BIOMEDICALE: INNOVAZIONE E SVILUPPO RISULTATI DELLO STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CREAZIONE DI UN CENTRO DI COMPETENZE PER IL BIOMEDICALE MIRANDOLESE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIOMEDICALE: INNOVAZIONE E SVILUPPO RISULTATI DELLO STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CREAZIONE DI UN CENTRO DI COMPETENZE PER IL BIOMEDICALE MIRANDOLESE"

Transcript

1 BIOMEDICALE: INNOVAZIONE E SVILUPPO RISULTATI DELLO STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CREAZIONE DI UN CENTRO DI COMPETENZE PER IL BIOMEDICALE MIRANDOLESE Mirandola, 5 dicembre 2011

2 Creazione di un centro di competenze del settore biomedicale nel distretto di Mirandola: ragioni e obiettivi Perché un Centro di Competenze L idea nasce da imprese del territorio per un progetto di sviluppo del territorio. Obiettivi Verificare con le imprese del territorio la fattibilità dell idea e definirne il modello per supportare le aziende del settore biomedicale nel loro sviluppo tecnologico Soggetti finanziatori Fondazione di Mirandola Unione Area Nord Curato da DemoCenter-Sipe

3 Studio di fattibilità Nota metodologica Analisi del territorio Indagine sul campo questionari, focus group, interviste - Indagine delle traiettorie tecnologiche e scientifiche future Analisi delle migliori esperienze nazionali e internazionali Analisi dei fabbisogni e delle aspettative delle imprese Analisi delle competenze tecnico scientifiche disponibili in ambito regionale Analisi dei punti di forza e delle criticità del sistema industriale Definizione della proposta Validazione della stessa mediante incontri con opinion leader

4 Studio di fattibilità Analisi del territorio Analisi del territorio ANNO 2009 Imprese biomedicali in Provincia di Modena Imprese Biomedicali di Mirandola Numero imprese 147 Numero imprese 93 (8,9% nell Area Nord) N. Addetti (38% nell Area Nord) Fatturato milioni di euro (36% Area Nord) Andamento economico settore biomedicale mirandolese ^ trim ^ trim ^ trim produzione 7,4 3,2 2,3 3,3 2,9 fatturato 3,9 6 1,2 1,8 1,6 occupazione -0,2 0,1 0,6 2,4 4,3

5 Studio di fattibilità Analisi del territorio Analisi del territorio K-Finance ha svolto una ricerca per conto di Confindustria Modena. Nelle conclusioni propone di concentrare le azioni su 4 aree : Capitali Management Tecnologie Sistema Locale In particolare per l area tecnologia lo studio caldeggia «la creazione di laboratori di ricerca condivisi e occasioni di contaminazione tecnologica attraverso community».

6 Studio di fattibilità Indagine sul campo Indagine sul campo - Metodologia Elaborazione Questionario con il contributo di imprese e associazioni Individuazione di un Campione di 162 imprese Raccolta e Analisi dei risultati: 38 le imprese che hanno aderito Realizzazione di Focus Group che hanno coinvolto complessivamente 42 opinion leaders tra imprenditori, docenti universitari, medici, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria

7 Somministrazione di questionari Studio di fattibilità Indagine sul campo Le imprese che hanno risposto al questionario sono 38, pari al 33,9% delle imprese a cui è stato inviato. Distribuzione delle imprese per comuni di residenza. Dimensione delle imprese intervistate

8 Studio di fattibilità Indagine sul campo Attività in conto proprio e in conto terzi Ripartizione della produzione in conto proprio di dispositivi medici dispositivi da somministrazione, prelievo e raccolta dispositivi per emotrasfusione ed ematologia dispositivi per apparato cardiocircolatorio dispositivi per dialisi strumentario chirurgico pluriuso o riusabile dispositivi per medicazioni generali e specialistiche dispositivi protesici impiantabili e prodotti per osteosintesi dispositivi per odontoiatria, oftalmologia e otorinolaringoiatria dispositivi per apparato respiratorio e anestesia dispositivi di protezione e ausili per incontinenza (d. lgs. 46/97) dispositivi per apparato urogenitale apparecchiature sanitarie e relativi componenti accessori e materiali

9 Ripartizione delle attività realizzate per conto di terzi Studio di fattibilità Indagine sul campo

10 Studio di fattibilità Indagine sul campo Rapporti di fornitura e relazioni con il distretto 27,3% 14,3% 43,3% Provincia MO resto Regione ER resto IT estero 15,1%

11 Innovazione e R&S Studio di fattibilità Indagine sul campo 24 imprese su 38 (63,2%) dichiarano di aver sviluppato nuovi prodotti o implementato nuovi processi produttivi, oppure di aver introdotto in maniera significativa elementi innovativi in prodotti e processi. Oggetto dell'innovazione

12 Modelli di innovazione adottati Studio di fattibilità Indagine sul campo

13 Studio di fattibilità Indagine sul campo Distribuzione geografica dei collaboratori delle imprese per attività di R&S

14 Classificazione dei progetti di R&S Studio di fattibilità Indagine sul campo

15 Studio di fattibilità Indagine sul campo Frequenza d impiego dei Centri Clinici in cui sono effettuate le sperimentazioni cliniche rispetto alla loro localizzazione geografica

16 Problematiche legate alle sperimentazioni cliniche Studio di fattibilità Indagine sul campo

17 Studio di fattibilità Indagine sul campo Conclusioni della somministrazione dei questionari Le relazioni nell area territoriale (soprattutto nell ambito della fornitura) sono molto forti Oltre il 60% degli intervistati realizza progetti di R&S Molte delle imprese intervistate hanno una struttura di R&S La brevettazione è abbastanza diffusa Il trattamento del sangue è l area su cui si concentrano i maggiori sforzi di R&S Le biotecnologie sono in rapida ascesa nel mondo (es. +26% in Lombardia ) a Mirandola solo +5% I principali ostacoli all innovazione sono di matrice economico-finanziaria È difficile attivare rapporti con le strutture di ricerca, anche se la collaborazione con UNIMORE è ben consolidata e diffusa Le strutture sanitarie sono attive nella sperimentazione clinica. Su 38 aziende 11 fanno sperimentazione clinica. ( 16,5% su Modena Policlinico, 23% in Emilia Romagna, 39% in Italia) Nella sperimentazione clinica l onerosità delle prestazioni e il rapporto con il Comitato Etico sono i principali problemi

18 Studio di fattibilità Indagine sul campo Focus Group - cosa chiedono le aziende? Struttura tecnica presente in loco per portare valore alle imprese Struttura connessa con competenze scientifiche sanitarie, tecniche e finanziarie (in ambito provinciale regionale nazionale e internazionale) organizzata in logica di rete Sostegno pubblico all iniziativa precisando che le risorse vanno finalizzate non a creare nuove strutture e neppure a finanziare infrastrutture murarie Non sostenere i costi fissi che dovranno trovare copertura tramite risorse pubbliche e partecipazione a Bandi di Finanza Agevolata Disponibilità a compartecipare i costi dei servizi erogati

19 Centro di Competenze Indagine sul campo Focus Group: temi di carattere istituzionale emersi VALORE DEL DISTRETTO VALORE DEL MARCHIO DEL TERRITORIO

20 Proposta

21 CENTRO DI COMPETENZE COS É: Centro di Competenze - Proposta Sistema coordinato di una rete di competenze e facilities integrate e multidisciplinari maggiormente necessarie allo sviluppo del «distretto» biomedicale locale e al respiro internazionale con sede a Mirandola ed inserita in internazionali network di centri eccellenti di interesse nazionali ed Struttura a rete Nodo di Modena Università AUSL Policlinico Nodi dei Centri e Dipartimenti della Rete Alta Tecnologia dell Emilia Romagna Nodo della Sanità Regionale

22 CENTRO DI COMPETENZE : COSA PREVEDE Laboratorio integrato di ricerca multidisciplinare avanzata focalizzato su alcune aree tematiche: Incubatore di idee e imprese Hi-tech Aggregazione di competenze eccellenti e laboratori di imprese locali Terminali di R&S: Tecnopolo Modenese Rete Alta Tecnologia Regione Emilia Romagna Università di Modena e Reggio Emilia Sistema Bibliotecario di Ateneo Sanità Regionale Sanità Provinciale: Azienda AUSL Azienda Ospedaliero-Universitaria Network di R&S eccellenti nazionali e internazionali Attività di Technology Transfer Sensoristica Elettronica Materiali e rivestimenti Telecomunicazioni Engineering design Bio ICT Health

23 CENTRO DI COMPETENZE: IL MODELLO A RETE Sanità CENTRO DI COMPETENZE Competenze mediche, competenze cliniche Competenze di ricerca, strumentazioni e laboratori Università Centri di Ricerca Istituzioni Competenze legali e normative Competenze di ricerca industriale, competenze di mercato, strumentazioni e laboratori Imprese Accesso a fonti di finanziamento e costruzione di partnership con finanziatori di rischio, incubazione e tech transfer

24 CENTRO DI COMPETENZE: MODELLO OPERATIVO Competenze trasversali SERVIZI TRASVERSALI e ATTIVITA TRASVERSALI SERVIZI SPECIALISTICI e LABORATORI Competenze Specialistiche TUTTE LE IMPRESE Progetto 1 Progetto 2 Progetto 3 Progetto N Impresa 1 oppure Partenariato 1 Impresa 2 oppure Partenariato 2 Impresa 3 oppure Partenariato 3 Impresa N oppure Partenariato N

25 CENTRO DI COMPETENZE: IL VALORE PER LE IMPRESE 1. Disponibilità continua di Giovani Laureati, Dottorandi, Ricercatori, di interesse per le imprese del territorio 2. Più facile interazione e collaborazione tra Università, Sanità e Imprese del territorio 3. Creazione di Laboratori di ricerca Condivisi e occasioni di contaminazione tecnologica fra imprese 4. Incentivo allo sviluppo di Idee innovative, Start up e Spin off 5. Realizzazione di un incubatore per Start up e Spin off per il biotech 6.Creazione di una porta d accesso ai migliori Network 7. Porta d accesso al Centro di Sperimentazione Clinica

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute QUESTIONARIO INFORMATIVO Dati relativi alla ditta Data di compilazione Nome / Ragione sociale P. IVA / CF Indirizzo della sede legale C.A.P. Comune Provincia Prefisso Telefonico

Dettagli

Ricerca Università Bocconi per Assolombarda 2004. Fattori di sostegno e ostacolanti l innovazione nelle imprese lombarde

Ricerca Università Bocconi per Assolombarda 2004. Fattori di sostegno e ostacolanti l innovazione nelle imprese lombarde Ricerca Università Bocconi per Assolombarda 2004 Fattori di sostegno e ostacolanti l innovazione nelle imprese lombarde Il problema e gli obiettivi Siamo entrati nella Economia dell Innovazione Progressiva

Dettagli

Toscana Life Sciences Foundation Via Fiorentina, Siena ITALY

Toscana Life Sciences Foundation Via Fiorentina, Siena ITALY Toscana Life Sciences Foundation Via Fiorentina, 1-53100 Siena ITALY www.toscanalifesciences.org FONDAZIONE Toscana Life Sciences: - un iniziativa regionale pubblico-privato (no profit) per lo sviluppo

Dettagli

Obiettivo della ricerca e oggetto di analisi

Obiettivo della ricerca e oggetto di analisi Analisi dei comportamenti imprenditoriali ed organizzativi delle imprese del comparto del materiale rotabile nella realtà produttiva pistoiese e definizione di di politiche di di intervento a sostegno

Dettagli

L università a misura d impresa POLITECNICO INNOVAZIONE

L università a misura d impresa POLITECNICO INNOVAZIONE L università a misura d impresa POLITECNICO INNOVAZIONE Chi siamo POLITECNICO INNOVAZIONE è un consorzio della Fondazione Politecnico di Milano partecipato da: Associazioni imprenditoriali Enti pubblici

Dettagli

La ricerca? Che impresa!

La ricerca? Che impresa! fondo sociale europeo FsE fondi strutturali fondo sociale europeo FsE La ricerca? Che impresa! Percorsi integrati per la nascita di imprese spin-off della ricerca pubblica, dalla verifica delle potenzialità

Dettagli

Innovazione e cluster tecnologici

Innovazione e cluster tecnologici Jesi, piano strategico per lo sviluppo locale Tavolo 2 La dimensione creativa dell economia di Jesi Innovazione e cluster tecnologici Donato Iacobucci Università Politecnica delle Marche Indice della presentazione

Dettagli

SEZIONE A CREAZIONE di START UP INNOVATIVE

SEZIONE A CREAZIONE di START UP INNOVATIVE POR FESR 2014 2020 DEL VENETO OBIETTIVO INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA E DELL OCCUPAZIONE Bando per l erogazione di contributi alle start-up innovative Finalità Con il presente bando, la Regione

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Ufficio Ricerca Nazionale e Internazionale Progetti di Ricerca Industriale UNIVERSITA Promotrice dell iniziativa FONDAZIONI BANCARIE Finanziatori ASSOCIAZIONI

Dettagli

startuplab@unina2.it www.economia.unina2.it/startuplab 1 AGENDA 1. Introduzione 3 2. Mission 4 3. I settori target 5 4. I servizi offerti 6 5. Il bacino di utenza 8 6. I promotori 9 7. L organizzazione

Dettagli

PROGETTO ASSOBIOMEDICALI. L eccellenza biomedicale in Italia

PROGETTO ASSOBIOMEDICALI. L eccellenza biomedicale in Italia PROGETTO ASSOBIOMEDICALI L eccellenza biomedicale in Italia PREMESSA Le aziende di dispositivi medici rappresentano un tessuto produttivo che in Italia conta 3.025 imprese con un fatturato medio di 6 milioni

Dettagli

Il Progetto PMI di Torino Wireless

Il Progetto PMI di Torino Wireless Il Progetto PMI di Torino Wireless Alessia Costa IL DISTRETTO ICT PIEMONTESE: capacità di innovazione, dinamiche di sviluppo e ruolo della Fondazione Torino Wireless Torino, 4 maggio 2005 AGENDA ACCELERAZIONE

Dettagli

«METTERSI INSIEME E UN INZIO, RIMANERE INSIEME E UN PROGRESSO, LAVORARE INSIEME E UN SUCCESSO» (Henry Ford) Ilaria Franchini Delega Economia e Lavoro

«METTERSI INSIEME E UN INZIO, RIMANERE INSIEME E UN PROGRESSO, LAVORARE INSIEME E UN SUCCESSO» (Henry Ford) Ilaria Franchini Delega Economia e Lavoro «METTERSI INSIEME E UN INZIO, RIMANERE INSIEME E UN PROGRESSO, LAVORARE INSIEME E UN SUCCESSO» (Henry Ford) Ilaria Franchini Delega Economia e Lavoro ASSEMBLEA CITTADINA 18 novembre 2015 Pochi dati da

Dettagli

PRIMO PIANO La chiusura del percorso di Strategia Intelligente regionale (Documento di RIS3 Veneto). Intervento dell Assessore Roberto Marcato.

PRIMO PIANO La chiusura del percorso di Strategia Intelligente regionale (Documento di RIS3 Veneto). Intervento dell Assessore Roberto Marcato. numero due marzo 2017 PRIMO PIANO La chiusura del percorso di Strategia Intelligente regionale (Documento di RIS3 Veneto). Intervento dell Assessore Roberto Marcato. SMART SPECIALISATION STRATEGY La Regione

Dettagli

La ricerca? Che impresa!

La ricerca? Che impresa! fondo sociale europeo FSE La ricerca? Che impresa! Percorsi integrati per la nascita di imprese spin-off della ricerca pubblica, dalla verifica delle potenzialità imprenditoriali fino alle prime fasi di

Dettagli

PO FESR OT1 RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE

PO FESR OT1 RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE PO FESR 2014-2020 OT1 RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE Università degli Studi di Catania e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Dipartimento di Fisica Nucleare e la Sezione di Catania dell

Dettagli

I COSTI ALLA LUCE DELLA SPENDING REVIEW: IL PROVVEDITORE. Ing. Andrea Baraldo

I COSTI ALLA LUCE DELLA SPENDING REVIEW: IL PROVVEDITORE. Ing. Andrea Baraldo I COSTI ALLA LUCE DELLA SPENDING REVIEW: IL PROVVEDITORE Ing. Andrea Baraldo GLI OBIETTIVI REGIONALI: I TETTI DI SPESA Ogni anno vengono definiti nuovi «tetti» per alcune voci di spesa in particolare per

Dettagli

ILO integrato dell Area dello Stretto

ILO integrato dell Area dello Stretto Ufficio Stampa Comunicato stampa ILO integrato dell Area dello Stretto il ponte tra ricerca e mercato nasce qui La sperimentazione ed attuazione di politiche per il trasferimento tecnologico è entrata

Dettagli

STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio

STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio STARTUP METRO TORINO *Campo obbligatorio Indicazioni per la compilazione Vi chiediamo cortesemente di compilare il seguente questionario, tenendo conto che: > l oggetto di indagine è l ecosistema locale

Dettagli

MISURA 7: PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DOMANDE

MISURA 7: PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DOMANDE MODIFICA: Il Bando viene modificato esclusivamente per la parte afferente la procedura di presentazione delle domande a valere sulla Misura 7 rivolta alle neo startup innovative. MISURE ATTIVE: Il bando

Dettagli

Reti per la promozione dell innovazione. Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006

Reti per la promozione dell innovazione. Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006 Rete Italiana per la Diffusione dell Innovazione e il Trasferimento Tecnologico alle imprese Reti per la promozione dell innovazione Forum P.A. - Roma Scienza 12 maggio 2006 Mauro Mallone Dipartimento

Dettagli

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T L Incubatore 2i3T Fondatori SOCIETÀ PER LA GESTIONE DELL INCUBATORE

Dettagli

Assemblea Ordinaria. 29 Novembre Sala Convegni Collegio San Lorenzo da Brindisi Roma

Assemblea Ordinaria. 29 Novembre Sala Convegni Collegio San Lorenzo da Brindisi Roma Assemblea Ordinaria 29 Novembre 2016 Sala Convegni Collegio San Lorenzo da Brindisi Roma ATTIVITA E INIZIATIVE DALLE CALL FOR PROPOSAL AL BANDO LIFE 2020 Dotazione complessiva: Euro 18.484.000 di cui:

Dettagli

APPARECCHIATURE BIOMEDICALI E MATERIALI PLASTICI

APPARECCHIATURE BIOMEDICALI E MATERIALI PLASTICI Nuova Didactica e Democenter Sipe presentano PERIODO DI SVOLGIMENTO: Novembre 2010 - Aprile 2011 SHORTMASTER DI ALTA SPECIALIZZAZIONE - 4 edizione 116 ore - 6 moduli APPARECCHIATURE BIOMEDICALI E MATERIALI

Dettagli

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo La crisi ha rallentato gli investimenti in R&S, creando un ostacolo alla ripresa Tra il 2009 e il 2013 crescita prossima a zero,

Dettagli

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2014-2020 ACCORDO DI PARTENARIATO 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 - Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione Obiettivo Tematico 10 - Istruzione e Formazione Obiettivo

Dettagli

L'esperienza del Progetto Laboratorio FIASO Sviluppo e tutela del benessere e della salute organizzativa nelle Aziende Sanitarie.

L'esperienza del Progetto Laboratorio FIASO Sviluppo e tutela del benessere e della salute organizzativa nelle Aziende Sanitarie. Economia relazionale e sviluppo del potenziale umano. Quale futuro per gli operatori delle moderne Aziende Sanitarie in epoca di crisi? L'esperienza del Progetto Laboratorio FIASO Sviluppo e tutela del

Dettagli

Reputazione, posizionamento, relazione con gli stakeholder

Reputazione, posizionamento, relazione con gli stakeholder Reputazione, posizionamento, relazione con gli stakeholder Il caso di Friuli Innovazione, Centro di Ricerca e di Trasferimento Tecnologico Ricerca condotta in collaborazione con l Università degli Studi

Dettagli

italian investment showcase

italian investment showcase italian italian investment showcase showcase Milano // 11-12 Aprile [Scheda progetto riservata] 01 // CONTESTO L Italia presenta un sistema integrato di innovazione tecnologica di alto livello ancora poco

Dettagli

ANCeSCAO LOMBARDIA IL LIVING LAB PER LE TECNOLOGIE E PER L INNOVAZIONE SOCIALE A SUPPORTO DEGLI ANZIANI

ANCeSCAO LOMBARDIA IL LIVING LAB PER LE TECNOLOGIE E PER L INNOVAZIONE SOCIALE A SUPPORTO DEGLI ANZIANI ANCeSCAO LOMBARDIA IL LIVING LAB PER LE TECNOLOGIE E PER L INNOVAZIONE SOCIALE A SUPPORTO DEGLI ANZIANI 1 IL LIVING LAB Un approccio per promuovere un innovazione guidata dagli utilizzatori e centrata

Dettagli

Bologna, Start up e innovazione

Bologna, Start up e innovazione Bologna, 13.11.2013 Start up e innovazione NASCERE PER CRESCERE: LEZIONI DALL ESPERIENZA DELL EMILIA-ROMAGNA Sara Monesi Start Up Department Manager 2 OBIETTIVI DELL INTERVENTO Presentare il percorso di

Dettagli

INSIEME PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE NEL MEZZOGIORNO

INSIEME PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE NEL MEZZOGIORNO INSIEME PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE NEL MEZZOGIORNO CONFINDUSTRIA E INTESA SANPAOLO Unire i propri sforzi per promuovere la ricerca e l innovazione nel Mezzogiorno: con questo obiettivo

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5

ALLEGATOB alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5 POR, parte FESR, 2014-2020 ASSE 1 RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE OBIETTIVO SPECIFICO AUMENTO DELL INCIDENZA

Dettagli

L Università degli Studi di Perugia e gli spinoff universitari

L Università degli Studi di Perugia e gli spinoff universitari L Università degli Studi di Perugia e gli spinoff universitari Perugia, 2 Febbraio 2016 Prof. L. Nadotti 2 LA RICERCA E LA CREAZIONE D IMPRESA Azienda startup = impresa che affronta le fasi di nascita

Dettagli

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA IN VENETO

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA IN VENETO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA IN VENETO 13 ottobre 2016 Dott.ssa Lara Lupinc Area Capitale Umano e Cultura Dal 2006 ITS Progetto CSR Veneto Protocollo d Intesa tra Regione del Veneto e Unioncamere del

Dettagli

SCIENZA E TECNOLOGIA APPLICATA

SCIENZA E TECNOLOGIA APPLICATA SCIENZA E TECNOLOGIA APPLICATA Se l innovazione è una condizione essenziale di crescita industriale, nel settore delle tecnologie avanzate è fondamentale operare costantemente nello sviluppo dei prodotti

Dettagli

Bando a favore di start up innovative e spin-off della ricerca

Bando a favore di start up innovative e spin-off della ricerca I progetti devono prevedere lo sviluppo di attività imprenditoriali negli ambiti Bando a favore di start up innovative e spin-off della ricerca SEZIONE A: Soggetti beneficiari Possono presentare domanda

Dettagli

Il dottorato executive in Università Cattolica. Una best practice.

Il dottorato executive in Università Cattolica. Una best practice. CONVEGNO DI ASSOLOMBARDA Il dottorato executive in Università Cattolica. Una best practice. Prof. Giovanni Marseguerra - Delegato del Rettore per il Coordinamento dell'offerta Formativa e Presidente del

Dettagli

La Provincia di Ferrara: Un breve profilo

La Provincia di Ferrara: Un breve profilo La Provincia di Ferrara: Un breve profilo SIPRO: un breve profilo Mission SIPRO Agenzia per lo Sviluppo- Ferrara è l agenzia che promuove lo sviluppo della provincia di Ferrara. SIPRO ha come obiettivi

Dettagli

La rinascita hi-tech della manifattura I progetti del PSM di Bologna. Giovanna Trombetti, Provincia di Bologna

La rinascita hi-tech della manifattura I progetti del PSM di Bologna. Giovanna Trombetti, Provincia di Bologna La rinascita hi-tech della manifattura I progetti del PSM di Bologna Giovanna Trombetti, Provincia di Bologna [2013] FASE PARTECIPATIVA/ OPERATIVA [2012] FASE PARTECIPATIVA [2011] FASE DI AVVIO Il processo

Dettagli

AVVISO DALLA RICERCA ALL IMPRESA

AVVISO DALLA RICERCA ALL IMPRESA P.O.N. RICERCA SCIENTIFICA, SVILUPPO TECNOLOGICO ED ALTA FORMAZIONE 2000-2006 - Regioni dell Obiettivo 1 azione c) Liaison Office misura II.1 Rafforzamento del sistema scientifico meridionale e misura

Dettagli

Realizzazione di un Centro Nazionale per la Ricerca Industriale sul BIOMETANO. Giuseppe Veneri

Realizzazione di un Centro Nazionale per la Ricerca Industriale sul BIOMETANO. Giuseppe Veneri Il DISTRETTO DEL METANO E DELL EFFICIENZA ENERGETICA Realizzazione di un Centro Nazionale per la Ricerca Industriale sul BIOMETANO ( Metano e green economy) Giuseppe Veneri Le origini del progetto Le potenzialità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA UNITELMA SAPIENZA. Regolamento della SCUOLA NAZIONALE DI AMMINISTRAZIONE DIGITALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA UNITELMA SAPIENZA. Regolamento della SCUOLA NAZIONALE DI AMMINISTRAZIONE DIGITALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA UNITELMA SAPIENZA Regolamento della SCUOLA NAZIONALE DI AMMINISTRAZIONE DIGITALE Art. 1 Istituzione La Scuola Nazionale di Amministrazione Digitale (SNAD) dell Università

Dettagli

livinglabs.regione.puglia.it

livinglabs.regione.puglia.it livinglabs.regione.puglia.it La, Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione, Servizio ricerca industriale e innovazione presenta Apulian ICT Living Labs I living labs Living Labs èun nuovo

Dettagli

I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura

I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura I fabbisogni degli imprenditori giovani e donne in agricoltura Barbara Zanetti Roma, 22 maggio 2013 Motivazione Analisi dei fabbisogni imprenditoriali per definire interventi e mettere a punto strumenti

Dettagli

VERSO UNASTRATEGIA DI

VERSO UNASTRATEGIA DI VERSO UNASTRATEGIA DI PECIALIZZAZIONEINTELLIGENTE PER LACALABRIA CLAUDIA MICHELA PAESE Dipartimento Cultura, Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione tecnologica, Alta formazione Regione Calabria Claudiamichela.paese@regcal.it

Dettagli

Presentazione della ricerca

Presentazione della ricerca Presentazione della ricerca 1 Prof. Mario Sorrentino Delegato del Rettore al Trasferimento Tecnologico, Brevetti e Spin-off Seconda Università di Napoli mario.sorrentino@unina2.it Agenda 1. Spin-off da

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO

INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO t 2 i trasferimento tecnologico e innovazione s.c. a r.l. è la società consortile per l innovazione, promossa dalle Camere di Commercio di Treviso Belluno,

Dettagli

Startup innovative e imprese high-tech in Toscana

Startup innovative e imprese high-tech in Toscana Startup innovative e imprese high-tech in Toscana Cristina Cristina Marullo Marullo Ufficio Studi Unioncamere Ufficio Studi Toscana Firenze, 2 ottobre 2013 Unioncamere Incubatore Toscana di Firenze QUI

Dettagli

Agenzia investimenti FVG per le imprese - Rodolfo Martina-

Agenzia investimenti FVG per le imprese - Rodolfo Martina- Direzione centrale attività produttive, turismo e cooperazione Competitività e occupazione: leve di sviluppo in FVG Strumenti regionali a sostegno delle imprese Agenzia investimenti FVG per le imprese

Dettagli

Hotel Maggior Consiglio

Hotel Maggior Consiglio Hotel Maggior Consiglio Treviso, 12 settembre 2017 Federico Caner Assessore al Turismo e Programmazione Fondi UE POR FESR 2014-2020 DOTAZIONE FINANZIARIA RISORSE FINANZIARIE Asse 1 Ricerca sviluppo e innovazione

Dettagli

Il governo dell innovazione delle tecnologie sanitarie nella prospettiva dell azienda ospedaliera: il caso dei dispositivi medici

Il governo dell innovazione delle tecnologie sanitarie nella prospettiva dell azienda ospedaliera: il caso dei dispositivi medici Il governo dell innovazione delle tecnologie sanitarie nella prospettiva dell azienda ospedaliera: il caso dei dispositivi medici Francesca Venturini Direttore UOC Farmacia Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale

Dettagli

Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio Creazione e Start-up di NUOVE IMPRESE

Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio Creazione e Start-up di NUOVE IMPRESE Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio 2016 Le attività delle Camere di commercio per la nuova imprenditorialità Le Camere di commercio hanno sviluppato

Dettagli

Impresa spin-off da ricerca

Impresa spin-off da ricerca Università Politecnica delle Marche Servizio Innovazione e Trasferimento Tecnologico Gli spin-off da ricerca in Italia e nelle Marche: crescita e fattore organizzativo-imprenditoriale di D.Iacobucci, A.

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. 12 dicembre 2016

CONFERENZA STAMPA. 12 dicembre 2016 CONFERENZA STAMPA 12 dicembre 2016 1 PRESIDENTE MICHELE IORI 2016 UN ANNO DI ATTIVITA 2 12 MESI I PRINCIPALI ACCADIMENTI inizio operatività nuovo Direttore Generale riorganizzazione personale e introduzione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DE PALMA ROSSANA Indirizzo VIA BELLOMBRA 16-40136 BOLOGNA Telefono 051 5277184

Dettagli

!!" Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia

!! Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia 1 2 % % & ' ) % * + *, * - ). / ) * ) * * + ) 0 + 1 2 / ) * ) * * 3 % &' ) / ), ) ) / % % &% && ) 34566' ' /, % &), ) 7 8 0 * ) 2 7 8 * %, ) 4 % &* Per applicare con efficacia la Tecnica Delphi fondamentali

Dettagli

POR MARCHE FESR

POR MARCHE FESR REGIONE MARCHE ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Industria Artigianato Energia P.F. Innovazione e ricerca POR MARCHE FESR 2007-2013 2013 SUPPORTO AL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ATTRAVERSO LA PROMOZIONE

Dettagli

Regione Lombardia Analisi di contesto. Roma, 3 luglio A cura di DG APRI

Regione Lombardia Analisi di contesto. Roma, 3 luglio A cura di DG APRI Regione Lombardia Analisi di contesto Roma, 3 luglio 2013 A cura di DG APRI Regione Lombardia: un territorio diversificato Il Sistema Produttivo 10 milioni di abitanti PIL 20,6% del PIL Italiano più di

Dettagli

17 Marzo Fiera Energy Planet, Vicenza. Atti del convegno: SB100 Architettura Naturale Costruire Sostenibile FOTO CONVEGNO

17 Marzo Fiera Energy Planet, Vicenza. Atti del convegno: SB100 Architettura Naturale Costruire Sostenibile FOTO CONVEGNO FOTO CONVEGNO 98 99 100 17 Marzo 2007- Fiera Energy Planet, Vicenza. LO SPORTELLO TECNOLOGICO Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto (CPV) Sportello Tecnologico Area Innovazione R&S L Area

Dettagli

Piattaforma tecnologica per NUTRIVENT. lo sviluppo di sonde innovative in ambito OPTIVENT. biomedicale. Copyright Sidam Group

Piattaforma tecnologica per NUTRIVENT. lo sviluppo di sonde innovative in ambito OPTIVENT. biomedicale. Copyright Sidam Group Piattaforma tecnologica per NUTRIVENT lo sviluppo di sonde innovative in ambito OPTIVENT biomedicale. Il settore dei dispositivi biomedici in Lombardia Il settore dei dispositivi medici è un settore ad

Dettagli

Ezio Previtali Sezione Milano Bicocca CNTT

Ezio Previtali Sezione Milano Bicocca CNTT Ezio Previtali Sezione Milano Bicocca CNTT Obiettivo del TT nell INFN Valorizzare la capacità innovativa dall INFN: - Tutela della proprietà intellettuale - Deposito di brevetti scaturiti dall attività

Dettagli

VERSO UNASTRATEGIA DI

VERSO UNASTRATEGIA DI VERSO UNASTRATEGIA DI PECIALIZZAZIONEINTELLIGENTE PER LACALABRIA TOMMASO CALABRO Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria Regione Calabria t.calabro@regcal.it 1. Analisi di contesto 2. Vision

Dettagli

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR 2014-2020 Ferrara, 26 febbraio 2015 Giorgio Moretti Regione Emilia-Romagna Servizio Politiche di Sviluppo Economico, Ricerca Industriale e Innovazione

Dettagli

ALLEGATOC alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5

ALLEGATOC alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATOC alla Dgr n. 827 del 31 maggio 2016 pag. 1/5 POR, parte FESR, 2014-2020 ASSE 1 RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE OBIETTIVO SPECIFICO AUMENTO DELL INCIDENZA

Dettagli

RETI natura storia - obiettivi

RETI natura storia - obiettivi L Innovazione in Campania Risultati e sviluppi futuri degli Accordi di Programma Quadro per l e-government e la Società dell Informazione ] 22 maggio 2009 RETI natura storia - obiettivi Raffaele D Angiò

Dettagli

Lo Sportello Appalti Imprese: la visione strategica. Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche

Lo Sportello Appalti Imprese: la visione strategica. Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Lo Appalti Imprese: la visione strategica Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche CHI SIAMO Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa impresa Sardegna Ricerche è l ente regionale per la promozione

Dettagli

P O L I F O R M A T I V I PER L IFTS

P O L I F O R M A T I V I PER L IFTS 1 P O L I F O R M A T I V I PER L IFTS l impostazione le metodologie il progetto esecutivo Seminario tecnico Torino, 4 marzo 2008 Centro Congressi Torino Incontra Il sistema regionale IFTS: esperienze

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO

INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO INNOVAZIONE, RICERCA & OPPORTUNITà DI FINANZIAMENTO t 2 i trasferimento tecnologico e innovazione s.c. a r.l. è la società consortile per l innovazione, promossa dalle Camere di Commercio di Treviso Belluno,

Dettagli

smartcalabria.regione.calabria.it

smartcalabria.regione.calabria.it S3 CHE COS É LA S3 Agenda di trasformazione economica integrata e place-based Focalizzata su alcune priorità per uno sviluppo basato sulla conoscenza Costruita su punti di forza e alto potenziale per l'eccellenza,

Dettagli

La funzione di Ricerca & Sviluppo

La funzione di Ricerca & Sviluppo La funzione di Ricerca & Sviluppo 1 Il ruolo della R&S nei processi innovativi I laboratori di ricerca e sviluppo (R&S), rappresentano risorse e unità organizzative specificamente dedicate all innovazione

Dettagli

Presentazione e obiettivi del Corso

Presentazione e obiettivi del Corso Presentazione e obiettivi del Corso Il processo logistico farmaceutico: caratteristiche, evoluzione, vincoli, obiettivi Marcello Pani Logistica ed Innovazione Coordinatore: Marcello Pani Componenti: Fausto

Dettagli

Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi

Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi Intervento Regione Marche per lo sviluppo delle aree di crisi FONTI NORMATIVE D.G.R. 1143 del 21/12/2015 SCHEDA M.A.P.O. 7.1 D.G.R. 1166 del 21/12/2015 AREE DI CRISI PESARO REG. UE 651/2014 DISCIPLINA

Dettagli

L Industria 4.0 in Emilia-Romagna. Marco Padovani Fondazione Democenter

L Industria 4.0 in Emilia-Romagna. Marco Padovani Fondazione Democenter L Industria 4.0 in Emilia-Romagna Marco Padovani Fondazione Democenter Fondazione Democenter Cosa facciamo e dove Favorire i processi di innovazione all'interno delle imprese attraverso progetti di R&S

Dettagli

Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita

Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita Il contesto economico nazionale 1 Competitività Nel 2016 l Italia si è posizionata al 35 posto a livello mondiale (38 nel 2015, 43 nel 2014). 35 Forza lavoro

Dettagli

IV Incontro di GARR-B Bologna, Giugno 2002

IV Incontro di GARR-B Bologna, Giugno 2002 IV Incontro di GARR-B Bologna, 24-26 Giugno 2002 Progetti nazionali ed europei nel campo delle Biotecnologie nella Regione Puglia Prof. F.P.Schena, Dr.G.Grasso Università degli Studi di Bari PIRP Programma

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA RICERCA MILLENNIALS TRAVELLING TRENDS Cosa cercano i viaggiatori europei under 40?

PRESENTAZIONE DELLA RICERCA MILLENNIALS TRAVELLING TRENDS Cosa cercano i viaggiatori europei under 40? PRESENTAZIONE DELLA RICERCA MILLENNIALS TRAVELLING TRENDS Cosa cercano i viaggiatori europei under 40? Giuseppe Giaccardi Consulente di Strategia e Web Economy CEO Studio Giaccardi & Associati Modena 24

Dettagli

La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali

La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali La strategia regionale di ricerca e innovazione: nuove traiettorie di sviluppo per le imprese e possibili sinergie fra i Fondi strutturali 2014-2020 Dott. Antonio Bonaldo Direttore Sezione Ricerca e Innovazione

Dettagli

Strumenti a sostegno delle Start-up innovative. Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo

Strumenti a sostegno delle Start-up innovative. Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Strumenti a sostegno delle Start-up innovative Giuseppe Marinelli Specialista Prodotti Finanziari Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Università di Ferrara, 18 aprile 2013 AVVERTENZA Questo documento

Dettagli

Il modello AREA: sviluppo del territorio attraverso la valorizzazione della ricerca e dell impresa

Il modello AREA: sviluppo del territorio attraverso la valorizzazione della ricerca e dell impresa Il modello AREA: sviluppo del territorio attraverso la valorizzazione della ricerca e dell impresa 2 Campus di Padriciano Campus di Gorizia Campus di Basovizza Basilicata innovazione 3 Le possibili missioni

Dettagli

SALUTO di BENVENUTO Mariangela Ravaioli Presidente dell Area della Ricerca di Bologna. Conferenza GARR Novembre 2011 M.

SALUTO di BENVENUTO Mariangela Ravaioli Presidente dell Area della Ricerca di Bologna. Conferenza GARR Novembre 2011 M. SALUTO di BENVENUTO Mariangela Ravaioli Presidente dell Area della Ricerca di Bologna Conferenza GARR 2011 Mariangela Ravaioli Presidente di Area della Ricerca di Bologna Robert Minghetti Responsabile

Dettagli

Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2015 Risultati Presa d'atto del verbale della seduta precedente

Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2015 Risultati Presa d'atto del verbale della seduta precedente Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2015 Risultati 01 - Presa d'atto del verbale della seduta precedente 01/01 Presa d atto del verbale del 18 novembre 2015 Preso atto 02 - Comunicazioni 02/01

Dettagli

Mob App Awards 4 Business Regolamento

Mob App Awards 4 Business Regolamento Mob App Awards 4 Business Regolamento ART 1 Organizzazione Il Mob App Awards 4 Business è una nuova iniziativa promossa dall Osservatorio New Tablet & Business Applications della School of Management del

Dettagli

Profili occupazionali degli specializzati medici all Alma Mater nell'ultimo decennio. Silvia Ghiselli Angelo Guerriero 16 GIUGNO 2015

Profili occupazionali degli specializzati medici all Alma Mater nell'ultimo decennio. Silvia Ghiselli Angelo Guerriero 16 GIUGNO 2015 Profili occupazionali degli specializzati medici all Alma Mater nell'ultimo decennio Silvia Ghiselli Angelo Guerriero 16 GIUGNO 2015 Metodologia di indagine Obiettivi: valutare le performance occupazionali

Dettagli

Il mercato del venture capital in Italia Rapporto 2016 Francesco Bollazzi

Il mercato del venture capital in Italia Rapporto 2016 Francesco Bollazzi Il mercato del venture capital in Italia Rapporto 2016 Francesco Bollazzi Project Manager Osservatorio Venture Capital Monitor VeM Milano, 18 Luglio 2017 AGENDA 1. GLI INVESTIMENTI 2. LE TARGET 2.TARGET

Dettagli

Giornata del diritto costituzionale per la tutela della salute MALATTIE RARE E DISABILITÀ Siamo Rari ma Tanti. Sergio Dompé, Presidente Farmindustria

Giornata del diritto costituzionale per la tutela della salute MALATTIE RARE E DISABILITÀ Siamo Rari ma Tanti. Sergio Dompé, Presidente Farmindustria Giornata del diritto costituzionale per la tutela della salute MALATTIE RARE E DISABILITÀ Siamo Rari ma Tanti Indirizzo di saluto Sergio Dompé, Presidente Farmindustria Roma, 29 febbraio 2008 Prima Giornata

Dettagli

Analisi Fabbisogni Settore Biotecnologico

Analisi Fabbisogni Settore Biotecnologico Analisi Fabbisogni Settore Biotecnologico I recenti dati pubblicati dall Istat e dalla Banca d Italia concordano nel confermare come in Italia il settore farmaceutico sia al primo posto nel panorama manifatturiero

Dettagli

POR CALABRIA FESR FSE CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI. Asse I Promozione della ricerca e dell innovazione

POR CALABRIA FESR FSE CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI. Asse I Promozione della ricerca e dell innovazione Allegato 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA POR CALABRIA FESR FSE2014-2020 CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI Asse I Promozione della ricerca e dell innovazione Priorità d'investimento

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 24 giugno 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 24 giugno 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 24 giugno 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 24 giugno 2015 24/06/2015 Gazzetta di Modena Pagina 11 Un bando per favorire l' innovazione 1 24/06/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina 11

Dettagli

La valorizzazione della ricerca a Ca Foscari Strumenti ed opportunità VladiFinotto

La valorizzazione della ricerca a Ca Foscari Strumenti ed opportunità VladiFinotto La valorizzazione della ricerca a Ca Foscari Strumenti ed opportunità VladiFinotto 06/12/2016 Università Ca Foscari Venezia Sala Conferenze Campus Scientifico Piano strategico 2016-2020 Come università

Dettagli

SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA

SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA UNIFGCLE - Prot. n. 0007783 - II/7 del 17/03/2017 - Delibera Consiglio di Amministrazione - 57/2017 SISTEMA DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ (AQ) DELLA RICERCA E DELLA TERZA MISSIONE DELL UNIVERSITA DI FOGGIA

Dettagli

POR FESR EMILIA-ROMAGNA ASSE 1 ATTIVITA I.1.1 TECNOPOLI

POR FESR EMILIA-ROMAGNA ASSE 1 ATTIVITA I.1.1 TECNOPOLI POR FESR 2007-2013 EMILIA-ROMAGNA ASSE 1 ATTIVITA I.1.1 TECNOPOLI ASTER La nuova rete regionale di alta tecnologia: le piattaforme tecnologiche Gli obiettivi - Realizzare sul territorio regionale un insieme

Dettagli

Bologna, 15 dicembre Ciclo di workshop: La creazione d'impresa

Bologna, 15 dicembre Ciclo di workshop: La creazione d'impresa Makeitalia Makeitalia è l unica azienda italiana che fa della Supply Chain il proprio Core Business, con un idea di impresa legata all eccellenza, all innovazione e alla concretezza. I servizi che Makeitalia

Dettagli

Il progetto Open Data e l'agenda Digitale Regionale

Il progetto Open Data e l'agenda Digitale Regionale Il progetto Open Data e l'agenda Digitale Regionale Luisa Romano Programmazione strategica, armonizzazione delle basi dati e agenda digitale Regione Lazio Rieti, 29 settembre 2015 L Agenda Digitale della

Dettagli

il decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517 Disciplina dei rapporti fra SSN ed Università, a norma dell articolo 6 della L , n.

il decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517 Disciplina dei rapporti fra SSN ed Università, a norma dell articolo 6 della L , n. VISTI l articolo 12 bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 (Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell articolo 1 della L. 23 ottobre 1992, n. 421) e successive modifiche

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DI PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE NEI SETTORI STRATEGICI LOMBARDI

BANDO A SOSTEGNO DI PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE NEI SETTORI STRATEGICI LOMBARDI BANDO A SOSTEGNO DI PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE NEI SETTORI STRATEGICI LOMBARDI La ricerca e l innovazione: un occasione di crescita per il sistema lombardo Misura Congiunta

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DELLE POLITICHE ATTIVE E PER IL LAVORO 22 GIUGNO 2016

PROGRAMMA TRIENNALE DELLE POLITICHE ATTIVE E PER IL LAVORO 22 GIUGNO 2016 PROGRAMMA TRIENNALE DELLE POLITICHE ATTIVE E PER IL LAVORO 22 GIUGNO 2016 COSA C È DI NUOVO? 1. IL PRIMO PIANO POST PROVINCE: UNA PROGRAMMAZIONE UNITARIA PER L INTERA REGIONE 2. UNA PROGRAMMAZIONE IN UNA

Dettagli

Il Polo di Innovazione ICT nello sviluppo del Distretto Torino Wireless

Il Polo di Innovazione ICT nello sviluppo del Distretto Torino Wireless Torino, 12 Dicembre 2012 Il Polo di Innovazione ICT nello sviluppo del Distretto Torino Wireless Le prossime opportunità per le imprese I Cluster Tecnologici Nazionali come elemento propulsore verso l

Dettagli

Il personale IT nelle banche: alcuni dati tratti dalla Rilevazione CIPA

Il personale IT nelle banche: alcuni dati tratti dalla Rilevazione CIPA Il personale IT nelle banche: alcuni dati tratti dalla Rilevazione CIPA Isabella Vicari, Banca d Italia Segreteria CIPA Convegno Le competenze IT in ambito bancario - Università LUISS Guido Carli Roma,

Dettagli

Prima slide copertina

Prima slide copertina Prima slide copertina IL SEMINARIO. Siete sicuri che siano state impostate bene le regole di lavoro tra i soci della vostra startup? Tutti i membri hanno chiari quali sono i loro diritti e doveri? Una

Dettagli