SOSPENSIVO DAA FASE 3.1 Precisazioni in merito all estensione in ambiente di esercizio.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOSPENSIVO DAA FASE 3.1 Precisazioni in merito all estensione in ambiente di esercizio."

Transcript

1 oma, 3 febbraio 2014 Protocollo: / U Ai componenti del tavolo digitalizzazione accise if.: e, p.c. Allegati: Alla Direzione entrale Legislazione e Procedure Accise e altre imposte indirette Alla Direzione entrale Antifrode e ontrolli Alla Direzione centrale per l'analisi merceologica e laboratori chimici Alle Direzioni egionali/interregionali e Interprovinciale Agli Uffici delle Dogane Al Servizio Processi Automatizzati dei Distretti presso gli Uffici Acquisti e ontratti della Direzione Interprovinciale Alla Sogei OMA OGGETTO: Progetto EMS MOVIMENTAZIONE IN EGIME SOSPENSIVO DAA FASE 3.1 Precisazioni in merito all estensione in ambiente di esercizio. on la nota prot. n del 27 settembre 2013, sono stati diramati gli aggiornamenti ai tracciati record, alle tabelle, alle condizioni e alle regole relative ai messaggi indicati nella tabella sottostante, in ottemperanza a quanto stabilito dai Servizi Tecnici della ommissione per l avvio della Fase 3.1 del progetto comunitario EMS. DIEZIONE ENTALE TENOLOGIE PE L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica oma, Via Mario arucci, 71 Telefono Fax

2 on la stessa nota si comunicava la disponibilità dei tracciati aggiornati in ambiente di addestramento e l estensione in ambiente di esercizio a partire dal 14 febbraio 2014 Tabella Messaggi odice messaggio IE810 Denominazione messaggio ANNULLAMENTO DAA ELETTONIO IE813 DAA - AMBIO DI DESTINAZIONE (tipo record E) IE815 DAFT DAA ELETTONIO (tipo record A e ); IE818 APPOTO DI IEZIONE / ESPOTAZIONE (tipo record J e K) IE819 IGETTO O SEGNALAZIONE DI UN DAA ELETTONIO A seguito di verifiche intercorse con i predetti Servizi Tecnici, la condizione 041 per il Tracciato IE813 è stata riportata alla versione antecedente alla fase 3.1. Inoltre i Servizi Tecnici della commissione hanno disposto che i tracciati aggiornati alla fase 3.1, comprensivi della modifica appena citata, siano operativi dal 13 febbraio 2014 e non dal 14 febbraio 2014 come precedentemente comunicato. Pertanto si richiama l attenzione su quanto segue: sino alle ore 23:59 del 12 febbraio 2014, le informazioni devono essere trasmesse utilizzando i tracciati preesistenti, relativi alla fase 3; dalle ore del 13 febbraio 2014 alle ore del 13 febbraio 2014 il Servizio Telematico Doganale non è disponibile per le funzionalità ed i messaggi inerenti il progetto EMS; per le operazioni indifferibili, da eseguire nel periodo di indisponibilità del sistema, sono applicabili le procedure di riserva utilizzando gli appositi modelli, pubblicati sul sito internet dell Agenzia nella sezione Accise seguendo il percorso Telematizzazione delle accise DAA telematico Fase 3.1 Modelli per le procedure di riserva ; 2

3 i sistemi informatici degli altri Stati Membri possono procedere ad un interruzione, variabile da Stato Membro a Stato Membro dalle ore del 13 febbraio 2014 alle del 14 febbraio dalle ore 08:00 del 13 febbraio 2014, alla riapertura del sistema, le informazioni devono essere trasmesse esclusivamente utilizzando i nuovi tracciati (fase 3.1). La documentazione, come di consueto, è disponibile nel manuale utente del Servizio telematico doganale. Per richiedere assistenza e segnalare malfunzionamenti, attenersi alle istruzioni pubblicate sul sito internet dell Agenzia nella sezione Assistenza online seguendo il percorso ome fare per ichiedere assistenza (http://assistenza.agenziadogane.it/dogane/allegati/modalita-utilizzo-assistenza pdf). Al fine di migliorare la sezione Assistenza on-line, si raccomanda, altresì, di far pervenire eventuali suggerimenti compilando l apposita sezione Esprimi la tua opinione sull'informazione. Il Direttore entrale F.to Teresa Alvaro Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell art. 3, comma 2, del D.Lgs.39/93 3

4 ALLEGATO 4

5 Aggiornamento del Tracciato IE810 - Annullamento DAA elettronico 5

6 N. AMPO OBBLIGATOIETA' FOMATO E stata modificata la regola 025 in quanto la cancellazione dell A di riferimento è consentita solo in assenza di cambi di destinazione. Descrizione messaggio IE810 - "ANNULLAMENTO DAA ELETTONIO" (allegato 1, tabella 2 del egolamento) IFEIMENTO AI AMPI DEL EGOLAMENTO ONTENUTO DEL AMPO ONDIZIONI, DIPENDENZE, EGOLE, TABELLE, VALOI NOTE A B D E F G Parte Fissa odice Messaggio odice Identificativo del Dichiarante Valore fisso = IE810 an5 an a A di riferimento an Data di trasmissione del file Parte Dettaglio Tipo record Numero progressivo record all'interno del file 2 ancellazione Formato = AAAAMMGG Valore fisso = D 7 a odice motivo T011 n1 8 Informazioni aggiuntive 064 an Lingua informazioni aggiuntive 012, T001 a2 n8 a1 n4 6

7 Aggiornamento del Tracciato IE813 - DAA - ambio Di Destinazione (tipo record E) 7

8 Nel tracciato IE813, dopo il campo 1.g - odice modalità di trasporto, identificato dal N. AMPO 14, sono stati inseriti due nuovi campi nel tipo record E, rispettivamente, alla posizione identificata dai N. AMPO 15 e 16: di conseguenza, il progressivo N. AMPO è stato incrementato di due unità in tutti i campi successivi. I due nuovi campi sono: Informazioni aggiuntive, campo obbligatorio se il campo 1.g- odice modalità di trasporto assume valore zero (Altro), come previsto dalla condizione 067 che già si applica all analogo campo 13.a del tracciato IE815 di cui si riporta il testo ed il correlato messaggio di errore. 067: Il campo è obbligatorio se il odice modalità di trasporto è uguale a zero, altrimenti il campo deve essere vuoto. Messaggio di errore: Violazione condizione Verificare congruenza con il campo odice modalità di trasporto. Lingua informazioni aggiuntive : deve rispettare la condizione 012 che già si applica al medesimo campo del tracciato IE : la regola già presente che si applica al campo Durata del trasporto è stata modificata in quanto il valore impostato deve risultare sempre > 0 indipendentemente se espresso in Giorni o Ore. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare il campo Durata del Trasporto - valore non ammesso. Sono state inserite le nuove regole 066 e 068 sul campo odice identificativo del nuovo destinatario. 066: Se "ambio di destinazione - Tipo destinazione" è uguale a 2-Destinatario registrato 3-Destinatario registrato temporaneamente 4-onsegna diretta tutti i PA presenti sull'a di riferimento devono risultare autorizzati nella banca dati SEED al nuovo destinatario, identificato dal campo "4.a odice identificativo". 8

9 Nel caso in cui l'a di riferimento si trovi nello stato - Parzialmente rifiutato -, devono risultare autorizzati nella banca dati SEED al nuovo destinatario tutti i PA presenti nella Nota di ricezione per i quali la quantità di merce rifiutata è maggiore di zero. Messaggio di errore: Violazione regola nuovo destinatario non autorizzato alla PA sulla banca dati SEED. 068: Se "ambio di destinazione - Tipo destinazione" è uguale a - 3-Destinatario egistrato Temporaneo Il codice identificativo dello speditore presente sulla banca dati SEED per il nuovo destinatario registrato (egistered consignee o Temporary Authorisation) deve essere lo stesso codice identificativo dello speditore presente sull A di riferimento. Messaggio di errore: Violazione regola Numero di registrazione dello speditore collegato al nuovo destinatario temporaneo sulla banca dati SEED non congruente con lo speditore indicato sul corrispondente DAA. E stata inserita la nuova regola 067 sul campo odice identificativo del nuovo luogo di consegna, di cui si riporta il testo ed il correlato messaggio di errore. 067: Se "ambio di destinazione - Tipo destinazione" è uguale a 1- Deposito fiscale tutti i PA presenti sull'a di riferimento devono risultare autorizzati nella banca dati SEED al nuovo luogo di consegna, identificato dal campo "5.a odice identificativo". Nel caso in cui l'a di riferimento si trovi nello stato - Parzialmente rifiutato -, devono risultare autorizzati nella banca dati SEED al nuovo luogo di consegna tutti i PA presenti nella Nota di ricezione per i quali la quantità di merce rifiutata è maggiore di zero Messaggio di errore: Violazione regola Nuovo luogo di destinazione non autorizzato alla PA sulla banca dati SEED. Ai fini di verificare l effettivo cambiamento di destinazione della merce è stata inserita la nuova regola 080 sui campi odice identificativo del nuovo 9

10 destinatario, odice identificativo del nuovo luogo di consegna e odice Ufficio di esportazione, di cui si riporta il testo ed il correlato messaggio di errore. 080: ispetto all'a di riferimento deve cambiare almeno il destinatario o il luogo di consegna rimanendo invariato il tipo destinazione. In particolare, se "Testata - Tipo destinazione" è : 1 Depositario autorizzato, deve cambiare almeno il codice identificativo del destinatario e/o il codice identificativo del luogo di consegna 2 Destinatario registrato, deve cambiare il codice identificativo del destinatario, dovendo essere vuoto il gruppo luogo di consegna 3 - Destinatario registrato temporaneo, deve cambiare il codice identificativo del destinatario se il codice identificativo del luogo di consegna è vuoto, altrimenti deve cambiare almeno il codice identificativo del destinatario e/o il codice identificativo del luogo di consegna 4 onsegna diretta, deve cambiare il codice identificativo del destinatario, dovendo essere vuoto il gruppo luogo di consegna 6 Esportazione ed è presente il codice identificativo del destinatario deve cambiare almeno il codice identificativo del destinatario e/o l ufficio di esportazione, altrimenti deve cambiare l ufficio di esportazione Messaggio di errore: Violazione regola 080 Verificare l effettivo cambio di destinazione rispetto all'a di riferimento. Per garantire che nel caso di Tipo destinazione 2 Destinatario egistrato tutti i campi del gruppo Luogo di consegna risultino vuoti, sono state modificate le condizioni 037, 038, 039, 040 e la regola 027 come evidenziato in allegato. 10

11 N. AMPO OBBLIGATOIETA' FOMATO Descrizione messaggio IE813 - "DAA - AMBIO DI DESTINAZIONE" - TK = E (allegato 1, tabella 3 del egolamento) IFEIMENTO AI AMPI DEL EGOLAMENTO ONTENUTO DEL AMPO ONDIZIONI, DIPENDENZE, EGOLE, TABELLE, VALOI NOTE A B D E F G Parte Fissa odice Messaggio odice Identificativo del Dichiarante Valore fisso = IE813 an5 an b A di riferimento 025, 059 an Data di trasmissione del file Parte Dettaglio Tipo record Numero progressivo record nel file Numero progressivo Tipo record 'E' Totale Tipi record 'F' (Ulteriori destinatari) Formato = AAAAMMGG Valore fisso = E 1 Aggiornamento DAA elettronico 9 Unità di misura della durata del trasporto c D013, 001 a1 10 Durata del trasporto n2 11 d esponsabile del trasporto D013, 035, 002 n8 a1 n4 n4 n2 D014, T016 n1 12 e Numero fattura D015, 010 an f Data fattura O 14 g odice modalità di trasporto Formato = AAAAMMGG n8 D016, T008 n Informazioni aggiuntive 067 an Lingua informazioni aggiuntive 012, T001 3 ambio di destinazione a2 11

12 17 a Tipo destinazione T015 n1 4 Nuovo destinatario 18 a odice identificativo D017, 036, 026, 066, 068, 080 an18 19 b Denominazione D017, 065 an c Indirizzo D017, 065 an d Numero civico 021 an e odice avviamento postale D017, 065 an f ittà D017, 065 an g Lingua descrizioni 012, T001 a2 5 Luogo di consegna 25 a odice identificativo 037, 027, 067, 080 an18 26 b Denominazione 038, 039 an c Indirizzo 040, 039 an d Numero civico 021 an e odice avviamento postale 040, 039 an f ittà 040, 039 an g Lingua descrizioni 012, T001 a2 6 Ufficio di Destinazione - Esportazione 32 a odice Ufficio 041, 007, Nuova azienda di trasporto an8 33 a Partita IVA 042 an b Denominazione 043 an c Indirizzo 043 an d Numero civico 021 an e odice avviamento postale 043 an f ittà 043 an g Lingua descrizioni 012, T001 a2 8 Nuovo trasportatore 12

13 40 a Partita IVA O an b Denominazione 025 an c Indirizzo 025 an d Numero civico 021 an e odice avviamento postale 025 an f ittà 025 an g Lingua descrizioni 012, T001 a2 9 Dettagli del trasporto Totale iterazioni di tipo "P" (Dettagli del trasporto) Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "P" Valori: Min = 001; Max = 099 Valore fisso = P 47.3 a Unità di trasporto D017, T009 n b 47.5 c Identificativo delle unità di trasporto Identificazione commerciale dei sigilli D017, 066 D017, D003 n3 a1 n3 an..35 an d Informazioni sui sigilli D017, 016 an e Lingua informazioni sui sigilli 012, T f Informazioni aggiuntive D017, 017 an g Lingua informazioni aggiuntive 012, T001 a2 a2 13

14 Aggiornamento del Tracciato IE815 Draft DAA Elettronico (tipo record A e ) 14

15 Sono state inserite le nuove regole 070 e 071 rispettivamente sui campi PA e odice della modalità di trasporto. 070: Se odice tipologia garante = '5-Nessuna garanzia è prestata, art. 18 (4.b) della Direttiva 2008/118/E", il PA deve essere di un prodotto energetico. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare congruenza tra PA e odice tipologia garante. 071: Se odice tipologia garante = '5-Nessuna garanzia è prestata, art. 18 (4.b) della Direttiva 2008/118/E", il odice modalità di trasporto deve essere 1-Trasporto marittimo o 7-Installazioni fisse. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare congruenza tra odice della modalità di trasporto e odice tipologia garante. 002: la regola già presente che si applica al campo Durata del trasporto è stata modificata in quanto il valore impostato deve risultare sempre > 0 indipendentemente se espresso in Giorni o Ore. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare il campo Durata del Trasporto - valore non ammesso. Per garantire che nel caso di Tipo destinazione 2 Destinatario egistrato tutti i campi del gruppo Luogo di consegna risultino vuoti, sono state modificate le condizioni 009, 010, 011, 013, 015 e la regola 008 che si applicano al Luogo di consegna come evidenziato in allegato. Nel caso di Tipo destinazione 8 Destinazione sconosciuta, sono state inserite le nuove regole 072 e 073 rispettivamente sui campi PA e odice della modalità di trasporto. 072: Se "Testata - Tipo destinazione" è uguale a 8-Destinazione Sconosciuta il PA deve appartenere al settore di imposta prodotti energetici. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare congruenza tra PA e Tipo destinazione. 073: Se "Testata - Tipo destinazione" è uguale a 15

16 8-Destinazione Sconosciuta il codice modalità di trasporto deve essere 1-Trasporto marittimo o 8- Trasporto per vie navigabili interne. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare congruenza tra odice della modalità di trasporto e Tipo destinazione. Nel caso di Tipo destinazione 4 onsegna diretta è stata modificata la regola 054 già presente sul campo odice identificativo del destinatario. 054: Se "Testata - Tipo destinazione" è: - 4-onsegna diretta il codice identificativo del destinatario deve risultare autorizzato alla consegna diretta nella banca dati SEED. Messaggio di errore: Violazione regola odice identificativo del destinatario non autorizzato alla consegna diretta su SEED. Nel caso di Tipo destinazione 3 Destinatario egistrato Temporaneo è stata inserita la nuova regola 079 sul campo odice identificativo del destinatario. 079: Se "Testata - Tipo destinazione" è uguale a - 3-Destinatario egistrato Temporaneo il codice identificativo dello speditore presente sulla banca dati SEED per il destinatario registrato (egistered consignee o Temporary Authorisation), identificato dal campo "5.a odice identificativo", deve essere lo stesso codice identificativo dello speditore presente al campo "2.a odice identificativo". Messaggio di errore: Violazione regola Verificare la congruenza con il codice identificativo speditore. In caso di Tipo messaggio = 2 - Presentazione per esportazione con domiciliazione, è stata inserita la nuova regola 074 sul campo odice ufficio di destinazione/esportazione. 074: Se "Tipo messaggio" è uguale a 2-Esportazione in procedura domiciliata nel campo 8.a codice identificativo del luogo di consegna deve essere indicato un Ufficio appartenente allo Stato membro di esportazione. I primi 2 caratteri del codice ufficio devono essere uguali ai primi 2 caratteri del codice speditore (campo 2.a). 16

17 N. AMPO OBBLIGATOIETA' FOMATO Messaggio di errore: Violazione regola Verificare la congruenza con il campo Tipo messaggio. Messaggio IE815 - "DAFT DAA ELETTONIO" - TK = A (allegato 1, tabella 1 del egolamento) IFEIMENTO AI AMPI DEL EGOLAMENTO ONTENUTO DEL AMPO ONDIZIONI, DIPENDENZ E, EGOLE, TABELLE, VALOI NOTE A B D E F G odice Messaggio a odice Identificativo del Dichiarante Numero identificativo locale del Draft DAA Data di trasmissione del file Tipo record Numero progressivo record nel file Numero progressivo Tipo record 'A' Totale Tipi record 'B' (Destinatari del DAA umulativo) Totale Tipi record '' (Ulteriori dettagli del DAA) Parte Fissa Valore fisso = IE815 an5 an an22 Parte Dettaglio 037, 057 Formato = AAAAMMG G Valore fisso = A Valori: Min = 0; Max = 99 Valori: Min = 000; Max = Tipo messaggio T014 n1 1 Testata 11 a Tipo destinazione T015 n1 Unità di misura della 001, 12 a1 b durata del trasporto T Durata del trasporto 002 n2 14 c esponsabile del trasporto n8 a1 n4 n4 n2 n3 T016 n1 17

18 15 h Flag di invio differito D001, Speditore n1 16 a odice identificativo 004 an18 17 b Denominazione an c Indirizzo an d Numero civico O an e odice avviamento postale an f ittà an g Lingua descrizioni T001 a2 3 Luogo di spedizione 23 a odice identificativo 001, 005 an18 24 b Denominazione 002 an c Indirizzo 002 an d Numero civico 002 an e odice avviamento postale 002 an f ittà 002 an g Lingua descrizioni 002, 012, T001 4 Ufficio di spedizione / importazione 30 a odice Ufficio 003, 007 a2 an8 10 Autorità fiscale competente sul luogo di spedizione 31 a odice Ufficio 007 an8 5 Destinatario 32 a odice identificativo 33 b Denominazione 34 c Indirizzo 35 d Numero civico 004, D019, 006, 039, 054, , , , 034 an18 an..182 an..65 an e odice avviamento 005, an

19 postale 37 f ittà 38 g Lingua descrizioni 39 a 40 b , , 034, T001 an Informazioni aggiuntive identificazione destinatario odice Stato Membro Numero di Serie del ertificato di esenzione 007, 034, T , 034, D002 7 Luogo di destinazione (consegna) 41 a odice identificativo 42 b Denominazione 43 c Indirizzo 44 d Numero civico 45 e odice avviamento postale 46 f ittà 47 g Lingua descrizioni 009, 034, , 015, , 015, , 015, , 015, , 015, , 034, T001 8 Ufficio di destinazione / esportazione 48 a odice Ufficio 016, 034, 007, Trasporto 49 a odice modalità di trasporto Informazioni aggiuntive Lingua informazioni aggiuntive T008, 071, 073 a2 a2 an..255 an18 an..182 an..65 an..11 an..10 an..50 a2 an8 n an , T001 a2 19

20 14 Azienda di trasporto 52 a Partita IVA 023 an b Denominazione 024 an c Indirizzo 024 an d Numero civico 56 e odice avviamento postale 023, 021 an an f ittà 024 an g Lingua descrizioni 024, 012, T Primo trasportatore 59 a Partita IVA O an b Denominazione 025 an c Indirizzo 025 an d Numero civico 021 an e odice avviamento postale a2 025 an f ittà 025 an g Lingua descrizioni 66 b 67 c 68 d 025, 012, T001 9 DAA elettronico Numero fattura o altro documento Data fattura o altro documento Tipologia speditore (Origine della spedizione) 69 e Data spedizione f Ora spedizione 012 a2 010 an..35 O Formato = AAAAMMG G n8 T017 n1 11 Garanzia di circolazione 71 a odice tipologia garanti Speditore - odice conto garanzia Speditore - Tipologia garanzia Formato = AAAAMMG G Formato = HHMMSS n8 n6 T007 n..4 O O an17 a1 20

21 Speditore - Importo cauzione impegnato Destinatario - odice conto garanzia Destinatario - Tipologia garanzia Destinatario - Importo cauzione impegnato Trasportatore - odice conto garanzia Trasportatore - Tipologia garanzia Trasportatore - Importo cauzione impegnato Proprietario - odice conto garanzia Proprietario - Tipologia garanzia Proprietario - Importo garanzia impegnato 12 Garanti Totale iterazioni di tipo "H" (Garanti) O O O O O O O O O O Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "H" 84.3 a odice accisa 84.4 b Partita IVA 84.5 c Denominazione 84.6 d Indirizzo 84.7 e Numero civico O 84.8 f odice avviamento postale 84.9 g ittà , 018, , 018, , 020, , 020, , , 020, , 020, 019 Valori: Min = 000; Max = 002 Valore fisso = H Valore massimo = 002 n..(12)vn( 2) an17 a1 n..(12)vn( 2) an17 a1 n..(12)vn( 2) an17 a1 n..(12)vn( 2) n3 a1 n3 an13 an..35 an..182 an..65 an..11 an..10 an

22 h Lingua descrizioni 053, 012, T DAU di importazione Totale iterazioni di tipo "G" (DAU di importazione) Tipo iterazione a Numero progressivo tipo iterazione "G" odice identificativo del DAU di importazione , 013, T Dettagli del trasporto Totale iterazioni di tipo "I" (Dettagli del trasporto) Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "I" Valori: Min = 000; Max = 009 Valore fisso = G Valore massimo = 009 Valori: Min = 001; Max = 099 Valore fisso = I Valore massimo = 099 a2 n3 a1 n3 an a Unità di trasporto T009 n b 86.5 c 86.6 d 86.7 e 86.8 f 86.9 g Identificativo delle unità di trasporto Identificazione commerciale dei sigilli Informazioni sui sigilli Lingua informazioni sui sigilli Informazioni aggiuntive Lingua informazioni aggiuntive n3 a1 n3 066 an..35 D003 an..35 O 016 an , T001 a2 O 017 an , T ertificati Totale iterazioni di tipo "L" (erificati) Tipo iterazione a Numero progressivo tipo iterazione "L" Breve descrizione documento , D012 Valori: Min = 000; Max = 009 Valore fisso = L Valore massimo = 009 a2 n3 a1 n3 an b Lingua breve 053, a2 22

23 87.5 c 87.6 d descrizione documento iferimento documento Lingua riferimento documento 012, T , D , 012, T Dettagli del DAA 88 a 89 b Progressivo dettagli del DAA univoco PA - ategoria merceologica 047, 048, T012, 070, 072 Valore fisso = 001 an c odice N 019 n8 91 d Quantità e Peso lordo f Peso netto o Densità in kg/mc (chilogrammi/metro cubo) a2 n3 an4 n..(12)vn( 3) n..(13)vn( 2) n..(13)vn( 2) 027 n..(3)vn(2) 95 g Grado alcolico 026 n..(3)vn(2) 96 h Grado plato 063 n..(3)vn(2) 97 i ontrassegno fiscale O an j 99 k 100 l 101 m 102 n Lingua contrassegno fiscale Uso del contrassegno fiscale Denominazione d origine Lingua denominazione d origine Dimensioni del produttore odice TAI odice ADD p 107 q odice prodotto AAMS Descrizione commerciale Lingua descrizione commerciale 012, T001 a2 D005 n1 D006 an..350 O O O 012, T , TA13, TA20 020, TA13, TA20 059, 020 a2 n..15 n2 an4 an5 D007 an , T001 a2 23

24 108 r Marchio dei prodotti D008 an s Lingua marchio dei prodotti 012, T Imballaggi Totale iterazioni di tipo "M" (Imballaggi) - - Tipo iterazione - - Numero progressivo tipo iterazione "M" Valori: Min = 001; Max = 099 Valore fisso = M Valore massimo = 099 a Tipo imballaggio T010 a2 b Numero imballaggi 028 n..15 c d e Identificazione commerciale dei sigilli Informazioni sui sigilli Lingua informazioni sui sigilli a2 n3 a1 n3 D009 an..35 O , T Vino 111 a ategoria del vino 112 b Zona di coltivazione 113 c Paese terzo d origine D010, T018 D011, T , T005 an..350 a2 n1 an d Altre informazioni O an e Lingua altre informazioni Totale iterazioni di tipo "O" (Trattamenti del Vino) 012, T001 Trattamenti del vino - - Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "O" a odice trattamento , D011, T020 Valori: Min = 000; Max = 099 Valore fisso = O Valore massimo = 099 a2 a2 n3 a1 n3 n..2 24

25 N. AMPO OBBLIGATOIETA' FOMATO Messaggio IE815 - "DAFT DAA ELETTONIO - ULTEIOI DETTAGLI DAA" - TK = (allegato 1, tabella 1 del egolamento) IFEIMENTO AI AMPI DEL EGOLAMENTO ONTENUTO DEL AMPO ONDIZIONI, DIPENDENZE, EGOLE, TABELLE, VALOI NOTE A B D E F G Parte fissa odice Messaggio a odice Identificativo del Dichiarante Numero identificativo locale del Draft DAA Data di trasmissione del file Valore fisso = IE815 an5 an an22 Parte dettaglio Tipo record Numero progressivo record nel file 17 Dettagli del DAA 7 a 8 b Progressivo dettagli del DAA univoco PA - ategoria merceologica 047, 048, T012, 070, 072 Formato = AAAAMMGG Valore fisso = Valori: Min = 002; Max = c odice N 019 n8 10 d Quantità 021 n..(12)vn(3) 11 e Peso lordo 022 n..(13)vn(2) 12 f Peso netto 023 n..(13)vn(2) 13 o n8 a1 n4 n3 an4 Densità in kg/mc 027 n..(3)vn(2) (chilogrammi/metro cubo) 14 g Grado alcolico 026 n..(3)vn(2) 15 h Grado plato 063 n..(3)vn(2) 16 i ontrassegno fiscale O an

26 17 j 18 k Lingua contrassegno fiscale Uso del contrassegno fiscale 012, T001 a2 D005 n1 19 l Denominazione d origine D006 an m Lingua denominazione d origine 012, T001 a2 21 n Dimensioni del produttore O 024 n odice TAI 020, O TA13, TA20 n odice ADD 020, O TA13, TA20 an odice prodotto AAMS 059, 020 an5 25 p Descrizione commerciale D007 an q Lingua descrizione commerciale 012, T r Marchio dei prodotti D008 an s Lingua marchio dei prodotti 012, T Imballaggi Totale iterazioni di tipo "M" (Imballaggi) Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "M" Valori: Min = 001; Max = 099 Valore fisso = M Valori: Min = 001; Max = a Tipo imballaggio T010 a b Numero imballaggi 028 n c Identificazione commerciale dei sigilli a2 a2 n3 a1 n3 D009 an d Informazioni sui sigilli O 016 an e Lingua informazioni sui sigilli 012, T Vino 30 a ategoria del vino D010, T018 n1 31 b Zona di coltivazione D011, T019 an c Paese terzo d origine 029, T005 a2 33 d Altre informazioni O an e Lingua altre informazioni 012, T001 a Trattamenti del vino a2 26

27 Totale iterazioni di tipo "O" (Trattamenti del Vino) Tipo iterazione Numero progressivo tipo iterazione "O" 35.3 a odice trattamento , D011, T020 Valori: Min = 000; Max = 099 Valore fisso = O Valori: Min = 000; Max = 099 n3 a1 n3 n..2 Tabella di riferimento T007. Nella tabella T007 Tabella codici tipo garante è stato inserito un nuovo codice con il valore 5 che identifica la tipologia Nessuna garanzia è prestata secondo quanto previsto dall art. 18 (4.b) della Direttiva 2008/118/E. odice T007 - Tabella codici tipo garante Descrizione 1 Speditore 2 Trasportatore 3 Proprietario delle merci 4 Destinatario 5 Nessuna garanzia è prestata secondo quanto previsto dall art. 18 (4.b) della Direttiva 2008/118/E 12 In solido speditore e trasportatore 13 In solido speditore e proprietario 14 In solido speditore e destinatario 23 In solido trasportatore e proprietario 24 In solido trasportatore e destinatario 34 In solido proprietario e destinatario 123 In solido speditore, trasportatore e proprietario 124 In solido speditore, trasportatore e destinatario 134 In solido speditore, proprietario e destinatario 234 In solido trasportatore, proprietario e destinatario 1234 In solido speditore, trasportatore, proprietario e destinatario 27

28 Aggiornamento del Tracciato IE818 apporto Di icezione / Esportazione (tipo record J e K) 28

29 E stata inserita la condizione 068 sui campi del gruppo Motivo di insoddisfazione, di cui si riporta il testo ed il correlato messaggio di errore. 068: Il campo è obbligatorio se Esito globale della ricezione è diverso da 1 - icezione accettata e soddisfacente 21 - Uscita accettata e soddisfacente ampo vuoto in tutti gli altri casi Messaggio di errore: Violazione condizione Verificare congruenza con il campo Esito globale della ricezione. E stato inserito il controllo che il odice identificativo del luogo di consegna, quando presente, coincida con quello dell'a di riferimento. 075: Se "Testata - Tipo destinazione" del corrispondente DAA identificato dal numero di A indicato è uguale a 1-Deposito Fiscale deve coincidere il codice identificativo del luogo di consegna con quello dell'a di riferimento Se "Testata - Tipo destinazione" del corrispondente DAA identificato dal numero di A indicato è uguale a 3-Destinatario egistrato Temporaneo deve coincidere il codice identificativo del luogo di consegna con quello dell'a di riferimento se impostato. Messaggio di errore: Violazione regola Verificare la congruenza del odice identificativo del destinatario rispetto all'a di riferimento. E stato inserito il controllo che ogni PA inserito nel messaggio IE818 sia presente anche nell'a di riferimento. 076: Il odice Prodotto Accisa (PA) deve coincidere con quello presente sull'a di riferimento per lo stesso progressivo dettagli indicato al campo 7.a Messaggio di errore: Violazione regola Verificare la congruenza del PA rispetto all'a di riferimento. E stato inserito il controllo che per ogni progressivo dettagli della Nota di icevimento/esportazione, la somma tra quantità rifiutata e calo sia inferiore o 29

30 uguale di quella presente sul progressivo corrispondente dell'e-ad. 077: Per ogni progressivo dettagli la somma tra quantità rifiutata e calo deve esse inferiore o uguale a quella presente sul progressivo corrispondente del DAA. Messaggio di errore: Violazione regola 077 Verificare la somma tra quantità rifiutata e calo. 30

LEGENDA REGOLE 05/04/2013

LEGENDA REGOLE 05/04/2013 R001 R002 R003 R004 R005 R006 R007 R008 R009 R010 R011 R012 Indicare se la durata del trasporto è espressa in giorni (D-giorni) o ore (H-ore) Se nel campo "Durata del trasporto - formato" è stato indicato

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 29 marzo 2013 Protocollo: Rif.: Allegati: 40194 RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali delle Dogane Ai Servizi processi automatizzati presso i Distretti Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Roma, 4 novembre 2014. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Roma, 4 novembre 2014. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Roma, 4 novembre 2014 Protocollo: 121555 / RU Rif.: D.D. 140839/RU del 04.12.2013 Circolare 5/D del 06.05.2014 Allegati: Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Al Servizio Processi

Dettagli

PROGETTO EMCS. DAA Telematico. G e-daa Cumulativo

PROGETTO EMCS. DAA Telematico. G e-daa Cumulativo 1 1 PROGETTO EMCS DAA Telematico G e-daa Cumulativo 2 Premessa Tutti Tutti i i messaggi messaggi devono sono essere convalidati convalidati dal dal sistema; sistema; quelli quelli con con errori errori

Dettagli

Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità

Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità ModenaFiere, 9-10-11 Maggio 2010 Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità Progetto EMCS: il DAA elettronico (e-ad) Famà Antonino DIREZIONE REGIONALE DELLE DOGANE PER L EMILIA ROMAGNA Ufficio

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 20/10/2011 Protocollo: Rif.: Allegati: 117491/RU A: AGCI AGRITAL mauro.vagni@agciagrital.coop valerio.cappio@agcipesca.it AICAI info@aicaionline.it A.I.D.A. Associazione Italiana Distributori Autoveicoli

Dettagli

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 1 PROGETTO EMCS Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 ROMA Agenzia delle Dogane Sala Europa 2 Istruzioni Operative e Processi Telematici Stato dell arte del progetto EMCS Sperimentazione WEB-Services Richieste

Dettagli

(DAA telematico. Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria. Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze

(DAA telematico. Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria. Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria e - AD (DAA telematico Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze Incontro con gli operatori c/o CCIAA Siena, 19 maggio 2011 GLOSSARIO

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 15/09/2011 Protocollo:106123 /RU Rif.: Allegati: AGCI AGRITAL mauro.vagni@agciagrital.coop valerio.cappio@agcipesca.it AICAI info@aicaionline.it A.I.D.A. Associazione Italiana Distributori Autoveicoli

Dettagli

PTA 2013 PPT 010D1U Contrassegni di stato Obiettivo 01

PTA 2013 PPT 010D1U Contrassegni di stato Obiettivo 01 Roma, 26 giugno 2014 Protocollo: Rif.: Allegati: 64137 / RU Ai partecipanti dei tavoli tecnici e-customs e digitalizzazione accise Agli Uffici delle Dogane Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

Alla Sogei. in ambiente di addestramento e di validazione

Alla Sogei. in ambiente di addestramento e di validazione Roma, 20 novembre 2014 Protocollo: 123680 / RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Rif.: Allegati: Al Servizio Processi Automatizzati dei Distretti presso gli Uffici Acquisti e

Dettagli

Spazio Informatico snc. Spazio Informatico snc

Spazio Informatico snc. Spazio Informatico snc 1 TELEMATICO ACCISE TELEMATICO ACCISE è la soluzione appositamente sviluppata per affrontare con sicurezza e serenità la telematizzazione delle accise. Grazie alla nostra quindicinale esperienza maturata

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 22 dicembre 2010 Protocollo: Rif.: Allegati: 156606/RU vari Al Dipartimento delle Finanze Direzione Legislazione Tributaria Via Pastrengo, 22 ROMA All Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato

Dettagli

Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014

Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014 Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014 Teresa Alvaro Progetto RE.TE. Il progetto RE.TE. - Condivisione con operatori ed uffici 2 agosto 2012: l Agenzia si è impegnata ad avviare

Dettagli

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 9 maggio 2014 Protocollo: 10186 / RU Rif.: Allegati: Ai Componenti del tavolo tecnico e-customs Ai Componenti del tavolo Digitalizzazione accise Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

Adempimenti del deposito fiscale vino

Adempimenti del deposito fiscale vino UFFICIO DELLE DOGANE DI VERONA Adempimenti del deposito fiscale vino Dott. Ing. Nicola Altamura Direttore dell Ufficio Dott. Ing. Giovanni Fedrighi Referente Informatico Marano di Valpolicella (VR), 5

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/D. Roma, 13 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 8/D. Roma, 13 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Protocollo: Rif.: Allegati: 37264/RU CIRCOLARE N. 8/D Roma, 13 marzo 2009 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di

Dettagli

e, pc. Determinazione direttoriale prot. 158235/RU del 7/12/2010 - prime istruzioni operative

e, pc. Determinazione direttoriale prot. 158235/RU del 7/12/2010 - prime istruzioni operative CIRCOLARE N. 16/D Protocollo: 159505 Rif.: Allegati: Roma, 21 dicembre 2010 Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali Agli Uffici delle dogane e, pc. All Ufficio centrale audit interno All

Dettagli

OGGETTO: 133/IE = Digitalizzazione dichiarazioni doganali. Novita dal 27 Novembre 2012.

OGGETTO: 133/IE = Digitalizzazione dichiarazioni doganali. Novita dal 27 Novembre 2012. OGGETTO: 133/IE = Digitalizzazione dichiarazioni doganali. Novita dal 27 Novembre 2012. Con la circolare 16/d del 12 novembre (in allegato) l'agenzia delle Dogane ha annunciato che dal 27 novembre 2012

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 20 maggio 2015 Prot. 58510/RU Rif.: 17631/RU /2015 46452/RU/2015 Allegati: Alle Direzioni Regionali, Interregionali ed Interprovinciale Agli Uffici delle dogane All Agenzia delle entrate Direzione

Dettagli

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 25 marzo 2015 Protocollo: 37066 / RU Rif.: Allegati: 3 Ai Componenti del tavolo tecnico e-customs Ai Componenti del tavolo Digitalizzazione accise Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

Reingegnerizzazione dei processi riguardanti: benefici per i soggetti AEO. Nuove funzionalità e istruzioni relative.

Reingegnerizzazione dei processi riguardanti: benefici per i soggetti AEO. Nuove funzionalità e istruzioni relative. Roma, 18 giugno 2015 Protocollo: 61559 RU Rif.: Allegati: 4 Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Interprovinciale Agli Uffici delle Dogane Alle Direzioni Centrali Ai componenti del Tavolo e-customs

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 6 giugno 2014 Protocollo: 45089 /RU A: Rif.: Allegati: 2 Alba De Biase & C. S.a.s. info@albapetroli.it Basile Petroli S.p.a. fiscale@basilepetroli.it Industria Rodigina Petroli S.r.l. angelo.tognolo@autogasnord.it

Dettagli

Settore d imposta del vino. Disciplina della circolazione. Documento di trasporto denominato modello MVV. Linee direttrici.

Settore d imposta del vino. Disciplina della circolazione. Documento di trasporto denominato modello MVV. Linee direttrici. CIRCOLARE N. 3 Roma, 07 aprile 2014 Protocollo: Rif.: Allegati: 36726/RU Alle Direzioni Interregionali e Regionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE SCAMBIO ELETTRONICO DEI DATI ( E. D. I. ) Appendice Dichiarazioni Doganali Tracciati unificati

AGENZIA DELLE DOGANE SCAMBIO ELETTRONICO DEI DATI ( E. D. I. ) Appendice Dichiarazioni Doganali Tracciati unificati AGENZIA DELLE DOGANE SCAMBIO ELETTRONICO DEI DATI ( E. D. I. ) Appendice Dichiarazioni Doganali Tracciati unificati INDICE INTRODUZIONE...4 1 Caratteristiche generali dei tracciati e rappresentazione dei

Dettagli

Roma, 5 agosto 2009. e.p.c. Alle Direzioni Regionali delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane. All Ufficio Antifrode Centrale

Roma, 5 agosto 2009. e.p.c. Alle Direzioni Regionali delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane. All Ufficio Antifrode Centrale Roma, 5 agosto 2009 Protocollo: 63967 Rif.: 3677 del 25/05/2007 Allegati: 1 Alle Direzioni Regionali delle Dogane Agli Uffici delle Dogane All Ufficio Antifrode Centrale All Area Centrale Verifiche e Controlli

Dettagli

Un solo click, e non ci pensi più!

Un solo click, e non ci pensi più! Un solo click, e non ci pensi più! Abbiamo sviluppato per voi EMCSolution, il software che rende semplice, rapido e sicuro amministrare la complessa procedura di gestione di tutti i processi telematici

Dettagli

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF Interfaccia standard di acquisizione dati per i registri MIPAAF Sfarinati e paste alimentari Maggio 2015

Dettagli

Energia Elettrica 8.0

Energia Elettrica 8.0 Energia Elettrica 8.0 Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di energia elettrica per l anno d imposta 2014 Manuale utente Versione 8.0 Dicembre 2014 Manuale utente Pagina 2 di 30 INDICE 1.

Dettagli

hive D-Com Manuale Versione 1.0

hive D-Com Manuale Versione 1.0 hive D-Com Manuale Versione 1.0 hive D-Com - Guida all utilizzo 1 Sommario Prefazione... 3 Terminologia... 3 Requisiti tecnici... 3 Accesso al sistema... 4 Interfaccia... 5 Sistema di navigazione... 5

Dettagli

EXCISE_DAA_NOTIfication

EXCISE_DAA_NOTIfication Come semplificare le Vs. attività in materia di ACCISE EXCISE_DAA_NOTIfication Cos è: Procedura automatizzata per l acquisizione ed elaborazione notifiche DAA Con questo nuovo modulo vengono abbattuti

Dettagli

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF Interfaccia standard di acquisizione dati per i registri MIPAAF Sostanze zuccherine Maggio 2015 Versione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 23.10.01 GAMMA EVOLUTION

Dettagli

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Protocollo: Rif.: Allegati: 42030/RU CIRCOLARE N. 10 /D Roma, 25 marzo 2009 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e, p. c.: Agli Uffici di diretta

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili

Dettagli

Modifiche alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi ai modelli F24 DIRETTORE DELL AGENZIA

Modifiche alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi ai modelli F24 DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2010/141895 Modifiche alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi ai modelli F24 DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari 1. AVVERTENZE GENERALI Gli intermediari abilitati ai servizi telematici Entratel che compilano il modello

Dettagli

Istruzioni per l attivazione dell interoperabilità con il Ministero della Salute.

Istruzioni per l attivazione dell interoperabilità con il Ministero della Salute. Roma, 6 dicembre 2013 Prot. 142192/RU Rif.: Allegati: 1 Alle Direzioni Regionali ed Interregionali delle Dogane Alle Direzioni Provinciali di Trento e Bolzano Al Servizio Processi Automatizzati - dei Distretti

Dettagli

Energia Elettrica 8.0

Energia Elettrica 8.0 Energia Elettrica 8.0 Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di energia elettrica per l anno d imposta 2014 Manuale utente Versione 8.0 Dicembre 2014 Manuale utente Pagina 2 di 31 INDICE 1.

Dettagli

Metano 4.3. Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006. Manuale utente

Metano 4.3. Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006. Manuale utente Metano 4.3 Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006 Manuale utente Versione 4.3 Ottobre 2006 Manuale utente Pagina 2 di 31 INDICE 1. PRESENTAZIONE...

Dettagli

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.5 del 25/08/2014 Sommario Cronologia

Dettagli

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1.

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1. Allegato XII CARATTERISTICHE TECNICHE E CONTENUTO DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI. Il flusso contenente i dati degli elenchi

Dettagli

TELEMATIZZAZIONE ACCISE

TELEMATIZZAZIONE ACCISE TELEMATIZZAZIONE ACCISE Si tratta di una procedura aggiuntiva (non compresa nel pacchetto base) che consente di gestire la telematizzazione dei seguenti settori: Prodotti energetici - Esercenti depositi

Dettagli

Avvio dal 1 gennaio 2009 delle funzionalità dell ufficio di partenza/ingresso.

Avvio dal 1 gennaio 2009 delle funzionalità dell ufficio di partenza/ingresso. Roma, 16 dicembre 2008 Protocollo: n. 55060 Rif.: Alle Direzioni Regionali delle Dogane Allegati: 2 Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Alle Aree Centrali Agli Uffici di diretta Collaborazione del Signor

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 17/06/ 2011 Protocollo: Rif.: Allegati: 73051/RU AGCI AGRITAL mauro.vagni@agciagrital.coop valerio.cappio@agcipesca.it AICAI info@aicaionline.it A.I.D.A. Associazione Italiana Distributori Autoveicoli

Dettagli

Roma, 12 maggio 2008. Alle Direzioni Regionali. Agli Uffici delle Dogane. All Area Centrale Gestione tributi e rapporto con gli utenti

Roma, 12 maggio 2008. Alle Direzioni Regionali. Agli Uffici delle Dogane. All Area Centrale Gestione tributi e rapporto con gli utenti Roma, 12 maggio 2008 Protocollo: 3215 Rif.: Allegati: 1 Alle Direzioni Regionali Agli Uffici delle Dogane All Area Centrale Gestione tributi e rapporto con gli utenti All Area Centrale Verifiche e controlli

Dettagli

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione.

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione. Capitale Sociale. 50.000,00 Sede Amm. e Comm.le: Via Acqueviole, 50 98057 MILAZZO (ME) Reg. Soc. Trib. ME n. 32010 C.C.I.A.A. ME n. 126426 Partita IVAe Codice.Fiscale IT01603150838 tel. 0909284834 fax

Dettagli

ACCISE modulo 1 Introduzione e figure professionali 27/11/2015. Fabio Castagnetti. Dott. Ing. Fabio Castagnetti www.accisa.it 1

ACCISE modulo 1 Introduzione e figure professionali 27/11/2015. Fabio Castagnetti. Dott. Ing. Fabio Castagnetti www.accisa.it 1 ACCISE modulo 1 Introduzione e figure professionali 27/11/2015 Fabio Castagnetti www.accisa.it 1 Introduzione al mondo delle ACCISE Breve storia sulle accise; dalle Imposte di Fabbricazione alle accise

Dettagli

Struttura degli elenchi riepilogativi

Struttura degli elenchi riepilogativi Allegato XII SPECIFICHE TECNICHE E TRACCIATI RECORD DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI (PRESENTAZIONE TELEMATICA ATTRAVERSO

Dettagli

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi Modulo Gestione Protocollo Manuale Utente Manuale Utente del modulo Gestione Protocollo Pag. 1 di 186 SPIGA...1 Modulo Gestione Protocollo...1

Dettagli

Visto il citato testo unico approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e successive modificazioni;

Visto il citato testo unico approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e successive modificazioni; Prot. 1495/UD IL DIRETTORE Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma dell organizzazione del Governo, a norma dell articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59; Visto il decreto ministeriale

Dettagli

SEDI SEDI ROMA ROMA SEDE OGGETTO:

SEDI SEDI ROMA ROMA SEDE  OGGETTO: Roma, 11 febbraio 2015 Protocollo: Rif.: Allegati: 17631/RU Alle Direzioni Regionali, Interregionali ed Interprovinciale di Trento di Bolzano SEDI Agli Uffici delle dogane SEDI e, p.c.: All Agenzia delle

Dettagli

Adempimenti del deposito fiscale vino II parte Gestione informatica

Adempimenti del deposito fiscale vino II parte Gestione informatica UFFICIO DELLE DOGANE DI VERONA Adempimenti del deposito fiscale vino II parte Gestione informatica Dott. Ing. Nicola Altamura Direttore dell Ufficio Dott. Ing. Giovanni Fedrighi Referente Informatico Marano

Dettagli

OGGETTO: Progetto comunitario A.E.S. (Automated Export System). Avvio dal 1 luglio 2007 delle funzionalità dell ufficio di esportazione.

OGGETTO: Progetto comunitario A.E.S. (Automated Export System). Avvio dal 1 luglio 2007 delle funzionalità dell ufficio di esportazione. Roma, 27 giugno 2007 Protocollo: n. 4538 Rif.: Allegati: 1 Alle Aree Centrali Agli Uffici di diretta Collaborazione del Signor Direttore Ai Sigg.ri Dirigenti di Vertice di diretta Collaborazione del Signor

Dettagli

Progetto O.T.E.L.L.O. - Online Tax Refund at Exit: Light Lane Optimization.

Progetto O.T.E.L.L.O. - Online Tax Refund at Exit: Light Lane Optimization. Roma, 06/03/2015 Prot. 30144/RU Rif.: Allegati: 2 Ad Assaeroporti Alla Società Tax-Refund Service S.r.l. Alla Società Premier Tax free Italy S.r.l. Alla Società Global Blue Italia S.r.l. Alla Società Expo

Dettagli

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.5 del 13/08/2014

Dettagli

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente;

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente; Allegato 1bis REQUISITI GENERALI PER LA GENERAZIONE DEI FILE PER LO SCAMBIO DATI ISTITUTO CASSIERE SCUOLA Nel presente documento sono riportati i requisiti indispensabili per la corretta predisposizione

Dettagli

RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA

RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA DEPOSITARI AUTORIZZATI SETTORE PRODOTTI ENERGETICI Si premette che restano validi i provvedimenti che scaturiscono dalle rettifiche. Le rettifiche dei prospetti

Dettagli

INFORMATICA PE R AZIENDE - S OFTWA RE GE STIO NA L E CAP ITAL MODULO GENERALE

INFORMATICA PE R AZIENDE - S OFTWA RE GE STIO NA L E CAP ITAL MODULO GENERALE MODULO GENERALE 14 gennaio 2008 - E stata corretta e resa compatibile con Windows Vista la funzione integrata di salvataggio dei file generati da programma (vedi ad esempio l elenco Entratel dei clienti

Dettagli

La nuova dichiarazione d intento

La nuova dichiarazione d intento La nuova dichiarazione d intento Settore Fisco e Diritto d Impresa Questo materiale è predisposto da Assolombarda per i propri associati. Ogni altra forma di utilizzo o riproduzione non è consentita senza

Dettagli

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Versione A 1 documento riservato ai clienti diretti Tel 051 813324 Fax 051 813330 info@centrosoftware.com sommario Introduzione...3

Dettagli

FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE

FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE Versione del 01/11/2012 STRUTTURA DEL FILE Il file Excel è costituito da un elenco sequenziale di righe ciascuna delle quali è identificata attraverso un

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 7 dicembre 2010 Protocollo: Rif.: Allegati: 154320/RU AGCI AGRITAL mauro.vagni@agciagrital.coop valerio.cappio@agcipesca.it AICAI info@aicaionline.it A.I.D.A. Associazione Italiana Distributori Autoveicoli

Dettagli

Dichiarazione di consumo ANNO 2014

Dichiarazione di consumo ANNO 2014 Dichiarazione di consumo ANNO 2014 Cuneo 25.02.2015 Adesione al servizio telematico doganale Compilazione della dichiarazione di consumo Trasmissione telematica del file (sintesi) 2 Prima di procedere

Dettagli

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente ALLEGATO A Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI... 3 2. CONTENUTO DEL FILE... 3 2.1 GENERALITÀ... 3 2.2 LA SEQUENZA DEI RECORD... 4 2.3 LIMITI DELLE

Dettagli

FLIGHT2000 EASYWAY EXPRESS. Manuale per l utente

FLIGHT2000 EASYWAY EXPRESS. Manuale per l utente FLIGHT2000 EASYWAY EXPRESS Manuale per l utente Il menù principale di Easyway Express consente l accesso ai moduli: PREVENTIVI SPEDIZIONI IMPOSTAZIONI AGGIORNAMENTO Preventivi Consente la formulazione

Dettagli

Comunicazione. Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES

Comunicazione. Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES Comunicazione Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES Generalità Il progetto AES (Automated Export System), sul modello del progetto NCTS (New Computerized Transit System), attualmente

Dettagli

ALLEGATO 1. Dichiarazione iniziale per il test e il collaudo della rete telematica: Archivio da consegnare a seguito dell aggiudicazione provvisoria.

ALLEGATO 1. Dichiarazione iniziale per il test e il collaudo della rete telematica: Archivio da consegnare a seguito dell aggiudicazione provvisoria. ALLEGATO 1 Dichiarazione iniziale per il test e il collaudo della rete telematica: Archivio da consegnare a seguito dell aggiudicazione provvisoria. Tracciato dati da fornire ad AAMS, da parte dell aggiudicatario

Dettagli

COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI

COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI Mod. Volt v.1. D COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI COMUNICAZIONE DI VOLTURA * la compilazione dei campi contrassegnati con l asterisco è OBBLIGATORIA 1/A DATI ANAGRAFICI

Dettagli

Servizi telematici in Punto Cliente riservati agli Intermediari

Servizi telematici in Punto Cliente riservati agli Intermediari Servizi telematici in Punto Cliente riservati agli Intermediari Denuncia variazione retribuzione - Polizza Pescatori Elenchi annuali- Polizza Pescatori Elenchi variazioni mensili Polizza Pescatori Manuale

Dettagli

Verifica massiva delle Inadempienze. Linee Guida per Operatori di Verifica

Verifica massiva delle Inadempienze. Linee Guida per Operatori di Verifica Verifica massiva delle Inadempienze Linee Guida per Operatori di Verifica Roma 15 gennaio 2009 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 2. DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA... 5 2.1

Dettagli

Funzionamento di una casella di PEC integrata nel sistema di protocollo Titulus

Funzionamento di una casella di PEC integrata nel sistema di protocollo Titulus Funzionamento di una casella di PEC integrata nel sistema di Titulus Ricezione di un messaggio PEC tramite Titulus Titulus integra una casella di posta elettronica certificata per ogni area organizzativa

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Lettere di intento: la nuova procedura Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, ultimato il periodo transitorio, sono entrate in vigore dallo scorso

Dettagli

Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009

Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009 La telematizzazione delle accise Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009 Teresa Alvaro Direttore Quadro comunitario per la telematizzazione Mandato politico Decisione n. 70/08 del Parlamento europeo

Dettagli

Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli. (nuove regole dal 1 agosto 2013)

Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli. (nuove regole dal 1 agosto 2013) Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli (nuove regole dal 1 agosto 2013) 1 Regolamento CE 314/2012 del 12/04/2012 (è una modifica del Reg. CE 436/2009 sui documenti di accompagnamento del

Dettagli

M I N U T A IL DIRETTORE

M I N U T A IL DIRETTORE M I N U T A Prot. 140839 / R.U. IL DIRETTORE Visto il testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative approvato

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 2 2. MODALITA DI TRASMISSIONE DEI DATI... 3 2.1. IL SISTEMA ON-LINE... 3 2.2. IL SISTEMA

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili

Dettagli

COMUNICAZIONE. Progetto CARGO: Sdoganamento in mare e Trasferimenti di magazzino

COMUNICAZIONE. Progetto CARGO: Sdoganamento in mare e Trasferimenti di magazzino Roma 12.09.2014 COMUNICAZIONE Progetto CARGO: Sdoganamento in mare e Trasferimenti di magazzino Si comunica che il 15 settembre 2014, alle ore 14:00, avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TEUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIOI GEERALI... 2 1.1. Operazioni e prodotti oggetto di registrazione... 2 1.2. Soggetti obbligati alla tenuta

Dettagli

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015)

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015) MANUALE UTENTE contenente le specifiche tecniche necessarie per la trasmissione delle negoziazioni dei cambiavalute art. 5, comma 1, della circolare n. 24/15 (Aggiornamento 08 ottobre 2015) OAM Organismo

Dettagli

ALLEGATO 3 - QUADRO SINOTTICO RIEPILOGATIVO DEI DOCUMENTI DI ACCOMPAGNAMENTO DEI TRASPORTI DI PRODOTTI VITIVINICOLI CON INIZIO SUL TERRITORIO NAZIONALE CHE POTRANNO ESSERE REDATTI ED UTILIZZATI DAL 1 AGOSTO

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli SCAMBIO ELETTRONICO DEI DATI ( E. D. I. ) Appendice Dichiarazioni Doganali Tracciati unificati

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli SCAMBIO ELETTRONICO DEI DATI ( E. D. I. ) Appendice Dichiarazioni Doganali Tracciati unificati Agenzia delle ogane e dei Monopoli SCAMBI ELETTNIC EI ATI ( E.. I. ) Appendice ichiarazioni oganali Tracciati unificati Appendice Tracciati E..I. INICE INTUZINE... 4 1 Caratteristiche generali dei tracciati

Dettagli

e p. c. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

e p. c. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 16/06/2014 Protocollo: 63077 / RU Rif.: 121784/RU Allegati: 1 Alle Direzioni Regionali ed Interregionali delle Dogane e Interprovinciale delle Dogane Al Servizio Processi Automatizzati - dei Distretti

Dettagli

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2010/184182 In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE 1. Soggetti obbligati alla comunicazione 1.1 Sono obbligati alla comunicazione

Dettagli

Circolare n. 7/D. e p.c. Roma, 18 febbraio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane. Agli Uffici Tecnici di Finanza

Circolare n. 7/D. e p.c. Roma, 18 febbraio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane. Agli Uffici Tecnici di Finanza Roma, 18 febbraio 2004 Circolare n. 7/D Protocollo: 7652 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane Agli Uffici Tecnici di Finanza Alle Direzioni Circoscrizionali dell Agenzia delle

Dettagli

Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali delle Dogane

Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali delle Dogane Roma, 22 gennaio 2013 Protocollo: 7894 /RU Rif.: Allegati: 2 OGGETTO: Evoluzione del Servizio Telematico Doganale. Certificati di autenticazione per il colloquio telematico basato su web service. Alle

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PSR 2007-2013 PREISTRUTTORIA E ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DI PAGAMENTO Ottobre 2012 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Tipologie di domande di pagamento... 4 1.2. Premesse...

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

Semplice ed conomica per la Telematizzazione Accise e Progetto EMCS e-da

Semplice ed conomica per la Telematizzazione Accise e Progetto EMCS e-da La Soluzione Web-based Telematizzazione Accise e Progetto EMCS e-da L Idea Acc-Easy è il frutto della sinergia tra l esperienza dell operatività quotidiana inerente le accise e gli innovativi strumenti

Dettagli

Destinatari Autorizzati

Destinatari Autorizzati Destinatari Autorizzati Guida all utilizzo dell applicazione Desktop Dogane Versione 1.0 1. Avvio e configurazione dell applicazione... 3 2. Casi d uso... 11 2.1 Transito conforme... 11 2.2 Notifica di

Dettagli

EDIZIONE GENNAIO 2013 ISTRUZIONI PER IL VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE

EDIZIONE GENNAIO 2013 ISTRUZIONI PER IL VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE EDIZIONE GENNAIO 2013 ISTRUZIONI PER IL VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE INTRODUZIONE La gestione dei Fondi Pensione è oggetto di controlli da parte della COVIP che ha come obiettivo quello di garantire

Dettagli

Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA N. 2011/185905 Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel

Dettagli

CIRCOLARE N. 16/D. e p.c.

CIRCOLARE N. 16/D. e p.c. CIRCOLARE N. 16/D Roma, 11 maggio 2011 Protocollo: Rif.: Allegati: 26922 / RU Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali Agli Uffici delle Dogane Alle Sezioni Operative Territoriali e p.c.

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 27 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

Nuove modalità di trasmissione in Dogana dei documenti di transito T1/T2 allo sdoganamento.

Nuove modalità di trasmissione in Dogana dei documenti di transito T1/T2 allo sdoganamento. Trasmissine Protocollo: 52705/RU Rif.: Allegati: vari Milano, 05.08.2011 Ai Titolari di Procedura di Domiciliazione LORO SEDI Ai destinatari autorizzati nel regime del transito LORO SEDI per il tramite

Dettagli

Manuale utente OTTOBRE 2015

Manuale utente OTTOBRE 2015 Manuale utente OTTOBRE 2015 1 1. PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE... 4 2. COME ACCEDERE AL PROTOCOLLO INFORMATICO... 4 3. COME DARE I COMANDI... 4 3.1 ATTRAVERSO IL NAVIGATORE...

Dettagli