INCENTIVI FISCALI E FORME DI FINANZIAMENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INCENTIVI FISCALI E FORME DI FINANZIAMENTO"

Transcript

1 INCENTIVI FISCALI E FORME DI FINANZIAMENTO Docente 1

2 INCENTIVI ED AGEVOLAZIONI FISCALI LEE N. 296 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato (FINANZIARIA 2007) D.M CRITERI E MODALITA PER INCENTIVARE LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE CONVERSIONE FOTOVOLTAICA DELLA FONTE SOLARE.. D.M. 2 marzo 2009 Disposizioni in materia di incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare D.M DISPOSIZIONI IN MATERIA DI DETRAZIONI PER LE SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE.. e successivi aggiornamenti LEE N. 244 (FINANZIARIA 2008) D.M (Attuazione..della legge n. 244 ) e D.M D.M (Disposizioni in materia di detrazione.) LEE n. 214 (Legge Salva Italia ) D.L n. 83 convertito, con modificazioni dalla Legge n. 134 NORMATIVA REGIONALE DELLE PROVINCIA AUTONOMA 2

3 INCENTIVI ED AGEVOLAZIONI FISCALI (Segue) 3

4 INCENTIVI ED AGEVOLAZIONI FISCALI (Segue) 4

5 INCENTIVI ED AGEVOLAZIONI FISCALI 5

6 CORSO DI ABILITAZIONE PER LA Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007)" Agevolazioni fiscali per gli interventi ai fini del risparmio energetico degli edifici INTERVENTI AMMESSI: Riqualificazione energetica edifici esistenti (ristrutt. e/o m.s.) Riduzione trasmittanza U strutture opache o trasparenti Installazioni pannelli solare termico Sostituzione impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione La procedura per la richiesta di detrazione delle spese sostenute è concessa con le modalità previste dall art.1 Disposizioni tributarie concernenti interventi di recupero del patrimonio edilizio della Legge 27 dicembre 1997, n. 449 "Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica", a condizione che: L intervento sia ASSEVERATO DA TECNICO ABILITATO Tra le spese sostenute rientrano quelle relative alla progettazione degli interventi. Spese Spese sostenute sostenute ENTRO ENTRO IL IL DICEMBRE DICEMBRE Le modalità per l ottenimento degli incentivi sono definiti al comma 348, e si attuano mediante detrazione del 55% delle spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, fino al massimo indicato nel relativo comma. Sia acquisita la CERTIFICAZIONE ENERGETICA dell edificio (art.6 D.Lgs. 192/05) Detrazione del del 55% 55% dei dei costi costi sostenuti se introdotta dalla Regione o Provincia Autonoma. In sostituzione l ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA con riportati GLI INTERVENTI MIGLIORATIVI 6

7 (Segue) 7

8 (Segue) 8

9 (Tabella sostituita) CORSO DI ABILITAZIONE PER LA (Segue) 9

10 10

11 Legge 24 dicembre 2007, n. 244 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)" Agevolazioni fiscali per gli interventi ai fini del risparmio energetico degli edifici Interventi ammessi alla detrazione: Riqualificazione energetica edifici esistenti (ristrutt. e/o m.s.) Diminuzione trasmittanza U strutture opache verticali, orizzontali e trasparenti (maggiore isolamento termico) Installazioni pannelli solare termico Sostituzione impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, o pompe di calore ad alta efficienza o geotermiche Le modalità per l ottenimento degli incentivi sono definiti al comma 348, e si attuano mediante detrazione del 55% delle spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, fino al massimo indicato nel relativo comma. ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO, caratteristiche intervento Tra le spese sostenute rientrano quelle relative alla progettazione degli interventi. Esclusa per sostituzione infissi, solare termico, impianti di climatizzazione Pn< 100 kw per i quali si può usare la certificazione di prodotto Detrazione del del 55% 55% dei dei costi costi sostenuti Detrazione quote quote da da un un minimo minimo di di 33 ad ad un un massimo di di anni anni SPESE SPESE SOSTENUTE ENTRO ENTRO IL IL CERTIFICAZIONE ENERGETICA dell edificio se introdotta dalla Regione o Provincia Autonoma. In sostituzione l ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA con riportati GLI INTERVENTI MIGLIRATIVI Esclusa per sostituzione infissi, solare termico per i quali è sufficiente l invio all ENEA della scheda informativa 11

12 D.M. 11 MARZO 2008 (G.U. n. 66 del ) Attuazione dell art. 1, comma 24, lettera a) della legge n. 244 per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza termica ai fini dell applicazione dei commi 344 e 345 della legge n

13 D.M

14 D.M. 7 APRILE 2008 (G.U. n. 97 del ) Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell art. 1, comma 349 della legge n

15 D.M. 7 APRILE 2008 (G.U. n. 97 del ) Modifiche al D.M come da D.M Proroga interventi al Di norma trasmissione dati all ENEA solo per via telematica Procedure semplificate (sostituzione di infissi, installazione di pannelli solari e di caldaie con Pfoc inferiore a 100 kw) Ripartizione della detrazione in un numero di quote annuali uguali da 3 a 10 15

16 D.M. 11 APRILE 2008 (G.U. n. 101 del ) Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica da fonte solare mediante cicli termodinamici Disposizioni attuative fornite con Deliberazione ARG/elt 95/08 dell Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) Conto energia Tariffe incentivanti riconosciute per 25 anni 16

17 LEE 28 GENNAIO 2009 N. 2 CONVERSIONE IN LEE, CON MODIFICAZIONI, DEL DECRETO-LEE N. 185 RECANTE MISURE URGENTI PER IL SOSTEGNO A FAMIGLIE, LAVORO, OCCUPAZIONE E IMPRESA E PER RIDISEGNARE IN FUNZIONE ANTI-CRISI IL QUADRO STRATEGICO NAZIONALE (S.O. N. 14/L ALLA G.U. N. 22 DEL ) 17

18 LEE 28 GENNAIO 2009 N. 2 Per le spese sostenute nel 2008 non ci sono modifiche rispetto alla legge finanziaria n. 244/2008 E prevista però una "comunicazione, per sola conoscenza, all Agenzia delle Entrate per le spese sostenute negli anni 2009 e Per le spese sostenute in questi due anni è inoltre prevista la detrazione in cinque anni (non più a discrezione dell utente tra 3 e 10 anni). La detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici torna ad essere automatica, senza tetti di spesa. 18

19 D.M. AMBIENTE (S.O. n. 58 alla G.U n. 92) Disciplina delle modalità di erogazione dei finanziamenti a tasso agevolato ai sensi dell articolo 1, comma , della legge n. 296 Fondo rotativo per il finanziamento delle misure finalizzate all attuazione del protocollo di Kyoto 19

20 D.M Sono stanziati 200 milioni di euro annuali per un triennio Riguardano essenzialmente: - microgenerazione diffusa, - fonti rinnovabili, - usi finali, - motori elettrici 20

21 LEE N. 99 DEL (Art. 31) Chi completa i lavori di sostituzione generatore con una nuova caldaia a condensazione (e contestuale installazione di valvole termostatiche, ove previsto) dopo il non deve più produrre l AQE ma inviare solo l allegato E. 21

22 D.M (G.U n. 224) Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2007 n

23 D.M Aggiornamento del decreto 11 marzo 2008 in materia di riqualificazione energetica degli edifici 23

24 Interventi ammessi alla detrazione Comma Riqualificazione energetica edifici esistenti 24

25 Comma 344 CORSO DI ABILITAZIONE PER LA Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Interventi ammessi alla detrazione RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI (ristrutturazioni e manutenzione straordinaria) L INDICE DI PRESTAZIONE ENERGETICA EPi DEVE ESSERE EP i minore dell Allegato 1 del DM 11 marzo 2008 Fino a un massimo di detrazione di Art.6 comma 1- bis. Per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, di cui all articolo 1, comma 2, realizzati a partire dal periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2008, l asseverazione, di cui all articolo 4, comma 1, lettera a), specifica che l indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale risulta non superiore ai valori definiti dal decreto del Ministero dello sviluppo economico 11 marzo 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18 marzo EDIFICI RESIDENZIALI - Classe E.1 - dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 (kwh/m 2 anno) Rapporto di forma dell edificio S/V Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 < 0,2 8,5 8,5 12,8 12,8 21,3 21, ,8 46,8 > 0, Rapporto di forma dell edificio S/V EDIFICI RESIDENZIALI - Classe E.1 - dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 (kwh/m 2 anno) Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 < 0,2 7,7 7,7 11,5 11,5 19,2 19,2 27,5 27,5 37,9 37,9 > 0,9 32,4 32,4 43,2 43,2 61,2 61,2 71,3 71,3 94,0 94,0 25

26 Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Interventi ammessi alla detrazione Comma 344 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI (ristrutturazioni e manutenzione straordinaria) EP i minore dell Allegato 1 del DM 11 marzo 2008 Rapporto di forma dell edificio S/V Rapporto di forma dell edificio S/V L INDICE DI PRESTAZIONE ENERGETICA EPi DEVE ESSERE TUTTI GLI ALTRI EDIFICI - dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 (kwh/m 3 anno) Zona climatica Fino a un massimo di detrazione di A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 < 0,2 2,0 2,0 3,6 3,6 6,0 6,0 9,6 9,6 12,7 12,7 > 0,9 8,2 8,2 12,8 12,8 17,3 17,3 22,5 22, TUTTI GLI ALTRI EDIFICI - dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 (kwh/m 3 anno) Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 < 0,2 1,8 1,8 3,2 3,2 5,4 5,4 7,7 7,7 10,3 10,3 > 0,9 7,4 7,4 11,5 11,5 15,6 15,6 18,3 18,3 25,1 25,1 26

27 Comma 344 CORSO DI ABILITAZIONE PER LA Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Interventi ammessi alla detrazione RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI (ristrutturazioni e manutenzione straordinaria) METODOLOGIE DI CALCOLO L INDICE DI PRESTAZIONE ENERGETICA EPi DEVE ESSERE EP i minore dell Allegato 1 del DM 11 marzo 2008 fino a un massimo di detrazione di Art. 3. Metodologie di calcolo 1. Ai fini del presente decreto, le metodologie per il calcolo del fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale, delle trasmittanze degli elementi costituenti l'involucro edilizio e della trasmittanza media del medesimo involucro, sono conformi a quanto previsto all'allegato I del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e successive modifiche ed integrazioni. 2. Ai fini della determinazione del contributo alla riduzione dell'indice di prestazione energetica conseguente all'installazione di stazioni di scambio termico da allacciare a reti di teleriscaldamento, si applica il fattore di conversione dell'energia termica utile in energia primaria, cosi' come dichiarato dal gestore della rete di teleriscaldamento. 3. Ai soli fini dell'accesso alle detrazioni dell'imposta sul reddito di cui di cui all'art. 1, comma 344, della legge finanziaria 2007, per il calcolo dell'indice di prestazione energetica conseguente all'installazione di generatori di calore a biomasse che rispettano i valori minimi prestazionali di cui all'art. 1, comma 2, il potere calorifico della biomassa viene considerato pari a zero. Conforme al DLgs 192/2005. Metodo calcolato UNI - CTI CALDAIE A BIOMASSE Nel caso di interventi ricompresi nel comma 344 e che consentano di raggiungere i limiti del DM 11 marzo 2008 è possibile detrarre le spese in caso di SOSTITUZIONE DI IMPIANTI CON GENERATORE DI CALORE A BIOMASSE (art.1 comma 2 DM ) Caldaia a biomasse: Rendimenti utile nominale minore norma UNI EN Rispetto limiti di emissione Allegato IX Dlgs 152/2006 Elenco biomasse Allegato X Dlgs 152/

28 Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Comma 344 DM 11 marzo 2008 : CALDAIE A BIOMASSE Art. 3. Metodologie di calcolo 3. Ai soli fini dell'accesso alle detrazioni dell'imposta sul reddito di cui di cui all'art. 1, comma 344, della legge finanziaria 2007, per il calcolo dell'indice di prestazione energetica conseguente all'installazione di generatori di calore a biomasse che rispettano i valori minimi prestazionali di cui all'art. 1, comma 2, il potere calorifico della biomassa viene considerato pari a zero. Fino a un massimo di detrazione di Se PCI = 0 allora il rendimento del generatore di calore è pari a 0, di conseguenza anche l indice EP (calcolato con la procedura di calcolo semplificata o secondo norma) è pari a 0 L intervento è sempre comma 344 e la Caldaia a biomasse deve rispettare quanto previsto dal DM 11 marzo 2008 all art.1 Caldaia a biomasse: Rendimenti utile nominale minore norma UNI EN Rispetto limiti di emissione Allegato IX Dlgs 152/2006 Elenco biomasse Allegato X Dlgs 152/

29 Decreto 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazione delle spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente AIORNATO con il DM 7 aprile 2008 Interventi ammessi alla detrazione Comma Interventi sull involucro degli edifici esistenti 29

30 Interventi ammessi alla detrazione Comma Installazione di di pannelli solari per per la la produzione di di acqua calda per per usi usi domestici o industriali 30

31 Comma 346 NOTA BENE: non è limitata ai soli edifici residenziali ma anche alle industrie e attività produttive NOTA BENE: chiarimenti relativi all attestazione dei requisiti dei pannelli solari Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) - AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Interventi ammessi alla detrazione INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI produzione di acqua calda per usi DOMESTICI o INDUSTRIALI, piscine strutture sportive, etc D.Lgs 192/05 Allegato I - Produzione minima del 50% ACS da fonti rinnovabili fino a un massimo di detrazione di Comma 346 (Detrazione per l'installazione di pannelli solari) 346. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, relative all'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e universita', spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo. DECRETO 26 Ottobre Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n PANNELLI SOLARI E BOLLITORI GARANTITI PER ALMENO 5 ANNI ESECUZIONE IMPIANTI A IN CONFORMITA ED A REGOLA D ARTE CERTIFICAZIONE DI QUALITA CONFORME ALLE NORME UNI : UNI EN UNI EN EN EN Recepite da un organismo certificatore di un Paese membro dell Unione Europea o della Svizzera ACCESSORI E COMPONENTI GARANTITI PER ALMENO 2 ANNI Art.8 comma 2. Per i pannelli solari realizzati in autocostruzione, in alternativa a quanto disposto al comma 1, lettere a) e c), può essere Pannelli in AUTOCOSTRUZIONE prodotta la certificazione di qualità del vetro solare, secondo le norme UNI vigenti, rilasciata da un laboratorio certificato, e l attestato di partecipazione ad uno specifico corso di formazione da parte del soggetto beneficiario. NON E ( P IU ) R IC H IES TA P ER LE S TR IS C E A S S OR B ENTI 31

32 Decreto 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazione delle spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente AIORNATO con il DM 7 aprile 2008 Interventi ammessi alla detrazione Comma Sostituzione impianti di di climatizzazione invernale con con impianti dotati dotati di di caldaie a a condensazione e e messa a a punto del del sistema di di distribuzione 32

33 Comma 347 Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) - AIORNATA CON LA LEE FINANZIARIA 2008 Interventi ammessi alla detrazione Sostituzione impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di CALDAIE A CONDENSAZIONE, e messa a punto sistema di distribuzione fino a un massimo di detrazione di Miglioramento dei rendimento medio globale dell impianto termico. Interventi sul sistema di distribuzione, valvole termostatiche, etc Comma 347 Detrazione per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale) 347. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, per interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione, spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo. Legge Finanziaria 2008 Art.1 Comma 286. Le disposizioni di cui all articolo 1, comma 347, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, si applicano, nella misura e alle condizioni previste, anche alle spese relative alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia. POMPE DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA POMPE DI CALORE IMPIANTI GEOTERMICI A BASSA ENTALPIA Parametri di riferimento definiti dall Allegato H DM 7 aprile 2008 Valori dell indice COP (coefficiente of Performance) e dell indice EER (Energy Efficiency Ratio) 33

34 Decreto 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazione delle spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente AIORNATO con il DM 7 aprile 2008 Decreto 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazione delle spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente ai sensi dell articolo 1, comma 349 della legge 27 dicembre 2006 n. 296 (GU n ) TESTO COORDINATO DEL DECRETO 19 febbraio Testo del decreto 19 febbraio 2007, coordinato con le modifiche apportate dal Decreto 7 aprile 2008, recante Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n

35 Interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o Unità Immobiliari ESISTENTI di qualsiasi categoria catastale anche rurali (nb l edificio deve essere dotato di impianto di riscaldamento escluso per il comma 346) Gli interventi ammessi per la detrazione devono essere asseverati da un soggetto abilitato alla progettazione degli edifici, intendendo per soggetto abilitato le figure professionali iscritti agli ordini degli architetti o degli ingegneri, o ai collegi professionali dei geometri e dei periti industriali, i periti agrari e forestali nell ambito delle rispettive competenze. Soggetti che possono accedere alla detrazione (art.2) persone fisiche, NON titolari di reddito di impresa e che sostengono le spese per l esecuzione degli interventi, purchè possessori o detentori dell edificio i soggetti titolari di reddito di impresa, purchè possessori o detentori dell edifici; nel caso di esecuzione degli interventi mediante contratti di locazione finanziaria (leasing) la detrazione compete all utilizzatore ed è determinata in base al costo sostenuto dalla società concedente il leasing; La detrazione dell imposta sul reddito compete alle spese sostenute entro il 31 dicembre 2010 (art.2 comma 3 come modificato dal DM 7 aprile 2008) Art.10 (Cumulabilità) le detrazioni NON sono cumulabili con altre agevolazioni escluso i Titoli di Efficienza Energetica 35

36 Interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o Unità Immobiliari ESISTENTI di qualsiasi categoria catastale anche rurali La Circolare dell Agenzia delle Entrate del 31 maggio 2007 n 36 chiarisce cosa si intenda per edificio esistente: (Art.2) [ ] l'art. 2,comma 1, del decreto, nell'elencare i soggetti ammessi a fruire della detrazione, precisa che essi devono aver eseguito gli interventi su edifici "esistenti". Con tale precisazione di carattere generale, riferita a tutte le fattispecie agevolabili, il decreto sottolinea come finalità della norma sia quella di potenziare le preesistenti incentivazioni fiscali riconosciute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (elevando la quota detraibile e riducendo il numero di anni in cui essa deve essere ripartita) per favorirne la riqualificazione energetica, escludendo, pertanto, dall'agevolazione gli interventi effettuati durante la fase di costruzione dell'immobile. e chiarisce quale sia la prova di esistenza di un edificio: In tale contesto normativo si ritiene che la prova della esistenza dell'edificio sia fornita dall'iscrizione dello stesso in catasto, oppure dalla richiesta di accatastamento, nonché dal pagamento dell'ici, ove dovuta. Edifici ACCATASTATI o in via di ACCATASTAMENTO Devono ESSERE DOTATI DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO (tranne che per interventi installazione pannelli solari termici) In caso di FRAZIONAMENTO U.I. DEVE essere realizzato impianto di riscaldamento CENTRALIZZATO 36

37 Spese per le quali spetta la detrazione (art.3) CORSO DI ABILITAZIONE PER LA STRUTTURE OPACHE Fornitura e posa in opera materiale coibente F. e p.o, materiale ordinario per la realizzazione delle strutture murarie a ridosso di quelle esistenti Demolizione e ricostruzione dell elemento costruttivo INFISSI F. e p.o, di nuova finestra comprensivo di infisso Sostituzione o integrazione componenti vetrati Compreso strutture accessori SE STRUTTURALMENTE ACCORPATE AL MANUFATTO (cassonetti, ecc.) INTERVENTI INVOLUCRO EDILIZIO Risoluzione 475/E 9/12/2008 PORTONCINO D INGRESSO - se non è comprensivo d infissi ricade tra gli interventi relativi all involucro opaco e quindi deve rispettare la trasmittanza delle strutture opache Spese per le quali spetta la detrazione (art.3) PRESTAZIONI PROFESSIONALI Prestazioni professionali necessarie per la realizzazione degli interventi Redazione dell Attestato di Certificazione Energetica ovvero di Qualificazione Energetica 37

38 Spese per le quali spetta la detrazione (art.3) Spese per le quali spetta la detrazione (art.3) CORSO DI ABILITAZIONE PER LA REALIZZAZIONE IMPIANTI SOLARI TERMICI f. e p.o. delle apparecchiature termiche meccaniche elettriche ed elettroniche e opere idrauliche IMPIANTI PER LA CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E PRODUZIONE ACQUA CALDA SANITARIA F.e p.o. apparecchiature termiche meccaniche, elettriche ed elettroniche delle opere idrauliche e murare per la sostituzione con impianti dotati di caldaie a condensazione Interventi relativi al generatore Interventi relativi alla rete di distribuzione, trattamento dell acqua, dispositivi controllo e regolazione e sistemi di emissione LEE FINANZIARIA 2008 consente di detrarre POMPE DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA IMPIANTI GEOTERMICI A BASSA ENTALPIA GENERATORI DI CALORE A BIOMASSE (se compresi comma 344 e indice EP minore DM 11 marzo 2008) Risoluzione 28/E 07/07/08 Spese per impianti a pavimento: non sono comprese quelle per il rifacimento del battiscopa, accorciamento porte interne ecc inoltre gli interventi devono essere asseverati da tecnico (in queste situazioni non chiare) 38

39 Circolare 12/E -19/02/ Aliquota IVA 10% non è richiesto che la manodopera sia specificata Circolare 34/E -0404/2008 Ripartizione spese tra più soggetti aventi diritto alla detrazione spetta a chi ha pagato cioè all intestatario del bonifico Risoluzione 33/E 05/02/2008 il Comune NON rientra tra i soggetti beneficiari del 55%, in quanto non soggetto passivo IRES Risoluzione 340/E 01/08/08 Non è possibile utilizzare il 55% per immobili strumentali Risoluzione 303/E 15/07/08 Non si può utilizzare il 55% per immobili merce alla cui produzione o scambio è diretta l attività dell impresa 39

40 Adempimenti per la detrazione delle spese sostenute (art.4 comma e comma 1-bis) Acquisire ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO che attesti la rispondenza dell intervento ai parametri del DM 11 marzo 2008 (Art.4 comma 1, lett.a) Acquisire l ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA ovvero l ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (Art.4 comma 1-bis lett.a) Nel caso dell Emilia Romagna dal 1 luglio 2008 sono attive le procedure per la certificazione (Atto di indirizzo prog 156/08) quindi è obbligatorio produrre l Attestato di Certificazione Energetica TRASMETTERE entro 90 giorni dalla Dichiarazione di Fine Lavori (art.4 comma 1-bis, lett.b) attraverso il sito ENEA Attestato di Certificazione Energetica ovvero ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (Allegato A) (in copia per l ENEA) SCHEDA INFORMATIVA (Allegato E) SCHEDA INFORMATIVA (Allegato F): per gli interventi di sostituzione infissi o installazione pannelli solare termico PAGAMENTO delle spese sostenute con BONIFICO BANCARIO con riportato: Causale del versamento (ad.es: pagamento intervento di riqualificaizone enenrgetica ai sensi DM e s.m.i.) Codice fiscale beneficiario Partita IVA, Codice fiscale del soggetto a favore del quale si esegue il bonifico CONSERVARE ed esibire la documentazione di cui sopra previa richiesta uffici finanziari, nonché ricevute e documentazione fiscale 40

41 La Legge Finanziaria 2008 art.1 comma 4 lett.c) per gli interventi di sostituzione infissi o installazione pannelli solare termico prevede che NON E NECESSARIO produrre l Attestato di Certificazione (o di Qualificazione) Energetica Legge Finanziaria 2008 Art.1 Comma 24). Ai fini di quanto disposto al comma 20: c) per gli interventi di cui al comma 345 dell articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n.296, limitatamente alla sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari, e al comma 346 del medesimo articolo 1, non è richiesta la documentazione di cui all articolo1, comma 348, lettera b), della medesima legge 27 dicembre 2006, n.296. DM 19 febbraio 2007 art.1-bis lett.b) punto 1 2. la scheda informativa di cui all allegato E relativa agli interventi realizzati ovvero, per gli interventi di cui all'articolo 1, comma 3, limitatamente alla sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari, e comma 4, concernente l installazione di pannelli solari, la scheda informativa di cui all'allegato F al presente decreto. TRASMETTERE ENTRO entro 90 giorni dalla Dichiarazione di Fine Lavori (art.4 comma 1-bis, lett.b) Attestato di Certificazione Energetica ovvero ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (Allegato A) (in copia per l ENEA) SCHEDA INFORMATIVA (Allegato E) attraverso il sito ENEA SCHEDA INFORMATIVA (Allegato F) per gli interventi : sostituzione infissi installazione pannelli solare termico 41

42 Contenuti della ASSEVERAZIONE del TECNICO ABILITATO in base all intervento (art.6) per Interventi di riqualificazione energetica L indice di prestazione energetica deve essere minore di quanto riportato sul DM 11 marzo 2008 EDIFICI RESIDENZIALI - Classe E.1 dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 (kwh/m 2 anno) L ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO deve attestare: Art.6 comma 1- bis. Per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, di cui all articolo 1, comma 2, realizzati a partire dal periodo d imposta in corso al 31/12/2008, l asseverazione, di cui all articolo 4, comma 1, lettera a), specifica che l indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale risulta non superiore ai valori definiti dal decreto del Ministero dello sviluppo economico 11/03/2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18/03/2008. EDIFICI RESIDENZIALI - Classe E.1 dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 (kwh/m 2 anno) Rapporto di forma dell edifi cio S/V Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 < 0,2 8,5 8,5 12,8 12,8 21,3 21, ,8 46,8 > 0, TUTTI GLI ALTRI EDIFICI - dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 (kwh/m 3 anno) Oltre 3000 Rappor to di forma dell edi ficio S/V Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 < 0,2 7,7 7,7 11,5 11,5 19,2 19,2 27,5 27,5 37,9 37,9 > 0,9 32,4 32,4 43,2 43,2 61,2 61,2 71,3 71,3 94,0 94,0 TUTTI GLI ALTRI EDIFICI - dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 (kwh/m 3 anno) Oltre 3000 Rapport o di forma dell edifi cio S/V Zona climatica A B C D E F Rapport o di forma dell edif icio S/V Zona climatica A B C D E F Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 Fino a 600 Da 601 A 900 Da 901 A 1400 Da 1401 A 2100 Da 2101 A 3000 Oltre 3000 < 0,2 2,0 2,0 3,6 3,6 6,0 6,0 9,6 9,6 12,7 12,7 > 0,9 8,2 8,2 12,8 12,8 17,3 17,3 22,5 22, < 0,2 1,8 1,8 3,2 3,2 5,4 5,4 7,7 7,7 10,3 10,3 > 0,9 7,4 7,4 11,5 11,5 15,6 15,6 18,3 18,3 25,1 25,1 42

43 (art.7) per Interventi sull INVOLUCRO per le strutture opache il valore della trasmittanza originaria del componente e successiva all intervento e che le trasmittanza deve essere inferiore o uguale a quanto riportato nella tabella di cui all Allegato 2 del DM 11 marzo 2008 ALLEGATO 2 DM 11 MARZO 2008 CORSO DI ABILITAZIONE PER LA L ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO deve attestare: per la sostituzione delle finestre l asseverazione è sostituita dalla Certificazione dei produttori il rispetto dei requisiti può essere sostituita con la CERTIFICAZIONE DEI PRODUTTORI degli infissi degli elementi vetrati, rilasciata nel rispetto della normativa europea in materia di attestazione di conformità del prodotto. Dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2009 (W/m 2 ) Dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 (W/m 2 ) Zona climatica Strutture opache verticali Strutture opache orizzontali o inclinate Coperture Pavimenti Finestre comprensive di infissi A 0,62 0,38 0,65 4,6 B 0,48 0,38 0,49 3,0 C 0,40 0,38 0,42 2,6 D 0,36 0,32 0,36 2,4 E 0,34 0,30 0,33 2,2 F 0,33 0,29 0,32 2,0 Zona climatica Strutture opache verticali Strutture opache orizzontali o inclinate Coperture Pavimenti Finestre comprensive di infissi A 0,56 0,34 0,59 3,9 B 0,43 0,34 0,44 2,6 C 0,36 0,34 0,38 2,1 D 0,30 0,28 0,30 2,0 E 0,28 0,24 0,27 1,6 F 0,27 0,23 0,26 1,4 43

44 (art.8) per i PANNELLI SOLARI L ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO deve attestare: CORSO DI ABILITAZIONE PER LA il rispetto dei requisiti: a)pannelli solari e bollitori garantiti per almeno 5 anni; b)accessori e componenti elettrici garanti per almeno 2 anni; c)pannelli solari con certificazione di qualità conforme alla UNI EN 12975, UNI EN 12976, EN 12975, EN rilasciati da un organismo certificatore nazionale di un Paese UE o dalla Svizzera; d)installazione eseguita in conformità ai manuali di installazione dei principali componenti pannelli solari realizzati in autocostruzione Asseverati dal tecnico 44

45 (art.9) per impianti di climatizzazione invernale Comma 2 Generatori di calore a condensazione rendimento termico utile pari a: ηu 93 + log Pn(%) per potenze maggiori 400kW: 95% η u ( al100%) sono presenti sistemi di regolazione: valvole termostatiche a bassa inerzia termica, su tutti i corpi scaldanti, oppure in alternativa altra regolazione di tipo modulate agente sulla portata L ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO deve attestare: Pn <100kW Nel caso di impianti con potenza nominale del focolare inferiore a 100 kw l asseverazione può essere sostituite con una certificazione dei produttori di caldaie a condensazione e delle valvole termostatiche. Pn >100kW L asseverazione deve inoltre specificare che: Bruciatore di tipo modulante con regolazione climatica diretta Pompa di tipo elettronico a giri variabili è possibile escludere i sistemi di regolazione di cui ai punti precedenti se l impianto è progettato e realizzato con temperature medie del fluido termovettore minore di 45 C Se Pn< 100 kw certificazione di prodotto NON è necessaria l ASSEVERAZIONE del tecnico (comma 4) Comma 3. Rientra nell ambito degli interventi di cui all articolo 1, comma 5, anche la trasformazione degli impianti individuali autonomi in impianto di climatizzazione invernale centralizzato con contabilizzazione del calore e le trasformazioni degli impianti centralizzati per rendere applicabile la contabilizzazione del calore. E escluso il passaggio da impianto di climatizzazione invernale centralizzato per l edificio o il complesso di edifici ad impianti individuali autonomi. 45

46 (art.9) per impianti di climatizzazione invernale Comma 2-bis Generatori: pompe di calore ad alta efficienza impianti geotermici a bassa entalpia VALORI COP e VALORI EER come da Allegato H Sistema di distribuzione messo a punto ed equilibrato in relazione alle portate L ASSEVERAZIONE TECNICO ABILITATO deve attestare: Se Pn< 100 kw certificazione di prodotto NON è necessaria l ASSEVERAZIONE del tecnico (comma 4) Nel caso di pompe di calore dotate di variatore di velocità (INVERTER) i valori dell Allegato H sono ridotti del 5% Prestazione Indici COP ed EER misurata in conformità alle norme: EN 14511:2004 EN per le pompe di calore a gas ad assorbimento 46

47 Valore indici di prestazione COP (Coefficient Of Performance) ed EER (Energy Efficiency Ratio) in base al Tipo di pompa di calore ambiente esterno/interno ALLEGATO H DM 19 febbraio 2007 Pompe di calore elettriche COP Pompe di calore elettriche con clim.estiva EER Ambiente est./int. Aria/Aria Aria/Acqua Ambiente esterno [ C] Ambiente interno [ C] Bulbo secco all entrata: 7 Bulbo secco all entrata: 20 Bulbo umido all entrata: 6 Bulbo umido all entrata: 15 Bulbo secco all entrata: 7 Bulbo secco all entrata: 30 Bulbo umido all entrata: 6 Bulbo umido all entrata: 35 Salamoia/Aria Temperatura entrata: 0 Salamoia/Acq ua Acqua/Aria Temperatura entrata: 0 Bulbo secco all entrata: 20 Bulbo umido all entrata: 15 Temperatura entrata: 30 Temperatura uscita: 35 Temperatura entrata : 15 Bulbo secco all entrata: 20 Temperatura uscita: 12 Bulbo umido all entrata: 15 Acqua/Acqua Temperatura entrata: 0 Pompe di calore a gas COP Ambiente esterno/interno Aria/Aria Aria/Acqua Ambiente esterno [ C] Bulbo secco all entrata: 7 Bulbo umido all entrata: 6 Bulbo secco all entrata: 7 Bulbo umido all entrata: 6 Temperatura entrata: 30 Temperatura uscita: 35 Ambiente interno [ C] COP COP ,8 3,9 3,9 4,1 4,0 4,3 4,0 4,3 4,3 4,7 4,4 5,1 COP 2009 COP 2010 Bulbo secco all entrata: 20 1,42 1,46 Temperatura entrata: 30(*) 1,34 1,38 Salamoia/Aria Temperatura entrata: 0 Bulbo secco all entrata: 20 1,55 1,59 Salamoia/Acqua Temperatura entrata: 0 Temperatura entrata: 30(*) 1,44 1,47 Acqua/Aria Temperatura entrata: 10 Bulbo secco all entrata: 20 1,57 1,60 Ambiente est./int. Aria/Aria Aria/Acqua Salamoia/A ria Salamoia/A cqua Acqua/Aria Acqua/Acq ua Ambiente esterno [ C] Ambiente interno [ C] Bulbo secco all entrata: 35 Bulbo secco all entrata: 27 Bulbo umido all entrata: 24 Bulbo umido all entrata: 19 Bulbo secco all entrata: 7 Temperatura entrata: 23 Bulbo umido all entrata: 6 Temperatura uscita: 18 Temperatura entrata: 30 Bulbo secco all entrata: 27 Temperatura uscita: 35 Bulbo umido all entrata: 19 Temperatura entrata: 30 Temperatura entrata: 23 Temperatura uscita: 35 Temperatura uscita: 18 Temperatura entrata: 30 Bulbo secco all entrata: 27 Temperatura uscita: 35 Bulbo umido all entrata: 19 Temperatura entrata: 30 Temperatura entrata: 23 Temperatura uscita: 35 Temperatura uscita: 18 Pompe di calore a gas con clim.estiva EER Tipo di pompa di calore EER EER EER ,3 3,4 3,4 3,8 4,2 4,4 4,2 4,4 4,2 4,4 4,6 5,1 EER 2010 Tutte le tipologie 0,6 0,6 Acqua/Acqua Temperatura entrata: 10 Temperatura entrata: 30(*) 1,52 1,56 47

48 Esecuzione degli interventi e Attestato di Certificazione Energetica. A seguito dell esecuzione degli interventi oggetto degli interventi ammessi a godere degli incentivi di cui alla finanziari è OBBLIGATORIO, ai sensi del D.Lgs 192/05 produrre l Attestato di Certificazione Energetica relativo all edificio. Attestato di Certificazione Energetica ovvero ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (Allegato A) (in copia per l ENEA) L Attestato di di Certificazione Energetica (art.5) deve essere prodotto utilizzando procedure e metodologie regolamentate dalle Regioni o Province Autonome, o dai Comuni prima dell 8 ottobre 2005, in in assenza di di tali procedure l ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA tiene luogo dell Attestato. 48

49 Attestato di Certificazione Energetica ovvero ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (Allegato A) - (in copia per l ENEA) 49

50 esempio 50

51 SCHEDA INFORMATIVA (Allegato E) 51

52 Decreto 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazione delle spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente AIORNATO con il DM 7 aprile 2008 SCHEDA INFORMATIVA (Allegato E) esempio 52

53 SCHEDA INFORMATIVA (Allegato F) 53

54 Quadro riassuntivo interventi e adempimenti 54

55 55

56 Riqualificazione energetica degli edifici Compilazione e invio telematico tramite il sito ENEA 56

57 SCHERMATA INIZIALE 57

58 58

59 59

60 60

61 Compilazione degli allegati In base al comma specificato nel passaggio precedente sarà necessaria per completare la richiesta la compilazione di uno o più allegati. Si distinguono 3 tipi di allegati: F, A ed E. Allegato F Premessa. E possibile compilare l allegato F (scheda informativa semplificata) quando l intervento di riqualificazione energetica riguarda SOLTANTO la sostituzione degli infissi in singole unità immobiliari e/o l installazione di pannelli solari. Se la sostituzione degli infissi avviene contestualmente ad altre opere per le quali è richiesta la compilazione dell allegato A, è possibile inserire tale intervento insieme agli altri nella stessa scheda informativa (che sarà quindi un allegato E in cui compariranno anche i dati sugli infissi). La detrazione fiscale per l installazione dei pannelli solari può essere richiesta INVECE solo attraverso la compilazione e l invio di un allegato F autonomo. Quindi se l installazione dei pannelli solari avviene contestualmente ad altre opere, è in ogni caso richiesta una compilazione di un allegato F riferita esclusivamente ai pannelli solari. Per compilare la scheda informativa semplificata dell intervento, occorre riempire i campi relativi a: Richiesta anche per conto di altri; Tipo di generatore di calore per il riscaldamento degli ambienti; Combustibile utilizzato; Infissi (compilare solo se l'intervento riguarda il comma 345b); Costo totale dell'intervento di qualificazione energetica [Euro]; Importo utilizzato per il calcolo della detrazione [Euro]; Data Inizio dei Lavori; Data ultimazione dei Lavori (Collaudo); Data compilazione NOTA BENE: la prima parte dell'allegato viene compilata automaticamente dal sistema in base ai dati inseriti nella scheda anagrafica e in quella relativa all'immobile. Anche il Risparmio energetico stimato viene calcolato in automatico dal sistema (per ottenere la stima occorre però inserire tutti i dati relativi agli infissi). 61

62 Allegato F 62

63 Allegato A La prima parte dell'allegato A viene compilata automaticamente dal sistema, sulla base delle informazioni fornite in precedenza. Le informazioni di cui bisogna disporre per completare l'allegato correttamente riguardano: l'immobile e la proprietà (dati inseriti direttamente dal sistema); l'involucro edilizio; l'impianto di riscaldamento; i dati climatici (dati inseriti direttamente dal sistema); eventuali tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili; risultati della valutazione energetica; dati relativi al tecnico compilatore. 63

64 Allegato A 64

65 Allegato A 65

66 Allegato A 66

67 Allegato A 67

68 Allegato E Come per gli allegati A ed F, la prima parte dell'allegato E (vedi Figura 10) viene compilata automaticamente dal sistema, sulla base delle informazioni fornite in precedenza. Le informazioni di cui bisogna disporre per completare l'allegato correttamente riguardano: l'immobile e la proprietà (dati inseriti direttamente dal sistema); la tipologia dell'intervento; totale generale dei dati tecnici/finanziari del risparmio energetico; data Inizio dei lavori (gg/mm/aaaa) e data ultimazione dei lavori (collaudo) (gg/mm/aaaa). E importante segnalare infine nell allegato E: la data di inizio lavori; la data del collaudo (o fine lavori); la data di compilazione. 68

69 Allegato E 69

70 Per identificare la tipologia di intervento eseguito occorre che questa venga inserita nella specifica tabella attraverso il link aggiungi nuovo (tipo di intervento) 70

71 Riqualificazione energetica degli edifici Metodo di calcolo semplificato 71

72 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) Valida per gli interventi: Comma 345 involucro edilizio Comma 347 impianto di climatizzazione con generatore Pn < 100 kw Calcolo Coefficiente globale di trasmissione termica dell edificio H = S U ) + ( S U ) ( S U T ( n n ) Calcolo fabbisogno di energia termica dell edificio QH = 0, 024xH T x Calcolo del rendimento globale medio stagionale η = η xη g e rg xη xη d gn Indice di prestazione energetica EP EPi c = ( Q H / A pav ) / η g Valore da riportare sull Attestato di Qualificazione Energetica 72

73 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio - (Allegato G) Iter procedura di calcolo 1. Determinazione dei Gradi Giorno della località (DPR 412/1993) 2. Caratteristiche geometriche a) Determinazione della zona termica e/ Volume riscaldato in base alla tipologia di impianto b) Calcolo superfici disperdenti chiusure opache 3. Calcolo o determinazione delle trasmittanze termiche delle chiusure opache verticali, orizzontali e chiusure trasparenti che delimitano le superfici disperdenti 4. Calcolo del fabbisogno di Energia termica dell edificio Q H, (kwh) 5. Determinazione dei rendimento dei sottosistemi impiantistici (imp.riscaldamento) secondo i valori e procedure dell Allegato G 6. Calcolo del rendimento globale medio dell impianto di riscaldamento 7. Calcolo dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale EP (kwh/m 2 anno) da riportare sull Attestato di Qualificazione Energetica 73

74 Determinazione dei GradiGiorno della località (DPR 412/1993) Caratteristiche geometriche CORSO DI ABILITAZIONE PER LA Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO a) Determinazione della zona termica e/ Volume riscaldato in base alla tipologia di impianto b) Calcolo superfici disperdenti chiusure opache I gradi giorno sono riferiti al comune e riportati nel DPR 412/1993 La zona termica si determinata in base alla tipologia dell impianto di riscaldamento: centralizzato o autonomo. Nel caso di impianto autonomo la zona termica coincide con l unità immobiliare (figura 1). Nel caso di impianto centralizzato la zona termica coincide con l intero edificio o parte di edificio servito dall impianto centralizzato (figura 2). Impianto centralizzato Impianto autonomo SUPERFICI DISPERDENTI: della zona termica si calcolano alla mezzeria della chiusura di confine (chiusura verticale o orizzontale). Le superficie si calcolano vuoto per pieno. (Ai fini del calcolo della trasmittanza globale è utile suddividere le superfici disperdenti in base alla stratigrafia o tecnologia costruttiva) SUPERFICIE CALPESTABILE: data dalla somma delle superfici calpestabili dei singoli vani, misurate al netto. VOLUME LORDO: calcolato al lordo delle chiusure delimitanti zona termica climatizzata. Rapporto S/V: in base al quale seguire l interpolazione per determinare il corrispondente valore dell indice EP limite, è dato dal rapporto tra Superficie disperdente e Volume lordo climatizzato 74

75 Calcolo o determinazione delle TRASMITTANZE TERMICHE (U) delle chiusure opache verticali, orizzontali e chiusure trasparenti che delimitano le superfici disperdenti La TRASMITTANZA TERMICA (U) può essere determinata in base : ai dati termofisici costituenti le strutture edilizie ricavate da ispezione in sito (carotaggio) o da depliant tecnici o dal progetto originario, mediante il calcolo secondo normativa (UNI 6946 Componenti ed elementi per edilizia Resistenza termica e trasmittanza termica Metodo di calcolo, UNI 10077, ecc..) ai dati termofisici dichiarati nel progetto originario (se presente) Relazione tecnica ex- L.10/91, oppure L.373/76 ai valori dichiarati dalle norme UNI Murature e soli. Valori della resistenza termica e metodi di calolo UNI Prestazione termica di finestre porte e chiusure Calcolo della trasmittanza termica Metodo semplificato) ai valori dalle norme UNI TS parte 1 Allegati A, B e C H = S U ) + ( S U ) ( S U T Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO ( n n ) 75

76 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dichiarati dalle norme UNI Murature e soli. Valori della resistenza termica e metodi di calolo UNI Prestazione termica di finestre porte e chiusure Calcolo della trasmittanza termica Metodo semplificato) 76

77 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dichiarati dalle norme UNI Murature e soli. Valori della resistenza termica e metodi di calolo UNI Prestazione termica di finestre porte e chiusure Calcolo della trasmittanza termica Metodo semplificato) 77

78 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dalle norme UNI TS parte 1 Allegati A, B e C 78

79 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dalle norme UNI TS parte 1 Allegati A, B e C 79

80 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dalle norme UNI TS parte 1 Allegati A, B e C 80

81 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO TRASMITTANZE TERMICHE (U) ai valori dalle norme UNI TS parte 1 Allegati A, B e C 81

82 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO Calcolo del fabbisogno di Energia termica dell edificio Q H, (kwh) Q = 0, 024 xh H [ kwh/anno] T x 82

83 Determinazione dei rendimento dei sottosistemi impiantistici secondo i valori parametrati Il rendimento globale medio dell impianto di riscaldamento è dato dalla formula: dove Impianto di riscaldamento h e è il rendimento del sottosistema di emissione (radiatori, ventilconvettori, pannelli radianti ecc ); h rg h d è il rendimento del sottosistema di regolazione (termostato, cronotermostato ecc ) è il rendimento del sistema di distribuzione (tipo di rete di distribuzione, isolamento, impianto centralizzato o autonomo, ecc ) h gn Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO è il rendimento del sistema di generazione. h g =h e * h rg * h d * h gn I rendimento sono calcolati secondo la norma UNI Riscaldamento degli edifici. Rendimenti dei sistemi di riscaldamento. Metodo di calcolo, ricavabili dalla relazione tecnica ex L.10/1991, oppure, per impianti esistenti, dalle indicazioni riportate nella Nota: Determinazione dei rendimento parziali per il calcolo rendimento globale medio stagionale dell Allegato G del DM 7 aprile Tale procedura si può utilizzare esclusivamente per il calcolo dell indice della prestazione energetica EPi ai fini della detrazione del 55% ai sensi del DM 19 febbraio La Nota prevede che, nel caso non sia possibile ricavare i rendimenti dalla relazione tecnica o dalle normative tecniche, si possano utilizzare i rendimenti parametrizzati. 83

84 Schema di procedura semplificata per la determinazione dell indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell edificio (Allegato G) ITER PROCEDURA DI CALCOLO Determinazione dei rendimento dei sottosistemi impiantistici secondo i valori parametrati Impianto di riscaldamento Rendimento di emissione (h e ) Radiatori 0,94 Ventilconvettori 0,95 Termoconvettori e bocchette di aria calda 0,92 Pannelli a pavimento 0,96 Pannelli a soffitto e parete 0,95 Altri 0,92 Rendimento di regolazione (h rg ) Regolazione On-Off 0,94 Altre regolazioni 0,96 Rendimento di distribuzione (h d ) Impianti centralizzati con montanti di distribuzione 0,92 Impianti centralizzati a distribuzione orizzontale 0,94 Impianti autonomi 0,96 Altre tipologie 0,92 Rendimento di generazione (h gn ) h gn = valore di base F1 - F2 - F3 - F4 - F5 F6 Legenda dei coefficienti riduttivi F Riduzione che tiene conto del rapporto medio fra F1 la potenza del generatore installato e la potenza di progetto richiesta F2 Riduzione per installazione all esterno F3 F4 F5 F6 Riduzione per camino di altezza maggiore di 10m Riduzione che tiene conto della temperatura media di caldaia Riduzione in presenza di generatore monostadio Riduzione che tiene conto della temperatura di ritorno in caldaia 84

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI 1 RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI ESISTENTI Legge finanziaria 2007 (L.296/2006 art. 1 comma 344-348); prorogata dalla Finanziaria 2008 (ART. 1, COMMA 20 e 24, 286, L.244 del 24 dicembre 2007) DM del

Dettagli

Finanziaria e detrazioni del 55%

Finanziaria e detrazioni del 55% Finanziaria e detrazioni del 55% Le detrazioni del 55% saranno valide fino al 31 dicembre 2012 alle stesse condizioni. In dettaglio ecco cosa prevede la normativa a sostegno degli interventi di risparmio

Dettagli

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di

Dettagli

La Legge finanziaria 2007

La Legge finanziaria 2007 La Legge finanziaria 2007 Prevede detrazioni dall imposta lorda per una quota pari al 55% delle spese effettivamente rimaste a carico del contribuente, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 65% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 65% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni dall imposta IRPEF /

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso Obiettivi INTERVENTI AMMESSI CHE CONSENTONO DI ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%:

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: aggiornamento del 13/5/2008 SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: NORME PRINCIPALI DI RIFERIMENTO: - Legge n. 296/2006 (legge Finanziaria

Dettagli

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008 Pagina 1 di 5 L OPUSCOLO HA CARATTERE PURAMENTE INFORMATIVO, POTREBBE CONTENERE ERRORI O ESSERE MANCANTE DI EVENTUALI AGGIORNAMENTI. Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e

Dettagli

1 Associazione Nazionale per l Isolamento Termico e acustico www.anit.it. Milano, 24 gennaio 2012 FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012

1 Associazione Nazionale per l Isolamento Termico e acustico www.anit.it. Milano, 24 gennaio 2012 FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012 COSA SONO LE DETRAZIONI DEL 55%? FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012 Rappresentano un iniziativa per promuovere gli interventi di riqualificazione e valorizzazione energetica del patrimonio edilizio esistente.

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA La strategia italiana per l'efficienza energetica arch. Mario NOCERA GREEN JOBS E NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO NELL AMBITODELL EFFICIENZA ENERGETICA: STRUMENTI, INNOVAZIONI E BUONE

Dettagli

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia Bonus energia PREMESSA La Finanziaria per il 2007 ha previsto una serie di interventi piuttosto ampia a favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano investimenti volti a ridurre il consumo

Dettagli

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28 Indice PREMESSA... 11 1. IL QUADRO LEGISLATIVO... 17 1.1. Provvedimenti legislativi... 21 1.2. Il dibattito sul 55% a seguito delle modifiche del decreto anticrisi del gennaio2009... 23 1.3. La situazione

Dettagli

Incentivi economici per edifici a basso consumo

Incentivi economici per edifici a basso consumo Incentivi economici per edifici a basso consumo Ing. Del Pero Legge 296/06 n 296 (Finanziaria 2007) (modalità attuative emanate con Decreto Ministeriale 19 febbraio 2007) Ha previsto agevolazioni fiscali

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D IL RISPARMIO ENERGETICO

IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D IL RISPARMIO ENERGETICO IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D PER IL RISPARMIO ENERGETICO Normativa: Art. 1, commi da 344 a 349 della Legge n. 296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007); Decreti Ministeriali attuativi

Dettagli

Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008

Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008 Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008 Ecoincentivi: interventi sul risparmio energetico e modifiche apportate portate nella finanziaria 2008 per la detrazione

Dettagli

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti LINEE GUIDA ALLEGATE AL BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Premessa Il presente

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65%

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% Comune di CASSINA RIZZARDI Provincia di Como GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% A cura della: Commissione Ambiente e Tecniche del Risparmio Energetico del Comune di Cassina Rizzardi Aggiornamento del

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Ufficio Tributario Provinciale referentitributarioprovinciale@confartcn.com cuneo.confartigianato.it Proroga Il decreto legge n. 63/2013 ha prorogato

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA Il sistema delle detrazioni fiscali Convegno: INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE TIS innovation park BOLZANO 22 FEBBRAIO 2013 LA NORMATIVA La legge 27 dicembre 2006 n. 296,

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA Focus Detrazioni 65%: Le sostituzioni di impianti di climatizzazione invernale ai sensi del comma 347 arch. Mario NOCERA WORKSHOP L evoluzione degli impianti alla luce dell efficienza

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65%

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% OGGETTO: Circolare 15.2013 Seregno, 10 settembre 2013 AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del Dl 63/2013) al 31 dicembre 2013,

Dettagli

ALLEGATO F. - combustibile utilizzato: gas metano gasolio GPL teleriscaldamento olio combustibile energia elettrica biomassa altro

ALLEGATO F. - combustibile utilizzato: gas metano gasolio GPL teleriscaldamento olio combustibile energia elettrica biomassa altro ALLEGATO F Scheda informativa per interventi di cui all articolo 1, comma 345, limitatamente agli interventi di sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari e 346 della

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI

AGEVOLAZIONI FISCALI AGEVOLAZIONI FISCALI Finanziaria 2007 D.M. 07/04/2008 (Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica) + D.M. 19/02/2007 (modificato da D.M. 26/10/2007) D.M. 11/03/2008

Dettagli

30.000, pari ad una spesa totale di 54.545

30.000, pari ad una spesa totale di 54.545 Pompe di calore: Incentivi fiscali La legge finanziaria 2008 proroga al 2010 le agevolazioni tributarie per interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente; A differenza della

Dettagli

50% PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

50% PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI LE DETRAZIONI E GLI INCENTIVI 65% PER RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Come funziona? Fino a quando è in vigore? Quali sono gli interventi agevolati?

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 55% PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (SETTEMBRE 2009) A CURA DI ING.

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 55% PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (SETTEMBRE 2009) A CURA DI ING. GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 55% PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (SETTEMBRE 2009) A CURA DI ING. EZIO RENDINA 1.IL QUADRO NORMATIVO....pag.3 2.EDIFICI INTERESSATI..... pag.4 3.SOGGETTI

Dettagli

La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali

La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali Dr. Arch. Amalia Martelli ENEA - Gruppo di Lavoro Efficienza Energetica Una politica per la riqualificazione energetico-ambientale delle nostre città:

Dettagli

Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica.

Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica. 1 Il decreto legge n.63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica. Lo stesso decreto ha innalzato dal 55% al 65% la percentuale

Dettagli

INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI. Contenuto della disposizione

INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI. Contenuto della disposizione Oggetto Interventi su edifici esistenti finalizzati al conseguimento di un predefinito valore limite del fabbisogno di energia primaria annuo Interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti

Dettagli

GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI

GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI LE DETRAZIONI E GLI INCENTIVI 65% PER RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Come funziona? Fino a quando è in vigore? Quali sono gli interventi agevolati?

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65%

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% OGGETTO: Circolare 7.2014 Seregno, 14 marzo 2014 AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del Dl 63/2013) al 31 dicembre 2014, per

Dettagli

Le detrazioni fiscali vigenti nel settore dell edilizia

Le detrazioni fiscali vigenti nel settore dell edilizia Le detrazioni fiscali vigenti nel settore dell edilizia (aggiornato a dicembre 2010) L articolo 1 comma 48 della Legge di Stabilità - approvata il 7 dicembre al Senato stabilisce la proroga del meccanismo

Dettagli

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica Fiscalità Edilizia Tecnologia e qualità delle Costruzioni Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica La proroga della detrazione del 55% e le modalità applicative

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 47 del 26 Febbraio 2007

Gazzetta Ufficiale N. 47 del 26 Febbraio 2007 Gazzetta Ufficiale N. 47 del 26 Febbraio 2007 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI

GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI GUIDA ALLE DETRAZIONI ED AGLI INCENTIVI FISCALI LE DETRAZIONI E GLI INCENTIVI 65% PER RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Come funziona? Fino a quando è in vigore? Quali sono gli interventi agevolati?

Dettagli

4. ADEMPIMENTI NECESSARI PER OTTENERE LA DETRAZIONE

4. ADEMPIMENTI NECESSARI PER OTTENERE LA DETRAZIONE 4. ADEMPIMENTI NECESSARI PER OTTENERE LA DETRAZIONE LA CERTIFICAZIONE NECESSARIA Per fruire dell agevolazione fiscale sulle spese energetiche è necessario acquisire i seguenti documenti: l asseverazione,

Dettagli

INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO: DETRAZIONE 55% ANCHE PER IL 2011 MA IN 10 RATE

INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO: DETRAZIONE 55% ANCHE PER IL 2011 MA IN 10 RATE : INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO: DETRAZIONE 55% ANCHE PER IL 2011 MA IN 10 RATE Riferimenti: Art. 1, commi da 344 a 347, Finanziaria 2007 Art. 1, comma 48, Finanziaria 2011 La detrazione d imposta

Dettagli

Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi»

Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi» Detrazione del 55% Risparmio energetico detrazione del 55% novità del decreto «anticrisi» Mario Jannaccone, La Settimana Fiscale, Il Sole24 Ore, 12 febbraio 2009, n. 6, p. 18 QUADRO NORMATIVO L art. 1,

Dettagli

Guida alle detrazioni fiscali per l acquisto di impianti di climatizzazione invernale ad alta efficienza e/o rinnovabili

Guida alle detrazioni fiscali per l acquisto di impianti di climatizzazione invernale ad alta efficienza e/o rinnovabili Versione aggiornata Guida alle detrazioni fiscali per l acquisto di impianti di climatizzazione invernale ad alta efficienza e/o rinnovabili Guida alle detrazioni fiscali per l'acquisto di impianti di

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013 martedì 8 ottobre 2013 1 Cenni introduttivi Proroga detrazione fiscale precedente al 31 dicembre 2013. Innalzamentopercentuale

Dettagli

FINANZIARIA 2010. Ing. Laurent SOCAL

FINANZIARIA 2010. Ing. Laurent SOCAL FINANZIARIA 2010 Ing. Laurent SOCAL Detrazioni fiscali 55% Detrazione fiscale 55% (riduzione tasse da pagare) in 5 anni nei seguenti casi 344: Riqualificazione energetica fino a ridurre il FEP al di sotto

Dettagli

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI Una serata..energetica ADEGUAMENTO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE SECONDO STANDARD DI RISPARMIO ENERGETICO SU BASE DI INTERVENTI SPECIFICI VOLTI A MIGLIORARE IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO EDIFICIO

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici Aggiornata a Gennaio 2012 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI..... pag. 4 3. SOGGETTI

Dettagli

VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007)

VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007) VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007) (aggiornato al 26 novembre 2013) REQUISITI GENERALI CHE L IMMOBILE OGGETTO D INTERVENTO DEVE POSSEDERE PER POTER

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. per la riqualificazione energetica degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. per la riqualificazione energetica degli edifici Guida alla detrazione fiscale del per la riqualificazione energetica degli edifici Aggiornata alla Finanziaria 2011 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI..... pag. 4 3. SOGGETTI

Dettagli

Davide Bonori Unione Installazione Impianti CNA Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

Davide Bonori Unione Installazione Impianti CNA Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Progetto 20-20-20 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 5 novembre 2012 Davide Bonori Unione

Dettagli

Articolo 1, comma 347, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 aggiornato con i correttivi introdotti dalla legge 24 dicembre 2007

Articolo 1, comma 347, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 aggiornato con i correttivi introdotti dalla legge 24 dicembre 2007 Agevolazioni, incentivi e procedure - Efficienza energetica Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale Fonti normative Articolo 1, comma 347, della legge 27 dicembre 2006 n. 296

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 23 dicembre 2014 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici Aggiornata a Giugno 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI..... pag. 4 3. SOGGETTI

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni:

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni: PRIMA DI INIZIARE Il presente documento vuole essere un aiuto per tutti i Clienti Daikin Italy, siano essi professionisti del settore oppure utenti finali, a comprendere meglio i meccanismi legati agli

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE Periodo in cui sono sostenute le spese Fino al 25/06/2012 Dal 26/06/2012 al 31/12/2012 Dal 01/01/2013 al 30/06/2013 Dal 01/07/2013 Opere finalizzate al risparmio

Dettagli

A tal proposito i commi di nostro interesse sono dal 344 al 350.

A tal proposito i commi di nostro interesse sono dal 344 al 350. Finanziaria 2007 La Legge Finanziaria 2007 prevede una serie di agevolazioni tributarie per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, al fine di ottenere un risparmio nella bolletta energetica

Dettagli

LINEE GUIDA PER L INTERVENTO AL CORSO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PER PROGETTISTI E COSTRUTTORI N. 01/07-FIRENZE 12APRILE 2007

LINEE GUIDA PER L INTERVENTO AL CORSO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PER PROGETTISTI E COSTRUTTORI N. 01/07-FIRENZE 12APRILE 2007 STUDIO ANDREA GIUSEPPE BUSNELLI ragioniere commercialista Via Montebello, 24-20121 Milano Tel. 02/62690524 - Fax 02/62690532 E-mail: abusne@tin.it LINEE GUIDA PER L INTERVENTO AL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Dettagli

LE DETRAZIONI FISCALI DEL 55% SULL IMPONIBILE IRPEF

LE DETRAZIONI FISCALI DEL 55% SULL IMPONIBILE IRPEF LE DETRAZIONI FISCALI DEL 55% SULL IMPONIBILE IRPEF introdotte dalla legge finanziaria 2007 - sezione relativa alle spese per le prestazioni energetiche e la riqualificazione energetica del patrimonio

Dettagli

L energia per uscire dalla crisi:

L energia per uscire dalla crisi: L energia per uscire dalla crisi: le Gli opportunità interventi per la di riqualificazione energetica degli energetica edifici e le agevolazioni fiscali ARES Agenzia Regionale per Funzionario della Regione

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000)

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Pag.1 RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Chi può richiederla? Elenchiamo di seguito i soggetti che hanno la possibilità di richiedere la detrazione fiscale

Dettagli

L energia. crisi: energetica e le. degli edifici. Fabrizio Luches Funzionario della Regione Friuli Venezia Giulia

L energia. crisi: energetica e le. degli edifici. Fabrizio Luches Funzionario della Regione Friuli Venezia Giulia L energia Gli interventi di riqualificazione per uscire dalla crisi: energetica e le le opportunità per la riqualificazione energetica agevolazioni fiscali degli edifici Funzionario della Regione Friuli

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

Fiscal News N. 67. Bonus energia: le spese ammesse. La circolare di aggiornamento professionale 04.03.2014

Fiscal News N. 67. Bonus energia: le spese ammesse. La circolare di aggiornamento professionale 04.03.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 67 04.03.2014 Bonus energia: le spese ammesse Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 55% Come noto, nell ambito del D.L. n. 63/2013, Decreto

Dettagli

Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica

Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica Le detrazioni fiscali del 55% per l efficienza energetica Tivoli Villa Adriana,14 aprile 2011 relatori Dott. Paolo Marongiu Ing. Enrico Mancini 1 PRINCIPALI CONTENUTI: Detrazioni fiscali sull IRPEF ( persone

Dettagli

55% Finanziaria 2007 e risparmio energetico. Con Beretta Caldaie il 2007 e' l'anno giusto!

55% Finanziaria 2007 e risparmio energetico. Con Beretta Caldaie il 2007 e' l'anno giusto! 55% di detrazione d imposta sulla sostituzione utilizzando caldaie a condensazione e sull installazione di pannelli solari Con Beretta Caldaie il 2007 e' l'anno giusto! Finanziaria 2007 e risparmio energetico

Dettagli

Il decreto è scaricabile in formato PDF. Nell articolo 1 è stato aggiunto:

Il decreto è scaricabile in formato PDF. Nell articolo 1 è stato aggiunto: E uscito il nuovo decreto attuativo per la legge sul risparmio energetico con le modifiche legate alla finanziaria 2008.Cerchiamo di focalizzare sui punti chiave, oggetto del nuovo decreto. Ho evidenziato

Dettagli

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI - EFFICIENZA ENERGETICA - DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI BOZZA Marzo 2007 Detrazione IRPEF per spese di riqualificazione energetica degli edifici Dm Ministero Sviluppo

Dettagli

FINANZIARIA 2007 Ing. Laurent SOCAL

FINANZIARIA 2007 Ing. Laurent SOCAL FINANZIARIA 2007 Ing. Laurent SOCAL 19/06/2007 Ing. SOCAL - Certificazione energetica 1 Finanziaria Detrazione 55% in tre anni se Riqualificazione energetica fino a ridurre il FEP al di sotto dell 80%

Dettagli

INCENTIVI FISCALI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE CIVILE. LEGGE FINANZIARIA

INCENTIVI FISCALI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE CIVILE. LEGGE FINANZIARIA Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI ARCHITETTURA INCENTIVI FISCALI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE

Dettagli

CENTRO ASSISTENZA SOCIETARIA di Cappellini Lia & C. s.n.c.

CENTRO ASSISTENZA SOCIETARIA di Cappellini Lia & C. s.n.c. CIRCOLARE N 4/2007 Tivoli, 19/06/2007 Oggetto : SCONTO DEL 55% PER IL RISPARMIO ENERGETICO Spett.le Clientela, La legge 27 dicembre 2006, n.296, (Finanziaria) commi da 344 a 349, ha introdotto specifiche

Dettagli

DETRAZIONE DEL 36% Torino, lì 11 settembre 2007. Circolare n. 22/2007

DETRAZIONE DEL 36% Torino, lì 11 settembre 2007. Circolare n. 22/2007 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 11 settembre 2007 Circolare n. 22/2007 OGGETTO: Ulteriori chiarimenti sulle

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 La legge finanziaria per il 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI

FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI FINANZIAMENTO 2008: COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI Per ottenere il bonus fiscale è necessario effettuare gli interventi entro il 31 dicembre 2010 e rivolgersi a una persona abilitata alla progettazione

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso È stato finalmente pubblicato il decreto che contiene le istruzioni definitive e complete relative

Dettagli

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica Fiscalità Edilizia Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica La proroga della detrazione del 55% e le modalità applicative per il 2009-2010 Luglio 2009 INDICE PREMESSA...3

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 6 agosto 2009 Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006,

Dettagli

RIGO E61-1 INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI

RIGO E61-1 INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI RIGO E61-1 INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 100.000 euro. Per interventi di riqualificazione energetica

Dettagli

` Ç áàxüé wxääëxvéçéå t x wxääx y ÇtÇéx. \Ä ` Ç áàüé wxääëxvéçéå t x wxääx y ÇtÇéx di concerto con \Ä ` Ç áàüé wxääé áä ÄâÑÑÉ xvéçéå vé

` Ç áàxüé wxääëxvéçéå t x wxääx y ÇtÇéx. \Ä ` Ç áàüé wxääëxvéçéå t x wxääx y ÇtÇéx di concerto con \Ä ` Ç áàüé wxääé áä ÄâÑÑÉ xvéçéå vé ` Ç áàxüé wxääëxvéçéå t x wxääx y ÇtÇéx DECRETO 7 aprile 2008. Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell art. 1,

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 7 aprile 2008 Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo

Dettagli

Illumina il tuo futuro

Illumina il tuo futuro Illumina il tuo futuro INTRODUZIONE I contribuenti che sostengono spese per interventi mirati al risparmio energetico possono usufruire di una particolare agevolazione fiscale, avvalendosi di una specifica

Dettagli

1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 1. L AGEVOLAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IN COSA CONSISTE L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d imposta nella misura del 55 per cento delle spese sostenute entro il 2007,

Dettagli

Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Risoluzione 340/E 1/8/2008 dell Agenzia delle Entrate

Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Risoluzione 340/E 1/8/2008 dell Agenzia delle Entrate 2 Gli interventi realizzati da un impresa di costruzione sugli immobili merce non possono beneficiare della detrazione del 55% (ora 65%) Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Una Società

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. Staff Infoenergia

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. Staff Infoenergia AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Staff Infoenergia Detrazioni fiscali in campo edilizio RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Il Dl 4 giugno 2013, n. 63 (convertito con modifiche in Legge 90/2013)

Dettagli

Detrazione fiscale 65%

Detrazione fiscale 65% istruzioni per l uso Detrazione fiscale 65% Gli interventi agevolati, le spese detraibili, gli adempimenti edizione 2013 Carissimi Soci, a distanza di qualche anno, riproponiamo un compendio sintetico

Dettagli

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le detrazioni relative alle spese su manutenzioni e ristrutturazioni

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 6 agosto 2009 Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (09A11279) IL

Dettagli

Detrazione fiscale 65%

Detrazione fiscale 65% Istruzioni per l uso Detrazione fiscale 65% Gli interventi agevolati, le spese detraibili, gli adempimenti edizione 2014 Carissimi Soci, anche quest anno Vi riproponiamo un compendio sintetico ma sufficientemente

Dettagli

Agevolazioni Fiscali e Incentivi. Guida PRODOTTI Emmeti IT 03. Idee da installare

Agevolazioni Fiscali e Incentivi. Guida PRODOTTI Emmeti IT 03. Idee da installare Agevolazioni Fiscali e Incentivi IT 03 Guida PRODOTTI Emmeti Idee da installare La forza di un gruppo Emmeti nasce nel 1976 commercializzando componenti per impianti di riscaldamento. Il passaggio alla

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

DETRAZIONI FISCALI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DETRAZIONI FISCALI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DECRETO ATTUATIVO PER IL TRIENNIO 2008/2010 GUIDA PRATICA COMPLETA: QUADRO NORMATIVO INTERVENTI AGEVOLATI SOGGETTI BENEFICIARI EDIFICI INTERESSATI

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Detrazione fiscale 65%

Detrazione fiscale 65% Detrazione fiscale 65% Gli interventi agevolati, le spese detraibili, gli adempimenti Edizione 2015 Istruzioni per l uso INDICE La detrazione fiscale. Caratteristiche, novità e modalità applicative...

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO

DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando Corso

Dettagli

Tutti gli incentivi per i cittadini come da:

Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) - Certificati Verdi e le nuove incentivazioni per la produzione di energia elettrica

Dettagli

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni PRIVATI, tipologia e

Dettagli

DESCRIZIONE : Agevolazioni fiscali in termini di risparmio energetico FINANZIARIA 2008

DESCRIZIONE : Agevolazioni fiscali in termini di risparmio energetico FINANZIARIA 2008 P.I. Sesso Daniele - Ing. Faraon Sandro Studio SDF OGGETTO : Aspetti normativi Legge Finanziaria DESCRIZIONE : Agevolazioni fiscali in termini di risparmio energetico FINANZIARIA 2008 1) IPOTESI : LA FINANZIARIA

Dettagli

4. INTERVENTI AGEVOLATI E REQUISITI DA RISPETTARE

4. INTERVENTI AGEVOLATI E REQUISITI DA RISPETTARE SOMMARIO 1. LA DETRAZIONE FISCALE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMMOBILI 2. EDIFICI INTERESSATI 3. SOGGETTI BENEFICIARI 4. INTERVENTI AGEVOLATI E REQUISITI DA RISPETTARE 5. TETTI MASSIMI DELLE

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Decreto del Ministero dell economia e delle finanze 19 febbraio 2007 Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'art.

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l agenzia inf orma aggiornamento settembre 2013 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO INDICE INTRODUZIONE... 2 1. L AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO DI ENERGIA... 4 In cosa consiste... 4 Chi

Dettagli