Semeiotica dermoscopica. Progetto a cura di S. Gasparini G. L. Giovene

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Semeiotica dermoscopica. Progetto a cura di S. Gasparini G. L. Giovene"

Transcript

1 Semeiotica dermoscopica Progetto a cura di S. Gasparini G. L. Giovene

2 Caratteristiche GLOBALI Caratteristiche LOCALI

3 CARATTERISTICHE GLOBALI Pattern reticolare Pattern globulare Pattern composto Pattern multicomponente Pattern omogeneo Pattern parallelo Pattern starburst Pattern lacunare Pattern aspecifico

4 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN RETICOLARE Insieme di linee pigmentate che si incrociano, formando delle maglie, su un fondo chiaro

5 LINEE zaffi interpapillari iperpigmentati SPAZI CHIARI apice delle papille dermiche Aumento della densità melanica a livello dello strato basale dell epidermide

6 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN RETICOLARE LESIONE MELANOCITARIA

7 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN GLOBULARE Aggregati multipli di pigmento rotondeggianti od ovalari

8 PATTERN GLOBULARE GLOBULI: nidi di cellule neviche pigmentate localizzati alla giunzione o nel derma papillare

9 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN GLOBULARE Pattern ad acciottolato : globuli di grossolane dimensioni con aspetto a zolle

10 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN GLOBULARE LESIONE MELANOCITARIA

11 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN COMPOSTO Pattern reticolare Pattern globulare Presenza di due distinti pattern globali

12 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN MULTICOMPONENTE Presenza di almeno tre regioni con differenti aspetti dermoscopici

13 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN OMOGENEO Pigmentazione diffusa omogenea che occupa l intera lesione, in assenza di rete

14 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN PARALLELO Insieme di linee pigmentate parallele che decorrono lungo i solchi o i rilievi della cute palmo-plantare

15 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN STARBURST Presenza di proiezioni lineari periferiche ad orientamento radiale,striate,digitiformi o a bacchetta di tamburo

16 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN STARBURST Nevo di Reed Presenza di proiezioni lineari periferiche ad orientamento radiale,striate,digitiformi o a bacchetta di tamburo

17 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN LACUNARE Presenza di gruppi di sacche di colore rosso o rosso-blu ben circoscritte,di forma tondeggiante, spesso delimitate da tralci fibrosi

18 Vascular structures Hemangioma Red (Dark) lagoons Sharply demarcated globular structures Colors: red, violaceous, brownish, bluish or black. Absence of vessels or other pigmented structures inside the lagoons Significance: hemangiomas or angiokeratomas Angiokeratoma

19 STEP 1 PATTERN GLOBALE PATTERN ASPECIFICO Non sono presenti aspetti inquadrabili nei vari pattern globali

20 STEP 2 CARATTERISICHE LOCALI Rete pigmentaria Strie Punti/globuli Pigmentazione diffusa (blotches) Strutture di regressione Depigmentazione Area biancastra similcicatriziale Strutture vascolari Sbocchi simil-comedonici, pseudocisti cornee

21 STEP 2 RETE PIGMENTARIA RETE PIGMENTARIA tipica atipica

22

23 STEP 2 RETE PIGMENTARIA Rete pigmentaria TIPICA

24 Linee ispessite ed iperpigmentate Rete pigmentaria ATIPICA

25 STEP 2 RETE PIGMENTARIA Linee ispessite ed iperpigmentate Maglie slargate Rete pigmentaria ATIPICA

26 STEP 2 RETE PIGMENTARIA Rete pigmentaria con linee spesse ed iperpigmentate in posizione eccentrica Melanoma in situ Rete pigmentaria ATIPICA

27 STEP 2 RETE PIGMENTARIA Rete pigmentaria ATIPICA MARGINI SFUMATI MARGINI NETTI Rete pigmentaria atipica che si arresta bruscamente ai margini

28 STEP 2 PUNTI/GLOBULI PUNTI/GLOBULI Strutture pigmentate circoscritte e ben delimitate di differenti dimensioni

29 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Punti neri Concentrazioni puntiformi di pigmento di colore nero

30 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Punti neri Accumuli focali di melanina o di cellule melanocitarie nello strato corneo (eliminazione transepidermica di pigmento)

31 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Punti neri regolari Nevo Punti neri regolari per forma,dimensioni,distribuzione e correlati alla rete, sovrapposti alle linee della stessa

32 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Punti neri irregolari Melanoma Punti neri irregolari per forma e dimensioni,a distribuzione periferica non correlati alla rete

33 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Globuli

34 STEP 2 PUNTI/GLOBULI Globuli Globuli marrone disposti lungo il bordo della lesione

35 Base 3 mesi

36 Globuli regolari Nevo Globuli di colore e distribuzione regolari

37 Globuli irregolari Melanoma Globuli di colore, dimensioni e distribuzione irregolari

38 STEP 2 STRIE STRIE Striature pigmentate disposte radialmente sul bordo regolari irregolari

39 STEP 2 STRIE Strie regolari Striature pigmentate,ravvicinate e parallele,disposte radialmente e simmetricamente sul bordo della lesione

40 STEP 2 STRIE Strie irregolari Striature pigmentate,ravvicinate e parallele,disposte asimmetricamente sul bordo della lesione

41 STEP 2 STRIE Strie regolari Striature pigmentate,ravvicinate e parallele,disposte radialmente e simmetricamente sul bordo della lesione

42 STEP 2 STRIE Strie irregolari Striature pigmentate,ravvicinate e parallele,disposte asimmetricamente sul bordo della lesione

43 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BLU (Aree grigio blu, peppering ) AREE BIANCHE (Aree biancastre similcicatriziali)

44 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BLU Aree irregolari di colore variabile dal grigio al blu, di aspetto torbido ed offuscato, a margini mal definiti

45 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BLU Aree irregolari di colore variabile dal grigio al blu, di aspetto torbido ed offuscato, a margini mal definiti

46 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BLU Estesi fenomeni di fibrosi superficiale con melanofagi più o meno dispersi e/o cellule melanomatose nel derma

47 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE Fenomeno del PEPPERING Molteplici punti grigio-blu che ricordano i grani del pepe (dovuti a melanofagi che tendono ad aggregarsi)

48 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE Fenomeno del PEPPERING

49 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BIANCHE Depigmentazione marcata, biancastra, di aspetto madreperlaceo che richiama una cicatrice Nevo

50 AREE BIANCHE Dermatofibroma

51 STEP 2 STRUTTURE DI REGRESSIONE AREE BLU-BIANCHE Nelle lesioni maligne aree bianche spesso associate alle aree blu!

52 STEP 2 STRUTTURE VASCOLARI STRUTTURE VASCOLARI

53 STEP 2 STRUTTURE VASCOLARI PATTERN A VIRGOLA Piccoli vasi disposti parallelamente al piano cutaneo, corti, con aspetto arciforme, distribuiti irregolarmente

54 PATTERN A VIRGOLA Nevo dermico

55 PATTERN AD ALBERO CARCINOMA BASOCELLULARE

56 PATTERN AD ALBERO CARCINOMA BASOCELLULARE

57 STEP 2 STRUTTURE VASCOLARI PATTERN PUNTIFORME Nevo di Spitz

58 STEP 2 STRUTTURE VASCOLARI PATTERN PUNTIFORME Nevo di Spitz

59 STEP 2 STRUTTURE VASCOLARI PATTERN PUNTIFORME Melanoma

60 PATTERN VASCOLARE ATIPICO Melanoma Vasi con decorso irregolarmente lineare, vasi puntiformi e globuli rosso-lattescenti

61 Vasi a virgola (Nevo dermico) Vasi atipici/polimorfi (Melanoma)

62 STEP 2 SBOCCHI COMEDONICI,PSEUDOCISTI CORNEE SBOCCHI COMEDONICI Formazioni rotondeggianti brunastre PSEUDOCISTI CORNEE Formazioni rotondeggianti biancastre, luminescenti

63 STEP 2 SBOCCHI SIMILCOMEDONICI,PSEUDOCISTI CORNEE PSEUDOCISTI CORNEE Nevo papillomatoso

64 Aspetto cerebriforme CHERATOSI SEBORROICA Sbocchi comedonici

65 Strutture a foglia d acero CARCINOMA BASOCELLULARE

66 Strutture a ruota dentata

67 Strutture a foglia d acero Strutture a ruota dentata

68

69 LESIONE MELANOCITARIA O ALTRO

70 ALGORITMO MELANOCITICO Rete pigmentaria/pseudoreticolo Globuli aggregati Strie Pigmentazione diffusa omogenea blu Pseudocisti cornee Sbocchi similcomedonici Strutture ad impronta digitale Gyri e sulci (aspetto cerebriforme) Aree a foglia d acero Aree ovoidi grigio-blu Globuli grigio-blu multipli Strutture pigmentate a ruota dentata Teleangectasie ad albero Ulcerazione Lacune rosso-blu Aree omogenee rosso-bluastre e rosso-nerastre Nessuno dei criteri elencati da Kreusch e Rassner, 1991 Lesione melanocitaria Cheratosi seborroica Epitelioma basocellulare Emangioma Lesione melanocitaria

71 Lesione melanocitaria Rete pigmentaria Globuli Strie Pigmentazione diffusa omogenea blu

72 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

73 Pattern Globale Globulare Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Globuli regolari

74 Pattern Globale Melanocitaria o non

75 Pattern Globale Lacunare Melanocitaria o non Non melanocitaria

76 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

77 Pattern Globale Reticolare Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Rete pigmentaria tipica

78 Pattern Globale Melanocitaria o non

79 Pattern Globale Lacunare Melanocitaria o non Non melanocitaria

80 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

81 Pattern Globale Starburst Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Strie regolari

82 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

83 Pattern Globale Globulare Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Globuli regolari

84 Pattern Globale Melanocitaria o non

85 Pattern Globale Omogeneo Melanocitaria o non Melanocitaria

86 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

87 Pattern Globale Reticolare Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Rete pigmentaria atipica Area biancastra

88 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

89 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

90 Pattern Globale Composto rete e globuli Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Rete pigmentaria Tipica Globuli regolari Cisti cornee

91 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

92 Pattern Globale Aspecifico Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Vasi puntiformi Globuli periferici

93 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

94 Pattern Globale Starburst Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Strie regolari

95 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

96 Pattern Globale Reticolare Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Rete pigmentaria tipica

97 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

98 Pattern Globale Aspecifico Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Vasi puntiformi

99 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

100 Pattern Globale Aspecifico Melanocitaria o non Melanocitaria Pattern Locali Vasi a virgola

101 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

102 Pattern Globale Aspecifico Melanocitaria o non Melanocitaria ma Pattern Locali Aree a foglia d acero

103 Pattern Globale Melanocitaria o non Pattern Locali

104 Pattern Globale Multicomponente Melanocitaria o non Melanocitaria ma Pattern Locali Aree a foglia d acero Strutture a ruota dentata

105 grazie

Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino. Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva

Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino. Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Lesioni pigmentarie benigne : correlazioni clinico-patologiche Diagnosi

Dettagli

MELANOMA. Il melanoma piano mostra in genere

MELANOMA. Il melanoma piano mostra in genere MELANOMA Neoplasia maligna dei melanociti che, nella cute, inizia come una lesione pigmentata piana (macula) progredendo quindi in placca o nodulo irregolarmente rilevato Il melanoma piano mostra in genere

Dettagli

(testo redatto a seguito di riunione di consenso tenutasi a Firenze in data 4/12/2004)

(testo redatto a seguito di riunione di consenso tenutasi a Firenze in data 4/12/2004) Linee guida per la refertazione in dermoscopia A cura della Associazione Italiana Diagnostica Non Invasiva in Dermatologia (AIDNID) in collaborazione con il Dermoscopy Forum Paolo Carli 1, Matteo Gnone

Dettagli

I TUMORI DELLA CUTE. www.fisiokinesiterapia.biz

I TUMORI DELLA CUTE. www.fisiokinesiterapia.biz I TUMORI DELLA CUTE www.fisiokinesiterapia.biz Ghiandole sebacee Ghiandole sudoripare Annessi cutanei I TUMORI DELLA CUTE 1) DERIVATI DALLE STRUTTURE EPITELIALI 1) BENIGNI (CHERATOSI SEBORROICA) 2) EPITELIOMA

Dettagli

XXVI Congresso Nazionale AIDA 24/27 maggio 2017 Barcelò Aran Mantegna, Roma

XXVI Congresso Nazionale AIDA 24/27 maggio 2017 Barcelò Aran Mantegna, Roma XXVI Congresso Nazionale AIDA 24/27 maggio 2017 Barcelò Aran Mantegna, Roma PROGRAMMA SCIENTIFICO PRELIMINARE Mercoledì 24/05 Corso di Dermoscopia 14,00 Semeiotica dermoscopica 2.0 (C. Longo) 14,20 Nuovi

Dettagli

DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '15 "Problematiche in Dermoscopia" Gubbio, 7-9 Maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini

DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '15 Problematiche in Dermoscopia Gubbio, 7-9 Maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '15 "Problematiche in Dermoscopia" Gubbio, 7-9 Maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini Programma Scientifico Giovedì 7 maggio 15,00 Saluto ai Partecipanti

Dettagli

COME SCEGLIERE IL GIUSTO TRATTAMENTO:

COME SCEGLIERE IL GIUSTO TRATTAMENTO: UNA MACCHIA... SCRIVIAMO INSIEME UNA STORIA DIVERSA COME SCEGLIERE IL GIUSTO TRATTAMENTO: DISCUSSIONE INTERATTIVA DI CASI CLINICI VIRTUALI Dr.ssa Laura Atzori Ricercatore Clinica Dermatologica Dipartimento

Dettagli

LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE

LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE Efelidi Macule melano/che labiali e genitali Len3ggine semplice (giovanile) Len3ggini mul3ple (len3gginosi) Len3ggine solare (senile) Nevo len3gginoso Nevus

Dettagli

Piccola Chirurgia in Dermatologia. Carlo Mainetti Servizio di Dermatologia EOC

Piccola Chirurgia in Dermatologia. Carlo Mainetti Servizio di Dermatologia EOC Piccola Chirurgia in Dermatologia Carlo Mainetti Servizio di Dermatologia EOC Giubiasco, 7 ottobre 2010 Sommario Cosa può operare il medico di base nel suo ambulatorio? (Sono escluse da questa conferenza

Dettagli

U N I V E R S I T A F E D E R I C O I I D I N A P O L I DOTTORATO DI RICERCA IN DERMATOLOGIA SPERIMENTALE. Coordinatore: Prof.

U N I V E R S I T A F E D E R I C O I I D I N A P O L I DOTTORATO DI RICERCA IN DERMATOLOGIA SPERIMENTALE. Coordinatore: Prof. U N I V E R S I T A F E D E R I C O I I D I N A P O L I DOTTORATO DI RICERCA IN DERMATOLOGIA SPERIMENTALE Coordinatore: Prof. Fabio Ayala TESI DI DOTTORATO PENO-VULVOSCOPIA DIGITALE UNA NUOVA METODICA

Dettagli

La cute è l organo regolatore dell omeostasi ambiente interno/ambiente esterno sede di patologia primaria e «finestra» di patologia sistemica

La cute è l organo regolatore dell omeostasi ambiente interno/ambiente esterno sede di patologia primaria e «finestra» di patologia sistemica cute Lesioni La cute è l organo regolatore dell omeostasi ambiente interno/ambiente esterno sede di patologia primaria e «finestra» di patologia sistemica O CUTE (tessuto a nutrizione indiretta, fluidi

Dettagli

CONGRESSO ANNUALE AIDNID Scuola Grande San Giovanni Evangelista Venezia, 31 marzo - 2 aprile 2011

CONGRESSO ANNUALE AIDNID Scuola Grande San Giovanni Evangelista Venezia, 31 marzo - 2 aprile 2011 CONGRESSO ANNUALE AIDNID Scuola Grande San Giovanni Evangelista Venezia, 31 marzo - 2 aprile 2011 13.00 Registrazione dei partecipanti GIOVEDI 31 MARZO 2011 14.15 Apertura dei lavori e Saluto delle Autorità

Dettagli

Anatomia e Fisiologia della cute e degli annessi cutanei

Anatomia e Fisiologia della cute e degli annessi cutanei Anatomia e Fisiologia della cute e degli annessi cutanei Andrea Stefano Bigardi Specialista in Dermatologia Università di Milano Cute E l organo più esteso del corpo umano (1,5-2 mq), formato da: Epidermide:

Dettagli

Carcinoma della cute (esclusi palpebra, vulva e pene)

Carcinoma della cute (esclusi palpebra, vulva e pene) Carcinoma della cute (esclusi palpebra, vulva e pene) C44.0 Cute del labbro, NAS C44.2 Orecchio esterno C44.3 Cute di altre parti del volto non specificate C44.4 Cute della testa e del collo C44.5 Cute

Dettagli

Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina

Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina Il Melanoma Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina Il melanoma cutaneo è un tumore ad elevata aggressività Crescita di incidenza negli

Dettagli

Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi

Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi NEVI E MELANOMA DEL BAMBINO : Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi STORIA CLINICA I NEVI MELANOCITARI COMPAIONO NELLA PRIMA INFANZIA E IL LORO NUMERO COMPLESSIVO CRESCE CON IL CRESCERE DELL

Dettagli

PREVENZIONE DEI TUMORI CUTANEI

PREVENZIONE DEI TUMORI CUTANEI PREVENZIONE DEI TUMORI CUTANEI PROVE DALLA LETTERATURA Epidemiologia e conseguenze cliniche La probabilità cumulativa di ricevere una diagnosi di melanoma nel corso della vita (0-74 anni) è pari a un

Dettagli

DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE CHIRURGICHE: PROGETTO N 3 SCIENZE DERMATOLOGICHE Ciclo XXIV

DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE CHIRURGICHE: PROGETTO N 3 SCIENZE DERMATOLOGICHE Ciclo XXIV Alma Mater Studiorum Università di Bologna DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE CHIRURGICHE: PROGETTO N 3 SCIENZE DERMATOLOGICHE Ciclo XXIV Settore Concorsuale di afferenza: MED/35 Settore Scientifico disciplinare:

Dettagli

30/05/2011. Melanoma. Anatomia. scaricato da 1

30/05/2011. Melanoma. Anatomia. scaricato da  1 Melanoma 1 Anatomia 2 scaricato da www.sunhope.it 1 Epidemiologia ed Eziologia In Europa circa 60.000 nuovi casi all anno L'incidenzaé Lincidenza leggermentepiù alta tra la popolazione femminile rispetto

Dettagli

La pelle è un insieme di tessuti che ricopre il corpo, suddivisi in epidermide,

La pelle è un insieme di tessuti che ricopre il corpo, suddivisi in epidermide, 1. La Pelle La pelle è un insieme di tessuti che ricopre il corpo, suddivisi in epidermide, derma ed ipoderma; protegge gli organi ed i tessuti da variazioni di temperatura, traumi, eccessiva disidratazione,

Dettagli

Il CASO del MESE Martina Zanotel

Il CASO del MESE Martina Zanotel Istituto di Radiologia Diagnostica Università degli Studi di Udine Direttore: Prof. M. Bazzocchi Il CASO del MESE Martina Zanotel Donna di 61 anni Nuovo episodio di secrezione brunastra dal capezzolo sinistro

Dettagli

lesioni melanocitarie benigne e maligne

lesioni melanocitarie benigne e maligne AZIENDA SANITARIA LOCALE DI PESCARA Uff. Formazione ed Aggiornamento Via Renato Paolini n. 47-65124 Pescara Tel. 085 4253166 - Fax 085 4253165 Dir. Amministrativo Dott. Alberto Cianci MACROPROGETTAZIONE

Dettagli

Gubbio p e r c o r s i Settembre Dermoscopia ed Imaging Cutaneo. Park Hotel Ai Cappuccini. P r o g r a m m a S c i e n t i f i c o

Gubbio p e r c o r s i Settembre Dermoscopia ed Imaging Cutaneo. Park Hotel Ai Cappuccini. P r o g r a m m a S c i e n t i f i c o - p e r c o r s i - Chairmen: S. Gasparini, G.L. Giovene 15-17 Settembre 2016 Park Hotel Ai Cappuccini P r o g r a m m a S c i e n t i f i c o Informazioni scientifiche Presentazione del Meeting La Dermoscopia

Dettagli

Linee Guida in Dermoscopia

Linee Guida in Dermoscopia Linee Guida in Dermoscopia S. Chimenti, 1 G. Argenziano, 2 A. Di Stefani, 1 L. Andreassi, 3 P. Carli, 4 V. De Giorgi, 4 G. Ferrara, 5 A. Ferrari, 6 S. Gasparini, 7 G.L. Giovene, 8 M. Lomuto, 9 G. Mazzocchetti,

Dettagli

DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '16 "Percorsi" Gubbio, Settembre 2016 Park Hotel Ai Cappuccini. Programma Scientifico

DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '16 Percorsi Gubbio, Settembre 2016 Park Hotel Ai Cappuccini. Programma Scientifico DERMOSCOPIA ED IMAGING CUTANEO, ADVANCED MEETING - Gubbio '16 "Percorsi" Gubbio, 15-17 Settembre 2016 Park Hotel Ai Cappuccini Programma Scientifico Giovedì 15 settembre 15,00 Apertura dei Lavori - Presentazione

Dettagli

Prof. Giocondo Martina PR EVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE. LESIONI NEVICHE E MELANOMA.

Prof. Giocondo Martina PR EVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE. LESIONI NEVICHE E MELANOMA. Prof. Giocondo Martina PR EVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE. LESIONI NEVICHE E MELANOMA. Il titolo dei lavori di questa nostra giornata ci formula un quesito che cercheremo di affrontare: IL MELANOMA E UNA

Dettagli

Pagina 2 Laser chirurgia dermatologica La chirurgia dermatologica laser CO2 consente la rimozione di diverse patologie cutanee (nevi, cheratosi seborr

Pagina 2 Laser chirurgia dermatologica La chirurgia dermatologica laser CO2 consente la rimozione di diverse patologie cutanee (nevi, cheratosi seborr Dr. Roberto Nobile Specialista in Chirurgia Generale Patologia Vascolare Chirurgia Laser Studio: Piazza Arbarello, 5-10122 Torino - 011 545162-0111 538876 (Fax) e-mail: info@robertonobile.fastwebnet.it

Dettagli

Abbronzatura sì, ma con giudizio.

Abbronzatura sì, ma con giudizio. Abbronzatura sì, ma con giudizio. Parola d ordine: protezione La protezione è un aiuto per l abbronzatura, questo non significa che con la crema ci si possa esporre al sole per periodi di tempo molto lunghi;

Dettagli

I tessuti: 1) struttura 2)funzioni. Struttura: come sono fatti Funzioni: cosa fanno nell organismo

I tessuti: 1) struttura 2)funzioni. Struttura: come sono fatti Funzioni: cosa fanno nell organismo I tessuti: 1) struttura 2)funzioni Struttura: come sono fatti Funzioni: cosa fanno nell organismo 1) Struttura di un tessuto Un tessuto è formato da... cellule matrice extracellulare Cellule: sono gli

Dettagli

NEVI MELANOCITARI E MELANOMA: L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DI UNA DIAGNOSI PRECOCE

NEVI MELANOCITARI E MELANOMA: L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DI UNA DIAGNOSI PRECOCE NEVI MELANOCITARI E MELANOMA: L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DI UNA DIAGNOSI PRECOCE GENERALITA SUI NEVI MELANOCITARI I NEVI MELANOCITARI, PRESENTI GIA ALLA NASCITA (CONGENITI) O IN EPOCHE SUCCESSIVE

Dettagli

PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI

PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI Dott. Giampiero Armati Responsabile del Servizio di Dermatologia Chirurgica ed Oncologica Referente GOM tumori

Dettagli

BIOSTIMOLAZIONE/ BIORIVITALIZZAZIO NE TISSUTALE. Dott.ssa Leticia Molinaro

BIOSTIMOLAZIONE/ BIORIVITALIZZAZIO NE TISSUTALE. Dott.ssa Leticia Molinaro BIOSTIMOLAZIONE/ BIORIVITALIZZAZIO NE TISSUTALE Dott.ssa Leticia Molinaro BIOSTIMOLAZIONE MEDICINA ANTIAGING NO TREATING ILLNESS BUT SUPPORTING WELLNESS. INVECCHIAMENTO CUTANEO Intrinseco/cronologico Atrofia

Dettagli

Perchè? L obiettivo per il prossimo futuro è quello di sconfiggere il melanoma, renderlo un tumore a mortalità zero».

Perchè? L obiettivo per il prossimo futuro è quello di sconfiggere il melanoma, renderlo un tumore a mortalità zero». GUARDIAMOCI LA PELLE Emanuele Nasole Dermatologo Coordinatore Regionale AIUC - Veneto Amb. Vulnologia Ospedale di Castiglione delle Stiviere (MN) Perchè? L obiettivo per il prossimo futuro è quello di

Dettagli

LARINGE.

LARINGE. LARINGE www.fisiokinesiterapia.biz SUPRAGLOTTICA epiglottide/corda vocale falsa (e il ventricolo) GLOTTICA corda vocale vera e commissura anteriore SUB-GLOTTICA margine inf. corda vocale vera fino alla

Dettagli

Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI

Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI LA PREVENZIONE DEL MELANOMA http://www.francescobrunodermatologo.it/mappatura-nevi.asp

Dettagli

Gubbio 14. Dermoscopia: Lo Stato dell Arte. Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Programma Scientifico Preliminare

Gubbio 14. Dermoscopia: Lo Stato dell Arte. Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Programma Scientifico Preliminare Gubbio 14 Dermoscopia: Lo Stato dell Arte Park Hotel Ai Cappuccini 3-5 aprile 2014 Programma Scientifico Preliminare Informazioni Scientifiche Gubbio 14 Presentazione del Meeting Ad oltre 25 anni dagli

Dettagli

clicca qui Caso n. 2 occasionali nuclei voluminosi ipercromatici nuclei rotondo ovali con cromatina pallida, a fine disegno

clicca qui Caso n. 2 occasionali nuclei voluminosi ipercromatici nuclei rotondo ovali con cromatina pallida, a fine disegno CORSO PRATICO DI CITOLOGIA DIAGNOSTICA AGOASPIRATIVA DELLE GHIANDOLE SALIVARI Gargnano 15-16 aprile 2011 Sergio Fiaccavento Caso n. 2 Palazzo Feltrinelli - Gargnano Dati Clinici : Ragazza di di 13 anni,

Dettagli

CRIOTERAPIA APPLICAZIONI. Ing. Giuseppe Villa Alpha Strumenti - Milano IV 2014

CRIOTERAPIA APPLICAZIONI. Ing. Giuseppe Villa Alpha Strumenti - Milano IV 2014 CRIOTERAPIA APPLICAZIONI Ing. Giuseppe Villa Alpha Strumenti - Milano IV 2014 CRIOTERAPIA Obiettivo: rimozione di tessuto Azione: - effetti diretti - effetti vascolari (emostasi) Modalità del cold transfer

Dettagli

Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico

Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico Tumori della Pelle Fare attenzione, fare prevenzione. Associazione di Volontariato Il cielo oltre venere difesa e sostegno all ammalato oncologico Nevi I nevi (o nei) melanocitici sono delle formazioni

Dettagli

DENSITA. Valutazione oggettiva relativa e quantitativa di un esame di sezione (TC) rapportata ad una scala densitometrica. Ipodensità Iperdensità M

DENSITA. Valutazione oggettiva relativa e quantitativa di un esame di sezione (TC) rapportata ad una scala densitometrica. Ipodensità Iperdensità M DIAFANIA Normale tenue tonalità di grigio di fondo dovuta al sangue intracapillare e al disegno polmonare (vasi). Valutazione soggettiva, globale e qualitativa di un esame di volume (Rx torace) rapportata

Dettagli

Tumori Testa Collo e Tiroide Presentazione caso clinico Sotirios Chondrogiannis Rovigo

Tumori Testa Collo e Tiroide Presentazione caso clinico Sotirios Chondrogiannis Rovigo Tumori Testa Collo e Tiroide Presentazione caso clinico Sotirios Chondrogiannis Rovigo Gilberto 60 anni Melanoma del cuoio capelluto 29-09-2015: asportazione Neoformazione cuoio capelluto Descrizione macroscopica:

Dettagli

Lesioni mucose: aspetti clinici e dermoscopici

Lesioni mucose: aspetti clinici e dermoscopici Lesioni mucose: aspetti clinici e dermoscopici Angela Ferrari UOSD di Dermatologia Oncologica e Prevenzione Responsabile: Dott. Pasquale Frascione AREE GENITALI Lesioni osservate in sede genitale: Diagnosi

Dettagli

Apparato tegumentario

Apparato tegumentario Apparato tegumentario Il presente materiale didattico e ciascuna sua componente sono protetti dalle leggi sul copyright, sono qui proposti in forma aggregata per soli fini di studio e per uso personale.

Dettagli

Il melanoma cutaneo. Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007. Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte

Il melanoma cutaneo. Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007. Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte Il melanoma cutaneo Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007 Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte La pelle La pelle La pelle è il più esteso organo del corpo. Protegge contro il caldo, la luce solare, i traumi

Dettagli

SEMEIOTICA DERMATOLOGICA

SEMEIOTICA DERMATOLOGICA SEMEIOTICA DERMATOLOGICA DR.SSA ELENA FICARELLI REGGIO EMILIA, 11/09/2013 SEMEIOTICA DERMATOLOGICA ANAMNESI modalitàevolutive dell eruzione caratteristiche insorgenza (localizzata, diffusa; improvvisa,

Dettagli

Raccomandazioni per consulenza e test genetico nel melanoma ereditario Gruppo SIGU-ONC

Raccomandazioni per consulenza e test genetico nel melanoma ereditario Gruppo SIGU-ONC Raccomandazioni per consulenza e test genetico nel melanoma ereditario Gruppo SIGU-ONC G.Bianchi Scarrà, P. Grammatico, M. Genuardi, B. Pasini in collaborazione con W. Bruno e P. De Simone Fonti: Kefford

Dettagli

STUDIO DELLE PARTI MOLLI E DELLE ARTICOLAZIONI. Genova, 15 febbraio 2014

STUDIO DELLE PARTI MOLLI E DELLE ARTICOLAZIONI. Genova, 15 febbraio 2014 STUDIO DELLE PARTI MOLLI E DELLE ARTICOLAZIONI Genova, 15 febbraio 2014 TESSUTI MOLLI: ARTICOLAZIONI: Cute e sottocute Muscoli e tendini Nervi Vasi Sinovia Spazio articolare e cartilagine Tessuti e alterazioni

Dettagli

IL CARCINOMA DELLA MAMMELLA. Quadro clinico

IL CARCINOMA DELLA MAMMELLA. Quadro clinico IL CARCINOMA DELLA MAMMELLA Quadro clinico ANAMNESI: familiare e fisiologica Età della paziente Età al menarca ed alla menopausa N gravidanze Età alla prima gravidanza Allattamento Familiarità per carcinoma

Dettagli

http://digilander.libero.it/glampis64 Il corpo umano è organizzato in livelli gerarchici Un organismo è costituito da un insieme di sistemi, formati a loro volta da organi, tessuti e cellule. I tessuti

Dettagli

ISTOLOGIA. desmosoma

ISTOLOGIA. desmosoma ISTOLOGIA desmosoma Desmosoma (macula adhaerens) desmoplachina, placoglobina desmogleine, desmocolline (sono caderine,, CAM Ca- dipendenti) filamenti intermedi (citocheratine) ISTOLOGIA ISTOLOGIA Desmosoma

Dettagli

Epitelio di transizione

Epitelio di transizione Epitelio di transizione In una sezione istologica appare tipicamente tristratificato con cellule basali, intermedie e superficiali ma, per alcuni Autori, sarebbe pseudostratificato e formato essenzialmente

Dettagli

RISCHIO DA RADIAZIONE SOLARE ULTRAVIOLETTA NEI LAVORATORI OUTDOOR:

RISCHIO DA RADIAZIONE SOLARE ULTRAVIOLETTA NEI LAVORATORI OUTDOOR: RISCHIO DA RADIAZIONE SOLARE ULTRAVIOLETTA NEI LAVORATORI OUTDOOR: LINEE DI INDIRIZZO SULLE MISURE DI PREVENZIONE E VALUTAZIONE DI FATTIBILITA DI NUOVI APPROCCI PER LA DIFFUSIONE I tumori della cute :

Dettagli

Dermatoscopi PIU DETTAGLI PER UNA MIGLIORE REFERTAZIONE: POLARIZZAZIONE, LED AD ALTO RENDIMENTO E OTTICA DI PRECISIONE AD ALTA RISOLUZIONE.

Dermatoscopi PIU DETTAGLI PER UNA MIGLIORE REFERTAZIONE: POLARIZZAZIONE, LED AD ALTO RENDIMENTO E OTTICA DI PRECISIONE AD ALTA RISOLUZIONE. 04 Dermatoscopi PIU DETTAGLI PER UNA MIGLIORE REFERTAZIONE: POLARIZZAZIONE, LED AD ALTO RENDIMENTO E OTTICA DI PRECISIONE AD ALTA RISOLUZIONE. Il numero di malati di melanoma è in continuo aumento nel

Dettagli

Microscopia confocale in vivo per la diagnosi del melanoma nodulare

Microscopia confocale in vivo per la diagnosi del melanoma nodulare Microscopia confocale in vivo per la diagnosi del melanoma nodulare Nuovi orizzonti per la diagnosi precoce con una moderna metodica non invasiva di imaging Andrea Meschieri Gaia Pupelli Amanda Losi Andrea

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Alma Mater Studiorum Università di Bologna FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia LA DERMATOSCOPIA DEL CUOIO CAPELLUTO NELL ALOPECIA AREATA Tesi di Laurea in Medicina e

Dettagli

Scheda Segnalamento Cavallo

Scheda Segnalamento Cavallo Scheda Segnalamento Cavallo 2^ Settimana Verde Medicina Veterinaria 2006/2007 Referenti Prof. M. Silvestrelli Prof. A. Verini Supplizi Morello (black) (mantello base) = cute pigmentata; pelo nero su tutto

Dettagli

I tessuti cellulari. elaborare gli stimoli interni ed esterni del corpo,

I tessuti cellulari. elaborare gli stimoli interni ed esterni del corpo, www.matematicamente.it I tessuti cellulari 1 1. Solo una delle seguenti frasi completa la definizione: Secondo la Teoria cellulare : A. gli esseri viventi sono costituiti da più B. gli esseri viventi sono

Dettagli

Melanoma. La diagnosi precoce nella fase di crescita radiale consente di diminuire la morbidità e la mortalità correlate alla neoplasia

Melanoma. La diagnosi precoce nella fase di crescita radiale consente di diminuire la morbidità e la mortalità correlate alla neoplasia Prima causa di morte per patologia cutanea Responsabile del 75% delle morti per tumori cutanei Aumento epidemico dell incidenza negli ultimi anni Aumento del tasso di mortalità Nessun progresso della medicina

Dettagli

Dr. Sonia Sangiuliano Dr. Adone Baroni U.O. Clinica Dermatologica Seconda Università degli Studi di Napoli

Dr. Sonia Sangiuliano Dr. Adone Baroni U.O. Clinica Dermatologica Seconda Università degli Studi di Napoli Dr. Sonia Sangiuliano Dr. Adone Baroni U.O. Clinica Dermatologica Seconda Università degli Studi di Napoli LO SPETTRO SOLARE La luce del sole comprende lo spettro completo delle radiazioni ultraviolette,

Dettagli

Tumori Epiteliali della Cute

Tumori Epiteliali della Cute Tumori Epiteliali della Cute Tumori Maligni dell'epidermide Carcinoma a cellule basali (CACB) Carcinoma a cellule squamose (CACS) Carcinoma neuroendocrino a cellule di Merkel (carcinoma neuroendocrino

Dettagli

Gubbio 13. Dove va la Dermoscopia? Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Programma Scientifico. Park Hotel Ai Cappuccini aprile 2013

Gubbio 13. Dove va la Dermoscopia? Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Programma Scientifico. Park Hotel Ai Cappuccini aprile 2013 Dove va la Dermoscopia? Park Hotel Ai Cappuccini 11-13 aprile 2013 Programma Scientifico Presentazione del Meeting Scopo dell evento è quello di fornire le informazioni indispensabili per un moderno utilizzo

Dettagli

Copyright Centro di Studio del Cavallo Sportivo

Copyright Centro di Studio del Cavallo Sportivo Copyright Centro di Studio del Cavallo Sportivo più frequenti nelle razze nazionali Morello (mantello-base) Baio (mantello-base) Sauro (mantello-base) Grigio Roano Silver dapple Buckskin Palomino Mouse

Dettagli

Radiazione solare ultravioletta

Radiazione solare ultravioletta IL PORTALE AGENTI FISICI ESPERIENZE REGIONALI A CONFRONTO 13 Dicembre 2016 EMPOLI I TUMORI DELLA CUTE E L ESPOSIZIONE LAVORATIVA A RADIAZIONI UV Esperienze in Regione Toscana Lucia Miligi SS di Epidemiologia

Dettagli

CHIRURGIA AMBULATORIALE IN REGIME DI RICOVERO VELOCE o IN STUDIO. CHIRURGIA AMBULATORIALE (Con Ricovero)

CHIRURGIA AMBULATORIALE IN REGIME DI RICOVERO VELOCE o IN STUDIO. CHIRURGIA AMBULATORIALE (Con Ricovero) Dr. Roberto Nobile Specialista in Chirurgia Generale Patologia Vascolare Chirurgia Laser Studio: Piazza Arbarello, 5-10122 Torino - 011 545162-011 538876 (Fax) e-mail: info@robertonobile.fastwebnet.it

Dettagli

Epiteliomi Intraepidermici Morbo di Bowen Morbo di Paget. Tumori Epiteliali Maligni a differenziazione Annessiale Tumori Metastatici Cutanei

Epiteliomi Intraepidermici Morbo di Bowen Morbo di Paget. Tumori Epiteliali Maligni a differenziazione Annessiale Tumori Metastatici Cutanei TUMORI EPITELIALI MALIGNI: Epiteliomi a invasività dermica: Basaliomi ( o Epiteliomi Basocellulari) Spinaliomi (o Epiteliomi Spinocellulari, Squamocellulari o Malpighiani) Epiteliomi Intraepidermici Morbo

Dettagli

SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE

SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE I microvilli Microvilli Microvilli In sezione longitudinale In sezione trasversale zonula occludens Sezione di o assorbente (intestino tenue) EPITELIO PSEUDOSTRATIFICATO

Dettagli

Computer Vision Lab. Sistemi auto-organizzanti per l'analisi di immagini istologiche

Computer Vision Lab. Sistemi auto-organizzanti per l'analisi di immagini istologiche Computer Vision Lab Sistemi auto-organizzanti per l'analisi di immagini istologiche Palermo 9 marzo 2007 Abstract Nell ambito della diagnostica istopatologica esistono alcuni tipi di indagine che richiedono

Dettagli

ANATOMIA ECOGRAFICA PELVI FEMMINILE. A. Stimamiglio

ANATOMIA ECOGRAFICA PELVI FEMMINILE. A. Stimamiglio ANATOMIA ECOGRAFICA PELVI FEMMINILE A. Stimamiglio ECOGRAFIA UTERO Evidenziazione del legamento largo in caso di ascite MISURE UTERINE NELLE DIVERSE ETA' longitudinale AP Trasverso Volume cm cm cm ml

Dettagli

Gubbio 13. Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Dove va la Dermoscopia? Park Hotel Ai Cappuccini aprile 2013

Gubbio 13. Dermoscopia ed Imaging Cutaneo Advanced Meeting. Dove va la Dermoscopia? Park Hotel Ai Cappuccini aprile 2013 Dove va la Dermoscopia? Park Hotel Ai Cappuccini 11-13 aprile 2013 Programma Scientifico Preliminare Presentazione del Meeting Scopo dell evento è quello di fornire le informazioni indispensabili per un

Dettagli

Dermatoscopio HEINE DELTA 20 Plus

Dermatoscopio HEINE DELTA 20 Plus [ 082 ] 04 DELTA 20 PLUS Dermatoscopio HEINE DELTA 20 Plus con illuminazione LED di qualità HEINE LED HQ Per l analisi dermatoscopica per la diagnosi precoce del melanoma maligno. Anche per l esame di

Dettagli

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI / SITOGRAFIA. Merlot Montepulciano Pinot nero Sangiovese Sauvignon Blanc Syrah Trebbiano Toscano Vermentino

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI / SITOGRAFIA. Merlot Montepulciano Pinot nero Sangiovese Sauvignon Blanc Syrah Trebbiano Toscano Vermentino AMPELOGRAFIA Docente Prof. Giancarlo Scalabrelli Caratteristiche principali delle foglie, utili al riconoscimento dei vitigni Aleatico Alicante Ansonica Cabernet-Sauvignon Canaiolo Nero Chardonnay Ciliegiolo

Dettagli

Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it

Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it Primo obiettivo nella valutazione citologica è determinare la natura del processo patologico e cioè se si è in presenza

Dettagli

Dott. Giampiero Marfurt Dott. Claudio Bulgarelli

Dott. Giampiero Marfurt Dott. Claudio Bulgarelli I SARCOMI UTERINI sono molto aggressivi Donne di 60 aa, con metrorragie, algie pelviche L utero si presenta aumentato di volume in toto, con aree colliquative di necrosi interna e profili irregolari Presenza

Dettagli

Corso Multidisciplinare di Ecografia Incontri interdisciplinari clinico-radiologici Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenfratelli Isola Tiberina

Corso Multidisciplinare di Ecografia Incontri interdisciplinari clinico-radiologici Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenfratelli Isola Tiberina Corso Multidisciplinare di Ecografia Incontri interdisciplinari clinico-radiologici Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenfratelli Isola Tiberina Costanzo Moretti UOC Endocrinologia Diabetologia e Malattie

Dettagli

Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere*

Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere* Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere* Tumori primitivi e metastasi Istogenesi Morfologia * Le neoplasie che originano dalla pelvi renale e dall uretere

Dettagli

CITOSCHELETRO. Caratteristica degli epiteli: mutua adesività fra le singole cellule.

CITOSCHELETRO. Caratteristica degli epiteli: mutua adesività fra le singole cellule. CITOSCHELETRO Caratteristica degli epiteli: mutua adesività fra le singole cellule. Ematossilina eosina Ematossilina ferrica, fissazione in bicromato Nell epidermide l istologia rivela strutture di coesione

Dettagli

Sostanza fondamentale amorfa

Sostanza fondamentale amorfa TESSUTO CONNETTIVO PROPRIAMENTE DETTO COSTITUZIONE SOSTANZA FONDAMENTALE COMPONENTE AMORFA : Acqua Sali Proteoglicani Glicoproteine Fibre collagene COMPONENTE FIBRILLARE: Fibre reticolari Fibre elastiche

Dettagli

B O L B O R H Y N C H U S

B O L B O R H Y N C H U S B O L B O R H Y N C H U S 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Bolborhynchus SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Ferrugineifrons (Lawrence) nessuna

Dettagli

Nevi melanocitici multipli con alone eritematoso e sorpresa istologica

Nevi melanocitici multipli con alone eritematoso e sorpresa istologica Boll Soc Med Chir Pavia 2009; 122: 621-630 Comunicazione all adunanza del 26 novermbre 2009 Nevi melanocitici multipli con alone eritematoso e sorpresa istologica Manna G. 1, Iacomucci M. 1, Moggio E.

Dettagli

LE MEMBRANE DEL CORPO. Rivestono le superfici Delimitano le cavità Formano lamine con funzione protettiva intorno ad organi

LE MEMBRANE DEL CORPO. Rivestono le superfici Delimitano le cavità Formano lamine con funzione protettiva intorno ad organi LE MEMBRANE DEL CORPO Rivestono le superfici Delimitano le cavità Formano lamine con funzione protettiva intorno ad organi LE MEMBRANE DEL CORPO Membrane epiteliali: sono membrane di rivestimento Membrane

Dettagli

I Polifenoli in Dermocosmesi. La pelle, o cute, rappresenta una complicata barriera di separazione tra

I Polifenoli in Dermocosmesi. La pelle, o cute, rappresenta una complicata barriera di separazione tra 1. La pelle La pelle, o cute, rappresenta una complicata barriera di separazione tra due mondi affascinanti: quello esterno visibile ad occhio nudo, e quello interno, che può vedere solo il chirurgo. Il

Dettagli

Difficile diagnosi di carcinoma squamocellulare

Difficile diagnosi di carcinoma squamocellulare Difficile diagnosi di carcinoma squamocellulare Diagnosi differenziale delle lesioni nodulari mediante dermoscopia e microscopia confocale in vivo Cristel Ruini Silvana Ciardo Silvia Simonazzi Francesca

Dettagli

Melanoma II Università degli Studi di Napoli - Sede di Caserta A.A. 2007-2008

Melanoma II Università degli Studi di Napoli - Sede di Caserta A.A. 2007-2008 Melanoma II Università degli Studi di Napoli - Sede di Caserta A.A. 2007-2008 Tumore maligno dei melanociti il cui sviluppo può presentarsi in sede Cutanea Extracutanea Epidemiologia Neoplasia rara, responsabile

Dettagli

Semeiotica della mammella

Semeiotica della mammella Sapienza Università di Roma Dipartimento di Scienze Chirurgiche UOC Chirurgia Generale N Direttore: Prof. P. Chirletti Semeiotica della mammella Prof. Roberto Caronna roberto.caronna@uniroma1.it Richiami

Dettagli

Canale anale. (La classificazione si applica soltanto ai carcinomi; melanomi, tumori carcinoidi e sarcomi sono esclusi)

Canale anale. (La classificazione si applica soltanto ai carcinomi; melanomi, tumori carcinoidi e sarcomi sono esclusi) 13 Canale anale (La classificazione si applica soltanto ai carcinomi; melanomi, tumori carcinoidi e sarcomi sono esclusi) C21.0 Ano, NAS C21.1 Canale anale C21.2 Zona cloacogenica C21.8 Lesione sovrapposta

Dettagli

INVECCHIAMENTO CUTANEO E PROTEZIONE SOLARE

INVECCHIAMENTO CUTANEO E PROTEZIONE SOLARE INVECCHIAMENTO CUTANEO E PROTEZIONE SOLARE Dott.ssa Elena Merolla INVECCHIAMENTO CUTANEO Processo complesso caratterizzato da una graduale perdita della capacità funzionale della pelle che colpisce in

Dettagli

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD 21 gennaio 2004 Lycaena dispar (Haworth, 1803) Licena dispari Zone umide di pianura (prati umidi, paludi, acquitrini) dal livello del mare a 400 m di altezza.

Dettagli

LESIONI DA ARMA BIANCA.

LESIONI DA ARMA BIANCA. LESIONI DA ARMA BIANCA CLASSIFICAZIONE Ferite da taglio Ferite da punta Ferite da punta e taglio Ferite da fendente FERITE DA TAGLIO Soluzione di continuo recente dei tegumenti e dei tessuti molli sottostanti

Dettagli

GHIANDOLE SALIVARI: QUADRI PATOLOGICI

GHIANDOLE SALIVARI: QUADRI PATOLOGICI GHIANDOLE SALIVARI: QUADRI PATOLOGICI SCIALOADENITE-PAROTITE Le infiammazioni acute delle ghiandole salivari (viralibatteriche) presentano, di solito, segni ecografici aspecifici ( aumento volumetrico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DOTTORATO DI RICERCA SCIENZE MORFOFUNZIONALI p53 promuove la progressione tumorale nelle cellule di melanoma resistenti agli inibitori

Dettagli

CORSO DI. Prof. Bernardino Ragni Dipartimento di Chimica, Biologia, Biotecnologie UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

CORSO DI. Prof. Bernardino Ragni Dipartimento di Chimica, Biologia, Biotecnologie UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI ZOOLOGIA AMBIENTALE Prof. Bernardino Ragni Dipartimento di Chimica, Biologia, Biotecnologie UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA L ANALISI TRICOLOGICA: STRUMENTO UTILE ALLA RICERCA SCIENTIFICA (A)

Dettagli

Lesioni papillari. Rosario Caltabiano. Department G.F. Ingrassia, Section of Anatomic Pathology, University of Catania

Lesioni papillari. Rosario Caltabiano. Department G.F. Ingrassia, Section of Anatomic Pathology, University of Catania Lesioni papillari Rosario Caltabiano Department G.F. Ingrassia, Section of Anatomic Pathology, University of Catania Asse fibrovascolare Lesioni papillari Lesioni papillari Dotti galattofori TDLU Centrali

Dettagli

ACNE Un delitto annunciato

ACNE Un delitto annunciato ACNE Un delitto annunciato ACNE L acne è una condizione caratterizzata dalla presenza di peculiari alterazioni cutanee quali punti bianchi, punti neri, papule, pustole e, più raramente noduli, prevalentemente

Dettagli

Strumenti altamente professionali per ottenere il massimo in ogni trattamento

Strumenti altamente professionali per ottenere il massimo in ogni trattamento Strumenti altamente professionali per ottenere il massimo in ogni trattamento Si utilizzano 5 differenti manipoli: - Laser Erbium glass a 1540 nm (frazionato) - Laser Erbium YAG a 2940 nm (frazionato e

Dettagli

DERMATOSCOPI [ 077 ] Dermatoscopi HEINE. mini mini 3000 LED

DERMATOSCOPI [ 077 ] Dermatoscopi HEINE. mini mini 3000 LED [ 077 ] HEINE DELTA 20 T NC 1 mini 3000 LED mini 3000 Ingrandimento Ingrandimento 10 16 x 6 9 x 10 x 10 x Illuminazione Illuminazione Illuminazione XHL Funzione Toggle Tipo di esame Polarizzazione Immersione

Dettagli

Capitolo 1 Strutture e funzioni degli animali: i concetti unificanti

Capitolo 1 Strutture e funzioni degli animali: i concetti unificanti Capitolo 1 Strutture e funzioni degli animali: i concetti unificanti ANATOMIA : FISIOLOGIA : struttura di un organismo; funzioni delle varie parti di un organismo; Arto anteriore Polso Primo dito Rachide

Dettagli

SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE. Microvilli alla superficie di cellule epiteliali dell intestino tenue

SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE. Microvilli alla superficie di cellule epiteliali dell intestino tenue SPECIALIZZAZIONI DELLA REGIONE APICALE Microvilli alla superficie di cellule epiteliali dell intestino tenue I microvilli Microvilli al TEM Microvilli Glicocalice Glicocalice: rami carboidratici di glicoproteine

Dettagli

Gubbio 15. Problematiche in Dermoscopia. Programma Scientifico. 7-9 maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini. Advanced Meeting

Gubbio 15. Problematiche in Dermoscopia. Programma Scientifico. 7-9 maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini. Advanced Meeting Problematiche in Dermoscopia Chairmen: S. Gasparini, G.L. Giovene 7-9 maggio 2015 Park Hotel Ai Cappuccini Programma Scientifico Informazioni scientifiche Presentazione del Meeting La dermoscopia è ormai

Dettagli