MOBILE HEALTH: innovazione sostenibile per una sanità 2.0. A cura di. Con il sostegno di:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOBILE HEALTH: innovazione sostenibile per una sanità 2.0. A cura di. Con il sostegno di:"

Transcript

1 MOBILE HEALTH: innovazione sostenibile per una sanità 2.0 A cura di Con il sostegno di:

2 MOBILE HEALTH: innovazione sostenibile per una sanità 2.0

3 MOBILE HEALTH: innovazione sostenibile per una sanità 2.0 Hanno partecipato al progetto healthcare IT

4

5 PARTECIPANTI AL GRUPPO DI LAVORO Accarisi Serena - Istituto Ortopedico Rizzoli - Alfano Paolo - Fujifilm Italia - Allocato Adriana - Reply - Amato Andrea - AO San Gerardo Monza - Angeletti Debora - AUSL Parma - Bagnasco Manuela - Elco Srl - Bessi Fulvio - Estav Nordovest - Bisello Chiara - Infonet Solutions - Bonora Sergio - Laboratori Guglielmo Marconi SpA - Buffolo Danilo - Azienda Ospedaliera Padova - Caccia Claudio - Presidente AISIS - Capra Gianfranco - Dedalus SpA - Cardin Franco - ANORC - Comelli Maurizio - SB Italia Srl - Conti Antonio - Agile Srl - Contin Sara - Azienda Ospedaliera Padova - Curzi Alessandra - Motorola Solutions SpA - D Agnone Paola - Noemalife SpA - De Nardi Paolo - Azienda Ospedaliera Padova - De Zolt Nicola - Motorola - Di Maulo Ruggero - Artexe SpA - Dotta Michela - Elco Srl - Finardi Silvio - AO Spedali Civili Brescia - Fiora Sergio - Oracle SpA - Foracchia Marco - AO IRCCS Reggio Emilia e AUSL Reggio Emilia - Fouillouze Ornella - Club TI Milano - Giuffrè Francesco - Estav Centro - Iurilli Fabio - Noemalife SpA - La Delfa Domenico - Siemens - Maestri Stefano - Sygest - Magitteri Roberto - Intersystems SpA - Majidi Darya - Dcare Srl, Gruppo Dedalus - 5

6 Mancini Matteo - ONIT Group - Mancini Stefania - I-Tel - Mangione Maurizio - Fondazione Toscana Gabriele Monasterio - Manzetti Massimiliano - Ospedale Bambin Gesù Roma - Marenzi Luciano - Exprivia Healthcare IT - Marinoni Fabio - AO Spedali Civili Brescia - Memmola Massimo - Università Cattolica Milano - Mezzapesa Domenico - I-Tel - Mintrone Sara - Luisa Dedalus SpA - Nasi Greta - CeRGAS-Bocconi - Notelli Oreste - Onetonet - Perego Claudio - Medarchiver Srl - Peroni Michele - NHT - Pianesi Natalia - Engineering SpA - Polo Sergio - Azienda Ospedaliera Padova - Righini Grazia - AO Sassuolo - Ronchi Alberto - Istituto Auxologico Italiano - Ruggeri Augusto - Onetonet - Sala Piermauro - AO San Carlo Borromeo Milano - Salemi Stefano - Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa - Santambrogio Fabio - Fujifilm Italia - Scazzoli Francesco - AO Spedali Civili Brescia - Sensi Valerio - Engineering SpA - Solmi Carlo - LASER - Stofella Paolo - Exprivia Healthcare IT - Tecchio Dario - Infonet Solutions - Telmon Claudio - CLUSIT - Tzannis Alessandra - Mediahospital - Veicsteinas David - SB Italia Srl - Vistocco Mariangela - Motorola Solutions SpA - Vitali Marco - Elco Srl - 6

7 GLOSSARIO AP API BPCO BYOD CCE CIO CReG CWM DHCP DNS DRG ECG EDGE FSE GPRS GSM HSDPA HSUPA IoT LTE MAM MDM MMG NAC NHS NMS PDA PDTA PLS QoS RFID RV SDK SIO SSL TCO UI UML UMTS UPS UU OO WAP WHO Access Point Application Programming Interface BroncoPneumopatia Cronico Ostruttiva Bring Your Own Device Cartella Clinica Elettronica Chief Information Officer Chronic Related Group Customer Workflow Management Dynamic Host Configuration Protocol Domain Name System Diagnosis Related Group Elettrocardiogramma Enhanced Data for GSM Evolution Fascicolo Sanitario Elettronico General Packet Radio Service Global System for Mobile communication High Speed Downlink Packet Access High Speed Uplink Packet Access Internet of Things Long Term Evolution Mobile Application Management Mobile Device Management Medici di Medicina Generale Network Access Control National Health Service Network Management System Personal Digital Assistants Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Pediatra di Libera Scelta Quality Of Service Radio Frequency Identification Realtà Virtuale Software Development Kit Sistema Informativo Ospedaliero Secure Sockets Layer Total Cost of Ownership User Interface Unified Modeling Language Universal Mobile Telecommunication System Uninterruptible Power Supply Unità Operative Wireless Application Protocol World Health Organization 7

8

9 SOMMARIO Partecipanti al Gruppo di lavoro Glossario Premessa Introduzione 1 Mobile Health: overview e scenari 1.1 Che cosa intendiamo per Mobile Health 1.2 Perché è importante il Mobile Health 1.3 L ambito del presente documento Mobile Health: una definizione Mobile Health: un nuovo modello culturale 1.4 Che cosa dice l Europa Agenda digitale L assessment report for mhealth Green paper Mobile Health 1.5 Le App 1.6 I dispositivi mobili Overview del mercato dei dispositivi mobili La scelta del dispositivo mobile in ambiente sanitario Le tipologie principali di dispositivi mobili Dispositivi per realtà virtuale Premessa Il potenziale riabilitativo della realtà virtuale e i benefici Le resistenze ancora in essere Utilizzo della realtà virtuale in telemedicina Le tecnologie di realtà virtuale a supporto della riabilitazione Quali dispositivi adottare 2 Mobile Health in ambiente ospedaliero 2.1 Metodologia e prerequisiti 2.2 Processi Livello di interesse al mobile Identificazione dei formalismi da utilizzare Descrizione dei processi Order Entry (in assenza di tecnologie mobili) Order Entry (con mobile) Rilevazione parametri vitali (in assenza di mobile) Rilevazione parametri vitali (con tecnologia mobile) Prescrizione, preparazione e somministrazione terapia farmacologica (con e senza tecnologia mobile) 2.3 Tecnologie abilitanti Dispositivi mobili Variabili rilevanti rispetto al mobile in ambito ospedaliero

10 Proposta di classificazione sulla base di combinazioni di variabili Infrastruttura Software e continuità di servizio Software MDM & MAM 2.4 Casi e risultati Istituto Ortopedico Rizzoli: cartella trasfusionale e gestione sicura delle trasfusioni Fondazione Monasterio (Regione Toscana - CNR): Progetto consultare online ed in mobilità il proprio Dossier Sanitario Elettronico A.O.O.R. Papardo-Piemonte : Cartella Clinica Elettronica in mobilità Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova - IRCCS. Prescrizione, Preparazione e Somministrazione Farmaci Azienda Ospedaliera Borgo Trento di Verona: Gestione e tracciabilità magazzino del Blocco Operatorio Azienda Sanitaria Locale di Matera: Gestione e tracciabilità dei cespiti Fondazione Poliambulanza di Brescia 3 Mobile Health per la continuità assistenziale ospedale territorio 3.1 La continuità assistenziale Definizione Le origini della continuità assistenziale Un approccio per processi: il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) Come gestire la continuità assistenziale Gli strumenti ICT a supporto della continuità assistenziale 3.2 La Telemedicina L ambito normativo: le linee di indirizzo I principali ambiti di applicazione Osservatorio e-care e governance Le tecnologie a supporto: i dispositivi wearable Riconoscimento economico delle prestazioni di Telemedicina Casi di riferimento Lombardia Puglia Veneto Benefici e criticità della telemedicina 3.3 Casi e risultati Telemedicina al Centro Cardiologico Monzino ASL Napoli2 - Assistenza domiciliare sempre più digitale Chronic Care Model in regione Toscana Gestione di pazienti cronici in Regione Lombardia: il modello CReG Monitoraggio domiciliare Regione Puglia Il progetto Renewing Health - Regione Veneto

11 4 Mobile Health per l empowerment del cittadino-paziente 4.1 L approccio di empowerment 4.2 Self Care & Self Health 4.3 Gestione dell accoglienza: customer workflow management Multicanalità: strategia degli accessi Casi Aziendali Caso 1: il caso AOU Careggi - Piattaforma multicanale di accesso ai servizi Caso 2: il servizio ZeroCodaLab - Azienda ULSS 6 di Vicenza Caso 3: il caso ASL di Taranto - Soluzione riduzione liste d attesa Caso 4: il caso TreC della Provincia di Trento - Cartella Clinica del Cittadino Casi d uso: classificazione delle soluzioni multicanale 4.4 Personal Health Record 4.5 Strategie di marketing e nuovi modelli di business 5 Privacy e sicurezza 5.1 Il trattamento dei dati personali nell ambito delle soluzioni di mhealth Il quadro normativo nazionale in materia di trattamento dei dati personali in ambito sanitario L indagine del Garante per la protezione dei dati personali sulle app mediche e di wellness per smartphone e tablet Le iniziative della Comunità Europea per lo sviluppo dell mhealth La proposta di regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio in materia di protezione dei dati personali 5.2 Sicurezza informatica Requisiti specifici Minacce interne ed esterne La gestione della sicurezza per gli apparati mobili Il modello di sicurezza per gli apparati mobili Apparati medicali e certificazioni BYOD Strumenti specifici per la sicurezza Strumenti di Device e Application Management Sicurezza delle reti wireless 6 Suggerimenti per l implementazione Bibliografia

12

13 PREMESSA Il mobile health o mhealth è un paradigma culturale, organizzativo e tecnologico destinato, nei prossimi anni, a modificare sensibilmente la sanità a livello internazionale. R. Normann, già a metà degli anni 2000, aveva evidenziato alcune caratteristiche di evoluzione del settore sanitario: esplosione (e conseguente pressione sul controllo) dei costi dovuti da un lato all aumento progressivo dell invecchiamento e delle malattie croniche multifattoriali e dall altro dalla disponibilità di tecnologie (costose) fortemente orientate alla personalizzazione della salute (dalla medicina predittiva, alla farmaco genetica-genomica, alla sperimentazione della chirurgia robotica, all analisi di big data clinici per lo scoring diagnostico-terapeutico), con conseguente necessità di adottare modelli organizzativi in grado di riprogettare servizi e percorsi che consentono di affermare una prospettiva di presa in carico totale della persona che ha un problema di salute per la gestione della quale diventano sempre più necessari interventi multiprofessionali, multidisciplinari (dalla prevenzione alla riabilitazione alla assistenza) che avvengono in momenti e luoghi diversi e dal cui workflow dipende il risultato stesso del processo diagnostico-terapeutico-assistenziale. empowerment del cittadino: un cittadino 2.0 che è disponibile a ricercare l eccellenza del servizio, a valutare alternative per la gestione della propria cura-benessere, abituato a un modello di servizi on line e on time che già utilizza in altri settori (prenotazione, pagamento e download online, chat multicanale, disponibilità informazioni 24x7), capace di adattare/modificare le proprie abitudini di vita in una logica di prevenzione supportata dalla tecnologia. disponibilità di nuove opportunità tecnologiche tra cui quelle rese disponibili dall innovazione ICT, che mai come oggi è fortemente pervasiva nella sanità, e che, attraverso l approccio mobile health, può consentire sia la realizzazione di nuove strategie organizzative necessarie per garantire percorsi di continuità assistenziale in una rete trasversale di servizi, sia nuove e più efficienti modalità di interazione 2.0 che facilitino l accesso e la gestione proattiva della salute e dei dati clinici da parte dei cittadini, sia l utilizzo di nuovi modelli di cura tramite dispositivi mobili in ospedale (BYOD), sia attraverso la realizzazione dell Internet of Things (IoT) in sanità creando la nuova smart health in cui siano oggettivamente sostenibili processi B2P (Business to Person), P2P (Person to Person), P2M (Person to Machine) e M2M (Machine to Machine) in modalità facilitata e automatica riducendo errori di trascrizione/comunicazione e migliorando l efficienza e la qualità dei dati clinici. Oggi l orizzonte si allarga, coinvolgendo in questo processo di comunicazione cose (dispositivi), processi, dati (sanitari e non) e persone (clienti e professionisti). Il mobile health non è quindi un problema solo di carattere tecnologico anche se, mai come in questo caso, l ICT può oggettivamente abilitare e/o favorire l adozione di un nuovo approccio strategico alla sanità, di nuovi modelli di interazione con il cittadino, di nuovi modelli di erogazione dei servizi coerentemente al modello di Porter sulla catena del valore che inserisce i sistemi informativi come strumenti di supporto alla strategia, oltre che come strumenti fortemente pervasivi di tutte le altre aree di supporto e/o di erogazione di servizi. Anche quest anno l obiettivo del documento consiste nel fornire indicazioni basate sulla sostenibilità : non si tratta di trovare le migliori soluzioni possibili, ma modelli di approccio e strumenti che consentono, ancora una volta, di affrontare uno scenario in rapida evoluzione che può trarre oggettivi benefici dalla sinergia di un approccio culturale, organizzativo e di forte innovazione tecnologica resa disponibile dalle soluzioni di mobile health. È quindi con grande piacere che Aisis presenta questo documento sperando di fornire indicazioni utili su una tematica fortemente innovativa, complessa e articolata. Dr. Claudio Caccia, Presidente di Aisis Roma, ottobre

14 INTRODUZIONE Il presente documento ha come principale obiettivo fornire indicazioni relative al mobile health, inteso come la possibilità di erogare servizi di natura sanitaria attraverso device mobili. È proprio in questo contesto che la tradizionale accezione del termine mobilità assume una valenza più ampia dando vita a nuove modalità di erogazione di servizi: a chiunque (anyone) dovunque (anywhere) in qualsiasi momento (any time) con qualsiasi dispositivo (any device) Proprio grazie a questa estensione, il perimetro stesso della funzione aziendale tipicamente preposta alla gestione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (nella figura del CIO e del suo team) viene ad assumere confini più ampi. Il nuovo ruolo dell ICT, e di conseguenza di queste figure, quali elementi sempre più strategici per la competitività e l innovazione dei servizi e dei modelli di business delle aziende sanitarie, propone paradigmi nuovi in cui: anyone significa una sostanziale modifica del cliente dei sistemi informativi delle aziende sanitarie che non sono più solo i professionisti che operano in essa ma tutti gli stake-holders coinvolti nei processi trasversali di cura e assistenza (team medico-infermieristici delle aziende ospedaliere, MMG e PLS, team di assistenza domiciliare, team delle strutture socio assistenziali ) nonché i cittadini che utilizzeranno o utilizzano già la rete dei servizi socio sanitari e i loro care-giver (persone che si prendono cura di persone fragili o non autosufficienti) siano essi parte del nucleo familiare o figure esterne preposte. anywhere significa una modifica sostanziale dei confini aziendali che diventano permeabili. La necessità di nuovi modelli di cura richiede anche nuovi modelli di erogazione di servizi che potranno essere favoriti grazie al supporto delle nuove tecnologie, anche di tipo continuativo e in mobilità, in ospedale, a livello territoriale, a domicilio del paziente. Questo richiederà adeguate attenzioni alla privacy e soprattutto alla sicurezza. any time significa adottare una capacità di dare risposte concrete in qualsiasi momento, 24x7. Il cittadino 2.0, tutti noi, siamo abituati ad usufruire di informazioni in tempo reale. Un nuovo modello di interazione con i cittadini deve consentire di soddisfare questo requisito che in altri settori è diventato la normalità. Ciò richiede la capacità di garantire adeguati livelli di business continuity ma anche attenzione al mondo delle app che consentono la fruizione di servizi in modalità semplice riducendo il digital divide, senza tralasciare aspetti più meramente legati all assistenza tecnico-tecnologica con anche delle ricadute in termini di educazione e sensibilizzazione degli utenti. any device significa attenzione ad utilizzare tecnologie di sviluppo e di presentation che consentano l erogazione di servizi information intensive su qualsiasi dispositivo. In tale contesto si segnala che diverse ricerche empiriche hanno evidenziato un salto tecnologico: le persone che utilizzano servizi digitali sono fortemente orientate ad usare il mondo delle app su dispositivi mobili piuttosto che soluzioni su altri dispositivi. Pertanto per illustrare la complessa tematica del mobile health nel primo capitolo del documento vengono 14

15 introdotte alcune tematiche di contesto relative allo scenario, ai trend di sviluppo del mhealth, alle linee guida, anche di carattere internazionale, e alle tecnologie mobile oggi disponibili. Il secondo capitolo affronta il tema del mobile health in ambiente ospedaliero. In questo contesto viene in primo luogo effettuata una analisi dei principali processi organizzativi evidenziando, in una seconda fase, le modifiche di questi processi rese possibili dall utilizzo del mhealth. Sono trattati argomenti di tipo infrastrutturale, legati alla sicurezza e alla continuità di servizio. Vengono approfondite anche tematiche come l MDM e il BYOD senza tralasciare il tema dell accesso in mobilità a sistemi quali ad esempio la cartella clinica elettronica. Quando è veramente indispensabile usare un dispositivo mobile? Quanto i diversi fattori di forma facilitano l adozione di questi dispositivi? È vero che, negli early adopter, c è un ripensamento sull uso dei dispositivi mobili in corsia? Per facilitare la mobilità dobbiamo allargare lo scope per includere anche dispositivi diversi come tag RFID che permetterebbero ai team medico-infermieristici una vita senza badge e senza password? Queste sono alcune delle domande cui il secondo capitolo cerca di dare risposta. Il terzo capitolo è dedicato al tema del mobile health come sistema abilitante i percorsi diagnosticoterapeutici-assistenziali che possono garantire la continuità di servizi tra ospedale e territorio. Vengono approfondite, pertanto, le tematiche legate alla telemedicina in senso lato, al teleconsulto, telemonitoraggio e teleriabilitazione segnalando casi d uso e sperimentazioni in atto con relativi punti di forza e di attenzione. Anche in questo caso senza tralasciare domande relative ad esempio al costo sempre decrescente dei dispositivi mobili e delle app; se sia davvero il momento di una vera esplosione della telemedicina; inoltre se è vero che Apple, Google e altri sono pronti ad investire nel campo del rilevamento dei parametri vitali usando dispositivi mobili di uso comune, siamo alle soglie di una rivoluzione nella prevenzione? Ma quali difficoltà ci sono nel gestire gli aspetti di privacy, sicurezza, perdita del dispositivo, accuratezza dei dati? Nel quarto capitolo viene affrontato il mobile health nell ottica di un empowerment del paziente. L importanza di una nuova modalità di interazione 2.0 richiede la capacità di offrire servizi information intensive sia di tipo multicanale che facilitino i rapporti tra cittadino e strutture (prenotazioni pagamenti, donwload di documentazione clinica on line e on time) sia la capacità dei cittadini di autogestire (principio di autodeterminazione presente in molta della normativa EU) il proprio benessere e la propria salute in un ottica di self health. Strumenti e servizi che facilitino il rapporto con altri stakeholder (MMG, Farmacie, terzo settore), tools di self test e aiuto alla diagnosi (come quelli resi disponibili sul portale del NHS), app informative per tipologie di patologie con possibilità di registrare le proprie sensazioni (soprattutto verso la terapia), invio di segnalazioni al team medico-infermieristico, diverse modalità di accesso alla terapia farmacologica e ad altre forme di distribuzione di materiale sanitario o protesico senza rinunciare ad affrontare domande come:quali servizi possono concretamente essere forniti attraverso il canale Web e più in generale mobile? E per quali servizi si può prevedere ci sia un vantaggio competitivo nell aprire un canale di comunicazione mobile? Nel quinto capitolo vengono trattati dettagliatamente i temi della privacy e della sicurezza. Il trend di crescita del mhealth è indubbiamente supportato anche da una serie di motivazioni di carattere culturale e organizzativo che spingono per una riprogettazione della sanità. In tale contesto appare necessario favorirne l adozione pur approfondendo una serie di aspetti critici che a volte vengono utilizzati come pretesto per ostacolare l avvio di progetti innovativi. Privacy e sicurezza sono due tematiche che, se adeguatamente pianificate, consentono la realizzazione e gestione di progetti di mhealth efficienti. Il sesto capitolo è dedicato alla gestione e valutazione dei progetti di mobile health. Si farà riferimento alla metodologia Vast-Health resa disponibile da Aisis lo scorso anno richiamando la necessità di una valutazione multidimensionale dei progetti ex ante ed ex post. Recente letteratura di management evidenzia che non si impara solo dalle best practice ma anche e soprattutto dalle worst practice. Gestire in modo trasparente e professionale anche la cultura dell insuccesso aiuta sia a crescere sia ad evitare di ripetere inutilmente errori già fatti. 15

16 1 Definizione CCE ed approccio Aziendale alla CCE

17 1 Mobile Health: overview e scenari 1.1 Che cosa intendiamo per Mobile Health Con il termine mobile health o mhealth ci si riferisce ad un nuovo modello di assistenza socio sanitaria, orientata allo stato di salute complessiva del cittadino-paziente, stimolata e attuata attraverso una forte pro attività del cittadino-paziente e realizzata attraverso l utilizzo di dispositivi mobili e tecnologie multicanale, quali cellulari, smartphones, dispositivi di monitoraggio dei pazienti, personal digital assistants (PDAs) e altri dispositivi wireless. 1 L mhealth include anche il mondo delle app legate allo stato di salute e agli stili di vita, e si può estendere al così detto Health IoT (Internet of Things), vale a dire al mondo delle rilevazioni di biosegnali e/o bioimmagini derivanti dalla connessione a medical devices o altri sensori (es. braccialetti, orologi, rilevatori parametri biologici ) così come sistemi che forniscono informazioni sulla salute o reminder via SMS. Grazie a questo nuovo modello di assistenza possono essere raccolti un insiemi di dati e informazioni che possono consentire al cittadino una gestione proattiva del proprio stato di salute, una miglior interazione con i team socio sanitari che lo hanno preso in cura, una disponibilità di informazioni on line e on time per i team che seguono il paziente per interventi maggiormente efficaci e condivisi con il paziente stesso, abbattendo barriere spaziali, temporali e organizzative, nonché per una migliore, più efficace ed efficiente continuità assistenziale territoriale. 1.2 Perché è importante il Mobile Health Come anticipato in premessa i sistemi sanitari stanno affrontando due sfide importanti: Da un lato l esplosione dei costi dovuti sia all aumento progressivo della popolazione anziana e delle malattie croniche multifattoriali sia alla disponibilità di tecnologie (costose) fortemente orientate alla personalizzazione della salute (dalla medicina predittiva, alla farmaco genetica-genomica, alla sperimentazione della chirurgia robotica, all analisi di big data clinici per lo scoring diagnostico-terapeutico). Conseguenza è la necessità di adottare modelli organizzativi in grado di riprogettare servizi e percorsi che consentano di affermare una prospettiva di presa in carico totale della persona che ha un problema di salute. Per gestire, infatti, tali problematiche diventano sempre più necessari interventi multiprofessionali, multidisciplinari (dalla prevenzione alla riabilitazione alla assistenza) che avvengono in momenti e luoghi diversi e dal cui workflow dipende il risultato stesso del processo diagnostico-terapeutico-assistenziale. Dall altro l empowerment del cittadino che è sempre più disponibile a ricercare l eccellenza del servizio, a valutare alternative per la gestione della propria cura-benessere, abituato a un modello di servizi on line e on time che già utilizza in altri settori (prenotazione, pagamento e download online, chat multicanale, 1 mhealth. New horizons for health through mobile technologies, in Global Observatory for ehealth series 2011, World Health Organization: Geneva, Switzerland 17

18 disponibilità informazioni 24x7), capace di adattare/modificare le proprie abitudini di vita in una logica di prevenzione supportata dalla tecnologia. In questo contesto l mhealth può essere uno strumento per affrontare queste sfide, contribuendo: a una maggior focalizzazione del percorso di cura sul paziente immaginando un processo trasversale che nasce e si sviluppa in tempi e luoghi diversi (territorio, ospedale, ritorno alle strutture socio sanitarie territoriali) migliorando quindi l efficienza complessiva del sistema (ad esempio migliorando la cura del paziente tramite una migliore pianificazione delle attività, consentendo un supporto a distanza e quindi riducendo l ospedalizzazione, una riduzione di consulti non necessari, una migliore preparazione dei professionisti che possono ricevere facilmente una guida al trattamento del paziente, consentendo ai professionisti che usano dispositivi mobili di risparmiare parte del tempo necessario ad accedere ai dati sanitari e dedicarsi invece all effettiva cura del paziente). favorendo, in misura sempre maggiore, un ruolo pro-attivo del cittadino-paziente nel mantenimento del proprio benessere e/o nella cura della propria malattia. L attenzione al proprio benessere, alla prevenzione, hanno il potenziale di migliorare la qualità della vita ed aumentare le aspettative di vita delle persone, determinano una presa di coscienza e un maggior livello di pro attività. La WHO (World Health Organization) ha evidenziato che il cittadino deve essere il primo attore delle scelte che riguardano la sua salute e che un cittadino empowered è un cittadino che ha la conoscenza, le abitudini, le attitudini e la consapevolezza per influenzare il proprio e l altrui comportamento per migliorare la qualità della propria vita. L mhealth può supportare questo nuovo approccio consentendo un diverso coinvolgimento del cittadino-paziente nella gestione di informazioni utili al presidio della propria salute (wiki, dizionari, chat con team clinici o altri pazienti ), nell uso di dispositivi mobili o di sensori a lui affidati per la raccolta dei dati clinici, nella segnalazione di sintomi o altre informazioni che possono essere utili alla governance del piano diagnostico-assistenziale che lo vede come protagonista e non solo come oggetto della cura, nell accesso a quelle informazioni che consentono di tenerlo aggiornato e consapevole dell andamento nel tempo del proprio stato di salute. Solo negli anni recenti l mhealth è emerso come modalità complementare di erogazione di prestazioni e servizi orientati alla promozione della salute e ai processi di cura, grazie alla diffusione della connettività e alla proliferazione di device quali smartphone e tablet, elettivamente tecnologie mobili. La convergenza tra la tecnologia di comunicazione wireless e i dispositivi mobili da una parte e la cura del paziente dall altra, sta creando nuovi modelli organizzativi nell ambito dell erogazione della cura e della salute dei cittadini. Un recente sondaggio (World Health Organization mhealth - New horizons for health through mobile technologies ) mostra che l adozione dell mhealth nei paesi sviluppati è guidata dalla necessità di ridurre i costi legati alla sanità, mentre nei paesi in via di sviluppo è spinto dalla necessità di accedere alle cure primarie; infatti in questi ultimi la tecnologia mobile è spesso l unica tecnologia di telecomunicazione disponibile. Le applicazioni più significative in tal senso vanno da quelle più semplici, già molto diffuse, come i reminder via SMS delle visite, al monitoraggio dei parametri vitali acquisiti via dispositivi mobili, dalla gestione delle 18

19 emergenze alla verifica della compliance nell assunzione dei farmaci, da una gestione più efficiente dei servizi sanitari alla promozione di stili di vita sani, ai trattamenti personalizzati. Una recente ricerca di Research&Markets evidenzia in proposito alcuni trend sul mhealth 2 : la penetrazione degli smartphone sarà il driver principale per il mhealth le applicazioni mhealth saranno adattate specificamente per smartphone e tablet gli utenti continueranno a guidare il mercato delle app (non i clinici o le organizzazioni sanitarie) le app sulla salute entreranno in misura sempre maggiore nei canali di distribuzione tradizionali il mercato dell mhealth crescerà soprattutto nei paesi con elevata penetrazione di smartphone e di spesa sanitaria le app di seconda generazione in ambito sanitario si concentreranno sulle malattie croniche determineranno modificazioni nei modelli di business/organizzativi di dell mhealth 1.3 L ambito del presente documento Mobile Health: una definizione Il mobile health è stato definito come un nuovo modello di assistenza sanitaria basato prevalentemente sull utilizzo di dispositivi mobili e tecnologie multicanale. Come anticipato, in questo documento cercheremo di affrontare il tema del mhealth con una prospettiva più ampia: il concetto di mobilità (nella sua accezione più estesa) sarà utilizzato sia per i dispositivi, sia per le informazioni (che sono sempre di più mobili e devono seguire il paziente), sia per le persone (cittadini e team clinici che si spostano). In molti casi segnaleremo esempi di applicazioni in cui il canale mobile si sommerà ad altri canali di accesso multimediale a dati e informazioni (utilizzo del web anche da rete fissa, telefono, di totem multimediali che favoriscono l autonomia del cittadino) e tratteremo quindi queste applicazioni in un ottica di multicanalità (ricadono in questa categoria, ad esempio le applicazioni di telemedicina, teleriabilitazione, servizi al cittadino) Mobile Health: un nuovo modello culturale Come anticipato nei paragrafi precedenti l mhealth sarà in misura sempre maggiore favorito dall utilizzo di smartphone e tablet. Lo smartphone è diventato uno strumento pervasivo, è sempre con noi, permette l interattività, sta diventando il centro intorno al quale gravitano tutte le nostre attività, siano esse professionali o legate alla gestione del tempo libero. Il MIP (School of management del Politecnico di Milano) prevede che in Italia, entro la fine del 2014, avremo più Smartphone che PC e più navigatori Internet da mobile che da PC. Inoltre avremo a disposizione due milioni di app. L mhealth va inquadrato all interno di questa rivoluzione mobile con impatti sia sul mondo dei consumatori, sia sul mondo dei team clinici sia sul mondo delle imprese che sviluppano tecnologie in sanità. 2 Mobile Health Trends and Figures , Reserarch&Markets, luglio

20 Un interessante ricerca di Deloitte Consulting sintetizza in una slide questo nuovo modello di business: (vedi nella Figura 1) Fig. 1 - mhealth economy. Fonte: mhealth in an mworld: how mobile technology is transforming health care, Deloitte Consulting 2012 Dallo studio emergono tre macro aree di impatto del nuovo modello di business: un primo ambito di innovazione per i cittadini che si aspettano di poter interagire con gli erogatori di servizi per la salute in modo non dissimile alla modalità che utilizzano in altri settori, come i servizi bancari, servizi culturali, prenotazione e billing di alberghi o viaggi e che si aspettano servizi on line che gli consentano di gestire meglio la propria salute; un secondo ambito di innovazione per i team clinici che diventano mobile workers (categoria che costituisce ormai il 50% della forza lavoro del paese) e quindi traggono vantaggio, nell attività quotidiana, dal poter interagire con i sistemi digitali tramite device mobili; infine una opportunità per le imprese che operano in sanità e che possono acquisire vantaggi competitivi e benefici attraverso l utilizzo di dati/informazioni derivanti dall uso del mobile, quali ad esempio web marketing, health big data, ecc. Tuttavia, nuovi paradigmi comportano grandi trasformazioni culturali e ogni trasformazione comporta cambiamenti che devono essere affrontati e favoriti da adeguate e specifiche attività di formazione e di change management: qualunque sia la velocità di adozione dei servizi di mhealth appare necessario avviare percorsi di condivisione degli obiettivi di riassetto organizzativo e tecnologico che consentano alle aziende sanitarie di essere in grado di erogare nuovi modelli di servizio basati sull mhealth. Non è più tempo di pensare ma di agire in quanto l mhealth, come dimostrano tutte le ricerche a livello internazionale, europeo e nazionale, non è più un trend ma una concreta realtà con cui è necessario misurarsi. 20

Convegno Annuale AISIS

Convegno Annuale AISIS Convegno Annuale AISIS Mobile Health: innovazione sostenibile per una sanità 2.0 Presentazione del Convegno Claudio Caccia Presidente AISIS Roma, 30 ottobre 2014 Radisson Blu Hotel Un ringraziamento agli

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Dott.ssa TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Primi orientamenti mhealth La pratica della medicina supportata da dispositivi mobili (smartphone, palmari, tablet, personal digital assistants (PDAs) e altri dispositivi

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

LUISS GUIDO CARLI IL FORUM DELLA SANITA DIGITALE ROMA, 10/12.9.2015

LUISS GUIDO CARLI IL FORUM DELLA SANITA DIGITALE ROMA, 10/12.9.2015 Tre giorni di incontri e appuntamenti sulla trasformazione del sistema della salute in chiave digitale UN PROGETTO DI CON IL PATROCINIO DI IN COLLABORAZIONE CON CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCIE

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Alberto Bellocco. ICT e Telemedicina per un Sistema Sanitario Nazionale sostenibile

Alberto Bellocco. ICT e Telemedicina per un Sistema Sanitario Nazionale sostenibile Alberto Bellocco ICT e Telemedicina per un Sistema Sanitario Nazionale sostenibile Alberto Bellocco ICT e Telemedicina per un Sistema Sanitario Nazionale sostenibile Copyright 2015 Edizioni del Faro Gruppo

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità:

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità: Sanità digitale Il completamento dell informatizzazione dell area clinico-sanitaria, la dematerializzazione della documentazione clinica e l accessibilità alle informazioni ed ai servizi da qualsiasi punto

Dettagli

Soluzione. Benefici. Esigenze. Il cliente. Per saperne di più

Soluzione. Benefici. Esigenze. Il cliente. Per saperne di più Medicina d iniziativa rivolta al paziente cronico: una piattaforma integrata per il telemonitoraggio domiciliare a supporto del Medico di Medicina Generale in Lombardia con i servizi di Telbios e la tecnologia

Dettagli

Diffusione delle apps nel settore sanitario Opportunità, rischi e necessità di regolamentazione

Diffusione delle apps nel settore sanitario Opportunità, rischi e necessità di regolamentazione Diffusione delle apps nel settore sanitario Opportunità, rischi e necessità di regolamentazione Definizione Mobile medicalapps(mma) -sono applicazioni software che rispondono alla definizione di dispositivo

Dettagli

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA Il percorso di adozione del Fascicolo Sanitario Elettronico in Italia Lidia Di Minco Direttore Ufficio Nuovo Sistema Informativo

Dettagli

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale I dati da cui partire: Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale Tutti i cittadini lombardi hanno ricevuto la loro CRS-SISS oltre IL 90

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Scenario di Riferimento ICT AREZZO

Scenario di Riferimento ICT AREZZO Scenario di Riferimento Il SST sta spostando l'attenzione sul Territorio quale punto di contatto e cura del cittadino/assistito, con l'obiettivo di prevenire e possibilmente evitare l'ospedalizzazione

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Open Data, opportunità per le imprese Ennio Lucarelli Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Prendo spunto da un paragrafo tratto dall Agenda nazionale per la Valorizzazione del Patrimonio

Dettagli

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Documento elaborato dall Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari Nell ambito

Dettagli

Le reti. qualità e dell efficienza dell assistenza. Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR

Le reti. qualità e dell efficienza dell assistenza. Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR Le reti per il miglioramento della qualità e dell efficienza dell assistenza Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR il sistema sanitario non è un sistema non è un sistema

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute e nelle UCCP)

Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute e nelle UCCP) Convegno di studio su Privacy e Telemedicina Tra diritto del paziente alla riservatezza ed utilità della condivisione del dato sanitario Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica. Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del servizio sanitario

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica. Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del servizio sanitario 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del servizio sanitario Progetto e-health Assinform - Gruppo di lavoro e-health Giovanna

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

ICT per la Sanità in Emilia Romagna

ICT per la Sanità in Emilia Romagna ICT per la Sanità in Emilia Romagna Roma, 18 maggio 2012 L innovazione digitale per la sostenibilità del SSN 2 giornata nazionale della sanità elettronica Cabina di Regia 22 Maggio 2008 0 Sommario Vision,

Dettagli

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale Il distretto sociosanitario: esperienze a confronto Bari, 27 28 ottobre 2011 Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di

Dettagli

Il social network. dei professionisti della salute

Il social network. dei professionisti della salute Il social network dei professionisti della salute Chi è Sanitanova Sanitanova è un azienda leader nel panorama italiano nella formazione, consulenza e progettazione di modelli organizzativi, da sempre

Dettagli

Diverse ricerche e osservatori (1) evidenziano

Diverse ricerche e osservatori (1) evidenziano Temi caldi, priorità e criticità per la sanità elettronica CLAUDIO CACCIA presidente di Aisis ANDREA GELMETTI Irccs Policlinico San Matteo di Pavia - coordinatore Gruppo di Lavoro sull Ict di Aiic Diverse

Dettagli

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario»

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013 L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Chiara Penello Decreto Crescita 2.0 (DL 179/2012 conv. in Legge n.

Dettagli

Il valore della competenza informatica nella Sanita

Il valore della competenza informatica nella Sanita Il valore della competenza informatica nella Sanita Fulvia Sala Roma, 30 ottobre 2007 Nel settore sanità: obiettivi di efficienza e produttività in termini economici come responsabilità sociale Nella società

Dettagli

Rassegna Stampa. Comunicato stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata

Rassegna Stampa. Comunicato stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata Rassegna Stampa Comunicato stampa MICROSOFT PUNTA SULLE APP PER PROMUOVERE L'EHEALTH E PRESENTA MILLELIGHT INSIEME AL PARTNER MILLENIUM Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata Via Malta, 12/B

Dettagli

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI MILANO, 2 MARZO 2015 DOTT. LUCIANO FLOR DIRETTORE GENERALE AZIENDA SANITARIA TRENTO Provincia Autonoma di Trento Superficie Kmq 6.200 eurochirurgia e troke

Dettagli

Dott. Angelo Lino Del Favero. Istituto Superiore di Sanità

Dott. Angelo Lino Del Favero. Istituto Superiore di Sanità Dott. Angelo Lino Del Favero Istituto Superiore di Sanità Slide 2 La sanità che cambia (i) DIFFERENTI TIPOLOGIE DI OFFERTA DIFFERENTI RETI Slide 3 La sanità che cambia (ii) altri aspetti Costi standard

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Softlab S.p.A. Company Profile

Softlab S.p.A. Company Profile Softlab S.p.A. Company Profile Softlab Softlab è una tech-company specializzata nella progettazione, produzione e sviluppo evolutivo di tecnologie, sistemi, soluzioni e outsourcing nell ambito dell Information

Dettagli

PICCOLA? MEDIA? GRANDE!

PICCOLA? MEDIA? GRANDE! PICCOLA? MEDIA? GRANDE! UNA NUOVA REALTÀ PER LE IMPRESE Il mondo odierno è sempre più guidato dall innovazione, dall importanza delle nuove idee e dallo spirito di iniziativa richiesti dalla moltitudine

Dettagli

Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014. Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia

Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014. Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014 Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia Chiara Penello Direzione Generale Salute Il SISS Sistema Informativo Socio sanitario

Dettagli

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni ry colors 0 39 118 146 212 0 0 161 222 60 138 46 114 199 231 201 221 3 Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni RSA Security Summit 2014 Paolo Guaschi Roma, 13 maggio 2014

Dettagli

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso Maria Angela Becchi Taranto

Dettagli

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business.

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. by Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. 11 AP TIME Proponiamo soluzioni mobile innovative per le aziende che desiderano una presenza importante nel settore del Digital & Mobile Marketing.

Dettagli

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie Convegno del 27/11/2013 L impatto dei sistemi di Patient Relationship Management (PRM): l esperienza nei Paesi Baschi Relatore: Roberto Giordano - Accenture Leadership,

Dettagli

FSE ed EHR vs Taccuino e PHR Il percorso della Emilia Romagna

FSE ed EHR vs Taccuino e PHR Il percorso della Emilia Romagna FSE ed EHR vs Taccuino e PHR Il percorso della Emilia Romagna Trento, 21 marzo 2014 Anna Darchini Agenda Approccio Emilia Romagna EHR Componenti approccio lineare Stato dell arte La Visione verso Taccuino

Dettagli

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE LIVORNO - 5 Dicembre 2008 Dott. Luca Cattermol General Manager DAXO DAXO è una società operante nel settore delle Information and Communication Technologies (ICT), specializzata

Dettagli

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE Anna Allodi Rappresentante pro tempore del Cluster Alisei e Direttore Generale CIRM Le Scienze della vita (1/2) Il settore "Scienze

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Il FSE e la Telemedicina Dott.ssa Lidia Di Minco Direttore Ufficio Coordinamento, Sviluppo e Gestione del NSIS Direzione Generale

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete)

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Il ruolo delle Associazioni Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Perchè parlare di coinvolgimento Il coinvolgimento dei pazienti/cittadini nella progettazione,

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

Agenda digitale italiana Sanità digitale

Agenda digitale italiana Sanità digitale Agenda digitale italiana Sanità digitale Paolo Donzelli Ufficio Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione tecnologica Presidenza del

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

Monitoraggio e certificazione dei servizi di assistenza domiciliare

Monitoraggio e certificazione dei servizi di assistenza domiciliare Monitoraggio e certificazione dei servizi di assistenza domiciliare Esigenza L assistenza domiciliare è definita come "la possibilità di fornire, presso il domicilio del paziente, quei servizi e quegli

Dettagli

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN»

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» «L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» Ing. Stefano van der Byl DIGITAL AGENDA FOR EUROPE Indicator (including breakdown and unit) for acute hospitals Broadband connection > 50Mbps (in % of hospitals)

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Sm@rtADI Assistenza domiciliare

Sm@rtADI Assistenza domiciliare Data Sheet Sm@rtADI Assistenza domiciliare I recenti progressi della medicina hanno reso possibile la deospedalizzazione di un gran numero di patologie. Oggi l assistenza domiciliare è un esigenza molto

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile SANITA e ICT Polo Tecnologico di Pordenone, 26 giugno 2015 Fulvio Sbroiavacca direttore Divisione

Dettagli

LA SOLUZIONE MICROSOFT E AVANADE PER IL PATIENT RELATIONSHIP MANAGEMENT

LA SOLUZIONE MICROSOFT E AVANADE PER IL PATIENT RELATIONSHIP MANAGEMENT LA SOLUZIONE MICROSOFT E AVANADE PER IL PATIENT RELATIONSHIP MANAGEMENT Il paziente al centro è uno dei concetti più popolari in sanità che tuttavia, nella maggioranza dei casi, rimane soltanto un buon

Dettagli

Internet of Things ed efficienza energetica:

Internet of Things ed efficienza energetica: Centro Studi Qualità Ambiente Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Padova +39 049 8275539 www.cesqa.it cesqa@unipd.it Comitato Ambiente e Energia Prof. Antonio Scipioni scipioni@unipd.it

Dettagli

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale e prevenzione e promozione della salute Corso 60 ore I sistemi sanitari di tutti i Paesi Occidentali sono sotto pressione, a causa del contestuale

Dettagli

CRM per il marketing associativo

CRM per il marketing associativo CRM per il marketing associativo Gestire le relazioni e i servizi per gli associati Premessa Il successo di un associazione di rappresentanza dipende dalla capacità di costituire una rete efficace di servizi

Dettagli

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo I trend tecnologici che influenzano le nostre imprese? Collaboration Sentiment

Dettagli

Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA

Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA Marcella Marletta Direttore Generale dei Dispositivi Medici, del Servizio Farmaceutico e della Sicurezza delle

Dettagli

Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità

Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità Dipartimento di Elettronica e Informazione Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità Eugenio Capra eugenio.capra@polimi.it Evento ZeroUno, Milano, 24 marzo 2011 Le esigenze degli IT manager Le principali

Dettagli

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre Servizio Gateway Confidi Claudio Mauro Direttore Centrale RA Computer Roma, 29 Novembre 2013 RA Computer In cifre Più di 300

Dettagli

Social Network. Social Business

Social Network. Social Business Social Network Social Business Piero Luchesi PMP AGENDA Agenda e introduzione Parte I Overview sul Social Business Era della collaborazione Social Network Apertura al Social Business Come fare Social Business

Dettagli

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto!

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! ECDLHealth: un contributo per la riduzione del costo dell ignoranza informatica in Sanità Fulvia Sala Responsabile Progetti e ricerche AICA

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

Lombardia Informatica. Maggio 2015

Lombardia Informatica. Maggio 2015 Lombardia Informatica Maggio 2015 Mission Lombardia Informatica svolge un ruolo di cerniera tra la domanda della Pubblica Amministrazione e l offerta del mercato dell Information & Communication Technology

Dettagli

Enterprise Cloud Computing Report

Enterprise Cloud Computing Report 2013 Enterprise Cloud Computing Report Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Michele Ghisetti, Elena Vaciago The Innovation Innovation Group The Group Innovatingbusiness business

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria I documenti di: quotidianosanità.it Quotidiano online di informazione sanitaria Dossier Documentazione legislativa Studi e ricerche Interventi e relazioni UNIVERSO SALUTE ehealth focus Obiettivi e Metodologia

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

GESTIONE E TRACCIABILITA DEL MAGAZZINO DEL BLOCCO OPERATORIO CON DISPOSITIVI MOBILI. Dott.ssa Darya Majidi www.rfidcare.it

GESTIONE E TRACCIABILITA DEL MAGAZZINO DEL BLOCCO OPERATORIO CON DISPOSITIVI MOBILI. Dott.ssa Darya Majidi www.rfidcare.it GESTIONE E TRACCIABILITA DEL MAGAZZINO DEL BLOCCO OPERATORIO CON DISPOSITIVI MOBILI Dott.ssa Darya Majidi www.rfidcare.it Dcare: alleanza DEDALUS & DAXO Dcare, joint venture tra Dedalus Group e DAXO Group,

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del sistema sanitario Integrazione dei servizi di Telemedicina con il Fascicolo Sanitario

Dettagli

e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita).

e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita). . 18 Settembre 2015 e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita). Relatore: Flavio D Annunzio (Founder & CEO

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano Industriale 2014-2016 Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 - 1 - Piano IT 2014-2016 Digital Telco: perché ora I paradigmi di mercato stabile

Dettagli

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali 2/5 La Conferenza Stato Regioni il 25 marzo scorso ha approvato la proposta per la realizzazione degli

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile. Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007

CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile. Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007 CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007 Agenda Abstract CRIF: numeri Alcuni aspetti strategici ed operativi sullo Small Business Le opportunità da esplorare

Dettagli

al 1 giugno 2014 fad 6 crediti ecm

al 1 giugno 2014 fad 6 crediti ecm disponibile dal 1 dicembre 2013 al 1 giugno 2014 fad 6 crediti ecm Segreteria Organizzativa Regia Congressi srl Via A. Cesalpino 5/B 50141 Firenze Tel. 055 795421 Fax 055 7954280 E-mail: info@regiacongressi.it

Dettagli

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future Dott. Pietro Paolo Faronato Direttore Generale Azienda ULSS 1 Belluno Padova, 27 settembre 2013 1 Verso la Sanità Digitale Sanità

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie.

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. Oggetto: Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che nel Patto della

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli