PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO"

Transcript

1 Il CUS Torino presenta PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO Conferenza Stampa giovedì 20 marzo 2008 h Conference Room c/o Centro Polifunzionale Lungo Stura Lazio 15/19 Ufficio Stampa CUS Torino Tel. (+39) Fax (+39)

2 IL PROGETTO AGON E un progetto internazionale promosso da Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Edisu, CUS Torino, FISU (Federazione Internazionale Sport Universitario) e da IVECO, in collaborazione con CONI e CUSI. Il progetto è volto a sostenere giovani atleti e/o tecnici, studenti universitari stranieri e italiani. E il primo progetto al mondo di questo genere ed è l unico che sostiene la mobilità internazionale universitaria verso il nostro territorio attraverso lo sport. OBIETTIVI GENERALI Gli obiettivi generali del Progetto Agon sono duplici e sintetizzabili in due termini: internazionalizzazione e integrazione: I. Internazionalizzazione, ovvero attirare atleti e/o tecnici di livello internazionale sul territorio nazionale italiano II. Integrazione, ovvero perseguire politiche integrate tra le eccellenze coinvolte. OBIETTIVI SPECIFICI Al fine di raggiungere gli obiettivi generali, per i partners/beneficiari coinvolti si prefigureranno i seguenti obiettivi specifici, sviluppati su tre piani paralleli. A. Obiettivo di carattere SPORTIVO: sviluppo di alcuni distretti sportivi, specificatamente individuati, sia in termini tecnici che quantitativi; B. Obiettivo di carattere PROFESSIONALE: promozione delle eccellenze del territorio sia in Italia sia all estero, in termini di offerta formativa e di opportunità professionali; C. Obiettivo di RETE: favorire e consolidare il network tra sistema sportivo, universitario e tessuto imprenditoriale.

3 RISULTATI ATTESI I risultati che i partners otterranno grazie alla realizzazione del progetto si articolano su tre differenti linee d intervento che si pongono senza soluzione di continuità rispetto agli obiettivi specifici del progetto. A. - La crescita tecnica dei singoli distretti sportivi, consolidando l immagine del Piemonte come territorio a forte vocazione sportiva ed in particolare universitaria; - La crescita del numero di praticanti delle discipline individuate dal progetto; B. - Benefici in termini di comunicazione ed immagine a favore dei partners del progetto; - La programmazione e l offerta di percorsi formativi e di esperienze per la crescita, la formazione professionale e per l accesso al mondo del lavoro; C. - L attivazione di rapporti con le Università straniere; - La creazione di percorsi integrati sportivi-formativi-professionali ad hoc rispetto alle esigenze dei beneficiari e dei partners del progetto.

4 ATTIVITA Al fine di garantire la realizzazione dei risultati attesi, le azioni di intervento previste dal progetto si possono così riassumere: A. - Mappatura ed individuazione dei distretti sportivi coinvolti; - Preparazione di un programma ad obiettivi per la crescita del livello tecnico federale delle discipline alle quali saranno appoggiati i giocatori e i tecnici; - Attivazione di un programma, in accordo con le Federazioni Regionali, che promuova percorsi di aggiornamento e di formazione tesi a migliorare il livello tecnico e manageriale di allenatori, dirigenti e giocatori; - Definizione di un programma di promozione delle discipline sportive individuate che, partendo dal mondo scolastico, incrementi il numero di partecipanti sportivi e comunichi i valori etici dello sport pulito; B. - Individuazioni degli strumenti e pianificazione delle attività di comunicazione del progetto tese a valorizzazione i soggetti che compongono il sistema progettuale (Distretti sportivi, Atenei e tessuto imprenditoriale e aziendale) a livello nazionale ed internazionale; - Agevolazioni per giovani studenti universitari, atleti professionisti che prevedono: iscrizione gratuita ai corsi e ai master dell Università degli Studi di Torino o del Politecnico di Torino accesso gratuito alle residenze ed ai ristoranti universitari

5 rimborsi spese mensili eventuali borse di studio ricerca e innovazione messe a disposizione dalle aziende per i laureandi e finalizzate a premiare i migliori lavori di ricerca a tema svolti dagli studenti universitari sono, inoltre, previsti rimborsi a sostegno e supporto dell attività sportiva di promozione nelle scuole del territorio nazionale per i candidati che si renderanno disponibili in ruoli di educatori all interno di progetti scolastici, ovvero in ruoli di tecnici di uno dei distretti sportivi coinvolti. - Agevolazioni per atleti professionisti o tecnici sportivi non studenti universitari, in base agli accordi stipulati con la singola sezione sportiva. C. - Individuazione dei partners del progetto: Atenei italiani e stranieri, Istituzioni Pubbliche, Edisu Piemonte, CONI, CUSI, Federazioni sportive, Federazioni Universitarie Internazionali, FISU; tessuto imprenditoriale e aziendale. Il progetto è finanziato dalla Regione Piemonte, il CUS Torino cura il coordinamento operativo ed organizzativo. - Programmazione di tavole rotonde tra i partecipanti del progetto; - Monitoraggio delle attività dei partners del progetto; - Creazione di opportunità di crescita tra i partners del progetto: percorsi formativi con ad hoc presso gli Atenei italiani e stranieri coinvolti, tenuti anche da docenti forniti dal mondo delle imprese partners stage aziendali in Italia e all estero progetti futuri

6 BENEFICIARI DEL PROGETTO Beneficiari diretti: - ATLETI E/O TECNICI STRANIERI e italiani coinvolti; - SCUOLE del secondo ciclo Elementare e Medie Inferiori che aderiranno e beneficeranno dei programmi di promozione delle discipline sportive individuate Beneficiari indiretti: - ATENEI ITALIANI, attraverso la promozione della qualità del proprio sistema formativo e la possibilità di presentare la propria specifica offerta all estero; - ATENEI STRANIERI, con l attuazione di un nuovo servizio per i propri studenti e di un canale diretto con gli Atenei italiani e il tessuto imprenditoriale e aziendale, partners del progetto; - TESSUTO IMPRENDITORIALE E AZIENDALE, grazie all attivazione di stage presso le proprie sedi in Italia e all estero (nei paesi degli Atenei stranieri coinvolti nel progetto) e di percorsi didattici spendibili presso gli Atenei al fine di mettere a disposizione il proprio know-how e consolidare il sistema di relazioni tra impresa e sistema formativo; - CUS TORINO, promuovendo i propri distretti sportivi e la capacità di attrarre atleti e tecnici professionisti stranieri; - CONI, CUSI, FEDERAZIONI SPORTIVE E INTERNAZIONALI, tramite la valorizzazione della relazione tra sport e cultura della formazione a livello nazionale ed internazionale; - FISU, mediante il ritorno di immagine derivante dalla promozione del proprio sistema universitario sportivo;

7 - EDISU PIEMONTE, attraverso la promozione del proprio sistema di offerta; - ISTITUZIONI PUBBLICHE, potenziando la rete dei rapporti internazionali e la creazione di momenti di visibilità. COMPETENZE DEGLI ENTI COINVOLTI Le competenze dei soggetti coinvolti nel progetto Agon sono differenti, a seconda della natura e delle peculiarità degli organi medesimi. Attraverso le proprie specifiche competenze, i partners del progetto contribuiscono in maniera organica e integrata alla realizzazione degli obiettivi del progetto. - CUS TORINO: selezione candidature sportive pervenute alla scadenza prevista annualmente dal progetto coordinamento operativo ed organizzativo del progetto messa a disposizione della propria struttura, degli impianti e del know-how necessario alla gestione sportiva creazione, sviluppo e coordinamento del network tra i partners del progetto; - ATENEI ITALIANI: agevolazioni in relazione alla iscrizione gratuita ai corsi di studio e alle specialità; - ATENEI STRANIERI: segnalazione di futuri candidati, attivazione di percorsi didattici ad hoc;

8 - TESSUTO IMPRENDITORIALE E AZIENDALE: attivazione di stage in Italia e all estero supporto alla segnalazione di candidati presso gli Atenei stranieri disponibilità del proprio know-how aziendale a supporto dei percorsi didattici universitari possibilità di finanziare borse di studio ricerca e innovazione (opportunità di proporre tesi di laurea) supporto economico alla parte sportiva del progetto sia in Italia e che all estero; - CONI, CUSI, FEDERAZIONI SPORTIVE: comunicazione del progetto presso i propri tesserati, inserimento del progetto nei programmi curriculari scolastici, organizzazione in partnership con il CUS Torino di corsi di aggiornamento per giocatori, tecnici e dirigenti; - FEDERAZIONI INTERNAZIONALI: segnalazione degli atleti internazionali che maggiormente si sono distinti nel proprio Paese; - FISU: coordinamento del recruiting presso le Federazioni universitarie sportive Internazionali; - EDISU PIEMONTE: accesso gratuito ai posto letto e ai ristoranti universitari; - ISTITUZIONI PUBBLICHE: supporto istituzionale e promozione dei rapporti a livello internazionale, condivisione dei propri contatti all estero e in Italia.

9 PIANO OPERATIVO La durata del progetto è triennale, rinnovabile a partire dall anno Per anno si intende l anno accademico (dal mese di settembre al mese di luglio dell anno successivo). Le candidature al progetto verranno raccolte tramite due distinti canali: A. giovani studenti universitari, atleti professionisti: per i giovani atleti professionisti, che intendono iscriversi presso l Università degli Studi di Torino o il Politecnico di Torino, gareggiare in una delle discipline sportive coinvolte e/o offrire la propria disponibilità, all interno dei medesimi distretti, in ruoli di educatori nei progetti scolastici, o di allenatori, è previsto un bando di concorso e la compilazione di un form on-line entro il 30 aprile di ogni anno B. atleti professionisti o tecnici sportivi non studenti universitari: per questa categoria di soggetti, le candidature potranno essere veicolate attraverso i partner del progetto o pervenire direttamente al CUS Torino AGON SUL SITO CUS TORINO E on line una sezione del sito CUS Torino interamente dedicata al progetto Agon:

10 BANDO DI CONCORSO PER L ACCESSO AL PROGETTO AGON PROMOSSO DAL CUS TORINO IN COLLABORAZIONE CON REGIONE PIEMONTE, UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO E POLITECNICO DI TORINO 1. FINALITA Gli obiettivi del progetto Agon consistono nella crescita tecnica dei singoli distretti sportivi e del numero dei praticanti delle discipline individuate dal progetto, nonché nella valorizzazione dell immagine territoriale legata ai valori dello sport universitario e del sistema universitario regionale come polo di attrazione per studenti-atleti di rilievo internazionale. Il seguente bando è da considerarsi valido per l anno accademico DISPONIBILITA Il CUS Torino bandisce un concorso per un numero massimo di 12 posti riservati a giovani atleti provenienti da paesi stranieri, che intendano iscriversi all Università degli Studi di Torino o al Politecnico di Torino e gareggiare all interno delle squadre delle sezioni agonistiche sportive del CUS Torino. 3. DESTINATARI E CONDIZIONI GENERALI DI AMMISSIONE Possono presentare domanda: Giovani atleti in possesso dei requisiti per l iscrizione ai corsi e ai master universitari. - Nel caso in cui la scelta ricada sull Università degli Studi di Torino, i candidati devono provenire da uno Stato membro dell UE o da uno dei seguenti Stati: Argentina, Bolivia, Brasile, Cuba, India, Messico, Senegal - Nel caso in cui la scelta ricada sul Politecnico di Torino, i candidati non hanno limitazioni rispetto al Paese di provenienza

11 Giovani atleti che non abbiano compiuto i 31 anni alla data di scadenza del bando Per la partecipazione ai corsi e ai master universitari non tenuti in lingua inglese, è richiesta una buona conoscenza della lingua italiana. Giovani atleti in attività sportiva agonistica. I requisiti elencati devono essere posseduti all atto di iscrizione all Università degli Studi o al Politecnico di Torino a pena di esclusione dal presente bando. Possono rinnovare la candidatura i giovani atleti già vincitori della passata edizione del progetto AGON. I criteri di selezione adottati nei loro confronti saranno quelli previsti all art. 5 del presente bando. 4. TERMINI E MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE La domanda per l ammissione alle borse di studio dovrà essere redatta sull apposito modulo on line di candidatura allegato al presente bando e scaricabile dal sito del CUS Torino Le domande, corredate della documentazione di seguito specificata, devono essere presentate o pervenire, a pena di decadenza, entro e non oltre le ore del 30 aprile 2008 ESCLUSIVAMENTE tramite la compilazione on-line dei moduli allegati. 5. PROCEDURE SELETTIVE E ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI Una Commissione di selezione appositamente nominata dal CUS Torino e composta dai rappresentanti della Regione Piemonte, del mondo universitario, dell Edisu Piemonte, del CONI, del CUSI e di IVECO, provvederà a valutare la congruità della documentazione presentata. La Commissione, a giudizio di merito insindacabile, assegnerà i punteggi per formare la graduatoria del bando, utilizzando i seguenti criteri di selezione: per il 50% verrà dato rilievo ai meriti scolastici: aver conseguito almeno 10 cfu (crediti formativi universitari) nell anno accademico

12 per il restante 50% si terrà conto dell attività sportiva Internazionale, internazionale Universitaria, Nazionale Assoluta, Nazionale Universitaria. Per quanti si candidassero al termine delle scuole secondarie superiori, si terrà conto del voto di diploma conseguito. 6. AGEVOLAZIONI E RIMBORSI Il progetto prevede l assegnazione delle seguenti agevolazioni per i giovani atleti: iscrizione gratuita ai corsi e ai master dell Università degli Studi di Torino o del Politecnico di Torino accesso gratuito alle residenze ed ai ristoranti universitari eventuali borse di studio ricerca e innovazione messe a disposizione dalle aziende per i laureandi e finalizzate a premiare i migliori lavori di ricerca a tema svolti dagli studenti universitari, del valore di 2.500,00 ciascuna sono, inoltre, previsti rimborsi a sostegno e supporto dell attività sportiva di promozione nelle scuole del territorio nazionale, a partire da un minimo di 1.500,00 annui, per i candidati che si renderanno disponibili in ruoli di educatori all interno di progetti scolastici, ovvero in ruoli di tecnici di uno dei distretti sportivi coinvolti. 7. PRIVACY Ai sensi dell art. 13, del D. Lgl 196/2003, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso il CUS Torino e saranno trattati, anche successivamente all eventuale accesso al progetto AGON, per le finalità inerenti alla gestione del concorso. La ricezione di tali dati è obbligatoria ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l esclusione dal concorso. In merito al trattamento dei dati personali l interessato gode dei diritti di cui all art. 7 della legge di cui sopra. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del CUS Torino, titolare del trattamento. Il responsabile del trattamento dei dati è il Cus Torino.

13 8. PARI OPPORTUNITA Il CUS Torino garantisce parità di trattamento fra uomini e donne. 9. PUBBLICAZIONE ESITO BANDO L esito del bando sarà reso noto mediante stampa, tramite il sito ufficiale del CUS Torino Data di pubblicazione del bando 17 marzo 2008 Data di scadenza del bando 30 aprile 2008 RISULTATI DEL BANDO DI CONCORSO DEL PROGETTO AGON: In seguito alla valutazione della Commissione di selezione appositamente nominata dal CUS Torino, e composta dai rappresentanti della Regione Piemonte, del mondo universitario, dell Edisu Piemonte, del CONI, del CUSI e di IVECO, a MAGGIO 2008 verranno dati i risultati del Bando di concorso del progetto Agon (pubblicati tramite stampa e sul sito La Commissione provvederà a valutare la congruità della documentazione presentata e, a giudizio di merito insindacabile, assegnerà i punteggi per formare la graduatoria, utilizzando i seguenti criteri di selezione:

14 per il 50% verrà dato rilievo ai meriti scolastici: aver conseguito almeno 10 cfu (crediti formativi universitari) nell anno accademico per il restante 50% si terrà conto dell attività sportiva Internazionale, internazionale Universitaria, Nazionale Assoluta, Nazionale Universitaria. Per quanti si candidassero al termine delle scuole secondarie superiori, si terrà conto del voto di diploma conseguito. IL LOGO AGON Nel 2007 il CUS Torino ha bandito un concorso grafico per la realizzazione del logo Agon riservato esclusivamente agli studenti universitari iscritti presso gli atenei della Regione Piemonte. Il logo doveva rispecchiare delle caratteristiche che sintetizzassero il legame tra mondo sportivo e universitario. A fine dicembre la commissione del bando di concorso (composta dai rappresentanti dei partner del progetto: Marcella Agosto, Assessorato Turismo, Sport, Impianti di Risalita, Pari Opportunità della Regione Piemonte; Marco Mezzalama, Vice Rettore Politecnico di Torino; Ivana Righetto, Presidente Consiglio Regionale, CONI - Regione Piemonte; Luca Olivetti, Legale CUS Torino; Roberta Gobetto, Amministratore Delegato Clicking ADV; Riccardo D Elicio, Presidente CUS Torino; Andrea Ippolito, Direttore Generale CUS Torino; Barbara Rocca, referente del progetto AGON per il CUS Torino) si è riunita per valutare i lavori presentati ed è stato dichiarato il logo vincitore (secondi a parimerito altri nove lavori presentati). Il vincitore: PONT MATTEO, 21 anni, studente presso la facoltà di Architettura, secondo anno di Progetto Grafico e Virtuale, Politecnico di Torino.

15 PARTNERSHIP IVECO e VIVA RUGBY CUS TORINO La partnership tra CUS Torino e Iveco Spa consiste in un piano di comunicazione integrato che permetta al brand Iveco di acquisire valore in un bacino d utenza molto familiare al Centro Universitario Sportivo torinese: quello giovanile e universitario. Creando un contatto tra mondo sportivo e mondo imprenditoriale sarà così possibile realizzare una politica operativa e di comunicazione, condivisa dalle parti, a sostegno della città di Torino e di uno sport di alta qualità tra i giovani. Questa stretta collaborazione rientra nell ambito del Progetto Agon che ha come obiettivo quello di coinvolgere atleti e tecnici di livello internazionale, ospitandoli a Torino per svolgere attività sportiva. Un forte legame con fini specifici quello che lega il CUS ad Iveco, caratterizzato dal desiderio di consolidare l immagine del Piemonte come territorio a forte attitudine sportiva, soprattutto universitaria. Senza dimenticare la possibilità di attivare un corner promozionale tra sport, formazione e professionalità. La promozione di uno sport aperto a tutti e volto all internazionalizzazione è uno dei valori importanti per il CUS Torino che grazie a questa relazione potrà veder aumentato il numero di praticanti attività sportiva, nonché una crescita tecnica per i propri distretti e un ottima valorizzazione del territorio di utenza. Inoltre Iveco, azienda di high-level affermata nel mondo imprenditoriale, metterà a disposizione diversi stage per gli studenti delle università selezionate (Francia, Germania, Romania e Polonia), promuovendo così anche una professionalizzazione di alta qualità. La collaborazione con il Centro Universitario Sportivo torinese non si limita però al Progetto Agon. Iveco è partner delle squadre di Viva Rugby Cus Torino, dalla under 7 alla senior serie C, attraverso una politica di brand visibility su tutta la Sezione Rugby. Dall impianto A. Albonico di Grugliasco all abbigliamento di gara, Iveco accompagnerà (affiancando gli sponsor già presenti) i nostri atleti nel loro percorso quotidiano di crescita sportiva con l augurio di continuare a raggiungere sempre grandi risultati.

16 VIVA RUGBY CUS TORINO LA SCUOLA RUGBY DEL CUS TORINO La scuola RUGBY del CUS Torino è un polo di aggregazione giovanile dove è possibile acquisire abilità e mettere in atto le tecniche sportive acquisite. Il periodo di attività va da settembre a maggio e il campo di gioco ufficiale è l impianto sportivo A. Albonico, Strada del Barrocchio, Grugliasco. La scuola è aperta ai giovani compresi tra i 6 e i 13 anni. INFO e CONTATTI CUS Torino SEZIONE RUGBY: Mattia Basile / Benedetto Pasqua L IMPIANTO SPORTIVO A. ALBONICO SCELTO DALLA FIR COME CENTRO DI FORMAZIONE PER L ALTO LIVELLO REGIONALE Seguendo il percorso tracciato nel recente passato dalle Federazioni estere leader del movimento rugbistico, la FIR (Federazione Italiana Rugby) ha lanciato, attraverso l istituzione in Italia di CENTRI FEDERALI PER L ALTO LIVELLO, un progetto mirato a consolidare e potenziare le prestazioni SCOLASTICHE e SPORTIVE dei giovani talenti di 15 e 16 anni. Questo progetto ha come obiettivo quello di formare giocatori in grado di competere al più alto livello internazionale e di innalzare al tempo stesso la qualità delle competizioni nazionali. Parallelamente a questa iniziativa, e con le stesse finalità, la FIR ha anche promosso una serie di Centri di Formazione per l Alto Livello regionali in tutta Italia, cercando strutture che fossero in grado di fornire i giusti requisiti sia tecnici che didattici. L impianto sportivo del CUS Torino A. Albonico di Grugliasco, sede della squadra VIVA RUGBY CUS TORINO, è stato scelto dalla Federazione come Centro di Formazione per il Piemonte, che ha conferito questo titolo all Albonico proprio perché diventi un Centro regionale di riferimento per la formazione di giocatori d alto livello. Il responsabile tecnico del Centro è Adriano Tosatto, attuale allenatore della Under 17 del CUS Torino, e giocatore dal ricco passato sportivo, il direttore è invece Mattia Basile. Il Centro è aperto agli atleti segnalati dalla Federazione Italiana e che risultano essere di interesse nazionale. L età di riferimento è tra i 15 e i 16 anni; tutti gli atleti svolgeranno intensa attività di perfezionamento tecnico fisica con allenamenti sei giorni alla settimana.

17 PROGETTO AGON Il VIVA RUGBY CUS TORINO è stato coinvolto nel progetto dal Centro Universitario Sportivo torinese di cui fa parte e ha già aperto le sue porte ad Alessandro Alparone, diciannovenne di Ragusa e proveniente dal Ragusa Rugby, classe 1988, promettente giocatore della selezione siciliana il cui ruolo in campo è terza linea. GLI OBIETTIVI DEL VIVA RUGBY CUS TORINO stagione 2007/2008 Classificarsi nelle zone di alta classifica nel girone di elite del campionato Under 19 Vincere il campionato Under 17 Vincere il campionato Under 15 Confronto continuo della scuola di rugby con i vivai prestigiosi lombardi e veneti Obiettivo triennale (dal 2007 al 2010) Essere promossi in serie B con la prima squadra e in Eccellenza con la giovanile (obiettivo a medio termine nel triennio ) Under 15 e Under 17: conquista del Trofeo delle Alpi

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

BANDO EDUCARE ALLE DIFFERENZE

BANDO EDUCARE ALLE DIFFERENZE Servizio Politiche Giovanili Sociali e Sportive. Politiche di Genere Approvato con Delibera di G.P: n 39/2015 del 19/03/2015 BANDO EDUCARE ALLE DIFFERENZE Allegato A) Il progetto Educare alle differenze-

Dettagli