MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE"

Transcript

1 CAMPAGNA COMMERCIALE POLIZZE POSTAPROTEZIONE PICCOLA IMPRESA (2 novembre - 31 dicembre 2010) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati

2 PREMESSA 2 PRODOTTO: POLIZZE POSTAPROTEZIONE PICCOLA IMPRESA PERIODO: 2 NOVEMBRE 31 DICEMBRE 2010 UP COINVOLTI: FIGURE COINVOLTE : RESPONSABILE, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO

3 CARATTERISTICHE DELLA CAMPAGNA CONDIZIONE DI ACCESSO 3 RAGGIUNGIMENTO DELL OBIETTIVO DELL NEL PERIODO 2 NOVEMBRE - 31 DICEMBRE 2010 STABILITO IN TERMINI DI NUMERO DI POLIZZE POSTAPROTEZIONE PICCOLA IMPRESA VENDUTE Negli up che hanno realizzato la condizione di accesso sarà riconosciuto a ciascuna risorsa premiabile, al raggiungimento dell obiettivo, un bonus di 15 per ogni polizza Postaprotezione Piccola Impresa venduta dall up impresa nel periodo 2 novembre - 31 dicembre 2010 Se l obiettivo viene superato sarà riconosciuto a ciascuna risorsa premiabile un bonus di 25 per ogni polizza Postaprotezione Piccola Impresa aggiuntiva venduta dall up nel periodo 2 novembre - 31 dicembre 2010

4 CARATTERISTICHE DELLA CAMPAGNA 4 FIGURE COINVOLTE : RESPOSABILE, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO Sarà cura del Responsabile up impresa, previa condivisione con il Direttore di Filiale e in coerenza con quanto specificato nelle regole accessorie, individuare all interno degli UP impresa che hanno superato la soglia prevista, avendo particolare riguardo alla proattività commerciale evidenziata dalle risorse, i destinatari del bonus secondo quanto riportato in tabella:

5 CARATTERISTICHE DELLA CAMPAGNA 5 BONUS MASSIMO MATURABILE PER RISORSA: ESEMPIO CALCOLO BONUS: L up impresa ha un obiettivo di 5 polizze Postaprotezione Piccola Impresa nel periodo di campagna e ne vende 9. Il bonus per ciascuna risorsa premiabile è pari a 175 (15 per 5 polizze Postaprotezione Piccola Impresa occorrenti per l obiettivo +25 per 4 polizze Postaprotezione Piccola Impresa aggiuntive vendute)

6 Regole accessorie 6 Partecipa alla campagna commerciale Polizze Postaprotezione Piccola Impresa (2 novembre 31 dicembre 2010) il personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e applicato, nell ambito dell unità organizzativa di appartenenza, sui ruoli coinvolti nel presente sistema di incentivazione. Il tempo minimo di applicazione, nell ambito dell unità di appartenenza, necessario per la maturazione del bonus è pari alla metà del periodo di riferimento; i giorni di ferie vengono considerati come giornate di effettivo servizio. Nelle Zone di Servizio Minori, ai fini della determinazione del bonus individuale, le giornate di attività lavorativa svolta all interno della ZSM (presso gli UP Satellite o presso l UP Polo) vengono considerate come giornate di effettivo servizio.

7 Regole accessorie 7 Fermo restando ogni altra condizione, il pagamento dei bonus - che avverrà nel corso dell anno è riservato alle risorse che risultano in servizio al 31 dicembre I bonus previsti per la presente iniziativa costituiscono una integrazione straordinaria, di natura variabile, del trattamento economico e saranno erogati al lordo degli oneri previsti dalla Legge. I bonus vengono determinati in funzione dei risultati raggiunti ad incremento della produttività del lavoro. La partecipazione alla presente iniziativa non comporta il sorgere di alcun diritto ad analoghe erogazioni future, anche a fronte di andamenti positivi dei medesimi indicatori considerati nell ambito del presente Sistema, e non costituisce condizione per la partecipazione, negli anni a venire, ad analoghe iniziative che Poste Italiane si riserva di confermare, modificare o non prevedere. E escluso dall attribuzione del bonus eventualmente maturato nel periodo di riferimento, il personale che, nello stesso arco di tempo, abbia tenuto comportamenti professionali non coerenti con il codice etico e il codice disciplinare di Poste Italiane e sia stato conseguentemente destinatario di procedimento disciplinare che abbia comportato l applicazione di un provvedimento disciplinare più grave della multa. L erogazione del bonus sarà quindi sospesa fino alla definizione dell eventuale intervento disciplinare.

8 Regole accessorie 8 Durante il periodo di validità dell iniziativa, le presenti condizioni potranno essere soggette ad integrazioni, variazioni e/o proroghe in relazione a diversi scenari organizzativi e/o di mercato che si manifesteranno nel corso dell incentivazione in oggetto. In ogni caso le eventuali modifiche non inficeranno gli obiettivi eventualmente già raggiunti dai partecipanti. Della presente iniziativa viene data informativa alle OO.SS. ai sensi dell articolo 5, lettera A, punto C del CCNL.

CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) Posteitaliane

CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) Posteitaliane CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) PREMESSA PRODOTTI: POLIZZE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI LE POLIZZE DANNI SONO COSTITUITE DA: Postapersona

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI (1 MARZO 30 APRILE) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 SINGOLA CAMPAGNA COMMERCIALE PER: POSTA PREVIDENZA

Dettagli

CAMPAGNE COMMERCIALI PRODOTTI CORRIERE ESPRESSO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE

CAMPAGNE COMMERCIALI PRODOTTI CORRIERE ESPRESSO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE CAMPAGNE COMMERCIALI PRODOTTI CORRIERE ESPRESSO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 SINGOLA CAMPAGNA COMMERCIALE PER PRODOTTO POSTACELERE 1 + PACCOCELERE

Dettagli

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE 1 INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE (1 31 MARZO 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PRODOTTI: SIM POSTEMOBILE PERIODO: 1 31 MARZO 2011 UP COINVOLTI: TUTTI GLI ABILITATI FIGURE COINVOLTE

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE SIS

CAMPAGNA COMMERCIALE SIS (1 MARZO - 30 GIUGNO 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 PRODOTTO: OFFERTA CANALE POSTESHOP PERIODO: 1 MARZO 30 GIUGNO 2011 UP COINVOLTI: SIS ATTIVI FIGURE COINVOLTE LIVELLO

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU (3 MAGGIO - 31 AGOSTO) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE 14 maggio 2010 CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU 2 DURATA: 3 MAGGIO 2010 31 AGOSTO 2010 FINALITA :FAVORIRE LA COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU. Posteitaliane (1 FEBBRAIO - 31 MARZO) Febbraio 2010

CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU. Posteitaliane (1 FEBBRAIO - 31 MARZO) Febbraio 2010 CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU (1 FEBBRAIO - 31 MARZO) Febbraio 2010 CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU 2 DURATA: 1 FEBBRAIO 2010 31 MARZO 2010 FINALITA :FAVORIRE LA COMMERCIALIZZAZIONE DEL NUOVO CONTO BANCOPOSTA

Dettagli

Campioni New Business

Campioni New Business Campioni New Business 1 settembre 31 ottobre 2008 REGOLAMENTO 2 Il processo venta è un processo delicato soprattutto quando venamo prodotti finanziari Etica venta Proporre sempre i prodotti più adatti

Dettagli

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale. Iniziativa PAC. Modalità e Condizioni Operative

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale. Iniziativa PAC. Modalità e Condizioni Operative Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale Iniziativa PAC Modalità e Condizioni Operative 1 giugno - 31 dicembre 2010 RUO SGRU - Gestione Corporate e Bancoposta

Dettagli

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale. Iniziativa PAC. Modalità e Condizioni Operative

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale. Iniziativa PAC. Modalità e Condizioni Operative Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Vendite Pubblica Amministrazione Centrale Iniziativa PAC Modalità e Condizioni Operative 1 giugno - 31 dicembre 2010 RUO SGRU - Gestione Corporate e Bancoposta

Dettagli

Gara di Vendita SHOP IN SHOP e BASIC 26 maggio - 31 luglio 2008 REGOLAMENTO. chief network & sales office

Gara di Vendita SHOP IN SHOP e BASIC 26 maggio - 31 luglio 2008 REGOLAMENTO. chief network & sales office 1 Gara di Vendita SHOP IN SHOP e BASIC 26 maggio - 31 luglio 2008 REGOLAMENTO 2 Il processo di vendita è un processo delicato soprattutto quando vendiamo prodotti finanziari Etica di vendita Proporre sempre

Dettagli

Pacchi & Go. to Target!

Pacchi & Go. to Target! 1 Pacchi & Go. to Target! Modalità e Condizioni Operative 1 maggio - 31 luglio 2009 Mercato Privati - Clienti Affari Caratteristiche generali 2 L iniziativa Pacchi & Go to Target! vuole focalizzare l attività

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE IMPRESA IV PERIODO (1 ottobre 31 dicembre) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 A PARTIRE DA QUESTO PERIODO IL SISTEMA BASE PREVEDE UN "NUOVO MODELLO" DI INCENTIVAZIONE DEDICATO AGLI

Dettagli

Incentivazione 2010: Campagna portalettere Bancoposta Click SP/RU/OO

Incentivazione 2010: Campagna portalettere Bancoposta Click SP/RU/OO Incentivazione 2010: Campagna portalettere Bancoposta Click SP/RU/OO Nuove opportunità di Business : Portalettere 2 Per incrementare le nuove acquisizioni di conti correnti si stanno studiando nuove opportunità

Dettagli

La sperimentazione: risultati terza fase (marzo-settembre 2010)

La sperimentazione: risultati terza fase (marzo-settembre 2010) SP Risorse Umane La sperimentazione: risultati terza fase (marzo-settembre 2010) 1 Area test: 46 CD, rappresentativi di tutte le ALT PTL coinvolti: circa 2.500 Premio erogato: prima consuntivazione (marzo-giugno)

Dettagli

Articolazione Servizi Innovativi

Articolazione Servizi Innovativi Articolazione Servizi Innovativi Incentivazione Commerciale 2011 -Quarto trimestre e Rush finale - settembre 2011 Sistema incentivante: Quarto trimestre 2011 (ottobre-novembre-dicembre) e Rush finale 1

Dettagli

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Prolungamento Agosto Dicembre 09. SP Risorse Umane

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Prolungamento Agosto Dicembre 09. SP Risorse Umane Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Prolungamento Agosto Dicembre 09 L iniziativa come è nata 2 Durata: dal 6 aprile u.s. al 31 luglio p.v.- con integrazione di un secondo nucleo di altri partecipanti

Dettagli

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni

Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni Grandi Imprese e Pubbliche Amministrazioni GI PArte!!! Vendita Grandi Clienti Nord Vendita Grandi Clienti Centro Sud Vendita PAC Modalità e condizioni operative 1 Gennaio - 30 Aprile 2011 RUO SOP Organizzazione

Dettagli

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09. SP Risorse Umane

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09. SP Risorse Umane Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09 Introduzione 2 IL MERCATO CHE CAMBIA: POSTE ITALIANE Poste Mail Pack e Poste Packaging Mail Room Servizi personalizzati al destinatario Sales link

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE RETAIL BONUS PERFORMANCE ANNUO 2010 MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 IL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE BONUS PERFORMANCE ANNUO PREVEDE UN "NUOVO MODELLO" DI INCENTIVAZIONE DEDICATO

Dettagli

Presentazione del servizio di data collecting Rilevazione dei Numeri Civici (RNC)

Presentazione del servizio di data collecting Rilevazione dei Numeri Civici (RNC) SP Risorse Umane Presentazione del servizio di data collecting Rilevazione dei Numeri Civici (RNC) 1 Nell ambito delle disposizioni contenute nel Programma Statistico Nazionale 2008-2010 (art. 50, comma

Dettagli

Incontro OO.SS. Nazionali 31 marzo 2009. SP Risorse Umane

Incontro OO.SS. Nazionali 31 marzo 2009. SP Risorse Umane Sperimentazione Milano Aprile 09 Incontro OO.SS. Nazionali 31 marzo 2009 Il contesto di riferimento 2 IL MERCATO CHE CAMBIA: POSTE ITALIANE Poste Mail Pack e Poste Packaging Mail Room Servizi personalizzati

Dettagli

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09. SP Risorse Umane

Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09. SP Risorse Umane Sperimentazione Verona - Padova - Rovigo Aprile-Luglio 09 Introduzione 2 IL MERCATO CHE CAMBIA: POSTE ITALIANE Poste Mail Pack e Poste Packaging Mail Room Servizi personalizzati al destinatario Sales link

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESA IV PERIODO (1 ottobre 31 dicembre) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI

Dettagli

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009 INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009 Sintesi articolazione secondo quadrimestre 01/05/09 31/08/09 Il Comportamento Etico 2 Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti,

Dettagli

INCENTIVAZIONE RETAIL

INCENTIVAZIONE RETAIL INCENTIVAZIONE RETAIL MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Il Comportamento Etico Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti, a tutti i livelli aziendali, devono essere

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESA III PERIODO (1 luglio 30 settembre) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI

Dettagli

INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESE

INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESE INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESE VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI SISTEMA DI INCENTIVAZIONE RETAIL (2

Dettagli

MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE. Data: ottobre Redatto da: - RUO/Sviluppo e Gestione Risorse Umane - SP/Risorse Umane

MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE. Data: ottobre Redatto da: - RUO/Sviluppo e Gestione Risorse Umane - SP/Risorse Umane MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE Data: ottobre 2010 Redatto da: - RUO/Sviluppo e Gestione Risorse Umane - SP/Risorse Umane IncentivAzione 2010 Articolazione Servizi Innovativi 2 1. Premessa Il presente

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) Posteitaliane

CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) Posteitaliane CAMPAGNA COMMERCIALE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI (1 LUGLIO 30 SETTEMBRE) PREMESSA PRODOTTI: POLIZZE POSTA PREVIDENZA VALORE e POLIZZE DANNI LE POLIZZE DANNI SONO COSTITUITE DA: Postapersona

Dettagli

SISTEMA DI INCENTIVAZIONE COMMERCIALE 2009: SISTEMA BASE

SISTEMA DI INCENTIVAZIONE COMMERCIALE 2009: SISTEMA BASE SISTEMA DI INCENTIVAZIONE COMMERCIALE 2009: SISTEMA BASE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE 2 Punti di forza del Sistema Base 2009 Superamento della leva dei ricavi e sostegno dei risultati a volumi fin dai

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO IN PROPRIO

CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO IN PROPRIO CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO IN PROPRIO (22 maggio 30 giugno 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PRODOTTO: CONTO IN PROPRIO PERIODO: 2 MAGGIO 30 GIUGNO 2011 UP COINVOLTI: FIGURE COINVOLTE LIVELLO

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO BANCOPOSTA PIU

CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO BANCOPOSTA PIU CAMPAGNA COMMERCIALE CONTO BANCOPOSTA PIU (2 MAGGIO 30 GIUGNO 2011) Livello UP MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 PRODOTTI CONTO BANCOPOSTA PIU PERIODO: 2 MAGGIO 30 GIUGNO 2011

Dettagli

Iniziativa commerciale Conti Correnti Retail e Servizi Accessori

Iniziativa commerciale Conti Correnti Retail e Servizi Accessori 1 Iniziativa commerciale Conti Correnti Retail e Servizi Accessori 15 gennaio 30 aprile MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE Caratteristiche dell iniziativa : 2 Prodotti interessati: Conti Correnti Retail (

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE HOME BOX

CAMPAGNA COMMERCIALE HOME BOX CAMPAGNA COMMERCIALE HOME BOX (2 maggio 30 giugno 2011) PREMESSA 2 L INIZIATIVA SI ARTICOLA COME SEGUE: MECCANISMO SU NUMERO CONTRATTI MECCANISMO SUI RICAVI PRODOTTO: HOME BOX PERIODO: 2 MAGGIO 30 GIUGNO

Dettagli

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE 1 INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE (1 31 MARZO 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PRODOTTI: SIM POSTEMOBILE PERIODO: 1 31 MARZO 2011 UP COINVOLTI: FIGURE COINVOLTE LIVELLO : RESPONSABILE

Dettagli

(LUGLIO AGOSTO) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

(LUGLIO AGOSTO) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA COMMERCIALE TRASFERIMENTO FONDI (LUGLIO AGOSTO) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 PRODOTTI TRASFERIMENTO FONDI E COSTITUITO DALLA SOMMATORIA DI VAGLIA POSTALE,VAGLIA ON

Dettagli

Iniziativa commerciale Posta Previdenza Valore, PostaPersona e PostaCasa 2 febbraio 31 maggio

Iniziativa commerciale Posta Previdenza Valore, PostaPersona e PostaCasa 2 febbraio 31 maggio 1 Iniziativa commerciale Posta Previdenza Valore, PostaPersona e PostaCasa 2 febbraio 31 maggio MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE Caratteristiche dell iniziativa : 2 Prodotti interessati : Posta Previdenza

Dettagli

CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU (3 MAGGIO - 31 AGOSTO) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE 14 maggio 2010 CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU 2 DURATA: 3 MAGGIO 2010 31 AGOSTO 2010 FINALITA :FAVORIRE LA COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE

INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE 1 INIZIATIVA COMMERCIALE SIM POSTEMOBILE (1 31 MARZO 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PRODOTTI: SIM POSTEMOBILE PERIODO: 1 31 MARZO 2011 UP COINVOLTI: TUTTI GLI ABILITATI FIGURE COINVOLTE

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU (1 FEBBRAIO - 31 MARZO) estensione del periodo campagna al 30 aprile MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA CONTO BANCOPOSTA PIU 2 DURATA: 1 FEBBRAIO 2010 31 MARZO 2010

Dettagli

Iniziativa commerciale PosteMobile

Iniziativa commerciale PosteMobile 1 Iniziativa commerciale PosteMobile 2 febbraio 30 aprile MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE Caratteristiche dell iniziativa : 2 Prodotti interessati : attivazioni di SIM PosteMobile, richieste di Mobile

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI FINANZIAMENTO

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI FINANZIAMENTO CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI FINANZIAMENTO (1 MARZO 16 APRILE 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PRODOTTO: FINANZIAMENTO (PRESTITI PERSONALI + PRONTISSIMO + CESSIONE DEL QUINTO + MUTUI)

Dettagli

CAMPAGNE COMMERCIALE PRODOTTI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

CAMPAGNE COMMERCIALE PRODOTTI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNE COMMERCIALE PRODOTTI CORRIERE ESPRESSO NAZIONALE (compreso Home Box) + PACCOCELERE INTERNAZIONALE+ EMS/QPE+ PACCOCELERE IMPRESA (Nazionale) + RACCOMANDATA 1 BUSINESS (1 APRILE 31 MAGGIO 2011)

Dettagli

Verbale d intesa in materia di produttività per l anno 2014

Verbale d intesa in materia di produttività per l anno 2014 Verbale d intesa in materia di produttività per l anno 2014 sottoscritto il 23,12.2014 a Roma In data intesa: 23.12.2014 le delegazioni sottoscrivono il seguente Verbale di PER L INPS Il Presidente delle

Dettagli

(1 FEBBRAIO 30 APRILE 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

(1 FEBBRAIO 30 APRILE 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE INCENTIVAZIONE INBOUND CONTACT CENTER PER POSTEMOBILE (1 FEBBRAIO 30 APRILE 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 PRODOTTI SIM POSTEMOBILE CON ATTIVAZIONE DI OPZIONI TARIFFARIE

Dettagli

INCENTIVAZIONE IN BOUND CONTACT CENTER PER POSTEMOBILE (2 MAGGIO 30 LUGLIO 2011) Posteitaliane

INCENTIVAZIONE IN BOUND CONTACT CENTER PER POSTEMOBILE (2 MAGGIO 30 LUGLIO 2011) Posteitaliane INCENTIVAZIONE IN BOUND CONTACT CENTER PER POSTEMOBILE (2 MAGGIO 30 LUGLIO 2011) PREMESSA 2 L INIZIATIVA SI ARTICOLA COME SEGUE: MECCANISMO DI BASE MECCANISMO DI TEAM FIGURE COINVOLTE PER ENTRAMBI I MECCANISMI

Dettagli

DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno

DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno 2015: indirizzi alla dirigenza. La Giunta, vista la determinazione

Dettagli

INCENTIVAZIONE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Mercato Privati

INCENTIVAZIONE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Mercato Privati INCENTIVAZIONE MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati Il Comportamento Etico 2 Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti, a tutti i livelli aziendali, devono

Dettagli

Piano di Trasformazione 2019 Sistema di valorizzazione professionale del Personale di Unicredit SpA. Milano, 4 febbraio 2017

Piano di Trasformazione 2019 Sistema di valorizzazione professionale del Personale di Unicredit SpA. Milano, 4 febbraio 2017 Piano di Trasformazione 2019 Sistema di valorizzazione professionale del Personale di Unicredit SpA Milano, 4 febbraio 2017 Approfondimento a cura degli Organi di Coordinamento di UNISIN Unicredit 1 2

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza PREMESSO

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza PREMESSO CRITERI DI CORRESPONSIONE DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO AI DIRIGENTI DI UFFICI NON DI VERTICE E AI FUNZIONARI INCARICATI DELLA DIREZIONE PROVVISORIA DI DETTI UFFICI PER L ANNO 2010 I rappresentanti dell

Dettagli

COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO

COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI SANT AGOSTINO CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE DEGLI ENTI LOCALI E RELATIVO AI CRITERI DI QUANTIFICAZIONE ED IMPIEGO DEL FONDO RELATIVO ALLE RISORSE PER LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO CONSIGLIO DI BACINO DOLOMITI BELLUNESI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE ALTO VENETO Legge Regionale 27 aprile 2012 n. 17 REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Dettagli

ACCORDO 18 FEBBRAIO tra. ANIEM - Associazione Nazionale Imprese Edili. la FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL. si conviene quanto segue

ACCORDO 18 FEBBRAIO tra. ANIEM - Associazione Nazionale Imprese Edili. la FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL. si conviene quanto segue ACCORDO 18 FEBBRAIO 2002 Addì 18 febbraio 2002, in Roma AUMENTI RETRIBUTIVI tra ANIEM - Associazione Nazionale Imprese Edili e la FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si conviene quanto segue In attuazione

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI PRODUTTIVITA

VERBALE DI ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI PRODUTTIVITA VERBALE DI ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI PRODUTTIVITA In data 11 maggio 2004 tra Poste Italiane Spa e le Segreterie Nazionali di SLC CGIL, SLP CISL, UILPOST, FAILP CISAL, SAILP CONFSAL, UGL COMUNICAZIONI

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 24 luglio 2017, n Approvazione del disciplinare del servizio di mensa per i dipendenti regionali.

Deliberazione della Giunta Regionale 24 luglio 2017, n Approvazione del disciplinare del servizio di mensa per i dipendenti regionali. REGIONE PIEMONTE BU34 24/08/2017 Deliberazione della Giunta Regionale 24 luglio 2017, n. 39-5423 Approvazione del disciplinare del servizio di mensa per i dipendenti regionali. A relazione dell'assessore

Dettagli

Sistema di Incentivazione 2009 per il Personale di Rete della Divisione Banca dei Territori

Sistema di Incentivazione 2009 per il Personale di Rete della Divisione Banca dei Territori Sistema di Incentivazione 2009 per il Personale di Rete della Divisione Banca dei Territori Incontro con OO.SS. 9 Luglio 2009 1 Principali linee guida Il Sistema di Incentivazione 2009 ha lo scopo di promuovere

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE RETAIL II periodo 1 aprile 30 giugno 2011 MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Il Comportamento Etico Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti, a tutti

Dettagli

ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI RISULTATO AZIENDALE

ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI RISULTATO AZIENDALE ACCORDO IN MATERIA DI PREMIO DI RISULTATO AZIENDALE Tra AGOS DUCATO SPA e Rappresentanze sindacali aziendali Premesso che 1. in Agos Ducato si applica il CCNL Credito ABI tempo per tempo vigente; 2. l

Dettagli

COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA ANNO 2009.

COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA ANNO 2009. COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA ANNO 2009. RELAZIONE ILLUSTRATIVA TECNICO-FINANZIARIA Premesso che

Dettagli

2 novembre - 31 dicembre 2010

2 novembre - 31 dicembre 2010 2 novembre - 31 dicembre 2010 Kit di Formazione per i Portalettere a cura dei Resp. CD Indice 2 Premessa Presentazione del sistema incentivante Meccanismo di incentivazione Regole accessorie Premessa:

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza PREMESSO VISTO

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza PREMESSO VISTO CRITERI DI CORRESPONSIONE DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO AI DIRIGENTI DI UFFICI NON DI VERTICE E AI FUNZIONARI INCARICATI DELLA DIREZIONE PROVVISORIA DI DETTI UFFICI PER L ANNO 2012 I rappresentanti dell

Dettagli

Sistema Incentivante 2008

Sistema Incentivante 2008 Jesi, 25 marzo 2008 Sistema Incentivante 2008 Informativa agli Organismi Sindacali Aziendali ai sensi dell art. 44, comma 4, del CCNL 12/2/2005, così come modificato dall accordo di rinnovo dell 8/12/2007.

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto 1. Il

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESA II periodo 1 aprile 30 giugno 2011 MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento per la risoluzione consensuale del Approvato con D.G.C. n. 367 del 11/09/2008 Modificato con D.G.C. n. 134 del 01/04/2009 (art. 17 CCNL Regioni Autonomie Locali Area Dirigenza

Dettagli

Comune di Bertinoro Provincia di Forlì Cesena

Comune di Bertinoro Provincia di Forlì Cesena Allegato A Comune di Bertinoro Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEGLI ISTITUTI CONTRATTUALI RELATIVI ALLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

VERBALE D INCONTRO. e le OO.SS. nazionali FP CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FIADEL CISAL

VERBALE D INCONTRO. e le OO.SS. nazionali FP CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FIADEL CISAL VERBALE D INCONTRO Addi, 15 luglio 2003 tra FISE Federazione Imprese di Servizi e le OO.SS. nazionali FP CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FIADEL CISAL è stato sottoscritto il presente Verbale col quale le

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Posteitaliane

MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Posteitaliane INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESA BONUS PERFORMANCE ANNUO 2010 MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI BONUS

Dettagli

Ipotesi di accordo relativo alla distribuzione del Fondo Unico di Amministrazione dell Agenzia Industrie Difesa per l anno 2016

Ipotesi di accordo relativo alla distribuzione del Fondo Unico di Amministrazione dell Agenzia Industrie Difesa per l anno 2016 1 MINISTERO DELLA DIFESA AGENZIA INDUSTRIE DIFESA DIREZIONE GENERALE Via XX Settembre, 123/a 00187 ROMA Posta elettronica: aid@agenziaindustriedifesa.it Posta elettronica certificata: aid@postacert.difesa.it

Dettagli

CAMPAGNA PRESTITI e MUTUI BANCOPOSTA. Integrazione. 2 maggio 31 luglio 2008. Chief Network & Sales Office

CAMPAGNA PRESTITI e MUTUI BANCOPOSTA. Integrazione. 2 maggio 31 luglio 2008. Chief Network & Sales Office CAMPAGNA PRESTITI e MUTUI BANCOPOSTA 2 maggio 31 luglio 2008 Integrazione Campagna di prodotto Prestiti: Professional Commerciale 2 Nei 171 UP con l Area prodotti finanziari - Finanziamenti in cui è presente

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA (art.40, comma 3 sexies D.Lgs n.165/2001)

RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA (art.40, comma 3 sexies D.Lgs n.165/2001) 1 MINISTERO DELLA DIFESA AGENZIA INDUSTRIE DIFESA DIREZIONE GENERALE Via XX Settembre, 123/a 00187 ROMA Posta elettronica: aid@agenziaindustriedifesa.it Posta elettronica certificata: aid@postacert.difesa.it

Dettagli

SLC-CGIL Sindacato Lavoratori della Comunicazione di Napoli. Unione degli Industriali di Roma

SLC-CGIL Sindacato Lavoratori della Comunicazione di Napoli. Unione degli Industriali di Roma Unione degli Industriali di Roma CONFINDUSTRIA Addì 3 giugno 2002, in Roma, presso la Sede dell Unione degli Industriali di Roma TRA - la Società TELECOM ITALIA S.p.A, assistita dall Unione degli Industriali

Dettagli

CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA DIREZIONE MERCATI AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO Milano, 12 settembre 2014 Premessa Il contenuto della Scheda

Dettagli

===================================================================== IL SEGRETARIO GENERALE

===================================================================== IL SEGRETARIO GENERALE DETERMINAZIONE SEGRETARIALE N 2 DEL 09/01/2014 Oggetto: Conferimento incarico di posizione organizzativa del Servizio Registro Imprese, Albi e Ruoli alla Dott.ssa Anna Rita Fraraccio per l'anno 2014. =====================================================================

Dettagli

ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE.

ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE. ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE. (***) Testo così modificato dalla delibera di Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ATTRIBUZIONE DEL COMPENSO PER LE SPECIFICHE RESPONSABILITA * * *

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ATTRIBUZIONE DEL COMPENSO PER LE SPECIFICHE RESPONSABILITA * * * REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ATTRIBUZIONE DEL COMPENSO PER LE SPECIFICHE RESPONSABILITA * * * Adottato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 185/2013 e modificato con Deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

CCNL AGENZIA DEL DEMANIO 1 BIENNIO ECONOMICO

CCNL AGENZIA DEL DEMANIO 1 BIENNIO ECONOMICO CCNL AGENZIA DEL DEMANIO 1 BIENNIO ECONOMICO 2004-2006 www.fpcgil.it CCNL AGENZIA DEMANIO 1 BIENNIO ECONOMICO 2004-2006 Pag. 2 INDICE TABELLA A TRASPOSIZIONE AUTOMATICA NEL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE TABELLA

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del 20-7-2016 35617 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 luglio 2016, n. 986 Avvio attività formative rivolte ai vincitori collocati nelle graduatorie

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate, di seguito denominata Agenzia, e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza

I rappresentanti dell Agenzia delle Entrate, di seguito denominata Agenzia, e delle Organizzazioni Sindacali dell area VI della Dirigenza ACCORDO DEFINITIVO SUI CRITERI DI CORRESPONSIONE DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO AI DIRIGENTI DI UFFICI NON DI VERTICE E AI FUNZIONARI INCARICATI DELLA DIREZIONE PROVVISORIA DI DETTI UFFICI PER L ANNO

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 287 / 2014 del 30/12/2014

DETERMINAZIONE N. 287 / 2014 del 30/12/2014 COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DETERMINAZIONE N. 287 / 2014

Dettagli

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009. Sintesi articolazione secondo quadrimestre 01/05/09 31/08/09

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009. Sintesi articolazione secondo quadrimestre 01/05/09 31/08/09 INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009 Sintesi articolazione secondo quadrimestre 01/05/09 31/08/09 Mercato Privati Il Comportamento Etico 2 Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti

Dettagli

La contrattazione integrativa nel settore turismo. Roma, 1 febbraio 2010

La contrattazione integrativa nel settore turismo. Roma, 1 febbraio 2010 La contrattazione integrativa nel settore turismo Roma, 1 febbraio 2010 I nuovi assetti contrattuali Il Protocollo sulla riforma degli assetti contrattuali del 22 gennaio 2009 ha confermato l articolazione

Dettagli

Assemblea Generale dei Soci Delegati 31 maggio 2013 REGOLAMENTO RISTORNI E CAPITALIZZAZIONE

Assemblea Generale dei Soci Delegati 31 maggio 2013 REGOLAMENTO RISTORNI E CAPITALIZZAZIONE Assemblea Generale dei Soci Delegati 31 maggio 2013 REGOLAMENTO RISTORNI E CAPITALIZZAZIONE Premesso che: - la Cooperativa persegue lo scopo di valorizzare al meglio le produzioni agricole dei propri Soci

Dettagli

ACCORDO COLLETTIVO PER IL MANTENIMENTO DELLE CONDIZIONI DI MAGGIOR FAVORE ACCORDO COLLETTIVO:

ACCORDO COLLETTIVO PER IL MANTENIMENTO DELLE CONDIZIONI DI MAGGIOR FAVORE ACCORDO COLLETTIVO: 1 ACCORDO COLLETTIVO PER IL MANTENIMENTO DELLE CONDIZIONI DI MAGGIOR FAVORE Addì, 20 ottobre 2014, in Arenzano, tra Coop Liguria scc, Divisione Ipermercati, rappresentata dal Presidente del Consiglio di

Dettagli

DI DIPENDENTI O DI COLLABORATORI NON LEGATI ALLA SOCIETÀ DA RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO

DI DIPENDENTI O DI COLLABORATORI NON LEGATI ALLA SOCIETÀ DA RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO 1 BOZZA DI PROPOSTA Pag. 1 di 5 A FAVORE DEI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE, DI DIPENDENTI O DI COLLABORATORI NON LEGATI ALLA SOCIETÀ DA RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO Le Disposizioni di vigilanza in materia

Dettagli

Art. 1. Definizione di posizione organizzativa e di alta Professionalità

Art. 1. Definizione di posizione organizzativa e di alta Professionalità Art. 1 Definizione di posizione organizzativa e di alta Professionalità Il presente regolamento disciplina i criteri per l individuazione, il conferimento, la valutazione e la revoca degli incarichi di

Dettagli

interventi per l identificazione proattiva e la presa in carico del paziente complesso finalizzata alla prevenzione dei ricoveri ripetuti.

interventi per l identificazione proattiva e la presa in carico del paziente complesso finalizzata alla prevenzione dei ricoveri ripetuti. Servizio del Personale Progetto Progetto CCM 2015 Malattie croniche: supporto e valutazione comparativa di interventi per l identificazione proattiva e la presa in carico del paziente complesso finalizzata

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E DELLE ALTE PROFESSIONALITA

PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E DELLE ALTE PROFESSIONALITA PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E DELLE ALTE PROFESSIONALITA (ai sensi degli artt. 8, 9 e 10 del CCNL del 31.03.1999 e dell art. 10 del CCNL del 22.01.2004) Regolamento approvato

Dettagli

Comune di Sammichele di Bari Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELL INDENNITÀ PER SPECIFICHE RESPONSABILITÀ

Comune di Sammichele di Bari Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELL INDENNITÀ PER SPECIFICHE RESPONSABILITÀ Comune di Sammichele di Bari Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DELL INDENNITÀ PER SPECIFICHE RESPONSABILITÀ Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 203 del 01/10/2014 1 INDICE

Dettagli

Regolamento interno per l assegnazione del ristorno in Cooperativa Sociale Società Dolce Società Cooperativa*

Regolamento interno per l assegnazione del ristorno in Cooperativa Sociale Società Dolce Società Cooperativa* Regolamento interno per l assegnazione del ristorno in Cooperativa Sociale Società Dolce Società Cooperativa* Premessa... 4 Art 1 Scopo e oggetto del regolamento... 4 Art 2 Natura del ristorno... 5 Art

Dettagli

Bonus formazione: come spendere e come rendicontare i 500 euro

Bonus formazione: come spendere e come rendicontare i 500 euro Bonus formazione: come spendere e come rendicontare i 500 euro L art.1 comma 121 della Legge 107/2015, al fine di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali,

Dettagli

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009

INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009 INCENTIVAZIONE COMMERCIALE: SISTEMA BASE 2009 Sintesi articolazione secondo quadrimestre 01/05/09 31/08/09 Il Comportamento Etico 2 Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti,

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE Ufficio Tecnico Comunale Settore Lavori Pubblici PIAZZA MAUCERI, N. 12 21040 VENENGONO SUPERIORE Tel: 0331/828447 Fax 0331/827314 E mail ufficiotecnico@comune.venegonosuperiore.va.it

Dettagli

PERSONALE DEL COMPARTO ACCORDO SULLE QUOTE TOTALI 2012 E SULL ACCONTO 2013 DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO

PERSONALE DEL COMPARTO ACCORDO SULLE QUOTE TOTALI 2012 E SULL ACCONTO 2013 DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO PERSONALE DEL COMPARTO ACCORDO SULLE QUOTE TOTALI 2012 E SULL ACCONTO 2013 DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO In data 19 Luglio 2013, le parti sottoindicate sottoscrivono il seguente Accordo sulle quote totali

Dettagli

Provincia di Roma. Integrazioni e ulteriori modifiche Contratto Collettivo Decentrato Integrativo per il personale non dirigente del 18 gennaio 2007.

Provincia di Roma. Integrazioni e ulteriori modifiche Contratto Collettivo Decentrato Integrativo per il personale non dirigente del 18 gennaio 2007. Provincia di Roma Integrazioni e ulteriori modifiche Contratto Collettivo Decentrato Integrativo per il personale non dirigente del 18 gennaio 2007. L anno 2008, il giorno 24 del mese di gennaio alle ore

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano SETTORE : Responsabile: UFFICIO TECNICO COMUNALE Dott. Ing. Massimo Dessanai COPIA DETERMINAZIONE N. 208 DEL 21/04/2015 PROPOSTA DETERMINAZIONE N. 210 DEL 21/04/2015

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RISTORNO AI SOCI LAVORATORI

REGOLAMENTO PER IL RISTORNO AI SOCI LAVORATORI REGOLAMENTO PER IL RISTORNO AI SOCI LAVORATORI Approvato dall'assemblea generale dei soci in data 27 giugno 2008 Art. 1 - NATURA DEL RISTORNO Il ristorno cooperativo ha la funzione di prevedere una forma

Dettagli

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL INDENNITA DI RESPONSABILITA AL PERSONALE DELLE CATEGORIE B-C-D -ex ART.91 CCNL 2006/2009 PREMESSE

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL INDENNITA DI RESPONSABILITA AL PERSONALE DELLE CATEGORIE B-C-D -ex ART.91 CCNL 2006/2009 PREMESSE BOZZA DI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL INDENNITA DI RESPONSABILITA AL PERSONALE DELLE CATEGORIE B-C-D -ex ART.91 CCNL 2006/2009 PREMESSE L art. 91, comma 1, del CCNL 2006/2009, stabilisce che le Amministrazioni,

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE UFFICIO CENTRALE RISORSE UMANE

COMUNE DI CESANO BOSCONE UFFICIO CENTRALE RISORSE UMANE AVVISO PER LA RICERCA DI PERSONALE MEDIANTE MOBILITÀ VOLONTARIA TRA ENTI (art. 30 del D.Lgs. 165/2001) Il Comune di Cesano Boscone ricerca personale mediante il passaggio diretto di personale tra enti

Dettagli