Camillo Giulio De Gregorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Camillo Giulio De Gregorio"

Transcript

1 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000 INFORMAZIONI PERSONALI Curriculum Vitae Via Deserto di Gobi, Roma, Italia Sesso M Data di nascita 22/04/1955 Nazionalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE INCARICHI AZIENDALI PRESSO LA ASL ROMA E VIA BORGO S. SPIRITO, 3 - ROMA (DAL 1/6/2006 AL 28/02/2013 E DAL 01/10/2014) Incarichi presso la ASL-RME (Regione Lazio) -In Staff alla Direzione sanitaria dal 01/10/2014 -Direttore UOC Percorsi Continuità assistenziale dal 01/03/2008 al 28/02/2013 -Direttore Distretto 18 dal 18/06/2008 al 01/08/2011 -Direttore UOC Cure primarie dal 01/06/2006 al 29/02/2008 In staff alla Direzione sanitaria seguo l elaborazione e l implementazione del nuovo modello organizzativo dell assistenza territoriale nella ASLRME e della realizzazione della Casa della Salute in ognuno dei 4 Distretti dell Azienda. Nei ruoli di Direttore (Distretto, UOC Cure primarie, UOC Percorsi) ho svolto funzioni di organizzazione, programmazione, implementazione, monitoraggio e controllo in funzione degli obiettivi dati e delle risorse assegnate (gestione delle risorse umane, strumentali e strutturali assegnate per il perseguimento degli specifici obiettivi). Ho assicurato il funzionamento, la qualità e la salvaguardia degli standard assistenziali dei servizi sul territorio, le funzioni di coordinamento per le prestazioni erogate, rappresentando l Azienda nei confronti degli enti locali di riferimento e degli altri soggetti istituzionali nel territorio di riferimento. Sono stato responsabile della programmazione, implementazione e valutazione delle attività territoriali sanitarie e sociosanitarie e dell integrazione trasversale di tutti i servizi territoriali che insistono nel Distretto al fine di assicurare la continuità dell assistenza. Ho supportato la Direzione Aziendale nei rapporti con i Municipi, nonché con gli altri soggetti previsti nall art. 1 della legge n. 328/2000. Fra le altre funzioni ho presieduto alla costruzione di reti e relazioni territoriali (sanitarie e sociosanitarie) e di reti territorio-ospedale, per la gestione di processi e di Percorsi diagnosticoterapeutici e di continuità assistenziale. Ho svolto le funzioni di raccordo con i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di famiglia, gli Specialisti ambulatoriali del territorio, con gli Ospedali e con il Municipio ed i Servizi sociali dei comuni di riferimento e con le altre Pubbliche Amministrazioni (tra cui le Scuole) ed infine con il Terzo settore ed il Volontariato del proprio territorio. In riferimento alla normativa nazional/regionale ed agli obiettivi aziendali ho partecipato, in qualità di Responsabile aziendale del Cantiere cure primarie nel 2007, all elaborazione delle seguenti linee strategiche aziendali (poi sviluppate e monitorate in qualità di Direttore UOC Cure primarie e poi Direttore Distretto 18 e Direttore UOC Percorsi nel territorio di riferimento): a) PUA (Punto Unico di Accesso integrato socio-sanitario con i Municipi contestualizzando organizzazione e modalità di implementazione alle diverse realtà territoriali di riferimento; b) Nuovo modello di ass. territoriale c/o Unità operativa accesso presa in carico ex-cad): Centrale di regia di riferimento per tutti i servizi territoriali e ospedalieri: Ammissioni programmate-dimissioni protette; Presa in carico globale dei casi complessi c/o UVD, PAI, Ref del caso (modello organizzativo precursore DCA 39 e 431 del 2012 con strumenti partecipativi ed innovativi, coinvolgimento di tutti gli attori sanitari e sociali e con l integrazione dei professionisti convenzionati con il SSR) Unione europea, Pagina 1 / 1

2 Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) c) Elaborazione progetto Reti assistenziali integrate in aree sub-distrettuali poi inserito nel capitolato sull assistenza domiciliare d) Accordi aziendali MMG, PLS, SUMAI (Appropriatezza prescrittiva, PDTA, AUDIT). Primi Accordi aziendali (non di settore) realizzati nella regione Lazio e) Accordo di Programma 2007 ASLRME/Municipi su programmazione integrata (PAT/PDZ) attraverso un processo di coinvolgimento di tutti gli attori intra ed extra aziendali f)elaborazione PAT/PdZ: prima a livello aziendale come facilitatore e supporto per tutti e 4 i Distretti attraverso un processo di coinvolgimento di tutte le istituzioni, i professionisti e le associazione dei cittadini (Comune/Municipi, Scuola, Servizi distrettuali, Dipartimenti aziendali, professionisti convenzionati e non, Sindacati, Terzo settore e rappresentanti società civile e di tutela della cittadinanza) e poi nel Distretto 18 in qualità di Direttore del Distretto. Innovazione: Sperimentazione di strumenti innovativi per il coinvolgimento di professionisti e cittadini -indagine sulla qualità percepita dei MMG, realizzata nel 2006 mediante strutturazione della metodologia dell out-reach (visite effettuate direttamente presso gli ambulatori dei MMG, con l ausilio di interviste semi-strutturate, privilegiando la dimensione qualitativa della relazione personale tra singolo MMG e ASL), per ascoltare il loro punto di vista sulla realtà ambientale e organizzativa, sulle criticità percepite e l acquisizione di proposte per valorizzare e personalizzare sempre più il rapporto fra il MMG e l Azienda sanitaria, al fine sia di migliorare il senso di appartenenza che costruire, con modalità bottom-up, il primo Accordo Aziendale della Medicina generale (Accordo concretizzato poi nel 2007) presso la ASL-RME -indagine di soddisfazione degli utenti rispetto all Assistenza domiciliare attraverso la sperimentazione nel Distretto 17 di uno studio etnografico in collaborazione con Agenzia regionale sanità del Lazio ed Università La Sapienza - Cattedra di antropologia -progetto regionale Michelangelo-Prevasc presso due Distretti aziendali di cui uno era il Distretto 18; costruendo un modello di assistenza pro-attiva basato sul coinvolgimento, coordinamento ed integrazione di un team multi-professionale (MMG, Specialisti, Infermieri e Pazienti) e sull empowerment e supporto motivazionale del paziente, valutandone i risultati in termini di fattibilità, performance clinica ed organizzativa (modello organizzativo precursore di quanto previsto e richiesto dal PSN , Patto della salute ed in linea con PDTA e CCM) e livello di soddisfazione di tutti gli attori coinvolti. Il team multiprofessionale (con focus particolare sul ruolo innovativo dell infermiere) ha: -condiviso un PDTA sulla prevenzione cardiovascolare primaria e secondaria aggiornato sulle più recenti evidenze scientifiche -agito attraverso condivisi Piani Assistenziali Individuali personalizzati sul singolo paziente. Formazione: Tutti i percorsi sopra citati sono stati avviati valorizzando la crescita delle professionalità presenti nella ASL, compresi i professionisti convenzionati, attraverso sviluppo delle conoscenze e competenze (professionali, organizzative e relazionali) condividendo specifici percorsi formativi multiprofessionali e multidimensionali di sostegno al cambiamento in ciascuna area (dal PUA, all Assistenza domiciliare, dal lavoro in Team multi professionale, alla Presa in carico globale, dal miglioramento dell appropriatezza attraverso l AUDIT, all avvio del processo per PDTA, dalla Promozione della salute alla Comunicazione profonda). Unione europea, Pagina 2 / 2

3 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000 Altri incarichi aziendali presso la ASL-RME Curriculum Vitae -Componente del Comitato aziendale per la medicina generale (ex-art. 23 ACN) dal 16/10/06 al 1/8/11 -Componente del Comitato aziendale per la pediatria (ex-art. 23 ACN)dal 12/08/10 al 1/8/11 -Referente aziendale per l Accordo con il Comune di Roma sulle Residenze per i pazienti affetti da Alzheimer (2007/08) -Referente aziendale del Piano prevenzione Regionale delle malattie cardio-vascolari (Progetto ) Incarichi regionali presso la Regione Lazio fino al 01/03/2013 -Referente regionale per Piano di Prevenzione Regionale per il Progetto cardiovascolare n. 18 (Linea d'intervento Nominato con DGR 3 del 13/01/12) Nominato con Determina n 850 del 3 aprile 2009: -Membro del Comitato regionale per la medicina generale -Membro del Comitato regionale per la Pediatria di libera scelta Incarichi presso Azienda per i Servizi Sanitari n 6 Friuli Occidentale (Friuli Venezia Giulia) Incarichi presso Azienda per i Servizi Sanitari n 6 Friuli Occidentale (Friuli Venezia Giulia) Via della vecchia ceramica (da 2 marzo 2000 al 31 giugno 2006) (da 13 marzo 1997 al 1 marzo 2000) Altri incarichi aziendali presso la ASS6-FVG Dal 2005 Nominato con delibera n 171 del 02/03/2000 Direttore Distretto di Pordenone, A.S.S. n 6 (da 2 marzo 2000 al 31 giugno 2006) In tale ruolo ho svolto funzioni di programmazione, organizzazione, implementazione, monitoraggio e controllo in funzione degli obiettivi da raggiungere e delle risorse assegnate (risorse umane, strumentali e strutturali). N In qualità di Direttore di Distretto ho assicurato il funzionamento, la qualità e la salvaguardia degli standard assistenziali di tutti i servizi sul territorio, le funzioni di coordinamento per le prestazioni erogate, rappresentando l Azienda nei confronti degli enti locali di riferimento e degli altri soggetti istituzionali nel territorio di riferimento. In particolare ho svolto funzioni direttive e di carattere organizzativo-gestionale per tutte le attività territoriali del Distretto di appartenenza: assistenza infermieristica ambulatoriale e domiciliare; servizio di riabilitazione territoriale ambulatoriale e domiciliare ivi compreso il servizio di assistenza riabilitativa e protesica; Residenza sanitaria assistenziale e Case di Riposo (RSA-CdR); Consultorio familiare; Equipe multidisciplinare dell Handicap minori e adulti; Poliambulatori specialistici (cardiologia, oculistica, odontoiatria, dermatologia, ginecologia, etc ); organizzazione del Servizio di continuità assistenziale nel territorio di competenza; assistenza farmaceutica; servizi amministrativi) oltre alle funzioni di raccordo con l Azienda Ospedaliera, sportello unico per i Medici di Medicina Generale ed i PLS, raccordo e collaborazione con le Pubbliche Amministrazioni, in primis Comuni e Scuole, il Terzo settore, con le rappresentanze della popolazione del territorio e le associazioni di volontariato. Nominato con delibera n 383 del 13/03/97 Direttore Distretto di Sacile, A.S.S. n 6 (dal 13 marzo 1997 al 1 marzo 2000) (stesse funzioni sopra riportate ma svolte in un altro distretto della provincia di Pordenone) Componente effettivo del Comitato ASS6 per la formazione aziendale Dal 30 marzo 2005 Nominato con Delibera del D.G. n 119 del 30 marzo 2005 Referente titolare del Gruppo aziendale per la predisposizione ed il governo dei Piani delle Attività Territoriali (PAT) e per il collegamento con i Piani di Zona (PdZ) dell Area Vasta Pordenonese (ai sensi della LR 17 agosto 2004, n. 23, e DGR 29/11/04 n 3236). Responsabile per il Distretto Urbano (referente per gli altri Distretti aziendali) del processo programmatorio e di verifica in materia sanitaria e sociosanitaria e dell elaborazione del Programma delle attività territoriali (PAT) quale strumento che, nel rispetto dei principi e degli obiettivi della pianificazione regionale e in coerenza con le strategie aziendali, definisce le politiche sanitarie e sociosanitarie del distretto Unione europea, Pagina 3 / 3

4 Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) Dal al Nominato, pro-tempore, con Delibera del D.G. n 17 del 15 marzo 2004 Direttore Sanitario dell ASS n 6 per le strutture operative distrettuali (A.D.O.= Aree Distrettuali Omogenee comprendenti tutti e 5 i Distretti aziendali), ai sensi dell art. 16 della L.R. 12/94, dal al Attività di indirizzo, coordinamento e supporto nei confronti dei 5 Direttori di Distretto, con riferimento agli aspetti organizzativi, ai programmi di intervento per la prevenzione e tutela della salute di area specifica, al controllo di qualità dei servizi e delle prestazioni erogate ed alla verifica dei risultati, in collaborazione con il controllo di gestione. Da luglio 2004 Dal 2002 Delegato alla sostituzione del Dirigente Area della medicina legale e gestione attività sanitaria dell ASS6 (delibera n 400 del ) Membro effettivo del Comitato Aziendale per la pediatria di libera scelta (Delibera n Gennaio 2002) Da marzo 2001 Membro effettivo del Comitato Aziendale per la Medicina generale (Delibera n 245 del 30 marzo 2001) Da novembre 2001 Nominato con delibera del D.G. n 683 del 27 novembre 2001 Responsabile dell'area Cure Primarie e Medicina di Comunità. Tale funzione si esplicita nel supporto alla Direzione sanitaria nei seguenti settori a valenza provinciale: a)medicina di comunità e promozione della salute b)coordinamento, promozione e sviluppo cure primarie e intermedie (rapporti con i servizi assistenziali per gli anziani ed i malati terminali, assistenza domiciliare, RSA, Hospice, e Case di Riposo, supporto tecnico-funzionale alle attività assistenziali territoriali comprese le aree ad alta integrazione, organizzazione percorsi diagnostico-terapeutici ospedale-territorio) compresi gli atti di liquidazione e di autorizzazione al pagamento. Ha partecipato alla pianificazione e implementazione del primo Ospedale di comunità (Country Hospital di Maniago) del Friuli Venezia Giulia Da aprile 2000 Coordinatore attività pratica corso biennale di formazione in Medicina Generale dell ASS n 6 (nomina deliberata, nella seduta del 23 marzo 2000, dal Comitato tecnico-scientifico di cui all art.13 comma 3 del DL Ministero della Sanità dd ) Da marzo 2000 Dal 1997 Responsabile aziendale per la formazione obbligatoria dei medici di medicina generale della Provincia di Pordenone presso il Centro di Formazione regionale dei MMG a Monfalcone e Responsabile ASS6 per la formazione obbligatoria dei PLS Membro del Comitato Consultivo Zonale Aziendale per la specialistica convenzionata -come supplente dal al , ai sensi della Deliberazione del Direttore Generale n del come effettivo dal ai sensi della Deliberazione del Direttore Generale n. 479 del ; Incarico regionale presso la Regione Friuli Venezia Giulia Da Agosto 2004 Componente effettivo del Comitato regionale per i Medici di Medicina generale di cui all art.12 DPR n 270/2000 (DGR n 2009 dd pubbl. BUR n 34 25/8/00) e membro supplente nel medesimo Comitato regionale dal 21 Settembre 2005 (decreto del presidente Regione n 0319/Pres pubbl. BUR n 40 del 5/10/2005) Incarico nazionale espletato per la Regione Friuli Venezia Giulia Dal 13 febbraio 2004 al 31 giugno 2006 Nominato ufficialmente Rappresentante della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nella Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati (SISAC) con sede a Roma, che ha presieduto al negoziato con le Organizzazioni Sindacali a livello nazionale per l elaborazione, stipula e monitoraggio dell Accordo collettivo Nazionale (ACN) 2005 degli operatori sanitari convenzionati (medici di medicina generale; pediatri di libera scelta, medici specialisti ambulatoriali interni, psicologi, biologi, chimici) Unione europea, Pagina 4 / 4

5 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000 Gennaio 1996 Dicemb Curriculum Vitae ATTIVITA PROFESSIONALE PRECEDENTE (iniziando da quella più recente) Coordinatore dei programmi d'emergenza della Cooperazione italiana nella Repubblica dello Yemen e nella Repubblica di Djibouti presso Ambasciata d Italia nello Yemen a Sanaa Ministero Affari Esteri - Dir. Gen. Cooperazione Sviluppo Uff.XIV/emergenza a) dal 26/1/1994 al 21/05/94 b) dal 23/06/94 al 21/09/94 c) dal 3/11/94 al 31/12/94 d) dal 21/02/95 al 16/11/95 Responsabile del Programma Ospedale di Balbalà nella Repubblica di Gibuti dove ho svolto i seguenti compiti: -Direttore sanitario dell'ospedale di Balbalà (reparto di pediatria, di maternità, sala travaglio, sala operatoria, laboratorio, radiologia e servizi con 89 unità medici-infermieri-tecnici di laboratorio-di radiologia e ausiliari) -programmazione dell'assistenza sanitaria di base a livello distrettuale indirizzato alla popolazione della bidonville di Balbalà (circa abitanti) Ministero Affari Esteri - Dir. Gen. Cooperazione Sviluppo Uff.XV (Servizio equiparato ai sensi del DPR n 483/97 a quelli di ruolo) a)dal 3/01/1991 al 29/12/1992 b) dal 27/01/93 al 26/05/93 c)dal 14/09/93 al 18/11/93 Ministero Affari Esteri - Dir. Gen. Cooperazione Sviluppo Uff.XV Dal 2/08/1990 al 26/10/1990 Accordo tra l'istituto Superiore Di Sanità italiano e Comitato Nazionale di lotta contro l'aids (CNLS) del Ministero della Sanità Pubblica della Costa d'avorio Responsabile Programma emergenza in Eritrea con le seguenti funzioni: -organizzazione dell'assistenza sanitaria di base ai cittadini della capitale ( Abitanti durante l assedio di Asmara nel conflitto bellico tra Eritrea/Etiopia) attraverso il supporto tecnico, materiale e organizzativo a tutto il personale sia dei poliambulatori sanitari di tutta la città che dell'ospedale nazionale di riferimento MeKane Hiwot -realizzazione programma nutrizionale indirizzato alle categorie a rischio -pianificazione e realizzazione programma di assistenza generale ad oltre prigionieri di guerra, svolto insieme alle altre organizzazioni di soccorso presenti in Eritrea -pianificazione interventi d'emergenza sociosanitari per la DGCS del Ministero Affari Esteri -coordinamento e direzione delle operazioni di soccorso per il programma d emergenza conseguente all'uragano di Massawa -incarico da parte del Ministero Affari Esteri di rappresentante presso la "Missione internazionale di formulazione del programma di rimpatrio e reintegrazione dei rifugiati eritrei in Sudan" organizzata dal Governo Eritreo e dall'undp/dha Progetto di promozione della salute e prevenzione AIDS in Costa D Avorio Il sottoscritto in qualità di esperto medico, specialista in Malattie tropicali e infettive, ha svolto in Costa D Avorio per lo ICHM (International Course for Health Management dell Istituto Superiore della Sanità) uno studio su: "Aspetti socio-culturali delle malattie sessualmente trasmissibili e valutazione della campagna di educazione e prevenzione sanitaria sull'aids svolta dal CNLS presso i due principali gruppi etnici della Costa d'avorio (Servizio equiparato ai sensi del DPR n 483/97 a quelli di ruolo) 14 Maggio Settemb. '89 Ministero Affari Esteri - Dir. Gen. Cooperazione Sviluppo Uff. XV Programma straordinario in Eritrea in qualità di esperto medico tropicalista ha prestato assistenza alle popolazioni sfollate dal Tigrai e supporto tecnico per l'organizzazione dell'assistenza sanitaria di base a livello regionale in collaborazione con il Regional Health Department di Asmara. Unione europea, Pagina 5 / 5

6 Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) 11 Luglio Novembre 88 Organizzazione Mondiale Sanità - Ministero Affari Esteri Dir. Gen. Cooperazione Sviluppo Uff.XV Progetto di controllo della Schistosomiasi in Tanzania: Programma del WHO (Organizzazione Mondiale Sanità). In qualità di esperto medico, specialista in Malattie tropicali e infettive ha svolto le seguenti funzioni: -controllo della Schistosomiasi -studio di prevalenza delle Geoelmintiasi e delle Filariasi -studio per il rafforzamento dell'assistenza sanitaria di base sull'isola di Pemba (Zanzibar) (Servizio equiparato ai sensi del DPR n 483/97 a quelli di ruolo) 1987 Selezionato dall'organizzazione Mondiale della Sanità previo Seminario di orientamento e selezione per il programma "APO s for Africa", organizzato dalla SIOI-Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo (Ministero Affari Esteri) Presso ambulatori privati a Roma Presso INPS e ambulatori privati a Roma Attività libero professionale non documentabile in qualità di specialista in Malattie tropicali e infettive, presso studi polispecialistici in Italia per ciò che concerne profilassi, diagnosi e terapie per coloro che si recano o che rientrano dai paesi tropicali. Attività parzialmente documentabile di medico dell INPS e di medico sostituto presso gli ambulatori dei Medici di medicina generale ISTRUZIONE E FORMAZIONE Roma,14marzo-12dicembre 2014 Viene riportata solo la formazione principale iniziando dalla più recente Corso alta formazione in Economia e Management in Sanità (anno accademico codice CFU) Corso formato da 8 moduli residenziali per un totale di 180 ore, di cui 130 ore d aula Organizzato da Università di Roma La Sapienza - Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive - Sezione di Igiene Corso alta formazione in Economia e Management in Sanità - (http://www.uniroma1.it) Temi principali Il SSN; L analisi dei bisogni sanitari della popolazione; Organizzazione e funzionamento degli ospedali; Organizzazione e funzionamento delle strutture sanitarie territoriali; L epidemiologia per le organizzazioni sanitarie; La programmazione sanitaria e la valutazione economica degli interventi sanitari; L appropriatezza e la qualità in ospedale; Il controllo di gestione, la misurazione dell attività delle organizzazioni sanitarie e i sistemi informativi Roma, 7 febbraio-12 luglio 2014 Organizzato da Temi principali Economia e gestione dell integrazione sanitaria e sociosanitaria (anno accademico ) Corso formato da 10 moduli residenziali per un totale di 100 ore d aula Università Cattolica del sacro cuore - Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari (Italia) Largo F. Vito 1, Roma Programmazione sanitaria e socio-sanitaria; Health technology assessment; Management, leadership e team working nella gestione del personale; Gestione del paziente ad alto grado di tutela; Medicina d iniziativa, PDTA e CCM; Ruolo della medicina generale, del terzo settore e del volontariato Unione europea, Pagina 6 / 6

7 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000 Roma, 10 luglio 2014 Fano, 29 novembre 2013 Firenze, 21 giugno 2013 Roma, maggio 2013 Roma, 22 marzo 2007 Reggio Emilia, Ottobre 02 Ottobre 2002 Feb/Mar/Apr Curriculum Vitae Governo della salute nel territorio PDTA standard per patologie croniche Organizzato da FIASO-CERGAS Produrre salute: PDTA strumento di contrasto alla cronicità Organizzato da Regione Marche-Agenas Esperienze sulle cure primarie Organizzato da Regione Toscana Lab. Regionale formazione sanitaria (FORMAS) Home care e Distretti Conferenza nazionale sulle cure domiciliari Organizzato da CARD Incontro nazionale su La casa della salute Organizzato dal Ministero della salute Corso su Le cure primarie nel Distretto Organizzato dall Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Programma nazionale per la formazione continua: Corso di Formazione per i Direttori dei Distretti - Organizzato dall Agenzia Regionale della Sanità del Friuli Venezia Giulia Milano dal 22 Nov al 26 Maggio 2000 Organizzato Temi principali Milano, Febbraio 1999 Roma dal 29 Gen al 14 Dic 1990 Organizzato Temi principali Master in "Organizzazione e gestione in Sanità" Durata 34 giorni (250 ore) - D.P.R. 10 Marzo 1982, n. 162, art. 16, Decreto Rettorale 13 ottobre 1999 n Master della Scuola di Direzione aziendale Università Bocconi Milano 4 prove di valutazione finale e 5 discipline fondamentali: analisi e progettazione organizzativa, metodologie quantitative d azienda, programmazione, gestione del personale, comunicazione e capacità relazionali, qualità in sanità. Corso su "Il Direttore di Distretto Scuola di Direzione aziendale Università Bocconi Milano Master in "Assistenza sanitaria di base a livello distrettuale". Durata di un anno a tempo pieno organizzato (200 giornate di formazione e frequenza quotidiana di 6 ore per un totale di ore complessive). International Course for Health Management - Organizzato dall Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l'organizzazione Mondiale della Sanità Il corso comprendeva le seguenti discipline: analisi e progettazione organizzativa, programmazione, gestione del personale e comunicazione efficace, biostatistica ed epidemiologia, economia sanitaria, etno-antropologia, qualità in sanità, ricerca applicata. Con prove di valutazione per ciascuno dei 5 moduli (Assistenza sanitaria di base, Management, Progettazione sanitaria, Valutazione dei servizi e Ricerca sul campo) e un esame finale con una commissione di esaminatori dell Istituto Superiore della Sanità, dell Organizzazione Mondiale della Sanità e di una Università di Medicina italiana ed estera. Roma, Nov Scuola di Specializzazione dell'università degli Studi "La Sapienza" di Roma Roma, Aprile 1983 Università degli Studi "La Sapienza" di Roma Specializzazione in Malattie tropicali e infettive, con lode, conseguito c/o la Scuola di Specializzazione dell'università degli Studi "La Sapienza" di Roma. Corso quadriennale svolto c/o la Clinica delle malattie tropicali ed infettive del Policlinico "Umberto I" (reparto degenze, ambulatorio e laboratorio) Laurea in Medicina e Chirurgia, con lode, conseguito c/o l'università degli Studi "La Sapienza" di Roma. -Abilitazione alla professione medica conseguita nell aprile del 1983 presso l Università di Roma La Sapienza -Iscrizione all albo dei Medici-chirurghi dell Ordine provinciale di Roma dal 16/06/1983 Unione europea, Pagina 7 / 7

8 Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) COMPETENZE PERSONALI Lingua madre italiano Altre lingue COMPRENSIONE PARLATO PRODUZIONE SCRITTA Ascolto Lettura Interazione Produzione orale Francese C1 C1 C1 C1 C1 Inglese B1 B1 B1 B1 B1 Livelli: A1/2 Livello base - B1/2 Livello intermedio - C1/2 Livello avanzato Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue Competenze relazionali comunicative e Buone competenze comunicative acquisite durante la mia esperienza lavorativa in Italia e all estero. Per i vari ruoli svolti le competenze comunicative sono state particolarmente stimolate nello svolgimento delle funzioni di coordinamento, integrazione multiprofessionale e multidisciplinare, facilitazione di processi, formazione/informazione e nel lavoro presso la comunità di riferimento. Competenze organizzative, gestionali e professionali In quasi tutti gli incarichi principali, sopra descritti, ho acquisito competenze relative alle funzioni di organizzazione, programmazione, implementazione, monitoraggio e controllo in relazione agli obiettivi dati e alle risorse assegnate (gestione delle risorse umane, strumentali e strutturali assegnate per il perseguimento di specifici obiettivi). In particolare ho acquisito competenze relative alle funzioni di coordinamento, integrazione multiprofessionale e multidisciplinare, facilitazione di processi oltre che alle funzioni direttive e di carattere organizzativo-gestionale per tutte le attività territoriali del Distretto di appartenenza in differenti regioni italiane (UVD per presa in carico globale pazienti complessi/cronici, ADI, assistenza medico-infermieristico-assistenziale ambulatoriale e domiciliare, servizio di riabilitazione territoriale ambulatoriale e domiciliare, servizio di assistenza riabilitativa e protesica, Residenza sanitaria assistenziale, Case di riposo, Ospedale di comunità, Poliambulatori specialistici e di diagnostica di tutte le branche territoriali, Consultorio familiare, Equipe multidisciplinare dell Handicap minori e adulti, SerT, organizzazione della continuità assistenziale nel territorio di competenza, assistenza farmaceutica, servizi amministrativi) oltre alle funzioni di raccordo con Dip. Salute mentale e Dip. Prevenzione, l Ospedale, con i Medici di Medicina Generale, i PLS e gli Specialisti ambulatoriali, con le Pubbliche Amministrazioni, con i Sindacati, con il Terzo settore, il Volontariato e con le rappresentanze della popolazione e di tutela dei pazienti del territorio Competenze informatiche Buona padronanza degli strumenti Microsoft Office; discreta conoscenza Access e Epi-info Patente di guida Categorie della patente di guida: A ; B; ULTERIORI INFORMAZIONI Corsi e convegni Costante partecipazione a numerosi Corsi e Convegni in materia sia di Organizzazione e management dei servizi sanitari e socio-sanitari che di Percorsi diagnosti-terapeutici fra cui, in particolare, si segnalano negli ultimi 10 anni i seguenti argomenti: la Casa della salute; i Percorsi diagnostico-terapeutici; il Chronic care model; la formazione per formatori sull AUDIT clinico; la programmazione ed integrazione socio-sanitaria con i Programmi delle Attività Territoriali (PAT) ed i Piani di Zona (PdZ); l Appropriatezza in sanità: strumento di governo clinico; le Residenze per anziani e il territorio ; il Dipartimento delle cure primarie e della riabilitazione dell ASS6; le Cure intermedie (la gestione delle RSA, delle Case di Riposo); le nuove forme strutturate di associazionismo dei Medici convenzionati MMG/MCA/PDF/Specialisti SUMAI; le strutture a gestione infermieristica; la Gestione del paziente cronico tra territorio (cure domiciliari ed intermedie) ed ospedale. Unione europea, Pagina 8 / 8

9 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000 Curriculum Vitae Partecipazione in qualità di docente Partecipazione in qualità di docente a numerosi corsi ed eventi formativi e di ricerca inerenti al tema dell Organizzazione delle cure primarie fra cui: -Docente presso il Corso per dirigenza e personale degli Uffici di Piano della Direzione regionale politiche sociali - Regione Lazio Integrazione socio-sanitaria: modelli e realtà operativa, 22gennaio Roma -Docente LUISS Bussiness School, Master MASP, VI modulo, Organizzazione territoriale, Roma -Convegno regionale su: Lo sviluppo dell assistenza distrettuale nelle Aziende sanitarie del Lazio Dicembre 2012 Roma -Seminario su: Linee guida nazionali e regionali e Piano sanitario regionale del Lazio Dicembre 2012 Roma - Forum nazionale Risk management in sanità: Innovazione e sicurezza nei percorsi territorioospedale-territorio la gestione delle malattie croniche. Novembre 2011 Arezzo -I Conferenza nazionale sulle cure domiciliari: Le cure domiciliari tra utopia e quotidiano. Un percorso evolutivo di professionisti e cittadini verso una civiltà del prendersi cura. Maggio 2011 Roma -Tavola rotonda su: La sfida possibile. Appropriatezza prescrittiva e contenimento della spesa sanitaria Dicembre 2010 Roma -Corso su: Audit clinici e criticità organizzative nel lavoro sanitario: qualità tecnica ed organizzativa degli interventi. Giugno 2009 Roma -Convegno nazionale CARD su: Il Distretto come produttore di salute. Marzo 2009 Calambrone (PI) -Partecipazione al Progetto di ricerca biennale Laboratorio sul Governo del territorio realizzato dal Centro di ricerche sulla gestione dell assistenza sanitaria e sociale - Università Bocconi e FIASO: Costruzione e rilevazione di indicatori operazionalizzati di misurazione dell integrazione professionale e della continuità delle cure Milano -Convegno regionale su: Progetto regionale Michelangelo: il lavoro in equipe nella prevenzione cardiovascolare. Novembre 2008 Roma -II Workshop Ferrarese sull Audit clinico: L Audit clinico come strumento della Clinical governance - Giugno 2007 Ferrara - Conduttore Focus Group regionali sui Percorsi assistenziali dei cittadini nella rete dei servizi per l Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio - Giugno Roma -Seminario su: Medici di medicina generale e continuità assistenziale Indagine sulla qualità percepita dei MMG della ASLRME. Risultati. Dicembre 2006 Roma -Convegno interregionale su: Anziani, famiglie, servizi, percorsi e processi dall autonomia alla residenzialità. Novembre 2005 Pordenone - Comunicazione/Poster all ottava sessione del XV congresso internazionale dell Associazione Latina per l Analisi dei Sistemi Sanitari (ALLASS) Integrazione ospedale-territorio e cure intermedie: un modello di operatività interistituzionale nella provincia di Pordenone. Settembre 2004 Bucarest -Coordinatore e docente del corso interno all'azienda per i Servizi Sanitari n 6 Friuli occidentale relativo alla Gestione dei servizi sanitari a livello distrettuale, corso biennale indirizzato al personale di tutti i Distretti e del Dipartimento di Prevenzione Pordenone Unione europea, Pagina 9 / 9

10 Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) Pubblicazioni 1) Progetto Michelangelo Percorsi di cura, Care Management ed equipe multidisciplinari: il modello organizzativo testato nella ASL Roma E Sole 24 ore Sanità I quaderni di medicina pag Novembre ) Progetto Michelangelo Il modello di disease management alla prova dei fatti: i risultati della performance organizzativa - Sole 24 ore Sanità I quaderni di medicina pag Novembre ) Il Governo del territorio nella ASL-RME. Il sistema budgetario come strumento per la riorganizzazione. L esperienza dei cantieri aziendali Organizzare la salute nel territorio. - Volume monografico Ed. il Mulino pag ) Integrazione ospedale-territorio e cure intermedie: un modello di operatività interistituzionale nella provincia di Pordenone. Comunicazione all ottava sessione del XV congresso internazionale dell Associazione Latina per l Analisi dei Sistemi Sanitari (ALLASS) a Bucarest Settembre ) Progetto counselling alcologico. Risultati dell Accordo aziendale tra medicina generale e ASS6 Friuli Occidentale - Medicina & Sanità - Anno VIII/n 2 Luglio-Dic ) The effects of implementation of heart failure guidelines in the Pordenone province: analysis of the results following databases of the regional health guide system. Ital Heart J Suppl. May;5(5): ) "RSA a breve termine di Sacile: concordanza diagnostica e valutativa, carichi assistenziali, efficacia riabilitativa". Geriatria, Vol. X n 6 - Nov.-Dic ) "Evolution of operational research studies and development of a national control strategy against intestinal helmints in Pemba island, " Bulletin of the World Health Organisation, 73 (2): , ) "The perception of AIDS in the Bete and Baoule of the Ivory Coast" Social science & Medicine, Vol.36, No.9, pp , ) "Chloroquine-resistant falciparum Malaria from Guinea" Transaction of Royal Society of Tropical Medicine and Hygene, 82, 359, ) "Giardiasis epidemiology: countries study" Journal of Infectious and Parassitic Diseases, 7, 40, , ) "Schistosomiasis in Somalia" Journal of Infectious and Parassitic Diseases, 8, 40, , ) "Treatment of helminthiasis with a new drug: Albendazole" - XV national congress of the Chemotherapy Italian Society; CIC international edition, , ) "Coprocolture for Entamoeba histolytica" - Journal of Infectious and Parassitic Diseases, 3, 40, , ) "Parasitological survey in school communities in Somalia" Journal of Infectious and Parassitic Diseases, 3, 40, ,1988 Dati personali Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali. Roma, 30 Luglio 2015 Unione europea, Pagina 10 / 10

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Piano di progetto Premessa: La proposta toscana per il progetto sulla non autosufficienza Cap. 1: I percorsi, gli attori e le azioni

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ

BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ PREMESSA BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ La SALUTE è uno stato di pieno ben-essere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o di infermità.il godimento

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI.

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. - Il professionista, medico specialista, il medico veterinario e delle altre professionalità sanitarie di cui

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO CIRCOLARE REGIONALE del 15/01/2014 - N 1 OGGETTO: PRIME INDICAZIONI ATTUATIVE DELLA DGR N. 1185/2013 CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE DGR

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria 1/24 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30.12.1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni); Legge 23 dicembre

Dettagli

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali)

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Ausl Roma H UO Assistenza Domiciliare, Senescenza Disabilità Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Troverai altre utili informazioni

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive integrazioni e modificazioni;

Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive integrazioni e modificazioni; ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON I MEDICI DI MEDICINA GENARALE AI SENSI DELL ART. 8 DEL D.LGS. N. 502 DEL 1992 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI QUADRIENNIO NORMATIVO

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli