CRM, convergenza e comunicazione: la rivoluzione della relazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRM, convergenza e comunicazione: la rivoluzione della relazione"

Transcript

1 CRM, convergenza e comunicazione: la rivoluzione della relazione Luigi Caricato * Abstract La progressiva affermazione del Customer Relationship Management (CRM) ha innescato una serie di reazioni a catena che hanno mutato la comunicazione d impresa e insieme le core competence di gestione richieste ai manager delle imprese, delle agenzie di comunicazione e delle società di consulenza. Nella prospettiva del marketing classico sviluppatosi sulle esperienze statunitensi dei fast moving consumer goods il Direct Marketing era considerato una tecnica accessoria e tattica, anche se proprio nell ambito del DM sono nate le prime riflessioni sull importanza delle marketing relationship di lungo termine. Il CRM in effetti non è solo una tecnica, ma una nuova strategia competitiva di approccio al mercato, al marketing, alle vendite e alla comunicazione. Keywords: Customer Relationship Management (CRM); Comunicazione Above and Below the Line; Direct Marketing (DM); Promozione; Convergenza della comunicazione; Comunicazione commerciale ; Eventi; Fiere; Marketing; Marketing globale 1. CRM e comunicazione di impresa C erano una volta Above e Below the line : sarebbe forse venuto il momento di scrivere un testo con questo titolo, per esplorare seriamente i cambiamenti intervenuti nella teoria e nella prassi della Comunicazione d impresa negli ultimi anni. Sì, perché forse non ce ne siamo ancora realmente resi conto, ma questa disciplina quarta P del marketing mix troppe volte esaltata ad eccesso, ma altrettante denigrata senza motivo ha subito un letterale big bang negli ultimi tempi, tanto da essere ormai quasi irriconoscibile. O forse è meglio dire irriducibile : alle categorie tradizionali, tanto per cominciare, ma in ogni caso ai vecchi e angusti perimetri e confini. E a quando risalirebbe il momento della frattura? Datare l inizio delle rivoluzioni, si sa, è da sempre impresa ardua, anche per gli storici meglio attrezzati: allora è più facile identificare il momento in cui si verifica visibilmente l esplosione o l implosione, piuttosto che quello dell accensione della lunghissima miccia che l ha generata. Nel nostro caso, lo diciamo senza mezzi termini, è l avvento del Customer Relationship Management (CRM), ovvero l evoluzione della disciplina del Direct Marketing non più limitata alla prospettiva del Marketing operativo, ma come vera strategia d impresa. La progressiva affermazione del CRM ha innescato una serie di reazioni a catena che stanno mutando anche il DNA della comunicazione d impresa e insieme le core competencies richieste ai manager d azienda, d agenzia e di società di consulenza per gestirne i processi. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali sono stati i passaggi fondamentali del cambiamento e gli impatti sulle metodologie, sugli strumenti e sui mezzi. * Direttore Comunicazione Gruppo Legrand

2 72 2. Vecchi adagi e nuovi media Se chiedete a chi lavora nel marketing da almeno un paio di decenni quali siano le frasi più celebri che conosce sulla comunicazione, ve ne citerà certamente due: Sono certo di sprecare una metà di quello che spendo in pubblicità, ma non so quale, che normalmente si aggiudica la palma della top of mind, immediatamente seguito da Tagliare le spese pubblicitarie per ridurre i costi durante una crisi è come cercare di fermare il tempo bloccando le lancette dell orologio. Frasi ad effetto e non prive di una sana finalità pedagogica, certamente, ma desta perplessità la loro persistenza nella letteratura specialistica di oggi ed il loro essere ancora oggetto di commenti anche densi e documentati. Bisognerebbe infatti chiedersi che valore possano ancora avere, figlie come sono di un mondo che fu, onusto di gloria, certo, ma che sta irrimediabilmente dietro le nostre spalle. Un mondo di cui, ben inteso, ancora siamo tributari, almeno per le figure mitiche che la comunicazione d impresa l hanno inventata e poi pure nobilitata, magari con l ironia al vetriolo di Jacques Seguela, che titolava il suo volume di maggior successo Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario: lei crede che lavori come pianista in un bordello! Ma in quel mondo imperava una visione del mestiere molto lontana dalla ben più complessa disciplina dei nostri giorni. Era un cosmo beato (per chi l ha vissuto) dove la comunicazione d impresa si riduceva sostanzialmente alla pubblicità e dove una buona campagna e una pianificazione di buon senso consentivano abbastanza agevolmente di centrare l obiettivo di esporre il core target designato al messaggio. Il lavoro del comunicatore finiva lì e i risultati, se tutto il resto del marketing mix funzionava, arrivavano. Se poi al timone della creatività si mettevano dei fuoriclasse il summenzionato Seguela, per esempio, o David Ogilvy o Bill Bernbach, tanto per citarne qualcuno e le tasche degli spender erano discretamente profonde, il risultato era una campagna che andava ben oltre la finalità originale per entrare nel vissuto quotidiano e addirittura finire per incidere nei costumi e nella cultura popolare, tanto da divenire oggetto di dissertazioni sociologiche e di tesi universitarie. Dato questo scenario, perché preoccuparsi di un 50% di spese gettato alle ortiche? Il risultato in termini di vendite e quote di mercato giustificava i mezzi, anche quelli destinati allo spreco. E non bisognava neppure farsi troppe domande quando il mercato non tirava o le vendite stagnavano magari per errori di prodotto, di prezzo o di canale: turarsi il naso e continuare a spendere, questo era il motto. Pena il perdurare della crisi o chissà quale peggior destino, dicevano i guru. Sembra di parlare del Giurassico e invece no: il sunset boulevard è iniziato solo con gli Anni Novanta e ancora oggi c è chi parla anche da pulpiti autorevoli di crisi di trasformazione normale per la pubblicità, ma in vista di un semplice assestamento, che non muterà sostanzialmente il quadro consolidato cui siamo ben avvezzi.

3 73 Noi non lo crediamo. Siamo invece convinti di essere nel pieno di una rivoluzione che sta cambiando radicalmente il volto del marketing e di conseguenza della comunicazione d impresa (in tutte le sue varianti) e di cui possiamo cogliere forti segnali provenienti da più parti. Non siamo ancora in grado di ricomporre il quadro in una visione chiara e definita, ma di percepirne la forza dirompente quello sì. Vediamo allora, senza pretesa di ridurle ad unità, quali sono le tessere del nuovo mosaico, partendo dalle origini, ovvero dalla nascita del marketing relazionale. 3. Dal Direct Marketing al CRM La data di nascita ufficiale è il 1983, quando L.L. Berry dà alle stampe un articolo dal titolo Relationship Marketing nell ambito di una miscellanea curata dalla American Marketing Association. Oggi lo possiamo definire una pietra miliare nell evoluzione del Direct Marketing, ma ai tempi ebbe poca eco al di fuori dei circoli accademici e praticamente nessun impatto nel mondo delle imprese. Il fatto desta ben poca meraviglia, dato che il testo di Berry proponeva una visione antitetica rispetto a quella del marketing tradizionale, trionfante negli Anni Ottanta, che identificava l advertising come regina delle metodologie della comunicazione di impresa ed emarginava tutte le altre in un area sormontata dall insegna Below the Line. Non a caso, nella prospettiva del marketing classico sviluppatosi sulla base delle esperienze statunitensi nel campo dei fast moving consumer goods il Direct Marketing veniva considerato una sorta di disciplina minore, tattica e non strategica, mentre è proprio in quell ambito che nascono le prime riflessioni sull importanza di investire sul lungo termine e sulla relationship marketing ladder of customer loyalty, ovvero gli stadi attraverso i quali deve passare lo sviluppo di una relazione duratura di successo con un cliente. Questi elementi verranno sviluppati nei lavori tutti variamente tributari delle proposte pionieristiche di Berry di Gummesson 1, Grönroos 2 e infine di Christopher, Payne e Ballantyne 3, che nel 1991 danno finalmente alle stampe il primo libro interamente dedicato alla nuova disciplina. Quali sono i fattori distintivi fondamentali di questo nuovo approccio di lungo termine del marketing relazionale rispetto a quello transazionale? Essenzialmente uno: la focalizzazione sul cliente, sul singolo cliente intendiamo, piuttosto che sul generico target, pur se segmentato secondo le variabili sociodemografiche e psicologiche (vedi Figura 1). Di qui la focalizzazione sul valore quello del cliente, o lifetime value, e quello percepito dal cliente e sulla profilazione, basata sulla rilevazione e valutazione della storia delle interazioni fra il cliente stesso e la marca.

4 74 Figura 1: Marketing a confronto Transazionale Orientamento a vendite singole Contatti con i clienti discontinui Focus sul prodotto Scarsa enfasi sul servizio al cliente Limitato impegno a soddisfare le attese dei clienti Comunicazione fondata sulla pubblicità classica e sul dualismo above/below the line Relazionale Orientamento alla fedeltà del cliente Contatti continui con i clienti Focus sul valore del cliente Grande enfasi sul servizio al cliente Massimo impegno a soddisfare le attese dei clienti Comunicazione relazionale multimediale e multipiattaforma connessa al sistema di CRM Le ragioni di questo cambiamento, a livello macro, sono semplici: la progressiva saturazione di domanda e offerta in quasi tutti i mercati e gli eccessivi costi di acquisizione (sommando quelli di vendita, marketing e comunicazione) dei nuovi clienti. Infatti, come sottolinea Martha Rogers: In category after category, in market after market, companies are wrestling with the fact that their products and services are simply in over-supply. What s the only thing in short supply these days? Customers. Customers are difficult to find and hard to keep 4. Ne deriva logicamente la necessità di concentrarsi sui clienti acquisiti per trarne il massimo in termini di share of wallet (quota di acquisti del singolo cliente riservati ad una marca) e di redditività. To remain competitive continua la Rogers you must figure out how to keep your customers longer, grow them into bigger customers, make them more profitable an serve them more efficiently 5. Per ottenere questi risultati non esiste altro metodo che mappare e registrare fedelmente tutte le occasioni di contatto e non solo una parte. Ed è per questo che agli inizi degli anni duemila nel variegato panorama del direct marketing o marketing relazionale si manifesterà una nuova metodologia, il Customer Relationship Management (CRM), che innesterà sul tronco della disciplina sistematizzata prima da Bob Stone e poi da Berry una forte componente tecnologica. Per tracciare, stoccare, analizzare e gestire tutte le interazioni dei clienti con la marca provenienti dalle vendite, dalle attività di comunicazione, dall assistenza tecnica, dai call center e dalle iniziative di formazione ag-

5 75 giornando in tempo reale i profili (v. Figura 2) e mettendo a disposizione report di estrazioni e incroci secondo diversi parametri, è indispensabile utilizzare i potenti software che solo da qualche anno sono accessibili a tutte le aziende. Possiamo quindi affermare che il CRM non è una tecnologia, ma una nuova strategia di approccio al mercato al servizio del marketing, della comunicazione e delle vendite: d altro canto, però, solo attraverso l Information and Communication Technology ha potuto diffondersi, essendo impossibile altrimenti la raccolta e la gestione dell enorme mole di dati proveniente da tutti i canali di relazione marca-cliente. Figura 2: Profilazione dei clienti: i flussi Assistenza Vendite Siti Internet Formazione CRM Integrazione Analisi Report Call Center Direct Marketing & Promozioni Eventi & Fiere Va detto infine che un fortissimo impulso allo sviluppo della nuova strategia della marca focalizzata sul cliente e sulla relazione è stato impresso dalla diffusione di Internet, che ha fornito un nuovo canale di interazione con i clienti velocissimo e aperto tutti i giorni 24 ore su 24 e offerto a tutte le iniziative di comunicazione quel fattore di tracciamento, di interazione, di risposta in una parola, di misurazione inizialmente appannaggio solo del direct marketing e limitatamente a poche tipologie di attività. Ma queste innovazioni stanno determinando dei cambiamenti nelle gerarchie consolidate delle metodologie di comunicazione di marketing o sono ancora fenomeni marginali? 4. Per chi suona la campana Maurice Levy, chairman and CEO of Publicis Groupe even wonders if a creative agency like Saatchi should continue to manage a client's branding efforts. Perhaps the digital specialists should do it, says. [ ] He warns: It is no longer

6 76 necessarily the creative agency dictating what's best for the client. Questa dichiarazione, rilasciata lo scorso dicembre a Business Week, è particolarmente pesante perché viene dall amministratore delegato di una delle quattro sorelle insieme a WPP, Interpublic e Omnicom che dominano il mercato mondiale della comunicazione d impresa e che hanno fondato la loro espansione, prima che sulla quotazione in Borsa, sulle ricchissime commissioni d agenzia pagate dai clienti e dai mezzi, soprattutto per gli spot TV. Si tratta in pratica della detronizzazione della pubblicità in favore del direct marketing sul web pronunciata con fredda determinazione da un top manager che gode indubbiamente di un punto di osservazione privilegiato per cogliere le macro tendenze del settore. Una conferma indiretta arriva da Sergio Amato, marketing & business developer director dell Istituto di Ricerca Doxa (Espansione, Novembre 2007): Si è definitivamente incrinato il modello, più che obsoleto, della pubblicità intesa come intrattenimento per catturare l attenzione. Sempre più contenuti, editoriali e commerciali, obbediscono a logiche on demand e peer to peer, vale a dire sono gli utenti finali a scegliere cosa vedere e cosa scambiare e condividere con altri utenti. Dalle precedenti due testimonianze emerge chiaramente la constatazione che ci troviamo nel pieno di un processo di cambiamento: non ancora al suo acme, questo no, ma sicuramente in una fase avanzata. Il declino delle forme tradizionali di comunicazione pubblicitaria, infatti, è iniziato da qualche anno, come testimoniano anche i dati sugli investimenti in Italia secondo la ricerca annuale Il Futuro della Pubblicità pubblicato da UPA (Utenti Pubblicitari Associati) (v. Figura 3) della TV commerciale sugli altri mezzi classici e la nostra posizione di follower, non certo di leader, per quanto concerne l industria della comunicazione a livello mondiale. Da queste cifre emerge chiaramente un dato: la pubblicità sui mezzi classici è ormai soltanto il 44,2% di quella totale e questa leva non è assolutamente quella più interessante in prospettiva futura se giudichiamo sulla base dei tassi di crescita, che per Internet assumono invece dimensioni enormi benché partano da livelli ancora bassi con un +30,8% previsto per il Inoltre, sempre secondo la ricerca UPA, il Below the line (termine anch esso da tempo pronto per la rottamazione perché ormai privo di riferimenti reali, ma ahimé ancora abbondantemente utilizzato) nel nostro Paese varrà nel 2008 il 55,8% degli investimenti totali in comunicazione, con crescite ancora interessanti per il direct marketing e per le promozioni (vedi Figura 4), nonostante queste ultime restino gravemente penalizzate da un regime di tassazione che non ha eguali nel resto del mondo.

7 77 Figura 3: Spese totali di comunicazione commerciale Quotidiani Periodi e magazine Periodici professionali Totale Stampa Televisione Radio Cinema Esterna Totale Investimenti mezzi classici Costi di Produzione Totale investimenti area classica Direct response Promozioni Relazioni pubbliche Sponsorizzazioni Totale investimenti iniziative di comunicazione Internet Totale investimenti al lordo delle duplicazioni Investimenti conteggiati più volte Totale generale investimenti Fonte: UPA Il futuro della pubblicità, marzo 2006 Figura 4: Tassi di crescita per tipologia di investimenti Nominali % % Quotidiani Periodi e magazine Periodici professionali 2,5 4,4-0,6 2,3 4,4 0,0 Totale Stampa Televisione Radio Cinema Esterna Totale Investimenti mezzi classici Costi di Produzione Totale investimenti area classica Direct response Promozioni Relazioni pubbliche Sponsorizzazioni Totale investimenti iniziative di comunicazione Internet Totale investimenti al lordo delle duplicazioni Investimenti conteggiati più volte Totale generale investimenti Fonte: UPA Il futuro della pubblicità, marzo ,1 3,3 0,9-8,5 1,9 2,8 1,7 2,8 1,9 2,5 7,0 3,1 19, ,1 1,9 3,2 3,0 1,7 2,2-9,3 3,6 2,2 1,5 2,2 1,9 3,1 4,6 3,1 48, ,9 2,9 2,9

8 78 Il mainstream è dato dal marketing relazionale sottolinea la ricerca UPA ora con enfasi sulle forme innovative e trasversali: gli eventi, il guerrilla, il viral e l ambient communication. È la conferma di una tendenza netta e irreversibile a investire in attività di marketing e comunicazione (soprattutto direct marketing e promozioni) che comportano momenti di interazione ripetuti nel tempo fra azienda e clienti e non più semplici bombardamenti unidirezionali con una visione dell influenza possibile sul comportamento d acquisto decisamente pavloviana. In sintesi, il marketing tradizionale kotleriano infarcito di termini militari e non a caso negli ultimi tempi sempre più aggressivo in termini di spazi e tempi occupati e di messaggi sta lasciando il posto a una nuova formula di approccio commerciale più sofisticata, sistemica e multimediale che mira a costruire una relazione nel tempo, ad arricchirla e a farla maturare, assegnando un ruolo finalmente attivo al cliente, non più visto come immobile couch potato da condizionare. 5. Contenuti e convergenza della comunicazione Il consumatore negli ultimi due anni si è trasformato da passivo recettore a vero e proprio produttore di contenuti culturali, facendo letteralmente decollare i siti di social networking su Internet, primo fra tutti i citatissimi YouTube e Second Life, ma anche MySpace e Facebook. È interessante a questo proposito leggere come la ricerca UPA fotografi il Nuovo Consumatore con il quale le aziende si devono confrontare: Più critico, distratto od ostile, saturo, sazio e difficile da motivare, infedele, camaleontico, mobile, migrante, multitasking, più attivo, interattivo, partecipativo, a volte produttore dell informazione, svariante fra low cost e offerte premium, inclassificabile. E se ancora non è chiaro attraverso quali modelli di business questi punti di incontro fissi e quotidiani di milioni di persone potranno un giorno produrre utili, è ormai scontato che le Marche non possono più prescindere da questi punti di aggregazione per mantenere viva la relazione con i clienti di oggi e di domani. Il fenomeno di cui stiamo parlando è la convergenza, che si traduce sostanzialmente in due fenomeni: a) in ambito tecnologico nella cosiddetta interoperabilità e multifunzionalità dei nuovi devices elettronici: telefonini che fanno anche fotografie, si collegano al Web per inviare mail o consultare siti, leggono gli MP3 e i video, palmari che svolgono le stesse operazioni e gestiscono pure le agende, consoles per videogiochi che operano anche in Rete e così via b) nella sfera culturale nella massima diffusione possibile di contenuti digitalizzati e nella possibilità da parte di fruitori non professionali di

9 79 manipolarli o arricchirli con elaborazioni personali (Users Generated Contents). Insomma, da un lato convergenza di più tecnologie (e quindi funzionalità) in un unico strumento elettronico e dall altro convergenza di più strumenti e tecnologie sui medesimi contenuti. Per capire di cosa si tratta è sufficiente pensare alle cosiddette Brand Franchise dell industria culturale, la più globalizzata delle quali oggi è senza dubbio Harry Potter. Sotto questa marca ombrello ritroviamo oggi una serie di libri e di Blockbuster cinematografici, ma anche videogiochi, CD musicali, DVD video, siti web, centinaia di prodotti di merchandising e un Parco Tematico in costruzione. E questa offerta ufficiale si intreccia con un una serie di contenuti realizzati da appassionati, senza alcun obiettivo commerciale, che nella Rete utilizzando Blog e Portali di social networking sui telefonini e su tutti i devices elettronici in grado di farlo, si scambiano musica, podcast, video e addirittura fiction tutti ispirati alle storie della Rowling. Cosa vuol dire? Semplice: la comunicazione di marca (Harry Potter in questo caso) non è più patrimonio esclusivo dei professionisti che ne hanno la responsabilità. I clienti, infatti, se ne appropriano in molti modi: certamente garantendo al legittimo proprietario ricchi ricavi e margini di contribuzione attraverso numerosi atti d acquisto (il libro, poi il film, poi magari il videogioco, e così via) ripetuti nel tempo, ma al contempo contribuendo attivamente alla perennità e alla costruzione dell identità della marca stessa con contenuti autoprodotti o anche solamente promuovendone la conoscenza e la notorietà presso la propria cerchia di contatti. Questi ultimi sono spesso migliaia, se pensiamo ai forum di discussione, ai community Portals e ai siti di social networking che pullulano sulla Rete. Ciascun cliente fedele, che intrattiene una relazione duratura con la marca e in qualche modo ne personalizza l esperienza sulla base dei propri gusti, interessi e inclinazioni, può dunque diventare così, oltre che un decisore, anche un potenziale influenzatore d acquisto. Il desiderio di massimizzare i contatti con i clienti, di ripeterli nel tempo e di capitalizzare questo rapporto si sta dunque trasformando in prassi per molte aziende, grazie allo sviluppo delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni, ai nuovi strumenti e mezzi di comunicazione e all evoluzione sociale. La moltiplicazione dei media e la loro accessibilità senza limiti di spazio e tempo, né soluzione di continuità, permette teoricamente ai clienti di prolungare indefinitamente la propria esperienza di marca e alle aziende di rafforzarne la fedeltà con una molteplicità di contenuti e offerte, idee e strumenti che ne assecondino la creatività e l interscambio. Come spiega Bernand Cova, per le aziende è forse venuto il tempo di immaginare un marketing tribale che non cercherà tanto di stabilire un legame personale con il cliente, quanto di mantenere il legame fra i clienti stessi, aiutandoli a condividere le loro passioni grazie ad un prodotto o un servizio che abbia valore di legame, ciè che esprima la capacità di costruire, sviluppare o pepetuare il rapporto con la clientela già acquisita (Marketing Tribale, 2005).

10 80 6. Gli albori della rivoluzione Senza condividere in toto la posizione di alcuni studiosi come Henry Jenkins, direttore del Comparative Media Studies Program del MIT di Boston, che sostiene senza mezzi termini la prossima distruzione della televisione commerciale ad opera delle nuove piattaforme digitali, e dunque della pubblicità classica ad opera delle nuove forme di marketing relazionale, è comunque ormai fuor di dubbio che la comunicazione d impresa debba ripensare se stessa alla luce dei recentissimi cambiamenti secondo nuove linee guida, come ad esempio: a) definitivo superamento del vecchio dualismo Above / Below the Line ; b) revisione dei concetti di marketing mix e communication mix; c) centralità del cliente; d) superamento delle tradizionali categorizzazioni demografiche e socio-psicologiche; e) misurazione dei risultati delle attività di comunicazione; f) tracciamento delle interazioni verticali cliente-marca; g) monitoraggio delle interazioni orizzontali fra clienti. È necessario, in pratica, prendere atto dell impatto del CRM e della convergenza e delle varie forme di Web Community e Social Networking, sia in ambito puramente business-to-business sia business-to-consumer. La rivoluzione della relazione è certamente ancora agli albori, ma impone una ridefinizione dei tradizionali marketing e communication mix. Il 2006 potrebbe essere in questo senso ricordato come l anno della svolta, anche dal punto di vista simbolico: infatti, secondo lo studio Mediascope, pubblicato dalla European Interactive Advertising Association, in ben 8 Paesi europei su 10 monitorati i giovani fra i 16 e i 24 anni trascorrono più ore su Internet che davanti alla TV (vedi Figura 5). Il sistema dei media si sta riconfigurando nella scala delle priorità dei consumatori: è tempo che i professionisti del marketing, nelle aziende e nelle agenzie, e gli studiosi se ne rendano conto e agiscano di conseguenza nelle analisi strategiche e nelle decisioni di investimento. Figura 5: Giovani anni consumo dei media Paese Tempo online Tempo TV REGNO UNITO 14,7 15,7 FRANCIA 15,3 12,5 GERMANIA 13,8 13,5 ITALIA 14,5 14,4 SPAGNA 14,6 12,0 OLANDA 14,2 11,3 BELGIO 15,1 11,3 DANIMARCA 14,7 15,7 SVEZIA 18,5 15,3 NORVEGIA 16,8 13,6 Fonte: EIAA European Interactive Advertising Association, 2006.

11 81 Web Resources crmassociation.org Note 1 Gummesson E., The New Marketing Developing Long-Term Interactive Relationship, Long Range Planning, 20, n. 4, August, 1987, pp Gronroos C., Marketing Redefined, Management Decision, 28, n. 8, 1990, pp Christopher, Payne, Ballantyne, Relationship Marketing, Butterworth-Heinemann, Oxford, v. Peppers D., Rogers M., Return on Customer: Creating Maximum Value for Your Scarcest Resources, Random House, New York, 2005, p v. Peppers D., Rogers M., Return on Customer: Creating Maximum Value for Your Scarcest Resources, Random House, New York, 2005, p. 9.

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1

UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1 UN MONDO SENZA CARTA GIORNALI VS BLOGS: VECCHI E NUOVI MEDIA A CONFRONTO 1 In progress Febbraio 2007 Il salto tecnologico e la crisi dei media tradizionali I media sono in crisi? È una domanda più che

Dettagli

IBM Global Business Services Executive Report. IBM Institute for Business Value. CMO e CIO. Conoscenti o alleati?

IBM Global Business Services Executive Report. IBM Institute for Business Value. CMO e CIO. Conoscenti o alleati? IBM Global Business Services Executive Report IBM Institute for Business Value CMO e CIO Conoscenti o alleati? IBM Institute for Business Value Nell ambito di IBM Global Business Services, l IBM Institute

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Il Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication è un percorso formativo post-laurea

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci!

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Misurazione del potenziale di nuovi prodotti in lancio sulla base della permeabilità del mercato Come esperti di marketing,

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli