FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE"

Transcript

1 FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE Tratto da: n. 18 del 30 settembre 2008 Copyright 2008 Wolters Kluwer Italia Srl Per gli acquisti di carburante per autotrazione (benzina normale, benzina super, benzina verde, miscela di carburante e lubrificante, gasolio, gas metano e GPL) effettuati da soggetti IVA nazionali nell'esercizio di impresa, arte o professione, l art. 1, D.P.R. n. 444/1997, in deroga al principio generale in base al quale è necessario emettere fattura in relazione ad ogni operazione rilevante ai fini IVA, prevede il divieto di emettere tale documento. Per avvalersi del diritto alla detrazione dell'imposta versata, qualora esercitabile, o comunque per documentare la spesa effettuata ai fini delle imposte sui redditi, questi soggetti devono utilizzare un apposito documento, la c.d. scheda carburante. Ambito oggettivo Acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione in Italia da parte di soggetti passivi IVA. Soggetti interessati La scheda carburante viene utilizzata per gli acquisti di carburanti per autotrazione, effettuati presso i distributori stradali da parte dei soggetti IVA nell'esercizio di imprese, arti e professioni. Deve essere istituita una scheda carburante mensile o trimestrale per ciascun veicolo a motore utilizzato. Nello specifico, deve trattarsi di veicolo a motore che risulti intestato all'ente, alla società o al titolare della ditta individuale o all'esercente arte o professione ovvero posseduto a titolo, regolarmente documentato, di locazione finanziaria, noleggio, comodato e simili. La scheda carburante consente la detrazione dell'iva, sempre che la stessa sia oggettivamente detraibile, e rappresenta l'unica documentazione del costo sostenuto ai fini delle imposte sul reddito. Acquisti esclusi Si applica la disciplina della fatturazione a richiesta del cliente, da eseguirsi non oltre il momento di effettuazione dell'operazione, in caso di:

2 acquisti da soggetti non residenti in Italia e privi di stabile organizzazione nel territorio dello Stato o di un rappresentante fiscale; acquisti effettuati da autotrasportatori di cose per conto terzi iscritti all'albo (legge n. 298/1974); acquisti non realizzati presso gli impianti stradali di distribuzione ovvero effettuati presso gli stessi impianti ma non destinati all'autotrazione o quando tale destinazione non può essere appurata all'atto dell'acquisto; impossibilità di certificazione degli acquisti a causa di mancanza del personale addetto alla distribuzione (ad esempio, per rifornimenti durante l'orario notturno). In tal caso, ai fini della fatturazione devono essere consegnati ai gestori i buoni di consegna emessi dalle attrezzature automatiche. acquisti realizzati dallo Stato, enti pubblici territoriali, istituti universitari, ospedalieri, di assistenza e beneficenza; contratti di netting (C.M. n. 205/E/1998); acquisti di oli da gas effettuati dagli autotrasportatori di cose per conto di terzi domiciliati e residenti nella UE, nonché acquisti di gasolio da parte di autotrasportatori in conto proprio muniti di licenza (art. 32, legge n. 298/1974) e di autotrasportatori (in conto proprio e in conto terzi) domiciliati e residenti nella UE. In entrambe le ipotesi, è ammessa la fatturazione differita previa emissione, anche con sistemi automatizzati, di una bolla di consegna (o di un documento equivalente) contenente la data e il numero progressivo, i dati identificativi del gestore dell'impianto di distribuzione e dell'acquirente, la qualità e la quantità del prodotto erogato e il corrispettivo.

3 Periodicità Contenuto Si possono utilizzare due diverse tipologie di schede, a seconda del periodo di riferimento: mensile o trimestrale. Il contribuente può liberamente scegliere la periodicità. La registrazione della scheda carburante deve essere effettuata dal soggetto utilizzatore riportando nel registro degli acquisti: il periodo cui essa si riferisce; il numero attribuito nel contesto dei documenti di acquisto; l'ammontare complessivo delle operazioni, distinguendo l'imponibile dell'iva solo nell'ipotesi in cui il tributo sia detraibile. Per ogni veicolo a motore utilizzato viene istituita una scheda: l obbligo sussiste anche se il mezzo non è intestato al soggetto acquirente il carburante, cioè se gli automezzi utilizzati non sono posseduti a titolo di proprietà (contratti di locazione, leasing, noleggio, etc.). I dati di intestazione richiesti permettono di individuare il veicolo e l'acquirente del carburante, indicando: denominazione della ditta (se impresa individuale); denominazione o ragione sociale (se società); nome e cognome degli esercenti arti o professioni, con indirizzo, domicilio fiscale e partita IVA Devono essere riportati (cfr. C.M. n. 205/E/1998,) la casa costruttrice, il modello, la targa e il n. di telaio. Gli addetti degli impianti di distribuzione annotano sulla scheda all'atto di ciascun rifornimento: data d'acquisto; ammontare del corrispettivo al lordo dell'iva; generalità dell'esercente ed ubicazione dell'impianto di distribuzione (questi dati possono essere riportati anche con un timbro). Le annotazioni sono convalidate mediante firma dell'addetto all'impianto (la persona che ha effettuato il rifornimento e che ha eseguito le annotazioni), dopo avere accertato la corrispondenza della scheda al veicolo (corrispondenza dei dati della targa indicati sulla scheda). La firma dell addetto alla distribuzione (cfr. Cassazione n /2007) costituisce elemento essenziale, in mancanza del quale non è possibile esercitare il diritto alla detrazione dell imposta versata.

4 Casi particolari Acquisti di carburante da parte di dipendenti che utilizzano la propria autovettura per conto del datore di lavoro Veicoli non ancora immatricolati, con rifornimento iniziale di carburante effettuato presso impianti stradali di distribuzione Rifornimenti di veicoli affidati per la riparazione o la vendita La scheda carburante deve contenere gli estremi di individuazione del veicolo e i dati identificativi del dipendente intestatario del veicolo stesso e dell'impresa soggetto d'imposta: l'indicazione dei Km percorsi va riferita esclusivamente ai consumi afferenti l'attività d'impresa. Viene istituita una scheda mensile contenente un'apposita colonna su cui annotare, per ogni rifornimento il numero di telaio del veicolo rifornito. È consentito utilizzare un unica scheda, indicando il numero di telaio e gli estremi della «targa prova». In questi casi non sussiste l'obbligo di indicare sull'unica scheda il chilometraggio iniziale e finale di ogni periodo di riferimento della carta carburante, né per i veicoli affidati in riparazione, i Km effettivamente percorsi: si tratta, infatti, di ipotesi specifiche e particolari rispetto al caso di rifornimenti continuativi dell'utente del veicolo, per cui l'adempimento risulterebbe troppo oneroso Chilometri percorsi L annotazione è obbligatoria solamente per gli esercenti attività d impresa. L intestatario del mezzo di trasporto, utilizzato nell esercizio d impresa, deve annotare sulla scheda il numero dei chilometri rilevabili alla fine del mese o del trimestre dall apposito contachilometri, prima che la scheda stessa sia annotata sul registro IVA acquisti. Per quanto concerne gli automezzi privi di contachilometri (ad esempio pale meccaniche, escavatori, etc), in luogo dei chilometri percorsi possono essere indicate le ore di moto o di lavoro (C.M. n. 205/E/1998). Conservazione Si fa riferimento alle disposizioni generali relative alla conservazione delle scritture contabili (art. 39, D.P.R. n. 633/1972: art. 22, D.P.R. n. 600/1973). La scheda carburante non è soggetta a preventiva numerazione e bollatura. Procedure alternative alla scheda carburanti È possibile utilizzare procedure alternative alle schede carburante in considerazione dell'introduzione di nuovi mezzi e sistemi elettronici e informatici riguardanti l'erogazione e il pagamento dei carburanti presso i distributori stradali: memory card - è una scheda stampata da un computer di bordo installato sugli autoveicoli ed attesta i singoli rifornimenti. Sulla scheda l'addetto del distributore di carburante effettua tutte le

5 annotazioni obbligatorie per legge: a fine giornata, i dati sono trasmessi al soggetto passivo d'imposta che può così effettuare le connesse registrazioni IVA. Questo sistema di rilevazione e di consumi e rifornimenti interessa soprattutto le imprese di autotrasporto, che muovono ogni giorno un gran numero di mezzi; carte di credito magnetiche - se l impresa ha stipulato un contratto di somministrazione con i distributori di carburante, i conducenti dei veicoli inseriscono nella stazione di servizio la carta di credito di cui sono dotati. Il lettore elettronico autorizza il rifornimento, rileva i dati dell'operazione e stampa una bolla, o un documento di consegna (una copia rimane al conducente). I dati vengono trasmessi via computer alla società erogatrice che fattura il corrispettivo all'impresa convenzionata. buoni carburante - procedura di rifornimento carburanti molto diffusa. Prevede l'utilizzo di blocchi di buoni con tagli di importo fisso predeterminato, in duplice copia (di cui una resterà nel blocchetto in possesso del conducente), adottati al posto delle schede. Su di essi vengono eseguite da parte del gestore dell'impianto le annotazioni relative alle operazioni. Per ogni procedura adottata, a fine mese o trimestre deve essere compilata una scheda riepilogativa per ciascun automezzo, nella quale vanno indicati il numero di targa e i chilometri percorsi.

Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti

Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti La regola Per i rifornimenti di carburante effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione, gli acquisti devono essere documentati attraverso

Dettagli

Avv. Dott. Rag. Giuseppe Di Dio Avvocato - Commercialista e Revisore Contabile

Avv. Dott. Rag. Giuseppe Di Dio Avvocato - Commercialista e Revisore Contabile Bergamo, 10 gennaio 2007 A tutti i clienti Loro Sedi Circolare n. 7/2007 Oggetto: SCHEDA CARBURANTE Il D.P.R. 444/1997 regolamenta le annotazioni da apporre sulle schede relative all acquisto dei carburanti

Dettagli

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto Via G. Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.consulentiassociati.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott.

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 44 19.06.2013 Schede carburante. Detrazione IVA legata alla compilazione Le cosiddette schede carburanti devono essere complete in ogni loro

Dettagli

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società SCHEDA CARBURANTE Regole compilazione L'acquisto di carburanti (benzina, gasolio, GPL) è da documentare al fine

Dettagli

Anno 2012 N.RF223. La Nuova Redazione Fiscale SCHEDA CARBURANTE - RIFORNIMENTI CON STRUMENTI TRACCIABILI

Anno 2012 N.RF223. La Nuova Redazione Fiscale SCHEDA CARBURANTE - RIFORNIMENTI CON STRUMENTI TRACCIABILI Anno 2012 N.RF223 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO SCHEDA CARBURANTE - RIFORNIMENTI CON STRUMENTI TRACCIABILI RIFERIMENTI CM 42/2012 - ART. 7 C. 2 DL 70/2011

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Ministero delle Finanze DIPARTIMENTO DELLE ENTRATE DIR.CENTRALE: AFFARI GIURIDICI E CONTENZ. TRIBUTARIO Circolare del 12/08/1998 n. 205 Oggetto: I.V.A. - D.P.R. 10 novembre 1997, n. 444. Regolamento recante

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

INFORMATIVA N. 87/2012

INFORMATIVA N. 87/2012 DIREZIONE POLITICHE FISCALI INFORMATIVA N. 87/2012 LE NOVITA IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE DEGLI ACQUISTI DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE PRESSO IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE Circolare dell Agenzia

Dettagli

RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE. Dichiarazione

RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE. Dichiarazione UFFICIO (1) RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE 1) D.D. RU 88789 del 9.8.2012 Legge n.228/2012, art.1, comma 487 Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 13 del 19 novembre 2012 Acquisti di carburante per autotrazione mediante carte elettroniche - Esonero dalla tenuta della scheda carburante - Chiarimenti dell

Dettagli

CIRCOLARE N. 42 /E. Roma, 09 novembre 2012

CIRCOLARE N. 42 /E. Roma, 09 novembre 2012 CIRCOLARE N. 42 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 09 novembre 2012 OGGETTO: Documentazione delle operazioni di acquisto di carburanti per autotrazione presso impianti stradali di distribuzione effettuati

Dettagli

Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - artt. 47 e 48 del DPR 28.12.2000 n.445)

Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - artt. 47 e 48 del DPR 28.12.2000 n.445) UFFICIO (1) DIREZIONE DELLA CIRCOSCRIZIONE DOGANALE DI ROMA I RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE (D.L. 26 SETTEMBRE 2000, N 265 E SUCCESSIVI) Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva

Dettagli

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO DI AGOSTO 2011

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO DI AGOSTO 2011 Circolare informativa n. 24 del 7 Ottobre 2011 Sono deducibili le penali per inosservanza di obblighi contrattuali Le spese relative alle penalità per inosservanza di obblighi contrattuali, quale la ritardata

Dettagli

L esonero dalla scheda carburante: modalità applicative

L esonero dalla scheda carburante: modalità applicative ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 32 10 NOVEMBRE 2012 L esonero dalla scheda carburante: modalità applicative Copyright 2012

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Firenze Genova Lecco Milano Padova Roma Torino Circolare: Gennaio 2009 Data: 27/ 01/ 2009 I ndice Prova delle cessioni intracomunitarie...pag. 1 La territorialità

Dettagli

FIGISC Sindacato Gestori carburanti

FIGISC Sindacato Gestori carburanti FIGISC Sindacato Gestori carburanti Sindacato Provinciale Gestori Impianti Stradali Carburanti FIGISC Corso Venezia 51 20121 Milano tel. 02/7750274 fax 02/7750697 e-mail: figisc.anisa@unione.milano.it

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' DELLE RECENTI MANOVRE

LE PRINCIPALI NOVITA' DELLE RECENTI MANOVRE LE PRINCIPALI NOVITA' DELLE RECENTI MANOVRE Gioacchino Pantoni Claudio Sabbatini Le principali novità delle recenti manovre - Ascoli Piceno 17 novembre 2011 1 Sommario FISCO IVA Contribuenti minimi; Omessa

Dettagli

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra. Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.it Dott. Vincenzo Morelli Tel. +39 0544 501881 Dott. Paolo Mazza Fax +39 0544 461503 Dott. Marcello Toso info@consulentiassociati.ra.it ----------------------------------

Dettagli

semp mp ilf i i f cat ca a

semp mp ilf i i f cat ca a È il documento fondamentale per la certificazione delle operazioni commerciali e generalmente deve essere emessa dal soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione di servizio. Ha lo scopo

Dettagli

DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DELL AUTOPARCO E PER L USO DEI VEICOLI

DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DELL AUTOPARCO E PER L USO DEI VEICOLI 1 DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DELL AUTOPARCO E PER L USO DEI VEICOLI INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 FINALITA E CONTENUTO DEL DISCIPLINARE ATTIVITA

Dettagli

Circolare Nr. 09/ 2012

Circolare Nr. 09/ 2012 Noale, 7 dicembre 2012 Circolare ai Signori Clienti Loro Sedi Circolare Nr. 09/ 2012 DISCIPLINA DEGLI OMAGGI In prossimità delle festività natalizie numerose aziende e professionisti si attivano per acquistare

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1001101000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 06 del 14 MARZO 2016 FOCUS GESTIONE AUTOMEZZI AUTOVETTURE AZIENDALI

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 06 del 14 MARZO 2016 FOCUS GESTIONE AUTOMEZZI AUTOVETTURE AZIENDALI Servizio circolari per la clientela Circolare n. 06 del 14 MARZO 2016 FOCUS GESTIONE AUTOMEZZI AUTOVETTURE AZIENDALI 1 ADEMPIMENTI ASSEGNAZIONE AUTO USO PROMISCUO DIPENDENTI E AMMINISTRATORI 1.1 Attribuzione

Dettagli

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO L'I.V.A. è un'imposta indiretta sui consumi, in vigore in tutti i paesi dell'unione europea e la cui sigla significa imposta sul valore aggiunto. L imposta sul valore

Dettagli

Comunicazione di VARIAZIONI NON SOSTANZIALI a IMPIANTO DISTRIBUTORE CARBURANTI (L.R. 24 marzo 2004 n.19)

Comunicazione di VARIAZIONI NON SOSTANZIALI a IMPIANTO DISTRIBUTORE CARBURANTI (L.R. 24 marzo 2004 n.19) Comunicazione di VARIAZIONI NON SOSTANZIALI a IMPIANTO DISTRIBUTORE CARBURANTI (L.R. 24 marzo 2004 n.19) Al Sindaco del Comune di Pontedera Sportello unico Attività Produttive Il/la sottoscritto/a Cognome

Dettagli

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite LEZIONE 7 La costituzione delle imprese individuali pag. 30 Comunicazione unica d impresa LEZ. 7 pag. 30 Questo testo sostituisce la parte

Dettagli

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra. Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.it Dott. Vincenzo Morelli Tel. +39 0544 501881 Dott. Paolo Mazza Fax +39 0544 461503 Dott. Marcello Toso info@consulentiassociati.ra.it ----------------------------------

Dettagli

COMUNE DI GESTURI PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI GESTURI PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO COMUNE DI GESTURI PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 38 del 23/09/2010 INDICE Art. 1 Contenuto del regolamento

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Con la legge di stabilità per il 2013 (legge n. 228 del 24.12.2012) il legislatore ha recepito il contenuto della direttiva n. 2006/112/UE in materia di

Dettagli

MINISTERO DELLE FINANZE

MINISTERO DELLE FINANZE MINISTERO DELLE FINANZE DECRETO MINISTERIALE 30 marzo 1992 Caratteristiche della ricevuta fiscale e dello scontrino fiscale, anche manuale o prestampato a tagli fissi, idonei alla certificazione delle

Dettagli

ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile

ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile Il decreto milleproroghe (D.L. 248/2007) varato dal Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE:

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE: REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE: Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Destinazione degli autoveicoli Art. 4 - Uso degli autoveicoli destinati ai

Dettagli

LA FATTURAZIONE DELL OPERATORE SHIATSU

LA FATTURAZIONE DELL OPERATORE SHIATSU LA ZIONE DELL OPERATORE SHIATSU Le norme relative all emissione ed al contenuto delle fatture, per quanto concerne l attività svolta dall operatore shiatsu, sono sostanzialmente contenute nel D.P.R. 633/72

Dettagli

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI Anno 2013 N. RF160 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 12/07/2013 CONTRIBUENTI E MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI ART.

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO AGENZIA DELLE ENTRATE Risoluzione del 23 giugno 2008, n. 260/E Oggetto: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità di conservazione delle

Dettagli

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010 LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010 Entro il 31 Dicembre 2011 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono procedere alla stampa dei registri

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

COMUNE PONTECAGNANO FAIANO (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO AUTOPARCO COMUNALE

COMUNE PONTECAGNANO FAIANO (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO AUTOPARCO COMUNALE COMUNE PONTECAGNANO FAIANO (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO AUTOPARCO COMUNALE ARTICOLO 1 (Finalità e contenuto del Regolamento) 1. Il presente Regolamento disciplina l

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Versione 6.0 Febbraio 2007 1 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. ACQUISIRE FRONTESPIZIO, QUADRO A1, QUADRO A2, QUADRO B E... QUADRO C...4 3. FORNIRE DICHIARAZIONI

Dettagli

ACCONTO IVA SCHEMA DI SINTESI. Versamento IVA per il mese di dicembre dell'anno precedente. x 88% = Al lordo dell'acconto IVA versato lo scorso anno.

ACCONTO IVA SCHEMA DI SINTESI. Versamento IVA per il mese di dicembre dell'anno precedente. x 88% = Al lordo dell'acconto IVA versato lo scorso anno. SOMMARIO TO SCHEMA DI SINTESI GENERALITÀ SCRITTURE CONTABILI METODI POSSIBILI PRINCIPALI ESCLUSIONI ESEMPI DI SCOMPUTO DELL ACCON APPENDICE SUL METODO ALTERNA TIVO ESEMPI DI COMPILAZIONE MOD. F2 RAVVEDIMENTO

Dettagli

MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011

MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011 MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011 UNICO PF E SP RAVVEDIMENTO SECONDO ACCONTO regolarizzare, mediante il ravvedimento, il versamento del 2 acconto di IRPEF e IRAP dovuto in base alla dichiarazione Unico Persone

Dettagli

Roma, 23 giugno 2008. Quesito

Roma, 23 giugno 2008. Quesito RISOLUZIONE N. 260/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 giugno 2008 OGGETTO: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro SCADENZE APRILE 2015 Scadenza Adempimento Commento 10.4.2015 Comunicazione operazioni rilevanti IVA ( spesometro ) 10.4.2015

Dettagli

CARTA SCONTO METANO/GPL

CARTA SCONTO METANO/GPL ALLEGATO 1 alla dgr 19596 del 26 novembre 2004 CARTA SCONTO METANO/GPL Finalità La presente iniziativa si inquadra nell insieme dei provvedimenti adottati per il miglioramento della qualità dell aria,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 140/E. Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

RISOLUZIONE N. 140/E. Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. RISOLUZIONE N. 140/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 novembre 2004 Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. Con

Dettagli

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE Circolare 21 del 3 novembre 2014 Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza... 2 3 Ambito soggettivo... 3 3.1 Soggetti legittimati

Dettagli

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze)

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) 1 COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) Regolamento per l utilizzo di autoveicoli e macchine operatrici Approvato con atto consiliare n 86 del 30.11.2006 1 2 ART. 1 Norma di carattere generale La gestione

Dettagli

Anno 2013 N. RF081. La Nuova Redazione Fiscale AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO

Anno 2013 N. RF081. La Nuova Redazione Fiscale AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO Anno 2013 N. RF081 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 6 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 23/04/2013 AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO NOTE

Dettagli

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi MODIFICHE ALLA DEDUCIBILITA DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE DAL 01/01/2013 EX LEGGE 92/2012 - LEGGE 228/2012 (STABILITA 2013) : EFFETTI SUGLI ACQUISTI E SULLE VENDITE 1 Deducibilità costi autovetture art.

Dettagli

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Regime tributario In quale momento si considera effettuata una prestazione di servizi ai fini IVA? A Al momento del pagamento B Al momento della stipula

Dettagli

Circolare informativa n.15 del 22 dicembre 2014 REGISTRI CONTABILI E INVENTARIO DI MAGAZZINO

Circolare informativa n.15 del 22 dicembre 2014 REGISTRI CONTABILI E INVENTARIO DI MAGAZZINO Circolare informativa n.15 del 22 dicembre 2014 REGISTRI CONTABILI E INVENTARIO DI MAGAZZINO Si ricorda che entro il 31.12.2014 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono

Dettagli

49.32.10 - Trasporto con taxi 49.32.20 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente

49.32.10 - Trasporto con taxi 49.32.20 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 0 Modello VG7A 49..0 - Trasporto con taxi 49..0 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni)

Dettagli

COMUNE DI SERRAMAZZONI

COMUNE DI SERRAMAZZONI COMUNE DI SERRAMAZZONI PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO: SERVIZIO TECNICO LAVORI PUBBLICI UFFICIO: UFFICIO TECNICO, LAVORI PUBBLICI IMPEGNO DI SPESA PER ACQUISTO BUONI CARBURANTE PER MEZZI

Dettagli

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero 43/2013 Pagina 1 di 10 Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero : 43/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IMPOSTE DIRETTE DEDUCIBILITÀ AUTO AZIENDALI ART. 164, COMMA 1, LETT. B),

Dettagli

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono creare, emettere, gestire, archiviare e conservare fatture

Dettagli

Introduzione. veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, ai collaboratori e agli amministratori;

Introduzione. veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, ai collaboratori e agli amministratori; Introduzione In questa rubrica di aggiornamento si prosegue con la trattazione della disciplina relativa agli autoveicoli, affrontando, in particolare, le seguenti questioni e problematiche: - veicoli

Dettagli

STUDIO DOTT. BONVICINI

STUDIO DOTT. BONVICINI STUDIO DOTT. BONVICINI n. 9 del 10 luglio 2003 L INDETRAIBILITÀ PARZIALE DELL IVA DELLE AUTOVETTURE Soltanto in poche circostanze il contribuente ha la possibilità della detrazione dell IVA relativa all

Dettagli

MAGGIO 2005. Novità. Approfondimenti. Scadenziario. Circolare Mensile

MAGGIO 2005. Novità. Approfondimenti. Scadenziario. Circolare Mensile Circolare Mensile MAGGIO 2005 Pagina 2: Novità Diritto annuale alle Camere di Commercio Diritto annuale CCIAA: le misure delle sanzioni per omesso o tardivo versamento Pronto il modello Ici 2005 Non è

Dettagli

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni E INTRODOTTO IL REGIME FISCALE AGEVOLATO RISERVATO AI

Dettagli

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Padova, 23 agosto 2010 L AUTOFATTURA Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Per le prestazioni di servizi e le cessioni di beni rese da operatori non residenti nei

Dettagli

Comune di Cavezzo Provincia di Modena

Comune di Cavezzo Provincia di Modena OGGETTO Provvedimenti per il contenimento dell'inquinamento dell'aria - Convenzione con la per incentivare la conversione di autoveicoli all'impiego di combustibili meno inquinanti-approvazione LA GIUNTA

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

CITTA' DI ALCAMO ************

CITTA' DI ALCAMO ************ ALLEGATO B CITTA' DI ALCAMO PROVINCIA DI TRAPANI ************ REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELL AUTOPARCO (allegato alla delibera di C.C. n. 92 del 21/7/2011) Art. 1 Principi generali

Dettagli

FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO

FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO FISCALITÀ DEI MEZZI DI TRASPORTO SCHEMA DI SINTESI - DISCIPLINA DAL 2007 TRATTAMENTO FISCALE LIMITI DI IMPORTO VEICOLI A MOTORE ALTRI VEICOLI AMMORTAMENTO PARTICOLARITÀ PER AGENTI DI COMMERCIO DISCIPLINA

Dettagli

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) 1. Premessa Nel corso del 2012, il Legislatore è intervenuto sulla deducibilità

Dettagli

I N D I C E. Pag. 2 di 6

I N D I C E. Pag. 2 di 6 Pag. 1 di 6 I N D I C E Articolo 1 - Ambito di applicazione pag. 3 Articolo 2 - Parco Automezzi.. pag. 3 Articolo 3 - Responsabile Parco Automezzi.... pag. 3 Articolo 4 - Referente del Parco Automezzi.....

Dettagli

LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI

LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI Premessa generale La vendita diretta è una forma di vendita al dettaglio che si svolge tramite la raccolta di ordini di

Dettagli

1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio. 2. Specifiche relative all attività. B8 Distributori di carburante - 21/10/11

1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio. 2. Specifiche relative all attività. B8 Distributori di carburante - 21/10/11 Spazio per la vidimazione da parte del SUAP ALLEGATO B-8 B8 Distributori di carburante - 21/10/11 Distributori di carburante 1. Dati generali dell intervento 1.1 Indirizzo dell esercizio perseguito 1.2

Dettagli

VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI

VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI SPAZIO PAGHE Newsletter 02/2016 VADEMECUM RIMBORSI CHILOMETRICI, RIMBORSI SPESA E TRASFERTE DI PERSONALE DIPENDENTE, SOCI E AMMINISTRATORI I RIMBORSI CHILOMETRICI Per rimborsi chilometrici si intendono

Dettagli

Periodico informativo n. 148/2015

Periodico informativo n. 148/2015 Periodico informativo n. 148/2015 Bonus gasolio: invio richiesta entro il 31.10 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che la dichiarazione per ottenere il recupero

Dettagli

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi Il Punto sull Iva I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi I regimi Iva previsti dalla normativa Il sistema giuridico italiano ha previsto, per le imprese e professionisti,

Dettagli

Pesaro, lì 29 marzo 2013. CIRCOLARE n. 06/2013. 1- La prova delle cessioni Intraue; 2- L obbligo della PEC per le ditte individuali;

Pesaro, lì 29 marzo 2013. CIRCOLARE n. 06/2013. 1- La prova delle cessioni Intraue; 2- L obbligo della PEC per le ditte individuali; Pesaro, lì 29 marzo 2013 CIRCOLARE n. 06/2013 1- La prova delle cessioni Intraue; 2- L obbligo della PEC per le ditte individuali; 1 - LA PROVA DELLE CESSIONI INTRAUE Le cessioni di beni intraue sono assoggettate

Dettagli

GLI AUTOVEICOLI NELL'ATTIVITA' DI IMPRESA E DI LAVORO AUTONOMO ALLA LUCE DEGLI ULTIMI CHIARIMENTI

GLI AUTOVEICOLI NELL'ATTIVITA' DI IMPRESA E DI LAVORO AUTONOMO ALLA LUCE DEGLI ULTIMI CHIARIMENTI GLI AUTOVEICOLI NELL'ATTIVITA' DI IMPRESA E DI LAVORO AUTONOMO ALLA LUCE DEGLI ULTIMI CHIARIMENTI a cura di Studio Tomasin Commercialisti 1 PREMESSA L utilizzo di autoveicoli come beni strumentali nell

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Versione 4.0 Febbraio 2005 1 INDICE 1. ACQUISIRE FRONTESPIZIO, QUADRO A, QUADRO B E QUADRO C...4 2. FORNIRE DICHIARAZION I SU SUPPORTO MAGNETICO...12 3. INTERCHANGE...13

Dettagli

di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa www.intesasanpaoloimprese.com

di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa www.intesasanpaoloimprese.com LE MODALITÀ DI CONSERVAZIONE DELLE FATTURE di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa Sommario Introduzione...3 Generazione ed invio delle fatture...4 Conservazione delle

Dettagli

1 di 5 16/01/2015 17:53

1 di 5 16/01/2015 17:53 1 di 5 16/01/2015 17:53 Fattura elettronica e semplificata: le precisazioni dell'agenzia Pratica Fiscale e Professionale, 21 / 2013, p. 31 Chiarimenti della circolare 12/E Fattura elettronica e semplificata:

Dettagli

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72 IVA Liquidazioni Periodiche e Versamenti Art. 27 del D.P.R. 633/72 Periodicità delle liquidazioni Mensile Trimestrale per opzione Limiti Prestazioni di servizi: 309.874,14 Altre attività: 516.456,90 L

Dettagli

Nella prima applicazione dell'imposta i consumi relativi alle fatturazioni successive alla data di entrata in vigore del decreto-legge 7 febbraio

Nella prima applicazione dell'imposta i consumi relativi alle fatturazioni successive alla data di entrata in vigore del decreto-legge 7 febbraio D.M. 12 luglio 1977 Norme di attuazione dell'art. 10 del decreto-legge 7 febbraio 1977, n. 15, convertito, con modificazione, nella legge 7 aprile 1977, n. 102, concernente, fra l'altro, l'istituzione

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

Studio Dragone - Commercialisti

Studio Dragone - Commercialisti Studio Dragone Ragionieri commercialisti, revisori contabili, consulenti tecnici del Tribunale di Milano Viale Brianza 20-20127 Milano - Tel: 02.2613516 - Fax: 02.2613914 Le pubblicazioni dello staff:

Dettagli

COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias

COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias ALLEGATO A COMUNE DI CARLOFORTE Provincia di Carbonia Iglesias REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI art. 1 - oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI. Disposizioni generali

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI. Disposizioni generali REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI Disposizioni generali Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina l utilizzo degli automezzi di rappresentanza

Dettagli

Fiscal News N. 396. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 396. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 396 09.11.2012 Agevolazioni auto per i disabili Gli sconti riguardano anche gli interventi rilevanti sul veicolo rientranti comunque nel tetto

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda per il rilascio di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE E MOBILITÀ U.O. Trasporti e Motorizzazione Via Giuseppe Mazzini, 14 34121 Trieste

Dettagli

Acconto Iva al 27 dicembre 2013

Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero 237/2013 Pagina 1 di 10 Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero : 237/2013 Gruppo : IVA Oggetto : ACCONTO IVA Norme e prassi : ART. 6, LEGGE N. 405/90; RISOLUZIONE AGENZIA ENTRATE N. 157/2004. Sintesi

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2011 Regime per l imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità Nel Quadro VA il rigo VA14 è stato denominato «Regime per l imprenditoria giovanile e lavoratori in

Dettagli

RIMBORSI E TRASFERTE

RIMBORSI E TRASFERTE Studio Associato Diana di Mauro Sottili e Angelo Pizzocri Consulenza del lavoro Crema, Gennaio 2014 RIMBORSI E TRASFERTE DIPENDENTI - COLLABORATORI - AMMINISTRATORI Caratteristiche rimborsi e trasferte

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE 2006 / 2008 - La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da,

Dettagli

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali U.D. 2 Il sistema delle rilevazioni aziendali Paragrafo 7 Gli obblighi contabili delle imprese pag. 204 Paragrafo 7.2 Il regime dei contribuenti

Dettagli

Richiesta di autorizzazione per IMPIANTO DISTRIBUZIONE CARBURANTI NUOVO IMPIANTO TRASFERIMENTO - MODIFICHE SOSTANZIALI (L.R. 24 marzo 2004 n.

Richiesta di autorizzazione per IMPIANTO DISTRIBUZIONE CARBURANTI NUOVO IMPIANTO TRASFERIMENTO - MODIFICHE SOSTANZIALI (L.R. 24 marzo 2004 n. Richiesta di autorizzazione per IMPIANTO DISTRIBUZIONE CARBURANTI NUOVO IMPIANTO TRASFERIMENTO - MODIFICHE SOSTANZIALI (L.R. 24 marzo 2004 n.19) Al Responsabile SUAP Del Comune di Calcinaia Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Italia - Aprile 2008. Fuel Card

Italia - Aprile 2008. Fuel Card Italia - Aprile 2008 Fuel Card 2 COS É E COME FUNZIONA Cos è la Fuel Card E la carta di credito che le consente di includere la spesa prevista di carburante (Fuel Provision) nel canone mensile di Noleggio

Dettagli

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale MDN001 L'indennizzo di usura per la circolazione dei mezzi d'opera è quantificato A in proporzione alla portata utile F B

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI DELLA PROVINCIA DI VARESE

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI DELLA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI DELLA PROVINCIA DI VARESE DELIBERAZIONE G.P. N. 305 DEL 26/06/2012 Articolo 3 Responsabile del Parco Automezzi 1. Il Direttore Generale o, in mancanza, il Segretario

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente

COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente Protocollo d intesa tra Comune di Firenze, CNA Firenze e Confartigianato Imprese Firenze per la trasformazione a gas metano e gpl di autovetture. Premesso che

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD E BUONI CARBURANTE 2 ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD E BUONI CARBURANTE 2 ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE MEDIANTE FUEL CARD E BUONI CARBURANTE 2 ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO 1. PREMESSA Oggetto della Convenzione è la fornitura di carburante

Dettagli