Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago"

Transcript

1 Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago Il Progetto di Riqualificazione Cromatica per il Comune di Fortunago vuole essere uno strumento attivo per conservare in maniera ottimale il centro storico e per integrare i nuovi costruiti all interno del paesaggio (urbano o naturale) Il Progetto è strutturato sulla base di una ricerca dei materiali esistenti (rilievo delle pietre applicate in facciata e delle terre che circondano il paesaggio), su una loro catalogazione e sulla ricerca di nuance cromatiche che possano integrarsi al meglio con gli edifici storici del centro del paese. Non possedendo un rilievo architettonico degli edifici su cui è necessario l intervento si è provveduto a fornire alcuni consigli pratici per poter attuare il piano regolatore, e, in alcuni casi, saranno affiancati da rendering fotografici riguardanti sia gli edifici appartenenti al centro storico (nucleo antico e nucleo moderno) sia gli edifici di nuova costruzione. I colori indicati nel Progetto sono campionati secondo notazioni NCS (Natural Color System dello Scandinavian Colour Institute), riprodotti e riclassificati seguendo la mazzetta colori Selezione Architettura (dell Azienda Orazio Brignola S.p.A. di Mignanego Genova) Il Progetto prevede lo studio per interventi sulle facciate: paramento murario, basamento, cornici e decori; muretti, muri di contenimento; ferri: ringhiere, cancelli, corrimano; legni: staccionate e cancelli; infissi e porte; è prevista perciò la tendenza ad uniformare elementi di arredo urbano nel rispetto della storicità del luogo. In cima al colle si instaurava il castello, degno esempio dell'architettura del tempo. Una delle finalità del Progetto è quella di integrare al meglio le costruzioni recenti o i nuovi progetti alla parte più antica e medievale. Il Comune di Fortunago sorge nell Oltrepo Pavese. Fortunago, di origine romana, storicamente nota fin dall'alto Medioevo, fu capoluogo di un vasto marchesato, passato nel 548 ai Malaspina e durato fino alla fine del Settecento. In quell'epoca era uno dei principali centri dell'oltrepo collinare. La chiesa che domina la sommità collinare risale al 644, mentre l'edificio dell'attuale sede municipale sorse probabilmente come casa forte. La parte antica del paese è splendidamente conservata, grazie ai continui ed attenti interventi di ristrutturazione e manutenzione, rendendo Fortunago uno dei luoghi più pittoreschi e panoramici dell'intero Oltrepò. La parte antica del paese, dominata dai resti del castello, è conservata molto bene. La struttura architettonica antica, che in seguito chiameremo nucleo antico, segue con naturalezza l andamento collinare ed è caratterizzata da case le cui facciate sono costruite con la pietra del luogo. La parte inferiore del borgo, nucleo moderno, è storicamente più recente. Il Progetto si occupa anche della riqualificazione delle frazioni del Comune di Fortunago. Anch esse presentano una parte storica e una parte architettonicamente più recente. Sono state individuate 4 famiglie di terre che caratterizzano la zona, grazie alle quali sono state puntualizzate le palette cromatiche che possono essere utilizzate per il progetto. Il Progetto di Riqualificazione Cromatica parte dalla ricerca sui materiali esistenti in facciata nelle costruzioni più antiche. Queste tavole illustrano l importanza di avere regole precise da rispettare per riuscire ad ottenere un progetto colore per Fortunago che possa integrarsi al meglio col paesaggio. Il rilievo cromatico è stato effettuato su una campionatura di pietre e mattoni del centro storico di Fortunago e tiene in considerazione anche il paesaggio naturale nel variare delle stagioni, in quanto la natura è elemento determinante della percezione dell insieme del Paese visto dalle strade che conducono ad esso. È stata progettata una palette colori per le facciate, tipologie di stilemi per basamenti e decorazioni per cornici di porte e finestre. Sono stati individuati colori per quanto riguarda gli infissi e le porte, gli elementi in ferro e quelli in legno. Con questo strumento il Comune potrà dare al proprietario la possibilità di scegliere il colore della propria facciata tra una nuance di colori selezionati. REGOLE PER UNA CORRETTA APPLICAZIONE DEL PIANO COLORE. Scegliere il colore del paramento murario nella palette dedicata. Due case affiancate o molto ravvicinate non possono avere lo stesso colore per il paramento murario.. Scegliere la tipologia di decorazione per il basamento e le finestre. 4. Due case affiancate o molto ravvicinate non possono avere lo stesso stilema di decorazione. 5. Scegliere il colore di base per le decorazioni nella palette dedicata (tale colore non potrà essere uguale al colore del paramento murario) 6. Scegliere il colore per persiane, porte e portoni (questi elementi non potranno avere colori diversi in una singola facciata, ma dovranno essere uniformati) 7. Scegliere il colore per legni e ferri (questi elementi non potranno avere colori diversi in una singola facciata, ma dovranno essere uniformati) 8. Eventuali elementi quali tende e gazebo dovranno essere caratterizzati da colori che fanno parte della famiglia dei beige 9. Eventuali insegne dovranno essere esclusivamente a bandiera, possibilmente realizzate su lamierino metallico serigrafato o decorato a mano (non sono concesse insegne retro illuminate, cassonetti a fluorescenza, scritte o simboli realizzati in tubi a fluorescenza) 0. Le modalità esecutive della decorazione saranno convenute tra l ufficio Tecnico del Comune, il tecnico Direttore dei Lavori e il Decoratore competente e accreditato. Si prescrive la rimozione di rivestimenti quali mattoni, travertino, piastrelle, ecc, ove presenti, e l intonacatura adeguata per la decorazione prevista.. Si prescrive il rame per grondaie e pluviali a vista

2 Esempi di stilemi da utilizzare nei basamenti Tipologia -b 8-c 40-c 50-a Tipologia -b 7 cor colore fascia 8-c colore fascia 8-c 7 cor colore fascia 40-c colore fascia 40-c -b colore fascia 8-c colore fascia -b 6-a colore fascia 50-c colore fascia Tipologia -b 7-cor 8-c 40-c Tipologia 4 -b 40-c colore fascia 8-c colore fascia 7-cor 40-b colore fascia 50-a colore fascia 4-b 6-a colore fascia -b colore fascia 8-c 40-c colore fascia 50-a colore fascia

3 Esempi di stilemi da utilizzare nei decori Tipologia Tipologia Tipologia Tipologia 4 Tipologia 5 Tipologia 6 Tipologia 7 Tipologia

4 Nucleo Antico Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progetto- 08-a basamento finestre 08-b Nelson 0-08 Ferri: Fergum 7-84 Legni: Linea Cottage Noce scuro Nucleo Antico Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progetto- 4-c non presente non presente Nelson 0-08 Ferri: Fergum 7-84 Legni: Linea Cottage Noce scuro

5 Nucleo Moderno Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progetto- Villa Via Della Crosia 0-c 5-a cornice semplice 08-b pilastri e aggetto -c zoccolatura e cornici Nelson 0-9 Ferri: Fergum 7-84 Legni: Linea Cottage Noce scuro Progetto Puntuale PROSPETTO OVEST PROSPETTO NORD muratura in pietra lattoneria in rame inferiate in ferro persiane color verde scuro intonaco al civile tinteggiato PROSPETTO SU VIA DELLA CROSIA paramento murario 0-c paramento murario 5-a pilastri e aggetto 08-b zoccolatura e cornici -c

6 Nucleo Moderno Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progettole Ville Del Borgo Progetto Puntuale Villa - 5-a > paramento murario 5-b > basamento 9cor > decorazioni Villa 8 7-b > paramento murario Villa 0 -a > decorazioni -b > facciataa -c > facciatab -d > muro contenimento Villa 7 0-a > paramento murario 8-b > basamento e decorazioni Villa -4 8-a > paramento murario 8-b > basamento Villa 6 -a > paramento murario Villa 5 4-c > paramento murario Villa 9 4-b> paramento murario

7 Frazioni Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progettovilla In Frazione Sant Eusebio 4-b 4-c cornice semplice 09-a cornici e laterali 4-e zoccolatura e cornici Nelson 0-08 Ferri: Fergum 7-84 Legni: Linea Cottage Noce scuro Frazioni Fortunago RENDERING FOTOGRAFICO -le foto mostrano lo stato attuale e un ipotesi di progettovilla In Frazione Costa 4-b 4-c cornice semplice 4-c cornici 4-e zoccolatura e cornici Nelson 0-4

8 Nucleo Moderno Fortunago Progetto Puntuale Auditorium 9-b 40-c 50-a 7 cor 9-cor 09-c 0-c 9-e

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila)

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila) COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila) Cap. 67028 Viale Dante Alighieri n. 1 Tel. 0862 810834 C.F. 80002710665 E mail: s.demetrio@katamail.com Fax. 0862 810017 P.I. 00193050663 c.c.b.

Dettagli

Manutenzione straordinaria

Manutenzione straordinaria Spett.le Sportello Unico per l Edilizia Comune di Camino (AL) Manutenzione straordinaria allegato b DATI GENERALI Titolare dell intervento: proprietario, amministratore, avente titolo il/la sottoscritto/a

Dettagli

RE/A2 PREMESSA... 2 PROCEDURE E METODOLOGIA... 2 IL CERCHIO DEI COLORI NCS E IL SISTEMA DI CODIFICA... 3 TABELLE DI RIFERIMENTO...

RE/A2 PREMESSA... 2 PROCEDURE E METODOLOGIA... 2 IL CERCHIO DEI COLORI NCS E IL SISTEMA DI CODIFICA... 3 TABELLE DI RIFERIMENTO... OTTOBRE 2014 RE/A2 ALLEGATO TABELLA DEI COLORI PREMESSA... 2 PROCEDURE E METODOLOGIA... 2 IL CERCHIO DEI COLORI NCS E IL SISTEMA DI CODIFICA... 3 TABELLE DI RIFERIMENTO... 5 1 COMUNE DI TRIBIANO PROVINCIA

Dettagli

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie Art. 17 - Decoro degli edifici Le costruzioni devono rispettare nel loro aspetto esterno il decoro edilizio ed inserirsi armonicamente

Dettagli

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore Provincia di Salerno Piano del Colore Mappa cromatica di uno spazio urbano Redazione del Piano del Colore in attuazione della Legge Regionale 18 Ottobre 2002, n. 26 Norme ed incentivi per la valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI PRIZZI. Provincia di Palermo. Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata

COMUNE DI PRIZZI. Provincia di Palermo. Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata COMUNE DI PRIZZI Provincia di Palermo Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata Il presente regolamento, che si compone di n art icoli, è stato approvato con deliberazione consiliare n del, pubbl icata

Dettagli

S193 S194 DESCRIZIONE. Foglio 10 Part.379 Via Mizzi n. 85-87-89 Numero piani: 2 Destinazione d uso a piano terra: non resid.

S193 S194 DESCRIZIONE. Foglio 10 Part.379 Via Mizzi n. 85-87-89 Numero piani: 2 Destinazione d uso a piano terra: non resid. VIA MIZZI 119 S193 Foglio 10 Part.379 Via Mizzi n. 85-87-89 Destinazione d uso a piano terra: non resid. - manutenzione ordinaria - rifacimento intonaco e/o scialbatura - sostituzione saracinesca - sostituzione

Dettagli

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL UNITÀ IMMOBILIARE 2.1 Caratteristiche estrinseche dell edificio in cui è ubicata l unità immobiliare L

Dettagli

I Bianchi di Amalfi. Piano di Riqualificazione Cromatica della Città

I Bianchi di Amalfi. Piano di Riqualificazione Cromatica della Città I Bianchi di Amalfi Piano di Riqualificazione Cromatica della Città Coordinamento del progetto Lucia Brignola Orazio Brignola S.p.A. Antonio Carlini Orazio Brignola S.p.A. Stefania Pongiluppi Orazio Brignola

Dettagli

UBICAZIONE: Nella quiete e nel verde del quartiere residenziale di gabelletta in Strada di

UBICAZIONE: Nella quiete e nel verde del quartiere residenziale di gabelletta in Strada di UBICAZIONE: Nella quiete e nel verde del quartiere residenziale di gabelletta in Strada di Cerreta, in una splendida posizione collinare con vista panoramica sulla città e sulle colline circostanti dei

Dettagli

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori)

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) Premessa La cartella dei colori costituisce lo strumento per guidare gli interventi di tinteggiatura delle facciate nel centro storico, al fine

Dettagli

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare COMUNE DI SAN GIOVANNI LIPIONI PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) allegati A Scheda da allegare alla richiesta di Permesso di costruire SCIA o CIL A - Documentazione

Dettagli

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO Progetto generale di arredo urbano del centro storico di Roncade capoluogo lungo via Roma, da villa Ziliotto alla chiesa, comprendente piazza I Maggio, piazzale e

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL COLORE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL COLORE REGOLAMENTO COMUNALE DEL COLORE Adottato dal Consiglio Comunale con delibera n. 13 del 28.04.2010 Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 24 del 01.09.2010 0 Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO

Dettagli

Piano di Governo del Territorio Comune di Cassina de Pecchi Piano delle Regole

Piano di Governo del Territorio Comune di Cassina de Pecchi Piano delle Regole Piano di Governo del Territorio Comune di Cassina de Pecchi Piano delle Regole 2 Abaco degli interventi e dei materiali per gli ambiti del nucleo storico... 4 1 Pavimentazione degli spazi comuni... 5 2

Dettagli

-.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO

-.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO -.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO Comune di (Borgata/Frazione) CRAVEGGIA VOCOGNO Classificazione dell intervento RISTRUTTURAZIONE Opere interne ed esterne

Dettagli

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Alloggio di civile abitazione ubicato in Firenze Via dei Serragli n. 76. (N.C.E.U. Foglio di mappa

Dettagli

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA RÉGION AUTONOME DE LA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI COMMUNE DE M O N T J O V E T PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg ELABORATO PRESCRITTIVO Arch. Ing. HÉRIN Renato MATTERI

Dettagli

valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo]

valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo] elemento zona descrizione stato attuale rilievo fotografico valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo] intervento di riqualificazione

Dettagli

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori)

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) Premessa Il tema della riqualificazione degli insediamenti antichi è un nodo cruciale nell insieme degli interventi di pianificazione del territorio

Dettagli

Comune di Mezzanino (PV) Scheda di rilievo urbanistico-edilizio del tessuto storico

Comune di Mezzanino (PV) Scheda di rilievo urbanistico-edilizio del tessuto storico Località Fotografie Codice Via Roma n Foto n 209 Isolato n 1 Unità e. n 1 Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici pluripiano allineati su strada Artigianale Edifici recenti in contrasto Indicazioni

Dettagli

Istituto alberghiero Belliard, Parigi

Istituto alberghiero Belliard, Parigi Progetti Elisabetta Pieri bret & trividic Istituto alberghiero Belliard, Parigi Nella pagina a fianco: corte interna: il lato sud. FOTOGRAFIE J. P. Monthiers La sede dell istituto alberghiero Belliard

Dettagli

Restauro di Palazzo Rosselmini come uffici Pisa 1985 Gabriella Ioli Carmassi

Restauro di Palazzo Rosselmini come uffici Pisa 1985 Gabriella Ioli Carmassi Restauro di Palazzo Rosselmini come uffici Pisa 1985 Gabriella Ioli Carmassi Il palazzo, situato in via Santa Maria, la strada che congiunge l'arno con piazza dei Miracoli, è il risultato di molti ampliamenti

Dettagli

Simone Riccardi. Particolare di una facciata nel centro storico di Parma (foto Flickr autore Viola Klis )

Simone Riccardi. Particolare di una facciata nel centro storico di Parma (foto Flickr autore Viola Klis ) VALORIZZAZIONE DELLE quinte urbane studi dei prospetti con necessità di ordine manutentivo nel centro storico di parma Simone Riccardi Il centro storico di Parma racchiude all interno delle sue vie e dei

Dettagli

PIANO DEL COLORE Abaco degli elementi tecno-morfologici Indice

PIANO DEL COLORE Abaco degli elementi tecno-morfologici Indice PIANO DEL COLORE Abaco degli elementi tecno-morfologici Indice introduzione e guida COPERTURE manti di copertura comignoli abbaini e lucernari gronde e modiglioni di gronda PARAMETRI bugnato zoccolatura

Dettagli

RELAZIONE DI ANALISI

RELAZIONE DI ANALISI CITTA DI VENTIMIGLIA Prov. di Imperia P. Iva/C.f. 00247210081 Piazza della Libertà, 3 18039 Ventimiglia (IM) Tel. 0184 2801 - Fax 0184-352581 PEC comune.ventimiglia@legalmail.it PIANO DEL COLORE DEL CENTRO

Dettagli

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE COMUNE DI CLES PROVINCIA DI TRENTO NORME TECNICHE D ATTUAZIONE VARIANTE AL P.R.G. INTEGRAZIONE DELLA SCHEDATURA DEL CENTRO STORICO Redatto da: Zanolini arch. Paola Data: Prima Adozione: Adozione Definitiva:

Dettagli

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano OGGETTO: Ampliamento scuola primaria di Cisliano - CUP J81E15001290004 PROGETTO PRELIMINARE PER APPALTO INTEGRATO COMPLESSO ai sensi dell art. 53 comma 2 lett. C)

Dettagli

Piano del Colore RELAZIONE. Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio. Marzo 2011. Arch.

Piano del Colore RELAZIONE. Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio. Marzo 2011. Arch. Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio Piano del Colore RELAZIONE Marzo 2011 Arch. Marco Garau Arch. Dario Grazioli Comune di Castiglione d Adda - Provincia di Lodi

Dettagli

CENTRO STORICO NOBILE

CENTRO STORICO NOBILE CENTRO STORICO NOBILE Identificativo 34 Centro Storico Nobile Via Roma Identificativo catastale Mappale n.1142 fg. n. 4 Piani fuori terra n.3 Residenziale piano terra altri piani Grado di intervento Edificio

Dettagli

MANUALE PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO ESISTENTE

MANUALE PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO ESISTENTE PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI PINZOLO VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE PER LA CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO MONTANO ESISTENTE ( Art. 24 bis L.P. n.22/91 e successive modificazioni

Dettagli

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO COMUNE DI NICHELINO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO DEL PIEMONTE SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICO-ARTISTICI E DEMOANTROPOLOGICI DEL PIEMONTE CNA - POLITECNICO DI TORINO IL

Dettagli

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno Pagina1 SCHEDA UNITA IMMOBILIARE Pianta stato di fatto Localizzazione Comune: BUCCINO c.a.p : 84021 Provincia: Salerno Zona: Centro storico denominazione stradale: Via S.Elia n civico: s.n.c. Superficie

Dettagli

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO Progetto generale di arredo urbano del centro storico di Roncade capoluogo lungo via Roma, da villa Ziliotto alla chiesa, comprendente piazza I Maggio, piazzale e

Dettagli

COMUNE DI OLBIA PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO

COMUNE DI OLBIA PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO COMUNE DI OLBIA PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO ALLEGATO A SCHEDE DI VALUTAZIONE OBBLIGATORIE PER LA RICHIESTA DI QUALUNQUE INTERVENTO QUADRO A. DATI GENERALI TITOLARE DELL INTERVENTO Il Signore / La Signora

Dettagli

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO 1 PREMESSA Con delibera di CC n 46 del 25/07/2007 il Comune di Coriano acquistava, per 30 anni, il diritto di superficie, sulla casa Santa Marta, per la realizzazione

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

Comune di Olgiate Molgora PROVINCIA DI LECCO

Comune di Olgiate Molgora PROVINCIA DI LECCO Comune di Olgiate Molgora PROVINCIA DI LECCO Assessorato all urbanistica ed edilizia REGOLAMENTO PER L ESPOSIZIONE DELLE INSEGNE D ESERCIZIO E CARTELLI PUBBLICITARI Approvato dal Consiglio Comunale nella

Dettagli

Ambito collinare del Montello Allegato 13 PIANO DEL COLORE

Ambito collinare del Montello Allegato 13 PIANO DEL COLORE COMUNE DI MONTEBELLUNA Provincia di Treviso Ambito collinare del Montello Allegato 13 PIANO DEL COLORE Progettazione iniziale: Veneto Progetti PIANO REGOLATORE GENERALE - VARIANTE N 1-2010 ST SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

COMUNE di SAMBUCA DI SICILIA Provincia Regionale di Agrigento

COMUNE di SAMBUCA DI SICILIA Provincia Regionale di Agrigento COMUNE di SAMBUCA DI SICILIA Provincia Regionale di Agrigento NORME D ATTUAZIONE Il SINDACO Dott. Martino Maggio Il TECNICO COMUNALE PROGETTISTA ARCH. GULOTTA GIUSEPPE Elaborazione Ottobre 2005 Ediz. 1.1

Dettagli

COMUNE DI CASTELGUIDONE Provincia di Chieti ******* VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA del PIANO REGOLATORE ESECUTIVO

COMUNE DI CASTELGUIDONE Provincia di Chieti ******* VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA del PIANO REGOLATORE ESECUTIVO COMUNE DI CASTELGUIDONE Provincia di Chieti ******* VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA del PIANO REGOLATORE ESECUTIVO (ai sensi della Direttiva europea 2001/42/CE, del D. Lgs. 152/2006 e s.m.i.) PROPOSTA

Dettagli

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA SETTORE SVILUPPO ED ASSETTO DEL T E R R I T O R I O S.Piero in Bagno Piazza Martiri 1 Provincia Forlì-Cesena Tel. 0543 900411 Fax 0543 903032 e.mai: settoreurbanistica@comune.bagnodiromagna.fc.it

Dettagli

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano 1/6 SOMMARIO Art.1 - Oggetto... 3 Art.2 - Interventi che possono accedere ai contributi... 3 Art.3 - Soggetti beneficiari... 3 Art.4 Tipologia dei colori... 3 Art.5-

Dettagli

LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI.

LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI. LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI. 1. Palazzo Agucchi Uno degli interventi di restauro che ci ha permesso di fare

Dettagli

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO RESPONSABILI DI PROGETTO Arch. Andrea Rigo Ing. Mirko Gazzini COLLABORATORI Arch. Eleonora Fronza Arch. Virginia Berti Sommario Art.

Dettagli

Appartamenti in rue Kafka, Parigi

Appartamenti in rue Kafka, Parigi Progetti Elisabetta Pieri olivier brenac & xavier gonzalez Appartamenti in rue Kafka, Parigi cio secondo due diverse direttrici: ai primi tre livelli, i volumi si distendono in orizzontale a definire un

Dettagli

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2 COMUNE di S. STEFANO BELBO Provincia di CUNEO Proprietà: - signor GATTI LUIGI residente in S. Stefano Belbo (CN) Via Moncucco n. 5 - signora CHIRIOTTI GIOVANNA residente in Abbazia n. 2 - signor TEALDO

Dettagli

COMUNE DI AGUGLIANO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

COMUNE DI AGUGLIANO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA COMUNE DI AGUGLIANO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Ufficio proponente: Sportello Unico per l edilizia Responsabile: Dott. Arch. Tommaso Moreschi 1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il Comune di Agugliano è attualmente

Dettagli

BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn

BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn INTERVENTO SPECIALISTICO di ICS -Indagine Critico-stratigrafica- e PROGETTAZIONE del RESTAURO delle SUPERFICI

Dettagli

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Scheda N : 140 Oggetto: SIPE NOBEL modificata in seguito alle osservazioni Vincoli

Dettagli

Scheda n. 10 Casa Speranza

Scheda n. 10 Casa Speranza Scheda n. 10 Casa Speranza Ubicazione: I fabbricati sono inseriti, dal Piano Strutturale vigente del Comune di Collesalvetti nel Sottosistema Rurale con prevalente funzione rurale, U.T.O.E. n. 14 Colline

Dettagli

CENTRO STORICO NOBILE

CENTRO STORICO NOBILE CENTRO STORICO NOBILE Identificativo 54 Centro Storico Nobile - Via Roma Identificativo catastale 1228 fg. n. 4 Piani fuori terra n. 1 Residenziale Edifico isolato con a padiglione, manto di in tegole

Dettagli

www.abitarepesciastorica.it Pescia Storica Abitare Abitare

www.abitarepesciastorica.it Pescia Storica Abitare Abitare www.abitarepesciastorica.it Lo straordinario recupero di un pezzo di storia di Pescia. Il palazzo si trova nel centro storico di Pescia. Ubicato in una posizione particolarmente felice, gode di scorci

Dettagli

DIMENSIONI E MISURE AMMESSE

DIMENSIONI E MISURE AMMESSE TABELLA n 1, RIEPILOGATIVA DELLE DISPOSIZIONI PER L DI INSEGNE (art. 4 A) INSEGNE MONOFACCIALI Compresi: Cassonetti luminosi, pannelli opachi, illuminati e non, tubi fluorescenti, insegne a messaggio i

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA L'Amministrazione Comunale di Brienza nell ambito del suo programma di sviluppo del Comune ha individuato, quale punto di forza, la valorizzazione del patrimonio architettonico

Dettagli

FOTO D'INSIEME VISTA AEREA DATA CENSIMENTO GIUGNO 2009. COMUNE: BONDENO, loc. Burana TOPONIMO: INDIRIZZO: VIA PONTE SANTI BURANA DATI CATASTALI 35/11

FOTO D'INSIEME VISTA AEREA DATA CENSIMENTO GIUGNO 2009. COMUNE: BONDENO, loc. Burana TOPONIMO: INDIRIZZO: VIA PONTE SANTI BURANA DATI CATASTALI 35/11 TOPONIMO: DATI CATASTALI 35/11 Edificio residenziale isolato, attualmente non abitato e in disuso, il cui stato di conservazione è tuttavia discreto. L'impianto planimetrico è a in linea, con cellule a

Dettagli

I materiali estratti e lavorati da Toscana Pietra sono pietre arenarie, calcaree e altre tipiche della

I materiali estratti e lavorati da Toscana Pietra sono pietre arenarie, calcaree e altre tipiche della profilo aziendale i la storia La storia di Toscana Pietra inizia nel 1969 quando dopo anni di esperienza nell estrazione di pietra arenaria e calcarea, il signor Urbano Sercecchi fondò un azienda in grado

Dettagli

I BORGHI DELLA VALNERINA

I BORGHI DELLA VALNERINA CASTELDILAGO E VALNERINA 1 I BORGHI DELLA VALNERINA PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E RIQUALIFICAZIONE DELL OFFERTA TURISTICA La Cooperativa Ergon, attuale proprietaria di un consistente patrimonio

Dettagli

Maremma nel cuore. Tradizioni rurali, religiosità, Natura e Storia si intrecciano in modo indissolubile in un'affascinante pieve medievale.

Maremma nel cuore. Tradizioni rurali, religiosità, Natura e Storia si intrecciano in modo indissolubile in un'affascinante pieve medievale. Maremma nel cuore (Foto e spiegazioni nella sezione Idee in pratica ) Tradizioni rurali, religiosità, Natura e Storia si intrecciano in modo indissolubile in un'affascinante pieve medievale. testo Annarita

Dettagli

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato I vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA I-01 localizzazione ISOLATO I via Cavour, via Roma, via

Dettagli

Descrizione. Richiesta: 2.000.000,00

Descrizione. Richiesta: 2.000.000,00 VIA SONZOGNO n. 3 Posizione La villa è ubicata nel Villaggio Giornalisti, quartiere della periferia nord-orientale di Milano. La zona è piuttosto contenuta, esclusivamente residenziale, costituita da villette

Dettagli

COMUNE DI CASTEL DEL MONTE

COMUNE DI CASTEL DEL MONTE ELABORATI AGGIUNTIVI A CORREDO DELLE DOMANDE DI DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA E PERMESSO DI COSTRUIRE. Oltre alla documentazione prevista dal vigente Regolamento Edilizio Comunale, del Manuale del Recupero

Dettagli

CASNATE con BERNATE. il Sindaco Assessore all Urbanistica Edilizia Privata. Bulgheroni. Fabio PRESENTA

CASNATE con BERNATE. il Sindaco Assessore all Urbanistica Edilizia Privata. Bulgheroni. Fabio PRESENTA CASNATE con BERNATE il Sindaco Assessore all Urbanistica Edilizia Privata Fabio Bulgheroni PRESENTA 1 ATTUAZIONE CRITERI DI PEREQUAZIONE PER IL RECUPERO DELLE FACCIATE DEI CENTRI STORICI DI CASNATE E BERNATE

Dettagli

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari.

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari. UNITÀ IMMOBILIARE: Sita in Roma via Giacomo Venezian, 22, piano primo interno 1 con asservito posto auto via Gaetano Sacchi,19 - DESTINAZIONE D USO: abitazione Prezzo Appartamento più Garage: 870.000 Euro

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO CON PIANO DI RECUPERO RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA Ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso e recupero del sottotetto Fabbricato sito

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Ristrutturazione edilizia maggiore del 25% della superficie disperdente dell edificio scolastico, scuole medie, sito in Via Donizetti 9, 24020, Torre Boldone (BG). PROGETTO:

Dettagli

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato D vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA D-01 localizzazione ISOLATO D UNITA EDILIZIA 1 fabbricato

Dettagli

AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE DI SALTARA PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO - 2 STRALCIO

AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE DI SALTARA PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO - 2 STRALCIO COMUNE DI SALTARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE DI SALTARA PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO - 2 STRALCIO Committente: COMUNE DI SALTARA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Pesaro,

Dettagli

RESIDENZA Borgo Cà Sgarioli

RESIDENZA Borgo Cà Sgarioli Loc. Ca Sgarioli, 5 27047- S.Maria della Versa (Pavia) S.Maria della Versa (PV) Pagina:2 di 11 Il Territorio Da "Sgariolo", soprannome del nobile pavese Antonino Fiori, vissuto tra il 1400 ed il 1500,

Dettagli

Amministrazione per la realizzazione delle suddette opere e rilascio del Permesso di Costruire. Il Comparto risulta in aderenza con i lato Sud-Ovest

Amministrazione per la realizzazione delle suddette opere e rilascio del Permesso di Costruire. Il Comparto risulta in aderenza con i lato Sud-Ovest RELAZIONE L immobile in oggetto è situato in Loc. Borgatello, frazione del Comune di Colle di Val d Elsa, lato Sud-Ovest dell abitato esistente, all inizio della frazione stessa, provenendo dalla viabilità

Dettagli

Porte, Finestre e Persiane. Passione per la. qualità artigiana. anni. di Attività

Porte, Finestre e Persiane. Passione per la. qualità artigiana. anni. di Attività Porte, Finestre e Persiane anni di Attività Passione per la qualità artigiana 1 LUCCA INFISSI Iniziata nel 2000 la nostra attività si concentra sul campo dei serramenti, porte, zanzariere e veneziane in

Dettagli

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA PREMESSA La Stazione Marittima del Porto di Pescara è un edificio a pianta centrale di forma decagonale, dell altezza totale di m 6,00, ad un piano dell altezza interna di m 5,00, della superficie complessiva

Dettagli

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

COMUNE DI NOGAROLE PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI NOGAROLE PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI NOGAROLE PROVINCIA DI VICENZA SUSSIDIO OPERATIVO PER GLI INTERVENTI NEGLI ANNESSI RUSTICI IN ZONA A ( art. 18, comma 5 e 6, delle Norme Tecniche di Attuazione del P.R.G. vigente) ART. 1 - PRONTUARIO

Dettagli

NORME DI ATTUAZIONE...1. Parte I. - CONTENUTI GENERALI e STRUTTURA DEL PROGETTO COLORE...3 DEFINIZIONE DEL PROGETTO COLORE...3

NORME DI ATTUAZIONE...1. Parte I. - CONTENUTI GENERALI e STRUTTURA DEL PROGETTO COLORE...3 DEFINIZIONE DEL PROGETTO COLORE...3 NORME DI ATTUAZIONE NORME DI ATTUAZIONE...1 Parte I. - CONTENUTI GENERALI e STRUTTURA DEL PROGETTO COLORE...3 Art. 1. Art. 2. DEFINIZIONE DEL PROGETTO COLORE...3 DEFINIZIONE DELL AMBITO DI RIFERIMENTO...3

Dettagli

COMMISSIONE per la QUALITA ARCHITETTONICA ed il PAESAGGIO

COMMISSIONE per la QUALITA ARCHITETTONICA ed il PAESAGGIO COMUNE DI SAN FELICE SUL PANARO (Provincia di Modena) Via Mazzini, 13 41038 San Felice sul Panaro Tel. Centralino 0535 86311 Fax 0535 84362 C.F. 00668130362 e-mail: posta@comunesanfelice.net COMMISSIONE

Dettagli

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione FORI

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione FORI FORI DESCRIZIONE Nella composizione delle facciate delle architetture tradizionali sono presenti differenti tipi di aperture: - i grandi fori per accedere e arieggiare il sottotetto - le feritoie e le

Dettagli

ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA SCALA:

ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA SCALA: PROGETTO: RESTAURO CONSERVATIVO-CONSOLIDAMENTO ED ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO DELLA CHIESA DELLA MADONNA DEL SANTISSIMO ROSARIO IN GUARDIA PIEMONTESE (CS) ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA 04 SCALA: 1:100

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI ASSESSORATO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FACCIATE Allegato alla deliberazione del Consiglio

Dettagli

Giochi di luce e trasparenze

Giochi di luce e trasparenze Progetto di Antonella Scarpitta Giochi di luce e trasparenze Il progetto di recupero di un vecchio edificio industriale, metallo, vetro e luce, elementi composti tra loro in modo efficace determinano il

Dettagli

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili Certificato n. 4858 Tecnologie edili per l ambiente facciate continue serramenti - pareti mobili Progetto di ampliamento della sede Arnoldo Mondadori Editore con completa ristrutturazione della CASCINA

Dettagli

Ufficio: P.zza S. Ambrogio, 25 20123 Milano. tel +39 02 72 008 288 fax +39 02 89 014 000. Sede legale:

Ufficio: P.zza S. Ambrogio, 25 20123 Milano. tel +39 02 72 008 288 fax +39 02 89 014 000. Sede legale: Sulle orme di una trentennale esperienza maturata nel settore dell edilizia nasce la nuova realtà imprenditoriale 1980 Consulenze Immobiliari ed Edilizie SrL. Negli ultimi anni la nostra presenza si è

Dettagli

BOSSOLASCO 27 Luglio 2006

BOSSOLASCO 27 Luglio 2006 BOSSOLASCO 27 Luglio 2006 Piano di Sviluppo Locale Coulture di Langa AZIONE 3.2. Interventi di tutela e valorizzazione architettonica e paesaggistica Intervento a)1 Piani e programmi per il recupero di

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Lavori di adeguamento alle norme di igiene e sicurezza e realizzazione di dotazioni impiantistiche presso il Sant

Dettagli

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici;

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici; REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER IL MIGLIORAMENTO ESTETICO ED IL RISANAMENTO DEI CENTRI STORICI DI SCANZO E ROSCIATE ART. 1 - CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Il Comune

Dettagli

STRUTTURA DEL P.U.C. norme di LIVELLO PUNTUALE di P.T.C.P. ST.7

STRUTTURA DEL P.U.C. norme di LIVELLO PUNTUALE di P.T.C.P. ST.7 STRUTTURA DEL P.U.C. norme di LIVELLO PUNTUALE di P.T.C.P. ST.7 agosto 2015 St7 Struttura del P.U.C. norme di livello puntuale paesistico articolate per tessuti ed edifici LIVELLI DI COGENZA Nelle schede

Dettagli

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2 UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2 E POSTO AUTO SCOPERTO SITO IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int.1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE

Dettagli

Art. 9 Manutenzione ordinaria

Art. 9 Manutenzione ordinaria Comune di Padova Settore Edilizia Privata Settore Pianificazione Urbanistica Piano Regolatore Generale Nuovo Regolamento Edilizio Comunale (Approvato con Deliberazione del C.C. n. 41 del 05/06/2006) Specifiche

Dettagli

fabrizia frezza Una villa degli anni Settanta, a Ercolano, è stata rivisitata schiarendo gli ambienti con il cotto bianco e unendo interni ed esterni

fabrizia frezza Una villa degli anni Settanta, a Ercolano, è stata rivisitata schiarendo gli ambienti con il cotto bianco e unendo interni ed esterni fabrizia frezza Una villa degli anni Settanta, a Ercolano, è stata rivisitata schiarendo gli ambienti con il cotto bianco e unendo interni ed esterni 56 i progetti Sogno mediterraneo i progetti 57 villa

Dettagli

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo) A cura di A. Scolari Marcellise alto: itinerario lungo (Marcellise, Borgo, Casale, Cao di sopra, Casale di Tavola, San Briccio, Marion, Borgo, Marcellise). Dislivello m 205, tempo h 3.00'. Percorso facile.

Dettagli

RELAZIONE MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI

RELAZIONE MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI RELAZIONE PREMESSA Per la posizione esterna a un edificio, il significato della facciata investe, oltre al campo dell architettura, quello dell urbanistica, condizionando spesso

Dettagli

Zona notte. PROGE T TA ZIONE E DIREZIONE LAVORI StudioAta www.studioata.com

Zona notte. PROGE T TA ZIONE E DIREZIONE LAVORI StudioAta www.studioata.com Zona notte Una lunga striscia di LED, incassata nel soffitto del soppalco, illumina la zona pranzo sottostante. Questa scelta, funzionale e d effetto, sostituisce egregiamente il classico lampadario. PROGE

Dettagli

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1 UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1 E BOX AUTO SITO IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, n.2 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELLE UNITÀ

Dettagli

P.I. 1 - Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004

P.I. 1 - Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004 Comune di Farra di Soligo Re gione del Veneto Pr ovincia di Treviso P.I. 1 - Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004 elaborato P-06 D A p r i l e 2 0 1 4 A d o z i o n e D. C. C. n 1 d e l 9. 0 1.

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo.

Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo. Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo. 1 Descrizione morfologica e tipologica Villa de Bellat è posizionata all interno di una vasta area agricola, situata in destra

Dettagli

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo)

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo) Chiara Bettinzoli Conservazione e restauro opere d arte Via Mons. Romero n 5-10022 Carmagnola ( To ) P.I. 08461530019 - Tel. 338/ 6811593 Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato

Dettagli

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali Zona giorno Proge t tista km0architetti (Giorgio Marchese) e arch. Salvatore Bettino Fotografie Giammarco Vetrano Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali di Maria Francesca Faro L'intervento

Dettagli

Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE. Una villa in stile classico nel Luganese. 112 TM Donna

Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE. Una villa in stile classico nel Luganese. 112 TM Donna Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE Una villa in stile classico nel Luganese 112 TM Donna di Fabia Bottani Nella splendida cornice del Luganese, con un incomparabile vista sul golfo e sul San Salvatore,

Dettagli

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI QUADERNO DEGLI INTERVENTI ALL INTERNO DELLE ZONE A VARIANTE N. 1 1 SOMMARIO PREMESSA 2 PROPOSTA DI VARIANTE N.

Dettagli