prof. dott. Lino TURATTI docente di RAGIONERIA PROFESSIONALE & TECNICA BANCARIA Dottore Commercialista Consulente tecnico - contabile del Giudice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "prof. dott. Lino TURATTI docente di RAGIONERIA PROFESSIONALE & TECNICA BANCARIA Dottore Commercialista Consulente tecnico - contabile del Giudice"

Transcript

1 prof. dott. Lino TURATTI docente di RAGIONERIA PROFESSIONALE & TECNICA BANCARIA Dottore Commercialista Consulente tecnico - contabile del Giudice ANATOCISMO e COMMISSIONE di MASSIMO SCOPERTO Profili Applicativi e contabili: intervento dalle ore 11,30-12,15 CAPITALIZZAZIONE COMPOSTA ANNUALE CAPITALIZZAZIONE SEMPLICE del PERIODO RECIPROCITA della CAPITALIZZAZIONE TRIMESTRALE degli INTERESSI PASSIVI - ATTIVI APPLICAZIONE degli: INTERESSI LEGALI INTERESSI SPECIALI ex art. 117 c. 5 Legge Bancaria T.U.B. INTERESSI CONVENZIONALI LEGGE 7 MARZO 1996 N. 108 ; Il T.A.E.G. - TASSO ANNUO EFFETTIVO GLOBALE : GIORNATA di STUDIO del 16 giugno 2009 PROGRAMMA dalle ore 9,15 alle ore 15,30 prof. Avv.. PAOLO TARTAGLIA prof. Avv. Cristiano IURILLI SEDE: LIBERA UNIVERSITA SAN PIO V Viale Cristoforo Colombo, n ROMA 1

2 1 RIFLESSIONE A)- IL POSTO DAL GIUDICE ISTRUTTORE Nella formulazione del quesito posto al C.T.U. è necessario che i seguenti punti siano inequivocabili: 1)- Periodo di Riferimento (data di inizio e data di fine) dell estratto conto; 2)- Applicazione dei tassi d interesse: Interessi legali, speciali (ex art. 117 T.U.B.) o Convenzionali; 3)- Criterio di capitalizzazione degli Interessi Passivi ed Attivi a livello Annuale Composta o Semplice ed in caso di riconoscimento della reciprocità dei tassi Attivi e Passivi ed, a far data dall 1/7/2000, la Capitalizzazione Trimestrale; 4)- Criterio di capitalizzazione della C.M.S. (Commissione di Massimo Scoperto) nel caso di riconoscimento dell applicazione; 5)- Criterio di capitalizzazione del Rimborso Spese; SUGGERIMENTO del C.T.U: Il consiglio rivolto al Giudice Istruttore di predisporre con il C.T.U. la formulazione dei quesiti ed i legali di predisporre con i propri C.T.P., le proprie Bozze dei Quesiti da proporre al Giudice Istruttore. 2

3 Dica il C.T.U., esaminati i documenti relativi rapporto di c/c/ bancario per cui è causa (n.d.r. 921/51), eventualmente mediante accesso alla documentazione presso la Banca di ROMA, a quanto ammonta il credito della Banca de quo applicando la sola capitalizzazione annuale (metodo composto), esclusa quindi la capitalizzazione trimestrale del conto fino alla data di revoca del fido e non applicando alcuna capitalizzazione da quella data (27/12/1996), fino alla data di proposizione della domanda monitoria (27/3/ deposito del ricorso monitorio in cancelleria) (metodo semplice); applicando in ogni caso il tasso di interessi convenzionale verificandone la conformità ai tassi soglia determinata in applicazione della L. 106/96 a far data dall entrata in vigore della legge. Dica il C.T.U., letti gli atti ed eseguite le opportune indagini: Punto A, se gli interessi pattuiti e computati nel rapporto di conto corrente del prime rate ABI siano o no superiori a quelli permessi dalla Legge anti usura; B)- in caso positivo quale sia la misura degli interessi calcolata secondo il saggio legale alla data della domanda ; C)- in ogni caso quale sia la misura degli interessi, esclusa la capitalizzazione trimestrale e con capitalizzazione annuale alla data della domanda. Determini il C.T.U. sulla base della documentazione prodotta ed in relazione alla ricostruzione del conto corrente n , acceso presso il Credito Italiano Unicredit Banca s.p.a. di Roma Ag. n 27, l ammontare effettivo del Saldo Finale: a)- sia senza alcuna capitalizzazione degli Interessi (con l uso dei tassi convenzionali); b)- sia con la capitalizzazione annuale degli Interessi convenzionali; rispettando le due seguenti ipotesi: sub a)- calcolo della C.M.S. e delle Spese a livello trimestrale con capitalizzazione annuale: sub b)- calcolo della C.M.S. e delle Spese unitamente agli Interessi a fine anno con capitalizzazione annuale. Il C.T.U., esaminati gli atti di causa ed acquisita la documentazione relativa al c/c/b per accertare il totale DARE/AVERE ed il SORTE attraverso la capitalizzazione annuale e con l applicazione dei tassi richiamati dalla legge relativo al TUS ed al tasso legale, richiamando la legge antiusura, dalla data di apertura del conto stesso (dal 10/7/1992) alla revoca ( al 30/3/1997)e con tasso legale e senza capitalizzazione dal giorno successivo della revoca (31/3/1997) alla data di emissione del decreto monitorio (all 08/07/1999). 3

4 Accerti il C.T.U. esaminati gli atti di causa ed acquisita la documentazione necessaria del c.c.b. n /84 (acceso presso l Ag. n 24 della Banca Commerciale Italiana; con la rielaborazione del suddetto c.c.b. evidenziando a)- il TOTALE DARE AVERE /, con capitalizzazione annuale degli interessi calcolati secondo il T.U.S. ex art. 117 D. lg. 384/93 (rectius 385/93) e art. 5 L. 154/92 a far data dal 5/10/1991 al 4/10/2001 ( data revoca); b)- successivamente alla data di revoca calcoli gli interessi su base legale senza alcuna capitalizzazione (capitalizzazione semplice): dal 5/10/2001 al 31/12/2001 tasso legale 3,50% dal 1/1/2002 al 29/11/2002 tasso legale 3,00%. "Dica il C.T.U., esperite le opportune indagini anche contabili: se gli interessi passivi effettivi praticati sul c/c per affidamento: - a1) per il periodo posteriore all 1/04/ 97 siano superiori al tasso soglia rilevato dai D.M. attuativi; - a2) per il periodo anteriore a tale dato, siano superiori al saggio di interesse mediamente applicato su piazza dalle Banche; B) per il caso di risposta positiva a sub a2) e a1), si calcolo gli interessi sul medesimo affidamento: - b1) espunto ogni interesse per i periodi di superamento posteriori all 1/04/ 97; - b2) calcoli gli interessi al saggio legale per il periodo anteriore a tale data; C) ricalcoli gli interessi dovuti tenuto conto anche dell eventuale ricalcolo di cui sub B, espunta la capitalizzazione trimestrale: - c1) senza capitalizzazione;- c2) con capitalizzazione annuale; D) computi quanto dovuto per capitale ed interessi tenuto conto delle risposte ai precedenti quesiti. Accerti il Consulente, previo esame della documentazione acquisita agli atti e di quella che le Parti vorranno produrre ai sensi dell art. 198 c.p.c., l importo del Saldo Passivo dei rapporti di c.c. n 2216/51 (già 10425/20) e n 2217/59 (già 74865/53) intrattenuti presso la Banca di Roma S.p.A. Ag. di Roma 12 al netto della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi escludendo dalla base di calcolo l importo delle spese e commissioni applicate dalla Banca; Verifichi inoltre il Consulente se i periodi di valuta in concreto applicati dalla banca corrispondano a quelli previsti dalle condizioni contrattuali; Verifichi inoltre il Consulente se i tassi debitori in concreto applicati corrispondano a quello previsto dal contratto di conto corrente. Accerti il consulente, previo esame della documentazione in atti e di quella che le parti vorranno produrre in conformità dell art. 198 c.p.c., l importo del credito maturato dalla banca al netto della capitalizzazione trimestrale degli interessi, con capitalizzazione annuale, escludendo dalla base di calcolo gli importi addebitati per commissioni di massimo scoperto e spese 4

5 Accerti il C.T.U., previa analisi dei documenti in atti e degli e.c. e riassunti a scalare, con possibilità di chiederli alle parti: a)- gli importi effettivi ed il periodo di utilizzo dei fidi ad opera dell opponente ROSSI con esibizione dei contratti di fido fin dal 1996, data della 1 fideiussione dell opponente Sig.ra GALLI; b)- il controllo dei tassi applicati dalla banca a far data dal 1/4/1997 con il confronto dei tassi soglia determinati con i relativi DD. MM.; c)- rielabori il C.T.U. i c.c.b. n 14184/59 ed il successivo 28723/31 per i rispettivi periodi di competenza, con la capitalizzazione annuale delle competenze, ma con il conteggio degli interessi C.M.S. e Rimborso Spese a livello trimestrale, determinando il TOTALE DARE AVERE e FINALE Esaminati gli atti ed i documenti prodotti dalle parti (con particolare riferimento ai contratti ed agli estratti conto), accerti se ai rapporti sia stata applicata la capitalizzazione trimestrale degli interessi in passivo; in caso positivo, ricostruisca gli stessi rapporti a far data dalla loro apertura, applicando agli stessi gli interessi (n.d.r. i tassi d interesse) come periodicamente comunicati con la capitalizzazione annuale a condizione di reciprocità ed estrapolando dal calcolo anatocistico la C.M.S. e le Spese le quali pur riconosciute, nella misura applicata e convenuta non andranno capitalizzate. Provveda il C.T.U., esaminati gli atti di causa ed acquisita l eventuale documentazione che risultasse illeggibile e/o mancante in ordine agli estratti conto analitici e a scalare, alla ricostruzione del rapporto di c/c n 2164/53 intrattenuto dall attrice e contestato al Sig. Lazzari Antonio con esclusione della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi e con capitalizzazione annuale degli stessi, al tasso convenzionale praticato in atti indicando il dare/avere saldo sorte e saldo interessi (trimestralizzati) e la differenza tra le due elaborazioni (annuale e trimestrale) Ridetermini il C.T.U., il Saldo Finale del c.c. per cui è causa, n , attraverso la rielaborazione degli estratti conto risalendo nel tempo fino alle più antiche delle scritture contabili disponibili dalle parti, applicando, per il periodo anteriore alla Legge sulla trasparenza (7/7/1992) ed al T.U.B. (1/1/1994) l interesse legale generale e, successivamente, gli interessi legali speciali e scorporando le eventuali C.M.S. ed il Rimborso Spese cosiddette non vive, in quanto non previste, applicando la capitalizzazione annuale composta, espunti la capitalizzazione trimestrale, in alternativa operando lo stesso conteggio con la capitalizzazione semplice, ed eventualmente limitando i conteggi entrambi agli ultimi 10 anni calcolati a ritroso ad ottobre (da definire l anno: novembre 2005). 5

6 Determini il C.T.U. sulle movimentazioni dei c.c.b. intercorsi tra le parti dall inizio del rapporto, sulla base della misura degli interessi contrattualmente previsti come indicati negli estratti conto o, in difetto, in base al disposto dell art. 117 del D. Legisl. 385/ 93, la capitalizzazione annuale sia a debito che a credito ove e sino a quando non già applicata dalla Banca capitalizzazione in pari misura, ricalcolando le somme derivanti sia dall inizio del rapporto sia nei dieci anni precedenti la notificazione dell Atto di Citazione (n.d.r. avvenuta in data 15/04/2005); elimini da tale nuovo calcolo anche le somme addebitate a titolo di C.M.S. se non pattuita; accerti il C.T.U. nella predetta ricostruzione contabile se i tassi applicati successivamente all entrata in vigore della L. 108/ 96 sono eventualmente superiori a quelli previsti dalla L.. stessa, effettuando nuova ricostruzione contabile sulla base dell applicazione dei tassi soglia dalla prima rilevazione dei medesimi ( n.d.r. dal 1/4/1997). Dica il Ctu letti gli atti ed esperite le opportune indagini, anche contabili: 1)- a quanto ammontano gli interessi sul c/c in contestazione senza capitalizzazione trimestrale ma con capitalizzazione annuale; 2)- a quanto ammonti l eventuale esubero degli interessi escusso ai correntisti. Ridetermini il C.T.U., il Saldo Finale del c.c. per cui è causa (n.d.r /01/27), al momento dell introduzione del giudizio e calcolando dall altro la capitalizzazione in danno del correntista con cadenza annuale e con distinzione tra l interesse e le commissioni di massimo scoperto; laddove nel contratto non risulti pattuito un tasso di interesse, dovrà rifarsi riferimento come parametro all art. 117 T.U.B.. Individui il C.T.U., i singoli rapporti per cui è stata avanzata la domanda di pagamento, indicando per ciascuno di essi i tassi d interesse applicati; provveda il C.T.U. a sostituire la capitalizzazione trimestrale operata dalla BANCA con la capitalizzazione annuale, applicando il tasso convenzionale; in relazione ai c.c.b. per i quali non è specificato nelle relative scritture il tasso convenzionale passivo, effettuare le medesime operazioni applicando il tasso di sostituzione preso dall art. 117 della Bancaria (T.U.B.). 6

7 Sulla base della documentazione in atti, il consulente dovrà ricostruire l andamento contabile del c.c. oggetto di causa (n.d.r ) prendendo quale punto di riferimento iniziale il Saldo esistente al primo trimestre (n.dr. S.D. 31/03/ ), sostituendo alla capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi operata dalla banca, la capitalizzazione annuale, e ciò fino al termine del rapporto sulla base del tasso risultante dagli estratti prodotti. Esaminati gli atti, i documenti e le richieste delle parti; viste le domande di merito ritenuto che la domanda di accertamento di Parte Attrice non osta ad una indagine contabile finalizzata a verificare le modalità che hanno regolato il rapporto; ritenuta l opportunità di disporre C.T.U. alfine di verificare: 1)- se nel corso del rapporto l Istituto abbia applicato, tassi globali annui superiori alla soglia usura; 2)- se siano state addebitate somme a titolo di commissioni di C.M.S. non previste convenzionalmente; 3). Accertamento dell avvenuta applicazione dell anatocismo; verificare la differenza di quanto spettante alla Banca rispetto al credito di cui al rapporto oggetto di causa, dalla data di apertura del conto all 1/6/2000 (n.d.r 1/7/2000) con capitalizzazione annuale degli interessi, o senza previsione (capitalizzazione semplice) successivamente all 1/6/2000 (n.d.r. 1/7/2000), verificando la regolare o meno applicazione del meccanismo di identica periodicità di liquidazione trimestrale di interessi passivi ed attivi. 7

8 TIPO n 1 posto per la causa: R. G. / G. I. Ridetermini il C.T.U., il Saldo Finale del c.c. per cui è causa, n XXXXXXX/XX, attraverso la rielaborazione degli estratti conto risalendo nel tempo fino alle più antiche delle scritture contabili disponibili dalle parti e cioè dal 30/09/1992, applicando: - per il periodo anteriore alla Legge sulla trasparenza (7/7/1992) al T.U.B. (1/1/1994) l interesse legale generale - successivamente dall 1/1/1994, gli interessi legali speciali e scorporando le eventuali C.M.S. ed il Rimborso Spese cosiddette non vive, in quanto non previste, applicando la capitalizzazione annuale composta, espunti la capitalizzazione trimestrale, -in alternativa operando lo stesso conteggio con la capitalizzazione semplice, - eventualmente limitando i conteggi entrambi agli ultimi 10 anni calcolati a ritroso ad ottobre (da definire l anno: novembre 2005). TIPO n 2 posto per la causa: R. G. / Esaminati gli atti, i documenti e le richieste delle parti; ritenuta l opportunità di disporre C.T.U. alfine di verificare: 1)- se nel corso del rapporto l Istituto abbia applicato, tassi globali annui superiori alla soglia usura; 2)- se siano state addebitate somme a titolo di commissioni di C.M.S. non previste convenzionalmente; 3). Accertamento dell avvenuta applicazione dell anatocismo; verificare la differenza di quanto spettante alla Banca rispetto al credito di cui al rapporto oggetto di causa, dalla data di apertura del conto e cioè dal 31/01/1992 al 30/06/2000 con capitalizzazione annuale degli interessi, o senza previsione (capitalizzazione semplice) e successivamente dall 1/7/2000, verificando la regolare o meno applicazione del meccanismo di identica periodicità di liquidazione trimestrale di interessi passivi ed attivi ed in caso di applicazione dell art. 117 T.U.B. la capitalizzazione annuale per tutto il periodo, applicando: - per il periodo anteriore alla Legge sulla trasparenza (7/7/1992) al T.U.B. (1/1/1994) l interesse legale generale - successivamente, gli interessi legali speciali e scorporando le eventuali C.M.S. ed il Rimborso Spese cosiddette non vive, in quanto non riconosciute. 8

9 2 RIFLESSIONE ASPETTO CONTABILE DELLA RIELABORAZIONE DEL CONTO CORRENTE BANCARIO ORDINARIO; Nello svolgimento dell incarico le attività svolte dal C.T.U. sono le seguenti: FASE 1)- Caricamento dei Dati Contabili del c.c.b. così come riportati nell estratto conto, con il conteggio e la capitalizzazione trimestrale delle competenze (INTERESSI PASSIVI C.M.S. RIMBORSO SPESE INTERESSI ATTIVI e RITENUTA FISCALE -) con la redazione delle Tabelle in excel del File denominato (PRIMA VERSIONE con la selezione delle OPERAZIONI CONTABILI per DATA); determinazione del SORTE in linea CAPITALE con lo scorporo delle Competenze e con la suddivisione seguente: Conto Corrente Ordinario INIZIALE MOVIMENTI DARE MOVIMENTI AVERE SORTE in c/ CAPITALE , , , ,00 secondo la Banca da Estratto Conto Scalare Tab. 43/22 INTERESSI Passivi e Attivi RIMB. SPESE e C.M.S. TOTALE Competenze FINALE da Estratto Conto , , ,00 22,00 FASE 2)- RICALCOLO del C.T.U. con la simulazione del Conteggio e Capitalizzazione TRIMESTRALE (al fine di verificare i calcoli effettuati dalla BANCA) ( si da atto che una piccola differenza viene quasi sempre riscontrata dovuta al fatto che il C.T.U. non tiene conto delle Valute Antergate per Trimestre, bensì Postergate a livello storico del periodo oggetto di causa. Conto Corrente Ordinario INIZIALE MOVIMENTI DARE MOVIMENTI AVERE SORTE , , , ,00 secondo la Banca ricalcolato dal CTU Tab. 44/23 INTERESSI Passivi e Attivi RIMB. SPESE e C.M.S. TOTALE Competenze 9 Banca di Roma ricalcolato dal C.T.U , , ,00 146,00

10 FASE 3A)- RICALCOLO del C.T.U. con il Conteggio Trimestrale delle COMPETENZE e Capitalizzazione ANNUALE degli INTERESSI ATTIVI e PASSIVI e se richiesto anche della C.M.S. e del Rimborso Spese; si da atto che saranno riportati i tassi convenzionali estratti dagli e.c.b., solo se le scritture (contratto di apertura del c.c. di corrispondenza) evidenzieranno un tasso passivo di partenza; caso contrario l applicazione dei tassi speciali di cui all art. 117 del T.U.B. (tassi nominali minimi e massimi dei B.O.T. a 12 mesi relativi all Anno Precedente, con esclusione della C.M.S. e del Rimborso Spese. Conto Corrente Ordinario Tab. 42/21 INIZIALE MOVIMENTI DARE MOVIMENTI AVERE SORTE , , , ,00 secondo il C.T.U. Tab. 48/27 SORTE INTERESSI Passivi e Attivi RIMB. SPESE e C.M.S. C.T.U , ,00 0, ,00 FASE 3B)- RICALCOLO del C.T.U. con il Conteggio Trimestrale delle COMPETENZE e Capitalizzazione SEMPLICE degli INTERESSI ATTIVI e PASSIVi e se richiesto anche della C.M.S. e del Rimborso Spese; Conto Corrente Ordinario Tab. 42/21 MOVIMENTI MOVIMENTI INIZIALE DARE AVERE SORTE , , , ,00 secondo il C.T.U. Tab. 59/38 INTERESSI RIMB. SPESE e C.T.U. SORTE Passivi e Attivi C.M.S , ,00 0, ,00 ****************************** 10

11 In particolare la normativa di riferimento è: Legge n. 154/92 "Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari". Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n. 385: "Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia". L art. 5 della Legge n. 154/92 dispone: 1. Nelle ipotesi di nullità di cui all'articolo 4, comma 4, nonché nei casi di mancanza di specifiche indicazioni si applicano: a) il tasso nominale minimo e quello massimo dei buoni ordinari del Tesoro annuali o di altri titoli similari eventualmente indicati dal Ministro del tesoro, emessi nei dodici mesi precedenti la conclusione del contratto, rispettivamente per le operazione attive e per quelle passive. L art. 117 del D.Lgs 385/92 T.U.B. dispone: I contratti indicano il tasso d'interesse e ogni altro prezzo e condizione praticati, inclusi, per i contratti di credito, gli eventuali maggiori oneri in caso di mora.7. In caso di inosservanza del comma 4 e nelle ipotesi di nullità indicate nel comma 6, si applicano: a) il tasso nominale minimo e quello massimo dei buoni ordinari del tesoro annuali o di altri titoli similari eventualmente indicati dal Ministro del tesoro, emessi nei dodici mesi precedenti la conclusione del contratto, rispettivamente per le operazioni attive e per quelle passive. Siccome il conteggio degli interessi si effettua su ogni per valuta precedente a ciascuna operazione oggetto di conteggio, deve intendersi per Operazioni Attive e quelle Passive, i SALDI PRECEDENTI a ciascun operazione in atto di natura Attiva ( AVERE) o di natura Passiva ( DARE). 11

12 3 RIFLESSIONE ASPETTO CONTABILE della RIELABORAZIONE DEI CONTI CORRENTI ACCESSORI (CONTO ANTICIPI); FASE 4)- RICALCOLO del C.T.U. con il Conteggio Trimestrale delle COMPETENZE e Capitalizzazione ANNUALE degli INTERESSI ATTIVI e PASSIVi e se richiesto anche della C.M.S. e del Rimborso Spese; si da atto che saranno riportati i tassi convenzionali estratti dagli e.c.b., solo se le scritture (contratto di apertura del c.c. di corrispondenza); caso contrario l applicazione dei tassi speciali di cui all art. 117 del T.U.B. (tassi nominali minimi e massimi dei B.O.T. a 12 mesi relativi all Anno Precedente dell Anno oggetto di riferimento con esclusione della C.M.S. e del Rimborso Spese: per il CONTO ANTICIPI bisogna verificare se le competenze vengono girate a livello trimestrale a l c. c. ordinario, in caso affermativo occorre eliminare sul c.c. ordinario l anatocismo creato dalle competenze dei conti accessori calcolate dalla Banca a livello trimestrale con il riporto a livello annuale ( o una sola alla fine del periodo nel caso in cui l ipotesi contempli la capitalizzazione semplice) delle competenze così come ricalcolate dal C.T.U. Tab. 27/06 INIZIALE MOVIMENTI DARE MOVIMENTI AVERE SORTE , , , ,00 secondo la Banca da Estratto Conto Scalare Tab. 28/07 SORTE INTERESSI Passivi e Attivi RIMB. SPESE e C.M.S. BANCA , , ,00 0,00 12

13 Mentre, secondo la rielaborazione del CTU con la capitalizzazione annuale degli Interessi e l uso dei tassi di cui al T.U.B., è risultato un AVERE di (pari a ,00), così ottenuto: secondo il C.T.U. Tab. 29/08 SORTE INTERESSI Passivi e Attivi RIMB. SPESE e C.M.S. C.T.U , , , ,00 Dunque il Totale accessori Bancari estratti dall e.c.b., secondo la Banca è di (pari ad ,00), così ottenuto: secondo la Banca da Estratto Conto Scalare Tab. 30/09 INTERESSI PASSIVI INTERESSI ATTIVI RIMB. SPESE e C.M.S. TOTALE Competenze ,00 0, , ,00 mentre per il C.T.U. è pari a ( ,00), così ottenuto: con una DIFERENZA per MINORI COMPETENZE di ,00 Tab. 31/10 INTERESSI PASSIVI INTERESSI ATTIVI RIMB. SPESE e C.M.S. TOTALE Competenze ,00 0, , ,00 13

14 4 RIFLESSIONE ASPETTO CONTABILE DELL APPLICAZIONE della LEGGE USURA e CRITERI di CALCOLO del TASSO EFFETTIVO (T.A.E.G.) LEGGE 7 MARZO 1996 N. 108 ; Il T.A.E.G. - TASSO ANNUO EFFETTIVO GLOBALE : Legge 7 marzo 1996 n. 108 (disposizioni in materia di usura) La Legge 7 marzo 1996 n. 108 stabilisce: il limite oltre il quale gli interessi sono sempre usurari, e a tal proposito dispone 1 che: II Ministro del Tesoro, sentiti la Banca d'italia e l'ufficio Italiano dei Cambi, rileva trimestralmente il tasso effettivo globale medio, comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, riferito ad anno, degli interessi praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari nel corso del trimestre precedente per operazioni della stessa natura. I valori medi derivanti da tale rilevazione, corretti in ragione delle eventuali variazioni del tasso ufficiale di sconto successive al trimestre di riferimento, sono pubblicati senza ritardo nella Gazzetta Ufficiale. 1 Art. 1. Legge 7 marzo 1996 n. 108: L'art. 644 del codice penale è sostituito dal seguente: «Art. 644 ( Usura ). -- Chiunque, fuori dei casi previsti dall'art. 643, si fa dare o promettere, sotto qualsiasi forma, per sé o per altri, in corrispettivo di una prestazione di denaro o di altra utilità, interessi o altri vantaggi usurari, è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da lire sei milioni a lire trenta milioni. Alla stessa pena soggiace chi, fuori del caso di concorso nel delitto previsto dal primo comma, procura a taluno una somma di denaro od altra utilità facendo dare o promettere, a sè o ad altri, per la mediazione, un compenso usurario. La legge stabilisce il limite oltre il quale gli interessi sono sempre usurari. Sono altresì usurari gli interessi, anche se inferiori a tale limite, e gli altri vantaggi o compensi che, avuto riguardo alle concrete modalità del fatto e al tasso medio praticato per operazioni similari, risultano comunque sproporzionati rispetto alla prestazione di denaro o di altra utilità, ovvero all'opera di mediazione, quando chi li ha dati o promessi si trova in condizioni di difficoltà economica o finanziaria. Per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito. 14

15 L art. 2 2 della Legge dispone che il limite oltre il quale gli interessi sono sempre usurai è stabilito nel tasso medio risultante dall'ultima rilevazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà. Tali indicazioni sono contenute nei Decreti emanati dal Ministero del Tesoro ai sensi della Legge 7 marzo 1996 n. 108, recante Disposizioni in materia di usura. Nella tabella che segue viene riportata la rilevazione dei Tassi Effettivi Globali medi ai fini dell applicazione della legge sull usura, pubblicata con Decreto Ministeriale, relativa ai rapporti di apertura di credito in conto corrente (importi superiori a 5.000,00) e per anticipi, sconti commerciali e altri finanziamenti alle imprese effettuati dalle banche (superiori ad 5.000,00): RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI, PER LE APERTURE DI CREDITO IN CONTO CORRENTE oltre L. 10 mln (poi oltre 5.000,00) Periodo di applicazione Tasso medio Tasso Limite (*) 2 trimestre ,19% 19,79% 3 trimestre ,12% 19,68% 4 trimestre ,34% 18,51% 1 trimestre ,43% 18,65% 2 trimestre ,52% 17,28% 3 trimestre ,26% 16,89% 4 trimestre ,07% 16,61% 1 trimestre ,96% 14,94% 2 trimestre ,14% 13,71% 3 trimestre ,90% 13,35% 4 trimestre ,93% 13,40% 1 trimestre ,18% 13,77% 2 trimestre ,53% 14,30% 2 Art. 2. Legge 7 marzo 1996 n. 108: II Ministro del tesoro, sentiti la Banca d'italia e l'ufficio italiano dei cambi, rileva trimestralmente il tasso effettivo globale medio, comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, riferito ad anno, degli interessi praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari iscritti negli elenchi tenuti dall'ufficio italiano dei cambi e dalla Banca d'italia ai sensi degli articoli 106 e 107 del decreto legislativo 1º settembre 1993, n. 385, nel corso del trimestre precedente per operazioni della stessa natura. I valori medi derivanti da tale rilevazione, corretti in ragione delle eventuali variazioni del tasso ufficiale di sconto successive al trimestre di riferimento, sono pubblicati senza ritardo nella Gazzetta Ufficiale. 2. La classificazione delle operazioni per categorie omogenee, tenuto conto della natura, dell'oggetto, dell'importo, della durata, dei rischi e delle garanzie è effettuata annualmente con decreto del Ministro del tesoro, sentiti la Banca d'italia e l'ufficio italiano dei cambi e pubblicata senza ritardo nella Gazzetta Ufficiale. 3. Le banche e gli intermediari finanziari di cui al comma 1 ed ogni altro ente autorizzato alla erogazione del credito sono tenuti ad affiggere nella rispettiva sede, e in ciascuna delle proprie dipendenze aperte al pubblico, in modo facilmente visibile, apposito avviso contenente la classificazione delle operazioni e la rilevazione dei tassi previsti nei commi 1 e Il limite previsto dal terzo comma dell'art. 644 del codice penale, oltre il quale gli interessi sono sempre usurari, è stabilito nel tasso medio risultante dall'ultima rilevazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale ai sensi del comma 1 relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà. 15

16 RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI, PER LE APERTURE DI CREDITO IN CONTO CORRENTE oltre L. 10 mln (poi oltre 5.000,00) Periodo di applicazione Tasso medio Tasso Limite (*) 3 trimestre ,82% 14,73% 4 trimestre ,19% 15,29% 1 trimestre ,42% 15,63% 2 trimestre ,38% 15,57% 3 trimestre ,15% 15,23% 4 trimestre ,00% 15,00% 1 trimestre ,42% 14,13% 2 trimestre ,70% 14,55% 3 trimestre ,78% 14,67% 4 trimestre ,80% 14,70% 1 trimestre ,73% 14,60% 2 trimestre ,37% 14,06% 3 trimestre ,46% 14,19% 4 trimestre ,26% 13,89% 1 trimestre ,50% 14,25% 2 trimestre ,42% 14,13% 3 trimestre ,47% 14,21% 4 trimestre ,44% 14,16% 1 trimestre ,51% 14,27% (*) Il limite previsto all art. 2 della Legge n. 108/96, oltre il quale gli interessi sono considerati sempre usurai. Il T.A.E.G. - Tasso Effettivo Globale Per T.A.E.G. - Tasso Annuo Effettivo Globale - si intende la determinazione, espressa in percentuale annua, del costo effettivo globale che il cliente sostiene per l'utilizzo di una somma di denaro concessagli dalla banca. Indica, cioè, il costo complessivo di un credito e/o di un finanziamento. Il corretto calcolo del costo effettivo del denaro erogato da una banca al cliente segue i seguenti criteri: la formula matematica di calcolo dell interesse, comprensivo delle spese e della commissione massimo scoperto; le modalità di calcolo regolamentate dalle Istruzioni della Banca d Italia per la rilevazione del tasso effettivo globale medio ai sensi della legge n. 108/

17 Il T.A.E.G. comprensivo di spese e C.M.S. Il Testo Unico Bancario, D. Lgs 385/1993, all art. 122, indica il TASSO ANNUO EFFETTIVO GLOBALE che risulta dal: costo totale del credito a carico del consumatore espresso in percentuale annua del credito concesso. Il TAEG comprende gli interessi e tutti gli oneri da sostenere per utilizzare il credito, disponendo che: Il CICR stabilisce le modalità di calcolo del TAEG, individuando in particolare gli elementi da computare e la formula di calcolo. In attesa di una delibera del CICR di precisazione nel dettaglio delle norme di attuazione del titolo VI del Testo Unico Bancario, le modalità di calcolo del TAEG continuano ad essere regolamentate dal Decreto Ministeriale 8 luglio 1992, che, all art. 2 indica quali voci siano incluse e quali siano escluse dal calcolo dello stesso TAEG 3. Il Decreto citato disciplina, però, le operazioni di credito al consumo, riportando la formula per il calcolo del TAEG che, tuttavia, non è applicabile ad un finanziamento effettuato nella forma di apertura di credito in conto corrente. Lo stesso decreto, specifica, infatti che: Il calcolo del TAEG non è richiesto per le operazioni di credito al consumo effettuate nella forma dell apertura di credito in conto corrente ad utilizzo rotativo. Pertanto, per calcolare il Tasso Effettivo Globale di una apertura di credito in conto corrente si può far riferimento alla formula matematica di determinazione del tasso di interesse, dove: I = interesse C = Capitale i = tasso di interesse; N = i cd: numeri (che si ottengono, nel riassunto scalare di un estratto conto, moltiplicando i saldi per valuta per i rispettivi giorni); t= tempo (nel nostro caso pari ad un anno = 365 giorni) I = C x i x gg = (C x gg) x i Voci incluse Oltre al rimborso del capitale e a quello degli interessi pattuiti, nel TAEG sono incluse: Le spese di istruttoria e apertura della pratica di credito; Le spese di riscossione dei rimborsi e di incasso delle rate, se stabilite dal creditore (es. le spese per il pagamento a mezzo RID); Le spese per l'assicurazione o le garanzie, imposte dal creditore*, intese ad assicurargli il rimborso totale o parziale del credito in caso di morte, invalidità, infermità o disoccupazione del consumatore; Il costo dell'attività di mediazione svolta da un terzo, se necessaria all ottenimento del credito; Le altre somme (eventualmente) contemplate dal contratto Voci escluse Sono invece escluse altre voci, quali ad es.: Le somme che il consumatore deve pagare per l inadempimento di un qualsiasi obbligo contrattuale, inclusi gli interessi di mora; le spese, diverse dal prezzo di acquisto, a carico del consumatore indipendentemente dal fatto che si tratta di un acquisto in contanti o a credito... 17

18 I i = (C x gg) Poiché N = (C x gg)/ 100 I i = N x Per procedere alla determinazione del TAEG, come precedentemente indicato, occorre considerare, oltre gli interessi passivi addebitati periodicamente dalla Banca, anche gli ulteriori costi a carico del cliente per usufruire dell apertura di credito in conto corrente, comprensivi delle: commissioni, delle remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse 4. Il T.A.E.G. secondo le istruzioni della Banca d Italia Le modalità di calcolo del TAEG, regolamentate dalle: Istruzioni della Banca d Italia per la rilevazione del Tasso Effettivo Globale medio ai sensi della legge sull'usura, per l apertura di credito in conto corrente 5 fanno riferimento alla seguente formula: dove: TAEG = Interessi x Numeri Debitori + Oneri x 100 Accordato - Interessi: sono dati dalle competenze di pertinenza del trimestre di riferimento, ivi incluse quelle derivanti da maggiorazioni di tasso applicate in occasione di sconfinamenti rispetto al fido accordato, in funzione del tasso di interesse annuo applicato. - Accordato:. si intende il limite massimo del credito concesso dall'intermediario segnalante sulla base di una decisione assunta nel rispetto delle procedure interne, direttamente utilizzabile dal cliente in quanto riveniente da un contratto perfezionato e pienamente efficace (cd. accordato operativo). Esso deve trarre origine da una richiesta del cliente ovvero dall'adesione del medesimo a una proposta dell'intermediario. Il fido accordato da prendere in considerazione è quello al termine del periodo di riferimento. 4 Vedi Legge 7 marzo 1996 n Cat. 1. Apertura di credito in c/c: Rientrano in tale categoria di rilevazione le operazioni regolate in conto corrente in base alle quali l'intermediario, ai sensi dell'art e seguenti del codice civile, si obbliga a tenere a disposizione del cliente una somma di denaro per un dato periodo di tempo ovvero a tempo indeterminato e il cliente ha facolta' di ripristinare le disponibilita'. Vanno inseriti in tale categoria anche i passaggi a debito di conti non affidati nonche' gli sconfinamenti sui conti correnti affidati rispetto al fido accordato. 18

19 - Oneri: commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all'erogazione del credito. - In particolare, sono inclusi: - le spese di istruttoria e di revisione del finanziamento; - le spese di chiusura della pratica; le spese di chiusura o di liquidazione addebitate con cadenza periodica, in quanto diverse da quelle per tenuta conto, rientrano tra quelle incluse nel calcolo del tasso; -.sono esclusi: - a) le imposte e tasse; - nel caso di apertura di conti correnti gli addebiti per tenuta conto. - la commissione di massimo scoperto non entra nel calcolo del TEG. NOTA di COMMENTO E importante sottolineare che in assenza di una chiara enunciazione del criterio da adottare per calcolare il T.A.E.G. in particolare sulla necessità di considerare o meno la Commissione di Massimo Scoperto, nonché di un univoco orientamento giurisprudenziale, il C.T.U. è costretto ad evidenziare due ipotesi la prima comparando il risultato del T.A.E.G. con l aggiunta della C.M.S. commissioni, delle remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spes, escluse quelle per imposte e tasse 6 e come seconda ipotesi il calcolo richiamato dalle Istruzioni della Banca d Italia ( con esclusione della C.M.S. e delle spese relative alle operazioni con il riconoscimento delle Rimborso delle Spese per tenuta conto e delle operazioni). Sarebbe auspicabile che il Giudice Istruttore indicasse al C.T.U. quale criterio adottare ed in modo particolare se si devono considerare nella voce ONERI tutte le Spese Rimborsate a qualsiasi titolo e la commissione di massimo scoperto. C ON OSSERVANZA Roma lì 16 giugno 2009 Il RELATORE prof. dott. Lino TURATTI Convegno sull Anatocismo.doc 6 Vedi Legge 7 marzo 1996 n

Anatocismo e Commissione di Massimo Scoperto: profili applicativi e contabili

Anatocismo e Commissione di Massimo Scoperto: profili applicativi e contabili LIBERA UNIVERSITA SAN PIO V V.le Cristoforo Colombo, 200-00145 ROMA Anatocismo e Commissione di Massimo Scoperto: profili applicativi e contabili Prof. Dott. Lino TURATTI Docente di Ragioneria e Tecnica

Dettagli

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e 1. Introduzione Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e contabile del rapporto di conto corrente, dedichiamo il presente al tema della pattuizione del tasso

Dettagli

IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE

IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE CONTENUTO DEL CONTRATTO DI CONTO CORRENTE L'art. 117 del Testo Unico Bancario (T.U.B.), impone la forma scritta del contratto di conto corrente Inoltre ai commi

Dettagli

IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE.

IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE. IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE. Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) viene impiegato come tasso di riferimento per le operazioni di credito al consumo, mentre il TEG (Tasso Effettivo Globale)

Dettagli

Il ruolo del CTU nelle cause per Anatocismo bancario sui conti correnti.

Il ruolo del CTU nelle cause per Anatocismo bancario sui conti correnti. Il ruolo del CTU nelle cause per Anatocismo bancario sui conti correnti. Relatore: Dott. Luca Burani Roma, 24 Giugno 2009 1 Temi di discussione Individuazione somme non dovute Ricalcolo estratto conto

Dettagli

FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE

FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE Il contenzioso bancario alla luce delle recenti novità normative e della sentenza della Corte Costituzionale n. 78/2012 Il quesito per il C.T.U. RELATORE:

Dettagli

L ANATOCISMO. (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

L ANATOCISMO. (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili L ANATOCISMO (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Materia: tecnica professionale Mercoledì 02/03/2016 Docente: Dott.ssa Simona

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI

GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI 1 GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI Per l illustrazione delle opzioni di ricalcolo ex Cass. SU 24418/10 si veda l apposita guida Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti

Dettagli

QUESITI IN TEMA BANCARIO

QUESITI IN TEMA BANCARIO QUESITI IN TEMA BANCARIO SEZIONE CIVILE - TRIBUNALE DI LIVORNO VERSIONE DEL 21.12.2014 1) COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO. Se il rapporto è costituito ANTE 29.01.2009 12. Se il rapporto è costituito POST

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 21 dicembre 2015. Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull usura. Periodo di rilevazione

Dettagli

IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1

IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1 IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1 di LUCIANO M. QUATTROCCHIO - BIANCA M. OMEGNA Il Consulente Tecnico d Ufficio, acquisita la documentazione presente agli atti del giudizio e soltanto con

Dettagli

Anatocismo e Usura Bancaria. Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom

Anatocismo e Usura Bancaria. Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom Anatocismo e Usura Bancaria Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom 1 ANATOCISMO USURA RILEVAZIONI CONTABILI ERRATE COSTI OCCULTI INDETERMINATEZZA DELLE CONDIZIONI CONTI CORRENTI MUTUI LEASING DERIVATI

Dettagli

1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5 4. RISULTATI DEI CONTEGGI SUI C/C...

1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5 4. RISULTATI DEI CONTEGGI SUI C/C... Relazione finale 26 ottobre 2010 Cliente: Pippo S.r.l. Istituto bancario: Banca S.p.A. C/C n.4177739 2 SOMMARIO 1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5

Dettagli

L attività del consulente tecnico

L attività del consulente tecnico II Giornata Il contenzioso con le banche: rilievi pratici e giurisprudenziali L attività del consulente tecnico 1) Il ruolo del consulente tecnico: differenza tra CTP e CTU del Tribunale. 2) CTP: stretta

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze

Ministero dell'economia e delle Finanze Ministero dell'economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno de Carolis Presidente Avv. Alessandro Leproux Prof. Avv. Andrea Gemma Prof. Avv. Gustavo Olivieri Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze

Ministero dell'economia e delle Finanze Ministero dell'economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base

Dettagli

Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge. sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014.

Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge. sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014. MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 26 marzo 2015 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014. Applicazione

Dettagli

APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI

APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI , Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI Sezione I - Informazioni

Dettagli

Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2005.

Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2005. Legge antiusura: tassi usurari per il periodo ottobre-dicembre 2005 Decreto Ministero Economia 21.09.2005 Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino

Dettagli

Contenzioso in materia di credito bancario: aspetti probatori (CTU, ordine di esibizione e prova testimoniale) e tecnico-contabili.

Contenzioso in materia di credito bancario: aspetti probatori (CTU, ordine di esibizione e prova testimoniale) e tecnico-contabili. Contenzioso in materia di credito bancario: aspetti probatori (CTU, ordine di esibizione e prova testimoniale) e tecnico-contabili. Relatore: Dott. Alfredo Montefusco Commercialista in Benevento alfredomontefusco@virgilio.it

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 25 giugno 2014 Pubblicazione dei tassi effettivi globali medi ai sensi della legge sull'usura (legge 7 marzo 1996 n. 108). Periodi di rilevazione 1º gennaio

Dettagli

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo.

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo. FOGLIO INFORMATIVO relativo a: ANTICIPO SU FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA SVILUPPO ECONOMICO S.p.A. Viale Venti Settembre 56-95128 - Catania n. telefono e fax: 095 7194311 fax 095 7194350 email:

Dettagli

USURA BANCARIA: COME SI DETERMINA IL REALE TASSO APPLICATO DALLA BANCA NEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE (c.d. TAEG o Tasso Annuo Effettivo)

USURA BANCARIA: COME SI DETERMINA IL REALE TASSO APPLICATO DALLA BANCA NEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE (c.d. TAEG o Tasso Annuo Effettivo) USURA BANCARIA: COME SI DETERMINA IL REALE TASSO APPLICATO DALLA BANCA NEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE (c.d. TAEG o Tasso Annuo Effettivo) Se vuoi acquistare questo interessantissimo ebook clicca qui SCHEDA

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO DECRETO 19 settembre 2003 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo ottobre/dicembre 2003. Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4a Apertura di credito in conto corrente

FOGLIO INFORMATIVO. 4a Apertura di credito in conto corrente Pagina 1/5 FOGLIO INFORMATIVO 4a Apertura di credito in conto corrente Il presente foglio informativo è relativo alle operazioni non rientranti nella fattispecie prevista dal D. Lgs. 141/2010 INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese

FOGLIO INFORMATIVO. 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese Pagina 1/5 FOGLIO INFORMATIVO 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. DECRETO 24 giugno 2009

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. DECRETO 24 giugno 2009 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 24 giugno 2009 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo rilevazione: 1 gennaio-31 marzo 2009. Applicazione dal 1 luglio fino al 30 settembre

Dettagli

IL CAPO DELLA DIREZIONE V

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DECRETO 20 Dicembre 2007: Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo rilevazione: 1 luglio - 30 settembre 2007. Applicazione dal 1 gennaio fino al 31 marzo 2008 (legge 7 marzo 1996, n. 108).

Dettagli

Contenzioso Bancario

Contenzioso Bancario Contenzioso Bancario Convegno GAM 26 novembre 2014 Dott.ssa Barbara Cardia studiobarbaracardia@gmail.com Corso Stati Uniti 53, Torino Anatocismo nei rapporti bancari Anatocismo: produzione di interessi

Dettagli

AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI

AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet:: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano (SA) - Via

Dettagli

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base al quale il Ministro del Tesoro, sentiti

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. Allegato A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet:: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014

Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014 SOMMARIO Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014 Decreto Ministero Economia e Finanze 24 dicembre 2014 - Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull'usura.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa Piazza IV Novembre, 11-26862 GUARDAMIGLIO

Dettagli

Art. 2. IL CAPO DELLA DIREZIONE V

Art. 2. IL CAPO DELLA DIREZIONE V DECRETO 29 settembre 2014. Art. 2. Classificazione delle operazioni creditizie per categorie omogenee ai fini della rilevazione dei tassi effettivi globali medi praticati dalle banche e dagli intermediari

Dettagli

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Indirizzo telematico: info@bancadelsud.com Codice ABI: 03353

Dettagli

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione legale: - Sede legale e Amministrativa: Via Provinciale Lucchese, 125/b Tel.: 0573/91391 Fax: 0573/572442 Sito Internet: www.vibanca.it - E-mail: info@vibanca.it

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SAN MICHELE DI CALTANISSETTA E PIETRAPERZIA

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SAN MICHELE DI CALTANISSETTA E PIETRAPERZIA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SAN MICHELE DI CALTANISSETTA E PIETRAPERZIA FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO ALLE OPERAZIONI DI ANTICIPO SU CREDITI CON CONVENZIONE CONSORZIO UNIFIDI IMPRESE SICILIA INFORMAZIONI

Dettagli

ANTICIPAZIONI BANCARIE

ANTICIPAZIONI BANCARIE Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. ANTICIPAZIONI BANCARIE Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale di Trento - Banca di Credito

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI TARSIA (CS) SOC. COOP. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS) - Via Olivella,

Dettagli

LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI

LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI Ambito di applicazione Il decreto si applica alle seguenti operazioni: Aperture di credito regolate in conto corrente, in base alle quali il

Dettagli

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E ) INTESTARIO CONTO...XXX BANCA...YYY NUMERO C.C...123456 TIPOLOGIA CONTO...ORDINARIO DATA APERTURA CONTO/PRIMO ESTRATTO DISPONIBILE...01/01/2004 DATA CHI/ULTIMO ESTRATTO

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. ALLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

Dr. Giovanni Battista Frescura *

Dr. Giovanni Battista Frescura * Dr. Giovanni Battista Frescura * Centro servizi peritali (immobili e contratti bancari) Valdagno (VI) Via Bellini 6,Tel/fax 0445.412545, Email csvaldagno@assimai.it P.iva 022225740246 - N. rea 216490 Illustrazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 03.014 PREFINANZIAMENTO SU MUTUO CONCESSO DALLA BANCA Aggiornato al 01/04/2016

FOGLIO INFORMATIVO 03.014 PREFINANZIAMENTO SU MUTUO CONCESSO DALLA BANCA Aggiornato al 01/04/2016 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX Settembre 2, 33170 Pordenone Iscritta all Albo delle Banche al n. 5391 - Società soggetta all attività di direzione e coordinamento

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. A LLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

Foglio informativo relativo alle SCONTO COMMERCIALE Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

Foglio informativo relativo alle SCONTO COMMERCIALE Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari INFORMAZIONI SULLA BANCA CrediUmbria Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Via Stradone n. 49 Moiano Città della Pieve (Perugia) Contatti: Tel.: 0578-2951 Fax: 0578-295350 E-mail: info@crediumbria.it

Dettagli

Relazione finale. 7 ottobre 2014. Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0. Banca Delta S.p.A.

Relazione finale. 7 ottobre 2014. Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0. Banca Delta S.p.A. Relazione finale 7 ottobre 2014 Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0 Banca Delta S.p.A. Corso Moncalieri, 55 10131 Torino Tel 0110673142 Fax 0110673143 www.tuteladelrisparmio.it info@tuteladelrisparmio.it

Dettagli

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 29 marzo 2011 (GU n. 73 del 30-3-2011 ) Rilevazione dei tassi effettivi globali medi per il periodo: 1 ottobre-31 dicembre 2010. Applicazione dal 1 aprile

Dettagli

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli

DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V

DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V VISTA la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA)

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA) FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER NON CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER NON CONSUMATORI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO Questo conto é particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire,

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua)

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI,

Dettagli

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE Banca di Credito Cooperativo Pordenonese

Dettagli

Decreta: Roma, 22 settembre 2015

Decreta: Roma, 22 settembre 2015 nale, nonché al capitolo 2216 (unità di voto parlamentare 26.1) dello stato di previsione per l anno finanziario 2017 per l importo pari alla somma delle differenze positive fra l ammontare nominale e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO, relativo al BANCA DEL CATANZARESE CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA

FOGLIO INFORMATIVO, relativo al BANCA DEL CATANZARESE CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA FOGLIO INFORMATIVO, relativo al APERTURA CREDITO IN CONTO CORRENTE BCC WEB INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DEL CATANZARESE CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Sede legale ed amministrativa: via San

Dettagli

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Prot: DT 50651-25/06/2014 ~~Aod~ Cjf~(3~ 3r~ DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l'articolo 2, comma l,

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. ALLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. A LLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

LA VERIFICA DELL USURA

LA VERIFICA DELL USURA 1 LA VERIFICA DELL USURA Come verificare il rispetto della l. 108/96 in tema di usura bancaria Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega

Dettagli

Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta. www.ifa-nordest.it

Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta. www.ifa-nordest.it Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta www.ifa-nordest.it Anatocismo Interessi ultralegali Commissioni di massimo scoperto Usura bancaria Di cosa si tratta? Anatocismo: Costituisce il criterio di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro)

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro) FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia

Dettagli

Recovery Money v. PRO

Recovery Money v. PRO Recovery Money v. PRO Il software professionale Recovery Money consente la ricostruzione totale dell estratto conto bancario attraverso l inserimento di tutti i movimenti del rapporto di conto corrente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA: DENOMINAZIONE e FORMA GIURIDICA Banca delle Marche S.p.A., in Amministrazione Straordinaria SEDE LEGALE SEDE AMMINISTRATIVA Via Menicucci,

Dettagli

fino a 5.000,00 11,61 18,5125 oltre 5.000,00 10,20 16,7500 oltre 5.000,00 11,69 18,6125 fino a 25.000,00 7,95 13,9375 oltre 25.000,00 7,48 13,3500

fino a 5.000,00 11,61 18,5125 oltre 5.000,00 10,20 16,7500 oltre 5.000,00 11,69 18,6125 fino a 25.000,00 7,95 13,9375 oltre 25.000,00 7,48 13,3500 RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa Sede Legale: 20841 Carate Brianza (MB) - Via Cusani, 6 Tel. 0362 9401 - Fax 0362 903634 Cod. Fiscale 01309550158

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè Anatocismo Interessi ultralegali Commissione di massimo scoperto ARGOMENTI Usura bancaria Costituisce il criterio di calcolo degli interessi applicato dalle

Dettagli

RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA. Nota metodologica

RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA. Nota metodologica RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA Nota metodologica La legge 7 marzo 1996, n. 108, volta a contrastare il fenomeno dell usura, prevede che siano resi

Dettagli

Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario

Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario intervento a cura del Rag. Alberto Leggi INTRODUZIONE Da qualche tempo cercavo sulla rete qualche sito che fosse di ausilio ai consulenti

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 6 FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Prodotto riservato ai Clienti diversi dai Consumatori ed ai Clienti Consumatori qualora richiedano un affidamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 60/002 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI IMPRENDITORI PER INIZIO NUOVA ATTIVITA - - SOCI -

FOGLIO INFORMATIVO N. 60/002 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI IMPRENDITORI PER INIZIO NUOVA ATTIVITA - - SOCI - INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. avv. Vincenzo Meli Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo.

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo. FOGLIO INFORMATIVO relativo a: ANTICIPO SU FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI SAVIGLIANO S.p.A. PIAZZA DEL POPOLO N.15-12038 - SAVIGLIANO (CN) n. telefono e fax: 0172.2031/0172.203203

Dettagli

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) INTESTARIO CONTO...XXX BANCA...YYY NUMERO C.C...123456 TIPOLOGIA CONTO...ORDINARIO DATA APERTURA CONTO/PRIMO ESTRATTO DISPONIBILE...01/01/2004 DATA CHIUSURA/ULTIMO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO relativo al APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO relativo al APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA EMILVENETA SPA Viale Reiter 34-41121 - MODENA (MO) Tel. : 059/235785 - Fax: 059/4900498

Dettagli

ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE

ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI TARSIA (CS) SOC. COOP. Sede legale e amministrativa: Tarsia

Dettagli

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA L AVVISO RIGUARDA LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS.385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO T.U.B.) E DALLE ISTRUZIONI

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA GBM BANCA SpA Sede Legale e Amministrativa: via Abate Gimma n. 136 70122 Bari (BA). Capitale sociale al 31.12.2010: 28.579.000,00 Iscritta al Registro delle Imprese al n. P.I.

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Avv. Massimiliano Silvetti Prof. Avv. Diego Corapi Prof. Avv Marco Marinaro Membro designato dalla Banca

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa Sede Legale: 20841 Carate Brianza (MB) - Via Cusani, 6 Tel. 0362 9401 - Fax 0362 903634 Cod. Fiscale 01309550158

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

PARTE OFFESA: SIG. XXXXXXXXXXXX/SIG.RA XXXXXXXXXXXX ECC.MA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO

PARTE OFFESA: SIG. XXXXXXXXXXXX/SIG.RA XXXXXXXXXXXX ECC.MA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO Oggetto: ANALISI TECNICA DI PARTE PROCEDIMENTO N. xxxxxx R.G.N.R. Ill.ma D.ssa xxxxxxx CONTRO IGNOTI PROCEDIMENTO N. xxxxxx R.G.N.R. ILL.MO G.I.P. NEI CONFRONTI DI xxxxxxxxxx PARTE OFFESA: SIG. XXXXXXXXXXXX/SIG.RA

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Conversano società cooperativa Via Mazzini, 52-70014 Conversano (BA) Tel.: 0804093111 - Fax: 0804952233 Email: direzione@bccconversanoweb.it Sito

Dettagli

APERTURA DI CREDITO FINALIZZATA TRANSATO POS / CONTO POS

APERTURA DI CREDITO FINALIZZATA TRANSATO POS / CONTO POS FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI APERTURA DI CREDITO FINALIZZATA TRANSATO POS / CONTO POS INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Banca di Credito Cooperativo di Valledolmo Società Cooperativa per azioni Via Vittorio Emanuele III, 34

Dettagli

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) OLIVIERI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) OLIVIERI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) MARZIALE (RM) DE CAROLIS (RM) LEPROUX Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) OLIVIERI Membro designato da

Dettagli

AFFIDAMENTO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE FIDIMPRESA LAZIO

AFFIDAMENTO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE FIDIMPRESA LAZIO scheda prodotto AFFIDAMENTO IN C/C FIDIMPRESA LAZIO rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE FIDIMPRESA LAZIO 1. Identità e contatti del finanziatore Finanziatore

Dettagli