Installatrice elettricista AFC / Installatore elettricista AFC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Installatrice elettricista AFC / Installatore elettricista AFC"

Transcript

1 USIE-Documenti: MS Formazione di base: Installatrice elettricista AFC / Indicazione relativa alla serie modello USIE lavoro pratico: Con l'ordinanza sulla formazione 2006 non è regolamentata solo la formazione ma anche la nuova procedura di qualificazione. Quale supporto ai responsabili dell'esame di fine tirocinio l'usie, in collaborazione con un gruppo di capiperiti e partners per la formazione, ha elaborato questa serie modello per il settore di qualificazione lavoro pratico. Si orienta su quanto richiesto dalla direttiva per la procedura di qualificazione PQ e serve quale mezzo di orientamento per un'applicazione coordinata nelle singole regioni d'esame. I teams dei capiperiti definiscono e elaborano in tal senso i compiti d'esame effettivi in corrispondenza con l'infrastruttura del singolo luogo d'esame. Indice: Parete di montaggio del lavoro pratico... Pagina 2 Pos. 1: Compiti e funzioni aziendali; Tecnica di lavorazione... Pagina 3 Pos. 1.1: Procurarsi informazioni tecniche e consulenza al cliente... Pagina 3 Pos. 1.2: Protezione della salute e sicurezza sul lavoro... Pagina 9 Pos. 1.3: Tecnica di lavorazione... Pagina 10 Pos. 2: Documentazione tecnica... Pagina 11 Pos. 2.1: Rilievo... Pagina 11 Pos. 3: Tecnica degli elettrosistemi... Pagina 13 Pos. 3.1: Impianto a corrente forte e debole... Pagina 13 Pos : Impianto a corrente forte... Pagina 13 Pos : Impianto a corrente debole... Pagina 17 Pos. 3.2: Apparecchiature assiemate di protezione e manovra... Pagina 19 Pos. 3.3: Tecnica di comando, domotica... Pagina 21 Pos. 3.4: Eliminazione guasti e misurazioni... Pagina 26 Pos. 4: Tecnica della comunicazione... Pagina 28 Pos. 4.1: Impianto di tecnica di comunicazione... Pagina 28 Appendice: soluzione di modello per la pos. 2.1: Rilievo... Pagina 29 Appendice: Griglia di valutazione per il lavoro pratico... (Documento separato in exel) Editore: Commissione per la formazione professionale USIE File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 1 di 29

2 Parete di montaggio del lavoro pratico Indicazioni: Per motivi di spazio la parete di montaggio non è rappresentata in scala. Il disegno serve ad illustrare una possibile disposizione delle parti d'installazione sul luogo d'esame. I singoli compiti della pos. 3 Tecnica degli elettrosistemi (da pag. 13) sono per lo più dei settori parziali dell'impianto modello qui raffigurato. 3,6 m 1,6 m 1 = Compito Pos Impianto a corrente forte (da pagina 13) 2 = Compito Pos Impianto a corente debole (da pagina 17) 3 = Compito Pos. 3.2 Apparecchiature assiemate (da pagina 19) 4 = Compito Pos. 3.3 Tecnica di comando (da pagina 21) File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 2 di 29

3 Pos. 1: Compiti e funzioni aziendali; Tecnica di lavorazione Tempo totale assegnato: 1 ora 30 min Punti ottenibili: 50 Pos. 1.1: Procurarsi informazioni tecniche e consulenza al cliente Tempo assegnato al settore parziale: 60 min Punti parziali ottenibili: 25 Pos.1.1a Montaggio di una cucina d appartamento Descrizione della situazione: In una casa monofamiliare esistente viene aggiunta al pianterreno una combinazione da cucina. Nell'ubicazione della nuova combinazione da cucina non esistono installazioni elettriche. Il distributore esistente si trova nel cantinato. Le condutture nel cantinato sono installate INC a soffitto e AP sulle pareti in silico-calcare. Il soffitto in beton può essere perforato. Nell'ubicazione della combinazione da cucina non si incontreranno condutture né a soffitto né a pavimento. Compiti: Dal suo capo riceve l'incarico di eseguire in modo indipendente i lavori d'installazione elettrica. Studi il piano della cucina a pag. 4 e annoti su di un foglio di come intende svolgere l'incarico (fasi di lavoro). Pensi come intende eseguire l'installazione e la disegni nel piano della cucina nel modo più completo possibile. In base alle sue annotazioni sullo svolgimento dell'incarico e al suo piano della cucina ha un colloquio tecnico con l'esperto. Mezzi ausiliari per risolvere il compito: Piano della cucina in scala 1:20 (vedi pag. 4) Tempo a disposizione: 15 min per lo studio e 10 min per il colloquio tecnico File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 3 di 29

4 Indicazione: per motivi di spazio il piano della cucina della pos. 1.1a non è disegnato in scala. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 4 di 29

5 Pos.1.1b Illuminazione insegna pubblicitario Holzbau SA Descrizione della situazione: Il proprietario del capannone esistente secondo la figura a pagina 6 ha piazzato all'esterno un insegna pubblicitaria che deve essere illuminata. Nel prato, dove è ubicata l insegna, non esistono installazioni elettriche. Al pian terreno, nell ufficio del magazzino, è ubicato il quadro elettrico con possibilità di ampliamento. Compito: Dal suo capo riceve l'incarico di elaborare una proposta di come può essere illuminato l'insegna. Annoti in breve o schizzi su di un foglio le sue soluzioni relative ai seguenti punti: Installazione elettrica all'esterno (disposizione delle condutture / modo di posa,... ) Numero e scelta dei corpi illuminanti Tipo di collegamento e punti di accensione dell'illuminazione (vantaggi e svantaggi delle varie possibilità) Scelta degli apparecchi per l'accensione dell'illuminazione - nel distributore elettrico - all'esterno Per l'illuminazione natalizia deve inoltre ancora essere installata una presa presso l'insegna. Mezzi ausiliari per risolvere il compito: Ha a disposizione un disegno di situazione della ditta Holzbau SA (vedi pagina 6). Tempo a disposizione: 15 min per lo studio e 10 min per il colloquio tecnico File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 5 di 29

6 Disegno di situazione per la Pos. 1.1b: illuminazione dell' insegna della ditta Holzbau SA = Ubicazione dell' insegna da illuminare File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 6 di 29

7 Quale alternativa al compito 1.1a o 1.1b sarebbe anche possibile sottoporre il compito seguente: Impianto coassiale: installare nuova presa dati Descrizione della situazione: ll proprietario della casa B ha acquistato dei nuovi mobili per il suo soggiorno. La presa dati TV deve perciò essere spostata dall'altra parte del locale. Il tubo di riserva esistente e la scatola INC vuota presso la nuova ubicazione vengono utilizzati. Compito: Dal suo capo riceve l'incarico di elaborare una proposta di come può essere realizzata l'installazione. Annoti in breve o schizzi su di un foglio le sue soluzioni relative ai seguenti punti: Disposizione delle condutture Calcolo del livello del segnale della nuova installazione Scelta della presa dati TV Accessori per la modifica dell'installazione Mezzi ausiliari per risolvere il compito Ha a disposizione un estratto del catalogo a pagina 8 Tempo a disposizione: 15 min per lo studio e 10 min per il colloquio tecnico File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 7 di 29

8 Estratto del catalogo per il compito Installare una nuova presa dati (vedi pagina 7) File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 8 di 29

9 Pos. 1.2: Protezione della salute e sicurezza sul lavoro Tempo assegnato al settore parziale: integrato Punti parziali ottenibili: 15 Le perite e i periti osservano il comportamento della persona in formazione durante l'esame e lo valutano in base ai seguenti criteri di valutazione: Ordine sul posto di lavoro Stato degli attrezzi e delle attrezzature di lavoro Custodia e protezione degli attrezzi e attrezzature Impiego del dispositivo di protezione individuale e dei dispositivi di sicurezza Abiti di lavoro... Indicazione: La direzione dell'esame può definire ulteriori criteri di valutazione per la protezione della salute e per la sicurezza sul lavoro. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 9 di 29

10 Pos. 1.3: Tecnica di lavorazione Tempo assegnato al settore parziale: Descrizione del compito tecnica di lavorazione 30 min Punti parziali ottenibili: 10 Per il montaggio del sensore per pioggia bisogna costruire un supporto di dimensioni precise. Quale indicazione sono a disposizione un campione e un disegno. Materiale consegnato: Indicazione: per motivi di spazio la figura non è disegnata in scala - Ferro piatto 180x15x3 mm (Indicazione: dopo la sua costruzione il supporto dovrebbe essere galvanizzato) - Sensore di pioggia - Materiale di fissaggio File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 10 di 29

11 Pos. 2: Documentazione tecnica Tempo totale assegnato: 1 ora Punti ottenibili: 30 Pos. 2.1 Rilievo Tempo assegnato al settore parziale: 1 ora Punti parziali ottenibili: 30 Descrizione del compito rilievo I lavori d'installazione nel corridoio secondo la figura sono ultimati. Esegua quindi il rilievo che permetta di stendere la fattura al cliente. Per la soluzione utilizzi il formulario a rilievo di pagina 12 e osservi le regole per il rilievo secondo CPN. Si richiede: - Una descrizione univoca delle prestazioni (colonna 1) - L'indicazione del codice d'installazione (colonna 2) - La quantità (colonna 4) Indicazione sul tipo di soffitto: soffitto ribassato con lastre smontabili Nuova introduzione fili Lampade apparenti sono montate e allacciate dal committente Scatola INC esistente (morsetti L/NPE esistenti) 1 = servizio rivelatore di movimento 2 = servizio continuo 0 = lampade corridoio spente Smontare lampade a parete Soffitto ribassato parete (cotto) File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 11 di 29

12 Formulario di rilievo per il compito 2.1 Auftrag/Objekt: Ordre/Objet: Ordinazione/Oggetto: Kunde: Client: Cliente: Seite: Page: Pagina: Datum/Date/Data: Visum/Réf./Visto: Leistungsbeschrieb IC Nr. (NPK/ELDAS) Menge Einheitspreis Betrag Description de la prestation CI N (CAN/ELDAS) Quantité Prix unitaire Montant Descrittivo di prestazione CI N (CPN/ELDAS) Quantità Prezzo unitario Montante Total/Übertrag - Total/Report - Totale/Riporto File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 12 di 29

13 Pos. 3: Tecnica degli elettrosistemi Tempo totale assegnato: 15 ore 30 min Punti ottenibili: 200 Pos. 3.1: Impianto a corrente forte e debole Tempo assegnato al settore parziale: Pos Impianto a corrente forte: 8 ore Punti parziali ottenibili: 80 Indicazione per la direzione dell'esame Sul pannello d'installazione non è montato alcun materiale d'installazione o apparecchio. Sono montati unicamente l'armadietto d'allacciamento e le forme in legno (ostacoli al montaggio). Descrizione del compito impianto a corrente forte Installi sulla parete di montaggio le seguenti parti d'impianto secondo il disegno d'installazione a pagina 14: - Installazione base (canali d'installazione). - Alimentazione delle apparecchiature assiemate (quadro) dall'armadietto di allacciamento. - Installazione luce A (minuteria). - Installazione luce B (commutazione schema 3) - Riscaldamento Buffet, compreso il termostato - Presa CEE Ha a disposizione il materiale d'installazione, il disegno d'installazione (pagina 14) e gli schemi (pagine 15 16). Per l'esecuzione si attenga alle istruzioni ricevute dall'esperto. Indicazione: Tutti i lavori nelle apparecchiature assiemate (quadro) sono descritti nel compito 3.2 File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 13 di 29

14 Disegno d'installazione impianto a corrente forte: Indicazione: M = ostacoli al montaggio premontati File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 14 di 29

15 Schema per l'impianto a corrente forte e apparecchiature assiemate: File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 15 di 29

16 Indicazione: Questi schemi le servono anche per il cablaggio delle apparecchiature assiemate del compito 3.2 (vedi pagina 19). File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 16 di 29

17 3.1.2 Impianto a corrente debole Descrizione del compito impianto a corrente debole Installi le seguenti parti d'impianto secondo il disegno d'installazione: - Installazione base (canali d'installazione) - Alimentazione da apparecchiature assiemate (quadro) - Installazione impianto chiamata luminosa buffet - Cablaggio piccolo distributore impianto corrente debole Ha a disposizione il materiale d'installazione, il disegno d'installazione e lo schema a pagina 18 Per l'esecuzione si attenga alle istruzioni ricevute dall'esperto. Disegno d'installazione impianto a corrente debole: Indicazione: M = ostacolo al montaggio premontato File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 17 di 29

18 Schema per piccolo distributore impianto a corrente debole (equipaggiato con morsetti, senza fileria) File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 18 di 29

19 Pos. 3.2: Apparecchiature assiemate di comando e manovra Tempo assegnato al settore parziale: 4 ore Punti parziali ottenibili: 40 Indicazioni per la direzione dell'esame: Le apparecchiature assiemate sono equipaggiate con gli apparecchi e i morsetti. Descrizone del compito apparecchiature assiemate Esegua il cablaggio delle apparecchiature assiemate. Ha a disposizione gli schemi alle pagine 15 e 16 (pos.3.1) e la disposizione a pagina 20: Per l'esecuzione si attenga alle istruzioni ricevute dall'esperto. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 19 di 29

20 Disposizione delle apparecchiature assiemate: Indicazione: per motivi di spazio la figura non è disegnata in scala. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 20 di 29

21 Pos. 3.3: Tecnica di comando, domotica Tempo assegnato al settore parziale:: 2 ore 30 min Punti parziali ottenibili: 50 Indicazione: sul pannello l'installazione base è già stata eseguita con il compito di pos. 3.1 Descrizione del compito tecnica di comando Esegua i seguenti lavori: - Montaggio degli apparecchi, dei canali e dei tubi supplementari - Alimentazione della cassetta di comando dalle apparecchiature assiemate (quadro) - Cablaggio della cassetta di comando secondo schema pagina 25 (Indicazione: La cassetta di comando è equipaggiata.) - Installazione e allacciamento degli apparecchi - Messa in servizio con controllo di funzionamento (dietro istruzione dell'esperto). Piano d'installazione tecnica di comando: Per l'esecuzione si attenga alle istruzioni ricevute dall'esperto. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 21 di 29

22 Piano di situazione impianto tendone ristorante: File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 22 di 29

23 Disposizione cassetta di comando (con comando LOGO): Indicazione: per motivi di spazio la figura non è disegnata in scala. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 23 di 29

24 Piano di funzionamento del comando LOGO: S2.3.1 Pulsante tendone giù S2.3 Finecorsa motore tendone Q2.3 Tendone su Q2.4 Tendone giù S2.4 Interruttore a chiave tendone su B2.8 Sensore pioggia secco B2.8 Sensore pioggia bagnato B2.6 Interruttore di prossimità terrazza P2.4 Servizio motore Guasto motore B2.7 Interruttore di prossimità giardino Indicazione: Il programma LOGO del comando tendone è messo a disposizione dalla direzione dell'esame e deve essere caricato dal candidato o dalla candidata nell'apparecchio di comando LOGO. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 24 di 29

25 Schema funzionale del comando del tendone: File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 25 di 29

26 Pos. 3.4: Eliminazione guasti e misurazioni Tempo assegnato al settore parziale: 1 ora Punti parziali ottenibili: 30 Le seguenti immagini mostrano apparecchi e impianti possibili per l'eliminazione guasti e le misurazioni. Questi possono essere impostati individualmente secondo il luogo d'esame. Misurazioni: definire la potenza Eliminazione guasti: comando pompa Ricerca guasto al motore trifase File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 26 di 29

27 Su modelli del genere o simili vengono eseguite le seguenti misurazioni: Funzione del conduttore di protezione Funzione del RCD (interruttore a corrente di guasto) Funzione del campo di rotazione Corrente di corto circuito Resistenza di isolamento I modelli si prestano anche per la ricerca guasti. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 27 di 29

28 Pos. 4: Tecnica della comunicazione Tempo totale assegnato: 2 ore Punti ottenibili: 50 Pos. 4.1: Impianto di tecnica della comunicazione Tempo assegnato al settore parziale: 2 ore Punti parziali ottenibili: 50 Indicazione: Sul pannello d'installazione sono premontati i seguenti materiali d'installazione e apparecchi: - Canali d'installazione - Tubi d'installazione - Armadietto gestore di rete - Scatole di passaggio e INC Panoramica dell'impianto Descrizione del compito: Esegua i seguenti lavori: (1) Allacciare il cavo ALT 3x4x0.6 all'armadietto gestore di rete Allacciare il conduttore di messa a terra (2) Installazione della presa analogica e preparazione dell'allacciamento per il router ADSL. Utilizzare il morsetto 2 del sezionatore di rete. L'alimentazione della presa analogica nell'impianto è presa dal filtro mediante cavo patch. (3) Installazione delle prese RJ45 quale collegamento dal router al raccordo del PC mediante cavo dati (4) Installazione della presa multimediale per apparecchio analogico e raccordo TV. (5) Installazione della presa di allacciamento dati TV (6) Installazione della presa TT83 per apparecchio analogico (7) Installazione del distributore TV con raccordo di riserva (8) Montaggio filtro ADSL e confezionamento del cavo patch Messa in servizio: Chieda gli strumenti di prova all'esperto e metta in servizio l'impianto. Per l'esecuzione si attenga alle istruzioni ricevute dall'esperto. File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 28 di 29

29 Appendice: soluzione di modello per la pos. 2.1 rilievo Auftrag/Objekt: Ordre/Objet: Ordinazione/Oggetto: Kunde: Client: Cliente: Rilievo corridoio Seite: Page: Pagina: 1 Datum/Date/Data: Mustermann Tellistrasse 58 Visum/Réf./Visto: 5004 Aarau Wy / jb / Fx Leistungsbeschrieb IC Nr. (NPK/ELDAS) Menge Einheitspreis Betrag Description de la prestation CI N (CAN/ELDAS) Quantité Prix unitaire Montant Descrittivo di prestazione CI N (CPN/ELDAS) Quantità Prezzo unitario Montante Smontaggio (2 lampade a parete) pz (montatore elettr.) Smontaggio e montaggio di placche a pavimento o pz a soffitto in installazione esistente Tubo THF 20 a solchi flessibile m Guaina in plastica 20 THFW flessibile m Coperchio KS per tassello lampade con staffa di pz fissaggio Ritaglio in canale metallico Ø 60mm, spessore pz del materiale -2mm Preparazione di punti di raccordo (postazioni pz lampade, cucina, scaldaacqua) e simili 1-3L Cavo d'installazione TT (Tdc) PVC 3x1,5mm² m Filo d'installazione T PVC 3x1,5mm² m Filo d'installazionet PVC 5x1,5mm² m Interruttore rotativo INC Sch, 2/1L 16A 400V pz Presa tripla INC tipo 13 10A 230V pz Rivelatore di movimento INC 230V IPX0 con pz sensore luminosità fino 2000 Lux, campo di captazione 180, portata fino 8m, temporizzazione fino a 16 min Total/Übertrag - Total/Report - Totale/Riporto File: MS serie modello LP-EI-I Ordinanza sulla formazione 2006 Pagina 29 di 29

L energia elettrica nelle nostre case IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO

L energia elettrica nelle nostre case IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO L energia elettrica nelle nostre case IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO LA TECNOLOGIA IN CASA Diverse sono le applicazioni tecnologiche nelle nostre case. Impianto termico Impianto idraulico Impianto

Dettagli

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI CAPITOLO N 1 IMPIANTI CIVILI AVVERTENZE Nel presente capitolo si è tenuto conto dei seguenti requisiti minimi: Nelle abitazioni e negli edifici residenziali in genere,

Dettagli

Guida pratica all'impianto elettrico nell'appartamento. 1. Fasi di lavorazione

Guida pratica all'impianto elettrico nell'appartamento. 1. Fasi di lavorazione Guida pratica all'impianto elettrico nell'appartamento La lavorazione dell'impianto elettrico nell'appartamento si sussegue con una scansione temporale che deve tener conto dei tempi e dei modi tipici

Dettagli

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri.

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri. ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE SESSIONE 2001 Indirizzo: ELETTROTECNICA Seconda prova scritta Si deve realizzare l'impianto elettrico di una

Dettagli

FACOLTÀ DI INGEGNERIA

FACOLTÀ DI INGEGNERIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA TERMOMECCANICA DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E TELECOMUNICAZIONI IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO PROFESSORE:

Dettagli

L'impianto elettrico nei locali da bagno e doccia

L'impianto elettrico nei locali da bagno e doccia L'impianto elettrico nei locali da bagno e doccia Pubblicato il: 11/12/2003 Aggiornato al: 11/12/2003 di Gianluigi Saveri Secondo la Norma 64-8 sez. 701, in funzione della pericolosità, nei locali bagno

Dettagli

2 - Carichi convenzionali di utilizzazione

2 - Carichi convenzionali di utilizzazione Estratto delle normative per gli impianti elettrici in bassa tensione per impianti utilizzatori a carattere stabile in abitazioni, uffici, negozi, magazzini, laboratori, officine, scuole ed annessi. L'impianto

Dettagli

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como -

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - PROGETTO PER REALIZZAZIONE NUOVI UFFICI in via Anzani n 37 - COMO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OPERE ELETTRICHE E CABLAGGI Il progettista Agosto 2011 1 1 QUADRI ELETTRICI

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1

IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1 Cap. XI IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1 11.2 OPERE COMPIUTE Prezzi medi praticati dalle ditte installatrici del ramo per ordinazioni dirette (di media entità) da parte del committente, comprensivi di: materiali,

Dettagli

«Corrente e comunicazione ci accompagnano quotidianamente!»

«Corrente e comunicazione ci accompagnano quotidianamente!» elettricista.ch electriciens.ch «Corrente e comunicazione ci accompagnano quotidianamente!» Elettricista di montaggio AFC Installatore/trice elettricista AFC Telematico/a AFC Pianificatore/trice elettricista

Dettagli

COMUNE DI STAZZANO RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI PROVINCIA DI ALESSANDRIA GAVI,15 FEBBRAIO 2010

COMUNE DI STAZZANO RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI PROVINCIA DI ALESSANDRIA GAVI,15 FEBBRAIO 2010 Pagina 1 di 1 COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI OGGETTO: EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PROGRAMMA CASA: 10.000 ALLOGGI ENTRO

Dettagli

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio sezione: IMPIANTI ELETTRICI titolo e contenuto della tavola: Computo metrico estimativo Studio Associato di Ingegneria NEW ENERGY di Ing. Mancini e Ing. Mannucci Viale Marconi, 117A 56028 San Miniato (PI)

Dettagli

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende:

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, 100

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB)

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) 1. INTRODUZIONE Il bivacco di Pian Vadà è costituito da un edificio a due piani, ciascuno di superficie

Dettagli

Indirizzo: ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE Seconda prova scritta

Indirizzo: ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE Seconda prova scritta Indirizzo: ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE Seconda prova scritta Si deve realizzare l'impianto elettrico di un magazzino adibito a vendita di generi alimentari, con dimensioni di 12 x 20 metri. Il magazzino

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE INTERVENTI DI PRONTO INTERVENTO, MANUTENZIONE ORDINARIA/STRAORDINARIA RIPRISTINO ALLOGGI ELENCO PREZZI UNITARI PER OPERE DA ELETTRICISTA E ANTENNISTA

Dettagli

CCIAA di Varese Listino prezzi informativi delle opere compiute per l edilizia in provincia di Varese. Impiantistica elettrica anno 2003

CCIAA di Varese Listino prezzi informativi delle opere compiute per l edilizia in provincia di Varese. Impiantistica elettrica anno 2003 CCIAA di Varese Listino prezzi informativi delle opere compiute per l edilizia in provincia di Varese MANO D OPERA Prezzi medi orari, comprensivi di spese generali e utili, desunti dalle paghe orarie delle

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA Supplemento al Listino dei prezzi all ingrosso dei materiali da costruzione LISTINO DEI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA N 1/2002 1 semestre AVVERTENZE I prezzi riportati nel presente

Dettagli

Smart-RTC RT Econ U RT Econ A

Smart-RTC RT Econ U RT Econ A Smart-RTC RT Econ U RT Econ A Istruzioni d uso e montaggio Regolatore della temperatura ambiente per il collegamento al programmatore della pompa di calore N. d'ordinazione: 452114.66.73 83288408 FD 9105

Dettagli

Sommario RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO

Sommario RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO Sommario 1 PREMESSE... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 2.1 Norme CEI ed UNI... 2 2.2 Legislazione vigente... 3 3 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI... 3 4 CARATTERISTICHE ELETTRICHE... 3 5 MISURE DI PROTEZIONE

Dettagli

I locali da bagno e doccia

I locali da bagno e doccia I locali da bagno e doccia 1. Classificazione delle Zone In funzione della pericolosità, nei locali bagno e doccia (Norma 64-8 sez. 701) si possono individuare quattro zone (fig. 1) che influenzano i criteri

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Piani di cottura in vetroceramica KM 6220 / 6223 / 6224 / 6226 KM 6227 / 6229 / 6230 Leggere assolutamente le istruzioni d'uso it-it e di montaggio prima di procedere al posizionamento,

Dettagli

per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose

per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI Direttive per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose Autori Johann Kreis, ESTI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI PROGETTO

RELAZIONE TECNICA DI PROGETTO ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE SESSIONE 93 Indirizzo: ELETTROTECNICA Seconda prova scritta Una villa occupa una superficie di sedime di circa

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

Laminotherm Riscaldamento a pavimento sotto il parquet e il laminato

Laminotherm Riscaldamento a pavimento sotto il parquet e il laminato Laminotherm Riscaldamento a pavimento sotto il parquet e il laminato Istruzioni per l'uso e per il montaggio 1 Generale: Laminotherm è un riscaldamento a pavimento molto sottile per temperare i pavimenti

Dettagli

Catalogo pezzi di ricambio

Catalogo pezzi di ricambio Catalogo pezzi di ricambio Sistemi solari 840213.14 IT 10/2009 VIH S 300-500/1 VIH S 300-500/2 VPS S 500-1000 VPS SC 700 VIH SN 150 i, VIH SN 250 i VIH SN 150 i R1, VIH SN 250 i R1 VIH SN 350/3 ip VIH

Dettagli

Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato

Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTO ELETTRICO LUGLIO 2007 descrizione Pagina 1 di 1 A1.1 - QUADRO GENERALE ESTERNO QGE Quadro di tipo prefabbricato in materiale

Dettagli

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO Sommario 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 5 a) Quadri elettrici... b) Cavi... c) Condutture... d) Cassette e connessioni... e) Impianti elettrici

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 Art. Descrizione U.M. Q,tà Prezzo unitario Totale A.1.01 B.1.01 B.1.02 B.1.03 SISTEMI DI MONTAGGIO

Dettagli

Computo metrico estimativo I.S.I.I."G.Marconi" Adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici

Computo metrico estimativo I.S.I.I.G.Marconi Adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici I.S.I.I. "G. MARCONI" QUADRI ELETTRICI 1 a1 Fornitura e posa in opera di un quadro elettrico generale (QGN), da porsi nel locale accanto all'autoclcave, in carpenteria metallica verniciata, per apparecchiature

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA Comune di Livorno UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA OGGETTO: NUOVA SEDE SCUOLA MATERNA PESTALOZZI IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A Serie - Rilevatore di movimento e di presenza 10 A SERIE Caratteristiche.41.51.61 Rilevatore di movimento e di presenza Ampia area di copertura fino a 120m 2 Due aree di rilevamento (tipo.51): zona presenza

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA Supplemento al Listino dei prezzi all ingrosso dei materiali da costruzione LISTINO DEI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA N 2/2011 2 semestre AVVERTENZE I prezzi riportati nel presente

Dettagli

CATALOGO TC 12. Settore ENERGIA ALTERNATIVA. Gruppo UX Lampade da giardino fotovoltaiche

CATALOGO TC 12. Settore ENERGIA ALTERNATIVA. Gruppo UX Lampade da giardino fotovoltaiche CATALOGO TC 12 Settore ENERGIA ALTERNATIVA Gruppo UX Lampade da giardino fotovoltaiche - 0464 414194 fax 0464 412534 0464 414194 fax 0464 412534 LAMPADE DA GIARDINO ALIMENTATE DALL ENERGIA SOLARE NO CAVI,

Dettagli

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO COMMESSA N.: AAAA IMPIANTO N.: AAAA N 2 Colonne guide tipo complete Fornitore Monteferro Tipo T 82/A (82,5 x 68,25 x 9mm) Lunghezza cad. colonna 25 m Composte complessivamente

Dettagli

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag. ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.1 di 12 1A) QUADRO ELETTRICO GENERALE QUADRO ELETTRICO GENERALE DI BASSA TENSIONE SEZIONATORI

Dettagli

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici 6578 CEI 0-2 0 120 Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici 6366 CEI 0-10 0 110 Guida alla manutenzione degli impianti elettrici 6613 CEI 0-11 0 75 Guida alla

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

I.N.P.S. ELENCO PREZZI. DIREZIONE REGIONALE per l'umbria OGGETTO: INPS - DIREZIONE REGIONALE PER L'UMBRIA via M. Angeloni, 90 PERUGIA

I.N.P.S. ELENCO PREZZI. DIREZIONE REGIONALE per l'umbria OGGETTO: INPS - DIREZIONE REGIONALE PER L'UMBRIA via M. Angeloni, 90 PERUGIA I.N.P.S. DIREZIONE REGIONALE per l'umbria OGGETTO: ELENCO PREZZI PREZZI DESUNTI DAL BOLLETTINO UFFICIALE N. 58 DEL 30 DICEMBRE 2013 - REGIONE UMBRIA, SALVO CHE PER GLI ARTICOLI RIFERITI DAL N. 11 AL N.

Dettagli

L impianto elettrico per l appartamento medio (100 mq)

L impianto elettrico per l appartamento medio (100 mq) OBIETTIVO PROFESSIONE L impianto elettrico per l appartamento medio (100 mq) Presentiamo in queste pagine un esempio di impianto elettrico per un appartamento di taglia media avente una superficie di circa

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE E IL FUNZIONAMENTO. KIT Mt

ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE E IL FUNZIONAMENTO. KIT Mt ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE E IL FUNZIONAMENTO KIT Mt Grazie per aver scelto un prodotto DOMUSA. All'interno della gamma dei prodotti DOMUSA avete scelto il kit per pavimenti radianti M t, un accessorio

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di Empoli Provincia di Firenze. Progetto definitivo Museo del Vetro - Ex Magazzino del Sale OGGETTO: Comune di Empoli

COMPUTO METRICO. Comune di Empoli Provincia di Firenze. Progetto definitivo Museo del Vetro - Ex Magazzino del Sale OGGETTO: Comune di Empoli Comune di Empoli Provincia di Firenze pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Progetto definitivo Museo del Vetro - Ex Magazzino del Sale COMMITTENTE: Comune di Empoli Firenze, 28/11/2006 IL TECNICO PriMus by

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI

RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI 1. premessa Il complesso immobiliare oggetto dell intervento consta di due edifici, CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE PER L ARTE E LA CULTURA e OSTELLO DELLA GIOVENTU

Dettagli

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione RELAZIONE TECNICA DATI DEL PROGETTO Mappale no. 214-216-429-430(vedi nuovo piano parcellare) Superficie

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI ELETTRICI

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI ELETTRICI INDICE A) GENERALITA PAG 2 B) DESCRIZIONE IMPIANTO PAG 3 C) DATI DI PROGETTO PAG 3 D) CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI PAG 3 E) CATEGORIA DELL IMPIANTO PAG 3 F) ANALISI

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I A

C O M U N E D I C E R V I A C O M U N E D I C E R V I A MANUTENZIONE DI ALLOGGIO DELLE CASE DEI SALINARI pag.1 di 10 RELAZIONE ILLUSTRATIVA INDICE PARTE 1... 3 OGGETTO DELL INTERVENTO... 3 DESIGNAZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRE...

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Il sottoscritto GIOVANNI ROSSI titolare o legale rappresentante dell impresa GIOVANNI ROSSI IMPIANTI ELETTRICI, operante nel settore IMPIANTI

Dettagli

1. Generalità. 3. Normativa di riferimento

1. Generalità. 3. Normativa di riferimento 1. Generalità L intervento prevede la nuova realizzazione dell impianto elettrico e comunicazione interno alle unità immobiliari e le dorsali di alimentazione dal cortile posto al piano terra fino alle

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO

PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO MANUALE DI INSTALLAZIE Vi ringraziamo per aver scelto di acquistare questo rivelatore

Dettagli

Comune di: Provincia di: Oggetto:

Comune di: Provincia di: Oggetto: Manuale d'uso Comune di: Provincia di: Oggetto: Corigliano Calabro Cosenza LAVORI DI RIPRISTINO E DI ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL'IMPIANTO D'ILLUMINAZIONE AREE PORTUALI E DI ALIMENTAZIONE SEGNALAMENTI MARITTIMI

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

PREMESSA MANUALE D USO MANUALE DI MANUTENZIONE PIANO DI MANUTENZIONE 1/17

PREMESSA MANUALE D USO MANUALE DI MANUTENZIONE PIANO DI MANUTENZIONE 1/17 PREMESSA MANUALE D USO QUADRO ELETTRICO E LINEE DI DISTRIBUZIONE TERMINALI : PRESE IMPIANTI RILEVAZIONE E ALLARME INCENDIO IMPIANTO TELEFONICO IMPIANTO DI MESSA A TERRA UPS GRUPPO DI CONTINUITA IMPIANTO

Dettagli

CORSO BASE IMPIANTI ELETTRICI

CORSO BASE IMPIANTI ELETTRICI CORSO BASE IMPIANTI ELETTRICI MODULO 8 MANUTENZIONE Vesione 3.0 / 2010 1 SCOPO Fornire le indicazioni necessarie per la verifica degli impianti elettrici. CAMPO DI APPLICAZIONE La presente istruzione si

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio I Gli elementi riscaldanti piatti sono certificati VDE secondo norme DIN EN60335-1 e DIN EN60335-2-96. Leggere attentamente le presenti istruzioni prima di intraprendere il montaggio.

Dettagli

Locali contenenti riscaldatori per saune Norme di installazione

Locali contenenti riscaldatori per saune Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti e indiretti Interruzione automatica dell alimentazione mediante interruttore differenziale con I dn non superiore a 30 ma. Norma CEI 64-8 sezione 703 - Art. 703.412.5

Dettagli

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI Anno 2013 *** INDICE ***

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI - LOCALI BAGNI E DOCCE

IMPIANTI ELETTRICI - LOCALI BAGNI E DOCCE IMPIANTI ELETTRICI - LOCALI BAGNI E DOCCE Sommario 1. Definizione 2. Fonti normative 3. Questioni interpretative 4. Caratteristiche e modalità di installazione 5. Adempimenti amministrativi 6. Voci di

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. GENERALITA

RELAZIONE TECNICA 1. GENERALITA INDICE 1. Generalità pag. 2 2. Dati del sistema elettrico di distribuzione pag. 2 2.1 Appartamento tipo pag. 2 2.2 Parti comuni pag. 3 3. Specifiche tecniche pag. 3 3.1 Protezione contro i contatti diretti

Dettagli

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K )

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Codice Voce Descrizione Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Totale in Iva esclusa = A x

Dettagli

atmomag Catalogo pezzi di ricambio atmomag

atmomag Catalogo pezzi di ricambio atmomag Catalogo pezzi di ricambio atmomag atmomag MAG 16-0/0 XEA MAG 11-0/0 XZ MAG mini 11-0/0 XZ MAG 14-0/0 XZ MAG mini 11-0/0 XI MAG 14-0/0 XI MAG mini 11-0/0 GX MAG 14-0/0 GX MAG 11-0/0 Y XZ MAG mini 11-0/0

Dettagli

10. DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO IDRICO IMPIANTO DI ADDUZIONE DELL ACQUA (RETE DI DISTRIBUZIONE)

10. DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO IDRICO IMPIANTO DI ADDUZIONE DELL ACQUA (RETE DI DISTRIBUZIONE) 10. DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO IDRICO IMPIANTO DI ADDUZIONE DELL ACQUA (RETE DI DISTRIBUZIONE) Per la determinazione delle portate massime contemporanee, necessarie per il dimensionamento delle reti

Dettagli

Pianificatore/trice elettricista AFC

Pianificatore/trice elettricista AFC elektriker.ch elettricista.ch Pianificatore/trice elettricista AFC determinato ragionamento astratto e logico doti organizzative giocatore di squadra Il tuo futuro quale pianificatore/trice elettricista

Dettagli

L'impianto elettrico nei locali ad uso estetico

L'impianto elettrico nei locali ad uso estetico L'impianto elettrico nei locali ad uso estetico 1. Generalità Un centro estetico può essere un locale a se stante (fig. 1), oppure essere inserito all'interno di una struttura più grande, come un albergo,

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO IMPIANTO ELETTRICO Premessa Nel seguito sono descritti gli impianti elettrici e di terra da realizzare per ciascun punto nel quale sono installate gli apparati dell'sistema

Dettagli

ELENCO COMPENSI PER L APPALTO DI ATTIVITÀ SU GRUPPI DI MISURA E PRESE DELLA DISTRIBUZIONE, DI NORMA, IN PRESENZA DI TENSIONE

ELENCO COMPENSI PER L APPALTO DI ATTIVITÀ SU GRUPPI DI MISURA E PRESE DELLA DISTRIBUZIONE, DI NORMA, IN PRESENZA DI TENSIONE ELENCO COMPENSI PER L APPALTO DI ATTIVITÀ SU GRUPPI DI MISURA E PRESE DELLA DISTRIBUZIONE, DI NORMA, IN PRESENZA DI TENSIONE Roma - Edizione NOVEMBRE 2000 ELENCO COMPENSI PER L APPALTO DI ATTIVITÀ SU GRUPPI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO

REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO REGOLAMENTO PER LA RICEZIONE E LA DISTRIBUZIONE DEI PROGRAMMI TV VIA CAVO CAPITOLO I Norme generali Applicazione Art. 1 Il presente regolamento, regola la costruzione, l esecuzione, la manutenzione e il

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE

PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE LOCALITA : ORBASSANO (TO) INDIRIZZO: Via Fratelli Rosselli 37 DESTINAZIONE D USO: Centro diurno per disabili PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE Data: marzo 2012 Il tecnico: dott. ing.

Dettagli

Introduzione. 2.1.1 Obblighi di legge generali

Introduzione. 2.1.1 Obblighi di legge generali 2.1 SICUREZZA ELETTRICA Introduzione In questo capitolo sono illustrati gli obblighi di legge e le principali caratteristiche legate agli impianti elettrici dei locali che ospitano le lavorazioni oggetto

Dettagli

Commenti alla Variante V2 della Norma CEI 64-8 In vigore Giugno 2005 Inerente anche gli Impianti elettrici di illuminazione pubblica

Commenti alla Variante V2 della Norma CEI 64-8 In vigore Giugno 2005 Inerente anche gli Impianti elettrici di illuminazione pubblica Commenti alla Variante V2 della Norma CEI 64-8 In vigore Giugno 2005 Inerente anche gli Impianti elettrici di illuminazione pubblica Documento organizzato dall ing. Eugenio Agnello, in ottobre 2005, per

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico RELAZIONE TECNICA Impianto elettrico SOMMARIO 1. GENERALITÀ 4 1.1 Premessa 4 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DEI LAVORI 5 2.1 Distribuzione 5 2.1.1 Impianto elettrico esterno e locali speciali. 6 2.1.2 Impianto

Dettagli

SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95

SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95 SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95 COLLEGAMENTO DI CITOFONI AD UN PORTIERE ELETTRICO FUNZIONE Premendo uno dei tasti della pulsantiera, posta all'esterno dello stabile, viene inviata la chiamata elettronica

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO PROGETTO ESECUTIVO Comune di ESCALAPLANO Provincia di CA OGGETTO: ADEGUAMENTO FABBRICATO ADIBITO A COMUNITA' ALLOGGIO PER ANZIANI COMMITTENTE: COMUNE DI ESCALAPLANO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Escalaplano,

Dettagli

Regolazione Standard varimatic 230 V oppure 24 V

Regolazione Standard varimatic 230 V oppure 24 V Regolazione Standard varimatic 230 V oppure 24 V I.7.1 Descrizione del sistema Termostato ambiente varimatic 230 V Termostato ambiente varimatic 230 V Modulo regolazione varimatic 230 V da 1 fino a 6 termostati

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Codice Sub Descrizione UNM Prezzo Sicurezza 15 IMPIANTI ELETTRICI 15.01 Distribuzione circuiti luce 15.01.001 Punto luce e punto di comando

Dettagli

gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro.

gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro. gesis FLEX gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro. 2 gesis FLEX L'automazione degli ambienti nel futuro Automazione ambienti decentralizzata

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

-250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare

-250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare Istruzioni per l uso e di montaggio -250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare Art. Nr.: 3100000440 Dati Tecnici: Dimensioni: Tensione di esercizio: Assorbimento di potenza del controllo:

Dettagli

INDICE 1 ELENCO DISEGNI... 2 2 PREMESSA... 2 3 OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E NORME IN MATERIA DI APPALTO... 3

INDICE 1 ELENCO DISEGNI... 2 2 PREMESSA... 2 3 OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E NORME IN MATERIA DI APPALTO... 3 INDICE 1 ELENCO DISEGNI... 2 2 PREMESSA... 2 3 OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E NORME IN MATERIA DI APPALTO... 3 4 QUADRI GENERALI _ NOTA GENERALE PER TUTTI I QUADRI ELETTRICI:... 3 4.1 QUADRI DI PROTEZIONE

Dettagli

GRUNDFOS ACQUE CARICHE MINI PUST STAZIONE DI POMPAGGIO PER ACQUE DI DRENAGGIO, ACQUE PIOVANE E ACQUE CARICHE.

GRUNDFOS ACQUE CARICHE MINI PUST STAZIONE DI POMPAGGIO PER ACQUE DI DRENAGGIO, ACQUE PIOVANE E ACQUE CARICHE. GRUNDFOS ACQUE CARICHE MINI PUST STAZIONE DI POMPAGGIO PER ACQUE DI DRENAGGIO, ACQUE PIOVANE E ACQUE CARICHE. La stazione di pompaggio Grundfos MINI PUST viene impiegata per acque grigie e nere e per l

Dettagli

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti SISTEMA TVCC A TECNOLOGIA I.P. Quantit à Costo Unitario Costo Complessivo OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti Si prevede la videosorveglianza nei corridoi principali ai diversi piani in corrispondenza

Dettagli

Rilevatore per la sorveglianza di oggetti

Rilevatore per la sorveglianza di oggetti Rilevatore per la sorveglianza di oggetti In generale I rilevatori senza energia ausiliaria sono interruttori passivi disponibili in diverse versioni per la sorveglianza di oggetti. Di preferenza questi

Dettagli

Schede Attività Programmate

Schede Attività Programmate Servizi di manutenzione integrata edifici-impianti degli immobili istituzionali della Scuola Normale Superiore Schede Attività Programmate Pisa, lì 13 gennaio 2014. Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale zaccari. Progetto Esecutivo. Capitolato tecnico impianti

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale zaccari. Progetto Esecutivo. Capitolato tecnico impianti Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

Giornata informativa con gli installatori. Sala Aragonite, 3 ottobre 2014

Giornata informativa con gli installatori. Sala Aragonite, 3 ottobre 2014 Giornata informativa con gli installatori Sala Aragonite, 3 ottobre 2014 Programma della giornata Saluto, G. Mameli, Ing. ETH, Vicedirettore/Capo-Area Elettricità Introduzione alle tematiche, M. Bagutti,

Dettagli

VR-250 ECH/B. Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010)

VR-250 ECH/B. Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010) VR-250 ECH/B Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010) Introduzione Manuale di installazione, uso e manutenzione delle unità di trattamento d aria tipo prodotte da Systemair AB. Contiene le istruzioni

Dettagli

Nella gamma é presente anche il lava-mani con comando femorale. Ampia gamma : distributore di sapone manuale, elettronico, pompa di sapone.

Nella gamma é presente anche il lava-mani con comando femorale. Ampia gamma : distributore di sapone manuale, elettronico, pompa di sapone. I vantaggi Tournus Design e novazione : rubetto con fotocellula ad frarossi di fabbricazione francese. Consumo d acqua ridotto ritraendo le mani l erogazione d acqua si ferma immediatamente. Ampia gamma

Dettagli

FONDAZIONE CONSERVATORIO FIESCHI

FONDAZIONE CONSERVATORIO FIESCHI M.&.G. Progetti s.n.c. di Ing. S. Mirenda & P.ind. A. Grosso Chiavari (GE) Via S. Francesco N.15/8 Tel 0185/306893-Fax 0185/306893 e-mail: studiomirenda@aliceposta.it P.IVA. 01661990992 FONDAZIONE CONSERVATORIO

Dettagli

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W Serie 18 - Rilevatore di movimento 10 A SERIE 18 Caratteristiche Rilevatore di movimento a infrarossi Dimensioni ridotte Dotato di sensore crepuscolare e tempo di ritardo Utilizzabile in qualsiasi posizione

Dettagli

Catalogo pezzi di ricambio 840173.08 IT 10/2005. Scaldabagni a gas turbomag MAG 17-2/0 MAG 11,14-2/0

Catalogo pezzi di ricambio 840173.08 IT 10/2005. Scaldabagni a gas turbomag MAG 17-2/0 MAG 11,14-2/0 Catalogo pezzi di ricambio 840173.08 IT 10/2005 Scaldabagni a gas turbomag MAG 17-2/0 MAG 11,14-2/0 Indice Panoramica gruppo di costruzione MAG 17-2/0 A Pagina 3 04 Bruciatore MAG 17-2/0 A Pagina 4 06

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI AN.P1 N.P1.11 A.NP.2 ANP2.2 ANP.3 N.P3.4 ANP.4 ANP.5 Fornitura ed installazione di sistema di sicurezza

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO Caro cliente ATH, grazie per aver scelto l impianto di riscaldamento sotto pavimento della ATH. Progettato per essere

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI PROGETTO

RELAZIONE TECNICA DI PROGETTO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE REGIONALE PER IL TRENTINO ALTO-ADIGE UFFICIO TECNICO Via T. Gar, 16/2-38100 TRENTO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE ED ADATTAMENTO AREA EX CED AL PIANO QUARTO

Dettagli

AMPLIAMENTO DEL PERCORSO MUSEALE PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SUGLI IMPIANTI

AMPLIAMENTO DEL PERCORSO MUSEALE PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SUGLI IMPIANTI 1 COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO (PROVINCIA DI PERUGIA) PROGRAMMA URBANO COMPLESSO PUC 2/2008 (D.G.R.351/08) LA CITTA DEL LAGO CENTRO STORICO AREA MONUMENTALE AMPLIAMENTO DEL PERCORSO MUSEALE PROGETTO

Dettagli