ELICAT. Allegato E: Piano Di Lavoro CT Sportello Sportello Catastale Integrato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELICAT. Allegato E: Piano Di Lavoro CT Sportello Sportello Catastale Integrato"

Transcript

1 Deliverable 1.3 Allegato E: Piano Di Lavoro CT Sportello Sportello Catastale Integrato Preparato da: Comune di Padova (Alberto Corò) Membri: Firenze, Torino, Prato, CM Valle del Serchio, Abbadia San Salvatore, Reggio Emilia, Ancona Roma, 16 Marzo 2009 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 1

2 INDICE 1. Obiettivi Work Package Work Package 2..9 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 2

3 1.Obiettivi Obiettivo primario del Comitato Tematico è quello di attuare le azioni necessarie per giungere da un canto alla definizione del modello concettuale/tecnico-architetturale e dall altro alla successiva validazione finale a valle delle attività di sviluppo, in relazione a quei deliverable software del progetto ELI-CAT inerentemente legati all implementazione di strumenti di supporto per l erogazione di servizi di sportello evoluti in tema di fiscalità locale e catasto. E questo sia in un ottica di ampliamento delle funzionalità di portale già disponibili nell ambito di importanti progetti di egovernment già avviati People), che in relazione ad attività di frontoffice di natura più tradizionale nel contesto operativo di uno Sportello Catastale Decentrato. Il contesto dei partecipanti ai sottoprogetti di interesse e i relativi membri nell ambito del Comitato Tematico corrispondono a quanto di seguito indicato: COD ENTE RUOLO REFERENTE 7 Comune di Padova Responsabile CT/ Pilota Alberto Coro 106 Comune di Firenze Viceresponsabile CT/ Dispiegatore Massimo Cappuccini 10 Comune di Torino Dispiegatore Paola Mantovani 109 Comune di Prato Dispiegatore Alessandro Radaelli 122 C.M. Media Valle del Serchio Dispiegatore Alessandro Profetti 113 Comune di Monsummano Terme Dispiegatore Barbara Ammendola 101 Comune di Abbadia San Salvatore Dispiegatore Andrea Sabatini Comune di Reggio Emilia Dispiegatore Flavio Ferretti 3 Comune di Ancona Dispiegatore Stefano Pacchiarotti Il contesto di realizzazione dei diversi deliverables previsti evidenzia alcune importanti caratteristiche degne di nota: innanzitutto si pone l accento sulla necessità di coordinare strettamente le attività di analisi sia dello Sportello Catastale Integrato che del Portale Territoriale del Contribuente con quanto verrà prodotto in termini di definizione del modello di dominio, nonché di vero e proprio modello logico, in seno al Comitato Tematico Anagrafi SOR e ACI dovendo entrambi i moduli necessariamente interfacciarsi per loro stessa definizione all Anagrafe Comunale Soggetti/Oggetti/Relazioni e presumibilmente anche all Anagrafe Comunale degli Immobili (per tutte quelle informazioni specifiche di ACI non mappate anche in ACSOR, quali ad esempio le risultanze delle planimetrie catastali) i deliverable 8.A.5 e 8.A.6-versione People verranno effettivamente realizzati dalla ditta che risulterà aggiudicataria del bando di gara indetto dalla Regione Toscana, in delega del Comune di Fabbriche di Vallico; la versione del deliverable 8.A.6 prevede invece un affidamento indipendentemente da parte del Comune di Padova in continuità delle attività di riuso del progetto Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 3

4 già attualmente in corso al momento della stesura del presente piano di dettaglio del Comitato. Indipendentemente dalla sussistenza di affidamenti distinti per la realizzazione dei singoli componenti previsti, il Comitato Tematico si adopererà per assicurare la definizione di un modello condiviso, individuando peraltro tutte le possibili sinergie in termini di riuso di componenti software appositamente realizzati nell uno o nell altro sottoprogetto (con particolare riferimento all eventuale riuso nel contesto del Progetto People dei web services di interfacciamento ad ACSOR e ACI sviluppati in in conformità a quanto evidenziato nel cap. 4 del Piano Esecutivo del Progetto ELI-CAT). Le principali scadenze da rispettare in base a quanto già definito in sede di pianificazione esecutiva del Progetto ELI-CAT corrispondono a quanto segue: Attività Scadenza Rif. Piano Esec. Definizione e validazione del Modello di Dominio e delle Specifiche di Dettaglio pertinenti i diversi deliverable oggetto di realizzazione Realizzazione in via definitiva dei Prototipi 28/02/2009 WP3, attività 4-5, deliverable DAR 3.1 WP3, attività 4-5, 31/07/2009 deliverable DAR 3.2 (seconda e terza parte) Collaudo interno dei deliverable realizzati 10/10/2009 WP3, attività 8 Nel prosieguo il piano di lavoro del Comitato Tematico verrà dettagliato in modo da definire tutti i passi necessari ad assicurare il rispetto delle scadenze appena menzionate. Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 4

5 I lavori del Comitato Tematico Sportello Catastale Integrato e Portale Territoriale del Contribuente si porranno i seguenti obiettivi di carattere generale: in concerto con i fornitori individuati a seguito dell aggiudicazione dei bandi di gara e/o altra modalità di affidamento dei servizi, progettare, sviluppare e validare soluzioni innovative intese a raggiungere compiutamente gli obiettivi logico-funzionali specificatamente dichiarati nelle schede prodotto di cui al WP3 del Piano Esecutivo del Progetto ELI-CAT definire un modello organizzativo per la conduzione dei lavori che promuova la più stretta sinergia tra tutti gli attori in gioco, sia in relazione ai referenti interni del Comitato Tematico, che in relazione alle attività che necessariamente dovranno essere coordinate con altri Comitati Tematici dei progetti ELI- CAT ed ELI-FIS: il CT Anagrafi SOR e ACI in primis, ma senza escludere qualsiasi altro gruppo di lavoro come potrà eventualmente emergere in fase di approfondimento dell analisi dei singoli deliverable considerati, con particolare riferimento alle fasi iniziali di consolidamento dell analisi funzionale e definizione del modello di dominio concettuale dei progetti integrati ELI-CAT ed ELI-FIS. Sotto questo profilo giocherà un ruolo essenziale garantire la massima condivisione dei sottoprodotti di progetto via via realizzati, in concerto con la struttura centrale del Gruppo Tecnico di Progettazione fornendo il proprio contributo proattivo alla definizione di un modello di dominio condiviso per la realizzazione di tutti prodotti oggetto di sviluppo, e attraverso una stretta concertazione con i responsabili dei diversi Comitati Tematici interessati, assicurare il perseguimento della massima coerenza logico-funzionale per tutti i moduli software implementati, indipendentemente da quanto diversificata possa risultare l effettiva localizzazione delle attività di sviluppo vere e proprie (specie in considerazione della possibile concomitanza, in fase realizzativa, di più ditte fornitrici distinte) garantire i massimi risultati in termini di qualità del software prodotto mediante interventi specifici volti a o verificare puntualmente la validità dei deliverable documentali prodotti dai fornitori (documenti di analisi fuzionale, progettazione di dettaglio, piani dei test, ecc.) mano a mano che le attività di progettazione e sviluppo dei singoli deliverable progrediscono o supportare efficacemente i referenti tecnici degli Enti committenti nell esecuzione di tutte quelle attività di test/collaudo necessarie per garantire la completa validazione del software sviluppato massimizzare le potenzialità di riuso futuro delle soluzioni realizzate attraverso l implementazione di Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 5

6 azioni specifiche volte a o verificare la validità/usabilità della documentazione prodotta in termini di manuali d uso od operativi o intervenire a supporto nella pre-definizione dei requisiti necessari all implementazione della piattaforma di elearning di cui al WP5 del Piano Esecutivo di ELI-CAT. Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 6

7 Work-Packages del Comitato Tematico Numero Denominazione W.P. Leader DA A 1 MANAGEMENT 7,106 03/12/08 16/10/08 2 ATTIVITA 7,106 09/12/08 14/10/09 Elenco Deliverable del Comitato Tematico WP e Consegna interna Denominazione Numero per revisione 1.1 Management Plan del CT per il PMP T8 T8 1.2 Contributi ai report bimestrali del PMO T9, T11, T13, T15, T Report finale sull attività svolte T18 T Primo documento di requisiti per deliverable 8.A.6 T8 T8 2.2 Modello di Dominio dei deliverable 8.A.5 e 8.A.6 T9 T9 Consegna a ELICAT/FIS (*) T9, T11, T13, T15, T Specifiche di Dettaglio (con allegati anche i relativi piani dei testi) dei deliverable 8.A.5 e 8.A.6 T10 T Verbale di avvenuto rilascio per il deliverable 8.A.6-versione T12 T Verbale di avvenuto rilascio per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6-versione People T15 T Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.6-versione T13 T Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.5 T14 T Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.6-versione People T16 T Verbale di «integration test» definitivo per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6 T18 T Report di dispiegamento e verbale di collaudo finale per DAR deliverable DAR 6.3 T18 T18 (*) in linea con le consegne di progetto stabilite nei GANTT dei piani esecutivi di ELI_CAT e/o ELI_FIS Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 7

8 Work Package 1 MANAGEMENT del CT WP leader : 7,106 Partecipanti: 3,7,106,101, Obiettivi specifici 1. assicurare il rispetto delle scadenze del Piano di Lavoro interno del Comitato Tematico, in coerenza con le scadenze più generali fissate in sede di pianificazione esecutiva ELI-CAT, attraverso apposite attività di coordinamento dei lavori del Comitato 2. promuovere e garantire l interscambio informativo e la condivisione dei risultati di progetto via via prodotti, sia tra tutti i referenti del Comitato Tematico e di conseguenza con tutti gli Enti partecipanti al Comitato stesso, che in relazione ad altri gruppi di lavoro facenti riferimento a Comitati Tematici inerentemente correlati al CT Sportello Catastale Integrato nonché alla struttura centrale del GTP 3. assicurare una corretta gestione dei rapporti con il Project Management Office (PMO) e con il suo Project Manager (PM) Attività a) Costituzione del Comitato Tematico e organizzazione delle sue attività anche in termini di schedulazione di appositi incontri pre-programmati, al fine di assicurare una stretta supervisione delle attività svolte sia a livello di WP leader che in sede di condivisione collegiale delle principali milestone di progetto raggiunte b) Preparazione e approvazione del Management Plan del Comitato Tematico (il presente documento) c) Elaborazione di apposite relazioni bimestrali indirizzate al PMO, utili a supportare il PM nella redazione dei rapporti bimestrali di avanzamento progetto per il DAR (di cui al WP1, attività 12 del Piano Esecutivo del Progetto ELI-CAT) d) Elaborazione della relazione finale indirizzata al PMO sulle attività svolte dal Comitato, utile a supportare il PM nella redazione del report finale di progetto (di cui al WP1, attività 16 del Piano Esecutivo del Progetto ELI-CAT) Deliverables al management (PMO ELICAT/FIS) 1.1. Management Plan del CT per il PMP (T8) 1.2. Contributi ai report bimestrali del PMO (T9, T11, T13, T15, T17) 1.3. Report finale sull attività svolte (T18) Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 8

9 WP leader : 7,106 Partecipanti: 3,7,106,101, Work Package 2 ATTIVITA del CT Obiettivi specifici 1. garantire a tutti gli Enti Piloti/Dispiegatori interessati del progetto ELI-CAT l efficace e corretta realizzazione dei seguenti moduli software a. Prodotto 8.A.5: Modulo di Supporto alla Gestione Digitale Integrata delle Funzioni Catastali (Sportello Catastale Integrato) b. Prodotto 8.A.6-versione People: Portale Territoriale del Contribuente c. Prodotto 8.A.6-versione Portale Territoriale del Contribuente 2. contribuire fattivamente nella definizione dei presupposti per il riuso delle soluzioni realizzate, attraverso la validazione dei principali materiali formativi (manuali d uso/operativi) e il supporto alla pre-definizione dei requisiti necessari all implementazione della piattaforma di e-learning Attività a) attività di analisi preliminare al fine di condividere tra tutti gli Enti partecipanti al Comitato Tematico le effettive esperienze già eventualmente maturate in merito agli specifici dei deliverable da realizzare, al fine di approfondire ulteriormente le tematiche in esame (rispetto a quanto già fatto come da WP2 del Piano Esecutivo del progetto ELI-CAT) e individuare un sottoinsieme di requisiti di maggior dettaglio da fornire in input alle successive attività di analisi e progettazione dei fornitori individuati per l effettiva realizzazione dei prodotti b) supportare i fornitori nelle attività di analisi funzionale e progettazione di dettaglio dei moduli software al fine di giungere alla definizione del modello di dominio dei deliverable 8.A.5 e 8.A.6 (in stretta integrazione al modello di dominio generale del Progetto ELI-CAT) e delle conseguenti specifiche di dettaglio per le successive attività di sviluppo c) validazione dei documenti prodotti dai fornitori in termini di modello di dominio e specifiche di dettaglio per il deliverable 8.A.5 e 8.A.6 d) attività di supporto tematico nella pre-definizione dei requisiti necessari per l implementazione della piattaforma di e-learning, nonché validazione della piattaforma effettivamente realizzata e) supervisione e controllo delle attività di sviluppo fino al rilascio dei moduli software, corredati della necessaria manualistica (d uso/operativa) f) partecipazione alle attività di test e collaudo dei deliverable realizzati. Deliverables al GTP 2.1 Primo documento di requisiti per deliverable 8.A.6 (T8 ) 2.2 Modello di Dominio dei deliverable 8.A.5 e 8.A.6 (T9) 2.3 Specifiche di Dettaglio (con allegati anche i relativi piani dei testi) dei deliverable 8.A.5 e 8.A.6 (T10) Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 9

10 2.4 Verbale di avvenuto rilascio per il deliverable 8.A.6-versione (T12) 2.5 Verbale di avvenuto rilascio per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6-versione People (T15) 2.6 Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.6-versione (T13) 2.7 Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.5 (T14) 2.8 Verbale di collaudo (alfa e beta test) per il deliverable 8.A.6-versione People (T16) 2.9 Verbale di «integration test» definitivo per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6 (T18) 2.10 Report di dispiegamento e verbale di collaudo finale per DAR deliverable DAR 6.3 (T18) Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 10

11 GANTT WP 1 (Management ) Attività Da A Predecessori Enti Responsabili 1. Inizio/fine WP 03/12/08 16/10/09 7, Discussione ed Approvazione del 03/12/08 23/12/08 Piano di Lavoro Preparazione 03/12/08 05/12/08 7 Discussione interna 09/12/08 19/12/08 3,7,10,101, Approvazione e comunicazione al 22/12/08 12/01/09 7,106 PMO Consegna PM deliverable /01/09 16/01/ Costituzione del CT 10/12/08 10/12/ Conduzione dei lavori del Comitato Tematico 10/12/08 15/10/09 3 Supervisione generale delle attività svolte in relazione agli obiettivi del Comitato Tematico Prima riunione: avvio delle attività di analisi Seconda riunione: validazione finale modello di dominio e specifiche di dettaglio Terza riunione: avvio attività di collaudo Quarta riunione: conclusione e validazione finale delle attività di collaudo Quinta riunione: discussione della relazione finale sui lavori svolti dal CT 5. Relazioni bimestrali sull avanzamento dei lavori del Comitato Tematico 18/12/08 15/10/09 7,106 12/01/09 12/01/09 3,7,10,101, 27/02/09 27/02/09 3,7,10,101, 04/05/09 04/05/09 3,7,10,101, 09/10/09 09/10/09 3,7,10,101, 15/10/09 15/10/09 3,7,10,101, 3 Preparazione 1 relazione 15/01/09 19/01/09 7,106 Consegna PM deliverable /01/09 19/01/09 7 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 11

12 Preparazione 2 relazione 17/03/09 19/03/09 7,106 Consegna PM deliverable /03/09 19/03/09 7 Preparazione 3 relazione 12/05/09 14/05/09 7,106 Consegna PM deliverable /05/09 14/05/09 7 Preparazione 4 relazione 15/07/09 17/07/09 7,106 Consegna PM deliverable /07/09 17/07/09 7 Preparazione 5 relazione 16/09/09 18/09/09 7,106 Consegna PM deliverable /09/09 18/09/ Relazione finale sui risultati 5 conseguiti dal Comitato Tematico Preparazione relazione finale 12/10/09 14/10/09 7,106 Discussione ed approvazione della relazione finale 15/10/09 16/10/09 3,7,10,101, Consegna PM deliverable /10/09 16/10/09 7 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 12

13 GANTT WP 2 (Attività ) Attività Da A Predecessori Enti Responsabili 1. Inizio/fine WP 09/12/08 14/10/09 2. Condivisione con tutti gli Enti partecipanti al CT delle esperienze già maturate in relazione ai deliverable da realizzare Preparazione documento di requisiti per sulla scorta delle esperienze già maturate presso il Comune di Padova Preparazione documento di requisiti per 8.A.5 sulla scorta delle esperienza già maturate presso i Poli Catastali Condivisione dei requisiti con tutti i partecipanti al CT ed integrazione delle esperienze maturate anche in altri contesti diversi dal Comune di Padova 09/12/08 28/01/09 09/12/08 18/12/ /12/08 07/01/09 7, /12/08 26/01/09 3,7,10,101, Consegna GTP deliverable /12/08 28/01/ Partecipazione alla progettazione dei prodotti in concerto con i fornitori individuati per la realizzazione 12/01/09 27/02/09 2 Condivisione con il CT Anagrafi SOR e ACI dei requisiti per la definizione del modello di dominio SOR-ACI Definizione del modello di dominio specifico per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6 In concerto con il GTP e altri Comitati Tematici di pertinenza (con particolare riferimento al CT Anagrafe SOR e ACI ) verifica della coerenza del modello di dominio e supporto 12/01/09 21/01/09 3,7,10,101, 19/01/09 28/01/09 3,7,10,101, 29/01/09 02/02/09 7,106 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 13

14 all integrazione nel modello di dominio generale dei progetti ELI- CAT/ELI-FIS Consegna GTP deliverable /02/09 02/02/09 7 Disponibilità del modello logico 02/02/09 02/02/09 1 Anagrafi SOR e ACI Discussione e validazione delle 03/02/09 13/02/09 7,106 specifiche di dettaglio per il deliverable 8.A.5 Discussione e validazione delle 03/02/09 13/02/09 7 specifiche di dettaglio per il deliverable 8.A.6-versione Discussione e validazione delle 16/02/09 25/02/09 7,106 specifiche di dettaglio per il deliverable 8.A.6-versione People In concerto con il GTP e altri 26/02/09 26/02/09 7,106 Comitati Tematici di pertinenza (con particolare riferimento al CT Anagrafe SOR e ACI ) verifica di coerenza delle specifiche di dettaglio con altri prodotti dei progetti ELI-CAT/ELI-FIS Consegna GTP deliverable /02/09 27/02/ Supporto specialistico del CT per la realizzazione della piattaforma di e- learning 02/03/09 31/07/09 3 Contributo alla pre-definizione dei requisiti necessari per l implementazione della piattaforma di e-learning Contributo alla validazione della piattaforma di e-learning realizzata per le aree di specifica competenza del CT 5. Supervisione dell avvenuto rilascio dei diversi deliverable realizzati Verifica di avvenuto completamento del deliverable 8.A.6-versione comprensiva della validazione dei manuali prodotti (d uso/operativi) 02/03/09 31/03/09 3,7,10,101, 15/07/09 31/07/09 3,7,10,101, 28/04/09 31/07/ /04/09 30/04/09 7 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 14

15 Consegna GTP deliverable /04/09 30/04/09 7 Verifica di avvenuto 27/05/09 29/05/09 7,106 completamento del deliverable 8.A.5, comprensiva della validazione dei manuali prodotti (d uso/operativi) Verifica di avvenuto 29/07/09 31/07/09 7,106 completamento del deliverable 8.A.6-versione People, comprensiva della validazione dei manuali prodotti (d uso/operativi) Consegna GTP deliverable /07/09 31/07/ Supporto agli Enti committenti nelle 04/05/09 09/10/09 5 attività di test/collaudo dei deliverable realizzati Esecuzione dei test (sia alfa che 04/05/09 15/05/09 7 beta) per il deliverable 8.A.6- versione presso l ambiente del Comune di Padova Messa a punto delle anomalie 18/05/09 29/05/09 riscontrate Consegna GTP deliverable /05/09 29/05/09 7 Esecuzione dei test (sia alfa che 01/06/09 15/06/09 7,106 beta) per il deliverable 8.A.5 presso ambiente da definirsi Messa a punto delle anomalie 16/06/09 30/06/09 riscontrate Consegna GTP deliverable /06/09 30/06/09 7 Esecuzione dei test (sia alfa che 03/08/09 17/08/09 7,106 beta) per il deliverable 8.A.6- versione People presso ambiente da definirsi Messa a punto delle anomalie 18/08/09 31/08/09 riscontrate Consegna GTP deliverable /08/09 31/08/09 7 Definizione del piano dei test finali 01/09/09 09/09/09 7,106 di integrazione per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6 Esecuzione dei test finali di 10/09/09 24/09/09 7,106 integrazione per i deliverable 8.A.5 e 8.A.6 presso ambiente da definirsi Messa a punto delle anomalie 25/09/09 09/10/09 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 15

16 riscontrate Consegna GTP deliverable /10/09 09/10/ Test e collaudo finale per DAR 11/10/09 14/10/09 6 Collaudo finale per DAR dei 11/10/09 14/10/09 7,106 deliverable oggetto di realizzazione da parte del CT, presso ambiente da definirsi Consegna GTP deliverable /10/09 14/10/09 7 Rapporto bimestrale sullo stato di avanzamento Pag. 16

VERBALE DI RIUNIONE. Tema/Progetto: Riunione GTP ELICAT/FIS e FED_FIS. Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 11.00 18.

VERBALE DI RIUNIONE. Tema/Progetto: Riunione GTP ELICAT/FIS e FED_FIS. Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 11.00 18. Pag. 1 di 7 Verbale numero: 2/2010 Data: 2 Febbraio 2010 Tema/Progetto: Riunione GTP ELICAT/FIS e FED_FIS Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 11.00 18.00 PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE

Dettagli

ACSOR OPEN 9 settembre 2010

ACSOR OPEN 9 settembre 2010 Progetti ELI-CAT / ELI-FIS Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa ACSOR OPEN 9 settembre 2010 Versione 1.0 1 Indice

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma) PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE DI APPARTENENZA RUOLO

VERBALE DI RIUNIONE. Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma) PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE DI APPARTENENZA RUOLO Pag. 1 di 6 Verbale numero: 4/2009 Data: 18 Maggio 2009 Tema/Progetto: Riunione Fed-Fis Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma) PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE DI APPARTENENZA RUOLO Javier Ossandon

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Data :21.11.2011. Pag. 1 di 8. Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 10.30 17.00. OGGETTO: Riunione GTP FED_FIS

VERBALE DI RIUNIONE. Data :21.11.2011. Pag. 1 di 8. Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 10.30 17.00. OGGETTO: Riunione GTP FED_FIS Pag. 1 di 8 Verbale numero: 3/2011 Data: 21 Novembre 2011 Tema/Progetto: Riunione GTP FED_FIS Luogo: Ancitel (Via Arco di Travertino 11 - Roma) Ore: 10.30 17.00 PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE DI APPARTENENZA

Dettagli

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema. Piano Esecutivo. Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema. Piano Esecutivo. Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Piano Esecutivo Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Verbale numero: 6/2009 Tema/Progetto: Riunione Fed-Fis- Stazioni appaltanti. Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma)

VERBALE DI RIUNIONE. Verbale numero: 6/2009 Tema/Progetto: Riunione Fed-Fis- Stazioni appaltanti. Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma) Pag. 1 di 11 Verbale numero: 6/2009 Tema/Progetto: Riunione Fed-Fis- Stazioni appaltanti Data: 03 Luglio 2009 Luogo: Roma (sede Dipartimento II Comune di Roma) PARTECIPANTI NOME SOCIETÀ/ENTE DI APPARTENENZA

Dettagli

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema. Piano Esecutivo. Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema. Piano Esecutivo. Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Piano Esecutivo Progetto FED-FIS CATASTO E FISCALITA Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012 Direzione Generale Sanità IPSE: Progetto per la Sperimentazione di un sistema di interoperabilità europea e nazionale delle soluzioni di Fascicolo di Sanitario elettronico: componenti Patient Summary ed

Dettagli

Attuazione del Piano di Contingency

Attuazione del Piano di Contingency Attuazione del Piano di Contingency Roma, 20 luglio 2009 1/22 1. Premessa Obiettivo del presente documento è quello di illustrare il possibile scenario operativo concreto che si prefigura fattibile, all

Dettagli

EG4G. (EGovernment for Government) Sistema integrato per la governance del territorio. Il progetto di riuso. Tasso Elvio Direzione Sistema Informatico

EG4G. (EGovernment for Government) Sistema integrato per la governance del territorio. Il progetto di riuso. Tasso Elvio Direzione Sistema Informatico EG4G (EGovernment for Government) Sistema integrato per la governance del territorio Il progetto di riuso Tasso Elvio Direzione Sistema Informatico Unità Complessa per l e-government l e la Società dell

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Protocollo d intesa per l implementazione del progetto GIS Montagna Toscana

Protocollo d intesa per l implementazione del progetto GIS Montagna Toscana Protocollo d intesa per l implementazione del progetto GIS Montagna Toscana L anno 2011 nel giorno del mese di 2011, in Firenze, presso la sede di Uncem Toscana posta in via Cavour n 15, sono presenti,

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico wwwisipmorg Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM Istituto Italiano di Project Management wwwisipmorg Intervento all interno del

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto Lesson learned esperienza di attivazione PMO Il Modello e i Processi a supporto Indice Il contesto di riferimento Il modello PMO ISS L integrazione nei processi Aziendali Lessons Learned Contesto di riferimento

Dettagli

Sant Agostino, 11 Ottobre 2011. Antonio Patta Gianfelice Lauridia

Sant Agostino, 11 Ottobre 2011. Antonio Patta Gianfelice Lauridia Anagrafe Comunale Soggetti Oggetti Relazioni & Portale Territoriale del Contribuente Progetto ELICAT-ELIFISELIFIS Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante

Dettagli

Schema di Proposta Progettuale CATASTO E FISCALITA ELI-CAT

Schema di Proposta Progettuale CATASTO E FISCALITA ELI-CAT Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Schema di Proposta Progettuale CATASTO E FISCALITA ELI-CAT Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di

Dettagli

ELICAT. specifiche funzionali e tecniche dei prodotti

ELICAT. specifiche funzionali e tecniche dei prodotti Deliverable 3.1 Modello di dominio ELI-CAT/ELI-FIS e specifiche funzionali e tecniche dei prodotti Preparato da: - Stefano Mineo, stazione appaltante Comune di Bologna; - Enzo Casula, Francesco Gheno,

Dettagli

A relazione dell'assessore Quaglia:

A relazione dell'assessore Quaglia: REGIONE PIEMONTE BU3 16/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 11 dicembre 2013, n. 8-6870 Iniziativa volta a garantire maggiore equita' nell'erogazione delle agevolazioni nell'ambito dell'edilizia

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE VII APPENDICE I CASI DI STUDIO Servizi pubblici territoriali online

Dettagli

MANUALE D'USO DEL PROCESSO E.TOSCANA COMPLIANCE

MANUALE D'USO DEL PROCESSO E.TOSCANA COMPLIANCE MANUALE D'USO DEL PROCESSO E.TOSCANA COMPLIANCE Manuale d uso del processo e.toscana Compliance 2/60 Indice 1 Introduzione... 3 1.1 Obiettivi del documento... 4 1.2 Abbreviazioni e sigle... 7 2 Il Numero

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020

LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020 LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020 VERSO UN NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE Enti Locali e politiche di coesione Project Management per gli EELL Ornella Cauli 8 maggio 2013 Centro Servizi Losa La logica del Project

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE La Work Breakdown Structure La WBS è uno strumento di pianificazione delle attività progettuali che comporta un lavoro di: 1) suddivisione

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE Materiale di supporto alla didattica Tecnologie dell informazione e della comunicazione per le aziende CAPITOLO 3: Progettazione e sviluppo

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI BUSINESS INTEGRATION, TECHNICAL PROJECT MANAGEMENT E CONSULENZA DI SERVIZI

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI BUSINESS INTEGRATION, TECHNICAL PROJECT MANAGEMENT E CONSULENZA DI SERVIZI PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI BUSINESS INTEGRATION, TECHNICAL PROJECT MANAGEMENT E CONSULENZA DI SERVIZI CHIARIMENTI AL 27/06/2011 1. Domanda Art.. 11 Polizza assicurativa del Disciplinare

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO (REQUISITI TECNICI)

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO (REQUISITI TECNICI) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE ORDINARIA, ACCERTAMENTO E SUPPORTO ALLA RISCOSSIONE ORDINARIA E COATTIVA DIRETTA DEI TRIBUTI E DELLE ENTRATE COMUNALI ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE II ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO UDA 4 IL TEAM DI PROGETTO LEZIONE: IL

Dettagli

-Sistemi per il rilevamento di flussi di persone- Progetto:

-Sistemi per il rilevamento di flussi di persone- Progetto: -Sistemi per il rilevamento di flussi di persone- Progetto: Sistema per il rilevamento e l analisi dei flussi dei clienti in un megastore di 1 piano di 1250m 2, composto da 20 corsie di 1m di lunghezza

Dettagli

Allegato 4 Manuale di Progetto

Allegato 4 Manuale di Progetto Telematica per la gestione integrata delle chiamate di emergenza Progetto Pilota Elemento di rilascio D1.1 Allegato 4 Manuale di Progetto Confidenzialità : Interna Partecipanti : TTS-Italia Autori : O.

Dettagli

L ambito di progetto Rappresenta la definizione del progetto, ovvero cosa deve essere portato a termine Comprende gli elementi:

L ambito di progetto Rappresenta la definizione del progetto, ovvero cosa deve essere portato a termine Comprende gli elementi: Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Lezione 6: Ambito di progetto organizzazione della comunicazione Prof.ssa R. Folgieri email: folgieri@dico.unimi.it folgieri@mtcube.com

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto ELI-FIS

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto ELI-FIS Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto ELI-FIS Gennaio 2011 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione

Dettagli

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE PO FESR PUGLIA 2007-2013 Asse I Linea di Intervento

Dettagli

Ing Omar Morales Qualità del Software

Ing Omar Morales Qualità del Software Ing Omar Morales Qualità del Software Soluzioni Professionali Integrate Viale F.Petrarca, 96-50124 Firenze LinkedIn it.linkedin.com/in/omarmoralescv TEL (+39) 335 52.10.589 FAX (+39) 055 39.06.93.26 info@omarmorales.net

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione (AV) 1.1. Assicurare l impegno e il governo del management per avviare il processo. 1.2. Assicurare

Dettagli

ref building AREA ASSET AREA PROPERTY AREA FACILITY AREA AGENCY SCHEDA DI PRODOTTO CONSISTENZA CATASTO FISCALITA GESTIONE DOCUMENTALE CAD GIS

ref building AREA ASSET AREA PROPERTY AREA FACILITY AREA AGENCY SCHEDA DI PRODOTTO CONSISTENZA CATASTO FISCALITA GESTIONE DOCUMENTALE CAD GIS ref building SCHEDA DI PRODOTTO CONSISTENZA CATASTO AREA ASSET FISCALITA GESTIONE DOCUMENTALE CAD GIS LOCAZIONI ATTIVE LOCAZIONI PASSIVE AREA PROPERTY INCASSI MOROSITA SERVIZI AL FABBRICATO CONDOMINI FORESTERIE

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Palmieri Paola Data di nascita 10 Settembre 1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Funzionario tecnico con posizione organizzativa Comune

Dettagli

PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SSPA. PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ

PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SSPA. PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SSPA PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ Roma, 21 maggio 2013 Sala Polifunzionale PCM FINALITÀ DEL PROGETTO

Dettagli

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale,

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale, REGIONE PIEMONTE BU3 16/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 9 dicembre 2013, n. 40-6859 Iniziativa volta a garantire maggiore equita' nell'erogazione delle agevolazioni nell'ambito sanitario delle

Dettagli

Creative Commons BY ND ISBN: 9788896354674

Creative Commons BY ND ISBN: 9788896354674 Creative Commons BY ND ISBN: 9788896354674 Progetto S.P.O.T (Servizi Pubblici Territoriali Online) Piano di progetto ed allegati Esempio di piano di project management e documenti allegati Autori Antonio

Dettagli

CATASTO E FISCALITA' Soluzioni del Programma ELISA

CATASTO E FISCALITA' Soluzioni del Programma ELISA CATASTO E FISCALITA' Soluzioni del Programma ELISA Dario Gambino Federalismo Fiscale L'obiettivo dichiarato Creare una relazione e proporzionalità tra il livello di imposizione fiscale ed i servizi erogati

Dettagli

Richiesta Contributo alla Ricostruzione Domanda ed Istruttoria Comunale. 6 settembre 2012

Richiesta Contributo alla Ricostruzione Domanda ed Istruttoria Comunale. 6 settembre 2012 COMMISSARIO DELEGATO PER LA RICOSTRUZIONE SISTEMA INFORMATIVO PER LA RICOSTRUZIONE Ordinanza n. 23 del 14 agosto 2012 Ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012 e s.m.i. Richiesta Contributo alla Ricostruzione

Dettagli

Project Management Information System con Microsoft Office Project Server Corso Avanzato

Project Management Information System con Microsoft Office Project Server Corso Avanzato Project Management Information System con Microsoft Office Project Server Corso Avanzato Page 2 of 5 1 PMIS con Microsoft Office Project Server - Corso Avanzato 1.1 Obiettivi Il corso ha l obiettivo di

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER CODICE PM 10.25 DURATA 10 giorni CATEGORIA Project Management DESTINATARI Project manager, responsabili di funzione, membri del Project Management Office, dirigenti,

Dettagli

Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013

Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013 PO Italia-Francia Marittimo 2007-2013 Formulario Progetti Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013 Programme de coopération transfrontalière Italie-France Maritime

Dettagli

Processo e attori della progettazione formativa

Processo e attori della progettazione formativa 1 5 2 Processo e attori della progettazione formativa 4 3 1 Unità Didattiche 1, 2 Alla fine del modulo sarai in grado di Descrivere attori e fasi del processo di progettazione di un sistema formativo OBIETTIVI

Dettagli

TITOLO. Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze. Parma, 8 Aprile 2009. Progetto IQuEL

TITOLO. Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze. Parma, 8 Aprile 2009. Progetto IQuEL Progetto IQuEL Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze TITOLO Parma, 8 Aprile 2009 Sommario WP2: Attività A2P3: strumenti e metodologia di rilevazione qualitativa e quantitativa

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE PIEMONTE, UNIONE DELLE PROVINCE PIEMONTESI, ANCI PIEMONTE, UNCEM PIEMONTE, LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI, CONSULTA UNITARIA DEI PICCOLI COMUNI DEL PIEMONTE, PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo PROGETTO GIPSE Presentazione e Piano Esecutivo Prima emissione: Aprile 1999 I N D I C E 1. PRESENTAZIONE GENERALE DEL PROGETTO GIPSE...2 1.1 Obiettivi... 2 1.2 Partner... 2 1.3 Il ruolo dei partner...

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Direzione Generale Servizio IT. Allegato A CAPITOLATO TECNICO

Direzione Generale Servizio IT. Allegato A CAPITOLATO TECNICO Allegato A CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER L ANALISI E LA REDAZIONE DI DOCUMENTAZIONE INERENTE LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INFORMATICA. DETERMINA A CONTRARRE

Dettagli

Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne

Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne 1 LA FORZA DI UN TEAM A VANTAGGIO DEL PROGETTO è un consorzio di professionisti singoli e società di ingegneria che offre servizi

Dettagli

CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007

CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007 CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007 > Alle ditte interessate Oggetto: comunicazione relativa alla gara d appalto con procedura aperta per l affidamento del servizio ad oggetto la realizzazione del primo stralcio

Dettagli

Il Progetto e il Project Management

Il Progetto e il Project Management Il Progetto e il Project Management Metodologie di Specifica del Software Per contattare il docente Dr. Anna Rita Laurenzi email: annarita.laurenzi@insiel.it cell.+39 3356368206 Agenda Progetto e Project

Dettagli

Partnership con il Committente

Partnership con il Committente PRESENTAZIONE AZIENDALE N.T.A. Srl costituisce un unicum in grado di realizzare e gestire i servizi richiesti, con piena delega operativa e completa responsabilizzazione sui processi. Le referenze maturate

Dettagli

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt IT Project Management Lezione 3 Scope Management Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Check list del PM Identificare i requisiti del cliente Monitoring del progetto (Earned Value) Identificare i deliverable

Dettagli

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica Flussi di Aggiornameno Obiettivi Architetturali Strategici: Scalabilità amministrativa del sistema, unica istanza / n Comuni Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica

Dettagli

PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SNA. PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ

PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SNA. PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ PROGRAMMA QUALITÀ E POTENZIAMENTO DELLA FORMAZIONE PUBBLICA Convenzione DFP e SNA PROGETTO Una Rete per la Formazione di Qualità RFQ Roma, 21 maggio 2013 Sala Polifunzionale PCM FINALITÀ DEL PROGETTO RFQ

Dettagli

Project Office e Business Analysis: quando 1+1 fa 3! Un esperienza di successo in Banco Popolare

Project Office e Business Analysis: quando 1+1 fa 3! Un esperienza di successo in Banco Popolare Project Office e Business Analysis: quando 1+1 fa 3! Un esperienza di successo in Banco Popolare Orietta Checchinato SGS Banco Popolare, Applicazioni Finanza orietta.checchinato@sgsbp.it Alessandro Rogora,

Dettagli

SVILUPPO E REALIZZAZIONE DI SISTEMI

SVILUPPO E REALIZZAZIONE DI SISTEMI Regione Toscana Direzione Generale Organizzazione e Sistema Informativo Area di Coordinamento Reti di Governance del Sistema Regionale e Ingegneria dei Sistemi Informativi e della Comunicazione Settore

Dettagli

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico.

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico. Piano di Organizzazione Aziendale (POA) NetSpring srl. Titolo I Mission Istituzionale La mission aziendale che NetSpring si propone di perseguire consiste nel gestire in modo unitario e coordinato l innovazione

Dettagli

Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO

Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO FACILITY MANAGEMENT COFELY È Migliorare i servizi Ottimizzare l organizzazione no-core Ridurre i costi PER AIUTARVI A CONCENTRARE LE RISORSE

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod.

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod. WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI Deliverable di Progetto # (cod. A7P2) Versione 1.0 del 26.03.10 1 Indice 1. Premessa 3 2. Qualità e miglioramento

Dettagli

BANDO ACQUISIZIONI Servizi Informatici. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

BANDO ACQUISIZIONI Servizi Informatici. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 BANDO ACQUISIZIONI Servizi Informatici ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara per l affidamento di servizi informatici POR 2000/2006 misura

Dettagli

IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE IL MINISTRO PER L INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE VISTO l articolo 5 della legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dettagli

DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI

DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI P.O. AFFARI GENERALI E INNOVAZIONE Coordina le attività di supporto direzionale che riguardano la l'area Programmazione Sostenibilità e innovazione e la Direzione Sistemi

Dettagli

ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA. www.arti.puglia.it

ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA. www.arti.puglia.it Progetto NOBLE Ideas Young InNOvators Network for SustainaBLE Ideas in the Agro-Food Sector Attività cofinanziata dall Unione Europea a valere sul South East Europe Transnational Cooperation Programme

Dettagli

Il valore dell esperienza di collaborazione tra la Provincia di Ferrara ed i Comuni nella prospettiva del costruendo federalismo fiscale comunale

Il valore dell esperienza di collaborazione tra la Provincia di Ferrara ed i Comuni nella prospettiva del costruendo federalismo fiscale comunale Il valore dell esperienza di collaborazione tra la Provincia di Ferrara ed i Comuni nella prospettiva del costruendo federalismo fiscale comunale Sala di Consiglio Provinciale CASTELLO ESTENSE - Ferrara,

Dettagli

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008 La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale 15 ottobre 2008 La Community Network E-R: comunicazione e sottoscrizione 24 giugno 2008 convegno La Community Network per le Pubbliche

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE A.A. 2013-2014 MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION Project Management Base Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT PREMESSA Il Project Management

Dettagli

Premio per l'innovazione 2013 - CNR idee che ci aiutano a stare meglio

Premio per l'innovazione 2013 - CNR idee che ci aiutano a stare meglio Premio per l'innovazione 2013 - CNR idee che ci aiutano a stare meglio Sezione A proponente Numero univoco progetto: 291729731485 Anagrafica Promotore Codice univoco progetto 291729731485 Componenti totali

Dettagli

Progetto ELI4U. WP3 Fascicolo del cittadino. Capitolato Speciale d Appalto

Progetto ELI4U. WP3 Fascicolo del cittadino. Capitolato Speciale d Appalto Progetto ELI4U WP3 Fascicolo del cittadino Capitolato Speciale d Appalto 1 Indice 1. Definizioni, abbreviazioni e convenzioni generali...3 2. Contesto di riferimento...3 3. Obiettivi ed Ambito della Fornitura...5

Dettagli

processo di dematerializzazione nella Pubblica Amministrazione

processo di dematerializzazione nella Pubblica Amministrazione La collaborazione fra Regioni nel processo di dematerializzazione nella Pubblica Amministrazione Proposta di Progetto Interregionale Gaudenzio Garavini 28 marzo 2008 Espressa la volontà di dare vita ad

Dettagli

Il modello Sicilia per la società dell Informazione

Il modello Sicilia per la società dell Informazione Il modello Sicilia per la società dell Informazione Palermo 10 luglio 2007 La Mission di Sicilia e Innovazione è stata creata per svolgere le attività infotelematiche delle Amministrazioni regionali comprese

Dettagli

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management ROMA 12-15 Maggio 2008 Master Diffuso sul Project Management Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management KP.Net - SOCIETA E COMPETENZE Kelyan Project.Net

Dettagli

La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale

La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale L offerta di EasyGov Solutions 2014 EasyGov Solutions Srl Start-up del Politecnico di Milano Chi siamo EasyGov Solutions Team di lavoro

Dettagli

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1 Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software Project Proposal Versione 1.1 Data 27/03/2009 Project Manager: D Amato Angelo 0521000698 Partecipanti: Nome Andrea Cesaro Giuseppe Russo

Dettagli

1. Premessa 2. Obiettivi Generali

1. Premessa 2. Obiettivi Generali 1. Premessa Il Progetto riguarda la creazione di un Laboratorio ambientale da realizzare sul territorio della Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale diffuso sul territorio montano, a partire dalle

Dettagli

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Sviluppo e Gestione Progetti docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Struttura del corso - ID CONTENUTI TEORIA PROJ. WORK DATA WORK SHOP Conoscenza dei principi di base, metodi e tecniche

Dettagli

Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Schema di Proposta Progettuale FED-FIS Fondo per il sostegno agli investimenti per l innovazione negli enti locali - Comma 893 della legge 27 dicembre 2006

Dettagli

CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT

CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT ISIPM Istituto Italiano di Project Management Via Vallombrosa, 47/a 00135 Roma CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT ISIPM Istituto Italiano di Project Management Via Vallombrosa, 47/a 00135 Roma 2 ISIPM

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI Art. 1 - Oggetto del servizio associato 1. La gestione associata del servizio tributi, realizzata attraverso una struttura di coordinamento operativo a supporto

Dettagli

DISCIPLINARE POLI DI INNOVAZIONE

DISCIPLINARE POLI DI INNOVAZIONE Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Misura I.1.3 Innovazione e PMI F.E.S.R. 2007/2013 DISCIPLINARE per l accesso ai finanziamenti

Dettagli

Amministrazione Provinciale di Avellino Deliberazione della Giunta Provinciale

Amministrazione Provinciale di Avellino Deliberazione della Giunta Provinciale Di quanto sopra si è redatto il presente verbale che, previa lettura e conferma, viene sottoscritto come appresso: IL PREDENTE On. Prof.ssa Alberta De Simone DR. Mario BIANCHINO Amministrazione Provinciale

Dettagli

WP01.DOC.D03. 25/01/2010 SAL e valutazione in itinere

WP01.DOC.D03. 25/01/2010 SAL e valutazione in itinere WP01.DOC.D03 25/01/2010 SAL e valutazione in itinere GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Assessorato all'università e Ricerca Scientifica,Innovazione Tecnologica e Nuova Economia SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE

GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE www.cassaddpp.it GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE Procedure standard di codifica, anagrafica e censimento dei beni immobiliari pubblici ed analisi documentale online 2013 Abitanti

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA Valutazione Beni Immobili. Realizzato in collaborazione con

PROCEDURA OPERATIVA Valutazione Beni Immobili. Realizzato in collaborazione con PROCEDURA OPERATIVA Valutazione Beni Immobili Realizzato in collaborazione con Procedura Valutazione Beni Immobili Descrizione Generale: Il seguente flusso descrive le procedure operative, nonché gli attori

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE La legge regionale n. 5/2009 e il Piano Regionale della Salute 2011-2013 promuovono la centralità del cittadino e il suo coinvolgimento nei processi di miglioramento dei Servizi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI di PADOVA FACOLTÀ di INGEGNERIA. Francesco Fassina Nicola Fin Andrea Martini Stefano Meneguzzo Fbi Fabio Montemaggiore

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI di PADOVA FACOLTÀ di INGEGNERIA. Francesco Fassina Nicola Fin Andrea Martini Stefano Meneguzzo Fbi Fabio Montemaggiore UNIVERSITÀ DEGLI STUDI di PADOVA FACOLTÀ di INGEGNERIA Francesco Fassina Nicola Fin Andrea Martini Stefano Meneguzzo Fbi Fabio Montemaggiore PROJECT MANAGEMENT ANNO ACCADEMICO 2007-2008 Sommario Informazioni

Dettagli

Schema di Proposta Progettuale FED-FIS

Schema di Proposta Progettuale FED-FIS Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Schema di Proposta Progettuale FED-FIS Fondo per il sostegno agli investimenti per l innovazione negli enti locali - Comma 893 della legge 27 dicembre 2006

Dettagli

ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE

ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIGITALIZZAZIONE, INDICIZZAZIONE E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI FASCICOLI DEL PERSONALE DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA - CODICE CIG DI GARA 059271972F

Dettagli

ventidueaprile2015 Bologna Servizi fiscalità locale

ventidueaprile2015 Bologna Servizi fiscalità locale Affidamento dei Servizi di gestione ordinaria, accertamento e supporto alla Riscossione ordinaria e coattiva diretta dei tributi e delle entrate comunali ventidueaprile2015 Bologna 1 AGENDA 1 2 CHI EROGA

Dettagli

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVERTENZA AI FINI DELLA COMPILAZIONE: La presente

Dettagli