Appalto a procedura aperta, ai sensi del d. lgs. 163/2006, per la realizzazione di un portale per il confronto dei preventivi relativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appalto a procedura aperta, ai sensi del d. lgs. 163/2006, per la realizzazione di un portale per il confronto dei preventivi relativi"

Transcript

1 Appalto a procedura aperta, ai sensi del d. lgs. 163/2006, all assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile auto CAPITOLATO TECNICO Capitolato Tecnico Pagina 1 6 agosto 2007

2 INDICE 1. PREMESSA Quadro normativo e finalità del servizio richiesto Presentazione dell ISVAP Presentazione del Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Obiettivi del Progetto OGGETTO DELLA FORNITURA Composizione della fornitura La realizzazione del portale L architettura del sistema La realizzazione dell applicazione web La formazione La manutenzione Manutenzione tecnica - Garanzia Manutenzione applicativa Manutenzione evolutiva Ambienti Livelli di Servizio Esclusioni REQUISITI DELLA FORNITURA Requisiti funzionali generali del portale La struttura del portale A Area informativa: la home page del portale B Area di confronto dei preventivi C Area FAQ Aggiornamento dei parametri di personalizzazione MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA Durata del progetto e vincoli temporali Project Management Modalità di esecuzione dei servizi, deliverables di progetto, tempi di consegna e modalità di accettazione Gruppo di lavoro Luogo di lavoro Collaudo, fatturazione e pagamento...22 Capitolato Tecnico Pagina 2 6 agosto 2007

3 1. Premessa 1.1 Quadro normativo e finalità del servizio richiesto Le imprese di assicurazione esercenti in Italia l assicurazione obbligatoria per la r.c.auto sono già tenute, in base alla normativa vigente ed alle istruzioni di vigilanza, a disporre di un servizio gratuito di preventivazione personalizzata, reso disponibile per il consumatore sui siti internet aziendali e presso ogni punto vendita delle singole imprese. La legge 23 dicembre 2000, n. 388, concernente Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e, in particolare, l art.148, comma 1, ha previsto che le entrate derivanti dalle sanzioni amministrative irrogate dall Autorità garante della concorrenza e del mercato siano destinate ad iniziative a vantaggio dei consumatori. Il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 dicembre 2006 ha individuato le iniziative di cui al suddetto art.148, comma 1; in particolare, in relazione alle specifiche finalità di cui all art. 5, comma 3, viene prevista l assegnazione di risorse finanziarie pari a complessive ,00 (euro trecentomila) al fine di consentire al singolo consumatore di ottenere facilmente e direttamente, anche su sito web, la confrontabilità e la comparazione dei preventivi offerti dalle compagnie assicurative a parità di garanzie offerte. In data 28 dicembre 2006 è stata stipulata un apposita convenzione tra l Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo (nel seguito, ISVAP) ed Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per l Armonizzazione Mercato e la Tutela dei Consumatori (nel seguito, MiSE), per la realizzazione di un software per l elaborazione dei dati relativi ai premi r.c.auto, al fine di accrescere il livello di informazione dell utenza consentendo al singolo consumatore di confrontare agevolmente ed in via diretta, mediante accesso ad un apposito portale web, i preventivi che, a parità di garanzie offerte, le diverse compagnie assicurative propongono in relazione al profilo di rischio considerato. In proposito, l art.5, comma 3, della legge 2 aprile 2007, n. 40, ha modificato l art.136 del Codice delle Assicurazioni, prevedendo che il Ministero dello Sviluppo Economico utilizzi il sistema tariffario completo organizzato dall ISVAP, sulla base dei dati forniti dalle imprese di assicurazione, per realizzare un servizio informativo, anche tramite il proprio sito internet, che consenta al consumatore di comparare le tariffe applicate dalle diverse imprese relativamente al proprio profilo individuale. 1.2 Presentazione dell ISVAP L'ISVAP - Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (di seguito Autorità) - è un Ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico istituito con Legge 12 agosto 1982, n. 576 per l'esercizio di funzioni di vigilanza nei confronti delle imprese di assicurazione e riassicurazione nonché di tutti gli altri soggetti sottoposti alla disciplina sulle assicurazioni private, compresi gli agenti e i mediatori di assicurazione. L attività svolta dall Autorità si sostanzia principalmente in: vigilanza di tipo documentale ed ispettivo su tutti i soggetti vigilati; Capitolato Tecnico Pagina 3 6 agosto 2007

4 trattazione dei reclami presentati dall utenza e dalle associazioni dei consumatori; partecipazioni ad organismi internazionali; studi settoriali; organizzazione e tenuta della banca dati sinistri r.c. auto; repressione dell abusivismo. L unica sede dell Autorità è sita in Roma Via del Quirinale 21. L Autorità dispone di un sito internet istituzionale accessibile a tutti, che offre: un area informativa sull Autorità ed i suoi organi; un area dedicata al consumatore con alcune informazioni utili per comprendere meglio le caratteristiche delle polizze assicurative; un area dedicata alle imprese, accessibile attraverso userid e password, dalla quale gli operatori delle compagnie assicuratrici effettuano il download di file e/o modelli utilizzati per facilitare la raccolta di informazioni statistiche richieste dall ISVAP; una banca dati consultabile di tutte le imprese che operano nel territorio italiano, delle imprese in liquidazione, degli intermediari e dei periti; una sezione dedicata ai documenti in pubblica consultazione, alla normativa di riferimento, ai provvedimenti, alle circolari, alle lettere al mercato ed alla normativa europea; una sezione contenente le pubblicazioni ufficiali e le statistiche assicurative; una sezione contenente i comunicati stampa e i bandi di gara. 1.3 Presentazione del Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, - via Molise, 2, dispone di un sito internet istituzionale che offre informazioni e servizi sull intera attività istituzionale di tutte le Direzioni Generali. In particolare, l'attività della Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori è dedicata alla tutela degli interessi e dei diritti dei consumatori e degli utenti mediante proposte ed elaborazioni di politiche e normative in sede nazionale e comunitarie ed attraverso iniziative volte a garantire la sicurezza dei prodotti, la fede pubblica, la trasparenza dei mercati e la semplificazione delle norme che li regolano. La Direzione inoltre garantisce il funzionamento del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti e la tenuta dell'elenco delle associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative. 1.4 Obiettivi del Progetto L obiettivo del progetto è realizzare un portale web che consenta agli utenti di ottenere e confrontare con un'unica sessione di collegamento ad internet, tutti i preventivi offerti dalle compagnie operanti nel mercato italiano della responsabilità civile auto in relazione al proprio profilo di rischio. Il portale dovrà esere raggiungibile attraverso un link denominato Preventivatore unico RCA da rendere disponibile sui siti istituzionali del MiSE e dell ISVAP. Capitolato Tecnico Pagina 4 6 agosto 2007

5 L utente, una volta inseriti i dati relativi al proprio profilo di rischio in relazione ai parametri tariffari richiesti, riceverà un report contenente tutti i preventivi di prezzo offerti dalle compagnie operanti in Italia, ordinati per convenienza economica. 2. Oggetto della fornitura Per la realizzazione degli obiettivi indicati, l ISVAP ha bandito una gara europea a procedura aperta per selezionare il fornitore al quale verrà affidata la realizzazione del portale e l erogazione dei servizi accessori come di seguito indicato. 2.1 Composizione della fornitura Oggetto della fornitura è l erogazione dei seguenti servizi: 1. Disegno, analisi, sviluppo, test e avvio del sistema. La realizzazione e la messa in esercizio del portale che costituisce la componente principale della fornitura prevede in dettaglio: la definizione della soluzione architetturale (logica e fisica) del sistema, utilizzando la piattaforma hardware e software dei prodotti di base e applicativi di riferimento adottate dal Ministero dello Sviluppo Economico; l installazione, la configurazione e l avvio del software di base necessario all attivazione del sistema secondo le funzionalità descritte nel successivo capitolo 3; l analisi, lo sviluppo, il test e il collaudo delle componenti software applicative del sistema e della base dati per la registrazione dei dati inseriti dall utente tramite form secondo le funzionalità descritte nel successivo capitolo 3; l installazione, la configurazione e l avvio delle componenti software applicative del sistema secondo le funzionalità descritte nel successivo capitolo 3; ogni altro intervento operativo e tecnico per l avvio del sistema. 2. Formazione, per una durata minima di 10 (dieci) giorni, tramite training on the job per il personale del MiSE, operativo e tecnico, che prenderà in carico il sistema e fornirà l assistenza agli utenti finali tramite un servizio di help desk; 3. Servizi di manutenzione. Una volta collaudato e messo in esercizio il portale, il fornitore dovrà garantire i seguenti servizi di manutenzione: manutenzione tecnica ovvero garanzia del software sviluppato per un periodo di 36 mesi; manutenzione applicativa per l aggiornamento dei parametri di personalizzazione utilizzati dalle imprese ai fini del preventivo (modifica dei form di acquisizione dati e relativa modifica dei tracciati XML di scambio dei flussi con le compagnie) e aggiornamento periodico dei contenuti dell area FAQ per un periodo di 12 mesi; manutenzione evolutiva per un minimo di 50 gg/u da utilizzare a consumo per richieste di sviluppo di nuove funzionalità sull applicazione. Capitolato Tecnico Pagina 5 6 agosto 2007

6 2.2 La realizzazione del portale L architettura del sistema Come indicato in precedenza, la realizzazione e la messa in esercizio del portale costituisce la componente principale della fornitura. Non fa parte del contratto la fornitura di alcuna componente hardware e il software di base in quanto l intera architettura tecnica e di sicurezza sarà messa a disposizione dal MiSE. Nell offerta, il fornitore dovrà comunque proporre il disegno di dettaglio dell architettura tecnica e applicativa del sistema indicando le soluzioni di configurazione ritenute necessarie al fine di realizzare la massima integrazione possibile dell applicazione che verrà sviluppata con l infrastruttura tecnica e di sicurezza messa a disposizione. Di seguito, sono riportate le caratteristiche tecniche dell hardware e del software che sarà messo a disposizione, di cui il fornitore dovrà tener conto nella progettazione del portale: Caratteristiche tecniche server N 2 server gemelli, configurati in high availability - HP ProLiant DL385R AMD Opteron 250 2,4 Ghz - Ram 2 Gb - HD 72.8 Gb Ultra 320 SCSI 10,000 rpm. Per ciascuna delle due macchine è previsto il seguente up-grade: un secondo processore, Ram fino a 16Gb e un HD di almeno 150 Gb. S.O. e software di base Red Hat Enterprise LINUX ES release 4 (Nahant) Apache 2.0 MYSQL 54.0 PHP 4.3 Sendmail 8.13 heartbeat heartbeat-pils heartbeat-stonith (software configurazione high availability) la configurazione prevede un IP Virtuale e due IP fisici delle due macchine (un server attivo e uno passivo) Servizi applicativi già presenti sui Server Le applicazioni in produzione sui server individuati dal MiSE sono: 1. Prezzi dei carburanti consigliati dalle compagnie (applicazione PHP); 2. Sito Cittadino Consumatore pagine html. Per quanto riguarda la situazione del server attivo (CABMON01) è la seguente: l utilizzo di CPU risulta essere al di sotto del 10%, non esiste paginazione e mediamente l utilizzo della memoria (2GB) è intorno al 90%; lo spazio disco risulta così ripartito: root 6%, boot 11%, 60Gb liberi Da statistiche fornite sugli accessi ai servizi sopra indicati, nell arco degli ultimi dieci mesi, sono state registrate circa visite. Capitolato Tecnico Pagina 6 6 agosto 2007

7 Configurazione rete Per quanto riguarda la configurazione della rete i server sono posizionati in una LAN interna protetti da un sistema di firewall interposto fra la RUPA ed il MiSE. La porta di rete utilizzata, rispondente agli standard della P.A. italiana, è attualmente raggiungibile attraverso la rete RUPA ed a breve attraverso il Sistema di Connettività Nazionale con una banda pari a 100 Mb/sec. Di seguito viene riportata una rappresentazione grafica dell infrastruttura di riferimento del sistema da realizzare: Figura 1 - infrastruttura di riferimento Il MiSE dispone delle strutture tecniche di supporto per gestire in via autonoma il sistema oggetto della fornitura e di un sistema di HelpDesk per la raccolta delle richieste di intervento. Il personale addetto all HelpDesk provvederà a ricevere, filtrare ed inoltrare al fornitore i problemi tecnici non risolti al primo livello. Capitolato Tecnico Pagina 7 6 agosto 2007

8 2.2.2 La realizzazione dell applicazione web Le principali attività che il fornitore dovrà garantire nella realizzazione dell applicazione, sono: - l analisi e lo sviluppo delle componenti software applicative secondo le funzionalità descritte nel successivo capitolo 3; - l analisi dei dati oggetto di scambio dei flussi XML tra compagnie e MiSE; - il disegno del modello logico e fisico dei dati; - lo sviluppo delle procedure di creazione, caricamento e gestione del Database sul quale verranno memorizzati i dati; - la configurazione in rete dei sistemi e delle postazioni di lavoro in collaborazione col personale del cliente; - l installazione e la configurazione delle componenti software (di base e applicativo) per il collaudo; - l installazione e l avvio in produzione; - la realizzazione di una guida operativa (comprensiva di help on line) e di un manuale di gestione del sistema per il personale, operativo e tecnico del MiSE che sarà dedicato al servizio di help desk per gli utenti finali. 2.3 La formazione La formazione al personale, operativo e tecnico, del MiSE si dovrà svolgere tramite la metodologia del Training on the job per un periodo minimo di 10 giorni. Durante tale periodo i tecnici del fornitore affiancheranno gli addetti del cliente per addestrarli all uso del sistema stesso. Tale personale sarà utilizzato come supporto HelpDesk per gli utenti finali. 2.4 La manutenzione In aggiunta alla realizzazione del portale, il fornitore dovrà erogare i servizi di manutenzione di seguito indicati Manutenzione tecnica - Garanzia Il servizio in oggetto ha lo scopo di ripristinare il corretto funzionamento dei componenti software forniti anche attraverso interventi on-site. Il servizio di manutenzione tecnica correttiva in garanzia è richiesto per un minimo di 36 mesi dalla data del collaudo con esito positivo. Il fornitore, nell offerta, potrà eventualmente proporre un prolungamento di tale servizio. Tutti i prodotti collaudati facenti parte della fornitura e precisamente: applicazione sviluppata e modificata in corso d opera; base dati; documentazione a corredo; dovranno rientrare nella suddetta garanzia per la correzione di eventuali difetti. Sono di seguito riportate in dettaglio le attività previste per il servizio di manutenzione tecnica correttiva: Capitolato Tecnico Pagina 8 6 agosto 2007

9 manutenzione correttiva di tutte le componenti software dell applicazione sviluppata; supporto per diagnosi ed eliminazione dei problemi relativi al software sviluppato, supporto on site in caso di reinstallazione del prodotto e/o di modifiche correttive; supporto telefonico al personale HelpDesk del MiSE in caso di malfunzionamenti riscontrati sull applicazione dall utente e non risolvibili direttamente dal personale del cliente; report periodici (mensili) sull utilizzo del servizio e dei problemi riscontrati, con registrazione dei tempi di intervento per la risoluzione degli stessi. Il servizio descritto sarà attivato esclusivamente dal personale HelpDesk del MiSE. L intervento on site dovrà esser garantito entro 8 ore lavorative e verrà certificato dal cliente firmando l apposito modulo di intervento. Il supporto e gli eventuali interventi di manutenzione on site si svolgeranno secondo il seguente orario di lavoro: Lun-Ven Sabato e prefestivi Domeniche e festivi 8:00-19:00 Su richiesta Su richiesta In sintesi il servizio sopra dettagliato prevede la seguente ripartizione delle responsabilità: HelpDesk di primo livello Attività Richiesta d intervento di supporto Supporto telefonico al personale HelpDesk del cliente Installazioni di aggiornamenti del software sviluppato Diagnosi ed eliminazione dei problemi software, comprensiva di installazione di eventuali patch; Report periodici sull utilizzo del servizio Responsabile MiSE MiSE fornitore fornitore fornitore fornitore Manutenzione applicativa Sull applicazione realizzata, il fornitore dovrà garantire un servizio di manutenzione applicativa volta principalmente a: aggiornare i parametri di personalizzazione utilizzati dalla singola impresa ai fini della preventivazione e richiesti in input dall applicazione; apportare eventuali modifiche all applicazione relative ai diversi parametri forniti che potrebbero avere impatto sui form definiti per l acquisizione dati da parte degli utenti; ridefinizione dei tracciati XML di scambio di informazioni con le imprese; alimentazione della sezione dell area FAQ. Capitolato Tecnico Pagina 9 6 agosto 2007

10 Il servizio di manutenzione applicativa è richiesta per un minimo di 12 mesi dalla data del collaudo con esito positivo. Il fornitore, nell offerta, potrà eventualmente proporre un prolungamento di tale servizio. Il servizio descritto sarà attivato esclusivamente dall ISVAP sia nei casi di modifica delle strutture tariffarie delle imprese, sia nei casi in cui si renderà necessario provvedere all alimentazione dell area FAQ. Il servizio dovrà essere erogato dal Fornitore entro 3 (tre) giorni lavorativi a partire dalla richiesta dell ISVAP. L avvenuta prestazione sarà certificata dall ISVAP con l apposito modulo di intervento Manutenzione evolutiva Per soddisfare le esigenze legate all implementazione di nuove funzionalità o alla modifica di funzionalità rilasciate dopo il collaudo dell applicazione è richiesto un plafond di 50 gg/u da utilizzare a consumo. Il fornitore, nell offerta, potrà eventualmente offrire un numero di giornate uomo superiore al quantitativo minimo indicato. In relazione agli interventi di manutenzione evolutiva che l ISVAP richiederà al fornitore, quest ultimo procederà ad un analisi preliminare volta a quantificare il numero di gg/u necessari; tale valutazione dovrà essere preventivamente approvata dall ISVAP Ambienti Il fornitore dovrà mettere a disposizione del MiSE un ambiente di sviluppo, test e collaudo separato dall ambiente di produzione. Per tutta la durata del contratto (36 mesi) l ambiente di sviluppo, test e collaudo potrà essere installato su hardware del fornitore; in tal caso dovrà comunque essere consentito l accesso ad ISVAP e MiSE per i collaudi necessari. Al termine del periodo di manutenzione correttiva l ambiente di test, sviluppo e collaudo dovrà comunque essere consegnato al MiSE Livelli di Servizio Nell erogazione dei servizi sopra elencati il fornitore dovrà garantire il rispetto dei livelli di servizio minimi di seguito descritti. INDICATORE Tempestività di ripristino delle funzionalità software per interventi di manutenzione tecnica correttiva Tempestività di aggiornamento dei parametri di personalizzazione (manutenzione applicativa) Tempestività di aggiornamento della sezione del portale FAQ SOGLIA Tempo dalla chiamata dell Help Desk alla soluzione inferiore a 8 ore lavorative nel 99% dei casi Tempo dalla trasmissione dei nuovi parametri alla modifica del software non superiore ai 3 giorni lavorativi nel 95% dei casi Tempo dalla trasmissione degli aggiornamenti alla modifica del portale non superiore ai 3 giorni lavorativi nel 95% Capitolato Tecnico Pagina 10 6 agosto 2007

11 Il periodo di osservazione, ai fini della verifica del rispetto dei livelli minimi, è trimestrale. Il tempo di intervento è calcolato a partire dalla chiamata del personale HelpDesk del MiSE al responsabile del fornitore che si occupa del supporto per la manutenzione tecnica e applicativa. 2.5 Esclusioni Sono espressamente escluse dalla fornitura i seguenti prodotti e servizi: fornitura di componenti hardware (salvo accordi specifici); sostituzione di componenti hardware rotte (salvo accordi specifici); licenze software necessari alla funzionalità descritta (salvo accordi specifici); costi per connettività telefonica o per trasporto dati; consumi elettrici; materiali di consumo. 3. Requisiti della fornitura 3.1 Requisiti funzionali generali del portale Il fornitore dovrà progettare e realizzare un applicazione web based in grado di assicurare il raggiungimento degli obiettivi generali indicati al precedente paragrafo 1.4. del presente Capitolato Tecnico. L applicazione dovrà connettersi in automatico con i singoli sistemi di preventivazione operanti sui siti internet di tutte le compagnie che all attualità esercitano il ramo r.c.auto attraverso un servizio web che rilevi i dati inseriti dall utente sul portale. In prospettiva il sistema dovrà garantire capacità di aggiornamento delle connessioni con i singoli sistemi di preventivazione e relativi parametri in funzione dell ingresso/uscita dal mercato delle imprese operanti nel ramo r.c.auto. L applicazione riceverà in risposta, da ciascuno dei siti chiamati, il preventivo di una polizza r.c.auto sulla base dei dati inseriti dall utente; l applicazione provvederà quindi a confrontare tra loro i diversi preventivi ed a fornire all utente un report nel quale tutti i preventivi saranno ordinati secondo criteri di convenienza economica e riporterà ulteriori informazioni riguardanti il numero identificativo del preventivo ed il relativo termine di validità. Lo scambio di informazioni tra il portale ed i sistemi di preventivazione in uso presso le compagnie dovrà essere implementato mediante l utilizzo di flussi XML. Tale scelta è stata già condivisa con le compagnie, che a loro volta dovranno adeguare i loro siti per ricevere ed inoltrare in risposta tali flussi. L applicazione non dovrà, pertanto, disporre di alcun motore o algoritmo di calcolo o tariffazione in quanto l effettivo calcolo del preventivo avverrà al di fuori del portale di cui si chiede la realizzazione e precisamente nell ambito di ciascun sistema delle compagnie. Capitolato Tecnico Pagina 11 6 agosto 2007

12 Nel realizzare l applicazione, che sarà raggiungibile attraverso il link Preventivatore Unico RCA disponibile sui siti istituzionali del MiSE e dell ISVAP, il fornitore dovrà tener conto anche delle attuali caratteristiche strutturali e di grafica dei citati siti. Anche se l esatta definizione dei requisiti funzionali dell applicazione e del portale nel suo complesso avverrà nel corso del progetto, di seguito si forniscono una serie di indicazioni di carattere minimale sulla struttura che dovrà caratterizzare il portale, sulle informazioni (parametri tariffari) che dovranno costituire le maschere di input dell applicazione nonché su alcune funzionalità più specifiche dell applicazione stessa. Il fornitore nell offerta potrà proporre e suggerire altre aree e/o sezioni del portale così come funzionalità aggiuntive dell applicazione nell ottica di rendere sempre più agevole il confronto dei preventivi offerti dalle compagnie operanti in Italia, in relazione ad uno specifico profilo di rischio. 3.2 La struttura del portale Il portale dovrà essere costituito da almeno 3 aree principali: A Area informativa: finalità, funzionalità e regole di accesso al sito B Area di confronto dei preventivi C Area FAQ A Area informativa: la home page del portale Nella home page dovranno essere sinteticamente descritti le finalità dell iniziativa, il ruolo di ISVAP e del MiSE, nonché il funzionamento del portale stesso. Nelle informazioni iniziali dovrà essere dato il dovuto risalto ai documenti dei quali è necessario disporre per utilizzare il sistema: attestato di rischio e libretto di circolazione del veicolo. Dovrà essere altresì evidenziato che i preventivi che saranno generati dal sistema dipendono strettamente dalla correttezza dei parametri immessi dall utente, in quanto un solo dato non corretto potrebbe determinare una variazione, anche sensibile, dell output prezzo. Inoltre, dovrà essere indicato che per avere conoscenza delle condizioni generali e della nota informativa dei prodotti delle singole imprese, l utente dovrà prenderne visione direttamente sui siti internet o presso i punti vendita delle stesse. Il contenuto informativo della home page sarà fornito dall ISVAP durante la fase di realizzazione del progetto. Le specifiche grafiche e la relativa progettazione delle immagini grafiche del sito (layout del sito) dovranno tener conto delle caratteristiche del format stabilito dall ISVAP e dal MiSE, nel pieno rispetto degli standard W3C e WAI 1. Dalla home page dovrà essere possibile accedere, in modo semplice ed intuitivo, alle altre aree del sito. 1 Standard W3C - WAI: Il codice deve essere sviluppato rendendo il portale usufruibile da parte di tutti gli utilizzatori (utenti finali) indipendentemente dal sistema operativo e browser utilizzato e rendendolo consultabile anche da parte di disabili. Capitolato Tecnico Pagina 12 6 agosto 2007

13 3.2.2 B Area di confronto dei preventivi L area di confronto dei preventivi è il cuore del portale. Tale sezione ospiterà tutta la parte dell applicazione che, attraverso un percorso guidato, condurrà l utente ad inserire tutti i dati richiesti al fine di ottenere i preventivi di tutte le imprese, che saranno poi ordinati in base a criteri di convenienza economica. Al fine impedire l utilizzo professionale del portale da parte di agenti, broker, ecc. e la diffusione di informazioni sensibili delle compagnie, il sistema dovrà disporre di un sistema di autenticazione mediante l uso di credenziali di accesso userid basate sull indirizzo dell utente. L applicazione dovrà prevedere una sequenza di form (schermate) che rendano il più semplice possibile il processo di acquisizione delle informazioni. L immissione delle informazioni relative al profilo dovrà comunque garantire l anonimato del singolo utente. L intero percorso di acquisizione dei dati dovrà essere supportato da una guida interattiva (help on line) che consenta la piena comprensione, anche ad utenti poco esperti, di tutti i parametri tariffari richiesti. Durante la fase di analisi dell applicazione il fornitore, in collaborazione con il gruppo di lavoro ISVAP/MiSE che seguirà il progetto, dovrà definire l esatta composizione dei form per l acquisizione dei dati, attraverso lo studio di tutte le strutture tariffarie utilizzate dalle compagnie operanti nel mercato r.c.auto. Il sistema dovrà tener conto dell universo dei parametri tariffari utilizzati dalle imprese presenti sul mercato, considerando che alcuni parametri sono comuni a tutte le imprese mentre altri sono utilizzati solo da alcune. La documentazione relativa alle strutture tariffarie sarà messa a disposizione del fornitore da parte dell ISVAP. Tuttavia, al fine di fornire una prima indicazione sui parametri tariffari più comunemente utilizzati dalle compagnie di assicurazione, e di come potrebbero essere organizzati i form per l acquisizione dei dati di seguito si riporta l elenco dei principali parametri oggettivi (relativi al veicolo) e soggettivi (relativi all assicurato): a. informazioni sull assicurato sesso età stato civile presenza di figli minorenni in famiglia provincia di residenza comune di residenza numero di veicoli posseduti dalla famiglia professione anzianità di patente b. informazioni su tutti i possibili conducenti diversi dall assicurato: sesso età anzianità di patente stato civile c. informazioni sul veicolo data di immatricolazione alimentazione Capitolato Tecnico Pagina 13 6 agosto 2007

14 cavalli fiscali potenza in KW massa in kg turbo carrozzeria gancio di traino ABS airbag guidatore airbag passeggero controllo trazione controllo stabilità in alternativa è possibile indicare marca, modello e allestimento del veicolo ed utilizzare a livello di software una banca dati pubblica con tutte le caratteristiche tecniche richieste; d. informazioni sulle abitudini di guida percorrenza annua punti sulla patente sospensione della patente uso del veicolo (privato; privato/lavoro) e. informazioni sul nuovo contratto data di decorrenza della polizza massimale. Inoltre, affinché l utente possa indirizzare correttamente la sua scelta, è necessario conoscere se il contratto prevede: limitazioni di guida in funzione del conducente (es. guida esclusiva, guida per conducenti maggiori di 25 anni, ) rivalse (es. guida con patente scaduta, guida in stato di ebbrezza, ). Tutte le informazioni inserite dall utente dovranno essere memorizzate in un DB in modo da evitarne la dispersione e consentirne il recupero nella successiva sessione di lavoro sia nel caso che l utente decida di interrompere volontariamente l immissione dei dati nei form sia nel caso che si verifichi un improvvisa indisponibilità del sistema. In ogni caso l applicazione dovrà consentire all utente di effettuare una nuova richiesta utilizzando, in modifica, le informazioni precedentemente inserite nell ultima sessione effettuata. La sessione di lavoro attivata da ciascun utente fino al completamento del processo di invio dei flussi e ricezione della risposte dovrà essere registrata memorizzando su DB oltre ai dati inseriti nei form anche le informazioni necessarie (ad esempio: userid, indirizzo e- mail, IP-address, sessione di richiesta: id, data, ora, sessione di risposta: id, data, ora, n. compagnie interessate, ecc.) per poter effettuare delle semplici analisi sull utilizzo del portale da parte degli utenti finali con produzione di report. Terminata l immissione dei dati da parte dell utente, l applicazione provvederà ad inviare ai preventivatori delle singole imprese, tramite un unico flusso XML, la richiesta di quotazione del preventivo. Ciascuna impresa, utilizzerà i dati di propria competenza, eventualmente dopo averli trasformati per renderli compatibili con le codifiche interne utilizzate. Capitolato Tecnico Pagina 14 6 agosto 2007

15 Una volta ricevuto l input le imprese provvederanno ad effettuare il calcolo e risponderanno con l invio del preventivo (flusso XML di risposta) strutturato in modo uniforme e contenente almeno le seguenti informazioni: Numero del riferimento del preventivo, Periodo di validità del preventivo e Premio calcolato. Il numero di riferimento del preventivo consentirà, infatti, all utente collegandosi al sito della compagnia prescelta, di richiamare il suo preventivo, evidenziare le caratteristiche salienti del prodotto ed eventualmente procedere all acquisto della polizza. L applicazione, prima di procedere al confronto dei preventivi e di formare la graduatoria dei prezzi in ordine di convenienza decrescente, dovrà pertanto attendere che tutte le imprese abbiano fornito una risposta. Le richieste effettuate dall utente e le relative risposte dovranno essere memorizzate su DB per poter effettuare analisi sull utilizzo del portale, nonché analisi sui dati relativi ai diversi parametri tariffari utilizzati dal mercato. Poichè i tempi di risposta del sistema (che dipendono dall infrastruttura di rete, dal numero di utenti finali che lo utilizzano e, non da ultimo, dai tempi di risposta dei singoli preventivatori) potrebbero essere elevati (indicativamente dell ordine di qualche minuto), è necessario prevedere le seguenti alternative: 1. risposta via , all indirizzo specificato al momento della registrazione al servizio, attraverso l invio di un report preformattato in formato PDF contenente le stesse informazioni sui preventivi; 2. risposta in tempo reale. In fase di avvio del sistema sarà adottata la prima soluzione, salvo verificare, nel corso della operatività, la possibilità di optare per la risposta in tempo reale dopo aver analizzato il numero delle richieste ricevute e i tempi di risposta dei singoli siti delle imprese e della rete. Tutte le informazioni riguardanti i preventivi delle singole compagnie potranno essere stampate dall utente C Area FAQ L area delle FAQ, ovvero le Frequently Asked Questions, dovrà presentare una serie di domande e risposte relative al tema specifico del preventivo RC Auto. In quest area dovrà essere prevista sia una sezione nella quale l utente potrà inserire le sue question sia una sezione dove potrà consultare le FAQ effettuando una ricerca o per data o per oggetto. Sarà cura dell ISVAP fornire periodicamente le risposte ai quesiti posti dagli utenti e l applicazione dovrà prevedere un interfaccia WEB facilmente utilizzabile attraverso una funzione semplice e immediata per aggiornare tali contenuti. 3.3 Aggiornamento dei parametri di personalizzazione Il portale realizzato dovrà essere sufficientemente flessibile da garantire l immediato aggiornamento in relazione alle eventuali modifiche nei parametri di personalizzazione utilizzati dalle imprese ai fini del preventivo. La frequenza e la numerosità di tali modifiche non è preventivabile a priori, essendo rimessa alla libera determinazione delle imprese Capitolato Tecnico Pagina 15 6 agosto 2007

16 stesse, ovvero alla variazione del numero delle imprese operanti nel ramo r.c.auto, come indicato al paragrafo 3.1 del presente Capitolato Tecnico. Al riguardo dovrà essere fornita un interfaccia WEB facilmente utilizzabile per configurare, consultare e modificare l universo dei parametri di personalizzazione utilizzati dalle compagnie per il calcolo del preventivo e delle informazioni ad esso collegate. L adeguamento dell applicazione a seguito di modifiche dei parametri di personalizzazione rientra nei servizi di manutenzione applicativa che come indicato al precedente capitolo 2 è richiesta per un minimo di 12 mesi. 4. Modalità di esecuzione della fornitura 4.1 Durata del progetto e vincoli temporali Il contratto, la cui efficacia decorre dalla data della sottoscrizione, avrà una durata così determinata: a) la durata massima prevista per la realizzazione e la messa in esercizio del portale è fissata in 8 mesi solari dalla data di stipula del contratto. Nell offerta, il fornitore potrà proporre un piano di lavoro che preveda la riduzione del tempo di realizzazione del portale; b) la durata minima prevista della garanzia su quanto realizzato è fissata in 36 mesi solari dal collaudo positivo. Nell offerta, il fornitore potrà proporre un estensione di tale periodo di garanzia oltre il termine indicato. c) la durata minima prevista della manutenzione applicativa è fissata in 12 mesi solari dal collaudo positivo. Nell offerta, il fornitore potrà proporre un estensione di tale servizio oltre il termine indicato. La data di stipula del contratto coincide con la Data Inizio Lavori (DIL). Di seguito si riporta l elenco delle macro attività (fasi) che dovranno costituire l articolazione minimale del Piano Generale di Lavoro (di seguito PGL) di cui viene richiesta la presentazione in sede di offerta tecnica. Per ciascuna fase il fornitore dovrà indicare il dettaglio delle attività e i tempi previsti di realizzazione, nel rispetto delle durate sopra indicate e dei milestone di progetto. NR. MACRO ATTIVITA 1 Data Inizio Lavori (milestone) 2 Pianificazione del progetto 3 Disegno della soluzione architetturale 4 Realizzazione del sistema 5 Installazione infrastruttura hw/sw di base 6 Interazione con le imprese di assicurazione 7 Collaudo dell applicazione realizzata 8 Formazione (training on the job) al personale del MiSE 9 Avvio in produzione dell'applicazione realizzata (milestone) 10 Manutenzione applicativa 11 Manutenzione tecnica 12 Manutenzione evolutiva Capitolato Tecnico Pagina 16 6 agosto 2007

17 Nella fase di pianificazione il fornitore dovrà provvedere, di concerto con l ISVAP, alla taratura del PGL presentato in sede di offerta tecnica; entro e non oltre 15 giorni lavorativi dalla data di inizio lavori dovrà essere consegnato il PGL definitivo. Nella fase di disegno, il MiSE renderà disponibile l infrastruttura tecnica individuata (piattaforma hardware, infrastruttura di rete, prodotti di base e applicativi necessari per la realizzazione del sistema) per permettere al fornitore di definire nel dettaglio la soluzione architetturale del sistema; al riguardo, il fornitore potrà formulare eventuali proposte in ordine alla corretta configurazione dell intero sistema. Nella fase di realizzazione del sistema il fornitore dovrà procedere all analisi dei dati delle compagnie per lo scambio dei flussi XML, al disegno logico e fisico del data base, all analisi ed allo sviluppo dell applicazione web sulla base del PGL. Durante l analisi e lo sviluppo potranno eventualmente essere concordati con ISVAP dei rilasci parziali dell applicazione, per la verifica puntuale dello stato avanzamento dei lavori e eventuali modifiche al PGL se motivate e giustificate. L ISVAP renderà disponibili le informazioni di dettaglio fornite dalle imprese di assicurazione in merito ai parametri da loro utilizzati nel calcolo delle tariffe; durante tale fase sarà necessaria un interazione con le compagnie per meglio definire il protocollo di scambio delle informazioni e tutti i prerequisiti tecnici che dovranno essere adottati sia da parte del fornitore nella fase di analisi e sviluppo sia da parte delle compagnie stesse per adattare i loro sistemi di preventivazione. Al fine di consentire alle imprese i necessari interventi ed adeguamenti sui loro siti/sistemi ed in modo tale che questi possano essere fasati, dal punto di vista temporale, con la messa in esercizio del portale, al termine della fase di analisi il fornitore dovrà produrre un documento riportante tutte le specifiche dei parametri tariffari che saranno gestiti dall applicazione (codifiche standardizzate, regole di naming etc.). Tale documento, che una volta approvato dall ISVAP sarà portato a conoscenza di tutte le imprese, dovrà essere realizzato non oltre 3 mesi solari dalla data di inizio lavori (DIL). Sarà poi cura del fornitore installare e configurare l infrastruttura tecnica definita nella fase di disegno che servirà per accogliere l applicazione web sviluppata, raggiungibile dai siti istituzionali del MiSE e dell ISVAP, al fine di eseguire sia i test applicativi sia i test di performance legati al dimensionamento dei sistemi HW/SW installati. Durante la fase di test dell applicazione e dell infrastruttura sarà necessario il coinvolgimento delle compagnie che sarà propedeutico al collaudo finale integrato di tutte le componenti software della fornitura. Successivamente sarà cura del fornitore effettuare il rilascio in produzione del sistema completo concordando con ISVAP e MiSE tempistica e modalità. Nel periodo di manutenzione (che decorre dalla data del collaudo con esito positivo), il fornitore dovrà erogare i seguenti servizi: servizio di manutenzione tecnica (garanzia), le cui caratteristiche sono descritte al paragrafo 2.4.1; servizio di manutenzione applicativa, le cui caratteristiche generali sono descritte al paragrafo ; Capitolato Tecnico Pagina 17 6 agosto 2007

18 servizio di manutenzione evolutiva, le cui caratteristiche sono descritte al paragrafo Project Management L esecuzione ed il controllo della fornitura deve avvenire utilizzando come strumento di riferimento il PGL, gestendo nel continuo la pianificazione e la rendicontazione delle attività e fornendo in allegato eventuali pianificazioni di dettaglio relative a specifici servizi della fornitura. La pianificazione di ogni attività (piano di lavoro con attività, tempi, stime di impegno) dovrà essere predisposta dal fornitore nei seguenti momenti: alla presentazione dell Offerta Tecnica per l intero progetto in formato preliminare; alla data T1 a 20 gg lavorativi dalla data di inizio lavori dell intero progetto; all inizio della realizzazione del sistema: attività di analisi e sviluppo, con dettaglio almeno mensile di tutte le attività; successivamente sarà cura del fornitore comunicare e concordare ogni eventuale ripianificazione delle attività, aggiornando il PGL. Il PGL ed ogni sua modifica o integrazione verranno sottoposti ad approvazione formale da parte dell ISVAP. Il PGL e le sue modifiche, come formalizzate nei verbali, rappresentano l impegno del fornitore, accettato da ISVAP, su stime, tempificazione delle attività e relative date di consegna dei prodotti. Il fornitore dovrà predisporre i documenti di Stato Avanzamento Lavori (SAL), con cadenza almeno mensile o secondo la diversa frequenza e modalità che verrà stabilita di concerto con l ISVAP in fase di start up del progetto. Nel documento di SAL il fornitore dovrà fornire indicazioni: sulle attività concluse ed in corso, sulle eventuali criticità/ritardi, sulle relative azioni di recupero e razionali dello scostamento. Se necessario il fornitore dovrà predisporre un piano di contenimento dei rischi volto ad individuare le azioni alternative da intraprendere nel caso le attività di sviluppo non dovessero svolgersi nei tempi e nei modi predefiniti; per ogni attività, anche quelle a corpo, dovrà essere predisposta la rendicontazione analitica delle figure professionali ovvero delle risorse impiegate; sulla consuntivazione delle attività, che dovrà essere predisposta per ciascun servizio erogato. Le eventuali osservazioni sui contenuti di tale documento e le conseguenti modifiche saranno formalizzate sotto forma di verbale o altra comunicazione scritta. I documenti di SAL sono soggetti ad approvazione formale da parte dell ISVAP. In ogni caso sarà cura del fornitore predisporre e aggiornare tempestivamente il PGL relativo alla fornitura, in funzione delle variazioni intervenute, in modo da riflettere il reale stato delle attività, a preventivo e a consuntivo. I prodotti previsti nell ambito del progetto dovranno essere consegnati secondo le date indicate nel piano di lavoro ed essere conformi ai requisiti concordati. Capitolato Tecnico Pagina 18 6 agosto 2007

19 4.3 Modalità di esecuzione dei servizi, deliverables di progetto, tempi di consegna e modalità di accettazione. Nel corso della fase di start up (pianificazione del progetto) l ISVAP provvederà a nominare il proprio responsabile del progetto che sarà il referente del capo progetto del fornitore indicato in fase di offerta. Il capo progetto del fornitore sarà il responsabile unico per gli aspetti connessi alla realizzazione del sistema, per ogni aspetto contrattuale riguardante la fornitura stessa e per i rapporti con ISVAP e MiSE. Tutto il materiale prodotto nel corso dell esecuzione della fornitura sarà di esclusiva proprietà del MiSE che ne potrà disporre liberamente. I prodotti di ciascun servizio dovranno essere consegnati secondo le date indicate nel PGL. La tabella seguente riporta la lista di prodotti da consegnare obbligatoriamente per ciascun servizio: ID DESCRIZIONE DELIVERABLES RICHIESTI n.a. 1 Governo e controllo della fornitura Progettazione e realizzazione del Portale Piano di lavoro generale Pianificazione attività di dettaglio SAL Requisiti utente Specifiche funzionali dei parametri tariffari Architettura applicativa di dettaglio Disegno logico-fisico della base dati Specifiche funzionali dell applicazione Piano di test Documentazione operativa per installazione/ esercizio Manuale di gestione amministrativa Codice Sorgente Documentazione Dati di Progetto (parametri, modelli dati, ecc.) APPROVAZIONE NECESSARIA SI SI Formazione del personale del MiSE Manutenzione tecnica Manutenzione applicativa Manutenzione evolutiva Manuale utente Procedure di governo della manutenzione tecnica Ripristino funzionalità Procedura di governo della manutenzione applicativa Procedura di governo della manutenzione evolutiva SI SI SI SI I prodotti previsti dovranno essere consegnati all ISVAP secondo la tempificazione definita nel piano di lavoro. Per quanto riguarda la documentazione, questa sarà consegnata in formato cartaceo e su CD (per i file sorgenti dei documenti), accompagnata da lettera descrittiva dei prodotti consegnati. Capitolato Tecnico Pagina 19 6 agosto 2007

20 Per ogni componente installato (non presente inizialmente sull infrastruttura HW/SW del MiSE) dovrà essere fornita tutta la documentazione ufficiale prevista dal produttore. La documentazione dovrà essere redatta in lingua italiana, o in subordine in lingua inglese, e dovrà essere fornita su supporto cartaceo (manuali) e elettronico (CD-ROM), anche nel formato sorgente dei singoli tool utilizzati. Tutta la documentazione dovrà essere consegnata a livello di aggiornamento di intero documento e non per le sole parti variate in conseguenza del singolo obiettivo, dando inoltre evidenza di come individuare le modifiche effettuate. Per ciascun prodotto oggetto di consegna il fornitore è tenuto a rispettare i vincoli temporali definiti a priori o nel PGL presentato. ISVAP approverà tutti i documenti secondo due modalità alternative: entro 15gg lavorativi per quelli più complessi, entro 10gg lavorativi per quelli più semplici o comunque ripetitivi. In linea generale l approvazione come pure gli eventuali rilievi dell ISVAP verranno formalizzati per iscritto, assegnando inoltre il termine per la consegna delle modifiche: salvo diversa pattuizione, le modifiche richieste ai prodotti ed ai documenti dovranno essere ripresentate entro 10gg lavorativi dalla formalizzazione da parte dell ISVAP. Non è prevista approvazione per tacito assenso. La presenza di anomalie che non consentano lo svolgimento delle attività di verifica interromperà il termine per l approvazione, che decorrerà ex novo dalla consegna della versione corretta dei prodotti. Nel caso in cui all interno di una fase siano previsti più prodotti, questi potranno essere approvati singolarmente, fermo restando che tutti i prodotti previsti dovranno essere approvati perché sia possibile dichiarare conclusa la fase. I documenti di pianificazione attività di dettaglio dovranno essere presentati entro 10gg lavorativi dalla richiesta di attivazione da parte dell ISVAP. I documenti di SAL e consuntivazione dovranno essere presentati entro 10gg lavorativi successivi al termine del mese di riferimento. Nella tabella seguente si riporta l elenco dei prodotti previsti con i relativi tempi di consegna e tempi di approvazione. PRODOTTI Piano di lavoro generale Pianificazione attività di dettaglio SAL TEMPI DI CONSEGNA DEL FORNITORE Entro 20gg lavorativi da stipula del contratto Entro 10gg lavorativi dalla richiesta Entro 10gg lavorativi dal termine del mese di riferimento TEMPI DI APPROVAZIONE DELL ISVAP 15gg lavorativi 10gg lavorativi 10gg lavorativi Capitolato Tecnico Pagina 20 6 agosto 2007

RISPOSTE IN ORDINE AI CHIARIMENTI RICHIESTI AI SENSI DEL PAR. 3 DEL DISCIPLINARE DI GARA

RISPOSTE IN ORDINE AI CHIARIMENTI RICHIESTI AI SENSI DEL PAR. 3 DEL DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta sottosoglia comunitaria, ai sensi del d. lgs. 163/2006, per la realizzazione del portale web dell'istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo RISPOSTE

Dettagli

IL PREVENTIVATORE UNICO RC AUTO

IL PREVENTIVATORE UNICO RC AUTO IL PREVENTIVATORE UNICO RC AUTO GUIDA RAPIDA CONTENUTI DELLA GUIDA - Domande e risposte - Consigli utili - La home page del Preventivatore Unico DOMANDE E RISPOSTE Che cos è? Come si accede? Cosa serve

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA COMUNE DI TREZZO SULL ADDA CAPITOLATO D APPALTO PER L AGGIORNAMENTO, LA MANUTENZIONE, L HOSTING, LA GESTIONE DELLE STATISTICHE E L INTRODUZIONE DI NUOVE FUNZIONALITA DEL SITO INTERNET DEL COMUNE DI TREZZO

Dettagli

RISPOSTA. dichiarazione di almeno ***

RISPOSTA. dichiarazione di almeno *** DOMANDA N. 1 Si chiede se, in relazione alla dimostrazione del possesso del requisito di capacità finanziaria ed economica, in alternativa alla seconda dichiarazione bancaria sia possibile produrre altro

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO DISCIPLINARE TECNICO per l affidamento del servizio di analisi e progettazione del sistema di programmazione, di bilancio e controllo dell I.N.A.F. Pagina 1 di 10 INDICE DEI CONTENUTI ARTICOLI Pag. 1 Premessa...

Dettagli

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Ing. Stefano Serra E-MAIL: stefano.serra@asppalermo.org 1 Informazioni sul documento

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013 SCHEMA DI PROVVEDIMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GESTIONE DEI RAPPORTI ASSICURATIVI VIA WEB, ATTUATIVO DELL ARTICOLO 22, COMMA 8, DEL DECRETO LEGGE 18 OTTOBRE

Dettagli

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA Allegato alla deliberazione del C.d.O n. 69/2014 del 5.8.2014 PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI GESTIONE DEI SERVER PER IL COMUN GENERAL DE FASCIA E IL COMUNE DI MOENA 1. Oggetto

Dettagli

Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive. Allegato tecnico al Capitolato d'appalto

Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive. Allegato tecnico al Capitolato d'appalto Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive Allegato tecnico al Capitolato d'appalto 06 luglio 2009 Piattaforma informatica per il booking online delle strutture ricettive Specifiche

Dettagli

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi 1 Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi on line Lotto 4 - ID 1403 Roma, 11 aprile 2016 2 Indice 1. Servizi disponibili 2. Progettazione, Sviluppo, MEV di portali, siti e applicazioni web

Dettagli

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 6 Capitolato Tecnico Allegato 6: capitolato tecnico Pag. 1 1 Introduzione Il presente Capitolato Tecnico disciplina gli aspetti tecnici della fornitura a Tecnopolis

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...1 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...1 1.2 AREA DI APPLICAZIONE...1

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP INPDAP Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gara per la fornitura di prodotti software per il Sistema Informativo dell INPDAP Normalizzazione del Sistema Informativo

Dettagli

ERRATA CORRIGE AL DISCIPLINARE DI GARA

ERRATA CORRIGE AL DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: gara a procedura aperta ai sensi del D. Lgs. 157/95 e s.m.i., per l affidamento dei servizi professionali per il supporto nella realizzazione di progetti e servizi di gestione degli ambienti del

Dettagli

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO INDICE INTRODUZIONE...3 GLOSSARIO...4 PARTE PRIMA...6 1. GUIDA UTENTE PER L USO DEL SISTEMA DI HELP DESK...6

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag.

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag. CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DELLA FORNITURA AVENTE AD OGGETTO IL MODULO DI APPRENDIMENTO E DISCOVERY POL DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ LEGALE, ESTENSIONE DEL PROGETTO ITALIA.GOV.IT

Dettagli

Sistema G.U.S. Capitolato di Gara ALLEGATO A

Sistema G.U.S. Capitolato di Gara ALLEGATO A Procedura volta alla realizzazione di un nuovo sistema informatico, denominato G.U.S.-N., finalizzato all automazione dei processi di raccolta, condivisione ed elaborazione dei dati nazionali concernenti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DI SERVIZI DI:

CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DI SERVIZI DI: REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL LAVORO, COOPERAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE 70123 BARI Zona industriale - Viale Corigliano, 1 Tel. 080/5407631 Fax 080/5407601 Email:

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

PRICE Carta dei Servizi

PRICE Carta dei Servizi PRICE Carta dei Servizi 1. La Carta dei Servizi (per brevità CdS) S.C.I. srl è la Società che ha progettato il sistema PRICE di cui detiene anche la titolarità del marchio e la relativa proprietà intellettuale.

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LA PROGETTAZIONE E LO SVILUPPO SOFTWARE DI COMPONENTI DELLA BASE DI CONOSCENZA PUBBLICITÀ LEGALE ONLINE DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Si fornisce qui di seguito risposta a quesiti formulati da società interessate alla gara europea riguardante l affidamento,

Dettagli

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI Premessa In generale i servizi di un Full Service Provider sono più o meno paragonabili. Qui di seguito viene descritto il servizio di Firewalling specifico di un fornitore ma di contenuto assolutamente

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

Gara CNIPA per un servizio di contabilità analitica, controllo strategico e controllo di gestione erogati in modalità ASP.

Gara CNIPA per un servizio di contabilità analitica, controllo strategico e controllo di gestione erogati in modalità ASP. Gara CNIPA per un servizio di contabilità analitica, controllo strategico e controllo di gestione erogati in modalità ASP. Roma, 24 maggio 2006 Gianluigi Raiss AREA IPAC - Ufficio Pianificazione e Razionalizzazione

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER LA MANUTENZIONE E L ADEGUAMENTO DELLA INFRASTRUTTURA SOFTWARE DI CONTROLLO ACCESSI (CA SITE MINDER)

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

MODULO OFFERTA ECONOMICA

MODULO OFFERTA ECONOMICA Allegato 1 al documento Modalità presentazione offerta GARA A PROCEDURA APERTA N. 1/2007 PER L APPALTO DEI SERVIZI DI RILEVAZIONE E VALUTAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA

Dettagli

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 Parte I - Disposizioni di carattere generale Art. 2 - (Definizioni)

Dettagli

Gara per la realizzazione del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici - SISGAP -

Gara per la realizzazione del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici - SISGAP - UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUPBLICA ITALIANA Via Cosenza 1/G - 88100 CATANZARO LIDO POR CALABRIA FESR 2007-2013 Linea di Intervento 1.2.2.2 Azioni per la realizzazione/potenziamento del sistema

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

Installazione SQL Server 2005 Express Edition

Installazione SQL Server 2005 Express Edition Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6S4ALG7637 Data ultima modifica 25/08/2010 Prodotto Tutti Modulo Tutti Oggetto Installazione SQL Server 2005 Express Edition In giallo sono evidenziate le modifiche/integrazioni

Dettagli

Regolamento Isvap n. 23 del 9 maggio 2008

Regolamento Isvap n. 23 del 9 maggio 2008 Regolamento Isvap n. 23 del 9 maggio 2008 1 Oggetto - 1 Regolamento concernente la disciplina della trasparenza dei premi e delle condizioni di contratto nell assicurazione obbligatoria per i veicoli a

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA CAPITOLATO SPECIALE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO SPECIALE GARA D APPALTO RELATIVA AD UN CONTRATTO ANNUALE PER IL SERVIZIO DI HOSTING WEB, DATA BASE SERVER, SVILUPPO SOFTWARE E SERVIZIO GESTIONE POSTA ELETTRONICA. CIG n. 42722357D8. Art. 1

Dettagli

Caratteristiche generali

Caratteristiche generali Caratteristiche generali Tecnologie utilizzate Requisiti software/hardware Modalità di installazione del database del PSDR INSTALLAZIONE PSDR Installazione on-line Installazione off-line Primo avvio Riservatezza

Dettagli

Elementi del progetto

Elementi del progetto Elementi del progetto Premessa Il CLOUD degli Enti Locali rende disponibile quanto necessario per migrare le infrastrutture informatiche oggi attive nei CED dei singoli Enti: Server in forma di Virtual

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP

Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP Oggetto Documento Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP Verbale di dialogo tecnico Riferimento Atti

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il Offerta di Manutenzione Offerta Hardware Preparata per il Offerta di Manutenzione OFFERTA SERVIZI INTEGRATI COMPUTER ASSISTANCE : A Servizi di assistenza tecnica B Gestione finanziaria Noleggi operativi,

Dettagli

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE Allegato 1.4 Cicli di vita del software Pagina 1 di 16 Indice 1 CICLI DI VITA... 3 1.1 Ciclo di Sviluppo... 3 1.2 Ciclo di Manutenzione... 5 2 LE FASI PROGETTUALI...

Dettagli

OGGETTO: CONVENZIONE FORNITURA SITI INTERNET

OGGETTO: CONVENZIONE FORNITURA SITI INTERNET Cliente Ordine degli Avvocati di Trento Largo Pigarelli, 1 38100 Trento (TN) OGGETTO: CONVENZIONE FORNITURA SITI INTERNET A seguito della Vostra richiesta ci pregiamo sottoporvi la nostra migliore offerta

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI A. Modalità di erogazione del servizio 1. Oggetto Gli ordinativi informatici dovranno essere sottoscritti con Firma Digitale dai

Dettagli

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Solution For Electronic Data Interchange EDIJSuite La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Release 1.4 del 20.12.2013 - ST COMPANY SRL EDIJSuite La soluzione per l interscambio

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Pag 1 di 14

CAPITOLATO TECNICO. Pag 1 di 14 GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MONITORAGGIO, VERIFICA E SUPPORTO TECNICO AI PROGETTI REALIZZATI DALLE SCUOLE AMMESSE AL FINANZIAMENTO NELL AMBITO DELL INIZIATIVA E-INCLUSION.

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi. Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management

Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi. Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management Progetto Campus Virtuale (CUP e62e09000030002) Acquisizione di servizi Porting e sviluppo di nuove funzioni DBMS del sistema di Workflow Management Allegato tecnico 1 Premessa Il DBMS attualmente in uso

Dettagli

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità D.G.R. N. CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE ED IMPLEMENTAZIONE SOFTWARE, ASSISTENZA E CONSULENZA DEL NODO REGIONALE DELLA BANCA DATI BOVINA INFORMATIZZATA DI CUI AL REGOLAMENTO CE

Dettagli

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

ordine degli ingegneri della provincia di bari

ordine degli ingegneri della provincia di bari Prot. n. 1945 Bari, 04.06.2014 Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI OFFERTE TECNICHE MIGLIORATIVE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE INTERNET DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BARI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Allegato 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 1 INDICE 1 Introduzione... 3 2 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

24 ORE Software S.p.A

24 ORE Software S.p.A 24 ORE Software S.p.A Carta dei servizi prodotti a marchio STR PARTE PRIMA 1 PREMESSA 24 ORE SOFTWARE è la società del Gruppo 24 ORE per lo sviluppo di software e servizi rivolti a professionisti, aziende

Dettagli

Capitolato Tecnico. Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva,

Capitolato Tecnico. Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva, Capitolato Tecnico Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva, Manutenzione 1 INDICE 1 Contesto di riferimento... 3 1.1 Presentazione della Società Committente...

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

- 5 DiC. Oggetto: Assistenza 2015 , N. Spett.le Comune di Verdellino Provincia di Bergamo. Offerta n. 234/2014 del 04/12/2014 rev.

- 5 DiC. Oggetto: Assistenza 2015 , N. Spett.le Comune di Verdellino Provincia di Bergamo. Offerta n. 234/2014 del 04/12/2014 rev. Spett.le Comune di Verdellino Provincia di Bergamo Offerta n. 234/2014 del 04/12/2014 rev. O Oggetto: Assistenza 2015 Con la presente abbiamo il piacere di formulare l'offerta di assistenza relativa all'annualità

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI UNA SUITE SOFTWARE COMPLETA AVENTI LE SEGUENTI CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI:

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI UNA SUITE SOFTWARE COMPLETA AVENTI LE SEGUENTI CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI: CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI UNA SUITE SOFTWARE COMPLETA AVENTI LE SEGUENTI CARATTERISTICHE TECNICO FUNZIONALI: REQUISITI TECNICI Sistema Unico Integrato completamente Web Nativo per la: GESTIONE

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI Programmi Triennali ed Annuali (PROG) Redazione e pubblicazione del programma triennale, dei suoi aggiornamenti annuali e dell'elenco annuale dei lavori pubblici

Dettagli

Allegato 15 Modello offerta tecnica

Allegato 15 Modello offerta tecnica Allegato 15 Modello offerta tecnica Sommario 1 PREMESSA... 4 1.1 Scopo del documento... 4 2 La soluzione progettuale e la relativa architettura... 4 2.1 Requisiti generali della soluzione offerta... 4

Dettagli

Allegato Tecnico VideoNet

Allegato Tecnico VideoNet Allegato Tecnico VideoNet Nota di lettura Definizioni ed Acronimi 1 Descrizione del Servizio 1.1 Descrizione generale 1.2 Descrizione dei servizi offerti 1.2.1 Visualizzazione in real time dei flussi video

Dettagli

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila A M B I T O T E R R I T O R I A L E N. 5 - Ufficio di Piano - All. A CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Allegato Tecnico IcarER

Allegato Tecnico IcarER Allegato Tecnico IcarER Nota di lettura 1 Descrizione del Servizio 1.1 Definizioni e Acronimi 1.2 Descrizione generale 1.2.1 Accordo di servizio 1.3 Descrizione dei servizi offerti 1.3.1 Gestione in service

Dettagli

Brochure informativa del prodotto

Brochure informativa del prodotto Versione 1.0 Brochure informativa del prodotto Ipweb s.r.l. --- G.A.R.I. WEB: Brochure informativa del prodotto 1 Le informazioni contenute nel presente documento possono essere soggette a modifiche senza

Dettagli

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet Cliente Ordine degli Avvocati di Trento Largo Pigarelli, 1 38100 Trento (TN) OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet A seguito della Vostra richiesta ci pregiamo sottoporvi la nostra migliore offerta

Dettagli

ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURE APERTA PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI VERIFICA E CONTROLLO DEL TRAFFICO TELEFONICO MOBILE E FISSO

ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURE APERTA PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI VERIFICA E CONTROLLO DEL TRAFFICO TELEFONICO MOBILE E FISSO ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURE APERTA PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI VERIFICA E CONTROLLO DEL TRAFFICO TELEFONICO MOBILE E FISSO Allegato 3 Capitolato Tecnico pagina 1 di 17 Indice 1. OGGETTO DELLA

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere.

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Allegato A SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Gestione Infrastruttura Sistema Informativo

Dettagli

Allegato 2 CAPITOLATO TECNICO

Allegato 2 CAPITOLATO TECNICO Allegato 2 CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE ED ELABORAZIONE DATI, STAMPA, IMBUSTAMENTO E CONSEGNA AL SERVICE DI POSTALIZZAZIONE DI COMUNICAZIONI AI CONTRIBUENTI IN MATERIA DI TASSE ED IMPOSTE

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Timbro e Firma del Cliente

Timbro e Firma del Cliente Condizioni Generali di Fornitura Tra con sede in P. IVA di seguito indicata e... con sede in... P. IVA... di seguito indicato Cliente, si conviene e si stipula quanto segue: Conclusione ed Efficacia degli

Dettagli

GARA N PR 01/2011 PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELEFONIA - CHIARIMENTI

GARA N PR 01/2011 PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELEFONIA - CHIARIMENTI GARA N PR 01/2011 PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELEFONIA - CHIARIMENTI Bando pubblicato sul Supplemento alla Gazzetta Ufficiale dell'unione Europea n 2009-047437 del 27/04/2009

Dettagli

Dirigente Affari Generali e Legale. Offerta Nuovo sito web hosting e gestione

Dirigente Affari Generali e Legale. Offerta Nuovo sito web hosting e gestione Trasmissione via PEC Torino, 16 dicembre 2014 MP/ac Egregio Signor Dott. Giuseppe Malacarne Dirigente Affari Generali e Legale Comune di Rivalta di Torino Via Canonica Candido Balma, 5 10040 RIVALTA protocollo.rivalta@cert.legalmail.it

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI OFFERTE TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE INTERNET L Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili del Circondario del Tribunale di Napoli

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Procedura aperta per l acquisizione di un sistema di bordo per le autovetture adibite ai servizi di controllo del territorio Progetto Mercurio

Procedura aperta per l acquisizione di un sistema di bordo per le autovetture adibite ai servizi di controllo del territorio Progetto Mercurio BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA Programma Operativo Nazionale FESR Sicurezza per lo Sviluppo Obiettivo Convergenza 2007-2013 - Acquisizione di un sistema di bordo per le autovetture

Dettagli

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO DEGLI AUSILI TERAPEUTICI 1. INFRASTRUTTURA... 2 2. CARATTERISTICHE DEL SOFTWARE... 2 3. ELABORAZIONI... 3 4. TEMPI

Dettagli

Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana

Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana www.fondazionesistematoscana.it Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana CIG: 559275576C Specifiche Tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...

Dettagli

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Sommario 1. Il Sistema Orchestra... 3 2. Funzionalità... 3 2.1. Sistema Orchestra... 3 2.2. Pianificazione e monitoraggio dei piani strategici...

Dettagli

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare CIG: Z7A142CF56 Specifiche tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...2

Dettagli

AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LO SVILUPPO E LA GESTIONE DEL SISTEMA DI CRAWLING DEI SITI WEB DELLA P.A., NELL AMBITO DEL PROGETTO ITALIA

AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LO SVILUPPO E LA GESTIONE DEL SISTEMA DI CRAWLING DEI SITI WEB DELLA P.A., NELL AMBITO DEL PROGETTO ITALIA CAPITOLATO TECNICO AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LO SVILUPPO E LA GESTIONE DEL SISTEMA DI CRAWLING DEI SITI WEB DELLA P.A., NELL AMBITO DEL PROGETTO ITALIA.GOV.IT MOTORE DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE DELLA ARECHI MULTISERVICE SPA

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE DELLA ARECHI MULTISERVICE SPA Prot. n 11123 del 19/12/2012 INDAGINE PRELIMINARE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE

Dettagli

GERICO 2015 p.i. 2014

GERICO 2015 p.i. 2014 Studi di settore GERICO 2015 p.i. 2014 Guida operativa 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ASSISTENZA ALL UTILIZZO DI GERICO... 4 3. CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 4. INSTALLAZIONE DEL PRODOTTO DA INTERNET...

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 e assistenza sui framework, i dipartimentali e i portali di SACE SpA e delle sue controllate CIG Pagina 1 1 PREMESSA... 3 2 ANALISI FUNZIONALE/TECNICA... 3 2.1 Attività oggetto della fornitura... 3 2.2

Dettagli

SUITE SISTEMI. la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi. White Paper

SUITE SISTEMI. la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi. White Paper SUITE SISTEMI la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi White Paper Introduzione Suite Sistemi è un pacchetto di soluzioni per la gestione di tutte le attività che coinvolgono l ufficio

Dettagli

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI Comune di Ravenna SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI ALLEGATO A DESCRIZIONE DEI SERVIZI Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 3 2.1. Help

Dettagli

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo.

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo. Procedura aperta sottosoglia per l affidamento del Servizio di gestione sistemistica, application management e sviluppo dei Servizi informativi di Scuole Civiche di Milano fdp GARA 8/2013 CIG 50973588E2

Dettagli

Allegato 2 Modello offerta tecnica

Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Pagina 1 Sommario 1 PREMESSA... 3 1.1 Scopo del documento... 3 2 Architettura del nuovo sistema (Paragrafo 5 del capitolato)... 3 2.1 Requisiti generali della

Dettagli

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico.

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico. Piano di Organizzazione Aziendale (POA) NetSpring srl. Titolo I Mission Istituzionale La mission aziendale che NetSpring si propone di perseguire consiste nel gestire in modo unitario e coordinato l innovazione

Dettagli

Sistemi Informativi Gestionali. Allegato 1 Capitolato Tecnico

Sistemi Informativi Gestionali. Allegato 1 Capitolato Tecnico . Allegato 1 Servizi di Presidio Applicativo, Manutenzione Evolutiva e Supporto Specialistico per il Sistema Informativo Gestionale di ENAV SpA Pagina 2 Indice dei contenuti 1 INTRODUZIONE... 4 2 SCENARIO...

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE

DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI IN OUTSOURCING DI ASSISTENZA DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DELLA GESTIONE DOCUMENTALE DEL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

Dettagli