Comune di Milano Piattaforma CRM Ambrogio. Specifiche Funzionali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Milano Piattaforma CRM Ambrogio. Specifiche Funzionali"

Transcript

1 EMESSO DA: Comune di Milano Piattaforma CRM Ambrogio Specifiche Funzionali REDATTO: (Autore) APPROVATO: TC.MPA.ELSLO TC.MPA.ELSLO (Proprietario) LISTA DI DISTRIBUZIONE: DESCRIZIONE ALLEGATI: Nell indice 1 di 39 Nell indice

2 EMESSO DA: I N D I C E 0 REGISTRAZIONE MODIFICHE DOCUMENTO SCOPO VALIDITÀ ABBREVIAZIONI E ACRONIMI DOCUMENTI DI RIFERIMENTO INTRODUZIONE ARCHITETTURA LOGICA DEL SISTEMA DESCRIZIONE DEL SISTEMA Struttura organizzativa Profilatura utenti Layout grafico Albero delle segnalazioni PROCESSI OPERATIVI Accesso al sistema Creazione Segnalazione da PDA Creazione Segnalazione da Web Gestione Segnalazione originate da PDA Gestione Segnalazione originate da Web DESCRIZIONE DELLE SCHERMATE Lista Ticket Dettaglio Ticket di 39 Nell indice

3 EMESSO DA: Scheda Generale Scheda Allegati Scheda Cronologia REPORTISTICA Tipologia di reclami ricevuti Totale segnalazioni per stato Totale segnalazioni per priorità Statistica segnalazioni pervenute Tempi di gestione ROADMAP di 39 Nell indice

4 EMESSO DA: I N D I C E D E L L E F I G U R E Figura 1 Architettura logica...9 Figura 2 Struttura gerarchica...12 Figura 3 Struttura gerarchica CRM Ambrogio...13 Figura 4 Layout Pagina Lista...16 Figura 5 Layout Pagina Gestione Entità...17 Figura 6 Processo di accesso al sistema...19 Figura 7 Maschera di Login...20 Figura 8 Lista Ticket...21 Figura 9 Processo Creazione Segnalazione da PDA...22 Figura 10 WF Creazione Segnalazione da Web...23 Figura 11 Maschera Dettaglio Ticket...24 Figura 12 WF Gestione Segnalazione originata da PDA...25 Figura 13 WF Gestione Segnalazione originata da Web...26 Figura 14 Lista Ticket...27 Figura 15 Dettaglio Ticket: Scheda Generale...29 Figura 16 Sezione Informazioni generali...30 Figura 17 Sezione Albero segnalazione...31 Figura 18 Sezione Albero segnalazione: campi descrittivi anomalia...31 Figura 19 Sezione Informazioni sull assegnazione...32 Figura 20 Scheda Allegati...33 Figura 21 Scheda Cronologia di 39 Nell indice

5 EMESSO DA: 0 REGISTRAZIONE MODIFICHE DOCUMENTO La tabella seguente riporta la registrazione delle modifiche apportate al documento. DESCRIZIONE MODIFICA REVISIONE DATA Prima Emissione 1 9 Gennaio di 39 Nell indice

6 EMESSO DA: 1 SCOPO Il presente documento contiene l analisi funzionale di alto livello relativamente al progetto CRM Ambrogio. Il documento risulta così strutturato: Capitolo 5 - Introduzione : introduce l obiettivo del documento e ne presenta la struttura descrivendone le assunzioni ed i contenuti di massima. Capitolo 6 - Architettura logica del sistema : descrive schematicamente l architettura del sistema CRM nonché i moduli di integrazione con i sistemi esterni. Capitolo 7 - Descrizione del sistema : descrive i concetti base del sistema dal punto di vista funzionale. Capitolo 8 - Processi : descrive i processi principali del CRM - Ambrogio. Capitolo 9 Descrizione delle schermate : descrive le principali schermate del sistema. Capitolo 10 Reportistica : descrive i report previsti nella fase realizzativa in corso. Capitolo 11 RoadMap : riporta le funzionalità che verranno rese disponibili nelle fasi implementative previste. 2 VALIDITÀ Il presente documento fa riferimento alla versione 1.0 del progetto CRM Ambrogio Fase 1. 6 di 39 Nell indice

7 EMESSO DA: 3 ABBREVIAZIONI E ACRONIMI SIGLA DESCRIZIONE STAUV CDV CPL CRM DC GIS KPI MCA MO MS PL SLA ST TT, TTM SIT Servizio Manutenzione Arredo Urbano e Verde Compagnia del Verde Corpo di Polizia Locale Customer Relationship Management Direzione Centrale Geographic Information System Key Performance Indicator Macchina Comunale Allargata Manutenzione Ordinaria Manutenzione Straordinaria Polizia Locale Livelli di Servizi Attesi Settore Tecnico TroubleTicket Management Sistema Informativo Territoriale 4 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO [1] Requisiti Funzionali CRM Ambrogio_ doc Pride, 30/10/2008 [2] Processi CRM Ambrogio_ doc Pride, 30/10/2008 [3] Specifiche_Tecniche_eReporting2.Pdf Elecom 05/12/2008 [4] CRM Ambrogio_Gestione_Civici_v1.1.doc Pride 17/12/2008 [5] Modulo Messaggi.pdf Elecom 12/12/2008 [6] CRM Ambrogio_Interfaccia_Patrol_v1.1.doc Pride 17/12/2008 [7] CRM Ambrogio_Analisi_v1.0.doc Pride 19/12/ di 39 Nell indice

8 EMESSO DA: 5 INTRODUZIONE Il presente documento contiene la descrizione di alto livello delle funzionalità e delle caratteristiche della soluzione relativa al sistema CRM Ambrogio; l obiettivo di tale soluzione è l implementazione di un Sistema di Trouble Ticketing che possa validamente costituire lo strumento informatico di supporto alla gestione delle problematiche tecniche afferenti alla DC Facility Management del Comune di Milano. Un tipico esempio di utilizzo del sistema sarà il seguente: 1. un Segnalatore, tipicamente un vigile urbano, nota una situazione da sanare( es. una cancellata arrugginita in un parco ) 2. il Segnalatore, tramite PDA, segnala la situazione al sistema di CRM inserendo una serie di informazioni caratterizzanti il problema 3. il sistema crea un ticket assegnandolo all Ente di pertinenza in base alle caratteristiche della segnalazione stessa, in particolare Servizio, Famiglia, Oggetto, che nel nostro esempio vengono a corrispondere a: a. Servizio: Aree Verdi b. Famiglia: Parco c. Oggetto: Cancellata In base all Oggetto selezionato, il segnalatore potrà/dovrà caratterizzare ulteriormente la segnalazione andando ad indicare anche la Tipologia di Oggetto e le Anomalie del caso. Sempre nel nostro esempio, il ticket verrà inviato all Ente Area Verde ed inserito in una coda. 1. un Operatore dell Ente Area Verde prenderà in carico il ticket prelevandolo dalla coda ed attivando le procedure previste per la risoluzione del ticket stesso, ivi compreso l eventuale rassegnazione del ticket verso un ulteriore Ente nel caso in cui la risoluzione del ticket stesso ne preveda l intervento. 2. Il sistema provvederà ad informare il Segnalatore dei vari passaggi di stato del ticket fino alla sua completa risoluzione. Dall esempio sopra descritto risulta che le entità coinvolte nel processo sono le seguenti: 1. Ente: insieme fisico e logico degli operatori 2. Operatore: appartiene ad un dato Ente, è colui che gestisce il ticket. 3. Segnalatore: assimilabile al concetto di cliente in un CRM standard; particolare tipologia di operatore predisposto esclusivamente alla creazione di un ticket. 4. Ticket: entità fondamentale del sistema di CRM 5. Sistema: è il motore vero e proprio del CRM. Il sistema verrà implementato utilizzando il motore di CRM Microsoft Dynamics CRM 4.0 del quale verranno utilizzate, oltre alle funzionalità amministrative, esclusivamente le funzionalità di Trouble Ticketing o Incidents nella terminologia Dynamics CRM. 8 di 39 Nell indice

9 EMESSO DA: 6 ARCHITETTURA LOGICA DEL SISTEMA La Figura sotto riportata riproduce una schematizzazione dell architettura logica con i vari sistemi coinvolti e l integrazione fra questi ed il CRM. Figura 1 Architettura logica Dalla figura si evince che, al momento, i canali di accesso al CRM previsti sono essenzialmente 3: 1. PDA: essendo lo strumento utilizzato dai vigili ( segnalatori ) per aprire le nuove segnalazioni è il canale di accesso principale al CRM; perché sia possibile aprire un ticket sul CRM dal PDA occorre implementare uno strato software di interfacciamento( PDA INTERFACE ) tra il CRM ed il sistema Patrol che gestisce l applicazione di gestione delle segnalazioni sui PDA. 2. MAIL: canale di accesso secondario, utilizzato dagli Enti ( es. Posta del Sindaco ) che intenderanno recepire le segnalazioni inviate tramite ; tali verranno tradotte, tramite lo strato MAIL INTERFACE, in un ticket che verrà inserito in automatico all interno del CRM. 3. Web Client: è il canale di accesso al CRM dedicato agli operatori del CRM stesso, prevede l utilizzo dell interfaccia web del CRM. 9 di 39 Nell indice

10 EMESSO DA: In figura risulta presente, inoltre, uno strato di integrazione, SIT INTEGRATOR, tra il CRM ed il sistema di rilevazione geografica del Comune di Milano che verrà utilizzato come repository principale delle informazioni relative allo stradario. La prima fase realizzativa del CRM Ambrogio prevedrà l implementazione dei processi di interfacciamento con i sistemi Patrol e SIT, mentre l implementazione del modulo Mail Interface verrà rimandato alla fase successiva. I moduli di interfacciamento con SIT e Patrol sono discussi in dettaglio, rispettivamente, nei documenti [4] e [6]. Lo schema sopra riportato verrà esteso in un ulteriore fase realizzativa con uno strato di integrazione tra il CRM Ambrogio ed i sistemi di CRM proprietari dei singoli Enti della Macchina Comunale Allargata( nel seguito MCA ). 10 di 39 Nell indice

11 EMESSO DA: 7 DESCRIZIONE DEL SISTEMA Il sistema CRM Ambrogio verrà utilizzato per la gestione delle segnalazioni (nel seguito Ticket) aperte dagli operatori predisposti( nel seguito Segnalatori ) verso gli Enti di competenza; l assegnazione del ticket all Ente di competenza avverrà in base alle caratteristiche del ticket stesso. 7.1 Struttura organizzativa Dal punto di vista organizzativo il CRM Ambrogio verrà strutturato secondo la seguente gerarchia: Organizzazione o Business Unit Team Utenti Dove: Organizzazione: è il livello gerarchico principale della struttura. Business Unit( BU ): sono le unità strutturali di cui è composta l organizzazione, coincidono solitamente con le divisioni aziendali; ad una BU possono essere associate delle BU figlie Team: sono gruppi arbitrari di utenti e possono essere condivisi tra diverse Business Unit. Utenti: rappresentano le persone che utilizzano l applicativo MS Dynamics CRM; devono essere associati ad una ed una sola Business Unit; utenti di BU differenti possono essere associati ad uno stesso Team, ma questo non modifica né la BU di appartenenza del singolo utente né le sue autorizzazioni. 11 di 39 Nell indice

12 EMESSO DA: Figura 2 Struttura gerarchica In particolare, per il progetto CRM Ambrogio la gerarchia verrà così strutturata: Organizzazione: Comune di Milano Business Unit: Enti utilizzatori del sistema; Utenti: operatori/segnalatori In figura è riportato un modello della gerarchia: 12 di 39 Nell indice

13 EMESSO DA: Figura 3 Struttura gerarchica CRM Ambrogio La profondità dell albero degli Enti potrà essere definita a piacimento in modo da rispecchiare quanto più possibile la struttura organizzativa del Comune di Milano e dei singoli Enti. Dal punto di vista della struttura organizzativa un ulteriore entità fondamentale sarà quella delle Code di lavoro associate agli Enti comunali alle quali verranno assegnate automaticamente le segnalazioni entranti nel sistema Ambrogio in base alla particolare tipologia della segnalazione stessa. 13 di 39 Nell indice

14 EMESSO DA: 7.2 Profilatura utenti Il CRM Ambrogio fornirà un modello di sicurezza basato sui ruoli dove per ruolo si intende un raggruppamento di privilegi che descrivono le responsabilità o le attività che competono ad un dato utente in modo da consentire a ciascun utente l accesso esclusivamente alle informazioni/attività di propria competenza. Un ruolo di protezione definisce l'accessibilità di tipi diversi di record per una data categoria di utenti, ad esempio tutti i segnalatori. Per controllare l'accesso ai dati, è possibile modificare i ruoli di protezione esistenti, creare nuovi ruoli di protezione o modificare i ruoli di protezione assegnati a ogni utente. Ogni utente potrà disporre di più ruoli di protezione. I privilegi ( Diritti di un utente di eseguire azioni specifiche su tipi di record specifici oppure di eseguire particolari attività. Gli amministratori di sistema assegnano privilegi ai ruoli di protezione e gli utenti vengono quindi assegnati a ruoli di protezione. ) dei ruoli di protezione sono cumulativi. Un utente con più ruoli di protezione dispone pertanto di tutti i privilegi concessi in qualsiasi ruolo di protezione assegnato. Ogni ruolo di protezione è costituito da privilegi a livello di record ( Privilegi specifici per un tipo di record, ad esempio Lettura, Creazione e Scrittura. ) e privilegi basati sulle attività ( Privilegi applicati alle attività e non specifici per un tipo di record, ad esempio Esportazione in Excel e Fuori rete. ). Il livello di accesso di ogni privilegio determina i record a cui è possibile accedere: Nessuno: livello di accesso che nega all'utente i privilegi utente di qualsiasi livello. ), Utente: livello di accesso che consente all'utente di operare sui tipi di record di cui è proprietario e che condivide con altri utenti o con un team di cui è membro. Business Unit: livello di accesso che consente all'utente di operare sui tipi di record appartenenti alla Business Unit dell'utente. Agli utenti che dispongono del livello di accesso Business Unit viene automaticamente assegnato anche il livello di accesso Utente. Business Unit principali-secondarie: livello di accesso che consente all'utente di operare sui tipi di record appartenenti alla Business Unit dell'utente e a tutte le Business Unit subordinate ad essa. Agli utenti con livello di accesso Principale: Business Unit secondarie vengono automaticamente assegnati anche i livelli di accesso Business Unit e Utente. Organizzazione: livello di accesso che consente all'utente di operare su tutti i tipi di record nell'intera organizzazione, indipendentemente dal livello gerarchico della Business Unit a cui appartiene l'entità o l'utente. Agli utenti con livello di accesso Organizzazione vengono automaticamente assegnati anche i livelli di accesso Principale: Business Unit secondarie, Business Unit e Utente. Ogni tipo di record è di proprietà dell'utente ( record utilizzati da singoli utenti o sottogruppi, ad esempio gli impegni. L'accesso a questo tipo di record può essere impostato su uno di cinque livelli: Nessuno, Utente, Business Unit, Business Unit principali-secondarie o Organizzazione. ) o di proprietà 14 di 39 Nell indice

15 EMESSO DA: dell'organizzazione ( record a cui devono poter accedere tutti gli utenti dell'organizzazione, ad esempio prodotti o elementi della documentazione di vendita. L'accesso a questo tipo di record può essere impostato su uno di due livelli: Nessuno o Organizzazione. ). I privilegi a livello di record definiscono le attività che possono essere eseguite da un utente che ha accesso al record: Lettura: privilegio richiesto per leggere un record. Creazione: privilegio richiesto per creare un nuovo record. Eliminazione: privilegio richiesto per rimuovere in modo permanente un record. Scrittura: privilegio richiesto per modificare un record. Assegnazione: privilegio richiesto per assegnare la proprietà di un record a un altro utente. Condivisione: privilegio richiesto per concedere l'accesso a un record a un altro utente mantenendo il proprio accesso. Aggiunta: privilegio richiesto per associare un record al record corrente. Aggiunta a: privilegio richiesto per associare il record corrente a un altro record. 15 di 39 Nell indice

16 EMESSO DA: 7.3 Layout grafico L interfaccia web del CRM Ambrogio sarà strutturata in modo da avere un layout uniforme indipendentemente dalle singole sezioni/funzionalità. In Figura 4 sono riportate le singole aree in cui è suddivisa una tipica pagina contenente una lista Figura 4 Layout Pagina Lista 1. Dati utente/organizzazione: riporta le informazioni relative all utente collegato ed all organizzazione di riferimento. 2. Toolbar standard: riporta le attività richiamabili indipendentemente dall entità selezionata. 3. Barra di navigazione principale: contiene le voci del menu principale; in arancione viene evidenziata la voce di menu selezionata. 4. Barra di navigazione secondaria: contiene le voci del menu secondario contestuale alla voce di menu principale selezionata; in arancione viene evidenziata la voce di menu selezionata. 5. Titolo di sezione: contiene l intestazione della sezione/entità selezionata. 6. Filtri di ricerca: contiene i filtri di ricerca applicabili all entità selezionata. 7. Toolbar delle attività: riporta le attività applicabili all entità selezionata. 8. Lista risultati: riporta la lista delle entità della tipologia selezionata che soddisfano i filtri di ricerca applicati. 16 di 39 Nell indice

17 EMESSO DA: La Figura 5 descrive, invece, la struttura tipica di una pagina di gestione di un entità, nel particolare la pagina di gestione delle Business Unit Figura 5 Layout Pagina Gestione Entità 1. Toolbar principale: riporta le attività applicabili all entità selezionata. 2. Sezione attiva: riporta l intestazione della sezione attiva. 3. Schede disponibili: riporta le schede informative relative all entità selezionata. 4. Entità correlate: riporta la lista delle entità correlate all entità selezionata in modo da velocizzare le operazioni di correlazione tra le entità. 5. Scheda attiva: riporta le informazioni correlate alla scheda selezionata. 17 di 39 Nell indice

18 EMESSO DA: 7.4 Albero delle segnalazioni L albero delle segnalazioni verrà strutturato secondo una gerarchia a tre livelli: Servizio o Famiglia Oggetto Un tipico esempio di tripletta Servizio Famiglia Oggetto è il seguente: Sede Stradale o Carreggiata Buca In base alla particolare tripletta Servizio Famiglia Oggetto selezionata sarà possibile caratterizzare, qualora sia necessario, la segnalazione andando a definire due ulteriori attributi, il Tipo Oggetto ed il Tipo Anomalia. Il Tipo Oggetto sarà sempre rappresentato tramite una casella di scelta a discesa a voci predefinite, mentre il Tipo Anomalia potrà essere rappresentato, in base alla configurazione effettuata dagli amministratori, tramite una casella di scelta a discesa a voci predefinite oppure tramite una serie predefinita di attributi, nel nostro esempio precedente, lunghezza, larghezza e profondità. Una volta definita la particolare tripletta Servizio Famiglia Oggetto caratterizzante la segnalazione, questa verrà assegnata univocamente ed automaticamente alla coda relativa all Ente di competenza; le attività di configurazione delle associazioni tra triplette e code saranno a carico degli amministratori del sistema. 18 di 39 Nell indice

19 EMESSO DA: 8 PROCESSI OPERATIVI Nel presente capitolo verranno descritti i principali processi di gestione del CRM Ambrogio. Tutte le schermate sono da considerare a titolo puramente esemplificativo ed in fase di realizzazione finale potranno riportare lievi differenze. 8.1 Accesso al sistema Per ogni utente l accesso al sistema di CRM avverrà tramite un account (dominio\username) appositamente predisposto sul dominio in cui sarà installato il sistema. Ne consegue che, preventivamente, tutti gli utenti che accederanno al sistema dovranno essere configurati sul medesimo dominio ( es. Ambrogio ) in cui sarà stato installato il sistema di CRM. Agli utenti che avranno effettuato un login di rete su un dominio diverso da quello del CRM ( es. AMSA ), prima di entrare nel sistema CRM, verrà chiesto, all apertura dell interfaccia, di autenticarsi con il proprio account Ambrogio. Eventuali ed ulteriori gestioni amministrative (p.es. cambio password al primo accesso e modifica periodica della password) e profilature particolari degli account potranno essere effettuate da sistema operativo. Figura 6 Processo di accesso al sistema 19 di 39 Nell indice

20 EMESSO DA: Al momento del login agli utenti verrà quindi presentata una maschera all interno della quale dovranno andare a specificare la propria username di dominio e la propria password come indicato nella figura sottostante. Figura 7 Maschera di Login Il sistema provvederà a verificare la correttezza delle informazioni inserite e nel caso in cui queste non siano corrette o l utente non sia presente all interno dell anagrafica degli utenti verrà presentato un messaggio di errore, in caso contrario( username/password corrette ed utente esistente ) il sistema provvederà a recuperare l Ente di appartenenza ed il/i ruoli assegnati all utente stesso ed a predisporre le relative abilitazioni/permessi. Una volta riconosciuto l utente il sistema presenterà la schermata Lista Ticket contenente la lista delle segnalazioni filtrate in base alla coda di lavoro associata all Ente di appartenenza dell utente stesso. 20 di 39 Nell indice

21 EMESSO DA: Figura 8 Lista Ticket Per maggiori dettagli relativi alla schermata Lista Ticket fare riferimento al paragrafo relativo. 21 di 39 Nell indice

22 EMESSO DA: 8.2 Creazione Segnalazione da PDA Figura 9 Processo Creazione Segnalazione da PDA Come si evince dalla figura, il processo di creazione di una segnalazione da parte di un vigile tramite PDA non richiede intervento diretto da parte degli operatori del CRM. Il Vigile crea una segnalazione ed effettua una richiesta di sincronizzazione con il sistema centrale; tale operazione provvede a creare un ticket( o più di uno nel caso in cui il vigile abbia creato più segnalazioni prima di provvedere alla richiesta di segnalazione ) all interno del CRM Ambrogio; in base alla particolare tripletta della segnalazione la stessa verrà associata automaticamente alla coda dell ente di competenza e risulterà disponibile all interno della schermata Lista Ticket contenente le segnalazioni da lavorare della coda in questione. Per maggiori dettagli relativi alla schermata Lista Ticket fare riferimento al paragrafo relativo. 22 di 39 Nell indice

23 EMESSO DA: 8.3 Creazione Segnalazione da Web Figura 10 WF Creazione Segnalazione da Web Il processo di creazione di una segnalazione da interfaccia Web richiede l intervento diretto da parte di un operatore, il quale provvederà a richiamare la maschera di creazione di una nuova segnalazione, Dettaglio Ticket, ed a caratterizzarla opportunamente, in particolare andando a specificare la tripletta Servizio Famiglia Oggetto in base alla quale il ticket verrà assegnato automaticamente alla coda dell ente di competenza e risulterà disponibile all interno della schermata Lista Ticket contenente le segnalazioni da lavorare della coda in questione. 23 di 39 Nell indice

24 EMESSO DA: Figura 11 Maschera Dettaglio Ticket 24 di 39 Nell indice

25 EMESSO DA: 8.4 Gestione Segnalazione originate da PDA Figura 12 WF Gestione Segnalazione originata da PDA Il processo di gestione delle Segnalazioni originate da PDA prevede che un operatore del CRM acquisisca il Ticket dalla schermata Lista Ticket e lo gestisca tramite la schermata Dettaglio Ticket; tutte le informazioni inserite da parte dell operatore verranno rese disponibili ed inviate al dispositivo PDA del Vigile che ha originato la segnalazione al momento in cui questi provvederà ad effettuare una richiesta di sincronizzazione. Contestualmente ad ogni cambiamento di stato da parte del ticket il sistema provvederà ad inviare la notifica dell operazione effettuata al segnalatore. 25 di 39 Nell indice

26 EMESSO DA: 8.5 Gestione Segnalazione originate da Web Figura 13 WF Gestione Segnalazione originata da Web Il processo di gestione di una Segnalazione originata da un operatore del CRM coincide in tutto e per tutto con quello di gestione delle Segnalazioni originate da PDA con l unica eccezione che in questo caso non verrà effettuata alcuna operazione di sincronizzazione con i dispositivi mobili. 26 di 39 Nell indice

27 EMESSO DA: 9 DESCRIZIONE DELLE SCHERMATE Nel presente capitolo verranno descritte le maschere applicative; tutte le schermate sono da considerare a titolo puramente esemplificativo ed in fase di realizzazione finale potranno riportare lievi differenze. 9.1 Lista Ticket Figura 14 Lista Ticket La maschera Lista Ticket è la maschera di default che verrà presentata agli operatori al momento dell accesso al sistema e sarà comunque richiamabile tramite opportuna voce di menu. La maschera in questione rappresenta il punto di accesso centrale al sistema e consente, appunto, di visualizzare la lista dei Ticket associati alla coda relativa all Ente cui appartiene l operatore. Le informazioni attualmente previste all interno della suddetta lista per ciascun ticket sono: Titolo Numero del caso( codice del ticket ) 27 di 39 Nell indice

28 EMESSO DA: Priorità Data Creazione Tali informazioni possono essere modificate a piacimento aggiungendo e/o rimuovendo colonne e tale modifica può essere effettuata da un amministratore ed essere visibile e disponibile per tutti gli operatori così come ciascun operatore potrà procedere con la personalizzazione delle proprie liste secondo le proprie esigenze tramite la funzione di Ricerca Avanzata; in questo caso la vista così creata sarà disponibile solo per l operatore che l ha creata. Tramite la casella di scelta Visualizza sarà possibile filtrare i Ticket presenti nella lista in base allo stato del Ticket stesso ed in base all Owner, oppure sulla base di viste personalizzate create dall operatore e/o dall amministratore. Tramite il menu della maschera sarà possibile effettuare le seguenti operazioni: Nuovo Stampa Funzione Export in Excel Report Assegnazione Elimina Invia mailing diretto Esegui flusso di lavoro Descrizione Consente di creare un nuovo Ticket. La selezione della funzionalità rimanda alla maschera Dettaglio Ticket in modalità creazione. Consente di stampare la lista dei Ticket dopo aver aperto la pagina di Anteprima di stampa Consente di esportare la lista degli Ticket in formato Microsoft Excel Consente di lanciare dei report predefiniti su Ticket selezionabili a piacere Consente di assegnare il Ticket selezionato a se stessi, ad un altro utente o ad una coda Elimina il Ticket selezionato Consente di inviare delle mail in un formato predefinito Consente di lanciare dei flussi di lavoro predefiniti su Ticket selezionabili a piacere( Attualmente non in ambito ). Altre azioni/modifica Consente di modificare il Ticket selezionato. Si attiva anche tramite doppio click sul Ticket all interno della lista. La selezione della funzionalità rimanda alla maschera Dettaglio Ticket in modalità modifica. Altre azioni/condividi In caso di Ticket attivo consente di disattivare il Ticket selezionato 28 di 39 Nell indice

29 EMESSO DA: 9.2 Dettaglio Ticket La maschera Dettaglio Ticket è la maschera principale di gestione dei Ticket e verrà utilizzata sia per la creazione di nuovi Ticket che per la gestione di Ticket esistenti. In modalità creazione la maschera verrà aperta con i campi non compilati, mentre in modalità modifica la maschera riporterà le informazioni precedentemente inserite relativamente al ticket selezionato. La maschera risulterà composta da tre schede: Generale: contiene le informazioni fondamentali del Ticket Allegati: contiene le informazioni relative agli eventuali allegati associati al Ticket Cronologia: contiene le informazioni relativa alla cronologia( cambi di stato ) del Ticket Scheda Generale La scheda generale contiene le informazioni fondamentali relative al ticket. Figura 15 Dettaglio Ticket: Scheda Generale Come si evince dalla figura, le informazioni presenti nella scheda risulteranno suddivise in tre sezioni: Informazioni generali Albero Segnalazione Informazioni sull assegnazione 29 di 39 Nell indice

30 EMESSO DA: Figura 16 Sezione Informazioni generali All interno della sezione Informazioni generali verranno riportate le seguenti informazioni: Campo Tipo Obbl. Descrizione Ticket n Etichettta S Codice del Ticket; viene compilato in automatico dal sistema Segnalatore Casella di scelta editabile S Riporta il nome del segnalatore; in caso di Ticket originato da PDA riporterà in automatico il codice del vigile che ha aperto la segnalazione, mentre nel caso di segnalazione originata da web l operatore dovrà andare a specificare il nome di chi ha effettuato la segnalazione scegliendolo dalla casella nel caso in cui sia già presente in anagrafica o inserendolo direttamente nel caso contrario. Titolo Casella di testo S Titolo esplicativo della segnalazione. Descrizione Casella di testo N Descrizione della segnalazione Indirizzo Casella di testo assistita S Indirizzo relativo alla segnalazione; il sistema assisterà l operatore nella compilazione dell indirizzo recuperando le informazioni dall anagrafica dei civici. Origine Casella di scelta N Origine della Segnalazione( PDA, Mail, Web, ) Priorità Casella di scelta N Priorità della segnalazione( Alta, Media, Bassa ) Stato Casella di scelta N Stato della Segnalazione( Aperta, In corso, ) 30 di 39 Nell indice

31 EMESSO DA: Figura 17 Sezione Albero segnalazione All interno della sezione Albero segnalazione verranno riportate le seguenti informazioni: Campo Tipo Obbl. Descrizione Servizio Casella di scelta S Servizio( Sede Stradale, Aree Verdi, Altre Aree, ); in base al servizio selezionato il Ticket verrà assegnato alla coda di competenza. Famiglia Casella di scelta S Famiglia(Carreggiata, Spartitraffico, Marciapiede, ); sarà sincronizzata con il Servizio selezionato in modo da limitare le informazioni presenti nella combo alle sole Famiglie relative al Servizio scelto Oggetto Casella di scelta S Oggetto(Pavimentazione, Buca, ); sarà sincronizzata con la Famiglia selezionata in modo da limitare le informazioni presenti nella combo ai soli Oggetti relativi alla Famiglia scelta Tipo Oggetto Casella di scelta N Caratterizza il tipo di Oggetto selezionato; viene caricata e popolata dinamicamente in base alla tripletta Servizio Famiglia Oggetto selezionata; nel caso in cui la tripletta in questione non richieda alcun Tipo Oggetto la casella di scelta non verrà visualizzata. Tipo Anomalia Casella di scelta N Caratterizza l anomalia relativa al tipo di Oggetto selezionato; viene caricata e popolata dinamicamente in base alla tripletta Servizio Famiglia Oggetto selezionata; nel caso in cui la tripletta in questione non richieda alcun Tipo Anomalia la casella di scelta non verrà visualizzata. In alternativa alla casella di scelta l anomalia potrà essere caratterizzata, in base ad opportune configurazioni, utilizzando dei campi descrittivi dell anomalia stessa. Campi Descrittivi Anomalia Casella/e testo di N Vengono utilizzati e visualizzati in alternativa alla casella di scelta del Tipo Anomalia qualora la particolare tripletta lo richieda; ad esempio per caratterizzare una Buca occorrerà popolare tre caselle di testo relative alla lunghezza, larghezza e profondità della buca stessa. Figura 18 Sezione Albero segnalazione: campi descrittivi anomalia 31 di 39 Nell indice

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1 guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 INTRODUZIONE Dopo aver utilizzato internamente per alcuni anni il nostro software di Ticketing, abbiamo deciso di metterlo a disposizione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS

MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE RELATIVE ALL APPLICATIVO UGOV - CONTABILITÀ OTRS (Open-source Ticket Request System) e' un pacchetto software

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Lyra Sistema software di CRM & Offer Management

Lyra Sistema software di CRM & Offer Management Lyra Sistema software di CRM & Offer Management Lyra è l applicativo software leader in Italia, per l Organizzazione delle Attività Commerciali e la Gestione delle Offerte. L ambizioso obiettivo del progetto,

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli