ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Tabelle millesimali di condominio. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Tabelle millesimali di condominio. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss"

Transcript

1 ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Tabelle millesimali di condominio Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/0 Prof. Romano Oss

2 Condominio: quando nello stesso fabbricato vi sono delle parti di proprietà individuale (proprietà esclusive) e parti di proprietà comune Il Codice Civile regola il Condominio negli articoli dal 7 al 39 Proprietà esclusiva: quella attribuita singolarmente a ciascun condomino come i singoli appartamenti, box auto, cantine, soffitte, terrazzi, balconi, lastrici solari in questa il condomino esercita il diritto di proprietà assoluta e nel quale non è ammessa alcuna interferenza tranne le limitazioni imposte dalla legge o dal regolamento condominiale come ad esempio se è prescritta la destinazione residenziale non si può cambiare l unità immobiliare in destinazione produttiva. Proprietà comune: fanno parte di questa il suolo su cui sorge l edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti, i lastrici solari non di proprietà, le scale, gli anditi, cortili e in generale tutte le parti di uso comune. Tutte le installazioni e gli impianti, pozzi, cisterne, fognature, canali fino ai punti di diramazione per le proprietà esclusive.

3 REGOLAMENTO Il Condominio è regolato dalle disposizioni del Codice Civile e dalle norme del Regolamento condominiale. Quest ultimo è obbligatorio quando i condomini superano il numero di 0 Deve riportare: tabelle di proprietà e d uso disciplinare l uso degli spazi comuni modalità per il funzionamento dell assemblea norme per la pacifica convivenza

4 Calcolo dei millesimi di proprietà rappresentano la quota di proprietà di ciascun condomino rispetto al valore dell intero edificio e si utilizzano per la suddivisione delle spese generali. I millesimi di proprietà devono indicare il valore proporzionale delle singole proprietà esclusive rispetto al valore dell intero edificio. Criteri di calcolo: in base al valore (codice civile) utilizzando la Superficie Virtuale

5 Il criterio di calcolo in base al valore si applica quando sia agevole individuare sia il valore dell intero edificio sia il valore delle singole proprietà e con unità immobiliari caratterizzate da grande omogeneità. Come parametro di calcolo si utilizza la Superficie coperta. Si applica una proporzione: Sup. totale : 000 = Sup. singola unità : millesimi unità Mill. Unità = 000 x Sup. Unità Sup. Totale Quando le unità immobiliari presentano differenze apprezzabili tra loro o si debbano ricalcolare i millesimi a seguito di errori, ristrutturazioni o accorpamenti si preferisce utilizzare il criterio della Superficie virtuale.

6 La superficie virtuale viene determinata per ogni ambiente di ogni singola unità immobiliare moltiplicando l area della superficie effettiva per appositi coefficienti che tengono conto delle caratteristiche che incidono sulla apprezzabilità espressa dal mercato. I coefficienti si riferiscono a: destinazione: utilizzo dei singoli vani orientamento: rispetto ai punti cardinali prospetto: vedute dei vani luminosità: rapporto tra superficie luci o vedute e sup. vani piano: altezza di piano utilizzazione: destinazione dell intera unità immobiliare.

7 Coefficiente di destinazione: Vani a destinazione principale (camere, soggiorni, cucine abitabili),00 Cucine non abitabili (cucinotti, cuocivivande) 0,90 Servizi (bagni, ripostigli) 0,90 Atri, corridoi, disimpegni 0,80 Logge delimitate da tre pareti 0,50 Cantine e soffitte 0,40 Balconi coperti 0,30 Balconi scoperti 0,25 Terrazze a livello 0,22 Giardini e aree scoperte 0,5 Coefficiente di prospetto (vedute dei vani) Su strade, giardini, vedute panoramiche,00 Su aree di rispetto 0,90 Su cortili 0,85 Su depositi, officine 0,80 Locali senza vedute 0,75 Coefficiente di utilizzazione: Residenziale,00 Commerciale, terziario,0 3,00 Depositi e rimesse 0,50 0,80 Coefficiente di orientamento: Quadrante SE-SO,00 Quadrante NE-SE 0,90 Quadrante SO-NO 0,90 Quadrante NO-NE 0,80 Nessun orientamento (luoghi chiusi) 0,75 Coefficiente di luminosità: tiene conto del rapporto (R) tra la superficie di luci o vedute e la superficie del vano Per R : 6,00 Per R = : 7 0,90 Per R = : 8 0,94 Per R = : 9 0,92 Per R : 0 0,90 Coefficiente di piano: Piano interrato 0,75 Piano terreno 0,85 Piano rialzato 0,90 Primo piano con ascensore Primo piano senza ascensore,00 Piano dal 2 in su con ascensore,00 2 piano senza ascensore 0,98 Per ogni ulteriore piano senza ascensore riduzione di 0,05

8 Procedimento analitico: calcolo superficie di ogni vano applicazione ad ogni vano dei coefficienti di Dest. Or. Prosp. Lum. somma delle superfici dei vani ridotte ottenendo la sup. alloggio superficie alloggio per coeff. di piano e di utilizzazione = sup. virtuale somma delle sup. virtuali proporzione a mille e ricerca dei millesimi di proprietà Procedimento sintetico: (esempio tabella excel) calcolo della superficie della unità applicazione all unità dei coefficienti calcolo della superficie di balconi e terrazze calcolo della superficie di soffitte e cantine calcolo della superficie di box applicazione dei relativi coefficienti di destinazione somma delle superfici virtuali proporzione a mille e ricerca dei millesimi Nb. non è necessario che siano utilizzati tutti i coefficienti

9 MILLESIMI DI PROPRIETÁ GENERALE - Schema sintetico Numero unità Piano Interno Utilizzazione Proprietario Superficie abitabile Balconi Cantina Superficie virtuale totale Millesimi di proprietà Sup. Netta Dest. Piano Prosp. Orient. Sup. Virt. Sup. Dest. Sup. Virt. Sup. Dest. Sup. Virt. T A Abit. Rossi 95 0,85 0,90 72,675 22,0 0,25 5,5 0 0,4 4 82,75 95,37 0 Box Rossi 22,50 0,7 5,75 5,75 5,05 TOTALE 046,47 000

10 PROCEDIMENTO ANALITICO Si compila una tabella della Superficie virtuale per ogni unità immobiliare COEFFICIENTI COEFFICIENTI Vani Sup. Destinazione Orientamento Prospetto Luminosità Prodotto coeff. Ingresso Soggiorno Cucina Corridoio Letto Letto 2 Letto 3 Bagno WC Balcone Cantina Garage 4,5 25,49 4,32 5,96 2,09 2,54 5,2 3,9 22, ,5 0,8 0,9 0,8 0,9 0,9 0,3 0,35 0,45 0,75 0,9 0,75 0,9 0,9 0,75 0,75 0,45 0,77 0,45 0,90 0,77 0,77 0,30 Sup. virtuale 2, ,85,94 5,96,49, ,7 Piano Utilizzazione Prodotto coeff. Sup. Virtuale,93 23,75 8,4,84 5,6 0,92 0,73 3,80 2,85 6,37 3,50 0,3 TOTALE 99,39 Si sommano le superfici virtuali e si rapportano a 000 trovando i millesimi

11 RIPARTIZIONE DELLE SPESE rispetto alla proprietà (millesimi di proprietà) rispetto all uso (millesimi d uso) riscaldamento centrale scale e ascensore acqua potabile antenna comune lastrici solari terrazze gronde e pluviali parcheggi soffitti, volte,solai spese di proprietà spese d uso amministrazione imposte assicurazioni pulizia illuminazione manutenzione strutture

12 Schema di formazione delle tabelle per scale e ascensore i cinquecentesimi La tabella millesimale si ottiene considerando sia il livello di piano sia la proprietà. I primi 500 millesimi si ottengono dai millesimi di proprietà dimezzandoli. I secondi 500 millesimi si ottengono proporzionalmente all altezza di piano. Questi ultimi si calcolano in due fasi: ) si individuano i cinquecentesimi di piano 2) si ripartiscono per piano proporzionalmente alle proprietà Attribuzione al piano del numero ordinale che gli compete. 500 x, 2, 3, 4 rispettivamente al primo, secondo, terzo, quarto piano e si ripartisce proporzionalmente alle unità di piano

13 Tabella di ripartizione spese scale e ascensore Si deve valutare caso per caso: l ascensore arriva al piano soffitte o lastrico solare comune l ascensore parte dal piano terra l ascensore parte dal piano garage Il problema riguarda generalmente il piano terra se considerarlo o escluderlo. Se si esclude, per il riparto di piano si devono considerare le superfici virtuali dei piani interessati e riportarle a 500 Esempio: condominio di 3 piani con sottotetto adibito a soffitte e parte di lastrico solare comune Calcolo dei cinquecentesimi di piano: 500 Primo piano 83,33 Secondo piano 66,67 Terzo piano = 83,33 Da ripartire proporzionalmente ai millesimi di proprietà del piano

14 Piano terra distribuzione cinquecentesimi di piano 83,33 : ( ) = x : 20; 5; 98 Unità = 30,03; Unità 2 = 28,77; Unità 3 = 24,53 Primo piano 66,67 53,40; 54,90; 58,37 Secondo piano ,9 26, UNITÀ PIANO MILL. PROPRIETÀ CINQUECENTESIMI PROPRIETÀ CINQUECENTESIMI PIANO MILLESIMI SCALE E ASCENSORE T ,03 90,03 2 T 5 57,5 28,77 86,27 3 T ,53 73, ,5 53,40 05, ,90 09, ,5 58,37 7, ,5 23,9 206, , 20, TOTALE

15 Organi del Condominio Assemblea dei condomini Amministratore (necessario quando i condomini sono più di 4) Assemblea: ordinaria una volta all anno straordinaria a necessità o su richiesta dei condomini Compiti dell amministratore Art. 30 C.C. Prerogative dell assemblea Art. 35 C.C. Le maggioranze sono differenti in relazione al tipo di delibera possono essere basate sul numero di condomini e sulla % di valore rappresentato.

16 ESERCITAZIONE procedimento sintetico Si determinino i millesimi di proprietà generale e di ascensore di un condominio (planimetria allegata) costituito dal piano rialzato e da 2 piani in elevazione con un totale di 2 appartamenti. Le superfici sono le seguenti: Interno Superficie abitabile Balconi Cantina A 69,45 4,46 6,9 B 96,22 7,4 7,6 C 7,92,23 6,4 D 85,6 4,2 7, Per ogni unità immobiliare è previsto nel piano interrato un box chiuso di 2,8 m2. che costituisce unità immobiliare a se stante L ascensore raggiunge il piano interrato. Si determinino i millesimi di proprietà generale e di ascensore e quindi si proceda alla ripartizione delle seguenti spese consuntive: spese generali: spese di ascensore: 2.868

17

18 Esempio di tabella per il calcolo dei millesimi di proprietà Superficie abitabile Balconi Cantina N Scala Piano Proprietario Millesimi Spesa

19 Esempio di tabella per il calcolo dei millesimi di scale e ascensore N Scala Piano Proprietario Mill/prop. Sup. Virt. Millesimi totali Spesa

Tabelle millesimali di condominio. Suddivisione delle Spese Condominiali

Tabelle millesimali di condominio. Suddivisione delle Spese Condominiali Tabelle millesimali di condominio Suddivisione delle Spese Condominiali 1 Condominio Quando nello stesso fabbricato vi sono delle parti di proprietà individuale (proprietà esclusive) e parti di proprietà

Dettagli

Coefficiente di altezza di piano

Coefficiente di altezza di piano PREMESSA. Il sottoscritto... è stato incaricato di procedere alla perizia estimativa delle varie unità immobiliari componenti lo stabile situato in...... per la formazione delle tabelle dei valori millesimali

Dettagli

- A cura del Prof. Onofrio Frenda -

- A cura del Prof. Onofrio Frenda - SIMULAZIONE DELLA PROVA DI ESAME DI ESTIMO Anno Scolastico 2009-0 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ COMPILAZIONE DELLE TABELLE MILLESIMALI PER UN EDIFICIO IN CONDOMINIO (Maturità tecnica per geometri

Dettagli

COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE

COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE APPROVATO CON DELIBERA C.C. 13 DEL 26.01.2000 TITOLO I PREMESSE Art 1. Ambito di applicazione Il presente regolamento trova applicazione

Dettagli

ALLEGATI. 1. Coefficienti di destinazione e di piano. Allegato 1

ALLEGATI. 1. Coefficienti di destinazione e di piano. Allegato 1 ALLEGATI Allegato 1 1. Coefficienti di destinazione e di piano Coeff. di piano per abitazioni plurifamiliari Piano Edifici con ascensore Edifici senza ascensore p. terreno e rialzato 0.97 p. primo 0.94

Dettagli

PREMESSA. La determinazione di un valore di proprietà della cosa comune proporzionale alla proprietà singola è il valore millesimale.

PREMESSA. La determinazione di un valore di proprietà della cosa comune proporzionale alla proprietà singola è il valore millesimale. PREMESSA Il condominio trae le sue ragioni dalla comunione. Ma se la comunione ci indica un concorso di più soggetti nella titolarità di un diritto che è rappresentato da quote presumibilmente uguali,

Dettagli

GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA. REDAZIONE TABELLE MILLESIMALI CONDOMINIO XXXX Via XXXX XX, XX/XX XXXXX - XXXXXX (XX)

GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA. REDAZIONE TABELLE MILLESIMALI CONDOMINIO XXXX Via XXXX XX, XX/XX XXXXX - XXXXXX (XX) GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA REDAZIONE TABELLE MILLESIMALI CONDOMINIO XXXX Via XXXX XX, XX/XX XXXXX - XXXXXX (XX) 02/04/2011 NORME E LETTERATURA DI RIFERIMENTO L attività di caratura millesimale viene svolta

Dettagli

Studio Rag. De Blasio Giuseppe Alessandro

Studio Rag. De Blasio Giuseppe Alessandro CONDOMINIO: L ATTRIBUZIONE DELLE SPESE Tipo di parte comune e opere necessarie Chi paga Tipo di ripartizione Strutture Muri maestri: struttura, intonaco esterno, coperture esterne, colonne, archi portici

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa. CONDOMINIO Il Sole

RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa. CONDOMINIO Il Sole Elaborato RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa Ubicazione CONDOMINIO Il Sole COMUNE DI SALERNO (SA) Via Trento,12 Tecnico Ing. Mario Somma Indirizzo Via Roma, 21 (BATTIPAGLIA) Committente Condominio

Dettagli

Giardino. Bagno. Retro. Bagno NEGOZIO. Loc. cont. Bagno. Via Monviso. Camera. Balcone. Soggiorno. Rip. Rip. Dis. 9. Soggiorno. Camera Balcone Camera

Giardino. Bagno. Retro. Bagno NEGOZIO. Loc. cont. Bagno. Via Monviso. Camera. Balcone. Soggiorno. Rip. Rip. Dis. 9. Soggiorno. Camera Balcone Camera Software Capitolo Nono Esempio Si suppone di dover realizzare una tabella millesimale per l edificio di seguito rappresentato. L edificio sorge in zone periferica e si affaccia per due lati su vie poco

Dettagli

COME SI RIPARTISCONO LE SPESE CONDOMINIALI. Abbaini e finestre (apertura) Singolo proprietario Millesimi di proprietà

COME SI RIPARTISCONO LE SPESE CONDOMINIALI. Abbaini e finestre (apertura) Singolo proprietario Millesimi di proprietà COME SI RIPARTISCONO LE SPESE CONDOMINIALI STRUTTURE CHI PAGA RIPARTIZIONE Abbaini e finestre (apertura) Singolo proprietario Antenna privata Proprietario Al 100% Antenna centralizzata In parti uguali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa. CONDOMINIO Il Sole

RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa. CONDOMINIO Il Sole Elaborato RELAZIONE TECNICA Illustrativa ed esplicativa Ubicazione CONDOMINIO Il Sole COMUNE DI SALERNO (SA) Via Trento,12 Tecnico Ciciriello Claudio Indirizzo Via Roma, 21 (BATTIPAGLIA) Committente Condominio

Dettagli

Amministrazione Condomini. Ripartizione spese. Balconi Chi paga Tipo di ripartizione. Frontalini: per usura o vetustà dell'edificio Condominio al 100%

Amministrazione Condomini. Ripartizione spese. Balconi Chi paga Tipo di ripartizione. Frontalini: per usura o vetustà dell'edificio Condominio al 100% Amministrazione Condomini Ripartizione spese Balconi Chi paga Tipo di ripartizione Balconi sporgenti: manutenzione ordinaria struttura, pavimentazione, parapetti e ringhiere Proprietario singolo Balconi

Dettagli

Breve guida pratica al Condominio. Una micro società con le sue regole

Breve guida pratica al Condominio. Una micro società con le sue regole Breve guida pratica al Condominio Una micro società con le sue regole Quando nasce il condominio? Il condominio nell edificio nasce quando questo è diviso almeno in due proprietà esclusive appartenenti

Dettagli

TABELLE MILLESIMALI. Giorgio Croce

TABELLE MILLESIMALI. Giorgio Croce TABELLE MILLESIMALI Giorgio Croce 3280170805 crocearezzo@live.it www.giorgiocroce.weebly.com DEFINIZIONE DI CONDOMINIO Si ha un condominio quando nello stesso fabbricato vi sono delle parti di proprietà

Dettagli

- un deposito/cantina posto nell'interrato del corpo principale dell'ex Palazzo Muttoni, con soffitto a volta

- un deposito/cantina posto nell'interrato del corpo principale dell'ex Palazzo Muttoni, con soffitto a volta LOTTO 1 [Riferimento perizia: LOTTO 1] Nel Comune di Vicenza, Contrà Porta S. Lucia n. 64, appartamento all ultimo piano delle scuderie dell ex Palazzo Muttoni. La proprietà comprende: - un appartamento

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE. n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA

CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE. n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA Invito a presentare Manifestazioni di interesse all acquisto dell immobile di cui al sottoindicato Con il presente

Dettagli

COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE

COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE www.aliceappunti.altervista.org UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI INGEGNERIA INDIRIZZO INGEGNERIA CIVILE/EDILE COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE

Dettagli

(Francesco De Luca) Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI

(Francesco De Luca) Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI Ufficio Provinciale di Brescia Direzione Brescia, 23/10/2008 Prot. n 18367 Allegati 1 Rif. nota del Prot. n Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI Al Polo Catastale di Montichiari

Dettagli

CONSULTA INTERASSOCIATIVA DEI PROFESSIONISTI DELL IMMOBILIARE

CONSULTA INTERASSOCIATIVA DEI PROFESSIONISTI DELL IMMOBILIARE STANDARD UNICO PROVINCIALE PER LA MISURAZIONE DEL METRO QUADRO COMMERCIALE 1 Nel novembre 2008 viene costituita la "Consulta Interassociativa dei Professionisti dell'immobiliare" inizialmente per rispondere

Dettagli

Breve guida pratica al CONDOMINIO

Breve guida pratica al CONDOMINIO 1 Breve guida pratica al Una micro società con le sue regole. Quando nasce il condominio? 2 Il condominio nell edificio nasce quando questo è diviso almeno in due proprietà esclusive appartenenti almeno

Dettagli

Oggetto: Committente: CONDOMINIO VIA ABRUZZI N. 11. Il TECNICO Ing. Pietro Oreto

Oggetto: Committente: CONDOMINIO VIA ABRUZZI N. 11. Il TECNICO Ing. Pietro Oreto Oggetto: Allegati: Tabelle generali per singolo proprietario Tabella unità immobiliari Tabella millesimi A Tabella millesimi B Tabella millesimi C Tabella riepilogativa Committente: CONDOMINIO VIA ABRUZZI

Dettagli

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI L'eventuale presenza di vincoli normativi può comportare modifiche al titolo edilizio di base specificato nel seguente Abaco. Nel caso si rimanda alla specifica normativa

Dettagli

Nuovo edificio residenziale Via per Muggiò Como (CO)

Nuovo edificio residenziale Via per Muggiò Como (CO) uovo edificio residenziale Via per Muggiò Como (CO) L intervento prevede la realizzazione di un edificio a destinazione residenziale plurifamiliare costituito da un piano interrato adibito a box/posti

Dettagli

AFFITTI A CHIANCIANO TERME APPARTAMENTI CON 1 CAMERA

AFFITTI A CHIANCIANO TERME APPARTAMENTI CON 1 CAMERA AFFITTI A CHIANCIANO TERME APPARTAMENTI CON 1 CAMERA arredato - ZONA SANT'ELENA: ultimo piano in palazzo con ascensore. Soggiorno, cucinotto, camera matrimoniale, bagno, terrazza, garage.. 350 al mese

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video Quarto video 1 Nel primo video abbiamo parlato di: Le agevolazioni fiscali per la tua casa 1. introduzione alle agevolazioni fiscali; 2. in cosa consiste 3. chi può usufruirne, 4. cumulabilità con altre

Dettagli

AERONAUTICA MILITARE

AERONAUTICA MILITARE AERONAUTICA MILITARE 15 STORMO 515 GRUPPO S.L.O. Sezione Servizi Impianti Nucleo Tecnico Via Confine, 547 48015 CERVIA (RA) RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA ARN 1155 Via Marecchiese, 110 Palazzina n 20,

Dettagli

Ufficio Provinciale di Milano

Ufficio Provinciale di Milano Il sistema di calcolo del valore normale e sue applicazioni Martino Brambilla Agenzia del Territorio Ufficio Provinciale di Milano Valore normale Valore normale Calcolo delle consistenze Calcolo delle

Dettagli

Mq. 3.016,60*./mq. 3.000,00 =. 9.049.800,00. - costo di costruzione, pari a. 1.650,00 al mq (si tiene conto di finiture di

Mq. 3.016,60*./mq. 3.000,00 =. 9.049.800,00. - costo di costruzione, pari a. 1.650,00 al mq (si tiene conto di finiture di Mq. 3.016,60*./mq. 3.000,00 =. 9.049.800,00 A tale importo vanno detratti: - costo di costruzione, pari a. 1.650,00 al mq (si tiene conto di finiture di pregio o materiali di buona qualità) V.= mq. 3.016,60

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

VILLA VERTICALE 5 CAMERE CUCINA, SOGGIORNO PRANZO, 3 BAGNI, GARAGE E CANTINA E GIARDINO

VILLA VERTICALE 5 CAMERE CUCINA, SOGGIORNO PRANZO, 3 BAGNI, GARAGE E CANTINA E GIARDINO VILLA VERTICALE 5 CAMERE CUCINA, SOGGIORNO PRANZO, 3 BAGNI, GARAGE E CANTINA E GIARDINO GARAGE PIANO TERRA PRIMO PIANO TIPOLOGIA 3 POSTI AUTO + CANTINA TIPOLOGIA 4 POSTI AUTO ATTICO 53.43.53.43.41.53 61.59

Dettagli

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda 2^ SIMULAZIONE DELLA 2^ PROVA SCRITTA DI ESTIMO Anno scolastico 2013-14 Svolta il 18 marzo 2014 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ SVOLTA DAGLI ALUNNI GRIMA SARA E BONVISSUTO FILIPPO (alunni della 5^A

Dettagli

Regolamento condominiale della p.ed 837 C.c. Lavis sita in via Degasperi, 22

Regolamento condominiale della p.ed 837 C.c. Lavis sita in via Degasperi, 22 Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento condominiale della p.ed 837 C.c. Lavis sita in via Degasperi, 22 Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 90 del 12.12.1996

Dettagli

Regolamento sullo svolgimento delle assemblee separate di UniAbita Soc.

Regolamento sullo svolgimento delle assemblee separate di UniAbita Soc. REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L APPLICAZIONE DEI CRITERI SPECIFICI DI ATTRIBUZIONE DELLE SPESE AI SENSI DEGLI ART. 16,17, 18 E 19 DEL REGOLAMENTO RELATIVO ALL ASSEGNAZIONE IN GODIMENTO DEGLI ALLOGGI, DEI BOX

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c.

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c. OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c. 1 PARTI COMUNI 2 Art. 1 L'articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: «Art. 1117. - (Parti comuni

Dettagli

L E T A B E L L E M I L L E S I M A L I

L E T A B E L L E M I L L E S I M A L I L E T A B E L L E M I L L E S I M A L I Brescia, 11 Gennaio 2016 arch. Giovanni Ciato RIFERIMENTI ALLA NORMA art. 1117 c.c. art. 1118 c.c. art. 1123 c.c. art. 68 disp. att. art. 69 disp. att. Art. 1117

Dettagli

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE PARTI COMUNI INGRESSO VIA DONATELLO CORTE INTERNA INGRESSO /SCALA CONDOMINIALE SCALA CONDOMINIALE INTERNO UNITA IMMOBILIARE FOTO 1 -CORRIDOIO-INGRESSO FOTO 2 CUCINA FOTO 3 -BAGNO 1 FOTO 4 CAMERA 1 FOTO

Dettagli

MACUGNAGA Centro Abitato di Pecetto

MACUGNAGA Centro Abitato di Pecetto VENDITA MACUGNAGA Centro Abitato di Pecetto CHALET situato a Pecetto. Due ingressi indipendenti al piano rialzato danno la possibilità di accedere allo chalet. Al piano rialzato si trova un ampio soggiorno,

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESECUZIONE IMMOBILIARE N. R.G.E. 566/2009 RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO GARAGE OGGETTO DI ESECUZIONE IN COMUNE

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO - Prof- G. Marchi

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO - Prof- G. Marchi UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO Prof G. Marchi http://www.unica.it/~armic/estimo/index.htm Allievo Matricola Anno Accademico 2004/2005.G Caratteristiche dell'immobile oggetto di stima

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE REGIONE PIEMONTE BU18 07/05/2015 Comune di Rivalta di Torino (Torino) Deliberazione di C.C. n. 4 del 28/01/2015: Regolamento Edilizio Comunale. Modifica e sostituzione articolo 18 e inserimento nuovi articoli

Dettagli

ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEFINIZIONE DELLE AREE INTERESSATE DAL GLOBAL SERVICE pag.01 EDIFICIO E3 Ardiss, Sede operativa di Trieste 246 CAMERE STANDARD DA: mq 9,5 mq 2337 totali 123

Dettagli

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

TABELLE MILLESIMALI. Complesso Super Condominio sito in Comune Zambrone Vibo Valentia Contrada Chiatto

TABELLE MILLESIMALI. Complesso Super Condominio sito in Comune Zambrone Vibo Valentia Contrada Chiatto TAELLE MILLESIMALI Complesso Super Condominio sito in Comune Zambrone Vibo Valentia Contrada Chiatto Composizione Super Condominio: appartamenti: 24 in sei corpi di fabbrica ville: 11 parti comuni super

Dettagli

Modifica dei dati sull appartamento

Modifica dei dati sull appartamento Modifica dei dati sull appartamento MODULO A Appartamento Ministero per l'ambiente e il territori della comunale:: 11 - Numero 12 - No. della parte 16 - Appartamento non ha indirizzo Indirizzo della parte

Dettagli

Art. 101 Volume dell'edificio

Art. 101 Volume dell'edificio Comune di Padova Settore Edilizia Privata Settore Pianificazione Urbanistica Piano Regolatore Generale Nuovo Regolamento Edilizio Comunale Approvato con Deliberazione del C.C. n. 41 del 05/06/2006 In vigore

Dettagli

PROBLEMATICHE IN AMBITO CONDOMINIALE. Spese condominiali: comproprietari obbligati in solido

PROBLEMATICHE IN AMBITO CONDOMINIALE. Spese condominiali: comproprietari obbligati in solido PROBLEMATICHE IN AMBITO CONDOMINIALE Spese condominiali: comproprietari obbligati in solido I comproprietari di una unità immobiliare sono responsabili in solido nei riguardi del condominio, indipendentemente

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici Distacchi stradali a) Per l < 7,00 m d = 5,00 m b) Per 7,00 m = l = 15,00 m d = 7,50 m c) Per l > 15,00 m d = 10,00

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Trento, 97 UDINE (UD) 1 Allegato

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19

PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19 PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19 PREMESSA E SCOPO Con la presente, il sottoscritto Ing. Francesco Guerrera iscritto all' Albo professionale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI STIMA

RELAZIONE TECNICA DI STIMA RELAZIONE TECNICA DI STIMA Il sottoscritto Zanella geom. Roberto, nato a Cesena il 18/12/50, ivi residente in Viale Abruzzi, 27, regolarmente iscritto all'albo dei Geometri della Provincia di Forlì - Cesena

Dettagli

LA MISURA DELLE SUPERFICI

LA MISURA DELLE SUPERFICI LA MISURA DELLE SUPERFICI Oscar Mella Quale superficie utilizzare nella valutazione immobiliare? Nella valutazione immobiliare il primo importante passo è la determinazione della superficie commerciale.

Dettagli

Il Sign. Costa Lino, nato a Gambugliano (Vi) il 17/04/1922, residente a Sovizzo (Vi), in via Roma n 59,

Il Sign. Costa Lino, nato a Gambugliano (Vi) il 17/04/1922, residente a Sovizzo (Vi), in via Roma n 59, premessa Il Sign. Costa Lino, nato a Gambugliano (Vi) il 17/04/1922, residente a Sovizzo (Vi), in via Roma n 59, richiede ai sign. Natascia Lugo, Justin De Maio, Pamela Colombara e Chiara Cavalieri la

Dettagli

A tale importo si ritiene di decurtare una percentuale del 4% considerato che. Sub. 15 (appartamento) e sub. 17 (posto auto)

A tale importo si ritiene di decurtare una percentuale del 4% considerato che. Sub. 15 (appartamento) e sub. 17 (posto auto) A tale importo si ritiene di decurtare una percentuale del 4% considerato che alcune rifiniture dell alloggio sono ancora da ultimare. Per cui: V. =. 409.080,00 4% =. 392.716,80 Sub. 15 (appartamento)

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via D Aronco, 9 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI PESARO IMMOBILIARE DI FANO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

TRIBUNALE ORDINARIO DI PESARO IMMOBILIARE DI FANO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO TRIBUNALE ORDINARIO DI PESARO IMMOBILIARE DI FANO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO CAUSA CIVILE N.R.G. 3143/2011 Giudice Istruttore: Dott. Storti Davide OGGETTO: Espropriazione immobiliare post. L.80 Tavullia,

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO In attuazione della legge 9 dicembre 1998, n.431, del decreto 30/12/2002 del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro dell

Dettagli

COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO

COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO Primo accertamento: 18 ottobre 1929 Ultime revisioni a) Approvazione del testo da parte della Commissione Provinciale

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI

ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI 1. IMMOBILE IN VIA SANTA MARIA 50, PIANO TERRA 2. APPARTAMENTO IN VIA SANTA MARIA 50, PIANO PRIMO LATO SX 3. APPARTAMENTO IN VIA SANTA MARIA N. 50, PRIMO PIANO LATO

Dettagli

COSA SI PUO' DETRARRE

COSA SI PUO' DETRARRE COSA SI PUO' DETRARRE Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali. INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI CASTELBELLINO

COMUNE DI CASTELBELLINO COMUNE DI CASTELBELLINO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P.zza S. Marco 15 60030 Castelbellino e.mail urbanistica.castelbellino@provincia.ancona.it Protocollo ALLEGATO C AL PERMESSO DI COSTRUIRE Ditta: Oggetto:

Dettagli

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova Sportello Unico per l Edilizia SCHEMA ANALITICO DELLE SUPERFICI E VOLUMI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 16 DEL

Dettagli

CASE IN VENDITA A SIENA SETTEMBRE 2011

CASE IN VENDITA A SIENA SETTEMBRE 2011 CASE IN VENDITA A SIENA SETTEMBRE 2011 REF 487/07 SIENA, SAN DALMAZIO Dimora nobile con vista su Siena A 4 km da Siena, all interno di un antica tenuta del 1600 dimora nobile con viale e parco privato,

Dettagli

TARIFFA COLLAUDI STATICI

TARIFFA COLLAUDI STATICI A) - ADEMPIMENTI TECNICI: TARIFFA COLLAUDI STATICI il documento da redigere da parte del Collaudatore dovrà comprendere: - relazione illustrativa dell opera; - esame degli elaborati grafici del progetto;

Dettagli

Detraibile. Installazione di macchinari esterni

Detraibile. Installazione di macchinari esterni INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITA' IMMOBILIARI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali o di altre unità Spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche

Dettagli

Corso di Valutazione Economica dei Progetti A.A. 2007/2008. Il costo globale. Proff. : F. Calabrò, L. Della Spina Collaboratori: D. Campolo, R.

Corso di Valutazione Economica dei Progetti A.A. 2007/2008. Il costo globale. Proff. : F. Calabrò, L. Della Spina Collaboratori: D. Campolo, R. Corso di Valutazione Economica dei Progetti A.A. 2007/2008 Il costo globale Proff. : F. Calabrò, L. Della Spina Collaboratori: D. Campolo, R. Scrivo STABILE IN CENTRO CITTA' SUPERFICIE LORDA 5.324 MQ Energia

Dettagli

MENDRISIO VILLA FORESTA VENDESI CASA BIFAMILIARE

MENDRISIO VILLA FORESTA VENDESI CASA BIFAMILIARE MENDRISIO VILLA FORESTA Via Agostino Nizzola no. 12 VENDESI CASA BIFAMILIARE SERI INTERESSATI CONTATTARE FABRIZIO BORDOLI Via Filanda 1 6500 Bellinzona Tel. 079 670 08 24 o 091 825 13 77 Posizione: Villa

Dettagli

Le principali maggioranze assembleari

Le principali maggioranze assembleari AMMINISTRAZIONI IMMOBILIARI Gestioni e consulenze condominiali Dott. Rag. Roberto Attisano - Codice Fiscale TTSRRT82H22L117H - Cell. 333 9784125 E-mail: amministrazioniattisano@gmail.com - www.amministrazioni.altervista.org

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI La superficie catastale ai fini tarsu non è altro che una superficie fittizia, determinata secondo precisi parametri

Dettagli

Estimo Condominiale. Fasi del procedimento

Estimo Condominiale. Fasi del procedimento Estimo Condominiale Primo obbiettivo costruzione della tabella A del condominio PASINI. Secondo obiettivo ripartizione di una spesa condominiale. Procedimento analitico ( basato sull elaborazione dei dati

Dettagli

VOLUMI E SUPERFICI IN EDILIZIA Tratto da D. Borri, Lessico Urbanistico, Ed. Dedalo, BARI

VOLUMI E SUPERFICI IN EDILIZIA Tratto da D. Borri, Lessico Urbanistico, Ed. Dedalo, BARI VOLUMI E SUPERFICI IN EDILIZIA Tratto da D. Borri, Lessico Urbanistico, Ed. Dedalo, BARI RICHIAMI DI TECNICA URBANISTICA SUPERFICIE URBANA Insieme delle superfici occupate da costruzioni ed attrezzature,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA PROF. ING. S. CASCONE TIPOLOGIE EDILIZIE ABITAZIONI PERMANENTI URBANE C RESIDENZE COLLETTIVE: residence,

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 14 ALLOGGIO ASI MGE0071 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari.

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari. UNITÀ IMMOBILIARE: Sita in Roma via Giacomo Venezian, 22, piano primo interno 1 con asservito posto auto via Gaetano Sacchi,19 - DESTINAZIONE D USO: abitazione Prezzo Appartamento più Garage: 870.000 Euro

Dettagli

La stima del valore delle aree

La stima del valore delle aree Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto La stima del valore delle aree Docente:

Dettagli

RESIDENZA - NUOVE COSTRUZIONI

RESIDENZA - NUOVE COSTRUZIONI COMUNE DI REGGIOLO P..za Martiri n.38 42046 REGGIOLO (RE) Servizio Assetto ed Uso del Territorio e Ambiente TEL. 0522/213702-15-16-17-32-36 FAX. 0522/973587 e-mail : ufftecnico@comune.reggiolo.re.it CALCOLO

Dettagli

AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA C/o Ufficio Tecnico Comunale Via XX Settembre, 22-21032 - CARAVATE

AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA C/o Ufficio Tecnico Comunale Via XX Settembre, 22-21032 - CARAVATE C O M U N E D I C A R A V A T E P r o v i n c i a d i V a r e s e A R E A T E C N I C A E d i l i z i a P r i v a t a e d U r b a n i s t i c a Via XX Settembre, 22 21032 - Caravate (VA) Tel. 0332-601355/601261

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7 Caso 7 Stima del mercato rurale mediante il criterio del valore di trasformazione: valore di trasformazione di una corte colonica ubicata in un podere nella pianura Bolognese Indice 1. Conferimento dell

Dettagli

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE SERVIZIO URBANISTICA -Sportello Unico Edilizia CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Pratica edilizia n Anno Richiedente Intervento: in via Oneri di Urbanizzazione: EDILIZIA RESIDENZIALE COMMERCIALE DIREZIONALE

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA

COMUNE DI SENIGALLIA COMUNE DI SENIGALLIA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI RESIDENZIALI NEL COMPARTO 17R DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE SITO IN CESANO DI SENIGALLIA DITTA: EDRA IMMOBILIARE S.r.l. Via Cimabue, n 7 - SENIGALLIA

Dettagli

AREA PROFESSIONALIZZANTE

AREA PROFESSIONALIZZANTE LOMBARDIA Viale Monza 59 20127 Milano tel. 02.26119251 lombardia@enforma.biz VENETO via Lamarmora 12/2 30173 Mestre VE tel. 041.610918 veneto@enforma.biz www.enforma.biz Regione Lombardia Accreditamento

Dettagli

Fabio Gelli. Associato U.N.A.I. Unione Nazionale Amministratori d Immobili

Fabio Gelli. Associato U.N.A.I. Unione Nazionale Amministratori d Immobili Fabio Gelli Associato U.N.A.I. Unione Nazionale Amministratori d Immobili Detrazioni fiscali per il risparmio energetico e le Ristrutturazioni Edilizie RISPARMIO ENERGETICO nel condominio bonus dal 50

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI)

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI) MODELLO A Stresa, lì. Prot. N.. Spett.le Sportello Unico Edilizia Privata Comune di Stresa OGGETTO: DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO

Dettagli

Dott. Ing. Andrea Trabucchi tel: 339 8475543 e mail: andreatrabucchi@gmail.com andreatrabucchi@pec.it

Dott. Ing. Andrea Trabucchi tel: 339 8475543 e mail: andreatrabucchi@gmail.com andreatrabucchi@pec.it Perizia di stima Fallimento EdilSilva srl n. 31/2014 Tribunale di Piacenza Giudice: Dott. Maurizio Boselli Curatore: Avv. Renza Bravi *** n 1 Appartamento con Cantina - n 3 Autorimesse Via Guglielmo da

Dettagli

Informazioni e Calcolo ICI 2007

Informazioni e Calcolo ICI 2007 COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze e Contabilità Ufficio Tributi I.C.I. www.chioggia.org Tributi@chioggia.org Informazioni e Calcolo ICI 2007 NOVITA DAL 1 GENNAIO 2007 L ACCONTO ICI DEVE ESSERE VERSATO

Dettagli

Tabelle Millesimali. A scopo esemplificativo, siamo un esempio dei coefficienti, utilizzando quello di destinazione:

Tabelle Millesimali. A scopo esemplificativo, siamo un esempio dei coefficienti, utilizzando quello di destinazione: Tabelle Millesimali Le tabelle millesimali sono previste e disciplinate dagli artt. 68 e 69 delle disposizioni di attuazione del codice civile, i quali stabiliscono che il regolamento di condominio precisi

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

Ristrutturazione: immobili interessati

Ristrutturazione: immobili interessati Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 348 17.12.2013 Ristrutturazione: immobili interessati Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Gli interventi, oggetto dell agevolazione

Dettagli

COMUNE DI CHERASCO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ART. 34 COMMA 2 DEL D.P.R. 380/01

COMUNE DI CHERASCO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ART. 34 COMMA 2 DEL D.P.R. 380/01 COMUNE DI CHERASCO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ART. 34 COMMA 2 DEL D.P.R. 380/01 Approvato con atto deliberativo del Consiglio Comunale n. 68 del 16.11.2010 REGOLAMENTO PER L APLLICAZIONE DELL

Dettagli

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it sicurezza fotovoltaico s o l u z i o n i i m m o b i l i a r i Quando un edificio va a rotoli La demolizione di edifici mediante cariche esplosive è una tecnica molto utilizzata soprattutto all estero,

Dettagli

RESIDENZE PARCO MONTERICCO

RESIDENZE PARCO MONTERICCO RESIDENZE PARCO MONTERICCO LA NATURA Privilegio di chi abiterà in queste case sarà partecipare con la natura ai cambiamenti stagionali. Le residenze Parco Montericco dispongono di ampie aree verdi e sono

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

CASE IN VENDITA A SIENA AGOSTO 2011

CASE IN VENDITA A SIENA AGOSTO 2011 CASE IN VENDITA A SIENA AGOSTO 2011 REF 608 SIENA, TERRENSANO Dimora in villa nobile seicentesca A 2 km da Siena, all interno di un antica villa seicentesca, bellissima porzione finale su due livelli con

Dettagli

CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02.

CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02. CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02. Determinazione del prezzo di cessione degli alloggi: Le convenzioni

Dettagli