Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria"

Transcript

1 Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria Corso di Scienze e Tecnologie Agrarie

2 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

3 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

4 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

5 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

6 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

7 Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e r effettivo

8 Capitale e Interesse Si definisce in estimo Capitale, C, uno stock di moneta disponibile in un dato momento. Si definisce interesse, I, l ammontare di moneta dovuta per disporre del capitale C per un determinato periodo di tempo. L interesse rappresenta il prezzo per l uso del capitale C. Si definisce con tasso di interesse, r, l interesse maturato da una un unita di capitale (1 e). Solitamente é definito in termini percentuali 3% (per ogni 100 e di C si richiedono 3e di I), o anche in termini unitari 0.03 (per 1e di C richiedo 0.03 di I)

9 Capitale e Interesse Si definisce in estimo Capitale, C, uno stock di moneta disponibile in un dato momento. Si definisce interesse, I, l ammontare di moneta dovuta per disporre del capitale C per un determinato periodo di tempo. L interesse rappresenta il prezzo per l uso del capitale C. Si definisce con tasso di interesse, r, l interesse maturato da una un unita di capitale (1 e). Solitamente é definito in termini percentuali 3% (per ogni 100 e di C si richiedono 3e di I), o anche in termini unitari 0.03 (per 1e di C richiedo 0.03 di I)

10 Capitale e Interesse Si definisce in estimo Capitale, C, uno stock di moneta disponibile in un dato momento. Si definisce interesse, I, l ammontare di moneta dovuta per disporre del capitale C per un determinato periodo di tempo. L interesse rappresenta il prezzo per l uso del capitale C. Si definisce con tasso di interesse, r, l interesse maturato da una un unita di capitale (1 e). Solitamente é definito in termini percentuali 3% (per ogni 100 e di C si richiedono 3e di I), o anche in termini unitari 0.03 (per 1e di C richiedo 0.03 di I)

11 Capitale e Interesse Si definisce in estimo Capitale, C, uno stock di moneta disponibile in un dato momento. Si definisce interesse, I, l ammontare di moneta dovuta per disporre del capitale C per un determinato periodo di tempo. L interesse rappresenta il prezzo per l uso del capitale C. Si definisce con tasso di interesse, r, l interesse maturato da una un unita di capitale (1 e). Solitamente é definito in termini percentuali 3% (per ogni 100 e di C si richiedono 3e di I), o anche in termini unitari 0.03 (per 1e di C richiedo 0.03 di I)

12 Interesse semplice e interesse composto L interesse di definisce semplice se gli interessi maturati in un periodo non si sommano a quelli del periodo successivo. L interesse di definisce composto se gli interessi maturati in un periodo si sommano a quelli del periodo successivo. La maturazione (pagamento) degli interessi può avvenire con periodi di tempo diversi, anno, semestre, trimestre, mese. Risulta importante, quindi, definire se il tasso di interesse sia un tasso di interesse annuale, semestrale...

13 Interesse semplice e interesse composto L interesse di definisce semplice se gli interessi maturati in un periodo non si sommano a quelli del periodo successivo. L interesse di definisce composto se gli interessi maturati in un periodo si sommano a quelli del periodo successivo. La maturazione (pagamento) degli interessi può avvenire con periodi di tempo diversi, anno, semestre, trimestre, mese. Risulta importante, quindi, definire se il tasso di interesse sia un tasso di interesse annuale, semestrale...

14 Interesse semplice e interesse composto L interesse di definisce semplice se gli interessi maturati in un periodo non si sommano a quelli del periodo successivo. L interesse di definisce composto se gli interessi maturati in un periodo si sommano a quelli del periodo successivo. La maturazione (pagamento) degli interessi può avvenire con periodi di tempo diversi, anno, semestre, trimestre, mese. Risulta importante, quindi, definire se il tasso di interesse sia un tasso di interesse annuale, semestrale...

15 Interesse semplice e interesse composto L interesse di definisce semplice se gli interessi maturati in un periodo non si sommano a quelli del periodo successivo. L interesse di definisce composto se gli interessi maturati in un periodo si sommano a quelli del periodo successivo. La maturazione (pagamento) degli interessi può avvenire con periodi di tempo diversi, anno, semestre, trimestre, mese. Risulta importante, quindi, definire se il tasso di interesse sia un tasso di interesse annuale, semestrale...

16 Interesse semplice e interesse composto Indichiamo con n la durata dell operazione in numero di anni o frazioni di anni. n = 2, la durata dell operazione é di 2 anni. n = 3 12, 0.25 é la frazione di anno.

17 Interesse semplice e interesse composto Indichiamo con n la durata dell operazione in numero di anni o frazioni di anni. n = 2, la durata dell operazione é di 2 anni. n = 3 12, 0.25 é la frazione di anno.

18 Interesse semplice e interesse composto Indichiamo con n la durata dell operazione in numero di anni o frazioni di anni. n = 2, la durata dell operazione é di 2 anni. n = 3 12, 0.25 é la frazione di anno.

19 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

20 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

21 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

22 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

23 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

24 Formule di calcolo Nel calcolo dell interesse semplice gli interessi I vengono liquidati alla fine del periodo. Dato un capitale iniziale C 0, una durata n e un tasso di interesse (unitario) annuale r, gli interessi I saranno dati da: I = C 0 r n Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 2. I = = I calcoli possono essere effettuati usando un foglio elettronico

25 Esempio Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 250/365, 250 giorni dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = = Es: C 0 = 5.000e, r = 0.04, n = 4/12, 4 mesi dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = =

26 Esempio Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 250/365, 250 giorni dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = = Es: C 0 = 5.000e, r = 0.04, n = 4/12, 4 mesi dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = =

27 Esempio Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 250/365, 250 giorni dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = = Es: C 0 = 5.000e, r = 0.04, n = 4/12, 4 mesi dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = =

28 Esempio Es: C 0 = e, r = 0.05, n = 250/365, 250 giorni dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = = Es: C 0 = 5.000e, r = 0.04, n = 4/12, 4 mesi dobbiamo ricostruire la frazione rispetto all anno. I = =

29 Formule inverse Se conosciamo I, r ed n possiamo ricavare facilmente C 0, C 0 = I rn. Se conosciamo C 0, I ed n possiamo ricavare facilmente r, r = I C 0 n. Se conosciamo C 0, r ed n possiamo ricavare facilmente n, n = I C 0 r.

30 Formule inverse Se conosciamo I, r ed n possiamo ricavare facilmente C 0, C 0 = I rn. Se conosciamo C 0, I ed n possiamo ricavare facilmente r, r = I C 0 n. Se conosciamo C 0, r ed n possiamo ricavare facilmente n, n = I C 0 r.

31 Formule inverse Se conosciamo I, r ed n possiamo ricavare facilmente C 0, C 0 = I rn. Se conosciamo C 0, I ed n possiamo ricavare facilmente r, r = I C 0 n. Se conosciamo C 0, r ed n possiamo ricavare facilmente n, n = I C 0 r.

32 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

33 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

34 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

35 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

36 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

37 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

38 Montante Si definisce montante, M n, la somma del capitale C e dei relativi interessi I M n = C 0 +I = C 0 +C 0 rn = C 0 (1+rn) Le formule derivate sono: C 0 = Mn (1+rn). Sc = M n C 0 = M n (1 1 (1+rn) parlare di sconto Sc invece che di interesse I r = n = Mn 1 C 0 n. Mn 1 C 0 r. ). In questo caso si può

39 Esempio Calcolare il montante maturato su un capitale di e5000, depositato ad un tasso r del 4% per 213 giorni: M = 5000 ( ) = e. Calcolare il capitale iniziale C 0, il tasso r, il periodo n e lo sconto Sc.

40 Esempio Calcolare il montante maturato su un capitale di e5000, depositato ad un tasso r del 4% per 213 giorni: M = 5000 ( ) = e. Calcolare il capitale iniziale C 0, il tasso r, il periodo n e lo sconto Sc.

41 Esempio Calcolare il montante maturato su un capitale di e5000, depositato ad un tasso r del 4% per 213 giorni: M = 5000 ( ) = e. Calcolare il capitale iniziale C 0, il tasso r, il periodo n e lo sconto Sc.

42 Formule di calcolo Nel caso di interesse composto, gli interessi si sommano al capitale nel tempo. In questo caso avremo che nel caso di interessi annuali M 1 = C 0 +I 1 = C 0 +C 0 r = C 0 (1+r) Nel secondo periodo M 2 = M 1 +I 2 = M 1 +M 1 r = M 1 (1+r) = C 0 (1+r) 2. M n = C 0 (1+r) n = C 0 q n è il montante alla fine del periodo n.

43 Formule di calcolo Nel caso di interesse composto, gli interessi si sommano al capitale nel tempo. In questo caso avremo che nel caso di interessi annuali M 1 = C 0 +I 1 = C 0 +C 0 r = C 0 (1+r) Nel secondo periodo M 2 = M 1 +I 2 = M 1 +M 1 r = M 1 (1+r) = C 0 (1+r) 2. M n = C 0 (1+r) n = C 0 q n è il montante alla fine del periodo n.

44 Formule di calcolo Nel caso di interesse composto, gli interessi si sommano al capitale nel tempo. In questo caso avremo che nel caso di interessi annuali M 1 = C 0 +I 1 = C 0 +C 0 r = C 0 (1+r) Nel secondo periodo M 2 = M 1 +I 2 = M 1 +M 1 r = M 1 (1+r) = C 0 (1+r) 2. M n = C 0 (1+r) n = C 0 q n è il montante alla fine del periodo n.

45 Formule di calcolo Nel caso di interesse composto, gli interessi si sommano al capitale nel tempo. In questo caso avremo che nel caso di interessi annuali M 1 = C 0 +I 1 = C 0 +C 0 r = C 0 (1+r) Nel secondo periodo M 2 = M 1 +I 2 = M 1 +M 1 r = M 1 (1+r) = C 0 (1+r) 2. M n = C 0 (1+r) n = C 0 q n è il montante alla fine del periodo n.

46 Formule di calcolo Nel caso di interesse composto, gli interessi si sommano al capitale nel tempo. In questo caso avremo che nel caso di interessi annuali M 1 = C 0 +I 1 = C 0 +C 0 r = C 0 (1+r) Nel secondo periodo M 2 = M 1 +I 2 = M 1 +M 1 r = M 1 (1+r) = C 0 (1+r) 2. M n = C 0 (1+r) n = C 0 q n è il montante alla fine del periodo n.

47 Esempio C 0 = , r = 0.06, n = 6, M 6 =? M 6 = ( ) 6 = e

48 Esempio C 0 = , r = 0.06, n = 6, M 6 =? M 6 = ( ) 6 = e

49 Formule derivate Se si deposita oggi in banca la somma di ead un r = 5%, quale sarà l interesse maturato dopo 8 anni? I = M 8 C 0 = C 0 (1+r) 8 C 0 = C 0 (q 8 1) = 47750

50 Formule derivate Se si deposita oggi in banca la somma di ead un r = 5%, quale sarà l interesse maturato dopo 8 anni? I = M 8 C 0 = C 0 (1+r) 8 C 0 = C 0 (q 8 1) = 47750

51 Definizioni Le Annualità sono delle somme che maturano ad intervalli costanti di tempo (ogni anno, ogni semestre, ogni trimestre...) Le Annualità possono essere posticipate o anticipate a seconda del periodo di scadenza. Le Annualità possono essere limitate o illimitate. Si definisce accumulazione finale la somma delle Annualità capitalizzate alla fine del periodo. Si definisce accumulazione iniziale la somma delle Annualità attualizzate all inizio del periodo.

52 Definizioni Le Annualità sono delle somme che maturano ad intervalli costanti di tempo (ogni anno, ogni semestre, ogni trimestre...) Le Annualità possono essere posticipate o anticipate a seconda del periodo di scadenza. Le Annualità possono essere limitate o illimitate. Si definisce accumulazione finale la somma delle Annualità capitalizzate alla fine del periodo. Si definisce accumulazione iniziale la somma delle Annualità attualizzate all inizio del periodo.

53 Definizioni Le Annualità sono delle somme che maturano ad intervalli costanti di tempo (ogni anno, ogni semestre, ogni trimestre...) Le Annualità possono essere posticipate o anticipate a seconda del periodo di scadenza. Le Annualità possono essere limitate o illimitate. Si definisce accumulazione finale la somma delle Annualità capitalizzate alla fine del periodo. Si definisce accumulazione iniziale la somma delle Annualità attualizzate all inizio del periodo.

54 Definizioni Le Annualità sono delle somme che maturano ad intervalli costanti di tempo (ogni anno, ogni semestre, ogni trimestre...) Le Annualità possono essere posticipate o anticipate a seconda del periodo di scadenza. Le Annualità possono essere limitate o illimitate. Si definisce accumulazione finale la somma delle Annualità capitalizzate alla fine del periodo. Si definisce accumulazione iniziale la somma delle Annualità attualizzate all inizio del periodo.

55 Definizioni Le Annualità sono delle somme che maturano ad intervalli costanti di tempo (ogni anno, ogni semestre, ogni trimestre...) Le Annualità possono essere posticipate o anticipate a seconda del periodo di scadenza. Le Annualità possono essere limitate o illimitate. Si definisce accumulazione finale la somma delle Annualità capitalizzate alla fine del periodo. Si definisce accumulazione iniziale la somma delle Annualità attualizzate all inizio del periodo.

56 Accumulazione finale di Annualità posticipate limitate Definiamo con A n l accumulazione finale delle Annualità posticipate limitate. n A n = aq n 1 +aq n aq +a = aq n i (1) i=1 se moltiplichiamo per q ambo i membri otteniamo A n q = aq n +aq n aq 2 +aq (2) Sottraiamo ora da ambo i membri la (1) otteniamo A n q A n = aq n +aq n aq 2 +aq (aq n 1 +aq n aq+a) (3) da cui si ottiene A n = a qn 1 q 1 = 1 aqn (4) r

57 Accumulazione finale di Annualità posticipate limitate Definiamo con A n l accumulazione finale delle Annualità posticipate limitate. n A n = aq n 1 +aq n aq +a = aq n i (1) i=1 se moltiplichiamo per q ambo i membri otteniamo A n q = aq n +aq n aq 2 +aq (2) Sottraiamo ora da ambo i membri la (1) otteniamo A n q A n = aq n +aq n aq 2 +aq (aq n 1 +aq n aq+a) (3) da cui si ottiene A n = a qn 1 q 1 = 1 aqn (4) r

58 Accumulazione finale di Annualità posticipate limitate Definiamo con A n l accumulazione finale delle Annualità posticipate limitate. n A n = aq n 1 +aq n aq +a = aq n i (1) i=1 se moltiplichiamo per q ambo i membri otteniamo A n q = aq n +aq n aq 2 +aq (2) Sottraiamo ora da ambo i membri la (1) otteniamo A n q A n = aq n +aq n aq 2 +aq (aq n 1 +aq n aq+a) (3) da cui si ottiene A n = a qn 1 q 1 = 1 aqn (4) r

59 Accumulazione finale di Annualità posticipate limitate Definiamo con A n l accumulazione finale delle Annualità posticipate limitate. n A n = aq n 1 +aq n aq +a = aq n i (1) i=1 se moltiplichiamo per q ambo i membri otteniamo A n q = aq n +aq n aq 2 +aq (2) Sottraiamo ora da ambo i membri la (1) otteniamo A n q A n = aq n +aq n aq 2 +aq (aq n 1 +aq n aq+a) (3) da cui si ottiene A n = a qn 1 q 1 = 1 aqn (4) r

60 Esempio Calcolare l accumulazione finale A n di 10 Annualità posticipate di 100e al saggio del 5%. A n = a qn 1 r = 100 (1+0.05) =

61 Esempio Calcolare l accumulazione finale A n di 10 Annualità posticipate di 100e al saggio del 5%. A n = a qn 1 r = 100 (1+0.05) =

62 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

63 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

64 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

65 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

66 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

67 Quote di reintegrazione e ammortamento Utilizzando la formula sull accumulazione finale possiamo calcolare le quote per il reintegro dei capitale. Nel corso di Economia Agraria si è esaminato il problema della costituzione delle quote di ammortamento. Utilizzando le formule precedenti le quote Q possono essere calcolate come: Q = a = A n r q n 1 Esempio: Si vogliono calcolare le quote annuali da accantonare per il reintegro di trattore di 80 hp per un valore die40000 nell arco di 15 anni al tasso del 5% Q = (1+0.05) 15 1 =

68 Accumulazione iniziale (Valore attuale) di Annualità posticipate limitate Definiamo con A 0 il valore attuale delle Annualità posticipate limitate. A 0 = a q n + a q n a n q = a q i (5) i=1 se moltiplico ambo i membri della (5) per 1 q e sottraggo questa nuova equazione alla (5) ottengo A 0 = a qn 1 rq n (6)

69 Accumulazione iniziale (Valore attuale) di Annualità posticipate limitate Definiamo con A 0 il valore attuale delle Annualità posticipate limitate. A 0 = a q n + a q n a n q = a q i (5) i=1 se moltiplico ambo i membri della (5) per 1 q e sottraggo questa nuova equazione alla (5) ottengo A 0 = a qn 1 rq n (6)

70 Quote di ammortamento di capitali La quota di ammortamento di capitali è la rata annua o semestrale che si versa per estinguere un debito per un determinato numero di anni. Estinzione del debito in rate annue posticipate La rata R può essere derivata dall espressione sull accumulazione iniziale: R = a = A 0 rq n q n 1 NB: se la rata è semestrale il tasso annuale r deve essere diviso per due e n deve essere moltiplicato per due.

71 Quote di ammortamento di capitali La quota di ammortamento di capitali è la rata annua o semestrale che si versa per estinguere un debito per un determinato numero di anni. Estinzione del debito in rate annue posticipate La rata R può essere derivata dall espressione sull accumulazione iniziale: R = a = A 0 rq n q n 1 NB: se la rata è semestrale il tasso annuale r deve essere diviso per due e n deve essere moltiplicato per due.

72 Quote di ammortamento di capitali La quota di ammortamento di capitali è la rata annua o semestrale che si versa per estinguere un debito per un determinato numero di anni. Estinzione del debito in rate annue posticipate La rata R può essere derivata dall espressione sull accumulazione iniziale: R = a = A 0 rq n q n 1 NB: se la rata è semestrale il tasso annuale r deve essere diviso per due e n deve essere moltiplicato per due.

73 Quote di ammortamento di capitali La quota di ammortamento di capitali è la rata annua o semestrale che si versa per estinguere un debito per un determinato numero di anni. Estinzione del debito in rate annue posticipate La rata R può essere derivata dall espressione sull accumulazione iniziale: R = a = A 0 rq n q n 1 NB: se la rata è semestrale il tasso annuale r deve essere diviso per due e n deve essere moltiplicato per due.

74 Quote di ammortamento di capitali La quota di ammortamento di capitali è la rata annua o semestrale che si versa per estinguere un debito per un determinato numero di anni. Estinzione del debito in rate annue posticipate La rata R può essere derivata dall espressione sull accumulazione iniziale: R = a = A 0 rq n q n 1 NB: se la rata è semestrale il tasso annuale r deve essere diviso per due e n deve essere moltiplicato per due.

75 Esempio Si richiede un prestito di euro da restituire in 20 anni con rate semestrali costanti al tasso r = 5%. Calcolare la rata: R = q40 q 40 1 =

76 Esempio Si richiede un prestito di euro da restituire in 20 anni con rate semestrali costanti al tasso r = 5%. Calcolare la rata: R = q40 q 40 1 =

77 Accumulazione iniziale (Valore attuale) di Annualità posticipate illimitate Nel caso di annualità posticipate illimitate avremo che n Dalla (6). 1 A 0 = lim n aqn rq n = a (7) r In questo caso conoscendo la annualità a e il tasso r possiamo immediatamente calcolare il valore attuale A 0 Nell esempio precedente avremo che A 0 = = 2000.

78 Accumulazione iniziale (Valore attuale) di Annualità posticipate illimitate Nel caso di annualità posticipate illimitate avremo che n Dalla (6). 1 A 0 = lim n aqn rq n = a (7) r In questo caso conoscendo la annualità a e il tasso r possiamo immediatamente calcolare il valore attuale A 0 Nell esempio precedente avremo che A 0 = = 2000.

79 Accumulazione iniziale (Valore attuale) di Annualità posticipate illimitate Nel caso di annualità posticipate illimitate avremo che n Dalla (6). 1 A 0 = lim n aqn rq n = a (7) r In questo caso conoscendo la annualità a e il tasso r possiamo immediatamente calcolare il valore attuale A 0 Nell esempio precedente avremo che A 0 = = 2000.

80 Accumulazione finale di annualità anticipate Per il calcolo dell accumulazione finale basta moltiplicare per il fattore q le formule delle accumulazioni per le Annualità posticipate: Accumulazione finale annualità anticipate limitate: A n = aq qn 1 (8) r Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate limitate: A 0 = aq qn 1 rq n (9) Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate illimitate: A 0 = aq 1 (10) r

81 Accumulazione finale di annualità anticipate Per il calcolo dell accumulazione finale basta moltiplicare per il fattore q le formule delle accumulazioni per le Annualità posticipate: Accumulazione finale annualità anticipate limitate: A n = aq qn 1 (8) r Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate limitate: A 0 = aq qn 1 rq n (9) Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate illimitate: A 0 = aq 1 (10) r

82 Accumulazione finale di annualità anticipate Per il calcolo dell accumulazione finale basta moltiplicare per il fattore q le formule delle accumulazioni per le Annualità posticipate: Accumulazione finale annualità anticipate limitate: A n = aq qn 1 (8) r Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate limitate: A 0 = aq qn 1 rq n (9) Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate illimitate: A 0 = aq 1 (10) r

83 Accumulazione finale di annualità anticipate Per il calcolo dell accumulazione finale basta moltiplicare per il fattore q le formule delle accumulazioni per le Annualità posticipate: Accumulazione finale annualità anticipate limitate: A n = aq qn 1 (8) r Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate limitate: A 0 = aq qn 1 rq n (9) Accumulazione iniziale (valore attuale) annualità anticipate illimitate: A 0 = aq 1 (10) r

84 Poliannualità Le poliannualità sono dei valori che si ripetono ogni determinato numero di anni. Esempio, taglio del sughero ogni 10 anni. Occorre in questo caso definire : n : il numero degli anni del periodo t : il numero di periodi P : la periodicità ossia l ammontare di ognuno di questi valori poliannuali.

85 Poliannualità Le poliannualità sono dei valori che si ripetono ogni determinato numero di anni. Esempio, taglio del sughero ogni 10 anni. Occorre in questo caso definire : n : il numero degli anni del periodo t : il numero di periodi P : la periodicità ossia l ammontare di ognuno di questi valori poliannuali.

86 Poliannualità Le poliannualità sono dei valori che si ripetono ogni determinato numero di anni. Esempio, taglio del sughero ogni 10 anni. Occorre in questo caso definire : n : il numero degli anni del periodo t : il numero di periodi P : la periodicità ossia l ammontare di ognuno di questi valori poliannuali.

87 Poliannualità Le poliannualità sono dei valori che si ripetono ogni determinato numero di anni. Esempio, taglio del sughero ogni 10 anni. Occorre in questo caso definire : n : il numero degli anni del periodo t : il numero di periodi P : la periodicità ossia l ammontare di ognuno di questi valori poliannuali.

88 Poliannualità Le poliannualità sono dei valori che si ripetono ogni determinato numero di anni. Esempio, taglio del sughero ogni 10 anni. Occorre in questo caso definire : n : il numero degli anni del periodo t : il numero di periodi P : la periodicità ossia l ammontare di ognuno di questi valori poliannuali.

89 Poliannualità limitate costanti posticipate Le formule per il calcolo delle accumulazioni finali e iniziali delle poliannualità limitate sono molto simili a quelle delle annualità limitate. Occorre tener conto che ora n deve essere moltiplicato per il numero dei periodi t. Avremo quindi A tn = P qtn 1 q n 1 (i) usa la stessa strategia delle annualità per trovare il risultato. Provaci!!! A 0 = Atn q = P qtn 1 1 tn q n 1 q tn

90 Poliannualità limitate costanti posticipate Le formule per il calcolo delle accumulazioni finali e iniziali delle poliannualità limitate sono molto simili a quelle delle annualità limitate. Occorre tener conto che ora n deve essere moltiplicato per il numero dei periodi t. Avremo quindi A tn = P qtn 1 q n 1 (i) usa la stessa strategia delle annualità per trovare il risultato. Provaci!!! A 0 = Atn q = P qtn 1 1 tn q n 1 q tn

91 Poliannualità limitate costanti posticipate Le formule per il calcolo delle accumulazioni finali e iniziali delle poliannualità limitate sono molto simili a quelle delle annualità limitate. Occorre tener conto che ora n deve essere moltiplicato per il numero dei periodi t. Avremo quindi A tn = P qtn 1 q n 1 (i) usa la stessa strategia delle annualità per trovare il risultato. Provaci!!! A 0 = Atn q = P qtn 1 1 tn q n 1 q tn

92 Poliannualità limitate costanti posticipate Le formule per il calcolo delle accumulazioni finali e iniziali delle poliannualità limitate sono molto simili a quelle delle annualità limitate. Occorre tener conto che ora n deve essere moltiplicato per il numero dei periodi t. Avremo quindi A tn = P qtn 1 q n 1 (i) usa la stessa strategia delle annualità per trovare il risultato. Provaci!!! A 0 = Atn q = P qtn 1 1 tn q n 1 q tn

93 Poliannualità illimitate costanti posticipate e anticipate Il risultato può essere facilmente ricostruito calcolando il limite del caso di poliannualità limitate per tn A 0 = lim tn P qtn 1 1 q n 1 q = P 1 tn q n 1 Mentre per le poliannualità illimitate anticipate avremo: A 0 = P qn q n 1

94 Poliannualità illimitate costanti posticipate e anticipate Il risultato può essere facilmente ricostruito calcolando il limite del caso di poliannualità limitate per tn A 0 = lim tn P qtn 1 1 q n 1 q = P 1 tn q n 1 Mentre per le poliannualità illimitate anticipate avremo: A 0 = P qn q n 1

95 Poliannualità illimitate costanti posticipate e anticipate Il risultato può essere facilmente ricostruito calcolando il limite del caso di poliannualità limitate per tn A 0 = lim tn P qtn 1 1 q n 1 q = P 1 tn q n 1 Mentre per le poliannualità illimitate anticipate avremo: A 0 = P qn q n 1

96 Poliannualità illimitate costanti posticipate e anticipate Il risultato può essere facilmente ricostruito calcolando il limite del caso di poliannualità limitate per tn A 0 = lim tn P qtn 1 1 q n 1 q = P 1 tn q n 1 Mentre per le poliannualità illimitate anticipate avremo: A 0 = P qn q n 1

97 Definizioni Solitamente il tasso di interesse r è espresso in termini annuali, anche se le annualità maturano per frazioni di anno (es. semestre). In questo caso occorre utilizzare le formule del montante per ricavare dal tasso annuale nominale r il tasso annuale effettivo. Esempio Tasso annuale nominale r N = 10%. Tasso semestrale nominale 10% 2 = 5% Tasso annuale effettivo con un tasso semestrale del 5% : r E = (1+0.05) 2 1 = , cioè r E = 10.25% Nel caso di calcolo di anticipazioni in presenza di frazioni di anno occorre utilizzare il tasso di interesse effettivo anzichè quello nominale.

98 Definizioni Solitamente il tasso di interesse r è espresso in termini annuali, anche se le annualità maturano per frazioni di anno (es. semestre). In questo caso occorre utilizzare le formule del montante per ricavare dal tasso annuale nominale r il tasso annuale effettivo. Esempio Tasso annuale nominale r N = 10%. Tasso semestrale nominale 10% 2 = 5% Tasso annuale effettivo con un tasso semestrale del 5% : r E = (1+0.05) 2 1 = , cioè r E = 10.25% Nel caso di calcolo di anticipazioni in presenza di frazioni di anno occorre utilizzare il tasso di interesse effettivo anzichè quello nominale.

99 Definizioni Solitamente il tasso di interesse r è espresso in termini annuali, anche se le annualità maturano per frazioni di anno (es. semestre). In questo caso occorre utilizzare le formule del montante per ricavare dal tasso annuale nominale r il tasso annuale effettivo. Esempio Tasso annuale nominale r N = 10%. Tasso semestrale nominale 10% 2 = 5% Tasso annuale effettivo con un tasso semestrale del 5% : r E = (1+0.05) 2 1 = , cioè r E = 10.25% Nel caso di calcolo di anticipazioni in presenza di frazioni di anno occorre utilizzare il tasso di interesse effettivo anzichè quello nominale.

100 Definizioni Solitamente il tasso di interesse r è espresso in termini annuali, anche se le annualità maturano per frazioni di anno (es. semestre). In questo caso occorre utilizzare le formule del montante per ricavare dal tasso annuale nominale r il tasso annuale effettivo. Esempio Tasso annuale nominale r N = 10%. Tasso semestrale nominale 10% 2 = 5% Tasso annuale effettivo con un tasso semestrale del 5% : r E = (1+0.05) 2 1 = , cioè r E = 10.25% Nel caso di calcolo di anticipazioni in presenza di frazioni di anno occorre utilizzare il tasso di interesse effettivo anzichè quello nominale.

101 Definizioni Solitamente il tasso di interesse r è espresso in termini annuali, anche se le annualità maturano per frazioni di anno (es. semestre). In questo caso occorre utilizzare le formule del montante per ricavare dal tasso annuale nominale r il tasso annuale effettivo. Esempio Tasso annuale nominale r N = 10%. Tasso semestrale nominale 10% 2 = 5% Tasso annuale effettivo con un tasso semestrale del 5% : r E = (1+0.05) 2 1 = , cioè r E = 10.25% Nel caso di calcolo di anticipazioni in presenza di frazioni di anno occorre utilizzare il tasso di interesse effettivo anzichè quello nominale.

Interesse semplice (I)

Interesse semplice (I) 1^ Parte: INTERESSE SEMPLICE E INTERESSE COMPOSTO Glossario: Capitale (C): è una somma di denaro che viene concessa in uso per un determinato tempo. Interesse (I): è il prezzo d'uso del capitale. Saggio

Dettagli

Corso di Valutazione Economica del Prodotto

Corso di Valutazione Economica del Prodotto Seconda Università degli Studi di Napoli Luigi Vanvitelli Dipartimento di Architettura CdL Design e Comunicazione - Design per la Moda Corso di Valutazione Economica del Prodotto Docente_arch. Eleonora

Dettagli

Montante (C n ) La somma di capitale ed interesse, disponibile alla fine dell'anno, viene chiamata montante:

Montante (C n ) La somma di capitale ed interesse, disponibile alla fine dell'anno, viene chiamata montante: NOZIONI DI CALCOLO FINANZIARIO: a cura del dr. Renato Fucito 1 Introduzione La matematica finanziaria studia i problemi relativi al trasferimento nel tempo di valori. In particolare essa si occupa dei

Dettagli

OPERAZIONI DI PRESTITO

OPERAZIONI DI PRESTITO APPUNTI DI ESTIMO La matematica finanziaria si occupa delle operazioni finanziarie, delle loro valutazioni, nonché del loro confronto. Si definisce operazione finanziaria, qualsiasi operazione che prevede

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elementi di matematica finanziaria 09.XI.2009 La matematica finanziaria e l estimo Nell ambito di numerosi procedimenti di stima si rende necessario operare con valori che presentano scadenze temporali

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti 1. Un capitale d ammontare 100 viene investito, in regime di interesse semplice, al tasso annuo

Dettagli

ESERCIZI DI CALCOLO FINANZIARIO (Capitolo 27)

ESERCIZI DI CALCOLO FINANZIARIO (Capitolo 27) ESERCIZI DI CALCOLO FINANZIARIO (Capitolo 27) Elementi di calcolo finanziario EEE 2012-2013 INTERESSE SEMPLICE Dato un capitale di : 1000 determinare l'interesse per giorni: 73 al tasso annuo del: 8% n

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elementi di matematica finanziaria Venezia, 12 maggio 2010 Il problema La matematica finanziaria fornisce gli strumenti necessari per il confronto di flussi di moneta o capitali che si verificano in momenti

Dettagli

ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA

ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA Anno scolastico 2008/09 Prof. Romano Oss Matematica finanziaria è uno strumento di calcolo basato sulla teoria dell interesse,

Dettagli

Esercizio + 0,05 (1 0,05) 1. Calcolare la rata annua necessaria per costituire in 11 anni al tasso del 5% il capitale di 9800. 7-1

Esercizio + 0,05 (1 0,05) 1. Calcolare la rata annua necessaria per costituire in 11 anni al tasso del 5% il capitale di 9800. 7-1 Esercizio Calcolare la rata annua necessaria per costituire in anni al tasso del 5% il capitale di 9800. ( 0,05) + 9800 = R 4,2068R 0,05 R 689,8 7- Esercizio Calcolare la rata di una rendita semestrale

Dettagli

Il calcolo finanziario è utilizzato per rendere epoche diverse.

Il calcolo finanziario è utilizzato per rendere epoche diverse. Economia delle Risorse Naturali A COSA SERVE? Il calcolo finanziario è utilizzato per rendere omogenei tra loro valori che si verificano in epoche diverse. L interesse è il prezzo d uso del capitale. Il

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA INTERESSE SEMPLICE Calcolo dell interesse 1. Un capitale di 3.400 fu impiegato per 3 mesi al tasso del 5%. Qual è l interesse prodotto? 2. Un capitale di 1.725 venne impiegato per

Dettagli

ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG

ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG 1 Sono debitore di 12.800, da pagarsi tra 5 mesi, e creditore, nei confronti della stessa persona, dei seguenti importi: - 3.500 da pagarsi tra 2 mesi; - 2.500 da pagarsi tra

Dettagli

LABORATORIO DI MATEMATICA RENDITE, AMMORTAMENTI, LEASING CON EXCEL

LABORATORIO DI MATEMATICA RENDITE, AMMORTAMENTI, LEASING CON EXCEL LABORATORIO DI MATEMATICA RENDITE, AMMORTAMENTI, LEASING CON EXCEL ESERCITAZIONE GUIDATA: LE RENDITE 1. Il montante di una rendita immediata posticipata Utilizzando Excel, calcoliamo il montante di una

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di prof.ssa Maria Sole Brioschi TAN, TAE e TAEG DLP-L Addendum Corso 20085 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Edile Anno Accademico 2012/2013 TAN, TAE e TAEG

Dettagli

2. Scomporre la seconda rata in quota di capitale e quota d interesse.

2. Scomporre la seconda rata in quota di capitale e quota d interesse. Esercizi di matematica finanziaria Rate e ammortamenti Esercizio.. Un finanziamento di 0000 euro deve essere rimborsato con tre rate annue costanti d ammontare R. Il tasso contrattuale è 2% annuo (composto)..

Dettagli

3. Determinare il numero di mesi m > 0 tale che i montanti generati dai due impieghi coincidano. M = 1000 1 + 0.1 9 ) = 1075 12

3. Determinare il numero di mesi m > 0 tale che i montanti generati dai due impieghi coincidano. M = 1000 1 + 0.1 9 ) = 1075 12 Esercizi di matematica finanziaria 1 Leggi finanziarie in una variabile Esercizio 1.1. Un soggetto può impiegare C o a interessi semplici con tasso annuo i oppure a interessi semplici anticipati con tasso

Dettagli

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Silvana Stefani Piazza dell Ateneo Nuovo 1-20126 MILANO U6-368 silvana.stefani@unimib.it 1 Unità 7 Costituzione di un capitale Classificazione Fondo di

Dettagli

Modulo di Estimo rurale

Modulo di Estimo rurale Modulo di Estimo rurale C.so di Laurea STAGR (triennale a.a. 12/13) Fondamentali di Matematica Finanziaria Dott. PROSPERI Maurizio Universita' degli Studi di Foggia Dip. di Scienze Agrarie, degli Alimenti

Dettagli

TRACCE DI MATEMATICA FINANZIARIA

TRACCE DI MATEMATICA FINANZIARIA TRACCE DI MATEMATICA FINANZIARIA 1. Determinare il capitale da investire tra tre mesi per ottenere, nel regime dello sconto commerciale, un montante di 2800 tra tre anni e tre mesi sapendo che il tasso

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA E. Michetti Esercitazioni in aula MOD. 2 E. Michetti (Esercitazioni in aula MOD. 2) MATEMATICA FINANZIARIA 1 / 18 Rendite Esercizi 2.1 1. Un flusso di cassa prevede la riscossione

Dettagli

COSA STUDIA LA MATEMATICA FINANZIARIA?

COSA STUDIA LA MATEMATICA FINANZIARIA? COSA STUDIA LA MATEMATICA FINANZIARIA? STUDIA LE RELAZIONI CHE INTERCORRONO FRA IL CAPITALE E IL TEMPO IN QUANTO IL CAPITALE NEL TEMPO PRODUCE UN INTERESSE CHE COSA É L INTERESSE? È IL PREZZO D USO DEL

Dettagli

SOLUZIONI MODULO 3 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2. I calcoli finanziari per la funzione finanza

SOLUZIONI MODULO 3 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2. I calcoli finanziari per la funzione finanza Vivere l azienda 1 - Modulo 3 Unità 2 Verifica guidata di fine unità Soluzioni pag. 1 di 5 SOLUZIONI MODULO 3 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITÀ 2 I calcoli finanziari per la funzione finanza 1. I CONCETTI

Dettagli

CLASSE TERZA - COMPITI DELLE VACANZE A.S. 2014/15 MATEMATICA

CLASSE TERZA - COMPITI DELLE VACANZE A.S. 2014/15 MATEMATICA Risolvere le seguenti disequazioni: 0 ) x x ) x x x 0 CLASSE TERZA - COMPITI DELLE VACANZE A.S. 04/ MATEMATICA x 6 x x x x 4) x x x x x 4 ) 6) x x x ( x) 0 x x x x x x 6 0 7) x x x EQUAZIONI CON I MODULI

Dettagli

Capitolo 1. Leggi di capitalizzazione. 1.1 Introduzione. 1.2 Richiami di teoria

Capitolo 1. Leggi di capitalizzazione. 1.1 Introduzione. 1.2 Richiami di teoria Indice 1 Leggi di capitalizzazione 5 1.1 Introduzione............................ 5 1.2 Richiami di teoria......................... 5 1.2.1 Regimi notevoli...................... 6 1.2.2 Tassi equivalenti.....................

Dettagli

Una percentuale di una certa importanza nel mondo economico è il tasso di interesse. Il tasso di

Una percentuale di una certa importanza nel mondo economico è il tasso di interesse. Il tasso di Capitalizzazione e attualizzazione finanziaria Una percentuale di una certa importanza nel mondo economico è il tasso di interesse. Il tasso di interesse rappresenta quella quota di una certa somma presa

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA Introduzione Definizione. La matematica finanziaria studia le operazioni finanziarie. Definizione. Una operazione finanziaria è un contratto che prevede scambi di danaro (tra i contraenti)

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Elementi di matematica finanziaria utili alla comprensione di alcune parti del Corso Definizione di operazione finanziaria Successione di importi di segno

Dettagli

Matematica Finanziaria Soluzione della prova scritta del 15/05/09

Matematica Finanziaria Soluzione della prova scritta del 15/05/09 Matematica Finanziaria Soluzione della prova scritta del 15/05/09 ESERCIZIO 1 Il valore in t = 60 semestri dei versamenti effettuati dall individuo è W (m) = R(1 + i 2 ) m + R(1 + i 2 ) m 1 +... R(1 +

Dettagli

Cognome Nome Matricola

Cognome Nome Matricola Sede di SULMONA Prova scritta di esame del 01 02-2011 Cognome Nome Matricola Esercizio 1 (punti 5) Nel regime dell interesse iperbolico e dell interesse composto, calcolare il tasso semestrale di interesse

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL ECONOMIA LEZIONE GLI AMMORTAMENTI. Autore. Francesca Miglietta

APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL ECONOMIA LEZIONE GLI AMMORTAMENTI. Autore. Francesca Miglietta APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL ECONOMIA LEZIONE GLI AMMORTAMENTI Autore Francesca Miglietta 1 Che cosa si intende per ammortamento? L ammortamento non è altro che il rimborso di un prestito. Il rimborso

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Valutazione Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Elementi di matematica Contributo didattico: prof. Sergio Copiello Spostamento di capitali nel tempo Non è possibile addizionare,

Dettagli

ESERCIZI DA SVOLGERE PER IL 23/05/08 (la parte in verde, il resto lo dovreste avere già svolto).

ESERCIZI DA SVOLGERE PER IL 23/05/08 (la parte in verde, il resto lo dovreste avere già svolto). ESERCIZI DA SVOLGERE PER IL 23/05/08 (la parte in verde, il resto lo dovreste avere già svolto). 1. Data la funzione : f x =x 2 e x minimo e di massimo. Determinare inoltre gli eventuali flessi e gli intervalli

Dettagli

AMMORTAMENTO. Generalità e Funzionamento dell applicativo

AMMORTAMENTO. Generalità e Funzionamento dell applicativo AMMORTAMENTO Generalità e Funzionamento dell applicativo Per ammortamento di un prestito (mutuo) indiviso si intende quel procedimento in base al quale un soggetto (unico) cede ad un tempo iniziale (es.

Dettagli

Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere. A) Capitalizzazione semplice

Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere. A) Capitalizzazione semplice Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere A) Capitalizzazione semplice A.1) Il capitale di 3.000 viene impiegato al tasso i=0,07 per 4 anni. Calcolare il montante. A.2) Il capitale di 3.500

Dettagli

Esercizi svolti durante le lezioni del 2 dicembre 2015

Esercizi svolti durante le lezioni del 2 dicembre 2015 Esercizi svolti durante le lezioni del 2 dicembre 205 Sconto commerciale ed attualizzazione. Lo sconto commerciale è proporzionale al capitale scontato ed al tempo che intercorre tra oggi e l'epoca in

Dettagli

Matricola: Cognome e Nome: Firma: Numero di identificazione: 1 MATEMATICA FINANZIARIA E ATTUARIALE (A-G) E (H-Z) - Prova scritta del 15 gennaio 2014

Matricola: Cognome e Nome: Firma: Numero di identificazione: 1 MATEMATICA FINANZIARIA E ATTUARIALE (A-G) E (H-Z) - Prova scritta del 15 gennaio 2014 Matricola: Cognome e Nome: Firma: Numero di identificazione: 1 MATEMATICA FINANZIARIA E ATTUARIALE (A-G) E (H-Z) - Prova scritta del 15 gennaio 2014 Avvertenze Durante lo svolgimento degli esercizi tenere

Dettagli

Esercizi svolti di Matematica Finanziaria

Esercizi svolti di Matematica Finanziaria Esercizi svolti di Matematica Finanziaria Anno Accademico 2007/2008 Rossana Riccardi Dipartimento di Statistica e Matematica Applicata all Economia Facoltà di Economia, Università di Pisa, Via Cosimo Ridolfi

Dettagli

NEL MODELLO MICROECONOMICO

NEL MODELLO MICROECONOMICO NEL MODELLO MICROECONOMICO 1 solo periodo Output: flusso Input: flusso Decisioni dell impresa: raffrontare ricavi correnti con costi correnti Questo si adatta bene ad alcuni fattori (il LAVORO) Meno soddisfacente

Dettagli

Esercizi svolti in aula

Esercizi svolti in aula Esercizi svolti in aula 23 maggio 2012 Esercizio 1 (Esercizio 1 del compito di matematica finanziaria 1 (CdL EA) del 16-02-10) Un individuo vuole accumulare su un conto corrente la somma di 10.000 Euro

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Esercizi di Matematica Finanziaria Un utile premessa Negli esercizi di questo capitolo, tutti gli importi in euro sono opportunamente arrotondati al centesimo. Ad esempio,e2 589.23658 e2 589.24 (con un

Dettagli

RIMBORSO DI UN PRESTITO

RIMBORSO DI UN PRESTITO RIMBORSO DI UN PRESTITO Conoscenze Conoscere le principali forme di rimborso di un prestito Saper individuare gli elementi caratterizzanti un rimborso di un prestito Abilità Saper determinare le principali

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 24 marzo 2015

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 24 marzo 2015 MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 24 marzo 2015 Cognome.................................. Nome.................................. C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del 5 luglio 2005

Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del 5 luglio 2005 Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del 5 luglio 5. [5 punti cleai, 5 punti altri] Prestiamo e a un amico. Ci si accorda per un tasso di remunerazione del 6% annuale (posticipato), per un

Dettagli

Notazione. S : som m a finanziata i : tasso d 'in teresse D : debito residuo E : d eb ito estin to I : q u o ta in teressi C : q u o t a capita l e R

Notazione. S : som m a finanziata i : tasso d 'in teresse D : debito residuo E : d eb ito estin to I : q u o ta in teressi C : q u o t a capita l e R Ammortamento t finanziarioi i Piani di rimborso prestiti MQ 186PP Notazione S : som m a finanziata i : tasso d 'in teresse D : debito residuo E : d eb ito estin to I : q u o ta in teressi C : q u o t a

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 11 settembre 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR).

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 11 settembre 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR). MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 11 settembre 2013 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/2016. 1. Esercizi: lezione 03/11/2015

ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/2016. 1. Esercizi: lezione 03/11/2015 ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/2016 1. Esercizi: lezione 03/11/2015 Piani di ammortamento Esercizio 1. Un finanziamento pari a 100000e viene rimborsato

Dettagli

PIANI DI AMMORTAMENTO, TIC, NUDA PROPRIETA E USUFRUTTO, TIR E ARBITRAGGIO

PIANI DI AMMORTAMENTO, TIC, NUDA PROPRIETA E USUFRUTTO, TIR E ARBITRAGGIO ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 16/11/2013 1 PIANI DI AMMORTAMENTO, TIC, NUDA PROPRIETA E USUFRUTTO, TIR E ARBITRAGGIO Nuda proprietà e usufrutto Esercizio 1 2 ESERCIZIO 1 Una società prende in prestito

Dettagli

1a. [2] Determinare il tasso annuo d interesse della legge lineare cui avviene l operazione finanziaria.

1a. [2] Determinare il tasso annuo d interesse della legge lineare cui avviene l operazione finanziaria. MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu Prova del 5 febbraio 2015 Cognome Nome e matr.................................................................................. Anno di Corso..........................................

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Università degli Studi di Siena Facoltà di Economia Esercizi di Matematica Finanziaria relativi ai capitoli I-IV del testo Claudio Pacati a.a. 1998 99 c Claudio Pacati tutti i diritti riservati. Il presente

Dettagli

Interesse, sconto, ratei e risconti

Interesse, sconto, ratei e risconti TXT HTM PDF pdf P1 P2 P3 P4 293 Interesse, sconto, ratei e risconti Capitolo 129 129.1 Interesse semplice....................................................... 293 129.1.1 Esercizio per il calcolo dell

Dettagli

Formulario. Legge di capitalizzazione dell Interesse semplice (CS)

Formulario. Legge di capitalizzazione dell Interesse semplice (CS) Formulario Legge di capitalizzazione dell Interesse semplice (CS) Il montante M è una funzione lineare del capitale iniziale P. Di conseguenza M cresce proporzionalmente rispetto al tempo. M = P*(1+i*t)

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2

SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 3 unità 2 pag. 1 di 5 SOLUZIONI ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 I calcoli finanziari per la funzione finanza 1. Calcola l interesse semplice completando le formule. a.

Dettagli

Regime finanziario dell interesse semplice: formule inverse

Regime finanziario dell interesse semplice: formule inverse Regime finanziario dell interesse semplice: formule inverse Il valore attuale di K è il prodotto del capitale M disponibile al tempo t per il fattore di sconto 1/(1+it). 20 Regime finanziario dell interesse

Dettagli

Pietro Belli. Quaderno di Calcolo Matematico-Finanziario

Pietro Belli. Quaderno di Calcolo Matematico-Finanziario Pietro Belli MATE_FINA Quaderno di Calcolo Matematico-Finanziario Argomento 1 L interesse semplice Preambolo L interesse rappresenta il prezzo da pagare per poter disporre di un capitale monetario non

Dettagli

Interesse, sconto, ratei e risconti

Interesse, sconto, ratei e risconti 129 Interesse, sconto, ratei e risconti Capitolo 129 129.1 Interesse semplice....................................................... 129 129.1.1 Esercizio per il calcolo dell interesse semplice........................

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti 1 MODULO 1 1.1 Principali grandezze finanziarie 1. Si consideri una operazione finanziaria di provvista che prevede di ottenere

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 settembre 2015

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 settembre 2015 MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 settembre 2015 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Soluzioni del Capitolo 5

Soluzioni del Capitolo 5 Soluzioni del Capitolo 5 5. Tizio contrae un prestito di 5.000 al cui rimborso provvede mediante il pagamento di cinque rate annue; le prime quattro rate sono ciascuna di importo.00. Determinare l importo

Dettagli

Il capitale di terzi

Il capitale di terzi Il capitale di terzi Le operazioni di finanziamento a breve termine L apertura di credito in c/c Lo sconto di cambiale passive finanziarie Lo smobilizzo dei crediti commerciali Le anticipazioni bancarie

Dettagli

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Silvana Stefani Piazza dell Ateneo Nuovo 1-20126 MILANO U6-368 silvana.stefani@unimib.it 1 Unità 8 Ammortamenti a tasso costante Classificazione Ammortamento

Dettagli

1 MATEMATICA FINANZIARIA

1 MATEMATICA FINANZIARIA 1 MATEMATICA FINANZIARIA 1.1 26.6.2000 Data la seguente operazione finanziaria: k = 0 1 2 3 4 F k = -800 200 300 300 400 a. determinare il TIR b. detreminare il VAN corrispondente ad un interesse periodale

Dettagli

APPUNTI DELLE LEZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA. Corso M-Z. Prof. Silvana Musti

APPUNTI DELLE LEZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA. Corso M-Z. Prof. Silvana Musti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA APPUNTI DELLE LEZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA Corso M-Z Prof. Silvana Musti Indice 1 OPERAZIONI FINANZIARIE 2 2 RIS - REGIME DELL INTERESSE SEMPLICE

Dettagli

Capitalizzazione composta, rendite, ammortamento

Capitalizzazione composta, rendite, ammortamento Capitalizzazione composta, rendite, ammortamento Paolo Malinconico 2 dicembre 2014 Montante Composto dove: C(t) = C(1+i) t C(t) = montante (o valore del capitale) al tempo t C = capitale impiegato (corrispondente

Dettagli

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente La ditta Alfa di Palermo ha i seguenti debiti per fatture

Dettagli

Moneta, titoli e tasso di interesse. Antonella Stirati

Moneta, titoli e tasso di interesse. Antonella Stirati Moneta, titoli e tasso di interesse Antonella Stirati Principali attività finanziarie Esistono diversi tipi di attività finanziarie che possono essere acquistate e detenute da famiglie, banche e imprese

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 14 luglio 2015

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 14 luglio 2015 MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 14 luglio 2015 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

IV Esercitazione di Matematica Finanziaria

IV Esercitazione di Matematica Finanziaria IV Esercitazione di Matematica Finanziaria 28 Ottobre 2010 Esercizio 1. Si consideri l acquisto di un titolo a cedola nulla con vita a scadenza di 85 giorni, prezzo di acquisto (lordo) P = 97.40 euro e

Dettagli

CALCOLO PIANO DI AMMORTAMENTO TASSO FISSO RATA COSTANTE

CALCOLO PIANO DI AMMORTAMENTO TASSO FISSO RATA COSTANTE CALCOLO PIANO DI AMMORTAMENTO TASSO FISSO RATA COSTANTE L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro sufficiente a soddisfare

Dettagli

per Mara a) 16% b) 12% c) 11% d) 15% d 3.200, se aspetti 5mesi ci vogliono 200 in più. Che tasso annuo ha applicato il creditore?

per Mara a) 16% b) 12% c) 11% d) 15% d 3.200, se aspetti 5mesi ci vogliono 200 in più. Che tasso annuo ha applicato il creditore? RA00001 Quanti d interesse producono, in capitalizzazione a) 326,4 b) 412,5 c) 132,8 d) 210 a composta, 4000 impiegati al 4% dopo 2 anni? RA00002 Investendo per 6 anni un capitale di 32000, si sono a)

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE Vivere l azienda 2 Ripasso del programma di prima classe Soluzioni pag. 1 di 7 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE Ripasso del programma di prima classe 1.6 CALCOLO DELLE PERCENTUALI DI COMPOSIZIONE DEI FINANZIAMENTI

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 4 settembre 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR).

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 4 settembre 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR). MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 4 settembre 2013 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Matematica Finanziaria A - corso part time prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A

Matematica Finanziaria A - corso part time prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A 1. Un tizio ha bisogno di 600 euro che può chiedere, in alternativa, a due banche: A e B. La banca A propone un rimborso a quote capitale costanti mediante tre

Dettagli

2. Leggi finanziarie di capitalizzazione

2. Leggi finanziarie di capitalizzazione 2. Leggi finanziarie di capitalizzazione Si chiama legge finanziaria di capitalizzazione una funzione atta a definire il montante M(t accumulato al tempo generico t da un capitale C: M(t = F(C, t C t M

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Equivalenza economica

Equivalenza economica Equivalenza economica Calcolo dell equivalenza economica [Thuesen, Economia per ingegneri, capitolo 4] Negli studi tecnico-economici molti calcoli richiedono che le entrate e le uscite previste per due

Dettagli

COMPITO DI MATEMATICA FINANZIARIA 8 Febbraio 2013. - Come cambia il REA atteso se l'obbligazione sarà ancora in vita dopo le prime tre estrazioni?

COMPITO DI MATEMATICA FINANZIARIA 8 Febbraio 2013. - Come cambia il REA atteso se l'obbligazione sarà ancora in vita dopo le prime tre estrazioni? UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO (Sede di Fano) COMPITO DI MATEMATICA FINANZIARIA 8 Febbraio 2013 1) L'impresa Gamma emette 250 obbligazioni il cui VN unitario è pari a 100. Il rimborso avverrà tramite

Dettagli

7. CONTABILITA GENERALE

7. CONTABILITA GENERALE 7. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 1 Definizione Per poter acquisire i fattori produttivi da impiegare nel processo produttivo l impresa necessita del fattore

Dettagli

Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del 21 giugno 2005 (con esercizio 1 corretto)

Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del 21 giugno 2005 (con esercizio 1 corretto) Matematica finanziaria: svolgimento prova di esame del giugno 5 (con esercizio corretto). [6 punti cleai, 6 punti altri] Si possiede un capitale di e e lo si vuole impiegare per anni. Supponendo che eventuali

Dettagli

VALORI PERIODICI O RENDITE

VALORI PERIODICI O RENDITE VALORI PERIODICI O RENDITE LE RENDITE SONO VALORI PERIODICI CHE SI RIPETONO AD INTERVALLI REGOLARI DI TEMPO POSSONO ESSERE: ATTIVE: I I PRODOTTI DI DI UNA AZIENDA IL IL CANONE DI DI AFFITTO GLI STIPENDI

Dettagli

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE. PROVA DI COMPLETAMENTO 27 maggio 2010

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE. PROVA DI COMPLETAMENTO 27 maggio 2010 ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE PROVA DI COMPLETAMENTO 27 maggio 2010 Cognome Nome e matr..................................................................................

Dettagli

Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione. Valutazione redditività investimenti impiantistici

Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione. Valutazione redditività investimenti impiantistici Impianti industriali 1 Ingegneria economica Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione Valutazione redditività investimenti impiantistici Investimenti industriali

Dettagli

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE. Prova del 23 giugno 2009. Cognome Nome e matr... Anno di Corso... Firma...

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE. Prova del 23 giugno 2009. Cognome Nome e matr... Anno di Corso... Firma... ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE Prova del 23 giugno 2009 Cognome Nome e matr..................................................................................

Dettagli

Vincenzo Ciancio Armando Ciancio. Metodi matematici per le applicazioni finanaziarie

Vincenzo Ciancio Armando Ciancio. Metodi matematici per le applicazioni finanaziarie A01 73 Vincenzo Ciancio Armando Ciancio Metodi matematici per le applicazioni finanaziarie Copyright MMV ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2004 studenti vecchio ordinamento

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2004 studenti vecchio ordinamento MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2004 studenti vecchio ordinamento Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola

Dettagli

Marco Tolotti - Corso di Esercitazioni di Matematica 12 Cfu - A.A. 2010/2011 1

Marco Tolotti - Corso di Esercitazioni di Matematica 12 Cfu - A.A. 2010/2011 1 Marco Tolotti - Corso di Esercitazioni di Matematica 1 Cfu - A.A. 010/011 1 Esercitazione 1: 4/09/010 1. Determinare il dominio delle seguenti funzioni: log a) f() = 5 ( 1). b) g() = log 3 (3 6) log 13.

Dettagli

Ipotizzando una sottostante legge esponenziale e considerando l anno solare (365 gg), determinare:

Ipotizzando una sottostante legge esponenziale e considerando l anno solare (365 gg), determinare: MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu quadrate, i punti che saranno assegnati se l esercizio è stato svolto in modo corretto. con le seguenti caratteristiche: prezzo di emissione: 99,467e, valore a scadenza 100e,

Dettagli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli 1. I Tassi di interesse Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Strumenti (in generale) Un titolo rappresenta un diritto sui redditi futuri dell emittente o sulle sue attività Un

Dettagli

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE

ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE ELABORAZIONE AUTOMATICA DEI DATI PER LE DECISIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE Calcolo Finanziario Esercizi proposti Gli esercizi contrassegnati con (*) è consigliato svolgerli con il foglio elettronico, quelli

Dettagli

Esercitazione 24 marzo

Esercitazione 24 marzo Esercitazione 24 marzo Esercizio 1 Una persona contrae un prestito di 25000 e, che estinguerà pagando le seguenti quote capitale: 3000 e fra 6 mesi, 5000 e fra un anno, 8000 e fra 18 mesi, 4000 e fra 2

Dettagli

Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015

Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015 Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015 Esercizio 1 Si consideri la funzione f(t) := 2t/10 1 + 0, 04t, t 0. 1. Verificare che essa rappresenta il fattore

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu Prova del 15 luglio 2014 Cognome Nome e matr... Anno di Corso... Firma... Scelta dell appello per l esame orale

MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu Prova del 15 luglio 2014 Cognome Nome e matr... Anno di Corso... Firma... Scelta dell appello per l esame orale MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu Prova del 15 luglio 2014 Cognome Nome e matr.................................................................................. Anno di Corso..........................................

Dettagli

Parte 1^ Di Angelo Fiori

Parte 1^ Di Angelo Fiori Relazioni fra tempo e denaro Alcuni concetti, regole ed esempi per cominciare ad orientarsi nelle relazioni fra tempo e denaro, utilizzando anche le funzionalità del foglio di calcolo di microsoft excel

Dettagli

Appunti di matematica Percorso

Appunti di matematica Percorso Gioia Setti Appunti di matematica Percorso Matematica finanziaria Gioia Setti Appunti di matematica Percorso Matematica finanziaria internet: www.cedamscuola.it e-mail: info@cedamscuola.it Redattore responsabile:

Dettagli

Nome e Cognome... Matricola...

Nome e Cognome... Matricola... Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Corso di Laurea in Statistica e Informatica per la Gestione delle Imprese (SIGI) Anno accademico 2006-2007 Matematica Finanziaria (5 crediti) - Prova

Dettagli

Determinare l ammontare x da versare per centrare l obiettivo di costituzione.

Determinare l ammontare x da versare per centrare l obiettivo di costituzione. Esercizi di matematica finanziaria 1 VAN - DCF - TIR Esercizio 1.1. Un investitore desidera disporre tra 3 anni d un capitale M = 10000 euro. Investe subito la somma c 0 pari a 1/4 di M. Farà poi un ulteriore

Dettagli

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO PRESTA DENARO MUTUANTE MUTUATARIO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO 1 LA SUA MISURA, RAPPORTATA A 100

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria su foglio elettronico Excel

Esercizi di Matematica Finanziaria su foglio elettronico Excel Esercizi di Matematica Finanziaria su foglio elettronico Excel Antonella Basso Riccardo Gusso Pierangelo Ciurlia Dipartimento di Matematica Applicata

Dettagli

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA PROPORZIONALITA

APPLICAZIONI DELLA PROPORZIONALITA APPLICAZIONI DELLA PROPORZIONALITA PROBLEMI DEL TRE SEMPLICE DIRETTO Sono problemi in cui si individuano chiaramente due grandezze variabili direttamente proporzionali di cui si conoscono 3 valori e si

Dettagli