Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Eds Italia.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Eds Italia."

Transcript

1 Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Eds Italia. Le guide di questa collana sono supervisionate da un gruppo di esperti di imprese e associazioni del sistema Confindustria, partner del Progetto IxI: Federcomin, Gruppo Spee, Hewlett Packard Italiana, Ibm Italia, Idc Italia, Microsoft, Telecom Italia. Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e per indicare altri argomenti da approfondire sono più che benvenuti: IMPRESE X INNOVAZIONE Migliorare la gestione delle relazioni con i clienti aumentando il fatturato Il Customer Relationship Management

2 MIGLIORARE LA GESTIONE DELLE RELAZIONI CON I CLIENTI AUMENTANDO IL FATTURATO Il Customer Relationship Management CHE COS È Nell ultimo decennio per le imprese è stato sempre più difficile confrontarsi con i clienti. Le ragioni di questa situazione sono molteplici e sintetizzabili nella crescita esponenziale dei prodotti e dei marchi, provocando un esplosione dell offerta; nel notevole incremento di aziende sul mercato con il conseguente aumento della concorrenza; nel bombardamento di messaggi a cui i consumatori sono stati sottoposti; nella proliferazione di canali di interazione con i clienti, specialmente con la nascita di Internet e la tecnologia wireless; nei consumatori con aspettative sempre in crescita e con una maggiore consapevolezza rispetto al passato. Di fronte a questo scenario le aziende hanno compreso che per continuare a stare sul mercato ed acquisire un vantaggio competitivo, è necessario adottare una strategia basata principalmente sul miglioramento della gestione del cliente. Customer Relationship Management (Crm), letteralmente gestione della relazione con il cliente, diventa il termine più usato per indicare quel processo finalizzato alla creazione ed al mantenimento delle relazioni con i clienti. Il CRM è la creazione, lo sviluppo, il mantenimento e l ottimizzazione delle relazioni di lungo periodo reciprocamente più proficue tra consumatori ed azienda. Il CRM di successo si basa sulla comprensione dei bisogni e dei desideri dei consumatori, e si realizza ponendo tali desideri al centro del business ed integrandoli con la strategia societaria, le persone, la tecnologia ed il processo di business stesso. Michael Porter 1

3 2 Prima di inoltrarci in un analisi dettagliata delle modalità di gestione delle relazioni con i clienti vi proponiamo questo semplice ma diretto questionario, grazie al quale potrete valutare se il CRM è una risorsa fondamentale per la vostra azienda. 1. Il mercato di sbocco della Sua impresa è costituito: a. da molti clienti b. da pochi clienti 2. I canali di comunicazione che utilizza/vorrebbe utilizzare verso i Suoi clienti ed altri interlocutori aziendali: a. sono sia di tipo tradizionale che supportati da mezzi tecnologici (web, call/contact center, ecc.) b. sono basati esclusivamente sui rapporti dal vivo 3. Per attirare iniziative promozionali e/o campagne specifiche di marketing/vendita possiede o dovrebbe possedere: a. un vasto numero di informazioni dirette ed indirette relative ai Suoi clienti ed alle loro attività b. sono un impresa monoprodotto (o analoga), non prevedo questo tipo di operazioni di marketing 4. La strategia della Sua impresa è principalmente basata: a. sulla centralità del cliente b. sulla centralità del prodotto 5. per la gestione del rapporto con i Suoi clienti ha la necessità di fornire loro informazioni: a. con un elevata frequenza b. a scadenze determinate di medio periodo WAIT THINK IT GO Il punto chiave per capirne il significato è realizzare che CRM non è solo una strategia di business, ma si tratta di una vera e propria filosofia e cultura, che coinvolge ed integra in un unica visione tutti i settori aziendali, dal marketing, alle vendite, dall assistenza clienti, alla produzione. Partendo dal presupposto che l obiettivo non è più solo conquistare nuovi consumatori ma, soprattutto, trattenere e fidelizzare quelli più redditizi, il CRM stabilisce un nuovo approccio al mercato che pone il cliente e non il prodotto al centro del business. Approccio questo che è supportato ed implementato da tutta una serie di software e tecnologie che, per l appunto, contribuiscono alla realizzazione pratica del CRM in sistemi a media e larga scala. Ed è su questo punto che dobbiamo fare attenzione: il software non è la soluzione per realizzare il CRM, bensì è l elemento da utilizzare, da mettere a disposizione delle persone dell azienda nella realizzazione pratica di una nuova strategia di business focalizzata sul cliente. È vero che la gestione delle informazioni viene automatizzata, ma la componente umana resta determinante. Scegliere di intraprendere la strada del CRM Sulla base del numero di risposte di tipo a. scelte nel questionario legga la seguente tabella: Numero risposte Inquadramento 0-1: il CRM non è indispensabile per la Sua Impresa 2-3: il CRM potrebbe valorizzare alcune Sue attività aziendali 4-5: il CRM potrebbe assumere un ruolo strategico nella Sua impresa significa innanzitutto imparare a conoscere chi sono i nostri clienti, ponendosi tutta un serie di domande del tipo: - Quali sono stati gli ultimi prodotti che hanno comperato? - Come si sono comportati durante il processo di acquisto? - Quali canali comunicativi hanno scelto per mettersi in contatto con la nostra azienda? - Hanno preferito l o si sono affidati al telefono? La considerazione di se è tanto semplice quanto banale: ci sarà impossibile soddisfare i nostri clienti se non li conosciamo o, peggio ancora, non sappiamo neppure quanti sono. Il primo passo da compiere è dunque nel marketing, procedendo da un analisi delle relazioni già esistenti con i clienti, attraverso una segmentazione delle loro preferenze e dei comportamenti d acquisto, per passare poi ad una targetizzazione precisa in base alle informazioni raccolte. La seconda fase del processo di CRM si concretizza dunque nel settore vendite, nel quale vengono sviluppate offerte personalizzate (spesso a livello individuale) per passare poi all assistenza clienti chiamata a rispondere con prontezza a problemi ed eventuali richieste. Da questo processo, definito comunque in questo caso in modo semplicistico, non è però escluso il settore progettazione/produzione, che si occupa di tradurre in prodotti da commercializzare, le indicazioni sulle preferenze dei consumatori ricevute da parte del settore marketing (che a sua volta le ottiene sia da ricerche di mercato che dall analisi delle interazioni avute dai clienti con vari servizi di assistenza). Il CRM può dunque essere visto come un ciclo continuo che coinvolge ogni settore. Dal punto di vista dei contenuti, il CRM ruota intorno a tre blocchi principali: (a) la soddisfazione del cliente; (b) la redditività per cliente; (c) le prestazioni verso il cliente. La valutazione e l integrazione di queste tre componenti è garantita tramite un sistema di indicatori. ATTENZIONE L errore commesso da diverse aziende nel recente passato è stato quello di interpretare il Customer Relationship Management come un fatto meramente tecnologico. In realtà il CRM inteso come fatto tecnologico è utile solo dopo aver definito gli obiettivi di marketing dell azienda, e dopo aver tracciato una strategia tradizionale basata sulla segmentazione della clientela. Fare CRM è prima di tutto un modo di porsi nei confronti del mercato e dei propri clienti, nonché un nuovo modo di lavorare all interno dell azienda. Definita la strategia, la tecnologia ha un ruolo fondamentale nella realizzazione di sistemi di CRM, poiché mette a disposizione degli utenti finali gli strumenti per prendere le migliori decisioni di business e realizzare mirate attività commerciali su clienti attuali e potenziali. 3

4 4 VANTAGGI DERIVANTI DALL INTRODUZIONE DI UNA SOLUZIONE CRM L implementazione di un sistema completo di CRM genera un ciclo continuo costituito da due fasi principali. La prima riguarda la funzione marketing e consiste nell analisi delle relazioni esistenti con i clienti, attraverso una segmentazione delle loro preferenze e dei comportamenti d acquisto, per passare poi, ad una definizione precisa dei target in base alle informazioni raccolte. I risultati di questa attività alimentano la seconda fase del processo di CRM, che coinvolge maggiormente il settore progettazione/produzione, che si occupa di tradurre in prodotti da commercializzare le indicazioni sulle preferenze dei consumatori ricevute da parte del settore marketing, il settore vendite, nel quale vengono sviluppate offerte personalizzate, spesso a livello individuale, e l assistenza clienti, chiamata a rispondere con prontezza a problemi ed eventuali richieste. Dai ritorni in termini di vendite effettuate e di informazioni raccolte attraverso le interazioni avute dai clienti con i servizi di assistenza può ripartire l analisi del settore marketing che chiude il ciclo. I vantaggi apportati dal buon funzionamento di questo ciclo si possono riassumere in: Vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti Mentre la qualità del prodotto o del servizio offerto da un azienda può essere eguagliato in modo relativamente semplice dalla concorrenza attraverso l impiego di tecnologie simili e l impegno di risorse finanziarie adeguate, la capacità di andare incontro con maggiore prontezza alle esigenze dei clienti, o addirittura anticiparle, è un vantaggio competitivo molto più facile da mantenere sul mercato. Esso non è infatti, trasferibile come un brevetto o un macchinario, ma deriva dalla conoscenza profonda ed integrata dei comportamenti dei propri clienti. Un cliente soddisfatto è notoriamente fedele, quindi un insieme ampio di clienti soddisfatti rappresenta per l azienda un vantaggio competitivo inestimabile, soprattutto in tempi difficili come gli attuali. Per giungere, però, a questo obiettivo sono necessarie infrastrutture specifiche, anche se, contemporaneamente, va smitizzata la teoria del costo inaccessibile del CRM. Semplificazione dell organizzazione interna L automazione e l introduzione di tecnologie necessarie per supportare un sistema complesso di CRM hanno effetti sulla possibilità di accesso e fruizione delle informazioni aziendali, aumentandone la flessibilità ed eliminando la necessità di livelli intermedi. Snellimento dell infrastruttura Attraverso l automazione di alcuni processi, grazie agli applicativi CRM, la fruizione delle informazioni sui clienti diventa più diretta ed immediata. Aumento del numero clienti La maggiore cura nel servizio clienti consente di ampliare la base sulla quale si sviluppa il proprio business. FIGURA 1 - BENEFICI OTTENUTI ED ATTESI DALLE PMI DALL UTILIZZO DI APPLICAZIONI CRM Benefici ottenuti/attesi Fornitori CRM Non Aumento efficienza risponde Integrazione marketing e supporto vendite Aumento supporto cliente Sviluppo one-to-one mktg Monitoraggio mktg Aumento vendite Creazione database clienti condiviso Aumento efficienza relazioni clienti Sviluppo ad hoc esterno Sviluppo ad hoc interno Fornitue ERP Fornitore specializzato Fonte: Forrester Research Diminuzione dei costi di manutenzione di molteplici sottosistemi software La sostituzione di diverse applicazioni con un software di CRM, consente di risparmiare sulle licenze associate, sulle necessità di manutenzione delle procedure, sui servizi di assistenza e sugli spazi disco necessari alle molte occorrenze delle stesse informazioni. Diminuzione del costo delle vendite I tools del CRM consentono una più semplice gestione delle campagne promozionali, la costituzione di librerie di documenti riutilizzabili. La costituzione di un database con tutti i dati relativi alle molte posizioni dei clienti consentono di ottenere più velocemente le liste dei nominativi su cui le campagne devono essere effettuate. Semplificazione della gestione del cliente Il cliente è il re. Questo è il concetto essenziale sul quale si basa tutta la filosofia del marketing relazionale. Si passa da una economia in cui il centro era considerato il prodotto, ad una economia incentrata sul cliente. Personalizzazione dei modelli di promozione (one to one marketing) Il punto di partenza nella definizione della strategia di marketing è, come sempre, l analisi dei bisogni del cliente; la differenza, rispetto al recente passato, è la disponibilità di strumenti informatici che ampliano le possibilità di azione. In mercati caratterizzati da un elevata differenziazione dei bisogni e dei clienti, come nel caso delle produzioni su commessa, il marketing one-to-one rappresenta, infatti, una delle frontiere più sofi- 5

5 6 sticate dell approccio CRM, che prevede: identificazione dei clienti dell impresa; classificazione dei clienti in gruppi omogenei; sviluppo di sistemi di interattività con i clienti; personalizzazione della relazione e dell offerta di prodotti e servizi. La personalizzazione della relazione con i propri clienti, in modo proattivo, può tradursi in azioni anche banali, come un fiore, una visita, o una lettera dell imprenditore scritta a mano. Il cammino è quello che porta da un Marketing di Massa ad uno One-to-One Marketing, a contatto con il singolo cliente. Ogni cliente chiede offerte e comunicazioni personalizzate, e tutto ciò comporta grande sforzo organizzativo e segmentazione della clientela. La personalizzazione dei messaggi, aumenta drasticamente l efficacia dell azione comunicativa. Miglioramento degli Indicatori di Misura e Controllo Verifica dell andamento delle campagne di marketing, delle azioni commerciali e di assistenza tecnica e servizio, in termini di efficacia, efficienza, qualità e produttività. Fra le misure più significative, viene considerato il livello di soddisfazione del cliente, che costituisce la base per il processo di fidelizzazione FIGURA 2 - PASSAGGIO DAL MARKETING DI MASSA AL MARKETING DIRETTO ONE-TO-ONE MARKETING DI MASSA Cliente medio Cliente anonimo Prodotto standard Produzione e distribuzione di massa Pubblicità e promozione di massa Comunicazione a senso unico Economie di scala Quote di mercato Tutti i clienti Attrazione del cliente e, quindi, di migliore sfruttamento del portafoglio clienti. L output di questo processo è costituito dall aggiornamento degli indicatori di prestazione delle varie campagne, che permettono di monitorare lo sviluppo degli obiettivi indicati nel piano operativo di marketing&vendita. Il portafoglio dei processi ruota intorno al Customer DataBase, cioè all archivio dei dati e delle informazioni che registrano sia i dati identificativi del profilo del cliente (Figura 3), utili per la sua analisi (Customer Intelligence), sia i risultati dei vari tipi di relazione fra azienda e cliente. Il Customer Data Base si articola in 5 sezioni: Dati anagrafici: nome e cognome, nume- ONE-TO-ONE MARKETING Singolo cliente Profilo di ogni cliente Offerta personalizzata Produzione e distribuzione personalizzata Pubblicità e incentivi personalizzati Comunicazione bilaterale Economie di scopo Numero di clienti Clienti redditizi Fidelizzazione del cliente FIGURA 3 - IL PROFILO DEL CLIENTE I DATI SUL CLIENTE Relazionale (contatti, ruoli e criteri decisionali,...) Motivazionali (soddisfazione, bisogni,...) Economici e comportamentali (fatturato, frequenza, acquisti,...) Socio-Demografico (attività, dimensione,...) Anagrafici (nome, indirizzo,...) IL DATABASE CLIENTI Costo/Valore dei dati Disponibilità dei dati Fonte: Cosmo ro cellulare, numero telefono fisso, indirizzo postale, ecc.. Dati sociodemografici: data di nascita, sesso, professione, componenti della famiglia ecc.. Dati economici e comportamentali: prodotti e servizi della marca posseduti, ammontare di ogni acquisto, data ultimo acquisto e frequenza di acquisto nell ultimo anno, spesa media con la marca negli ultimi due anni, Dati motivazionali: modalità di utilizzo del prodotto/servizio, propensione alla sostituzione del prodotto/servizio, soddisfazione del cliente/utente, ecc.. Dati relazionali: fonti di conoscenza della marca e del prodotto/servizio, chi decide sull acquisto, chi paga, chi usa ecc.. I vantaggi del CRM sono evidenti: semplificando le procedure e fornendo al personale addetto alle vendite, al marketing e all assistenza informazioni più dettagliate e complete sui clienti, il CRM consente alle aziende di costruire delle relazioni con i clienti più profittevoli e di diminuire i costi operativi. Le organizzazioni di vendita possono ridurre il ciclo di vendita e aumentare il valore degli indicatori chiave delle loro prestazioni, quali il profitto medio per rappresentante, il quantitativo medio degli ordini e il profitto medio per cliente. Le organizzazioni di marketing possono aumentare le percentuali di risposta alle campagne pubblicitarie e i profitti derivanti dalle attività di marketing, riducendo al tempo stesso i costi di generazione dei lead e di acquisizione dei clienti. 7

6 8 CASI PRATICI TESSILE ITALIA s.r.l. (25 dipendenti) L applicazione del CRM L obiettivo principale che Tessile Italia desidera raggiungere, implementando il CRM, è quello di creare un portale aziendale su Internet contenente informazioni di interesse generale e con accesso ad aree riservate che possono essere così sintetizzate: gestione degli ordini dal pronto fisico e dal pronto teorico, per taglia e per serie, con possibilità di diversificazione dei prezzi per taglia; possibilità di definire privilegi a livello di profilo utente e di inibizioni di funzionalità a livello di articolo; consultazione di ordini e fatture; estratti conto dei clienti; area dedicata alle richieste di elaborazioni statistiche su ordini, fatture ed estratti conto dei clienti, con relativa pubblicazione dei risultati in area riservata su web. Le funzionalità richieste a questo strumento sono, prima di tutto, la consultazione del tracking degli ordini, che è una funzione fondamentale per poter rispondere nel miglior tempo possibile alle richieste dei clienti sullo stato dei propri ordini. Inoltre è richiesta la consultazione delle fatture, degli estratti conto, del packing list. Questo programma permette inoltre richieste di download di statistiche concernenti ciascuna delle tipologie di informazioni sopra indicate: vengono preparati dal server e pubblicati files in formato excel che sono consultabili e scaricabili dal richiedente. Altre funzionalità di cui è dotato questo applicativo sono l immissione degli ordini sul pronto e l immissione ordini programmati di campagna. Gli utenti abilitati all utilizzo dell applicativo possono essere di tre tipi: 1. agenti distributori 2. agenti customer service 3. clienti finali Ognuna di queste tre tipologie di utenti avrà la possibilità di consultare solamente i dati di propria competenza. Inoltre l applicativo è ingegnerizzato in maniera tale da modificare le proprie modalità di utilizzo sulla base del profilo utente collegato. La parte di immissione ordini è configurabile secondo le seguenti modalità: profilo linguistico; profilo di abilitazione all utilizzo dei dati da parte di ciascun utente. Vediamo per finire questa breve, ma completa analisi, quali benefici questo strumento porta all azienda. Prima di tutto l accesso ai dati in real time tramite un semplice browser da parte di utenti interni, funzionari commerciali, clienti e fornitori e il conseguente time to market. Questo applicativo ha un alto livello di configurabilità, in modo da adattare meglio il prodotto alle esigenze dell azienda e permette scalabilità dell architettura hardware e software sot- tostante, con conseguente possibilità di successive reingegnerizzazioni delle stesse, senza coinvolgere le funzionalità applicative. Inoltre ha un alto standard di sicurezza garantito da alcuni del migliori produttori di software, problematica sempre più sentita dalle aziende per risolvere le problematiche delle vendite on-line e della tutela della privacy. Infine è di facile manutenzione ed utilizzo, con conseguente abbattimento dei costi. PHARM SANITARIA s.r.l (25 dipendenti) L applicazione del CRM: Web Order Entry Sistema di CRM diagnostica vuol dire utilizzare la tecnologia Web per acquisire gli ordini dei clienti direttamente da Internet e garantire al cliente la visione delle informazioni relative al proprio ordine e alla consegna della merce. È l intenzione di Pharm Sanitaria Diagnostica proporre il sistema di CRM come un ulteriore servizio, un valore aggiunto da fornire alle sole categorie clienti strutture pubbliche, filiali intercompany e rivenditori italiani ed esteri. Consultazione stato della spedizione via Internet (Tracking) Dopo che i clienti hanno inoltrato l ordine, è importante permettere loro di controllarne lo stato. In questo modo si ottiene un duplice beneficio: anzitutto si riducono i costi del Customer Service. Se un cliente desidera sapere a che punto è un suo ordine, anziché telefonare all ufficio vendite, può controllare l ordine nel sito Web. Il tempo ed il lavoro delle persone costano, ogni volta che è possibile è bene cercare di automatizzare questi compiti. Un ulteriore vantaggio è che si richiamano i clienti nel sito Web: se un cliente sa che può visualizzare lo stato di un ordine aprendo una pagina Web in un sito, è possibile che torni a visitare il sito più volte per controllare lo stato di un suo ordine. Ogni volta che un cliente visita un sito Web, si ha la possibilità di vendergli un altro prodotto. Questo servizio di tracciabilità degli ordini è uno di quei valori aggiunti e obiettivi che il progetto CRM di Pharm Sanitaria diagnostica si prefigge di raggiungere. VINI & VIGNETI s.r.l. (12 dipendenti, 40 agenti territoriali) L applicazione del CRM: gestione della rete di vendita in una azienda vinicola Gli obiettivi che Vini & Vigneti intende raggiungere dall implementazione del CRM sono: Fornire un miglior servizio al cliente con riduzione dei tempi totali di ciclo dell ordine. 9

7 Professionalizzare maggiormente l agente con l applicazione controllata, ed accurata, delle politiche commerciali aziendali (scoutistica, listini personalizzati, canvass, promozioni), la disponibilità di informazioni statistiche e puntuali (estratto conto cliente, situazione contabile tracking avanzamento ordine, tracking consegne ordini). Ottenere la focalizzazione dell ufficio marketing sullo studio di campagne sempre più complesse ed incisive, liberandolo dal peso della pubblicizzazione all interno della propria rete di vendita delle politiche di vendita aziendali e del loro adeguamento continuo alle situazioni di mercato. Utilizzare forme avanzate di statistiche direzionali per lo studio delle tipologie di promozioni effettivamente più utilizzate, per ottimizzare l impiego. Poter tracciare in modo automatico gli eventi vinicoli ed analizzare i relativi risultati, essenzialmente in termini di contatti acquisti. Possibilità di integrazione con il sistema gestionale aziendale e con la logistica, per tenere sotto controllo l andamento di tutte le consegne. Riqualificare e ridistribuire la forza lavoro ottenuta dall eliminazione del controllo pedissequo degli ordini e dalla loro digitazione, con azzeramento degli errori di trascrizione, orientandola nell area dei servizi alla clientela. Realizzazione del progetto Immissione dell ordine. Per l immissione dell ordine da parte dell agente, la soluzione ha adottato la sequenza: assegnazione automatica dei dati anagrafici dell agente, scelta cliente e scelta articolo (effettuata mediante selezione). Viene così identificato il listino di vendita ed i relativi dati gestionali, l agente continuerà poi con l inserimento della quantità e avrà la possibilità di interagire con i punti precedenti, a volontà. A questo punto l ordine è pronto per poter essere inviato alla sede: l agente deve solamente collegarsi alla sede e lanciare la replica. In caso di caduta della linea, che, come tutti sappiamo dall esperienza reale, è un problema che si presenta frequentemente, basterà lasciare un nuovo collegamento e sarà il sistema operativo a farsi carico di capire fin dove era arrivata la trasmissione precedente, e riprenderà da tale punto senza rischio di perdita di dati e con un grande risparmio di tempo. In sede gli ordini validi vengono trasmessi automaticamente al sistema informatico aziendale e possono essere visualizzati anche sulla rete aziendale. Successivamente l agente potrà monitorare sul proprio PC gli stati di evasione dell ordine senza dover contattare l azienda telefonicamente; basterà, infatti, effettuare giornalmente i collegamenti via modem con la sede. Trasferimento dei dati. Per quanto riguarda il trasferimento dei dati dal sistema informativo aziendale al server e viceversa, l applicativo utilizza un prodotto software che permette l allineamento tra i dati del S.I. ed i dati presenti sul server. La periodicità di tali aggiornamenti si adegua ai tempi aziendali. Casi particolari. Tramite questo sistema è possibile, naturalmente, inserire un nuovo cliente oppure modificare i dati relativi ad un cliente già esistente. Inoltre è possibile applicare sconti discrezionali (aggiuntivi e sostitutivi), applicare sconti sul cliente o sul prodotto (anche tramite accordi commerciali); è previsto, inoltre, lo sblocco automatico che permette di adattare l accettazione di una tolleranza alla politica commerciale del momento. Infine il programma permette di porre dei blocchi amministrativi o un valore minimo degli ordini. Filtri di imputazione. Sull immissione ordini è possibile effettuare opportuni filtri di imputazione che potranno essere bloccati (e quindi l immissione ordini viene impedita) oppure di avvertimento; è possibile, inoltre, ottenere che l ordine possa essere accettato soltanto in conseguenza dell accettazione di alcuni dati. Statistiche. L implementazione CRM realizza statistiche che vanno ad incrociare le possibili informazioni presenti su tutti i relativi archivi. Risultati ottenuti. Ad un anno dall avvio del progetto l azienda ha ottenuto una riduzione del ciclo d ordine, che va dalla stesura dell ordine da parte dell agente alla spedizione alla sede, da una settimana a due giorni. L intervento umano nell immissione dell ordine è stato eliminato del tutto nella fase di controllo formale e ridotto pesantemente nel controllo sostanziale e di merito. Adesso l ufficio marketing è totalmente autonomo nella definizione delle politiche di vendita e nella loro diffusione, immettendole direttamente nel circuito. Il sistema CRM è, ad oggi, utilizzato da oltre 100 agenti per circa il 90% degli ordini. FIGURA 4 - SISTEMA DEL ROI DI UNA SOLUZIONE CRM INTEGRATA VALORE NETTO > 90% PROB. DI SUCCESSO RISCHIO DATA DI PARTENZA 3 MESI PAREGGIO AL 6 MESE VALORE PER IL CLIENTE TEMPO Fonte: Gartner Group 10 11

8 L INVESTIMENTO NECESSARIO PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA SOLUZIONE CRM La complessità delle funzioni d uso che una piattaforma di CRM integrata deve mettere a disposizione per una soluzione che supporti l insieme dei processi di marketing&vendita, è molto alta. Tale complessità si traduce, inoltre, nella difficoltà di portare a lavorare in modo sincrono, rispetto alle esigenze del cliente, una serie di ruoli aziendali abituati a muoversi, invece, con modalità totalmente asincrone. Un indagine dell Economist del 2002 riporta a questo proposito che il numero degli insuccessi, e quindi il rischio che l implementazione di sistemi operanti di CRM fallisca, è significativamente alto. Le analisi condotte da vari specialisti sugli investimenti in piattaforme di CRM disponibili sul mercato mostrano che è in corso una consistente riduzione dei costi di investimento, attraverso due strade parallele. FIGURA 5 - POSIZIONAMENTO DI MERCATO DELLE SOLUZIONI CRM VISIBILITY CPM Business impact analysis/crm Alerting Business activity monitoring B2C BI extranets XML enablement Collaborative BI BI Web services Advanced visualization Tecnology Trigger Peak of inflated Expectations B2B Business-to-business B2C Business-to-consumer BI Business intelligence CPM Corporate performance management Wireless and mobile BI ERP/BI Data mining as part of BI B2B BI extranets Trough of Disillusionment Intanto, come per tutte le tecnologie innovative, assistiamo a un forte decremento della componente tecnologica del sistema operante, limitato alle componenti di hardware, software e middleware: Nucleus Research stimò, nel 2002, che sarebbero diventate disponibili dal 2003 anche soluzioni più semplificate a un costo annuo per posto di utenza non superiore a qualche migliaio di dollari. In secondo luogo, emerge anche nella fornitura di soluzioni di CRM la possibilità di forniture di piattaforme di servizio di CRM vista come Forma Integrata. (Figura 4). Gartner Group, in proposito, applica il concetto di Return On Investement (ROI) per valutare l opportunità dell introduzione di una piattaforma CRM a supporto del sistema operante di marketing&vendita: tenendo conto Moving forward At risk Little movement BI platforms Thin client Slope of Enlightment EBIS CRM Customer relationship management EBIS Enterprise BI suite ERP Enterprise resource planning OLAP Online analytical processing XML Extensible Markup Language OLAP Financial BI applications Production/ formatted/ Web reporting AS AT DECEMBER 2002 Plateau of Productivity Fonte: Gartner Group del costo totale per la sua implementazione (non solo della componente tecnologica, ma anche dell attività di progettazione, avviamento e formazione del personale coinvolto), della probabilità che il sistema fallisca (o rischio di interruzione del progetto) e del tempo necessario per rientrare dell investimento, valutando il differenziale di redditività della clientela e di produttività commerciale senza e con un sistema operante di CRM. Gartner dimostra che un CRM tradizionale sviluppato in proprio, visto come una piattaforma tecnologica complessa, ha alti costi fissi iniziali e di manutenzione, una probabilità di successo non superiore al 50%, e un tempo relativamente lungo per raggiungere il break-even (27 mesi), con la conseguenza di avere un effetto minimo sul valore totale per il cliente. Se, invece, il CRM viene visto come una Forma Integrata, questa ha costi iniziali e di manutenzione più bassi, variabili e prevedibili con certezza, poiché commisurati all uso che ne viene fatto. Inoltre, ha una probabilità di successo di almeno il 90% e un break-even point decisamente più breve (intorno ai 6 mesi), con la conseguenza di avere un significativo effetto sul valore totale per il cliente. Secondo il Gartner Group, fino al 2004, meno del 50% delle iniziative di CRM hanno avuto un Roi rispondente alle aspettative proprio a causa del basso livello di utilizzo della conoscenza della propria clientela per la definizione e attuazione delle giuste azioni di marketing. Tuttavia, entro il 2006, la maggioranza delle interazioni saranno effettuate a seguito di analisi del comportamento della propria clientela. L impatto sul Roi di una soluzione CRM rimane comunque un argomento sul quale si discute molto, perché resta un tema oltremodo complesso. La difficoltà è dovuta al fatto che i fenomeni sono difficilmente misurabili, in quanto basati su benefici quantificabili, benefici qualitativi e, soprattutto, su benefici misurabili sul medio-lungo periodo. A titolo puramente esemplificativo si elencano di seguito alcuni benefici generali ottenibili con l adozione di una soluzione CRM. Visibilità dell efficacia delle campagne, con la possibilità di meglio tarare le successive (differente segmentazione, utilizzo di canali alternativi, strutturazione differente dei contenuti). Riduzione del tempo di effetto di una campagna. Identificazione dei clienti più e meno profittevoli, per focalizzare azioni di marketing verso i primi e cercare di rendere più profittevoli i secondi o gestibili a minori costi. Miglior accesso in tempo reale a tutte le informazioni del singolo cliente. Riduzione del carico di lavoro e conseguente riduzione dei costi

9 CRM: UN DECALOGO PER IL SUCCESSO L analisi delle migliori e delle peggiori esperienze, nazionali e internazionali, ha permesso di identificare alcuni basilari principi ( regole ), dal cui rispetto dipendono i ritorni e nelle ipotesi peggiori i fallimenti degli investimenti di Customer Relationship Management. REGOLA N. 1 Definire la strategia prima di investire in IT La prima, fondamentale, regola pratica riguarda la collocazione teorica del CRM. La gestione delle relazioni con i clienti è parte delle strategie aziendali e non delle scelte operative di tecnologia. Gli investimenti in sistemi e piattaforme informatiche conseguono dalle scelte di strategia commerciale. La tecnologia, quantomeno a livello di singola impresa, è ancora al servizio delle organizzazioni e degli individui; o viceversa. REGOLA N. 2 Fare leva sul top management Una strategia di CRM implica la realizzazione di cambiamenti tecnologici, ma prima ancora organizzativi. E i grandi cambiamenti, come noto, richiedono sacrifici rilevanti, che solo il coinvolgimento del vertice aziendale può motivare. In assenza di una visione chiara e condivisa e di una spinta determinata del top management l inerzia a metà del guado è inevitabile. È anche per questo che sovente (in circa il 60% dei casi) il ritorno dell investimento in CRM è inferiore alle aspettative. REGOLA N. 3 Investire con gradualità, perseguendo obiettivi parziali, ma con visioni generali La definizione dell investimento da realizzare è funzione di obiettivi che non possono essere troppo ampi. Gli obiettivi degli investimenti in CRM devono essere al contempo sfidanti e raggiungibili, ossia delimitati e misurabili a breve, ma riconducibili a una visione ampia e di medio periodo. Trattandosi di un cambiamento strategico, il CRM richiede tempi lunghi e processi di apprendimento organizzativo, realizzabili solo grazie a continui feedback e rinforzi sulla direzione intrapresa. Senza la gratificazione del risultato, anche se parziale, è difficile motivare grandi organizzazioni verso profondi cambiamenti. REGOLA N. 4 Non demonizzare gli errori Solo chi non lavora e chi non cambia non commette errori ; anche se, come noto, l immobilismo è quasi sempre il peggiore degli errori. In mercati dinamici, competitivi e tendenti alla rapida saturazione della domanda non investire sulle relazioni con i clienti sarebbe un errore gravissimo. È vero al tempo stesso che trattandosi di un investimento che comporta cambiamenti strategici e organizzativi, prima ancora che tecnologici, gli errori sono la regola. Basta metterli in conto e valorizzarli : ammetterli apertamente, condividerli e discuterli per evitare che vengano commessi di nuovo. L epoca del manager che non sbaglia mai è finita da un pezzo. Il leader di un progetto di CRM deve, invece, valorizzare i suoi errori e aiutare il team di progetto con il medesimo spirito ad apprendere in tempi brevi le nuove routine. REGOLA N. 5 Non avviare l uso di tecnologie di CRM senza aver modificato l organizzazione Un nuovo insieme di tecnologie per la gestione delle relazioni con i clienti richiede nuovi profili di competenze, nuovi ruoli organizzativi e nuovi processi aziendali. Questi ultimi devono essere ridefiniti in funzione del nuovo approccio al mercato e alle relazioni con i clienti. Un investimento in CRM darà i risultati attesi solo se vi saranno coe - renti re-engineering dell organizzazione. REGOLA N. 6 Spiegare, condividere, motivare Come tutti i grandi cambiamenti i processi di CRM richiedono sforzi di apprendimento e di ri-orientamento delle routine quotidiane. È intuibile quindi che tutti i dipendenti, siano essi in front-end o nel back-office, devono capire e credere nel percorso intrapreso. Le modalità offerte dalle nuove tecnologie, peraltro, consentono di realizzare efficaci pacchetti comunicativi e formativi, frontali e in distance learning; di conseguenza i costi di una formazione di massa sul CRM non sono affatto proibitivi. Basta sapere che si tratta di un principio da rispettare. REGOLA N. 7 Fissare un set di obiettivi relazionali Non tutte le relazioni con i clienti possono avere quale obiettivo la customer loyalty. E 14 15

10 16 neanche la customer satisfaction. Se non vi fossero clienti inert, come spiegava Hirschman già nel 1970, le organizzazioni non sopravviverebbero. È importante quindi che i progetti di CRM si pongano obiettivi variegati in funzione delle più generali strategie aziendali e della composizione ideale del portafoglio clienti. Non tutti i clienti valgono gli stessi sforzi e questa regola vale anche per gli investimenti in CRM. Gli obiettivi di CRM devono essere diversi, così come gli indicatori utili a verificarne l efficacia e i ritorni economici e competitivi. REGOLA N. 8 La base di dati sui clienti è il fondamento di ogni progetto di CRM Le iniziative di CRM si fondano sulla conoscenza del cliente, del suo valore, dello stato e dello stadio della relazione che questi ha instaurato con l impresa. Ecco perché la verifica e il potenziamento del customer database sono da considerarsi il primo fondamentale passo da realizzare per un corretto start up. REGOLA N. 9 Investire sulla gestione operativa delle relazioni Non è ancora chiaro se e in quali condizioni sia più opportuno esternalizzare la gestione operativa della relazione con i clienti (call center e dintorni). È certo tuttavia che non si dovrebbe mai abdicare al controllo diretto dei processi di interazione. In sostanza, anche quando viene gestito in outsourcing, per ragioni di flessibilità ed economicità, l attività dei call e dei contact center non deve essere sottovalutata: la portata strategica delle relazioni, a fini di apprendimento e di innovazione, è enorme e solo un contatto diretto con i feedback dei clienti la può valorizzare. REGOLA N. 10 Responsabilizzare il direttore del CRM in solido con i manager di prodotto e di canale I cambiamenti organizzativi che garantiscono il successo dei progetti di CRM non possono non riguardare anche il sistema di incentivi. Al riguardo il direttore del CRM dovrà sentirsi legato ai risultati economici che il singolo cliente produce, così come i responsabili di prodotto e di canale. La gestione della relazione implica la capacità di proporre l intero portafoglio prodotti e dispiegare le interazioni su tutti i diversi canali.

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli