1. MODULI RIEPILOGATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. MODULI RIEPILOGATIVI"

Transcript

1 1. MODULI RIEPILOGATIVI

2 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo S0. Dati generali del Progetto RISERVATO ALLA COMMISSIONE ACRONIMO DEL PROGETTO: AQUALABEL Titolo del progetto (in inglese): Environmental certification of water resource distributed by waterworks systems Data di inizio prevista: 01/11/2003 Data di fine prevista: 01/11/2006 Durata in mesi : 36 PROPONENTE PROVINCIA DI BOLOGNA Nome:denominazione ufficiale AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI BOLOGNA Istituzione pubblica Ente pubblico Struttura privata ONG (barrare la casella prescelta) Indirizzo e numero civico Via Zamboni n 13 Casella postale Città Bologna Codice del paese IT Paese: ITALIA Num. di tel Num. di fax: Indirizzo Persona di contatto: Titolo: Ingegnere Nome: Gianpaolo Cognome: Soverini SETTORE D AZIONE DEL PROGETTO PG1 PG2 PG3 PG4 PG5 Pianificazione e valorizzazione del territorio PG1.1 Ambiente urbano PG1.3 Gestione integrata delle zone costiere PG1.2 Qualità dell aria e riduzione del rumore PG1.4 Altro settore Gestione delle acque PG2.1 Gestione delle acque a livello di bacino idrografico PG2.4 PG2.2 Protezione delle acque sotterranee PG2.5 Altro settore PG2.3 Trattamento delle acque reflue Impatto delle attività economiche PG3.1 Tecnologie pulite PG3.4 Turismo sostenibile PG3.2 Gestione integrata dell ambiente PG3.5 Altro settore PG3.3 Riduzione delle emissioni di gas a effetto serra Gestione dei rifiuti Fonti diffuse e disperse di inquinamento dell'acqua PG4.1 Imballaggi e plastica PG4.3 Rifiuti particolarmente voluminosi PG4.2 Rifiuti pericolosi o di difficile gestione PG4.4 Altro settore PG5.1 Ecoprogettazione, ecoefficienza, prodotti finanziari verdi X PG5.2 Marchi di qualità ecologica Politica integrata dei prodotti PG5.3 Altro settore

3 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo S1. Paesi/ regioni beneficiari RISERVATO ALLA COMMISSIONE Il progetto sarà attuato nei/nelle seguenti paesi/regioni België-Belgique B Bruxelles-Brussel Région Wallonne V1aams Gewest Danmark DK Århus amt Bomholms amt Frederiksborg amt Fyns amt KØbenhavrt Og Frederiksberg Kommuner Københavns amt Nordjyllands amt Ribe amt Ringkobing amt Roskilde amt Sonderjyllands amt Storstrøms amt Vej1e amt VestsjæIlands amt Viborg amt Deutschland D Baden-Württemberg Bayern Berlin Brandenburg Bremen Hamburg Hessen Mecklenburg- Vorpommem Niedersachsen Nordrhein-Westfalen Rheinland-Pfalz Saarland Sachsen Sachsen-Anhalt Schleswig-Holstein Thülringen Ellas GR Anatoliki Makedonia Thraki Attiki Dytiki Ellada Dytiki Makedonia lonia Nisia lpeiros Kentriki Makedonia Kriti Notio Aigaio Peloponnisos Sterea Ellada Thessalia Voreio Aigaio España E Andalucia Aragon Asturias Baleares Canarias Cantabria Castilla-La Mancha Castilla-Le6n Cataluña Ceuta y Melilla Comunidad Valenciana Extremadura Galicia Madrid Murcia Navarra País Vasco Rioja Finland Suomi FIN Ahvenanmaa/Åland Etelä-Karjala Etelä-Pohjanmaa Etelä-Savo Häme Kainuu Keski-Pohjamnaa Keski-Suorni Kymenlaakso Lappi Päijät-Rime Pirkamnaa Pohjois-Karjala Pohjois-Pohjamnaa, Pohjois-Savo Satakunta Uusimaa Vaasan rannikkoseutu Varsinais-Suorni France F Alsace Aquitaine Auvergne Basse-Normandie Bourgogne Bretagne Centre Champagne-Ardennes Corse France-Comté Guadeloupe Guyane Haute-Normandie Île-de-France Languedoc-Roussillon Limousin Lorraine Martinique Midi-Pyrénées Nord-Pas-De-Calais Pays de la Loire Picardie Poitou-Charentes Provence-Alpes-Côte d'azur Réunion Rhône-Alpes Ireland IRL Donegal East Mid West Midlands North East North West (IRL) South East (IRL) South West (IRL) West Italia IT Abruzzo Basilicata Calabria Campania, X Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Nederland NL Drenthe Flevoland Friesland Gelderland Groningen Limburg Noord-Brabant Noord-Holland Overijssel Utrecht Zeeland Zuid-Holland

4 Luxembourg L Österreich A Burgenland Kärnten Niederösterreich Oberösterreich Salzburg Steiemark Tirol VorarIberg Wien Portugal P Açores Alentejo Algarve Centro Lisboa e vale do Tejo Madeira Norte Sverige S Mellersta NorrIand Norra Mellansverige Östra Mellansverige Övre NorrIand Småland med Öarna Stockholm Sydsverige Västsverige United Kingdom UK East Anglia East Midlands Gibraltar North North West (UK) Northern Ireland Scotland South East (UK) South West (UK) Wales West Midlands Yorkshire and Humberside Romania RO Slovenia SLO Bulgaria BG Czech republic CZ Lithuania LT Hungary H Slovak Republic SK Cyprus CY Poland PL Latvia LV Estonia EE

5 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo S2A. Riassunto del progetto RISERVATO ALLA COMMISSIONE SUMMARY OF THE PROJECT (ENGLISH VERSION) Project title : AQUALABEL: Environmental certification of water resource distributed by waterworks systems. Objectives (maximum 1000 characters) The Aqualabel project develops an ad hoc quality and environmental management label for water distributed in waterworks systems, according to ISO14024 standards, underlining any non-applicable aspect. Aqualabel multiple based criteria are based on life-cycle considerations and derived from third party specifications whose compliance determines the label award. The transparency and measurability of requisites will assure reproducibility, credibility and communicability of label principles. Aqualabel defines operational modes of distribution and production systems for drinking water, including sterilisation, and the best territorial management for long-term environmental and organoleptic quality maintenance of this resource. It defines strategies for water system management including a balance in water interests between local and industrial sites. Aqualabel highlights the value water as a resource and maximises the positive cascading effects on the involved areas and communities also in terms of tourist and naturalistic image. Actions and means involved (maximum 2000 characters) Aqualabel analyses regulations for the product group definition (drinking water), the state-of-the-art for techniques of water distribution and management, existing disinfecting systems, quality/durability features of each material in use in waterworks system. The innovative feature is the correlation of the different disinfecting techniques and materials in use with the organoleptic quality of water. In the area involved in the study, a portion of type waterworks main will be designed and built; water qualitative features, as well as the effectiveness and influence on quality of the tested disinfecting systems will be monitored from different sampling points. A feasibility study will be carried out for the implementation and running of an ad hoc two-line system for special supply: fountains, etc. In order to assure quality and quantity of water a set of specific actions for water protection will be defined for a given territory, where intake works, piping, storage and distribution will be identified in relation to prohibitions, limitations, norms and regulations aiming not only at protection of water quality, but also at the enhancement of said works within the framework of the integrated management system of the water cycle. Necessary measures for best framing of the distribution system for a specific territorial situation will be analysed. The chosen area allows a good analysis of the extant condition for the location and features of groundwater resources, water provisioning modalities and local setting on soil use, necessary for good water management policy development due to its provision with abundant good quality resources. Within the project, special attention will be paid to dissemination of the results, involving public opinion as much as possible. Lastly, the necessary procedures will be defined for certification in a simple and clear way so as to encourage application to this product quality and environmental management label. These will include label management guidelines. Expected results (maximum 1000 characters) The expected results from development of the quality and environmental management label are: 1 environmental: identification and monitoring of environmental impacts in the water supply process; 2 social: greater awareness of the value of the resource and its management by residents and operators; protocol transparency, performance proceeding for managing waterworks, constructive contact and dialogue between local interests and the need for industrialisation of large-scale water services; 3 economic: an adequate communication of the label principles and product promotion, image improvement of product and of the entire area involved for tourist and business reasons; the environmental analysis allows to assess additional charges for maintenance of required water quality standards and the allocation criteria at the optimal territorial scale; 4 occupational: positive effect on employment and training of residents, in order for the properties of product and the territory connected with the quality label to be maintained and improved. MAXIMUM NUMBER OF CHARACTERS GIVEN MUST BE RESPECTED

6 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo S2B. Riassunto del progetto RISERVATO ALLA COMMISSIONE RIASSUNTO DEL PROGETTO (VERSIONE ITALIANA O IN ALTRE LINGUE DELLA COMUNITÀ) ES ITX FR NE DE DA P SV FIN GR Titolo del progetto : AQUALABEL: Certificazione ambientale della risorsa acqua distribuita in reti acquedottistiche. Obiettivi (al massimo 1000 caratteri) Il progetto Aqualabel intende valutare la possibilità di sviluppo di un marchio di qualità ambientale (Ecolabel) per l acqua distribuita attraverso acquedotto, secondo gli standard ISO Aqualabel intende definire le modalità operative dei sistemi di distribuzione e produzione dell acqua potabile e di gestione ottimale del territorio per il mantenimento nel tempo della qualità della risorsa e di elevati standard di qualità ambientale. Aqualabel definirà una metodologia che consenta, mantenendo invariate le proprietà organolettiche dell acqua, di rispettare le esigenze normative, connesse alla gestione dell acquedotto. Aqualabel definirà, strategie di diffusione e divulgazione dei risultati ottenuti. Tale protocollo potrà rappresentare il livello richiesto di servizio da parte di piccole comunità ai fini della valorizzazione della risorsa. Aqualabel consentirà di valutare le diverse esigenze in materia di gestione dei servizi idrici analizzando le conflittualità relative agli usi dell acqua e valutando la ottimizzazione tra gli interessi localistici con quelli relativi all industrializzazione dei servizi idrici. Azioni e temi trattati (al massimo 2000 caratteri) Il progetto Aqualabel si articolerà in distinte fasi: inizialmente è prevista un analisi volta alla definizione del gruppo di prodotto (ossia l oggetto della certificazione: l acqua); successivamente sarà svolto un attento studio dello stato dell arte relativo a :tecniche di distribuzione e di gestione della risorsa idrica; sistemi di disinfezione esistenti; caratteristiche di qualità dei materiali utilizzati all interno della rete acquedottistica. Il carattere innovativo di questa prima fase è legato al fatto che tale studio sarà condotto correlando le diverse tecniche di disinfezione e i diversi materiali impiegati alle proprietà organolettiche dell acqua ed alla sua qualità. Con riferimento all area territoriale oggetto di studio, sarà progettato e realizzato un tratto di rete tipo ; per tale tratto verranno monitorate, in continuo ed in differenti punti di campionamento, i parametri chimico-batteriologici delle acque nonché l efficacia e l influenza sulla qualità delle stesse dei differenti sistemi di disinfezione testati. Sarà condotta inoltre la valutazione di fattibilità della realizzazione ed esercizio di un sistema di reti duali ad-hoc per l alimentazione di utenze particolari quali fontane pubbliche, alberghi, ristoranti, ecc. A garanzia della qualità e quantità del prodotto-acqua, sarà definito un insieme di specifiche azioni di tutela e di protezione del patrimonio idrico a livello di un determinato ambito territoriale. All interno del territorio interessato dalle opere di presa, convogliamento, immagazzinamento e distribuzione, dovranno quindi essere individuati: divieti, limitazioni, regole e misure finalizzate non solo alla salvaguardia ed alla prevenzione dall eventuale degrado qualitativo delle acque, ma anche alla valorizzazione di tali opere nel sistema di gestione integrata del ciclo dell acqua. All interno del progetto, particolare risalto sarà dato alle attività di divulgazione e pubblicizzazione dei risultati ottenuti. In conclusione, saranno definite le procedure necessarie per il conseguimento della certificazione. Risultati attesi (al massimo 1000 caratteri) I risultati previsti coinvolgono: 1 l ambiente: il marchio di qualità identifica i mezzi per limitare gli impatti ambientali del processo di fornitura dell acqua; 2 l ambito sociale: lo sviluppo stesso del marchio di qualità porta ad una maggiore consapevolezza delle caratteristiche e del valore della risorsa e della sua gestione, da parte di residenti e operatori. La trasparenza del protocollo, inteso come disciplinare prestazionale del soggetto gestore degli acquedotti, consentirà un confronto costruttivo tra interessi locali e esigenze di industrializzazione dei servizi idrici; 3 l ambito economico: una adeguata comunicazione dei principi del marchio promuove la valorizzazione del prodotto migliorando l immagine del prodotto e dell intero territorio. L attività dimostrativa consentirà di valutare gli oneri aggiuntivi del servizio idrico per il mantenimento degli standard di qualità richiesti e il criterio di ripartizione su scala d ambito territoriale ottimale; 4 l ambito occupazionale: la creazione del marchio ha ricadute sull occupazione e la formazione dei residenti tale da mantenere e migliorare le proprietà del prodotto e del territorio.

7 2. MODULI AMMINISTRATIVI

8 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo A0. Dichiarazione del proponente RISERVATO ALLA COMMISSIONE DICHIARAZIONE DEL PROPONENTE Il sottoscritto dichiara: 1. di non aver presentato la presente domanda o altra analoga alla Commissione allo scopo di ottenere un contributo nel quadro delle azioni di sostegno finanziario o di programmi comunitari diversi da LIFE; 2. di non essere oggetto di procedure fallimentari o di costituzione in mora da parte di creditori; 3. di garantire la totale copertura finanziaria del progetto, nel caso in cui sia accordato il cofinanziamento LIFE, se uno o più partner annullano o riducono la loro partecipazione finanziaria; 4. di impegnarsi a concludere con i partner/cofinanziatori gli accordi necessari per il completamento del lavoro nel caso in cui la proposta sia accettata, a condizione che tali accordi non costituiscano una violazione degli obblighi indicati nella decisione della Commissione. Questi accordi devono descrivere chiaramente i compiti che dovranno essere eseguiti da ogni partner e definire gli aspetti finanziari. Il sottoscritto è autorizzato a firmare questa dichiarazione a nome del suo istituto. Il sottoscritto dichiara espressamente di aver letto con attenzione le disposizioni amministrative standard allegate al fascicolo di domanda LIFE-Environment e di essere disposto a conformarsi a dette disposizioni nell'attuazione del progetto qualora dovesse essere selezionato per il finanziamento. Dichiaro che, allo stato delle mie conoscenze, le informazioni riportate nella presente domanda sono complete e corrispondono al vero. In fede. Firma: (luogo) BOLOGNA (data) 27/05/2003 Nome e qualità del firmatario: Prof. Vittorio PRODI PRESIDENTE Amministrazione Provinciale di Bologna

9 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE Modulo A1. Profilo del beneficiario RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A1. Profilo del beneficiario Nome abbreviato Provincia di Bologna N. partecipante 1 Informazioni legali riguardanti il beneficiario Nome/denominazione ufficiale AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI BOLOGNA Partita IVA Struttura privata N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del beneficiario ONG Status giuridico Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Via Zamboni n 13 CP CAP Città Bologna Codice del paese 1 IT Paese ITALIA Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del beneficiario (completare solo se diverso) Titolo 2 Ing. Funzione 3 DIRIGENTE DEL SERVIZIO Cognome SOVERINI Nome GIANPAOLO Nome del servizio/ufficio 4 Servizio assetto idrogeologico Settore ambiente Indirizzo e n. civico Strada Maggiore n 80 CP CAP Città Bologna Paese ITALIA Telefono Fax Sito bologna.it Web Indirizzo del servizio principale del beneficiario che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati riguardanti il beneficiario Esercizio 2002 Volume d affari annuo N/A Totale stato patrimoniale annuo N/A Numero di dipendenti 1018 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 6 L organizzazione è indipendente?(sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto? (sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione Eventuale consulente del beneficiario Nome/denominazione ufficiale del consulente NON È AMMESSO L USO DI COPIE AGGIUNTIVE DI QUESTA PAGINA SI NO X

10 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 1 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato RER N. partecipante 2 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale REGIONE EMILIA ROMAGNA Status giuridico 5 Partita IVA C.F Struttura privata N. di iscrizione al registro delle imprese 7 Sede legale del partner ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Viale Aldo Moro CP CAP Città BOLOGNA Codice del paese IT Paese ITALIA Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Dott. Funzione RESPONSABILE DEL SERVIZIO Cognome BORTONE Nome GIUSEPPE Nome del servizio/ufficio Servizio tutela e risanamento Risorsa Acqua Indirizzo e n. civico Via dei Mille n 21 CP CAP Città BOLOGNA Paese ITALIA Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio N/A Volume d affari annuo N/A Totale stato patrimoniale annuo N/A Numero di dipendenti 3000 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 3 L organizzazione è indipendente? (sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto? (sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione si no X

11 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 2 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato ATO - BO n. 5 N. partecipante 3 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI BOLOGNA Partita IVA C.F Struttura privata N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del partner ONG Status giuridico Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Viale Carlo Berti Pichat n. 2/4 CP CAP Città BOLOGNA Codice del paese IT Paese ITALIA Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Ing. Funzione RESPONSABILE DEL PROGETTO Cognome MARCHIONNI Nome ROBERTO Nome del servizio/ufficio AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI BOLOGNA Indirizzo e n. civico Viale Carlo Berti Pichat n. 2/4 CP CAP Città BOLOGNA Paese ITALIA Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio Previsione 2002 Volume d affari annuo Stima ,00 Totale stato patrimoniale annuo N/A Numero di dipendenti 6 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 4 L organizzazione è indipendente? (sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto? (sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione È AMMESSO L USO DI COPIE AGGIUNTIVE DI QUESTA PAGINA si no X

12 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 3 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato N. partecipante 4 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE Status giuridico Partita IVA Struttura privata N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del partner ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Piazza Marconi n. 6 CP CAP Città Lizzano in Belvedere Codice del paese IT Paese Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Geometra Funzione Responsabile I Servizio Tecnico Cognome TONINI Nome UMBERTO Nome del servizio/ufficio I Servizio Tecnico Indirizzo e n. civico Piazza Marconi n. 6 CP CAP Città Lizzano in Belvedere Paese Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio Volume d affari annuo N/A Totale stato patrimoniale annuo N/A Numero di dipendenti 33 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 3 L organizzazione è indipendente? (sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto? (sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione SI NO X

13 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 4 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato FEDERGASACQUA N. partecipante 5 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale FEDERGASACQUA Status giuridico Codice Fiscale Struttura privata N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del partner NO ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Via Cavour, 179/A CP CAP Città ROMA Codice del paese IT Paese ITALIA Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Ing. Funzione Direttore Generale F.F. Cognome DRUSIANI Nome RENATO Nome del servizio/ufficio Servizio Acqua Indirizzo e n. civico Via Cavour, 179/A CP CAP Città Roma Paese Italia Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio 2001 Volume d affari annuo ,59 Totale stato patrimoniale annuo ,14 Numero di dipendenti 15 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 3 L organizzazione è indipendente? (sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto? (sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione È AMMESSO L USO DI COPIE AGGIUNTIVE DI QUESTA PAGINA si no X

14 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 5 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato MACROSCOPIO N. partecipante 6 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale MACROSCOPIO S.p.A. Status giuridico Partita IVA Struttura privata X N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del partner REA ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Via Solferino, 2 CP CAP Città Imola Codice del paese IT Paese Italia Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Dott. Funzione Direttore Generale Cognome FIESCHI Nome MAURIZIO Nome del servizio/ufficio Indirizzo e n. civico CAP Paese Città Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio 2002 Volume d affari annuo (1) Totale stato patrimoniale annuo (1) Numero di dipendenti 6 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 3 L organizzazione è indipendente?(sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto?(sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione SI NO CP (1) Dalla creazione di Macroscopio, il 29 Aprile 2002.

15 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A2. Profilo del partner Pag. 6 di 6 COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A2. Profilo del partner Nome abbreviato ENVIS N. partecipante 7 Informazioni legali riguardanti il partner Nome/denominazione ufficiale ENVIS S.r.l. Status giuridico Partita IVA Struttura privata X N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del partner REA ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Indirizzo e n. civico Via Fanin, 48 CP CAP Città Bologna Codice del paese IT Paese ITALIA Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del partner (completare solo se diverso) Titolo Ing. Funzione Amministratore Delegato Cognome PALUMBO Nome LEONARDO Nome del servizio/ufficio ENVIS Indirizzo e n. civico Via Fanin n 48 CP CAP Città Bologna Paese ITALIA Telefono Fax Sito Web Indirizzo del servizio principale del partner che esegue il progetto (completare solo se diverso) Indirizzo e n. civico CP CAP Città Paese Nome del servizio/ufficio Dati sul partner Esercizio Volume d affari annuo N/A Totale stato patrimoniale annuo N/A Numero di dipendenti 1 Numero di dipendenti del servizio che esegue il progetto 1 L organizzazione è indipendente?(sì/no) Se non lo è, indicare il nome/la denominazione ufficiale del o dei proprietari che ne controllano il 25 % o più L organizzazione è affiliata ad altri partecipanti al progetto?(sì/no) Se lo è, indicare il nome abbreviato del o dei partecipanti e la natura dell affiliazione È AMMESSO L USO DI COPIE AGGIUNTIVE DI QUESTA PAGINA SI NO

16 Progetti di dimostrazione LIFE-Ambiente Modulo A3. Profilo del cofinanziatore Pag. 1 di... COMMISSIONE EUROPEA DG AMBIENTE RISERVATO ALLA COMMISSIONE Acronimo del progetto AQUALABEL A3. Profilo del cofinanziatore Nome abbreviato Informazioni legali riguardanti il cofinanziatore Nome/denominazione ufficiale N. partecipante Status giuridico Partita IVA N. di iscrizione al registro delle imprese Sede legale del cofinanziatore CP Indirizzo e n. civico CAP Città Struttura privata ONG Istituzione pubblica Ente pubblico Codice del paese Paese Informazioni sulla persona di contatto nell organizzazione del cofinanziatore (completare solo se diverso) Titolo Cognome Nome del servizio/ufficio Indirizzo e n. civico CAP Paese Telefono Informazioni sul finanziamento Partecipante(i) cofinanziato(i) Funzione Città Fax Nome Sito Web CP N. partecipante Nome abbreviato del partecipante Finanziamento confermato (sì o da confermare) Osservazioni È AMMESSO L USO DI COPIE AGGIUNTIVE DI QUESTA PAGINA

17 3. Technical Proposal Forms

18 LIFE-Environment demonstration projects EUROPEAN COMMISSION ENVIRONMENT DG FORM T0 FOR COMMISSION USE ONLY Project Acronym AQUALABEL TECHNICAL DESCRIPTION OF THE PROJECT Page 1 of max 2 The present project is presented by the Province of Bologna, which plays an essential role in the management of water resources. It is in fact responsible for the following: qualitative-quantitative monitoring of surface water; the issue and granting of permits for discharge in surface water; identification and application of criteria for a rational use of water resources. The Province has also co-ordinated start-up activities for the Integrated Water Service, via the creation of the Agency for Optimal Territorial Setting (ATO). Role in the project: Province of Bologna will be involved within the project performing the following activities: Monitoring of water quality with relation to different sanitisation being used Project management Web Site related to the project Emilia Romagna Region: Participating as partner of the project via its Service for Water Resource Protection and Regeneration- DG Environment and soil and coastal area protection of the Department of Agriculture, Environment and Sustainable Development, carrying out activities of analysis, planning, management and assessment/review of sustainable management policies for water resources and aquatic environment, in compliance with European Union guidelines and the recent national legislation. It supports regional actions for water resources management in order to assure that - within the framework of a sustainable future - the availability of water resources would continue to support the maintenance of aquatic life and natural environment, human quality of life and all the uses linked to economic activities. The activity areas of the Service are: Planning of water sustainable management Programmes of monitoring and control of information flows, Regulations and control Regulating uses Economic regulation. Role in the project: Emilia Romagna Region will be involved within the project performing the following activities: Analytical geological and environmental studies Knowledge of water distribution modes Definition of integrative use for regulations of tools for Municipal urban planning Preparation of a brochure and an information CD-ROM of the project Organisation of an international workshop (Community) Organisation of one technical seminar ATO Bologna: The Agency for Public Services of Bologna - ATO N 5, which comprises the Province of Bologna and 60 Municipalities of the same area, was set up January 14 th, It pursues the objective of regulating the integrated water system and the management of urban waste. Also the Agency, in the definition if its programmes, guarantees that all the most important economic, social and trade organisation operating in the territory are involved in the process. Role in the project: ATO Bologna will be involved within the project performing all social-economic aspects expected within the project (see form T2a Task4): Municipality of Lizzano in Belvedere: Role in the project: Municipality of Lizzano in Belvedere will be involved within the project performing the following activities: Design of the length of pipe to be studied Implementation of the length of pipe Analytical, geological and environmental studies Organisation of water testing (two days long)

19 Federgasacqua, also a partner of the project, is an association which since 1947 has comprised companies and providers involved in the management of water and energy services in Italy. Its member companies, which are now more than 400, supply with water more than 63% of Italy's population and distribute around 42% of gas for non industrial use in our Country. The 27,000 operators in the water and energy sector (of which around 23,000 apply the National Federgasacqua Contract) contribute to an annual overall turnover of 9,.500 billion and around 2,000 billion of investments. Members of Federgasacqua are: Stock Companies, Special Companies, Consortia, Bodies and Agencies, Municipalities and public and private companies. Federgasacqua is the counterpart of Italian institutions, when for example bills and measures are to be drafted concerning water and energy sectors, as it happened recently for the adoption of the European Directive on Gas Market and the Framework Directive on Water. The Federation represents Italy in European and world bodies and organisation. It is in fact an active member of the following technical and scientific association (here just the most relevant are indicated): EUREAU (European association of water services providers); CEDEC (European confederation of Municipal energy providers) European bodies through which Federgasacqua's position and choices are conveyed to the European Union; UIG (International Union on Gas); IWA (International Water Association). Role in the project: Federgasacqua will be involved within the project performing the following activities: Analysing distribution techniques Survey of materials Tests on material quality Dissemination of project knowledge and results Macroscopio, also project partner, is a young company involving experiences and skills of a high seniority. Team environmental expertise comes from different fields: industry, public administration, NGO, consulting company. Maurizio Fieschi, Director of Macroscopio, in the period 1999/2001 was leader of ANPA s Unit for the Environmental Quality of Product, responsible for the development of the Ecolabel criteria for tourist accommodation. Macroscopio which proposes strategy for sustainability to private companies, public administration and authorities. Its mission is to promote the culture of sustainability in management and government. Macroscopio has an important experience in most environmental issues, in particular regarding product policies and strategies, including: - Definition and development of Integrated Products Policies (IPP); - Development and application of assessment methodologies (for ex. Life Cycle Assessment); - Sustainability management in goods and services purchasing (Green Procurement); - Environmental labelling (Ecolabel, Environmental Product Declarations); - Projects for sustainable tourism. Role in the project: Macroscopio will be involved within the project performing the following activities: Definition of product group Life Cycle Considerations Identification of an expert group Identification of system boundaries for the intake process, water treatment and distribution, with regard to possible sensory changes in water and environmental impact Development of product environmental criteria Definition of certification procedures and label management ENVIS, also a partner of the Aqualabel project, is an integrated engineering company born within the Section for Water Treatment and Cycle of ENEA (Agency for New technologies, Energy and the Environment) of Bologna, counting on multidisciplinary competence and skills of environmental engineers and biologists. ENVIS intends responding to the growing demand for services and actions in the field of environmental protection: the activation of a privileged partnership with ENEA would foster the transfer of said competence from the Research Agency to a real marketplace context. Role in the project: ENVIS will be involved within the project performing the following activities: Analysing sanitisation techniques with reference to water quality Analysing distribution techniques Monitoring of water quality with relation to different sanitisation being used

20 LIFE-Environment demonstration projects EUROPEAN COMMISSION ENVIRONMENT DG FORM T0 FOR COMMISSION USE ONLY Project Acronym AQUALABEL TECHNICAL DESCRIPTION OF THE PROJECT Page 1 of max 2 The Aqualabel project intends examining the possibility of developing an environmental quality label (Ecolabel) for water distributed through waterworks systems, according to ISO standard, in particular ISO More specifically, considering the procedures of different certification processes, for the influence of both qualitative and quantitative elements on the water product life cycle; from intake to delivery, the development of Aqualabel intends mainly studying the procedure described in ISO 14024, by underlining non-applicable aspects, if any. Thus, Aqualabel is to be considered an Ecolabel comprising multiple criteria based on life-cycle considerations, derived from specifications designed by third parties, entailing the granting of the label. The pilot phase will be carried out in the Municipality of Lizzano in Belvedere, as its territory covering an area of the upper Emilian Apennines within the Corno alle Scale district, is characterised by a well-balanced natural environment with anthropic activities and provided with water resources, springs and streams, with high purity and biological quality levels. With reference to the Municipality of Lizzano in Belvedere a portion of a type water main will be designed and implemented for a length of no less than 700 m (significant for quality testing to be carried out) comprising 3 lines of different materials, in particular: Line 1: stainless steel Line 2: Teflon Line 3: Polyethylene In fact, the problem of interaction for materials coming into contact with water is being studied now at European level, in order to define the requisites for materials and tests establishing their suitability for a waterworks system. The issue is important as the thresholds for water quality, as updated by the recent European Directive 98/83/EC, are more restrictive than in past, especially for some metals. For the above portion, qualitative water features will be constantly monitored in different sampling points, as well as effectiveness and influence on quality of the different disinfection systems being tested. Said systems will consist in 3 sanitisation modules, subdivided as such: Micro-filtration module + ultra-filtration Peracetic acid module Ultraviolet module Also with reference to sanitisation techniques, the project will test which one of the techniques most widely used today does not modify the above-mentioned chemical, physical, microbiological and sensory features, while assuring an excellent cover sterilisation, and therefore the lowest concentration possible of oxidised derivatives. The three lines will terminate with three fountains, from which water could be drawn, in order to convey the message of the project and disseminate as much as possible the awareness of the initiative. The monitoring of the portion will be carried out seasonally and in several points: chemical and bacteriological tests both at the spring and at the three fountains, in order to outline the possible variations emerged in the monitored portion. Also the release in water of metallic cations or particulate substances possibly increasing water cloudiness will be monitored. Also a feasibility evaluation will be carried out, concerning the setting up and running of an ad hoc twomain system for the supply of special users, such as public fountains, hotels, restaurants, etc. Transparency and measurability of reached results will assure reproducibility, credibility and transfer of label principles. An objective of Aqualabel consists in defining, via said certification, operational modalities of systems for drinking water production and distribution and optimal territorial management for long-term maintenance of resource quality, thus attesting itself as an effective tool for environmental quality maintenance. Aqualabel will also define dissemination strategies in order to maximise positive cascading effects in terms of tourist and naturalistic image for participating territorial districts. Within the project, special attention will be paid to dissemination activities in order to publicise reached results, thus pursuing as much as possible the objective of public opinion's involvement. In conclusion, needed procedures will be defined for certification. Said procedures will be as much as possible simple and clear in order not to dishearten anyone intending to apply for certification of product quality and environmental management Procedural specifications will also comprise the Body or Agency responsible for certification and procedures of application. Innovative aspects and features in the development of an Ecolabel for a natural resource, such as water, are found in the possibility of showing the deep connection between product quality, its availability (quantity) and environmental protection. This is the key element for consumers' awareness raising (in this case everybody!) towards a responsible resource management, the needed condition for a concrete and practical implementation of concepts concerning sustainability.

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Agenda Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Section II - The Data Representation Problem and the construction of the Model Section III - Data Analysis

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems.

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems. IQNet SR 10 Sistemi di gestione per la responsabilità sociale Requisiti IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica Advanced solutions for: UTILITY DISTRIBUTION TERTIARY RENEWABLE ENERGY INDUSTRY Soluzioni avanzate per: DISTRIBUZIONE ELETTRICA TERZIARIO ENERGIE RINNOVABILI INDUSTRIA The company T.M. born in year 2001,

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom ORIENT ORIENT Italian design made in Emirates your style, your bathroom ORIENT Orient, collezione tradizionale, dal design morbido e semplice si adatta perfettamente a qualsiasi bagno. Facile ed immediata

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti una valutazione comparata della gestione dei rifiuti Parte una valutazione comparata della gestione dei rifiuti La Commissione europea nell Aprile del 01 ha presentato gli esiti di una ricerca eseguita

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Sintesi dell analisi economica sull utilizzo idrico

Sintesi dell analisi economica sull utilizzo idrico Sintesi dell analisi economica sull utilizzo idrico Art. 5, All. III, All. VII, parte A, punto 6 e parte B, punto 1 della Direttiva 2000/60/CE e All. 10, All. 4, parte A, punto 6, alla parte terza del

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli