PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale"

Transcript

1 Federazione Ginnastica d Italia Settore Ginnastica Generale PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale L AREA DEI PERCORSI è di m. 9 x 3, ma tale misura potrebbe subire variazioni per problemi d impianto. di Emiliana Polini con la collaborazione tecnica della D.T.N.GpT 1

2 NORME E PENALIZZAZIONI GENERALI Ogni ostacolo abbattuto, attrezzo spostato durante la prova deve essere collocato nella giusta posizione o ripreso dal concorrente stesso prima di proseguire nel percorso, in caso contrario...15 Partire prima del segnale di partenza..o.g. 15 Non rispettare le linee di partenza e di arrivo o.g. 15 Prova omessa o non eseguita come descritta o.g. 15 Non aggirare la boa. o.v. 15 Lo stop al tempo è determinato dal superamento della linea di arrivo da parte dell ultimo ginnasta in gara, salvo diversa descrizione. I riferimenti relativi ai ginnasti (A,B ) sono puramente indicativi. I disegni sono puramente indicativi, fa fede la descrizione della prova. Ogni rappresentativa può utilizzare l attrezzatura propria (palla) purché rispondente a quella descritta e previa autorizzazione del Presidente di Giuria. BONUS: E applicato solo se la prova viene eseguita senza penalità; Viene detratto dal tempo totale di ogni percorso; Non è possibile ripetere la prova, se fallita, per cercare di ottenere il bonus. Si consiglia di dichiarare l intenzione di provare il bonus prima della partenza della squadra. LEGENDA: O.V: ogni volta O.G.: ogni ginnasta 2

3 1 PERCORSO LO ZOO Il percorso si esegue singolarmente MATERIALE OCCORRENTE: 5 coni, 1 tappeto tipo Sarneige, 5 cerchi (diametro 50/60 cm circa), 4 step, una palla da ritmica, 1 contenitore. Ad ogni ginnasta, alla fase nazionale, l organizzazione fornirà una casacca riportante l immagine di un animale. NOTA: ogni Società può realizzare autonomamente per i propri ginnasti dei costumi relativi agli animali di seguito riportati, purché non siano d intralcio per l esecuzione delle prove. Sarà istituito un premio speciale per la squadra che avrà realizzato i costumi più belli. MODALITA ESECUTIVE: ogni ginnasta rappresenta un animale e deve eseguire il percorso imitando l andatura dell animale scelto tra quelli di seguito riportati: 1. Scimmia: camminare/correre in avanti 2. Gambero: camminare/correre indietro 3. Elefante: andatura quadrupedica ventrale (pancia in giù) avanti 4. Granchio: andatura quadrupedica dorsale (pancia in su) avanti 5. Canguro: saltare 6. Coniglio: balzi in quadrumania avanti PARTENZA: i ginnasti sono disposti dietro la linea di partenza/arrivo nell ordine in cui vogliono (non è necessario che la sequenza degli animali sia quella indicata) ed ognuno indossa la casacca/costume dell animale che rappresenta. PROVA N. 1 (CONI) Al via il primo ginnasta parte per eseguire uno slalom fra i coni. Slalom non effettuato.o.v. 5 PROVA N. 2 (TAPPETO) Si sposta verso il tappeto dove esegue una capovolta rotolata avanti (i ginnasti che eseguono l andatura in avanti) o indietro (il ginnasta che esegue l andatura indietro) sul tappeto. Capovolta effettuata sulla spalla 15 Capovolta eseguita nel senso in verso a quello dell andatura....5 PROVA N. 3 (CERCHI) Successivamente esegue degli spostamenti nei cerchi in base all andatura dell animale rappresentato. Ogni cerchio evitato 5 3

4 PROVA N. 4 (STEP) Andatura sulla fila di step: la scimmia, il gambero, l elefante e il granchio eseguono l andatura interamente sugli step; il canguro effettuerà alternativamente un saltello a piedi uniti sugli step e uno a gambe divaricate con piedi esternamente agli step (minimo 6 saltelli: 3 a piedi uniti + 3 a gambe divaricate) senza appoggiare le mani sugli step; il coniglio, appoggiando le mani sugli step eseguirà dei volteggi a dx e sx (minimo 6 volteggi: 3 a dx + 3 a sx). Ogni saltello/volteggio in meno. 5 Cadere dagli step..o.v.5 Durante l andatura del canguro poggiare le mani sullo step..o.v.5 Durante l andatura del coniglio poggiare un piede sullo step.o.v.5 PROVA N. 5 (PALLA) Il ginnasta prende la palla dal contenitore, la lancia in alto, batte le mani una volta davanti a sé e la riprende. Poi rimette la palla a posto e va a dare il cambio al compagno successivo. BONUS di 15 se tutti i ginnasti eseguono una seconda battuta delle mani dietro la schiena. Far cadere la palla 5 NOTA: fra una prova e l altra non è necessario che il ginnasta si sposti secondo l andatura dell animale che sta rappresentando. SCHEMA 1 PERCORSO P/A 4

5 2 PERCORSO L INDIZIO Il percorso si esegue a coppie MATERIALE OCCORRENTE: 3 cerchi arancioni (diametro 50/60 cm circa), 2 tappeti tipo Sarneige, 4 step, una palla da ritmica, 2 contenitori (uno per la palla e uno chiuso, ma con una piccola apertura per infilare la mano, per le casacche), 2 clavette di legno con base larga (distanti tra loro circa 50 cm, linee X e Y a circa 2 m l una dall altra, 6 cerchi di colore diverso (rosso, blu, verde, giallo, bianco, marrone) di circa 80 cm di diametro, 6 casacche (fratini) dello stesso colore dei cerchi. PARTENZA: i ginnasti sono disposti a coppie dietro la linea di partenza/arrivo. Al via pescano dal contenitore una casacca colorata a caso e la indossano. PROVA N. 1 (CERCHI) Appena la prima coppia è pronta può partire per camminare in successione in equilibrio lungo mezza circonferenza di ogni cerchio eseguendo un percorso a slalom, iniziando e terminando dai punti contrassegnati col nastro adesivo sul primo e sul terzo cerchio. Iniziare o terminare senza salire sul contrassegno con un piede..o.v. 5 Posare tutto il piede a terra...o.v. 5 Non descrivere lo slalom...o.v. 5 PROVA N. 2 (STEP) I componenti la coppia si portano al centro della fila di step, si sistemano con le mani a terra ed entrambi i piedi sullo step (toccando con almeno un piede la linea colorata sopra di esso) ed eseguono una traslocazione laterale in quadrumania, fino a scendere ognuno ad una delle due estremità (un concorrente traslocherà quindi verso destra e l altro verso sinistra). Non iniziare la traslocazione dal punto indicato o.g.15 Terminare la traslocazione senza scendere con entrambi i piedi alla fine degli step..o.g.15 Posare un piede al suolo... o.v.5 PROVA N. 3 (TAPPETI) I concorrenti si portano ognuno verso un tappeto ed eseguono una ruota o un rotolamento di 360 intorno all asse longitudinale. Ogni ruota/rotolamento non eseguito. 15 PROVA N. 4 (PALLA) Il concorrente A prende la palla dal contenitore e, con i piedi sopra la linea X, fa rotolare la palla verso il compagno B che nel frattempo si è sistemato di fronte con i piedi sopra la linea Y, facendola passare tra le due clavette. BONUS di 15 se tutte e tre le coppie eseguono il rotolamento della palla senza far cadere alcuna clavetta. 5

6 Far rotolare la palla con uno o entrambi piedi oltre la linea X Ricevere la palla con uno o entrambi piedi oltre la linea Y Ogni clavetta abbattuta e non rimessa a posto..5 PROVA N. 5 (PALLA-CERCHIO) Una volta ricevuta la palla il concorrente B si porta nel cerchio del colore assegnatogli all inizio del percorso e lancia la palla al compagno A che, senza entrare nei cerchi, la prende e la rimette a posto e va a sistemarsi anch egli nel cerchio giusto in posizione seduta. Dopo aver lanciato la palla anche il ginnasta B si siede nel cerchio. Quando il concorrente A ha ricevuto la palla può partire la coppia successiva che eseguirà il percorso allo stesso modo. Lanciare la palla con uno o entrambi piedi al di fuori del cerchio. 10 Ricevere la palla con uno o entrambi piedi dentro al cerchio Non sistemarsi nel cerchio giusto.o.g. 5 Lo stop al tempo è dato quando l ultimo concorrente si è sistemato nel proprio cerchio in posizione seduta. SCHEMA 2 PERCORSO Y P/A CASACCHE X 6

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti Direzione Tecnica Nazionale Salute e Fitness GpT/GpS PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 Fase nazionale NOTE: I VIDEO esplicativi

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014

Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014 Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014 GYMGIOCANDO TROFEO GIOVANI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) FASE REGIONALE L AREA

Dettagli

FGI/GpT. PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale

FGI/GpT. PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale FGI/GpT PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale L AREA DEI PERCORSI è di circa m. 9 x 4, ma tale misura potrebbe subire variazioni per adattabilità all impianto e alla tipologia del percorso.

Dettagli

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO CLASSI DI ETA - GRADO Samurai 5-6-7 anni Da gialla a marrone Bambini 8-9 anni Da gialla a marrone Ragazzi 10-11 anni Da gialla a marrone ASPETTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

PERCORSO MOTORIO GYMGIOCANDO 2014

PERCORSO MOTORIO GYMGIOCANDO 2014 Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Regionale Ginnastica per Tutti PERCORSO MOTORIO GYMGIOCANDO 2014 NOTE: Il percorso si effettua intorno ad un quadrato di 8m x 8m. Ogni ginnasta, al termine

Dettagli

RASSEGNA. RASSEGNA individuale

RASSEGNA. RASSEGNA individuale Programmi tecnici RASSEGNA e RASSEGNA individuale STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 REGOLAMENTO GENERALE Fasce d età per le gare di squadra: CATEGORIA PULCINI solo asilo (la distinzione A/B è prevista solo in

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI Federazione Ginnastica d Italia GpT PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) 2017 Fase regionale 1 NORME E PENALIZZAZIONI GENERALI Ogni ostacolo abbattuto, attrezzo spostato durante la prova deve

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2012

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2012 Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2012 Fase nazionale La dimostrazione pratica dei percorsi motori NON verrà effettuata ma

Dettagli

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA (A cura di Paolo Ligas) SCHEDA N 1 Percorso 3/4 Pallavolando Il primo giocatore di ogni squadra al Via parte esegue 2 rotolamenti su un materassino, salta l ostacolo,

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 L AREA DEI PERCORSI è di m. 9 x 3, ma tale misura potrebbe subire variazioni Lo stop al tempo è determinato dal superamento della linea di arrivo da parte dell ultimo

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) 2017 Fase nazionale

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) 2017 Fase nazionale Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) 2017 Fase nazionale NOTE: I VIDEO esplicativi dei percorsi motori saranno

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM

PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM DIREZIONE TECNICA NAZIONALE sezione GINNASTICA per TUTTI PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM CATEGORIE: Giovani 1^ fascia 2^ fascia L AREA DEI PERCORSI è di circa m 9 x 4, ma tale misura potrebbe subire

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM

PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM DIREZIONE TECNICA NAZIONALE sezione GINNASTICA per TUTTI PERCORSI MOTORI TROFEO CHRISTMAS GYM CATEGORIE: Giovanissimi: percorso n.1 Giovani: percorsi n. 1-2-3 1^ fascia: percorsi n. 1-2-3 2^ fascia: percorsi

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia. GpT. PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale

Federazione Ginnastica d Italia. GpT. PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale Federazione Ginnastica d Italia GpT PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase regionale 1 NORME E PENALIZZAZIONI GENERALI Ogni ostacolo abbattuto, attrezzo spostato durante la prova deve essere collocato

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase nazionale

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase nazionale Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2017 Fase nazionale NOTE: I VIDEO esplicativi dei percorsi motori saranno pubblicati sul

Dettagli

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Il Trofeo Gym Prime Gare, a carattere regionale, è rivolto a tutte le ginnaste alle prime esperienze di gara e pertanto è riservato a coloro che non partecipano

Dettagli

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE REGOLAMENTO: BIG TEAM - Programma rivolto a ginnaste/i principianti o che frequentano corsi di avviamento allo sport. - Questo programma di competizioni

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti Direzione Tecnica Nazionale Salute e Fitness GpT/GpS PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2016 Fase nazionale NOTE: I VIDEO esplicativi

Dettagli

COMITATO REGIONALE VENETO TROFEO GIOVANI 2017 PERCORSI MOTORI FASE REGIONALE

COMITATO REGIONALE VENETO TROFEO GIOVANI 2017 PERCORSI MOTORI FASE REGIONALE COMITATO REGIONALE VENETO TROFEO GIOVANI 2017 PERCORSI MOTORI FASE REGIONALE NORME E PENALIZZAZIONI GENERALI 1 La squadra sarà composta da 4 ad 8 ginnasti/e anche misti 2 A ogni percorso potranno partecipare

Dettagli

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero GIOCHI MINIBASKET Questi giochi sono stati tratti da alcuni libri e talvolta modificati per adattarli al nostro gioco. Adatti per diverse età. Buon lavoro. 1) Il gioco dei nomi Obiettivi: conoscere i compagni,

Dettagli

Prima esercitazione... Percorso coordinativo

Prima esercitazione... Percorso coordinativo Prima esercitazione.... Percorso coordinativo Alla partenza, il bambino dovrà prendere un cinesino posto vicino, passare sotto l ostacolo strisciando al suolo, correre tra i coni, inserire il cinesino

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prova n. 1 LEGER TEST La prova si svolge su un percorso delimitato da due coni, posti alla distanza di 20 mt l uno dall altro. Il candidato deve percorrere a spola la distanza tra i due coni, passando

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014 PROGRAMMA Trofeo Laudense 2013-2014 1 REGOLAMENTO TROFEO LAUDENSE 1. Il 1 livello potrà esser eseguito esclusivamente dai bambini frequentanti la scuola dell infanzia. 2. La classifica sarà divisa in livelli

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Il Campionato Nazionale Serie B è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D. ad esclusione di coloro che partecipano

Dettagli

CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015

CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015 CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015 Agg. 01/01/15 Post riunione Giuria Nazionale di sabato 06 e domenica 07 dicembre 2014 CODICE DEI PUNTEGGI Elementi artistici 1. Salto del Montone: c è scritto

Dettagli

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI PIANO DI LAVORO CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2010 / 2011 SEDE PASCOLI TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI Flessibilità in avanti. Flessibilità scapolo-omerale.

Dettagli

TROFEO CHRISTMAS GYM 2014 (aggiornato al 9 novembre 2014)

TROFEO CHRISTMAS GYM 2014 (aggiornato al 9 novembre 2014) TROFEO CHRISTMAS GYM 2014 (aggiornato al 9 novembre 2014) La DTRGpT su proposta della DTNGpT intende organizzare il Trofeo in oggetto nei gg. 13 / 14 dicembre p.v. con l augurio di una folta partecipazione

Dettagli

DESCRIZIONE GIOCHI E REGOLAMENTO

DESCRIZIONE GIOCHI E REGOLAMENTO Associazione di Promozione Sociale AGUGLIASTRA.IT Il sito dell Ogliastra DESCRIZIONE GIOCHI E REGOLAMENTO 1. COSTRUISCI IL NURAGHE n. partecipanti per età 4 4 4 4 4 n. partecipanti per squadra 20 n. squadre

Dettagli

GUIDA DELLA PALLA. L'esercizio poi continua con gli altri partecipanti. Dopo un certo numero di prove in un senso, si deve cambiare il verso.

GUIDA DELLA PALLA. L'esercizio poi continua con gli altri partecipanti. Dopo un certo numero di prove in un senso, si deve cambiare il verso. GUID DELL PLL 1 1 2 2 GUID DI PLLONI DIVERSI 4 giocatori posizionati con la palla sul vertice di un quadrato di 15 mt di lato, partono in guida della palla verso il vertice seguente dove lasciano la propria

Dettagli

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie LEZIONE bambini 6/8 anni ( adattamento allo spazio) Muoversi liberamente nella palestra palleggiando, Cambiare

Dettagli

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova aumento difficolta per mezzo di forze disequilibranti. aumento difficolta per mezzo di piattaforme instabili.

Dettagli

TROFEO GIOVANI - TROFEO RAGAZZI

TROFEO GIOVANI - TROFEO RAGAZZI FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA COMITATO REGIONALE LOMBARDIA FEDERAZIONE SPORTIVA NAZIONALE RICONOSCIUTA DAL CONI PERCORSI MOTORI 2017 - Sez. GpT TROFEO GIOVANI - TROFEO RAGAZZI NOTE GENERALI La squadra

Dettagli

ANNO 2010 TROFEO RAGAZZI A COPPIE 1A FASCIA

ANNO 2010 TROFEO RAGAZZI A COPPIE 1A FASCIA ANNO 2010 TROFEO RAGAZZI A COPPIE 1A FASCIA MATERIALE OCCORRENTE: - N.1 CONTENITORE posizionato a mt. 5 dalla linea di partenza. - N.1 PALLA - N.1 FUNE - N.1 TRAVE - N.2 CERCHI posizionati col diametro

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia PERCORSI MOTORI TROFEO ESORDIENTI

Federazione Ginnastica d Italia PERCORSI MOTORI TROFEO ESORDIENTI Federazione Ginnastica d Italia Ginnastica in festa 2003 PERCORSI MOTORI TROFEO ESORDIENTI allegati 2 giochi motori categoria ESORDIENTI Le penalità generali sono le stesse dei percorsi motori del Trofeo

Dettagli

PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk:

PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk: PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk: DIFFICOLTA : 1.1.1. Ciascuna Difficoltà corporea è contata una sola volta o isolata o come componente di una Difficoltà di Rotazione Multipla o Mista 1.8.1. Non può

Dettagli

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 a cura della referente regionale M. Porreca Il programma promozionale GR 2014-2015 prevede: 1. INDIVIDUALE: per categorie di età, con 3 livelli tecnici. -Pag. 2-2.

Dettagli

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione)

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione) Contro la parete Lanciare la palla a due mani contro una parete e riprenderla. Palleggiare la palla contro la parete senza interruzione. Far rimbalzare due palloni contemporaneamente contro la parete usando

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno JSS Coach Comito Date N Players 10 Where Torino Conduzione N TG 53 Conduzione veloce verso Sec Conduzione con cambi di direzione Giochi individuali con mani e piedi in uno spazio delimitato. Lanci e prese.

Dettagli

Regolamento attività Esordienti A stagione estiva 2015

Regolamento attività Esordienti A stagione estiva 2015 Regolamento attività Esordienti A stagione estiva 2015 PERCHE PROPORRE UN MODELLO DI MANIFESTAZIONI A SQUADRE E PERCORSI? Elaborare un modello di gara per bambini basato su tre requisiti fondamentali:

Dettagli

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE ANNO SPORTIVO 2012/2013 GIOVANISSIME: 2006-2005-2004 ALLIEVE: 2003-2002-2001 JUNIOR:

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE MMM COMITATO REGIONALE TOSCANA DIREZIONE TECNIA REGIONALE SEZIONE ARTISTICA MASCHILE TEST REGIONALE Categoria Esordienti PROGRAMMA TECNICO Ginnastica di base Anno sportivo 2010 2 A cura del Tecn. Michele

Dettagli

PERCORSI MOTORI A.S. 2017

PERCORSI MOTORI A.S. 2017 FGI Direzione Tecnica Regionale GpT PERCORSI MOTORI A.S. 2017 TROFEO GIOVANI / TROFEO RAGAZZI Note generali Nella fase regionale è obbligatoria l esecuzione dei percorsi, il collettivo è facoltativo. La

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA Si ricorda ai candidati che, per l espletamento delle seguenti prove pratiche, sono tenuti a presentarsi con abbigliamento

Dettagli

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione.

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione. Percorso staz. Percorso staz. 0PA0 0pa000cl 0pa00 Percorso 0 staz. 0PA 0 0pa000cl 0pa000 0pa000 0pa00 0pa00 0pa00 0pa000 0pa000 Si tratta di un insieme armonico di stazioni per esercizi fisici, studiati

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 Fase regionale

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 Fase regionale Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Regionale Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 Fase regionale NOTE: L AREA DEI PERCORSI è di circa m. 9 x 4, ma tale misura potrebbe

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2014

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2014 FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA SETTORE GINNASTICA GENERALE PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2014 ZONA 1 - L AREA DEI PERCORSI è di m. 12 x 4 ma tale misura potrebbe subire variazioni per problemi d impianto

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE E PROGRAMMA TECNICO TROFEO CHRISTMAS GYM

PROGETTO SPERIMENTALE E PROGRAMMA TECNICO TROFEO CHRISTMAS GYM DIREZIONE TECNICA NAZIONALE sezione GINNASTICA per TUTTI PROGETTO SPERIMENTALE E PROGRAMMA TECNICO TROFEO CHRISTMAS GYM OBIETTIVI: 1) Creare un evento natalizio per la sezione GpT; 2) Riempire la programmazione

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Il Campionato Nazionale Serie A è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D., alle ex-ginnaste federali che, da almeno

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

TROFEO GIOVANI PERCORSO 1 = Staffetta individuale

TROFEO GIOVANI PERCORSO 1 = Staffetta individuale 20cm OMITTO REGIONLE PUGLI GINNSTI PER TUTTI TROFEO GIOVNI PERORSO 1 = Staffetta individuale Partenza 1 2 1.5 m 1.5 m 1.5 m 2 cerchi, 1 pallone, 1 tappetino tipo, 2 ostacoli h. 50 cm circa, 1 boa escrizione:

Dettagli

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 1 FASE INIZIALE 001. Esercizi e giochi di trattamento della palla sul posto e in movimento ad elevata intensità di esecuzione. 002. SPRINT: i bambini palleggiano per

Dettagli

Scienze Motorie e Sportive

Scienze Motorie e Sportive Scienze Motorie e Sportive GLOSSARIO DEI MOVIMENTI GINNASTICI E SPORTIVI (Testo e disegni di Stelvio Beraldo) DOCENTE: prof Pieraldo Carta CLASSI: 1^A, 1^B, 2^B A.S. 2013-2014 1 Atteggiamenti POSIZIONI

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT ORGANIZZAZIONE TECNICA : Responsabile generale = Sig. Colicchia Sebastiano = Tel. 328 7273766,

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO Alfonso Luigi Venosi - Presidente Comitato Provinciale Via A. Barone 26, 84129 Salerno

Dettagli

ALLENAMENTO AZZURRINA LOMBARDIA DEL 20 11 2011 MACHERIO (MI)

ALLENAMENTO AZZURRINA LOMBARDIA DEL 20 11 2011 MACHERIO (MI) ALLENAMENTO AZZURRINA LOMBARDIA DEL 20 11 2011 MACHERIO (MI) 10.00 12.00 ALLENATORE Guido Cantamesse ASSISTENTi Nazareno Lombardi Carlo Grassi PREP. FISICO Cosimo De Milo ******************** ATTIVAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI 1) Ogni gioco popolare inserito nel programma del Palio delle Borgate contribuisce alla classifica generale come evento singolo. TIRO ALLA FUNE 2) La gara inizia quando

Dettagli

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Febbraio 2015 GENERALITÀ

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Febbraio 2015 GENERALITÀ GENERALITÀ 1.5.4. Penalità del Giudice Difficoltà (D): 0,50 p. se è usata una musica con le parole, ma l allenatore non specifica sulla scheda D quale esercizio utilizza la musica con voce e parole Scheda

Dettagli

GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO. Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A. A cura del Settore SCUOLA FGI

GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO. Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A. A cura del Settore SCUOLA FGI GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A A cura del Settore SCUOLA FGI http://www.federginnastica.it e-mail: info@federginnastica.it

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro Palla a muro Il gioco è molto semplice e consiste nel tirare una palla contro un muro per poi riprenderla senza farla cadere. Le regole che governano il gioco sono dettate dalle stesse filastrocche che

Dettagli

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B SERIE B 1. Il Campionato è riservato alle ginnaste più esperte. Sono escluse le ginnaste partecipanti al Campionati di Serie A; 2. La competizione è individuale; 3. E prevista una classifica assoluta determinata

Dettagli

Equilibrio. Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni

Equilibrio. Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni Equilibrio Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni Mantenimento della verticale del capo in appoggio monopodalico Studi fatti dal Prof. Dario Riva Violetta evidenziano che una delle caratteristiche

Dettagli

un nuovo modo di fare calcio

un nuovo modo di fare calcio un nuovo modo di fare calcio I Piccoli Amici Si parte da qui! E l inizio del percorso calcistico, un inizio che di anno in anno viene sempre più anticipato. Un momento in cui è essenziale gettare le basi

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno JSS Coach Muscella Date N Players 10 Where Torino Goals Tec Training Guide JSS - Juventus 2-3 Anno Conduzione Age Range 2 Anno N TG 31 Goals Tactic Concetto di fase offensiva Goals Tec Sec Project JSS

Dettagli

PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016

PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016 PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016 Ginnastica Ritmica a cura della Commissione Tecnica Nazionale Ginnastica Ritmica NB: sono evidenziate in rosso le parti integrate e/o modificate rispetto all edizione

Dettagli

Gara combinata (Percorso / Palloncino / Prova libera) per le cat. Bambini, Fanciulli e Ragazzi aperta a tutti gli Enti convenzionati con la FIJLKAM

Gara combinata (Percorso / Palloncino / Prova libera) per le cat. Bambini, Fanciulli e Ragazzi aperta a tutti gli Enti convenzionati con la FIJLKAM Gara combinata (Percorso / Palloncino / Prova libera) per le cat. Bambini, Fanciulli e Ragazzi aperta a tutti gli Enti convenzionati con la FIJLKAM In concomitanza gara interregionale Organizzata da: G.K.I.

Dettagli

ALLIEVI. Programma MILAN LAB

ALLIEVI. Programma MILAN LAB ALLIEVI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO ALLIEVI CAPACITÀ MOTORIE 100% CAPACITÀ COORDINATIVE 10% 90% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità/Velocità 20% Resistenza 30% Forza (didattica) 20% Flessibilità

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti Direzione Tecnica Nazionale Salute e Fitness GpT/GpS NOTE: GIOCHIAMO INSIEME PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia)

Dettagli

PULCINI. Programma MILAN LAB

PULCINI. Programma MILAN LAB PULCINI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO PULCINI 40% SCHEMI MOTORI DI BASE CAPACITÀ MOTORIE 60% CAPACITÀ COORDINATIVE 50% 10% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità BASSO GRADO DI DIFFICOLTÀ MEDIO GRADO

Dettagli

La coordinazione nel giovane portiere di calcio

La coordinazione nel giovane portiere di calcio La coordinazione nel giovane portiere di calcio La coordinazione rappresenta la base di una buona capacità senso-motoria di apprendimento. Prima di eseguire una determinata azione motoria, è necessario

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

PROVA MOTORIO-ATTITUDINALE

PROVA MOTORIO-ATTITUDINALE PROVA MOTORIO-ATTITUDINALE La prova motorio-attitudinale è suddivisa in quattro moduli il cui ordine verrà stabilito dalla commissione esaminatrice, in relazione alle esigenze organizzative. Per ciascuno

Dettagli

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 Mesociclo: settembre/ottobre Obiettivo motorio/coordinativo: sviluppo cap. oculo-manuale, oculo-podale, di anticipazione e scelta

Dettagli

GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara

GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara (3 SETTEMBRE 2015, ore 15:00-17.30) PALESTRE ITG PALLADIO TREVISO ROTOLAMENTI CAPOVOLTA AVANTI: Tecnica: Partenza: stazione eretta,

Dettagli

CATEGORIE: BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI GIOVANI: 6/8 ANNI NON COMPIUTI PERCORSO BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI

CATEGORIE: BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI GIOVANI: 6/8 ANNI NON COMPIUTI PERCORSO BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI CATEGORIE: BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI GIOVANI: 6/8 ANNI NON COMPIUTI PERCORSO BABY: 3/5 ANNI COMPIUTI MODALITA ESECUTIVE: Il percorso si esegue singolarmente. In questa categoria si esegue un solo percorso

Dettagli

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 1 1^- 2^ ELEMENTARE Il percorso ginnico individuale Giocatori: Tutti gli alunni si mettono in fila ed uno alla volta eseguono il percorso tracciato Campo di gioco:

Dettagli

Dieci esercitazioni per migliorare il dominio-controllo palla. Raccolta N 3.

Dieci esercitazioni per migliorare il dominio-controllo palla. Raccolta N 3. N.26 DICEMBRE 2005 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO

Dettagli

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale A cura di Cinzia Pennesi Ilenia Oberni Alice Grecchi Monia Melis Ginevra Civiletti Sonia Frasca Componenti Commissione Tecnica Nazionale Aggiornato

Dettagli

Novara Calcio TRAINING GUIDE - 2003-2004 JSS COACH: Enrico Mordillo Age range: 2003-2004 N 1 Date: 3-9-2012 N Players: Where: Novarello Project: Goals: g 1) 2) 3) 4) 5) Coordinative program 1-2 speed ladder

Dettagli

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna.

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna. Glossario dei movimenti ginnastici e sportivi Terminologia riferita alle posizioni e ai movimenti del corpo 1) Capo: a) flessione in avanti; b) inclinazione indietro con iperestensione del rachide cervicale;

Dettagli

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza.

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza. Complimenti, siete sulla linea di partenza. Qui inizia il vostro Zurich percorsovita «...» che avrete a vostra disposizione ogniqualvolta lo vorrete. Resistenza A voi la scelta! Troverete 15 stazioni con

Dettagli

TROFEO DELLE REGIONI LIBERTAS KARATE 2013

TROFEO DELLE REGIONI LIBERTAS KARATE 2013 Spett.li Associazioni Libertas SETTORE KARATE TROFEO DELLE REGIONI LIBERTAS KARATE 2013 PROGRAMMA Sabato 23 NOVEMBRE 2013 Accredito Inizio gara 13.30/14.30 kata e kumite m/f a squadre, individuale kata

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET LA PALLA: MEZZO E/O METODO PER LO SVILUPPO DEGLI SCHEMI MOTORI DI BASE di Fabio Bagni Camminare per tutta la palestra, lontani l uno dall altro Camminare stando vicini Camminare all indietro, prima lontani,

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI 2014 Fase nazionale (aggiornamento 29 maggio 2014)

PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI 2014 Fase nazionale (aggiornamento 29 maggio 2014) Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI TROFEO RAGAZZI 2014 Fase nazionale (aggiornamento 29 maggio 2014) NOTE: I VIDEO esplicativi dei percorsi

Dettagli

SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13

SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13 Alfabetizzazione motoria nella scuola primaria U.S.R. C.O.N.I. Emilia Romagna SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13 Dati esperto Dati sulla scuola Cognome e nome BARALDI GIULIETTA Scuola Primaria

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria

Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio

Dettagli

Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo. Special Olympics Italia. A cura. Serena Taccetti - Eleonora Ferrari

Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo. Special Olympics Italia. A cura. Serena Taccetti - Eleonora Ferrari Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo Special Olympics Italia A cura di Serena Taccetti - Eleonora Ferrari Durata: 1 ora (a seconda del tempo a disposizione si potrà

Dettagli

Relazione Minibasket n 2

Relazione Minibasket n 2 Prof. Piergiorgio Manfre Basket Verbano Relazione Minibasket n 2 Ipotesi di lezioni per allievi 9 10 anni Premessa................................................... Proposte didattiche-tecniche.................................

Dettagli

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME -Accoglienza: discussione sull importanza della materia Scienze Motorie -Questionario d ingresso sull attività motoria

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS La Libertas nazionale in collaborazione con l ASD SCFTITALIA indice ed organizza per l anno sportivo 2013/14 le attività riservata alla Ginnastica ritmica.

Dettagli

Riceviamo dal Prof. Giorgio Garufi e pubblichiamo un preziosissimo scritto sulle

Riceviamo dal Prof. Giorgio Garufi e pubblichiamo un preziosissimo scritto sulle Riceviamo dal Prof. Giorgio Garufi e pubblichiamo un preziosissimo scritto sulle Forme Basilari della Ginnastica Artistica agli attrezzi, strumento molto utile sia per i neofiti che per gli appassionati,

Dettagli