Regolamento Ufficiale Lega Fantacalcio Fantatregnago

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento Ufficiale Lega Fantacalcio Fantatregnago"

Transcript

1 Regolamento Ufficiale Lega Fantacalcio Fantatregnago Il regolamento riportato in questo documento è valido a partire dalla stagione 2014/2015 per tutte le competizioni della Lega Fantacalcio Fantatregnago. Ogni partecipante ha preso visione e approvato tale regolamento prima di partecipare al gioco. L e g a F a n t a c a l c i o F a n t a t r e g n a g o T r e g n a g o ( V R ) w w w. f a n t a t r e g n a g o. j i m d o. c o m f a n t a t r e g n a g g m a i l. c o m 1 0 / 0 8 /

2 Regolamento Ufficiale Lega fantacalcio Fantatregnago INDICE: CAPITOLO PRIMO 1) Oggetto del gioco 2) Modalità del gioco CAPITOLO SECONDO 3) La lega e il suo ordinamento 4) Iscrizione 5) Sito ufficiale CAPITOLO TERZO 6) Le società 7) La rosa 8) L asta iniziale 9) Il mercato di riparazione CAPITOLO QUARTO 10) La formazione 11) Le riserve 12) Quotidiano ufficiale 13) Modalità di calcolo 14) Partite sospese CAPITOLO QUINTO 15) Il campionato 16) Le coppe CAPITOLO SESTO 17) Giustizia sportiva

3 CAPITOLO PRIMO REGOLA 1 OGGETTO DEL GIOCO Oggetto del gioco è una simulazione del gioco del calcio attraverso la formazione di fantasquadre, formate dai veri calciatori delle squadre del campionato italiano di calcio di Serie A, che si affrontano tra loro, nel rispetto del presente regolamento. REGOLA 2 MODALITA DEL GIOCO Il gioco è basato sulle reali prestazioni dei calciatori del campionato italiano di Serie A. Il gioco si articola nelle seguenti fasi: I. Formare una società di calcio, acquistando tramite un asta da un minimo di 23 calciatori a un massimo di 32, scelti tra i veri calciatori delle squadre del campionato italiano di Serie A. II. Mandare in campo, partita dopo partita, una formazione di 11 calciatori, scelti tra quelli della propria rosa, per disputare le partite previste dal Calendario di Lega, secondo le modalità descritte nelle Regole.

4 CAPITOLO SECONDO REGOLA 3 LA LEGA 1. La lega Fantatregnago è composta da n. 22 società. 2. La lega è governata dal presidente che opera sulla base delle decisioni dell Assemblea di Lega, formata dai presidenti di Serie A, B e C. 3. I compiti del presidente di Lega sono: a. Coordinamento delle operazioni dell asta iniziale; b. Registrazione delle operazioni di mercato; c. Composizione dei calendari; d. Calcolo dei risultati delle partite; e. Composizione delle classifiche. Nota Ufficiale della LFF Il ruolo del presidente di Lega può essere ricoperto anche da più persone che si divideranno i compiti. 4. La Lega si divide in tre serie, che fanno capo a tre distinti presidenti: a. Fantatregnago Serie A Castagna Filippo b. Fantatregnago Serie B Colombari Jacopo c. Fantatregnago Serie C Castagnini Massimo 5. Le riunioni inderogabili di Lega sono tre: a. Asta iniziale valida per la formazione delle rose per la stagione; b. Asta di riparazione valida per la seconda parte di stagione; c. Gran Galà di fine anno.

5 Nota Ufficiale della LFF Il Galà di fine anno consiste in un pranzo/cena con premiazione dei Fantapresidenti che hanno conquistato lo scudetto e sberleffo agli allenatori delle squadre ultime classificate. Non si accettano defezioni per l appuntamento in questione. 6. Le società iscritte hanno l obbligo di portare a termine le manifestazioni alle quali decidono di prendere parte. 7. Nel caso una società si ritiri dal campionato o da un altra manifestazione ufficiale di Lega, tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore ai fini della classifica, che viene formata senza tener conto dei risultati delle gare della società rinunciataria. I giocatori appartenenti alla rosa della fantasquadra ritirata saranno congelati fino a fine stagione e non saranno quindi disponibili per le squadre rimaste in gioco fino all asta della stagione successiva. 8. Il presidente di Lega ha la facoltà di intervenire d ufficio, modificando il risultato delle partite, qualora si accorga di eventuali errori avvenuti nel calcolo dei risultati. 9. Ogni fantastagione prevede lo svolgimento di: a. Fantacampionato di Serie A, Serie B e Serie C (mod. ognuno per sé) b. Coppa Fantatregnago (girone di ritorno scontri diretti) c. Fanta Champions (girone di andata scontri diretti) d. Tregnago League (girone di andata scontri diretti) Il numero di partite dedicate alla Coppa Fantatregnago e alla Fanta Champions può variare in base al calendario reale della Serie A. Alla Coppa Fantatregnago partecipano tutte le squadre iscritte alla Lega di ogni serie.

6 Alla Fanta Champions hanno accesso diretto nell ordine: a. La vincente dell ultima edizione della FantaChampions b. Le vincenti di Serie A, Serie B e Serie C c. Le 2 e 3 classificate di Serie A, Serie B e Serie C d. Le vincenti dei play-off di FantaChampions Alla Tregnago League hanno accesso diretto nell ordine: a. La vincente dell ultima edizione della Tregnago League b. La vincente della Coppa FantaTregnago c. Le 6 e 7 classificate di Serie A, Serie B e Serie C d. Le perdenti dei play-off di FantaChampions e. L 8 classificata di Serie A (eventualmente) I play-off di FantaChampions consistono in una partita di sola andata (mod. scontro diretto) tra la 4 e la 5 classificata di ogni Serie, che si svolgerà alla prima giornata della nuova stagione. REGOLA 4 ISCRIZIONE L iscrizione di una fantasquadra alla Lega Fantatregnago avverrà tramite un modulo d iscrizione on-line che si troverà sul sito ufficiale almeno 15 giorni prima dell inizio del fantamercato d apertura (01/09). Dopo aver completato questa procedura si dovrà procedere al pagamento della quota d iscrizione. Chi non si iscrive usando il suddetto modulo entro i termini prestabiliti non potrà più farlo successivamente, a meno di decisioni straordinarie dei presidenti della Lega.

7 La quota di iscrizione, a partire dalla stagione 2012/2013, è di 10,00 a fantasquadra, da consegnare al momento dell iscrizione prima dell inizio del mercato. Non si fa credito a nessuno, per poter iscriversi è necessario pagare al momento dell iscrizione. Nel caso in cui un partecipante si ritirasse dal gioco a stagione in corso, NON sarà rimborsato della sua quota d iscrizione. Nota Ufficiale della LFF Al termine della procedura di pre-iscrizione on-line, l Assemblea di Lega si riunirà per prendere atto del numero di iscritti e decidere per la suddivisione nelle serie dei vari partecipanti, l eventuale nomina di nuove serie e di conseguenza di nuovi amministratori delegati. REGOLA 5 SITO UFFICIALE La Lega Fantacalcio Fantatregnago si affida per la gestione dei calcoli e delle competizioni al sito internet al quale è necessario essere registrati per poter partecipare al gioco. Su tale sito è possibile vedere classifiche, calendari, risultati delle varie competizioni e le rose di tutte le squadre, con tutte le informazioni correlate. Il sito ufficiale della Lega resta comunque sul quale vengono pubblicati tutti i numeri della Gazzetta del Fanta e tutte le news riguardanti la Lega. Per le comunicazioni urgenti è disponibile anche un gruppo chiuso su Facebook https://www.facebook.com/#!/groups/ / nel quale ogni componente viene registrato dagli amministratori solo se appartenente alla Lega.

8 CAPITOLO TERZO REGOLA 6 LE SOCIETA 1. Denominazione sociale a. La denominazione sociale, cioè il nome di ciascuna fantasquadra, viene stabilita dal rispettivo fantallenatore, e può essere: Un nome di fantasia; Il nome di una vera società calcistica italiana o straniera b. Un fantallenatore non può adottare un nome già scelto da qualcun altro c. Una volta scelto il nome della società non è più possibile modificarlo per il campionato in corso, pena la decurtazione del punteggio 2. Logo della società a. Il logo della società può essere disegnato e colorato da chiunque, dev essere obbligatoriamente in formato digitale per immagini (Jpeg) e di dimensioni 270x270 pixel b. Il logo, prima di essere pubblicato, dev essere presentato alla Lega, la quale valuterà se rispetta i criteri imposti dal regolamento di Fantagazzetta riguardo la pubblicazione di materiale c. Solo dopo l approvazione del logo da parte della Lega, quest ultimo potrà essere pubblicato sulla pagina della propria squadra di Fantagazzetta

9 d. Il logo è obbligatorio a partire dalla stagione 2014/2015, chi non ne avrà uno non verrà considerato nelle competizioni ufficiali, così come per le maglie e lo stadio! 3. Capitale sociale a. Ciascuna società dispone per il mercato d apertura di un capitale sociale di 450FM, che dovrà spendere per acquistare minimo n. 23 giocatori, massimo n. 32 giocatori b. I FantaMilioni avanzati nel mercato d apertura, se inferiori a 30FM, si sommeranno ad altri che avrà ogni società per il Fantamercato di riparazione c. Le condizioni di spesa del capitale sociale sono indicate alle regole 8 e 9 di questo regolamento REGOLA 7 LA ROSA 1. La rosa di ciascuna squadra dev essere composta di minimo 23 calciatori, massimo 32, scelti tra quelli appartenenti alle squadre del campionato italiano di Serie A. 2. La rosa deve obbligatoriamente comprendere minimo n. 2 portieri REGOLA 8 L ASTA INIZIALE 1. Preliminari a. Alle operazioni d asta devono essere presenti tutti i fantallenatori partecipanti

10 b. In caso di indisponibilità di un fantallenatore, questi potrà partecipare attraverso l utilizzo di mezzi informatici e/o telefonici, oppure delegare un altra persona che lo rappresenti all asta c. Se un allenatore non potrà essere presente, né potrà utilizzare i suddetti mezzi tecnologici, dovrà operare le sue scelte solamente tra i calciatori rimasti dopo gli acquisti effettuati dagli altri fantallenatori d. E compito del Presidente di Lega stabilire la data dell asta iniziale, previa consultazione con gli altri allenatori, così da trovare un giorno che vada bene a tutti Nota Ufficiale della LFF Il giorno di svolgimento delle operazioni d Asta è il giorno più importante dell anno. E in questo giorno infatti che si determinano le assegnazioni delle squadre, la composizione del calendario, le rose delle squadre. E ovvio che all Asta iniziale debbano essere presenti tutti gli allenatori; è il momento più importante del campionato, dove si fa la squadra, e se uno non è presente cosa gioca a fare? Chi sceglierebbe per lui altrimenti? Se per una qualche ragione non ci si riuscisse a mettere d accordo su un giorno che vada bene a tutti, consigliamo di agire d autorità. Decida il Presidente di Lega quando indire l Asta e comunichi la data con almeno una settimana di anticipo, così da consentire ad un allenatore di rimandare appuntamenti presi in precedenza o di trovare e istruire un suo rappresentante. 2. Svolgimento dell asta L asta iniziale, cioè le operazioni di tesseramento dei calciatori, è regolata dalle seguenti disposizioni: a. Ciascuna squadra deve acquistare minimo 23 calciatori a un costo totale non superiore a 450 FM. Una squadra non è obbligata a spendere tutti i crediti a disposizione

11 b. L Assemblea Generale stabilisce l ordine con il quale gli allenatori sceglieranno i calciatori c. La chiamata dei calciatori avviene per ruolo, quindi prima verranno chiamati tutti i portieri, poi tutti gli altri ruoli d. L offerta d asta è libera, ma non dovrà mai essere inferiore a 1 FM, che è l offerta minima consentita e. Il primo fantallenatore che nominerà un calciatore farà la sua offerta d asta. Le offerte successive dovranno quantomeno incrementare tale offerta. L asta proseguirà finchè non resterà un solo offerente, il quale acquisterà quel calciatore per l ultima offerta fatta f. Tale procedura viene ripetuta finchè tutte le squadre non hanno una rosa di minimo 23 calciatori. REGOLA 9 IL MERCATO DI RIPARAZIONE 1. Norme generali Il mercato di riparazione, cioè l acquisto e lo svincolo di calciatori, è regolato dalle seguenti disposizioni: a. Le operazioni di riparazione sono permesse, solo ed esclusivamente, a partire dalla settimana successiva alla chiusura del mercato reale (31 Gennaio) in un giorno deciso dal Presidente di Lega, come per l asta iniziale

12 b. Per acquistare i calciatori al mercato di riparazione si utilizzano i crediti rimasti al termine dell asta iniziale (se inferiori a 30FM), ai quali si sommano 30 FM di integrazione per ogni fantasquadra. c. Il totale dei giocatori deve rimanere di minimo 23 e massimo 32 giocatori (con min 2 portieri) d. Si ha a disposizione un capitale bonus di 30 Fantamilioni oltre quelli rimanenti dal mercato estivo e. Le quotazioni dei giocatori sono in riferimento a quelle di Fantagazzetta del 01/02 f. Nel primo turno di chiamata ogni fantasquadra ha l obbligo di svincolare tutti i giocatori che sono passati in serie Bwin o in campionati stranieri, i quali entreranno nella lista svincolati. Dalla vendita di questi giocatori si ricava il valore in FM della loro quotazione di Agosto 2011 g. Ogni Fantallenatore potrà scegliere i giocatori dalla lista degli svincolati h. L'asta per un giocatore messo in vendita dalle Fantasquadre partirà da una quotazione pari alla metà del prezzo d'acquisto del giocatore stesso (Es: A ha acquistato B nel mercato estivo per 50FM, lo può ora rivendere all'asta a partire da 25FM) i. Qualora nessuno fosse interessato all'asta, il giocatore verrà rimesso nella lista del mercato per un valore pari al prezzo base della lista usata per il mercato estivo (Es: A mette all'asta B per 25FM, nessuno lo vuole,

13 B torna nella lista del mercato per il prezzo base che aveva nella precedente lista, esempio 12FM) j. E possibile effettuare scambi di giocatori tra le fantasquadre a patto che le eventuali differenze di valore dei giocatori vengano colmate con contropartite in denaro (FM).(Es: I love Elmo vuole scambiare Zidane, che vale 15FM, con Ronaldo che vale 20FM. I love Elmo dovrà aggiungere anche 5FM per effetture lo scambio!) k. Il turno di chiamata per una trattativa ha inizio dalla squadra che si trova ultima in classifica al 30/01/12, a salire fino alla prima l. Nei turni successivi al primo, quindi dal secondo in poi, si procederà al mercato prima con tutte le vendite e solo in seguito con gli acquisti. Nel caso in cui un giocatore messo in vendita interessi a qualcuno si effettuerà la normale asta come da regolamento (vedi sopra). Naturalmente chi acquista nel turno di vendita dovrà prestare attenzione nei turni successivi a non superare il limite di 32 giocatori per rosa. m. La presenza al fantamercato di riparazione NON è obbligatoria! I fantallenatori che non desiderano partecipare alle trattative potranno non presentarsi in tale serata, o partecipare comunque alla serata senza interferire nello svolgimento del fantamercato (vedi anche Reg. 8 punto 1-a.,b.,c.,d.)

14 CAPITOLO QUARTO REGOLA 10 LA FORMAZIONE 1. Schema di gioco: a. Ciascuna squadra dovrà schierare i suoi 11 calciatori scegliendo tra i seguenti moduli consentiti: b. Non vi è alcun limite al numero di calciatori stranieri che un una squadra può schierare, sia in campo che in panchina. 2. Inserimento formazione a. Prima dell inizio della prima gara della giornata di Serie A, i fantallenatori hanno l obbligo di inserire la propria formazione sul sito di riferimento, alla voce Inserisci formazione. b. Nel caso un fantallenatore fosse impossibilitato ad inserire la formazione seguendo il suddetto metodo, ha comunque l obbligo di comunicare la formazione al proprio amministratore di Lega (tramite sms o ), il quale la inserirà al posto suo. c. L inserimento della formazione sul sito sarà possibile fino a 5:00 minuti prima dell inizio della prima gara della giornata.

15 3. Mancato inserimento della formazione a. Nel caso un fantallenatore non inserisca la formazione o la inserisca dopo la scadenza del tempo a disposizione, la prima volta verrà ammonito e potrà utilizzare la formazione dell ultima giornata b. La seconda volta riceverà un punteggio d ufficio di 50 pti. c. La terza volta riceverà un punteggio d ufficio di 30 pti e l assemblea di lega deciderà se escluderlo definitivamente dal fantacampionato. Nota Ufficiale della LFF Non esiste che un fantallenatore non comunichi la propria formazione per 3 turni consecutivi! REGOLA 11 LE RISERVE 1. E consentito l utilizzo di calciatori di riserva, a condizione che siano rispettate le seguenti disposizioni: a. Ogni squadra può schierare in panchina sino a 12 calciatori di riserva, comprensivi di minimo 1 portiere b. I calciatori di riserva vengono schierati in ordine di preferenza assoluta c. Le sostituzioni vengono effettuate seguendo l ordine delle riserve, dal primo delle riserve, ma restando nei limiti consentiti dal regolamento d. Le sostituzioni consentite sono n. 5 per ogni partita

16 e. I calciatori di riserva possono sostituire soltanto calciatori che non siano scesi in campo o che siano stati giudicati s.v. f. I calciatori di riserva possono sostituire calciatori squalificati nella realtà e comunque schierati dal fantallenatore tra i titolari 2. La riserva d ufficio a. La riserva d ufficio vale 6 punti per ogni calciatore b. La riserva d ufficio viene applicata nel caso in cui una o più partite del campionato reale vengano sospese o rinviate, e recuperate oltre le 48 ore successive. In questo caso, tutti i calciatori appartenenti alle squadre delle partite in questione, anche gli squalificati, riceveranno la riserva d ufficio. REGOLA 12 QUOTIDIANO UFFICIALE 1. E considerato come quotidiano ufficiale per i voti dei calciatori la seguente testata giornalistica unica: Fantagazzetta.com Redazione Napoli 2. I tabellini e le pagelle delle partite - ovvero marcatori, ammonizioni, espulsioni ecc. pubblicati dal Q.U. costituiscono i dati ufficiali per la determinazione, cioè il calcolo, dell esito di ciascuna fantasquadra 3. Il quotidiano ufficiale è l unico ed insindacabile riferimento ufficiale della Lega

17 Nota Ufficiale della LFF Come tutti gli esseri umani, anche la redazione del Q.U. può sbagliare qualcosa, un gol, un assist, qualche decisione che non mette tutti d accordo. Purtroppo anche nel fantacalcio succede questo, ma tutti i fantallenatori devono sapere accettare le decisioni che arrivano, in quanto la Fantalega ha scelto questa testata come punto di riferimento, perché è sicuramente quella con più esperienza nel settore e probabilmente quella più imparziale tra le tante. Ricordo poi che queste sono decisioni che valgono per tutte le squadre, quindi non si fa nessuna differenza tra i vari partecipanti. Quindi cerchiamo di essere tutti sportivi e di accettare le decisioni che vengono prese senza prendersela con la Fantalega, che come tutti noi dipende dal Q.U. REGOLA 13 MODALITA DI CALCOLO 1. Criterio generale: L esito, cioè il risultato totale di una fantasquadra, viene calcolato secondo le modalità qui descritte. 2. Calcolo del totale-calciatore a. Il punteggio di ciascun calciatore è dato dalla somma algebrica del Voto (assegnatogli dal Q.U.) e dei bonus/malus previsti dal regolamento b. I bonus e malus sono assegnati a ogni calciatore secondo la seguente tabella: Bonus: +3 punti per ogni gol segnato; +1 punto per gol vittoria/gol pareggio +1 punto per ogni assist servito; +0.5 punti per ogni assist da fermo; +3 punti per ogni rigore parato (portieri);

18 Malus: -0.5 punti per l ammonizione; -1 punto per l espulsione; -1 punto per ogni gol subito (portieri); -2 punti per ogni autorete; -2 punti per ogni rigore sbagliato. Nota Ufficiale della LFF Secondo il regolamento del fantacalcio, si verifica una condizione di assist quando il calciatore effettua un passaggio volontario ad un suo compagno di squadra e quest ultimo realizza, grazie ad esso, un gol senza dover dribblare nessun avversario escluso il portiere e senza fare più di 4 tocchi. c. La dizione rigore parato è da intendersi in senso letterale. Il rigore calciato contro un legno o fuori dalla porta viene contato (ovviamente in negativo) soltanto al calciatore che lo ha tirato, cioè non viene assegnato alcun punto al portiere 3. Casi particolari Durante un campionato possono verificarsi numerosi casi particolari, non tutti contemplati dal regolamento. Man mano che la casistica del gioco aumenta in seguito a decisioni stravaganti dei quotidiani, le regole del gioco verranno modificate di conseguenza. 4. Calcolo del totale-squadra Il punteggio totale della fantasquadra è dato dalla somma dei singoli totalicalciatore degli undici calciatori che hanno preso parte alla gara

19 5. Scontri diretti Nelle competizioni in modalità scontro diretto, per determinare il risultato finale delle varie partite vengono confrontati i totali-squadra delle due fantasquadre che si affrontano e viene applicata una tabella di conversione 6. Tabella di conversione a. La tabella di conversione trasforma ciascun totale-squadra in gol, così da ottenere un reale risultato calcistico. Semplicemente, si assegnano i gol alle squadre in base a delle determinate soglie di punteggio, secondo la tabella sottostante: < 66 punti = 0 gol Da 66 a 70.5 = 1 gol Da 71 a 76.5 = 2 gol Da 77 a 82.5 = 3 gol Da 83 a 87.5 = 4 gol Da 88 a 92.5 = 5 gol Da 93 a 97.5 = 6 gol Da 98 a = 7 gol Da 102 a = 8 gol > 105 = 9 gol

20 REGOLA 14 PARTITE SOSPESE 1. Partite sospese o rinviate a. Nel caso una o più partite del campionato di Serie A vengano sospese o rinviate per qualsiasi ragione (neve, campo inagibile, eventi imprevisti, ecc.) e di conseguenza il Q.U. non pubblichi i voti relativi ai calciatori delle squadre coinvolte negli incontri sospesi, i punteggi delle fantasquadre saranno assegnati secondo le seguenti disposizioni: Le formazioni della giornata vengono congelate in attesa dei recuperi se questi ultimi avvengono entro 48 ore In caso contrario verrà assegnata la riserva d ufficio a tutti i calciatori interessati (Reg. 11 punto 2) Non sarà possibile in nessun modo modificare le formazioni congelate Eventuali bonus/malus maturati durante le gare sospese o rinviate e poi riprese dal minuto della sospensione, sarnno presi in considerazione ai fini del gioco b. Nel caso una partita venga sospesa prima del 90 e il Q.U. assegni comunque i voti ai calciatori, tali voti saranno quelli definitivi e verranno usati per il calcolo 2. Partite decise a tavolino a. Nel caso il risultato di una partita, per qualunque ragione, venga modificato a tavolino, si terrà conto ai fini dell esito delle fantasquadre dei voti assegnati dal Q.U. e del risultato ottenuto sul campo

21 b. Se il Q.U. non assegna i voti ai calciatori, si dovrà assegnare la riserva d ufficio a tutti i calciatori delle squadre in questione e si calcolerà l esito tenendo conto regolarmente di tutti i bonus/malus maturati sul campo Nota Ufficiale della LFF Citiamo il caso Como-Udinese di qualche anno fa. La partita venne sospesa sul risultato di 0-1 per i tafferugli provocati dagli ultras del Como e poi decisa a tavolino con lo 0-2. Nel Fantacalcio vale il risultato ottenuto sul campo (lo 0-1), con tutti bonus o i malus maturati nel corso della partita. Qualcuno ha obiettato che, nel caso di partita decisa a tavolino dal Giudice Sportivo, tutto quanto accaduto sul campo non esiste per la storia del calcio. Questo non è del tutto vero: un calciatore espulso in queste partite viene regolarmente squalificato. Fantacalcio è come sempre coerente (al contrario di altri) e non solo prende in considerazione eventuali ammoniti o espulsi, ma premia i calciatori che hanno segnato. Pinzi dell Udinese per gli almanacchi del calcio non ha mai segnato a Como (mentre Pecchia del Como risulterà per sempre espulso, singolare vero?), nel Fantacalcio sì. 3. Partite non omologate e poi rigiocate Nel caso una partita, per qualunque ragione, non venga omologata nella realtà e il Giudice Sportivo decida di rigiocarla, i voti assegnati dal Q.U. ai calciatori coinvolti e i bonus/malus maturati verranno annullati. Ai fini del calcolo, si prenderanno in considerazione i voti assegnatidal Q.U. ai calciatori coinvolti nella partita rigiocata e i nuovi bonus/malus da essi totalizzati. 4. Partite sospese, non recuperate e con risultato omologato Nel caso una partita venga sospesa, ma non recuperata, bensì omologata col punteggio conseguito al momento della sospensione dal Giudice Sportivo, e se il Q.U. non assegna i voti ai calciatori, si dovrà assegnare la riserva d ufficio ai calciatori in questione e si terrà conto dei bonus/malus maturati sul campo fino al momento della sospensione.

22 Nota Ufficiale della LFF L esempio viene sempre dalla stagione 2002/2003. Il caso è Torino-Milan, sospesa per tafferugli provocati dagli ultras granata quando il punteggio era sul 3-0 in favore del Milan. Il Giudice Sportivo in questo caso omologò il risultato maturato sul campo.

23 CAPITOLO QUINTO REGOLA 15 IL CAMPIONATO 1. Il campionato è diviso in tre Serie, una composta di 8 fantasquadre e le altre due di 7 fantasquadre, denominate rispettivamente Serie A, Serie B e Serie C. 2. Il campionato si svolge secondo la modalità ognuno per sé nella quale la classifica è determinata sommando i risultati di ogni fantasquadra in ogni singola giornata. 3. La squadra prima classificata in Serie A è proclamata vincente del fantacampionato ed acquisisce il titolo di Fantacampione e la possibilità di esporre lo scudetto sulle proprie maglie 4. Le ultime 2 squadre classificate in Serie A (7 e 8 ) vengono retrocesse alla serie cadetta a partire dalla stagione successiva, così come le ultime due classificate in Serie B (6 e 7 ). 5. Le prime 2 squadre classificate in Serie B vengono promosse nella serie superiore a partire dalla stagione successiva, così come le prime 2 classificate in Serie C. 6. Le altre squadre di ogni serie otterranno la qualificazione alle coppe secondo le modalità indicate al Capitolo Secondo, Regola 3 punto 9.

24 REGOLA 16 LA COPPA 1. La Coppa Fantatregnago a. E un torneo al quale prendono parte tutte le squadre partecipanti alla Lega, di qualsiasi Serie. b. La Coppa è composta da una fase a gironi e da una fase finale ad eliminazione diretta, tutto secondo la modalità scontro diretto, che prevede partite tra due fantasquadre decise in base ai gol segnati da ognuna, che vengono calcolati in base al punteggio ottenuto c. La Coppa si disputa in concomitanza con il Campionato, in giornate stabilite dalla Fantalega a partire dall inizio del girone di ritorno d. La fase a gironi della Coppa è composta da quattro Gruppi, denominati Gruppo A-B-C-D, formati da 5/6 squadre miste di Serie A, Serie B e Serie C. Le prime 2 squadre classificate per ogni gruppo accedono alla fase finale. e. La fase finale della Coppa ad eliminazione diretta si disputa in gare di andata e ritorno, con finale unica. f. La composizione della fase finale della Coppa è stabilita nel seguente modo:

25 Quarti di finale A 1 Gr. A-2 Gr. C B 1 Gr. B-2 Gr. D C 2 Gr. A-1 Gr. C D 2 Gr. B-1 Gr. D Semifinali I Vincente A-Vincente B II Vincente C-Vincente D Finale Vincente I Vincente II g. Il passaggio al turno successivo viene determinato in base ai risultati ottenuti nelle due partite, o in caso di parità in base alla differenza reti o al punteggio totale ottenuto h. Nel caso di parità nella differenza reti, vince chi ha segnato più gol in trasferta i. Qualora una squadra non inserisca la formazione per una partita di Coppa entro la scadenza prevista da regolamento, verrà assegnata la vittoria a tavolino per 3 0 all avversario. 2. La FantaChampions a. E un torneo al quale prendono parte le prime 3 squadre classificate di ogni Serie e le 3 squadre vincenti i play-off di FantaChampions.

26 b. La squadra vincitrice dell edizione precedente partecipa di diritto al torneo, prendendo eventualmente il posto della quarta classificata nel suo girone c. La Competizione è composta da una fase a gironi e da una fase finale ad eliminazione diretta, tutto secondo la modalità scontro diretto, che prevede partite tra due fantasquadre decise in base ai gol segnati da ognuna, che vengono calcolati in base al punteggio ottenuto d. La Competizione si disputa in concomitanza con il Campionato, in giornate stabilite dalla Fantalega a partire dall inizio del girone di andata e. La fase a gironi della Competizione è composta da due Gruppi, denominati Gruppo A e Gruppo B, formati da 4 squadre ciascuno, con partite di andata e ritorno. Le prime 2 squadre classificate per ogni gruppo accedono alla fase finale. f. La fase finale della Competizione è ad eliminazione diretta e si disputa in gare di andata e ritorno, con finale unica. g. La composizione della fase finale della Competizione è stabilita nel seguente modo: Semifinali I - 1^ gruppo A-2^ gruppo B II - 1^ gruppo B-2^ gruppo A Finale Vincente I Vincente II

27 h. Il passaggio al turno successivo viene determinato in base ai risultati ottenuti nelle due partite, o in caso di parità in base alla differenza reti (con regola dei gol in trasferta) o al punteggio totale ottenuto. i. Qualora una squadra non inserisca la formazione per una partita entro la scadenza prevista da regolamento, verrà assegnata la vittoria a tavolino per 3 0 all avversario. 3. La Tregnago League a. E un torneo al quale prendono parte le 6 e 7 classificate di ogni serie, le 3 squadre perdenti i play-off di FantaChampions e la vincitrice della Coppa FantaTregnago, o eventualmente l 8 classificata di Serie A. b. La squadra vincitrice dell edizione precedente partecipa di diritto al torneo, prendendo eventualmente il posto della quarta classificata nel suo girone. c. La Competizione è composta da una fase a gironi e da una fase finale ad eliminazione diretta, tutto secondo la modalità scontro diretto. d. La Competizione si disputa in concomitanza con il Campionato, in giornate stabilite dalla Fantalega a partire dall inizio del girone di andata. e. La fase a gironi della Competizione è composta da due Gruppi, denominati Gruppo A e Gruppo B, formati da 5 squadre ciascuno, con partite di sola andata. Le prime 2 squadre classificate per ogni gruppo accedono alla fase finale. f. La fase finale della Competizione è ad eliminazione diretta e si disputa in gare di andata e ritorno, con finale unica.

28 g. La composizione della fase finale della Competizione è stabilita nel seguente modo: Semifinali I - 1^ gruppo A-2^ gruppo B II - 1^ gruppo B-2^ gruppo A Finale Vincente I Vincente II h. Il passaggio al turno successivo viene determinato in base ai risultati ottenuti nelle due partite, o in caso di parità in base alla differenza reti (con regola dei gol in trasferta) o al punteggio totale ottenuto. i. Qualora una squadra non inserisca la formazione per una partita entro la scadenza prevista da regolamento, verrà assegnata la vittoria a tavolino per 3 0 all avversario. 4. La finale unica a. La partita finale di tutte le coppe si disputa in gara unica, non con andata e ritorno, come le altre partite della fase ad eliminazione diretta b. In caso di parità di gol in una finale, verrano disputati i tempi supplementari e, qualora persistesse il risultato di pareggio, i calci di rigore c. Il calcolo dei tempi supplementari avviene in base alle regole seguenti: Si sommano i punteggi delle prime 3 riserve per ogni ruolo di movimento, così da ottenere un totale-squadra supplementari per

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO STAGIONE 2011 2012 INTRODUZIONE Qui di seguito trovate le Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio. Ogni anno, se necessario, vengono modificate e aggiornate

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la

GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la pubblicazione dei componenti. Invitiamo gli utenti a

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA.

REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA. REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA. 1) Il presente regolamento è valido dal 10.01.2012, sostituisce ogni altra precedente

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 Notti sul ghiaccio è una gara di pattinaggio a coppie ad eliminazione in cui alcune celebrità hanno accettato di far coppia con altrettanti

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA

UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA Liverpool FC Anfield - Liverpool Giovedì, 19 febbraio 2015 21.05CET (20.05 ora locale) Sedicesimi di finale, Andata Beşiktaş JK Ultimo aggiornamento

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9

Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9 Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9 19 Carte di colore Blu che vanno dallo 0 al 9 19 Carte di colore Giallo che

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi:

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi: FAQ D: QUANTE PARTITE VERRANNO GIOCATE PER DETERMINARE I VINCITORI DI OGNI SCONTRO? R: Il torneo prevede dei 5v5 nella Landa degli evocatori in stile "sudden death" (ossia a eliminazione diretta, al meglio

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014)

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) REGOLE DI TENNIS Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) INDICE Prefazione pag. 2 Regola 1 Il campo pag. 3 Regola 2 - Arredi permanenti

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

conquista il mondo in pochi minuti!

conquista il mondo in pochi minuti! conquista il mondo in pochi minuti! Il gioco di conquista e sviluppo più veloce che c è! Il gioco si spiega in meno di 1 minuto e dura, per le prime partite, non più di quindici minuti. Mai nessuno ha

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE Norme Integrative al Codice Internazionale del Bridge Edizione 2012 a cura di Maurizio Di Sacco Direttore della Scuola Arbitrale Italiana Modificata con Delibera del C.F.

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 CALENDARIO FASI FINALI PLAY-OFF PLAY-OUT FASI FINALI PLAY-OFF GIRONE A QUARTOPUNTO ZERO NEW KINGS 28/4/15 20,45 QUARTO Martedì CAPO HORN -A.FELICE- INTERPUTEOLANA M.P

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

SUNDAY POETS. Destinatari del premio

SUNDAY POETS. Destinatari del premio SUNDAY POETS Destinatari del premio I destinatari del Premio sono i lettori de La Stampa (quotidiano, sito e app) senza limiti di residenza o nazionalità. Il Premio è un talent contest dedicato a poeti

Dettagli

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F MAGGIO 2015 VENERDÌ 1 ODERZO (TV) Piazza Grande XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F XIX Trofeo Mobilificio

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 1. SOCIETÀ PROMOTRICE 2. PERIODO 3. PRODOTTO IN PROMOZIONE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation

REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation REGOLE DI TENNIS Approvate dalla International tennis federation (1) (1) NOTA. Eccetto quando è diversamente stabilito, ogni riferimento di queste Regole ai giocatori include anche le giocatrici. ... schema

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014.

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. 1. SOCIETA PROMOTRICE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via Mantova, 166-43122 Parma C.F. e iscrizione al registro

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Agg. Al 05 dicembre 2012 1 INDICE REGOLE GENERALI Specialità: definizione Attività: struttura Attività di singolo Coppie Artistico e Coppie Danza Categorie: singolo Formula Uisp Livelli Coppia artistico

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo Schede operative categoria Esordienti CATEGORIA ESORDIENTI società: istruttore: stagione sportiva: RICORDATI CHE In questo mese inizia l attività didattica programmata dopo che nel periodo precedente si

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Regolamenti 2013: parti generali

Regolamenti 2013: parti generali Regolamenti 2013: parti generali Regole Generali Attraverso gli sport del nuoto, tuffi, sincronizzato, pallanuoto e nuoto in acque libere il programma Master deve promuovere il benessere, l'amicizia, la

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007

Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007 Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007 IMPAGINAZIONE DELLE REGOLE 1.0 Introduzione 2.0 Contenuto del gioco 3.0 Preparazione 4.0 Come si gioca 5.0 Fine del gioco

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli