eilaboratori di verificazione periodica abilitati devono comunicare i dati identificativi delle operazioni di verificazione periodica effettuate e quelli relativi ai tecnici incaricati dell esecuzione delle stesse. I soggetti effettuano, per via telematica, le comunicazioni dei dati relativi alle operazioni di verificazione periodica degli apparecchi misuratori fiscali con riferimento ai dati relativi al periodo di riferimento: a) direttamente, tramite il servizio telematico Entratel ovvero tramite il servizio telematico Internet, in relazione ai requisiti posseduti ai fini della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali; b) tramite gli intermediari abilitati. I file contenenti le comunicazioni da trasmettere tramite il servizio telematico Internet devono avere dimensioni non superiori a 3 Megabyte in formato compresso. 22 Pratica Fiscale e Professionale n. 1 del 6 gennaio 2014

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti.

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. CIRCOLARE N. 23/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. La legge di

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 Redditi 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2014 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI Ordine degli avvocati di Genova Direzione Regionale della Liguria La Guida prende spunto dal confronto tra Agenzia delle Entrate e Ordine degli Avvocati di Genova. Principale

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n.

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n. Circolare n. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. PREMESSA... 5 CAPITOLO I:

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

n. 7 del 3 aprile 2015

n. 7 del 3 aprile 2015 n. 7 del 3 aprile 2015 FISCO In evidenza Mod. 730-4: comunicazione entro il 15 aprile pag. 2 Fatturazione elettronica: servizi per i commercialisti pag. 3 Tax credit per il turismo digitale pag. 4 LAVORO

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su:

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su: Pag. 5030 n. 43/98 21/11/1998 I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell su: regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti relativi al primo acconto modifiche recate dal decreto legislativo

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007)

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007) STUDIO MINTO Associazione Professionale Commercialisti Revisori Contabili Consulenza del Lavoro Mirano (VE) Telefono 041/5701020 CIRCOLARE INFORMATIVA n. 16 Giugno 2007 STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI

Dettagli