Rassegna stampa del 09/07/2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa del 09/07/2009"

Transcript

1 Rassegna stampa del Il Resto del Carlino Ravenna Energia, pale sui tetti (prima pagina)(prime Pagine) Il Corriere Romagna di Ravenna Ferito con due colpi di pistola (prima pagina)(prime Pagine) Si celebra il funerale di Martina Samaritani(Lugo) "Troppi ritardi per l'allacciamento al gasdotto"(pubblica Amministrazione) I venerdì sono a colori(cotignola) Riot Fest ritorna con Edoardo Bennato(Massa Lombarda) Teatro, musica e sfilate alla festa del Cotogno(Cotignola) La Voce di Romagna Ravenna "Programma identico e vuote promesse"(fusignano) Qua la zampa. Sevizio civile al canile di Bizzuno(Lugo) Vigilesse alla sbarra per calunnia(lugo) Duecento metri di invidiabile dolcezza(massa Lombarda) L'onda del Mediterraneo irrompe su piazza Foresti(Conselice) Popoli Pop Cult Festival, l'etnico che fa cassetta(bagnara di Romagna) Il Sole 24 Ore Ora precedenza ai servizi locali(pubblica Amministrazione) Italia Oggi Le multe stradali si pagano a rate(pubblica Amministrazione) Colf e badanti verso la sanatoria(pubblica Amministrazione) - Prodotta da Kikloi s.r.l.

2 22. press LIETE it Resto dei Carlino RAVENNA E Giovedì 9 Luglio 2009 Redazione : via Salara 40, Ravenna - Tel Fax t w_w_w_w_w w w w w w w C ww_w_w_w_w_w_w_w_w w w w Pubblicità : S.P.E. - Ravenna - L.B. Alberti, 60 - Tel / Fax r - 1 ~ II progetto presentato La Provincia ha ottenut o finanziamenti europei per l'installazione di piccol e turbine mosse dal vento Potranno essere montat e anche in cima agli hote l e negli stabilimenti balneari LE OPPOSZIONI AL SINDACO : «NON ATTENDIBILE IL TUO SONDAGGIO» «Sulla costruzione della moschea. devono esprimersi 1 cittadini > Servizio a pagina 3.. Servizio a pagina 2 Nuova ordinanza vietai vocalis t in tutta la spiaggia #. Servizio Y pagina 5 «Muro di cement o deturpa la spond a del canale» tc h _ a i ' 'x t N Servizio 2 pigro i 6 a '~ r r r La `ricetta'. :~ di Confesercenti per gli street bar ( JJ (O (O - e, bjl J J 1 \Servizio :,Fini 1 8 Potrei fare tutto in c e fi p- e a luglio e agosto CON FINO ' $~ Rocca S Casciano (FC) Tel Fax Chiuso festivi e lunedì mattin a t a TASSO. Senza. ticipo ;

3 press LIf1E CrM'ere di Ravenn a 90]09 di Ravenna Faenza-Lugo e Imola euro 1,00 Anno XVII I N REDAZIONE E PUBBLICITÀ: VIA DE GASPERI, 5 - RAVENNA TEL : FAX : SPEDII. IN A.P. -45% ART.2 GOMMA2618 LEGGE FILIALE DI PORLI. ALTRE SEDI: RIMINI ( ). FORI ( ), CESENA ( FAENZA-LUGO ( ), IMDLA (0542-2X780), RSM ( ) - IT- IN ABBINAMENTO CON LA STAMPA GIOVED Ì 9 LUGLIO 2009 Fabio Scoiiol i ci riprova nei 70 rana a Miarce riuuli a ha ingaggiato l u ld<a 1 ehtonen Il Muro Dipinto stell a verso Toscanell a FAENZA. Agguato ieri mattina in via Caldesi. Chi ha sparato lo attendeva davanti alla sua abitazione Ferito con due colpi di pistola La vittima, un 45enne incensurato, ricoverato all'ospedale e operat o FAENZA. Atteso sotto casa e fe- è un 45enne. L'agguato è avvenu- corso Garibaldi porta alla stazio- bito dopo la gravissima aggressiorito con due colpi di pistola. La to ieri mattina, poco prima delle 7 ne ferroviaria. La polizia sta cer- ne. vittima, che ne avrà per 60 giorni, in via Caldesi, una strada che da cando un uomo che è fuggito su - RAPPINI a pagina 1 2 CESENA. Aveva 92 anni Il Pri in lutto E' morto Oddo Biasini CESENA. E' morto Oddo Biasini, storico leader del Pri. E' deceduto all'alba di ieri nell a sua abitazione. Era malato d a tempo. BURATTI a pagina 3 0 «La moschea all'araba richiede un referendum» RAVENNA. Referendum e sondaggio non sono sinonimi. Ancisi risponde al sindaco, che precisa come la scelta delle Bassette sia più idonea di quel - la del quartiere San Giuseppe. SERVIZIO a pagina 3 Centrale di Russi consultazione bocciata RUSSI. La proposta di referendum sulla riconversione dello zuccherificio riemerge con forza nella prima seduta del consiglio comunale dell'amministrazione Retini, ma non passa. *SERVIZIO a pagina 6 Muore in uno scontro a 29 anni Un motociclista è finito contro un'auto sulla "Casolana " La vittima abitava poco distante dal luogo dell 'incidente. RAPPINI a pagina 1 3 IMOLA Crisi Cnh Il 16 di nuovo a Roma IMOLA. La Fiat ieri ha Roma ha ribadito di vole r chiudere. Ottenuto un nuovo incontro per i116 luglio. SERVIZIO a pagina 27 IL CASO L'amante segreta di Valpiani Nuova condanna FORLI'. Nuova condanna per Davide Valpiani: 5 mesi per tentata violenza privata nei confronti di un'amante segreta. SERVIZIO a pagina 6 RAVENN A False società Ma la truffa era vera RAVENNA. Società fittizie con le quali chiedere contributi e il rimborso dell'iva. Un fermo anche a Ravenna, SERVIZIO a pagina 5 OG thm h GRANDE PROMOZII..'NE.EST$TJ....2.OU Via Cervese, Caiabrina di CESENA (FC) Tel

4 press LIf1E CrM'ere di Ravenn a Tragico incidente. La salma sarà trasferita a Faenza Si celebra domani il funerale di Martina Samaritani RAVENNA. Si svolgeranno venerdì ifu - nerali di Martina Samaritani, la 33enne che lunedì mattina ha per - so la vita in un drammatico incidente stradale sulla via Mandriole. La salma si tro - va ancora a Cesena, e do - mani mattina, alle 11,30, sarà trasferita a Faenza al - la chiesa del Cimiter o dell'osservanza. Martin a lascia i genitori con i quali viveva a Lugo, un fratello e una sorella e tre figli piccoli, l'ultima era nata d a pochi mesi. Pagina 5 Truffa e aspra. raz;irn d. i -(Imilioni di curo

5 press L.If1E CrM'ere di Ravenn a di Amalio Ricci Garott i LUGO. Troppi ritardi nell'allaccio al gasdotto. Venticinque proprietari di abitazioni situate nella frazione di Belricetto, lungo le vie Olmo, Maz - zola, Maiano fanno rilevare il notevole lasso di tempo intercorso dalla loro formale disponibilità all'allaccio al ga s metano a tutt'oggi. «In data 16 giugn o 2005, abbiamo presentato al sindaco di Lugo la nostra richiesta, sotto - scritta da 25 dei 27 residenti, per conoscer e l'entità della quota a carico nostro e quella a carico nel Comune - spiega Loris Rambelli, promotore dell'iniziativa -. Facendo presente la brevità del percorso (circa tr e chilometri) interessato all'intervento. A tutt'oggi tuttavia non abbiamo ricevuto alcuna risposta, anzi, abbiamo saputo che la pratica è ancora giacente nell'ufficio tecnico comunale, in attesa di notizie o comunque di dati forniti da He - ra. Ci siamo quindi nuo - vamente interessati, ritenendo doveroso, da parte dell'apparato co - munale competente, quantomeno l'invio di un riscontro e di qual - che notizia in merito al procedere della pratica, ovviamente trasmessa anche alla consulta di circoscrizione di Belricetto». Venuto a conoscenza del ritardo lamentat o dai residenti, il vicesindaco Cavina assicura di Il vicesindaco : «Ho sollecitato i vertici di Hera per un preventivo» «Troppi ritardi per l'allacciamento al gasdotto» Protesta nella frazione di Belricetto Attendono una risposta da12005 aver seguito con parti - colare attenzione l'evol - versi degli eventi. «Trat - tandosi di un servizio essenziale e consideran - do il tempo trascors o dalla richiesta dei frontisti, da tempo, in varie occasioni, mi sono attivato nei confronti de i vertici Hera per solleci - tare l'indagine ed il pre - ventivo di spes a dell'ampliamento dell a rete gas metano richiesta, da sottoporre agli interessati. Non solo - continua il vicesindac o -. Siccome, in base a quanto stabilito dall'apposito regolamento comunale approvato ne l luglio 2003, il Comun e interviene con il 50% (in precedenza il 30 % ) dell'onere fissato, il pre - ventivo interessa direttamente il nostro setto - re finanziario. A questo punto, me lo auguro, do - vremmo essere in fas e di arrivo per permetter e a questi nostri cittadini e utenti di valutare l'op - portunità o meno di a- derire al collegamento al gasdotto». Si tratta, in base a dati ufficiosi di quote pro-capite sull'ordine di euro, al netto del contributo comunale. Una somma abbastanza consistente, per cui potreb - be succedere, come si è verificato in altre zone, la non adesione degli interessati, o perlomen o di una parte di loro. Rimettendo così in gioco il progetto e l'erogazion e del servizio. La zona di via Olmo dove i cittadini protestano Pagina 1 4

6 press LIf1E CrM'ere di Ravenn a I venerdì sono a colori Cotignola: domani il centro si anima di sera COTIGNOLA. Va in scena do - mani sera il primo dei quattro appuntamenti della rassegna "I Venerdì a Colori" studiati per animare la piazza e il centro storico a partire dalle ore 20. L'iniziativa, organizzata dalla Pro Loco e da i commercianti, in collaborazione con il Comune, prevede un tem a (e colore) diverso per ciascuna se - rata. Fanno da corollario bancarelle di hobbisti, mostra scambi o dei ragazzi e pittori di strada nel - le vie del centro. Con gli esercizi commerciali in apertura straordinaria per consentire lo shopping. Non mancheranno le iniziative musicali ed alcuni punti gastronomici dei bar del centro per proporre diverse specialità, dai sapori del mare alla paella. Il primo venerdì sarà all'insegna del rosso. In piazza Vittorio Emanuele II, a partire dalle 20, sarà allestita un'esposizione di mot o d'epoca, auto da corsa, veicoli storici e pezzi unici al mondo. Tra gli ospiti anche Rossan o Brazzi, storico tecnico di Valentino Rossi e Marco Melandri, e Marco Lucchinelli, ex campione del mondo della 500. (a.r.g.) Pagina 14

7 press LIf1E CrM'ere di Ravenn a In calendario anche un concerto di solidarietà per raccogliere fondi a favore dell'abruzzo Riot Fest ritorna con Edoardo Bennato Dal 16 al 18 luglio a Massa Lombarda torna il festival dei giovan i MASSA LOMBARDA. Dal 16 al 18 luglio si tiene l'edizione 2009 del Riot Fest, il Festiva l dei giovani della Bassa Romagna. Il sindaco di Massa Lombarda Linda Errani, l'assessore alla cultura David e Pietrantoni, l o sponsor Claudi o Morgano, Carl o Alberto Senator e dei servizi culturali e Maria Grazia Martoni dell o staff degli ideatori, ovvero dei 40 giovani tra i 1 8 ed i 30 anni de l Centro Jyl, n e hanno illustrat o le caratteristiche. «Il Riot Fest di quest'anno costituisce una proposta di qualità - commenta il sindaco -. Un' iniziativa in forte crescita, grazie all'intenso sforzo orga - nizzativo dedicato alla programmazione e alla gestione. Con la caratteristica di un e - vento culturale di diffusa par - tecipazione». «Un Festival a - nomalo, dallo spirito ribelle, anticonformista - lo definisc e Pietrantoni -. Nato quasi per gioco, ha conseguito due obiet - tivi fondamentali : riuscire a d offrire al nostro territorio mo - menti di grande spettacolo dal vivo, in controtendenza con l a generale contrazione di con - certi e spettacoli e motivare, coinvolgere, stimolare la vo - glia di fare in tanti giovani del - la nostra comunità. Per queste due ragioni il Riot Fest è un a risorsa importante per Mass a Lombarda da un lato chied e un impegno considerevole da parte di chi ci lavora, m a dall'altro restituisce molto i n termini di risultati e gratifica - zioni». Il 16 luglio, unica dat a italiana del tour europeo, nell'area Feste di Via Rabin, arrivano con il loro Rock&Roll esplosivo i Nashville Pussy. Il 17 in piazza Matteotti, "Note di solidarietà per l'abruzzo" con i Mens Rea e le Anime Sarde. Per l'occasio - ne un gruppo di volontari è andata fino in Abruzzo pe r acquistare direttamente su l posto arrosticini, da rivendere durante la serata, realizzando così un incontro gastronomico fra l'a - bruzzo e la Romagna. Il 1 8 luglio, unica data in region e del tour estivo, gran final e nell'area Feste di Via Rabin, con Edoardo Bennato, i l grande cantautore napoletano che ha segnato un pez - zo della storia della musica italiana. Apriranno il concerto del 16 i Sour Whin e (band emergente, grupp o hard rock/metal di Imola, distintosi negli ultimi anni per la qualità tecnica, l'originalità e l'impatto del loro sound "progressive"). Per merito dei nuovi allesti - menti e del palco coperto, i concerti, con inizio all e 21,30, vengono effettuati anche in caso di pioggia. La realizzazione del Riot Fest è resa possibile anche grazie al supporto di diversi spon - sor e partner fra i quali : Iter, Copura, Istituto Medico San Vitale, Hera, Con.Ami. I biglietti si possono acquistare anche in prevendita sul sito al Centro di comunicazione e ascolto Urp d i Massa Lombarda, Piazza Matteotti, telefono ; e al Centro Culturale "C. Venturini" d i via Zaganelli, telefono (Nashville Pussy : intero 12 euro; ridotto 10 euro. Riot e commercio insieme per l'abruzzo: gratuito. E- doardo Bennato : intero 15 euro ; ridotto 12 euro. (a.r.g.) Edoardo Bennato sar à ospite al Riot Festival d i Massa Lombard a kermesse dei giovani

8 press L.If1E CrM'ere di Ravenn a Cotignola. A partire da domani sera Teatro, musica e sfilate alla Festa del Cotogno COTIGNOLA. Il Centro Sociale "Il Cotogno" pro - pone, a partire da domani, un week end di festa, attorno al laghetto di pesca sportiva del Parc o Pertini. Si inizia alle or e 21 di domani sera co n "Metti una sera a cena", rassegna di teatro e canto dei ragazzi di Acropolis. Sabato Paolo Parmiani, Gianni Parmiani e Riccardo Ruffini presentano "Il meglio di... Fricandò, misto romagnolo per tre", spettacolo fatto di canzoni, storie e personaggi della Romagna di ieri, di oggi e di sempre. Dedicata alla moda, la serata di domenica 12 luglio, con la "Sfilata d'altri tempi". In passerella alcuni giovani per indossare abiti degli anni '50, '60, '70. Per tutte e tre le serate sarà inoltre possibil e cenare nei locali del Centro Sociale con i piatti tipici della tradizione romagnola. Pagina 14

9 press LJfE ll1voc Ravenna RL,àgn a Fusignano Dal centrodestratondini attacca il sindaco Sagnar i "Programma identico e vuote promesse " FUSIGNANO - "Il programma di legislatura presentato dal sindaco Bagnari durante la seduta d i insediamento del consiglio comunale di Fusignano non è altro che la falsa riga di quello propost o cinque anni orsono. In tale programma, infatti, s i prometteva, fra le altre cose, di incentivare lo sviluppo economico del nostro comune mentre, a l contrario di quanto promesso, negli ultimi 5 ann i la realtà dei fatti è stata quella di un progressiv o impoverimento del sistema imprenditoriale loca - le". E' questa la principale accusa che Paolo Tondini, dai banchi dell'opposizione, rivolge al rieletto sindaco di Fusignano. Un esempio su tutti - ricorda - è stato il definitivo allontanamento dalla città "dell'imprenditore toscano che aveva investito avviando l'azienda Motiva e creando ricchezz a per il nostro Comune: evidentemente per il sindaco dare incentivi al sistema produttivo significa fa - re di tutto per mettere un'azienda nelle condizioni di chiudere e trasferirsi". In futuro, argomenta il consigliere, sarà estremamente difficile attirare nuovi investitori "se non ci sarà una netto cambiamento delle politiche messe in campo dal sindac o e, se ciò non avvenisse, il solo risultato facilmente prevedibile sarebbe quello di una accelerazion e repentina del processo di degrado socio-economico del comune". Anche il ritornello sulla sicurezza non convince : "Stessi discorsi di 5 anni fa, ma non è accaduto nulla, se non l'aumento dei reati di microcriminalità". Non va meglio, sul fronte aiuti alle famiglie : "Si vanta di averne attuati, ma si è dimenticato che è stata proprio la sua vecchia giunta a portare al massimo previsto per legge tutte le aliquote, Irpef in primis". Per ciò che riguarda i giovani poi, per Tondini nonostante Bagnari, "abbia millantato di volere investire in strutture ad essi dedicate al di fuori dell'ambito scolastico, è in - vece sufficiente fare un giro attraverso il territorio del nostro comune per appurare che, ad oggi, l'unico spazio libero sul quale i ragazzi possono accedere liberamente è il campo da basket in zon a ex res coop il quale, tuttavia, è circa 10 anni ch e versa in uno stato che definire fatiscente è un eufemismo". Non mancano considerazioni sullo sviluppo urbanistico: "Infatti, dopo 10 anni in cui lo sviluppo non ha seguito nessun criterio logico a parte quello di conseguire lottizzazioni malamente progettate ed ancor peggio costruite, oggi lo stesso Bagnari, che in tale periodo è stato prima assessore all'urbanistica poi sindaco, si impegna, d'or a in poi, di volere utilizzare il territorio in manier a razionale incentivando interventi di qualità e d i recupero delle aree dismesse. Peccato che sia tardi e di salvabile ci sia rimasto praticamente nulla " Pagina 21

10 press LJfE 1AVOC Ravenna RL,àgn a Lugo Qua la zampa Servizio civile al canile di Bizz1lllo 'Associazione cinoservizio che gestisce da molti anni il canile comprensoriale di Lugo, sito a Bizzu - no in via Carrara dell a Cassa, offre ai giovani interessati la possibilito di svolgere presso la struttura un anno di servizio c i vile. Sono quattro i posti a disposizione, per un lavo r at - part-time della du di 1 anno (retribuzion e mensile curo 433,80). Per aderire occorre partecipa re al bando, che scade il giorno 27 luglio alle 12. Le domande possono essere presentate presso Ar - ci Servizio Civile di Ravenna (tel ). Per chiarimenti, gli interessati possono contattar e il canile di Lugo all o e Alci di Ravenna allo Altre informazioni son o disponibili al sito Internet del Cinoservizio : - servizio. Pagina 2 1 LUGO \ igilcs e alla sbarra per calunnia

11 press LJfE 1AVOC Ravenna RL,àgn a Lesioni inventate nel verbale.tutto cominciò per una multa davanti a una pasticceri a Vigilesse alla sbarra per calunnia Chiesto ilgiudizio abbreviato. Sentenza in autunno LUGO - Poteva essere il giorn o della ricostruzione dei fatti in Aula. Alla fine, la second a udienza preliminare che ved e imputate due vigilesse lughesi, si è conclusa con la formalizzazione della richiesta del rit o abbreviato. Una forma di giudizio che evita l' interrogatori o davanti al giudice per le du e vigilesse rinviate a giudizi o per falso ideologico e calunnia. L'unica possibilità che riman e aperta, è quella di rendere dichiarazioni spontanee, su un episodio di tre anni fa, scatenato per un vassoio di pasticcini. E ' il 27 aprile del 2006, in vi a Magnapassi, centro di Lugo. Una delle due vigilesse imputate, in forza del comando d i largo Gramigna, multò un a cliente della pasticceria Tiffany per sosta vietata. Il verba - le, subito contestato dalla donna che si era fermata poch i istanti in pasticceria per ritira - re un'ordinazione, innescò un a discussione cui prese parte anche il titolare dell'esercizio, i l lughese Dennis Guerrini. Il diverbio si concluse con una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravat e da parte dell'agente a caric o del Guerrini e una contro-querela per ingiuria e minacce presentata dall'esercente. La vigilessa - che chiamerem o "operatore 10" e non per un a smodata passione per le sigle, corso di Lugo con quattro giorni di prognosi. Sulla base dell e due relazioni di servizio redatte da entrambe le vigilesse, il comandante della municipal e lughese inviò tutto il material e - referto del pronto soccorso incluso - in procura. Venn e dunque aperto un fascicolo d'indagine, indagini preliminari conclusesi proprio poch e settimane fa con un clamoros o colpo di scena. Il gip Ann a Mori - raccolti nuovi element i e testimonianze - ha infatt i stralciato ogni accusa a carico di Guerrini - che in realtà no n avrebbe nemmeno sfiorato l'agente - rinviando a giudizio l a vigilessa - difesa dall'avvocato Giovanni Scudellari - per falso ideologico e calunnia (reati de i quali dovrà rispondere in con - corso anche la collega). A questo punto, dopo l'esame in fas e processuale di alcune intercettazioni ambientali, è attesa pe r l'autunno la sentenza. Una sentenza che, in caso di condanna, potrebbe già stabilir e una liquidazione del danno a favore di Guerrini, tutelato dall'avvocato Andrea Visani. ma perché il regolamento no n prevede che il nome degl i agenti in servizio ai cittadini sia reso pubblico - al termin e della discussione lamentò di aver subìto una spinta da part e del titolare della pasticceria, spinta cui sarebbe seguita una caduta che le avrebbe procurato un forte ematoma alla schiena poi refertato dal pronto soc - Pagina 21

12 press LJfE 1AVOC Ravenna RL,àgn a Nel cuore dell'estate massese torna in via Veneto la mitica Crostatona Duecento metri di invidiabile dolcezz a MASSA LOMBARDA - Prose - guono gli appuntamenti dell'e - state massese nelle vie e nelle piazze del centro. E proseguono con uno degli appuntament i più gustosi e imperdibili, la "Crostatona", immancabile appuntamento della manifestazione Festa Mercato. Domani alle 21, dopo che oltre una cinquan - tina di volontari l 'avranno preparata, corso Vittorio Veneto sarà la cornice in cui verrà col- Domani in occasione della Festa mercato E dopo il dolce concerto rock i n piazza Matteott i locata la lunga crostata di oltre 200 metri. La "grande crostata", che sarà offerta al serve Italia Spa". Gli ingredienti utilizzati sono olpubblico durante la serata, è cucinata dalle sapien- tre mille uova, tre quintali di farina, 150 chilogram - ti mani degli operatori del "Forno di Fruges" ed è mi di zucchero, cinque quintali di marmellata di guarnita con marmellata di pesche fornita da "Con- pesche per una "super crostata" di circa 16 quinta - li. Alle 22, in piazza Matteotti, si svolgerà il concerto dei "Rock Steady Beat Orchestra", organizzato e offerto dalla Cia (Confederazione italiana agricoltori), che distribuirà gratuitamente le pesche Igp del territorio. Serata dunque all'insegna della valorizzazione del territorio e della sua vocazione : la frutticoltura e i suoi prodotti. L'appuntamento, che richiama sempre migliaia di persone, è un omaggi o a Massa Lombarda, città della Pesca. L'iniziativa si inserisce nel cartellone di "Festa Mercato", la manifestazione dedicata allo shopping, all'arte, all o sport, alla musica, ai mercatini e alle mostre per le vie del centro, organizzata a cura dell'assessorat o alla Cultura, dell'associazione commercianti e artigiani di Massa Lombarda, dell'avis provinciale, in collaborazione con tante altre associazioni di volontariato, con molti operatori economici, imprese e aziende del territorio. Pagina 22

13 press LJfE 1AVOC RL,àgn Ravenna a Musica e balli tipici sotto le stelle di Conselic e L'onda del Mediterraneo irrompe su piazza Foresti CONSELICE - Le notti sotto le stelle di Conselice proseguono questa sera con l e magiche note della musica mediterranea, i n piazza Foresti. Uno spettacolo di ballo e musica, francese, spagnola, marocchina, senza dimenticarsi le ballate napoletane. Alle 21, sotto il campanil e illuminato, la piazza del Comune si animerà di melodie, colori e passi di danza coinvolgenti. Non mancherà per In centro mercatini e giochi per ipiù piccoli tutto il centro storico, un delizioso e ricco mercatino d i hobbisti, artigianato, enogastronomia, mentre i negoz i delle attività commerciali sa - ranno aperti. A completare i l quadro, la music a degli artisti d i strada presenti al - la prima rassegn a "Conselice musi c festival", e i gio - chi tradizionali per tutti, grandi e piccolini, con l a possibilità di partecipare a mini tornei. Pagina 22

14 press LJfE ll1voc RL,àgn Ravenna a Già in programma la seconda edizione anticipata da iniziative diffuse lungo l'arco dell'ann o Popoli Pop Cult Festival, l'etnico che fa cassett a BAGNARA - Si è concluso con un otti - mo riscontro di pubblico il primo "Po - poli Pop Cult Festival" di Bagnara d i Romagna. Le tre serate hanno visto i l borgo animarsi dei mille riflessi di diverse culture e di diverse etnie, dagl i stand gastronomici internazionali, all e mostre nei luoghi più suggestivi de l paese, agli spettacoli. "L'originalità e l a bellezza di questo Festival è stato colt o ad apprezzato dai cittadini bagnares i ed ha richiamato anche pubblico d a territori limitrofi", sostiene il vicesindaco e assessore alle Politiche cultura - li Riccardo Francone, cui si associan o gli ideatori del Festival, Massimo Bel - lotti e Canzio Visentin. "L'iniziativa che forse ha più integralmente rappresentato il messaggio interculturale de l Festival - continua Francone - è stat a la terza serata che, con l'intervento di famosi artisti provenienti dall'albania, ha coinvolto la locale comunità albanese, in balli e canti fra cori da stadio". "Partendo da questo buo n successo - aggiunge il sindaco, Angelo Galli - dobbiamo lavorare perché venga diffuso e condiviso il vero messaggio della manifestazione: si può costruir e una cultura che sappia convincere tutti noi, cittadini vecchi e nuovi, immigrati di ogni continente, che la dignità di ogni popolo e la ricchezza delle diverse culture possono davvero aiutarci a superare l e Successo di pubblico perla rassegna di Bagnar. generalizzazioni, la percezione sbagliata che il singolo individuo che delin - que o che assume atteggia - menti intolleranti, rappresenti un'intera comunità o un'intera etnia". Per quest o il Festival vuole perfeziona - re i meccanismi organizzati - vi e promozionali della sfera più culturale, per la qua - le si sta già pensando ad al - cune iniziative diffuse lungo l'anno, che condurrann o alla seconda edizione della manifestazione, prevista per la prossima estate. Le tre serate de l festival hann o visto il borgo animarsi con gli stan d gastronomic i internazionali, le mostre, gl i spettacol i Pagina 22 Il,indaco non, uol, mire la città

15 press LIf1E I l richiamo di Confindustria all'attuazione di riforme strutturali in questo periodo di crisi ha una sua so - lida base concettuale ed empirica. Prima della crisi, l a crescita della nostra economia era stabilmente al disotto della media dei paesi industrializzati ; durante la crisi, i dati tendenziali accentuano questo divario, con un calo più marcato rispetto ad altr e economie nostre concorrenti; cosa c'è da attendersi quando la crisi sarà finita l'economia mondiale ripartirà?, Sfruttare i periodi di recessione per procedere a ristrutturazioni, riorganizzazioni e riorientamenti competitivi è una necessità per le imprese. Ma l o è anche per un paese nel suo insieme, per migliorare la competitività complessiva di sistema, che coinvolge il benessere dei cittadini e l'efficienza dell e imprese, oltre che l'attrattività degli investimenti, interni ed esteri. Non è un caso, quindi, che negli ultimi giorni abbiamo assistito ad una ripresa de l dibattito sull'esigenza di affrontare i nodi strutturali del nostro sistema paese, in parti - colare quelli (ma non solo) riguardanti le liberalizzazion i dei servizi, dalle quali, se l'italia si portasse agli stessi livell i dell'area euro, potrebbe esse - re acquisita una crescita econo - mica aggiuntiva nel lungo peri - odo (secondo stime Bankitalia) superiore a 170 miliardi di euro, cioè l'11% del Pii, senza contare effetti positivi su consumi, occupazione, salari real i e investimenti. In quest'ambito, i serviz i pubblici locali hanno un pes o rilevante e la loro liberalizzazione potrebbe offrire un contributo significativo alla competitività di sistema. Negli ultimi anni, il settore ha vissuto un'apertura alla concorrenza molto parziale, fatta di continui stop and go. Il fenomeno più rilevante a cui abbiamo as - sistito è quello della trasforma - zione giuridica delle aziend e "ex-municipalizzate" in società per azioni a (prevalente o to - tale) proprietà pubblica, passa - te da poche centinaia a oltr e cinquemila, a cui è stata affida - ta direttamente e senza alcun a gara la gestione dei servizi. Sole Ora precedenza ai servizi locali di tesare Trevisani e Giuseppe Mele Questo processo è spesso avvenuto senza adottare schemi e logiche operative imprenditoriali, ma per obiettivi divers i e impropri. In alcuni casi, si è trattato di esternalizzare gestioni inefficienti, in modo da distinguerne gli effetti sul bilancio dell'ente proprietario (dati í vincoli imposti sulla finanza pubblica locale). In altri casi, si è sfruttata la remuneratività garantita dal regime d i monopolio (naturale o meno) ' nel quale sono offerti alcun i servizi di base (energia elettrica, acqua, gas e rifiuti, ecc.) per acquisire profitti da utilizzare nei più diversi modi. In altri casi ancora, è stato ulteriormente forzato questo impropri o ruolo imprenditoriale, andando ad acquisire servizi in altr i ambiti territoriali o settoriali, con la partecipazione a gare a d evidenza pubblica, ma partendo dai vantaggi offerti dalla ge - stione monopolistica nel proprio ambito di origine. Con ciò non sono stati garantiti all'utenza servizi e prestazioni al miglior rapporto qualità-prezzo - come dimostrat o dai livelli di inefficienza dì mol - te tra queste società - e, in ogni caso, si è operato senza alcuna prova che il mercato non fosse in grado di fornire tali servizi ai livelli di efficienza richiesti, che sarebbe l'unico motivo per cui un ente pubblico dovrebbe intervenire, direttamente e temporaneamente, nell'economia tramite imprese proprie o, più correttamente, tramite pro - pri servizi interni o aziende di - rette dai propri uffici. Tutto questo è avvenuto i n assenza di chiare e certe regole pro-concorrenziali, grazie a continue correzioni della disciplina generale (Tuel) e settoriale, che hanno rinviato i termini o rivisto la normativa i n prossimità di aperture, anche parziali, dei vari mercati. Un ultimo e rilevante esempio di questo modo di procedere è quello dell'art. 23-bis della legge n. 133/o8;che, pur introducendo formalmente l a gara pubblica come modalit à ordinaria di affidamento dell a gestione del servizio pubblico locale, ha previsto una derogabilità così ampia e priva di veri - fiche effettive da annullare quasi completamente il princi - pio, rendendo sostanzialmente libero il ricorso agli affida - menti diretti in house. Ma gli aspetti critici non si ferman o qui; solo per citare i più rilevanti, si è introdotta un'imposizione generalizzata, acritica, costosa e inefficiente della proprietà pubblica delle reti, ma soprattutto non c'è chiarezza sul periodo transitorio di adeguamento degli affidamenti in essere alla nuova disciplina e sul destino di settor i già liberalizzati (come il gas e il trasporto pubblico locale). A distanza ormai di un anno dall'entrata in vigore di questa disciplina, manca ancora il regolamento di attuazione, che avrebbe potuto recupera - re qùalche margine concorrenziale e di efficienza. Ma ci ò che più preoccupa è che, nell'incertezza dell'attuale quadro giuridico, le amministrazioni locali possano continuare, come dimostrano alcune recenti vicende, a strumentalizzare i servizi pubblici lo - cali per finalità improprie, cioè a difendere e a estendere il proprio ruolo pubblic o nell'economia, con benefic i scarsi o inesistenti o, addirittura, con costi crescenti e immo - tivati per cittadini e imprese. Sembra giunto il momento di prendere atto di una situazione non più accettabile e d i imprimere una vera svolta fon - data su una più concreta affermazione dei valori di una concorrenza funzionale all'efficienza dei servizi pubblici loca - li. In questa logica, imprenditoriale e competitiva, la gestione di questi servizi non èpiù "mestiere" degli enti locali, ma del mercato. Le imprese che han - no realmente "cambiato pelle", dovrebbero continuare a operare secondo logiche imprenditoriali e competitive, ma libere dai vincoli politic i inevitabilmente collegati alla partecipazione pubblica; quelle che ancora non l'hanno fatto, dovrebbero essere poste di - nanzi all'alternativa della "contendibilità" odi un ritorno all a gestione pubblica diretta, ma questa seconda opzione dovrebbe essere perseguibile so - lo se si dimostrasse economica - mente e socialmente l'unica praticabile. Il corrispettiv o per gli enti locali non sarebbe irrilevante, perché potrebber o recuperare risorse ingenti pe r investimenti e svolgere un ruolo più appropriato di vigilanza e di garanzia per l'utenza. Una buona riforma dei servi - zi pubblici locali nonla chiede solo Confindustria; la chiedo - no importanti istituzioni (Anti - trust e Banca d'italia) e autore - voli personalità politiche e d economiche (il presidente del - la Camera, Gianfraneo Fini, e l'ex Commissario Ue, Mari o Monti) ; ma soprattutto potreb - be contare su un ampio sostegno politico trasversale, come dimostrato dalla condivisione del testo precedente l'art. 23-bis, presentato dal Ministr o Tremonti. Sarebbe un ver o peccato sprecare una simile opportunità per cittadini e imprese, che in questa difficile cri - si economica si aspettano ver e riforme strutturali, capaci di ridare slancio al Paese. Vicepresidente di Confindustria Vicedirettore Area Piecei-Confindustria RIPRODUZIONE RISERVATA

16 Martedì la commissione trasporti della camera approverà.' in sede legislativa la proposta. di leggi Le multe stradali si pagano a rate Esclusi gli stranieri e le gravi sanzioni degli autotrasportatori DI STEFANO MANZELLI rriverà la possibilità di pagare le multe a rat e in caso di comprovata difficoltà economica del trasgressore. Ma per le violazioni più gravi commesse dagli autotrasportatori professionali i conducenti saranno tenuti a mettere mano al portafogli o immediatamente sulla strada come per gli stranieri. Son o queste alcune delle novità licenziate in commissione trasporti alla Camera che martedì potrà concludere l'esame della proposta di legge unificata sulla sicurezza stradale prima dell'invio al senato per l'approvazion e definitiva. Motorini sotto esame. Arriverà innanzitutto la prova pratica anche per il conseguimento del patentino. Ma anche istruzioni specifiche obbligatorie per la guida in caso di emergenza. Il certificato di idoneità alla guida del ciclomotore si avviciner à così, gradualmente, sempre più alla patente di guida. Autotrasportatori professionali ad alcol e droga zero. Servirà una apposita certificazione per l'esercizio dell 'attività di autotrasporto. Rimodulazione della disciplina dei temp i di guida e di riposo, al fine d i meglio rapportare la gravit à della sanzione alla violazione e stretta in arrivo per gli autisti che provocano gravi incidenti stradali. Novità anche in ma - teria di cabotaggio. Novità in materia di autovelox. Innanzitutto la segnalazione di avvertimento fuori dai centri abitati non potrà essere posizionata prima di 1 km da - gli impianti. Ma è soprattutto sul fronte dell'impiego delle pattuglie dei vigili su certi tip i di strade che si registrano l e maggiori novità. La riforma, per contrastare l 'uso smodato degli strumenti elettronici per il controllo della velocità spos a un nuovo principio. I proventi delle multe, in questo caso, andranno a fare cassa per l'ente proprietario della strada fatta eccezione per una quota che, a titolo di forfetario rimborso spese, andrà all'ente al quale appartiene l'agente accertato - re. Quindi se la polizia municipale accerterà infrazioni s u strade statali o provinciali i proventi andranno allo stato, o alla provincia. Diversamente i carabinieri che utilizzeranno l'autovelox in centro abitato dovranno devolvere gli incass i al comune. Biciclette sotto osservazione. Dopo la recente novit à della patente a punti occhio a circolare di sera, di notte o nelle gallerie senza giubbotti rifrangenti. Scatterà una multa, in - fatti, per tutti i ciclisti che al calare del sole non indosseranno i sistemi rifrangenti ad alta visibilità. Emergenza zoofila per animali. Nasce l'obbligo di fermarsi anche in caso `di sinistro con animali domestici o da lavoro. Colui che non rispetterà quest'obbligo sarà soggetto alla sanzione amministrativa di 389 euro. Ma in caso di sinistri sarà anche necessario chiamare un veterinario per il soccorso dell'animale. Facilitati i controlli di polizia per i conducenti alterati dalla droga. Con la riforma viene infatti potenziata la validità dell e prove effettuate su strad a con i cosiddetti pre-test, approvati dal ministero. Spetterà al conducente, all'esito positivo degli accertamenti sommari, richiedere analisi biologiche da effettuarsi a cur a delle strutture sanitarie preposte, a sue spese. Termini più ridotti pe r notificare le multe stradali. Se l'infrazione non sarà stata contestata immediatament e l'organo accertatore avrà a disposizione solo 100 giorni pe r procedere con la notifica postal e del verbale. Il termine attuale a disposizione della polizia è di 150 giorni. Un freno ai ricorsi stradali. Innanzitutto i verbali per guida alterata da alcol e droga non potranno più passare da i giudici di pace, essendo chiarito che per ogni questione in materia sarà competente il tribunale. Poi il termine per proporr e le censure scende da 60 a 3 0 all'organo accertatore. Pagamento immediat o delle violazioni 'più gravi. Una vera novità è rappresentata dall'obbligo per i trasgressori muniti di paten - te professionale colti in fall o di pagare immediatament e le infrazioni più gravi nell e mani della polizia. Obblig o confermato anche per gl i stranieri per tutte le violazioni del codice e per quelle più gravi della normativ a sull'autotrasporto. Ai cond u- centi stranieri tuttavia no n sarà più affidata la custodia del veicolo eventualment e fermato. Rateizzazione delle multe. Sarà possibile chiedere il pagamento a rate del - le multe di importo maggiore di 400 euro, senza incorrere neces - sariamente nel raddoppio della sanzione. Ma questa agevolazione sarà riservata ai titolari di un reddito basso. L'istanz a sarà ricevuta dal sindaco, dal prefetto o dal presidente della provincia o della regione e darà il via ad una rateizzazione mensile periodica fino ad un massimo di 60 rate. giorni. Ma saranno anche accelerati i tempi del procediment o e l'opposizione non sospenderà il provvedimento salvo che il giudice, ricorrendo gravi e documentati motivi, disponga diversamente nella prima udienza di comparizione. Chiarito anche il destino delle multe all'esito sfavorevole del ricorso stradale e l'invio obbligatorio urgente i n ogni caso della determinazione Pagina 23 Le more stradali,i,ayvnn a rab

17 Il ministro per i rapporti con il parlamento esclude provvedimenti di massa, vietati dall'u e Colf e badanti verso 1a sanatoria Vito: con la regolarizzazione si combatte il lavoro nero anatorie «indiscriminate e di massa» degli immigrati irregolari «sono vietate :' ` dal patto europeo sull'immigrazione», ma per il governo non ci saranno problemi per le fa - miglie italiane a causa dell 'intro - duzione del reato cli clandestinità : «Non avrà effetti sulle famiglie», assicura il ministro per i rapport i con il parlamento Elio Vito. Rispondendo a due interrogazioni del Pd e dell'udc durante il que - stion time in aula alla Camera, il ministro ha spiegato ieri che «i l governo ha allo studio dei percors i per le famiglie che vogliano regolarizzare le cosiddette badanti, d i qualsiasi nazionalità esse siano, anche italiane». Le norme per la regolarizzazione, «che il govern o può solo proporre a parlamento auspicando il consenso, potreb = bero avere effetti positivi anch e contro il lavoro nero», portando «11 miliardi di euro nelle cass e dell'inps». Con il percorso all o studio del governo, assicura ancora Vito, «si potrà riconoscere la dignità di chi realmente assicura assistenza ad anziani e disabili senza alcun pregiudizio ideologico sulla nazionalità». Vito ha irregolare e delinque». Le ipotes i allo studio del governo, ha infine specificato, non potrebbero entra - re a far parte di un eventuale de - creto flussi «in quanto si tratta di provvedimenti cli carattere amministrativo». «Non avevo dubbi che il presidente del consiglio avrebbe raccolto positivamente la proposta di permettere a centinaia di migliaia di famiglie italiane di mettere in regola colf e badanti trasformando rapporti di lavoro in essere in regolari contratti di lavoro», ha commentato il senatore Carlo Giovanardi, sotto - segretario alla presidenza de l consiglio con delega alla famiglia. «Questa operazione e' possibile e d opportuna oggi dopo che quest o governo ha condotto un'efficac e politica dei respingimenti ed ha introdotto nel pacchetto sicurezza norme che garantiranno, per il futuro, di non dover più ricorrere ad interventi correttivi delle norme in vigore. L'importante adesso, conclude, è che govern o e parlamento consentano alle famiglie di mettersi rapidamente in regola in modo tale che le nuov e norme che entreranno in vigor e possano colpire i clandestini despecificato come «il governo no n vuole negare il rilievo social e delle badanti» per le famiglie che abbiano al loro interno «persone bisognose di cure». Dare un contratto di lavoro a «persone che non destano problemi legati all'ordine pubblico potrà avvenire indipendentemente dalle norme del cosiddetto pacchetto sicurezza che hanno altre finalità». Il ministro ha infatti precisato che quell e norme e in particolare il reato di immigrazione clandestina han - no l'obiettivo di far sì che le forze dell'ordine «si dedichino a chi è diti alla criminalità e coloro che vogliono continuare a sfruttare il lavoro nero degli extracomunitari irregolari». Va comunque rilevato che ancora ieri la Lega ha posto una serie di paletti all'operazione di regolarizzazione. Di sanatoria delle badanti «non voglio neanche sentirne parlare lontanamente», ha detto in una intervista alla Padania, il coordinatore leghist a Roberto Calderoli, ministr o della semplificazione normativa. Dal punto di vista procedurale, invece, il presidente della commissione Bilancio di Montecitorio, Giancarlo Giorgetti, uscendo dalla seduta della Bilanci o e della commissione Finanz e sul provvedimento anticrisi (dl 78/2009) ha ricordato ch e l'eventuale presentazione di un emendamento al dl manovra per la regolarizzazione delle colf e delle badanti porrebb e problemi di inammissibilità. E infine il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha propost o di regolarizzare le badanti ma non le colf, per «venire incontr o a un bisogno oggettivo di molt i anziani ultrasettantenni oppure di portatori di handicap». Pagina 27 Coli e badanti vermi la sanatoria

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA L art. 4 della L.P. 4/2014, nel regolamentare (ai commi 2, 3 e 4) la procedura per l esercizio dell accesso civico, ne definisce

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

documento I SERVIZI PUBBLICI LOCALI

documento I SERVIZI PUBBLICI LOCALI documento I SERVIZI PUBBLICI LOCALI maggio 2010 A cura delle Commissioni Servizi pubblici e Governance delle partecipate Presidenti Giuseppina Greco Davide Di Russo Componenti Giosuè Nicoletti Marcello

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Maggio 2013. A cura di

Maggio 2013. A cura di DOSSIER SUI COMUNI DELL EMILIA ROMAGNA COLPITI DAL SISMA Maggio 2013 A cura di INDICE Premessa: il quadro attuale ad un anno dal terremoto 3 1. I Comuni colpiti dal sisma: alcuni dati 5 2. Analisi comparata

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014 Da staccare e conservare 2014 GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014 Presentazione della Card La Card di Unica è un vantaggio aggiuntivo per il socio. E una tessera nominativa intestata al socio stesso e può essere

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli