NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI"

Transcript

1 NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI

2 Il «vecchio» regolamento. DPR 43/2012: come è andata? Regolamento 303/2008 PERSONE IMPRESE ISCRITTE CERTIFICATE

3 Il «vecchio» regolamento. DPR 43/2012: come è andata? Regolamento 303/2008 PERSONE ISCRITTE PERSONE CERTIFICATE Categoria I Categoria II Categoria III Categoria IV

4 Il «vecchio» regolamento. DPR 43/2012: il ruolo della CNA CERTIFICATI PERSONE IMPRESE PROVVISORI DEFINITIVI

5 Il nuovo Regolamento Europeo sugli f-gas Il 18 dicembre 2013 il Comitato dei rappresentanti permanenti (COREPER I), organo che prepara gli incontri a livello ministeriale del Consiglio UE per facilitarne i lavori e le decisioni, ha approvato l accordo raggiunto tra Presidenza lituana e Parlamento europeo sulla proposta di Regolamento sui gas fluorurati a effetto serra presentata il 7 novembre 2012 dalla Commissione UE ed emendata nel giugno 2013 dal Parlamento europeo.

6 Il nuovo Regolamento Europeo sugli f-gas Il testo del nuovo Regolamento è stato approvato dal Parlamento ed adottato Consiglio con voto formale il 14 aprile 2014 Il nuovo regolamento entrerà in vigore presumibilmente il 1 gennaio 2015 e si prefigge di mettere gradualmente fuori mercato gli F-gas contingentando gradualmente le quote complessive immesse sul mercato europeo.

7 Diminuzione quantità HFC immessa sul mercato

8 I divieti TIPOLOGIA DI IMPIANTI DATA DI DIVIETO DI IMMISISONE SUL MERCATO Refrigeratori e congelatori commerciali che contengono 1 gennaio 2015 HFC con GWP maggiore di 150 Refrigeratori e congelatori commerciali che contengono HFC con GWP maggiore di 2500 (R404a, R507) Frigoriferi e congelatori ad uso commerciale (sistemi ermeticamente sigillati) contenenti HFC con GWP uguale o maggiore di 150 Apparecchiature di refrigerazione fisse contenenti HFC con GWP maggiore o uguale a 2500 (tranne attrezzature a temperature inferiori a 50 ) Sistemi di refrigerazione commerciale centralizzati > 40kW contenenti gas con GWP> 150 Impianti di condizionamento monosplit contenenti meno di 3 kg di f-gas e con GWP maggiore o uguale a gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio 2025

9 GWP : Potenziale di riscaldamento globale GAS GWP R R-404 A 3922 R-422 A 3144 R-422 D 2730 R-417 A 2347 R-427 A 2138 R-407 A 2107 R-410 A 2088 R-407 F 1824 R-407 C 1774 R-134a 1430

10 I divieti Per la riparazione e la manutenzione di apparecchiature ed impianti Dal 1 gennaio 2020 sarà vietato utilizzare HFC con GWP maggiore di 2500 (R404a, R507. )

11 I divieti I divieti non si applicano alle apparecchiature certificate ai sensi della direttiva 2009/125/CE poiché la loro maggiore efficienza energetica durante il ciclo di vita fa emettere meno CO2 rispetto alle equivalenti versioni prive di HFC.

12 Fino a quando si potranno utilizzare f-gas con GWP>2500? Per la carica di impianti nuovi sino al per refrigeratori e freezer domestici sino al per la refrigerazione commerciale (ad eccezione dei sistemi operanti a < -50 ) Per la manutenzione di impianti esistenti Sino al per tutti i sistemi, ad eccezione di quelli operanti a < 50, contenenti più di 40 t di CO2 eq (circa 10 kg. di R404A)

13 Fino a quando si potranno utilizzare f-gas con GWP < 2500? Dal sarà quindi possibile utilizzare R-404A ed R-507 solo per la manutenzione dei piccoli impianti (con carica <10 kg), mentre per i medi e grandi impianti si dovrà utilizzare gas refrigerante rigenerato (il cui uso sarà consentito fino al ) oppure un gas con GWP < Il nuovo regolamento sancisce la fine dei gas refrigeranti a GWP elevato (> 2.500) ovvero quei prodotti che, pesando in modo consistente sulle quote disponibili saranno i primi ad essere colpiti dal meccanismo di Cap & Down; Diminuendo progressivamente la quantità immessa e disponibile nell'unione Europea il prezzo di questi prodotti sarà influenzato al rialzo dal crescente divario tra domanda (elevata) ed offerta (in progressiva e fisiologica diminuzione).

14 CONTROLLI SULLE PERDITE Cambia il metodo con il quale si individuano gli impianti da verificare Non più in base al contenuto di f-gas in KG Ma al contenuto di «tonnellate equivalenti di CO2» che si calcola moltiplicando il GWP del gas per il peso dello stesso

15 CONTROLLI SULLE PERDITE POTENZIALE RISCALDAMENTO GLOBALE Pari o superiore a 5 tonnellate di CO2 Pari o superiore a 50 tonnellate di CO2 Pari o superiore a 500 tonnellate di CO2 TEMPISTICA Ogni 12 mesi Ogni 6 mesi Ogni 3 mesi

16 CONTROLLI SULLE PERDITE Se l'apparecchiatura e soggetta a controlli delle perdite ed e stata riparata una perdita nell'apparecchiatura, gli operatori assicurano che quest'ultima sia controllata da una persona fisica certificata entro un mese dalla riparazione per verificare che la riparazione sia stata efficace.

17 CONTROLLI SULLE PERDITE Gli operatori di apparecchiature per cui sono necessari controlli per verificare la presenza di eventuali perdite, istituiscono e tengono, per ciascuna di tali apparecchiature, registri in cui sono specificate le seguenti informazioni: a) la quantità e il tipo di gas fluorurati a effetto serra; b) le quantità di gas fluorurati a effetto serra aggiunti durante l'installazione, la manutenzione o l'assistenza o a causa di perdite; c) se le quantità di gas fluorurati a effetto serra installati siano state riciclate o rigenerate, incluso il nome e l'indirizzo dell'impianto di riciclaggio o rigenerazione e, ove del caso, il numero di certificato

18 CONTROLLI SULLE PERDITE d) le quantita di gas fluorurati a effetto serra recuperati; e) l'identita dell'impresa che ha provveduto all'installazione, all'assistenza, alla manutenzione e, ove del caso, alla riparazione o allo smantellamento delle apparecchiature compreso, ove del caso, il relativo numero di certificato; f) le date e i risultati dei controlli effettuati

19 CONTROLLI SULLE PERDITE Le imprese che forniscono gas fluorurati a effetto serra istituiscono registri contenenti informazioni pertinenti relative agli acquirenti di gas fluorurati a effetto serra, compresi i seguenti dettagli: a) i numeri dei certificati degli acquirenti; b) le rispettive quantità di gas fluorurati a effetto serra acquistati

20 Libretti ed etichette: gli obblighi Nel libretto dell apparecchiatura occorrerà indicare se le quantità di gas immessi nel circuito sono stati riciclati o rigenerati e, nel caso, anche il nome e l'indirizzo dell impianto di trattamento. Dal 1 gennaio 2017 le etichette sulle macchine contenenti f-gas dovranno riportare il GWP e la quantità di tali gas, sempre espressa in peso equivalente in CO2.

21 I vincoli alla vendita di f-gas Gli FGAS possono essere venduti e acquistati solo dalle imprese certificate Le singole persone fisiche che svolgono la sola attività di trasporto non necessitano di essere certificate.

22 I vincoli alla vendita di f-gas Tutti i prodotti classificati non ermeticamente sigillato potranno essere venduti all'utente finale solo quando è dimostrabile che l installazione sarà eseguita da un'impresa certificata. Dal 1 gennaio 2017 gli apparecchi di refrigerazione, condizionamento e pompe di calore precaricati con HFC non potranno più essere immessi sul mercato, a meno che non sia documentato e dichiarato che tali contenuti rientrano tra le quote annue consentite all immissione sul mercato.

23 I vincoli alla vendita di f-gas E vietata l'immissione in commercio dei gas fluorurati a effetto serra e dei gas elencati all'allegato II, a meno che i produttori e gli importatori non dimostrino, al momento di tale immissione, che il trifluorometano risultante come sottoprodotto nel corso del processo di produzione, incluso durante la fabbricazione delle materie prime per la loro produzione, sia stato distrutto o recuperato per un uso successivo conformemente alle migliori tecniche disponibili.

24 Recupero Gli operatori di apparecchiature fisse o di unita di refrigerazione di autocarri e rimorchi frigorifero contenenti gas fluorurati a effetto serra non contenuti in schiume, assicurano che il recupero di tali gas sia svolto da persone fisiche certificate in modo che i suddetti gas siano riciclati, rigenerati o distrutti.

25 Recupero L obbligo si applica agli operatori delle seguenti apparecchiature: a) circuiti di raffreddamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d'aria fisso e di pompe di calore fisse; b) circuiti di raffreddamento di unita di refrigerazione di autocarri e rimorchi frigorifero; c) apparecchiature fisse contenenti solventi a base di gas fluorurati a effetto serra; d) apparecchiature fisse di protezione antincendio; e) commutatori elettrici fissi.

26 Sistema di certificazione: estensione dell obbligo alle persone che svolgono le attività di installazione, manutenzione, riparazione e disattivazione delle unità refrigerate dei rimorchi e camion refrigerati, dei commutatori elettrici contenenti SF6; alle persone che svolgono le attività di controllo delle perdite e di recupero di F-gas dalle unità refrigerate dei rimorchi e camion refrigerati.

27 Formazione e certificazione Gli Stati membri assicurano la disponibilità di corsi di formazione per le persone fisiche incaricate di svolgere attività di 1. installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o smantellamento delle a) apparecchiature fisse di refrigerazione; b) apparecchiature fisse di condizionamento d'aria; c) pompe di calore fisse; d) apparecchiature fisse di protezione antincendio; e) celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero; f) commutatori elettrici;

28 Formazione e certificazione 2. recupero di gas fluorurati a effetto serra 3. controlli delle perdite nelle a) apparecchiature fisse di refrigerazione; b) apparecchiature fisse di condizionamento d'aria; c) pompe di calore fisse; d) apparecchiature fisse di protezione antincendio; e) celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero

29 Formazione e certificazione I programmi di certificazione e i corsi di formazione di cui ai paragrafi 1 e 2 prevedono le seguenti materie: regolamentazione e norme tecniche applicabili; prevenzione delle emissioni; recupero dei gas fluorurati a effetto serra; manipolazione sicura delle apparecchiature del tipo e delle dimensioni contemplati nel certificato; informazioni sulle pertinenti tecnologie che consentono di sostituire i gas fluorurati a effetto serra o di ridurne l'uso e di manipolare questi gas in condizioni di sicurezza.

30 Formazione e certificazione DIRETTIVA 2009/28/CE Uso dell energia da fonti rinnovabili Art. 14, Comma 3 (Informazione e formazione) «Gli Stati membri assicurano che entro il 31 dicembre 2013 sistemi di certificazione o sistemi equivalenti di qualificazione siano messi a disposizione degli installatori» NUOVO REGOLAMENTO CE sui gas fluorurati Art. 10, comma 1 (Formazione e certificazione) «Gli stati membri assicurano la disponibilità di corsi di formazione per le persone fisiche incaricate di svolgere i seguenti compiti..»

OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra.

OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra. OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra. Pertanto il regolamento stabilisce: a) disposizioni in tema di contenimento, uso,recupero

Dettagli

Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere

Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere Fatti salienti:.dopo circa 1 anno di vigore del DPR 43/2012 questi sono i dati in nostro possesso CERTIFICAZIONE DELLE PERSONE REGOLAMENTO 303/2008 AMBITO TERRITORIALE NUMERO CERTIFICATI PROVVISORI NUMERO

Dettagli

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche. - Datore di lavoro - Responsabile Ambiente e/o Sicurezza ADEMPIMENTI AMBIENTE

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche. - Datore di lavoro - Responsabile Ambiente e/o Sicurezza ADEMPIMENTI AMBIENTE Consulenza e Formazione per ambiente, igiene e sicurezza sul lavoro certificata UNI EN ISO 9001:2008 n 5545/01/S Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche Incarico Responsabile del Servizio

Dettagli

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015 Pagina 1 di 7 18.11.2015 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE del 17 novembre 2015 che stabilisce, a norma del regolamento (UE)

Dettagli

I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Lo scopo del presente documento è quello di analizzare, con riferimento alla legislazione vigente, quali informazioni

Dettagli

Ambito di applicazione

Ambito di applicazione DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 GENNAIO 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. 1. QUALIFICA DEL PERSONALE E DELLE

Dettagli

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto L obiettivo del presente regolamento è quello di proteggere l ambiente

Dettagli

Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC

Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC Scheda A - 1 Numero di riferimento dell'impianto Registro dell Impianto e delle Apparecchiature In base ai Regolamenti: CE 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra UE 517/2014 sui gas fluorurati

Dettagli

Introduzione al corso. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008

Introduzione al corso. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008 Introduzione al corso Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008 Una prima domanda PERCHE SERVE L ABILITAZIONE da FRIGORISTA? 23/04/2013 2 Da dove arriva l obbligo di abilitazione

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 20.5.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 150/195 REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento

Dettagli

del 16 aprile 2014 (Testo rilevante ai fini del SEE) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA,

del 16 aprile 2014 (Testo rilevante ai fini del SEE) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006 (Testo rilevante ai fini del SEE)

Dettagli

DEL D.P.R ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE:

DEL D.P.R ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE: DEL D.P.R. 43-2012 ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE: iscriversi al Registro Nazionale delle persone e delle imprese certificate entro il 12 aprile 2013 e contestualmente richiederee alla Camera di Commercio

Dettagli

Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CONFEDERATE LORO SEDI

Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CONFEDERATE LORO SEDI Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM DIREZIONE RELAZIONI SINDACALI SETTORE AMBIENTE E SICUREZZA Emanazione del Regolamento UE n. 517/2014 sui gas fluorurati ad effetto serra È stato recentemente pubblicato

Dettagli

INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA. Milano, 02/09/2016

INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA. Milano, 02/09/2016 INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA Milano, 02/09/2016 F-Gas: scenari futuri Ing. Carmelo Paterniti Martello RC Group S.p.A. ENERGIA SICURA, SOSTENIBILE E COMPETITIVA PER L EUROPA Questa è la richiesta

Dettagli

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. D.Lgs. 5 marzo 2013, n. 26. Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. (G.U. 28 marzo 2013, n. 74) IL

Dettagli

***I POSIZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

***I POSIZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO PARLAMENTO EUROPEO 2009 2014 (1) Documento legislativo consolidato 12.3.2014 EP-PE_TC1-COD(2012)0305 ***I POSIZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO definita in prima lettura il 12 marzo 2014 in vista dell'adozione

Dettagli

REGISTRO APPARECCHIATURA

REGISTRO APPARECCHIATURA Geos Brescia Cella 1 S.N. 4852015 REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGOLAMENTO (CE) n. 842/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL 16 APRILE Milano, 10 novembre 2014

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL 16 APRILE Milano, 10 novembre 2014 Rivoira Refrigerants S.r.l. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Rivoira S.p.A. Cap. Soc. 5.319.000 i.v. R.I. di Milano / Cod. Fisc./P.IVA 08418360965 Rea di Milano n. 2024606

Dettagli

Gas fluorurati ad effetto serra

Gas fluorurati ad effetto serra ARTICOLO DI PUNTOSICURO Anno 18 - numero 3785 di venerdì 20 maggio 2016 Gas fluorurati ad effetto serra Adempimenti per gli operatori ai sensi del Regolamento UE n. 517/2014. A cura di A. Arosio. Pubblicità

Dettagli

Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE

Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N.517 ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE Schema di decreto legislativo recante sanzioni per la violazione delle disposizioni

Dettagli

NOTE TECNICHE DI SETTORE

NOTE TECNICHE DI SETTORE NOTE TECNICHE DI SETTORE ESTRATTO D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 (Decreto Sviluppo) Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. G.U. n. 93

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE L 92/28 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 3.4.2008 REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE del 2 aprile 2008 che stabilisce, in conformità al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 301/22 18.11.2015 REGOLAMENO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2066 DELLA COMMISSIONE del 17 novembre 2015 che stabilisce, a norma del regolamento (UE) n. 517/2014 del arlamento europeo e del Consiglio, i requisiti

Dettagli

PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni

PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni Il provvedimento si pone l obiettivo di sanzionare la violazione delle disposizioni previste dal Regolamento CE 842/2006, attualmente

Dettagli

R E L A Z I O N E. Il Regolamento è integrato da 10 regolamenti della Commissione europea (atti di esecuzione) 1.

R E L A Z I O N E. Il Regolamento è integrato da 10 regolamenti della Commissione europea (atti di esecuzione) 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N. 842/2006 SU TALUNI GAS FLUORESCENTI AD EFFETTO SERRA. R E L A Z I O N E Il regolamento (CE) n.842/2006

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?)

LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?) Oggetto: Proposta di Revisione della bozza (N.018rev5) del Libretto di REGISTRO DELL APPARECCHIATURA 1 LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?) OBBLIGATORIO PER LE APPARECCHIATURE DI CLIMATIZZAZIONE AD ALIMENTAZIONE

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale I gas fluorurati ad effetto serra Nuove disposizioni e loro applicazione Torino, 2 ottobre 2012 1 Registro Telematico E' istituito, presso il Ministero dell'ambiente

Dettagli

NOTE TECNICHE DI SETTORE

NOTE TECNICHE DI SETTORE NOTE TECNICHE DI SETTORE ESTRATTO D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. G.U. n. 93 del 20/04/2012 testo

Dettagli

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/22 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2066 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/22 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2066 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015 L_2015301I.01002201.xml http://eur-lex.europa.eu/legal-content/i/x/hml/?uri=celex:32015r2066&fro... agina 1 di 5 18.11.2015 I Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/22 REGOLAMENO DI ESECUZIONE (UE)

Dettagli

GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Relatore: Alessandro Timossi

GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Relatore: Alessandro Timossi GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Pordenone il 07/10/2015 Relatore: Alessandro Timossi di Confindustria Padova ARGOMENTI TRATTATI Gli

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI L 146/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2016/879 DELLA COMMISSIONE del 2 giugno 2016 che stabilisce, ai sensi del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo

Dettagli

che stabilisce, a norma del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del

che stabilisce, a norma del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del CORSO + ESAMI DI CERTIFICAZIONE OPERATORE GAS FLUORURATI REG 303/2008 Gentilissimi, Il Parlamento ed il Consiglio europeo hanno adottato il regolamento CE n. 842/2006 (regolamento sugli Fgas), che stabilisce

Dettagli

Appendice normativa 197

Appendice normativa 197 Appendice normativa 197 DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA del 27 gennaio 2012 n. 43 attuativo del Regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas ad effetto serra. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 93 del

Dettagli

Prot. n. 365 /44A. ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione. Vigevano, 14 maggio 2012 LORO SEDI

Prot. n. 365 /44A. ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione. Vigevano, 14 maggio 2012 LORO SEDI Prot. n. 365 /44A Vigevano, 14 maggio 2012 ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione LORO SEDI Oggetto: pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.P.R. n. 43 del 27 gennaio 2012 in materia

Dettagli

DPR n 147 del 15 febbraio 2006

DPR n 147 del 15 febbraio 2006 DPR n 147 del 15 febbraio 2006 Regolamento concernente modalità per il controllo ed il recupero delle fughe di sostanze lesive della fascia di ozono stratosferico da apparecchiature di refrigerazione e

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale 1 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea si è impegnata a ridurre le proprie emissioni di gas ad effetto serra nel periodo

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 PR.PART. PRS/FGAS-303/2008 Rev. 0

Dettagli

COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE

COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE Libretto di impianto e Registro dell apparecchiatura per gli impianti di climatizzazione estiva e le pompe di calore elettriche per la climatizzazione estiva e invernale

Dettagli

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE IMPRESE OPERANTI EX REGOLAMENTI CE 303/2008 e 304/2008, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE IMPRESE OPERANTI EX REGOLAMENTI CE 303/2008 e 304/2008, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA Pag. 1 di 10 S P 4 4 PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA 0 07.12.2016 Revisione generale Presidente Comitato di Schema Amministratore Delegato 5 28.09.2016

Dettagli

Articolo 6 - Certificati di Accreditamento degli organismi di valutazione delle conformità

Articolo 6 - Certificati di Accreditamento degli organismi di valutazione delle conformità DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA del 27 gennaio 2012 n. 43 attuativo del Regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas ad effetto serra. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 93 del 20 aprile 2012 e in vigore

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA.

SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA. SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l'articolo 87, quinto comma,

Dettagli

F.A.Q. GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA

F.A.Q. GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA F.A.Q. GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA 1 Come si stabilisce se un impresa si deve iscrivere al Registro (e deve iscrivere i suoi lavoratori)? Se l impresa opera con i gas fluorurati serra è sempre tenuta

Dettagli

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/28 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2067 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/28 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2067 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015 Pagina 1 di 13 18.11.2015 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/28 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2067 DELLA COMMISSIONE del 17 novembre 2015 che stabilisce, in conformità al regolamento

Dettagli

Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006

Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006 Regolamento n. 517/2014 sui gas fluorurati effetto serra (F-gas), che abroga il regolamento n. 842/2006 AIB Area Regolamento n. 517/2014 pubblicato su GUCE L150 del 20 maggio 2014 entra in vigore il 20

Dettagli

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su.

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su. Termotecnica Pompe di Industriale Calore Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su www.verticale.net DPR 16 aprile 2013 n. 74 «Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di

Dettagli

Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati

Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati A cura del Gruppo di Lavoro Gas Fluorurati di Assogastecnici Edizione settembre 2012 ASSOGASTECNICI Associazione Nazionale Imprese gas tecnici, speciali

Dettagli

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DI ORGANISMI DI ATTESTAZIONE IN ACCORDO AL REGOLAMENTO CE 307/2008. Presidente Comitato di Schema

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DI ORGANISMI DI ATTESTAZIONE IN ACCORDO AL REGOLAMENTO CE 307/2008. Presidente Comitato di Schema sigla: PG52 Pag. 1 di 9 SP 45 PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DI ORGANISMI DI ATTESTAZIONE IN ACCORDO AL REGOLAMENTO CE 307/2008 0 07.12.2016 Revisione generale Presidente Comitato di Schema Amministratore

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 PR.PART. PRS/FGAS-304/2008 Rev. 0

Dettagli

Regolamento UE 517/2014 NUOVO REGOLAMENTO FGAS

Regolamento UE 517/2014 NUOVO REGOLAMENTO FGAS NUOVO REGOLAMENTO FGAS l gas fluorurati sono gas effetto serra e contribuiscono al riscaldamento globale. Nel 2005 l'emissione equivalente è stata di 90 Mt C02. Entro il 2030 si vuole arrivare a 35 Mt

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 301/28 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2067 DELLA COMMISSIONE del 17 novembre 2015 che stabilisce, in conformità al regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, i requisiti

Dettagli

Allegato Libretto d impianto

Allegato Libretto d impianto Allegato Libretto d impianto Avvertenze generali 1^ Installazione dell unità 1^ Messa in funzione 2^ Installazione dell unità 2^ Messa in funzione 3^ Installazione dell unità 3^ Messa in funzione Smaltimento

Dettagli

Registro Impianto climatizzazione - refrigerazione Il presente libretto è conforme al DPR n 147/2006 e DPR n 43/2012

Registro Impianto climatizzazione - refrigerazione Il presente libretto è conforme al DPR n 147/2006 e DPR n 43/2012 di Casarin Fiorenzo Azienda certificata F-GAS Rif. Reg. CE 303/2008 N certificato aziendale ICIM- ICIM-CFA-000583-00 N certificato personale F- GAS ICIM-CFP-000583-00 Registro Impianto climatizzazione

Dettagli

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO Vicenza 20 maggio 2015 Confindustria Vicenza Relatore Geom. Alessandro Timossi di Confindustria Padova ARGOMENTI TRATTATI

Dettagli

GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 )

GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 ) Applicazione: IREN ENERGIA S.p.A. IRIDE SERVIZI S.p.A. AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 ) RESPONSABILE

Dettagli

Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. D.P.R. 27-1-2012 n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. Pubblicato nella Gazz. Uff. 20 aprile 2012, n. 93. D.P.R. 27 gennaio 2012,

Dettagli

Newsletter Maggio 2012

Newsletter Maggio 2012 BYESSE IMPIANTI Newsletter Maggio 2012 22 Maggio 2013 Anno 2013, Numero 1 Contenuti: Nuove normative in merito agli impianti contenenti F-GAS Dichiarazione ISPRA 2012 Aggiornamenti Siti utili Byesse Impianti

Dettagli

Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti

Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Provincia di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici Oggetto: Informativa aggiornamento normativo impianti termici civili. Decreto

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA TERMOIDRAULICA BADIN DI BADIN CHRISTIAN DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede VIA

Dettagli

Incontri informativi. Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica

Incontri informativi. Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA Ufficio Impianti Termici Incontri informativi Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto

Dettagli

IDENTIFICAZIONE IMPIANTO

IDENTIFICAZIONE IMPIANTO LIBRETTO D IMPIANTO IDENTIFICAZIONE IMPIANTO Matricola... Descrizione... Il presente libretto è conforme al DPR n 147 del 15 febbraio 2006 Allegato I previsto dall art. 3 comma 2. Nel presente libretto

Dettagli

(testo completo clicca qui sotto www.associazioneatf.org/newsletter%20area/critericertificazionerac&hp.pdf )

(testo completo clicca qui sotto www.associazioneatf.org/newsletter%20area/critericertificazionerac&hp.pdf ) DEI TECNICI DEL FREDDO E REQUISITI MINIMI PER EFFETTUARE OPERAZIONI SUGLI IMPIANTI DI REFRIGERAZIONE E CONDIZIONAMENTO ESTRATTO REGOLAMENTAZIONE N 303 DEL 2 APRILE 2008 (testo completo clicca qui sotto

Dettagli

COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA

COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA Vicenza il 04/05/2016 C/o Confindustria Vicenza / Relatore: Davide Casaro di Confindustria Vicenza ARGOMENTI

Dettagli

IND-E) sistemi di azionamento efficienti (motori, inverter), automazione e interventi di rifasamento U = 5 anni T = 15 anni

IND-E) sistemi di azionamento efficienti (motori, inverter), automazione e interventi di rifasamento U = 5 anni T = 15 anni Scheda tecnica n. 9T Installazione di sistemi elettronici di regolazione di frequenza (inverter) in motori elettrici operanti su sistemi di pompaggio con potenza inferiore a 22 kw 1. ELEMENTI PRINCIPALI

Dettagli

***I PROGETTO DI RELAZIONE

***I PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare 2012/0305(COD) 1.3.2013 ***I PROGETTO DI RELAZIONE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo

Dettagli

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle funzioni in

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle funzioni in Oggetto: manutenzione straordinaria impianto di climatizzazione sede uffici Agenzia ARGEA Sardegna di Sassari. Affidamento diretto ex art. 125 D.Lgs. n. 163/2006 servizio di controllo perdite F-gas pompa

Dettagli

UNICO SMART MAI COSÌ POTENTE. La gamma Smart assicura potenze frigorifere fino a 2,7 kw, in grado diclimatizzare gli ambienti più grandi.

UNICO SMART MAI COSÌ POTENTE. La gamma Smart assicura potenze frigorifere fino a 2,7 kw, in grado diclimatizzare gli ambienti più grandi. SMART MAI COSÌ POTENTE La gamma Smart assicura potenze frigorifere fino a 2,7 kw, in grado diclimatizzare gli ambienti più grandi. Le versioni R con resistenza elettrica integrata si adattano ai climi

Dettagli

La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi)

La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi) La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi) Cosa dice la legge Il D.P.R. n. 43/2012 (entrato in vigore il 5 maggio 2012) ha recepito anche in Italia il Regolamento

Dettagli

Gas Fluorurati. contribuiscono al cd. «effetto serra»

Gas Fluorurati. contribuiscono al cd. «effetto serra» Samantha Sapienza Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e l Energia www.minambiente.it Gas Fluorurati impatto zero sullo

Dettagli

DPR 43/2012. Qualificare persone e imprese. Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

DPR 43/2012. Qualificare persone e imprese. Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. DPR 43/2012 Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. Qualificare persone e imprese Bergamo, 13 febbraio 2013 Urbano Strada Direttore Generale

Dettagli

ebook F-GAS MANUTENTORI Guida essenziale per INSTALLATORI Sponsor Sponsor

ebook F-GAS MANUTENTORI Guida essenziale per INSTALLATORI Sponsor Sponsor ebook F-GAS MANUTENTORI Guida essenziale per INSTALLATORI Sponsor Sponsor Indice Perche' una guida...3 F-gas, cosa sono?...6 Cosa cambia con il nuovo regolamento?...7 Quali le apparecchiature interessate?...9

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MILANO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MILANO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MILANO Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA C.S.T. CENTRO SERVIZI TERMICI DI CALZOLARI MAURIZIO DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede RHO

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Definizioni OZONO - REGOLAMENTO (CE) N. 1005/2009 del 16 settembre 2009 sulle sostanze che riducono lo strato di ozono (Testo rilevante ai fini del SEE) (Modificato dai Reg.ti UE n. 744/2010, n. 1087/2013 e n. 1088/2013)

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di SALERNO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di SALERNO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di SALERNO Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA IDROMAR DI MARINO FRANCESCO DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede VIA CANCELLI CAP 84070 Indirizzo

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43. Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas ß uorurati ad effetto serra.

Dettagli

Retrofit di una centrale di refrigerazione a media temperatura di sistema ibrido da R-404A/CO2 a Opteon XP40

Retrofit di una centrale di refrigerazione a media temperatura di sistema ibrido da R-404A/CO2 a Opteon XP40 Retrofit di una centrale di refrigerazione a media temperatura di sistema ibrido da R-404A/CO2 a Opteon XP40 Nell ambito di un progetto pilota, la società di refrigerazione CREA S.p.A. di Bellusco ha convertito,

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea

Dettagli

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA -

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA  - Questo documento è fornito da. Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.it Richiedi un preventivo gratuito Formazione

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea si

Dettagli

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1 Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1 Regolamento CE 303/2008 2aprile 2008 Si ricorda che deve essere certificato la persona fisica che svolge le seguenti attività: a)

Dettagli

F-GAS: Direttiva (EU) 517/2014 Etichettature Restrizioni alla vendita (installatori e utilizzatori) Tracciabilità Certificazioni Phase-down HFC Diviet

F-GAS: Direttiva (EU) 517/2014 Etichettature Restrizioni alla vendita (installatori e utilizzatori) Tracciabilità Certificazioni Phase-down HFC Diviet HFC-32 Refrigerant Gas F-GAS: Direttiva (EU) 517/2014 Etichettature Restrizioni alla vendita (installatori e utilizzatori) Tracciabilità Certificazioni Phase-down HFC Divieti produttivi F-GAS: HFC Phase

Dettagli

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE SCP FGAS304 DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE INFORMAZIONI SUL CANDIDATO

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE SCP FGAS304 DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE INFORMAZIONI SUL CANDIDATO DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE Personale che opera nel: a. controllo delle perdite delle applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra; b. recupero, anche per quanto riguarda

Dettagli

SETTORE ASSISTENZA TECNICA CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE

SETTORE ASSISTENZA TECNICA CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE SETTORE ASSISTENZA TECNICA CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE Assistenza tecnica condizionamento pag. 123 Controllo manutenzioni pulizie servizio specialistico 123 Settore assistenza tecnica condizionamento

Dettagli

30/10/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 29 ottobre Ottobre 2012 A cura di Davide Bonori

30/10/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 29 ottobre Ottobre 2012 A cura di Davide Bonori Progetto 20-20-20 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 29 ottobre 2012 Unione Installazioni

Dettagli

Fluidi Frigorigeni Normativa. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006

Fluidi Frigorigeni Normativa. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Fluidi Frigorigeni Normativa Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Fluidi Frigogeni Normativa Riferimenti nazionali ed internazionali Protocollo di Montreal (ozono)e Protocollo di Kyoto (gas

Dettagli

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, L 170/10 DIRETTIVA 2003/66/CE DELLA COMMISSIONE del 3 luglio 2003 che modifica la direttiva 94/2/CE che stabilisce modalità d'applicazione della direttiva 92/75/CEE del Consiglio per quanto riguarda l'etichettatura

Dettagli

Tecnico installazione e riparazione impianti di refrigerazione

Tecnico installazione e riparazione impianti di refrigerazione identificativo scheda: 10001 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Figura che si occupa del montaggio, della riparazione, dell'assistenza e della manutenzione degli impianti di refrigerazione e

Dettagli

Come riconoscere le nuove bombole ricaricabili omologate T-PED dalle vecchie bombolette usa e getta modificate

Come riconoscere le nuove bombole ricaricabili omologate T-PED dalle vecchie bombolette usa e getta modificate 2b Come riconoscere le nuove bombole ricaricabili omologate T-PED dalle vecchie bombolette usa e getta modificate Dir. 2006/842/CE: dal 4 luglio 2007 è VIETATA l immissione in commercio di contenitori

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED)

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Allegato III - MODULO F Conformità al tipo basata sulla verifica delle attrezzature

Dettagli

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici Febbraio 2016 1. Con che periodicità si devono effettuare i controlli di manutenzione sugli impianti termici? L art. 7 del DPR 16/04/2013 n. 74 ha disposto che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Installazione e manutenzione

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLE ATTIVITA DI CUI AI

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLE ATTIVITA DI CUI AI REGOLAMENO ECNICO PER LA CERIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDEO ALLE AIVIA DI CUI AI Regolamenti (CE) n. 303/2008, n. 304/2008, n. 305/2008 e n. 306/2008 (installazione di apparecchiature fisse contenenti taluni

Dettagli

1. Le disposizioni del presente regolamento si applicano alle pile e agli accumulatori seguenti:

1. Le disposizioni del presente regolamento si applicano alle pile e agli accumulatori seguenti: DECRETO MINISTERIALE 3 LUGLIO 2003, N. 194 del Ministro delle attività produttive di concerto con il Ministro dell ambiente e della tutela del territorio e il ministro della salute REGOLAMENTO CONCERNENTE

Dettagli

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE SCP FGAS305 DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE INFORMAZIONI SUL CANDIDATO

SCHEDA CERTIFICAZIONE FIGURA PROFESSIONALE SCP FGAS305 DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE INFORMAZIONI SUL CANDIDATO DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE Personale che opera nel recupero di taluni gas fluorurati ad effetto serra dai commutatori ad alta tensione (dispositivi di commutazione e apparecchiature di controllo,

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI

PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA Ufficio Impianti Termici Nota informativa: Scadenza adempimenti di cui all art. 284 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152

Dettagli

L esame dovrà essere fatto entro 24 mesi dalla data di rilascio di attestazione del corso.

L esame dovrà essere fatto entro 24 mesi dalla data di rilascio di attestazione del corso. DESCRIZIONE FIGURA ROFESSIONALE ersonale che opera nel: controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3kg di gas fluorurati ad effetto serra e di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas

Dettagli

FAQ efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva (Libretto di impianto climatizzazione)

FAQ efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva (Libretto di impianto climatizzazione) FAQ efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva (Libretto di impianto climatizzazione) http://www.sviluppoeconomico.gov.it Home» Energia» Efficienza energetica» Modelli

Dettagli

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI NEGLI IMPIANTI SPORTIVI

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI NEGLI IMPIANTI SPORTIVI RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI NEGLI IMPIANTI SPORTIVI POLITICHE DI INCENTIVAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO ED ALL UTILIZZO DELLE ENERGIE RINNOVABILI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI: AMBITO NORMATIVO ED ITER

Dettagli