La Radio Visuale: applicazioni possibili Giuseppe Braccini Pianificazione e Sviluppo del Business - Rai Way

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Radio Visuale: applicazioni possibili Giuseppe Braccini Pianificazione e Sviluppo del Business - Rai Way"

Transcript

1 La Radio Visuale: applicazioni possibili Giuseppe Braccini Pianificazione e Sviluppo del Business - Rai Way 0 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

2 Opportunità Dati associati Nella televisione invadono lo schermo Nella radio digitale non disturbano il flusso radiofonico e permettono di arricchire il programma audio 1 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

3 Un po di tecnica DAB + DMB AUDIO SERVICE VIDEO SERVICE DATA SERVICE AUDIO HE.AAC.v2 PAD (program associated data) MPEG 4 H264 (Video) HE.AAC.v2 (Audio) NPAD (non program associated data) EPG Slide Show DLS (dynamic label segment) Slide Show Frame a frequenza variabile sincronizzate all audio MOT (multimedia object transfer) TDC (transparent data channel) IP TPEG 2 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

4 Un po di tecnica (segue) Composizione del MUX T-DMB/DAB+ Emittente Emittente Emittente Emittente Emittente Emittente A B C D E F Audio HE.AAC.v2 Audio HE.AAC.v2 Audio HE.AAC.v2 Audio HE.AAC.v2. DMB DMB NPAD PAD PAD PAD PAD Emittenti DAB+ Emittenti DMB 3 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

5 Definizione Emittente radiofonica Programma 1 Programma 2 Programma 3 Programma n Palinsesto 4 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

6 La base concettuale Dati associati Informazioni non riferite al programma audio Informazioni riferite al programma audio 5

7 Esempi Informazioni non riferite al programma audio Pubblica utilità Meteo, traffico, news, segnalazioni Commerciali Logo della emittente, generalità dell emittente, messaggi promozionali, informazioni su eventi sponsorizzati etc. 6

8 Esempi Informazioni riferite al programma audio Per arricchire il programma Fotografie del conduttore e degli ospiti Grafici o tabelle riferite all audio Per aggiungere informazioni al programma Indirizzo internet, indirizzo postale, telefono Consigli di libri, dischi, in relazione al programma Proposte di viaggi per visitare le località descritte nella trasmissione Informazioni di servizio rispetto ad eventi legati al programma (es. concerti, fiere, manifestazioni) 7

9 Potenzialità : DMB e DAB+ a confronto Dati associati Informazioni non riferite al programma audio DMB e DAB+ Informazioni riferite al programma audio Sincronizzate all audio Non sincronizzate all audio solo DMB DMB e DAB+ 8

10 I contenuti visuali sono un fattore chiave di successo Il lancio della Radio Digitale in Italia deve sfruttare al meglio le potenzialità dei contenuti visuali. Sono il plus più evidente rispetto alla radio analogica. Se opportunamente gestiti, hanno un rapporto costi benefici molto favorevole. 9

11 Obiettivo Rai Way Sfruttare efficacemente le opportunità offerte dalle modalità innovative per potenziare la radio Approccio pragmatico e tempestivo Concentrare gli sforzi per ottimizzare risultati e costi 10

12 La road map 1. Analisi dello stato dell arte e delle best practices a livello mondiale 2. Individuazione dei servizi applicabili al contesto nazionale e locale 3. Progettazione dettagliata del modello (sorgenti informative, flusso (work-flow), organizzazione) 4. Realizzazione di simulazioni di sequenze Visual Radio (prototyping in power point) 5. Formazione sugli strumenti sw e hw 6. Implementazione dei servizi individuati 7. Test di usabilità in base ai vari profili di ricevitori. 11

13 Il Know how Università La Sapienza Fornitori di hw Fornitori di sw Esperti creativi Esperienze Coreane e Francesi 12

14 Codificatore DMB visual radio a) Alimentazione attraverso immagini jpeg 320x240 - trasferimento file ftp - copia file in una cartella condivisa Encoder DMB Visual Radio Audio input PAL input C:\\img\ IP output Al Multiplexer - segnale video PAL b) Alimentazione mediante segnale video in ingresso al codificatore 13

15 Alimentazione attraverso immagini jpeg Immagini jpeg fisse e predefinite ciclate ogni N secondi da uno script ( carousel ) Attuale configurazione encoder Visual Radio MUX AERANTICORALLO1 e AERANTICORALLO2 Inserzione manuale via ftp di immagini jpeg in cartella c:\jpeg\ Esempi: foto di ascoltatori inviate via all emittente, immagini pubblicitarie Applicazione che sovrascrive automaticamente l immagine nella cartella c:\jpeg\ condivisa Esempio: immagini di copertina degli album in ascolto 14

16 Alimentazione mediante segnale video Segnale video proveniente da una webcam puntata sullo speaker e la regia dell emittente Campionamento di un opportuno segnale video proveniente da una regia video Precedente esperienza RaiWay servizio VR nel MUX DMB nazionale: Segnale video CCISS viaggiare informati Campionamento: ogni 6 secondi Contenuto: immagini generate da webcam posizionate sulle autostrade, mappe stradali con informazioni su traffico e code, speaker in studio CISS 15

17 Codificatore DAB+ Alimentazione attraverso immagini jpeg 320x240 - trasferimento file ftp - copia file in una cartella condivisa Encoder DAB+ Audio input IP output Al Multiplexer C:\\img\ 16

18 Sperimentazione BIFS su DMB RaiWay Sulla piattaforma RaiWay di Roma CPTV verrà realizzata una configurazione di test che prevede l inserimento di applicazioni BIFS su un contenuto Visual Radio Sorgente Audio [AES/EBU] o [Analog] Audio Scheduler TCP/IP PixVR-E150H VisualRadio Encoder DVB-ASI Schedule4idmb BIFS Scheduler cast4idmb BIFS Source DVB-ASI PixDMB-MX110 BIFS Remux [ETI] o [ETI su IP] RaiWay Mux Ensemble-Mux TCP/IP PixVR-CMS Video Scheduler Sorgente Video Segnale TV: [SDI] o [Composite] o [S-Video] JPEG, BMP, PNG : [TCP/IP] o [UDP/IP] 17

19 Le possibili applicazioni Primi risultati: Fine Febbraio

20 Grazie. 19 Incontro con Aeranti-Corallo. Bologna 11 Dicembre 2008

Evoluzione tecnologica del mezzo radio Modelli per la radiofonia digitale terrestre DAB plus e DMB; Internet Radio, streaming e podcasting

Evoluzione tecnologica del mezzo radio Modelli per la radiofonia digitale terrestre DAB plus e DMB; Internet Radio, streaming e podcasting Evoluzione tecnologica del mezzo radio Modelli per la radiofonia digitale terrestre DAB plus e DMB; Internet Radio, streaming e podcasting Ing. Giuseppe Braccini Responsabile Pianificazione e Sviluppo

Dettagli

RadioTv Forum 2011 di Aeranti-Corallo

RadioTv Forum 2011 di Aeranti-Corallo I requisiti dei ricevitori radiofonici per il mercato Italiano Le iniziative ARD Ing. Giuseppe Braccini Responsabile Pianificazione e Sviluppo del Business Responsabile Progetto Radio Digitale Rai Way

Dettagli

Bologna, 10 luglio 2008

Bologna, 10 luglio 2008 Bologna, 10 luglio 2008 PRENDE IL VIA ANCHE A BOLOGNA LA SPERIMENTAZIONE DIGITALE TERRESTRE DELLE EMITTENTI RADIOFONICHE LOCALI IN ETERE IL MULTIPLEX AERANTICORALLO2 REALIZZATO ATTRAVERSO L ACCORDO DI

Dettagli

RADIOTV FORUM 1 e 2 luglio 2008

RADIOTV FORUM 1 e 2 luglio 2008 RADIOTV FORUM 1 e 2 luglio 2008 La (ri)nascita della Radiofonia Digitale Il momento è decisamente favorevole: La tecnologia si è evoluta (DAB+, DMB Visual Radio, DMB Radio, TPEG, ecc.) Uso molto più efficiente

Dettagli

PROGETTO PILOTA PER LA PROVINCIA DI TRENTO

PROGETTO PILOTA PER LA PROVINCIA DI TRENTO PIANO PROVVISORIO DI ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE PER IL SERVIZIO RADIOFONICO DIGITALE IN TRENTINO ALTO ADIGE DI CUI ALLA DELIBERA 180/12/CONS DELL AGCOM PROGETTO PILOTA PER LA PROVINCIA DI TRENTO Roma,

Dettagli

SCENARI DI SVILUPPO DELLA RADIOFONIA DIGITALE. Marco Rossignoli

SCENARI DI SVILUPPO DELLA RADIOFONIA DIGITALE. Marco Rossignoli SCENARI DI SVILUPPO DELLA RADIOFONIA DIGITALE Marco Rossignoli L AVVIO DEL DIGITALE RADIOFONICO E ORA POSSIBILE DA ANNI SI AVVERTIVA L ESIGENZA DI REALIZZARE TRASMISSIONI RADIOFONICHE IN TECNICA DIGITALE

Dettagli

Rai e servizi di infomobilità

Rai e servizi di infomobilità Rai e servizi di infomobilità G. Alberico Strategie Tecnologiche Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Rai e Infomobilità I servizi di infomobilità fanno parte della missione di Servizio Pubblico di

Dettagli

MODULI MOBILE only. Aprile Maggio 2015

MODULI MOBILE only. Aprile Maggio 2015 MODULI MOBILE only Aprile Maggio 2015 Modulo RAI.TV Mobile Aprile Maggio 2015 RAI.TV Mobile Il Prodotto SMARTPHONE Il Modulo comprende l Applicazione Rai.tv disponibile su: 1. Home Page 2. Dirette TV (R1,

Dettagli

I-XIII_romane_sawyer 14-02-2006 10:50 Pagina V. Indice. Prefazione

I-XIII_romane_sawyer 14-02-2006 10:50 Pagina V. Indice. Prefazione I-XIII_romane_sawyer 14-02-2006 10:50 Pagina V Prefazione XI Capitolo 1 Tecnologie dell informazione e della comunicazione e Sistemi Informativi 1 1.1 Informatica e ICT 1 1.2 Il funzionamento dei computer:

Dettagli

Metel MIB2B Metel Invoice Business to Business La fattura B2B con Metel

Metel MIB2B Metel Invoice Business to Business La fattura B2B con Metel Metel MIB2B Metel Invoice Business to Business La fattura B2B con Metel CICLO ATTIVO INPUT PDF FLAT FILE METEL EDIFACT METEL XML B2B PEC destinatario Codice Destinatario CLOUDEDI Riceve e Valida/ trasforma

Dettagli

MODULATORE SD DVBT DIPROGRESS MDT-2

MODULATORE SD DVBT DIPROGRESS MDT-2 MODULATORE SD DVBT DIPROGRESS MDT-2 1 INDICE 1 GENERALI 3 1.1 Descrizione 3 1.2 Specifiche 4 2 INSTALLAZIONE 5 2.1 Alimentazione 5 2.1.1 Funzionamento tramite alimentatore esterno 5 2.2 Connessione 5 2.2.1

Dettagli

L avvio del digitale radiofonico e il ruolo della ARD. Stefano Ciccotti Presidente ARD e AD Rai Way Roma, 29 Maggio 2013

L avvio del digitale radiofonico e il ruolo della ARD. Stefano Ciccotti Presidente ARD e AD Rai Way Roma, 29 Maggio 2013 L avvio del digitale radiofonico e il ruolo della ARD Stefano Ciccotti Presidente ARD e AD Rai Way Roma, 29 Maggio 20 CHI E ARD ARD è una associazione formata da Aeranti Corallo, Rai Way ed RNA. Lo scopo

Dettagli

L informazione numerica

L informazione numerica L informazione numerica Sorgenti di informazione Abbiamo esaminato delle sorgenti di informazione analogiche (audio, video). Abbiamo visto come trasmetterle a distanza per mezzo di sistemi analogici. Come

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE Assemblea Legislativa della Liguria. Co.Re.Com. Piccolo glossario del Digitale Televisivo Terrestre DTT

CONSIGLIO REGIONALE Assemblea Legislativa della Liguria. Co.Re.Com. Piccolo glossario del Digitale Televisivo Terrestre DTT CONSIGLIO REGIONALE Assemblea Legislativa della Liguria Co.Re.Com. Piccolo glossario del Digitale Televisivo Terrestre DTT Sommario Accesso condizionato pag. 3 Analogico pag. 3 Bollino bianco pag. 3 Bollino

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto di Istruzione Superiore Classico e Artistico Terni Unità Formativa Digitale Docenti Liceo Artistico Liceo Classico Prof. Massimo Zavoli

Dettagli

Un laboratorio di video digitale per la 2.0

Un laboratorio di video digitale per la 2.0 Digital Media Innovation Un laboratorio di video digitale per la Scuol@ 2.0 Con il suo laboratorio CEDEO si propone di avvicinare le nuove metodologie all'insegnamento tradizionale spesso fondato sul solo

Dettagli

Rai Way: the Smarter Tower Company. Una panoramica sulla situazione Europea. La Regolamentazione e la situazione Italiana

Rai Way: the Smarter Tower Company. Una panoramica sulla situazione Europea. La Regolamentazione e la situazione Italiana La Radio Digitale Roma, Sabato 5 Dicembre 2015 Executive Summary DAB + Rai Way: the Smarter Tower Company Che cos è il DAB Una panoramica sulla situazione Europea La Regolamentazione e la situazione Italiana

Dettagli

General Computer Group. Easy DigitAl SiGnAgE

General Computer Group. Easy DigitAl SiGnAgE General Computer Group Easy DigitAl SiGnAgE DIGITAL SIGNAGE - Il futuro è adesso L'utilizzo del Digital Signage consente di veicolare il tuo messaggio ed arrivare direttamente alla persona giusta, al posto

Dettagli

Sviluppo Applicativi Personalizzati per l Automazione delle Analisi SPC

Sviluppo Applicativi Personalizzati per l Automazione delle Analisi SPC Sviluppo Applicativi Personalizzati per l Automazione delle Analisi SPC Report Automatici Interfacce Operatore Analisi Automatiche Operazioni Pianificate Risposte alle Esigenze del Cliente Negli anni abbiamo

Dettagli

Nell era dello Share quali prospettive?

Nell era dello Share quali prospettive? Sistemi integrati di gestione dei dati delle reti di monitoraggio della qualità dell aria: Il Progetto OpenAirVallée SW Open Source conforme alle norme europea e nazionale Nell era dello Share quali prospettive?

Dettagli

DAB+ Digital Radio: Considerazioni su dati ed applicazioni Nino Leuratti - System Integration Director

DAB+ Digital Radio: Considerazioni su dati ed applicazioni Nino Leuratti - System Integration Director Transmission Evolved DAB+ Digital Radio: Considerazioni su dati ed applicazioni Nino Leuratti - System Integration Director Giugno 2016 DAB+: la Radio Digitale DAB : FM DVB-Tx : PAL Digitalizzazione segnale,

Dettagli

C A T A L O G O. Documentazione. Fiber Optic Italia S.r.l. Via A. Diaz, 16/B I OPERA (MI)

C A T A L O G O. Documentazione. Fiber Optic Italia S.r.l. Via A. Diaz, 16/B I OPERA (MI) C A T A L O G O Documentazione Fiber Optic Italia S.r.l. Via A. Diaz, 16/B I - 20090 OPERA (MI) 1 I N D I C E 1 Documentazione Pag. 1.1 Videocamera 3 1.2 Obiettivo 4 1.3 Monitor 5 1.4 1.5 Laptop/PC Matrix

Dettagli

L AVVIO DELLA RADIOFONIA IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE IN PIEMONTE OCCIDENTALE (prov. di Torino e Cuneo), VALLE D AOSTA E UMBRIA.

L AVVIO DELLA RADIOFONIA IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE IN PIEMONTE OCCIDENTALE (prov. di Torino e Cuneo), VALLE D AOSTA E UMBRIA. L AVVIO DELLA RADIOFONIA IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE IN PIEMONTE OCCIDENTALE (prov. di Torino e Cuneo), VALLE D AOSTA E UMBRIA Marco Rossignoli ANCONA, 14 GENNAIO 2015 TORINO, 22 GENNAIO 2015 1 LA DELIBERA

Dettagli

Unita del Politecnico di Milano

Unita del Politecnico di Milano Unita del Politecnico di Milano Luigi Fratta, Paolo Giacomazzi, Luigi Musumeci Valutazione delle prestazioni del servizio differenziato IP Expedited Forwarding per il trasporto di traffico voce Gruppo

Dettagli

PROSPETTIVE PER IL MERCATO DELLA RADIOFONIA. Marco Rossignoli

PROSPETTIVE PER IL MERCATO DELLA RADIOFONIA. Marco Rossignoli PROSPETTIVE PER IL MERCATO DELLA RADIOFONIA Marco Rossignoli ROMA, 29 MAGGIO 2013 1 PROGETTO PILOTA PER LA RADIOFONIA DIGITALE PROBLEMATICA DELLE INDAGINI SULL ASCOLTO RADIOFONICO LA SITUAZIONE DEL MERCATO

Dettagli

INTRODUZIONE...1 LA MIA TV...3 PROGRAMMA...4 IMPOSTAZIONE TV...5 EPG...7 BARRA DI CONTROLLO TV...7 I MIEI VIDEO...8 FOTO...10 RADIO...

INTRODUZIONE...1 LA MIA TV...3 PROGRAMMA...4 IMPOSTAZIONE TV...5 EPG...7 BARRA DI CONTROLLO TV...7 I MIEI VIDEO...8 FOTO...10 RADIO... Contenuti V1.5 INTRODUZIONE...1 CONTROLLI PLAYER...1 BARRA DI NAVIGAZIONE...2 LA MIA TV...3 FONTE INPUT...3 LISTA CANALI...3 PROGRAMMA...4 IMPOSTAZIONE TV...5 EPG...7 BARRA DI CONTROLLO TV...7 I MIEI VIDEO...8

Dettagli

INFRASTRUCTURA sessione III a

INFRASTRUCTURA sessione III a INFRASTRUCTURA sessione III a ATTIVITÀ INNOVATIVE L INFOMOBILITÀ a che punto stiamo? COS È L INFOMOBILITÀ COME SI ATTUA INFOMOBILITÀ INVERNALE GLI INTERSCAMBI NECESSITÀ FUTURE Ing.Massimo Schintu Dir.

Dettagli

Digitale Terrestre DVB-T

Digitale Terrestre DVB-T Digitale Terrestre DVB-T Anno Accademico 2009/2010 Contenuti Ø Standard di trasmissione analogici Ø Ø Standard di trasmissione digitali Ø NTSC, PAL, SECAM DVB-T, DVB-S, DVB-H Tipologia Frequenze Tv LF

Dettagli

Acquisizione, Validazione, Certificazione e distribuzione informazioni sulla mobilità

Acquisizione, Validazione, Certificazione e distribuzione informazioni sulla mobilità Acquisizione, Validazione, Certificazione e distribuzione informazioni sulla mobilità Operatori Polizia Municipale Rete di monitoraggio Viabilità Centro servizi info mobilità Emittenti Radio e TV Televideo

Dettagli

Sunrise The new Customer Journey Experience

Sunrise The new Customer Journey Experience Sunrise The new Customer Journey Experience Introduzione Il progetto SUNRISE, che ha ricevuto ottime valutazioni nell ambito del Bando Unico 2015, ha come obiettivi: 1. l analisi delle componenti tecnologiche

Dettagli

BRAUN DigiFrame 1590 Guida utente

BRAUN DigiFrame 1590 Guida utente BRAUN DigiFrame 1590 Guida utente BRAUN PHOTO TECHNIK GMBH, Merkurstr. 8, 72184 Eutingen, Germany Caratteristiche: 1. Formati immagine supportati: JPEG, BMP, PNG 2. Formato audio supportato: MP3 3. Formati

Dettagli

Presentazione e Programma Corso.

Presentazione e Programma Corso. Social Media per il Business Presentazione e Programma Corso. Simona Facondo Brand and Communications Consultant info@simonafacondo.it simonafacondo.it 1 Simona Facondo Brand and Communications Consultant

Dettagli

L AGENZIA. Un punto di partenza fondamentale per il successo di ogni evento!

L AGENZIA. Un punto di partenza fondamentale per il successo di ogni evento! L AGENZIA La Giorgia Giacobetti Comunicazione nasce nel 2005, quale continuazione dell agenzia Giorgia Giacobetti fondata nel 1989 e già in possesso di una lunga esperienza maturata nell ambito della comunicazione.

Dettagli

Appunti dal corso di formazione modulo Gestione immagini e scanner

Appunti dal corso di formazione modulo Gestione immagini e scanner Appunti dal corso di formazione modulo Gestione immagini e scanner 1. Gestione immagini (2-14) 2. Utilizzo scanner (15 32) 3. Posta elettronica via web (33 35) 4. Servizio FTP (36 41) 5. Rassegna Stampa

Dettagli

Il mondo del DAB e del DMB: Radio Digitale, Multimedialita e Mobilita

Il mondo del DAB e del DMB: Radio Digitale, Multimedialita e Mobilita Il mondo del DAB e del DMB: Radio Digitale, Multimedialita e Mobilita Bologna Novembre 2005 Serena Vento WorldDAB Forum Hanns Wolter ClubDAB Italia Chi e il WorldDAB Forum Associazione internazionale responsabile

Dettagli

QS-SUMMARYBOX. Manuale Utente per la gestione del dispositivo. Server box principale per riepilogo della numerazione di turno

QS-SUMMARYBOX. Manuale Utente per la gestione del dispositivo. Server box principale per riepilogo della numerazione di turno QS-SUMMARYBOX Manuale Utente per la gestione del dispositivo Server box principale per riepilogo della numerazione di turno QS-SUMMARYBOX Client box per riepilogo storico della numerazione di turno Manuale

Dettagli

1. Introduzione. Sommario

1. Introduzione. Sommario Gino Alberico, Paolo Casagranda, Francesco Russo Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione Oggigiorno l utente può ascoltare la programmazione radiofonica attraverso una moltitudine

Dettagli

Social Media Engagement. Imprese, Enti, Utenti e Social Media: come informare, promuovere, coinvolgere

Social Media Engagement. Imprese, Enti, Utenti e Social Media: come informare, promuovere, coinvolgere Imprese, Enti, Utenti e Social Media: come informare, promuovere, coinvolgere 1. Perché Abbiamo realizzato una serie di esperienze importanti nel mondo del web e dei social media che ci hanno insegnato

Dettagli

Tecnologia dell Informazione

Tecnologia dell Informazione Tecnologia dell Informazione Il Sistema Operativo Windows Materiale Didattico a cura di Marco Musolesi Università degli Studi di Bologna Sede di Ravenna Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea in Operatore

Dettagli

Lo scopo di MMPR è la distribuzione dei prodotti musicali rispettando le norme Copyright vigenti.

Lo scopo di MMPR è la distribuzione dei prodotti musicali rispettando le norme Copyright vigenti. Introduzione a MMPR MMPR è un servizio di Distribuzione Musicale Digitale e offre servizi di distribuzione presso canali di vendita/ascolto in stream/download musicale digitale. Ulteriori servizi a disposizione

Dettagli

RADIOTV FORUM 2008 di AERANTI-CORALLO. RELAZIONE DELL AVV. MARCO ROSSIGNOLI COORDINATORE AERANTI-CORALLO e PRESIDENTE AERANTI

RADIOTV FORUM 2008 di AERANTI-CORALLO. RELAZIONE DELL AVV. MARCO ROSSIGNOLI COORDINATORE AERANTI-CORALLO e PRESIDENTE AERANTI RADIOTV FORUM 2008 di AERANTI-CORALLO RELAZIONE DELL AVV. MARCO ROSSIGNOLI COORDINATORE AERANTI-CORALLO e PRESIDENTE AERANTI Roma - 1 e 2 luglio 2008 Introduzione Siamo giunti alla terza edizione del Radiotv

Dettagli

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Classificazione delle applicazioni multimediali su rete 1 Sommario Architettura di riferimento Classificazione per funzionalità Classificazione per tipi di dati trasportati Classificazione per tipi di

Dettagli

i servizi TTI PROSPETTIVE DELLA PROVINCIA DI MILANO

i servizi TTI PROSPETTIVE DELLA PROVINCIA DI MILANO piano strategico ITS Gruppo di Lavoro INFOMOBILITA i servizi TTI PROSPETTIVE DELLA PROVINCIA DI MILANO Provincia di Milano SETTORE MOBILITA E SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE premessa la Provincia

Dettagli

SPECIFICHE MATERIALI ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2016

SPECIFICHE MATERIALI ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2016 SPECIFICHE MATERIALI ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2016 Come presentare al meglio il materiale dei progetti iscritti La presentazione del materiale relativo alle campagne iscritte rappresenta sicuramente

Dettagli

Fujitsu Services La Comunicazione digitale e il rapporto banca-cliente: le soluzioni tecnologiche per il mondo bancario

Fujitsu Services La Comunicazione digitale e il rapporto banca-cliente: le soluzioni tecnologiche per il mondo bancario 1 14-3-2007 Comunicazione nelle banche La comunicazione digitale e il rapporto banca-cliente: le soluzioni tecnologiche per il mondo bancario GIANLUCA COSTA Fujitsu Services 2007 Multicanalità e ruolo

Dettagli

Carlo Alberto Bentivoglio Aldo Caldarelli Tecnologie multimediali Audio e video. eum x tecnologie dell educazione

Carlo Alberto Bentivoglio Aldo Caldarelli Tecnologie multimediali Audio e video. eum x tecnologie dell educazione Carlo Alberto Bentivoglio Aldo Caldarelli Tecnologie multimediali Audio e video eum x tecnologie dell educazione eum x tecnologie dell'educazione Tecniche e tecnologie multimediali Carlo Alberto Bentivoglio

Dettagli

Introduzione ai casi d uso

Introduzione ai casi d uso Introduzione ai casi d uso versione 16 marzo 2009 http://www.analisi-disegno.com Introduzione ai casi d uso Pag. 1 Obiettivo di questa introduzione fornire elementi di base sui casi d uso fornire indicazioni

Dettagli

Comunicazione tra Computer. Protocolli. Astrazione di Sottosistema di Comunicazione. Modello di un Sottosistema di Comunicazione

Comunicazione tra Computer. Protocolli. Astrazione di Sottosistema di Comunicazione. Modello di un Sottosistema di Comunicazione I semestre 03/04 Comunicazione tra Computer Protocolli Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica 2

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL GOVERNO LINEE GUIDA

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL GOVERNO LINEE GUIDA PIANO DI COMUNICAZIONE DEL GOVERNO LINEE GUIDA Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Dei Ministri con delega all Informazione, la Comunicazione istituzionale, l Editoria e il Coordinamento

Dettagli

HOAU Keyless Entry System

HOAU Keyless Entry System HOAU Keyless Entry System HOAU KEYLESS ENTRY SYSTEM: una nuova e moderna idea di accoglienza. La HOAU srl fornisce alle strutture ricettive un sistema innovativo brevettato cloud based di accesso diretto

Dettagli

Edizione Servizio Assistenza Tecnica. Ufficio Tecnica Prodotto Volkswagen Start

Edizione Servizio Assistenza Tecnica. Ufficio Tecnica Prodotto Volkswagen Start 2003 Edizione 2003 Servizio Assistenza Tecnica Ufficio Tecnica Prodotto Volkswagen Start I PROCESSI ELIMINAZIONE INCONVENIENTI Preparazione lamentela Prenotazione telef. o ricezione Follow-up Riconsegna

Dettagli

DENG - Wireless Camera System. Manuale di installazione e utilizzo. Pag. 1 di 11 Versione 1.1

DENG - Wireless Camera System. Manuale di installazione e utilizzo. Pag. 1 di 11 Versione 1.1 DENG - Wireless Camera System Manuale di installazione e utilizzo Pag. 1 di 11 Versione 1.1 0. Sommario 0. SOMMARIO 2 1. DESCRIZIONE GENERALE 3 2. INSTALLAZIONE 4 3. TX 8 4. RX 10 Pag. 2 di 11 Versione

Dettagli

Prefazione all edizione italiana Descrizione dei contenuti. PARTE I Introduzione e modelli 1. Capitolo 1 Introduzione 3

Prefazione all edizione italiana Descrizione dei contenuti. PARTE I Introduzione e modelli 1. Capitolo 1 Introduzione 3 Prefazione Prefazione all edizione italiana Descrizione dei contenuti XIII XVII XIX PARTE I Introduzione e modelli 1 Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Comunicazione dati 3 1.2 Reti 6 1.3 Internet 12 1.4 Protocolli

Dettagli

Adobe Premiere Pro CS6 Guida all uso

Adobe Premiere Pro CS6 Guida all uso Prefazione... 11 1. Conoscere Adobe Premiere Pro CS6... 19 Impostazioni iniziali di progetto...19 L interfaccia...27 Le preferenze...36 Progetto e sequenze...38 Navigare l interfaccia con la tastiera...43

Dettagli

LISTINO PREZZI. - diffusione di spot della durata massima di 30 secondi legati alle trasmissioni istituzionali elettorali.

LISTINO PREZZI. - diffusione di spot della durata massima di 30 secondi legati alle trasmissioni istituzionali elettorali. PROTOCOLLO 000805 ------------------------------------------------ CITARE NELLA RISPOSTA SAN MARINO 20 sett 2016 --------------------------------------------- Campagna elettorale 2016 spazi pubblicitari

Dettagli

Reti di Calcolatori Servizi di Rete Laboratorio di Didattica in Rete

Reti di Calcolatori Servizi di Rete Laboratorio di Didattica in Rete Reti di Calcolatori Servizi di Rete Laboratorio di Didattica in Rete Reti di calcolatori Protocolli di Trasmissione: Il modello ISO/OSI L architettura TCP/IP Protocolli di trasmissione Un protocollo di

Dettagli

DIGITALE TERRESTRE. Non Solo Televisione. Parte.1. a cura di: Vincenzo Servodidio

DIGITALE TERRESTRE. Non Solo Televisione. Parte.1. a cura di: Vincenzo Servodidio DIGITALE TERRESTRE Non Solo Televisione Parte.1 a cura di: Vincenzo Servodidio Il Sistema Televisivo Dalla sua nascita, il Sistema Televisivo si basa sulla conversione di un immagine reale in un equivalente

Dettagli

Tel DATI ANAGRAFICI. Buona conoscenza del pacchetto Office (word, excel, power point)

Tel DATI ANAGRAFICI. Buona conoscenza del pacchetto Office (word, excel, power point) TRAVAGLIA SANDRO Tel. +39 339.3020236 E-mail: sandro.travaglia@gmail.com DATI ANAGRAFICI Nato a: Rovereto ( Tn) il 01.12.1971 Residente ad: Arco di Trento Conoscenze informatiche: Buona conoscenza del

Dettagli

Il progetto pilota per la radiofonia digitale in provincia di Trento ***

Il progetto pilota per la radiofonia digitale in provincia di Trento *** Il progetto pilota per la radiofonia digitale in provincia di Trento *** RadioTV Forum 2013 - AERANTICORALLO Centro Direzionale Isola B5 80143 Napoli tel. 081.7507111 fax 081.7507616 Via Isonzo, 21/b 00198

Dettagli

i numeri Summer Tour individui on air* presenze nei giorni dell evento gadget distribuiti

i numeri Summer Tour individui on air* presenze nei giorni dell evento gadget distribuiti SUMMER live 2019 i numeri Summer Tour 2018 110.000 presenze nei giorni dell evento 40.000 gadget distribuiti 500.000 interazioni su facebook 10.000.000 individui on air* 4.600.000 25/54 on air* 3.600.000

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE. Istituto Tecnico Statale Tito Acerbo - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE. Istituto Tecnico Statale Tito Acerbo - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE Istituto Tecnico Statale Tito Acerbo - PESCARA 1.1 Introduzione Internet è una rete di calcolatori collegati tra loro e fisicamente posizionati in tutto il mondo RETE

Dettagli

MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO

MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO 1 di 7 MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO Storia delle revisioni Rev.00 01/11/2005 Prima Stesura Rev.01 31//10/2017 Modificata modalità di invio messaggi relativi agli ordini di dispacciamento

Dettagli

REDEFINING BRAND DESIGN

REDEFINING BRAND DESIGN REDEFINING BRAND DESIGN Carrara Communication ha sviluppato un concetto innovativo di progettazione e gestione del brand aziendale. Unico in Ticino FAI CRESCERE LA TUA AZIENDA Chiama allo 076 523 57 83

Dettagli

SI.G.MA. Giusy Lacava FIDAL Area Organizzazione

SI.G.MA. Giusy Lacava FIDAL Area Organizzazione SI.G.MA. E il sistema informatico realizzato dalla FIDAL per la gestione delle manifestazioni di atletica leggera di qualsiasi tipologia (pista, cross, strada) e di qualsiasi livello (provinciale, regionale,

Dettagli

Tecnologicamente superiore alle audioguide la guida multimediale mobile offre ampie possibilità di approfondimento informativo.

Tecnologicamente superiore alle audioguide la guida multimediale mobile offre ampie possibilità di approfondimento informativo. museum explorer navigatore museale Il software Mux per computer palmare è la soluzione più efficace e completa per la consultazione delle informazioni sulle opere e oggetti esposti mentre si visita un

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Punto di partenza Punto di arrivo

Punto di partenza Punto di arrivo Punto di partenza Punto di arrivo Appena entrati sulla Home Page consigliamo di logarsi con la la password che è stata inviata tramite email ed immediatamente variarla dalla scheda personale (slide successiva)

Dettagli

Il suono digitale. Concetti di base

Il suono digitale. Concetti di base Il suono digitale 1 Concetti di base Il processo di digitalizzazione del suono si chiama encoding Problematiche simili a quelle della digitalizzazione di immagini Frequenza di campionamento: il numero

Dettagli

Sistema di trasmissione LIVE DEJERO

Sistema di trasmissione LIVE DEJERO LABORATORIO TEVERE S.r.L. Via Giacomo Peroni n. 104/106 00131 Roma Tel. (+39) 06 3346192 - (+39) 06 3347190 Fax (+39) 06 3346308 e-mail: laboratoriotevere@laboratoriotevere.com www.laboratoriotevere.com

Dettagli

1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n. 2) 1

1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n. 2) 1 RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro ( si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

FONDAMENTI DI RETI DI TELECOMUNICAZIONI

FONDAMENTI DI RETI DI TELECOMUNICAZIONI Politecnico di Milano Sede di Cremona A.A. 2007/08 Corso di FONDAMENTI DI RETI DI TELECOMUNICAZIONI Martino De Marco (demarco@cremona.polimi.it, demarco@ictc.it) Slide 1 Informazioni utili Lezioni ed esercitazioni

Dettagli

Ottimizzare l'elaborazione dei documenti aziendali in entrata e in uscita

Ottimizzare l'elaborazione dei documenti aziendali in entrata e in uscita Ottimizzare l'elaborazione dei documenti aziendali in entrata e in uscita Riduci i costi e migliora le interazioni tra cliente e fornitore con un sistema di flusso documentale Scenario I documenti aziendali

Dettagli

MODELLO TCP/IP LIVELLO 4 Trasporto. Il protocollo per il controllo della trasmissione. La gestione degli errori di trasmissione

MODELLO TCP/IP LIVELLO 4 Trasporto. Il protocollo per il controllo della trasmissione. La gestione degli errori di trasmissione Prof.ssa Daniela Decembrino MODELLO /IP LIVELLO 4 Trasporto Il protocollo per il controllo della trasmissione significa Transmission Control Protocol, cioè Protocollo per il Controllo della Trasmissione.

Dettagli

Si tratta di un problema spesso sottovalutato, dai risvolti a volte tragici e dalle devastanti conseguenze fisiche e psicologiche.

Si tratta di un problema spesso sottovalutato, dai risvolti a volte tragici e dalle devastanti conseguenze fisiche e psicologiche. Il Progetto PREMIO NUOVA GENERAZIONE II EDIZIONE Concorso a Tema Cyberbulling? No Like It Immagini e Parole Per Prevenire il Bullismo e promuovere la sicurezza nell uso delle nuove tecnologie IL PROGETTO

Dettagli

STEP ONE: Login to OnSync Guida Partecipanti

STEP ONE: Login to OnSync Guida Partecipanti STEP ONE: Login to OnSync Guida Partecipanti Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP Accedi ONE: a SkyMeeting Login to OnSync Se il meeting prevede un autenticazione, ecco come fare il login Se sei titolare

Dettagli

nasce Semplice, personalizzata, gratuita. Dieci canali Radio della Rai, un sito, un App.

nasce Semplice, personalizzata, gratuita. Dieci canali Radio della Rai, un sito, un App. nasce Semplice, personalizzata, gratuita. Dieci canali Radio della Rai, un sito, un App. Tutti i contenuti live e on demand di Radio1, Radio2, Radio3, dei due canali tematici (Isoradio, GrParlamento) e

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1 Art. 1 Oggetto Oggetto del presente regolamento è l individuazione delle condizioni e modalità di selezione e di partecipazione all evento EDIT Napoli che si svolgerà a

Dettagli

REDEFINING BRAND DESIGN

REDEFINING BRAND DESIGN REDEFINING BRAND DESIGN INDESIGN WEB DESIGN CREATIVE CLOUD Carrara Communication ha sviluppato un concetto innovativo di progettazione e gestione del brand aziendale. Unico in Ticino PHOTOSHOP SRTATEGY

Dettagli

T-Government: i servizi dal mouse al telecomando

T-Government: i servizi dal mouse al telecomando e-government: esperienze a misura di Comune. Proposte operative per migliorare la qualità dei servizi ed innovare il rapporto con cittadini ed imprese T-Government: i servizi dal mouse al telecomando quando

Dettagli

L AGENZIA. Un punto di partenza fondamentale per il successo di ogni evento!

L AGENZIA. Un punto di partenza fondamentale per il successo di ogni evento! L AGENZIA La Giorgia Giacobetti Comunicazione nasce nel 2005, quale continuazione dell agenzia Giorgia Giacobetti fondata nel 1989 e già in possesso di una lunga esperienza maturata nell ambito della comunicazione.

Dettagli

ACTIVITY BASED COSTING ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA FONDAZIONE

ACTIVITY BASED COSTING ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA FONDAZIONE ACTIVITY BASED COSTING ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA FONDAZIONE ATTIVITA è un insieme di compiti elementari: Realizzati da un individuo o da un gruppo Che rispondono ad un know-how specifico Omogenei

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI. Con la nascita delle telecomunicazioni, i messaggi possono viaggiare più veloci del più veloce mezzo di trasporto.

TELECOMUNICAZIONI. Con la nascita delle telecomunicazioni, i messaggi possono viaggiare più veloci del più veloce mezzo di trasporto. TELECOMUNICAZIONI Telecomunicazione: sistema di comunicazione a distanza effettuata mediante trasmissione di informazioni attraverso l'uso di correnti elettriche e la loro trasmissione a distanza grazie

Dettagli

Str.Antica di None 2 FAX +39-011-39.87.727 I - 10092 Beinasco (TO) / ITALY E-MAIL: info@soft-in.com

Str.Antica di None 2 FAX +39-011-39.87.727 I - 10092 Beinasco (TO) / ITALY E-MAIL: info@soft-in.com Descrizione generale Il sistema di localizzazione è composto da un modulo di bordo senza connessioni al veicolo e da un software di centrale remota su Personal Computer, dotato di mappe cartografiche.

Dettagli

MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO

MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO 1 di 8 MODALITÀ DI INVIO DEGLI ORDINI DI DISPACCIAMENTO Storia delle revisioni Rev.00 01/11/2005 Prima Stesura Rev.01 Modificata modalità di invio messaggi relativi agli ordini di dispacciamento 2 di 8

Dettagli

Presentazione del 3 Rapporto sul Mercato dei Contenuti Digitali

Presentazione del 3 Rapporto sul Mercato dei Contenuti Digitali Presentazione del 3 Rapporto sul Mercato dei Contenuti Digitali Roma - 16 Settembre 16 Settembre 2008 Slide 0 Giancarlo Capitani Amministratore Delegato La crescente pervasività di Internet nelle abitudini

Dettagli

TARIFFE PUBBLICITARIE 2017/2018

TARIFFE PUBBLICITARIE 2017/2018 TARIFFE PUBBLICITARIE 207208 SPOT SPOT 20 SPOT 30 SPOT 60 3 parole 4 parole 6 parole 30 parole COSTO UNITARIO 3,80 euro,0 euro 7,00 euro,0 euro OLTRE 00 SPOT 3,40 euro 4,80 euro 6,00 euro OLTRE 300 SPOT

Dettagli

INFO-MOBILITY WEBINAR 2.0 CHI-DOVE-COME-QUANDO-PERCHÉ

INFO-MOBILITY WEBINAR 2.0 CHI-DOVE-COME-QUANDO-PERCHÉ INFO-MOBILITY WEBINAR 2.0 CHI-DOVE-COME-QUANDO-PERCHÉ PREMESSA I DATI DI ASCOLTO DELLA RADIO IN AUTO INFO-MOBILITY WEBINAR 2.0 Premessa (1) Il device autoradio è utilizzato giornalmente e in modo esclusivo*

Dettagli

ISO 9001:2000. Norma ISO 9001:2000. Sistemi di gestione per la qualita UNI EN ISO 9001

ISO 9001:2000. Norma ISO 9001:2000. Sistemi di gestione per la qualita UNI EN ISO 9001 Norma ISO 9001:2000 ISO 9001:2000 Sistemi di gestione per la qualita UNI EN ISO 9001 La norma specifica i requisiti di un modello di sistema di gestione per la qualita per tutte le organizzazioni, indipendentemente

Dettagli

ATEM Television Studio HD

ATEM Television Studio HD Specifiche tecniche del prodotto ATEM Television Studio ATEM Television Studio è il primo switcher di produzione per i professionisti del broadcast e dell'audiovisivo. Ospita 4 ingressi SDI e 4 ingressi

Dettagli

Agenzia di design e comunicazione

Agenzia di design e comunicazione Agenzia di design e comunicazione Carrara Communication è un agenzia di design specializzata nella creazione, sviluppo e gestione dell immagine aziendale, con sede a Quartino. 1 Qual é IL SEGRETO della

Dettagli

Servizio clienti di alto livello

Servizio clienti di alto livello Servizio clienti di alto livello boschsecurity.com/instoreanalytics In-Store Analytics Operations Module Un servizio clienti eccellente permette al negozio di distinguersi e di migliorare le vendite e

Dettagli

La qualità che si vede

La qualità che si vede La qualità che si vede Conferenza annuale HD Forum Italia L HD verso un servizio fruibile su tutte le piattaforme di diffusione Ing. Luigi Rocchi Direttore Strategie Tecnologiche RAI HD: valorizzare gli

Dettagli

OT24: sconto per prevenzione. Finanziamenti Inail alle imprese

OT24: sconto per prevenzione. Finanziamenti Inail alle imprese Finanziamenti Inail alle imprese 307 milioni di euro per le imprese che vogliono migliorare la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro. Il contributo, pari al 65% dell investimento, per un massimo di

Dettagli

Interact Cloud Transcoding

Interact Cloud Transcoding Interact Cloud Transcoding Full Media Transcoding Management Transcodifica un unico flusso in più formati di output Gestisce diversi formati video per distribuzione multiplatform Compatibile con differenti

Dettagli

POLO REGIONALE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA

POLO REGIONALE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA POLO REGIONALE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA Il flusso della fatturazione elettronica La delibera 203/2015 Il sistema di Regione Liguria per il ciclo passivo Cosa deve fare l Ente Genova, 11 marzo 2015 Fatturazione

Dettagli

Il mondo è. Crossmedia. La comunicazione SMART

Il mondo è. Crossmedia. La comunicazione SMART Il mondo è Crossmedia La comunicazione SMART Nell era digitale la radio ha visto incrementare progressivamente il numero dei suoi ascoltatori. È un mezzo molto versatile che può essere ascoltato in mobilità,

Dettagli

{ } DIVISIONE SICUREZZA DI TECHBOARD DAL 1996

{ } DIVISIONE SICUREZZA DI TECHBOARD DAL 1996 { } DIVISIONE SICUREZZA DI TECHBOARD DAL 1996 DIGIEYE VCA per Business & Security Intelligence NOVEMBRE 2015 Video Content Analysis OPZIONI VCA PER DIGIEYE Le opzioni VCA per DigiEye sono Moduli di Analisi

Dettagli