Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani"

Transcript

1 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine maggio 2013 Dati rilevati nel mese di aprile 2013 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS

2 Milano, 6 maggio 2013 Comunicato stampa I 60 giorni di vacatio governativa post elettorale e le ultime, sfibranti difficoltà per l individuazione del nuovo presidente della Repubblica hanno fatto crollare la fiducia degli Italiani, che non era mai scesa così in basso: 2,88 punti, record negativo di sempre. Anche se l incarico affidato nell ultimo scorcio del mese a Enrico Letta e il conseguente superamento di questa lunga fase di stallo anticipano già un probabile recupero dell indicatore. Ad arretrare, ad aprile, anche la propensione al risparmio: ad aprile i consumatori che si dicono pronti a risparmiare sono l 11,4%, contro il 15,4% del mese precedente. In tema di redditi, la crisi porta gli Italiani a ridefinire i contorni della povertà: una famiglia viene considerata povera mediamente sotto i al mese, passando dai di chi vive da solo ai di nuclei familiari composti da 2 o più percettori di reddito con 3 o più componenti Sul fronte dei consumi, tengono i grandi elettrodomestici, la telefonia, i tablet e i prodotti audio\video. I due lunghissimi mesi durante i quali l Italia è rimasta senza un Governo nel pieno dei suoi poteri, e l ultima, drammatica parentesi legata alle difficoltà per l individuazione del nuovo Presidente della Repubblica hanno avuto un impatto devastante sulla fiducia degli Italiani nei confronti della situazione economica e sociale del Paese. Mai come ad aprile il grado di fiducia, misurato dall Osservatorio mensile Findomestic, era sceso così in basso: 2,88 punti, su una scala che lo ricordiamo - va da 0 a 10 e che ha in 7 la sua soglia positiva. A marzo, quando già era ben chiara a tutti l incertezza determinata dall esito dello scrutinio delle elezioni politiche, questo indicatore era scivolato a 3,18. Ma mai si era andati sotto la soglia (anche psicologica) di 3. Il superamento dello stallo politico \ istituzionale impresso dall incarico affidato a Enrico Letta di formare il Governo, e l ampio voto di fiducia raccolto nei due rami del Parlamento dal nuovo esecutivo, anticipano però un probabile recupero dell indicatore della fiducia. Ad aprile, tuttavia, non è andata bene nemmeno per la propensione al risparmio, che ha subito un contraccolpo analogo a quello del grado di fiducia. Negli scorsi 30 giorni, gli Italiani che si sono detti pronti, nell arco dei prossimi 12 mesi, ad incrementare i propri risparmi, sono stati l 11,4%. A marzo, erano il 15,4%. Da segnalare come il campione preso in esame dalla rilevazione ha ridefinito i parametri reddituali con i quali individuare le fasce di povertà: mediamente sotto i percepiti mensilmente, una famiglia può essere considerata povera, passando dai di chi vive da solo ai di nuclei familiari composti da 2 o più percettori di reddito con 3 o più componenti. 2

3 Milano, 6 maggio 2013 Comunicato stampa Il reddito minimo necessario per sentirsi nella media è stimato invece in al mese. Per chi vive solo e deve quindi sostenere spese solo per se stesso la soglia non supera i 1.650, mentre sale a per le famiglie composte da 3 o più componenti e da altrettanti percettori di reddito. Rispetto a 5 anni fa, ovvero prima della crisi, più di 2 famiglie su 3 (ben il 68%) ritengono di essere diventate più povere, mentre solo un 4% è riuscito a migliorare la propria situazione economica. Non si intravedono grossi miglioramenti se si pensa ai prossimi 5 anni: il 40% degli intervistati ritiene che la situazione sarà stabile, un altro 40% è invece più pessimista, prevedendo un ulteriore impoverimento. Sul fronte dei consumi, i grandi elettrodomestici, la telefonia, i tablet e i prodotti audio\video tengono, facendo segnare piccoli ma significativi incrementi nelle propensioni di acquisto. Battute d arresto per l arredamento, e per le auto, che il mese scorso avevano fatto registrare dei timidi segnali di ripresa. Previsioni di acquisto a tre mesi Elettrodomestici: propensioni all acquisto in aumento per gli elettrodomestici grandi, in calo i bruni (TV, Hi-Fi) e i piccoli. Sale dal 13,0 al 13,8% la quota degli intervistati che prevedono di acquistare un elettrodomestico grande nei prossimi tre mesi. In calo le previsioni per gli elettrodomestici bruni (17,9%) e per quelli piccoli (22,4%). Gli importi di spesa preventivati segnano invece una netta diminuzione per gli elettrodomestici grandi, per i quali si ipotizza un ammontare di 661 (contro i 766 dell ultima rilevazione). Esborsi pressoché stabili per i bruni (643 rispetto ai 662 del mese precedente) mentre crescono lievemente per i piccoli, da 170 a 182. Informatica, telefonia e fotografia: settore in crescita, fatta eccezione per PC e accessori. Prospettive positive per tre delle categorie analizzate: telefonia, Tablet/E-book e Fotocamere/Videocamere. Scendono solo PC e accessori, seppur in maniera lieve (da 18,5 a 17,8%). Per quanto riguarda l ammontare di spesa, invece, gli italiani prevedono di spendere di più in telefonia (da 307 a 313 ), mentre diminuisce l ammontare relativo a PC e accessori, Tablet/E-book e Fotocamere/videocamere. Auto e moto: lieve calo dell auto (sia nuova che usata). In salita i motocicli. Cresce, dopo mesi di flessione costante, la quota di quanti intendono acquistare un motociclo: 3,4%, contro il 2,6% del mese precedente. Al contrario, diminuisce lievemente il numero di chi si dimostra propenso all acquisto di una vettura, sia nuova che usata, 3

4 Milano, 6 maggio 2013 Comunicato stampa mentre permane una certa stabilità circa l ammontare di spesa previsto: per l automobile nuova, per l auto usata e per la moto. Casa e arredamento: previsioni in salita per l acquisto di case e ristrutturazioni, male i mobili. Continua il trend positivo del settore immobiliare. Crescono, infatti, gli intenzionati all acquisto di una casa (4,3%) o alla sua ristrutturazione (10%). Tuttavia, l arredamento sembra non essersi ancora ripreso dai contraccolpi dei mesi precedenti, facendo registrare la più bassa quota di intenzionati all acquisto dal gennaio 2012: 13,4%. In diminuzione anche l ammontare di spesa prevista (1.884 ). Tempo libero: continua il trend positivo per viaggi e attrezzatture o abbigliamento sportivi. Stabile il fai-da-te. Complici la stagione primaverile e il clima mite, nel mese di maggio un italiano su tre programma una vacanza nell arco dei prossimi tre mesi (33,3%). Segno più anche per quanti si preparano a comprare abbigliamento o attrezzature sportive (22,7%). Restano stabili intorno al 22,6% le previsioni per il fai-da-te. 4

5 La sintesi dei trend Scenario socio-economico Continua a ridursi il potere d acquisto delle famiglie italiane e al contempo crescono, rispetto al primo trimestre del 2012, le ore di cassa integrazione. Sentiment Tempo libero Elettrodomestici Peggiora sempre di più il sentiment per la situazione personale e per quella del Paese. La percentuale media di reddito si riduce rispetto ai mesi precedenti e anche le intenzioni future legate a questo aspetto non sono ottimistiche. Continua in positivo il trend di viaggi e attrezzature sportive, complice probabilmente l avvio della stagione primaverile e l aumento delle temperature. Si stabilizzano invece le previsioni per il fai-da-te. Come nel mese precedente, la situazione appare piuttosto stabile: aumenta l acquisto dei piccoli elettrodomestici ma diminuisce la percentuale sia di acquisto sia di potenziali acquirenti di TV e Hi-Fi. Informatica, telefonia e fotografia Veicoli Situazione stabile per quanto riguarda l informatica e la telefonia: ad un aumento degli acquirenti di PC corrisponde un calo delle previsioni a 3 mesi per il medesimo bene. Continua il difficile momento dei veicoli, in particolare dell auto nuova. Crescono invece i potenziali compratori di motocicli Casa La mobilia è la categoria che mostra il calo più sensibile: sia gli acquisti e le spese effettuate che quelli pianificati, paiono in contrazione 5

6 6 Alcuni dati di scenario

7 Lo scenario socio-economico in sintesi Il potere di acquisto L inflazione Cosa è diminuito? Il tasso di disoccupazione giovanile v Il potere d acquisto delle famiglie italiane chiude il 2012 (gli ultimi dati disponibili sono relativi al quarto trimestre dello scorso anno) con una ulteriore contrazione: la riduzione del reddito lordo disponibile attenua gli effetti positivi dovuti all aumento meno intenso dell inflazione, registrato nell ultima parte del 2012, ma anche nei primi mesi del 2013 v Si riscontra altresì una lieve riduzione del tasso di disoccupazione giovanile (febbraio), mentre restano stabili il tasso di disoccupazione 15+ (sia italiano sia EU 27) Cosa è rimasto stabile? Il tasso di disoccupazione overall (15+) Cosa è aumentato? La cassa integrazione a gennaio e febbraio v Se guardiamo le ore di cassa integrazione totali dei primi tre mesi del 2013, notiamo un incremento importante rispetto allo stesso periodo del 2012: se a fine marzo 2013 sono 265 milioni, nel 2012 erano solo 237 milioni (+12%) 7

8 Per lo più stabile, nella sua drammaticità, il tasso di disoccupazione Valori % ü Andamento del tasso di disoccupazione trimestrale + ultimi dati mensili (da febbraio2012) - DESTAGIONALIZZATI ü Rapporto tra persone in cerca di occupazione e il totale di persone occupate e in cerca di occupazione ü Campione: popolazione 15 anni e più FONTE: Istat (aprile 2013) Eurostat (aprile 2013)

9 9 Il sentiment

10 Il sentiment in sintesi La soddisfazione circa la situazione italiana e personale La percentuale media di reddito risparmiato e coloro che sono riusciti a risparmiare Le previsioni circa il miglioramento della situazione italiana a 12 mesi Le aspettative personali circa l aumento del risparmio a 12 mesi Coloro che hanno richiesto almeno una forma di finanziamento 10 Cosa è diminuito? v Continua il trend negativo della soddisfazione circa la situazione italiana. In questa edizione dell osservatorio, raggiunge addirittura il valore minimo dall inizio della rilevazione: in particolare Centro e laureati, che fino a questo momento erano i sub-campioni con la soddisfazione maggiore, subiscono la diminuzione più sensibile. Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato?

11 Il grado di soddisfazione circa la situazione italiana e la situazione personale In che misura lei è soddisfatto/a della situazione italiana nel suo complesso (economica, politica e sociale)? In che misura lei è soddisfatto della sua attuale condizione economica? La Soddisfazione Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile 5,0 Situazione italiana (Voto medio) Situazione personale (Voto medio) 4,5 Scala da 1 a 10 Soglia positiva: voto 7 4,10 4,25 4,21 4,24 4,18 4,29 4,38 4,23 4,23 4,28 4,09 4,30 4,11 4,0 3,5 3,0 3,26 3,33 3,29 3,20 3,21 3,05 3,12 3,18 2,88 2,5 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 11

12 Il grado di soddisfazione circa la situazione italiana Analisi per area geografica (voti medi) Nord-Ovest Nord-Est Centro Sud+Isole Base: totale campione Dato rolling 5,0 4,5 4,0 La Soddisfazione per area geografica 3,5 3,0 Scala da 1 a 10 Soglia positiva: voto 7 2,5 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 12

13 Il grado di soddisfazione circa la situazione italiana Analisi per livelli di istruzione (voti medi) Base: totale campione Dato rolling 5,5 Istr. obbligatoria Istr. superiore Istr. universitaria 5,0 4,5 La Soddisfazione per livello d'istruzione Scala da 1 a 10 Soglia positiva: voto 7 4,0 3,5 3,0 2,5 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 13

14 Le previsioni sulla situazione italiana a 12 mesi Lei ritiene che nel corso dei prossimi 12 mesi, la situazione italiana, nel suo complesso sarà migliore o peggiore? Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile Situazione Migliore: 1 0,2 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 0,1 Situazione Stabile: 0 0-0,03 Situazione Peggiore:-1-0,1-0,2-0,3-0,4-0,5-0,20-0,22-0,41-0,30-0,39-0,31-0,31-0,28-0,22-0,18-0,19-0,28-0,27-0,27-0,38 14

15 Il risparmio dell'ultimo mese Nell'ultimo mese Lei/la sua Famiglia è riuscito/a a risparmiare parte del reddito guadagnato? Che percentuale del suo reddito mensile è riuscito/a a risparmiare? Valori % Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile ,7 20,0 7,3 26,7 6,2 5,9 5,5 22,0 19,7 21,0 % sono riusciti a risparmiare percentuale media di reddito risparmiato sul totale della popolazione 7,6 6,4 7,3 6,1 6,7 5,9 27,0 26,6 26,7 23,9 23,5 23,2 26,1 20,8 23,9 24,7 20,8 8,2 6,3 6,7 5,3 5, gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr

16 L'aspettativa personale all'aumento del risparmio a 12 mesi Lei ritiene che nel corso dei prossimi 12 mesi lei aumenterà l'importo di denaro che riesce a mettere da parte personalmente come risparmio? (da ottobre 2009) Valori % Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile % sicuram. sì+prob.sì ,1 12,9 15,7 17,0 15,8 16,7 14,4 15,4 12,9 13,5 9,9 11,4 12,8 10,9 12,3 11, gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 16

17 17 Il tempo libero

18 Il tempo libero in sintesi Cosa è diminuito? Cosa è rimasto stabile? Le previsioni circa l acquisto di attrezzature per il fai-da-te nei prossimi tre mesi (circa 23%) Cosa è aumentato? Le previsioni circa l acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivi, e di viaggi e vacanze nei prossimi tre mesi v Nonostante la difficile congiuntura economica, complici la stagione primaverile e il clima mite, continua il trend positivo delle previsioni a 3 mesi di viaggi e acquisto di attrezzature sportive: rispettivamente +1,3 e +2,2 punti percentuali 18

19 Quanti prevedono di sostenere delle spese per il TEMPO LIBERO nei prossimi tre mesi Pensa di acquistare... personalmente nei prossimi 3 mesi? Valori % % di coloro che hanno risposto sicuramente sì o probabilmente sì Base: totale campione Da febbraio 2012: dato rolling Viaggi, vacanze Attrezzature e abbigliamento sportivi Attrezzature fai-da-te ,0 38,6 36,2 33,7 33,6 34,7 32,1 30,0 29,5 30,5 30,0 29,4 29,5 28,5 33,3 22,4 25,0 23,8 23,8 24,7 23,2 22,8 23,0 22,9 20,7 23,9 23,5 23,2 22,3 23,0 22,6 20,0 20,1 22,0 22,3 20,1 21,1 22,2 22,7 20,6 20,5 19,2 19,4 19,7 19,9 18,9 18,9 15,9 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 19

20 20 Gli elettrodomestici

21 Gli elettrodomestici in sintesi Cosa è diminuito? Il numero di acquirenti nel mese precedente di TV e Hi-Fi La spesa effettuata nel mese precedente per l acquisto di TV e Hi-Fi Le previsioni a 3 mesi circa l acquisto di piccoli elettrodomestici, TV e Hi-Fi La spesa prevista per l acquisto di grandi elettrodomestici, TV e Hi-Fi v TV e Hi-Fi sono l unica tipologia di elettrodomestici che vede diminuire tutte e quattro le variabili rilevate rispetto a marzo: -0,6 punti percentuali per la percentuale di acquirenti, -10 per la spesa effettuata, -0,5 punti per i potenziali acquirenti a 3 mesi e -19 per la spesa che si prevede sostenere. Cosa è rimasto stabile? La spesa effettuata nel mese precedente per l acquisto di piccoli elettrodomestici Cosa è aumentato? Il numero di acquirenti nel mese precedente di elettrodomestici piccoli e grandi La spesa effettuata nel mese precedente per l acquisto di elettrodomestici grandi Le previsioni a 3 mesi circa l acquisto di elettrodomestici grandi La spesa prevista per l acquisto di piccoli elettrodomestici v Tra gli acquisti effettuati nel mese precedente, l aumento più consistente è quello dei piccoli elettrodomestici (+2 punti percentuali rispetto a marzo); del resto sono la categoria con il prezzo più contenuto e la spesa è più facilmente sostenibile per i consumatori. 21

22 Quanti prevedono di acquistare ELETTRODOMESTICI nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare... personalmente nei prossimi 3 mesi? Valori % 30 % di coloro che hanno risposto sicuramente sì o probabilmente sì 2012 TV, Hi-Fi (bruni) Piccoli elettrodom. Grandi elettrodomestici Base: totale campione Da febbraio 2012: dato rolling 25 22,8 22,7 21,7 21,5 23,2 22,9 25,6 25,4 25,2 24,6 24,9 24,2 22,8 22,8 22, ,9 14,3 15,3 16,1 17,3 18,2 17,3 17,5 17,0 18,2 18,5 18,8 17,8 18,4 16,8 17,9 10 9,8 13,8 14,5 13,4 13,6 14,4 14,5 13,8 14,5 13,6 14,3 13,8 13,5 12,7 13,0 13,8 9,5 5 0 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 22

23 L'ammontare medio di spesa previsto per gli ELETTRODOMESTICI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 2012 Base: % pensano di acquistare il bene Da febbraio 2012: dato rolling previsione TV, Hi-Fi (bruni) previsione Piccoli elettrodomestici previsione grandi elettrodomestici gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 23

24 Informatica, telefonia e fotografia 24

25 Informatica, telefonia e fotografia in sintesi Cosa è diminuito? Il numero di persone intenzionate ad acquistare PC ed accessori (-0,7 punti percentuali) La spesa effettuata per PC ed accessori (-8 ) La spesa prevista per Tablet v Si rileva essenzialmente una lieve contrazione del mercato dei pc e degli accessori relativamente ai prossimi tre mesi: diminuiscono infatti i potenziali acquirenti, con un prezzo ipotizzato per lo più costante (circa questo mercato, diminuisce anche la somma spesa nel mese precedente) Cosa è rimasto stabile? L acquisto di tablet e telefonia nel mese precedente La spesa prevista per i PC Cosa è aumentato? L acquisto di telefonia (+1,6 punti percentuali), tablet (+0,8) e fotocamere (+1,2) nei prossimi 3 mesi La spesa effettuata nel mese precedente per tablet, telefonia e fotocamere e videocamere (+52 ) L acquisto di PC e accessori nel mese precedente (+1,3 punti percentuali) 25

26 Quanti prevedono di acquistare informatica, telefonia e fotografia nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare... personalmente nei prossimi 3 mesi? Valori % % di coloro che hanno risposto sicuramente sì o probabilmente sì Base: totale campione Da febbraio 2012: dato rolling 25 previsione Telefonia previsione Tablet/E-book previsione PC e accessori previsione Fotocamera/Videocamera ,9 12,8 11,4 9,8 16,7 16,4 13,6 11,0 18,4 18,0 13,2 10,5 17,4 17,6 17,2 17,0 12,3 12,0 9,2 8,0 18,5 17,9 12,0 10,6 20,5 17,9 12,4 10,7 21,2 19,8 20,1 19,4 18,8 18,7 18,5 17,7 19,0 18,0 17,7 18,1 18,1 18,0 17,1 17,6 12,3 3 12,5 11,2 11,7 10,6 10,9 11,0 11,8 11,0 10,4 10,7 10,4 10,4 10,8 10,6 9,4 19,6 17,8 11,6 11,4 0 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 26

27 L'ammontare medio di spesa previsto per informatica, telefonia e fotografia a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? previsione Telefonia previsione Tablet/E-book 2012 previsione PC e accessori previsione Fotocamera/Videocamera Base: % pensano di acquistare il bene Da febbraio 2012: dato rolling gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 27

28 28 I veicoli

29 I veicoli in sintesi Cosa è diminuito? Gli acquirenti di auto nuove ed usate La spesa effettuata per motocicli (-245 ) I potenziali acquirenti di auto usate v Il mercato dell auto nuova non mostra segnali di ripresa: continua il trend decrescente degli acquirenti nel mese precedente e anche le previsioni di acquisto per i prossimi tre mesi non evidenziano cambiamenti rilevanti v Si rileva altresì la caduta degli acquirenti di auto usate, dopo il trend crescente di febbraio e marzo scorsi v Si riduce, anche che si poco, la spesa che si intende sostenere per l acquisto di automobili usate (-1,8%) e nuove (- 1,2%) Cosa è rimasto stabile? La spesa media effettuata nel mese precedente per l automobile usata La spesa prevista per motocicli Cosa è aumentato? Il numero di acquirenti nel mese precedente e la previsione d acquisto per i prossimi 3 mesi di motocicli La spesa effettuata per l acquisto di auto nuove(+2751 ) v L aumento più rilevante è quello della spesa effettuata durante il mese di marzo per l acquisto di automobili nuove. Questo dato ha subito un netto incremento, palesemente contrastante con i trend dei quattro mesi precedenti v Crescono i potenziali compratori di motocicli, probabilmente ritenuti validi sostituti delle più costose autovetture 29

30 Quanti prevedono di acquistare VEICOLI nei prossimi 3 mesi Pensa di acquistare... personalmente nei prossimi 3 mesi? Valori % % di coloro che hanno risposto sicuramente sì o probabilmente sì Base: totale campione Da febbraio 2012: dato rolling previsione Automobile nuova previsione Automobile usata previsione Motociclo, scooter ,8 5,8 3,4 9,6 7,5 6,1 9,2 7,3 5,9 7,3 5,4 4,7 7,4 5,4 5,0 8,2 5,1 4,6 9,1 9,3 8,4 7,6 7,1 7,4 7,1 7,3 5,9 6,9 6,9 6,7 6,9 7,1 5,7 4,4 4,2 4,8 4,7 5,1 4,2 8,1 3,2 6,8 8,0 8,0 2,6 7,8 3,4 7,4 0 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 30

31 L'ammontare medio di spesa previsto per i VEICOLI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? 2012 Base: % pensano di acquistare il bene Da febbraio 2012: dato rolling previsione Automobile nuova previsione Automobile usata previsione Motociclo, scooter gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 31

32 32 La casa

33 La casa in sintesi Cosa è diminuito? Il numero di persone che hanno acquistato mobili a marzo e anche l ammontare medio speso Coloro che intendono acquistare mobili nei prossimi tre mesi e la spesa ipotizzata v È l arredamento nel complesso che pare subire un contraccolpo negativo negli ultimi mesi: sia gli acquisti e le spese effettuate che quelli pianificati, paiono in contrazione; in particolare, è ormai di lungo periodo il trend negativo della spesa prevista a tre mesi per i mobili: è passata dai dello scorso gennaio ai 1884 di aprile, cioè quasi dimezzandosi! Cosa è rimasto stabile? Cosa è aumentato? Le previsioni a 3 mesi della ristrutturazione e dell acquisto di nuove abitazioni v Comprare casa o per lo meno ristrutturarne una o più parti è sempre più un auspicio: l intenzione d acquisto di beni immobili torna a salire, toccando il livello raggiunto nel mese di febbraio (4,3%), così come le ristrutturazioni, che sembrano subire meno la crisi, almeno nelle intenzioni degli italiani: continua infatti il trend positivo delle previsioni a 3 mesi (+2,7 punti percentuali da dicembre 2012) 33

34 Quanti prevedono di acquistare mobili, casa o ristrutturarla Pensa di acquistare... personalmente nei prossimi 3 mesi? Valori % % di coloro che hanno risposto sicuramente sì o probabilmente sì Base: totale campione Da febbraio 2012: dato rolling 20 previsione Casa, appartamento previsione Ristrutturazione casa, appartamento previsione Mobili 15 14,0 14,6 14,3 14,7 15,5 15,5 14,7 15,6 15,9 13,7 15,1 14,7 15,6 14,7 13, ,1 6,6 4,4 8,9 9,3 5,6 5,5 8,6 8,5 8,7 7,5 7,7 7,7 7,6 7,9 4,1 4,7 4,7 5,0 4,1 4,0 4,6 3,7 7,3 7,9 3,7 3,7 8,7 9,8 10,0 4,3 4,1 4,3 0 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 34

35 L'ammontare medio di spesa previsto per i MOBILI a 3 mesi Quanto pensa di spendere al massimo per questo acquisto? Base: % pensano di acquistare il bene Da febbraio 2012: dato rolling previsione Mobili gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 35

36 Argomento del mese: La crisi attuale e la definizione di povertà 36

37 Argomento del mese Come già riscontrato nelle precedenti edizioni dell Osservatorio la difficile congiuntura ha influito negativamente sull economia domestica delle famiglie italiane sotto molteplici aspetti: status occupazionale, sentiment, acquisti, risparmi. La maggioranza dei 18-64enni attivi intervistati giudica infatti la propria classe socio-economica bassa o medio-bassa, IL 16% (UNO SU 6) reputa la propria famiglia povera; tale percentuale cresce, seppur di poco, all aumentare del numero dei figli. Rispetto a 5 anni fa, ovvero prima della crisi, più di 2 famiglie su 3 (ben il 68%) ritengono di essere diventate più povere, mentre solo un 4% è riuscito a migliorare la propria situazione economica. Non si intravedono grossi miglioramenti se si pensa ai prossimi 5 anni: il 40% degli intervistati ritiene che la situazione sarà stabile, un altro 40% è invece più pessimista, prevedendo un ulteriore impoverimento. Nel contempo, addirittura l 83% degli italiani attivi non è soddisfatto dei propri risparmi accumulati, CON UNA CONCENTRAZIONE ELEVATA TANTO PRESSO COLORO CHE SI RITENGONO POVERI QUANTO PRESSO LA CLASSE MEDIA. Ma qual è la soglia di povertà? Cosa significa essere poveri? Per gli intervistati, il livello di reddito medio al di sotto del quale si può ritenere una famiglia analoga alla propria povera è Ma la situazione cambia a seconda delle caratteristiche della famiglia dell intervistato: infatti, vediamo che tale soglia aumenta prima di tutto all aumentare del numero di componenti il nucleo familiare (più la famiglia è numerosa più la soglia si sposta verso l alto), ma è correlata anche al numero di percettori di reddito presenti in famiglia. Per definire, invece, il proprio nucleo familiare nella media, il livello di reddito necessario sale oltre quota 2100 (2116 ), passando dai 1650 di chi vive da solo e deve quindi sostenere spese solo per se stesso ai 2250 di famiglie composte da 3 o più componenti e da altrettanti percettori di reddito. Analizzando, infine, la soglia al di sopra della quale c è la ricchezza, il reddito medio quasi raddoppia, raggiungendo quota 4100 (per le famiglie mono-componenti tale soglia SUPERA i 3500 ); questo spiega il motivo per cui solo una minoranza giudica alta la classe socio-economica della propria famiglia, la ricchezza sembra ancora distante. 37

38 La maggioranza delle famiglie italiane attive dichiara di appartenere a una classe socio-economica medio-bassa o bassa e tra questi 1/3 si percepisce povera Secondo Lei oggi la sua famiglia a quale classe sociale appartiene? Base: totale campione dato rolling Lei ritiene che la sua famiglia possa essere considerata povera? Base: appartengono alla classe socio-economica bassa/medio-bassa dato cumulato su 2 mesi Valori % Si considera povero il 16% del totale intervistati 38

39 Più di 2 famiglie su 3 sono più povere rispetto a 5 anni fa e per i prossimi 5 anni non si prevedono miglioramenti rilevanti Lei ritiene che la sua famiglia oggi rispetto a 5 anni fa Base: totale campione (496) Valori % Lei ritiene che nei prossimi 5 anni la sua famiglia sarà 39

40 I risparmi accumulati non sono affatto soddisfacenti Lei ritiene che i suoi risparmi accumulati siano al momento Valori % Numero di figli Classe d appartenenza Base: totale campione (496) 40

41 Qual è la soglia di reddito che definisce la povertà? E quale la ricchezza? Base: totale campione (1042) dato cumulato su 2 mesi Valori medi Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo al di sotto del quale può essere considerata povera? Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo che la definirebbe nella media? Per una famiglia come la sua, qual è il reddito netto mensile complessivo al di sopra del quale può essere considerata ricca? 41

42 42 Il campione

43 Il campione Sesso Età Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile 2013 Uomini Campione ponderato Donne Campione non ponderato anni anni anni anni anni Titolo di studio Area geografica Laureati Nord Ovest Nord Est Centro Sud e Isole Non laureati

44 Il responsabile degli acquisti Per ciò che riguarda gli acquisti in famiglia, è Lei che se ne occupa? Base: totale campione (496) Dato su base wave di aprile 2013 Valori % Non indica Sì, del tutto Sì, in parte No 59 Uomo Donna Base Sì, del tutto Sì, in parte No Non indica

45 Base: totale campione Dato rolling Il contratto di lavoro È cambiato il suo contratto di lavoro negli ultimi 12 mesi? Valori % 45

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT Automotive con approfondimenti e confronti ISTAT Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine marzo 2013 Dati rilevati nel mese di febbraio 2013 Pubblicazione mensile A cura della

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine gennaio 2014 Dati rilevati nel mese di dicembre 2013 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa

Dettagli

Indagine Settembre 2015

Indagine Settembre 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Settembre 2015 Dati rilevati nel mese di Agosto 2015 Milano, 1 settembre Comunicato

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine febbraio 2014 Dati rilevati nel mese di gennaio 2014 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine luglio 2013 Dati rilevati nel mese di giugno 2013 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in

Dettagli

Indagine Giugno 2015. Dati rilevati nel mese di Maggio 2015

Indagine Giugno 2015. Dati rilevati nel mese di Maggio 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Giugno 2015 Dati rilevati nel mese di Maggio 2015 La sintesi dei trend Confronto

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine febbraio 2014 Dati rilevati nel mese di gennaio 2014 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine novembre 2013 Dati rilevati nel mese di ottobre 2013 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa

Dettagli

Indagine Novembre 2015

Indagine Novembre 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Novembre 2015 Dati rilevati nel mese di Ottobre 2015 Milano, 2 novembre Comunicato

Dettagli

Plus. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine luglio 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT

Plus. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine luglio 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT Plus con approfondimenti e confronti ISTAT Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine luglio 2013 Dati rilevati nel mese di giugno 2013 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine gennaio 2013 Dati rilevati nel mese di dicembre 2012 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa

Dettagli

Indagine Luglio 2015. Dati rilevati nel mese di Giugno 2015

Indagine Luglio 2015. Dati rilevati nel mese di Giugno 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Luglio 015 Dati rilevati nel mese di Giugno 015 Milano, 1 luglio Comunicato stampa

Dettagli

Indagine Marzo 2015. Dati rilevati nel mese di Febbraio 2015

Indagine Marzo 2015. Dati rilevati nel mese di Febbraio 2015 Indagine Marzo 2015 Dati rilevati nel mese di Febbraio 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Milano, 2 marzo Comunicato stampa

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 COMUNICATO STAMPA A febbraio la fiducia degli italiani torna a calare: dal Nord al

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012 Dati rilevati nel mese di febbraio 2012 Milano 9 febbraio 2012 Comunicato stampa Sembra migliorare il sentiment dei consumatori

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2012 Dati rilevati nel mese di febbraio 2012 Milano 9 febbraio 2012 Comunicato stampa Sembra migliorare il sentiment dei consumatori

Dettagli

Osservatorio Mensile. Osservatorio Mensile CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA

Osservatorio Mensile. Osservatorio Mensile CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA Osservatorio Mensile CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA Indagine mese aprile 11 Gli italiani hanno fiducia nel risparmio a lungo tempo a differenza di quello a breve periodo. Nord Est e Centro zone maggiormente

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Dati rilevati nel mese di maggio 2010 Milano, 3 giugno 2010 Comunicato stampa La crescita della fiducia è bloccata dalla crisi

Dettagli

Milano, 2 settembre 2011 COMUNICATO STAMPA La fiducia degli Italiani è in calo per il terzo mese consecutivo, mai così in basso da gennaio 2008. E lo stesso vale per la previsione sull andamento della

Dettagli

La povertà soggettiva in Italia

La povertà soggettiva in Italia ISTITUTO DI STUDI E ANALISI ECONOMICA Piazza dell Indipendenza, 4 Luglio 2005 00185 Roma tel. 06/444821 - fax 06/44482229 www.isae.it Stampato presso la sede dell Istituto La povertà soggettiva in Italia

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11giugno 2014 Prime luci in fondo al tunnel I dati del mese di aprile mostrano un estensione dei segnali di miglioramento, con una graduale risalita degli impieghi dai valori

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 9 luglio 2014 Ancora luci ed ombre I dati presentati in questo aggiornamento sono interlocutori. Da un lato, in negativo, abbiamo il credito, ancora in territorio negativo, e

Dettagli

L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011.

L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011. Osservatorio Congiunturale Format sul Credito alle imprese L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011. Brindisi, 17 settembre 2011 rif: 2011-157zv

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera COMUNICATO STAMPA Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera Milano, 06 luglio 2015 - Secondo l ultima

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015. 27 luglio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015. 27 luglio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione LUGLIO 2015 27 luglio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 20 e il 25 luglio 2015 con metodologia CATI/CAWI

Dettagli

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento roma 23 giugno 2009 i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento Chiara Fornasari riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 marzo 2015 Credito in lenta uscita dal ciclo negativo Il minimo del ciclo negativo dei prestiti è chiaramente alle spalle,

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 marzo 2015 Timidi segnali di risveglio I dati di gennaio 2015 1 confermano, al netto di alcuni salti statistici, il lento miglioramento nella dinamica delle più importanti

Dettagli

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa NOTA INFORMATIVA (in ottemperanza al regolamento dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP,

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 Aprile 2013 Prestiti più cari PRESTITI PIÚ CARI Continuano a ridursi i flussi creditizi, ma con velocità meno pronunciata che nei mesi precedenti. Anche le sofferenze registrano

Dettagli

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa Public S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS - ACRI 86ª Giornata Mondiale del Risparmio SONDAGGIO IPSOS - Rigore e sviluppo nell era del mercato. Risultati diffusi nell ambito della

Dettagli

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway. EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX Evoluzione degli acquisti online degli italiani Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.it NET RETAIL Alcuni indicatori del fenomeno in Italia 16,9 milioni

Dettagli

Prevo.Lab RICERCA - STUDIO PREVISIONE DELL EVOLUZIONE DEI FENOMENI DI ABUSO

Prevo.Lab RICERCA - STUDIO PREVISIONE DELL EVOLUZIONE DEI FENOMENI DI ABUSO Dipartimento ASSI DIPARTIMENTO DIPENDENZE Accordo di programma fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, per la realizzazione di attività coordinate e finalizzate alla progettazione,

Dettagli

83ª Giornata Mondiale del Risparmio. Cinquant anni di Europa unita: regole e vantaggi per i risparmiatori

83ª Giornata Mondiale del Risparmio. Cinquant anni di Europa unita: regole e vantaggi per i risparmiatori 83ª Giornata Mondiale del Risparmio Cinquant anni di Europa unita: regole e vantaggi per i risparmiatori Ottobre 2007 Indice Premessa Obiettivi Metodologia Caratteristiche del campione Il futuro dell economia

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 gennaio 2015 In attesa della crescita I più recenti dati sul sistema bancario 1 confermano il lento miglioramento in atto nel settore creditizio. La variazione annua degli

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 Marzo 2013 Rallentano gli impieghi, aumentano le sofferenze RALLENTANO GLI IMPIEGHI, AUMENTANO LE SOFFERENZE Si protrae la fase di contrazione degli impieghi a famiglie e

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 maggio 2015 I primi effetti del QE! I dati di marzo 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano i primi effetti del Quantitative Easing della BCE. L effetto di questa misura

Dettagli

Il Gruppo BNP Paribas

Il Gruppo BNP Paribas Il Gruppo BNP Paribas Il Gruppo BNP Paribas (credito al consumo) Andamento del credito al consumo (Mercato Italia e Findomestic) Andamento del credito al consumo in Italia (Flussi - fonte Assofin) +11,9%

Dettagli

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 1.242.123 3.38.42 Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.924,4 a cura del Settore Statistica del Comune di Milano

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1.

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1. FAMIGLIA Numero di famiglie. Il numero di famiglie abitualmente dimoranti sul territorio nazionale è aumentato da 21.8 a 24.6 milioni nel 2013. Durante il periodo intercensuario le famiglie unipersonali

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

L ITALIA IN RECESSIONE:

L ITALIA IN RECESSIONE: Oltre la crisi é andare oltre la politica intervento di Antonio Valente Lorien Consulting I dati della crisi L ITALIA IN RECESSIONE: gli italiani si sentono colpiti dalla crisi Italiani colpiti dalla CRISI

Dettagli

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale (Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale per) il ruolo dei Confidi 15 Maggio 2012 1 Agenda Premessa (sulle ragioni della crisi) (Divieto d ) d) accesso al credito per le imprese:

Dettagli

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa NOTA INFORMATIVA (in ottemperanza all art. 5 del Regolamento in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa approvato dall Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito. Agosto 2014

Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito. Agosto 2014 Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Agosto 2014 1 8888888 88 Il Barometro Cashless di Agosto 5,0 +0,2 4,5 4,0 3,5 +4,5 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 1,1 1,3 0,5 0,0 AM Ago 14/AM Ago

Dettagli

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Loris Nadotti Università degli Studi di Perugia Valeria Vannoni Università degli Studi di Perugia Perugia,

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

L atteggiamento degli italiani verso i consumi in tempi di crisi e in particolare verso il settore delle cucine e la linea CREO Kitchens

L atteggiamento degli italiani verso i consumi in tempi di crisi e in particolare verso il settore delle cucine e la linea CREO Kitchens L atteggiamento degli italiani verso i consumi in tempi di crisi e in particolare verso il settore delle cucine e la linea CREO Kitchens Milano, Luglio 2014 (Rif. 1331v314 ) Indice 2 Obiettivi pag. 3 Metodologia

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 8 Febbraio 2013 Ancora senza credito ANCORA SENZA CREDITO I primi segnali di inversione del ciclo economico non trovano ancora conferma nei dati del credito. Il 2012 si è infatti

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento dell Autorità

Dettagli

I consumi nel terzo trimestre del 2012. Ricerca sul sentiment degli operatori commerciali e dei consumatori Ottobre 2012

I consumi nel terzo trimestre del 2012. Ricerca sul sentiment degli operatori commerciali e dei consumatori Ottobre 2012 I consumi nel terzo trimestre del 2012. Ricerca sul sentiment degli operatori commerciali e dei consumatori Ottobre 2012 Il contesto Dice l ultimo rapporto di Censis-Confcommercio (apparso il 25 ottobre)

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Luglio 2010 1 Rapporto curato da: G. Coccia gcoccia@lavoro.gov.it B. Rossi brossi@lavoro.gov.it Sul sito http://www.lavoro.gov.it

Dettagli

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Dicembre 2009 presentazione Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Il quadro economico provinciale: le prospettive E ritiene che nel futuro la situazione

Dettagli

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione 10-gen colf e badanti (4^ trimestre anno precedente) contributi Inail (4^ rata anno precedente) 16-gen coltivatori e (PC/CF) (4^ rata anno precedente) e

Dettagli

84ª Giornata Mondiale del Risparmio PRODUTTIVITA, RISPARMIO, SVILUPPO

84ª Giornata Mondiale del Risparmio PRODUTTIVITA, RISPARMIO, SVILUPPO 84ª Giornata Mondiale del Risparmio PRODUTTIVITA, RISPARMIO, SVILUPPO Ottobre 2008 Indice Premessa Obiettivi Metodologia Caratteristiche del campione Il futuro dell economia Il risparmio L investimento

Dettagli

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento

Dettagli

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa Public Affairs S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS ACRI 85ª Giornata Mondiale del Risparmio RISPARMIO ED ECONOMIA REALE: LA FIDUCIA RIPARTE DAI TERRITORI (in ottemperanza al regolamento

Dettagli

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Chiaffredo Salomone Presidente ASSOFIN Credito al Credito Roma, 26 novembre 2014 ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO

Dettagli

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

Tassi sulle nuove erogazioni a famiglie e imprese 2,5 2,6

Tassi sulle nuove erogazioni a famiglie e imprese 2,5 2,6 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca., Tassi

Dettagli

Comunicato stampa. Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Comunicato stampa. Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Comunicato stampa Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Calano i progetti di spesa ma crescono quelli di risparmio I prodotti finanziari guadagnano ancora

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42%

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42% L OSSERVATORIO L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE Problemi di condotta Iperattivita' 42% 31% Problemi con i propri POVERI pari 24% CHE LAVORANO 17% Difficolta' diffuse

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p.

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p. Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p.

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/ del 9/4/ Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. L

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

Outlook sul mercato dell usato

Outlook sul mercato dell usato Outlook sul mercato dell usato Cristiana Petrucci Responsabile Centro Studi Convegno MERCATO USATO. Gestione economico-finanziaria delle auto usate Roma, 27 marzo 2012, Palazzo Rospigliosi IL MERCATO COMPLESSIVO

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

Sintesi e analisi dei risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia

Sintesi e analisi dei risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Sintesi e analisi dei risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Giugno 2015 (Dati cumulati cicli 3, 4 del 2014 e cicli 1, 2 del 2015) INDICE Premessa Sintesi e analisi dei

Dettagli

5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI*

5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI* L economia e la società regionale 5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI* 5.1 Il contesto demografico Il 2012 per le famiglie venete era stato l anno in cui gli effetti del perdurare della crisi economica avevano

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 872.367 2.247.78 Superficie (km 2 ) 13,2 6.83,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.71,8 329,1 a cura del Servizio Statistica e Toponomastica Città

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

Benessere economico. Fondamentale per la qualità della vita

Benessere economico. Fondamentale per la qualità della vita CAPITOLO Benessere economico Fondamentale per la qualità della vita Ai fini del benessere complessivo, le capacità reddituali e le risorse economiche sono il mezzo indispensabile attraverso il quale un

Dettagli

Focus I giovani e il mercato del lavoro

Focus I giovani e il mercato del lavoro Focus I giovani e il mercato del lavoro Per trovare lavoro conviene proseguire gli studi dopo il diploma Nel 2008 77 giovani (25-34 anni) su 100 lavorano o cercano un lavoro (tasso di attività); al sono

Dettagli

DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015

DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015 REPORT No. 20 del 24 settembre 2015 INDICE DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015 Premessa e definizione degli aggregati creditizi sottoposti a monitoraggio 1. Evoluzione

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

Misure della povertà minorile in Italia 1

Misure della povertà minorile in Italia 1 Misure della povertà minorile in Italia 1 Sintesi Nel clima economico attuale, con la presenza di una forte recessione, con il consolidamento delle misure fiscali, le liberalizzazioni, le semplificazioni

Dettagli

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Conferenza stampa LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Bologna, 5 dicembre 2014 Relazione di Gian Primo Quagliano, Presidente Econometrica e Centro Studi Promotor Questa

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove APRILE e GENNAIO/APRILE Nel mese sono state immatricolate oltre 116 mila autovetture nuove, ancora in flessione del 10,8% rispetto allo stesso mese del.

Dettagli

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche Da un confronto con la situazione fotografata quattro anni fa si evidenzia

Dettagli

Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di risparmio più redditizia?

Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di risparmio più redditizia? Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 p. 2 p. 5 p. 6 Single di 30 anni: investimento di 10mila euro p.

Dettagli

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane 2015

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane 2015 C E N S I S OUTLOOK ITALIA Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane 2015 Roma, settembre 2015 1. CLIMA DI FIDUCIA, PREVISIONI PER IL FUTURO Per la prima volta, dall inizio della crisi economica,

Dettagli

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005 PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2 L AREA EURO Nonostante i timori legati all impatto dei prezzi del greggio, l economia mondiale è ancora

Dettagli