Stagione Sportiva 2013/2014 Comunicato Ufficiale N 53 del 29/05/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stagione Sportiva 2013/2014 Comunicato Ufficiale N 53 del 29/05/2014"

Transcript

1 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di Sondrio Via Delle Prese, SONDRIO Tel Fax Sito Internet: E.mail: Servizio pronto AIA regionale: Servizio pronto AIA provinciale: La Delegazione è aperta al pubblico: Dal lunedì al venerdì non festivi: dalle ore 9,00 alle ore 12,00 Il martedì ed il venerdì non festivi: dalle ore 15,00 alle ore 18,00 Stagione Sportiva 2013/2014 Comunicato Ufficiale N 53 del 29/05/ Comunicazioni FIGC Comunicati Ufficiali F.I.G.C- S.G.S Comunicazioni della L.N.D Comunicati Ufficiali L.N.D Comunicazioni del Comitato Regionale Lombardia Consiglio Direttivo Campionati regionali 2014/2015 programmazione date di inizio Segreteria Norme riguardanti l ORGANIZZAZIONE delle gare di Play-Off e Play-Out Programma gare di Seconda Categoria ultimo turno Fusioni e scissioni - cambio denominazione e sede sociale Riunioni Società presso Delegazione Provinciali Campionato Regionale Juniores - Stagione sportiva 2014/ Società PROMOSSE alla categoria superiore al termine della stagione sportiva 2013/ Società RETROCESSE alla categoria inferiore al termine della stagione sportiva 2013/ Campionato calcio a cinque notizie Incontro io Calcio a Comunicazioni per l attività del Settore Giovanile Scolastico del C.R.L Attività S.G.S. di competenza L.N.D Attività di Base Manifestazione promozionale calcio femminile giovanile - categorie pulcini ed esordienti Sei Bravo A.. Scuola Calcio Serate Formative e Informative Societa Comunicazioni della Delegazione Provinciale / 53

2 5.1 Campionato di 2^ categoria girone X stagione sportiva 2013/2014 gara unica di PLAY- OUT 2 Turno Campionato provinciale Allievi girone unico classifica finale stagione sportiva 2013/ Campionato provinciale Allievi girone unico classifica coppa disciplina stagione sportiva 2013/ Approvazione Amichevoli Settore Giovanile Scolastico Richieste variazioni gare (modifiche campi, giornate, orari) avviso importante Notizie su Attività Agonistica PLAY OUT 2Â CTG SONDRIO RISULTATI GIUDICE SPORTIVO ALLIEVI SONDRIO RISULTATI GIUDICE SPORTIVO FINALE GIOVANISSIMI SONDRIO RISULTATI GIUDICE SPORTIVO Delibere della Commissione Disciplinare Territoriale Rettifiche Legenda Legenda Simboli Giustizia Sportiva Bando di concorso per logo Torneo delle Regioni 2015 Il Comitato Regionale Lombardia indice un bando di concorso per la realizzazione del logo del Torneo delle Regioni 2015, manifestazione cui partecipano le rappresentative di tutti i Comitati Regionali d'italia che si svolgerà in Lombardia in occasione di Expo Il bando è rivolto a tutte le società dilettantistiche della Regione ed è volto all'elaborazione del logo che caratterizzerà e simboleggerà la manifestazione per tutta la sua durata. Tale logo dovrà presentare elementi che riconducano chiaramente al mondo del calcio e anche ad Expo I loghi presentati saranno sottoposti al giudizio e alla scelta di apposita commissione costituenda; la società che presenterà il logo poi dichiarato vincitore e prescelto riceverà dal CRL un contributo economico pari all'importo dell'iscrizione della propria prima squadra al campionato 2014/2015. Gli elaborati, in forma grafica e accompagnati da brevi note esplicative, devono essere presentati allo Sportello Unico del Comitato Regionale Lombardia, in busta chiusa timbrata e firmata dal legale rappresentante della società nonché muniti di copia della lettera accompagnatoria per il rilascio di ricevuta, entro il 10 giugno Comunicazioni FIGC Comunicati Ufficiali F.I.G.C- S.G.S. In allegato al CU 64 del CRL è pubblicato: Comunicato n 19 FIGC-SGS Comunicazioni alle Società e programma gare Fase Eliminatoria Nazionale - ALLIEVI E GIOVANISSIMI 2. Comunicazioni della L.N.D. 854 / 53

3 2.2.1 Comunicati Ufficiali L.N.D. In allegato al CU 64 del CRL è pubblicato: Comunicato n 203 LND Gare SPAREGGIO PROMOZIONE tra le seconde classificate nei campionati di ECCELLENZA 3. Comunicazioni del Comitato Regionale Lombardia 3.1 Consiglio Direttivo Campionati regionali 2014/2015 programmazione date di inizio Il Consiglio Direttivo ha deliberato le date di inizio dei campionati e le date di svolgimento delle gare del 1^ turno della Coppa Italia Eccellenza e Promozione e Coppa Lombardia 1^ e 2^ categoria della prossima stagione sportiva 2014/2015: Date inizio campionati ECCELLENZA (gironi a 16 squadre) domenica 07 settembre 2014 PROMOZIONE (gironi a 16 squadre) domenica 07 settembre ^ e 2^ CATEGORIA domenica 07 settembre 2014 FEMMINILE SERIE C domenica 07 settembre 2014 FEMMINILE SERIE D E TERZA CAT. UNDER 21 domenica 14 settembre 2014 JUNIORES REGIONALE A e B sabato 13 settembre 2014 CALCIO A 5 SERIE C 1 venerdì 12 settembre 2014 CALCIO A 5 SERIE C 2 giovedì 25 settembre 2014 CALCIO A 5 SERIE D lunedì 22 settembre 2014 ALLIEVI e GIOVANISSIMI REGIONALI domenica 14 settembre 2014 Si comunica che i gironi di ritorno inizieranno per le categorie: Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Femminile serie C - 11 gennaio 2015 Juniores Regionale A e B - 10 gennaio 2015 Femminile serie D Allievi e Giovanissimi Regionali - 18 gennaio 2015 Coppa Italia dilettanti 2014/2015 fase regionale eccellenza Primo turno: 1^ giornata domenica 24 agosto ^ giornata mercoledì 27 agosto ^ giornata domenica 31 agosto / 53

4 Orario di inizio delle gare infrasettimanali Le gare infrasettimanali avranno inizio : - all orario ufficiale stabilito per il campionato di competenza, se vengono disputate su campi privi di impianto di illuminazione omologato; - alle ore se vengono disputate su campi muniti di impianto di illuminazione omologato. Coppa Italia dilettanti promozione e coppa Lombardia 1^ e 2^ categoria Primo turno: 1^ giornata domenica 24 agosto ^ giornata giovedì 28 agosto ^ giornata domenica 31 agosto ^ giornata (per 1^ e 2^ categoria) giovedì 4 settembre 2014 Coppa Italia 2014/2015 fase regionale CALCIO A 5 C 1 Data inizio: 16 settembre 2014 Coppa Lombardia 2014/2015 CALCIO A 5 C 2 Data inizio: 11 settembre 2014 Orario di inizio delle gare infrasettimanali Le gare infrasettimanali avranno inizio : - all orario ufficiale stabilito per il campionato di competenza, se vengono disputate su campi privi di impianto di illuminazione omologato; - alle ore se vengono disputate su campi muniti di impianto di illuminazione omologato 3.2 Segreteria Norme riguardanti l ORGANIZZAZIONE delle gare di Play-Off e Play-Out La gara, dei play off o play out, sarà organizzata a cura della società che gioca in casa. Un incaricato del C.R. Lombardia provvederà al controllo ed al prelievo dell incasso dedotte le sole spese erariali. La società (che gioca in casa) provvederà all organizzazione della gara e dei relativi servizi (segnatura ed approntamento del campo e spogliatoi servizio cassa bevande a giocatori ed arbitro servizio dell ordine servizio sanitario palloni di giuoco, ecc.). Le due società contendenti ed il Comitato Regionale divideranno in parti uguali l incasso (laddove previsto). prezzo del biglietto - a discrezione della società organizzatrice Hanno diritto all ingresso in campo per ogni società 25 persone (20 giocatori+5 dirigenti). 856 / 53

5 Le Società che opteranno per l ingresso gratuito dovranno comunicarlo al Comitato o alla Delegazione di competenza Programma gare di Seconda Categoria ultimo turno Di seguito si pubblica programma gare PLAY-OFF 3 Turno: GIRON K DATA ORA ROBECCO D OGLIO DUBINO COMUNALE 1/06/14 16:00 1A ROBECCO D'OGLIO VIA VICINALE DELLE GEROLE REGOLAMENTO PLAY-OFF della LND: Stralcio C.U. n 19 del In caso di parità al termine dei 90 regolamentari si darà luogo alla effettuazione di due tempi supplementari di 15 verificandosi ulteriore parità l arbitro farà eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti. Le 12 società PERDENTI il terzo turno formeranno la GRADUATORIA B Fusioni e scissioni - cambio denominazione e sede sociale LE DOMANDE DI FUSIONE, SCISSIONE, CAMBIO SEDE SOCIALE DEVONO ESSERE DEPOSITATE PRESSO L UFFICIO TESSERAMENTI DEL C.R.L. VIA PITTERI 95/2 A MILANO, PER LE OPPORTUNE VERIFICHE, ENTRO E NON OLTRE IL 20 GIUGNO LE SOCIETÀ, NON DEVONO AVER TRASFERITO LA SEDE SOCIALE IN ALTRO COMUNE E NON DEVONO ESSERE STATE OGGETTO DI FUSIONI, AFFILIAZIONI, SCISSIONI E/O CONFERIMENTO DI AZIENDA NELLE DUE STAGIONI PRECEDENTI. POSSONO EFFETTUARE MOVIMENTI LE SOCIETA CHE HANNO FATTO FUSIONI/CAMBI DI SEDE/AFFILIAZIONI NELLA STAGIONE 2011/2012 E NON SUCCESSIVE ( /2014) MODALITA PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE PER CAMBIO DI DENOMINAZIONE - compilare il relativo modulo (da ritirare presso il Comitato Regionale o Delegazione Provinciale)- SE IL DOCUMENTO DI RICHIESTA DI CAMBIO DI DENOMINAZIONE E SCARICATO DAL SITO VA COMPILATO COMUNQUE IN ORIGINALE. allegare allo stesso IN ORIGINALE: - copia autentica del verbale dell Assemblea generale dei Soci che ha deliberato il cambio denominazione; deve essere firmato dal Presidente e dal Segretario dell Assemblea 857 / 53

6 ( N.B. non possono deliberare i cambi i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società interessate) - Atto costitutivo e NUOVO Statuto sociale sottoscritto dai soci riportante la NUOVA denominazione; IMPORTANTE: la denominazione sociale deve essere comunque diversa da quella di altra Società se già esistente all interno della stessa Provincia. MODALITA PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE PER CAMBIO DI DENOMINAZIONE E SEDE SOCIALE - compilare il relativo modulo (da ritirare presso il Comitato Regionale o Delegazione Provinciale)- SE IL DOCUMENTO DI RICHIESTA DI CAMBIO DENOMINAZIONE E SEDE E SCARICATO DAL SITO VA COMPILATO COMUNQUE IN ORIGINALE. allegare allo stesso IN ORIGINALE: - copia autentica del verbale dell Assemblea generale dei Soci che ha deliberato il cambio denominazione e sede sociale; deve essere firmato dal Presidente e dal Segretario dell Assemblea ( N.B. non possono deliberare i cambi i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società interessate) - Atto costitutivo e NUOVO Statuto sociale sottoscritto dai soci riportante la NUOVA denominazione e la NUOVA sede; IMPORTANTE: la denominazione sociale deve essere comunque diversa da quella di altra Società se già esistente all interno della stessa Provincia. IL TRASFERIMENTO DELLA SEDE E CONSENTITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. Che la Società deve essere affiliata alla F.I.G.C. da almeno due stagioni sportive 2. Che la Società richiede il cambio in un Comune confinante 3. Che la Società, nelle due stagioni precedenti, non abbia trasferito la Sede sociale in altro Comune e non è stata oggetto di fusioni, scissioni e/o conferimento di azienda. MODALITA PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE DI FUSIONE - compilare il relativo modulo (da ritirare presso il Comitato Regionale o Delegazione Provinciale)- SE IL DOCUMENTO DI RICHIESTA DI FUSIONE E SCARICATO DAL SITO VA COMPILATO COMUNQUE IN ORIGINALE. allegare allo stesso IN ORIGINALE: 858 / 53

7 - verbali DISGIUNTI dell Assemblea generale dei Soci delle società che hanno deliberato la fusione; deve essere firmato dal Presidente e dal Segretario dell Assemblea (N.B. non possono deliberare la fusione i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società interessate) - verbale CONGIUNTO dell Assemblea generale dei Soci delle società che richiedono la fusione; deve essere firmato dal Presidente e dal Segretario dell Assemblea ( N.B. non possono deliberare la fusione i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società interessate) - NUOVO Atto costitutivo e NUOVO Statuto della società sorgente dalla fusione sottoscritto dai soci; - elenco nominativo dei componenti gli organi direttivi (in carica per la Stagione Sportiva 2014/2015) della nuova società nascente, sottoscritto dagli stessi. IMPORTANTE: la denominazione sociale non deve essere comunque compatibile con quella di altra Società se già esistente all interno della stessa Provincia. Alle richieste di fusioni accolte non potrà essere comunque riconosciuta una data anteriore al 01/07/2014 LA FUSIONE E CONSENTITA ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. Le Società che richiedono la fusione sono affiliate alla F.I.G.C. da almeno due stagioni sportive 2. Le Società, che richiedono la fusione hanno sede sociale nella stessa provincia, ovvero in comuni confinanti di province e/o regioni diverse 3. Le Società che richiedo la fusione non hanno modificato sede sociale (in altro Comune), non sono state interessate a fusioni o scissioni nelle due stagioni sportive precedenti. MODALITA PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE DI SCISSIONE E possibile la separazione solo tra calcio maschile, calcio femminile e calcio a 5. Le domande di scissione dovranno essere inviate esclusivamente al C.R.L. con allegato: - copia autentica del verbale dell Assemblea generale dei Soci che ha deliberato la scissione; deve essere firmato dal Presidente e dal Segretario dell Assemblea (N.B. non possono deliberare la scissione i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società interessate) - elenco nominativo dei Componenti gli Organi direttivi in carica per la stagione 2014/ domanda di affiliazione per ogni altra società sorta dalla scissione corredata da tutta la documentazione di rito (Atto costitutivo, Statuto sociale, disponibilità di campo sportivo) da inviare ENTRO IL 20/06/2014 perentorio - in caso di scissione di calcio a undici e calcio a cinque e calcio a 11 femminile, elenco nominativo dei calciatori attribuiti alle società oggetto di scissione. LE SCISSIONI SONO CONSENTITE ALLE CONDIZIONI DI CUI ALL ART. 20 COMMA 7 DELLE N.O.I.F. SOPRA INDICATO 859 / 53

8 DOMANDA DI AFFILIAZIONE ALLA F.I.G.C. (ART. 15 NOIF) Per ottenere l affiliazione alla FIGC le società debbono presentare apposita domanda al Presidente Federale per il tramite del Comitato Regionale territorialmente competente che esprime sulla stessa il proprio parere Le Società di nuova costituzione, che intendono partecipare all attività organizzata dalla LND devono scaricare dal sito la relativa modulistica e presentarla debitamente compilata in ogni parte in triplice copia al Comitato Regionale Lombardia (Via R. Pitteri 95/ Milano): Tutti i documenti IN ORIGINALE, dovranno essere presentati prima dell iscrizione delle squadre ai campionati. a) Tipologia (sigla) e denominazione sociale - la tipologia (sigla) della Società deve normalmente precedere la denominazione sociale che deve essere adeguata ai sensi dell Art. 90 della Legge 289/2002: A.S.D. = Associazione Sportiva Dilettantistica A.C.D. = Associazione Calcistica o Calcio Dilettantistica S.S.D. = Società Sportiva Dilettantistica G.S.D. = Gruppo Sportivo Dilettantistico C.S.D. = Centro Sportivo Dilettantistico F.C.D. = Football Club Dilettantistico A.P.D. = Associazione Polisportiva Dilettantistica U.P.D. = Unione Polisportiva Dilettantistica U.S.D. = Unione Sportiva Dilettantistica POL. D. = Polisportiva Dilettantistica Etc. N.B. La tipologia della Società va sempre indicata (come prima riportato), ai sensi della su citata normativa. - la denominazione non può superare le 25 lettere compresi gli spazi; - non possono essere ammesse denominazioni con 25 lettere senza spazi; - agli effetti della compatibilità delle denominazioni, stante la necessità di diversificare le denominazioni stesse delle società, l esistenza di altra società con identica o similare denominazione comporta - per la società affilianda - l inserimento di un aggettivazione che deve sempre precedere la denominazione; Prima di redigere gli atti, le costituendi società sono invitate a contattare il Comitato Regionale (Via fax all Uff. Tesseramenti 02/ ) per ottenere un parere preventivo all utilizzo della denominazione prescelta. In ogni caso la F.I.G.C. ha titolo a ratificare la domanda di affiliazione dopo aver esaminato la documentazione completa. 860 / 53

9 Le pratiche di affiliazione non rispondenti ai requisiti, ancorché accettate dal Comitato Regionale, saranno respinte dalla Segreteria Federale; infatti il nulla-osta espresso a livello regionale sulla denominazione della Società richiedente non deve intendersi quale ratifica della domanda di affiliazione, di competenza esclusiva della F.I.G.C., che interverrà solo al momento dell esame finale della documentazione completa. Esempi di alcune denominazioni INCOMPATIBILI : La parola Nuova, qualora esista altra Società con identica denominazione (per esempio : denominazione XXXX è incompatibile con Nuova XXXX ); La parola Rinascita, qualora esista altra Società con identica denominazione (per esempio : denominazione XXXX è incompatibile con Rinascita XXXX ); Atto costitutivo e Statuto sociale La Società che richiede l affiliazione alla FIGC deve presentare l Atto costituito e lo Statuto sociale: a) ATTO COSTITUTIVO redatto in data recente contenente l elenco nominativo dei componenti l Organo direttivo (come da fax simile a disposizione sul sito) b) STATUTO SOCIALE redatto in data recente Per eventuali necessità si suggerisce di collegarsi al sito qui sotto riportato: (www.lnd.it Comitato Reg.Lombardia - ) nella sezione servizi-modulistica c) Dichiarazione attestante la disponibilità di un campo regolamentare La Società che chiede di essere affiliata alla F.I.G.C. deve presentare una dichiarazione attestante la piena e completa disponibilità di un idoneo campo sportivo rilasciata dal proprietario dell impianto. La Società dovrà svolgere l attività nell impianto dichiarato disponibile all atto dell affiliazione, impianto che deve insistere sul territorio del Comune ove la Società ha la propria sede sociale. Non può essere considerato nella disponibilità di una Società un impianto sportivo che sia già a disposizione di altra (Art. 19 NOIF). d) Tassa di affiliazione Ogni pratica deve essere accompagnata dalla relativa tassa di affiliazione, da versarsi a mezzo di assegno circolare non trasferibile, intestato a F.I.G.C. L.N.D. C.R. LOMBARDIA, dell importo di: E. 55,00 per le Società della Lega Nazionale Dilettanti ; E. 15,00 per le Società che svolgono esclusivamente Attività Giovanile e Scolastica (salvo conferma da parte della Federazione) Riunioni Società presso Delegazione Provinciali Di seguito si pubblica elenco DATE delle riunioni tra le Società PROVINCIALI: presso le DELEGAZIONI SONDRIO Sabato 21 Giugno 2014 ore Sede Delegazione - Via delle Prese 17 - Sondrio 861 / 53

10 3.2.5 Campionato Regionale Juniores - Stagione sportiva 2014/2015 Il Campionato Regionale Juniores A è organizzato sulla base di n 4 gironi formato ognuno da 16 formazioni per un totale di 64 squadre; Il Campionato Regionale Juniores B è organizzato sulla base di 8 gironi formati ognuno da 16 formazioni per un totale di 128 squadre. Potranno chiedere l iscrizione al Campionato Regionale Juniores A della stagione sportiva 2014/2015: 1) le società classificate dal 1 al 13 posto di ciascun girone del Campionato Regionale Juniores A 2013/2014; 2) Le società retrocesse nella categoria Eccellenza al termine del Campionato Nazionale Dilettanti 2013/2014, nonché quelle ammesse a tale categoria per decisione del Consiglio Federale. Potranno chiedere l iscrizione a Campionato Regionale Juniores B della stagione sportiva 2014/2015: 1) le società classificate dal 2 al 13 posto di ciascun girone del Campionato Regionale Juniores B 2013/2014; 2) le 12 società retrocesse dal Campionato Regionale Juniores A ; 3) le 13 società vincenti il TITOLO PROVINCIALE Juniores 2013/2014 4) le 7 squadre vincenti i gironi provinciali come da tabella sotto elencata ** Del. Bergamo n. squadre 83 posti assegnati 3 Del. Brescia n. squadre 67 posti assegnati 2 Del. Milano n. squadre 62 posti assegnati 2 Il completamento degli organici per entrambi i campionati avrà luogo su richiesta delle società interessate; (le richieste andranno inviate all Ufficio Programmazione Gare fax 02/ entro il 27 giugno 2014). Per CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES A società vincente la Coppa Lombardia Juniores Regionali B stagione sportiva 2013/2014; società vincenti gare di PALY-OFF 2^ CLASSIFICATE del Campionato Regionale Juniores B 2013/2014; GRADUATORIA A VINCENTI GARE PLAY-OFF 2^ classificate Juniores Reg. B Pubblicata sul CU 64 del CRL. GRADUATORIA B PERDENTI GARE PLAY-OFF 2^ classificate Juniores Reg. B Pubblicata sul CU 64 del CRL. 862 / 53

11 Organico provvisorio Juniores Regionali A stagione sportiva 2014/2015 omissis SONDRIO CALCIO S.R.L. omissis.. Per CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B società vincente la Coppa Lombardia Juniores Provinciali stagione sportiva 2013/2014; società perdenti gare di finale per l assegnazione del titolo di Campione Provinciale Juniores 2013/2014 di ogni singola Delegazione Provinciale e/o Distrettuale; le società vincenti i gironi provinciali ; Società perdenti le gare di spareggio per il 1 posto nei gironi del Campionato Provinciale Juniores di ogni singola Delegazione Provinciale o Distrettuale 2013/2014; società che hanno vinto il campionato di 1a Categoria 2013/2014; società di Eccellenza che hanno partecipato al campionato provinciale juniores 2013/2014; società di Promozione che hanno partecipato al campionato provinciale juniores 2013/2014. Ai fini di cui sopra, per società di eccellenza e di promozione si intendono quelle che nella stagione sportiva 2014/2015 disputeranno, rispettivamente, il campionato di eccellenza e di promozione. Per ogni comma previsto per il completamento dell organico, a parità di posizione tra due o più squadre, l ulteriore priorità sarà determinata dalla miglior posizione nella graduatoria di Coppa Disciplina del Campionato Regionale Juniores 2013/2014 disputato, mentre per il Campionato Provinciale Juniores, essendo i gironi formati da un numero di squadre non omogeneo, si terrà conto del quoziente punti/partite. Anche se in possesso di tutti i requisiti previsti, NON SARANNO AMMESSE ai Campionati Regionali Juniores A e B 2014/2015 le società che al termine del Campionato Regionale Juniores e del Campionato Provinciale Juniores 2013/ avranno superato i 100 punti di penalizzazione nella Coppa Disciplina; - risulteranno rinunciatarie alla disputa del Campionato Regionale o Provinciale 2013/2014; - siano state già ripescate nelle due stagioni precedenti (2012/2013 e 2013/2014); - siano retrocesse con la squadra Juniores Regionale nella stagione sportiva 2013/ / 53

12 3.2.6 Società PROMOSSE alla categoria superiore al termine della stagione sportiva 2013/2014 In base alle classifiche stilate a conclusione dei vari campionati ed effettuate le gare di spareggio ove ciò si è reso necessario sono risultate promosse alla categoria superiore le società vincenti i vari gironi: STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 CAMPIONATO di ECCELLENZA GIRONE PRIME CLASSIFICATE Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato NAZIONALE DILETTANTI 2014/2015 CAMPIONATO di PROMOZIONE GIRONE PRIME CLASSIFICATE Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato di ECCELLENZA 2014/2015 CAMPIONATO di PRIMA CATEGORIA GIRONE PRIME CLASSIFICATE Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato di PROMOZIONE 2014/2015 CAMPIONATO di SECONDA CATEGORIA GIRONE PRIME CLASSIFICATE ORGANIZZAZIONE Omissis X A.S.D. ARCADIA DOLZAGO DEL. PROV DI SONDRIO Omissis Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato di PRIMA CATEGORIA 2014/ / 53

13 CAMPIONATO FEMMINILE SERIE C La società vincente il girone è promossa al campionato NAZIONALE Serie B 2014/2015 CAMPIONATO FEMMINILE SERIE D Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato FEMMINILE Serie C 2014/2015 CAMPIONATO CALCIO A CINQUE SERIE C1 La Società vincente il girone è promossa al Campionato CALCIO a CINQUE Serie B 2014/2015. CAMPIONATO CALCIO A CINQUE SERIE C2 B A.S CALCIO VALMALENCO Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato CALCIO a CINQUE Serie C1 2014/2015 CAMPIONATO CALCIO A CINQUE SERIE D Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato CALCIO a CINQUE Serie D 2014/2015 CALCIO A CINQUE JUNIORES Società vincente TITOLO REGIONALE CAMPIONATO di TERZA CATEGORIA GIRONE PRIME CLASSIFICATE ORGANIZZAZIONE 865 / 53

14 A A.S.D. CHIAVENNESE U.S. DEL. PROV DI SONDRIO Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato di seconda categoria 2014/2015 CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE A Società vincente TITOLO REGIONALE A SONDRIO CALCIO S.R.L. CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE B GIRONE PRIME CLASSIFICATE Le società vincenti i gironi sono promosse al campionato JUNIORES REGIONALE A 2014/ Società RETROCESSE alla categoria inferiore al termine della stagione sportiva 2013/2014 In base alle classifiche stilate a conclusione dei vari campionati ed effettuate le gare di spareggio ove ciò si è reso necessario e terminati i relativi PLAY-OUT sono risultate RETROCESSE alla categoria inferiore le seguenti società: STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 CAMPIONATO ECCELLENZA GIRONE Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di PROMOZIONE 2014/2015 CAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE C 866 / 53

15 A.S.D OLYMPIC RETICA Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di PRIMA CATEGORIA 2014/2015 CAMPIONATO PRIMA CATEGORIA GIRONE Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di SECONDA CATEGORIA 2014/2015 CAMPIONATO SECONDA CATEGORIA GIRONE ORGANIZZAZIONE X U.S.D. PONTESE DEL. PROV DI SONDRIO U.S. DELEBIO Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di TERZA 2014/2015 CAMPIONATO FEMMINILE SERIE C Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di FEMMINILE Serie D 2014/2015 CAMPIONATO CALCIO A CINQUE SERIE C1 Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di CALCIO a CINQUE Serie C2 2014/2015 CAMPIONATO CALCIO A CINQUE SERIE C2 867 / 53

16 Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di CALCIO a CINQUE Serie D 2014/2015 CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE A Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di JUNIORES REGIONALE B 2014/2015 CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE B GIRONE C U.S. TALAMONESE Le società perdenti i gironi sono retrocesse al campionato di JUNIORES PROVINCIALE 2014/ Campionato calcio a cinque notizie Incontro io Calcio a 5 SABATO 7 GIUGNO 2014, in occasione del 18 anno di fondazione della Società Selecao Libertas Calcetto alle ore presso : Auditorium BCC di Sesto San Giovanni (Mi), viale Gramsci 194 si terrà un incontro avente come tema il progetto relativo a Io Calcio a 5. Il programma prevede alle ore un incontro con un componente del Settore Giovanile della Divisione Nazionale C5 per illustrare il progetto Io Calcio a 5 e per sviluppare l attività giovanile in Lombardia. A tale incontro sono invitate tutte le Società di Calcio a 5 e tutte le Società di calcio a 11 interessate a promuovere il settore giovanile. Il programma prevede poi manifestazioni con mini tornei per bambini nella giornata di sabato e domenica ed iniziative per giovanissimi, juniores e prima squadra. 868 / 53

17 4. Comunicazioni per l attività del Settore Giovanile Scolastico del C.R.L. 4.1 Attività S.G.S. di competenza L.N.D. Nessuna comunicazione 4.2 Attività di Base Manifestazione promozionale calcio femminile giovanile - categorie pulcini ed esordienti Le Delegazioni Provinciali di Milano e Monza in collaborazione con il CRL-SGS e la Divisione Calcio Femminile del CRL tramite i propri Delegati Provinciali Calcio Femminile e dell'attività di Base organizzano per sabato 7 giugno 2014 dalle ore 13,45 alle ore 18,00 presso il Centro Sportivo "IRIS 1914" - Via Faraday, 15 - Milano, campo in erba artificiale, la manifestazione progetto "CALCIO IN ROSA" riservata alle giovani calciatrici che nella stagione sportiva in corso hanno partecipato a tornei delle categorie PULCINI/ESORDIENTI organizzati dalle rispettive Delegazioni Provinciali. Si pregano le Società interessate di voler cortesemente collaborare Sei Bravo A.. Scuola Calcio FASE REGIONALE DOMENICA 1 Giugno 2014 Presso la società Bovisio Masciago ACD Centro sportivo Via Europa n 2 Bovisio Masciago (MB) Si ricorda che la manifestazione è una FESTA regionale/provinciale dell Attività di Base. I principi che regolano tale attività sono improntati al miglioramento e all educazione del bambino nella sua globalità, in osservanza dei fondamentali valori etico-morali. In particolare, l attività di base è a carattere ludico, promozionale e deve consentire a tutti di poter giocare, divertirsi e fare sport. Lo spirito dell attività e anche della festa non deve in ogni caso essere improntato alla ricerca della vittoria ad ogni costo ma al leale confronto e non allo scontro. Società partecipanti: Bergamo Brescia PROVINCIA SOCIETÀ Forza e Costanza Da definire 869 / 53

18 Como Cremona Lecco Legnano Lodi Mantova Milano 1 Milano 2 Milano 3 Monza 1 (Società Ospitante) Monza 2 Pavia Sondrio Varese AC Maslianico Sported Maris Luciano Manara ASD Gerenzanese AC Casalmaiocco Suzzara Forza e Coraggio La Biglia Lombardia Uno Bovisio Masciago Vis Nova Giussano Pro Vigevano Suardese Sondrio Insubria Calcio ASD In allegato al presente Comunicato il programma completo Serate Formative e Informative Societa A) US VISCONTINI Data e ora: Giovedì 29 maggio 2014 ore 21 Tema della serata: "La gestione di un gruppo. Modalità e criticità" Relatori: dott. Marco Ardesi (psicologo) Luogo: Via Giorgi 10 - Milano Soggetti coinvolti: Istruttori, Dirigenti, Giovani Calciatori, Genitori e Società 5. Comunicazioni della Delegazione Provinciale 5.1 Campionato di 2^ categoria girone X stagione sportiva 2013/2014 gara unica di PLAY-OUT 2 Turno ROVINATA - DELEBIO: 2-1 Alla Società ROVINATA, vincitrice della gara unica di PLAY-OUT - 2 Turno, cordiali felicitazioni per la permanenza nel campionato di seconda categoria. Alla Società US DELEBIO, retrocessa in 3^ categoria, l augurio di un pronto ritorno nella categoria superiore. 870 / 53

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N 47 del 28/05/2015

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N 47 del 28/05/2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di Cremona Via Milano, 10 d - 26100 Cremona Tel. 0372-27590 Fax 0372-23943 Sito Internet: http://www.lnd.it E.Mail: del.cremona@lnd.it Stagione

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 21 del 05 Gennaio 2012 ATTIVITÀ DI SETTORE GIOVANILE 2011/2012

Comunicato Ufficiale n. 21 del 05 Gennaio 2012 ATTIVITÀ DI SETTORE GIOVANILE 2011/2012 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE AVELLINO Via Carlo Del Balzo, 81 83100 Avellino Stagione Sportiva 20011/2012 Tel (0825) 31087 Fax (0825) 780011 Sito

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III Regolamento Organico F.I.N. INDICE TITOLO I CAPO I LE SOCIETA Art. 1 Affiliazione pag. 1 Art. 2 Domanda di affiliazione pag. 1 Art. 3 Domanda di riaffiliazione pag. 2 Art. 4 Accettazione della domanda

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Campionati Regionali Giovanili. Comitato Regionale Toscana

Campionati Regionali Giovanili. Comitato Regionale Toscana Campionati Regionali Giovanili Comitato Regionale Toscana Arezzo, 9-6-2013 Lista iscritti alle gare Campionati Regionali Giovanili Partecipanti 1-30/59 N.Tess... Giocatore NS. Cod.soc. Societa SMG SFG

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 CALENDARIO FASI FINALI PLAY-OFF PLAY-OUT FASI FINALI PLAY-OFF GIRONE A QUARTOPUNTO ZERO NEW KINGS 28/4/15 20,45 QUARTO Martedì CAPO HORN -A.FELICE- INTERPUTEOLANA M.P

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA. Stagione Sportiva 2011/2012 Comunicato Ufficiale N 17 del 26/10/2011 ATTIVITA DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA. Stagione Sportiva 2011/2012 Comunicato Ufficiale N 17 del 26/10/2011 ATTIVITA DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Via Alcide De Gasperi, 42-40132 BOLOGNA (BO) Tel. 051 3143.806 Fax: 051 3143.881 sito internet: www.figc-dilettanti-er.it

Dettagli

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A G I U O C O H A N D B A L L P a l l a m a n o AREA TERRITORIALE LIGURIA PIEMONTE LOMBARDIA - VENETO - FRIULI V. G. Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Prot. n. AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 E intendimento dell Amministrazione Comunale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO STAGIONE 2011 2012 INTRODUZIONE Qui di seguito trovate le Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio. Ogni anno, se necessario, vengono modificate e aggiornate

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

CALENDARIO PROVVISORIO Campionato: Under 19 Maschile Fase : 2 fase - Italiana Girone : VA SILVER 3 Gara N Squadra A Squadra B Giorno Data Ora

CALENDARIO PROVVISORIO Campionato: Under 19 Maschile Fase : 2 fase - Italiana Girone : VA SILVER 3 Gara N Squadra A Squadra B Giorno Data Ora FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO CR LOMBARDIA COMUNICATO UFFICIALE N. 1430 DEL 30/12/2014 UFFICIO GARE N. 2 1 Giornata di andata 2290 POSS CAFFE Garbagnate La Sportiva Gavirate Lun 12/01/2015 20:00 2291

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Titolo primo L Associazione Italiana Arbitri Capo primo: Natura, funzioni e poteri. Art. 1 Natura e funzione 1.L Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l associazione

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 867/A39 Brescia, 03/02/2010 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge 7 agosto 1990 n.241, e successive modificazioni; VISTO il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941/721948 e-mail: segreteria@pgsmessina - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 49 Stagione

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Agg. Al 05 dicembre 2012 1 INDICE REGOLE GENERALI Specialità: definizione Attività: struttura Attività di singolo Coppie Artistico e Coppie Danza Categorie: singolo Formula Uisp Livelli Coppia artistico

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Regolamenti 2013: parti generali

Regolamenti 2013: parti generali Regolamenti 2013: parti generali Regole Generali Attraverso gli sport del nuoto, tuffi, sincronizzato, pallanuoto e nuoto in acque libere il programma Master deve promuovere il benessere, l'amicizia, la

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

Una Grande Famiglia per il Volley

Una Grande Famiglia per il Volley Una Grande Famiglia per il Volley il Notiziario della Settimana n.30 di lunedì 18 Maggio 2015 SOMMARIO : : Campionato Nazionale: Terminato!! : Campionato Regionale: 30a giornata pag.2,3 : Campionato Provinciale:

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli