Abitudini di spostamento e giudizio sugli orari della città Survey sui cittadini del Comune di Ferrara

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abitudini di spostamento e giudizio sugli orari della città Survey sui cittadini del Comune di Ferrara"

Transcript

1 Abitudini di spostamento e giudizio sugli orari della città Survey sui cittadini del Comune di Ferrara REPORT DI RICERCA Gennaio

2 1. FINALITÀ E OBIETTIVI DELLA RICERCA L obiettivo della ricerca è quello di analizzare il giudizio sugli orari della città di Ferrara da parte dei cittadini residenti. Più nello specifico la ricerca si concentra su diversi aspetti riguardanti prevalentemente l analisi delle abitudini di spostamento dei cittadini e del giudizio sugli orari dei servizi, comunali e non, della città. Al fine di cogliere questi aspetti il questionario utilizzato per la rilevazione è strutturato in 5 parti riguardanti diverse tematiche: Sezione A: abitudini di spostamento quotidiana sistematiche infrasettimanali; Sezione B: giudizio sugli orari della città; Sezione C: giudizio sui servizi di trasporto pubblico urbano; Sezione D: utilizzo di internet per la ricerca di informazioni o per pratiche; Sezione E: variabili socio-demografiche. Nella prima parte del questionario si cerca di descrivere gli spostamenti infrasettimanali compiuti dai residenti a Ferrara negli orari di punta : le fasce orarie analizzate sono quelle comprese tra le 7:30 e le 9:00, tra le 12:00 e le 13:30, tra le 16:00 e le 19:00. Al fine di cogliere le caratteristiche di questi spostamenti è stato chiesto ai rispondenti di descrivere nel dettaglio lo spostamento compiuto, indicando anche mezzo di trasporto utilizzato, orario di inizio e di fine spostamento. La seconda sezione del questionario si concentra sulla soddisfazione degli orari dei servizi di Ferrara. In primo luogo si cerca di capire quanti soggetti abbiano usufruito di un servizio comunale nell ultimo anno. Successivamente si analizza il grado di soddisfazione degli orari di apertura dei servizi utilizzati; inoltre il rispondente viene sollecitato a proporre eventuali suggerimenti per migliorare l orario di apertura dei servizi comunali. Vengono poi proposte alcune soluzioni per migliorare l accessibilità dei cittadini ai servizi per le quali i rispondenti sono chiamati ad esprimere un proprio giudizio. Infine si cerca di capire quali altri servizi sono stato utilizzati dai cittadini nell ultimo mese (banca, esercizi commerciali, AULS, ospedale, medico di base/pediatra di libera scelta, ufficio postale) e il livello di soddisfazione per gli orari di apertura. Per ciascun servizio della città, viene poi chiesto al rispondente di suggerire eventuali soluzioni per migliorare gli orari di apertura di questi servizi. Nella terza parte del questionario viene analizzato il servizio di trasporto pubblico urbano alla luce delle recenti modifiche sui tragitti e sugli orari degli autobus. 2

3 Nella parte finale del questionario si cerca di capire quanti cittadini conoscano il sito del Comune di Ferrara, quanti lo utilizzino e le eventuali problematiche riscontrate nell utilizzo del sito. L ultima sezione del questionario è dedicata alla raccolta di alcune caratteristiche sociodemografiche dei rispondenti utili ad individuare alcune relazioni tra comportamenti assunti e caratteristiche dei soggetti. La rilevazione si è svolta in un arco temporale di 3 settimane di ottobre 2006 e ha interessato complessivamente un campione di 413 persone scelti in maniera proporzionale alla popolazione globale del Comune di Ferrara relativamente alle variabili sesso e fascia di età. Tre rilevatrici si sono recate, in orari e giorni diversi, presso alcune strutture pubbliche di Ferrara. Le rilevatrici hanno quindi fermato e intervistato un totale di 413 perone rispettando la proporzione per sesso ed età della popolazione residente a Ferrara. La tabella sottostante riporta il numero di soggetti che sono stati intervistati. Campione rilevato Maschi Femmine Totale Persone in età anni Persone in età anni Persone in età anni Persone in età anni Totale

4 2. ANALISI DEI DATI RACCOLTI 2.1 L uso dei servizi comunali nell ultimo anno Data la collocazione della ricerca all interno del più ampio progetto di definizione delle linee guida per la redazione del Piano Territoriale degli Orari del Comune di Ferrara, uno dei principali obiettivi della ricerca è stato quello di analizzare il giudizio sugli orari dei servizi della città. In primo luogo è stato chiesto ai rispondenti se, nell ultimo anno, hanno fatto uso di uno dei servizi comunali, quali anagrafe, ufficio tributi, informacittà,. Il 60% dei cittadini intervistati (252 soggetti) afferma di aver utilizzato almeno uno di questi servizi nel corso dell ultimo anno. Vi è una percentuale non trascurabile, il 40%, di soggetti che invece non ne ha usufruito. Nell'ultimo anno ha fatto uso di qualche servizio comunale? no % sì % Analizzando più nello specifico questo aspetto è emersa l esistenza di una relazione significativa tra l utilizzo di servizi comunali e la circoscrizione di residenza. Dal grafico sottostante è facile osservare come esistano delle forti differenze nella propensione all utilizzo dei servizi comunali all interno delle diverse circoscrizioni. Oltre il 70% degli intervistati residenti nella Circoscrizione Zona Sud afferma di non aver utilizzato alcun servizio comunale nell arco dell ultimo anno. Al contrario, nelle Circoscrizioni Zone Nord- Ovest, Centro Cittadino, Via Bologna, Zona Est e Zona Nord-Est, si registra una percentuale di utilizzatori di servizi comunali superiore al 60%. Possiamo supporre che 4

5 queste differenze nella propensione all utilizzo di servizi comunali possano in parte dipendere dall ubicazione dei servizi rispetto alle zona di residenza dei cittadini. Utilizzo dei servizi comunali rispetto alla circoscrizione di residenza 100,0 90,0 80,0 70,0 64,2 69,5 69,8 62,5 73,3 70,4 60,0 50,0 52,8 47,2 46,4 53,6 40,0 30,0 35,8 30,5 30,2 37,5 26,7 29,6 20,0 10,0 0,0 zona est giardino arianuova doro via bologna zona nord centro cittadino zona nord-est zona sud zona nordovest ha utilizzato uno dei servizi comunali non ha utilizzato uno dei servizi comunali Sarebbe interessante capire come risolvono le proprie necessità di recarsi negli uffici comunali, simili a quelle dei propri concittadini, i residenti nella circoscrizione sud. Per contestualizzare l informazione contenuta nel grafico precedente è necessario anche definire la numerosità della popolazione del campione nelle diverse circoscrizioni, dato contenuto nella tabella sottostante: Circoscrizione di residenza n. Valori % zona est 67 18% giardino arianuova doro 53 14% via bologna 82 22% zona nord 28 8% centro cittadino 63 17% zona nord-est 16 4% zona sud 30 8% zona nord-ovest 27 7% TOTALE RISPOSTE 366 Non risponde 47 5

6 Sono emerse inoltre differenze significative tra l utilizzo o meno di servizi comunali in relazione all età del rispondente. Infatti nella fascia più elevata di età aumenta notevolmente la percentuale di coloro che affermano di non essersi recati in nessun servizio comunale: quasi il 60% delle persone anziane infatti sostiene di non aver utilizzato alcun servizio. Tale risultato non stupisce: con l aumento dell età spesso aumentano anche le difficoltà negli spostamenti e quindi gli anziani tendono a delegare ai familiari le proprie commissioni. Inoltre alcuni servizi comunali sono specifici per alcuni target di popolazione più giovane come, ad esempio, l informagiovani. Utilizzo dei servizi comunali rispetto all'età dei rispondenti anni 42,6 57, anni 29,3 70, anni 38,7 61, anni 34,0 66,0 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 ha utilizzato uno dei servizi comunali non ha utilizzato uno dei servizi comunali Un altra relazione che risulta statisticamente significativa e che quindi segnala diverse tendenze comportamentali riguarda l utilizzo di servizi comunali è il titolo di studio del rispondente. In linea generale possiamo ritenere questa variabile una proxy dell età del rispondente: come è noto infatti la percentuale di anziani che hanno conseguito la laurea è relativamente ridotta, mentre la percentuale di coloro che non hanno conseguito alcun titolo di studio è più sostanziosa. In generale si osserva che i soggetti con titolo di studio elevato (scuola media superiore e laurea) tendono ad usufruire maggiormente dei servizi che il comune offre. Tale fenomeno può essere spiegato, in parte, come detto prima, dalla relativa giovane età dei questi soggetti e in parte anche dalla professione svolta. 6

7 La porzione di coloro che hanno utilizzato i servizi comunali nell ultimo anno e che non hanno conseguito alcun titolo scolastico è irrisoria (2 soggetti), al fine di ottenere risultati affidabili questi soggetti sono stati esclusi dall analisi. Utilizzo dei servizi comunali rispetto al titolo di studio dei rispondenti 100,0 90,0 80,0 70,0 60,0 62,2 61,4 56,3 67,1 68,5 50,0 40,0 37,8 38,6 43,8 32,9 31,5 30,0 20,0 10,0 0,0 licenza elementare licenza media inferiore diploma professionale diploma scuola media superiore laurea ha utilizzato uno dei servizi comunali non ha utilizzato uno dei servizi comunali 2.2 La soddisfazione degli utilizzatori dei servizi comunali rispetto all orario Alle persone che avevano affermato di aver utilizzato almeno un ufficio comunale nell ultimo anno il questionario proseguiva andando a sondare quale o quali uffici avevano utilizzato e il loro grado di soddisfazione per gli orari di apertura. Lo schema sottostante riporta la progressione delle domande per questo tipo di analisi. 7

8 Struttura della sezione Per ogni servizio Utilizzo NO Passa altra sezione Sì Livello di soddisfazione relativamente agli orari Suggerimenti Analizzando la tipologia di servizi comunali utilizzati si riscontrano delle notevoli differenze. I servizi più usati sono l ufficio anagrafe e le circoscrizioni; mentre i servizi meno usati riguardano alcuni settori particolari e sono lo sportello unico per l impresa e lo sportello unico per l edilizia. Percentuali di utilizzo dei servizi comunali Ufficio anagrafe 80,2 Circoscrizioni 67,5 Vigili urbani Ufficio tributi Biblioteche 27,0 31,3 31,0 Servizi sociali URP-Informacittà Informagiovani Uffici scolastici (non le scuole) 19,0 18,7 17,5 16,7 Informa famiglie & bambini 9,9 Sportello unico per l impresa Sportello unico per l edilizia 6,3 6,0 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 8

9 A coloro che hanno utilizzato almeno un servizio comunale è stato poi chiesto di esprimere un giudizio di soddisfazione sugli orari di apertura dei servizi utilizzati. Il giudizio espresso è stato riportato in una scala da 0 a 1, dove 0 è la modalità per niente soddisfatto e 1 è la modalità totalmente soddisfatto. Nel grafico che segue è facile osservare come la medie di tutti i giudizi si aggiri attorno al valore centrale della scala adottata per la misura della soddisfazione degli orari (0,5). Non si può quindi affermare che si registri nella popolazione un livello di soddisfazione entusiastico. I servizi che hanno orari meno soddisfacenti sembrano essere lo sportello unico per l edilizia e i vigili urbani. Il servizio dei vigili urbani è un servizio aperto con un orario molto esteso e quindi desta stupore constatare che è uno dei servizi con un minor livello di soddisfazione per gli orari di apertura. Tale anomalia potrebbe essere spiegata dal fatto che, nel caso particolare, i rispondenti abbiano pensato, nel dare le risposte, non all orario di apertura ma bensì al servizio offerto dai vigili urbani oppure che non sono a conoscenza degli orari specifici. Soddisfazione sugli orari di apertura dei servizi comunali media totale URP-Informacittà Biblioteche Informagiovani Informa famiglie & bambini Ufficio anagrafe Servizi sociali Uffici scolastici (non le scuole) Circoscrizioni Ufficio tributi Sportello unico per l impresa Vigili urbani Sportello unico per l edilizia 0,22 0,52 0,60 0,59 0,57 0,55 0,55 0,54 0,52 0,52 0,50 0,44 0,69 0,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 0=per nulla soddisfatto, 1=totalemente soddisfatto Il servizio comunale che invece registra un maggior livello di soddisfazione per gli orari di apertura è l informacittà. Va comunque notato che non si raggiungono mai livelli elevati di soddisfazione per gli orari di apertura, il valore massimo raggiunto è di circa 0,7 che è lontano dal massimo ottenibile, cioè 1. La piena soddisfazione per gli orari di apertura 9

10 dei servizi comunali risulta quindi non essere raggiunto e questo lascia intuire l esistenza di margini di miglioramento nell orario dei servizi offerti. Mettendo in relazione la frequenza di utilizzo dei servizi e il livello di soddisfazione per gli orari degli stessi è possibile individuare con maggiore accuratezza le situazioni di maggiore criticità. Se infatti un servizio viene utilizzato da molti soggetti ed ha un basso livello di gradimento per gli orari, siamo in presenza di un servizio che richiede un intervento prioritario volto al miglioramento degli orari di accessibilità al pubblico. Viceversa se un servizio registra un alta percentuale di utenti ad un alto livello di soddisfazione per gli orari vigenti, siamo in presenza di un servizio che riesce a soddisfare un gran numero di utenti. Dal grafico di dispersione sottostante si osserva come i servizi che godono di un maggiore utilizzo e di un elevata soddisfazione per gli orari sono l ufficio anagrafe e le circoscrizioni. Viceversa il servizio meno utilizzato e meno gratificante dal punto di vista degli orari è lo sportello unico per l edilizia. Diagramma di dispersione che mette in relazione la frequenza di utilizzo e la soddisfazione sugli orari di apertura dei servizi comunali 100,0% 90,0% 80,0% ufficio anagrafe 70,0% circoscrizioni 60,0% 50,0% 40,0% vigili urbani ufficio tributi 30,0% biblioteche servizi sociali 20,0% URP-informacittà uffici scolastici infromagiovani 10,0% sportello unico edilizia infroma famiglie&bambini sportello unico impresa 0,0% 0,0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5 0,6 0,7 0,8 0,9 1,0 Al fine di perfezionare l analisi di questo aspetto sono state calcolate la media totale dei gradimenti (0,52) e la frequenza media totale (27,6%). Tali valori sono utili per individuare i servizi che si pongono al di sopra o al di sotto di queste quantità. Il grafico sottostante riporta i servizi secondo uno schema esemplificativo utile ad individuare le situazioni problematiche e quelle di pregio. L unico servizio che sembra avere delle criticità 10

11 importanti per quanto riguarda l accessibilità in termini di orari è quello dei vigili urbani; va comunque sottolineato che la frequenza a questo servizio è di poco superiore alla media. Inoltre, come detto in precedenza, si ha l impressione che riguardo al servizio dei vigili urbani i rispondenti abbiano giudicato più il contenuto del servizio che il suo orario di apertura. Possiamo quindi concludere affermando che non sembrano essere presenti particolari situazioni critiche sugli orari dei servizi comunali. Certamente alcuni di questi servizi lasciano ampio margine di miglioramento dell accessibilità da parte dei cittadini. Incrocio tra frequenza e soddisfazione dei servizi. FREQUENZA Vigili urbani Ufficio tributi Sportello unico per l impresa Biblioteche Sportello unico per l edilizia Servizio anagrafe Circoscrizioni Uffici scolastici Informagiovani Servizi sociali URP-Infromacittà Informa famiglie&bambini SODDISFAZIONE Questa mappa che incrocia frequenza con soddisfazione e che fa emergere le aree critiche e quelle soddisfacenti si differenzia se si considera il sesso dei rispondenti come si evidenzia dalle due tabelle che seguono. Per i maschi diventa critico, ovvero con relativamente alta frequenza e bassa soddisfazione, anche l ufficio tributi e per le donne entrano in area rossa anche le circoscrizioni che invece vengono promosse dai maschi. Sarebbe interessante riuscire a capire il perché di questa differenza visto che frequenza non si differenzia ma il gradimento degli orari sì. Maschi FREQUENZA Vigili urbani Ufficio tributi Ufficio anagrafe Circoscrizioni 11

12 Sportello unico per l impresa Sportello unico per l edilizia Servizi sociali Uffici scolastici Informagiovani Biblioteche URP-Informacittà Informa famiglie&bambini SODDISFAZIONE Femmine FREQUENZA Circoscrizioni Vigili urbani Ufficio tributi Uffici scolastici Sportello unico per l edilizia Ufficio anagrafe Biblioteche Sportello unico per l edilizia Informagiovani Servizi sociali URP-Informacittà Informa famiglie&bambini SODDISFAZIONE Un altra differenza rilevabile è la maggior propensione all uso delle biblioteche da parte delle donne a cui viene associata una buona soddisfazione relativamente gli orari. Per avere una visione più accurata del fenomeno si è proceduto con il suddividere i giudizi espressi in 3 categorie (poco soddisfatto, abbastanza soddisfatto, molto soddisfatto), in questo modo è ancora più facile notare le differenze che intercorrono tra i diversi servizi comunali. Per quanto riguarda ad esempio lo sportello unico per l edilizia si osserva che oltre il 70% di coloro che hanno utilizzato il servizio ritengono poco soddisfacente l orario di apertura; si tratta di una percentuale molto elevata e che certamente porta a riflettere. Il servizio dello sportello unico per l edilizia è un servizio che viene utilizzato solo da una fascia particolare di cittadini che, con tutta probabilità, ne usufruiscono soprattutto all interno degli orari lavorativi o nella pausa pranzo. È quindi necessario tener presente delle esigenze di 12

13 questi soggetti al fine di pianificare orari di apertura del servizio consono alle esigenze di chi ne usufruisce. Al contrario oltre il 50% di coloro che hanno utilizzato l informacittà hanno espresso un livello di soddisfazione elevato per gli orari di apertura del servizio. Un altro dato interessante è che, sempre per quanto riguarda questo servizio, nessun cittadino si ritiene poco soddisfatto degli orari di apertura dell informacittà. Soddisfazione degli orari dei servizi comunali URP-Informacittà 46,8 53,2 Informa famiglie & bambini 8,0 60,0 32,0 Biblioteche 10,3 50,0 39,7 Uffici scolastici (non le scuole) 11,9 61,9 26,2 Sportello unico per l impresa 12,5 68,8 18,8 Informagiovani 13,6 43,2 43,2 Ufficio anagrafe 16,3 52,0 31,7 Servizi sociali 16,7 54,2 29,2 Circoscrizioni 17,1 57,1 25,9 Ufficio tributi 17,9 59,0 23,1 Vigili urbani 31,6 46,8 21,5 Sportello unico per l edilizia 73,3 20,0 6,7 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% poco soddisfatto abbastanza soddisfatto molto soddisfatto Risulta inoltre esserci una relazione significativa tra il livello di soddisfazione espresso sugli orari di apertura dei servizi comunali e il genere del rispondente: i cittadini maschi e femmine tendono quindi a fornire giudizi diversi. Ben differenti sono, ad esempio, i livelli di soddisfazione espressi da maschi e femmine per quanto concerne lo sportello unico per l edilizia: le donne hanno espresso un giudizio nettamente positivo rispetto a quello molto basso degli uomini. Tale andamento è in parte imputabile alla ridotta numerosità di donne che usufruiscono del servizio. Opposta è invece la situazione nei giudizi sugli uffici scolastici: le donne sembrano infatti essere più critiche sull orario di apertura di tale servizio, mentre gli uomini hanno espresso un livello di soddisfazione superiore a 0,60. Sorprende inoltre osservare che il numero di 13

14 maschi e femmine che accedono al servizio è pressoché lo stesso: le pratiche scolastiche quindi non sono prerogativa delle mamme ma vengono svolte anche dai papà. Soddisfazione sugli orari dei servizi comunali in relazione al genere dei rispondenti Informa famiglie & bambini Sportello unico per l edilizia URP-Informacittà Biblioteche Servizi sociali Informagiovani Sportello unico per l impresa Ufficio tributi Uffici scolastici (non le scuole) Vigili urbani Circoscrizioni Ufficio anagrafe 0,17 0,59 0,55 0,42 0,68 0,69 0,59 0,62 0,56 0,53 0,54 0,66 0,56 0,48 0,52 0,51 0,45 0,44 0,45 0,48 0,62 0,57 0,54 0,56 0,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 maschi femmine Non solo il livello di soddisfazione sugli orari di apertura dei servizi, ma anche la frequenza nell utilizzo di alcuni servizi, è in relazione con il genere del rispondente. Mentre per alcuni servizi non emergono differenze particolari nella frequenza all utilizzo da parte di maschi e femmine, come ad esempio l ufficio anagrafico, vi sono però servizi che registrano forti differenze di genere. Specifichiamo fin da subito che le uniche relazioni statisticamente significative tra frequenza dell utilizzo dei servizi e il genere riguardano i servizi: sportello unico per l impresa e sportello unico per l edilizia che risultano essere servizi prettamente maschili. Le differenze di genere che emergono negli altri servizi comunali sono reali, ma non raggiungono la significatività statistica. In particolare sono le donne che accedono con maggiore frequenza a servizi come: le biblioteche, i servizi sociali e l informagiovani. 14

15 Frequenza di utilizzo dei servizi comunali in relazione al genere dei rispondenti Informa famiglie & bambini Sportello unico per l edilizia URP-Informacittà Biblioteche Servizi sociali Informagiovani Sportello unico per l impresa Ufficio tributi Uffici scolastici (non le scuole) Vigili urbani Circoscrizioni Ufficio anagrafe 2,2 3,0 10,4 9,3 10,2 16,4 21,2 21,2 21,6 16,1 18,7 16,1 10,2 15,7 17,8 32,1 30,6 31,4 28,4 34,7 68,7 66,1 79,9 80,5 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 maschi femmine Come anticipato in precedenza alcuni servizi comunali sono destinati ad un particolare target di utenza e di conseguenza si può supporre che la tipologia di servizio comunale utilizzato sia in relazione con l età del rispondente. A tal proposito risultano statisticamente significative le relazioni tra la classe di età e i servizi: circoscrizioni, uffici scolastici, informagiovani, biblioteca, informafamiglie. Sono infatti i giovani ad accedere in misura maggiore alle biblioteche e all informagiovani; mentre sono le persone di età compresa tra i 30 e i 44 anni che si rivolgono in misura maggiore all informa famiglie e bambini. A questo servizio inoltre non accede alcuna persona anziana. Infine sono sempre i soggetti di età centrale ( dai 30 ai 54 anni) a rivolgersi in misura maggiore alle circoscrizioni. Mettendo in relazione il livello di gradimento degli orari dei servizi comunali e l età del rispondente sono emerse differenze significative solo per quanto riguarda l anagrafe e i servizi sociali. Per quanto riguarda il servizio di anagrafe infatti si osserva che sono i giovani e gli anziani ad esprimere un giudizio particolarmente positivo sugli orari di apertura; con tutta probabilità questi soggetti, essendo pensionati o non essendo ancora entrati nel mondo del lavoro, non hanno particolari problemi di orari e quindi non hanno difficoltà ad accedere al servizio negli orari vigenti. Sono invece le fasce centrali di età che accedono in misura maggiore al servizio sociale; si tratta infatti di persone adulte che spesso hanno a carico soggetti problematici, per lo più anziani. 15

16 2.3 Suggerimenti per il miglioramento dell accessibilità ai servizi comunali Dopo aver indagato l utilizzo e il livello di soddisfazione relativamente agli orari dei servizi comunali è stato chiesto, a coloro che hanno utilizzato almeno uno dei servizi nel corso dell ultimo anno, di proporre dei suggerimenti per migliorare l orario di apertura dei servizi comunali. Il grafico che segue sintetizza le risposte a questa domanda. Suggerimenti sugli orari di apertura dei servizi comunali - base = 252: utilizzatori di servizi - 50,0% 45,0% 45,6% 40,0% 35,0% 30,0% 25,0% 20,0% 15,0% 15,1% 16,7% 10,0% 5,0% 8,3% 5,2% 6,7% 1,2% 1,2% 0,0% nessuno aprire più presto la mattina aprire almeno un giorno orario continuato aprire tutti i giorni orario continuato tenere aperto anche il sabato avere un orario più lungo nelle ore pomeridiane più frequenza nell'apertura altro Il 45% sostiene di non avere alcun suggerimento per migliorare gli orari dei servizi del Comune di Ferrara. Si tratta di una percentuale elevata che conferma la tendenziale buona soddisfazione per gli orari vigenti. Mettendo in relazione il livello di soddisfazione e la percentuale di coloro che non suggeriscono alcun miglioramento agli orari dei servizi si nota infatti che all aumentare del livello di soddisfazione aumenta anche la percentuale di coloro che non esprime suggerimenti. Tra i suggerimenti quelli più gettonati sono il prolungamento dell orario pomeridiano e l apertura ad orario continuato in almeno un giorno della settimana. Si tratta evidentemente di soluzioni che andrebbero ad agevolare i lavoratori. Non risultano esserci differenze significative tra il tipo di suggerimento proposto e il genere del rispondente e la circoscrizione di residenza, mentre si osservano comportamenti diversi in relazione all età dei soggetti intervistati. Tra gli anziani infatti vi è una percentuale molto elevata di soggetti che non esprime alcuna proposta di miglioramento dei servizi. Il 16

17 comportamento di questa particolare categoria di persone può essere letto sotto due chiavi di lettura diverse: da un lato gli anziani non hanno particolari problemi di orario perché sono prevalentemente pensionati, dall altro lato questi soggetti possono avere una scarsa mobilità fisica e quindi tendono a delegare la maggior parte delle faccende ai familiari e quindi hanno una scarsa interesse per l argomento trattato. Suggerimenti sugli orari di apertura dei servizi comunali rispetto all'età degli intervistati anni 2,5 2,5 2,5 7,5 12,5 72, anni 4,8 2,9 2,9 6,7 18,3 14,4 50,0 altro avere un orario più lungo nelle ore pomeridiane tenere aperto anche il sabato anni anni 13,7 12,3 8,2 11,0 11,4 11,4 11,4 8,6 19,2 22,9 35,6 34,3 aprire tutti i giorni orario continuato aprire almeno un giorno orario continuato aprire più presto la mattina nessuno 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 I giovani invece sono quelli più propensi ad esprimere una loro opinione sul miglioramento degli orari vigenti e tra le soluzioni proposte preferiscono il prolungamento della fascia pomeridiana di apertura. La fascia di popolazione di età compresa tra i 20 e i 29 anni è infatti composta da studenti che solitamente sono impegnati durante la mattina e che quindi tendono ad utilizzare la fascia pomeridiana per usufruire dei servizi comunali. Infine la soluzione preferita dalle persone di età compresa tra i 30 e i 40 è l apertura con orario continuato in almeno un giorno alla settimana, questa soluzione quindi sembra favorire i lavoratori che spesso approfittano della pausa pranzo per sbrigare delle pratiche. In una fase successiva è stato chiesto a tutti i rispondenti, utilizzatori e non di servizi comunali, di esprimere il proprio parere relativamente all utilità di alcune proposte al fine di migliorare l accessibilità da parte dei cittadini ai servizi comunali. Le proposte che sono state sottoposte ai rispondenti sono: 17

18 Istituire la giornata del cittadino, ovvero una giornata in cui tutti i servizi comunali sono aperti al pubblico con orario continuato e apertura pomeridiana; Apertura degli uffici nella pausa pranzo; Istituzione di uno sportello unico al cittadino al quale rivolgersi per diverse pratiche; Potenziamento dei call-center di appoggio al cittadino per fissare appuntamenti e avviare alcune pratiche e potenziamento della possibilità di utilizzo di internet. Il grado di accordo a queste proposte viene sintetizzato nel grafico che segue. Grado di accordo con alcune proposte per migliorare l'accessibilità ai servizi potenziare call-center e internet 30,8 23,5 45,8 apertura nella pausa pranzo 24,9 27,6 47,5 sportello unico al cittadino 17,9 21,3 60,8 giornata del cittadino 10,2 33,7 56,2 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% poco d'accordo abbastanza d'accordo molto d'accordo È facile osservare come le proposte preferite dai rispondenti siamo lo sportello unico al cittadino e la giornata del cittadino. In corrispondenza di tali modalità si registra infatti una percentuale molto elevata di soggetti che ritengono questo proposte utili. La proposta che riscontra un minor consenso da parte degli intervistati è il potenziamento dei call-center e dell utilizzo di internet: in questo caso la percentuale di coloro che ritiene poco utile tale proposta supera il 30%. È immediato quindi supporre che la preferenza di queste alternative proposte sia collegata con l età del rispondente. Il grafico sottostante riporta la percentuale di coloro che si sono espressi molto d accordo con le proposte formulate. Come ipotizzato il potenziamento di internet e dei call-center è preferito dai giovani, mentre non lo è dagli anziani che hanno delle difficoltà ad utilizzare le nuove tecnologie. Inoltre gli anziani sono poco favorevoli all apertura degli uffici nella pausa pranzo perché, 18

19 come detto in precedenza, sono soggetti che non hanno particolari problemi di orari e questa soluzione risulta pressoché inutile in base alle proprie abitudini. Le persone con età superiore ai 30 anni preferiscono invece lo sportello unico al cittadini in quanto garantisce un accesso facilitato ai servizi comunali e comporta un risparmio considerevole di tempo. Non doversi spostare da un ufficio all altro infatti comporta un vantaggio notevole per chi ha poco tempo. Percentuale di coloro che si ritengono molto d'accordo con le iniziative proposte rispetto all'età del rispondente anni 18,1 30,9 47,9 52, anni 47,6 47,6 61,2 67, anni anni 47,2 52,8 50,9 58,8 58,0 58,8 60,4 65,5 potenziare call-center e internet sportello unico al cittadino apertura nella pausa pranzo giornata del cittadino 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 La preferenza per le proposte di miglioramento dell accessibilità dei cittadini ai servizi non registra differenze significative per genere, ma emergono opinioni differenti in relazione al titolo di studio. Anche in questo caso viene riportata la percentuale di soggetti che si è espressa in modo favorevole all iniziativa proposta. Specifichiamo fin da subito che l unica modalità che non risulta statisticamente relazionata con il titolo di studio dei rispondenti è la giornata del cittadino che infatti registra percentuali di gradimento abbastanza uniformi per ciascuna categoria di soggetti. Inoltre sono stati esclusi da questa analisi i soggetti non scolarizzati in quanto riguardavano una numero irrisorio di soggetti (2) e quindi fornivano risultati poco attendibili. A primo impatto si nota come le percentuali di gradimento per le diverse proposte siano nettamente inferiori tra coloro che hanno conseguito la licenza elementare rispetto a coloro che hanno conseguito un titolo di studio maggiore. I soggetti poco scolarizzati sono 19

20 quelli più pigri nel pensare a delle soluzioni per migliorare l accessibilità ai servizi comunali da parte dei cittadini. Va anche ribadito che questi soggetti sono anche quelli con un età maggiore e che tendono quindi a spostarsi poco o che comunque possono adattarsi maggiormente agli orari vigenti. Un dato interessante riguarda il potenziamento dei call-center e di internet che va a confermare quanto detto in precedenza: questa soluzione infatti riscontra maggiori consensi tra coloro che hanno conseguito un elevato titolo di studio, mentre è poco apprezzata da soggetti che hanno conseguito la licenza elementare. Percentuale di coloro che si ritengono molto d'accordo con le iniziative proposte rispetto al titolo di studio degli intervistati laurea 56,2 53,9 62,9 62,9 diploma scuola media superiore 50,3 53,8 56,6 65,9 diploma professionale 34,4 43,8 68,8 71,9 licenza media inferiore 40,0 47,1 54,3 61,4 licenza elementare 2,2 20,0 40,0 44,4 potenziare call-center e internet sportello unico al cittadino apertura nella pausa pranzo giornata del cittadino 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 20

21 2.4 Giudizio sugli orari di altri servizi della città Dopo aver analizzato i servizi comunali si è cercato di capire quali fossero gli altri servizi della città maggiormente utilizzati dai cittadini di Ferrara. La domanda fa riferimento al mese precedente l intervista. Percentuali di utilizzo di alcuni servizi presenti nel Comune di Ferrara Ospedale 39,2 Azienda ULS 62,5 Esercizi commerciali del centro città 67,1 Medico di base/pediatra di libera scelta 68,3 Banca 69,7 Posta 79, I servizi maggiormente usati risultano essere: la posta, la banca, il medico di base o pediatra di libera scelta. Quello meno utilizzato è invece l ospedale; precisiamo che per quanto riguarda la frequenza all ospedale si è inteso rilevare la porzione di soggetti che nel mese precedente l intervista si sono recati in questa struttura per compiere delle visite o degli esami. Sono quindi stati esclusi i soggetti che si sono recati al pronto soccorso e coloro che sono andati in ospedale per far visita ai malati. È stato inoltre chiesto ai cittadini che hanno utilizzato questi servizi di esprimere il loro grado di soddisfazione per gli orari di apertura, in una scala da 0 a 1. Per tutti i servizi è facile osservare come i giudizi medi superino ovunque il valore centrale della scala di rilevazione; inoltre i servizi che registrano un maggiore livello di soddisfazione per gli orari sono anche quelli più utilizzati, ovvero la posta e il medico di base/pediatra di libera scelta. 21

22 Soddisfazione sugli orari di apertura di alcuni servizi presenti nel territorio comunale totale 0,56 Posta 0,62 Medico di base/pediatra di libera scelta 0,59 Esercizi commerciali del centro città 0,56 Ospedale 0,55 Banca 0,54 Azienda ULS 0,52 0,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 0=per nulla soddisfatto, 1=totalemente soddisfatto C è comunque da notare, come nel caso dei servizi comunali, che la soddisfazione media dei rispondenti non raggiunge in nessun caso valori eccessivamente elevati, ci si colloca su un abbastanza soddisfatti ad indicare che esiste anche in questo caso un ampio margine di miglioramento. Combinando assieme le informazioni sulla frequenza nell utilizzo di questi servizi e il livello di soddisfazione per gli orari degli stessi è stato possibile calcolare il diagramma di dispersione. Il numero di servizi analizzati è contenuto, ma si può osservare come l unico servizio distaccato dalla nuvola di punti sia quello dell ospedale. 22

23 Grafico di dispersione che mette in relazione la frequenza di utilizzo e la soddisfazione sugli orari dei alcuni servizi presenti a Ferrara AULS banca posta medico/pediatra negozi ospedale ,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 Come fatto con i servizi comunali, anche in questo caso è stata calcolata la media dei giudizi di soddisfazione espressi (0,56) e la frequenza media dell utilizzo (64,3%). Ricordiamo quindi che il grafico sottostante raggruppa i servizi in 4 categorie in base al loro posizionamento rispetto agli indicatori medi calcolati. Va specificato che la banca si colloca nella zona rossa in quanto ha un livello di soddisfazione media degli orari di apertura di poco inferiore alla media generale. Non sta quindi a segnalare una forte criticità negli orari di apertura al pubblico. FREQUENZA Banca Azienda ULS Ospedale Esercizi commerciali Medico/pediatra Posta SODDISFAZIONE 23

24 Anche nel caso dei servizi non comunali è interessante avere una lettura di genere. Per questo si sono create due tabelle con gli stessi criteri descritti sopra per le donne e per gli uomini. Maschi FREQUENZA Banca Negozi AULS Ospedale Posta Medico di base/pediatra di libera scelta SODDISFAZIONE Vediamo che se si considerano i soli maschi non ci sono servizi in zona rossa e l unico servizio ad alta frequenza è la posta. Femmine Negozi Posta Medico di base/pediatra di libera scelta FREQUENZA Banca AULS Ospedale SODDISFAZIONE Per quanto riguarda l utilizzo di servizi non comunali da parte delle donne, troviamo tre servizi con alta frequenza ovvero la posta, il medico di base/ pediatra di libera scelta e i negozi. Questi ultimi si collocano in zona rossa ad indicare una criticità ovvero un alta frequenza ma una relativamente bassa soddisfazione. I giudizi sugli orari di apertura sono stati successivamente raggruppati in 3 categorie: poco soddisfatto, abbastanza soddisfatto, molto soddisfatto. 24

25 Grado di soddisfazione degli orari di alcuni servizi della città banca (69,7%) 17,4 51,0 31,6 auls (62,5%) 14,7 60,5 24,8 ospedale (39,2%) 14,2 53,7 32,1 medico/pediatra (68,3%) 13,8 40,1 46,1 negozi (67,1%) 13,7 52,7 33,6 posta (79,2%) 7,6 44,3 48,0 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% poco d'accordo abbastanza d'accordo molto d'accordo Sulla base di questo raggruppamento sembrano emergere alcune differenze tra i servizi. La posta registra la percentuale più bassa di coloro che si ritengono poco soddisfatti degli orari degli uffici (7,6%). Al contrario per la banca si osserva la percentuale più elevata di cittadini poco soddisfatti (17,4%). Oltre il 60% di coloro che hanno utilizzato l AULS si ritengono abbastanza soddisfatti degli orari di apertura del servizio. La percentuale di coloro che sono abbastanza soddisfatti degli orari supera il 50% anche in servizi come l ospedale, gli esercizi commerciali del centro città e la banca. Infine oltre il 45% di coloro che hanno utilizzato la posta e il medico di base/ pediatra sono molto soddisfatti degli orari di apertura di questi servizi. Per quanto riguarda il medico di base infatti molti intervistati hanno segnalato che il proprio medico riceve su appuntamento, il gradimento per questo tipo di orario viene quindi confermato dai dati in nostro possesso. Come già indicato nelle tabelle di sintesi, anche per i servizi non comunali esistono delle diversità per genere nella frequenza ed anche nella soddisfazione. In particolare emerge una propensione delle donne a frequentare sevizi legati alla cura della persona (medico o pediatra, Auls, ospedale) e alla gestione della famiglia nel quotidiano (esercizi commerciali) a conferma dell importante ruolo di cura che le donne ricoprono nella società. Gli uomini hanno invece un utilizzo più alto della banca. 25

26 Frequenza di utilizzo di servizi non comunali per sesso del rispondente posta 79,0 79,4 banca 62,9 77,8 medico o pediatra 62,4 73,2 esercizi commerciali del centro 62,4 71,0 auls 58,7 65,6 ospedale 41,5 36,5 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 100,0 maschi femmine Per quanto riguarda la soddisfazione, non si registrano valutazioni significativamente differenti per genere, anche se si rileva una generale soddisfazione più contenuta delle donne rispetto agli uomini. Soddisfazione relativamente agli orari per sesso del rispondente posta 0,63 0,61 medico o pediatra 0,58 0,61 ospedale 0,55 0,57 auls 0,55 0,57 esercizi commerciali del centro 0,51 0,56 banca 0,50 0,55 0,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 maschi femmine 26

27 A tutti coloro che hanno dichiarato di aver utilizzato uno dei servizi della città è stato poi chiesto di suggerire delle soluzioni volte a migliorare gli orari di apertura di questi servizi. Banca Negozi AULS Medico/pediatra Posta Nessuno 56,9 59,2 61,6 75,3 73,4 Aprire più presto la mattina 0,3 1,8 1,9 0,6 2,1 Aprire almeno un giorno orario continuato 10,8 12,6 14,0 3,1 4,6 Aprire tutti i giorni orario continuato 4,2 6,9 5,0 3,7 1,4 Tenere aperto il sabato 6, ,4 Avere un orario più lungo al pomeriggio 19,4 10,1 11,6 10,5 6,0 Aprire la domenica --- 3, Aprire più pomeriggi ,5 Eliminare la mezza giornata di chiusura infrasettimanale --- 2, Altro 1,7 3,2 5,8 6,8 2,5 La maggior parte di questi soggetti non ha saputo o voluto proporre delle modifiche agli orari dei servizi analizzati: in tutti i servizi infatti la percentuale di coloro che hanno scelto la modalità nessuno è superiore al 55%. Si conferma anche in questo caso, come per i servizi comunali, una correlazione tra aumento della soddisfazione e aumento della percentuale di persone che non danno suggerimenti. Percentuali non trascurabili di soggetti intervisti hanno però voluto proporre alcuni suggerimenti per migliorare gli orari attuali dei servizi. Le soluzioni preferite dagli intervistati sono ovunque l apertura con orario continuato in almeno un giorno della settimana e il prolungamento dell orario pomeridiano. La proporzione maggiore di coloro che prediligono l orario continuato si registra in corrispondenza di servizi quali l AULS e gli esercizi commerciali del centro città. La percentuale maggiore di coloro che invece preferiscono il prolungamento dell orario pomeridiano si ha in corrispondenza della banca. Va inoltre segnalata le presenza della modalità eliminare la mezza giornata di chiusura infrasettimanale in corrispondenza degli esercizi commerciali del centro città. Tale soluzione non era presente nel questionario, ma è stata suggerita da alcuni rispondenti. La chiusura infrasettimanale dei negozi è quindi per qualcuno un problema che ne limita l utilizzo. 27

28 2.5 Il servizio di trasporto pubblico urbano (autobus arancioni) Una sezione del questionario è stata dedicata al servizio di trasporto urbano. Lo schema sottostante riporta la struttura delle domande inerenti questo servizio. Il giudizio sul trasporto pubblico urbano Sì Utilizzo NO Frequenza di utilizzo Motivi non utilizzo Condizioni maggior utilizzo Condizioni per utilizzo Quasi il 60% dei intervistati sostiene di non utilizzare il trasporto pubblico urbano. Del restante 40% di utilizzatori del servizio, il 21% ne fa un uso saltuario e solo il 4% lo utilizza quotidianamente. Vi è comunque una buona percentuale di soggetti che utilizza gli autobus arancioni almeno una volta alla settimana. 28

29 Frequenza utilizzo trasporto pubblico urbano saltuariamente 21% almeno 1 volta al mese 4% almeno 1 volta alla settimana 13% mai 58% quotidianamente 4% A coloro che utilizzano il servizio è stato chiesto di indicare a quali condizioni lo utilizzerebbe maggiormente, mentre a coloro che non ne fanno uso è stato chiesto di indicare a quali condizioni comincerebbe ad utilizzare il servizio di trasporto pubblico urbano. La percentuali di utilizzatori che incrementerebbe l utilizzo (14,8%) è nettamente inferiore alla percentuale di non utilizzatori che invece sarebbe disposta ad accedere al servizio (36,5%). Coloro che fanno uso del trasporto pubblico urbano si dichiarano disposti ad aumentare la frequenza nell utilizzo del servizio qualora ci fossero corse più frequenti e il costo del biglietto fosse inferiore. Chi non utilizza il servizio afferma invece di essere disposto ad utilizzarlo in presenza di tragitti diversi e corse più frequenti. 29

30 Sì = 171 Utilizzo NO = 242 Condizioni maggior utilizzo Condizioni eventuale utilizzo Nessuna Corse più frequenti Costo più basso Tragitti diversi Orari diversi Altro Perc. 85,2 26,7 25,6 17,4 10,5 5,8 Nessuna Corse più frequenti Costo più basso Tragitti diversi Orari diversi Altro Perc. 63,5 10,8 6,6 15,0 6,3 4,6 Per poter meglio comprendere questo fenomeno si è cercato di classificare i soggetti in 4 categorie in base all utilizzo attuale e potenziale del servizio di trasporto urbano. Le classi costruite di questa nuova variabile sono: a) i non utilizzatori convinti: le persone che non utilizzerebbero gli autobus a nessuna condizione b) i potenziali utilizzatori: coloro che attualmente non usano gli autobus ma che, a certe condizioni, sarebbero disposti ad usarlo. c) L attuale utilizzatore frequente. d) L attuale utilizzatore sporadico. 30

31 Classificazione dei rispondenti rispetto all'attuale e al potenziale utilizzo del servizio di trasporto pubblico urbano utilizzatore sporadico 17,0% utilizzatore frequente 11,9% non utilizzatore convinto 49,8% potenziali utilizzatori 21,4% Appare subito evidente come la metà del campione intervistato sia formata da non utilizzatori convinti del servizio di trasporto. D altro canto però un intervistato su 5 è un attuale non utilizzatore del servizio che però è disposto ad accedervi se fossero apportati dei cambiamenti al servizio più consoni alle sue esigenze. Si tratta di una porzione significativa di cittadini che potrebbe usufruire del servizio. Tale risultato non è positivo solo dal punto di vista dell economia, ma anche dal punto di vista ecologico e di qualità della vita: da un lato infatti il maggiore utilizzo del servizio pubblico comporta la conquista di una maggiore fetta di mercato, dall altro lato l incremento dell utilizzo degli autobus contribuisce alla riduzione del numero di mezzi privati circolanti per le strade e quindi comporta una riduzione del traffico e del livello di inquinamento all interno della città. Le differenze tra stili di movimento non risultano statisticamente significative ma, dalle percentuale di risposta, si possono intravedere abitudini diverse a seconda del genere del rispondente come mostra il grafico che segue. Le donne, infatti, hanno una propensione attuale all utilizzo del mezzo pubblico più elevata anche se la percentuale di potenziali utenti rimane costante sia nei maschi che nelle femmine. 31

32 Modalità uso dei mezzi pubblici per sesso utilizzatore sporadico 15% 18% utilizzatore frequente 8% 15% non utilizzatore disposto ad utilizzare il servizio 22% 21% femmina maschio non utilizzatore convinto 45% 55% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% Ne deriva che tra i maschi i non utilizzatori convinti risultano essere il 55% mentre tra le donne questa percentuale cala di 10 punti raggiungendo il 45%. Sono anche emerse delle differenze nell utilizzo del servizio di trasporto pubblico urbano rispetto all età dei soggetti: come è facile immaginare la percentuale di non utilizzatori è maggiore negli anziani ed è minore nei giovani che infatti potrebbero non disporre di un mezzo proprio e quindi sono in qualche modo vincolati all utilizzo degli autobus. Per ragioni inverse, i soggetti con età compresa tra i 30 e i 40 anni hanno una proporzione elevata di non utilizzatori: questi soggetti molto probabilmente lavoratori, preferiscono spostarsi con mezzi propri, avendo orari e luoghi di destinazione diversi da quelli del servizio di trasporto pubblico. 32

33 Propensione all'utilizzo del servizio di trasporto pubblico urbano rispetto all'età degli intervistati anni 60,6 11,7 14,9 12, anni 48,3 22,4 10,9 18, anni 52,5 26,3 9,3 11, anni 28,3 24,5 15,1 32,1 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% non utilizzatore convinto potenziali utilizzatori utilizzatore frequente utilizzatore sporadico Da notare, inoltre, che la quota di potenziali utilizzatori aumenta a circa 1 persona su 4 se si considera la classe d età anni. E quindi su questa fascia di età che conviene sostenere verso un maggior utilizzo del mezzo pubblico. A coloro che non usufruiscono del trasporto pubblico urbano è stato poi chiesto di motivare il loro non utilizzo. Dal grafico sottostante si osserva che oltre il 40% non utilizza i mezzi di trasporto urbano perché non necessita di spostamenti con mezzi a motori; si tratta quindi di persone che si muovono abitualmente a piedi o in bicicletta. Vi è un ulteriore 34% di soggetti che non usufruisce del servizio di trasporto pubblico perché utilizza mezzi propri. Infine sembra che l affollamento degli autobus sia una delle principali motivazioni per cui i cittadini sono disincentivati ad utilizzarli. 33

34 Motivo del non utilizzo del trasporto pubblico urbano non ho necessità di spostarmi con mezzi a motore 41,0 utilizzo mezzi propri 34,2 i mezzi sono troppo affollati 9,0 altro non c'è negli orari in cui mi serve lo spostamento con il bus è troppo lento non conosco orari e tragitti non parte/arriva nei posti che mi servono l'integrazione con altri mezzi è carente non rispetta mai gli orari non voglio dipendere dagli orari dei bus le fermate sono troppo distanti dalla mia cas/meta 5,1 3,8 2,1 2,1 0,9 0,4 0,4 0,4 0, Di sicuro interesse è analizzare le motivazioni del non utilizzo del servizio di trasporto pubblico in relazione alle due categorie di soggetti: non utilizzatori convinti e potenziali utilizzatori. Oltre la metà dei non utilizzatori convinti del servizio di trasporto pubblico affermano di non avere necessità di spostamento con mezzi a motore, si tratta quindi di soggetti che, presumibilmente, non effettuano spostamenti lunghi. Inoltre, il 40% di non utilizzatori convinti sostiene di preferire il mezzo proprio a quello pubblico. Siamo qui in presenza di quella fetta di popolazione che potremmo definire i patiti dell auto su cui andrebbe pensata qualche forma di informazione e servizio mirato per poter incidere soprattutto sulla cultura dello spostamento. Anche per quanto riguarda i potenziali utilizzatori del servizio le due motivazioni elencate sono la ragione del loro attuale non utilizzo del servizio. Un potenziale utilizzatore su 5 sostiene di non usare gli autobus perché non ne conosce né orari né tragitti; si tratta quindi di una porzione di popolazione che potrebbe accedere al servizio mediante un adeguata iniziativa di informazione sul servizio vigente. Infine, tra i potenziali utilizzatori, emerge la problematica legata agli orari degli autobus: l 8% di queste persone non accede al servizio perché non è presente negli orari in cui servirebbe loro. Il servizio di trasporto pubblico urbano è stato recentemente riorganizzato: dal 13 settembre 2006 sono infatti state modificate le linee e la frequenza degli autobus arancioni. 34

35 Vista la vicinanza della ricerca, si sono inserite due domande nel questionario su questo cambiamento. La prima di queste domande riguardava la conoscenza da parte della popolazione. Nel grafico che segue si mette in evidenza la porzione di popolazione che a un mese dall entrata in vigore delle nuove linee era a conoscenza di questi cambiamenti. Sa che dal 13 settembre sono state cambiate le linee e la frequenza degli autobus urbani? no % si % Oltre il 70% degli intervistati afferma di essere a conoscenza delle modifiche apportate al servizio. Vi è comunque quasi un 30% che non le conosce, si tratta di una fetta di popolazione abbastanza ampia. La seconda domanda andava a sondare la percezione sull utilità di questo cambiamento. Ecco i risultati: 35

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI M o d e n a, n o v e m b re 2 0 1 4 1 INDICE Pagina INFORMAZIONI

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE REPORT INDAGINE Roma, 11 maggio Comune di Bisceglie RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO FRONT OFFICE "Accesso e utilizzo dei servizi di sportello" Strumento

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REPORT INDAGINE Provincia di Lecce RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Dicembre 2013 REPORT: UFFICIO DI STATISICA FONTE DATI: UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO INDICE

Dettagli

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009 Trasporti pubblici Indagine sulla soddisfazione degli utenti Anno 2009 a cura di Mirko Dancelli Osservatorio del Nord Ovest, Università di Torino 115 SOMMARIO 2.1. Se dovesse esprimere il Suo livello di

Dettagli

P ROVOCAZIONI, MA NON TROPPO: STOP ALLE AUTO NELLE ORE DI PUNTA, TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO

P ROVOCAZIONI, MA NON TROPPO: STOP ALLE AUTO NELLE ORE DI PUNTA, TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO P ROVOCAZIONI, MA NON TROPPO: STOP ALLE AUTO NELLE ORE DI PUNTA, TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Febbraio 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L

Dettagli

Indagine sul Commercio Elettronico

Indagine sul Commercio Elettronico Definizione dei target e delle abitudini di acquisto degli individui acquirenti http://research.onetone.it/ FEBBRAIO 2003 OBIETTIVI DEL LAVORO L obiettivo della seguente indagine è stato di delineare le

Dettagli

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia Introduzione 1. Obiettivi e caratteristiche dell indagine L indagine è progettata dal Settore Pianificazione Integrata

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE REPORT INDAGINE Roma, 16 maggio 2102 Comune di Cosenza RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO Ufficio Relazioni con il Pubblico Strumento n 9: modello report

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 795 clienti TIEMME SpA (errore di campionamento +/ 2%) rappresentativo della popolazione obiettivo,

Dettagli

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Ottobre 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 12 Tutti in autobus,

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI Luca Sinigallia Il Borgo Onlus Presentazione Con questo breve e sintetico rapporto di ricerca si intendono proiettare

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI Settembre/Ottobre 2009 QUESTIONARIO: Analisi della soddisfazione del paziente sul servizio. U.O. coinvolte

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 373 clienti di Tiemme Spa sede operativa di Piombino (errore di campionamento +/- 2%) rappresentativo

Dettagli

DIREZIONE SERVIZI CIVICI E DEMOGRAFICI. Uffici di Anagrafe e Stato Civile di Corso Torino

DIREZIONE SERVIZI CIVICI E DEMOGRAFICI. Uffici di Anagrafe e Stato Civile di Corso Torino DIREZIONE SERVIZI CIVICI E DEMOGRAFICI Uffici di Anagrafe e Stato Civile di Corso Torino INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION 2012 Pagina 1 di 11 Durante il periodo 15-30 Dicembre 2012, presso la sede degli

Dettagli

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI REPORT DI RILEVAZIONE DEL GRADIMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO 0-3 anni Anno Scolastico 2011/12 A cura della Direzione Servizi Educativi - Affari

Dettagli

LA MOBILITA DEI GIOVANI ALLA PROVA DELLA CRISI

LA MOBILITA DEI GIOVANI ALLA PROVA DELLA CRISI LA MOBILITA DEI GIOVANI ALLA PROVA DELLA CRISI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati riguarda un approfondimento sui comportamenti in mobilità dei giovani. UN SEGMENTO FORTE DELLA DOMANDA DI TRASPORTO?

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale

La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale Settore Polizia Municipale e Politiche per la Legalità e le Sicurezze Settore Direzione Generale Ufficio organizzazione, qualità e ricerche La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale

Dettagli

Il comportamento degli. italiani nei confronti degli. immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa

Il comportamento degli. italiani nei confronti degli. immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa Il comportamento degli italiani nei confronti degli immigrati. (seconda parte) Dalla Torre Laura Lisa 1 Dati Caritas. Nella parte di tesina che segue mi occuperò prima di una serie di dati raccolti dalla

Dettagli

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi Giovani e lavoro Data: 31 luglio 2012 La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di

Dettagli

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI)

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI) Soddisfazione per il servizio di distribuzione del GAS e del Teleriscaldamento (AES) Proposta di questionario telefonico Buongiorno. Sono un intervistatore/trice della XXXX. Stiamo effettuando una ricerca

Dettagli

Customer satisfaction Igiene urbana

Customer satisfaction Igiene urbana Novembre - Dicembre 2008 Customer satisfaction Igiene urbana A cura di Francesca Dallago 0.1. Caratteristiche dell indagine PERIODO DI RILEVAZIONE DEI DATI: Novembre-Dicembre 2008. STRUMENTO DI RILEVAZIONE

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Dicembre 2015 Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Sommario MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL INDAGINE... 3 1.1 OBIETTIVO DELL INDAGINE... 3 1.2 MODALITÀ DI DEFINIZIONE

Dettagli

INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA IN MERITO AI SERVIZI OFFERTI DAGLI UFFICI RELAZIONI CON IL PUBBLICO, ANAGRAFE E TRIBUTI PRESENTAZIONE DATI

INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA IN MERITO AI SERVIZI OFFERTI DAGLI UFFICI RELAZIONI CON IL PUBBLICO, ANAGRAFE E TRIBUTI PRESENTAZIONE DATI INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA IN MERITO AI SERVIZI OFFERTI DAGLI UFFICI RELAZIONI CON IL PUBBLICO, ANAGRAFE E TRIBUTI PRESENTAZIONE DATI Periodo di rilevazione dell indagine L indagine si è

Dettagli

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Analisi di alcuni indicatori statistici relativi alla mobilità Marzo 2008 Direttore Gianluigi

Dettagli

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista)

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista) Buongiorno, sono un intervistatore/trice dell Istituto SWG Stiamo effettuando una ricerca per conto dell Università degli Studi di Torino e di AMIAT. L'azienda AMIAT (Azienda Multiservizi Igiene Ambiente

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani Metodologia Tipologia d'indagine: Indagine ad hoc su questionario semi-strutturato Modalità di rilevazione: interviste

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna Rapporto di sintesi L indagine e l analisi dei risultati, di cui questo report rappresenta una sintesi,

Dettagli

LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO IN SICILIA E LE FORZE DI LAVORO POTENZIALI

LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO IN SICILIA E LE FORZE DI LAVORO POTENZIALI LAVORO NOTIZIARIO DI STATISTICHE REGIONALI A CURA DEL SERVIZIO STATISTICA DELLA REGIONE SICILIANA IN COLLABORAZIONE CON ISTAT ANNO 6 N.1/2014 In questo notiziario torniamo ad occuparci di mercato del nella

Dettagli

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI Rapporto GIOVANI E LAVORO La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA REPORT RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE DI CAGLIARI e pertinenze (CARBONIA) ANNO 2013 RISULTATI FINALI DEL QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE

Dettagli

Relazione finale sul questionario di valutazione della soddisfazione degli utenti delle iniziative estive anno 2012.

Relazione finale sul questionario di valutazione della soddisfazione degli utenti delle iniziative estive anno 2012. SETTORE ISTRUZIONE-INFORMATIVO Servizio Politiche Sociali - Casa - Codice Servizio 06/02 Tel. 0121 361232 - Fax. 0121 361228 albertom@comune.pinerolo.to.it am Relazione finale sul questionario di valutazione

Dettagli

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012 IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di al consumo anno 2012 Il al consumo in Italia Il settore del ai consumatori è regolato dal Testo Unico Bancario, così

Dettagli

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO INTRODUZIONE Anche quest anno, Piscine Forlì S.S.D. A.R.L. ha proposto ai suoi utenti un questionario per rilevarne la soddisfazione. L intento del gestore è stato molto ambizioso, non si è limitato infatti

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Rocco Micciolo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di

Dettagli

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV Presentazione di Antonio Zanon (Consorzio Biblioteche Padovane Associate) Biblioteca di Abano Terme Sala Consultazione 5 marzo 2009 Scopo della presentazione

Dettagli

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania È stata attivata una ricerca per misurare la conoscenza e la percezione dell efficacia del Programma attraverso

Dettagli

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Relazione conclusiva AZIENDA SANITARIA LOCALE NO - NOVARA in collaborazione con SEZIONE PR OVINCIALE DI NOVARA ONLUS L ASL NO, in quanto parte del SSN, ha tra i propri compiti

Dettagli

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni Indagine condotta per: 12 Novembre 2010 Obiettivi dell indagine L'Italia è un Paese in cui

Dettagli

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI Niccolò Cusano TELEMATICA ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 Roma DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

La scuola italiana della provincia di Bolzano

La scuola italiana della provincia di Bolzano AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Italienisches Bildungsressort Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Departimënt Educazion y formaziun

Dettagli

Sicurezza stradale SICUREZZA

Sicurezza stradale SICUREZZA PROFILO SOCIODEMOGRAFIXCO SICUREZZA Nel 211, in Italia, si sono registrati 25.638 incidenti stradali con lesioni a persone, di cui 386 mortali. Con questi dati, l Italia conferma una costante tendenza

Dettagli

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH ,O7HPSRGHOOH'RQQH Progetto ID 158160 Azioni di sistema E1 FSE Obiettivo 3 http://www.iltempodelledonne.it $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH Per lo studio dei servizi sul territorio,

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO ICS CAR SHARING Service Satisfaction Job 04- MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO Job 04- Relatore: Andrea Cimenti

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

INDAGINE SULLA CONOSCENZA E SODDISFAZIONE DEI CITTADINI IN MERITO AL PERCORSO DI RAVENNA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

INDAGINE SULLA CONOSCENZA E SODDISFAZIONE DEI CITTADINI IN MERITO AL PERCORSO DI RAVENNA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019 COMUNE DI RAVENNA SERVIZIO RISORSE UMANE E QUALITA U.O. ORGANIZZAZIONE, QUALITA E FORMAZIONE INDAGINE SULLA CONOSCENZA E SODDISFAZIONE DEI CITTADINI IN MERITO AL PERCORSO DI RAVENNA CAPITALE EUROPEA DELLA

Dettagli

ACCESS Questionario titolari d azienda

ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS è un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell ambito del Programma Spazio Alpino e ha come obiettivo primario il miglioramento della competitività e

Dettagli

Un mercato in divenire

Un mercato in divenire Auto elettriche: le aziende locali e le infrastrutture per la ricarica Un mercato in divenire Sintesi dell indagine realizzata da Un mercato in divenire Il quadro che si delinea attraverso le risposte

Dettagli

Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8

Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8 Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8 Sono circa mille i cittadini che hanno partecipato a Dite la vostra sul G8, la prima consultazione pubblica on line sul Vertice G8. La consultazione

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014 STUDIO Q QUALITÀ TOTALE SRL organizzazione formazione marketing INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE 3 2 METODOLOGIA 4 3 IL TARGET E IL CAMPIONE D

Dettagli

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani. Settembre 2011

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani. Settembre 2011 La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani Settembre 2011 Universo di riferimento Popolazione italiana non residente in Campania Numerosità campionaria

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!!

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Una fermata Audimob, di approfondimento su incentivi e investimenti pubblici per politiche di sostegno finalizzate a trovare soluzioni

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANGELO CANOSSI, GARDONE VAL TROMPIA La scelta

Dettagli

FONDAZIONE FITZCARRALDO

FONDAZIONE FITZCARRALDO FONDAZIONE FITZCARRALDO INDAGINE SUL PUBBLICO DEI FESTIVAL DI PIEMONTE DAL VIVO ABSTRACT DELLA RICERCA Gli obiettivi della ricerca La popolazione di riferimento dell indagine è quella del pubblico dei

Dettagli

I giovani e il rapporto con le assicurazioni

I giovani e il rapporto con le assicurazioni I giovani e il rapporto con le assicurazioni Francesco Saita Patrizia Contaldo CAREFIN, Università Bocconi Roma, 21 ottobre 2014 Introduzione (1) I giovani hanno un mix di caratteristiche che possono rendere

Dettagli

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Premessa La valutazione del grado di soddisfazione degli utenti rappresenta un importante aspetto nella gestione di qualsiasi organizzazione,

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

Le strategie di promozione della lettura messe in atto dalla. biblioteca comunale di Soriano nel Cimino risultano abbastanza

Le strategie di promozione della lettura messe in atto dalla. biblioteca comunale di Soriano nel Cimino risultano abbastanza CAPITOLO QUARTO ANALISI DEI SERVIZI DI PROMOZIONE PER UNA VALUTAZIONE DEI BENEFICI 1. Premessa Le strategie di promozione della lettura messe in atto dalla biblioteca comunale di Soriano nel Cimino risultano

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato

Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato COMUNE DI BRESCIA Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato L opinione dei cittadini sulla Metropolitana di Brescia Tavolo tecnico di monitoraggio dei livelli di servizio del Metro Brescia

Dettagli

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Sommario Premessa 1 L indagine e il questionario di rilevazione 1 La partecipazione e le caratteristiche dei rispondenti 2 I risultati

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI:

DIVENTARE GENITORI OGGI: In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: ASPETTI MEDICO-SANITARI Sintesi della ricerca Roma, 2 aprile 2015 Che il nostro Paese viva un problema di scarsa natalità è un opinione che la grande parte

Dettagli

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma Questo paper ha la finalità di illustrare come gli utenti web dell Università Sapienza di Roma abbiano partecipato al percorso

Dettagli

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2%

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2% Risultati Floriani In questo documento sono riportati i risultati ottenuti dall analisi delle risposte del questionario proposto agli 460 studenti dell Istituto Floriani; quelli compilati e restituiti

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ORARIO DI LAVORO - REPORT ANNO 2013

QUESTIONARIO SULL ORARIO DI LAVORO - REPORT ANNO 2013 QUESTIONARIO SULL ORARIO DI LAVORO - REPORT ANNO 2013 Nella mensilità di maggio, come noto, è stato attivato on line un questionario sull orario di lavoro al fine di raccogliere elementi informativi utili

Dettagli

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO L indagine sugli esiti occupazionali dei corsi di formazione ha preso in considerazione i corsi Nof del biennio 2002/2003 e i post-diploma del 2003, analizzando

Dettagli

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO CAR POOLING SCOLASTICO ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO 2 3 Sommario Premessa... 4 Obiettivi... 4 Il progetto... 4 Attività di progetto... 4 I risultati... 5 Risultati complessivi... 5 Scuola primaria

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA REPORT RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE DI SASSARI e pertinenze (OLBIA) ANNO 2013 RISULTATI FINALI DEL QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE

Dettagli

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino e l'azienda PROVINCIA DI TORINO Monitoraggio degli spostamenti casa scuola

Dettagli

Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali. Ricerca SIA realizzata da SWG

Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali. Ricerca SIA realizzata da SWG Percezioni e atteggiamenti rispetto ai pagamenti digitali Ricerca SIA realizzata da SWG Metodologia e campione L indagine è stata realizzata attraverso una rilevazione online con metodo CAWI su un campione

Dettagli

CUSTOMER SATISFACTION Indagine 2012 sulla qualità percepita del servizio di trasporto erogato da ATB Bergamo. Presentazione Stampa

CUSTOMER SATISFACTION Indagine 2012 sulla qualità percepita del servizio di trasporto erogato da ATB Bergamo. Presentazione Stampa 0 CUSTOMER SATISFACTION Indagine 2012 sulla qualità percepita del servizio di trasporto erogato da ATB Bergamo Presentazione Stampa METODOLOGIA E CAMPIONE 1 L indagine di Customer Satisfaction sui clienti

Dettagli

La percezione e l utilizzo l navigatori satellitari da parte del pubblico consumer

La percezione e l utilizzo l navigatori satellitari da parte del pubblico consumer Presentano: La percezione e l utilizzo l dei navigatori satellitari da parte del pubblico consumer in occasione di Autodromo di Monza, 14 novembre 2007 Sala Villeneuve Obiettivi della ricerca Obiettivo

Dettagli

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Nel mese di marzo, a chiusura del primo semestre, l Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio ha monitorato il servizio di tutorato

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

PROGETTO INDAGINE DI OPINIONE SUL PROCESSO DI FUSIONE DEI COMUNI NEL PRIMIERO

PROGETTO INDAGINE DI OPINIONE SUL PROCESSO DI FUSIONE DEI COMUNI NEL PRIMIERO PROGETTO INDAGINE DI OPINIONE SUL PROCESSO DI FUSIONE DEI COMUNI NEL PRIMIERO L indagine si è svolta nel periodo dal 26 agosto al 16 settembre 2014 con l obiettivo di conoscere l opinione dei residenti

Dettagli

DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA

DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA QUESTIONARIO Obiettivo: indagare il grado di soddisfazione dei cittadini sui servizi

Dettagli

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE Claudio Annovi (1), Roberta Biolcati (1), Renato Di Rico (2), Gianfranco De Girolamo (3), Clara Fogliani (2),

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della scuola Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Giugno 2015

Dettagli

Gli italiani e il solare V RAPPORTO

Gli italiani e il solare V RAPPORTO Gli italiani e il solare V RAPPORTO Focus su Città e bioedilizia Settembre 2011 1 Metodologia Universo di riferimento Popolazione italiana Numerosità campionaria 1.000 cittadini, disaggregati per sesso,

Dettagli

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017 Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio

Dettagli

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO I questionari sul credito al consumo sono stati somministrati ad un campione accidentale non probabilistico costituito da 1.725

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

5(3257'211(48(67,21$5,$8726200,1,675$7,

5(3257'211(48(67,21$5,$8726200,1,675$7, 5(3257'211(48(67,21$5,$8726200,1,675$7, La distribuzione dei questionari è stata progettata in una serie di luoghi che abbiamo definito ad alta frequentazione femminile, come le scuole, gli ambulatori

Dettagli

Dati sulle donazioni. Report n.5. Marzo 2014

Dati sulle donazioni. Report n.5. Marzo 2014 Dati sulle donazioni Report n.5 Marzo 2014 Metodologia Committente: Ixè + Osservatorio Socialis Soggetto realizzatore: Ixè srl Metodologia: indagine quantitativa campionaria Metodo di raccolta dati: telefono

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini Analisi delle risposte date dai dipendenti della sede di Rimini. 1. 48 questionari compilati su una popolazione di 76 dipendenti:

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE IL RISPARMIATORE RESPONSABILE L INDAGINE COSA CONOSCENZA E INTERESSE VERSO GLI INVESTIMENTI SRI IMPORTANZA DELLE TEMATICHE AMBIENTALI, SOCIALI E DI GOVERNANCE ASPETTATIVE DEGLI INVESTITORI PRIVATI PER

Dettagli