La gestione della garanzia immobiliare e Basilea II. Paolo Merati - Qualità del Processo Creditizio Credit Policies and Credit Risk Management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La gestione della garanzia immobiliare e Basilea II. Paolo Merati - Qualità del Processo Creditizio Credit Policies and Credit Risk Management"

Transcript

1 La gestione della garanzia immobiliare e Basilea II Paolo Merati - Qualità del Processo Creditizio Credit Policies and Credit Risk Management Modena, 4 ottobre 2008

2 La gestione della garanzia immobiliare e Basilea II Anagrafe Unica dei periti del gruppo UniCredit Le informazioni necessarie alla Banca nelle perizie Rivalutazione patrimonio immobiliare L importanza della perizia 2

3 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit Banca d Italia ha recepito le disposizioni di Basilea II attraverso la Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006; Le nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche prevedono che: l immobile sia stimato da un perito indipendente ad un valore non superiore al valore di mercato; vi sia un adeguata sorveglianza sul bene immobile; 3

4 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit Per perito indipendente si intende una persona che possieda le necessarie qualifiche, capacità ed esperienza per effettuare una valutazione, che non abbia preso parte al processo di decisione del credito né sia coinvolto nel monitoraggio del medesimo Analisi funzionale dettagliata dei processi di collateral management esistenti Rivisitazione dei processi ai fini di una graduale convergenza verso i dettami di Basilea II con particolare focus alla Credit Risk Mitigation (CRM) 4

5 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit Per perito indipendente si intende una persona che possieda le necessarie qualifiche, capacità ed esperienza per effettuare una valutazione. UniCredit Banca per la Casa e UniCredit Banca hanno definito i requisiti necessari affinché un professionista faccia parte dei periti accreditati presso il gruppo UniCredit Avvio del processo di verifica dei requisiti di tutti i periti già iscritti nelle liste esistenti Aggiornamento della documentazione e dei dati anagrafici di tutti i periti 5

6 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit La raccolta dei dati aggiornati di tutti i periti ha dato origine alla Anagrafe Unica dei periti di UniCredit Group Anagrafe Unica dei Periti UniCredit Group 6

7 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit Le medesime attività di ri-accreditamento dei periti sono in corso per tutte le banche del perimetro ex-capitalia. 7

8 Anagrafe Unica dei periti del Gruppo UniCredit L indipendenza del perito è stata assicurata affidando il governo del processo di perizia ad una società del Gruppo UniCredit specializzata in attività di back office Unicredit Processes & Administration (UPA) gestisce il processo attraverso un apposito applicativo che consente di monitorare costantemente l attività di ogni singolo perito e di presidiare il corretto funzionamento del processo Tutto il processo è integrato con le piattaforme informatiche attraverso le quali vengono lavorate le pratiche di mutuo 8

9 Le informazioni necessarie alla Banca nelle perizie La perizia deve contenere tutte le informazioni necessarie e strumentali per la corretta erogazione di un finanziamento garantito da un immobile oltre che alla gestione della garanzia stessa nel periodo post-atto Necessità Identificare il bene oggetto di ipoteca quale garanzia finanziamento (validità legale) Esatta definizione del Loan to Value (LTV) Tutte le informazioni necessarie per adempiere ad una corretta rivalutazione nel tempo dell immobile Gestione delle insolvenze Informazioni Adeguata descrizione del bene (caratteristiche ed ubicazione) Corretta indicazione delle consistenze Esatta identificazione catastale della garanzia Regolarità urbanistica Valore di mercato della garanzia 9

10 Le informazioni necessarie alla Banca nelle perizie Per far fronte alle necessità derivanti dalle disposizioni di Banca d Italia, nonché delle necessità operative ai fini di una corretta erogazione dei finanziamenti Creazione dell Anagrafica Unica del Gruppo UniCredit; Sono stati introdotti appositi format di perizia; Sono state create apposite procedure informatiche necessarie per recepire le informazioni riportate nelle perizie; 10

11 Le informazioni necessarie alla Banca nelle perizie Cosa chiede UniCredit Banca per la Casa ai propri periti? Redigere perizie complete di tutte le informazioni necessarie alla Banca Eseguire gli incarichi di perizia nel più breve tempo possibile (customer satisfaction) Svolgere gli incarichi con estrema professionalità 11

12 La rivalutazione del patrimonio immobiliare il valore dell immobile deve essere verificato almeno una volta ogni tre anni per gli immobili residenziali e una volta l anno per gli immobili non residenziali, ovvero più frequentemente nel caso in cui le condizioni di mercato siano soggette a variazioni significative. E possibile anche utilizzare metodi statistici per sorvegliare e individuare quelli che necessitano di una verifica. 12

13 La rivalutazione del patrimonio immobiliare UniCredit ha voluto sfruttate l obbligo della rivalutazione del patrimonio immobiliare come opportunità E stata implementata una apposita procedura informatica che determina il valore rivalutato dell immobile sulla base di indici statistici Il valore rivalutato delle garanzie immobiliari viene messo a confronto con il debito residuo del cliente 13

14 La rivalutazione del patrimonio immobiliare La rivalutazione delle garanzie immobiliari é necessaria per i corretti accantonamenti di quote capitale in relazione all approccio di UniCredit Group a Basilea II (IRB avanzato) Tale operazione consente alla banca di avere una visione dinamica dell LTV di ogni singola operazione e dell intero portafoglio Operazione che consente di eseguire il monitoraggio delle singole operazioni di finanziamento e del comportamento del portafoglio, tale monitoraggio potrà anche determinare le strategie commerciali della banca 14

15 L importanza della perizia immobiliare L adesione a Basilea II e la circolare n. 263 del 27 dicembre 2006 ha avuto il merito di attribuire la corretta importanza alla perizia immobiliare Novità La garanzia immobiliare ha assunto un ruolo centrale per la corretta applicazione delle disposizioni di BI in tema di CRM; La perizia è diventato un documento necessario e fondamentale per gli adempimenti delle Banche e per la stabilità del credito Conseguenze e Opportunità La perizia è un documento che, per l importanza che finalmente ricopre, deve fare un salto di qualità in termini di contenuti; L individuazione di criteri uniformi, standardizzati e condivisi per la valutazione degli immobili è fondamentale; Il perito, con le sue capacità e la sua professionalità, è fondamentale per la compilazione di perizie complete ed esaustive; 15

Le valutazioni immobiliari nel processo creditizio delle banche: aspetti operativi e regolamentari

Le valutazioni immobiliari nel processo creditizio delle banche: aspetti operativi e regolamentari Le valutazioni immobiliari nel processo creditizio delle banche: aspetti operativi e regolamentari Modena, 4 ottobre 2008 Michele Campanardi Vice Direttore Divisione Corporate michele.campanardi@bper.it

Dettagli

L esperienza del Leasing immobiliare Gianluca De Candia Direttore Generale Assilea

L esperienza del Leasing immobiliare Gianluca De Candia Direttore Generale Assilea L esperienza del Leasing immobiliare Gianluca De Candia Direttore Generale Assilea Roma, 23 novembre 2011 Ascesa o declino del Leasing immobiliare? (valore nuovi contratti stipulati in milioni di euro)

Dettagli

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Giacomo Morri Antonio Mazza Capitolo 6 GLI ACCORDI DI BASILEA E I FINANZIAMENTI IMMOBILIARI STRUTTURATI Il Nuovo Accordo Obiettivi

Dettagli

Le valutazioni immobiliari nel nuovo quadro giuridico europeo

Le valutazioni immobiliari nel nuovo quadro giuridico europeo Le valutazioni immobiliari nel nuovo quadro giuridico europeo Angelo Peppetti Ufficio Crediti Direzione Strategie e Mercati Finanziari 9 luglio 2014 Le linee guida ABI per la valutazione immobiliare Il

Dettagli

AVVISO DI CESSIONE. a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * *

AVVISO DI CESSIONE. a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * * AVVISO DI CESSIONE a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * * UniCredit BpC Mortgage S.r.l Sede sociale in Piazzetta Monte

Dettagli

I METODI DI PONDERAZIONE DEL RISCHIO

I METODI DI PONDERAZIONE DEL RISCHIO I METODI DI PONDERAZIONE DEL RISCHIO La banca che accorda la concessione di un credito deve effettuare una preventiva valutazione della qualità/affidabilità del cliente nonché quantificare la qualità/rischiosità

Dettagli

Chief Risk Officer. La nuova agenda degli impegni per il risk manager

Chief Risk Officer. La nuova agenda degli impegni per il risk manager Chief Risk Officer La nuova agenda degli impegni per il risk manager Corrado Meglio Vice Presidente AIFIRM Responsabile Risk Management Banca di Credito Popolare Steering Committee PRMIA Italy 1 Le banche

Dettagli

PARADIGMA, Forum Garanzie, Milano 24 marzo 2010 Prof. Avv. Matteo De Poli, Studio De Poli Venezia www.studiodepoli.it

PARADIGMA, Forum Garanzie, Milano 24 marzo 2010 Prof. Avv. Matteo De Poli, Studio De Poli Venezia www.studiodepoli.it L istruttoria del credito e la valutazione delle garanzie: profili giuridici PARADIGMA, Forum Garanzie, Milano 24 marzo 2010 Prof. Avv. Matteo De Poli, Studio De Poli Venezia www.studiodepoli.it Il piano

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Governance & Compliance Customer Relationship Payments & Settlements Wealth Management Insurance Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Alessandra Bertulli

Dettagli

Basilea 2: Cosa devono fare le banche adesso. Le nuove istruzioni di vigilanza e i processi implementativi in atto. Convegno ABI

Basilea 2: Cosa devono fare le banche adesso. Le nuove istruzioni di vigilanza e i processi implementativi in atto. Convegno ABI Basilea 2: banche adesso. Le nuove istruzioni di vigilanza e i processi implementativi in atto. Convegno ABI Antonio Renzi e Katia Mastrodomenico Banca d Italiad, 1 BASILEA 2 TECNICHE DI RIDUZIONE DEL

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro in Vincio

Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro in Vincio Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro in Vincio INDICE 1. Premessa... 3 2. Contenuti e relazione con altre norme e documenti... 3 3. Politiche di acquisizione delle garanzie ai fini della credit risk

Dettagli

Opportunità per valutatori con certificazione accreditata ISO 17024 e REV

Opportunità per valutatori con certificazione accreditata ISO 17024 e REV Opportunità per valutatori con certificazione accreditata ISO 17024 e REV Quello che voglio dirvi Primo messaggio per le banche Con l ispezione Bankit2013 su NPL e ispezione BCE 2014 su AssetQuality, le

Dettagli

Piano Consulenza Finanziario Immobiliare

Piano Consulenza Finanziario Immobiliare HOUSE4ALL Via Cardinal Ferrari, 2 - Carate Brianza (MB) 20841 - Tel. 0362.1482371 Data Piano Consulenza Finanziario Immobiliare Indirizzo E-mail: Rossi Mario Indirizzo E-mail: Bianchi Graziella Il Family

Dettagli

Maggio 2014. Silvia Colombo, Jenny.Avvocati

Maggio 2014. Silvia Colombo, Jenny.Avvocati Maggio 2014 Prime riflessioni sul recepimento degli Orientamenti EIOPA, attuativi della direttiva Solvency II: l IVASS modifica il Regolamento n. 20/2008 Silvia Colombo, Jenny.Avvocati L iter delle modifiche

Dettagli

Una condivisione di intenti come fondamento del successo

Una condivisione di intenti come fondamento del successo 2 Una condivisione di intenti come fondamento del successo Chi Siamo Edrasis Group è una realtà che nasce da un esperienza ventennale nel settore dell intermediazione immobiliare, della mediazione creditizia

Dettagli

Seminario. Linee guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie

Seminario. Linee guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie per Seminario Il Codice ABI, Linee guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie Emesso da: Geom. Andrea Villa, Direttore Due Diligence e Valutazioni Immobiliari di Eagle

Dettagli

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Francesco Cannata Banca d Italia Vigilanza Creditizia e Finanziaria Convegno ABI Credito alle famiglie 2007 Sessione Parallela A2 L efficienza nel credito

Dettagli

L ADEGUAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE PUMA2 ALLA NUOVA NORMATIVA SEGNALETICA

L ADEGUAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE PUMA2 ALLA NUOVA NORMATIVA SEGNALETICA BANCA D ITALIA SERVIZIO INFORMAZIONI SISTEMA CREDITIZIO L ADEGUAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE PUMA2 ALLA NUOVA NORMATIVA SEGNALETICA Roberto Sabatini MILANO, 14 APRILE 2008 1 AMBITO E PRINCIPI DI RIFERIMENTO

Dettagli

Informativa al Pubblico. Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996

Informativa al Pubblico. Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996 Informativa al Pubblico Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996 31 dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 1. ADEGUATEZZA PATRIMONIALE... 3 2. RISCHIO DI CREDITO:

Dettagli

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo

Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Le regole di Basilea 2 per il credito al consumo Francesco Cannata Banca d Italia Vigilanza Creditizia e Finanziaria Convegno ABI Credito alle F1amiglie 2008 Sessione Parallela A2 Gestione dei rischi e

Dettagli

L APPLICAZIONE DI BASILEA 2 NEL SISTEMA DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

L APPLICAZIONE DI BASILEA 2 NEL SISTEMA DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO L APPLICAZIONE DI BASILEA 2 NEL SISTEMA DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO Juan Lopez Funzione Studi - FEDERCASSE Battipaglia, 17 maggio 2006 Indice della presentazione Il Credito Cooperativo L approccio

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121

Dettagli

LA GESTIONE INTEGRATA ED ATTIVA DEI DATI IMMOBILIARI: UN CONTRIBUTO ALLA TRASPARENZA DEL MERCATO

LA GESTIONE INTEGRATA ED ATTIVA DEI DATI IMMOBILIARI: UN CONTRIBUTO ALLA TRASPARENZA DEL MERCATO La gestione strutturata dei dati immobiliari: dall elaborazione della perizia al monitoraggio delle garanzie Luca Marco Fiumara Roma, 23 novembre 2011 1 LA GESTIONE INTEGRATA ED ATTIVA DEI DATI IMMOBILIARI:

Dettagli

~ 1 ~ - IL COMPARTO PERIZIE IMMOBILIARI DI UNICREDIT CON I SUOI 16 PERITI INTERNI OPERA SOTTO IL DIRETTO RIPORTO DEL COUNTRY CHAIRMAN ITALY QUINDI LA

~ 1 ~ - IL COMPARTO PERIZIE IMMOBILIARI DI UNICREDIT CON I SUOI 16 PERITI INTERNI OPERA SOTTO IL DIRETTO RIPORTO DEL COUNTRY CHAIRMAN ITALY QUINDI LA ~ 1 ~ MIB TRIESTE INTERVENTO: 24.01.2013 (SALUTO E PRESENTAZIONE) - IL COMPARTO PERIZIE IMMOBILIARI DI UNICREDIT CON I SUOI 16 PERITI INTERNI OPERA SOTTO IL DIRETTO RIPORTO DEL COUNTRY CHAIRMAN ITALY QUINDI

Dettagli

Rating interni e controllo. del rischio di credito

Rating interni e controllo. del rischio di credito Rating interni e controllo del rischio di credito esperienze, problemi, soluzioni Milano, 31 marzo 2004 DIREZIONE RISK MANAGEMENT Giovanni Parrillo Responsabile Servizio Rischi di Credito 1 Rating interni:

Dettagli

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx LIBRARY C Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it

Dettagli

SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA

SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA CREDITO AL CREDITO 2011 1 SCHEMA DI SINTESI MARTEDÌ 22 NOVEMBRE SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA SESSIONI

Dettagli

Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari

Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari Soluzioni informatiche per l'efficacia dei processi bancari Michele Vaccaro Presale Manager Content Management & Archiving EMC Software Italy 1 Agenda BPM secondo EMC Case study: processo Origination BPM

Dettagli

L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business -

L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business - L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business - Claudio Queirolo - Responsabile Studi ed Attività Creditizia - Credito Italiano

Dettagli

Indice. xiii xvii. Presentazione di Federico Merola Prefazione di Andrea Sironi Introduzione

Indice. xiii xvii. Presentazione di Federico Merola Prefazione di Andrea Sironi Introduzione Presentazione di Federico Merola Prefazione di Andrea Sironi Introduzione xiii xvii xxi 1 Il soggetto finanziato 1.1 Fondi comuni di investimento immobiliare 2 1.1.1 Principali caratteristiche 4 1.1.2

Dettagli

La gestione in outsourcing del processo di Valutazione Immobili. Modena 4 ottobre 2008

La gestione in outsourcing del processo di Valutazione Immobili. Modena 4 ottobre 2008 La gestione in outsourcing del processo di Valutazione Immobili Modena 4 ottobre 2008 Agenda Il gruppo CRIF Valutazione Immobili Metodologie di stima La gestione del processo La qualificazione dei professionisti

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico Informativa al pubblico Terzo pilastro di Basilea 2 al 31 dicembre 2009 Le disposizioni emanate dalla Banca d Italia in applicazione della normativa europea in materia di Convergenza internazionale della

Dettagli

Lezione 1. Uniformità sistema creditizio. Basilea 1. Basilea 2, fattori di ponderazione, il concetto di rating

Lezione 1. Uniformità sistema creditizio. Basilea 1. Basilea 2, fattori di ponderazione, il concetto di rating Lezione 1 Basilea 2, fattori di ponderazione, il concetto di rating Uniformità sistema creditizio Il Comitato di Basilea fu istituito nel 1974 tra i governatori delle Banche Centrali del G10. Obiettivo

Dettagli

Consulenza Direzionale www.kvalue.net. Presentazione Società. Key Value for high performance business

Consulenza Direzionale www.kvalue.net. Presentazione Società. Key Value for high performance business Key Value for high performance business Consulenza Direzionale www.kvalue.net KValue Srl Via E. Fermi 11-36100 Vicenza Tel/Fax 0444 149 67 11 info@kvalue.net Presentazione Società L approccio KValue KValue

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE AZIENDALE Eurocredit opera da oltre 30 anni nel settore delle Informazioni Commerciali ed è specializzata nel fornire soluzioni strategiche alle imprese Clienti. Il nostro valore cardine

Dettagli

company profile aziendale rossi real estate

company profile aziendale rossi real estate company profile company profile 1 aziendale rossi real estate La Rossi Real Estate viene costituita a Rimini a metà degli anni 70 su iniziativa di Rossi Giorgio, noto imprenditore immobiliare, apprezzato

Dettagli

Informativa al pubblico Pillar 3

Informativa al pubblico Pillar 3 Informativa al pubblico Pillar 3 Situazione al 31-12-2012 INDICE INTRODUZIONE... 3 1. ADEGUATEZZA PATRIMONIALE... 5 2. RISCHIO DI CREDITO: INFORMAZIONI GENERALI... 9 3. RISCHIO DI CREDITO: INFORMAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE OPEN MARKET VALUE, ALLA DATA DEL 25 FEBBRAIO 2008, DI N 285 IMMOBILI DI PROPRIETA DI IMMIT IMMOBILI ITALIANI SPA

DETERMINAZIONE OPEN MARKET VALUE, ALLA DATA DEL 25 FEBBRAIO 2008, DI N 285 IMMOBILI DI PROPRIETA DI IMMIT IMMOBILI ITALIANI SPA DETERMINAZIONE OPEN MARKET VALUE, ALLA DATA DEL 25 FEBBRAIO 2008, DI N 285 IMMOBILI DI PROPRIETA DI IMMIT IMMOBILI ITALIANI SPA FEBBRAIO 2008 INDICE ARGOMENTO PAGINA PREMESSA... 1 DEFINIZIONE DI OPEN MARKET

Dettagli

Basilea 2. Terzo Pilastro. Informativa al pubblico situazione al 31/12/2008. Gruppo Bancario

Basilea 2. Terzo Pilastro. Informativa al pubblico situazione al 31/12/2008. Gruppo Bancario Basilea 2 Terzo Pilastro Informativa al pubblico situazione al 31/12/2008 Gruppo Bancario Sommario INTRODUZIONE... 4 TAVOLA 1. REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 5 STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE DELLA FUNZIONE

Dettagli

Sistemia Storia e Profilo

Sistemia Storia e Profilo Sistemia S.p.A. Sistemia Storia e Profilo Sistemia S.p.A. nasce a Roma nel 2003 con la mission di Azienda di Business Process Outsourcing, e con una forte competenza specialistica nella valutazione della

Dettagli

Modulo di richiesta del Rapporto Estimativo. Release 1.3

Modulo di richiesta del Rapporto Estimativo. Release 1.3 Modulo di richiesta del Rapporto Estimativo Release 1.3 Gentile Cliente, grazie per aver scelto CRIF Valutazione Immobili! Per richiedere un RAPPORTO ESTIMATIVO segui questi semplici passi: 1. Compila

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

SECONDA PARTE (Rischio di Credito)

SECONDA PARTE (Rischio di Credito) SECONDA PARTE (Rischio di Credito) RISCHIO DI CREDITO LOSS GIVEN DEFAULT Valutazione del rischio che mi serve per determinare il capitale di vigilanza avviene attraverso la determinazione di queste quattro

Dettagli

Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2012

Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2012 I Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2012 I 2 I Indice Tavola 1 Requisito informativo generale... 5 Tavola 2 Ambito di applicazione...45 Tavola 3 Composizione del patrimonio

Dettagli

Osservatorio Mutui Dati sui mutui in Italia (Gen 2004 Lug 2014)

Osservatorio Mutui Dati sui mutui in Italia (Gen 2004 Lug 2014) Osservatorio Mutui Dati sui mutui in Italia (Gen 2004 Lug 2014) Agosto 2014 Avvertenze: Gli indicatori relativi all'utilizzo del sito da parte degli utenti non hanno carattere di certezza o scientificità.

Dettagli

Rating interni e controllo del rischio di credito

Rating interni e controllo del rischio di credito interni e controllo del rischio di credito Fernando Metelli Banca Popolare di Milano Newfin Bocconi, 31 marzo 2004 1 1 - L ambiente in cui si sviluppa l applicazione di Basilea2 4,50% 4,00% 3,50% 3,00%

Dettagli

Rischi di credito: approccio di vigilanza

Rischi di credito: approccio di vigilanza Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Rischi di credito: approccio di vigilanza Corso di Risk Management Milano, 5 Marzo 2008 Misurazione assorbimenti patrimoniali Basilea I Ai pesi si

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO. Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996. 31-Dicembre-2014

INFORMATIVA AL PUBBLICO. Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996. 31-Dicembre-2014 INFORMATIVA AL PUBBLICO Ai sensi del Cap. V, Sez. XII, della Circolare della Banca d Italia n. 216/1996 31-Dicembre-2014 Situazione al 31-12-2009 INDICE INTRODUZIONE... 3 1. TAVOLA 1 - ADEGUATEZZA PATRIMONIALE...

Dettagli

GUIDA PRATICA A BASILEA 2

GUIDA PRATICA A BASILEA 2 GUIDA PRATICA A BASILEA 2 GUIDA PRATICA A BASILEA 2 Progetto realizzato da Confcommercio Cosenza Con il contributo della Regione Calabria La gestione del progetto è stata affida al C.A.T. - Centro Assistenza

Dettagli

L esposizione mitigata (E*) non sostituisce, ma integra quella originaria, in un ottica di arricchimento informativo progressivo.

L esposizione mitigata (E*) non sostituisce, ma integra quella originaria, in un ottica di arricchimento informativo progressivo. F05_2_6_1 LA CREDIT RISK MITIGATION PER BASILEA3 - BANCHE Tipo intermediario B Generalità. La presente funzione ripartisce le garanzie applicando le tecniche di attenuazione del rischio di credito (CRM)

Dettagli

Risk Management. Il nuovo paradigma per fare banca. Direzione Risk Management. Direzione Risk Management. Francesco Mazza.

Risk Management. Il nuovo paradigma per fare banca. Direzione Risk Management. Direzione Risk Management. Francesco Mazza. Risk Management Il nuovo paradigma per fare banca Direzione Risk Management Direzione Risk Management 1 AGENDA I Rischi: cosa sono, quali sono, come si gestiscono La misurazione dei rischi: dall aritmetica

Dettagli

Regione Liguria. Vademecum BASILEA 2. In collaborazione con

Regione Liguria. Vademecum BASILEA 2. In collaborazione con Regione Liguria Vademecum BASILEA 2 In collaborazione con BASILEA2: RISCHIO O OPPORTUNITÀ IL NUOVO ACCORDO DI BASILEA SUL CAPITALE A GARANZIA DELLA SOLVIBILITÀ DEL SISTEMA BANCARIO INTERNAZIONALE I TRE

Dettagli

Gruppo Banco Desio Informativa al Pubblico Basilea 2 3 Pilastro

Gruppo Banco Desio Informativa al Pubblico Basilea 2 3 Pilastro INTRODUZIONE La Banca d Italia, al fine di rafforzare la disciplina di mercato, ha introdotto attraverso la Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006, titolo IV, obblighi di pubblicazione periodica relativamente

Dettagli

Patrimonio e Meccanismi di Pricing. Le basi per un confronto

Patrimonio e Meccanismi di Pricing. Le basi per un confronto Seminario di confronto tra il settore bancario e l attività immobiliare Patrimonio e Meccanismi di Pricing. Le basi per un confronto Intervento di Andrea Ragaini Direttore Centrale GRUPPO BANCA CARIGE

Dettagli

Protocollo di intesa. Premesso che

Protocollo di intesa. Premesso che I o DE Z IO EHI LE ANACI Protocollo di intesa Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (di seguito ''CNI '), con sede in Roma, Via XX Settembre 5, nella persona del suo Presidente e legale rappresentante

Dettagli

CONTRATTO DI MUTUO, RENT TO BUY E LEASING IMMOBILIARE

CONTRATTO DI MUTUO, RENT TO BUY E LEASING IMMOBILIARE FORUM CREDITO CONTRATTO DI MUTUO, RENT TO BUY E LEASING IMMOBILIARE Interventi della BCE sul QE Disciplina europea e vigilanza bancaria Nuove opportunità offerte dal mercato Direttiva Mutui 2014/17 /UE

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo documento non costituisce un offerta al pubblico. Le informazioni in esso contenute sono riportate in buona fede e costituiscono un esatta riproduzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Il rischio di credito

Il rischio di credito Il rischio di credito Componenti e modalità di gestione secondo Basilea 2 1 Il rischio di credito le diverse accezioni Tipologia Rischio di insolvenza Rischio di migrazione Rischio di spread Rischio di

Dettagli

2011 Pillar 3. Informativa al pubblico del Gruppo Bipiemme. Situazione al 31 dicembre 2011. Banca Popolare di Milano

2011 Pillar 3. Informativa al pubblico del Gruppo Bipiemme. Situazione al 31 dicembre 2011. Banca Popolare di Milano 2011 Pillar 3 Informativa al pubblico del Gruppo Bipiemme Situazione al 31 dicembre 2011 Banca Popolare di Milano Informativa al pubblico Pillar 3 Banca Popolare di Milano Società Cooperativa a r.l. fondata

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PRUDENZIALE PER LE. BANCHE (Circ. B.I. n. 263 del 27 dicembre 2006)

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PRUDENZIALE PER LE. BANCHE (Circ. B.I. n. 263 del 27 dicembre 2006) INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PRUDENZIALE PER LE BANCHE (Circ. B.I. n. 263 del 27 dicembre 2006) 31 dicembre 2008 Indice Introduzione 3 Tav. 1 - Requisito Informativo

Dettagli

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015)

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 Argomenti I prestiti e la gestione del rischio di credito Da Basilea 1 a Basilea 2 Il Basilea 3 2 Da Basilea 1 a Basilea 2

Dettagli

Il Property Management che crea Valore

Il Property Management che crea Valore Il Property Management che crea Valore Beni Stabili Property Service affianca le aziende offrendo servizi integrati di advisoring immobiliare ad elevato contenuto professionale e tecnologico. Indice Il

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO DICEMBRE 2005 NUMERO DICIANNOVE CON DATI AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2005 INDICE pag.5 PREMESSA TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO

Dettagli

UniCredit Consumer Financing LE SOLUZIONI DI FINANZIAMENTO PERSONALE

UniCredit Consumer Financing LE SOLUZIONI DI FINANZIAMENTO PERSONALE UniCredit Consumer Financing LE SOLUZIONI DI FINANZIAMENTO PERSONALE Febbraio 2008 INDICE DELLA PRESENTAZIONE Unicredit Consumer Financing Prestiti personali: linee guida Novità 2008 Recapiti 2 CHI SIAMO

Dettagli

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl PMI Center -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl 1 La tecnologia ha rimodulato i rapporti fra PMI e sistema Bancario a) anno 1987 - scambio telematico flussi informativi e dispositivi monobanca b) anno

Dettagli

SERVIZI PER LE AZIENDE

SERVIZI PER LE AZIENDE CHI SIAMO Consultique SIM è una società di analisi e consulenza finanziaria indipendente sotto il controllo di Consob e Banca d Italia, che eroga servizi a investitori privati (family office), aziende,

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 17024 :12 dei Valutatori Immobiliari in Italia e l accesso al REV TEGoVA Milano, 21 novembre 2014 Rosa Anna Favorito CEPAS

La certificazione ISO/IEC 17024 :12 dei Valutatori Immobiliari in Italia e l accesso al REV TEGoVA Milano, 21 novembre 2014 Rosa Anna Favorito CEPAS La certificazione ISO/IEC 17024 :12 dei Valutatori Immobiliari in Italia e l accesso al REV TEGoVA Milano, 21 novembre 2014 Rosa Anna Favorito CEPAS 1 CEPAS è un Organismo di Certificazione delle Professionalità

Dettagli

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE FABIO BANDIRALI Presidente AICI Associazione Italiana Consulenti, Gestori e Valutatori Immobiliari 6 Maggio 2013 LA BANCA E L OPERATORE IMMOBILIARE QUALE RAPPORTO?

Dettagli

Corso di Finanza aziendale

Corso di Finanza aziendale Basilea II Corso di Finanza aziendale Elementi del nuovo accordo di Basilea Basilea II? Si tratta della recente revisione del complesso di norme regolamentari che dal 1988 sono imposte alle banche dalla

Dettagli

Il rischio di credito

Il rischio di credito Il rischio di credito Componenti e modalità di gestione secondo Basilea 2 Giuseppe G. Santorsola 1 Il rischio di credito le diverse accezioni Tipologia Rischio di insolvenza Rischio di migrazione Rischio

Dettagli

Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2011

Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2011 Terzo Pilastro di Basilea 2 Informativa al pubblico 30 giugno 2011 TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 AL 31 DICEMBRE 2008 Indice Tavola 1 Requisito informativo generale... 5 Tavola 2 Ambito di applicazione...

Dettagli

FINDOMESTIC GRUPPO. Informativa al pubblico in materia di composizione del patrimonio di vigilanza e dell adeguatezza patrimoniale

FINDOMESTIC GRUPPO. Informativa al pubblico in materia di composizione del patrimonio di vigilanza e dell adeguatezza patrimoniale FINDOMESTIC GRUPPO Informativa al pubblico in materia di composizione del patrimonio di vigilanza e dell adeguatezza patrimoniale Aggiornamento al 31 dicembre 2013 * * * Terzo Pilastro dell accordo di

Dettagli

Luglio 2014 Direttive per la verifica, la valutazione e la gestione di crediti garantiti da pegno immobiliare

Luglio 2014 Direttive per la verifica, la valutazione e la gestione di crediti garantiti da pegno immobiliare Luglio 2014 Direttive per la verifica, la valutazione e la gestione di crediti garantiti da pegno immobiliare Sommario Introduzione... 2 1. Principi per l'allestimento di norme bancarie interne... 3 2.

Dettagli

Oggetto: osservazione alla bozza del regolamento della Banca d'italia sulla disciplina delle obbligazioni bancarie garantite

Oggetto: osservazione alla bozza del regolamento della Banca d'italia sulla disciplina delle obbligazioni bancarie garantite Istituto Italiano di Valutazione Immobiliare Milano Via Lanzone, 7 20123 Milano Tel. +39 02 86467831 Fax +39 02 8057446 Merano Via delle Corse, 62 39012 Merano Tel. +39 0473 236257 Fax +39 0473 231296

Dettagli

Foglio Informativo Mutuo Risparmio

Foglio Informativo Mutuo Risparmio Foglio Informativo Mutuo Risparmio INFORMAZIONI SU CHEBANCA! Denominazione Legale:. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Viale Luigi Bodio 37, Palazzo 4, 20158 Milano Indirizzo internet:

Dettagli

Centro di Servizi in Outsourcing S.r.l.

Centro di Servizi in Outsourcing S.r.l. Listino aggiornato: gennaio 2013 1 - Tutela del credito 1.1 Indagine P.I.C.F. solo RATING 1.2 Prevenzione 1.3 Analisi Estero 1.4 Sonar 1.5 Altri Servizi 1.6 Gestione 1.7 Recupero Finanziario 1.8 Recupero

Dettagli

CAPITAL MORTGAGE S.R.L. Società costituita ai sensi della Legge 130/1999

CAPITAL MORTGAGE S.R.L. Società costituita ai sensi della Legge 130/1999 Roma, [ ] [ ] 2009 Oggetto: Cessione di crediti derivanti da contratti di mutuo fondiario. - Informativa all'interessato ai sensi dell'art. 13, comma 4 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e

Dettagli

SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania)

SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania) SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania) Sede Operativa: Bd Unirii n. 37 et.2 - Bacau (Romania) Tel: +4 0334-405434 Fax: +4 0334-405435 e-mail:bites.info@euroservicegroupspa.com

Dettagli

Richiesta Contributo alla Ricostruzione Domanda ed Istruttoria Comunale. 6 settembre 2012

Richiesta Contributo alla Ricostruzione Domanda ed Istruttoria Comunale. 6 settembre 2012 COMMISSARIO DELEGATO PER LA RICOSTRUZIONE SISTEMA INFORMATIVO PER LA RICOSTRUZIONE Ordinanza n. 23 del 14 agosto 2012 Ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012 e s.m.i. Richiesta Contributo alla Ricostruzione

Dettagli

I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI

I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI Roma, 22 novembre 2011 Direzione Retail Funzione C.A.E. L EVOLUZIONE DEL SETTORE Gli ultimi cinque anni hanno

Dettagli

IL MUTUO Richiesta del mutuo Rimborso del mutuo Chiusura del mutuo La Domanda di Mutuo Istruttoria e Perizia Delibera L atto notarile

IL MUTUO Richiesta del mutuo Rimborso del mutuo Chiusura del mutuo La Domanda di Mutuo Istruttoria e Perizia Delibera L atto notarile IL MUTUO Il mutuo è una tipologia di contratto che regola il prestito di denaro che avviene da una banca ad un privato per l acquisto (o ristrutturazione) di una immobile. Il privato dovrà rimborsare alla

Dettagli

Foglio Informativo Mutuo Variabile

Foglio Informativo Mutuo Variabile Foglio Informativo Mutuo Variabile Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Viale Luigi Bodio 37, Palazzo 4, 20158 Milano Indirizzo internet: www.chebanca.it

Dettagli

Informativa al Pubblico Pillar III

Informativa al Pubblico Pillar III ai sensi delle Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche Circolare Banca d Italia n. 263 del 27 dicembre 2006 e successive modifiche 31 dicembre 2012 Banca Popolare dell Etruria e del

Dettagli

DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE

DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE VIGILANZA CREDITIZIA E FINANZIARIA SERVIZIO CONCORRENZA NORMATIVA E AFFARI GENERALI Divisione Normativa DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE Il presente documento fornisce uno schema di disposizioni

Dettagli

Prodotti assicurativi innovativi a supporto del risk management Roma, 24 Novembre 2010

Prodotti assicurativi innovativi a supporto del risk management Roma, 24 Novembre 2010 Prodotti assicurativi innovativi a supporto del risk management Roma, 24 Novembre 2010 2010 Genworth Financial, Inc. All rights reserved. 0 Genworth Financial Gruppo Assicurativo indipendente e globale

Dettagli

L impatto di Basilea 2 sui rapporti banca-impresa

L impatto di Basilea 2 sui rapporti banca-impresa L impatto di Basilea 2 sui rapporti banca-impresa Factoring Tour Firenze, 6 febbraio 2007 Prof. Lorenzo Gai Università di Firenze Prof. Lorenzo Gai 1 Agenda Basilea 2: principi generali Basilea 2: utilizzi

Dettagli

Recepimento in Italia della Direttiva 2011/61/UE (AIFMD - Alternative Investment Fund Managers Directive)

Recepimento in Italia della Direttiva 2011/61/UE (AIFMD - Alternative Investment Fund Managers Directive) FLASH REPORT Recepimento in Italia della Direttiva 2011/61/UE (AIFMD - Alternative Investment Fund Managers Directive) Overview e Focus sul Sistema di Gestione del Rischio Marzo 2015 Introduzione all AIFMD

Dettagli

Corso di Finanza Aziendale

Corso di Finanza Aziendale Corso di Finanza Aziendale Elementi del Nuovo Accordo di Basilea Basilea II Si tratta della recente revisione del complesso di norme regolamentari che dal 1988 sono imposte alle banche dalla rispettive

Dettagli

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo ReFIMED Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo Finanza agevolata Finanza ordinaria e servizi finanziari alle PMI Comunicazione e Sviluppo Commerciale Formazione Sistemi per la Qualità ReFIMED è vicina

Dettagli

PRINCIPI E LINEE GUIDA AVVERTENZE

PRINCIPI E LINEE GUIDA AVVERTENZE IL RAPPORTO TRA LE SGR E GLI "ESPERTI INDIPENDENTI" NELL ATTIVITA DI VALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI, DIRITTI REALI IMMOBILIARI E PARTECIPAZIONI IN SOCIETA IMMOBILIARI PRINCIPI E LINEE GUIDA AVVERTENZE Le

Dettagli

La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II

La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II La gestione del debito dopo gli accordi di Basilea II Massimo Buongiorno Convegno ARGI Milano, 27 ottobre 2004 Perché Basilea II, esisteva un Basilea I? Nel 1988 il Comitato di Basilea stabilisce una quota

Dettagli

Misure urgenti per la riduzione del disagio abitativo. Istituzione delle commissioni territoriali per il contrasto del disagio abitativo

Misure urgenti per la riduzione del disagio abitativo. Istituzione delle commissioni territoriali per il contrasto del disagio abitativo ALLEGATO A Misure urgenti per la riduzione del disagio abitativo. Istituzione delle commissioni territoriali per il contrasto del disagio abitativo MODALITÀ ATTUATIVE E INDIRIZZI OPERATIVI La Regione,

Dettagli

COEFFICIENTI PRUDENZIALI - BANCHE

COEFFICIENTI PRUDENZIALI - BANCHE I0717_1 COEFFICIENTI PRUDENZIALI - BANCHE Tipo intermediario B Indicazioni per la predisposizione dell input Il pannello-guida delle scelte aziendali per la soluzione Basilea3 Il pannello-guida delle scelte

Dettagli

OGGETTO: 147/CA = Convenzione FRUITIMPRESE-CERVED GROUP.

OGGETTO: 147/CA = Convenzione FRUITIMPRESE-CERVED GROUP. OGGETTO: 147/CA = Convenzione FRUITIMPRESE-CERVED GROUP. Abbiamo il piacere di informarvi che FRUITIMPRESE e CERVED GROUP hanno rinnovato il loro accordo di partnership ampliando in modo significativo

Dettagli

GLI STANDARD EUROPEI DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE (EVS)

GLI STANDARD EUROPEI DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE (EVS) INTERVENTO GLI STANDARD EUROPEI DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE (EVS) Relatore Oscar Mella Consigliere GeoVal Est modus in rebus: sunt certi denique fines, quos ultra citaque nequit consistere rectum (C è

Dettagli

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE FABIO BANDIRALI Presidente AICI Associazione Italiana Consulenti, Gestori e Valutatori Immobiliari 1 APRILE 2014 LA BANCA E L OPERATORE IMMOBILIARE QUALE RAPPORTO?

Dettagli