PROVINCIA DI PISTOIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI PISTOIA"

Transcript

1 Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza nei luoghi di lavoro BANDO PROVINCIALE 2014 Formazione a domanda individuale Carta ILA Individual Learning Account FONDO SOCIALE EUROPEO AVVISO PROVINCIALE P.O.R. OB. 2 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE ASSE II OCCUPABILITÀ Pubblicato il 13/06/2014 Indice Premessa... 2 Art.1 - Finalità generali... 3 Art.2 - Date per la presentazione delle domande... 3 Art.3 Soggetti ammessi... 3 Art.4 Attività finanziabili e tipologie di soggetti erogatori ammissibili... 3 Art.5 - Spese ammissibili... 5 Art.6 - Finanziamento, caratteristiche e durata della Carta ILA... 6 Art.7 - Risorse disponibili... 6 Art.8 - Modalità di presentazione della domanda, ammissibilità, valutazione del progetto ed assegnazione Ammissibilità della domanda Valutazione del progetto formativo Assegnazione... 8 Art.9 Monitoraggio e modalità di rendicontazione delle spese Attivazione della Carta ILA Ricariche e monitoraggio Rendicontazione e saldo finale... 9 Art.10 - Rinuncia e revoca dei finanziamenti... 9 Art.11 - Tutela privacy... 9 Art.12 - Certificazione degli esiti... 9 Art.13 - Responsabile del procedimento... 9 Art.14 - Informazioni sull avviso... 9 Allegati /9

2 Premessa La Provincia di Pistoia adotta il presente avviso in coerenza ed attuazione: del Regolamento (CE) n del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 e successive modifiche e integrazioni; del Regolamento (CE) n del Consiglio dell 11 luglio 2006, recante le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999 e successive modifiche e integrazioni; del Regolamento (CE) n della Commissione dell 8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/06 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e successive modifiche e integrazioni; della deliberazione del C.I.P.E. n. 36 del 15 giugno 2007 (pubblicata sulla GU n. 241 del 16/10/2007) concernente Definizione dei criteri di cofinanziamento nazionale degli interventi socio strutturali comunitari per il periodo di programmazione 2007/2013 ; della Decisione comunitaria di approvazione del Quadro Strategico Nazionale n. C(2007)3329 del 13 luglio 2007; del Programma Operativo Obiettivo Competitività regionale e occupazione della Regione Toscana approvato con Decisione della Commissione C(2007)5475 del 7 novembre 2007, modificata con Decisione C(2011)9103 del 7 dicembre 2011; della DGR 832 del 20/11/2007, che prende atto dell approvazione del Programma Operativo Ob. 2 Competitività regionale e occupazione della Regione Toscana da parte della Commissione con Decisione COM(2007)5475; della Legge Regionale n. 32/2002 "Testo unico in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro e successive modifiche e integrazioni; del Provvedimento Attuativo di Dettaglio del Programma Operativo Obiettivo Competitività regionale e occupazione FSE Regione Toscana, approvato con DD 5931 del 27 dicembre 2011; del Regolamento di esecuzione della LR 32/2002 approvato con DGR n. 787 del 4/08/2003 ed emanato con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 47/R del 8/08/2003 e successive modifiche e integrazioni; del Piano di Indirizzo Generale Integrato (PIGI) in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro approvato con Deliberazione del Consiglio regionale n. 32 del 17/04/2012; della DGR 968/07 (come integrata dalla DGR 910/09), che approva la direttiva regionale in materia di accreditamento; della DGR 1179/2011 che approva le procedure di gestione degli interventi formativi oggetto di sovvenzioni a valere sul POR FSE ; della DGR 532/09, che approva il disciplinare per l attuazione del sistema regionale delle competenze previsto dal Regolamento di esecuzione della LR 32/2002 e successive modifiche e integrazioni; del Patto per l Occupazione femminile siglato in data 28 luglio 2010 tra la Regione Toscana, le Province, i Circondari, le Parti Sociali, la Consigliera Regionale di Parità, la Commissione Regionale Pari Opportunità; Della DCP n. 16 del 13 febbraio 2012 avente ad oggetto Approvazione del Programma Integrato delle Politiche del Lavoro, della Formazione Professionale e dell'istruzione per il triennio ; Della DGP n. 33 del 8 marzo 2012 avente ad oggetto approvazione della seconda tranche di azioni del programma integrato delle politiche del lavoro, della formazione professionale e dell'istruzione per il triennio approvato con DCP 16/2012. Della DGP n. 140 del 05/10/2012 avente ad oggetto DGP 33/ Seconda tranche di azioni del Programma Integrato delle Politiche del Lavoro, della Formazione Professionale e dell'istruzione per il triennio approvato con DCP 16/2012 Voucher di conciliazione e Formazione a richiesta individuale: Individual Learning Account Parziale modifica e integrazioni 2/9

3 la Deliberazione di Giunta Provinciale n. 92 del 08/05/2014 avente ad oggetto Riduzione di azioni a valere sul POR FSE per l ultima parte del periodo di programmazione ed attuazione della formazione pubblica nell apprendistato della Determinazione n. 654 del 11/06/2014 che ha approvato il presente Avviso. Art.1 - Finalità generali Il presente avviso finanzia (sull Asse II - Occupabilità - obiettivo specifico e Azione 5) percorsi formativi finalizzati alla prevenzione dei fenomeni di disoccupazione giovanile e di lunga durata. La formazione a domanda individuale da parte di persone disoccupate/inoccupate si configura come attribuzione di una dote formativa da utilizzare come strumento per usufruire di attività formative avvalendosi del supporto di orientamento degli operatori specializzati dei Centri per l Impiego. La Carta ILA (Individual Learning Account) è una carta di credito prepagata che ha come finalità il sostegno a persone disoccupate, residenti o domiciliate in Provincia di Pistoia, mediante assegnazione di un finanziamento per sostenere la spesa di un percorso formativo personalizzato e articolato coerente con le proprie aspettative di crescita professionale. Il finanziamento ha un importo variabile a seconda della durata della formazione prevista dal progetto e non può in ogni caso superare l importo complessivo di 2.500,00. I destinatari di tali interventi sono persone disoccupate maggiori di 18 anni oppure beneficiarie di trattamenti di Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore, Cassa integrazione in Deroga o iscritte nelle liste di mobilità ex Legge 236/93 o ex legge 223/91, inclusa cosiddetta mobilità in deroga per i quali sono assegnate specifiche risorse. Art.2 - Data per la presentazione delle domande Le domande di adesione devono pervenire dalla data di pubblicazione del presente avviso (13/06/2014) ed entro il 14/07/2014 secondo le modalità descritte all Art. 8. Art.3 Soggetti ammessi Possono presentare domanda di adesione le persone in possesso di tutti i requisiti di seguito indicati: 1. maggiorenni; 2. residenti o domiciliate in provincia di Pistoia; 3. disoccupate e iscritte ai servizi per l impiego della Provincia di Pistoia ai sensi del D.lgs. 181/00 e successive modifiche e integrazioni oppure beneficiarie di trattamenti di Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore, Cassa integrazione in Deroga o iscritte nelle liste di mobilità ex Legge 236/93 o ex legge 223/91, inclusa cosiddetta mobilità in deroga ; 4. se extracomunitarie, siano in possesso di regolare documento di soggiorno in corso di validità; 5. che, se beneficiari di una precedente carta ILA, questa sia già stata portata a termine (la Carta ILA viene conclusa con la dichiarazione di fine progetto e la contestuale consegna di tutta la documentazione richiesta ai fini della corretta rendicontazione degli importi ricevuti); 6. che non abbiano omesso di restituire somme per carte ILA precedentemente assegnate. I requisiti sopra indicati devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda, ad eccezione del requisito del domicilio in provincia di Pistoia (punto 2), il quale, al fine di evitare improprie iscrizioni presso i Servizi per l Impiego della Provincia di Pistoia da parte di soggetti residenti altrove, deve obbligatoriamente essere posseduto alla data di pubblicazione del presente Avviso (13/06/2014). Art.4 Tipologie di attività finanziabili e soggetti erogatori ammissibili Il presente articolo detta disposizioni sulle tipologie delle attività finanziabili e sui soggetti erogatori ammissibili: 3/9

4 Tipologia A: Corsi di formazione obbligatoria (cosiddetti dovuti per legge ) riconosciuti ai sensi dell Avviso Regionale di cui al Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n. 443 del 10/02/2012. Tali corsi sono consultabili sul sito della Provincia al seguente indirizzo: oppure nell apposita sezione all interno dei siti delle altre province toscane. Soggetti erogatori ammissibili: Agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana ai sensi della DGR 968/2007 e successive modifiche ed integrazioni. Tipologia B: Corsi di formazione erogati dai soggetti erogatori ammissibili di cui ai punti 1, 2 e 3 della seguente sezione Soggetti erogatori ammissibili. Per quanto riguarda le agenzie educative di cui al punto 4, sono finanziabili le sole attività presenti nel catalogo EDA (Educazione Degli Adulti) che risulteranno chiaramente riconducibili ai propri obiettivi professionali (il catalogo EDA può essere consultato online al seguente indirizzo oppure consultato in cartaceo presso i Centri per l impiego). Soggetti erogatori ammissibili: Le Carte ILA possono essere spese per attività formative erogate dai seguenti soggetti: 1. Agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana ai sensi della DGR 968/2007 e successive modifiche ed integrazioni. 2. Agenzie formative localizzate fuori regione in possesso di certificazione/accreditamento di qualità secondo norme/sistemi riconosciuti a livello europeo (vale a dire ISO, EFQM, ASFOR con esclusione di qualsiasi altro); 3. Agenzie Formative accreditate per le attività di formazione dalla Regione di appartenenza o aventi accreditamenti nazionali riconosciuti (es. MIUR). 4. Agenzie educative presenti nella long list EDA (Educazione Degli Adulti) Pistoia: per le sole attività in catalogo. Tipologia C: Corsi di formazione finalizzati al conseguimento delle seguenti patenti di guida: C, D, C+E, D+E, KA, KB, CQC Merci, CQC Persone, CFP ADR e relativi rinnovi ove previsti dalla normativa vigente. Corsi di formazione finalizzati al conseguimento delle seguenti patenti nautiche previste dalla normativa vigente: a) per navi da diporto; b) per unità da diporto aventi una lunghezza fino a 24 metri, a vela ed a motore senza alcun limite dalla costa; c) per unità da diporto aventi una lunghezza fino a 24 metri a motore senza alcun limite dalla costa; d) per unità da diporto aventi una lunghezza fino a 24 metri a vela ed a motore entro dodici miglia dalla costa; e) per unità da diporto aventi una lunghezza fino a 24 metri a motore entro dodici miglia dalla costa. Soggetti erogatori ammissibili: Tali corsi devono essere erogati da autoscuole e scuole nautiche autorizzate con sede in Toscana. Per questa tipologia di attività occorre (in deroga all art. 9 dell avviso), in fase di presentazione del progetto formativo di cui all art.8, includere copia del preventivo rilasciato dalla scuola riportante il costo complessivo. Non sussiste inoltre l obbligo da parte degli allievi di tenere il registro presenze durante la frequenza di tale tipologia di attività. La condizione necessaria per l ottenimento del finanziamento è il conseguimento della patente entro il 31/07/2015. Si precisa che le spese per l esame delle patenti saranno rimborsabili una sola volta, in caso di ripetizione dell esame le spese saranno a carico del richiedente 4/9

5 Le domande possono essere presentate anche per più attività rientranti tra le tipologie sopra descritte con l unico vincolo rappresentato dall importo del finanziamento richiesto che non può superare il massimale di 2.500,00. Sono espressamente esclusi: - corsi di laurea di qualsiasi livello; - post-laurea (master, dottorati e specializzazioni che richiedano come requisito di ingresso un titolo di laurea; - percorsi scolastici, corsi per il diritto/dovere e i corsi finalizzati al recupero di anni scolastici; - corsi OSS svolti presso altre Regioni italiane o qualsiasi tipo di corso di preparazione al relativo esame di abilitazione (ad esclusione di quelli svolti presso le ASL della Regione Toscana Art.5 - Spese ammissibili Le spese ammissibili sono riconducibili alle seguenti categorie, purché coerenti con il progetto formativo individuale e necessarie per il conseguimento degli obiettivi formativi previsti: 1) Costi diretti per la formazione. Sono coerenti tutti i costi sostenuti per attività che rispondano agli obiettivi e alle aree tematiche individuate nel progetto formativo (ad esempio per i costi di iscrizione) e la cui entità sia documentata con giustificativo di spesa (fattura e/o documentazione fiscale) regolarmente quietanzato; 2) Costi diretti per materiale didattico. Sono ammissibili le spese di acquisto per libri e dispense, materiale individuale (penne, quaderni e cancelleria in genere), indumenti protettivi, materiali per la FAD, licenze d uso per software, nella misura in cui siano direttamente riconducibili all obiettivo formativo, o siano previste nel progetto formativo. Gli acquisti devono essere dimostrati con fatture quietanzate o scontrini fiscali, per un importo massimo ammissibile pari al 10% del finanziamento. 3) Costi per Viaggi, vitto e alloggio. Sono ammissibili le spese direttamente riconducibili alla necessaria presenza presso la sede della formazione per un importo massimo ammissibile pari al 10% del finanziamento, nel rispetto delle seguenti modalità: a. viaggi: di norma devono essere utilizzati mezzi pubblici; sono rimborsabili biglietti/abbonamenti di treni/bus. In caso di uso del mezzo proprio, dovrà essere presentata una distinta riportante il numero delle trasferte, le destinazioni ed il riepilogo dei Km percorsi; la spesa ammissibile è pari ad 1/5 del costo medio del carburante per ogni Km percorso. Costituiscono spesa ammissibile anche eventuali pedaggi autostradali. b. vitto: è ammissibile una spesa massima di 20,00 per pasto, con obbligo di presentazione a rendiconto di ricevute o scontrini fiscali, direttamente riconducibili alle date ed alla sede di formazione, in giornate di attività che prevedono una frequenza superiore alle sei ore, o che comunque prevedano un orario articolato in mattina e pomeriggio. c. alloggio: sono ammissibili spese effettuate presso alberghi/pensioni di categoria non superiore a tre stelle, per un massimo di 85,00 per pernottamento, direttamente riconducibili alle date ed alla sede di formazione, con obbligo di presentazione a rendiconto di fattura debitamente quietanzata. Tali spese sono ritenute coerenti soltanto se debitamente motivate e se l attività si svolge in giorni consequenziali, tali da giustificare il pernottamento e se la sede di svolgimento delle attività dista oltre 90 Km dal domicilio del beneficiario. Nel caso di affitto di appartamenti (o parte di essi) per periodi di formazione/stage prolungati, la spesa è ammissibile solo in presenza di regolare contratto di affitto. Non si riconoscono affitti forfettari o non documentabili fiscalmente. Non sono rimborsabili nell ambito del presente Avviso i servizi di cura (centri diurni per anziani, asili, babysitting, assistenza domiciliare ecc.), per i quali si invita a far riferimento ad altro avviso provinciale appositamente predisposto (Voucher di conciliazione). Le spese sono ammissibili se sostenute in data successiva alla pubblicazione della graduatoria di cui all Art. 7 del presente Avviso. Sono inoltre ammissibili le spese sostenute prima della pubblicazione della graduatoria al verificarsi delle seguenti condizioni: - che si tratti di attività formativa che ha inizio successivamente alla data di pubblicazione del presente Avviso; - che la data prevista di inizio dell attività formativa sia indicata nel progetto; - che l attività formativa sia stata preventivamente concordata nell ambito del Patto Integrato di Servizio sottoscritto presso un Centro per l Impiego; 5/9

6 - che la frequenza nel periodo antecedente la stipula dell atto unilaterale di impegno della carta di credito prepagata sia attestata tramite firma congiunta dell allievo e del docente, controfirmata dal legale rappresentante dell ente erogatore dell attività formativa; - che le ore frequentate nel periodo ricompreso fra la data di pubblicazione dell Avviso e la data di stipula dell atto unilaterale di impegno non superino il 30% del totale delle ore previste dall attività formativa presente all interno del progetto formativo approvato; - che la restante parte dell attività formativa (successiva cioè stipula dell atto unilaterale di impegno) venga documentata alle condizioni previste dal presente avviso. Art.6 - Finanziamento, caratteristiche e durata della Carta ILA L importo del finanziamento della Carta ILA, con l esclusione delle attività formative appartenenti alla tipologia C, varia in funzione della durata complessiva dei percorsi: o Da 4 a 49 ore: 300 o Da 50 a 99 ore: 700 o Da 100 a 149 ORE: o Da 150 a 225 ORE: o Da 226 a 300 ORE: o Da 301 a 600 ORE: o Da 601 a 899 ORE: o Maggiore di 899 ORE: Non sono in nessun caso finanziabili percorsi la cui durata complessiva sia inferiore alle 4 ore. L importo del finanziamento non può essere cumulato con altri finanziamenti pubblici concessi dalla Provincia o da qualsiasi altro soggetto a favore delle medesime attività previste dal progetto approvato. Nel caso in cui il progetto preveda due o più percorsi formativi, l importo massimo finanziabile sarà dato dallo scaglione entro il quale ricade la somma delle ore dei percorsi formativi. Se il progetto contiene un attività appartenente alla tipologia C, questa non viene inclusa nel computo delle ore per la definizione dello scaglione corrispondente all importo massimo erogabile. L importo massimo erogabile - dato dalla somma del preventivo dell attività tipologia C con l importo derivante dal totale delle ore per le eventuali altre attività incluse nel progetto - non può comunque superare Il progetto formativo nel suo complesso non deve avere durata superiore ai 10 mesi. In ogni caso la rendicontazione finale delle spese dovrà essere improrogabilmente consegnata entro la data del 31/07/2015. La data di avvio del progetto coincide con la data di stipula dell atto unilaterale di impegno da parte del beneficiario (vedi Art. 8.3). Art.7 - Risorse disponibili Per l attuazione del presente avviso è disponibile la cifra complessiva di ,00 - interamente a valere sull asse II del POR FSE di cui ,00 saranno destinati prioritariamente alle persone beneficiarie di trattamenti di Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore, Cassa integrazione in Deroga o iscritte nelle liste di mobilità ex Legge 236/93 o ex legge 223/91, inclusa cosiddetta mobilità in deroga. Per l attuazione del presente avviso è disponibile la cifra complessiva di ,00 - interamente a valere sull asse II del POR FSE di cui: ,00 per il finanziamento di tutti i beneficiari secondo l ordine della graduatoria di cui all art ,00 destinati al finanziamento dei beneficiari di trattamenti di Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore, Cassa integrazione in Deroga o iscritti nelle liste di mobilità ex Legge 236/93 o ex legge 223/91, inclusa cosiddetta mobilità in deroga, collocati in graduatoria ma non finanziabili per esaurimento delle risorse di cui al punto precedente; Le risorse stanziate saranno assegnate fino ad esaurimento secondo quanto indicato al successivo art. 8. Qualora residuino, l Amministrazione Provinciale, con apposito atto, stabilirà la destinazione delle risorse non assegnate. Art.8 - Modalità di presentazione della domanda, ammissibilità, valutazione del progetto ed assegnazione La richiesta di finanziamento è composta da due documenti: la domanda di adesione (Allegato 1) e il progetto formativo (Allegato 2). La richiesta di finanziamento è ammissibile solo se completa di entrambi gli allegati sopra citati e presentati entro i termini e nelle modalità di seguito specificate. 6/9

7 La domanda di adesione dovrà essere presentata contestualmente al progetto formativo di persona presso i Centri per l Impiego della Provincia di Pistoia durante gli orari di apertura al pubblico (vedi Art. 14) ed entro la scadenza indicata all Art. 2. Una volta consegnata ne verrà rilasciata copia ai richiedenti con in calce la data e l orario dell avvenuta consegna. La domanda che giunga al di fuori dell intervallo temporale di presentazione previsto per il target prescelto sarà considerata non ammissibile e non sarà sottoposta a valutazione. Le domande di adesione, potranno essere presentate anche su più attività appartenenti alle tipologie di cui all art. 4 a patto che il finanziamento richiesto non superi l importo complessivo di 2.500,00. Può essere presentata una sola domanda. Al momento della consegna della domanda verrà attribuito ad ogni richiedente, se non già precedentemente assegnato, un proprio consulente personale. I Centri per l Impiego organizzeranno appositi seminari orientativi per informare gli utenti su tutti i dettagli della Carta ILA. E comunque esclusiva responsabilità del richiedente la presentazione della domanda completa del relativo progetto formativo entro i termini sopra specificati, indipendentemente dall effettiva partecipazione ai seminari orientativi. 8.1 Ammissibilità della domanda Le richieste di finanziamento sono considerate ammissibili se: - presentate da un soggetto in possesso di tutti i requisiti di cui all Art. 3 ed entro la data di cui all Art. 2; - redatte sulla base dei modelli di cui all Allegato 1 (domanda di adesione) e Allegato 2 (Progetto formativo) del presente Avviso, sottoscritti dalla persona richiedente e completi delle informazioni richieste; - corredate da certificazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità e relativa ai redditi La mancata presentazione della certificazione ISEE comporterà l inserimento della domanda in coda alla graduatoria. Le domande prive di ISEE saranno finanziate secondo l ordine di presentazione della domanda. Alla domanda va allegata la fotocopia del proprio documento d identità, chiara e leggibile, una sola volta per la sottoscrizione della domanda e delle altre dichiarazioni richieste ai sensi del DPR 445/2000. L istruttoria di ammissibilità viene curata dal Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza nei luoghi di lavoro. Le domande non ammissibili non saranno sottoposte alla successiva valutazione del relativo progetto. I soli richiedenti la cui domanda non sarà ammessa riceveranno formale comunicazione di non ammissione. 8.2 Valutazione del progetto formativo Le operazioni di valutazione sono effettuate da un nucleo di valutazione nominato dal dirigente responsabile. La valutazione sarà effettuata sulla base della coerenza progettuale tra obiettivi formativi ed obiettivi professionali. La valutazione positiva della coerenza progettuale determina la finanziabilità della domanda, una valutazione negativa comporta al contrario la non finanziabilità. È comunque facoltà del nucleo di valutazione richiedere chiarimenti e/o integrazioni sui progetti. La graduatoria dei progetti approvati e l entità del finanziamento concesso sarà pubblicata entro 30 giorni dalla relativa scadenza di presentazione delle domande di cui all art. 2. La pubblicazione avverrà sull Albo pretorio della Provincia di Pistoia (http://www.provincia.pistoia.it/attiprovincia/atti/atti.asp - link Albo pretorio Oggi in bacheca ) e sulla pagina internet del Servizio (http://www.provincia.pistoia.it/indici/el_bandi_lavoro_formazione.asp). La graduatoria dei progetti finanziabili sarà redatta secondo il valore ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) relativo ai redditi A parità di ISEE, o per le sole domande non corredate da dichiarazione ISEE che saranno inserite in coda alla graduatoria, l ordine della graduatoria sarà dato dalla data di presentazione delle domande. Saranno considerate prioritarie, indipendentemente dal valore dell ISEE, le domande di coloro che non hanno ancora compiuto il 21 anno di età e sono privi di diplomi di scuola superiore e/o qualifiche professionali. Le domande delle persone beneficiarie di trattamenti di Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore, Cassa integrazione in Deroga o iscritte nelle liste di mobilità ex Legge 236/93 o ex legge 223/91, inclusa cosiddetta mobilità in deroga saranno finanziate con specifiche risorse a loro destinate, così come indicato all art. 7 del presente avviso, seguendo l ordine di graduatoria. 7/9

8 Le domande finanziabili vengono automaticamente finanziate secondo l ordine della graduatoria sino ad esaurimento delle risorse disponibili. Nel caso in cui vengano accertate ulteriori disponibilità di fondi, anche a seguito di revoche, rinunce o economie sui finanziamenti concessi, i suddetti fondi si rendono disponibili per i progetti inseriti utilmente in graduatoria ma non finanziati per insufficienza delle risorse. Non potranno in ogni caso essere finanziate richieste presentate da soggetti le cui dichiarazioni sostitutive, sulla base dei successivi controlli d'ufficio eseguiti dalla Provincia, risultino mendaci Assegnazione Entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria il beneficiario è tenuto a recarsi presso il Centro per l Impiego per le procedure di attivazione della Carta ILA e la stipula del relativo atto unilaterale di impegno, a pena della revoca della Carta stessa. Il beneficiario è tenuto a comunicare al proprio consulente personale presso il Centro per l Impiego tutte le informazioni richieste per l erogazione del finanziamento. La carta di credito prepagata sarà assegnata al soggetto beneficiario ed ha un periodo di validità pari alla durata del progetto formativo. La carta è intestata al soggetto beneficiario ed il suo costo viene rimborsato dalla Provincia di Pistoia. Art.9 Monitoraggio e modalità di rendicontazione delle spese Il tetto massimo di spesa rimborsabile da parte della Provincia per la Carta I.L.A. è quello indicato sulla graduatoria definitiva ed è soggetto all'obbligo di documentazione e rendicontazione. Per essere rimborsabili le spese sostenute per la realizzazione dei progetti devono essere: a) riferibili al periodo di vigenza del finanziamento, ovvero al periodo compreso tra la data di avvio e quella di conclusione del progetto approvato; b) imputabili allo specifico progetto approvato dalla Provincia di Pistoia; c) effettivamente sostenute, ovvero corrispondenti a pagamenti effettuati dal beneficiario e giustificate da fatture quietanzate o da documenti di valore probatorio equivalente; d) ammissibili secondo le vigenti normative comunitarie, nazionali e regionali. 9.1 Attivazione della Carta ILA L attivazione della Carta e l esecuzione e contabilizzazione delle operazioni di prelievo e di ricarica sono realizzate a cura del Servizio di Tesoreria della Provincia di Pistoia. All avvio delle attività previste dal progetto formativo la carta di credito individuale verrà attivata con una ricarica iniziale pari al 40% del finanziamento assegnato e comunque per un importo massimo di 500, Ricariche e monitoraggio Le eventuali successive ricariche, per un importo massimo di 500,00 ciascuna, vengono erogate sino al raggiungimento del 90% dell importo complessivo ammesso a finanziamento e sono subordinate all obbligo di documentare le spese fino al momento effettivamente sostenute. Durante lo svolgimento del progetto il beneficiario è tenuto a: - fornire preventivamente al proprio consulente personale i calendari didattici del proprio progetto formativo e qualsiasi variazione in corso d opera; - frequentare per almeno il 70% del monte ore complessivo previsto da ciascun percorso formativo di cui si compone il progetto approvato registrando le presenze su appositi registri o schede di presenza preventivamente vidimate dal consulente personale (salvo quanto previsto all Art.4 per quanto riguarda le attività formative svolte prima dell approvazione del progetto); - sottoporre ad autorizzazione preventiva del proprio consulente personale qualsiasi variazione del proprio progetto formativo. In ogni caso tali variazioni non devono influire in alcun modo sulla valutazione della coerenza progettuale tra obiettivi formativi ed obiettivi professionali di cui all Art A titolo di esempio, può essere richiesta la variazione di un agenzia formativa per il medesimo percorso formativo. La mancata presentazione della documentazione richiesta comporterà la decadenza del diritto alla ricarica e l eventuale obbligo di restituzione degli acconti ricevuti, fatte salve altre azioni per la tutela degli interessi dell Amministrazione. Costituisce inoltre obbligo di restituzione degli acconti ricevuti il mancato superamento dell esame finale nei corsi di qualifica professionale, di certificazione di competenze, di formazione obbligatoria ad esito positivo e per il conseguimento delle patenti. 8/9

9 9.3 Rendicontazione e saldo finale Il saldo finale, pari al 10% del finanziamento assegnato, è subordinato alla verifica positiva della documentazione richiesta a chiusura del progetto. Entro 30 giorni dal termine dell'attività formativa sostenuta e in ogni caso entro il 31/07/2015 il beneficiario deve presentare il rendiconto finale delle spese effettivamente sostenute, sulla base della modulistica consegnata con la quale si attesta la veridicità e l'esattezza dei dati forniti e delle prove documentali ad essi riferiti. In caso di inadempienza da parte del beneficiario agli impegni assunti, la Provincia è tenuta a richiedere il rimborso delle somme impropriamente anticipate, anche agendo attraverso vie legali. In tal caso potranno essere eventualmente riconosciute, al soggetto beneficiario, solo le spese sostenute fino al momento dell accertata inadempienza. Art.10 - Rinuncia e revoca dei finanziamenti Nel caso in cui si rilevino evidenti discordanze tra quanto previsto nel progetto approvato e ammesso al finanziamento e l'attività effettivamente svolta, la Provincia può procedere alla revoca della Carta ILA. In caso di rinuncia al finanziamento, il beneficiario deve compilare il "modulo di rinuncia" (modello disponibile presso i Centri per l Impiego) e consegnarlo alla Provincia. Art.11 - Tutela privacy I dati dei quali la Provincia entra in possesso a seguito del presente avviso verranno trattati nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali D.Lgs 196/2003. Titolare del trattamento dei dati è la Provincia di Pistoia di cui ne risponde il Responsabile del procedimento indicato al successivo art. 12. Art.12 - Certificazione degli esiti Gli interventi formativi devono concludersi con il rilascio di un titolo o, in ogni caso, con attestato di frequenza o dichiarazione di percorso formativo effettuato rilasciato dal soggetto erogatore dell attività formativa. Per le patenti vige l obbligo del conseguimento del titolo entro il 31/07/2015 pena la revoca dell intero finanziamento. Art.13 - Responsabile del procedimento Ai sensi della L.241/90 il responsabile dell adozione del presente Avviso è il Dirigente del Servizio, Dott.a Anna Pesce. Art.14 - Informazioni sull avviso Il presente avviso è reperibile in internet nel sito della Provincia (www.provincia.pistoia.it) alla pagina Formazione Professionale/Bandi e Graduatorie. Informazioni possono essere richieste presso i Centri per l Impiego della Provincia di Pistoia negli orari di apertura da Lunedì a Venerdì dalle 9:00 alle 12:30 e il Martedì e Giovedì dalle 15:00 alle 16:30 (ATTENZIONE: nel mese di luglio i Centri saranno chiusi il giovedì pomeriggio): - Centro Impiego Pistoia: Via Tripoli 19, Pistoia - Tel Fax Centro Impiego Monsummano Terme: Via Luciano Lama, Monsummano Terme - Tel Fax Centro Impiego Pescia: Via Dilezza, Pescia - Tel Fax Centro Impiego Quarrata: Via 4 Novembre, 119 VIGNOLE Quarrata - Tel Fax Servizio Territoriale per l'impiego di San Marcello Pistoiese: Viale Luigi Orlando 320 CAMPOTIZZORO San Marcello P.se - Tel Fax Allegati 1. Domanda di adesione 2. Formulario per la presentazione del progetto formativo La Dirigente Anna Pesce 9/9

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza

Dettagli

Formazione a domanda individuale per militari volontari congedandi in ferma breve o in ferma prefissata Carta ILA Individual Learning Account

Formazione a domanda individuale per militari volontari congedandi in ferma breve o in ferma prefissata Carta ILA Individual Learning Account Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA BANDO PROVINCIALE A SPORTELLO 2014

PROVINCIA DI PISTOIA BANDO PROVINCIALE A SPORTELLO 2014 PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza nei luoghi

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro Avviso con procedura a sportello per la concessione di finanziamenti a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Assegnazione

Dettagli

P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II

P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II FSE Investiamo nel vostro futuro Cresce l Europa, Cresce la Toscana P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II PROVINCIA DI AREZZO Area Lavoro e Formazione -SERVIZIO

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Carte prepagate ILA (Individual Learning Account) per percorsi

Dettagli

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA Avviso con procedura a sportello per la concessione di finanziamenti a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Assegnazione di carte di credito

Dettagli

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese che assumono soggetti in mobilità, a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA

Dettagli

Premessa FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013 AVVISO PROVINCIALE P.O.R. Regione OB. 2 Toscana/Provincia COMPETITIVITÀ di REGIONALE E OCCUPAZIONE Settore/i (Servizio/i). BANDO A SPORTELLO 2008-2010 VOUCHER PER

Dettagli

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Regione Basilicata - Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Complemento di Programmazione POR

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 REGIONE MOLISE Direzione Generale Area III Servizio Politiche Sociali POR FSE Molise Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali Articolo 2 Risorse finanziarie disponibili 9.000.000,00 Articolo 3 Destinatari

Articolo 1 Finalità generali Articolo 2 Risorse finanziarie disponibili 9.000.000,00 Articolo 3 Destinatari Unione Europea Fondo Sociale Europeo REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene Sanità e dell Assistenza Sociale DIREZIONE GENERALE DELLE POLITICHE SOCIALI REPUBBLICA ITALIANA POR SARDEGNA

Dettagli

Provincia di Terni. Regione dell Umbria

Provincia di Terni. Regione dell Umbria Regione dell Umbria Provincia di Terni AVVISO PUBBLICO BANDO PROVINCIALE DI ATTUAZIONE PROGETTO INTERREGIONALE DELLE REGIONI TOSCANA-PIEMONTE-UMBRIA INDIVIDUAL LEARNING ACCOUNT (I.L.A.) CARTA PREPAGATA

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE E CULTURA

PROVINCIA DI PISTOIA SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE E CULTURA PROVINCIA DI PISTOIA SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE E CULTURA FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013 AVVISO PROVINCIALE P.O.R. OB. 2 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE ASSE IV CAPITALE UMANO

Dettagli

CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160

CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160 CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160 ALL. A PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA NOTA INFORMATIVA GESTIONE E RENDICONTAZIONE ILA Individual Learning Account ADEMPIMENTI

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010

DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010 All. A DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010 FONDO SOCIALE EUROPEO OB. 2 COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006 REGIONE CAMPANIA - AGC 6 Ricerca Scientifica, Statistica, Sistemi Informativi ed Informatica - POR 2000-2006 - Misura 3.22 azione

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.4/2012: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97;

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

AVVISO PER IL FINANZIAMENTO DI CARTE RICARICABILI ILA PER ATTIVITA DI FORMAZIONE PER MILITARI VOLONTARI CONGEDANDI IN FERMA BREVE O IN FERMA PREFISSATA La Provincia di Livorno adotta il presente Avviso

Dettagli

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA All. A PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO TIROCINI

Dettagli

Provincia di Lucca. Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro. Sviluppo Economico

Provincia di Lucca. Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro. Sviluppo Economico Allegato 1 Provincia di Lucca Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro. Sviluppo Economico AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI INCENTIVI ALLE PERSONE PER LA FORMAZIONE (VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI)

Dettagli

Fondo sociale europeo Programma Operativo 2007/2013

Fondo sociale europeo Programma Operativo 2007/2013 Fondo sociale europeo Programma Operativo 2007/2013 Piano generale d impiego dei mezzi finanziari disponibili per l esercizio finanziario 2010 per le attività di formazione professionale Programma specifico

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma AVVISO PUBBLICO BONUS ASILO NIDO Art. 1 Obiettivi generali Il presente Avviso Pubblico nasce dall idea progettuale di armonizzare i tempi delle città sostenendo, in particolare la conciliazione tra il

Dettagli

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti Direzione Lavoro COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti INTERVENTI

Dettagli

Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale

Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di finanziamenti per servizi di accompagnamento alla CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 1

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI VOUCHER AZIENDALI Legge 236/93, art. 9 D.M. 18 novembre 2009 Delibera n. 1325 del 06/09/2011

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI VOUCHER AZIENDALI Legge 236/93, art. 9 D.M. 18 novembre 2009 Delibera n. 1325 del 06/09/2011 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI VOUCHER AZIENDALI Legge 236/93, art. 9 D.M. 18 novembre 2009 Delibera n. 1325 del 06/09/2011 Art.1 Premessa Nel rispetto di quanto previsto dalla Legge 236/93, art. 9, comma

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Centri per l impiego della Provincia di Terni

Centri per l impiego della Provincia di Terni Centri per l impiego della Provincia di Terni AVVISO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER FAVORIRE IL POSSESSO DA PARTE DI DONNE IMMIGRATE DI PATENTI IN REGOLA CON

Dettagli

3. Destinatari Studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio che frequentano le scuole superiori in ambito regionale.

3. Destinatari Studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio che frequentano le scuole superiori in ambito regionale. Bando provinciale per l assegnazione di buoni studio a favore degli studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio mis. C.2 POR Ob.3 2000-06 anno scolastico 2007/08 Premessa La Provincia di Grosseto

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA DIPARTIMENTO LAVORO E POLITICHE SOCIALI SERVIZIO LAVORO FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013 P.O.R. OB. 2 Competitività Regionale E Occupazione Asse III Inclusione Sociale BANDO A SPORTELLO

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 Disposizioni di dettaglio per la gestione e il controllo della realizzazione di progetti mirati alla lotta alla dispersione scolastica

Dettagli

ALLEGATO A Atto di indirizzo

ALLEGATO A Atto di indirizzo ALLEGATO A Atto di indirizzo Programma di finanziamento degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo degli immobili destinati ad asilo nido e/o micro-nido comunali

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

LEGGE 19 LUGLIO 1993 n. 236, art. 9 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI

LEGGE 19 LUGLIO 1993 n. 236, art. 9 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI Allegato 4 alla Determinazione Dirigenziale n. 66 del 16/02/2007 LEGGE 19 LUGLIO 1993 n. 236, art. 9 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI (Decreto Direttoriale Ministero del Lavoro

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione -

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ALLIEVI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER ESTETISTA INDICE Articolo 1 Riferimenti normativi pag. 2

Dettagli

1) CARATTERISTICHE DEI CORSI

1) CARATTERISTICHE DEI CORSI Allegato B) della Determina Provinciale n 3444 del 06/09/2005 ALLEGATO B) DEFINIZIONE PER L ANNO 2005 DELLE MODALITA STANDARD INERENTI L AUTORIZZAZIONE ED IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE che Giovanili e pari opportunità CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE Scadenza bando: 1 fase 30.06.2012 2 fase 30.10.2012 3 fase 28.02.2013

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro Provincia di Novara DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO INERENTE IL BANDO PROVINCIALE RELATIVO ALLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area V - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO. Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE

PROVINCIA DI LECCO. Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE ALLEGATO 1 PROVINCIA DI LECCO Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE Piano Provinciale Esecutivo 1. RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 19

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 DISPOSITIVO PROVINCIALE AZIONI DI SISTEMA Isole formative presso cooperative

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE 2011 Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Carte prepagate ILA (Individual

Dettagli

REGIONE LAZIO. Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università

REGIONE LAZIO. Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università REGIONE LAZIO Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione Scuola e Università, Diritto allo Studio Area Programmazione dell'offerta Formativa

Dettagli

PROVINCIA DEL L AQUILA. Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale

PROVINCIA DEL L AQUILA. Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale PROVINCIA DEL L AQUILA Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale P.O.R. ABRUZZO OBIETTIVO 3 PER IL 2000/2006 PIANO DEGLI INTERVENTI 2006 STRUMENTO UNITARIO DI PIANIFICAZIONE A SUPPORTO

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

CITTÀ DI CLUSONE. Provincia di Bergamo. Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve

CITTÀ DI CLUSONE. Provincia di Bergamo. Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve CRITERI PER L EROGAZIONE DEL VOUCHER SOCIO-EDUCATIVO ED ASSISTENZIALE PER L ACQUISTO DI PRESTAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012

PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012 \ PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012 Vista la L.R. 32 del 26.7.02 Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

CITTA DI QUARRATA. Premessa

CITTA DI QUARRATA. Premessa Bando per l'erogazione di contributi a sostegno di progetti individuali per persone fisiche volti allo sviluppo di attività lavorativa Anno 2013 Premessa Il Comune di Quarrata assume la presente iniziativa

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti Allegato A) DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER L EROGAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA NEI CONTRATTI DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE (All. B DELLA DGR 609 DEL 12.7.2012). Premessa Al fine di regolare

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2012 Comune di Lanciano COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO PER L ISTITUZIONE DI

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione Promozione dell efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE

PROVINCIA DI CROTONE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI IDONEITA PER DIRETTORE TECNICO DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (approvato con delibera consiliare N nella seduta del, ) La Provincia di

Dettagli

Città di Vigevano. Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità

Città di Vigevano. Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità Città di Vigevano Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità Prot. AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI SOGGETTI ATTI A SVOLGERE LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO CON

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

CITTA DI QUARRATA. Premessa

CITTA DI QUARRATA. Premessa Bando per l'erogazione di contributi a sostegno di progetti individuali per persone fisiche volti allo sviluppo di attività lavorativa Anno 2014 Premessa Il Comune di Quarrata assume la presente iniziativa

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona

COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona LEGGE REGIONALE 30/98 INTERVENTI A FAVORE DELLA FAMIGLIA ANNO 2014 IL DIRIGENTE - Richiamati: - La Legge Regionale n. 30 del 10.08.1998: Interventi a favore della

Dettagli

VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO N.1/02 DEL 6 GIUGNO 2002 %.%.%.%.%.%.%.%.%.%.%%

VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO N.1/02 DEL 6 GIUGNO 2002 %.%.%.%.%.%.%.%.%.%.%% PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE SICILIANA Decisione Commissione N C(2000)2346 dell 8 agosto 2000 Q.C.S. OBIETTIVO 1 2000/2006 FONDO SOCIALE EUROPEO VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione ALLEGATO A alla ibera n. DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione Componente : buono scuola Studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti corsi a gestione ordinaria presso le scuole primarie, secondarie

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013

PROVINCIA DI PISA. Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 1 Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale Premessa La Provincia

Dettagli

DISPOSITIVO N. 1 INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO

DISPOSITIVO N. 1 INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO N.

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO INVITO 1/12 AGGIORNAMENTO DEL CATALOGO NAZIONALE DI INIZIATIVE DI FORMAZIONE CONTINUA 1. PREMESSA For.Te. é il Fondo

Dettagli

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE D.G.R. n.36/6 del 5 settembre 2006 D. Dirett. n.407 del 12 dicembre 2005 A VVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di assegnazione di voucher formativi per apprendisti

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA

OPERATORE AI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA BANDO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 15 DESTINATARI DELL INTERVENTO OPERATORE AI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA (CUP C46G13000160006) a valere sull Avviso Pubblico della Regione Abruzzo Legge 144/99

Dettagli

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO Alta Formazione Regione del Veneto - Destinatari Voucher Individuali Possono presentare domanda per l'assegnazione di un Voucher

Dettagli

AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE

AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE 19923 Regione Puglia ALLEGATO B P.O. PUGLIA 2007 2013 Fondo Sociale Europeo ASSE V TRANSNAZIONALITA E INTERREGIONALITA AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE PROCEDURE DI GESTIONE

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE RIAPERTURA DEI TERMINI E MODIFICA DEL BANDO (estensione della partecipazione ai cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti sul

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA NAUTICA (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione INDICE PREMESSA...

Dettagli

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009 ALLEGATO A Regione Toscana Direzione Generale Politiche formative, beni e attività culturali Area di Coordinamento Orientamento, istruzione, formazione e lavoro Settore Infanzia e diritto agli studi BANDO

Dettagli

Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n. 2247 del 15/09/2010

Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n. 2247 del 15/09/2010 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI TITOLI SOCIALI PER IL SOSTEGNO AL REDDITO DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n.

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE 1) RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 8 novembre 1991 n. 381: Disciplina delle cooperative

Dettagli

IL DIRIGENTE. Vista la Determinazione Dirigenziale n. 55 DEL 25.01.2016 RENDE NOTO CHE

IL DIRIGENTE. Vista la Determinazione Dirigenziale n. 55 DEL 25.01.2016 RENDE NOTO CHE COMUNE DI CAMAIORE Servizi scolastici BANDO PER LA CONCESSIONE DI BUONI SERVIZIO A FAVORE DI FAMIGLIE CON BAMBINI IN LISTA D ATTESA PRESSO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA COMUNALI E FREQUENTANTI UN NIDO

Dettagli

Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda

Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda GESTIONE Regione Lombardia costituisce l unico ed esclusivo punto di riferimento nei confronti del Soggetto gestore. Sarà cura di

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Art. 1 oggetto Il presente regolamento disciplina la concessione dei rimborsi e dei contributi alle associazioni di volontariato di protezione civile. Art. 2 riferimenti normativi Legge Regionale 12 giugno

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI REGIONE BASILICATA REPUBBLICA ITALIANA AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative

Dettagli

BANDO PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREPARAZIONE TESI ALL ESTERO CAMPUSWORLD TESI ALL ESTERO

BANDO PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREPARAZIONE TESI ALL ESTERO CAMPUSWORLD TESI ALL ESTERO BANDO PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREPARAZIONE TESI ALL ESTERO CAMPUSWORLD TESI ALL ESTERO Art. 1 SCOPI Nell ambito delle politiche di internazionalizzazione dell Ateneo ed al fine di incentivare

Dettagli

Città di Roncade Provincia di Treviso

Città di Roncade Provincia di Treviso Città di Roncade Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi BANDO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI A CUI CONCEDERE DEI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI E ARTIGIANALI DI CAREGGINE Art. 1 Beneficiari Nell ambito delle iniziative promosse dall Amministrazione

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 BENEFICIO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA

BANDO DI CONCORSO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 BENEFICIO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA Comune di Massarosa BANDO DI CONCORSO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 BENEFICIO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA Vista la L.R. 32 del 26.7.02 Testo unico della normativa della

Dettagli

La Responsabile dell Area

La Responsabile dell Area BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI STRAORDINARI A SOSTEGNO DELL AFFITTO IN FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI CON LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA La Responsabile dell Area In applicazione

Dettagli