Erasmus+ Application Form. Call: 2014 KA2 Cooperation and Innovation for Good Practices. A. General Information. B. Context

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Erasmus+ Application Form. Call: 2014 KA2 Cooperation and Innovation for Good Practices. A. General Information. B. Context"

Transcript

1 A. General Information Erasmus+ This application form consists of the following main sections: - Context: this section asks for general information about the type of project proposal you want to submit; - Participating organisation(s): this section asks for information about the applicant organisation and about other participating organisations involved as partners in the project; - Description of the project: this section asks for information about the stages of the project which should include: preparation, implementation and follow-up; - Budget: in this section you will be asked to give information about the amount of the EU grant you request; - Project Summary: In this section you should describe in a compact way your project's rational, objectives and how you intend to achieve these; - Check List/Data Protection Notice/Declaration of Honour: in these sections, the applicant organisation is made aware of important conditions linked to the submission of the grant request; - Annexes: in this section, the applicant needs to attach additional documents that are mandatory for the completion of the application; - Submission: in this section, the applicant will be able to confirm the information provided and to submit the form electronically; For more information on how to fill in this application form, you can read the e-forms Guideline. B. Context Programme Key Action Action Field Is your partnership composed of only schools? Partnership between regions Erasmus+ Cooperation for innovation and the exchange of good practices Strategic Partnerships Strategic Partnerships for school education No No Call 2014 Round Round 1 Deadline for Submission (dd-mm-yyyy hh:nn:ss - Brussels, Belgium Time) Language used to fill in the form :00:00 Italian B.1. Project Identification Project Title Project Acronym Pedagogical Resources IN Teaching Science, Technology, Engineering, Mathematics PRINT STEM Project Start Date (dd-mm-yyyy) Project Total Duration (Months) 24 months Project End Date (dd-mm-yyyy) Page 1 of 90

2 Applicant Organisation Full Legal Name (Latin characters) Istituto Tecnico Industriale Statale "A.Berenini" Form hash code B.2. National Agency of the Applicant Organisation A49BFBA1B9 Identification IT02 (ITALIA) For further details about the available Erasmus+ National Agencies, please consult the following page: Page 2 of 90

3 C. Participating organisation(s) C.1. Applicant Organisation PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Istituto Tecnico Industriale Statale "A.Berenini" Acronym National ID (if applicable) NOT APPLICABLE Department (if applicable) Address Via Alfieri 4 Country Region Italy ITH5 - Emilia-Romagna P.O. Box Post Code CEDEX City Website Fidenza Telephone Telephone 2 Fax C.1.1. Profile Type of Organisation Is your organisation a public body? Is your organisation a non-profit? School/Institute/Educational centre General education (secondary level) Yes No C.1.2. Background and Experience Have you participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Page 3 of 90

4 Please indicate: EU Programme Erasmus+ Year Project Identification or Contract Number LLP COMIUS IT2-COM IST. BERINI LLP COMIUS IT2-COM IST. BERINI Applicant/Beneficiary Name C.1.3. Legal Representative Title Gender First Name Family Name MRS Female RITA Montesissa Department Position Dirigente scolastico Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.1.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name MRS Female RITA Montesissa Department Position Dirigente scolastico Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 4 of 90

5 C.2. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) CSPMI Centro Servizi PMI Soc. Cons. a r.l. Acronym National ID (if applicable) RE Department (if applicable) Address via Aristotele, 109 Country Region Italy ITH5 - Emilia-Romagna P.O. Box Post Code CEDEX City Website Reggio Emilia Telephone Telephone Fax C.2.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? School/Institute/Educational centre Vocational Training (tertiary level) No No C.2.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Please indicate: Page 5 of 90

6 EU Programme Year Lifelong Learning Programme 2013 Project Identification or Contract Number Agrreement n IT-1- LEO Applicant/Beneficiary Name Cetro Servizi PMI Soc.Cons. arl C.2.3. Legal Representative Title Gender First Name Family Name Department Position mr Male Maurizio Brevini Executive Board President Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.2.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Department Position Mr Male Andrea Parmeggiani General Management Managing Director Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 6 of 90

7 C.3. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) IISS "C.E. Gadda" Istituto di Istruzione Superiore Statale "Carlo Emilio Gadda" Acronym National ID (if applicable) PRTF02000R Department (if applicable) Address via Nazionale, 6 Country Region Italy ITH5 - Emilia-Romagna P.O. Box Post Code CEDEX City Website Fornovo Taro (PR) Telephone Telephone 2 Fax C.3.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? School/Institute/Educational centre Vocational Training (secondary level) Yes No C.3.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? No C.3.3. Legal Representative Page 7 of 90

8 Title Gender First Name Family Name Department Position MRS Female Margherita RABAGLIA HEAD MASTER Dirigente Scolastico Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.3.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Department Position MRS Female MARGHERITA RABAGLIA HEAD MASTER Dirigente Scolastico Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 8 of 90

9 C.4. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Forma Futuro Soc. Cons.a r.l Forma Futuro Soc Cons. a r.l. Acronym National ID (if applicable) Department (if applicable) Address Via La Spezia 110 Country Region Italy ITH5 - Emilia-Romagna P.O. Box Post Code CEDEX City Website PARMA Telephone Telephone 2 Fax C.4.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Accreditation, certification or qualification body No No C.4.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? No C.4.3. Legal Representative Page 9 of 90

10 Title Gender First Name Family Name mr Male GIOVANNI CAPECE Department Position Legal representative and president Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.4.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name MR Male GIOVANNI CAPECE Department Position Legal representative and president Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 10 of 90

11 C.5. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Acronym Kirkby Stepehn Grammar School Kirkby Stephen Grammar School KSGS National ID (if applicable) Department (if applicable) Address Country Region Education Christian Head United Kingdom UKD1 - Cumbria P.O. Box Post Code CA17 4HA CEDEX City Website Carlisle Telephone Telephone 2 Fax C.5.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Other No Yes C.5.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? No C.5.3. Legal Representative Page 11 of 90

12 Title Gender First Name Family Name Department Position Mrs Female Ruth Houston Education Head Teacher Telephone (0) If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.5.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Department Position Mr Male Kevin Gough Education Head of Department Telephone (0) If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 12 of 90

13 C.6. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Danmar Computers Acronym National ID (if applicable) 9908T Department (if applicable) Address Hoffmanowej 19 Country Poland Region P.O. Box Post Code CEDEX City Website Rzeszow Telephone Telephone 2 Fax C.6.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Small and medium sized enterprise No No C.6.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Please indicate: Page 13 of 90

14 EU Programme Erasmus+ Year Project Identification or Contract Number LLP GB2-LEO Applicant/Beneficiary Name Danmar Computers Małgorzata Mikłosz LLP 2013 LLP/LdV/TOI/2013/IRL-506 Institute of Technology Tralee LLP ES1-LEO LLP 2013 DE/13/LLP-LdV/ToI/ LLP PL1-LEO LLP PL1-LEO Asociación de la Industria Navarra Berufsgenossenschaaftliche Unfallklinik Murnau Danmar Computers Małgorzata Mikłosz Danmar Computers Małgorzata Mikłosz C.6.3. Legal Representative Title Gender First Name Family Name Department Position Mrs Female Małgorzata Mikłosz training Executive Manager Telephone ext. 25 If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.6.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Mr Male Krzysztof Ciąpała Department Position IT IT Director Page 14 of 90

15 Telephone ext. 25 If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 15 of 90

16 C.7. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Acronym AIJU ASOCIACION DE INVESTIGACION DE LA INDUSTRIA DEL JUGUETE, CONEXAS Y AFINES AIJU National ID (if applicable) Department (if applicable) N/A Address AVIDA DE LA INDUSTRIA 23 Country Spain Region P.O. Box 000 Post Code CEDEX City Website IBI (ALICANTE) Telephone Telephone 2 Fax C.7.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Other No Yes C.7.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Please indicate: Page 16 of 90

17 EU Programme Lifelong Learning Programme - Leonardo da Vinci Lifelong Learning Programme - Leonardo da Vinci Erasmus+ Year Project Identification or Contract Number HR1-LEO AIJU (Spain) Applicant/Beneficiary Name Tehnička škola Sisak (Croatia) Eurostars Programme 2012 E!73301 EBRIM Rotomoulding S.L. (Spain). 7th Framework Programme AIJU (Spain) Life+ Programme 2011 LIFE11 V/ES/513 AIJU (Spain) C.7.3. Legal Representative Title Gender First Name Family Name Mr Male Manuel Aragonés Department Position N/A Managing Director Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.7.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Mr Male Jaime Vilaplana Department Position International Project Office European Project Page 17 of 90

18 Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 18 of 90

19 C.8. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) SABANCIKTML SABANCI KIZ TEKNIK VE MESLEK LISESI Acronym National ID (if applicable) TR Department (if applicable) Address Country Region ATATURK CADDDESI NO:30 Turkey TR621 - Adana P.O. Box Post Code CEDEX City Website ADANA Telephone Telephone 2 Fax C.8.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? School/Institute/Educational centre Vocational Training (secondary level) Yes Yes C.8.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Please indicate: Page 19 of 90

20 EU Programme LLP Comenius Multilateral Erasmus+ Year Project Identification or Contract Number Applicant/Beneficiary Name TR1-COM Sabancı Kız Teknik ve Meslek Lisesi C.8.3. Legal Representative Title Gender First Name Family Name Department Position Telephone 1 Mrs Female Kezban Oymakcıer Administration Headmaster If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.8.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name Department Mr Male Levent Öztürk Foreign Languages Position Telephone 1 Language Teacher If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 20 of 90

21 C.9. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Acronym National ID (if applicable) 1epalchanion 1 EPAL OF CHANIA not applicable Department (if applicable) Address KORAI 1 Country Region Greece EL43 - Κρήτη (Kriti) P.O. Box Post Code CEDEX City Website CHANIA Telephone Telephone 2 Fax C.9.1. Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Other Yes Yes C.9.2. Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? No C.9.3. Legal Representative Page 21 of 90

22 Title Gender First Name Mr Male Stylianos Family Name Department Zervakis School Position headmaster Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C.9.4. Contact Person Title Gender First Name Family Name teacher Female Mina Tsare Department Position DIRECTOR Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 22 of 90

23 C.10. Partner Organisation Erasmus+ PIC Full legal name (National Language) Full legal name (Latin characters) Acronym Evropská rozvojová agentura, s.r.o. Evropská rozvojová agentura, s.r.o. EUDA National ID (if applicable) Department (if applicable) Address Na Čihadle 959/55 Country Region Czech Republic CZ010 - Hlavní město Praha P.O. Box Post Code CEDEX City Website Praha Telephone Telephone Fax C Profile Type of Organisation Is the partner organisation a public body? Is the partner organisation a non-profit? Other No No C Background and Experience Has the partner organisation participated in a European Union granted project in the 3 years preceding this application? Yes Please indicate: Page 23 of 90

24 EU Programme Erasmus+ Year Project Identification or Contract Number Applicant/Beneficiary Name LLP - Leonardo da Vinci 2013 CZ/13/LLP- LdV/PS/P/ European Development Agency Erasmus 2013 ERA-ZO European Development Agency OP VK CZ.1.07/3.2.11/ European Development Agency OP LZZ CZ.1.04/5.1.01/ European Development Agency OP PA 2012 CZ.2.17/1.1.00/34063 European Development Agency LLP - Gruntvig LLP ES- GRUNDTVIGGMP European Development Agency Central Europe CE535P3 Central Europe CE517P1 University of Bologna - Medical and Veterinary Sciences Department South Transdanubian Regional Innovation Agency C Legal Representative Title Gender First Name Family Name Mr Male Martin Synkule Department Position Managing Director Telephone If the address is different from the one of the organisation, please tick this box C Contact Person Title Gender First Name Family Name Mrs Female Martina Černíková Department Page 24 of 90

25 Position Telephone 1 Head of Project Department If the address is different from the one of the organisation, please tick this box Page 25 of 90

26 D. Description of the Project Erasmus+ What is the rationale of this project, in terms of objectives pursued and needs to be addressed? Fra le cause dell'abbandono precoce della scuola secondaria superiore da parte di studenti con un basso livello di competenze di base, si annoverano gli insuccessi nell'apprendimento delle competenze di literacy matematica e scientifica e più generalmente dei linguaggi formali e codificati. Secondo lo "Strategic Framework for European Cooperation in Education and Training (ET2020) Council Conclusions", l'obiettivo è di portare il numero degli studenti europei di 15 anni con abilità insufficienti nell'ambito delle discipline matematiche e scientifiche, a meno del 15% entro il In Europa nel 2009, il numero degli studenti con abilità insufficienti, secondo lo standard PISA, in ambito scientifico, era pari al 17%. In Italia la percentuale era piu' alta, si attestava attorno al 20%. I numero della matematica sono peggiori. Nel 2009 il numero di studenti che non aveva raggiunto un punteggio sufficiente in matematica in Europa era del 21%, metre in Italia era del 25%. Come si legge dal Documento "Mathematics Education in Europe: Common Chanllenges and National Policies" (Education, Audiovisual and Culture Executive Agency- EACEA P9 Eurydice- 2013), differenti approcci di insegnamento, possono migliorare le attitudini, i livelli di attenzione degli studenti e aprire a nuove possibilità di insegnamento. Le indicazioni di policy per il miglioramento dei risultati di apprendimento delle discipline matematiche e scientifiche convergono sui seguenti aspetti: 1) Impostazione del curricula attraverso la strutturazione di learning outcomes (PISA) 2) L'interdisciplinarità dei curricula (cross curricula e collegamenti fra i contenuti delle diverse discipline) per una maggiore comprensione dei processi 3)Il collegamento tra le conoscenze acquisite a scuola e le esperienze personali e i problemi della vita quotidiana. La matematica in particolare, ma anche molte discipline scientifiche, è troppo spesso percepita dagli studenti come qualcosa di astratto, disconesso dalle loro percezioni ed esperienze quotidiane. Questo scollamento porta ad un disinteresse verso tali discipline e ad un progressivo abbandono di quelle materie che invece rappresentano una leva fondamentale per un mercato del lavoro, quello europeo, che offre, a chi possiede tali competenze, moltissime possibilità di impiego. Per questo diventa fondamentale sviluppare metodologie formative che favoriscano interesse e motivazione per la matematica e le discipline scientifiche. L'innovazione della tecnologia didattica in tali discipline, l'introduzione della tecnologia ICT, possono rappresentare un efficace contrasto alle difficoltà in cui incorrono gli alunni nell'apprendimento dei saperi matematici, scientifici e tecnici previsti dal curricolo, favorendo la diretta applicazione dei concetti teorici alla realizzazione di un progetto o alla risoluzione pratica di un problema, direttamente applicato alla vita reale e che permetta pertanto di capire l'utilità delle nozioni apprese, stimolando la creatività, la voglia di conoscere, l'autonomia e la soddisfazione di creare qualcosa di cui toccare con mano la funzionalità. A partire da recenti sperimentazioni condotte nel Regno Unito, per iniziativa del Dipartimento dell'educazione, il presente progetto intende sviluppare, sperimentare e modellizzare soluzioni d'impiego delle stampanti 3D applicate alla didattica delle discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematic). Le stampanti 3D (tecnologia che permette la stampa tridimensionale di oggetti, a partire dalla loro rappresentazione grafica in 3D) possono favorire l'innovazione della didattica secondo 2 logiche distinte e complementari: a) logica del project work (con focus su design e tecnologia applicata), mediante cui viene ripercorso il processo di ingegnerizzazione e produzione di un oggetto: ideazione, progettazione, modellazione, realizzazione; b) logica di sperimentazione disciplinare, mediante cui si stampano oggetti tridimensionali che supportano l'osservazione riflessiva e la concettualizzazione astratta di calcoli, misure e figure geometriche (matematica), grandezze, moti e forze (fisica), particelle e strutture della materia organica e inorganica (biologia, chimica). L'introduzione della tecnologia delle stampanti 3D a supporto dell'innovazione della didattica si dimostra efficace se viene garantita la predisposizione di 2 condizioni abilitanti: 1) l'attivazione e la formazione di uno staff interdisciplinare di docenti che familiarizzano con la tecnologia, in modo che venga seguito un percorso collaborativo di gestione dei software per il disegno e la modellazione e quindi per la conversione in formato per la stampa; 2) l'accessibilità dei docenti a un supporto tecnico ( rappresentato da imprese che fanno uso delle stampanti 3D) con funzioni dimostrative delle potenzialità e di risoluzione di problemi sulla tecnologia in uso, per consentire ai docenti e agli alunni di esplorare gli approcci di insegnamento e apprendimento. In what way is the project innovative and/or complementary to other projects already carried out? La proposta intende sviluppare, anche attraverso il trasferimento e l'adattamento di buone prassi da paesi partner che le hanno già sperimentate nella loro efficacia all'interno dei rispettivi sistemi scolastici/formativi, programmi e relativi dispositivi d'impiego replicabile delle stampanti 3D. Page 26 of 90

27 La proposta intende capitalizzare i risultati attualmente conseguiti dal progetto 3D printers in schools:uses in the curriculum, realizzato, nel corso del 2013, da 21 scuole del Regno Unito, il cui scopo principale è stato quello di sperimentare l'utilizzo delle stampanti 3D per innovare le metodologie didattiche delle materie scientifiche nelle scuole di livello secondario (Science, Technology, Engineering and Mathematics). Un rapporto del Dipartimento dell'educazione del Regno Unito (DfE) dimostra che l'introduzione della tecnologia delle stampanti 3D nelle scuole di livello secondario, può favorire il potenziamento delle attività di insegnamento nelle discipline scientifiche, tecniche e matematiche, supportando efficacemente il loro apprendimento curricolare da parte degli alunni. Gli allievi delle scuole che hanno partecipato al progetto hanno utilizzato le stampanti 3D, sia per realizzazione di oggetti e modellini 3D, attraverso l'utilizzo della tecnologia CAD, sia per apprendere in modo contestualizzato, attraverso la realizzazione pratica di oggetti, i concetti astratti degli insegnamenti delle materie STEM, mediante la loro applicazione pratica. Solo a titolo esemplificativo, il dipartimento di scienze ha usato le stampanti 3D per discutere le proprietà della plastica, costruendo modelli per l'insegnamento scientifico, come molecole, cellule, ecc, ecc.. In matematica le stampanti sono state usate pe dimostrare/visualizzare, attraverso la produzione di oggetti 3D, equazioni algebriche e teoremi di geometria e trigonometria. Le stampanti 3D costituiscono una nuova frontiera ddi didattica sperimentale,poiché la possibilità di realizzare modelli tridimensionali di oggetti pensati da studenti o di concetti o artefatti matemetici o scientifici, apre nuove opportunità motivare e suscitare l'interesse degli studenti per queste discipline. Accompagnando lo sviluppo del cosiddetto movimento "Makers", nelle scuole e nelle università degli USA è già stato introdotto l insegnamento della digital fabrication. Per promuovere l utilizzo delle stampanti 3D nelle scuole, è stato avviato il programma MakerBot Academy, che prevede la consegna di una stampante 3D a tutte le scuole degli Stati Uniti. Obiettivo dell iniziativa è permettere alle nuove generazioni di conoscere e approfondire le potenzialità di questa tecnologia. Il programma ha già visto la consegna di 5000 stampanti 3D in altrettante scuole ed è nato dalla collaborazione di AutoDesk, l istituto America Makes e il portale di finanziamento dal basso DonorChoose.org. In Italia un esempio interessante è quello del Liceo Malpighi di Bologna, dove è stato presentato il progetto pilota 3d- attraverso cui si vuole insegnare agli studenti come progettare, modellare e realizzare un prodotto con una stampante 3D. Rispetto a queste ulteriori esperienze, la proposta in oggetto si prefigge lo scopo di un impiego allo stesso tempo più pervasivo e maggiormente sottotraccia della tecnologia: il focus rimane quello della didattica sperimentale senza la mimesi diretta della fabbrica digitale. How did you choose the project partners and what experiences and competences will they bring to the project? How was the partnership established and does it involve organisations that have never been previously involved in a similar project? Ciascun partner contribuisce e concorre allo sviluppo del progetto in virtù delle conoscenze e competenze specifiche possedute. All'interno della partnership sono stati individuati e assegnati ruoli funzionali, sulla scorta di un accordo preliminare sottoscritto in fase di elaborazione della proposta, appropriati e coerenti con le capacità maturate in passato da ciascun soggetto coinvolto, nonchè rispettosi dei potenziali bacini di disseminazione e ri-utilizzo di ognuno di essi, in veste di portatore di interesse nei confronti di un più ampio territorio di riferimento. In particolare, riferiti agli output: - i partner education oriented (PIC1, PIC3, PIC 5, PIC8, PIC9 ) portano esperienza sulla didattica curriculare delle discipline matematiche e scientifiche, in termini di programmi, risorse, approcci metodologici, anche sperimentali. - i partner r technology/business oriented (PIC2, PIC4, PIC 6, PIC 7) portano esperienza sulle applicazioni della tecnologia in uso e supportano le scuole nella software selection (hardware, ambienti e librerie, nuovi disegni e programmi di stampa) e nella sua riconduzione praticabile agli esperimenti previsti dai progetti didattici elaborati dai docenti delle scuole (1 esperimento per scuola per ciascuna tipologia prevista: PW, matematica, scienze - ogni scuola costituisce il suo team docenti interno, che ha in carico almeno 3 esperimenti in cui è accompagnata da un partner technology/business oriented per il supporto di cui sopra). In questo modo i docenti possono prioritariamente focalizzarsi sulla didattica sperimentale (definizione operativa degli obiettivi di apprendimento, progettazione dell'esperimento, realizzazoone e modellizzazione per il rilascio della risorsa didattica). How will cooperation and communication happen among all project partners and with other relevant stakeholders? What will be the purpose and frequency of the transnational project meetings and who will participate in them? I partner cooperano sulla base di un piano d'azione coerente con lo sviluppo delle attività richieste dagli intellectual output, in cui risultano dettagliati i compiti e gli incarichi di ciascuno nell economia del progetto. In fase di accordi nella costituzione del partenariato, i partner sottoscrivono (nei mandati) l impegno di adeguamento ai principi di buone prassi delle partnership, principi a cui verranno ricondotti eventuali conflitti che potrebbero insorgere. La comunicazione tra le istituzioni partner è garantita attraverso meeting transnazionali in compresenza e invio/scambio di informazioni attraverso contatti telefonici e/o telematici durante tutta la durata del progetto. Page 27 of 90

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario.

Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario. Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario Nunzia Cito Le metodologie e gli strumenti per la presentazione ed il monitoraggio

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

PROGETTAZIONE EUROPEA:

PROGETTAZIONE EUROPEA: PROGETTAZIONE EUROPEA: SUGGERIMENTI PER LA STESURA DI PROGETTI DI RICERCA EUROPEI A cura di: Dott.ssa Federica Fasolato Divisione Ricerca Sezione Internazionale e Nazionale ricerca@unive.it Per ulteriori

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Seminario Valutazione PON Roma, 29 marzo 2012 La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Elena Meroni - Università di Padova e INVALSI Daniele Vidoni

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 Questo capitolo descrive: A. Le scelte e i passaggi per sviluppare dispositivi per la validazione dei risultati dell

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME Leonardo da Vinci Application form 2008 TRANSFER OF INNOVATION

LIFELONG LEARNING PROGRAMME Leonardo da Vinci Application form 2008 TRANSFER OF INNOVATION LIFELONG LEARNING PROGRAMME Leonardo da Vinci Application form 2008 TRANSFER OF INNOVATION PLEASE NOTE THAT THE TABLES REFERRED TO IN CERTAIN FIELDS OF THIS FORM CAN BE FOUND IN THE ANNEX. 1. SUBMISSION

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

La prova di matematica nelle indagini IEA TIMSS e

La prova di matematica nelle indagini IEA TIMSS e PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE SULL INDAGINE OCSE-PISA E ALTRE RICERCHE NAZIONALI E INTERNAZIONALI Seminario provinciale rivolto ai docenti del Primo Ciclo La prova di matematica nelle indagini IEA

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore

Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore 1 Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore European Association for Quality Assurance in Higher Education La stampa della presente Guida è

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OECD Organisation for Economic Cooperation and Development Prova sul campo

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli