LAB 1 - INFORMATICA E COMPUTER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAB 1 - INFORMATICA E COMPUTER"

Transcript

1 Lab 1 Informatica e computer LAB 1 - INFORMATICA E COMPUTER In questa lezione imparerete a: Comprendere i significati di informazione, informatica e computer, descrivere cosa sia un computer, descrivere la relazione tra algoritmi e programmi, descrivere le caratteristiche di un linguaggio di programmazione, comprendere la differenza tra hardware e software e tra input e output, conoscere le tappe fondamentali della storia dell'informatica. INFORMAZIONE & COMUNICAZIONE INFORMATICA & TELEMATICA La società attuale si fonda sull informazione e sulla capacità di comunicarla velocemente e capillarmente. L informazione è diventata una delle più importanti risorse strategiche della società moderna: poterne disporre in tempi brevi per svolgere la propria attività, sapendola gestire nel modo più idoneo, è, oggi, una condizione fondamentale per il buon funzionamento di una qualsiasi organizzazione, grande o piccola, pubblica o privata che sia. Se l informazione e i dati sono così importanti, altrettanto fondamentale è la capacità di utilizzarli e manipolarli in modo efficace, rapido ed efficiente. Negli ultimi decenni questa attività è stata rivoluzionata dalla possibilità di trattare i dati in modo automatico, grazie agli strumenti informatici. L informatica è la capacità di gestire l informazione in modo automatico. IL TERMINE INFORMATICA NASCE DALL ESPRESSIONE INFORMAZIONE AUTOMATICA Anche la parola telematica è un neologismo derivato dalla fusione di due parole: telecomunicazione e informatica. La telematica si occupa dell'uso delle tecnologie informatiche nell'ambito delle telecomunicazioni. Applicazioni telematiche sono, quindi, gli sportelli Bancomat, i fax e i terminali per la lettura delle carte di credito, ecc. Affronteremo in dettaglio gli aspetti della comunicazione nel capitolo ad essi dedicato (Computer & Comunicazione). Oggi, più comunemente, si utilizza il termine di tecnologia dell Informazione e della Comunicazione, o ICT, acronimo delle parole in lingua inglese Information and Communication Technology. INFORMATICA & COMPUTER L informatica si avvale degli elaboratori elettronici (computer) come strumento. Un elaboratore ha infatti la capacità di memorizzare processi ripetitivi per riprodurli automaticamente. Per comprendere questo concetto possiamo pensare, come esempio, all archiviazione dei dati di un nuovo cliente di un azienda. Eseguendo l operazione manualmente è necessario collezionare le informazioni necessarie, riportarle su di un apposita scheda, archiviarla nella corretta posizione. Un elaboratore è in grado di ripetere questa sequenza d operazioni un numero indefinito di volte senza commettere errori, guidando l utilizzatore nella corretta collezione delle informazioni necessarie ed occupandosi in modo sicuro della adeguata Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 1

2 ECDL Concetti di base dell ICT collocazione. Consente inoltre di disporre di archivi contenenti milioni d informazioni con un minimo ingombro. Diversi contesti e differenti necessità hanno comportato lo sviluppo di una vasta tipologia di elaboratori: essi si differenziano per velocità di elaborazione, per capacità d archiviazione, per numero di stazioni di lavoro contemporaneamente utilizzabili, per dispositivi addizionali che possono essere connessi, per meccanismi di sicurezza d accesso e protezione dei dati, per ingombro, e così via. SISTEMA INFORMATIVO & SISTEMA INFORMATICO Il sistema informativo di un organizzazione è la struttura capace di generare informazioni per chi ne ha bisogno, nella forma necessaria e al momento opportuno, estraendo, dall insieme di dati disponibili, esclusivamente le informazioni che servono. Un sistema informativo pertanto è costituito dall insieme, opportunamente combinato di: obiettivi e processi aziendali, dati, applicativi che trattano i dati e infrastruttura tecnologica. Il sistema informatico è l insieme delle apparecchiature, più o meno sofisticate, che possono o meno essere collegate fra di loro, per permettere l elaborazione e lo scambio dei dati. Un sistema informatico è quindi definito dalla tecnologia che lo compone e costituisce la parte di sistema informativo gestita con strumenti hardware e software. COS È UN COMPUTER Possiamo immaginare il computer come una scatola nera che riceve dei dati in ingresso, noti con il nome di input, li elabora al suo interno e restituisce dei risultati in uscita, noti con il nome di output. Per esempio, consideriamo un elaboratore destinato a produrre documenti anagrafici. Il cittadino introduce i propri dati anagrafici e specifica il tipo di certificato desiderato: l elaboratore restituisce il documento con tutte le informazioni necessarie, in un formato idoneo all uso. Il "certificato" è il risultato finale del processo di elaborazione. Il computer dispone di potenzialità elaborativa, ma deve essere opportunamente istruito. Questo avviene grazie alla definizione di algoritmi che si traducono in programmi scritti in appositi linguaggi, interpretabili da un computer. Input Computer Output Dati in ingresso elaborazione SCHEMA DELL ATTIVITÀ DI UN COMPUTER Dati in uscita TIPI DI COMPUTER I computer possono essere suddivisi in tre categorie principali: mainframe, minicomputer e personal computer. I mainframe sono grandi computer utilizzati da organizzazioni di notevoli dimensione, posizionati in apposite località dette centro elaborazione dati (CED). Gli utenti accedono al computer attraverso stazioni di lavoro chiamate "terminali", normalmente dotate di tastiera e video; tutti i dati inseriti dal terminale vengono elaborati e memorizzati dal mainframe. Un minicomputer è più piccolo di un mainframe è può essere utilizzato da un ufficio o un dipartimento; anche in questo caso gli utilizzatori accedono al computer attraverso i terminali. I terminali dei mainframe e dei minicomputer non posseggono capacità di elaborazione (tutte le operazioni vengono svolte a livello "centrale") e sono spesso definiti terminali "non intelligenti". 2 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

3 Lab 1 Informatica e computer ESEMPIO DI MAINFRAME I Personal Computer (PC) sono microcomputer che contengono tutti i dispositivi di input, elaborazione e output per operare in maniera indipendente. Sebbene non sia potente come un mainframe, il PC soddisfa pienamente la maggior parte delle esigenze professionali e personali dell'utente. Inoltre più PC possono essere collegati fra loro e costituire una rete per condividere dati, stampanti e altre risorse. Esistono personal computer di diverse forme e dimensioni. I PC da tavolo (detti anche desktop) sono composti di tre parti principali: l'unità centrale che contiene i dispositivi di elaborazione e memorizzazione; il video che è il principale dispositivo di output; la tastiera e il mouse che sono i dispositivi di input. All unità centrale possono essere collegati altri dispositivi di input, quali scanner o Web cam, o di output quali stampante e altoparlanti. ESEMPIO DI DESKTOP I Notebook sono PC portatili, alimentati a batteria quando sono scollegati dalla rete elettrica. Hanno schermo tastiera e mouse integrati nell'unità centrale che contiene anche la batteria. A seconda dei componenti integrati, possono pesare da un minimo di 1,5 Kg ad un massimo di 3,5 Kg. ESEMPIO DI NOTEBOOK Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 3

4 ECDL Concetti di base dell ICT Il Palmtop è il più piccolo dei computer ad uso personale; contiene normalmente applicazioni per la gestione dei testi, il calcolo elettronico, la gestione della rubrica e dell'agenda. L'input può avvenire tramite un tastierino ridotto o per scrittura diretta sul display. Con alcuni palmtop è possibile accedere direttamente ad Internet per inviare messaggi e visualizzare informazioni. Questi dispositivi sono anche chiamati PDA o Personal Data Assistance. ESEMPIO DI PALMTOP (O PDA) Ultimo nato è il Tablet PC che unisce la potenza di un notebook o di un desktop con la praticità di un palmare. Grazie all'uso delle più recenti tecnologie informatiche e alla piena compatibilità Windows, il Tablet PC permette di lavorare come, dove e quando si vuole. ESEMPIO DI TABLET PC Non sempre il lavoro è concluso quando si esce dall'ufficio. E se l'ufficio è un cantiere, un luogo all'aperto o un'aula scolastica, si ha bisogno di un computer che possa adattarsi a qualsiasi esigenza, anche durante gli spostamenti. Vediamo, nella figura che segue, un esempio tipico di modalità di utilizzo di un Tablet PC. RAPPRESENTAZIONE DIGITALE E ANALOGICA L informazione che viene elaborata all interno di un computer deve essere in forma digitale (numerica). Nella rappresentazione digitale l informazione riguardante una certa grandezza è definita in modo discreto (tale grandezza può assumere cioè soltanto un numero finito di valori), mentre nella rappresentazione analogica la grandezza è rappresentata in modo continuo (vengono rappresentati un numero infinito di valori diversi della grandezza). 4 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

5 Lab 1 Informatica e computer Tutte le grandezze fisiche sono in realtà continue (si pensi allo spazio, al tempo, all intensità e frequenza della luce, all intensità e frequenza delle onde sonore, ecc) e pertanto naturalmente rappresentate in forma analogica. Se l informazione che dobbiamo trattare riguarda una grandezza di tipo analogico, e vogliamo adottare un rappresentazione digitale per poterla trattare con i computer, si pone il problema di trasformare un valore di tipo analogico in un formato digitale, cioè numerico. E un operazione che si effettua, in estrema sintesi, tramite approssimazioni al valore numerico più vicino. Esistono altri tipi di informazione che non sono analogici: un esempio classico è l informazione contenuta in una pagina di testo scritta in lingua italiana. Tutta l informazione contenuta in tale tipo di testo può essere rappresentata fedelmente in modo digitale, associando un diverso numero a ogni carattere dell alfabeto e a ogni simbolo di punteggiatura o di spaziatura. In questo modo è possibile rapresentare il testo attraverso una sequenza di numeri. La differenza con il caso della grandezza continua, è che l alfabeto italiano (così come l alfabeto di qualunque lingua esistente) `e un insieme finito di simboli, mentre l insieme dei valori che una grandezza continua può assumere è infinito. ALGORITMI & PROGRAMMI Un algoritmo è un insieme di passi che consentono di far evolvere dati e situazioni, partendo da specifiche condizioni iniziali. Qualsiasi azione comune può tradursi in un algoritmo. Consideriamo la semplice operazione di effettuare una telefonata: dobbiamo avere a disposizione un apparecchio telefonico, conoscere il numero dell abbonato, comporre il numero, comunicare o gestire l'eventuale assenza, concludere correttamente la chiamata, ad esempio evitando di lasciare il ricevitore alzato. Ciascuna di queste azioni può essere ulteriormente analizzata e scomposta in passi elementari. Questo metodo di analisi per stadi successi è la base per poter poi scrivere un programma comprensibile da un computer che, come abbiamo visto in precedenza, per funzionare in modo corretto, deve essere "istruito". Un programma è la traduzione del un algoritmo ad un determinato stadio, eseguita utilizzando un linguaggio comprensibile per il computer. Il grado d evoluzione del linguaggio di programmazione che si utilizza determina il grado di dettaglio dei passi dell algoritmo. I linguaggi odierni cercano di facilitare il compito del programmatore (colui che scrive i programmi per i computer), mettendo a disposizione istruzioni che si avvicinano al linguaggio naturale. I LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE Un linguaggio di programmazione è caratterizzato da una serie di parole chiave e di regole sintattiche che consentono di comporre le istruzioni, le quali vengono interpretate dall elaboratore che esegue un algoritmo. Ogni computer ha un proprio linguaggio di base, chiamato anche "linguaggio macchina", costituito da operazioni elementari, le quali, variamente composte, consentono di svolgere ogni tipo di operazioni, anche le più complesse. I primi linguaggi di programmazione erano molto vicini al linguaggio macchina, rendendo semplicemente disponibile all utilizzatore una forma mnemonica dello stesso; oltre alla complessità di programmazione, questi primi linguaggi erano strettamente legati al tipo d elaboratore utilizzato. Successivamente si sono utilizzati linguaggi più "comprensibili" ed anche indipendenti dal tipo di elaboratore utilizzato. Oggi l evoluzione è tale che la stesura di un programma spesso coincide quasi con la definizione stessa dell algoritmo che il programma traduce; tale operazione è inoltre quasi sempre indipendente dal sistema su cui il programma verrà utilizzato. Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 5

6 ECDL Concetti di base dell ICT Parole chiave Regole sintattiche Linguaggio di programmazione UN LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE È UN INSIEME DI PAROLE CHIAVE E REGOLE SINTATTICHE In sostanza un programma è un insieme di istruzioni che dice al computer cosa fare. I programmi non sono scritti in italiano; essi sono scritti in un linguaggio di programmazione, che trasforma le azioni che vogliamo far eseguire dal computer in qualcosa ad esso comprensibile. Ci sono molti linguaggi di programmazione disponibili oggi, ciascuno specializzato per specifiche operazioni. Alcuni linguaggi sono stati progettati per essere veloci nei calcoli matematici, altri per lavorare facilmente con gli archivi e le banche dati, altri ancora per generare facilmente stampe e report di ogni genere, ecc... HARDWARE & SOFTWARE Abbiamo descritto il computer come una scatola nera in grado di svolgere, attraverso programmi, svariate attività. Possiamo distinguere componenti materiali, il computer visto come macchina, e componenti logici, i programmi. Questo binomio viene identificato con i termini di hardware e software. L hardware è quindi costituito da tutti i componenti fisici di un elaboratore, come l unità centrale, ciò che risiede al suo interno e tutta la periferia (tastiera, mouse, monitor, stampante e così via). Il software è l insieme dei programmi che consentono all hardware di svolgere le attività cui è destinato, sia in termini di elaborazione di dati sia di controllo del corretto funzionamento di ciascun componente. COMPONENTI HARDWARE DI UN PERSONAL COMPUTER INPUT & OUTPUT Analizziamo altri due termini, appartenenti al "vocabolario informatico" e frequentemente utilizzati per descrivere il flusso delle informazioni da e verso il computer. 6 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

7 Lab 1 Informatica e computer Input è sinonimo d ingresso e quindi con l espressione dati in input si identificano le informazioni che vengono acquisite dall elaboratore per svolgere la propria attività. Tutti i componenti destinati all acquisizione di dati possono essere identificati con il termine di unità di input. La tastiera è la più comune unità di input. Output è sinonimo d uscita e quindi con l'espressione dati in output si definiscono le informazioni fornite dall elaboratore. Tutti i componenti destinati alla restituzione d informazioni possono essere identificati con il termine di unità di output. Il monitor, o video, è la più comune unità di output. PRESTAZIONI DI UN COMPUTER Le prestazioni di un computer sono determinate e influenzate da vari elementi e da diverse circostanze. Anche il termine stesso di prestazioni può essere usato con significati diversi, in funzione del particolare utilizzo cui il computer è destinato. Ad esempio, per un computer che svolge il ruolo di server di dati, la capacità di gestione di grandi quantità di informazioni e la rapidità con la quale i dati vengono reperiti e messi a disposizione assume sicuramente un valore prioritario rispetto alla pura velocità di elaborazione. Spesso di misurano le transazioni al secondo, cioè il numero dell insieme di tutte le operazioni che si riferiscono ad una specifica attività lavorativa, in un unità di tempo (un esempio tipico di transazione, in campo bancario, è la visualizzazione del saldo di un conto corrente, oppure una singola operazione di versamento o prelevamento). Come vediamo, il termine prestazioni di un computer è un concetto che può anche essere molto complesso e, pertanto, campo degli specialisti dell Information Technology. Comunque, alcuni concetti di base e gli elementi che influenzano sempre le prestazioni possono essere facilmente identificati. Un elemento fondamentale è la velocità dell unità centrale di elaborazione (analizzeremo in dettaglio nel capitolo successivo i vari elementi che compongono un computer) e, nel caso di computer con più di una unità centrale, ovviamente, il numero delle stesse. Un altro elemento che sempre influenza in modo sostanziale le prestazioni di un computer è la dimensione della memoria di lavoro (detta anche RAM, Random Access Memory). Più memoria RAM abbiamo a disposizione, più veloce sarà il nostro computer. Un computer esegue normalmente più di una applicazione nello stesso tempo; è quindi logico dedurre che più applicazioni saranno in esecuzione contemporaneamente, più le risorse del computer si dovranno dividere fra le varie applicazioni che, pertanto, risulteranno, meno veloci per l utilizzatore. Oggi un computer sempre connesso ad una rete (ad esempio Internet) e pertanto la velocità di tale connessione diventa un altro degli elementi determinanti la velocità che appare all utilizzatore. Può succedere ad esempio (molto più frequentemente di quanto si pensi), che un computer intrinsecamente velocissimo appaia lento nella navigazione in rete, semplicemente a causa di una connessione, alla stessa, a bassa velocità. In questo caso, per avere migliori prestazioni, a nulla servirà intervenire sugli elementi che compongono il computer; dovremo invece porre attenzione a quanto correlato con la velocità di connessione (tipo di collegamento, banda, modem, ecc..). Come abbiamo visto il tema delle prestazioni di un computer è tutt altro che semplice e spesso argomento da veri specialisti. Alcune concetti di base, che abbiamo identificato, sono sempre comunque validi e devono essere tenuti in grande considerazione da parte dell utilizzatore. Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 7

8 ECDL Concetti di base dell ICT UN PO' DI STORIA Dopo aver introdotto gli "elementi" principali della tecnologia della informazione, percorriamo, sinteticamente, le tappe fondamentali della nascita e dello sviluppo di questa scienza, iniziata più di 2000 anni fa in Asia con l'invenzione dell'abaco. XVII secolo Il filosofo-scienzato francese Blaise Pascal costruisce la prima macchina da calcolo numerico. Alla fine del secolo, il tedesco Gottfried Leibniz sviluppa l'aritmetica binaria, basata su due simboli soltanto, lo zero e l'uno, anziché sui dieci dell'aritmetica decimale XIX secolo Il matematico inglese Charles Babbage inventa la "macchina analitica", dove le informazioni in ingresso e in uscita sono rappresentate mediante fori su schede di carta (idea presa a prestito dal francese J. Jacquard che utilizzava dei cartoni perforati per automatizzare i telai). Con Babbage lavorò Ada Augusta Lovelace, il "primo programmatore" della storia. Il matematico inglese George Boole inventa l'algebra binaria (detta, infatti, anche booleana). Nel 1890 Herman Hollerith fornisce al governo degli Stati Uniti le macchine a schede perforate per effettuare il censimento della popolazione americana. LA MACCHINA DI BABBAGE 1930 Nel 1931, a Parigi, viene fondata la prima industria del settore elaborazioni dati in Europa. E' la Compagnie des Machines Bull, che utilizza i brevetti di un ingegnere norvegese, Frederick Bull. Nel 1936 Alan Turing dà una base teorica all'elaborazione automatica dei dati, introducendo il modello di macchina astratta universale, nota appunto con il nome del suo autore Nasce negli Stati Uniti il primo elaboratore elettronico: l'eniac (Elettronic Numeric Integrator And Calculator), costruito nel 1946 per calcolare automaticamente i dati di tiro dell'artiglieria dell'esercito degli Stati Uniti. La memoria interna del sistema conteneva fino a venti numeri di dieci cifre, quella esterna 312 numeri da dodici cifre; l'eniac pesava più di tredici tonnellate. 8 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

9 Lab 1 Informatica e computer La macchina di von Neumann viene ideata da von Neumann, Burks e Goldstine nel 1947 allo Institute for Advanced Studies di Princeton, USA. Lo scopo di tale macchina era quello di svolgere con grande velocità operazioni di calcolo. Nel 1948 l'ibm costruisce per la sua sede centrale il SSEC, con una memoria di cifre. In Inghilterra, l'università di Cambridge costruisce nel 1949 il suo primo calcolatore (ESDAC) e in Francia viene prodotto dalla BULL il Gamma 2, capostipite di un'intera famiglia di calcolatori. A cavallo degli anni 1949 e 1950 vengono inoltre definite le prime tecniche di programmazione. IL PRIMO ELABORATORE ELETTRONICO: L'ENIAC 1950 In Italia prende forma a Pisa (nel centro di Studi dell'università) il progetto CEP, con la collaborazione della Olivetti di Adriano Olivetti. Il progetto darà origine, nel 1957, alla costruzione del calcolatore ELEA In America J.S. Kilby (ingegnere della Texas Instruments) inventa, nel 1958, il circuito integrato. CIRCUITO INTEGRATO 1960 Nei grossi calcolatori di IBM e degli altri costruttori debuttano i circuiti integrati, fornendo capacità di calcolo sufficienti per realizzare le prime applicazioni in "tempo reale". Ad esempio, IBM e American Aerlines creano SABRE, un sistema di prenotazione in grado di collegare terminali in oltre 50 città, utilizzando le linee telefoniche. Allo Stanford Research Institute viene migliorato l'accoppiatore acustico, antesignano dei moderni modem. Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 9

10 ECDL Concetti di base dell ICT Nel 1964 nasce il linguaggio di programmazione BASIC Nel 1969 nasce, nei laboratori AT&T Bell, il sistema operativo UNIX, utilizzato con i minicomputer, adottato soprattutto dalle comunità di ingegneri, scienziati e accademici. Douglas Engelbart deposita i brevetti del "mouse" e presenta i suoi studi sull'interazione uomomacchina. I laboratori Xerox di Palo Alto svilupperanno il primo progetto di computer dove testo e grafica si fondono nell'interfaccia WYSIWYG (What You See Is What You Get), ovvero quello che vedi (sullo schermo) è quello che ottieni (con la stampa). Nel 1969 nasce ARPANET; concepita come mezzo di comunicazione per militari e ricercatori universitari; diverrà il fenomeno Internet più di 20 anni dopo Il 15 novembre 1971 INTEL presenta il 4004, il primo microprocessore programmabile (fra i suoi padri il fisico italiano Federico Faggin). Sono passati 25 anni dalla costruzione dell'eniac e questa scheggia di silicio ha una potenza di calcolo confrontabile. Il mondo entra nell'era digitale; dopo pochi mesi INTEL introduce il chip 8008, il primo di una serie caratterizzata da continui raddoppi delle prestazioni. Nel 1971 Alan Shugart, ricercatore IBM, inventa il floppy disk da 8 pollici. Cinque anni dopo Shugart inventa il Floppy disk da 5,25 pollici: diventerà uno standard nei personal computer. Continua l'espansione di ARPANET: ora raggiunge 15 nodi e più di 20 computer; viene creata la prima "chat" fra computer, migliorato un programma di posta elettronica e introdotto il per separare il nome del destinatario da quello del dominio-host. Nel 1972 Nolan Bushnell realizza PONG, il primo videogioco commerciale della storia (due racchette colpiscono una pallina che rimbalza sullo schermo). Bushnell fonda la Atari. La tecnologia Ethernet, che permette il dialogo tra i computer collegati a una rete locale, nasce nel 1973 grazie alla tesi di laurea di Robert Metcalfe, che nel 1979 fonderà 3COM. Nel gennaio 1975 viene venduto il kit ALTAIR 8800, microcomputer con chip Intel 8080 che costa 500 dollari. P.G. Allen e W.H. Gates creano una versione di Basic per Altair; viene così fondata la MICROSOFT, che inizia a vendere il Microsoft Basic. Si inizia a sperimentare il protocollo TcP e, nel 1974, compare, per la prima volta, il termine Internet. Nel 1976, in un garage della Silicon Valley, S. Wozniack e S. Jobs progettano APPLE I, il primo vero personal computer; ne verranno venduti 200 a poco meno di 700 dollari l'uno. MOTOROLA sperimenta nel 1977 un sistema di telefoni portatili e veicolari. Nel 1976 viene installato il CRAY 1, il primo supercomputer con una potenza di calcolo di 160 milioni di operazioni al secondo. Tra i minicomputer appare l'ibm System 38, capostipite di una fortunata dinastia di sistemi aziendali: ne verranno venduti oltre Il Personal Computer conquista sempre più estimatori e entra nelle case e negli uffici. Come processori si affermano lo Z80 e l'intel Viene sviluppato nel 1978 VisiCalc, il foglio elettronico per Apple II: ecco l'applicazione business che apre ai PC le porte degli uffici e vende copie nel primo anno. Arrivano, in ordine sparso, le altre applicazioni per PC: il database DBASE II, gli elaboratori di testi APPLEWRITER e WORDSTAR. 10 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

11 Lab 1 Informatica e computer IL VIDEOGIOCO PONG 1980 MICROSOFT riesce a far scegliere a IBM il proprio sistema operativo per PC Nel 1981 il mondo scopre il PC di IBM, venduto a dollari. Nel 1982 l'installato di PC raggiunge i 5,5 milioni di unità; cominciano a comparire sul mercato i PC compatibili IBM. Vengono fondate COMPAQ e SUN MICROSYSTEMS. Nasce il primo PC "made in Ivrea": l'olivetti M20. Intel rilascia l'80286, prima cpu a 16 bit con transistor; nasce NOVELL Netware, sistema operativo per reti locali. LOTUS vende il foglio elettronico Lotus 1-2-3; Microsoft lancia il "mouse" e il programma Word e prepara il terreno alla prima versione di Windows (1985). Nel 1984 APPLE introduce sul mercato il MACINTOSH ed entra nella storia dell'informatica grazie all'interfaccia Wysiwyg, con la metafora della scrivania e delle icone. Il Macintosh usa il floppy da 3,5 pollici, inventato da SONY nel BORLAND vende software di produttività individuale e strumenti di sviluppo di qualità a prezzi "popolari". DELL decide di vendere direttamente i PC via telefono, eliminando il canale dei concessionari: i prezzi Dell sono più bassi e la formula si rivela vincente. In Italia Olivetti vende con successo il pc M24. Nel 1985 i computer collegati a Arpanet sono più di e viene registrato il primo dominio commerciale (Symbolic.com). Viene lanciato un nuovo media: il Cd-Rom, che contiene, all'epoca, fino a 550 MB di dati. Nel 1986 Compaq introduce il primo pc con architettura a 32 bit, utilizzando la cpu di Intel. Nel 1987 Ibm lancia il sistema operativo Os/2; la contromossa di Microsoft è Windows 2.0. Il 2 novembre 1988 un Internet "worm" riesce a colpire il 10% dei computer che compongono la rete. Nel 1989 Motorola presenta il Microtac, il più piccolo e leggero telefonino dell'epoca In Italia si sta creando la rete mobile analogica ETACS, che verrà inaugurata in occasione dei mondiali di calcio Italia '90. Il 22 maggio 1990 Microsoft lancia Windows 3.0, interfaccia grafica che utilizza il sistema operativo Ms-Dos, mettendo a disposizione dell'utilizzatore un ambiente grafico che permette di eseguire contemporaneamente più applicazioni, come Word e Excel. Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati 11

12 ECDL Concetti di base dell ICT Il gruppo di ricerca di Tim Bernes-Lee del Cern di Ginevra sviluppa il linguaggio HTML, il protocollo http e il primo browser World Wide Web che supporta gli ipertesti e le news su Internet. Il 25 agosto 1991 nasce LINUX. Linus Tovalds, quel giorno, invia un messaggio sulla rete e annuncia l'intenzione di scrivere un sistema operativo gratuito per PC. Nel 1993 M. Anderson, del National Center for Supercomputing Applications, scrive Mosaic, il primo vero e proprio client per il web. Anderson fonderà NETSCAPE. HP rivoluziona il settore della stampa con la Deskjet 500C, la prima stampante ink jet a colori alla portata di tutte le tasche. Aumenta il traffico Internet e cresce il numero delle società che sviluppano soluzioni per la rete. Oltre a Netscape vengono fondate Amazon, Yahoo! e molte altre. Con Windows NT, Microsoft affronta anche il segmento dei server d'impresa. Nel campo della telefonia mobile viene introdotto il sistema GSM. Con 9 milioni di abbonati nel 1997, la telefonia mobile diventa, in Italia, un fenomeno di massa. Compaq acquisisce prima Tandem e poi Digital. Microsoft diventa la società a più alta capitalizzazione al mondo e il suo fondatore, Bill Gates, l'uomo più ricco. Dopo Windows 95 e 98, arriva Windows Inizia una causa antitrust contro la società di Bill Gates a causa dell'integrazione del browser Explorer in Windows98. Il fenomeno Internet si diffonde sempre più a macchia d'olio. Intel, con Pentium III, deve affrontare l'agguerrita concorrenza di AMD che conquista quote di mercato : NAPSTER, con MP3 è il fenomeno dell'anno Chiunque può procurarsi canzoni senza pagare il diritto d'autore. Seguiranno regolamentazioni sulla materia. Linux si afferma come alternativa sempre più credibile e conveniente ai server Microsoft e Unix. Microsoft lancia Office xp, Windows xp e rende nota la strategia.net. HP annuncia il progetto di fusione con Compaq. Internet continua a crescere: all'inizio del 2002 sono 13 milioni gli italiani che si collegano alla rete e negli Stati Uniti gli "internauti" sono quasi 120 milioni. Diventa sempre più pervasivo il concetto di open source ; sempre più numerose sono le applicazioni di cui viene reso pubblico e disponibile il codice sorgente. Dopo la crisi di inizio secolo del fenomeno delle.com, le aziende nate sulla spinta dell esplosione di Internet, si consolida, su basi più concrete e meno speculative, il business correlato con i servizi offerti in rete. 12 Copyright 2004 di Talento Tutti i diritti riservati

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

Informatica. PARSeC Research Group

Informatica. PARSeC Research Group Informatica Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta Formazione Europea e Mediterranea Jean Monnet PARSeC Research Group Introduzione: L informatica

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit)

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) La C.P.U. è il dispositivo che esegue materialmente gli ALGORITMI.

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

CAP 4. GLI ULTIMI 50 ANNI DELLA STORIA DELL INFORMATICA

CAP 4. GLI ULTIMI 50 ANNI DELLA STORIA DELL INFORMATICA CAP 4. GLI ULTIMI 50 ANNI DELLA STORIA DELL INFORMATICA 4.1. GLI ANNI CINQUANTA 4.2. VERSO L INNOVAZIONE TECNOLOGICA 4.3. - GLI ANNI SESSANTA 4.4.- L AVVENTO DEI COMPATIBILI 4.5.- GLI ANNI SETTANTA 4.6.-

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Così come le macchine meccaniche trasformano

Così come le macchine meccaniche trasformano DENTRO LA SCATOLA Rubrica a cura di Fabio A. Schreiber Il Consiglio Scientifico della rivista ha pensato di attuare un iniziativa culturalmente utile presentando in ogni numero di Mondo Digitale un argomento

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccatronica a.a. 2008/2009 Corso di CALCOLATORI ELETTRONICI Capitolo

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA 1. I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA L'uomo, per affrontare gli innumerevoli problemi postigli dallo sviluppo della civiltà, si è avvalso della scienza e della tecnica, i cui destini

Dettagli

Dispense di Informatica Anno Scolastico 2008/2009 Classe 3APS. Dal Problema all'algoritmo

Dispense di Informatica Anno Scolastico 2008/2009 Classe 3APS. Dal Problema all'algoritmo stituto Tecnico Statale Commerciale Dante Alighieri Cerignola (FG) Dispense di nformatica Anno Scolastico 2008/2009 Classe 3APS Dal Problema all'algoritmo Pr.: 001 Ver.:1.0 Autore: prof. Michele Salvemini

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Informazione Navigare in Internet in siti di social network oppure in siti web che consentono la condivisione di video è una delle forme più accattivanti

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Architetture CISC e RISC

Architetture CISC e RISC FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Architetture CISC e RISC 2000 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n.

Dettagli