INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI INDICAZIONI OPERATIVE + FORMULARIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI INDICAZIONI OPERATIVE + FORMULARIO"

Transcript

1 COMUNE DI CESENA COMUNE DI MONTIANO Corpo Intercomunle di Polizi Municiple Reprto Tutel del Consumtore e del Territorio Nucleo Polizi Commercile e Annonri Corso Cvour n Cesen - Tel: Fx Istruzioni normtive ed opertive l personle ssegnto rt. 8 regolmento del corpo intercomunle di P.M. INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI INDICAZIONI OPERATIVE + FORMULARIO Il Ministero dello Sviluppo Economico h emnto due decreti sui crburnti: il primo reltivo ll pubblicizzzione dei prezzi visibili dll crreggit strdle, il secondo sull obbligo di comuniczione dei prezzi prticti l Ministero stesso; i due decreti sono stti pubblicti rispettivmente nelle Gzzette Ufficili n. 71 del 25 mrzo 2013 e n. 63 del 15 mrzo Il decreto sull comuniczione e pubbliczione dei prezzi dei crburnti l Ministero dello Sviluppo Economico prevede l obbligo di comunicre telemticmente l Ministero i prezzi prticti con queste tempistiche: dl 19 prile: distributori ubicti nelle strde sttli che vendono solo gpl o metno oppure che vendono nche gpl o metno dl 18 giugno: distributori ubicti sulle strde sttli che vendono benzin o gsolio solo in modlità self-service o nche in modlità self-service durnte l intero orrio di pertur dl 18 luglio: tutti i restnti distributori ubicti nelle strde sttli dl 16 settembre: tutti i distributori, compresi nche quelli dell rete urbn, senz distinzione di crburnti e di modlità di vendit. I prezzi comunicti e pplicti di gestori srnno visibili sul sito Osserv prezzi crburnti del Ministero dello Sviluppo Economico. IL DECRETO 17 GENNAIO 2013 DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IN ATTUAZIONE DELL ART. 19 DEL DL 1/2012 CONVERTITO CON L. 27/12 (MIGLIORAMENTO DELLE INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI)

2 L rticolo 19 del decreto legge 1/2012 ttribuisce l Ministero dello sviluppo economico il compito di definire le modlità ttutive del Codice del Consumo nell prte in cui prevede che i prezzi prticti l consumo dei prodotti petroliferi per utotrzione debbno essere esposti in modo visibile dll crreggit, e fornisce in merito lcuni criteri vincolnti per il reltivo decreto ttutivo, per rendere più uniforme, confrontbile e chir l informzione fornit di distributori i consumtori ttrverso crtelloni strdli. I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO MINISTERIALE I prezzi devono essere esposti sui crtelloni strdli secondo il seguente ordine, dll lto verso il bsso: gsolio benzin GPL metno. Devono essere segnlti i prezzi prticti, senz indiczioni sotto form di sconti, riferiti ll modlità non servito, se presente. Il decreto non viet cmpgne promozionli o di fidelizzzione, m viet l indiczione di prezzo sotto form di sconti riferiti prezzi non verificbili d prte del consumtore. Se presente ed ttiv nche l modlità di rifornimento con servizio, i prezzi del servito devono essere esposti su crtelloni seprti indicndo l differenz in umento. I prezzi devono essere esposti in euro per litro (euro per chilogrmmo per il metno) con tre cifre decimli. Le prime due cifre decimli devono essere evidenzite in bse ll dimensione o l rislto dei crtteri, ttrverso l indiczione dell terz cifr (millesimi) con minore evidenz, lterntivmente in formto pice o pedice ovvero con minore luminosità o rislto cromtico, per richimre l ttenzione dei consumtori sulle differenze di prezzo in centesimi, più rilevnti. Il posizionmento, le crtteristiche e le dimensione dei supporti e dei crtelli per l pubblicizzzione dei prezzi prticti l pubblico devono rispondere i requisiti previsti in mteri dl Codice dell strd e reltive normtiv ttutiv. L ltezz dei crtteri deve vere un dimensione minim di 12 cm, slvo incomptibilità con ltre disposizioni. Vengono fornite indiczioni nche per quel che rigurd l esposizione dei prezzi ll interno dell Are di Servizio che devono essere esposti secondo il medesimo ordine e come prezzi effettivmente prticti. I crburnti specili possono essere pubblicizzti in modo visibile dll crreggit purché esposti su crtelloni seprti Il decreto si pplic i crtelloni di tutti i punti vendit m non si pplic gli specili strumenti di informzione resi obbligtori per le utostrde e le strde extr-urbne principli sttli (cosiddetti benzcrtelloni) che restno regolti dlle prticolri norme d essi pplicbili. Decorrenz degli obblighi dl 9 prile 2013 reltivmente ll esposizione dei prezzi senz indiczioni sotto form di sconti dl 24 mggio 2013 per l esposizione dei prezzi con minore evidenz dell terz cifr decimle dl 23 giugno 2013 per l esposizione dei prezzi secondo l ordine dll lto verso il bsso: gsolio, benzin, GPL, metno; nonché per tutte le ltre disposizione reltivmente i nuovi impinti o nei csi in cui si instlli volontrimente nuov crtellonistic Pg. 2

3 Termini più lunghi e sostenibili per gli impinti fissi esistenti Fermi restndo nche per gli impinti esistenti gli obblighi fissti per tutti gli impinti decorrere dl quindicesimo e sessntesimo giorno, nei csi in cui per l degumento completo lle norme del decreto si necessrio procedere ll sostituzione dell crtellonistic esistente, tle obbligo decorre dopo un nno; nel cso l crtellonistic si stt instllt/sostituit nei 24 mesi precedenti, tle termine è di due nni. Alcuni esempi con foto di controlli Crtello regolre Trttsi di totem che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del gsolio e dell d benzin l cifr dei centesimi è correttmente più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. Crtello irregolre Trttsi di crtello interno ll re di servizio che riport in un unico crtello il prezzo diesel benzin e crburnti specili (bludiesel) inoltre l cifr dei centesimi non è più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. Pg. 3

4 Crtello d regolrizzre Trttsi di totem che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del gsolio e dell sup uper m l cifr dei centesimi non più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. euro. V regolrizzto entro il 26/03/2014 (se è stto instllto dopo gennio 2011 v regolrizzto entro il 26/03/2015) 2015) Crtello d regolrizzre Trttsi di totem che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del gsolio e dell super con l cifr dei centesimi più piccol rispetto decimi e centesimi di euro m dl 23/06/2013 ndrnno oscurti i prezzi dei crburnti specili Crtello irregolre Trttsi di crtelli interni ll re di servizio che riport in un unico crtello il prezzo diesel benzin e crburnti specili (bludiesel) inoltre l cifr dei centesimi non è più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. Inoltre il servito v indicto Pg. 4

5 indicndo l differenz in umento Crtello d regolrizzre Trttsi di crtello interno ll re di servizio che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del gsolio e dell super s con l cifr dei centesimi più piccol rispetto decimi e centesimi di euro m dl 23/06/2013 ndrnno oscurti i prezzi dei crburnti specili Crtello d regolrizzre Trttsi di totem che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del d gsolio e dell super m l cifr dei centesimi non più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. euro. V regolrizzto entro il 26/03/2014 (se è stto instllto dopo gennio 2011 v regolrizzto entro il 26/03/2015) 2015) Irregolr rregolri i le bndiere che pubblicizzno uno sconto di 10 centesimi Pg. 5

6 Crtello d regolrizzre Trttsi di totem che riport correttmente dll lto verso il bsso l indiczione del prezzo del gsolio e dell super del GPL e del METANO. Dl 23/06/2013 ndrnno oscurti i prezzi dei crburnti specili L cifr dei centesimi non più piccol rispetto decimi e centesimi di euro. V regolrizzto entro il 26/03/2014 (se è stto instllto dopo gennio 2011 v regolrizzto entro il 26/03/2015) 2015) I testi delle norme Codice del Consumo Art. 15. DLgs 206/ Modlità di indiczione del prezzo per unità di misur 1. Il prezzo per unit' di misur si riferisce d un quntità dichirt conformemente lle disposizioni in vigore. 2. Per le modlit' di indiczione del prezzo per unit' di misur si pplic qunto stbilito dll'rticolo 14 del decreto legisltivo 31 mrzo 1998, n. 114, recnte riform dell disciplin reltiv l settore del commercio. 3. Per i prodotti limentri preconfezionti immersi in un liquido di governo, nche congelti o surgelti, il prezzo per unit' di misur si riferisce l peso netto del prodotto sgocciolto. 4. E' mmess l'indiczione del prezzo per unit' di misur di multipli o sottomultipli, decimli delle unit' di misur, nei csi in cui tluni prodotti sono generlmente ed bitulmente commercilizzti in dette quntit'. Pg. 6

7 5. I prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione, esposti e pubblicizzti presso gli impinti utomtici di distribuzione dei crburnti, devono essere esclusivmente quelli effettivmente prticti i consumtori. E' ftto obbligo di esporre in modo visibile dll crreggit strdle i prezzi prticti l consumo. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 17 gennio 2013 Modlit' ttutive delle disposizioni in mteri di pubblicit' dei prezzi prticti di distributori di crburnti per utotrzione, di cui ll'rticolo 15, comm 5, del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, e di cui ll'rticolo 19 del decreto-legge 24 gennio 2012, n. 1, convertito, con modificzioni, dll legge 24 mrzo 2012, n. 27. (13A02043) (GU n.71 del ) IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Visto il decreto del Ministro dell'industri, commercio e rtiginto 30 settembre 1999 recnte «Disposizioni concernenti le modlit' di pubblicit' dei prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione presso gli impinti utomtici di distribuzione dei crburnti» ed in prticolre l disposizione in bse ll qule i prezzi esposti e pubblicizzti presso gli impinti utomtici di distribuzione dei crburnti, devono essere esclusivmente quelli effettivmente prticti i consumtori; Visto l'rt. 15, comm 5 del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, ed in prticolre il secondo periodo che stbilisce l'obbligo di esporre in modo visibile dll crreggit strdle i prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione prticti l consumo presso gli impinti di distribuzione di crburnti; Visto l'rt. 17 del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, secondo cui chiunque omett di indicre il prezzo secondo qunto previsto, nche, dl citto rt. 15, e' soggetto ll snzione di cui ll'rt. 22, comm 3, del decreto legisltivo 31 mrzo 1998, n. 114, d irrogre con le modlit' ivi previste; Visto il decreto legisltivo 30 prile 1992, n. 285, recnte «Nuovo codice dell strd» ed in prticolre l'rt. 23 rubricto «pubblicit' sulle strde e sui veicoli»; Visto il decreto del Presidente dell Repubblic del 16 dicembre 1992, n. 495, recnte il «Regolmento di esecuzione e di ttuzione del nuovo codice dell strd»; Visto l'rt. 19 del decreto-legge 24 gennio 2012, n. 1, convertito, con modificzioni, con legge 24 mrzo 2012, n. 27, rubricto «migliormento delle informzioni l consumtore sui prezzi dei crburnti»; Visto il comm 2 del citto rt. 19 che prevede che con uno o piu' decreti del Ministero dello sviluppo economico sino definite le modlit' ttutive dell'obbligo di esposizione dei prezzi visibili dll crreggit di cui ll'rt. 15, comm 5, del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, in modo d ssicurre che le indiczioni per ciscun prodotto rechino i prezzi in modlit' non servito, ove presente, senz indiczioni sotto form di sconti, secondo il seguente ordine dll'lto verso il bsso: gsolio, benzin, GPL, metno; Visto ltresi' il secondo periodo del medesimo comm che dispone che in tle decreto si preved che i prezzi delle ltre tipologie di crburnti specili e il prezzo dell modlit' di rifornimento con servizio debbno essere riportti su crtelloni seprti, indicndo quest'ultimo prezzo come differenz in umento rispetto l prezzo senz servizio, ove esso si presente; Visto il comm 3 del citto rt. 19, che dispone che con il medesimo decreto si prevedono le modlit' di evidenzizione, nell crtellonistic di pubblicizzzione dei prezzi presso ogni punto di vendit dei crburnti, delle prime due cifre decimli rispetto ll terz, dopo il numero intero del prezzo in euro prticto nel punto vendit; Visto l'rt. 2 del decreto-legge 31 gennio 2007, n. 7, convertito, con modificzioni, con legge 2 prile 2007, n. 40, recnte «informzioni sui prezzi dei crburnti e sul trffico lungo l rete utostrdle e strdle», nonche' l deliber CIPE 20 luglio 2007, n. 69; Considert l generle necessit' di coniugre le esigenze di un migliore leggibilit' dei prezzi prticti per i crburnti e l conseguente migliore informzione per il consumtore con l Pg. 7

8 sicurezz strdle e l sostenibilit' dell'degumento delle strutture di supporto ll pubblicizzzione dei prezzi presso ciscun punto vendit di crburnti; Decret: Art. 1 Oggetto ed mbito di ppliczione 1. Il presente decreto si pplic ciscun punto vendit di crburnti presente sul territorio nzionle e disciplin le modlit' di indiczione del prezzo l consumo dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione medinte crtellonistic di pubblicizzzione. 2. Il presente decreto non si pplic gli strumenti di informzione dei prezzi di crburnti resi obbligtori per le utostrde e le strde extrurbne principli sttli i sensi dell legge 2 prile 2007, n. 40, che rimngono comunque disciplinti dlle disposizioni di cui ll Deliber CIPE 20 luglio 2007, n. 69. Art. 2 Pubblicizzzione dei prezzi visibile dll crreggit strdle 1. In ttuzione dell'rt. 15, comm 5, del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, per prezzi effettivmente prticti l consumo d esporre in modo visibile dll crreggit si intendono i prezzi per modlit' di erogzione del crburnte senz servizio, ove presenti, e i prezzi per modlit' di erogzione con servizio. 2. I prezzi, ove presente e ttiv l modlit' non servito, devono essere pubblicizzti su ppositi crtelloni, senz indiczioni sotto form di sconti, secondo l'ordine dll'lto verso il bsso: gsolio, benzin, GPL, metno. Nei csi in cui l modlit' non servito non si presente o nei momenti in cui non si ttiv, devono essere comunque esposti i prezzi dell modlit' con servizio, segnlndo l divers form di erogzione. Il prezzo dei prodotti GPL e metno possono essere esposti su crtelloni seprti, purche' collocti in modo d mntenere l'ordine di esposizione di cui sopr. 3. Ove presente e ttiv nche l modlit' di rifornimento con servizio, i reltivi prezzi prticti l pubblico devono essere riportti su supporti o crtelli seprti, mntenendo il medesimo ordine ed indicndoli solo come differenz in umento rispetto l prezzo non servito, ove esso si presente e ttivo. Negli ltri csi il prezzo con servizio prticto e' direttmente indicto nell crtellonistic di cui l comm 2, specificndo l modlit' di erogzione. 4. Il posizionmento, le crtteristiche e le dimensioni dei supporti e dei crtelli per l pubblicizzzione dei prezzi prticti l pubblico, esposti in modo visibile dll crreggit strdle, devono rispondere i requisiti previsti dll'rt. 23, decreto legisltivo 30 prile 1992, n. 285 e reltive norme ttutive del decreto del Presidente dell Repubblic 16 dicembre 1992, n L'ltezz dei crtteri usti per indicre i prezzi esposti sui supporti e sui crtelli di cui l comm 2, deve essere determint in modo d grntirne l visibilit' in condizioni di sicurezz e ssicurndo indictivmente un dimensione minim dei crtteri di lmeno 12 centimetri, slvo incomptibilit' derivnte d ltre disposizioni. 6. I prezzi devono essere esposti in euro per litro o, per il metno, in euro per chilogrmmo, indicndo le cifre decimli fino ll terz. Le prime due cifre decimli del prezzo esposto in euro devono essere evidenzite in bse ll dimensione o il rislto dei crtteri, ttrverso l'indiczione dell terz cifr, lterntivmente, in formto pice o pedice ovvero con minore luminosit' o rislto cromtico. 7. Qundo nell'impinto sino presenti e ttive diverse modlit' di erogzione non servito, l'obbligo di esposizione del prezzo nell crtellonistic e' riferito ll modlit' con prezzo piu' bsso di offert l pubblico. Art. 3 Pubblicizzzione dei prezzi ll'interno delle ree di rifornimento 1. All'interno delle ree di rifornimento i prezzi di gsolio, benzin, GPL e metno devono essere esposti secondo le disposizioni reltive ll'ordine dei prodotti e l formto di cui i commi 2 e 6 dell'rt Nell'ipotesi di cui l comm 7 dell'rt. 2 il prezzo delle ulteriori modlit' di erogzione non servito e' esposto come prezzo effettivmente prticto. Pg. 8

9 3. In ggiunt l differenzile di cui l comm 3 dell'rt. 2, esclusivmente nell crtellonistic post ll'interno delle ree di rifornimento, ed in prticolre in prossimit' degli erogtori, deve essere esposto il prezzo finle effettivmente prticto per l modlit' di erogzione con servizio, in modo d grntire, in ogni cso, l seprzione dl crtello recnte il prezzo prticto per l modlit' di erogzione non servito. Art. 4 Pubblicizzzione dei prezzi delle ltre tipologie di crburnti specili 1. Ove presenti ltre tipologie di crburnti specili, i reltivi prezzi di vendit si in modlit' con servizio, che in modlit' non servito, devono essere riportti su ulteriori seprti crtelli ll'interno delle ree di rifornimento. 2. I prezzi di cui l comm 1 possono essere pubblicizzti in modo visibile dll crreggit purche' esposti su crtelloni seprti secondo le modlit' indicte nei commi 4 e 5 dell'rt. 2. I prezzi devono essere riportti, senz indiczioni sotto form di sconti, secondo il formto di cui l comm 6 dell'rt. 2 e, ove presenti differenti modlit' di rifornimento, il prezzo dell modlit' con servizio deve essere indicto come differenz in umento rispetto quell senz servizio, i sensi del comm 3 dell'rt. 2. Art. 5 Decorrenz 1. Al fine di grntire l sostenibilit' tecnic ed economic dell'instllzione di idone crtellonistic recnte i prezzi prticti l pubblico dei prodotti petroliferi erogti presso ogni punto vendit di crburnti, nonche' grntire l'effettivit' dell tutel dei diritti dei consumtori, le disposizioni di cui gli rticoli precedenti si pplicno, secondo criteri di grdulit', prtire di seguenti termini, decorrenti dll dt di pubbliczione del presente decreto nell Gzzett Ufficile dell Repubblic itlin: ) dl quindicesimo giorno, decorre l'obbligo di esporre i prezzi effettivmente prticti i consumtori, senz indiczioni sotto form di sconti; eventuli cmpgne promozionli o di fidelizzzione possono essere indicte su crtellonistic integrtiv intern ll're di servizio, e devono essere riferite comunque prezzi esposti e gevolmente verificbili dl consumtore; cmpgne promozionli o di fidelizzzioni in corso l momento dell decorrenz degli obblighi di cui l presente decreto non sono d ritenersi sospese per effetto dello stesso; b) dl sessntesimo giorno, decorre l'obbligo di esporre i prezzi di cui ll letter ) con minore evidenz dell terz cifr decimle come previsto dll'rt. 2, comm 6; c) dl novntesimo giorno, decorre l'obbligo di esporre i prezzi di cui ll letter ), secondo l'ordine dll'lto verso il bsso: gsolio, benzin, GPL, metno, nonche' l'obbligo di degursi lle restnti norme recte dl presente decreto, per tutti i nuovi impinti o nei csi in cui si proced d instllre volontrimente nuov crtellonistic presso ogni punto vendit di crburnti; d) per gli impinti esistenti in cui, per l'degumento completo lle norme del presente decreto, si necessrio procedere ll sostituzione dell crtellonistic gi' esistente, l'obbligo reltivo ll'ordine di esposizione dei prezzi e lle restnti prescrizioni richimte ll letter c) decorre dopo un nno. 2. In ogni cso, il termine di degumento di cui l comm 1, letter d), e' di due nni per gli impinti che hnno sostituito l crtellonistic fiss nei ventiquttro mesi ntecedenti l pubbliczione del presente decreto. Art. 6 Snzioni Ai sensi dell'rt. 17 del decreto legisltivo 6 settembre 2005, n. 206, l violzione delle presenti disposizioni e' soggett lle snzioni di cui ll'rt. 22, comm 3, del decreto legisltivo 31 mrzo 1998, n. 114, d irrogre con le modlit' ivi previste. Art. 7 Pubbliczione Il presente decreto e' pubblicto nell Gzzett Ufficile dell Repubblic itlin e nel sito internet del Ministero. Rom, 17 gennio 2013 Il Ministro: Psser Registrto ll Corte dei conti il 4 febbrio 2013 Codice dell Strd e reltivo regolmento Pg. 9

10 Art. 23 del CdS - Pubblicità sulle strde e sui veicoli. 1. Lungo le strde o in vist di esse è vietto collocre insegne, crtelli, mnifesti, impinti di pubblicità o propgnd, segni orizzontli reclmistici, sorgenti luminose, visibili di veicoli trnsitnti sulle strde, che per dimensioni, form, colori, disegno e ubiczione possono ingenerre confusione con l segnletic strdle, ovvero possono renderne difficile l comprensione o ridurne l visibilità o l efficci, ovvero rrecre disturbo visivo gli utenti dell strd o distrrne l ttenzione con conseguente pericolo per l sicurezz dell circolzione; in ogni cso, detti impinti non devono costituire ostcolo o, comunque, impedimento ll circolzione delle persone invlide. Sono, ltresì, vietti i crtelli e gli ltri mezzi pubblicitri rifrngenti, nonché le sorgenti e le pubblicità luminose che possono produrre bbglimento. Sulle isole di trffico delle intersezioni cnlizzte è viett l pos di qulunque instllzione divers dll prescritt segnletic. 4. L colloczione di crtelli e di ltri mezzi pubblicitri lungo le strde o in vist di esse è soggett in ogni cso d utorizzzione d prte dell ente proprietrio dell strd nel rispetto delle presenti norme. Nell interno dei centri bitti l competenz è dei comuni, slvo il preventivo null ost tecnico dell ente proprietrio se l strd è sttle, regionle o provincile. 5. Qundo i crtelli e gli ltri mezzi pubblicitri collocti su un strd sono visibili d un ltr strd pprtenente d ente diverso, l utorizzzione è subordint l preventivo null ost di quest ultimo. I crtelli e gli ltri mezzi pubblicitri posti lungo le sedi ferrovirie, qundo sino visibili dll strd, sono soggetti lle disposizioni del presente rticolo e l loro colloczione viene utorizzt dlle Ferrovie dello Stto, previo null ost dell ente proprietrio dell strd. 6. Il regolmento stbilisce le norme per le dimensioni, le crtteristiche, l ubiczione dei mezzi pubblicitri lungo le strde, le fsce di pertinenz e nelle stzioni di servizio e di rifornimento di crburnte. Nell interno dei centri bitti, nel rispetto di qunto previsto dl comm 1, i comuni hnno l fcoltà di concedere deroghe lle norme reltive lle distnze minime per il posizionmento dei crtelli e degli ltri mezzi pubblicitri, nel rispetto delle esigenze di sicurezz dell circolzione strdle. 11. Chiunque viol le disposizioni del presente rticolo e quelle del regolmento è soggetto ll snzione mministrtiv del pgmento di un somm d euro 419,00 euro 1.682, Chiunque non osserv le prescrizioni indicte nelle utorizzzioni previste dl presente rticolo è soggetto ll snzione mministrtiv del pgmento di un somm d euro 1.376,55 euro ,50 in vi solidle con il soggetto pubblicizzto. 13. Gli enti proprietri, per le strde di rispettiv competenz, ssicurno il rispetto delle disposizioni del presente rticolo. Per il rggiungimento di tle fine l ufficio o comndo d cui dipende l gente ccerttore, che h redtto il verble di contestzione delle violzioni di cui i commi 11 e 12, trsmette copi dello stesso l competente ente proprietrio dell strd. 13-bis. In cso di colloczione di crtelli, insegne di esercizio o ltri mezzi pubblicitri privi di utorizzzione o comunque in contrsto con qunto disposto dl comm 1, l ente proprietrio dell strd diffid l utore dell violzione e il proprietrio o il possessore del suolo privto, nei modi di legge, rimuovere il mezzo pubblicitrio loro spese entro e non oltre dieci giorni dll dt di comuniczione dell tto. Decorso il suddetto termine, l ente proprietrio provvede d effetture l rimozione del mezzo pubblicitrio e ll su custodi ponendo i reltivi oneri crico dell utore dell violzione e, in vi tr loro solidle, del proprietrio o possessore del suolo; tl fine tutti gli orgni di polizi strdle di cui ll'rticolo 12 sono utorizzti d ccedere sul fondo privto ove è collocto il mezzo pubblicitrio. Chiunque viol le prescrizioni indicte l presente comm e l comm 7 è soggetto ll snzione mministrtiv del pgmento di un somm d euro 4.696,00 euro ,00; nel cso in cui non si possibile individure l utore dell violzione, ll stess snzione mministrtiv è soggetto chi utilizz gli spzi pubblicitri privi di utorizzzione. 13-ter. In cso di inottempernz l divieto, i crtelli, le insegne di esercizio e gli ltri mezzi pubblicitri sono rimossi i sensi del comm 13-bis. Le regioni possono individure entro dodici mesi dll dt di entrt in vigore dell presente disposizione le strde di interesse pnormico ed mbientle nelle quli i crtelli, le insegne di esercizio ed ltri mezzi pubblicitri provocno deturpmento del pesggio. Entro sei mesi dl provvedimento di individuzione delle strde di interesse pnormico ed mbientle i comuni provvedono lle rimozioni i sensi del comm 13-bis. 13-quter. Nel cso in cui l instllzione dei crtelli, delle insegne di esercizio o di ltri mezzi pubblicitri si relizzt su suolo demnile ovvero rientrnte nel ptrimonio degli enti proprietri delle strde, o nel cso in cui l loro ubiczione lungo le strde e le fsce di pertinenz costituisc pericolo per l circolzione, in qunto in contrsto con le disposizioni contenute nel regolmento, l ente proprietrio esegue senz indugio l rimozione del mezzo pubblicitrio. Successivmente ll stess, l ente proprietrio trsmette l not delle Pg. 10

11 spese sostenute l prefetto, che emette ordinnz - ingiunzione di pgmento. Tle ordinnz costituisce titolo esecutivo i sensi di legge. 13-quinquies. In ogni cso, l'ente proprietrio può libermente disporre dei mezzi pubblicitri rimossi in conformità l presente rticolo, un volt che si decorso il termine di sessnt giorni senz che l'utore dell violzione, il proprietrio o il possessore del terreno non ne bbino richiesto l restituzione. Il predetto termine decorre dll dt dell diffid, nel cso di rimozione effettut i sensi del comm 13-bis, e dll dt di rimozione effettut nell'ipotesi previst dl comm 13-quter. Art. 52 Regolmento del CdS. - Ubiczione dei mezzi pubblicitri nelle stzioni di servizio e nelle ree di prcheggio. 1. Nelle stzioni di servizio e nelle ree di prcheggio possono essere collocti crtelli, insegne di esercizio e ltri e mezzi pubblicitri l cui superficie complessiv non super l'8% delle ree occupte dlle stzioni di servizio e dlle ree di prcheggio, se trttsi di strde di tipo C e F, e il 3% delle stesse ree se trttsi di strde di tipo A e B, sempreché gli stessi non sino collocti lungo il fronte strdle, lungo le corsie di ccelerzione e decelerzione e in corrispondenz degli ccessi. In ttes dell clssificzione delle strde si pplicno le disposizioni dell'rticolo 2, comm 8. Dl computo dell superficie dei crtelli, delle insegne di esercizio e degli ltri mezzi pubblicitri sono esclusi quelli ttinenti i servizi prestti presso l stzione o l're di prcheggio. 2. Nelle stzioni di servizio e nelle ree di prcheggio, entro i centri bitti, si pplicno le disposizioni dei regolmenti comunli. 3. Nelle ree di prcheggio è mmess, in eccedenz lle superfici pubblicitrie computte in misur percentule, l colloczione di ltri mezzi pubblicitri bbinti ll prestzione di servizi per l'utenz dell strd entro il limite di 2 m² per ogni servizio prestto. 4. In ognuno dei csi suddetti si pplicno tutte le ltre disposizioni del codice e del presente regolmento (1). Not i sensi dell rt. 2 CdS A - Autostrde; B - Strde extrurbne principli; C - Strde extrurbne secondrie; D - Strde urbne di scorrimento; E - Strde urbne di qurtiere; F - Strde locli; F-bis. Itinerri ciclopedonli. Admo Gnoli Ispettore Cpo dell Polizi Municiple di Cesen nucleo polizi commercile e nnonri FORMULARIO Norm e tipo di infrzione Edittle P.M.R. Autorità competente Proventi note Pg. 11

12 Esposizione dei prezzi crburnti I prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione, esposti e pubblicizzti presso gli impinti utomtici di distribuzione dei crburnti, devono essere esclusivmente quelli effettivmente prticti i consumtori. E' ftto obbligo di esporre in modo visibile dll crreggit strdle i prezzi prticti l consumo. L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del Mnct corrispondenz tr i prezzi ll pomp e quelli pubblicizzti I prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione, esposti e pubblicizzti presso gli impinti non corrispondev quelli prticti i consumtori ll pomp. L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del DLgs 114/98 Indiczione sotto form di sconti nei prezzi crburnti Non erno segnlti i prezzi prticti, senz indiczioni sotto form di sconti, riferiti ll modlità non servito, se presente. Il decreto non viet cmpgne promozionli o di fidelizzzione, m viet l indiczione di prezzo sotto form di sconti riferiti prezzi non verificbili d prte del consumtore. APPLICABILE DAL 9 prile 2013 L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del DLgs 114/98 Norm e tipo di infrzione Edittle P.M.R. Autorità competente Proventi note Pg. 12

13 Prezzi con due decimli + terz cifr con minore evidenz I prezzi devono essere esposti in euro per litro (euro per chilogrmmo per il metno) con tre cifre decimli. Le prime due cifre decimli devono essere evidenzite in bse ll dimensione o l rislto dei crtteri, ttrverso l indiczione dell terz cifr (millesimi) con minore evidenz, lterntivmente in formto pice o pedice ovvero con minore luminosità o rislto cromtico, per richimre l ttenzione dei consumtori sulle differenze di prezzo in centesimi, più rilevnti. L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del APPLICABILE DAL 24 mggio 2013 prezzi crburnti con servizio su crtelloni seprti e con differenz in umento Essendo presente ed ttiv nche l modlità di rifornimento con servizio, i prezzi del servito non erno esposti su crtelloni seprti indicndo l differenz in umento. L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del DLgs 114/98 Mncto posizionmento dei crtelli rispetto l CdS APPLICABILE DAL 23 giugno 2013 Il posizionmento, le crtteristiche e le dimensione dei supporti e dei crtelli per l pubblicizzzione dei prezzi prticti l pubblico devono rispondere i requisiti previsti in mteri dl Codice dell strd e reltive normtiv ttutiv. Le insegne vnno utorizzte e rinnovte ogni tre nni Art. 23 CdS in riferimento ll rt. 52 del Regolme egolmento CdS ,00 PREFETTO o GdP Norm e tipo di infrzione Edittle P.M.R. Autorità competente Proventi note Pg. 13

14 Altezz minim dei crtteri dei crtteri dei crtelli L ltezz dei crtteri non vev un dimensione minim di 12 cm L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del DLgs 114/98 Esposizione ll interno dell re di servizio dei prezzi crburnti Non rispettv le indiczioni per quel che rigurd l esposizione dei prezzi ll interno dell Are di Servizio che devono essere esposti secondo il medesimo ordine e come prezzi effettivmente prticti. L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del APPLICABILE DAL 23 giugno 2013 APPLICABILE DAL 23 giugno 2013 prezzi dei crburnti specili I crburnti specili, che possono essere pubblicizzti in modo visibile dll crreggit, non erno esposti su crtelloni seprti L. 27/2012 e rt. 206/2005 snzionto dll rt. 22 c. 3 del DLgs 114/98 APPLICABILE DAL 23 giugno 2013 Mncto ordine dei prezzi crburnti I prezzi dei prodotti petroliferi per uso di utotrzione esposti sui crtelloni strdli non seguivno il seguente ordine, dll lto verso il bsso: gsolio benzin GPL metno. APPLICABILE DAL 23 giugno 2013 L. 27/2012 e rt. 15 c. c 5 DLgs Pg. 14

D.Lgs. 30-4-1992 n. 285

D.Lgs. 30-4-1992 n. 285 Nuovo codice della strada. Pubblicato nella Gazz. Uff. 18 maggio 1992, n. 114, S.O. 23. Pubblicità sulle strade e sui veicoli. D.Lgs. 30-4-1992 n. 285 (giurisprudenza di legittimità) 1. Lungo le strade

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Decreto del Ministero dello sviluppo economico 11 mrzo 2008 Attuzione dell'rt. 1, comm 24, letter ), dell Legge 24/12/2007, n 244, per l definizione dei vlori limite di fbbisogno di energi primri nnuo

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi Qudro di sintesi dei principli obblighi di pubblicità, trsprenz e comuniczione connessi ll ffidmento di pplti pubblici di lvori, servizi e forniture per le Istituzioni Scolstiche Febbrio 2014 prot. AOODGAI

Dettagli

Articolo del C.d.S. Superamento dei tempi di guida 174 da 150,00 a 599,00 Mancanza/cattivo funzionamento cronotachigrafo

Articolo del C.d.S. Superamento dei tempi di guida 174 da 150,00 a 599,00 Mancanza/cattivo funzionamento cronotachigrafo Confederzione Generle Itlin dei Trsporti e dell Logistic 00198 Rom - vi Pnm 62 tel.068559151-3337909556 - fx 068415576 e-mil: confetr@confetr.com - http://www.confetr.com Rom, 3 gennio 2011 Circolre n.4/2011

Dettagli

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti Circolre n. 36 del 16 settembre 2014 Oggetto: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze fvore dei Dipendenti studenti Serie: PERSONALE Argomento: Società interesste: Ambito: CONDIZIONI CONTRATTUALI

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza AUTO E MOTO STORICHE Sono esenti dll tss utomobilistic i veicoli (utovetture, motoveicoli, ecceter) costruiti d lmeno trent'nni, senz che si necessrio il possesso di prticolri requisiti (per l Lombrdi

Dettagli

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/-

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- VIosPEoALE S^n.(GBr\R,,r,,1,,:r, ;,;;,; rr, r'-'-rr, "r,-^no -37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- KR/p Foglio n. 1 di 4 OGGETTO: decreto 19 mrzo 2015 - ggiornmento dell regol tecnic di prevenzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 4_01/08/2014 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo C O M U N E di M O Z Z O Provinci di Bergmo ORIGIN DELIBERAZIONE N. 76 VERB DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUN OGGETTO: Impost comunle pubblicit' e pubbliche ffissioni - Anno 2015- Approvzione triffe.

Dettagli

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO D restituire 60 giorni prim dell inizio dell evento PREVENZIONE INCENDI REZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI DATI DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE A CURA DEL PARTECIPANTE:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 3_18/12/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

Domanda di ratei di pensione maturati e non riscossi dal pensionato deceduto

Domanda di ratei di pensione maturati e non riscossi dal pensionato deceduto All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198 Rom DIREZIONE PREVIDENZA - AREA PRESTAZIONI Modello PR9029 Dt Domnd di rtei di pensione

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle **

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle ** I temi MAP (Liber consultzione) Il TFR nel Bilncio 2007 * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Il TFR è stto riformto con il D.Lgs. 05/12/2005, n. 252, concernente l disciplin

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica. - Luglio 2009 -

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica. - Luglio 2009 - Guid lle gevolzioni fiscli per gli interventi di riqulificzione energetic - Appendice Guid lle gevolzioni fiscli per gli interventi di riqulificzione energetic - Luglio 2009 - APPENDICE Normtiv di legge,

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012 TABELLA DEGLI ANNO 0 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05).

Dettagli

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici ALLEGATO A) Disciplinre del Fondo per l Progettzione degli Interventi Strtegici 1. Finlità del fondo Al fine di rzionlizzre e ccelerre l spes per investimenti pubblici, con prticolre rigurdo ll relizzzione

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prov n. 1 LEGER TEST Descrizione L prov si svolge su un percorso delimitto d due coni, posti ll distnz di 20 mt l uno dll ltro. Il cndidto deve percorrere spol l distnz tr i due coni, pssndo dll velocità

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI prtners rgionieri commercilisti economisti d impres vldgno (vi) vi l. festri,15 tel. 0445/406758/408999 - fx 0445/408485 dueville (vi) - vi g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

POLIZIA LOCALE. Provvedimento finale. Termine Conclusivo- Motivazione Termini superiori a 90 giorni. Autorizzazione - Atti di riferimento o diniego

POLIZIA LOCALE. Provvedimento finale. Termine Conclusivo- Motivazione Termini superiori a 90 giorni. Autorizzazione - Atti di riferimento o diniego POLIZIA LOCALE Servizio/Unità orgnizztiv. Polizi Municiple Pizz Umberto I civ.1-35014- Fontniv Recpiti: Tel.049/5949930 5949927 5949931 Fx: 049/5941018 Numero di Pronto Intervento 800101318 E mil istituzionle:

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione Serie dei Trttti Europei - n 47 Convenzione sull'unificzione di tluni elementi del diritto dei revetti d'invenzione Strsurgo, 27 novemre 1963 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

LEGENDA DEI COLORI CONTENUTI NEL TESTO

LEGENDA DEI COLORI CONTENUTI NEL TESTO LEGENDA DEI COLORI CONTENUTI NEL TESTO NERO : testo del Decreto 19.02.2007 BLU : testo del Decreto 26.10.2007 VERDE : testo del Decreto 11.03.2008 ROSSO : testo del Decreto 07.04.2008 Copyright EDILCLIMA

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI 2 INTRODUZIONE Le detrzioni fiscli previste dll Legge di Stbilità 2014 L Legge di Stbilità

Dettagli

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014 TABELLA DEGLI ANNO 04 criteri di ppliczione (estrtto rt. 5ter, lett. "" del Regolmento Edilizio vigente) Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Gazzetta Ufficiale 24 dicembre 2010, n. 300

Gazzetta Ufficiale 24 dicembre 2010, n. 300 Ministero del Lvoro e delle Politiche Socili Decreto ministerile 3 dicembre 2010 Gzzett Ufficile 24 dicembre 2010, n. 300 Determinzione, per l'nno 2011, delle retribuzioni convenzionli di cui ll'rticolo

Dettagli

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA CONCESSIONE DI SERVIZI PER LA GESTIONE INTEGRALE DEL CIMITERO COMUNALE E LAVORI ACCESSORI 2014/2043 ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA 1. CANONI CONCESSIONE SEPOLTURE... 2 2. TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI...

Dettagli

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE PERIODO DI VALIDITA' I corrispettivi indicti nel presente prezzrio si intendono vlidi nel periodo dl 1 Gennio 2009 l 31 Dicemre 2009

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

Imposte sul reddito E.22 a Fondo imposte B.2. Fondo imposte a Debiti tributari D.12

Imposte sul reddito E.22 a Fondo imposte B.2. Fondo imposte a Debiti tributari D.12 - si effettu l nnotzione nell pposito qudro in Unico. Sull prte differit (4/5), per il principio dell competenz economic, e per evitre l distribuzione di dividendi per utili non tssti, occorre contbilizzre

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a. Al Comune di Cursi Pizz Pio XII, snc 73020 CURSI (LE) ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/ nto/ il residente

Dettagli

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ALTRE MODIFICHE RMATIVE NUMERAZIONE PROGRESSIVA ASPETTI OPERATIVI NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI Art. 8 L. 18.10.2001, n. 383 - Art. 22 D.P.R. 29.09.73, n. 600 -

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) nto/ il residente in

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02040801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmte.org SIDEWEB è un società di servizi nt dll entusismo e dll esperienz pluriennle di coloro che hnno operto per nni nelle orgnizzzioni di tutel individule e collettiv, contribuendo con l propri

Dettagli

Automobile Club d'italia

Automobile Club d'italia Automobile Club d'itli SCHDA DI SINTSI MODALITA' DI AUTNTICA PRMSSA L'rt. 7 L. 24812006 non specific le modlit8 d seguire per I'utentic delle sottoscrizioni, né richim lcun disciplin già esistente, qule

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) residente in vi /pizz

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041001 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Anticipata via fax il Settimo Torinese, 21/01/2009

Anticipata via fax il Settimo Torinese, 21/01/2009 VI RESCI - SETTIMO TORINESE VERLI E RPPORTI DI VISITE SUI CNTIERI DEL COORDINTORE PER L'ESECUZIONE nticipt vi fx il Settimo Torinese, 1/2009 Spett.le Impres RDE COSTRUZIONI S.r.l. Vi Pive 108 10014 Cluso

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Versione integrata e modificata con deliberazioni 21 febbraio 2013, 73/2013/R/idr, 28 febbraio 2013, 88/2013/R/idr e 15 marzo 2013, 109/2013/R/idr

Versione integrata e modificata con deliberazioni 21 febbraio 2013, 73/2013/R/idr, 28 febbraio 2013, 88/2013/R/idr e 15 marzo 2013, 109/2013/R/idr Versione integrt e modifict con deliberzioni 21 febbrio 2013, 73/2013/R/idr, 28 febbrio 2013, 88/2013/R/idr e 15 mrzo 2013, 109/2013/R/idr DELIBERAZIONE 28 DICEMBRE 585//R/IDR REGOLAZIONE DEI SERVIZI IDRICI:

Dettagli

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65%

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L gevolzione consiste nel riconoscimento di detrzioni dll impost IRPEF / IRES,

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 6 luglio 2011, n. 155. [Preambolo]

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 6 luglio 2011, n. 155. [Preambolo] www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 Gzzett Ufficile Repubblic Itlin 6 luglio 2011, n. 155 Disposizioni urgenti per l stbilizzzione finnziri. [Mnovr d'estte 2011] Convertito

Dettagli

OGGETTO: Split payment: ultimi chiarimenti

OGGETTO: Split payment: ultimi chiarimenti Rom, 14/01/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Split pyment: ultimi chirimenti Gentile Cliente, con l stesur del presente documento informtivo intendimo metterl conoscenz che l Legge di Stbilità

Dettagli

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via pec a: Io sottoscritto / a

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via  pec a: Io sottoscritto / a D invire trmite rccomndt /r o vi e-mil pec : prestzioni@pec.cssrgionieri.it Io sottoscritto / All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PUBBLICITA PROVVISORIA

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PUBBLICITA PROVVISORIA Marca da Bollo Al Sindaco di Povegliano Comando Polizia Locale Povegliano RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PUBBLICITA PROVVISORIA da presentarsi almeno 10 giorni prima del periodo di esposizione (barrare la voce

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto:

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto: io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Io sottoscritto/ Cod. 02020101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

COMUNE DI ISERA provincia di Trento

COMUNE DI ISERA provincia di Trento COMUNE DI ISERA provinci di Trento VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 9/2014 DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunnz di prim convoczione - sedut pubblic OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) PER L'ANNO

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

[Preambolo] Livellamento remunerativo Italia-Europa

[Preambolo] Livellamento remunerativo Italia-Europa Decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 Gzzett Ufficile 6 luglio 2011, n. 155 Disposizioni urgenti per l stbilizzzione finnziri. Convertito in legge, con modificzioni, dll'rt.1 L. 15.07.2011, n.111 con decorrenz

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO settembre 2010 aggiornamento

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO settembre 2010 aggiornamento l genzi in f orm ggiornmento settembre 2010 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm INDICE INTRODUZIONE 5 1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 6 In cos consiste

Dettagli

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficirio con 65 nni o più L Crt Acquisti è un normle crt di pgmento elettronico, ugule quelle che sono già in circolzione e mpimente diffuse nel nostro

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

IL SINDACO. RITENUTO di dover formalmente disporre il recepimento dell anzidetto calendario al fine di darne ampia diffusone e conoscenza DISPONE

IL SINDACO. RITENUTO di dover formalmente disporre il recepimento dell anzidetto calendario al fine di darne ampia diffusone e conoscenza DISPONE PRT.N. DL.0. CMUN DI LAVAGNA Provinci di Genov STTR SRVIZI ALL IMPRS AL TRRITRI Struttur Unic Attività Produttive Ufficio Attività Produttive Pizz dell Libertà tel n. 0/ fx 0/0 e-mil:postcertifict@pec.comune.lvgn.ge.it

Dettagli

Introduzione all algebra

Introduzione all algebra Introduzione ll lgebr E. Modic ersmo@glois.it Liceo Scientifico Sttle S. Cnnizzro Corso P.O.N. Modelli mtemtici e reltà A.S. 2010/2011 Premess Codificre e Decodificre Nell vit quotidin ci cpit spesso di

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042601 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Soggetti tenuti alla comuntcruztone. abbiano rice'v.uto denunce di comunale per I'edilizia" permessi di

Soggetti tenuti alla comuntcruztone. abbiano rice'v.uto denunce di comunale per I'edilizia permessi di COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA P.o' - t,^ìot,t A TUTTI GLI UFFICI CIRCOLARE : ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA COMUNICAZIONI ALL,ANAGRAFE TRIBUTARIA DA FARE ENTRO IL 30 APRILE. In vist dell scdenz

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm ggiornt con l legge finnziri 2008 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 l genzi in f orm

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento l genzi ggiornmento 2009 in f orm LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm ggiornmento 2009 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO INDICE INTRODUZIONE 5 1. L AGEVOLAZIONE

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economi e delle Finnze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l rticolo 1 dell legge 27 dicembre 2006, n. 296, recnte legge finnziri per il 2007 (di seguito: legge

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi ggiornmento 2009 in f orm LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AIORNATA CON IL D.L. N. 185/2008 E DECRETO DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DEL 6 AGOSTO 2009 l genzi in

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Testo coordinto D.Lgs. 192/2005 DECRETO LEGISLATIVO 19 gosto 2005, n. 192: "Attuzione dell direttiv 2002/91/CE reltiv l rendimento energetico nell edilizi" Coordinto con il Decreto Legisltivo 29 dicembre

Dettagli

Prot. n. 7993/PON Francavilla Fontana, lì, 30 novembre 2013

Prot. n. 7993/PON Francavilla Fontana, lì, 30 novembre 2013 1 Istituto Comprensivo A. MORO P. VIRGILIO MARONE Frncvill Fontn (BR) Vi Ortorio dell Morte, -4 C.M. BRIC83100D C.F. 9107130074 tel. 0831/84187 fx 0831/09901 Scuol Secondri di 1 grdo d INDIRIZZO MUSICALE

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni)

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni) io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

( P r o v i n c i a d i F i r e n z e )

( P r o v i n c i a d i F i r e n z e ) C O M U N E D I F U C E C C H I O ( P r o v i n c i d i F i r e n z e ) SETTORE ASSETTO DEL TERRITORIO E AMBIENTE ALLEGATO A VERBALE DI ASSEGNAZIONE AUTORIZZAZIONI RELATIVE AL PER IL RILASCIO DI N. 4 AUTORIZZAZIONI

Dettagli

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI NEIF n 5 del 21 gennio 2008 Direzione Ingegneri, Sicurezz e Qulità di Sistem Direttore NEIF n 5 del 21 gennio 2008 in vigore dl ricevimento NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Piazza dell Università,1 06123 Perugia LOTTO V

Università degli Studi di Perugia Piazza dell Università,1 06123 Perugia LOTTO V Università degli Studi di Perugi Pizz dell Università,1 06123 Perugi LOTTO V Cpitolto di Polizz di Assicurzioni mministrto Libro Mtricol Responsbilità Civile derivnte dll circolzione dei veicoli motore

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILATI E PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILATI E PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE COMUNE DI BRUGHERIO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILATI E PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE (Approvto dl Consiglio Comunle con

Dettagli

Testo coordinato del D.Lgs. n. 192/05. con tutte le modifiche legislative fino al Decreto rinnovabili (decreto 3.3.2011, n. 28)

Testo coordinato del D.Lgs. n. 192/05. con tutte le modifiche legislative fino al Decreto rinnovabili (decreto 3.3.2011, n. 28) Testo coordinto del D.Lgs. n. 192/05 con tutte le modifiche legisltive fino l Decreto rinnovbili (decreto 3.3.2011, n. 28) Copyright EDILCLIMA S.r.l. 2012 Vi Vivldi 7 28021 Borgomnero (NO) Tel. 0322.835816

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti Allegto 1 - REGOLAMENTO DI DISCIPLINA PER LA SCUOLA PRIMARIA Prte integrnte dello stesso Regolmento Mncnze disciplinri Snzioni disciplinri Orgni competenti Il presente llegto costituisce un elenco esemplifictivo,

Dettagli

Prefettura di A/essan dria Ilfficio Territoriale del Governo

Prefettura di A/essan dria Ilfficio Territoriale del Governo Prefettur di A/essn dri Ilfficio Territorile del Governo PROTOCOLLO DI INTESA PER LA îorì ;TTTRA DI DATI E L'INTERSCAIUIBIO DI INîORMAZIONI stii RAPP}RTI DI I.AvoRo DEI CITTADINI S?RANrERI TRA LA PREFETTURA

Dettagli

Oggetto: Utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro.

Oggetto: Utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro. Presidenz del Consiglio dei flinistri DFP 0024438 P- del 26/05/2009 MD. 26 DIPARTIMENT DELLA FUNZIDNE PUBBLiCA DIRETTIVA N. 02 I 09 Alle Amministrzioni pubbliche di cui ll'rt. 1, comm 2, del d.lgs. n.

Dettagli

Protocollo di intesa tra :

Protocollo di intesa tra : Protocollo di intes tr : o Comune di Correggio Servizio Socile Integrto AUSL di Reggio Emili Distretfo di Correggio Movimento per l Vit (ssocizione di Volontrito) Crits Croce Ross per lo sviluppo di un

Dettagli

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero Lo dicev Dougls Adms ;) desso è tempo di sofwre libero fvi (dot) mrzno (t) gmil (dot) com htps://ilnuovomondodiglte.fles.wordpress.com/2009/03/clessidr.jpg?w=461 L nostr btgli? Direi di no htps://encrypted-tbn0.gsttc.com/imges?q=tbn:and9gcr_ix0vzdxuon79_kcwvjbuvfidnritewyimyd56ppaloe6lsh4

Dettagli