ABI Monthly Outlook. Economia e Mercati Finanziari-Creditizi. Gennaio 2013 REPORT COMPLETO. Ufficio Analisi Economiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ABI Monthly Outlook. Economia e Mercati Finanziari-Creditizi. Gennaio 2013 REPORT COMPLETO. Ufficio Analisi Economiche"

Transcript

1 ABI Monthly Outlook Economia e Mercati FinanziariCreditizi Gennaio 013 REPORT COMPLETO Ufficio Analisi Economiche

2 Avvertenze Il documento è stato predisposto sulla base delle informazioni disponibili al 11 gennaio 013 Note metodologiche e fonti statistiche di grafici e tabelle sono riportate nell'appendice Sigle utilizzate nel documento: a/a : variazione percentuale su base annua a/a : differenza prima su base annua t/t : variazione percentuale su base trimestrale t/ta : variazione percentuale su base trimestrale annualizzata t/t : differenza prima su base trimestrale m/m : variazione percentuale su base mensile m/ma : variazione percentuale su base mensile annualizzata m/m : differenza prima su base mensile (applicabile a dati medi mensili o a dati giornalieri) E : valore atteso, previsione nd : dato non disponibile a cura dell'ufficio Analisi Economiche dell'abi Responsabile Vincenzo Chiorazzo (tel Hanno partecipato alla predisposizione del Report: Riccardo Benincampi (tel Vincenzo D'Apice (tel Agostino Di Fiore (tel Virginia Liberi (tel Luca Luciani (tel Responsabile Divisione Strategie e Mercati Finanziari dell'abi Gianfranco Torriero ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013

3 Indice dei grafici e delle tabelle 1. ECONOMIA REALE A. B. C. D. E. F. Tabelle di Sintesi Crescita economica e domanda aggregata Produzione industriale e indicatori di domanda Mercato del lavoro Indicatori di fiducia Prezzi Mercato dei cambi e commercio estero FINANZE PUBBLICHE A. B. C. Controllo dei deficit e politiche di bilancio Indicatori di fiscal stance Andamenti congiunturali MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. B. C. D. E. F. G. MERCATI BANCARI A. B. C. D. E. F. Tabelle di Sintesi Politiche e condizioni monetarie Mercati obbligazionari Mercati azionari Mercati dei titoli derivati Risparmio amministrato, collocamento e negoziazione titoli Risparmio gestito Conti finanziari delle famiglie e delle imprese Tabelle di Sintesi Struttura del mercato bancario Fonti di finanziamento bancarie Finanziamenti bancari Altre attività del settore bancario Rischiosità del settore bancario Tassi d'interesse bancari Appendice: "Note metodologiche e fonti statistiche" ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 3

4 ECONOMIA REALE ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013

5 1. ECONOMIA REALE Tabelle di Sintesi Tabella 1.1 t/ta Usa Giappone Cina India Area euro Italia Germania Francia Crescita del Pil +3,1 Q3 01 3,5 Q , Q3 01 +,8 Q3 01 0,3 Q3 01 0,8 Q ,9 Q , Q3 01 Consumi privati +1,6 Q3 01 1,7 Q ,0 Q3 01 0,5 Q3 01,1 Q , Q ,9 Q3 01 Consumi pubblici +3,8 Q3 01 +,3 Q ,5 Q3 01 0,5 Q3 01 1,0 Q ,5 Q ,9 Q3 01 Investimenti +0,9 Q3 01 5,7 Q , Q3 01,6 Q3 01 5, Q ,5 Q3 01 1,3 Q3 01 Esportazioni +1,9 Q3 01 0, Q ,3 Q ,6 Q3 01 +, Q ,8 Q3 01 +,6 Q3 01 Importazioni 0,6 Q3 01 1,8 Q ,0 Q ,1 Q3 01 5,5 Q3 01 +, Q3 01,1 Q3 01 a/a Produzione industriale +,5 nov1 7,0 nov1,1 nov1 +8, ott1 3,5 nov1 7,6 nov1 3,0 nov1 3,6 nov1 a/a Nuovi ordinativi +1,3 nov1 3,3 apr1 0,1 ott1 0,8 nov1 +1,8 ott1 Vendite al dettaglio +3,7 nov1,0 nov1 3,6 ott1 1,0 nov1 +1, nov1 Tasso di disoccupazione Tasso occupazione (a/a) m/m Clima fiducia imprese Clima fiducia famiglie a/a Prezzi prod. manifatt. Inflazione Inflazione core 7,8% dic1,1% nov1 0,0% 01 0,0% 0 11,8% nov1 11,1% nov1 5,% nov1 10,5% nov1 +0,6 Q 01 0, Q ,6 Q 01 +0,1 Q 01 0,0 Q 01 +1, dic1 0,7 ott1 3,9 Q ,6 dic1 +0,8 dic1 +0,7 dic1 1, dic1 6, dic1 0,1 ago1 0,9 nov1 +0, dic1 +, dic1 0, dic1 +0, dic1 +1,0 nov1 0,0 Code,8 nov1 +7,5 ott1 +,1 nov1 +, nov1 +1, nov1 +1,9 nov1 +1,8 nov1 0,6 dic1 +,0 nov1 +9, ott1 +, nov1 +,6 nov1 +1,9 nov1 +1,6 nov1 +1,9 nov1 +1,6 nov1 +1,6 nov1 +1,5 nov1 +1,3 nov1 prezzo per barile Petrolio (Brent in $) Petrolio (Brent in ) Comm.energy index Comm.nonenergy index Alimentari Tessili Grassi e olii Metalli Tabella 1. Tabella 1.3 Materie prime Tassi di cambio verso l'euro quotazione m/m a/a data quotazione recente quotazione m/m a/a data quotazione recente 109,3 0,1% +1,1% dic1 111,6 09/01/013 Dollaro americano 1,31 +,3 0, dic1 1,30 09/01/013 83,3,3% +1,3% dic1 85,6 09/01/013 Yen giappone 110,0 +5,8 +7,5 dic1 11,6 09/01/013 Sterlina inglese 0,813 +1,1 3,6 dic1 0,815 09/01/013 0,8% 1,% Q3 01 Franco svizzero 1,09 +0,3 1,5 dic1 1,09 09/01/013 +0,5% 10,% Q3 01 Yuan cinese 8,18 +,3,0 dic1 8,1 09/01/013 Rublo russo 0,9 +0,1,9 dic1 39,65 09/01/013 3,7%,0% gen13 Real brasiliano,77 +,9 +1,8 dic1,66 09/01/013 +0,5% 5,5% gen13 Rupia indiana 71,75 +1,9 +3,8 dic1 71,55 09/01/013 +0,7% 3,8% gen13 +,7% +7,0% gen13 ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 5

6 1. ECONOMIA REALE A. Crescita economica e domanda aggregata Grafico 1A.1 Tassi di crescita congiunturali annualizzati del Pil Grafico 1A. Tassi di crescita congiunturali annualizzati del Pil 1 USA Giappone Area euro 10 Italia Germania Francia Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Grafico 1A.3 Tassi di crescita tendenziali del Pil Grafico 1A. Tassi di crescita tendenziali del Pil 1 Cina India Brasile 6 Russia Venezuela Norvegia Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Crescita economica: Principali aree economiche: USA +3,1 t/ta (Q3 01); Giappone 3,5 t/ta (Q3 01); Area euro 0,3 t/ta (Q3 01) Paesi europei: Italia 0,8 t/ta (Q3 01); Germania +0,9 t/ta (Q3 01); Francia +0, t/ta (Q3 01) Paesi in via di sviluppo: Cina +7, a/a (Q3 01); India +,8 a/a (Q3 01); Brasile +1,0 a/a (Q3 01) Paesi produttori di petrolio: Russia +,9 a/a (Q3 01); Venezuela +,9 a/a (Q 011); Norvegia +1,5 a/a (Q3 01) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 6

7 1. ECONOMIA REALE A. Crescita economica e domanda aggregata Grafico 1A.5 Stati Uniti: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil Grafico 1A.6 Area euro: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil 6 Consumi privati Investimenti Privati Spesa Pubblica Bilancia commerciale Scorte Consumi privati Investimenti fissi lordi Spesa Pubblica Bilancia commerciale Scorte Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Grafico 1A.7 Giappone: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil Scorte Bilancia commerciale Spesa Pubblica Investimenti fissi lordi Consumi privati Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Contributi alla crescita congiunturale annualizzata: Usa (Q3 01): Consumi privati +1,1 p.%; Investimenti Privati +0,1; Spesa Pubblica +0,7; Bilancia commerciale +0,; Scorte +0,8 Area euro (Q3 01): Consumi privati 0,3 p.%; Investimenti fissi lordi 0,5; Spesa Pubblica 0,1; Bilancia commerciale +1,1; Scorte 0,5 Giappone (Q3 01): Consumi privati 1,0 p.%; Investimenti fissi lordi 1,1; Spesa Pubblica +0,5; Bilancia commerciale 3,1; Scorte +1, ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 7

8 1. ECONOMIA REALE A. Crescita economica e domanda aggregata Grafico 1A.8 Germania: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil Grafico 1A.9 Francia: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil 8 Consumi privati Invest. fissi lordi Spesa Pubblica Bilancia comm. Scorte 8 Consumi privati Investimenti fissi lordi Spesa Pubblica Bilancia commerciale Scorte Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Grafico 1A.10 Italia: contributi crescita congiunturale annualizzata del Pil 6 Consumi privati Investimenti fissi lordi Spesa Pubblica Bilancia commerciale Scorte 6 8 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Contributi alla crescita congiunturale annualizzata: Germania (Q3 01): Consumi privati +0,8 p.%; Invest. fissi lordi +0,1; Spesa Pubblica +0,3; Bilancia comm. +1,; Scorte 1, Francia (Q3 01): Consumi privati +0,5 p.%; Investimenti fissi lordi 0,3; Spesa Pubblica +0,; Bilancia commerciale +1,3; Scorte1, Italia (Q3 01): Consumi privati, p.%; Investimenti fissi lordi 1,0; Spesa Pubblica0,; Bilancia commerciale +,1; Scorte +0,7 ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 8

9 1. ECONOMIA REALE A. Crescita economica e domanda aggregata Grafico 1A.11 Indicatore anticipatore OCSE ( m/m) Grafico 1A.1 Indicatore anticipatore OCSE ( m/m) 0,3 Usa Giappone Area euro 0,1 Italia Germania Francia 0,3 0, 0, 0,1 0,1 0,1 0,1 0,1 0,1 0,1 0, 0, 0, 0, 0,3 0,3 0,3 0, ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 Grafico 1A.13 Indicatore anticipatore OCSE ( m/m) Grafico 1A.1 Indicatore anticipatore OCSE ( m/m) 0,3 Cina India Brasile 0, Russia Norvegia 0, 0,1 0,1 0,1 0,1 0, 0,3 0, 0, 0,5 0,3 0,6 0,7 0, 0,8 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 Indicatore anticipatore OCSE: Principali aree economiche: Usa +0,1 m/m (ott1); Giappone 0,0 m/m (ott1); Area euro 0,1 m/m (ott1) Paesi europei: Italia +0,1 m/m (ott1); Germania 0,1 m/m (ott1); Francia 0,1 m/m (ott1) Paesi in via di sviluppo: Cina +0,0 m/m (ott1); India +0,0 m/m (ott1); Brasile 0,1 m/m (ott1) Paesi produttori di petrolio: Russia 0,0 m/m (ott1); Norvegia 0,1 m/m (ott1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 9

10 1. ECONOMIA REALE B. Produzione industriale e indicatori di domanda Grafico 1B.1 Grafico 1B. Produzione industriale (base 100=gen05) Produzione industriale (base 100=gen05) 105 Usa Giappone Area euro 10 Italia Germania Francia nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Grafico 1B.3 Italia: produzione industriale (a/a) Grafico 1B. Italia: produzione industriale per comparto (base 100=gen05) destagionalizzata aggiustata per i gg lavorativi 100 beni di consumo beni intermedi beni energetici beni di investimento nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 in % giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 nov1 Andamento della produzione industriale: Principali aree: Usa +,5 a/a, +1,1 m/m (nov1); Giappone 7,0 a/a, 1,7 m/m (nov1); Area euro 3,5 a/a, 0, m/m (nov1) Paesi europei: Italia 7,6 a/a, 1,0 m/m (nov1); Germania 3,0 a/a, +0, m/m (nov1); Francia 3,6 a/a, +0,5 m/m (nov1) Italia (dati a nov1): destagionalizzata 7,0 a/a, 1,0 m/m; aggiustata per i gg lavorativi 7,6 a/a,,9 m/m Italia (dati a nov1): beni di consumo 6,1 a/a, +0,1 m/m; beni intermedi 9, a/a, 1, m/m; beni energetici 7, a/a,,1 m/m; beni di investimento 6,6 a/a, 1,3 m/m ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

11 1. ECONOMIA REALE B. Produzione industriale e indicatori di domanda Grafico 1B.5 Grafico 1B.6 Nuovi ordinativi manifatturieri (a/a) Nuovi ordinativi manifatturieri (a/a) 1 Usa Area euro 10 Italia Germania Francia in % in % nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Grafico 1B.7 Vendite al dettaglio (a/a) Grafico 1B.8 Vendite al dettaglio (a/a) 8 Usa Area euro 6 Italia Germania Francia 6 in % in % nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Nuovi ordinativi manifatturieri: Principali aree: Usa +1,3 a/a (nov1); Area euro 3,3 a/a (apr1) Paesi europei: Italia 0,1 a/a (ott1); Germania 0,8 a/a (nov1); Francia +1,8 a/a (ott1) Vendite al dettaglio: Principali aree: Usa +3,7 a/a, +0,3 m/m (nov1); Area euro,0 a/a, +0,1 m/m (nov1); Paesi europei: Italia 3,6 a/a, 0,9 m/m (ott1); Germania 1,0 a/a, +1, m/m (nov1); Francia +1, a/a, 0,6 m/m (nov1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

12 1. ECONOMIA REALE B. Produzione industriale e indicatori di domanda Grafico 1B.9 Grafico 1B.10 Fatturato industrie manifatturiere (a/a) Immatricolazione di nuove vetture (a/a) 8 Area euro Italia Germania Francia 10 Italia Germania Francia 6 5 in % dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Grafico 1B.11 Italia: indagine Isae presso le imprese (punti indice) Prev. produzione a 3 mesi: Giudizi su livello scorte: 10 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 in % giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Fatturato industrie manifatturiere: Paesi europei: Area euro 1, a/a (ott1); Italia 5,0 a/a (ott1); Germania 1,8 a/a (nov1); Francia +0,5 a/a (set1) Immatricolazione di nuove vetture: Paesi europei: Italia 19, a/a, 18,9 m/m (dic1); Germania 15,1 a/a, 1, m/m (dic1); Francia 13, a/a, +1,0 m/m (dic1) Italia indagine Isae presso le imprese: Prev. produzione a 3 mesi: 5,0 punti (dic1),,0 punti (nov1); Giudizi su livello scorte: 1,0 punti (dic1), 1,0 punti (nov1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 1

13 1. ECONOMIA REALE C. Mercato del lavoro Grafico 1C.1 Grafico 1C. Tasso di disoccupazione (in %) Tasso di disoccupazione (in %) 13 Usa Giappone Area euro 1 Italia Germania Francia dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Grafico 1C.3 Tasso di disoccupazione nelle macroaree italiane (in %) Grafico 1C. Tasso di disoccupazione in Italia per categorie (in %) 18 Nord Centro Sud Italia 0 giovanile (15 anni) uomini donne Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Tasso di disoccupazione: Principali aree: Usa 7,8% (dic1); Giappone,1% (nov1); Area euro 11,8% (nov1) Paesi europei: Italia 11,1% (nov1); Germania 5,% (nov1); Francia 10,5% (nov1) Macroaree italiane (Q3 01): Nord 7,5%; Centro 9,%; Sud 16,9% Italia (Q3 01): uomini 8,8%; donne 11,0%; giovanile (15 anni) 3,1% ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

14 1. ECONOMIA REALE C. Mercato del lavoro Grafico 1C.5 Grafico 1C.6 Occupazione (t/t) Occupazione (t/t) 1,0 Usa Area euro 0,8 Italia Germania Francia 0,8 0,6 0, 0, 0,6 0, 0, 0, 0, 0,6 0,8 0, 0, 0,6 1,0 0,8 Grafico 1C.7 Occupazione nel settore industriale (t/t) 1,5 Area euro Italia Germania Francia 1,0 0,5 0,5 1,0 1,5,0,5 Q1 008 Q 008 Q3 008 Q 008 Q1 009 Q 009 Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 Q 01 Q 009 Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 Q1 011 Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Crescita occupazione: Principali aree: Usa +0,6 t/t (Q 01); Area euro 0, t/t (Q3 01) Paesi europei: Italia +0,6 t/t (Q 01); Germania +0,1 t/t (Q 01); Francia 0,0 t/t (Q 01) Crescita occupazione nel settore industriale nei paesi europei: Area euro +0,3 t/t (Q1 011); Italia +1,1 t/t (Q1 011); Germania +0,6 t/t (Q1 011); Francia 0,0 t/t (Q1 011) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 1

15 1. ECONOMIA REALE D. Indicatori di fiducia Grafico 1D.1 Grafico 1D. USA: Indice di fiducia delle Imprese (ISM) USA: Indice di fiducia dei Consumatori Indice del settore manifatturiero: (50= Spartiacque tra espansione e restrizione) Indice del settore non manifatturiero: 90 Indice del Conference Board Indice dell'università del Michigan dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Grafico 1D.3 Area Euro: Indice di Fiducia delle Imprese (saldi risposte) Grafico 1D. Area Euro: Indice di Fiducia dei Consumatori (saldi risposte) 5 Area Euro Italia Germania Francia 15 Area Euro Italia Germania Francia dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Indici di Fiducia delle Imprese: (differenze prime su base mensile): Usa Indice del settore manifatturiero: +1, m/m (dic1); Indice del settore non manifatturiero: 0,9 m/m (dic1) Area Euro +0,6 m/m (dic1); Italia +0,8 m/m (dic1); Germania +0,7 m/m (dic1); Francia 1, m/m (dic1) Indici di fiducia dei Consumatori: (differenze prime su base mensile): Usa Indice del Conference Board: 6, m/m (dic1); Indice dell'università del Michigan: 9,8 m/m (dic1) Area Euro +0, m/m (dic1); Italia +, m/m (dic1); Germania 0, m/m (dic1); Francia +0, m/m (dic1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

16 1. ECONOMIA REALE E. Prezzi Grafico 1E.1 Prezzo del petrolio (qualità Brent) Grafico 1E. Produzione e domanda di petrolio 10 Brent (in $) Brent (in ) 5 Produzione mondiale Domanda paesi OCSE dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Grafico 1E.3 Commodities index (100=Q1 005) Grafico 1E. Materie prime: alimentari, tessili e metalli (100=gen05) 60 Energy index Non energy index Q3 009 Q 009 Q1 010 Q 010 Q3 010 Q 010 set11 Q1 011 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 alimentari tessili grassi e olii metalli Q 011 Q3 011 Q 011 Q1 01 Q 01 Q3 01 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 gen13 Petrolio: Prezzi per barile (qualità Brent): 109,3$ (83,3 ) dic1, +1,1% a/a in $ (+1,3% a/a in ) ultimi dati disponibili (09 gennaio 013): 111,6$; 85,6 Produzione mondiale +1,8% a/a barili per giorno (set1); Domanda paesi OCSE,0% a/a barili per giorno (ago1) Commodities index (Q3 01): Energetici: 1,% a/a, 0,8% t/t ; Non energetici: 10,% a/a, +0,5% t/t Materie prime (gen13): alimentari,0% a/a; tessili 3,8% a/a; grassi e olii 5,5% a/a; metalli +7,0% a/a ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

17 1. ECONOMIA REALE E. Prezzi Grafico 1E.5 Grafico 1E.6 Indici dei prezzi alla produzione manifatturiera (a/a) Indici dei prezzi alla produzione manifatturiera (a/a) 7 Usa Area euro Giappone 5,0 Italia Germania Francia 6 5,5,0 3,5 3,0 3,5 1,0 1,5 1,0 0,5 1 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Grafico 1E.7 Indici generali dei prezzi al consumo (a/a) Grafico 1E.8 Indici generali dei prezzi al consumo (a/a) Usa Area euro Giappone,0 Italia Germania Francia 3 3, ,0,5,0 1,5 1,0 1 0,5 1 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Indici dei prezzi della produzione manifatturiera: Principali aree econ.: Usa +1,0 a/a, 1, m/m (nov1); Area euro +,1 a/a, 0, m/m (nov1); Giappone 0,0 a/a, Paesi europei: Italia +, a/a, 0,1 m/m (nov1); Germania +1, a/a, 0,1 m/m (nov1); Francia +1,9 a/a, 0,1 m/m (nov1) Indici generali dei prezzi al consumo (dati armonizzati per i paesi dell'area euro): Principali aree econ.: Usa +1,8 a/a, 0,3 m/m (nov1); Area euro +, a/a, 0, m/m (nov1); Giappone 0,6 a/a, 0,0 m/m (dic1) Paesi europei: Italia +,6 a/a, 0,3 m/m (nov1); Germania +1,9 a/a, 0, m/m (nov1); Francia +1,6 a/a, 0, m/m (nov1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

18 1. ECONOMIA REALE E. Prezzi Grafico 1E.9 Grafico 1E.10 Indice dei prezzi core (a/a) Indice dei prezzi core (a/a),5 Usa Area euro 3,5 Italia Germania Francia,0 3,0,5 1,5,0 1,0 1,5 1,0 0,5 0,5 Grafico 1E.11 Italia: indice dei prezzi Istat (a/a) Grafico 1E.1 Italia: indice dei prezzi Istat per tipologia bene/servizio (a/a),0 indice NIC indice FOI servizi finanziari 10 comunicazioni trasporti educazione alimentari,0 8 6,0,0 6,0 8,0 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 Indici dei prezzi core (al netto delle componenti più volatili, cioè alimentari freschi e prodotti energetici): Principali aree econ.: Usa +1,9 a/a, +0,1 m/m (nov1); Area euro +1,6 a/a, 0,1 m/m (nov1) Paesi europei: Italia +1,6 a/a, 0, m/m (nov1); Germania +1,5 a/a, 0,0 m/m (nov1); Francia +1,3 a/a, 0,1 m/m (nov1) Italia indice dei prezzi rilevati dall'istat (dic1): indice NIC +, a/a, +0,3 m/m; indice FOI +, a/a, 0, m/m (nov1); servizi finanziari,0 a/a, +0,3 m/m (nov1) comunicazioni 0,9 a/a, +0,3 m/m; trasporti +,6 a/a, +1,1 m/m; educazione +3,0 a/a, 0,0 m/m; alimentari +,6 a/a, +0,3 m/m ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

19 1. ECONOMIA REALE E. Prezzi Grafico 1E.13 Grafico 1E.1 Aspettative d'inflazione Aspettative d'inflazione (saldi risposte) 5 Usa (infl.attesa) Area euro (saldi risposte scala dx) 35 0 Italia Germania Francia dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Aspettative d'inflazione ad un anno: Usa inflazione attesa:,0% (dic1); Area euro aspettative inflazione:, punti indice (dic1) Paesi europei (dic1): Italia 10,8 punti indice; Germania 0,0 punti indice; Francia 1,0 punti indice ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

20 1. ECONOMIA REALE F. Mercato dei cambi e commercio estero Grafico 1F.1 Grafico 1F. Tassi di cambio verso l'euro (100=1/1/000) Tassi di cambio verso l'euro (100=1/1/000) 150 dollaro US yen JP sterlina UK franco CH 170 yuan PRC rublo RUS real BR rupie IND /11/11 09/1/11 09/01/1 09/0/1 09/03/1 09/0/1 09/05/1 09/06/1 09/07/1 09/08/1 09/09/1 09/10/1 09/11/1 09/1/1 09/01/13 Dollaro americano Yen giappone Sterlina inglese Franco svizzero Yuan cinese Rublo russo Real brasiliano Rupia indiana Tabella 1F.3 Grafico 1F. Tassi di cambio verso l'euro Tassi di cambio effettivi dell'euro e cambio $/ lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 9/1/13 effettivo nominale effettivo reale $/ (scala dx) 115 1,9 1,1 1,87 1,97 1,83 1,31 1,30 97,0 97,6 100,6 10,5 10,0 110,0 11, ,788 0,789 0,799 0,807 0,80 0,813 0,815 1,01 1,01 1,09 1,10 1,05 1,09 1, ,88 7,889 8,135 8,18 7,998 8,181 8,11 39,97 39,635 0,393 0,380 0,5 0,9 39,6 100,9,517,609,635,651,77,66 68,15 68,9 70,18 68,903 70,385 71,78 71, ,3 1,3 1,30 1,8 1,6 1, 1, 1,0 90 1,18 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 09/11/11 09/1/11 09/01/1 09/0/1 09/03/1 09/0/1 09/05/1 09/06/1 09/07/1 09/08/1 09/09/1 09/10/1 09/11/1 09/1/1 09/01/13 Variazione dei tassi di cambio verso l'euro (+=deprezzamento;=apprezzamento; dic1): dollaro US 0, a/a, +,3 m/m; yen JP +7,5 a/a, +5,8 m/m; sterlina UK 3,6 a/a, +1,1 m/m; franco CH 1,5 a/a, +0,3 m/m yuan PRC,0 a/a, +,3 m/m; rublo RUS,9 a/a, +0,1 m/m; real BR +1,8 a/a, +,9 m/m; rupie IND +3,8 a/a, +1,9 m/m Tassi di cambio effettivi dell'euro (dic1): nominale 1,9 a/a, +1,5 m/m; reale 1,8 a/a, +1,5 m/m ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 0

21 1. ECONOMIA REALE F. Mercato dei cambi e commercio estero Grafico 1F.5 Grafico 1F.6 Tassi di cambio effettivi del dollaro e cambio $/ Bilancia delle partite correnti a prezzi correnti (100=005) effettivo nominale effettivo reale /$ (scala dx) Area euro Italia Germania 93 0, , , ,70 0, , , ,50 00 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 Grafico 1F.7 Grafico 1F.8 Italia: indice del volume delle esportazioni (100=005) Italia: indice del volume delle esportazioni (100=005) World Unione europea Germania Paesi noneu Usa Cina Russia ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 set11 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 Tassi di cambio effettivi del dollaro (ott1): nominale +0,5 a/a, 0, m/m; reale +0,6 a/a, 0, m/m Variazione della bilancia delle partite correnti nei paesi europei (ott1): Area euro +, mld ; Italia +,3 mld ; Germania +,1 mld ; Francia +1,0 mld Italia: volume esportazioni verso (ott1): World +8,6 a/a, +15, m/m; Unione europea 9,9 a/a, +39,5 m/m; Germania 1,6 a/a, +3, m/m Paesi noneu 5,0 a/a, +5,3 m/m; Usa +,5 a/a, +18,1 m/m; Cina 6,3 a/a, 3,9 m/m; Russia,5 a/a, +,7 m/m ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 1

22 1. ECONOMIA REALE F. Mercato dei cambi e commercio estero Grafico 1F.9 Grafico 1F.10 Italia: indice del volume delle importazioni (100=005) Italia: indice del volume delle importazioni (100=005) World Unione europea Germania Paesi noneu Usa Cina Russia Grafico 1F.11 Italia: saldo bilancia commerciale a prezzi correnti (in mld ) 6 saldo complessivo verso paesi EU verso paesi noneu 6 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 set11 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 Italia: volume importazioni verso (ott1): World 3, a/a, +9, m/m; Unione europea 15, a/a, +35,5 m/m; Germania 1,0 a/a, +33,3 m/m Paesi noneu 15, a/a, +,0 m/m; Usa 18,8 a/a, +0,1 m/m; Cina 6,1 a/a, +,7 m/m; Russia +,9 a/a, +0,8 m/m Saldo bilancia commerciale a valori correnti: saldo complessivo +,5 mld (ott1); verso paesi EU +1,0 mld (ott1); verso paesi noneu +1,9 mld (nov1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013

23 FINANZE PUBBLICHE ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 3

24 . FINANZE PUBBLICHE A. Controllo dei deficit e politiche di bilancio Tabella A.1 Tabella A. Conto della PA: Totale Entrate (% del PIL) Conto della PA: Totale Spese (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria USA Regno Unito Giappone 5,9 6,5 6,0 6,1 8,1 8, 7,9 Italia 8,6 5,0 50,5 50,0 51,0 50,5 50,0,0 5,1 3,6,6 5,0 5,3 5,3 Germania,1 8, 7,7 5,3 5, 5,6 5,3 9,9 9, 9,5 50,8 51,8 53, 53, Francia 53,3 56,8 56,5 56,0 56,3 56,7 56,7 37,0 35,1 36,6 35,7 36,3 36,7 35,8 Spagna 1,5 6,3 6,3 5,,3,7,3 5,0,9,8 5, 6, 6,8 6,6 Area euro 7,1 51, 51,0 9,5 9,5 9, 9,1 per memoria 3,7 31,0 31, 31,6 3,0 3,6 33,5 USA 39,1,9,7 1,7 0,5 39,9 39,6,6 39,9 0, 0,7, 0,1 39,8 Regno Unito 7,7 51, 50, 8,5 8, 7, 5,7 35,1 33,1 3, 33,6 3,5 35,8 36, Giappone 37,0 1,9 0,8 1,,8 3,7 3,9 Tabella A.3 Conto della PA: Deficit pubblico (% del PIL) Tabella A. Conto della PA: Debito pubblico (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria USA Regno Unito Giappone,7 5,5,5 3,9,9,1,1 Italia 106,1 116, 119, 10,7 16,5 17,7 16,5 0,1 3,1,1 0,8 0, 0, 0,0 Germania 66,8 7,5 8,5 80,5 81,7 80,8 78, 3,3 7,5 7,1 5,,5 3,5 3,5 Francia 68, 79, 8,3 86,0 90,1 9,7 93,8,5 11, 9,7 9, 8,0 6,0 6,5 Spagna 0, 53,9 61,5 69,3 86,1 9,7 97,1,1 6, 6,, 3,3,6,5 Area euro 70, 80,0 85,6 88,1 9,9 9,5 9,3 per memoria 6, 11,9 11,3 10,1 8,5 7,3 6, USA 76,5 90,1 99, 103,5 109,6 11,3 113,3 5,1 11,5 10, 7,8 6, 7, 5,9 Regno Unito 5,3 67,8 79, 85,1 88,7 93, 95,1 1,9 8,8 8, 7,8 8,3 7,9 7,7 Giappone 191,8 10,3 15,3 33, 0,6 9,5 50,8 Principali indicatori di bilancio pubblico Variazioni attese per il 013 sulla base delle previsioni della Commissione europea (dati in % del Pil): Pressione fiscale (Entrate/Pil): Italia +0,3 E[ a/a]; Germania +0,3 E[ a/a]; Francia +1, E[ a/a]; Spagna +0, E[ a/a] Spesa pubblica: Italia 0,5 E[ a/a]; Germania +0, E[ a/a]; Francia +0, E[ a/a]; Spagna 1,6 E[ a/a] Deficit Pubblico: Italia 0,8 E[ a/a]; Germania +0,1 E[ a/a]; Francia 1,0 E[ a/a]; Spagna,0 E[ a/a] Debito Pubblico (Debito/Pil): Italia +1,1 E[ a/a]; Germania 0,9 E[ a/a]; Francia +,7 E[ a/a]; Spagna +6,6 E[ a/a] ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013

25 . FINANZE PUBBLICHE A. Controllo dei deficit e politiche di bilancio Tabella A.5 Conto della PA: Saldo primario (% del PIL) Tabella A.6 Conto della PA: Spesa per interessi (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria USA Regno Unito Giappone,5 0,8 0,1 1,0,6 3,5 3,7 Italia 5,,7,6 5,0 5,5 5,5 5,8,7 0, 1,6 1,8,3,, Germania,8,7,5,6,5,,3 0, 5,1,7,6 1,9 1,0 1,0 Francia,9,,,6,6,6,5,9 9, 7,7 7,0 5,0,,5 Spagna 1,6 1,8 1,9,5 3,0 3,9,0 0,9 3,5 3, 1,1 0, 0,6 0,8 Area euro 3,0,9,8 3,1 3, 3, 3,3 per memoria 3,7 9, 8,7 7,3 5,5,,9 USA,7,5,6,8,9 3,1 3,3,8 9,5 7,,6 3,0 3,9,7 Regno Unito,3,0 3,0 3,3 3, 3, 3, nd nd nd 5,7 6, 5,8 5,6 Giappone nd nd nd,1,1,1,1 Tabella A.7 Conto della PA: Deficit pubblico aggiustato per il ciclo (% del PIL) Tabella A.8 Conto della PA: Saldo primario aggiustato per il ciclo (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria Regno Unito 3,5 3,6 3,5 3,1 1,3 0, 0,9 Italia 1,7 1,1 1,1 1,9, 5,1 5,0 1, 0,9 3,5 0,9 0,0 0,3 0,3 Germania 1,6 1,7 1,0 1,6,5,7,5,1 6,1 5,9,3 3,3,0, Francia 1,1 3,7 3,5 1,7 0,7 0,5 0,,7 9, 7,6 7,6 6,0,0 5,3 Spagna 3,1 7,6 5,7 5, 3,0 0,1 1,3 3,, 1,3 1,6 nd nd nd Area euro 0, 1,0 1,9 1,7 nd nd nd per memoria 5,6 9,8 9,0 6,7,6 5,6,8 Regno Unito 3, 7,8 6,0 3,5 1,, 1,5 Principali indicatori di bilancio pubblico Variazioni attese per il 013 sulla base delle previsioni della Commissione europea (dati in % del Pil): Deficit al netto della tassa da inflazione: Italia +0,8 E[ a/a]; Germania 0,1 E[ a/a]; Francia +1,0 E[ a/a]; Spagna +,8 E[ a/a] Spesa per interessi: Italia +0,0 E[ a/a]; Germania 0,1 E[ a/a]; Francia 0,0 E[ a/a]; Spagna +0,8 E[ a/a] Deficit aggiustato per il ciclo: Italia 0,9 E[ a/a]; Germania 0,3 E[ a/a]; Francia 1,3 E[ a/a]; Spagna,1 E[ a/a] Saldo primario aggiustato per il ciclo: Italia +0,9 E[ a/a]; Germania +0, E[ a/a]; Francia +1, E[ a/a]; Spagna +,9 E[ a/a] ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 5

26 . FINANZE PUBBLICHE A. Controllo dei deficit e politiche di bilancio Tabella A.9 Tabella A.10 La tassa da inflazione (% del Pil) Conto della PA: deficit al netto tassa da inflazione (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria USA Regno Unito Giappone 3,6 0,8 1,9 3,,1,5,1 Italia 0,9,6,6 0,5 1, 0, 0,0 1,8 0, 0,8,0 1,7 1,5 1, Germania 1,7,9 3,3 1, 1,5 1,3 1,,0 0,1 1,3 1,8 1,9 1,5 1,5 Francia 1, 7,5 5,7 3,,6,1,0 1,5 0,1 1,1 1,9 1,8 1,8 1, Spagna 3,1 11,3 8,6 7,6 6,,3 5,3,1 0, 1,3,3, 1,7 1,5 Area euro 0,0 6,1 5,0 1,9 1,1 1,0 1,0 per memoria nd nd nd nd nd nd nd USA nd nd nd nd nd nd nd 1,6 1,,1 3,,3 1,8 1,7 Regno Unito 3,5 10,3 8,1, 3,9 5,,,6,8 1, 0,7 0,5 0, 0,6 Giappone 0,7 11,6 9,8 8, 8,8 8, 7,1 Tabella A.11 Gli investimenti pubblici (% del Pil) Tabella A.1 Conto della PA: Deficit pubblico al netto degli investimenti pubblici (% del PIL) E 01E E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria USA Regno Unito Giappone,,5,1,0 1,8 1,6 1,6 Italia 0,5,9, 1,9 1,1 0, 0,5 1,6 1,8 1,7 1,7 1,5 1,6 1,5 Germania 1,5 1,3,5 0,9 1, 1,3 1,5 3, 3, 3,1 3,1 3,1 3,1 3,0 Francia 0,1,1,0,1 1,5 0, 0,5,0,5,0,9 1,8 1,5 1,5 Spagna 0,5 6,7 5,7 6,6 6,,5,9,6,8,6,3,1,1,0 Area euro 0,5 3,5 3,7 1,8 1, 0,6 0,5 per memoria,6,6,5,3,0 1,9 1,9 USA 3,9 9, 8,8 7,8 6, 5,,3,3,7,5, 1,9 1,5 1,3 Regno Unito,8 8,8 7,7 5,6,3 5,7,6 3,0 3, 3,3 3,3 3, 3,6 3,6 Giappone 1, 5,5 5,1,5,9,,1 Tassa da inflazione e deficit pubblico 013 sulla base delle previsioni della Commissione europea (dati in % del Pil): Tassa da inflazione: Italia 1,6 E[ a/a]; Germania 0, E[ a/a]; Francia 0,5 E[ a/a]; Spagna +0,0 E[ a/a] Deficit al netto della tassa da inflazione: Italia +0,8 E[ a/a]; Germania +0, E[ a/a]; Francia 0,5 E[ a/a]; Spagna,0 E[ a/a] Investimenti pubblici e deficit pubblico 013 sulla base delle previsioni della Commissione europea (dati in % del Pil): Investimenti pubblici: Italia 0,1 E[ a/a]; Germania +0,0 E[ a/a]; Francia +0,0 E[ a/a]; Spagna 0,3 E[ a/a] Deficit pubblico al netto degli investimenti pubblici: Italia 0,7 E[ a/a]; Germania +0,0 E[ a/a]; Francia 1,0 E[ a/a]; Spagna 1,7 E[ a/a] ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 6

27 . FINANZE PUBBLICHE B. Indicatori di fiscal stance Tabella B.1 Fiscal stance: variazione del saldo primario aggiustato (% del PIL) E 01E Italia Germania Francia Spagna Area euro per memoria Regno Unito 0, 0,6 0,0 0,8,3 0,9 0, 0,3 0,1,8,6 0,8 0, 0, 0,5,5 0, 1,8 1,0 1, 0, 5,7,5 1,9 0,5,,9 1, 1,9 1,3 1,0 0, 1,0,6 1,8,5,1 1,0 0,9 Grafico B. La fiscal stance nei principali paesi dell'area euro Grafico B.3 La Fiscal stance nell'area euro e nel Regno Unito Italia Germania Francia Area euro Regno Unito 3,0,0 RESTRIZIONE FISCALE 3,0,0 RESTRIZIONE FISCALE 1,0 1,0 % 0,0 1,0 0,0 1,0,0,0 3,0 3,0,0,0 5, E 01E E 01E % ESPANSIONE FISCALE ESPANSIONE FISCALE Indicatori di Fiscal Stance La politica fiscale attesa per il 013 sulla base delle previsioni della Commissione europea (dati in % del Pil): Fiscal Stance attesa in Italia: politica fiscale neutrale (+0,9) Fiscal Stance attesa in Germania: politica fiscale neutrale (+0,) Fiscal Stance attesa in Francia: politica fiscale restrittiva (+1,) Fiscal Stance attesa in Spagna: politica fiscale restrittiva (+,9) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 7

28 . FINANZE PUBBLICHE C. Andamenti congiunturali Tabella C.1 Tabella C.3 Fabbisogno di cassa del Settore statale in Italia (mld. di ) Entrate Tributarie Erariali in Italia: Accertamenti cumulato cumulato Preconsuntivo GennaioSettembre Gen,0,0 3,3 3, Feb 8,0 10,3 7, 10,7 Mar 1,0 31,3 17,5 8, mln mln a/a Apr 8,8 39,8,3 30,5 IRPEF (IRE) ,37 Mag 5,1,9,3 35,1 IRES ,3 Giu 1,0 3,9 5,8 9,1 Sostitutive ,07 Lug,0 0,1,3 7, Altre dirette ,66 Ago 6,9 7,1 6,0 33,5 Set Ott 11,9 1,9 59,0 60,9 11, 13,1 5,5 58,5 Totale Imposte dirette ,6 Nov 8,5 69,,3 6,9 Registro ,76 Dic 5,6 63,8 1,1 8,5 IVA ,37 Bollo Grafico C. Assicurazioni Il fabbisogno di cassa del settore statale italiano cumulato nell'anno Ipotecaria Canoni di abbonamento radio e TV mld 01 cumulato 011 cumulato 010 cumulato Imp. di fabbricazione oli minerali Imp. di consumo sul gas metano Tabacchi (imp. sul consumo) Provento del lotto Apparecchi e congegni di gioco Altre indirette Totale Imposte indirette , , , , , , , , , , , Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Totale entrate ,77 Il fabbisogno di cassa del settore statale italiano: Fabbisogno di cassa mensile (mld di ): 1,1 (dic1), 5,6 (dic11) Fabbisogno di cassa cumulato nell'anno (mld di ): +8,5 (dic1), +63,8 (dic11) Preconsuntivo GennaioSettembre 01 Variazione % delle entrate totali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente: Totale delle entrate tributarie erariali in Italia (accertamenti) in 01: +3,77 a/a ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 8

29 MERCATI MONETARI E FINANZIARI ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 9

30 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI Tabelle di Sintesi Tabella 3.1 Tabella 3. Tassi d'interesse del mercato monetario in termini nominali Tassi d'interesse del mercato monetario in termini reali 11/01/13 dic1 gen1 nov1 ott1 nov11 EMU USA EMU USA EMU USA EMU USA EMU USA EMU USA Tassi di policy 0,75 0,5 0,75 0,5 1,00 0,5 Tassi di policy 1, 1,5 1,7 1,93 1,79 3,0 Tassi interbancari overnight 0,07 0,16 0,07 0,16 0,38 0,15 Tassi interbancari a 3 mesi,00 1,6,8 1,85 1,55,98 Tassi interbancari a 3 mesi 0,0 0,30 0,19 0,31 1, 0,57 Tabella 3.3 Tabella 3. Tassi interbancari: Euribor sulle varie scadenze Interest Rate Swaps (IRS) nell'area euro 1 mese mesi 3 mesi 6 mesi 9 mesi 1 anno anni 5 anni 7 anni 10 anni 0 anni 30 anni dic11 1,1 1,6 1,3 1,67 1,8,00 dic11 1,37 1,88,1,5,79,63 nov1 0,11 0,15 0,19 0,36 0,8 0,59 nov1 0,1 0,88 1,6 1,71,6,30 dic1 0,11 0,15 0,19 0,3 0, 0,55 dic1 0,37 0,80 1,17 1,6,1,8 Tabella 3.5 Tabella 3.6 Tassi impliciti nei contratti Futures sull'euribor a 3 mesi Curva dei rendimenti dell'area euro (Fonte: BCE) mese di scadenza anni 5 anni 7 anni 10 anni 0 anni 30 anni giu13 dic13 giu1 dic1 giu15 dic15 dic11 0,56 1,70,5,76 3,0 3,16 dic1 0,16 0,1 0,30 0, 0,57 0,76 dic1 0,00 0,61 1,1 1,77,60,9 11/01/13 0,8 0,37 0,8 0,6 0,77 0,96 11/01/13 0,13 0,81 1,3 1,96,78,69 Tabella 3.7 Tabella 3.8 Tassi benchmark sui Titoli di Stato a 10 anni Area euro: Rendimenti dei Corporate Bond per classe di rating ITA GER FRA USA GIA AAA AA A BBB dic11 6,9 1,99 3,16 1,97 1,00 dic11,63 3,5,59 6,03 dic1,53 1,36,00 1,71 0,73 nov1 1,01 1,3 1,7 3,16 09/01/13,8 1,8,11 1,85 0,83 dic1 0,95 1,6 1,66,85 Tabella 3.9 Tabella 3.10 Borse: andamento dei principali Indici (variazioni % medie mensili) Borse: andamento degli Indici Bancari (variazioni % medie mensili) ITA UK GER FRA EMU USA GIA ITA UK GER FRA EMU USA GIA FTSE MIB FTSE 100 DAX 30 CAC 0 DJ large S&P 500 NIKKEI nov1 1, 0,76 0,68 0,75 0,05,87,77 nov1,58 3, 0,31 3,1 0,1 5,61,3 dic1,01,39,81,98,96,0 8,53 dic1 5,0 5,7 0,15 7,86 5,55 1,97 9,7 ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

31 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI Tabelle di Sintesi Tabella 3.11 Tabella 3.1 Titoli di debito a custodia di residenti in Italia per settore economico Titoli a custodia di residenti in Italia per strumento finanziario Soc. non finanz. Fam.consumatrici Fam. produttrici Totale Titoli di Stato Obbl.ni bancarie Fondi comuni Azioni mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a ott ,3 330,9,1,6 19,7 1.51,,9 giu11 597,0 6,0 356,3 0,1 33,6 6,7 308,0 3,1 set1 81 5,9 31,5,8 0,5 18, 1.98, 1,3 mar1 60,6, 36,5 3,7 99,5 7,9 73,6 1, ott1 80 6,9 30,6 3,1 37,9 11,1 1.85,9,3 giu1 610,, 350,0 1,8 303, 8,9 9,1 19,1 Tabella 3.13 Patrimonio dei fondi comuni di diritto italiano ed estero Totale Azionari Bilanciati Obbligazionari di liquidità Flessibili Hedge mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a set11 5,9 5, 89,5 6,6 0,8,6 187,6 0,0 53,5,6 63,8 0,8 10,7 19,6 ago1 36,6 1,1 95,1 5,8 19,6 9,8 1,7 13,3 35,1 3,7 6,0,7 8,0 6,5 set1 6,3,8 98,5 10,1 19,6 5,7 1,9 18,3 3,3 36,0 6,3 0,7 7,7 7, Tabella 3.1 Raccolta netta dei fondi comuni di diritto italiano ed estero Totale Azionari Bilanciati Obbligazionari di liquidità Flessibili Hedge mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a set11,8 3,0 1,1 1, 0, 0,5 1, 1, 1,0 0,7 0,8 0,6 0,1 0,0 ago1 0,7,9 0,3 0,9 0, 0,1 1,6, 0,6 1,1 0, 0,7 0,1 0,0 set1 1, 6, 0, 0,8 0,0 0,3 1,8 3, 1,1 0,1 1,3,1 0,1 0,0 Tabella 3.15 Tabella 3.16 Attività finanziarie delle famiglie italiane Passività finanziarie delle famiglie italiane Q 011 Q 01 Q 011 Q 01 mld a/a mld a/a mld a/a mld a/a Totale ,1% ,0% Totale 836,6,9% 83,7 0,% Biglietti, monete e depositi ,8% ,6% Debiti 713,6 3,1% 713,0 0,1% Obbligazioni 77,8% 71 0,8% a breve termine 59,6 5,8% 59,0 1,1% pubbliche 30 16,1% 8 5,8% di cui: IFM 57,5 38,9% 57,3 0,% emesse da IFM 183,3% 183 0,% di cui: altre soc. finanz.,1,8% 1,7 0,3% Azioni e partecipazioni 13 6,7% 10 1,% a mediolungo termine 653,9,6% 65,1 0,0% Quote di fondi comuni 365,7% 377 3,% di cui: IFM 553,1 6,0% 557,5 0,8% Ass.vita, fondi pens, TFR 771 7,7% ,% di cui: altre soc. finanz. 91,3 3,8% 87,,3% ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

32 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI Tabelle di Sintesi Grafico 3.17 Indice di Turbolenza Finanziaria (ITF): Usa e Uk (condizioni normali = 0 valori medi del periodo in Germania) Grafico 3.18 ITF: Germania, Francia e Italia (condizioni normali = 0 valori medi del periodo in Germania) Usa Uk Germania Italia Francia feb 10 mag 10 ago 10 nov 10 feb 11 mag 11 ago 11 nov 11 feb 1 mag 1 ago 1 nov feb 10 mag 10 ago 10 nov 10 feb 11 mag 11 ago 11 nov 11 feb 1 mag 1 ago 1 nov 1 Grafico 3.19 Tabella 3.0 ITF: Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna Indice di Turbolenza Finanziaria (ITF) (condizioni normali = 0 valori medi del periodo in Germania) componenti ITF feb 10 Portogallo Irlanda Grecia Spagna mag 10 ago 10 nov 10 feb 11 mag 11 ago 11 nov 11 feb 1 mag 1 ago 1 nov 1 Italia Germania Francia Spagna Irlanda Portogallo Grecia Uk Usa monetario azionario obbligaz. cds ITF dic1 nov1 dic11 0,3 0, 0,,6 3,5,0 8,5 0,3 0, 0, 0,6 1, 1,5,7 0,3 0, 0,,1,9 3, 7,3 0,3 0,6 0,,1 5,0 5,8 8,8 0, 0,6 0, 15,1 16, 16,8 1,9 0,3 1,8 0,1,9 7,1 7,7 1, 0, 1,8 0,5 13,5 16,1 16,1 9,3 0,0 0, 0,1 0,8 1,3 1,5 3, 0,1 0, 0, 0,3 0,8 0,8 1,8 ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio 013 3

33 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. Politiche e condizioni monetarie Tabella 3A.1 Tabella 3A. Area euro: le manovre di politica monetaria della BCE USA: le manovre di politica monetaria della Federal Reserve Tasso di rifinanziamento principale della BCE Federal Funds Rate data di decorrenza % % data di decorrenza % % 11 luglio 01 0,75 0,5 16 dicembre 008 0,5 0,75 1 dicembre 011 1,00 0,5 9 ottobre 008 1,00 0,50 09 novembre 011 1,5 0,5 08 ottobre 008 1,50 0,50 13 luglio 011 1,50 +0,5 30 aprile 008,00 0,5 13 aprile 011 1,5 +0,5 18 marzo 008,5 0,75 13 maggio 009 1,00 0,5 30 gennaio 008 3,00 0,50 08 aprile 009 1,5 0,5 gennaio 008 3,50 0,75 11 marzo 009 1,50 0,50 11 dicembre 007,5 0,5 1 gennaio 009,00 0,50 31 ottobre 007,50 0,5 10 dicembre 008,50 0,75 18 settembre 007,75 0,50 1 novembre 008 3,5 0,50 9 giugno 006 5,5 +0,5 15 ottobre 008 3,75 0,50 10 maggio 006 5,00 +0,5 09 luglio 008,5 +0,5 8 marzo 006,75 +0,5 13 giugno 007,00 +0,5 01 febbraio 006,50 +0,5 1 marzo 007 3,75 +0,5 13 dicembre 005,5 +0,5 13 dicembre 006 3,50 +0,5 01 novembre 005,00 +0,5 11 ottobre 006 3,5 +0,5 0 settembre 005 3,75 +0,5 09 agosto 006 3,00 +0,5 09 agosto 005 3,50 +0,5 15 giugno 006,75 +0,5 30 giugno 005 3,5 +0,5 08 marzo 006,50 +0,5 03 maggio 005 3,00 +0,5 06 dicembre 005,5 +0,5 marzo 005,75 +0,5 06 giugno 003,00 0,50 0 febbraio 005,50 +0,5 07 marzo 003,50 0,5 1 dicembre 00,5 +0,5 06 dicembre 00,75 0,50 10 novembre 00,00 +0,5 09 novembre 001 3,5 0,50 1 settembre 00 1,75 +0,5 18 settembre 001 3,75 0,50 10 agosto 00 1,50 +0,5 31 agosto 001,5 0,5 30 giugno 00 1,5 +0,5 11 maggio 001,50 0,5 5 giugno 003 1,00 0,5 06 ottobre 000,75 +0,5 06 novembre 00 1,5 0,50 01 settembre 000,50 +0,5 11 dicembre 001 1,75 0,5 Ultimo intervento di politica monetaria della Banca Centrale Europea: 11lug1, 0,75% (0,5 m/m) Ultimo intervento di politica monetaria della Federal Reserve: 16dic08, 0,5% (0,75 m/m) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

34 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. Politiche e condizioni monetarie Grafico 3A.3 Grafico 3A. Tassi di policy nominali (principali aree economiche) Tassi di policy nominali (economie emergenti) USA Area Euro Giappone UK Cina India Brasile Russia Grafico 3A.5 Tassi di policy reali (principali aree economiche) Grafico 3A.6 Tassi di policy reali (economie emergenti) Tassi di policy nominali: Principali aree economiche: USA 0,5% (gen13); Area Euro 0,75% (gen13); Giappone 0,08% (dic1); UK 0,50% (dic1) Paesi emergenti: Cina 6,00% (gen13); India 9,00% (gen13); Brasile 7,5% (gen13); Russia 8,5% (gen13) Tassi di policy reali (deflazionati con l'indice dei prezzi al consumo): Principali aree economiche: USA 1,5% (nov1); Area Euro 1,% (nov1); Giappone 0,68% (dic1); UK,16% (nov1) Paesi emergenti: Cina 3,50% (dic1); India 0,79% (nov1); Brasile 1,7% (nov1); Russia 1,7% (dic1) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio feb08 apr08 giu08 ago08 ott08 dic08 feb09 apr09 giu09 ago09 ott09 dic09 feb10 apr10 giu10 ago10 ott10 dic10 feb11 apr11 giu11 ago11 ott11 dic11 feb1 apr1 giu1 ago1 ott1 dic1 % (1) () (3) () (5) (6) USA Area Euro Giappone UK feb08 apr08 giu08 ago08 ott08 dic08 feb09 apr09 giu09 ago09 ott09 dic09 feb10 apr10 giu10 ago10 ott10 dic10 feb11 apr11 giu11 ago11 ott11 dic11 feb1 apr1 giu1 ago1 ott1 dic1 % feb08 apr08 giu08 ago08 ott08 dic08 feb09 apr09 giu09 ago09 ott09 dic09 feb10 apr10 giu10 ago10 ott10 dic10 feb11 apr11 giu11 ago11 ott11 dic11 feb1 apr1 giu1 ago1 ott1 dic1 % () () (6) (8) (10) (1) Cina India Brasile Russia feb08 apr08 giu08 ago08 ott08 dic08 feb09 apr09 giu09 ago09 ott09 dic09 feb10 apr10 giu10 ago10 ott10 dic10 feb11 apr11 giu11 ago11 ott11 dic11 feb1 apr1 giu1 ago1 ott1 %

35 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. Politiche e condizioni monetarie Grafico 3A.7 Grafico 3A.8 Area Euro: tassi d'interesse della BCE e del mercato monetario Tassi d'interesse: differenziale Area Euro vs principali aree economiche Tasso di rifinanziamento marginale Tasso di rifinanziamento principale Tasso EONIA overnight Tasso sui depositi overnight EURIBOR 3 mesi Area EuroUSA: Diff. Tassi di policy Area EuroUSA: Diff. Tasso Interbancario 3 mesi Area EuroJapan: Diff. Tassi di policy Area EuroJapan: Diff. Tasso Interbancario 3 mesi 1 % 1 1 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 gen13 gen11 feb11 mar11 apr11 mag11 giu11 lug11 ago11 set11 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 % Grafico 3A.9 Grafico 3A.10 Aggregati monetari della BCE: principali componenti di M3 (a/a) Crescita di M3 (aggregato monetario ampio) Depositi overnight M1: dep.overnight+moneta circolante M3 (a/a) M3 (m/ma) 5 Altri depositi a breve termine: MM1 Strumenti negoziabili: M3M % 5 % 5 (5) (10) (5) (15) gen08 mar08 mag08 lug08 set08 nov08 gen09 mar09 mag09 lug09 set09 nov09 gen10 mar10 mag10 lug10 set10 nov10 gen11 mar11 mag11 lug11 set11 nov11 gen1 mar1 mag1 lug1 set1 nov1 (10) gen08 mar08 mag08 lug08 set08 nov08 gen09 mar09 mag09 lug09 set09 nov09 gen10 mar10 mag10 lug10 set10 nov10 gen11 mar11 mag11 lug11 set11 nov11 gen1 mar1 mag1 lug1 set1 nov1 Area Euro Tassi d'interesse della BCE e del mercato monetario (dic1; tassi di mercato su medie mensili): Tasso di rifinanziamento marginale 1,50%; Tasso di rifinanziamento principale 0,75%; Tasso sui depositi overnight 0,00% Tasso Marginale nelle Operazioni di Rif. Princ. 0,75%; EURIBOR 3 mesi 0,19%; Tasso EONIA overnight 0,07% Diff. Tassi Area EuroUSA: tasso di policy +0,50%; tasso Interbancario 3 mesi 0,1% Diff. Tassi Area EuroJapan: tasso di policy +0,65%; tasso Interbancario 3 mesi +0,01% Aggregati monetari della BCE Tassi di crescita % (nov1): Dep. Overnight +7,7 a/a; [M1] +6,7 a/a; [MM1] +1,8 a/a; [M3M] 3,6 a/a Aggregato monetario ampio [M3]: +3,8 a/a; 0,5 m/ma ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

36 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. Politiche e condizioni monetarie Tabella 3A.11 Curva dei rendimenti dell'area euro stimata dalla Banca Centrale Europea (titoli di debito con rating AAA emessi dalle amministrazioni centrali; dati su medie mensili; tassi % annui) Tassi a pronti Tassi istantanei a termine 3 mesi 6 mesi 9 mesi 1 anno anni 3 anni anni 5 anni 6 anni 7 anni 10 anni 15 anni 0 anni 5 anni 30 anni 1 anno 5 anni 10 anni dic11 0,0 0,08 0,13 0,0 0,56 0,96 1,35 1,70,00,5,76 3,11 3,0 3,19 3,16 0,50 3,3 3,97 mag1 0,06 0,05 0,06 0,08 0,5 0,51 0,81 1,11 1,39 1,65,,69,80,78,7 0,18,58 3,73 giu1 0,05 0,05 0,05 0,07 0, 0,9 0,78 1,06 1,33 1,58,13,57,69,69,67 0,18,6 3,5 lug1 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,5 0,5 0,80 1,08 1,3 1,96,8,6,67,65 0,0, 3,58 ago1 0,03 0,0 0,05 0,07 0,00 0,0 0,6 0,75 1,03 1,30 1,9,,58,58,55 0,09,19 3,55 set1 0,0 0,01 0,0 0,0 0,08 0,8 0,5 0,8 1,10 1,37,03,6,78,75,6 0,01,3 3,83 ott1 0,0 0,00 0,01 0,01 0,09 0,9 0,53 0,80 1,07 1,33 1,98,58,76,73,6 0,03,16 3,77 nov1 0,0 0,01 0,0 0,03 0,0 0,1 0, 0,69 0,95 1,1 1,86,7,67,65,55 0,03,00 3,67 dic1 0,05 0,01 0,0 0,0 0,00 0,15 0,36 0,61 0,87 1,1 1,77,0,60,58,9 0,08 1,88 3,59 11/01/13 0,0 0,03 0,03 0,03 0,13 0,3 0,55 0,81 1,07 1,3 1,96,58,78,78,69 0,07,1 3,75 Grafico 3A.1 Grafico 3A.13 Curve dei rendimenti a pronti dell'area euro Curve dei rendimenti istantanei a termine dell'area euro dic1 nov1 dic11 dic1 nov1 dic % % Duration Duration Yield curve dell'area euro Spread tra i tassi a pronti (per scadenza): Spread 10anni3mesi: +1,7 (dic1), +,71 (dic11); Spread 10annianni: +1,77 (dic1), +,0 (dic11); Spread 30anni10anni: +0,7 (dic1), +0,0 (dic11) Yield curve dell'area euro Variazione a 30 giorni (al 11/01/13): Tassi a pronti: 3 mesi 0,00 m/m; anni +0,16 m/m; 10 anni +0,1 m/m Tassi a termine: 3 mesi +0,03 m/m; anni +0,8 m/m; 10 anni +0,1 m/m ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

37 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI A. Politiche e condizioni monetarie Tabella 3A.1 Tassi d'interesse del mercato monetario sui depositi (dati su medie mensili; tassi % annui) Area Euro (EURIBOR) Stati Uniti (LIBOR) Giappone (LIBOR) Eonia 1 mese mesi 3 mesi 6 mesi 9 mesi 1 anno 0/N 1 mese mesi 3 mesi 6 mesi 9 mesi 1 anno 1 mese 3 mesi 6 mesi 1 anno dic11 0,6 1,1 1,6 1,3 1,67 1,8,00 0,15 0,8 0,1 0,56 0,78 0,9 1,10 0,1 0,0 0,3 0,55 mag1 0,3 0,39 0,50 0,69 0,97 1,1 1,7 0,15 0, 0,35 0,7 0,73 0,90 1,06 0,1 0,0 0,3 0,55 giu1 0,33 0,38 0,8 0,66 0,9 1,08 1, 0,16 0, 0,35 0,7 0,7 0,91 1,07 0,1 0,0 0,3 0,55 lug1 0,18 0, 0,3 0,50 0,78 0,93 1,06 0,17 0,5 0,3 0,5 0,73 0,90 1,07 0,1 0,0 0,33 0,55 ago1 0,11 0,13 0,1 0,33 0,61 0,7 0,88 0,15 0, 0,33 0,3 0,7 0,88 1,0 0,1 0,19 0,33 0,55 set1 0,10 0,1 0,17 0,5 0,8 0,6 0,7 0,15 0, 0,31 0,39 0,67 0,8 1,00 0,1 0,19 0,3 0,5 ott1 0,09 0,11 0,15 0,1 0,1 0,53 0,65 0,15 0,1 0,7 0,33 0,58 0,76 0,9 0,1 0,19 0,31 0,5 nov1 0,08 0,11 0,15 0,19 0,36 0,8 0,59 0,16 0,1 0,6 0,31 0,53 0,70 0,86 0,13 0,19 0,30 0,51 dic1 0,07 0,11 0,15 0,19 0,3 0, 0,55 0,16 0,1 0,6 0,31 0,51 0,69 0,85 0,13 0,18 0,9 0,50 11/01/13 0,07 0,11 0,16 0,0 0,33 0,5 0,56 0,16 0,1 0,5 0,30 0,50 0,67 0,8 0,13 0,17 0,8 0,8 Tabella 3A.15 Tabella 3A.16 Tassi d'interesse del mercato monetario nell'area euro Tassi interbancari a 3 mesi 3 Euribor 1 mese Euribor 3 mesi Euribor 1 anno,0 Area Euro USA Giappone UK 1,5 % % 1,0 1 0,5 feb11 mar11 apr11 mag11 giu11 lug11 ago11 set11 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 feb11 mar11 apr11 mag11 giu11 lug11 ago11 set11 ott11 nov11 dic11 gen1 feb1 mar1 apr1 mag1 giu1 lug1 ago1 set1 ott1 nov1 dic1 Tassi interbancari Variazioni medie mensili (dic1): Area Euro: Eonia overnight 0,01 m/m (0,01 m/m nov1); 1 mese +0,00 m/m (0,00 m/m nov1); 3 mesi 0,01 m/m (0,0 m/m nov1); 1 anno 0,0 m/m (0,06 m/m nov1) USA: 1 mese +0,00 m/m (0,00 m/m nov1); 3 mesi 0,00 m/m (0,0 m/m nov1); 1 anno 0,0 m/m (0,06 m/m nov1) Japan: 1 mese 0,00 m/m (0,00 m/m nov1); 3 mesi 0,01 m/m (0,00 m/m nov1); 1 anno 0,0 m/m (0,01 m/m nov1) Tassi interbancari Spread Area Euro (Euribor) USA (Libor): Euribor US Libor (dic1): 1 mese 0,10 (+0,86 dic11); 3 mesi 0,1 (+0,87 dic11); 1 anno 0,30 (+0,90 dic11) ABI Ufficio Analisi Economiche gennaio

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA Numero 1 / 2015 Gennaio AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008 Bollettino Economico Appendice statistica Numero 51 Gennaio 2008 AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

Quaderno Congiunturale dell Economia Italiana

Quaderno Congiunturale dell Economia Italiana MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE I Quaderno Congiunturale dell Economia Italiana INDICATORI MACROECONOMICI E QUADRI PREVISIONALI ANNO

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 12 SETTEMBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Dipartimento di economia e statistica

Dipartimento di economia e statistica NUMERO 118 FEBBRAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 119 MARZO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) 1. A febbraio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.826,8 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 87 - Luglio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Febbraio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 2017 Allegato statistico

Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 2017 Allegato statistico Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza 217 Allegato statistico Commissioni congiunte 5a Commissione "Programmazione economica, bilancio" del Senato della Repubblica V Commissione "Bilancio,

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Maggio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 12 Anno XXI - 8 Marzo 2011 Avviso AVVISO A partire dal Supplemento n. 7 dell'8 febbraio 2011, vengono pubblicate

Dettagli

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Numero 1 Agosto 21 Indice Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) 1. A novembre 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.813,3 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine aprile 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.799,6 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine maggio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.800 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine giugno 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,5 miliardi di euro

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 126 OTTOBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) 1. A marzo 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine marzo 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 18 APRILE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

Introduzione e contesto economico

Introduzione e contesto economico Introduzione e contesto economico Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2015-2016 Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Agenda L economia mondiale nel 2016-17 Le previsioni per

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) 1. A maggio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.817,6 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine gennaio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,7 miliardi di euro (cfr.

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) 1. A giugno 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825,9 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 117 GENNAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad ottobre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro (cfr. Tabella 1)

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) 1. A febbraio 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.821 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Verso il 2016: I rischi delle previsioni

Verso il 2016: I rischi delle previsioni Verso il 2016: I rischi delle previsioni Fedele De Novellis Roma, 16 dicembre 2015 Confindustria 2015: mai errori di previsione così bassi.. 2 2015: mai errori di previsione così bassi.. 3 4 2 Prodotto

Dettagli

SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI

SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI TASSO LEGALE La determinazione del TASSO LEGALE è prevista dall'articolo 1284 C.C. Sino alla fine del 1997 la misura di detto tasso è stata fissata con provvedimento legislativo. A partire dalla fine del

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 16 FEBBRAIO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 1 trimestre 2017

LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 1 trimestre 2017 In collaborazione con le Associazioni regionali dell Artigianato Confartigianato, CNA, Casartigiani e CLAAI LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 1 trimestre 2017 4 maggio 2017 LA CONGIUNTURA LOMBARDA

Dettagli

Previsioni (variazioni %)

Previsioni (variazioni %) Previsioni (variazioni %) 1 dollari per barile; 2 livelli; 3 valori percentuali Elaborazioni CSC su dati Eurostat, Fmi, Cpb, TR Elaborazioni CSC su dati Fmi Paesi Emergenti: Pil (variazione % e peso sul

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A ottobre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin NUMERO 114 OTTOBRE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Stefano Ferrari Ufficio Studi Siderweb

Stefano Ferrari Ufficio Studi Siderweb Stefano Ferrari Ufficio Studi Siderweb IL MERCATO DELL ACCIAIO: PROSPETTIVE A BREVE TERMINE MONDO: LE PROSPETTIVE PER IL PIL AREA 2016 2017 Mondo 3,1% 3,4% Economie avanzate 1,8% 1,8% USA 2,2% 2,5% UE

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 7 Anno XXIII - 8 Febbraio 2013 Avviso AVVISO Il Supplemento è articolato in tre sezioni: 1. Statistiche

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 11 GIUGNO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A novembre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro

Dettagli

European Investment Consulting

European Investment Consulting European Investment Consulting Fondo Eurofer Gestione finanziaria Andamento e view Milano, 5 ottobre 2015 Economia mondiale: situazione e prospettive I mercati finanziari nel 2015 L andamento delle gestioni

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017

OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO Roma, 15 marzo 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017 Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci Paola Samà 112 110 108 106 104 102 100 A cura della INDICE Sommario... 3 quadro economico

Dettagli

Appendice statistica. Newsletter online dell Osservatorio Prezzi e Tariffe 2/ Roma, 29 febbraio Div. V - Monitoraggio dei prezzi

Appendice statistica. Newsletter online dell Osservatorio Prezzi e Tariffe 2/ Roma, 29 febbraio Div. V - Monitoraggio dei prezzi Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Div. V - Monitoraggio

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC GENNAIO 2014 a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI

Dettagli

Quadro statistico semestrale dei principali indicatori economici

Quadro statistico semestrale dei principali indicatori economici Quadro statistico semestrale dei principali indicatori economici n. 1 1 novembre 216 INDICE FIGURE E TAVOLE Economia internazionale Foglio 1 Figura 1 Andamento del Pil nell'area euro, negli Stati Uniti,

Dettagli

Allegato statistico. Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva

Allegato statistico. Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva Allegato statistico Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva Commissioni riunite V Commissione "Bilancio, tesoro e programmazione" della Camera dei Deputati e 5 a Commissione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC LUGLIO-AGOSTO 2013 GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC OTTOBRE 2013 - GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI

Dettagli

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 Benchmark: 100% Benchmark NP Bilanciato 2 Categoria Assogestioni: Bilanciato Nextam Partners Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 % Patrimonio Netto 1 BTP ITALIA 1.65%

Dettagli

Gli scenari economici mondiali e le prospettive di crescita delle aree geografiche

Gli scenari economici mondiali e le prospettive di crescita delle aree geografiche Nuovi equilibri mondiali nell economia che cambia Gli scenari economici mondiali e le prospettive di crescita delle aree geografiche Lodi, 19 dicembre 2008 Fabio Sdogati INDICE Le origini della crisi Il

Dettagli

Crescere nella nuova geografia Italia, Mediterraneo, Mondo. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi

Crescere nella nuova geografia Italia, Mediterraneo, Mondo. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Crescere nella nuova geografia Italia, Mediterraneo, Mondo Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Viviamo in un mondo che cambia, ma quanto sappiamo di come il mondo, è l economia italiana, sono cambiati?

Dettagli

L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI

L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI Nel terzo trimestre del 2015, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento delle Società aderenti ad Assoreti è stata pari a 5,4 miliardi

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 50 Marzo 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 50 Marzo 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Bollettino n. 5 Marzo 215 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale La caduta del prezzo del petrolio, la politica della Banca Centrale Europea e l'andamento del dollaro stanno sostenendo lo scenario

Dettagli

Rivista trimestrale - Anno XXVIII / N 1 - Gennaio - Marzo 2014

Rivista trimestrale - Anno XXVIII / N 1 - Gennaio - Marzo 2014 Prospettive dell economia Rassegna delle economie territoriali: analisi e statistiche Rivista trimestrale - Anno XXVIII / N 1 - Gennaio - Marzo 2014 A cura dell Ufficio Studi della Banca CARIGE S.p.A.

Dettagli

Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica

Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica ANIE OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI 2014 Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica Stefania Trenti - Servizio Studi e Ricerche

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 febbraio 2016 Rischio sotto controllo I dati di dicembre 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano un rallentamento delle sofferenze. Questo dato è confortante visto che

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 19 luglio 2017 Lievi miglioramenti I dati del sistema bancario italiano 1 relativi al mese di maggio hanno mostrato lievi miglioramenti nei principali indicatori. Per quel che

Dettagli

LO SCENARIO DELLA RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE Comitato Esecutivo FIM CISL - Roma, 31 marzo Gabriele OLINI Ufficio Studi CISL

LO SCENARIO DELLA RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE Comitato Esecutivo FIM CISL - Roma, 31 marzo Gabriele OLINI Ufficio Studi CISL LO SCENARIO DELLA RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE Comitato Esecutivo FIM CISL - Roma, 31 marzo 2015 Gabriele OLINI Ufficio Studi CISL LO SCHEMA DI ANALISI L eredità della crisi Cosa ci aspetta per il PIL?

Dettagli

osservatorio congiunturale

osservatorio congiunturale osservatorio congiunturale Milano, 17 marzo 2016 Alessandra Lanza riservato e confidenziale marzo 2016 scenario economico 1 economia mondiale uno scenario di rallentamento evoluzione del Pil mondiale tassi

Dettagli

Contesto economico. qualche numero. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012

Contesto economico. qualche numero. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012 Contesto economico qualche numero Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012 Dalla confusione alla coesione Rimetterci in moto Dal trend ai cicli Uno schema di ragionamento Europa

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GENNAIO 2017 L indice del commercio mondiale è calato a ottobre 2016 a seguito della leggera riduzione dell export dei paesi sviluppati e del calo più marcato dell export

Dettagli

NOTA TECNICA AL BOLLETTINO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE N 103 (GENNAIO-SETTEMBRE 2010)

NOTA TECNICA AL BOLLETTINO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE N 103 (GENNAIO-SETTEMBRE 2010) NOTA TECNICA AL BOLLETTINO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE N 103 (GENNAIO-SETTEMBRE 2010) ENTRATE TRIBUTARIE ERARIALI ACCERTAMENTI Entrate erariali gennaio settembre 2010 La variazione delle entrate tributarie

Dettagli

HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: L INCERTEZZA DELLA POLITICA ECONOMICA. gen-15 L ECONOMIA ITALIANA IN UNA TABELLA. set-16. gen-17. mag-17.

HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: L INCERTEZZA DELLA POLITICA ECONOMICA. gen-15 L ECONOMIA ITALIANA IN UNA TABELLA. set-16. gen-17. mag-17. Nota congiunturale mensile del Servizio Studi di Federcasse sull economia italiana puntomacro@federcasse.bcc.it Anno VII N. 7 Luglio 17 RESPONSABILE Juan Sergio Lopez (jlopez@federcasse.bcc.it) A CURA

Dettagli

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA 6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA Monica Cellerino, Responsabile Territorio Lombardia Giugno 2012 AGENDA LE BANCHE ITALIANE: ESPOSIZIONE VERSO I PAESI IN DIFFICOLTÀ, RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE BASILEA

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO GENNAIO 2017

OSSERVATORIO ECONOMICO GENNAIO 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO Roma, 15 febbraio 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO GENNAIO 2017 Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci Paola Samà 112 110 108 106 104 102 100 A cura della INDICE Sommario... 3 quadro economico

Dettagli

European economic outlook

European economic outlook OXFORD ECONOMICS Economia globale - contesti divergenti, politiche eterogenee European economic outlook (Roma,11 novembre 2014) L ECONOMIA EUROPEA L austerità è necessaria? A.Boltho Magdalen College Università

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 marzo 2016 A passo di gambero I dati di gennaio 2016 del sistema bancario italiano 1 mostrano ancora una volta una situazione incerta. È indubbio che lo scenario sia migliorato

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 25 Settembre 2011 A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 25 Settembre 2011 A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale Scenario economico A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale Nel secondo trimestre 2011 i dati relativi all'economia mondiale mostrano che la strada per la ripresa c'è, ma è alquanto impervia.

Dettagli

SINTESI DEL TRIMESTRE 2. QUADRO MACROECONOMICO TRIMESTRALE 3. DEBITO PUBBLICO 4. OCCUPAZIONE 5. PRODUZIONE, VENDITE E ORDINI 6.

SINTESI DEL TRIMESTRE 2. QUADRO MACROECONOMICO TRIMESTRALE 3. DEBITO PUBBLICO 4. OCCUPAZIONE 5. PRODUZIONE, VENDITE E ORDINI 6. MONITOR DELLA CRISI 1. SINTESI DEL TRIMESTRE 2. QUADRO MACROECONOMICO TRIMESTRALE 3. DEBITO PUBBLICO 4. OCCUPAZIONE 5. PRODUZIONE, VENDITE E ORDINI 6. ASPETTATIVE 7. COMMERCIO ESTERO 8. PREZZI AL CONSUMO

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Aggregati monetari e creditizi dell area dell euro: le componenti italiane Nuova serie Anno XII Numero 29-3 Giugno 2002 BANCA D ITALIA

Dettagli

MARCO COSTAGUTA. Milano, 6 novembre 2015

MARCO COSTAGUTA. Milano, 6 novembre 2015 MARCO COSTAGUTA Milano, 6 novembre 2015 SCENARIO CONSUMI WPP Forum 2015 1 L anno scorso ci eravamo lasciati con Flessione consumi. In particolare sud, famiglie numerose, cura casa e cura persona,. Alta

Dettagli

MOSAICO STATISTICO dicembre 2002

MOSAICO STATISTICO dicembre 2002 NUMERO UNO Comune di Roma Assessorato alle Politiche Economiche, Finanziarie e di Bilancio Assessore Marco Causi MOSAICO STATISTICO dicembre 2002 Dipartimento XV Politiche Economiche e Coordinamento Gruppo

Dettagli

La situazione economica della Toscana

La situazione economica della Toscana IRPET Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana La situazione economica della Toscana Il quadro macroeconomico del 2004 Le previsioni per il 2004 eseguite nel 2003/2004 N I E S R F M I Ott-03

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Novembre 2009 - Sintesi INDICE IN PRIMO PIANO...3 1. SCENARIO MACROECONOMICO...6 2. FINANZE PUBBLICHE...8 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI...9

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Marzo 2010 - Sintesi INDICE IN PRIMO PIANO...4 1. SCENARIO MACROECONOMICO...6 2. FINANZE PUBBLICHE...8 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI...9 3.1

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 44 Dicembre 2013 A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 44 Dicembre 2013 A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale Scenario economico Dicembre 213 A cura della Direzione Sistema Statistico Regionale Lespansione dell attività economica globale prosegue, ma non a ritmi elevati. Dopo il rischio shutdown e l accordo sulla

Dettagli

: il decennio in prospettiva

: il decennio in prospettiva 1999-2008: il decennio in prospettiva Camera di Commercio di Parma Bilancio di mandato, 1999-2008 Fabio Sdogati (fabio.sdogati@polimi.it) Gianluca Orefice Andrej Sokol Davide Suverato 1 luglio 2009 1 Indice

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 9 OTTOBRE 2016 L indice del commercio mondiale è calato a luglio 2016 a seguito della riduzione dell export dei paesi sviluppati e dei paesi emergenti. Nel secondo trimestre

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 Ottobre 2010 EVOLUZIONE DEL QUADRO INTERNAZIONALE Anticipiamo alcune evidenze sugli sviluppi della congiuntura internazionale che saranno trattati nel Rapporto Cer 3/2010

Dettagli

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE Nel primo trimestre del 2017, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento delle Società aderenti ad

Dettagli

Cruscotto congiunturale

Cruscotto congiunturale La dinamica dell economia italiana a cura della Segreteria Tecnica n. 4 23 marzo 2016 Cruscotto congiunturale Pil e occupazione Nel quarto trimestre l attività produttiva continua ad aumentare. In lieve

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 10 giugno 2013 I trimestre 2013 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel primo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo (PIL),

Dettagli

Focus: Giugno Situazione economica Flussi commerciali Italia-Cina. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA

Focus: Giugno Situazione economica Flussi commerciali Italia-Cina. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA Focus: Giugno 2016 Situazione economica Flussi commerciali Italia-Cina Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA QUADRO MACROECONOMICO La Cina è la seconda economia mondiale in termini di PIL a prezzi

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Maggio 2011 - Sintesi Direzione Strategie e Mercati Finanziari Ufficio Analisi Economiche INDICE IN PRIMO PIANO...4 1. SCENARIO MACROECONOMICO...6

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 FEBBRAIO 2016 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma continua ad essere sui valori massimi della serie. Pil e produzione industriale

Dettagli

Domanda e offerta di credito alle imprese durante la crisi. Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia

Domanda e offerta di credito alle imprese durante la crisi. Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Domanda e offerta di credito alle imprese durante la crisi Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Roma, 29 novembre 2012 Sommario I. Il breve termine: gestire

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report mensile al 30/01/2015

Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa. Report mensile al 30/01/2015 Fondo Pensione Dipendenti della Findomestic Banca S.p.A. - Comparto Linea Conservativa Informazioni anagrafiche Portafoglio n. 676057 Benchmark Data inizio mandato 22/11/2013 Banca d'appoggio Service amministrativo

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Istituzioni finanziarie monetarie: banche e fondi comuni monetari Nuova serie Anno XV Numero 18-1 Aprile 2005 BANCA D ITALIA - CENTRO

Dettagli

ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA BCE ALLA CRISI FINANZIARIA

ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA BCE ALLA CRISI FINANZIARIA ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA ALLA CRISI FINANZIARIA 1 INTRODUZIONE Ottobre 21 61 Figura 1 Illustrazione stilizzata del meccanismo di trasmissione dai tassi di interesse ufficiali ai prezzi 2 LA TR ASMISSIONE

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Ottobre 2010 - Sintesi INDICE IN PRIMO PIANO...4 1. SCENARIO MACROECONOMICO...6 2. FINANZE PUBBLICHE...9 3. MERCATI MONETARI E FINANZIARI...9

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Febbraio 2016 - Sintesi Direzione Strategie e Mercati Finanziari Ufficio Analisi Economiche RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2016 (principali

Dettagli

Market Monitor. Monitoraggio dei mercati finanziari a cura dell'ufficio Studi Virgilius Wealth

Market Monitor. Monitoraggio dei mercati finanziari a cura dell'ufficio Studi Virgilius Wealth Monitoraggio dei mercati finanziari a cura dell'ufficio Studi Virgilius Wealth Financial Markets Livello Var. 1 gg Var. 5 gg Var. da Inizio Mese Var. Inizio Anno Var 1 Anno MSCI WORLD 1795 0.10% -0.46%

Dettagli

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Roma, 14 dicembre 2012 Alcuni fatti Le imprese in Italia - attive: 5.300.000 - con debiti bancari > 30.000 euro: 1.900.000

Dettagli

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Parma, 16 giugno 2016 Giordana Olivieri Responsabile Ufficio Studi Camera di Commercio di Parma Scenario internazionale Prodotto interno

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 Gennaio 2013 Tenui segnali di ripresa TENUI SEGNALI DI RIPRESA Alla fine del 2012 sono emersi primi segnali di interruzione della fase di contrazione degli impieghi. Su base

Dettagli

Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive

Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive Ilaria Sangalli, Direzione Studi e Ricerche XXIII Osservatorio Distretto Tessile di Como Como, 22 giugno 2017 Agenda 2 1

Dettagli

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi

Economia e Mercati Finanziari-Creditizi ABI Monthly Outlook Economia e Mercati Finanziari-Creditizi Dicembre 2015 - Sintesi Direzione Strategie e Mercati Finanziari Ufficio Analisi Economiche RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2015 (principali

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 53 Dicembre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 53 Dicembre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Scenario economico Dicembre 215 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Con la fine dellanno solare si avvicina anche il momento di fare un bilancio delleconomia dellintero 215. Nel corso dellultimo

Dettagli

tra i numeri del risparmio gestito

tra i numeri del risparmio gestito ... guida pratica per orientarsi tra i numeri Milano, Università ità Bocconi Alessandro Rota 1. La materia prima: il risparmio Il tasso di risparmio i delle famiglie La ricchezza 2. L offerta: i fondi

Dettagli