Roma,24 giugno Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N.30/E

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma,24 giugno Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N.30/E"

Transcript

1 Roma,24 giugno 2004 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N.30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti tassazione separata

2 PREMESSA L Agenzia delle Entrate ha deciso di inviare ai contribuenti una comunicazione per informare degli esiti della liquidazione dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata percepiti a decorrere dall anno Ciò al fine di consentire una verifica degli elementi posti a base della determinazione dell imposta prima della notifica della cartella di pagamento e migliorare, quindi, la qualità dei ruoli. La presente circolare illustra i seguenti argomenti: 1) Comunicazione; 2) Istruzioni operative. Si precisa che le norme del TUIR richiamate nella presente circolare sono riferite al D.P.R. 917/86 in vigore prima delle modifiche introdotte dal DLgs. n. 344 del 12 dicembre 2003, nella formulazione vigente al 31 dicembre ) COMUNICAZIONE La comunicazione è impostata secondo criteri analoghi a quelli utilizzati per rendere noti gli esiti del controllo automatizzato delle dichiarazioni; è composta di una lettera che informa il contribuente della presenza di imposte dovute sui redditi soggetti a tassazione separata e di distinti prospetti per ciascuna tipologia di reddito. I prospetti si riferiscono ai redditi indicati nell art. 16, comma 1, del TUIR, distinti come segue: - trattamento di fine rapporto, indennità equipollenti e altre indennità di cui alla lettera a); - emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente di cui alla lettera b). Nel medesimo prospetto sono riportate le indennità e le integrazioni salariali indicate alla lettera c-bis); - redditi di lavoro autonomo e di collaborazione coordinata e continuativa di cui alle lettere c), d), e) ed f); - redditi soggetti a tassazione separata diversi dai precedenti di cui alle lettere g), g-bis), h), i), l), m), n), n-bis). Per agevolare i riscontri da parte del contribuente e dei servizi di assistenza, per i redditi corrisposti da soggetti tenuti all effettuazione della ritenuta d acconto, la comunicazione riporta il codice fiscale del sostituto d imposta.

3 Alla comunicazione non è allegato il modello F24 precompilato per il pagamento delle somme che risultano dovute, in quanto trattandosi di redditi soggetti a tassazione separata non opera la previsione di cui all art. 2, comma 2, del DLgs. n. 462 del Infatti sull imposta da versare emergente dalla liquidazione di questa tipologia di redditi non sono dovuti interessi e sanzioni, pertanto la riscossione dell imposta avverrà successivamente mediante cartella di pagamento a seguito della definitiva iscrizione a ruolo della relativa partita. 3) ISTRUZIONI OPERATIVE La procedura per la lavorazione delle comunicazioni relative ai redditi soggetti a tassazione separata, è disponibile nell area SERVIZI AL CONTRIBUENTE, nella funzione TASSAZIONE SEPARATA. In tale funzione, inserito il codice fiscale del contribuente destinatario della comunicazione, è visualizzato lo schermo con le informazioni necessarie per individuare i redditi percepiti dal soggetto nell anno 2000 assoggettati a tassazione separata. Con riferimento al singolo contribuente sono fornite le informazioni sul modello di dichiarazione, sul relativo quadro in cui il reddito è stato esposto e sulla tipologia del reddito percepito (codice T per il trattamento di fine rapporto ed indennità equipollente; codice A per tutti gli altri redditi soggetti a tassazione separata). Nel caso di redditi percepiti dal contribuente selezionato, ma indicati nel modello 770 del sostituto è visualizzato anche il codice fiscale di quest ultimo. Se i redditi da assoggettare a tassazione separata sono stati indicati dal soggetto percettore nel quadro RM dell UNICO PF ovvero nel quadro F del Mod. 730, si considerano versati anche gli acconti richiesti a seguito del controllo automatizzato della dichiarazione dei redditi. A seguito dei chiarimenti forniti dai contribuenti, qualora sia necessario rettificare l esito della liquidazione, i servizi di assistenza procederanno alla correzione del dato che ha originato l esito errato. Ad esempio se nella determinazione dell imposta sul trattamento di fine rapporto è stato considerato un periodo di riferimento inferiore a quello effettivo, è sufficiente correggere tale dato e procedere al ricalcolo dell imposta perché la procedura ridetermini la deduzione spettante e l aliquota applicabile. Eseguite le eventuali correzioni, l ufficio consegnerà al contribuente la nuova versione della comunicazione. La riscossione delle eventuali residue somme dovute avverrà tramite cartella di pagamento, ovviamente senza applicazione di sanzioni ed interessi.

4 Le specifiche modalità per il trattamento della comunicazione sono illustrate nell apposita guida operativa CORREZIONE DATI DEI REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA PERCEPITI NEL 2000, pubblicata sul sito INTRANET dell Agenzia alla voce ASSISTENZA GUIDE E MANUALI - LIQUIDAZIONE DICHIARAZIONI. Allegati Copia della comunicazione; Copia dei prospetti di liquidazione.

5 Gentile Contribuente, come risulta dai prospetti allegati, il controllo automatizzato ha evidenziato somme dovute, a titolo di IRPEF, sui redditi soggetti a tassazione separata relativi all anno L imposta è stata determinata in base ai dati esposti dal sostituto d imposta sul modello 770/2001, relativo ai compensi erogati nell anno 2000, ovvero sulla base dei dati da lei esposti nel quadro RM del modello UNICO/2001 o nel quadro F del modello 730/2001, presentati per il periodo d imposta Relativamente ai compensi erogati dai sostituti d imposta, l IRPEF è stata liquidata nei modi ordinari, sommando detti compensi al reddito complessivo, se tale modalità è risultata a lei più favorevole. La presente comunicazione è inviata prima della notifica della cartella di pagamento per consentirle di verificare la correttezza degli elementi utilizzati per il calcolo dell imposta. Qualora ritenga non corretto il risultato del controllo automatizzato potrà chiederne la rettifica ad un qualsiasi ufficio locale dell Agenzia delle Entrate; in questo caso è utile porti con sé la documentazione attestante i dati corretti quali i modelli CUD o altri certificati rilasciati dai sostituti d imposta. Potrà fissare un appuntamento con l ufficio sia tramite Internet, collegandosi al sito sia tramite telefono, componendo il numero (il costo è di 11 centesimi di euro al minuto, senza scatto alla risposta, nella fascia oraria di punta). Per ulteriori informazioni può contattare i centri di assistenza telefonica (dalle 9 alle 17, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 il sabato) al numero I casi meno complessi possono anche essere risolti direttamente dallo stesso operatore telefonico. Distinti saluti Il dirigente Walter Capaldi Fatta salva la possibilità di rivolgersi ad altro ufficio, la informiamo che l ufficio locale dell Agenzia delle Entrate competente in base al suo domicilio fiscale è quello di via/piazza n CAP Comune. Prov.

6 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, INDENNITA EQUIPOLLENTI ED ALTRE INDENNITA Ammontare netto Periodo di commisurazione Anni Mesi Periodo convenzionale Anni Mesi Tempo Periodo Anni Mesi parziale Percentuale Riduzioni Imponibile Anno di insorgenza del diritto Reddito di riferimento Aliquota Tassazione applicata Ammontare netto altre indennità Totale imponibile Imposta lorda Ritenute Acconto versato IMPOSTA DOVUTA

7 EMOLUMENTI ARRETRATI DI LAVORO DIPENDENTE Compensi arretrati Reddito 1998 Reddito 1999 Aliquota Tassazione applicata Imposta lorda Ritenute Detrazioni Acconto versato IMPOSTA DOVUTA

8 REDDITI DI LAVORO AUTONOMO E DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA Imponibile Anno di insorgenza del diritto Reddito AAAA Reddito AAAA Aliquota Tassazione applicata Imposta lorda Ritenute Acconto versato IMPOSTA DOVUTA REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA Imponibile Anno di insorgenza del diritto Reddito AAAA Reddito AAAA Aliquota Tassazione applicata Imposta lorda Ritenute Crediti d imposta Quota dell imposta sulle successioni Acconto versato IMPOSTA DOVUTA

uno stadio di calcolo all altro, è necessario attivare il tasto funzione

uno stadio di calcolo all altro, è necessario attivare il tasto funzione Manuale di utilizzo della procedura On Line predisposta per il controllo dei calcoli effettuati dall Agenzia delle Entrate sulle somme soggette a tassazione separata La procedura esegue i conteggi utili

Dettagli

Comunicazione N Codice Atto N PEC:

Comunicazione N Codice Atto N PEC: Comunicazione N. 0044625616101 Codice Atto N. 07137551615 EMAIL PEC: ADMHANDLINGSRL@PEC.IT C.F. 02509030603 VIA SAN PASQUALE 38/A 03043 CASSINO FR Spett.le Contribuente, ogni anno l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Oggetto: Chiarimenti in ordine agli adempimenti del Casellario dei trattamenti pensionistici

Oggetto: Chiarimenti in ordine agli adempimenti del Casellario dei trattamenti pensionistici CIRCOLARE N. 57 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 dicembre 2003 Oggetto: Chiarimenti in ordine agli adempimenti del Casellario dei trattamenti pensionistici 2 Premessa Sono giunte a questa

Dettagli

Di conseguenza i cinque scaglioni di reddito risultano ora così suddivisi:

Di conseguenza i cinque scaglioni di reddito risultano ora così suddivisi: 2. Modifica degli scaglioni di reddito L art. 1, comma 1, lett.a) e b), del decreto modifica l art.11 del TUIR, che stabilisce gli scaglioni di reddito cui si applicano le aliquote progressive dell Irpef,

Dettagli

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento di Maria Benedetto Il contributo di solidarietà è un imposta straordinaria introdotta con quella che è stata definita

Dettagli

del 7 marzo 2012 Trattamento di fine mandato degli amministratori di società - Modalità di tassazione - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

del 7 marzo 2012 Trattamento di fine mandato degli amministratori di società - Modalità di tassazione - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare n. 11 del 7 marzo 2012 Trattamento di fine mandato degli amministratori di società - Modalità di tassazione - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa...2 2 Esclusione della tassazione

Dettagli

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi.

Dettagli

La tassazione separata: modalità, redditi soggetti, redditi esclusi

La tassazione separata: modalità, redditi soggetti, redditi esclusi La tassazione separata: modalità, redditi soggetti, redditi esclusi Autore: DS redazione In: Diritto tributario Per motivi di equità, sono soggetti a tassazione separata i redditi percepiti una tantum

Dettagli

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973 DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 100 15.10.2012-100/FS/om TITOLO: Controllo formale delle dichiarazioni Versamento somme dovute Istituzione codici tributo Risoluzione dell Agenzia delle Entrate

Dettagli

Fiscal News N. 61. Semplificazioni: nuova addizionale regionale. La circolare di aggiornamento professionale Rimborsi ai dipendenti

Fiscal News N. 61. Semplificazioni: nuova addizionale regionale. La circolare di aggiornamento professionale Rimborsi ai dipendenti Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 61 23.02.2015 Semplificazioni: nuova addizionale regionale Categoria: Irpef Sottocategoria: Addizionale regionale L articolo 8 del Decreto Semplificazioni

Dettagli

Roma, 17/10/2005. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Roma, 17/10/2005. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 17/10/2005

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIFICAZIONE UNICA0 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA fiscale Telefono, fax CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 998, n., RELATIVA

Dettagli

L articolo 28 della legge 12 novembre 2011, n.183 ha inoltre stabilito la riduzione degli adempimenti tributari pari al 40%.

L articolo 28 della legge 12 novembre 2011, n.183 ha inoltre stabilito la riduzione degli adempimenti tributari pari al 40%. INPS - Messaggio 23 ottobre 2012, n. 17133 Sisma Abruzzo del 6 aprile 2009 - ripresa degli adempimenti fiscali e dei versamenti prevista nei confronti dei soggetti con domicilio fiscale nei c.d. "comuni

Dettagli

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011 RISOLUZIONE N. 85/E Roma, 12 agosto 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Richiesta di rimborso per somme erogate a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e 2009. Compilazione

Dettagli

Informativa n. 61. La manovra Monti (DL n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE. del 13 dicembre 2011

Informativa n. 61. La manovra Monti (DL n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE. del 13 dicembre 2011 Informativa n. 61 del 13 dicembre 2011 La manovra Monti (DL 6.12.2011 n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE 1 Premessa... 2 2 Indennità di fine rapporto - Esclusioni dal regime

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n.322, RELATIVA ALL'ANNO 2015

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n.322, RELATIVA ALL'ANNO 2015 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. LUGLIO 8, n.3, RELATIVA ALL'ANNO 05 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA AL DIPENDENTE,

Dettagli

Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24

Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24 Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24 Vincenzo D'Andò in LEGGE FINANZIARIA 2009, Novità legislative (legge di stabilità...) Recupero dei crediti inesistenti

Dettagli

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro Egr. Clienti Loro sedi Nuoro, 07 novembre 2016 OGGETTO: Acconti d imposta 2016. Entro il prossimo mercoledì 30 novembre 2016 andrà versata la seconda rata d acconto relativa alle imposte sui redditi ed

Dettagli

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 59/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 30 dicembre 2003 Oggetto: Chiarimenti in ordine al trattamento fiscale delle indennità assistenziali erogate dall INAIL ai coadiuvanti

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 38 29.04.2016 Il Quadro RM: redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico

Dettagli

La certificazione delle ritenute d'acconto

La certificazione delle ritenute d'acconto COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

Circolare N.176 del 13 Dicembre Rivalutazione TFR. Appuntamento al per il versamento dell acconto

Circolare N.176 del 13 Dicembre Rivalutazione TFR. Appuntamento al per il versamento dell acconto Circolare N.176 del 13 Dicembre 2012 Rivalutazione TFR. Appuntamento al 17.12.2012 per il versamento dell acconto Rivalutazione TFR: appuntamento al 17.12.2012 per il versamento dell acconto Gentile cliente,

Dettagli

Vicenza, 14 Febbraio 2013 PM-2013

Vicenza, 14 Febbraio 2013 PM-2013 2012 Vicenza, 14 Febbraio PARTE III Le (ex) NOVITA del 2011 (Cud( 2012) Vicenza, 14 Febbraio Il punto 1: il Contributo di Solidarietà Il punto 1: il regime del TFR e del TFM > 1 mln Il punto 1: Il rientro

Dettagli

COMUNE DI TRECASTELLI

COMUNE DI TRECASTELLI ALLEGATO A REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (Confermato con delibera del Consiglio Comunale n. 26 del 29-04-2015 cosi come modificato

Dettagli

Cognome o Denominazione COMUNE DI MONTEROTONDO RM 15. Indirizzo di posta elettronica. Cognome o Denominazione

Cognome o Denominazione COMUNE DI MONTEROTONDO RM 15. Indirizzo di posta elettronica. Cognome o Denominazione CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART., COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 205 DATI ANAGRAFICI DATI RELATIVI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016

Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016 Lettera per il Cliente 4 novembre 2016 RICALCOLO ACCONTI D IMPOSTA 2016 [Carta intestata dello Studio] Spett.le [Fare clic qui e digitare] [Fare clic qui e digitare la sede] [Fare clic qui e digitare luogo

Dettagli

OGGETTO: CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI E DEGLI ALTRI PROVENTI EQUIPARATI CORRISPOSTI NEL 2011

OGGETTO: CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI E DEGLI ALTRI PROVENTI EQUIPARATI CORRISPOSTI NEL 2011 Roma, 15 febbraio 2012 OGGETTO: CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI E DEGLI ALTRI PROVENTI EQUIPARATI CORRISPOSTI NEL 2011 La certificazione degli utili e dei proventi equiparati corrisposti nel 2011 deve essere

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 20 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 99, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 20 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA. Prov. 5. Indirizzo di posta elettronica 9 Cognome o Denominazione 2

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA. Prov. 5. Indirizzo di posta elettronica 9 Cognome o Denominazione 2 Progr. - PA 0 - Pag. CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 8, N., RELATIVA ALL'ANNO 0 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

Fisco e Tributi. Deducibilità dell Irap relativa al costo del lavoro. Istanze di rimborso per gli anni dal 2007 al Newsletter febbraio 2013

Fisco e Tributi. Deducibilità dell Irap relativa al costo del lavoro. Istanze di rimborso per gli anni dal 2007 al Newsletter febbraio 2013 Fisco e Tributi Deducibilità dell Irap relativa al costo del lavoro e Istanze di rimborso per gli anni dal 2007 al 2012 Indice 1. Deduzione analitica dell Irap 2. Soggetti interessati 3. Spese del personale

Dettagli

L abbinamento delle prestazioni pensionistiche del soggetto è stato operato sulla base del codice fiscale.

L abbinamento delle prestazioni pensionistiche del soggetto è stato operato sulla base del codice fiscale. Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale Pensioni Area procedure e gestione banche dati Roma, Roma, 23 giugno 2009 Prot. INPS 0013.23/06/2009.0010958 Agli Enti erogatori di trattamenti

Dettagli

Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale N. 69 07.03.2016 Compensazione crediti inesistenti: novità sanzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Compensazioni A cura di Pasquale Pirone

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 69: ammontare corrisposto nel 2006: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 70; - ridotto

Dettagli

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Indice Introduzione Soggetti obbligati Calcolo della rivalutazione del TFR Imposta sostitutiva Acconto Saldo Termini di versamento Modalità

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 Circolare informativa per la clientela n. 28/2011 del 15 settembre 2011 CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 In questa Circolare 1. Controllo automatico delle dichiarazioni Comunicazione

Dettagli

Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma, 5 luglio 2004 CIRCOLARE N. 31/E

Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma, 5 luglio 2004 CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Gestione Tributi Roma, 5 luglio 2004 CIRCOLARE N. 31/E Oggetto: Area Riforma della Riscossione Linea 7 - Rimborsi persone fisiche: controlli da effettuare prima della convalida del rimborso

Dettagli

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA Con la presente si ricorda il termine del 28 febbraio 2014 per la consegna delle certificazioni dei compensi corrisposti nel corso dell anno solare

Dettagli

Servizio circolari per la clientela. Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE

Servizio circolari per la clientela. Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE Servizio circolari per la clientela Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE 1 NUOVA CERTIFICAZIONE UNICA TELEMATICA 1 LA NUOVA CERTIFICAZIONE UNICA TELEMATICA Come noto, dal 2015 i sostituti d imposta

Dettagli

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Entro il prossimo 25 ottobre il contribuente, in caso di errori nella compilazione della dichiarazione, può presentare al CAF o al professionista

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2009

MODELLO 730-3 redditi 2009 MODELLO 730-3 redditi 009 prospetto di liquidazione relativo alla assistenza fiscale prestata genzia ntrate Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative

Dettagli

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CHIETI E PESCARA. Prov. 5. Cap 6. Indirizzo di posta elettronica 9

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CHIETI E PESCARA. Prov. 5. Cap 6. Indirizzo di posta elettronica 9 Progr. 8 - PO 00 - Pag. CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 8, N., RELATIVA ALL'ANNO 0 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 5 del 14 Gennaio 2014 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Legge di stabilità 2014: aumento delle detrazioni IRPEF per redditi di lavoro dipendente e assimilati Gentile cliente,

Dettagli

La tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche non nella veste di imprenditori dipende dai seguenti fattori:

La tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche non nella veste di imprenditori dipende dai seguenti fattori: La tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche non nella veste di imprenditori dipende dai seguenti fattori: 1. La percentuale di partecipazione posseduta dalla persona fisica nella società che

Dettagli

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1. CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso:

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1. CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso: 1 Istruzioni per la compilazione della notula per prestazione occasionale Si possono verificare le seguenti situazioni: 1) CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso 2) CASO 2 - Richiesta di pagamento

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 5/2012. La manovra Monti Novità in materia di IRPEF e relative addizionali

NOTA INFORMATIVA N. 5/2012. La manovra Monti Novità in materia di IRPEF e relative addizionali Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo n. 34755 /2010 Provvedimento concernente l effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi di cui all art. 21, comma 15, della

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017

COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017 COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO 2017 MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017 Rif. normativi e di prassi: L. 11.12.2016 n. 232 (legge di bilancio 2017) Art. 3, comma 1, D.Lgs. 314/199

Dettagli

NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O 2 0 1 5 1 LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA

NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O 2 0 1 5 1 LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA NOTIZIARIO 2015 / 1 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 1 2 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Le informazioni contenute in questa nota informativa hanno carattere generale e meramente divulgativo e non costituiscono né

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Informativa per la clientela di studio N. 70 del 30.04.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Dal prossimo mese di maggio (al massimo nel mese di giugno per ragioni tecniche),

Dettagli

F SARONNO VA. 28 / 2 / 2015 IL PRESIDENTE: Cesana Giancarlo IL DIRETTORE GENERALE: Macchi Luigi

F SARONNO VA. 28 / 2 / 2015 IL PRESIDENTE: Cesana Giancarlo IL DIRETTORE GENERALE: Macchi Luigi Matr. n 1-30593 - pagina 1 di 7 2014 DATI ANAGRAFICI Codice fiscale Cognome o Denominazione Nome 04724150968 FONDAZIONE IRCCS "CA' GRANDA" AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

Il Corso. Tfr e clausola di salvaguardia Stefano Liali - Consulente del lavoro

Il Corso. Tfr e clausola di salvaguardia Stefano Liali - Consulente del lavoro Tfr e clausola di salvaguardia Stefano Liali - Consulente del lavoro A partire dal 1º gennaio 2007 si dovrà eseguire, sui trattamenti di fine rapporto ovvero su quelle somme connesse con la cessazione

Dettagli

Studio Tributario e Societario. Bonus Renzi. Avv. Alessio Vagnarelli

Studio Tributario e Societario. Bonus Renzi. Avv. Alessio Vagnarelli Studio Tributario e Societario Bonus Renzi Avv. Alessio Vagnarelli Fonti Art. 1 del D.L. 24 Aprile 2014, n. 66; Circolare Agenzia delle Entrate n. 8 del 28 Aprile 2014; Risoluzione Agenzia delle Entrate

Dettagli

Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013

Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013 Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013 data soggetti adempimento modalità codici tributo venerdì 1 4 venerdì 15 soggetti iva che presentano la dichiarazione in via autonoma proprietari o titolari di altro diritto

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di

Dettagli

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo mercoledì persone fisiche, società semplici, società di persone ovvero persone fisiche che partecipano a società soggette

Dettagli

DATI ANAGRAFICI E MODALITA DI PAGAMENTO

DATI ANAGRAFICI E MODALITA DI PAGAMENTO DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI, FISCALI E PREVIDENZIALI (da presentare da parte di coloro che svolgono incarichi di collaborazione e/o sono titolari di borse di studio ) SEZIONE 1 DATI ANAGRAFICI E MODALITA

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 21 21.04.2015 Le somme percepite per incremento della produttività Novità e compilazione del rigo C4 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 2013 AL 15 SETTEMBRE 2013 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 AGOSTO 13 AL 15 SETTEMBRE 13 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 13 al 15 settembre 13, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO

FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO Corso di formazione professionale per Praticanti Dottori Commercialisti Cenni generali sull accertamento tributario dott.

Dettagli

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1 Istruzioni per la compilazione della notula per prestazione occasionale Si possono verificare le seguenti situazioni: 1) CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso 2) CASO 2 - Richiesta di pagamento

Dettagli

Dal 1 1 gennaio 2007:

Dal 1 1 gennaio 2007: IRPEF 2007 1 Dal 1 1 gennaio 2007: nuovi scaglioni di reddito e aliquote di imposta nuove detrazioni per carichi di famiglia nuove detrazioni d imposta variabili in funzione del reddito complessivo del

Dettagli

REGOLAMENTO PER RICHIESTA DI REINTEGRO DI ANTICIPAZIONI

REGOLAMENTO PER RICHIESTA DI REINTEGRO DI ANTICIPAZIONI Pag. 1 di 5 1. SCOPO DEL REGOLAMENTO 2. RIFERIMENTI NORMATIVI/REGOLAMENTARI 3. REGOLAMENTO 4. ALLEGATO Pag. 2 di 5 1. SCOPO DEL REGOLAMENTO L obiettivo del presente documento è disciplinare la facoltà

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI 6-ter e6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO Indirizzo di posta elettronica

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI 6-ter e6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO Indirizzo di posta elettronica CUD 2014 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI 6-ter e6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 2013 24 ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa 91, 20149 Milano - Copia conferme al

Dettagli

Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770

Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770 Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770 Sono disponibili sul sito dell Agenzia delle Entrate i modelli 2017 della Certificazione Unica e del 770 corredati dalle relative

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE RISOLUZIONE del 5 novembre 2009, n. 275

AGENZIA DELLE ENTRATE RISOLUZIONE del 5 novembre 2009, n. 275 Roma, 05 novembre 2009 1 OGGETTO: Consulenza giuridica decreto legislativo n. 124 del 1993 articolo 13, comma 9 previdenza complementare tassazione rendimenti finanziari ante 31 dicembre 2000 Con l interpello

Dettagli

Il nuovo modello per la certificazione degli utili

Il nuovo modello per la certificazione degli utili Numero 22/2010 Pagina 1 di 7 Il nuovo modello per la certificazione degli Numero : 22/2010 Gruppo : ADEMPIMENTI Oggetto : MODELLO CUPE 2010 Norme e prassi : PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE

Dettagli

Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen

Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen > 1) Documentazione (sito esterno) INPS, 25 giugno 2015, Circolare 125» Istituto Nazionale

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Protocollo n. 154587/2009 Modello per l istanza di rimborso ai sensi dell articolo 6 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2. Modifiche

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

Fiscal Flash N. 37. CUD 2014: le novità di Assonime. La notizia in breve eventuale sottotitolo. Premessa

Fiscal Flash N. 37. CUD 2014: le novità di Assonime. La notizia in breve eventuale sottotitolo. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 37 17.02.2014 CUD 2014: le novità di Assonime eventuale sottotitolo Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD Assonime, con la circolare n. 4 del 13 febbraio 2014,

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RH Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RH Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate PERIODO D IMPOSTA 00 Sezione I Dati della società, associazione, impresa familiare, azienda coniugale o GEIE RH RH RH 00 QUADRO RH Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate Codice fiscale

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 SOMMARIO EDITORIA FISCALE SEAC Servizio INFORMATIVA

Dettagli

Risoluzione n. 379/E

Risoluzione n. 379/E Risoluzione n. 379/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 3 Dicembre 2002 Oggetto: Disciplina applicabile ai compensi correlati al raggiungimento di obiettivi predeterminati. DPR n. 917/1986,

Dettagli

Il modello F24 enti pubblici (F24 EP)

Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) Allegato 1 Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) PREMESSA Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) è lo strumento che gli enti titolari di contabilità speciali di tesoreria unica devono utilizzare per eseguire

Dettagli

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 1 titolari di contratti di locazione che non hanno optato per il regime della cedolare secca versamento imposta di

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE SERVIZI AI CONTRIBUENTI Risoluzione del 10/02/2010 n. 5 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni

Dettagli

STUDIO MENGUCCI ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE

STUDIO MENGUCCI ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE STUDIO MENGUCCI ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE Consulenza Legale, Commerciale, Tributaria e del Lavoro 00193 Roma - Via Marianna Dionigi, 43 Tel. (+39) 06 3217562 - (+39) 06 3213599 - Fax (+39) 06 3203653

Dettagli

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 aprile 2013 al 15 maggio 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 aprile 2013 al 15 maggio 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 APRILE 2013 AL 15 MAGGIO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala ai Signori

Dettagli

Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori

Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori Periodico informativo n. 177/2015 Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla sulle possibilità di rimedio degli errori

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 12 Prot. 1185 DATA 16.02.2005 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Rigo D1 Utili ed altri proventi equiparati: modalità

Dettagli

a) 10 euro, se l'ammontare del reddito complessivo e' superiore a euro ma non a euro;

a) 10 euro, se l'ammontare del reddito complessivo e' superiore a euro ma non a euro; DETRAZIONI PER LAVORO DIPENDENTE ARTICOLO 13 T.U.I.R. 1. Se alla formazione del reddito complessivo concorrono uno o piu' redditi di cui agli articoli 49, con esclusione di quelli indicati nel comma 2,

Dettagli

RISOLUZIONE n.95/e. Roma,21 marzo 2002

RISOLUZIONE n.95/e. Roma,21 marzo 2002 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Ufficio Persone Fisiche RISOLUZIONE n.95/e Roma,21 marzo 2002 Oggetto: Interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Articoli 48, commi 2, lett d) e comma

Dettagli

Rimborsi per versamenti in eccedenza

Rimborsi per versamenti in eccedenza Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 58 20.02.2015 Rimborsi per versamenti in eccedenza Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L art. 15, D.Lgs n. 175/2014 introduce, a decorrere

Dettagli

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE. - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289.

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE. - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289. DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SEMPLICE - art.8, legge 27 dicembre 2002 n. 289. SOGGETTI INTERESSATI TUTTI I CONTRIBUENTI CHE HANNO PRESENTATO O CHE AVREBBERO DOVUTO PRESENTARE UNA DICHIARAZIONE ENTRO IL 31

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2012 al 15 dicembre 2012, con il commento dei termini di

Dettagli

Modello UNICO 2013 PF: la raccolta dei documenti

Modello UNICO 2013 PF: la raccolta dei documenti CIRCOLARE A.F. N. 72 del 30 Aprile 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Modello UNICO 2013 PF: la raccolta dei documenti Gentile cliente, facendo seguito alle nostre comunicazioni precedenti, con la presente

Dettagli

NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015

NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015 NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015 Allo scopo di consentirvi di compiere un pronto monitoraggio sulle eventuali notule presentatevi da collaboratori occasionali e altri soggetti,

Dettagli

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 1. Importi da versare a saldo e primo acconto dell Irpef 2. Termini di versamento e modalità di versamento 3. Rateazione Il saldo Irpef e relative addizionali risultanti

Dettagli

PRASSI E GIURISPRUDENZA

PRASSI E GIURISPRUDENZA NEWSLETTER 16/2016 Corato, 25 ottobre 2016 SOMMARIO 1 PRASSI E GIURISPRUDENZA D.lgs. 18 dicembre 1997 n. 472; Legge di Stabilità per il 2015 del 23 dicembre 2014 n. 190; D.lgs. 24 settembre 2015 n. 158;

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 25 MARZO 2008 Informativa n. 28 E MODELLO 730/2008

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 39 24.02.2017 CU 2017: il bonus 80 euro Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti A cura di Daniele Bonaddio Come per lo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1 INDICE Articolo 1 Oggetto Articolo 2 Variazione dell aliquota di compartecipazione Articolo 3 Soggetto

Dettagli

La motivazione della cartella esattoriale

La motivazione della cartella esattoriale La motivazione della cartella esattoriale Autore: Villani Maurizio In: Diritto tributario L articolo 36-ter D.P.R. n. 600 del 29/09/1973 stabilisce che gli uffici periferici dell Amministrazione Finanziaria

Dettagli